12 curiosi fatti sul fegato - il più grande organo interno dell'uomo

Ricevi un articolo più letto per posta una volta al giorno. Unisciti a noi su Facebook e VK.

1. Il fegato è un organo multifunzionale

Il fegato è un organo molto complesso che è responsabile di quasi tutte le funzioni fisiche del corpo. Ad esempio, alcune delle sue funzioni includono la produzione e lo stoccaggio di energia; la produzione di proteine ​​vitali per il funzionamento del corpo; trattamento farmacologico e svolgono un ruolo importante nel funzionamento del sistema immunitario.

2. Il secondo organo più grande dopo la pelle

In media, il fegato di una persona pesa all'incirca lo stesso di un piccolo chihuahua, fino a 1200 grammi. Si trova direttamente sotto il torace sul lato destro del corpo. Se potesse essere sentito, il fegato sembrerebbe elastico.

3. Doppio uso

Gli organi del corpo sono generalmente progettati per il funzionamento del corpo. Le ghiandole sono tipi specializzati di organi che rimuovono determinate sostanze dal sangue o le modificano / elaborano. A questo proposito, il fegato fa entrambe le cose..

4. Organo insanguinato

Il fegato contiene circa il 10 percento del sangue nel corpo umano. Inoltre, pompa attraverso se stessa circa 1,5 litri di sangue al minuto..

5. Primo trapianto di fegato

Nel 1963, quando il Dr. Thomas Starzl eseguì la prima operazione di trapianto di fegato umano presso la School of Medicine dell'Università del Colorado, questo risultato fu oscurato dal tipo sbagliato di farmaci immunosoppressori prescritti al paziente. Di conseguenza, il paziente ha vissuto solo poche settimane dopo l'intervento chirurgico.

6. Fegato - un organo capace di restauro

Il fegato ha un'incredibile capacità di guarire completamente. Può persino crescere di nuovo, anche se ne rimane solo il 25 percento del volume originale. Quando una persona dona più della metà del suo fegato a qualcuno per un trapianto, il fegato ritorna alle sue dimensioni originali per. due settimane.

7. Il cervello dipende dal fegato

Il fegato è il principale regolatore dei livelli plasmatici di glucosio e ammoniaca. Se il livello di queste sostanze sfugge al controllo, può derivarne una complicazione nota come encefalopatia epatica, che porta a un coma. In altre parole, se una persona vuole che il suo cervello funzioni correttamente, dovrebbe prendersi cura della salute del fegato..

8. Le malattie del fegato potrebbero non avere sintomi

Le malattie del fegato sono alcuni dei dilemmi per la diagnosi. Molte malattie del fegato, dall'epatite alla cirrosi, possono non presentare i primi sintomi nelle fasi iniziali..

9. Integratori naturali

Molte persone pensano che se il pacchetto dice che il medicinale è composto da erbe o integratori "naturali", è completamente sicuro. Tuttavia, gli scienziati hanno scoperto che "le erbe e tutta la terapia naturale vengono elaborate dal fegato esattamente allo stesso modo delle medicine certificate". Pertanto, è meglio consultare sempre un medico.

10. Le dimensioni del fegato dipendono dal peso corporeo

Questo è ciò che dicono gli scienziati. Il corpo ha bisogno di circa un grammo di fegato per chilogrammo di peso corporeo per consentire al fegato di svolgere efficacemente il proprio lavoro.

11. Bile

Il fegato è una vera fabbrica per la produzione di bile, che produce da 700 a 1000 ml ogni giorno. La bile viene raccolta in piccoli dotti e quindi entra nel dotto biliare principale, da dove arriva o al duodeno o alla cistifellea. La bile è una sostanza chiave nel corpo che è responsabile della degradazione e dell'assorbimento dei grassi..

12. Ognuno ha un fegato?

Ogni creatura vivente che ha una colonna vertebrale ha un fegato, che è un organo necessario per la sua sopravvivenza. E questi fegati hanno la stessa struttura e svolgono anche le stesse attività di base.

In seguito all'argomento, altri 15 fatti curiosi e divertenti sul corpo umano che non vengono raccontati a scuola. Dovrebbero essere conosciuti solo per mantenere il tuo corpo in buona forma..

Ti piace l'articolo? Quindi supportaci, premi:

Salute del fegato

Fegato: posizione e ruolo nel corpo

Il fegato è la più grande ghiandola umana, ha una consistenza morbida, di colore rosso-marrone.

La massa epatica è di circa 400 ge oltre ed è 1/36 del peso corporeo e occupa la maggior parte della cavità addominale.

Il fegato è coinvolto nel metabolismo di proteine, carboidrati, grassi, vitamine, ecc. Tra i numerosi C molto importanti sono protettivi, disintossicanti, biliari, ecc. Nel periodo uterino, il fegato è un organo ematopoietico importante.

Dov'è il fegato umano

Il fegato si trova nella cavità addominale sotto il diaframma a destra, solo una piccola parte di esso entra nell'adulto a sinistra della linea mediana. La superficie anteroposteriore (diaframmatica) del fegato è convessa, corrispondente alla concavità del diaframma a cui è adiacente. Il bordo anteriore è affilato. La superficie inferiore presenta una serie di impressioni causate dagli organi adiacenti.

Figura. 1. La posizione del fegato umano

Allo stato attuale, è stato adottato uno schema per la divisione del fegato in due lobi, cinque settori e otto segmenti costanti. Un settore è una sezione del fegato che viene alimentata con sangue da un ramo della vena porta del secondo ordine e lo stesso ramo dell'arteria epatica da cui fuoriesce il dotto biliare settoriale. Un segmento è una sezione del tessuto epatico che viene fornita con un ramo della vena porta del terzo ordine e il corrispondente ramo dell'arteria epatica da cui fuoriesce il dotto biliare segmentale. Il segmento ha in una certa misura un apporto di sangue separato, innervazione e deflusso della bile, mentre i segmenti si formano già nel periodo prenatale e sono espressi nei neonati.

Figura. 2. Frazioni epatiche

La superficie del fegato è liscia, lucente, grazie alla membrana sierosa che la copre su tutti i lati, ad eccezione della sua superficie posteriore, dove il peritoneo dal fegato passa alla superficie inferiore del diaframma.

Sotto il peritoneo c'è una membrana fibrosa, il cui tessuto connettivo penetra in profondità nel fegato, dove strati di tessuto connettivo dividono il suo parenchima in lobuli con un diametro di 1,5 mm. Il numero di lobuli nell'uomo raggiunge i 500 mila. Le fette di fegato, a differenza di alcuni animali (cammello, maiale, orso), sono scarsamente delimitate l'una dall'altra a causa del cattivo sviluppo degli strati di tessuto connettivo. All'interno degli intercalari ci sono rami della vena portale, arteria epatica, dotto biliare e vaso linfatico (area portale).

Il fegato, a differenza di tutti gli altri organi, riceve sangue da due fonti: arteriosa - dalla sua stessa arteria epatica, venosa - dalla vena porta.

La vena porta raccoglie il sangue da tutti gli organi non accoppiati della cavità addominale (stomaco, intestino, pancreas, milza e omento). Entrando nella porta del fegato, entrambi i vasi (l'arteria epatica e la vena porta) si disintegrano nella lobare, segmentale, ecc., Fino alle vene e alle arterie interlobulari che si estendono lungo le superfici laterali dei classici lobuli epatici insieme al dotto biliare interlobulare, formando triadi epatiche.

Il classico lobo del fegato è formato da epatociti (cellule epatiche), che si trovano sotto forma di corde ramificate irregolari (trabecole epatiche) tra i capillari sanguigni che convergono nella vena centrale. Le cellule epatiche nelle trabecole sono disposte in due file in modo tale che tra loro vi siano capillari biliari (tubuli) e tra le trabecole ci siano capillari sinusali. Questa struttura contribuisce all'implementazione della secrezione di epatociti in due direzioni: nei dotti biliari - bile, nei capillari sanguigni - glucosio, urea, grassi, vitamine, ecc..

Quindi, ogni cellula epatica con un lato a contatto con il lume del dotto biliare, l'altra a contatto con la parete del capillare sanguigno.

Il canalicolo biliare inizia alla cieca vicino ai lobuli della vena centrale e raggiunge la periferia, dove passa nel dotto biliare corto, che si apre nel dotto biliare interlobulare. I dotti interlobulari, fondendosi e allargandosi, formano un dotto epatico comune lungo 4-5 cm. Quando il dotto biliare comune e il dotto cistico si fondono, si forma un dotto biliare comune.

Gli epatociti producono continuamente bile. Durante il giorno, 0,5 a 1 litro di bile d'oro viene secreto dal fegato, il pH della bile varia da 7,8 a 8,6. Il contenuto di acqua nella bile epatica è del 95-98%. La bile contiene sali biliari, bilirubina, colesterolo, acidi grassi, lecitina, Na +, K +, Ca 2+, CI -, HCO3 - e altri Gli acidi biliari si formano negli epatociti dal colesterolo proveniente dal sangue come parte di varie lipoproteine. Le bilirubine e altri pigmenti biliari si formano nei macrofagociti della milza, del midollo osseo e parzialmente del fegato.

La cistifellea è un serbatoio per la conservazione della bile. È una borsa lunga 8-12 cm, larga 4-5 cm.L'estremità larga della vescica forma il fondo, stretto - il collo, passando nel dotto cistico, attraverso il quale la bile scorre nella vescica e viene secreta da essa nel dotto biliare comune. Tra il fondo e l'intestino della vescica si trova il corpo della vescica. La bolla dal basso e dai lati è coperta di peritoneo, solo una parte della sua parete è adiacente al fegato. Dall'interno, la cistifellea è coperta da una membrana mucosa piegata, le cui cellule hanno microvilli che possono assorbire intensamente l'acqua. Pertanto, la bile della colecisti si ispessisce 3-5 volte rispetto alla bile dal fegato al dotto biliare comune.

Il dotto cistico, collegato al dotto epatico comune, forma il dotto biliare comune, che perfora la parete della parte discendente del duodeno, si fonde con il dotto pancreatico e si apre con esso nel duodeno. Alla fine del dotto biliare c'è uno sfintere (sfintere O / cavolo), che impedisce al contenuto del duodeno di fluire nella bile e nei dotti pancreatici. Sopra lo sfintere di Oddi, sopra la confluenza del dotto pancreatico con il dotto biliare comune, è lo sfintere del dotto biliare comune, che regola il flusso della bile nell'intestino.

Tra una digestione e l'altra, lo sfintere di Oddi viene chiuso e la bile si accumula nella cistifellea, dove è concentrata. Durante la digestione, lo sfintere di Oddi, aprendosi, passa la bile nel duodeno 12.

Bile, la sua partecipazione alla digestione

La bile si forma nel fegato e la sua partecipazione alla digestione è diversa. Emulsiona i grassi, aumentando la superficie su cui l'idrolisi dei grassi da parte della lipasi; dissolve i prodotti di idrolisi lipidica, ne favorisce l'assorbimento; aumenta l'attività degli enzimi pancreatici e intestinali, in particolare la lipasi. Quando la bile viene disattivata dalla digestione, il processo di digestione e assorbimento dei grassi viene interrotto. La bile migliora la scomposizione e l'assorbimento di proteine ​​e carboidrati.

La bile svolge anche un ruolo regolatorio, essendo uno stimolante della formazione della bile, dell'escrezione biliare, dell'attività motoria e secretoria dell'intestino tenue, della proliferazione (riproduzione) e dell'ispessimento delle cellule epiteliali. La bile può fermare l'azione del succo gastrico, non solo riducendo l'acidità del contenuto gastrico che entra nel duodeno, ma anche inattivando la pepsina (un enzima del succo gastrico). La bile ha proprietà batteriostatiche. Di non poca importanza è il suo ruolo nell'assorbimento di vitamine, colesterolo, aminoacidi e sali di calcio liposolubili dall'intestino. La bile è un prodotto dell'attività secretoria delle cellule del fegato. È costituito da acidi biliari e bilirubina di pigmenti biliari, nonché da sostanze secrete dalla mucosa del tratto biliare e dalla cistifellea.

Durante il giorno, si formano 1000-1800 ml di bile in una persona (circa 15 ml per 1 kg di peso corporeo). Il processo di formazione della bile - secrezione biliare - viene eseguito continuamente e il flusso della bile nel duodeno 12 - escrezione biliare - periodicamente, principalmente in relazione all'assunzione di cibo. A stomaco vuoto, quasi nessuna bile entra nell'intestino, viene inviata alla cistifellea, dove si concentra e cambia leggermente la sua composizione, quindi è consuetudine parlare di due tipi di bile: epatica e cistica.

La composizione della bile comprende varie sostanze, tra cui proteine, aminoacidi, vitamine, ecc. Ha una piccola attività enzimatica. Quando passa attraverso i dotti biliari e si trova nella cistifellea, viene concentrata la bile epatica giallo oro liquida e trasparente (vengono assorbiti acqua e sali minerali), viene aggiunta la mucina - muco dei dotti biliari e della vescica e la bile diventa scura, viscosa, la sua densità aumenta e Il pH diminuisce (6.0-7.0) a causa della formazione di acidi biliari e dell'assorbimento di bicarbonati.

Gli acidi biliari e i loro sali sono contenuti nella bile come composti. I pigmenti biliari vengono escreti dal fegato dai prodotti di decomposizione dell'emoglobina. Il principale pigmento biliare di una persona è la bilirubina - un pigmento di colore rosso-giallo, che conferisce alla bile del fegato un colore caratteristico. Un altro pigmento - la biliverdina (verde) - è contenuto in tracce nella bile umana e il suo aspetto nell'intestino è dovuto all'ossidazione della bilirubina.

Il componente principale della bile - gli acidi biliari - è sintetizzato negli epatociti. Circa l'85-90% degli acidi biliari rilasciati nell'intestino come parte della bile vengono assorbiti dall'intestino tenue nel sangue. Gli acidi biliari assorbiti con sangue attraverso la vena porta vengono trasportati nel fegato e sono inclusi nella bile. Il restante 10-15% di acidi biliari viene escreto principalmente nelle feci. Questa perdita di acidi biliari è compensata dalla loro sintesi negli epatociti..

In generale, la formazione della bile avviene attraverso il trasporto attivo e passivo di sostanze dal sangue attraverso le cellule e i contatti intercellulari (acqua, glucosio, creatinina, elettroliti, vitamine, ormoni, ecc.), La secrezione attiva dei componenti della bile (acidi biliari) da parte degli epatociti e l'assorbimento inverso di acqua e un numero sostanze dai capillari biliari, dotti e cistifellea. Il ruolo principale nella formazione della bile appartiene alla secrezione..

Secrezione biliare

Il movimento della bile nell'apparato biliare è dovuto alla differenza di pressione nelle sue parti e nel duodeno 12, lo stato degli sfinteri. Il tono muscolare di questi sfinteri determina la direzione del movimento della bile. La pressione nell'apparato biliare è creata dalla pressione secretoria della formazione della bile e dalle contrazioni dei muscoli lisci dei dotti e della cistifellea. Queste contrazioni sono coerenti con il tono degli sfinteri e sono regolate da meccanismi nervosi e umorali. La pressione nel dotto biliare comune varia da 4 a 300 mm aq. Art., E nella cistifellea all'esterno della digestione sono 60-185 mm aq. Art., Durante la digestione dovuta alla contrazione della vescica sale a 200-300 mm aq. Art., Fornendo l'uscita della bile nel dodicesimo colon attraverso lo sfintere iniziale di Oddi. L'aspetto, l'odore del cibo, la preparazione per la sua assunzione e l'effettiva assunzione di cibo causano un cambiamento complesso e irregolare nell'attività dell'apparato biliare in persone diverse, mentre la cistifellea prima si rilassa e poi si contrae. Una piccola quantità di bile attraverso lo sfintere di Oddi entra nel duodeno. Questo periodo della reazione primaria dell'apparato biliare dura 7-10 minuti. È sostituito dal periodo di evacuazione principale (o dal periodo di svuotamento della cistifellea), durante il quale la contrazione della cistifellea si alterna con il rilassamento e la bile passa nell'ulcera duodenale 12 attraverso lo sfintere aperto di Oddi, prima dal dotto biliare comune, quindi dalla cistica, e quindi dalla cistica, e poi epatico.

La durata dei periodi di latenza e di evacuazione, la quantità di bile secreta dipende dal tipo di cibo assunto. Forti stimolanti dell'escrezione biliare sono tuorli d'uovo, latte, carne e grassi.

Il ruolo del fegato nella digestione

Il valore del fegato nel corpo è grande: prende parte ai processi di digestione e metabolismo, ha una funzione protettiva e in esso si verificano complesse reazioni chimiche; elabora, ritarda, ridistribuisce, assimila e distrugge varie sostanze che entrano dall'intestino, dalla milza e da altri organi e tessuti. Allo stesso tempo, sintetizza da queste sostanze nuovi prodotti di cui il corpo ha bisogno..

Il ruolo del fegato nel metabolismo dei carboidrati è importante: regola la costanza degli zuccheri nel sangue. Non appena la concentrazione di glucosio nel sangue aumenta, il glicogeno si forma dal glucosio nel fegato, che viene immagazzinato nella riserva. Con una diminuzione dello zucchero nel sangue, il glicogeno nel fegato si scompone in glucosio, che entra nel sangue, e quindi il contenuto di zucchero in esso viene levigato.

La funzione epatica è anche associata al metabolismo proteico. Contiene il 30-60% in più di proteine ​​rispetto ad altri organi. Elabora e sgrassa alcune sostanze proteiche che entrano nella vena porta dal tratto digestivo. Le proteine ​​plasmatiche del sangue - fibrinogeno, albumina e altri - si formano nel fegato e vi si producono protrombina e antitrombina, necessarie per la coagulazione del sangue. Con danni al fegato, il processo di coagulazione del sangue viene interrotto.

Il fegato è coinvolto nello scambio di vitamine. Sintetizza la vitamina A e immagazzina le vitamine A, D, K e l'acido nicotinico. Nel fegato è uno dei fattori ematopoietici, che include la vitamina B.12.

Il fegato è coinvolto nel metabolismo del sale d'acqua; in esso vengono trattenuti ioni di cloro, ferro, bicarbonati, ecc..

Il fegato partecipa anche al metabolismo dei grassi. Conserva il grasso che entra attraverso la vena porta e passa facilmente in una forma insatura, facilmente ossidata. Da un numero di acidi grassi nel fegato, si formano sostanze come glucosio, acetone, corpi chetonici. In esso, la lecitina e il colesterolo sono sintetizzati dagli acidi grassi..

Nel periodo di sviluppo intrauterino, il fegato funge da organo ematopoietico.

La funzione protettiva del fegato è quella di neutralizzare i prodotti di decomposizione azotata tossica delle proteine: fenolo, indolo, skatol e ammoniaca, che si trasforma in urea, escreta nelle urine. Le cellule stellate dei capillari del fegato sono in grado di fagocitosi, combattendo i microbi che sono entrati nel corpo. Quando i microbi sono stati introdotti nel sangue, è stato scoperto che nei tessuti cerebrali si accumulano circa lo 0,5%, nei polmoni - 6% e nel fegato - 80%. Va notato che la funzione neutralizzante del fegato si manifesta chiaramente quando il fegato è ricco di glicogeno. Con la sua diminuzione, la funzione protettiva del fegato diminuisce.

Un ruolo importante nella digestione appartiene alla bile prodotta dal fegato. La formazione della bile avviene in modo continuo, vengono rilasciati 1000-1800 ml al giorno (circa 15 ml per 1 kg di peso corporeo). Il processo di formazione della bile - secrezione biliare (coleresi) - viene eseguito continuamente e il flusso della bile nel duodeno - secrezione biliare (colecinesi) - periodicamente, principalmente in relazione all'assunzione di cibo. A stomaco vuoto, quasi nessuna bile entra nell'intestino, viene inviata alla cistifellea, dove si concentra e cambia leggermente durante la deposizione, quindi è consuetudine parlare di due tipi di bile: epatica e cistica.

La bile si forma nelle cellule del fegato da sostanze provenienti dal sangue. Quindi, i pigmenti biliari si formano dai prodotti di decomposizione dell'emoglobina. I componenti più importanti della bile sono gli acidi biliari, i loro sali (camici da laboratorio) e i pigmenti biliari. Inoltre, contiene colesterolo, lecitina, mucina, grassi, saponi e sali inorganici.

La produzione di bile è stimolata da fattori umorali come gastrina, estratti di carne, prodotti per la lavorazione di proteine ​​e grassi e la bile stessa.

L'aspetto, l'odore del cibo, la preparazione per la sua assunzione e l'effettiva assunzione di cibo causano un cambiamento nell'attività dell'apparato biliare; mentre la cistifellea inizia a rilassarsi e poi si contrae. Una piccola quantità di bile attraverso lo sfintere di Oddi entra nel duodeno. Questo periodo della reazione primaria dell'apparato biliare dura 7-10 minuti. È sostituito dal periodo di evacuazione principale (o dal periodo di svuotamento della cistifellea), durante il quale la contrazione della cistifellea si alterna al rilassamento e la bile passa nel duodeno attraverso lo sfintere di Oddi - prima dal dotto biliare comune, quindi dalla cistica e successivamente dall'epatica.

Un potente stimolante della secrezione biliare sono tuorli d'uovo, latte, carne e grassi.

La secrezione biliare è regolata da meccanismi neuro-riflessi e umorali. L'influenza di stimoli condizionati e incondizionati viene trasmessa alla vescica e al suo dotto attraverso il vago e i nervi simpatici. Con una debole irritazione del nervo vago, lo sfintere del dotto biliare comune si rilassa e i muscoli della vescica si contraggono, questo assicura il flusso della bile nel duodeno.

Una grave irritazione del nervo vago provoca l'effetto opposto: la contrazione dello sfintere e il rilassamento dei muscoli della vescica, che porta all'accumulo di bile nella vescica. La stimolazione del nervo simpatico provoca lo stesso effetto della grave irritazione del nervo vago.

Un importante regolatore umorale della secrezione biliare è la colcistochinina, che si forma nella mucosa del duodeno e provoca una contrazione della colecisti, il suo svuotamento durante la digestione.

L'uscita della bile inizia 5-10 minuti dopo aver mangiato. Dopo 3-5 ore, la cistifellea è completamente vuota. Da esso, la bile entra nell'intestino in piccole porzioni ogni 1-2 ore.La sua escrezione aumenta significativamente quando il cibo entra nell'intestino e dipende dalla natura dei nutrienti..

Il valore della bile sta nel fatto che attiva la lipasi, emulsiona i grassi (la lipasi agisce sui grassi emulsionati), aumenta la superficie del loro contatto con l'enzima, quindi l'effetto dell'enzima aumenta in modo significativo.

La bile è coinvolta nell'assorbimento dei grassi. Gli acidi grassi - uno dei prodotti finali della scomposizione dei grassi - vengono assorbiti solo dopo la combinazione con acidi biliari. Questi composti si dissolvono in acqua, quindi sono ben assorbiti. La bile stimola la motilità intestinale.

Disturbi dello scambio di colesterolo e acidi biliari. La precipitazione del colesterolo si verifica con una diminuzione del rapporto tra "colati / colesterolo" e "lecitina / colesterolo", pertanto la formazione di calcoli contribuisce ad un aumento della concentrazione di colesterolo nella bile e ad una diminuzione del contenuto di lecitina e colati. Fattori di rischio:

  • obesità (aumento dell'escrezione di colesterolo con la bile);
  • iperlipidemia grave;
  • malnutrizione (carne grassa, uova, burro e
  • altri alimenti contenenti molto colesterolo);
  • predisposizione ereditaria;
  • diabete;
  • gravidanza;
  • resezione dell'intestino tenue (l'assorbimento degli acidi biliari è compromesso
  • a causa di una diminuzione della superficie funzionale dell'intestino).

In cifre e fatti: il fegato pesa 1,5 kg e elabora meglio l'alcol dalle 18 alle 20 ore

Circa 1,5 kg pesa il fegato. Questo è uno dei più grandi organi del corpo umano..

Fino a 2000 litri di sangue passano attraverso il fegato al giorno, il sangue viene filtrato lì 300-400 volte.

Le funzioni del fegato sono di neutralizzare allergeni, veleni, tossine, rimuovere i prodotti metabolici tossici in eccesso dal corpo, immagazzinare una scorta di determinate vitamine (liposolubili A, D, solubili in acqua B12...).

Il fegato di una persona consuma 10 volte più ossigeno di una massa muscolare uguale.

1000 ml di bile al giorno producono il fegato di un adulto.

Ottava settimana di vita fetale: il momento in cui il fegato raggiunge la metà del peso dell'embrione.

La causa più comune di infiammazione acuta del fegato nell'uomo è l'epatite virale (malattia di Botkin).

80 g di alcool puro sono la dose massima che il fegato di un uomo sano di 80 kg può elaborare.

Dalle 18 alle 20 ore - il momento in cui il fegato decompone l'alcol con maggior successo.

Il fegato è uno dei pochi organi in grado di ripristinare le sue dimensioni originali pur mantenendo solo il 25% dei tessuti normali.

Dieta numero 5 - la cosiddetta nutrizione terapeutica per le malattie del fegato e della cistifellea.

Ogni anno nel mondo si verificano 11.000 trapianti di fegato. Inoltre, gli Stati Uniti rappresentano oltre 6.000 trapianti e fino a 4.000 per la quota dei paesi dell'Europa occidentale.

$ 314.600 sono il costo della chirurgia del trapianto di fegato e delle procedure postoperatorie durante il primo anno.

Il 58% dei pazienti ha la possibilità di sopravvivere dopo un trapianto di fegato fino a 15 anni.

Qual è il fegato, la funzione e la malattia di una persona

Il fegato nel corpo umano è la ghiandola più grande. Svolge circa dieci funzioni di base, ognuna delle quali è estremamente importante per il normale funzionamento del corpo. La maggior parte delle varie malattie iniziano a svilupparsi a causa di un'anomala funzionalità epatica..

Costipazione, gonfiore, disturbi dell'apparato digerente e molti altri disturbi sono associati al fatto che si sono verificati cambiamenti nel fegato e sono iniziati malfunzionamenti nel suo lavoro. Il corretto funzionamento del fegato è estremamente importante per ogni persona, ma non tutti lo capiscono e conducono uno stile di vita malsano, interrompendo così il suo lavoro..

Panoramica dell'organo

Il ferro inizia a nascere nel periodo embrionale nel primo trimestre di gravidanza. Comincia a formarsi dall'intestino medio primario..

Come accennato in precedenza, questo è l'organo più grande, cioè il ferro, in media, il peso del fegato varia da 1,2 a 1,5 kg (in un adulto) e pesa leggermente meno nelle donne che negli uomini. Se la massa epatica viene significativamente superata, ciò indica la presenza di un processo patologico.

La struttura e l'anatomia del fegato

Il fegato nel corpo umano ha una consistenza morbida, sembra un cono troncato irregolare, con bordi arrotondati. La struttura del fegato nell'uomo differisce dagli altri organi in quanto ha due superfici:

  • La superficie convessa superiore è rivolta e in contatto con la parte inferiore del diaframma.
  • La superficie inferiore è rivolta verso il basso e verso la parte posteriore, è a contatto con gli organi addominali.

Quasi tutta la ghiandola è coperta dal peritoneo, ad eccezione della superficie superiore dietro.

Dov'è il fegato, da che parte

L'anatomia umana è costruita in modo che l'organo sia immobile, ma quando si muove con il diaframma, si muove con esso. Tiene la ghiandola al posto della pressa addominale. Il fegato si trova sotto le costole sul lato destro, ma poiché ha dimensioni impressionanti, i suoi bordi possono raggiungere le costole sinistre, in questa zona è a contatto con lo stomaco.

La struttura del fegato umano e le caratteristiche

È costituito da due lobi: destra e sinistra. Di questi, il diritto è molto più grande.

La ghiandola è costituita da cellule - epatociti, producono bile per la cistifellea.

Gli epatociti hanno una forma prismatica, i cosiddetti lobi. I capillari biliare passano tra i lobi, passando successivamente in grandi condotti. Da loro si forma un dotto comune, attraverso il quale la bile entra nella cistifellea.

I componenti delle cellule epatiche umane svolgono una delle funzioni più importanti nel corpo: purificano il sangue dalle tossine e dalle sostanze nocive. Tutto il sangue nel corpo umano passa attraverso il fegato, è una specie di filtro.

Le principali funzioni del fegato

Un organo svolge molte funzioni diverse nel corpo umano, senza le quali non può esistere più di un organismo vivente..

Le principali funzioni del fegato umano:

Normalizzazione dell'apparato digerente

Il fegato serve e funziona per il normale funzionamento dell'apparato digerente. Produce la bile, che viene immagazzinata nella cistifellea.

Quando il cibo entra nello stomaco, la bile entra nella cavità e inizia a scomporre le sostanze utili per il corpo. Se la bile non elaborasse il cibo, il corpo non riceverebbe proteine, carboidrati e vitamine nella giusta quantità.

Funzione di pulizia

Pulisce il sangue da sostanze e tossine nocive. Se ciò non accadesse, allora ogni persona non potrebbe vivere un giorno a causa dell'avvelenamento da tossine. Il fegato pulisce il fegato nel corpo umano principalmente di notte, quando tutti gli altri organi sono a riposo (a riposo).

Gli esperti dicono che se fai colazione o bevi almeno una tazza di tè tra le 5 e le 7 del mattino, in questo caso una dose tossica di bile verrà rilasciata nel sistema digestivo durante la notte, quindi non influendo negativamente sul corpo durante il giorno.

Regolazione metabolica

Il fegato è un organo che partecipa alla trasformazione di carboidrati e grassi. Inoltre, il glicogeno si deposita nella ghiandola, che è estremamente necessario per il corpo umano in varie situazioni stressanti..

Il fegato funge anche da "scudo", protegge tutti gli altri organi dalla scarica di adrenalina indesiderata. Elabora, ritarda e distribuisce tutte le sostanze benefiche tra gli organi vicini, come la milza e l'intestino..

Controllo del glucosio

Nel processo di lavorazione di grassi, proteine ​​e carboidrati, il ferro controlla il livello di zucchero nel sangue. Se il livello di zucchero nel sangue aumenta, allora il fegato inizia a elaborarlo per il glicogeno, che rimane lì.

Quando lo zucchero nel sangue, al contrario, scende, quindi il glicogeno inizia a degradarsi, trasformandosi in glucosio, che quindi entra nel sangue. Pertanto, il livello di zucchero nel corpo umano è regolato..

Queste sono state elencate le funzioni più importanti del fegato nel lavoro del corpo umano. Inoltre, è direttamente coinvolto nel metabolismo dei grassi e delle proteine, nella sintesi vitaminica, nella normalizzazione del metabolismo del sale e dell'acqua, produce la bile e contribuisce anche al normale assorbimento di grassi e carboidrati.

Cambiamenti legati all'età nel fegato

Il fegato, come qualsiasi organo, subisce cambiamenti legati all'età. Esistono tre periodi di questo tipo nelle ghiandole:

  1. Il primo periodo in cui l'organo si sviluppa durante l'infanzia e l'adolescenza.
  2. Il secondo è il processo di formazione e maturazione, fino a 40 anni. Quando la massa muscolare e l'attività fisica sono al massimo livello.
  3. Il terzo stadio si verifica dopo 40 anni. Durante questo periodo di tempo, la massa muscolare inizia a diminuire rapidamente, mentre la massa grassa, al contrario, sta guadagnando.

Il processo di progressione del terzo stadio dipende dallo stile di vita di una persona e dall'attività fisica.

Alcuni esperti sottolineano anche il quarto periodo, quando la massa muscolare diventa minima e il grasso a volte prevale, si verifica dopo 50 anni di vita.

Segni di malattia epatica

Quando il fegato di una persona fa male, questo indica un processo patologico nel corpo. Dal momento che il fegato fa male in un modo molto particolare (può fare male a se stesso), è difficile identificarlo nelle fasi iniziali delle malattie del fegato. Il dolore caratteristico può indicare un aumento in esso e, di conseguenza, una pressione sugli organi e sulle pareti adiacenti.

I principali segni di malattia epatica sono:

  • Sapore caratteristico in bocca, amarezza e odore sgradevole;
  • Affaticamento o irritabilità;
  • Dolore nell'ipocondrio o nello stomaco destro;
  • Ingiallimento della pelle, della lingua o dei bulbi oculari;
  • Sangue dal naso;
  • Cambiamenti caratteristici nelle urine e nelle feci;
  • Nausea, spesso vomito;
  • Gonfiore degli arti inferiori;
  • Presenza di lividi senza causa sulla pelle.

Malattia del fegato

La causa principale della malattia del fegato è la sua congestione con elementi dannosi. Inoltre, le cause delle malattie sono:

  • Uso regolare di farmaci;
  • Consumo di alcool;
  • Una dieta squilibrata, in cui predominano cibi grassi e fritti;
  • Scarsa qualità dell'acqua utilizzata;
  • Malattie virali;
  • lesioni
  • Effetti parassitari sul corpo;
  • Stile di vita sbagliato.

Tutti questi fattori possono causare alterazioni epatiche, gravi complicanze e malattie..

Per prevenire l'insorgenza di malattie, i medici raccomandano di esaminare periodicamente, bilanciare l'alimentazione, abbandonare le cattive abitudini e condurre uno stile di vita sano e salutare. Con anche lievi deviazioni nel lavoro del corpo, è necessario consultare un medico in modo tempestivo.

Fegato umano: dove si trova, quali funzioni svolge e perché la prevenzione delle malattie di questo organo è così importante?

Uno degli organi più importanti del nostro corpo è il fegato. Svolge molte funzioni. Pertanto, le manifestazioni delle malattie del fegato sono così diverse. Allo stesso tempo, i non specialisti, di regola, hanno una piccola idea del ruolo del corpo e delle conseguenze dei fallimenti nel suo lavoro. Il cuore pompa il sangue, respiriamo nei polmoni, il cibo viene digerito nello stomaco e cosa sta facendo il fegato in questo momento? Proviamo a capire i compiti del corpo e capire cosa può metterlo in ordine.

La struttura e la posizione del fegato nell'uomo

Il fegato è un organo abbastanza grande: il suo peso è 1/40 della massa corporea di un adulto e 1/20 di un neonato. Il fegato si trova sotto il diaframma e occupa quasi l'intero addome in alto a destra. Pertanto, le malattie degli organi si manifestano nel dolore e nel disagio nell'ipocondrio destro. Vale la pena dire che il fegato non ha recettori del dolore, quindi tutte le spiacevoli sensazioni nella zona dell'organo sono associate ad un aumento delle sue dimensioni ed estensione della capsula epatica a causa di varie lesioni.

Le funzioni del fegato nella produzione della bile sono strettamente correlate al lavoro della cistifellea - una piccola sacca situata direttamente sotto il fegato. Memorizza la porzione inutilizzata della bile.

Funzioni corporee

Il fegato svolge circa 70 importanti funzioni. È coinvolta nel 97% di tutti i processi nel corpo. È difficile elencare tutto nel quadro di un articolo, quindi ci limitiamo a quelli principali:

  • Proteggere il corpo dalle tossine. Il fegato filtra il sangue e neutralizza tutte le tossine che entrano nel nostro corpo dall'esterno o che si formano a seguito di reazioni di decadimento.
  • Partecipazione alla regolazione dei livelli ormonali. Il fegato umano è coinvolto nella sintesi degli ormoni e nell'eliminazione del loro eccesso.
  • Coinvolto nella digestione. Il fegato produce la bile, senza la quale la digestione è impossibile. Grazie ad esso, i grassi nell'intestino vengono scomposti. Deposito di nutrienti. Un fegato umano sano può accumulare vitamine e minerali e metterli in uso in caso di necessità. Inoltre, lei stessa converte alcune sostanze in vitamine - ad esempio il carotene - in vitamina A.
  • Proteggere il corpo da infezioni e batteri. Il fegato è uno dei principali avamposti sul percorso dei microrganismi patogeni. Passa tutto il sangue del nostro corpo attraverso se stesso e durante il processo di filtraggio, le cellule speciali del sistema immunitario neutralizzano la maggior parte dei batteri.
  • Partecipazione a processi metabolici. Il fegato è coinvolto nel metabolismo di grassi, proteine ​​e carboidrati.

Principali malattie

Le malattie epatiche più comuni includono epatosi, epatite (infiammazione del fegato) e cirrosi..

L'epatosi o, come viene anche chiamata, degenerazione grassa, è una malattia causata dall'accumulo di grasso nel fegato. Molto spesso, le persone di età compresa tra 40 e 56 anni soffrono di questa malattia. Molto spesso, l'epatosi si sviluppa sullo sfondo dell'obesità e del diabete. Il gruppo a rischio comprende anche le persone in sovrappeso e coloro che non aderiscono a una dieta sana, appoggiandosi a cibi grassi e fritti, nonché agli amanti delle bevande. L'epatosi si sviluppa in modo impercettibile e può manifestarsi come pesantezza nella parte destra, nausea, bruciore di stomaco, debolezza, problemi con le feci. Secondo le statistiche, l'epatosi grassa nel 40% dei casi passa successivamente a epatite, fibrosi e cirrosi.

Epatite è un termine che combina malattie infiammatorie acute e croniche del fegato di varie eziologie. La causa più comune di epatite è un'infezione virale (epatite A, B e C) o un danno epatico tossico, incluso l'alcol. La più pericolosa è l'epatite C, che è difficile da curare completamente. Non ci sono segni caratteristici di epatite. Tuttavia, può essere accompagnato da dolore nella parte destra, pelle gialla e proteine ​​degli occhi, un cambiamento nel colore delle urine e delle feci. Il Ministero della Salute della Russia caratterizza la situazione epidemica nel paese sull'epatite virale come disfunzionale.

La cirrosi è una malattia ancora più grave. Con la cirrosi, le cellule del fegato muoiono e sono sostituite da tessuto connettivo fibroso. La previsione è allarmante: il fegato cresce di dimensioni o, al contrario, si contrae, la circolazione sanguigna è disturbata e alla fine il fegato cessa di funzionare. Secondo le statistiche, 15-40 persone per 100 mila muoiono ogni anno di cirrosi epatica in diversi paesi e in tutto il mondo fino a 40 milioni di persone muoiono ogni anno di cirrosi. La cirrosi è particolarmente pericolosa perché nell'80% dei casi è asintomatica e si manifesta solo quando la situazione diventa critica.

In connessione con la deplorevole situazione relativa alle malattie del fegato, i medici ritengono che nei prossimi 10-20 anni il numero di pazienti con cirrosi epatica aumenterà del 60%, il cancro del fegato - del 68% e la mortalità per altre malattie del fegato aumenterà di 2 volte. E questa è ancora una previsione relativamente ottimistica, che suggerisce che il ritmo della diffusione della malattia rimarrà lo stesso o rallenterà..

Cause di processi patologici

Una varietà di fattori può distruggere il fegato (e la salute allo stesso tempo). Ecco i più comuni:

Alcol e tossine

Secondo varie stime, l'alcool e le lesioni tossiche rappresentano il 40-50% di tutte le patologie epatiche umane. L'alcol si scompone nel fegato, ma con il suo consumo eccessivo, questo organo semplicemente non ha il tempo di far fronte alla quantità di lavoro. L'alcol etilico è un veleno tossico per le cellule del fegato. Promuove la crescita del tessuto connettivo, che porta alla fibrosi epatica. Molto spesso, l'alcol è la causa di danni al fegato grasso, epatite alcolica e fibrosi. Senza un trattamento tempestivo, tutte queste malattie possono superare la cirrosi, anche se una persona rifiuta di bere.

Intorno all'alcool e ai suoi effetti sul fegato, si sono sviluppati molti miti, che dovrebbero essere discussi separatamente. Spesso da diversi "esperti" puoi sentire che la cosa principale è bere saggiamente, bere alcuni drink o eseguire "riabilitazione" dopo la festa con una salamoia, brodo e un bicchiere di vodka. Tutti questi sono miti e niente di più. Per il fegato non esiste il concetto di "dose sicura". L'OMS ha calcolato una dose giornaliera condizionata sicura, pari a circa 20 grammi di alcol etilico al giorno (± 5 grammi a seconda dell'altezza, del peso, dell'età e persino della nazionalità della persona), a condizione che l'alcol sia della migliore qualità, del fegato e di tutti gli altri sistemi il corpo è perfettamente sano, la persona conduce lo stile di vita giusto e almeno 2 giorni alla settimana non beve affatto alcolici. Questa dose equivale a un bicchierino di vodka o cognac, un bicchiere di vino o una bottiglietta di birra. Per le donne, una dose condizionale sicura è la metà. "Condizionalmente sicuro" - in nessun caso significa "utile". Per il fegato, anche un cucchiaino di vodka è già un lavoro aggiuntivo e danni inutili. Ma se riesce ancora a far fronte a un bicchiere nella solita modalità, allora due o tre - questa è la modalità di emergenza, sovraccarico e, di conseguenza - la morte delle cellule del fegato. Non importa se sei ubriaco o no..

infezioni

L'epatite virale è una causa comune di malattie virali del fegato. L'epatite A viene trasmessa attraverso acqua o cibo sporchi, questo tipo di epatite viene facilmente trattata e non provoca processi irreversibili nel fegato. L'epatite B e C si diffondono attraverso il sangue e altri fluidi corporei, spesso scorrono in una forma cronica e portano alla cirrosi. Nel caso dell'epatite C, l'obiettivo principale della terapia è l'erradicazione (eliminazione) del virus dal corpo.

Malnutrizione

Fast food, abbondanza di cibi grassi e fritti, dipendenza da cibi piccanti e salati, una dieta povera - tutto ciò porta all'aumento di peso e alla mancanza di vitamine B, C, E, D e A necessarie per il fegato. Non solo l'eccesso di peso può essere dannoso, ma anche la sua forte perdita - il corpo vede questa situazione come un'emergenza e il fegato inizia ad accumulare carboidrati e grassi, mentre riceve un segnale dal cervello: “la fame è arrivata! Facciamo scorta di nutrienti! ”.

Diabete

Compagni di diabete comuni sono epatosi grassa e insufficienza epatica. L'obesità epatica grassa nel diabete è causata dal fatto che il processo di scomposizione dei grassi sfugge al controllo e provoca l'accumulo di grasso nelle cellule del fegato..

Segni di un fegato malato

Solo un medico può determinare la presenza di malattie del fegato e solo dopo un esame del sangue e studi strumentali - ad esempio ultrasuoni, TC e risonanza magnetica. Ma il paziente stesso, secondo alcuni segni, può sospettare danni al fegato.

Sintomi astenici. Debolezza, affaticamento, sonnolenza costante - le prime "campane" da un fegato malato. Questi sintomi sono una conseguenza dell'alterata neutralizzazione dei prodotti del metabolismo dell'azoto nel fegato.

Dolore. Non ci sono cellule nervose nel fegato e da sola non può far male. Ma con le lesioni, aumenta di dimensioni e preme sulla capsula che la circonda - ma in questa capsula ci sono già recettori del dolore. Pertanto, le violazioni del fegato sono accompagnate da sensazioni estremamente spiacevoli. In che modo una persona fa male al fegato? Tutto inizia con una sensazione di pesantezza nell'ipocondrio destro, che viene sostituito da un dolore sordo e dolente. Dopo aver mangiato, il disagio si intensifica. Il dolore che si accumula ogni giorno è un segno di tumore o cisti. Un dolore acuto, quasi insopportabile, chiamato colica epatica, significa che uno dei dotti è bloccato da una pietra. Disturbi digestivi. Le persone con malattie epatiche lamentano spesso flatulenza, diarrea, nausea o persino vomito, diminuzione dell'appetito e retrogusto amaro in bocca.

Ittero. L'ingiallimento delle proteine ​​della pelle e degli occhi è un segno sicuro di un fegato malato. Ciò è dovuto al trasporto alterato della bile o al metabolismo della bilirubina.

Pelle brutta. Un fegato umano malato non può proteggere adeguatamente il corpo da tossine e batteri. L'attacco di veleni e agenti patogeni colpisce istantaneamente la pelle: compaiono acne ed eruzioni cutanee. La presenza di vene del ragno è anche caratteristica delle malattie del fegato - appaiono a causa del fatto che i vasi sanguigni diventano fragili e la coagulazione del sangue è compromessa.

Prevenzione delle malattie del fegato

Cosa si può fare per proteggere il fegato e aiutare questo corpo critico a far fronte alle sue responsabilità?

In primo luogo, per rivedere la dieta e abbandonare i cibi che influiscono negativamente sul fegato - soprattutto, è grasso e fritto, grassi trans (margarina, ecc.), Spezie piccanti, aceto, marinate, pane bianco e dolci, funghi, molti grassi Latticini. Gran parte della dieta dovrebbe essere una varietà di verdure, cereali e pasta, carne e pesce magri bolliti o cotti al forno, pane integrale. Si noti che gli asiatici, che mangiano principalmente verdure e riso con una piccola percentuale di pollo o frutti di mare, soffrono di malattie del fegato molto meno spesso degli europei. Inutile dire che l'alcol e un fegato sano sono incompatibili?

In secondo luogo, dovresti monitorare il tuo peso corporeo, non giustificando la tua pigrizia con il fatto che "dovrebbe esserci molta brava persona". La snellezza non è solo una questione di attrattiva, ma anche di salute e, in definitiva, di aspettativa di vita.

In terzo luogo, non prendere mai medicine senza prescrizione medica. Molte pillole apparentemente innocue per raffreddori, emicranie e altri disturbi creano un grave onere per il fegato, che aumenta solo se si assumono diversi farmaci contemporaneamente. Prestare particolare attenzione agli antibiotici..

In quarto luogo, proteggiti dagli effetti delle tossine. Le fonti di veleni possono essere le cose più comuni: prodotti chimici domestici, materiali di riparazione e decorazione di bassa qualità, tessuti sintetici e prodotti in plastica. Acquista solo prodotti sicuri che dispongono di tutti i necessari certificati di conformità, non camminare lungo le strade e prestare attenzione quando si lavora con sostanze chimiche potenzialmente pericolose - acetone, cloro, solventi, vernici e smalti.

E infine, se ci sono fattori di rischio, puoi aiutare il tuo fegato assumendo farmaci epatoprotettivi. Ciò rafforzerà le cellule del fegato e minimizzerà il danno che facciamo a questo organo ogni giorno..

Farmaci profilattici

Gli epatoprotettori - un mezzo per prevenire le malattie del fegato e migliorare la sua attività - sono molto comuni oggi. Hanno dimostrato la loro efficacia e hanno preservato la salute di molte persone. Il mercato degli epatoprotettori è molto vasto e comprende centinaia di articoli. Particolarmente popolari sono gli epatoprotettori, che includono i fosfolipidi - sostanze di origine vegetale, che nel corpo umano sono il componente principale delle pareti cellulari, comprese le cellule del fegato. I farmaci con fosfolipidi aiutano a riparare le cellule epatiche danneggiate e ne stimolano la rigenerazione. Tuttavia, i fosfolipidi da soli non possono far fronte all'infiammazione, che è una causa comune di malattia del fegato. Questo è il motivo per cui i farmacisti di tutto il mondo sono alla ricerca di una combinazione di sostanze che fermino simultaneamente i processi infiammatori e proteggano le cellule del fegato dalla distruzione. Ad oggi, una delle combinazioni più efficaci sono i fosfolipidi con acido glicirrizico. L'acido glicirrizico, che si trova naturalmente nella radice di liquirizia, non solo elimina l'infiammazione, ma ha anche un effetto antiossidante e antifibrotico. L'efficacia dell'acido glicirrizico e dei fosfolipidi essenziali è stata dimostrata sia negli studi clinici che nella pratica. Ecco perché la combinazione a base di acido glicirrizico e fosfolipidi essenziali è l'unica inclusa nell'elenco dei farmaci vitali e più importanti nella sezione "Preparativi per il trattamento delle malattie del fegato", approvata annualmente dal governo della Federazione Russa. A causa dell'entrata in questo elenco, il suo prezzo è regolato dallo stato.

Gli epatoprotettori appartengono ai mezzi, il cui effetto si manifesta gradualmente. Devi bere tali farmaci in un corso (di solito da 3 mesi, a seconda delle condizioni del fegato). La stragrande maggioranza degli epatoprotettori sono sicuri e venduti in farmacia senza prescrizione medica, ma alcuni di essi hanno controindicazioni, quindi è necessario consultare un medico prima di assumere.

La relazione tra peso corporeo e salute del fegato. Come calcolare il tuo peso ideale.

articoli Correlati

Lopatina Maria Vladimirovna

  • Gastroenterologo, epatologo
  • Membro dell'Associazione europea per lo studio del fegato (EASL)
  • Società russa per lo studio del fegato (ROPIP)
  • Russian Gastroenterological Association (RGA)

Esiste una relazione tra l'indice di massa corporea (BMI) e il fegato? Alla domanda posta nel titolo dell'articolo si può rispondere come segue: esiste una connessione e la più diretta.

Il sovrappeso crea un peso sul corpo, in particolare sul fegato. È uno degli organi principali e svolge molte funzioni importanti. Se mangi in modo errato, costantemente in eccesso, il fegato smette di far fronte al carico e inizia ad accumulare grasso in eccesso, che influisce in modo estremamente negativo sul lavoro di questo corpo.

L'epatosi grassa (obesità del fegato) si sta gradualmente sviluppando. Nelle prime fasi, quasi non si manifesta e quasi non disturba una persona. Si verificano periodicamente sintomi come nausea, debolezza, affaticamento e lieve dolore nell'ipocondrio destro. In questo caso, il paziente consulta raramente un medico, non sapendo che questa malattia può eventualmente svilupparsi in epatite e cirrosi epatica. Se viene rilevato in modo tempestivo, la consolazione può essere la reversibilità del processo di obesità epatica..

Con una diminuzione del peso corporeo, diminuisce anche il contenuto di grassi nel fegato. Pertanto, è molto importante cercare di garantire che il proprio peso non superi la norma. Il calcolo della massa corporea viene effettuato secondo l'indice di massa corporea (BMI). Oggi ci sono diverse formule con cui è possibile calcolare l'indice di massa corporea.

Ad esempio, il normale peso corporeo può essere determinato dalla formula di P. Brock, che si basa sulla crescita umana. La sua essenza è che la massa corporea ideale è uguale alla crescita in centimetri meno 100. Il tuo peso può essere calcolato più correttamente se applichi i dettagli chiari alla formula di Brock - la circonferenza del polso. Quindi, se la circonferenza del polso è inferiore a 15 centimetri, quindi un altro 10% deve essere rimosso dal risultato ottenuto dalla formula di Brock. Se la circonferenza del polso è compresa tra 15 e 18 cm, il valore ottenuto rimane invariato. Se la circonferenza del polso supera i 18 centimetri, è necessario aggiungere il 10% al risultato ottenuto dalla formula di Brock. Ad esempio: la tua altezza è di 160 cm. Secondo la formula di Brock, il tuo peso dovrebbe essere di 60 kg. Misurando il tuo polso ottieni 14 cm, quindi devi sottrarre il 10% da 60 - otteniamo 54 kg.

L'indice di massa corporea può anche essere calcolato con la formula di Lorentz. 100 dovrebbero essere portati via dalla crescita in centimetri, quindi 150 dovrebbero essere portati via dalla crescita in centimetri e il risultato dovrebbe essere diviso a metà. Trova la differenza tra i valori e otterrai il tuo peso ideale.

Un'altra formula per calcolare il peso ideale è la formula di Bongard. Devi aumentare la crescita in centimetri del volume del torace in cm. Dividi il risultato per 240 e otterrai il tuo peso ideale.

L'IMC può essere basato sulla crescita e sul tipo di corpo. I dati sono presentati nella tabella di Egorov-Levitsky.


Le caratteristiche dei tipi di corpo sono le seguenti:

- astenici: persone con ossa sottili, spesso con massa muscolare debole;
- normostenica - persone con una struttura corporea proporzionale;
- iperstenici: persone con un osso largo, grandi per natura.

Ma l'opzione più semplice è calcolare il tuo indice di massa corporea secondo la seguente tabella:

Ma voglio solo aggiungere che questa opzione non tiene conto del genere, dell'età e del tipo di corpo.

Quindi, esiste una relazione diretta tra BMI e fegato. Per non soffrire successivamente di una malattia come l'epatosi epatica, devi mangiare correttamente e monitorare regolarmente il tuo peso e conoscere il tuo indice di massa corporea.