Epatite virale B

L'epatite virale B è una malattia epatica infettiva acuta causata da un virus HVS della famiglia degli epatadovirus, caratterizzata da danno epatico progressivo, con sviluppo di insufficienza epatica e ipertensione portale (aumento della pressione nella vena porta), che successivamente porta alla cirrosi epatica.

La malattia è diffusa in tutto il mondo ed è un problema globale del Ministero della Salute. Ogni anno 2 miliardi di persone soffrono di epatite virale B e circa 200 milioni di persone muoiono a causa della malattia.

Molto spesso, l'epatite virale B si verifica in Nord America (Canada, Alaska), Sud America (Argentina, Brasile, Perù), Asia (Iraq, Iran, Arabia Saudita, India, Cina, Pakistan, Indonesia), Africa (Nigeria, Sudan, Etiopia, Angola, Namibia, Botswana) e Oceania. I paesi più favorevoli sono Stati Uniti, Cile, Europa e Australia, in queste regioni l'epatite B colpisce meno dello 0,01% della popolazione.

In Russia, negli ultimi anni c'è stata una tendenza ad aumentare la malattia, se nel 1999 il numero di pazienti con epatite virale B ha raggiunto 17,9 persone su 100 mila della popolazione di tutte le malattie virali, quindi nel 2010 questa cifra è aumentata a 43,5.

Le persone di giovane e mezza età (dai 15 ai 35 anni) sono più inclini all'epatite B, il sesso non influenza l'incidenza della malattia.

La prognosi per la malattia non è favorevole. I casi di cura per l'epatite virale B sono isolati. Il trattamento prescritto migliora e normalizza solo il lavoro del fegato infetto dal virus. Un esito fatale si verifica in 15-20 anni dalle complicazioni che la malattia provoca (insufficienza epatica, cirrosi, cancro al fegato).

Cause dell'evento

L'insorgenza della malattia provoca un virus contenente DNA del genere Orthohepadnavirus, una famiglia di epatadovirus. Nella sua composizione, il virus dell'epatite B contiene tre antigeni (parti): l'antigene HBs, l'antigene HBe e l'antigene HBcor.

La fonte dell'infezione è una persona malata o portatrice di virus. La malattia viene trasmessa da una persona malata a una persona sana in diversi modi:

  • Trasmissione parenterale (la più comune) - attraverso il sangue (durante le operazioni, le trasfusioni di sangue, ecc.).
  • Trasmissione sessuale - con rapporti non protetti.
  • Trasmissione intrauterina - da una madre malata a un feto.

Separare il gruppo di rischio, ad es. coloro che sono inclini all'infezione virale da epatite B:

  • medici e infermieri;
  • pazienti operati;
  • donazione;
  • soggetti sottoposti a emodialisi (purificazione del sangue mediante un apparato renale artificiale);
  • persone che visitano spesso saloni di bellezza e saloni per tatuaggi;
  • persone con orientamento sessuale non tradizionale (omosessuali);
  • persone che soffrono di tossicodipendenza;
  • persone che soffrono di immunità compromessa con mononucleosi, infezione da HIV o AIDS.

Classificazione

Secondo la gravità, ci sono:

  • Epatite lieve;
  • Epatite virale moderata;
  • Epatite virale B grave.

Il decorso dell'epatite B è diviso in:

  • Epatite acuta (fulminante);
  • Epatite cronica.

Secondo i periodi della malattia, sono divisi in:

Sintomi dell'epatite virale B

Nel quadro sintomatico della malattia, ci sono diversi periodi in cui si osservano vari sintomi

Periodo di incubazione

Dura da 30 a 180 giorni, le manifestazioni caratteristiche sono:

  • mal di testa;
  • nausea;
  • fatica;
  • apatia;
  • diminuzione dell'appetito;
  • diminuzione della memoria e dell'attenzione;
  • debolezza generale;
  • un leggero aumento della temperatura la sera.

Il periodo precedente

  • la comparsa di vomito;
  • bruciore di stomaco;
  • eruttazione;
  • gonfiore;
  • artralgia (dolore articolare);
  • mialgia (dolore muscolare);
  • la temperatura corporea raggiunge 38,0 0 С.

Periodo itterico

  • ittero (ingiallimento della pelle e delle mucose);
  • prurito della pelle;
  • la comparsa di emorragie sulla pelle;
  • gengive sanguinanti;
  • urine scure;
  • scolorimento delle feci;
  • fegato ingrossato;
  • dolore nell'ipocondrio destro e nella regione epigastrica;
  • disturbi del sonno;
  • mal di testa intenso e vertigini;
  • abbassamento della pressione sanguigna;
  • palpitazioni;
  • gonfiore degli arti inferiori.

Inoltre, con la transizione dell'epatite in una forma cronica, le manifestazioni sintomatiche si estinguono e la malattia entra in un periodo di remissione. Ogni nuova esacerbazione dell'epatite virale B è più grave della precedente, ciò è dovuto alla costante distruzione del fegato, che porta gradualmente allo sviluppo di cirrosi e insufficienza epatica.

Transizione dell'epatite B alla cirrosi

  • disordine mentale;
  • la comparsa di encefalopatia (demenza);
  • sanguinamento dalle vene dell'esofago, dello stomaco e del retto;
  • la comparsa di ascite (fluido libero nella cavità addominale);
  • sbiancamento della pelle;
  • riduzione e compattazione del fegato.

Diagnostica

Quando si verifica il primo sintomo della malattia, i pazienti vengono a vedere medici di famiglia o terapisti con lamentele di malessere generale e un leggero aumento della temperatura corporea. Un medico esperto indirizzerà tale paziente a un esame del sangue di laboratorio e, se vengono rilevati indicatori, la cui presenza indicherà un'infiammazione nel fegato, verrà inviato a un gastroenterologo per ulteriori osservazioni e ulteriori esami. I gastroenterologi o i medici delle malattie infettive sono coinvolti nel trattamento e nel monitoraggio dello sviluppo della malattia..

I metodi di ricerca di laboratorio sono il primo passo per diagnosticare una malattia:

Epatite virale B e C: test, trattamento, prevenzione

Le statistiche sulla morbilità dell'epatite B e C sono deludenti e crescono di anno in anno. Il pericolo di questi tipi di epatite sta nel fatto che entrambi non possono praticamente manifestarsi per molto tempo. Ciò significa che i sintomi dell'epatite B e C, quando il fegato viene distrutto ogni giorno, sono praticamente assenti. Potrebbero esserci debolezza e malessere, che sono spesso attribuiti ad altre malattie..

L'epatite si sviluppa entro 10-20 anni senza manifestarsi, alla fine questo può portare alla morte per cirrosi. Pertanto, la prevenzione dell'epatite B e C è così importante, la loro rilevazione e trattamento tempestivi.

Vie di infezione, somiglianze e differenze tra epatite B e C

I modi di infezione da epatite B e C sono simili. Il virus di entrambi i tipi di epatite entra principalmente attraverso il sangue e altri fluidi secreti dal corpo. Devono contenere cellule del sangue infette. Le vie di trasmissione dell'epatite B e C possono essere le seguenti:

  1. Una siringa comune - con l'iniezione di potenti sostanze (farmaci) - è una delle vie più pericolose di trasmissione dell'epatite B e C. Con questa iniezione di farmaco, l'infezione da HIV può entrare nel corpo..
  2. Con trasfusione di sangue, trapianto, chirurgia, procedure dentali. Allo stesso tempo, sia il medico che il paziente possono contrarre l'epatite virale B e C..
  3. Sperma, perdite vaginali - durante i rapporti non protetti, la percentuale di infezione da epatite B in questo modo è maggiore.
  4. Saliva, liquido lacrimale, se contiene le più piccole particelle di sangue. L'infezione da epatite B e C si verifica attraverso articoli per l'igiene personale: un rasoio, uno spazzolino da denti, un panno.
  5. Durante la gravidanza e l'allattamento da madre a figlio, non è possibile infettare il feto con epatite C durante la gestazione, ma quando si passa attraverso il canale del parto è possibile. L'epatite B può infettare un bambino anche durante la gestazione, tutto dipende dal grado di concentrazione dei virioni virali nel sangue della madre.
  6. Varie procedure cosmetiche: tatuaggio, mesoterapia, agopuntura, tatuaggio, piercing. Quando si visitano saloni di bellezza non verificati in cui non si osserva la disinfezione degli strumenti usati.

In generale, se si valuta la probabilità di infezione da epatite C, allora è 2-3 volte inferiore a quella di B. Non importa come l'epatite B e C viene trasmessa, il virus dell'epatite B mantiene la sua attività molto più a lungo su superfici e strumenti.

Confronto di epatite B e C.

Se conduciamo un'analisi comparativa tra epatite virale B e C, la differenza principale è che il virus che causa un'ulteriore distruzione del fegato è già diverso a livello cellulare. Le differenze sono mostrate nella tabella..

Epatite BEpatite C
Causato dall'epatadavirus (ovvero il virus è contenuto nel DNA).L'agente causale è flavivirus (è contenuto nell'RNA).
In un ambiente aggressivo esterno, il virus dell'epatite B "vive" per un tempo molto lungo, a temperatura ambiente per un massimo di tre mesi, quindi se la disinfezione non viene eseguita nella stanza (dentista, studio del cosmetologo), sarà abbastanza semplice essere infettati.L'epatite C, nelle stesse condizioni, viene distrutta più rapidamente entro 16 ore. Tuttavia, quando entra nel corpo umano, può essere modificato. Questa capacità di mutazione gli consente di rimanere un sistema immunitario non identificato per molti anni..
Il virione del virus dell'epatite B, che entra nella cellula epatica, non lo distrugge direttamente. Il sistema immunitario umano, al fine di prevenire l'ulteriore diffusione del virus, danneggia esso stesso le sue cellule epatiche. Se il virus non riesce a sconfiggere il sistema immunitario, entra nella fase cronica. Nell'1% dei casi, la morte può verificarsi quando la propria risposta immunitaria può distruggere più della metà delle cellule del fegato.Il virus dell'epatite C agisce direttamente e distrugge le cellule del fegato e, a causa della capacità di mutazione, il sistema immunitario non riconosce la sua presenza, il processo diventa cronico. A causa di un lungo effetto patologico sul fegato, viene distrutto, inizia la fibrosi, la cirrosi o il cancro.
La percentuale di passaggio dall'epatite B acuta a quella cronica è del 10%.L'epatite C diventa cronica nell'80% dei casi.
Il paziente recupera nell'80% dei casi.Se viene rilevata l'epatite C acuta, la probabilità di remissione è del 25%
Dopo che il paziente ha avuto l'epatite B, non sarà più infetto. Viene prodotta una risposta immunitaria stabile. Questo è stato usato per sviluppare un vaccino contro l'epatite B. Ma prima di farlo, devi passare un'analisi per l'epatite B, solo in sua assenza, puoi essere vaccinato.L'epatite C ha 6 genotipi e ognuno ha ancora quasi-tipi (il genotipo 4 ne ha 10). Pertanto, essendo stato malato e completamente guarito da uno, è possibile dopo un po 'di essere infettato da un altro. Per questo motivo, non esiste un vaccino contro l'epatite C..

Diagnosi, trattamento e prevenzione

Il sospetto di una malattia sorge sulla base dei sintomi. Nell'epatite C, praticamente non compaiono. Tuttavia, con l'ulteriore distruzione del fegato, i sintomi dell'epatite B e C sono simili, questi sono:

  • nausea, sapore amaro in bocca al mattino;
  • dolore sotto la costola a destra;
  • aumento della temperatura;
  • costante sensazione di stanchezza, cattiva salute, letargia;
  • stati depressivi, apatia;
  • urine scure, feci chiare;
  • giallo della pelle e sclera degli occhi - raramente.

Ci sono casi in cui due virus dell'epatite - B e C - si trovano contemporaneamente in un organismo - tale epatite è chiamata coinfezione. Il prefisso "ko" indica una combinazione di due virus. Con una combinazione di due virus dell'epatite B e C contemporaneamente, i sintomi sono più pronunciati. Un inizio acuto della malattia, accompagnato da febbre, febbre, ma con la soppressione del virus dell'epatite B, i sintomi dell'epatite C diventano meno pronunciati.

Studia

Per diagnosticare con precisione, è necessario eseguire test per la presenza di epatite B e C. Per rilevare il virus dell'epatite B e C nel sangue, vengono utilizzati marcatori.

Per l'epatite B: il primo studio è la determinazione dell'indicatore HBsAg, un antigene che fa parte del rivestimento del virus dell'epatite B. Se questo test produce un risultato positivo, viene prescritta anche la PCR per la ricerca del DNA del virus, dell'HBeAg e degli anticorpi.

Per l'epatite C: all'inizio, viene effettuata un'analisi per la presenza di marcatori - anticorpi contro il virus (anti-HCV) mediante saggio di immunoassorbimento enzimatico, quindi PRC qualitativo e PRC quantitativo. Ulteriori studi sono genotipizzazione ed elastometria, necessari per la prescrizione di un regime terapeutico competente.

Con la coinfezione, la diagnosi è complicata. Molto spesso, il virus dell'epatite C sopprime l'epatite B e quando si conducono studi sui marker di epatite B e C, viene determinato solo il virus C. Successivamente, quando si sbarazza di un virus, il secondo viene attivato e rilevato da un esame del sangue.

Nonostante il prezzo piuttosto elevato di tutti i test per la presenza di epatite B e C, devono essere eseguiti. Poiché solo nel corso dei test di laboratorio è possibile determinare con precisione la presenza del virus e iniziare il trattamento.

Trattamento dell'epatite B e C.

Il trattamento per l'epatite B e C è diverso, i metodi di trattamento sono mostrati nella tabella.

Dovresti immediatamente menzionare la coinfezione da epatite B e C: per il trattamento del virus B, sono prescritti Viread e i suoi analoghi. Il trattamento dell'epatite C si basa sull'uso di Sofosbuvir e di un secondo farmaco antivirale, a seconda del genotipo. Si consiglia di eliminare prima l'epatite C, quindi procedere con il trattamento del secondo virus.

Per l'epatite BPer l'epatite C
La forma acuta di epatite B non comporta un trattamento antivirale. Si consiglia ai pazienti di seguire una dieta e una terapia di disintossicazione. La tabella dietetica dovrebbe comprendere una grande quantità di grassi vegetali, latticini, pesce, verdure e frutta. Rifiuto completo di alcol e cibi pesanti per animali.Per i pazienti con epatite C, è consigliabile condurre una terapia con una combinazione di due farmaci antivirali, uno dei quali sarà sempre Sofosbuvir, il secondo farmaco è prescritto a seconda del genotipo del virus.
Nei casi più gravi e se l'epatite B è caratterizzata da cronica, vengono prescritti Lamivudina (100 mg una volta al giorno), Entecavir (0,5 mg / die) o Telbivudina (dose giornaliera di 600 mg).Nell'epatite cronica C, con una risposta virologica infruttuosa, il trattamento può durare più a lungo e raggiungere le 24 settimane. È necessario monitorare costantemente l'effetto dei farmaci per la correzione tempestiva dei regimi di trattamento.

Prevenzione dell'epatite B e C

Per l'epatite B, la misura preventiva più efficace è la vaccinazione. La vaccinazione viene effettuata nei primi giorni dopo la nascita, quindi in un mese e mezzo anno. Rivaccinare i bambini, quindi gli adulti ogni 10 anni.

Altre misure per la prevenzione dell'epatite B, simile all'epatite C, sono:

  • rapporti sessuali protetti;
  • l'uso di siringhe monouso, anche tra tossicodipendenti infettivi;
  • rispetto delle misure di sicurezza in casa se la famiglia ha un paziente;
  • atteggiamento responsabile nei confronti di qualsiasi procedura di natura medica o cosmetica, ci si può fidare solo di istituzioni fidate;
  • per il personale di servizio e gli operatori sanitari - rigoroso rispetto dei requisiti di disinfezione;
  • screening annuale per virus - indipendentemente dal prezzo dei test per la determinazione dei virus dell'epatite B e C, solo questa misura consente di identificare la malattia in tempo.

Qualsiasi persona può essere infettata dall'epatite B e C, non importa come sia successo, le statistiche sull'incidenza aumentano di anno in anno, la cosa principale è che l'infezione non è più una frase. Con una diagnosi tempestiva e l'inizio della terapia, la remissione si verifica in oltre il 90% dei casi.

Epatite virale B. Determinazione della forma e dello stadio della malattia

Studio completo per l'epatite virale B (HBV) confermata. L'analisi dei marker di infezione consente di stabilire lo stadio clinico della malattia, lo stato immunologico del soggetto e valutare l'efficacia del trattamento. Include la determinazione delle proteine ​​virali (antigeni), le principali classi di anticorpi specifici, nonché la rilevazione del DNA virale nel sangue.

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  • Escludere cibi grassi dalla dieta entro 24 ore prima dello studio.
  • Non fumare 30 minuti prima del test..

Panoramica dello studio

L'epatite virale B (HBV) è una malattia infettiva che causa gravi danni al fegato. Spesso l'epatite B diventa cronica, il suo decorso si protrae e provoca l'insorgenza di cirrosi e cancro al fegato.

Il virus dell'epatite B (Hepadnaviridae) contiene DNA a doppio filamento circondato da un nucleocapside da 27 nm, che contiene l'antigene HBcAg e un guscio esterno contenente l'antigene HBsAg. Questo antigene si trova nel sangue 6 settimane prima dell'inizio dei sintomi della malattia e può essere rilevato a lungo sia in loro presenza che in loro assenza (nell'epatite cronica e nel trasporto). Nelle prime fasi della malattia è presente nel 90-95% dei pazienti.

Una caratteristica del virus dell'epatite B è che entra direttamente nel flusso sanguigno e vi circola per tutto il periodo della malattia. In alcuni pazienti, il virus nel sangue dura una vita. Per questo motivo, la fonte di infezione può essere non solo quelli che hanno l'epatite nella sua forma acuta, ma anche quelli che hanno già avuto la malattia, così come le persone che non mostrano la malattia, ma sono portatori del virus.

Il recupero completo è registrato nel 92-95% dei pazienti con epatite acuta B e solo il 5-8% di essi ha una transizione a una forma cronica.

L'epatite B viene trattata esclusivamente in ambito ospedaliero. Questa malattia nel caso di un decorso prolungato è un fattore di rischio per lo sviluppo di carcinoma epatocellulare primario (cancro al fegato).

Nella vita del virus dell'epatite B si distinguono due fasi: la fase di replicazione e la fase di integrazione. Nella fase di replica, il virus si riproduce (si moltiplica). Il DNA del virus entra nel nucleo degli epatociti, dove un nucleocapside contenente il DNA del virus, gli antigeni HBcAg, HBeAg, che sono il principale bersaglio del sistema immunitario, sono sintetizzati usando la DNA polimerasi. Il nucleocapside migra quindi dal nucleo al citoplasma, dove vengono replicate le proteine ​​dell'involucro esterno (HBsAg) e quindi viene assemblato il virione completo. In questo caso, un eccesso di HBsAg, non utilizzato per assemblare il virus, entra nel flusso sanguigno attraverso lo spazio intercellulare. L'assemblaggio completo (replicazione) del virus termina con la presentazione del suo antigene nucleocapsidico solubile - HBeAg sulla membrana degli epatociti, dove viene "riconosciuto" dagli immunociti. L'antigene HBcAg non è determinato con metodi sierologici, poiché non è disponibile nel sangue in forma libera. Viene determinata la presenza nel sangue di anticorpi (anti-HBc) per questo antigene, prodotto a causa della sua elevata immunogenicità..

I marcatori della fase di replicazione del virus dell'epatite B sono:

  • rilevazione di antigeni nel sangue HBeAg e anti-HBc (Ig M).

Nel 7-12% dei pazienti con epatite virale cronica B, è possibile una transizione spontanea dalla fase di replicazione alla fase non replicativa (in questo caso, HBeAg scompare dal sangue e appare anti-HBe). È la fase di replicazione che determina la gravità del danno epatico e la natura contagiosa del paziente.

Nella fase di integrazione, il frammento del virus dell'epatite B che trasporta il gene HBsAg è integrato (incorporato) nel genoma degli epatociti (DNA) con la successiva formazione principalmente di HBsAg. Allo stesso tempo, la replicazione del virus cessa, tuttavia, l'apparato genetico degli epatociti continua a sintetizzare grandi quantità di HBsAg.

Il DNA virale può essere integrato non solo negli epatociti, ma anche nelle cellule del pancreas, delle ghiandole salivari, dei leucociti, degli spermatozoi, delle cellule renali.

La fase di integrazione è accompagnata dalla formazione di remissione clinica e morfologica. In questa fase, nella maggior parte dei casi, si forma uno stato di tolleranza immunologica al virus, che porta a interrompere l'attività del processo e il trasporto di HBsAg. L'integrazione rende il virus irraggiungibile per il controllo immunitario.

Marcatori sierologici della fase di integrazione:

  • la presenza nel sangue di solo HBsAg o in combinazione con anti-HBc (IgG);
  • l'assenza del virus del DNA nel sangue;
  • Sieroconversione da HBeAg a anti-HBe (ovvero la scomparsa di HBeAg dal sangue e la comparsa di anti-HBe).

I pazienti che hanno avuto un'infezione e hanno anticorpi contro il virus non possono essere nuovamente infettati dall'epatite B. In alcuni casi, non si verifica il pieno recupero e la persona diventa portatrice di virus cronica. Il portatore di virus può essere asintomatico, ma in alcuni casi si sviluppa un'epatite cronica attiva B. Il fattore di rischio chiave per il portatore di virus attivo è l'età in cui la persona è stata infettata: per i bambini, il livello di rischio supera il 50%, mentre per gli adulti rimane al livello del 5-10%. Gli studi dimostrano che gli uomini hanno maggiori probabilità di diventare portatori rispetto alle donne.

HBsAg - antigene di superficie del virus dell'epatite B.

L'antigene di superficie del virus dell'epatite B (HBsAg) è una proteina presente sulla superficie del virus. Si trova nel sangue con epatite acuta e cronica B. Il primo marker. Raggiunge il massimo entro la 4a-6a settimana della malattia. Dura fino a 6 mesi con epatite acuta, più di 6 mesi - con la transizione della malattia in una forma cronica.

HBeAg - Virus dell'epatite B nucleare E

Antigene nel nucleo del virus. Appare nel sangue contemporaneamente a HBsAg e persiste per 3-6 settimane. L'HBeAg appare nel sangue di un paziente con epatite acuta B contemporaneamente o dopo l'HBsAg e rimane nel sangue per 3-6 settimane. Indica la riproduzione attiva e un alto rischio di trasmissione del virus durante i rapporti sessuali, nonché perinatalmente. L'infettività del siero HBeAg positivo è 3-5 volte superiore a quella dell'HBsAg positivo. Il rilevamento di HBeAg nel sangue per più di 8-10 settimane indica la transizione della malattia in una forma cronica. In assenza di attività replicativa del virus durante l'infezione cronica, l'HBeAg non viene rilevato. Il suo aspetto indica anche la riattivazione del virus, che si verifica più spesso sullo sfondo dell'immunosoppressione.

Nel trattamento dell'epatite virale B, la scomparsa dell'HBeAg e la comparsa di anticorpi dell'antigene HBe indicano l'efficacia della terapia.

anti-HBc (Ig M) - anticorpi specifici della classe IgM per l'antigene nucleare "core" del virus

Cominciano a essere prodotti anche prima delle manifestazioni cliniche, indicano una replicazione attiva del virus.

Appaiono nel sangue dopo 3-5 settimane, persistono per 2-5 mesi e scompaiono durante il periodo di recupero.

anti-HBc - anticorpi totali (IgM + IgG) verso l'antigene nucleare "core" del virus dell'epatite B

Un marcatore diagnostico importante, soprattutto con un valore HBsAg negativo. Gli anticorpi IgM vengono prodotti dopo 3-5 settimane. Gli anticorpi IgG iniziano a essere prodotti dal 4 ° al 6 ° mese e possono persistere per tutta la vita. Conferma il contatto fisico con il virus.

anti-HBs - anticorpi totali contro l'antigene di superficie del virus dell'epatite B.

Appaiono lentamente, raggiungendo un massimo dopo 6-12 mesi. Indicare una precedente infezione o la presenza di anticorpi post-vaccinazione. Il rilevamento di questi anticorpi indica il recupero e lo sviluppo dell'immunità. Il rilevamento di anticorpi ad alto titolo nelle prime settimane della malattia può essere associato allo sviluppo della variante iperimmune dell'epatite B fulminante.

anti-HBe - anticorpi contro l'antigene 'e' del virus dell'epatite B.

Compaiono nell'8-16a settimana dopo l'infezione nel 90% dei pazienti. Indicano la fine del periodo acuto della malattia e l'inizio del periodo di convalescenza. Può persistere fino a 5 anni dopo una malattia.

HBV (DNA) - DNA del virus dell'epatite B.

Marker per la presenza e la replica del virus. Tramite la PCR, il DNA del virus può essere determinato qualitativamente o quantitativamente. Grazie al metodo di alta qualità, viene confermata la presenza del virus dell'epatite B nel corpo e la sua riproduzione attiva. Ciò è particolarmente importante in casi diagnostici complessi. In caso di infezione da ceppi di virus mutanti, i risultati del test per specifici antigeni HBsAg e HBeAg possono essere negativi, ma il rischio di diffusione del virus e di sviluppo della malattia nella persona infetta rimane.

La determinazione qualitativa del DNA virale svolge un ruolo importante nella diagnosi precoce dell'epatite B nelle persone ad alto rischio di infezione. Il materiale genetico del virus viene rilevato nel sangue poche settimane prima dell'HBsAg. Un risultato PCR positivo per un periodo superiore a 6 mesi indica un'infezione cronica. La determinazione della carica virale (la quantità di DNA del virus nel sangue) consente di valutare la probabilità che la malattia diventi cronica.

Livelli elevati di transaminasi epatiche con un risultato PCR positivo sono indicazioni della necessità di una terapia. Durante il trattamento dell'epatite virale B, la scomparsa del DNA del virus indica l'efficacia del trattamento.

A cosa serve lo studio??

  • Valutare il profilo sierologico;
  • chiarire lo stadio della malattia e il grado di contagiosità;
  • per confermare la malattia e chiarirne la forma (acuta, cronica, carrello);
  • monitorare il decorso dell'epatite B cronica;
  • per valutare l'efficacia della terapia antivirale.

Quando è programmato uno studio?

  • Se il paziente rivela un antigene di superficie del virus dell'epatite B (HBsAg);
  • con sospetta infezione da virus dell'epatite B e risultati dubbi di test sierologici;
  • con epatite mista (epatite virale combinata B e C);
  • con monitoraggio dinamico di pazienti con epatite B (determinazione dello stadio del processo con uno studio congiunto di altri marcatori specifici di infezione).

Cosa significano i risultati??

Per ogni indicatore incluso nel complesso:

Epatite acuta B. Esiste un ceppo "selvaggio" (naturale) e un ceppo "mutante" (tipo) del virus. La determinazione del ceppo del virus è di particolare importanza nella scelta di un trattamento antivirale. I ceppi mutanti del virus sono leggermente meno curabili di quelli selvatici.

Epatite cronica B (HVGV). Esistono tre opzioni sierologiche:

  1. HVGV con attività minima (precedentemente utilizzato il termine "carrello HBsAg");
  2. HVGV negativo all'HBe;
  3. HVHV positivo all'HBV.

Interpretazione delle combinazioni di marcatori sierologici dell'epatite B

Virus dell'epatite B e C.

Epatite virale

L'epatite virale è un gruppo di malattie epatiche infettive con vari meccanismi di trasmissione causati dal più piccolo virus del parassita intracellulare. Ad oggi, i virus dell'epatite A, B, C, D, E sono stati studiati in modo più completo, TTV e SEN sono stati studiati attivamente. Di conseguenza, viene anche chiamata epatite causata da loro. Tutta l'epatite virale è molto pericolosa - molte centinaia di volte più persone muoiono a causa loro di AIDS (e soprattutto di epatite C).

L'epatite, come tutte le malattie virali, è una malattia inerente alle persone con immunodeficienza.

Di tutte le numerose forme di epatite virale, l'epatite A è la più comune. Sebbene questa malattia sia caratteristica principalmente dei paesi del terzo mondo con bassi livelli di igiene e servizi igienico-sanitari, possono verificarsi casi isolati o focolai di epatite A anche nei paesi più sviluppati..

Il virus dell'epatite A appartiene alla famiglia dei picornavirus, un genere di epatnovirus. Questo virus è costituito da una capsula proteica, o capside, con un diametro di 27 nm, all'interno del quale si trova una molecola di RNA a singolo filamento. Il virus dell'epatite A è estremamente resistente ai fattori ambientali avversi 7. I campioni liofilizzati possono essere conservati a 25 ° C per almeno 30 giorni. Il riscaldamento a 60 ° C per 10-12 ore porta solo alla parziale inattivazione del virus. L'ebollizione distrugge completamente il virus dell'epatite A. Il virus dell'epatite A è insolubile nei grassi, resistente ai solventi e, come altri enterovirus, può essere conservato a lungo in condizioni acide. La patogenicità del virus dell'epatite A è in gran parte determinata dalla sua alta resistenza. L'infezione da virus dell'epatite A è spesso associata a un modo inadeguato di preparazione degli alimenti, insufficiente pulizia o disinfezione dei siti di preparazione degli alimenti. Quando bolle, muore dopo 5 minuti. A temperatura ambiente in un ambiente secco dura una settimana, in acqua - 3-10 mesi, in escrementi - fino a 30 giorni.

L'infezione da virus dell'epatite A porta allo sviluppo di una malattia che quasi sempre termina con il recupero e l'immunità permanente per tutta la vita alla reinfezione. L'epatite A è grave nei neonati e negli anziani, hanno poche possibilità di morte (morte).

Il virus dell'epatite A viene trasmesso per via fecale-orale, motivo per cui viene chiamato malattia della mano sporca. La fonte dell'infezione è una persona malata in una fase molto precoce dell'epatite A, quando non si sente ancora male e non ha l'ittero. Con le mani non lavate dopo il gabinetto, può diffondere il virus sugli oggetti domestici e infettare gli altri. Esiste un vaccino contro l'epatite A. Ma poiché molte persone portano questa malattia in modo asintomatico (senza alcun segno della malattia), prima della vaccinazione, è necessario assicurarsi che non vi siano anticorpi (proteine ​​immunitarie protettive) contro il virus dell'epatite A.

Il virus dell'epatite B appartiene alla famiglia degli epatadavirus. È organizzato difficile. Lo strato esterno del virus, costituito da particelle di una membrana grasso-proteica, è chiamato antigene di superficie (HBsAg). Un antigene è una proteina estranea che ha la capacità, una volta nel corpo, di suscitare una risposta protettiva dal sistema immunitario: la formazione di anticorpi. Inizialmente, questo antigene era chiamato australiano, poiché fu scoperto per la prima volta nel siero del sangue degli aborigeni australiani. Il nucleo del virus è racchiuso nell'involucro del virus, che contiene altre due proteine ​​estranee al corpo: l'antigene del nucleo insolubile (HBcAg) e l'antigene infettivo solubile (HB-Ag). Il virus dell'epatite B è altamente resistente alle basse e alte temperature, alle influenze chimiche e fisiche. Rimane a temperatura ambiente per 3 mesi, in frigorifero per 6 anni e in forma congelata per 15-20 anni. L'ebollizione garantisce la distruzione del virus solo per una durata superiore a 30 minuti. Il virus è resistente a quasi tutti i disinfettanti. L'autoclavaggio a 120 ° C sopprime il virus dopo 5 minuti, l'esposizione al calore secco (160 ° C) dopo 2 ore.

Il virus dell'epatite B viene trasmesso da una persona infetta a un parenterale sano, ad es. attraverso il sangue. L'infezione è possibile se il sangue infetto arriva sulla pelle danneggiata, sulle mucose o direttamente nel sangue. Il principale gruppo a rischio (vale a dire, il cerchio di persone con un'alta probabilità della malattia) sono le persone che usano droghe per via endovenosa, tossicodipendenti e persone che hanno vite sessuali promiscue e non protette.

Il virus dell'epatite B è uno dei virus più infettivi, la sua dose infettiva è di soli 10-7 millilitri di sangue infetto (per confronto, 1 goccia di 1 milione di tali dosi). Si stima che sia 100 volte più infettivo del virus dell'immunodeficienza umana. Il principale pericolo di epatite B è che circa il 5-10% delle persone infette diventa cronicamente infetto. In futuro, una parte insignificante di queste persone può riprendersi, e il resto di loro avrà l'epatite cronica per la vita, che può gradualmente trasformarsi in cirrosi epatica (una grave malattia incurabile in cui tutte le funzioni vitali del fegato sono interrotte e che si esaurisce fatalmente).

La fonte di infezione sono i pazienti con epatite B acuta (malattia primaria) e persone con infezione cronica. La maggior parte dei pazienti con epatite B rimane immune alla ri-malattia. Esiste un vaccino efficace contro l'epatite B che protegge dalle infezioni da 5 a 8 anni. Alcune persone, a causa della natura del loro sistema immunitario, sono resistenti alla vaccinazione. Pertanto, dopo la vaccinazione, è necessario assicurarsi che gli anticorpi protettivi compaiano nel corpo.

Il virus dell'epatite C appartiene alla famiglia dei flavivirus, è instabile nell'ambiente esterno.

L'epatite C viene trasmessa per via parenterale ed è considerata la più insidiosa e pericolosa tra tutte le epatiti virali..

Innanzitutto, questa epatite nell'85% dei casi porta allo sviluppo di epatite cronica C, in un terzo dei pazienti che terminano in 15-25 anni con cirrosi o carcinoma epatico primario.

In secondo luogo, molto spesso l'epatite C sia acuta che cronica è asintomatica, motivo per cui le persone infette non cercano assistenza medica in tempo e possono infettare gli altri. Il decorso lieve e latente dell'epatite C era la ragione per cui i suoi scienziati svizzeri e russi lo chiamavano "killer affettuoso".

Con la terapia farmacologica attualmente ampiamente utilizzata, il trattamento dell'epatite C è molto costoso (1 ciclo di monoterapia con interferoni alfa costa 2,5 mila dollari) e la probabilità di un pieno recupero è solo del 20% circa.

Un vaccino contro l'epatite C non è stato ancora creato e gli esperti prevedono che la probabilità di riceverlo nei prossimi anni è ridotta.

In termini di mortalità, l'epatite C è centinaia di volte più alta dell'AIDS..

Il successo del trattamento dell'epatite C è possibile solo con l'uso dei moderni metodi immunologici. (Vedi pagina "DIAGNOSI E TRATTAMENTO")

Virus dell'epatite D - virus non classificato resistente al calore.

Il virus dell'epatite D non si infetta mai da solo, ha bisogno di un assistente: il virus dell'epatite B. In questo caso si sviluppa una malattia grave che può portare alla morte nella fase acuta o con un'alta probabilità di epatite cronica D. E l'ultima malattia si trasforma spesso in cirrosi. Le vie di trasmissione e la fonte di infezione per l'epatite D sono le stesse dell'epatite B. Le persone che hanno anticorpi contro l'epatite B non avranno mai l'epatite D. Pertanto, la vaccinazione contro l'epatite B protegge anche dall'epatite D pericolosa.

Virus dell'epatite E - un rappresentante di una nuova famiglia di virus non ancora stabilita. Rispetto al virus dell'epatite A, è meno resistente a vari fattori ambientali..

L'epatite virale E è una malattia piuttosto rara per il nostro paese. Molto spesso si trova nei paesi del sud-est e dell'Asia centrale, in Asia centrale, nell'Africa settentrionale e centrale e in America centrale. L'epatite E viene trasmessa per via fecale-orale. Questa malattia è più pericolosa per le donne in gravidanza, tra cui la mortalità è del 10-20%. L'epatite E non ha forme croniche. Il vaccino contro di lui non è stato ancora creato.

Epatite virale

L'epatite A ed E sono unite dal meccanismo di trasmissione fecale-orale. La fonte di infezione sono i pazienti con qualsiasi forma di malattia: itterica, anicterica, cancellata, nell'incubazione e nei periodi iniziali della malattia, nelle feci di cui viene rilevata l'epatite A o E. I pazienti con forme anicteriche, cancellate, il cui numero può essere 2-10 volte maggiore, hanno il massimo valore epidemiologico il numero di pazienti con forme itteriche della malattia. L'escrezione del virus con le feci inizia dalla seconda metà del periodo di incubazione e la massima infettività si osserva negli ultimi 7-10 giorni di incubazione e nel periodo preicterico. Quando il paziente diventa giallo, di norma non è già contagioso. L'infezione si verifica più spesso attraverso l'acqua contaminata. La suscettibilità di coloro che non erano malati di virus è assoluta. L'epatite A colpisce principalmente i bambini, l'epatite E - principalmente gli adulti.

L'epatite A è onnipresente, mentre l'epatite E si trova principalmente nelle regioni tropicali e subtropicali, in Asia centrale..

Virus dell'epatite B: di cosa si tratta, cause, sintomi e segni, trattamento e prevenzione

Il virus dell'epatite B è potenzialmente pericoloso per l'uomo. È in grado di sopravvivere in qualsiasi condizione per lungo tempo. Una persona può essere infettata.

Per identificare la malattia, è necessario sottoporsi a un esame diagnostico da uno specialista. Altrimenti, il virus manifesterà sintomi terribili..

Successivamente, proveremo a dire in dettaglio di cosa si tratta e come viene trasmessa l'epatite B, i suoi tipi e sintomi, come tratta e come evitarlo..

Che cos'è l'epatite B

Epatite B (virus dell'epatite B nato, HBV) - una malattia virale contenente DNA antroponotica causata da un agente patogeno con pronunciate proprietà epatotropiche.

Il virus ha un effetto negativo su tutto il corpo umano in caso di infezione. Di tutti gli organi, il fegato soffre di più..

Nella maggior parte dei casi, la malattia procede senza sintomi pronunciati. Pertanto, l'infezione è difficile da rilevare da soli.

Il virus passa da uno stadio asintomatico all'epatite cronica b. Durante questo periodo, si sviluppa la cirrosi o viene rilevato il cancro.

L'epatite B è resistente ai cambiamenti improvvisi di temperatura e sostanze chimiche. Per molto tempo, il virus può essere nel sangue secco. Ogni persona dovrebbe prendersi cura della sicurezza della propria salute..

Chi è suscettibile alle infezioni (fattori di rischio)?

Il rischio di infezione è osservato nelle seguenti categorie di persone:

  • la fascia d'età da 20 a 50 anni con una buona immunità è in grado di rilevare la forma acuta del virus, non si verifica un ulteriore sviluppo.
  • persone infette dopo 40 anni con il decorso acuto del virus (in grado di diventare cronico).
  • alcuni neonati hanno già il virus dell'epatite B in forma acuta, nella maggior parte dei casi diventa cronico.

Varietà e fasi della malattia

Esistono diversi tipi di epatite B. Questi includono:

Il corso fulminante del virus si manifesta nell'edema cerebrale. Da questo, una persona cade in coma. Le persone con questo tipo di epatite B non vivono a lungo.

Durante la forma acuta del virus, si osservano alcuni sintomi nei pazienti. Questa vista ha diverse fasi:

  • Il paziente osserva i sintomi primari.
  • Aggravamento.
  • La malattia è in atto da molto tempo..
  • Si verificano ricadute e miglioramenti.
  • Insufficienza epatica.

L'epatite B cronica appare dopo sei mesi dal decorso del virus. Durante questo periodo di tempo, l'infezione è nel periodo di incubazione. Quando il virus entra in una nuova fase, compaiono nuovi sintomi. Sono più pronunciati..

Cause dell'epatite B nell'uomo

Inizialmente, la causa dell'epatite B è il patogeno che entra nel corpo umano. Le persone con sistema immunitario indebolito sono a rischio di infezione. I seguenti fattori possono influire su questo:

  • bevande alcoliche;
  • fumo frequente;
  • prodotti chimici con evaporazione chimica o tossine;
  • antibiotici.

Le persone non perdono il contatto con la vita pubblica. L'infezione non viene trasmessa attraverso l'aria. Le persone devono seguire le misure di igiene personale quando sono in contatto con un paziente.

Il decorso dell'infezione dipende da come viene trasmessa l'epatite B e da come la persona si è infettata. Queste informazioni aiuteranno con la diagnosi di uno specialista. Pertanto, è necessario sapere come viene trasmessa l'epatite.

L'epatite B cronica può verificarsi se una persona è stata infettata naturalmente.

Metodi di trasmissione

Una persona deve sapere come viene trasmessa l'epatite b. In modo che possa prendere misure se si trova accanto al corriere del virus.

È in questi fluidi biologici del corriere che la concentrazione del virus è in grandi quantità. Esistono diversi modi per trasmettere il virus dell'epatite B:

  • se una persona sana viene trasfusa con sangue infetto;
  • l'uso della stessa siringa più volte;
  • attraverso apparecchiature mediche, se non vengono pulite correttamente:
  • durante i rapporti sessuali;
  • neonato dalla madre:
  • infezione in casa.

Uno dei modi più comuni di trasmissione dell'epatite B si verifica attraverso il sangue. Questo accade durante l'iniezione. Questo può essere fatto con apparecchiature non sterili..

Ciò accade soprattutto durante una trasfusione di sangue. Anche in odontoiatria, c'erano casi in cui il corriere veniva a chiedere aiuto e il suo sangue infetto rimaneva sull'attrezzatura. Pertanto, è necessario monitorare non solo le persone comuni, ma anche il personale medico sulle condizioni sanitarie.

Spesso l'infezione si verifica attraverso il contatto sessuale. Il virus dell'epatite B è pericoloso con il sesso non protetto.

La modalità di trasmissione dell'epatite B durante il parto viene dalla madre. Per ridurre il rischio di un ulteriore decorso del virus, il bambino viene vaccinato.

L'epatite B può verificarsi in futuro. Pertanto, è necessario effettuare esami preventivi.

Meno comunemente, la trasmissione del virus avviene attraverso la saliva. Ciò si verifica se durante un bacio si è verificata una rottura del tessuto mucoso e una perdita di sangue.

Le vie di trasmissione dell'epatite sono limitate. In alcuni casi, il contatto con i media è sicuro. Questi includono:

  • se il paziente starnutiva o tossiva violentemente;
  • stretta di mano;
  • baci se il tegumento non è danneggiato;
  • se mangi cibi e bevande con utensili comuni;
  • le madri possono allattare i bambini.

Sintomi di un'infezione virale

Lo sviluppo del virus è riservato. In alcuni casi, lentamente se si tratta di un periodo di incubazione. Gli specialisti identificano i sintomi primari dell'epatite:

  • la temperatura corporea aumenta leggermente;
  • c'è una sensazione di debolezza e affaticamento rapido;
  • Nessun appetito;
  • dolori alle articolazioni e ai muscoli;
  • i bambini mostrano rigurgito frequente;
  • ruttare senza una ragione e un sapore di amarezza;
  • processi infiammatori non gravi sulla mucosa dell'apparato respiratorio e della laringe;
  • eruzioni cutanee emorragiche.

La manifestazione del virus dell'epatite B in ogni persona si verifica individualmente. In alcuni casi, puoi scoprire il virus dall'urina di un colore scuro e le feci sono scolorite. Altre persone osservano:

In una fase precoce, l'epatite B si manifesta con feci compromesse. Una persona soffre di diarrea o costipazione. Questo si verifica almeno una volta alla settimana. In una persona di qualsiasi età, il virus può creare una sindrome del dolore nell'addome.

Durante la diagnosi, i pazienti lamentano dolore quando palpano nel fegato.

I bambini si sentono noiosi o doloranti.

Nella maggior parte dei casi, il virus dell'epatite viene scambiato per i sintomi primari. I pazienti avvertono debolezza generale. La temperatura può superare il segno di 39 gradi. Questo sintomo si osserva spesso nei neonati nei primi mesi di vita..

Un'infezione da epatite B nei bambini può verificarsi senza dolore alle articolazioni o ai muscoli. Tuttavia, negli adulti, questo sintomo si manifesta nella maggior parte dei casi. Manifestato ad alta temperatura.

Durante la diagnosi, si osserva un aumento delle dimensioni del fegato. Ciò si verifica pochi giorni dopo l'infezione. In singoli casi, l'epatite B aumenta le dimensioni della milza.

Nei pazienti nelle analisi osservate:

  • conta dei globuli bianchi.
  • sviluppo della linfocitosi.
  • ESR è normale.

Se non si tiene conto dei sintomi primari e lo si considera un raffreddore comune, l'epatite B passa allo stadio di ittero.

Si osservano i seguenti sintomi:

  • la pelle diventa itterica (vedi foto sopra);
  • la frequenza cardiaca accelera;
  • la respirazione diventa più difficile;
  • violazione della vescica;

L'epatite B cronica non presenta sintomi gravi nella maggior parte delle persone. In singoli casi, notare:

  • malessere generale;
  • disturbi del sonno, trasformandosi in insonnia;
  • un leggero aumento della temperatura;
  • gengive sanguinanti;
  • si verificano sangue dal naso.

Complicanze dell'epatite B.

Le complicazioni si manifestano sotto forma di malattie minori. Questi includono:

  • encefalopatia epatica;
  • aumento dell'emorragia;
  • edema cerebrale.

L'insufficienza epatica non elabora le tossine. Il loro accumulo provoca avvelenamento cerebrale. Questo può manifestarsi sotto forma dei seguenti sintomi:

  • sonnolenza durante il giorno;
  • violazione dei modelli di sonno, che diventa insonnia;
  • sonnolenza costante;
  • incubi;
  • ansia;
  • allucinazioni.

Se non rilevi una malattia secondaria, diventerà un motivo in più per cadere in coma. Allo stesso tempo, le funzioni di altri organi sono compromesse.

Durante l'epatite fulminante, il coma si sviluppa senza sintomi concomitanti.

Ci sono fattori nel fegato che aiutano la coagulazione del sangue. Se si sviluppa insufficienza renale, si verifica una violazione di questa funzione. Si manifesta sotto forma di sanguinamento da luoghi diversi. Sono in grado di manifestarsi internamente. Pertanto una complicazione pericolosa.

Quando un paziente sviluppa un virus acuto, la complicazione può essere un marcato edema cerebrale. In altri casi, può diventare:

Diagnostica

Il virus dell'epatite B può essere curato se non in forma maligna. Hai bisogno di aiuto in tempo. La procrastinazione può essere dannosa per il corpo..

Prima di tutto, lo specialista effettua un'ispezione. Innanzitutto, viene eseguita la palpazione dei tessuti, in particolare l'area del fegato. Ulteriore diagnosi viene effettuata utilizzando:

  • Analisi biochimiche: danno luogo a ulteriori esami del paziente.
  • Esame ecografico del fegato: aiuta a determinare lo stato dell'organo, a identificare i processi infiammatori o il rafforzamento dei tessuti.
  • Biopsie epatiche: consente di determinare l'attività virale, se esistono prerequisiti per il decorso cronico della malattia.

Nella maggior parte dei casi, al paziente viene prescritto un test di laboratorio clinico. L'immunogramma determina come il corpo reagisce al virus..

Insieme a questo, viene prescritta un'analisi della PCR (un metodo diagnostico di laboratorio volto a identificare i patogeni delle malattie infettive).

Trattamento del virus dell'epatite B.

Il trattamento dell'epatite si verifica in ambiente ospedaliero. Effettuare la terapia farmacologica. Sotto la supervisione di specialisti producono l'introduzione di soluzioni. Questo viene fatto per via endovenosa. Le sostanze introdotte aiutano a rimuovere le tossine dal corpo..

Prescrivere farmaci che riducono la funzione di assorbimento intestinale. A causa dell'incapacità del fegato, le tossine vengono assorbite nel flusso sanguigno e causano conseguenze pericolose..

Il trattamento dell'epatite B acuta può essere effettuato a casa. Gli esperti raccomandano di bere più acqua. Ciò contribuirà a rimuovere le tossine dal corpo..

Sono prescritti farmaci che mirano a distruggere il virus. Aiutano a ripristinare la funzionalità epatica..

Affinché il recupero sia fruttuoso, è necessario osservare il riposo a letto. Si consiglia di escludere l'attività fisica. Al paziente viene somministrata una dieta che mira a ripristinare il fegato.

In alcuni casi, l'infezione scompare senza trattamento. Se il virus entra in una fase cronica, allora prescrivi:

  • farmaci antivirali, ad esempio adefovir.
  • farmaci che rallentano lo sviluppo della sclerosi epatica, ad esempio gli interferoni (Reaferon-EC).
  • Epatoprotettori: aiutano il fegato a combattere il virus.
  • Vitamine, sia in compresse che sotto forma di iniezioni.

Nei casi più gravi, viene eseguito un trapianto di fegato. Questo è un trattamento difficile a causa di una lunga ricerca di donatori. In questo caso, sono applicabili 2 metodi:

  • rimozione di organi da un cadavere.
  • uso di un frammento di fegato relativo stretto.

Perché un membro della famiglia diventi un donatore, deve trasmettere una serie di indicatori.

Prevenzione

Molte persone dovrebbero sapere come evitare l'infezione. Devono essere osservate le seguenti raccomandazioni:

  • Seguire l'igiene personale e lavarsi le mani dopo ogni contatto con persone in luoghi pubblici.
  • Usa la contraccezione durante il rapporto sessuale e cerca di evitare il sesso promiscuo.
  • Vaccinati contro il virus.
  • Svolgere attività per rafforzare l'immunità.

In caso di stretto contatto con il corriere del virus, ciò può causare la trasmissione dell'epatite B. È necessario contattare immediatamente uno specialista. Prescriverà la prevenzione della droga. Saranno prese le seguenti misure:

  • L'immunoglobulina verrà somministrata in modo che il virus si blocchi nel sangue.
  • Effettuerà la vaccinazione preventiva.
  • Prescriveranno la prossima visita in clinica e vaccineranno nuovamente..

L'infezione si verifica per contatto con un liquido e una superficie danneggiata dei tessuti di una persona sana.

Se sorge una situazione in cui devi convivere con un corriere del virus, allora deve sapere come viene trasmessa l'epatite B, parlagli. Quando il sangue o altri fluidi biologici si vestono, la disinfezione è immediatamente necessaria.

Viene lavato in una macchina con una temperatura di almeno 600 ° C per 30 minuti.

Finalmente

Una persona deve conoscere la trasmissione dell'epatite per proteggersi. Durante le misure preventive, è necessario consultare il proprio medico. Fornirà informazioni su ciò che è e su come non ottenere questo virus..

I medici categoricamente non raccomandano di trattare l'infezione da soli. Utilizzare soprattutto metodi popolari. In casi eccezionali, tale terapia può essere prescritta insieme al trattamento farmacologico.

Qualsiasi sintomo dovrebbe consultare immediatamente un medico. Anche se si scopre che si tratta di un raffreddore o di un'altra malattia. Nel caso del virus, la negligenza può provocare la morte..