Dove sono le pietre nella cistifellea?

Ma sapevi che essere una donna (o un uomo) è già abbastanza per avere un rischio maggiore di una particolare malattia? E non si tratta necessariamente della sfera intima.

Oggi parleremo della malattia, uno dei fattori di rischio per lo sviluppo del genere femminile. Questa è la malattia del calcoli biliari. Con domande su di lei, abbiamo visitato il nostro costante consulente, gastroenterologo Esperto di clinica Kursk Ishchenko Vasilisa Vladimirovna.

- Vasilisa Vladimirovna, cos'è la malattia di calcoli biliari?

Questa è una malattia multifattoriale, a più stadi del sistema epatobiliare con la formazione di calcoli biliari nella cistifellea e / o dei dotti biliari alla fine.

- I materiali d'archivio suggeriscono che le pietre nella cistifellea hanno infastidito anche gli antichi egizi, il che conferma lo studio delle mummie. Quanto è comune la malattia del calcoli biliari nei contemporanei?

Secondo le statistiche, la malattia del calcoli biliari è una malattia comune. Su scala planetaria, si verifica in circa il 10% della popolazione e con ogni decennio aumenta solo il numero di tali pazienti.

Nei paesi sviluppati, la prevalenza di questa patologia è più elevata e ammonta al 40% tra gli adulti.

Nel nostro paese - dal 5 al 20%. Tale "dispersione" è associata, in particolare, all'eterogeneità del rilevamento della malattia. I pazienti non cercano sempre assistenza medica.

- La malattia del calcoli biliari si riflette nell'ICD-10?

Sì, il suo codice di classificazione è K80.

- La malattia del calcoli biliari è una malattia degli adulti o dei calcoli nella cistifellea si trovano anche nei bambini?

Le pietre si trovano nell'infanzia. Fino all'età di 7 anni, i ragazzi predominano, dai 7 anni all'adolescenza, il rapporto tra ragazzi e ragazze è approssimativamente lo stesso, e quindi il "campionato" va alle ragazze (3 volte più di quello dei ragazzi).

Per quali motivi può far male allo stomaco un bambino? Dice il vice capo medico per la pediatria

"Clinic Expert Smolensk" Zakharov Alexey Alexandrovich

- Chi sviluppa spesso calcoli biliari: negli uomini o nelle donne?

- Perché si formano i calcoli biliari?

Il fattore principale è un aumento della litogenicità della bile (la litogenicità è una tendenza a formare calcoli). Inoltre, le cause della formazione di calcoli comprendono una diminuzione della contrattilità della colecisti, "ipertensione biliare" (aumento della pressione in essa) e sua infezione.

- I calcoli biliari possono formarsi all'improvviso? Oppure ci vuole tempo per formarli?

Il processo di formazione della pietra è un processo piuttosto lungo, pluriennale. Tuttavia, la diagnostica moderna può rilevare violazioni anche prima della formazione di calcoli, nella fase di modifica delle proprietà della bile.

- Quali sono i fattori di rischio per lo sviluppo della malattia del calcoli biliari?

Questo è il sesso femminile, gravato da ereditarietà, sovrappeso e obesità, sindrome metabolica, diabete mellito, patologia epatica, morbo di Crohn, nutrizione endovenosa prolungata; gravidanza; età senile; alcuni farmaci che interrompono lo scambio di colesterolo e bilirubina.

Come distinguere il colesterolo buono e cattivo? Dice un cardiologo, candidato alle scienze mediche

Ovsyannikov Alexander Georgievich

- Quale ruolo svolge la predisposizione genetica in questa malattia??

Questo è uno dei fattori principali. C'è una connessione tra alcune parti del genoma con un aumentato rischio di sviluppare questa patologia. Se uno di questi viene ereditato, il rischio aumenta al 30% e con un tasso compreso tra il 2 e il 70%. Spesso, l'onere ereditario può essere stabilito già durante il sondaggio, quando, in particolare, si scopre che anche la madre del paziente ha avuto o ha la malattia del calcoli biliari.

- Quali segni si trovano nei pazienti con calcoli biliari?

Molto spesso, non si notano manifestazioni. Questo tipo di pietra latente portante è lo stadio di questa malattia..

Si distingue anche una forma dispeptica (raramente si trova in isolamento). È caratterizzato da un sistema digestivo turbato con dolore periodico, una sensazione di pesantezza nella regione epigastrica, gonfiore, feci instabili, bruciore di stomaco, una sensazione di amarezza in bocca, ad es. sintomi non specifici.

L'immagine più vivida ha una colica biliare - un altro tipo di decorso di questa patologia (attualmente il termine è stato cambiato e si chiama "dolore biliare"). Esiste una sindrome del dolore pronunciata con radiazioni caratteristiche della spalla destra, dello spazio interscapolare e della regione della scapola destra, del collo e della mascella inferiore. Si nota la connessione del dolore biliare con errori nella dieta. Sullo sfondo di un attacco, i test di laboratorio possono cambiare (aumenta la velocità di eritrosedimentazione, aumenta il numero di leucociti).

Una forma torpida dolorosa è caratterizzata da una sindrome del dolore lunga, persistente e costante che non ha manifestazioni tipiche nei test di laboratorio. Tuttavia, può essere sospettato già in fase di esame da un medico.

- La malattia del calcoli biliari può essere asintomatica o indossare "maschere" di altre malattie?

Sì, potrebbe non manifestarsi a lungo, portando in alcuni casi allo sviluppo di gravi complicanze.

Inoltre, la malattia del calcoli biliari può essere "mascherata" da molte malattie degli organi della metà superiore della cavità addominale. Questa è pancreatite, epatite, colecistite, gastrite e duodenite, ecc..

Come dovrebbe e come non trattare la gastrite? Leggi qui

- Vasilisa Vladimirovna, come è la diagnosi della malattia del calcoli biliari?

In caso di reclami, un medico potrebbe sospettare la sua presenza già nella fase di esame. Tuttavia, il metodo principale per fare questa diagnosi è l'ecografia e spesso la colelitiasi è una scoperta accidentale, ad esempio con un esame preventivo. Secondo le indicazioni, viene utilizzata la colangiopancreatografia retrograda, la colangiografia transepatica percutanea - ad esempio, quando gli ultrasuoni non rilevano calcoli nei dotti biliari.

Come prepararsi all'ecografia addominale? Scoprilo qui

Una TAC addominale può essere utilizzata per chiarire la natura e la densità della pietra..

- Come trattare un paziente quando ha i calcoli biliari?

È importante aderire a una dieta: sono esclusi grassi, piccanti, salati, affumicati, dolci e acidi. Per sciogliere alcune pietre, vengono utilizzati preparati di acido ursodesossicolico (non tutti i loro tipi sono solubili e con alcune pietre queste medicine sono controindicate). Per prescrivere tale trattamento, le pietre devono avere caratteristiche completamente certe e i dotti biliari sono passabili, ecc..

Il colagogo e le erbe sono controindicati.

Il fegato può essere pulito? Leggi qui

- I calcoli biliari sono sempre un'indicazione per la chirurgia?

Dipende da quale fase viene fatta la diagnosi, che tipo di calcoli e come "rispondono" al trattamento farmacologico. Se sono piccoli e quando prescrivono la terapia, diminuiscono gradualmente, quindi il paziente viene trattato e osservato dalla decisione del medico e dopo la consultazione obbligatoria del chirurgo. In assenza dell'effetto dei farmaci, della presenza di sintomi, la domanda riguarda la chirurgia. In caso di complicazioni - rimozione della cistifellea per motivi di salute.

- Cosa minaccia la salute e la vita umana delle pietre nella cistifellea? Cosa succederà se la malattia del calcoli biliari non viene curata?

È pericolosa per le sue complicazioni. Tra questi, la colecistite; blocco del dotto della cistifellea; ittero ostruttivo; la formazione di fistole (anche tra cistifellea e intestino); idropisia o suppurazione della cistifellea; pancreatite ostruzione intestinale causata da calcoli biliari, ecc..

Ci sono anche studi che dimostrano che i pazienti con malattia del calcoli biliari hanno un aumentato rischio di sviluppare il cancro alla cistifellea..

- Cosa bisogna fare per mantenere sana la cistifellea?

La prevenzione primaria consiste nella formazione di uno stile di vita sano, seguendo i principi di una dieta equilibrata (è necessario escludere carni affumicate, grassi refrattari, condimenti irritanti, dolciumi. La dieta dovrebbe includere una grande quantità di fibre vegetali, che normalizza la motilità intestinale e riduce la litogenicità della bile).

Una volta all'anno, è necessario eseguire un'ecografia del fegato e della cistifellea e, in caso di cambiamenti, consultare immediatamente un medico.

Iscriviti per un'ecografia del fegato e della cistifellea qui

nota: la diagnostica non è disponibile in tutte le città

Ischenko Vasilisa Vladimirovna

Nel 2015 si è laureata in Medicina Generale presso la Kursk State Medical University..

Nel 2016 ha completato uno stage nella specialità "Terapia" e nello stesso anno, riqualificazione professionale in gastroenterologia.

Dal 2017 è gastroenterologo presso Klinka Expert Kursk LLC.

Calcoli biliari

I calcoli biliari si trovano nel 10-15% degli abitanti del nostro pianeta, quindi questo fenomeno può essere considerato diffuso.

In Russia si trova nel 3-10% della popolazione. Le donne si ammalano 2 volte più spesso degli uomini. Il picco di incidenza si verifica in 50 anni. L'operazione per rimuovere la cistifellea (colecistectomia) per la malattia del calcoli biliari è al secondo posto dopo la rimozione dell'appendice infiammata (appendicectomia).

Le pietre possono essere costituite da pigmenti di bile (bilirubina), lipidi (colesterolo), sali di lime e natura mista.

C'è ancora una lotta tra terapisti e chirurghi. Come trattare? Scegli una terapia conservativa o un intervento chirurgico?

Il problema della malattia è che la formazione di calcoli è un processo molto lungo e in gran parte asintomatico..

Cause di calcoli biliari

  • Disturbo del metabolismo del colesterolo, è eccessivamente sintetizzato nel fegato ed escreto in grande volume con la bile.
    Si verifica in condizioni di:
  • Aterosclerosi.
  • L'aumento degli acidi grassi liberi nel sangue.
  • Diabete.
  • Obesità.
  • Abuso di cibo grasso.
  • Metabolismo alterato dell'acido biliare.
    • Nelle malattie epatiche croniche (epatite, cirrosi), la sintesi degli acidi biliari, che costituiscono il 67% della composizione della bile e sostiene la base lipidica (il restante 33%), viene sciolta. Il rapporto è rotto e la bile diventa litogena (oleosa). I lipidi precipitano e diventano la base per le pietre future.
    • Con l'infiammazione a livello intestinale (colite ulcerosa, celiachia, resezione dell'intestino), la sintesi e l'assorbimento degli acidi biliari vengono interrotti, che in grandi quantità ritornano al fegato.
  • Infezione entra nella vescica con flusso sanguigno o linfa. Il processo infettivo favorisce la ritenzione della bile (colestasi).
  • Processo infiammatorio. La bile Ph sta cambiando verso alcalina. Ciò fornisce una violazione della contrattilità della vescica e della formazione di calcoli..
  • Ostruzione meccanica al passaggio della bile. La bile stagnante si cristallizza prima, quindi si depositano prodotti infiammatori, fibrina, batteri, muco. Le pietre si formano.
  • Malattia metabolica. Si osserva con ipotiroidismo (insufficienza tiroidea), diabete.
  • Cambiamenti ormonali - Un aumento dei livelli di estrogeni può influire sulla concentrazione della bile. Le donne che assumono contraccettivi orali hanno un rischio maggiore di sviluppare calcoli.
  • La gravidanza favorisce la formazione di calcoli, perché il feto preme sulla cistifellea e il passaggio della bile non viene effettuato per intero.

    La malattia di calcoli biliari ha prerequisiti ereditari.

    Fasi della malattia del calcoli biliari

    • Iniziale - niente pietre, c'è una sospensione sotto forma di sabbia.
    1. Formazione di bile spessa.
    2. La formazione di fanghi biliari.
    • Formazione di calcoli biliari.
    • Colecistite cronica con periodi di esacerbazione.
    • Stadio di complicanze.

    Il significato di questa classificazione è spiegato dal fatto che nella prima fase il processo è reversibile se vengono prese tutte le misure preventive e terapeutiche. È possibile diagnosticare già nella fase 1.

    Sintomi di calcoli biliari

    Le manifestazioni della malattia dipendono dalla posizione delle pietre, dallo stato del tratto biliare e dal processo infiammatorio associato. Il 60-80% dei pazienti con colelitiasi non ha sintomi della malattia (forma latente).

    Esistono 3 opzioni per il decorso della malattia:

    Questo è un forte dolore tagliente nell'ipocondrio destro, che può essere sentito sotto la scapola destra, nella spalla destra, nella mascella e nella clavicola. L'attacco può essere accompagnato da febbre..

    • Dolore che dura da 10 minuti a 4 ore.
    • I pazienti hanno bisogno di riposo e di assumere antispasmodici (No-Shpa, Papaverin).
    • Il dolore si verifica spesso la sera e la notte..
    • Dopo la scomparsa della colica, il dolore può essere ripetuto dopo un po 'di tempo..
    • Alla palpazione del punto di proiezione della vescica (ipocondrio destro), il paziente avverte dolore (sintomo di Kera).

    I segni di calcoli biliari possono causare errori nutrizionali, assunzione di alcol, stress emotivo, tensione fisica e tremore.

    Se l'attacco del dolore dura più di 4 ore, ciò può indicare lo sviluppo di complicanze.

    I dolori sono noiosi e doloranti. Spesso combinato con sentimenti di nausea e gonfiore.

    Si manifesta come una sensazione di disagio e pesantezza nell'ipocondrio destro, spesso accompagnato da eruttazione dell'aria, flatulenza, feci turbate (costipazione o diarrea), amarezza in bocca, bruciore di stomaco.

    Quando si bloccano i dotti biliari escretori, possono esserci sintomi di ittero ostruttivo: scolorimento della pelle (ingiallimento con una tinta verdastra), scolorimento delle feci, prurito della pelle.

    Diagnosi di calcoli biliari

    • Esame ecografico (ultrasuono).

    Sono determinate le dimensioni delle pietre, il grado di mobilità, la struttura, il blocco del dotto biliare con una pietra. Il metodo è affidabile al 95%.

    • Esame a raggi X della cistifellea.

    Puoi vedere solo calcoli (calcinati) e componenti contenenti aria nella cistifellea.

    Un metodo indispensabile per risolvere la litotripsia.

    Informativo solo per la valutazione dei tessuti intorno alla cistifellea.

    • Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (ERCP). Il metodo consente di valutare le condizioni dei dotti biliari.
    • Ultrasuoni endoscopici. Pietre molto buone possono essere rilevate fino a 2 mm.

    Gli effetti dei calcoli biliari

    • Blocco di pietra del dotto biliare cistico o comune.
    • Colecistite acuta e colangite.
    • Idropisia della cistifellea.
    • Suppurazione della cistifellea (empiema).
    • Le fistole.
    • Rottura della cistifellea.
    • Peritonite biliare (biliare).
    • Cancro alla cistifellea.
    • Pancreatite biliare acuta.
    • Blocco intestinale.
    • Colecistite cronica.
    • Pietra incuneata nel lume della grande papilla duodenale.

    Trattamento dei calcoli biliari

    • Eliminazione del dolore (coliche) e altre manifestazioni della malattia.
    • Prevenzione del progresso della formazione di calcoli o della loro completa eliminazione.
    • Prevenzione delle complicanze.
    • Migliorare la qualità della vita del paziente.

    Gamma di misure terapeutiche:

    Epatoprotettori - Epatrina, Forte essenziale.

    1. Metodi non farmacologici2. Interventi farmacologici3. Trattamento chirurgico
    1) Dieta: l'eccezione alla dieta di cibi fritti, grassi, piccanti e affumicati. Mangiare spesso e in piccole porzioni, ad intervalli fino a 3 ore. È necessaria un'adeguata assunzione di acqua per prevenire l'ispessimento della bile.Antispasmodici - No-Shpa.

    Colagoga - Holagon, Deholin, Allohol.

    Antibiotici - nell'identificazione di un processo infiammatorio (leucocitosi nel sangue, ESR accelerata).

    1) Colecistectomia: un'eliminazione radicale della colecisti. Attualmente prodotto laparoscopicamente. È un trattamento standard per la colecistite calcarea cronica (calcoli).
    2) Perdita di peso.3) Litotripsia extracorporea ad onde d'urto - un metodo di trattamento senza contatto che utilizza attrezzature di avvistamento.
    4) Attività fisica, attività all'aperto, turismo - previene il ristagno della bile.Terapia sostitutiva (acidi biliari) - Henofalk, Ursosan.5) Dissoluzione per contatto delle pietre - introduzione attraverso la pelle di un catetere speciale attraverso il quale viene introdotto l'etere metilterbucilico.
    5) Correzione di malattie concomitanti, eliminazione dei disturbi metabolici nell'ipotiroidismo, diabete.

    Epatoprotettori - Epatrina, Forte essenziale.

    1 e 2 sono terapie conservative.

    Il trattamento chirurgico è il metodo principale. È indicato per i pazienti che non sono aiutati dalla terapia conservativa. Prima o poi, i "depositi di pietra" si faranno sentire, quindi è meglio rimuovere la cistifellea.

    • L'operazione è meno traumatica.
    • Effetto cosmetico.
    • In breve tempo, la disabilità viene ripristinata.

    Quando è meglio non toccare le pietre nella cistifellea

    Secondo le statistiche, i calcoli biliari si formano in ogni quinto abitante del pianeta. Nelle donne, la colelitiasi è quasi due volte più comune rispetto agli uomini. Ciò è dovuto agli estrogeni degli ormoni femminili, che rallentano l'escrezione della bile. E se queste pietre fossero scoperte? Non c'è davvero alternativa alla rimozione della cistifellea?

    La cistifellea è una piccola sacca attaccata al fegato. Accumula la bile - una composizione complessa necessaria per la lavorazione dei grassi che entrano nel nostro corpo con il cibo. Inoltre, la bile è responsabile del mantenimento della normale microflora nell'intestino. Se la bile si è ristagnata o la sua composizione è cambiata, i malfunzionamenti della cistifellea e le pietre si formano nei suoi dotti.

    Uno stile di vita sedentario può provocare l'insorgenza della malattia, in cui, di regola, i processi metabolici nel corpo rallentano. Ma il gruppo di rischio principale è quello che mangia in modo irregolare, così come gli amanti dei cibi grassi con colesterolo alto.

    In queste persone, ogni festa è accompagnata da un cambiamento nella composizione della bile e la probabilità della formazione di calcoli in tali casi aumenta molteplice. A seconda dei componenti, i calcoli biliari possono essere colesterolo, pigmentati - se sono formati da una sostanza colorante della bile - bilirubina e calcarei, se prevalgono sali di calcio. Molto spesso, pietre miste di dimensioni variabili da 0,1 mm a 3-5 cm.

    “Mentre i calcoli nella cistifellea sono piccoli e si trovano tranquillamente nella cistifellea, una persona potrebbe anche non essere consapevole della sua malattia. - afferma il capo del dipartimento addominale dell'Istituto di Chirurgia. A.Vishnevsky RAMS Vyacheslav Egorov. I primi segnali di avvertimento per i quali si può sospettare la malattia del calcoli biliari sono la pesantezza nell'ipocondrio destro, l'amarezza in bocca e la nausea dopo aver mangiato.

    La situazione cambia quando la pietra fuoriesce alla bocca del dotto biliare e la ostruisce. Il deflusso della bile è disturbato, le pareti della cistifellea sono allungate e una persona avverte un forte dolore nell'ipocondrio destro o nell'addome superiore. Il dolore può essere dato alla schiena, alla clavicola destra e al braccio destro. Appare nausea o vomito. I medici chiamano tale attacco una colica biliare..

    Tra le forme cliniche di colelitiasi, si distinguono:

    • forma latente o il cosiddetto carrello di pietra;
    • forma dispeptica della malattia;
    • forma del dolore, accompagnata da convulsioni;
    • forma torpida dolorosa;
    • canceroso.

    I dolori potrebbero non essere troppo forti e spesso si fermano da soli, ma il loro aspetto indica che è iniziata una "caduta massiccia" nel corpo e che una persona ha bisogno di vedere un medico. Dopotutto, i calcoli, che hanno iniziato a nuotare da soli, possono bloccare completamente il deflusso della bile e causare infiammazione della colecisti - colecistite, infiammazione del pancreas - pancreatite o ittero ostruttivo.

    È difficile anche per un medico esperto stabilire una diagnosi di colelitiasi "ad occhio". Ciò richiederà ulteriori studi - ultrasuoni della cavità addominale, nei casi più difficili - studi radiografici con l'introduzione di un mezzo di contrasto nei dotti biliari. Attualmente, esiste uno studio che consente al medico di vedere le pietre con i propri occhi: la coledocoscopia.

    Queste procedure diagnostiche consentono al medico di valutare la dimensione dei calcoli, la loro posizione, il che consente di prevedere l'ulteriore sviluppo della malattia e prescrivere un trattamento ".

    La terapia conservativa comprende diverse procedure e tecniche, la cui base è la nota formula "freddo, fame e pace":

    • completa la fame con il vomito, se l'attacco non è accompagnato dal vomito, puoi bere acqua;
    • freddo (ghiaccio) sull'ipocondrio destro, un metodo di ipotermia locale per ridurre l'infiammazione e l'ipertensione della cistifellea;
    • farmaci antibatterici nel processo infiammatorio;
    • terapia di disintossicazione e costringendo la rimozione di liquidi dal corpo con farmaci diuretici;
    • sollievo dagli attacchi di dolore con l'aiuto di analgesici (Maksigan, Analgin) e farmaci antispasmodici (Papaverin, No-Shpa, Baralgin, Platifillin, ecc.) o farmaci combinati con effetti analgesici e antispasmodici.

    I medici sono inesorabili: solo un chirurgo può salvare i calcoli biliari! Tuttavia, se non ci sono sintomi della malattia e le pietre nella cistifellea sono "silenziose", possono essere lasciate sole.

    L'ordine medico più importante per i pazienti con malattia del calcoli biliari è l'osservanza di una dieta corretta e una dieta rigorosa. I cibi piccanti, grassi, fritti e affumicati sono severamente vietati..

    A volte cercano di dissolvere i piccoli calcoli di colesterolo con l'aiuto di medicinali: acido chenodesossicolico e ursofalk.

    Questo trattamento è lungo: il corso dura almeno un anno, costoso e, sfortunatamente, non porta sempre ai risultati desiderati. Dopo alcuni anni, nella maggior parte dei pazienti, le pietre si formano di nuovo. Inoltre, tale trattamento è pieno di complicazioni: questi farmaci spesso danneggiano le cellule del fegato.

    Piccole pietre singole possono essere tentate di essere distrutte da un'onda d'urto. Durante questa procedura, le pietre vengono frantumate in piccoli pezzi (fino a 1-2 mm di dimensione), che lasciano il corpo in modo indipendente. Questa procedura è indolore, ben tollerata dai pazienti e può essere eseguita in regime ambulatoriale..

    Controindicazioni per la colelitiasi

    Nella malattia del calcoli biliari, le fitopreparazioni coleretiche sono categoricamente controindicate. Possono contribuire alla migrazione delle pietre e questo è irto delle complicazioni più formidabili. Per lo stesso motivo, dovresti stare molto attento all'uso delle acque minerali..

    Se le pietre sono grandi, gli attacchi di colica biliare sono frequenti, quindi il paziente deve sdraiarsi sul tavolo del chirurgo.

    Spesso i pazienti con colelitiasi subiscono un intervento chirurgico di emergenza quando la rimozione della colecisti - colecistectomia - è vitale. Ciò accade nella colecistite acuta, che può essere complicata dalla peritonite (infiammazione del peritoneo), nonché nei casi di pancreatite e blocco completo del tratto biliare.

    Come trattare la malattia del calcoli biliari?

    Il gold standard per la malattia del calcoli biliari è la chirurgia laparoscopica, in cui la cistifellea viene rimossa attraverso piccole forature della parete addominale anteriore. Dopo l'operazione, non ci sono praticamente tracce sulla pelle. Di solito il paziente viene dimesso il giorno dopo l'intervento chirurgico e ritorna rapidamente al suo solito ritmo di vita..

    Molte persone si preoccupano della domanda: è possibile una vita piena senza una cistifellea?

    I medici affermano che la qualità della vita non soffre di colecistectomia. Lo scopo della cistifellea è di conservare la bile fino al momento del consumo di cibo. Era di vitale importanza solo per le persone primitive che sedevano a tavola solo dopo una caccia riuscita (e questo non accadeva tutti i giorni) e potevano mangiare con gioia una buona metà del mammut.

    La persona moderna non ha bisogno di mangiare "in riserva". Pertanto, l'assenza della cistifellea non influisce sulla sua vita.

    Incorporare "Pravda.Ru" nel flusso di informazioni se si desidera ricevere commenti operativi e notizie:

    Aggiungi Pravda.Ru alle tue fonti in Yandex.News o News.Google

    Saremo anche felici di vederti nelle nostre community su VKontakte, Facebook, Twitter, Odnoklassniki.

    Pietre nella cistifellea. Cosa sono e come rimuoverli

    Calcoli o calcoli nella cistifellea - una delle patologie comuni del tratto digestivo. La malattia dei calcoli biliari o la colelitiasi è più comune nelle donne che negli uomini, può manifestarsi per molti anni senza alcun segno. Recentemente, il rilevamento di pietre nascoste è molto diffuso e i calcoli possono essere rilevati solo utilizzando i moderni metodi di rilevamento..

    Il picco di incidenza si verifica nell'età media - 34-45 anni. L'assenza di sintomi di calcoli alla cistifellea interferisce con la diagnosi precoce della patologia. Dopo 30 anni, si consiglia 1-2 volte all'anno di sottoporsi a un'ecografia della cavità addominale per non perdere l'aspetto dei calcoli, iniziare la dieta in tempo e, se necessario, sottoporsi a trattamento chirurgico.

    Tipi di pietre e loro aspetto

    Quali sono le pietre nella cistifellea? Gli esperti dividono le pietre in due tipi: colesterolo e pigmento (bilirubina). Il tipo specifico di calcoli nella cistifellea può essere determinato da un medico in base ai dati dell'esame. È importante farlo: dopo aver condotto una radiografia della cistifellea per determinare le pietre e altri studi, gli specialisti possono nominare la natura delle pietre e dire se saranno in grado di dissolversi o è meglio preparare immediatamente il paziente per un intervento chirurgico. Puoi guardare la foto delle pietre nella cistifellea per capire come appaiono e che forma hanno.

    Calcoli di colesterolo

    Nell'80% delle persone affette da calcoli biliari vengono rilevati calcoli di colesterolo. Hanno una tinta gialla, contengono colesterolo non sciolto, minerali, bilirubina e altre impurità nella loro composizione. I calcoli di colesterolo nella forma della cistifellea per molti anni. Sono di dimensioni relativamente grandi, possono riempire metà del volume dell'organo, ma allo stesso tempo hanno una struttura abbastanza morbida e si dissolvono facilmente, senza causare complicazioni. Ma appaiono di nuovo molto rapidamente.

    Pietre di bilirubina

    Eccessiva bilirubina nella bile durante l'emolisi (distruzione dei globuli rossi), malfunzionamenti funzionali nel fegato e infezioni del tratto biliare portano alla formazione di pietre marrone scuro o nere. Di solito sono di piccole dimensioni. Ma sono le piccole formazioni più pericolose. Spesso, gli specialisti trovano calcoli di bilirubina nei dotti biliari, che sono intasati con piccole formazioni, causando sintomi di colica biliare e richiedendo interventi chirurgici urgenti.

    Pietre miste

    Nella maggior parte dei casi, gli specialisti trovano pietre nella cistifellea mista. Hanno una struttura eterogenea, possono formarsi a strati per 5-7 anni o più. È a causa della composizione mista che è difficile determinare perché si formano i calcoli biliari e quale metodo di trattamento sarà esattamente efficace.

    Cause della formazione di pietra

    Perché si formano i calcoli biliari, da dove provengono e cosa scatena lo sviluppo della colelitiasi? Oggi non esiste una risposta esatta a questa domanda. Gli specialisti possono solo nominare le presunte cause della formazione di calcoli nella cistifellea. Il principale è il ristagno della bile a causa di abilità motorie compromesse combinate con errori nutrizionali e altri fattori predisponenti..

    Un ruolo importante nello stato del tratto biliare è svolto dalla natura della nutrizione. Snack rari, violazioni dei principi di una dieta sana portano all'ispessimento della bile, a un aumento della quantità di colesterolo in essa e a una violazione del rapporto tra i suoi componenti principali. Ciò porta alla formazione di sedimenti, alla formazione di fiocchi, quando uniti, che compaiono calcoli di varie forme e dimensioni.

    Le principali cause dei calcoli biliari sono:

    • colesterolo alto, a seguito del quale la bile diventa litogena, causando la formazione di calcoli di colesterolo;
    • disturbi metabolici, malattie associate ad un aumento del colesterolo nel sangue (obesità, aterosclerosi);
    • una diminuzione del livello di fosfolipidi, che impedisce la solidificazione del colesterolo e della bilirubina con la formazione di un precipitato;
    • ispessimento della bile a causa di ampi spazi vuoti tra i pasti, malnutrizione;
    • curva della cistifellea e altre anomalie dello sviluppo;
    • ridotta funzionalità epatica, processi infettivi e infiammatori, accompagnata dalla morte delle cellule del fegato (epatociti);
    • basso livello di attività fisica.

    Oltre ai motivi principali per la formazione di calcoli nella cistifellea, ci sono una serie di fattori predisponenti. Non sempre i calcoli compaiono solo a causa di una dieta scorretta e di malattie degli organi biliari.

    Fattori predisponenti

    I seguenti fattori avversi contribuiscono alla formazione di calcoli biliari:

    • uso a lungo termine di farmaci che possono interrompere lo scambio di colesterolo e bilirubina (farmaci contenenti estrogeni, ceftriaxone, fibrati);
    • digiuno prolungato sullo sfondo di gravi malattie dell'apparato digerente;
    • gravidanze multiple;
    • lo sviluppo del diabete;
    • la presenza di aderenze, un aumento delle dimensioni del fegato e di altri organi adiacenti;
    • lo sviluppo di allergie e malattie autoimmuni.

    Non una sola persona è al sicuro dall'aspetto dei calcoli. L'assenza di sintomi di calcoli biliari non significa che non si abbia la colelitiasi. Prima viene diagnosticata la malattia, più veloce è tutto ciò che puoi fare per prevenire le complicanze. La diagnosi regolare è particolarmente necessaria per coloro che hanno gravato sull'eredità. Se tra i tuoi parenti stretti ci sono persone con colelitiasi e colecistite, è molto probabile che possano formarsi pietre in te.

    A rischio sono le persone con obesità, diabete, colesterolo alto, aterosclerosi. Queste malattie sono incredibilmente comuni tra le persone moderne. E ogni anno il numero di tali patologie sta crescendo, così come il numero di pazienti con trasporto di calcoli e colecistite.

    I principali sintomi nelle donne e negli uomini

    Il sintomo principale dei calcoli biliari è il dolore nell'ipocondrio destro. Possono essere acuti e opachi, si verificano periodicamente o solo occasionalmente. Durante i primi anni di trasporto di pietre, il dolore è generalmente assente. Una persona conduce uno stile di vita familiare, senza nemmeno rendersi conto della presenza di calcoli. E, a loro volta, portano a una violazione persistente della motilità e della funzionalità dell'organo, influenzano negativamente le condizioni del fegato e l'intero sistema digestivo.

    È a causa della graduale distruzione della cistifellea e di pericolose complicazioni sotto forma di colecistite acuta, perforazione delle pareti con comparsa di sintomi anche minori di calcoli nella cistifellea, il trattamento viene eseguito principalmente prontamente. La colelitiasi è una malattia in cui è pericoloso aderire alle tattiche in attesa..

    I principali sintomi di calcoli biliari in donne e uomini:

    • dolori acuti o acuti nell'ipocondrio destro;
    • manifestazioni dispeptiche: nausea, vomito, presenza di impurità biliari nel vomito;
    • aumento della temperatura corporea;
    • bruciore di stomaco, pesantezza allo stomaco;
    • gonfiore, dolore addominale periodico;
    • scolorimento delle feci con sviluppo di ittero ostruttivo con ostruzione del calcolo del dotto biliare comune e sviluppo di ostruzione dello sfintere di Oddi.

    I sintomi dei calcoli biliari dipendono dallo stadio della malattia. Nella fase iniziale della formazione del calcolo, il rapporto tra i componenti della bile cambia solo, ma questo non si manifesta clinicamente. Per molti anni, la fase del trasporto di pietre continua, e in questa fase, è possibile rilevare le pietre nella cistifellea utilizzando metodi di ricerca strumentali.

    Se non si esegue un trattamento efficace dei calcoli biliari prima di attacchi di colica e comparsa di dolore, la malattia successivamente passa allo stadio di colecistite calcula acuta o cronica. La funzionalità del corpo verrà rapidamente interrotta.

    Se nella fase iniziale, quando non ci sono sintomi di calcoli nella cistifellea, il trattamento conservativo può dare buoni risultati o almeno fermare la crescita dei calcoli, quindi solo la chirurgia è indicata nella fase della colecistite.

    Cosa fare se vengono rilevati calcoli biliari

    Cosa fare se vengono rilevati calcoli biliari? Le tue azioni dipendono dai risultati diagnostici. Vale la pena dire subito che le piccole pietre sono considerate le più pericolose, poiché spesso passano nei dotti e causano un attacco di colica acuta.

    Per quale medico iscriversi

    Devi trovare un gastroenterologo o un epatologo competente in modo che possa fare una previsione. Un medico esperto ti dirà se è possibile trattare i calcoli nella cistifellea senza intervento chirurgico o se l'intervento chirurgico è l'unica decisione giusta.

    È importante non solo rilevare i calcoli, ma valutare le condizioni del tratto digestivo. Particolare attenzione è rivolta all'esame della cistifellea e del fegato, determinandone le capacità funzionali. Come già accennato in precedenza, è consigliabile eseguire la rimozione di calcoli dalla cistifellea senza colecistectomia mantenendo le funzioni dell'organo. Se non funziona bene, quindi senza calcoli, non sarà in grado di eseguire le funzioni di base.

    Inoltre, il decorso prolungato della colelitiasi priva quasi completamente la funzionalità della cistifellea, così come i vicini, il duodeno e il fegato, dall'organo interessato. Un medico competente ti aiuterà a prendere la decisione giusta..

    Caratteristiche diagnostiche

    Se sospetti la presenza di calcoli nella cistifellea, vengono utilizzati i seguenti metodi diagnostici:

    • esame del sangue generale (leucocitosi, aumento della VES);
    • analisi del sangue biochimica (colesterolo alto e bilirubina, aumento dell'attività della fosfatasi alcalina);
    • Ultrasuoni degli organi addominali (determina la presenza di calcoli, cambiamenti patologici nelle pareti della cistifellea e sua motilità, segni di colecistite);
    • colecistografia (aumento della cistifellea, presenza di formazioni calcaree sulle pareti delle mucose, calcoli di dimensioni diverse).

    Inoltre, gli specialisti possono prescrivere la tomografia computerizzata del tratto biliare. Questo metodo di diagnosi delle radiazioni consente di esaminare non solo la cistifellea, ma anche l'intero tratto biliare, compresi i dotti e il fegato.

    I calcoli di colesterolo sono raggi X negativi (sono visibili su un'ecografia, ma non sono visibili su una radiografia). Pertanto, è preferibile un esame completo in presenza di calcoli nella cistifellea. Ti permette di avere un quadro completo dello stato degli organi biliari.

    Trattamento farmacologico

    La terapia farmacologica viene utilizzata per eliminare i sintomi della colecistite e della colica biliare. Usa antispasmodici, analgesici, assicurati di prescrivere una dieta numero 5. Le pietre portano all'infiammazione della cistifellea e una violazione delle sue capacità funzionali. Pertanto, nella maggior parte dei casi, gli specialisti insistono sul trattamento chirurgico.

    Poiché il trattamento dei calcoli nella cistifellea con i farmaci è spesso inutile, un'opzione ideale è una colecistectomia. Ma se il paziente non vuole avere un intervento chirurgico e ci sono controindicazioni, usano tattiche in attesa. I pazienti con malattie croniche del sistema cardiovascolare spesso rifiutano un intervento chirurgico. In tali casi, è possibile frantumare e sciogliere i calcoli biliari senza intervento chirurgico per rimuovere l'organo interessato.

    Ma in oltre il 50% dei casi, i calcoli si formano di nuovo nei primi 2-3 anni dopo il trattamento minimamente invasivo con farmaci o schiacciamento. Questo è inevitabile, perché i calcoli nella cistifellea si formano a causa di una violazione del metabolismo del colesterolo e del ristagno della bile. È molto difficile influenzare questi processi, specialmente per una persona che è abituata a mangiare in un certo modo e ha malattie croniche.

    Dissoluzione di pietre senza chirurgia

    È possibile e come sciogliere i calcoli biliari senza chirurgia? Molte persone sognano metodi di tale trattamento. La metodologia si basa sull'uso di acidi ursodesossicolici e chenodesossicolici, che sono in grado di macinare i calcoli e facilitarne l'escrezione insieme al flusso biliare e alle feci.

    Ursosan è abbastanza efficace: un farmaco per dissolvere i calcoli nella cistifellea, che riduce la concentrazione di colesterolo nella bile, ha un effetto epatoprotettivo, protegge le cellule dagli acidi biliari tossici. Ursosan è a base di acido ursodesossicolico, che provoca la dissoluzione di solo calcoli di colesterolo.

    Livodex, Ursofalk, Exhol, Henosal, Henofalk e altri farmaci per dissolvere i calcoli biliari, che vengono utilizzati per lunghi corsi, hanno un effetto simile. Dopo aver eliminato i calcoli, il trattamento viene continuato per altri 2-3 mesi.

    Caratteristiche importanti della dissoluzione delle pietre con le droghe
    Per sciogliere i calcoli nella cistifellea usando acidi, devono essere soddisfatte le seguenti condizioni:

    • le pietre devono essere necessariamente a raggi X (colesterolo);
    • la dimensione del calcolo non è superiore a 15-20 mm;
    • la cistifellea dovrebbe conservare la funzionalità ed essere riempita con pietre non più della metà;
    • con l'uso prolungato di farmaci per dissolvere i calcoli, viene eseguito un esame del sangue biochimico ogni 2-4 settimane per valutare l'attività delle transaminasi epatiche;
    • i condotti della vescica dovrebbero essere liberi;
    • ogni 6 mesi di trattamento farmacologico, viene eseguita un'ecografia del fegato e della cistifellea.

    Molte persone non sanno come rimuovere i calcoli dalla cistifellea senza intervento chirurgico, ma quando vengono offerti farmaci a base acida, i pazienti non rispettano le condizioni importanti per il loro uso. E l'efficacia dei fondi assegnati dipende da questo. Se provi a sbarazzarti delle pietre nella grande cistifellea e riempi quasi l'intero volume dell'organo, il rischio di colica biliare e altre complicazioni pericolose aumenta drasticamente.

    A volte, gli specialisti effettuano la colelitolisi da contatto quando un catetere viene inserito nella cistifellea e una certa quantità di litolitico viene alimentata attraverso di essa. Le pietre disciolte vengono rimosse con una sostanza chimica. La tecnica è nuova e poco studiata. Spesso porta ad un aumento del processo infiammatorio nell'area delle pareti della vescica e di altri organi del tratto gastrointestinale.

    Di norma, con un lungo decorso della malattia, la funzionalità dell'organo è nettamente ridotta. E questa è una delle controindicazioni per l'uso di farmaci a base acida. In questo caso, puoi provare la litotripsia (la distruzione dei calcoli) o rimuovere i calcoli nella cistifellea laporoscopicamente.

    litotripsia

    La litotripsia è un intervento chirurgico minimamente invasivo per rimuovere i calcoli biliari distruggendoli. Il metodo si basa sulla frantumazione di formazioni che utilizzano ultrasuoni, laser al neodimio, pneumatici e altri strumenti altamente precisi. Si consiglia la litotripsia a onde d'urto delle pietre nella cistifellea in presenza di una o più pietre. La tecnica viene utilizzata solo in assenza di segni di infiammazione acuta del tratto biliare e ostruzione del dotto.

    Trattamento chirurgico

    Ogni anno nel nostro paese vengono eseguite centinaia di operazioni per rimuovere i calcoli nella cistifellea durante la laparoscopia: le recensioni sul metodo sono diverse, ma molte di esse sono ancora positive. I pazienti si stancano della costante esacerbazione della colecistite calcula e alla fine decidono il trattamento chirurgico. Conseguenze negative dopo la rimozione della cistifellea con calcoli si verificano in coloro che non possono sopportare una dieta abbastanza rigorosa nei primi 3-6 mesi del periodo di recupero.

    Ma le restrizioni alimentari possono essere gradualmente allentate, rifiutando solo cibi eccessivamente grassi, fritti, cibi piccanti e alcool. La colecistectomia comporta la rimozione della cistifellea insieme ai calcoli. Dopo diversi anni di calcoli biliari, l'organo non può più svolgere le sue funzioni, quindi è meglio rimuoverlo.

    Nella maggior parte dei casi, la colecistectomia viene eseguita attraverso l'accesso laparoscopico - piccole forature nella parete addominale. Tale operazione è facilmente tollerata, non è accompagnata da perdita di sangue e non richiede una riabilitazione pesante e lunga.

    Etnoscienza

    Il trattamento dei calcoli biliari con rimedi popolari viene effettuato sotto la supervisione di un medico. I principi di dissoluzione dei calcoli sono simili a quelli con l'uso di acidi nelle droghe. I rimedi di erbe possono distruggere le pietre e se ce ne sono troppe o se sono grandi, il rischio di ostruzione del condotto sarà elevato. Usare cautela quando si utilizza la medicina tradizionale, soprattutto se in precedenza si sono verificati attacchi di colica biliare.

    Infuso Di Barbabietole

    Cuocere le barbabietole senza buccia fino a una densa infusione. Prendilo in 0,5 tazze per 30 minuti prima di ogni pasto (almeno 3 volte al giorno). Il corso del trattamento è lungo - 4-6 mesi. Ma l'efficacia del metodo è alta, il che è confermato dalle persone nei forum specializzati in cui risolvono i problemi della cistifellea, incluso il corso della colecistite calcarea.

    Tintura di foglie di rafano

    Risciacquare le foglie di rafano (in modo che sia sufficiente riempire un barattolo da 3 litri), asciugarle e tagliarle con le forbici in pezzi di 2-3 cm, piegarle in un barattolo, versare la vodka e preferibilmente il chiaro di luna fatto in casa. Un barattolo richiederà circa 2 litri. Metti in un luogo buio per 2 settimane. Scuoti periodicamente un barattolo di foglie di rafano. Dopo 2 settimane, la tintura è pronta. Bevilo in 1 cucchiaio un'ora dopo aver mangiato o a stomaco vuoto (se non ci sono problemi di stomaco). Prendi il prodotto fino alla fine. Dopo aver sciolto i calcoli biliari, bere la tintura per la prevenzione ogni 2 anni.

    Bile d'orso

    La bile d'orso viene utilizzata attivamente per dissolvere i calcoli biliari. Ha proprietà curative uniche, è persino usato per combattere i tumori. La cistifellea dell'orso in forma secca deve essere schiacciata e riempita con vodka nel rapporto tra 25 g di bile e 0,5 litri di vodka.

    Il prodotto sarà pronto tra 2 settimane. Per tutto questo tempo dovrebbe essere in un luogo buio. Si consiglia di scuotere quotidianamente la nave con tintura. Prendilo in mezzo cucchiaino un'ora dopo aver mangiato o a stomaco vuoto (se la salute dello stomaco lo consente). Il corso di dissoluzione delle pietre nella cistifellea con questo strumento è di 2-3 mesi.

    Caratteristiche della dieta per i calcoli biliari

    Se ci sono calcoli nella cistifellea, è importante seguire i principi di base di una buona alimentazione:

    • mangiare ogni 3-4 ore, ma in piccole porzioni per prevenire il ristagno della bile;
    • escludere completamente dalla dieta cibi fritti, cibi grassi, salsicce, cibi piccanti, alcool, bevande gassate;
    • rifiutare frutta acida, verdure che causano la formazione di gas (legumi, cavoli, uva);
    • non mangiare mai troppo e andare a letto a stomaco pieno;
    • non mangiare cibi eccessivamente grossolani e duri.

    Durante il periodo di esacerbazione, la dieta dovrebbe essere più rigorosa. Con remissione, è consentito mangiare tutto tranne i principali cibi proibiti, grassi, piccanti e fritti.

    Prevenzione

    La prevenzione della formazione di calcoli biliari è di evitare l'influenza di fattori che contribuiscono ad aumentare i livelli di colesterolo, bilirubina e ristagno della bile. Si raccomanda un regolare esercizio fisico, che influisce positivamente sulla motilità dell'intero tratto digestivo. È importante mantenere un peso ottimale, per evitare sia l'obesità che una forte riduzione del peso corporeo.

    Cerca di mangiare frazionalmente, in piccole porzioni, ma spesso in modo che la bile non ristagni o precipiti i fiocchi di colesterolo. Rifiuta la carne grassa, i cibi piccanti, le salsicce e altri cibi malsani, che non solo contribuiscono alla formazione di calcoli nella cistifellea, ma interferiscono anche con il lavoro di tutti gli organi del tratto gastrointestinale, causando varie malattie.

    Domande e risposte del medico

    Ho un grosso calcoli biliari, cosa devo fare? Immediatamente all'operazione?

    Le tattiche per il trattamento dei calcoli biliari dipendono da molti fattori. È necessario sottoporsi a un esame completo, per capire che tipo di pietre sono. Colesterolo più comune Se sono pochi e piccoli, puoi provare a dissolverli. Ma è consigliabile utilizzare metodi non chirurgici quando il corpo mantiene le sue funzioni (questo può essere visto sugli ultrasuoni con un carico). Dopo la dissoluzione o la frantumazione, è ancora necessario seguire la dieta n. 5, nonché dopo aver rimosso la bile.

    Come trattare i calcoli biliari negli anziani? Potrebbero non sopravvivere all'operazione..

    In età avanzata, viene eseguita anche una colecistectomia laparoscopica. Ma con cattiva salute e fallimento del paziente, si consiglia di seguire una dieta, utilizzare un'attività fisica moderata per prevenire i processi stagnanti. È anche importante condurre regolarmente un'ecografia del fegato e della cistifellea per monitorare la condizione.

    La condizione dopo la rimozione della bile potrebbe essere peggiore rispetto a prima dell'intervento? Come vivere dopo aver rimosso i calcoli biliari?

    La condizione dopo la rimozione chirurgica della bile con calcoli dipende dal grado di danno ad altri organi (sfintere di Oddi, fegato, pancreas) e dieta nei primi 3-6 mesi, quando è in corso l'adattamento al tratto gastrointestinale senza cistifellea. Di solito i pazienti affrontano bene tutti i problemi e ritornano facilmente alla vita normale. L'unica cosa, sottolineo ancora una volta: dopo l'intervento chirurgico è necessaria una dieta numero 5.

    In questo video, gli esperti parlano della necessità di un esame per i calcoli nella cistifellea e dei metodi diagnostici che dovrebbero essere eseguiti prima.

    Cari lettori, potete porre tutte le domande nei commenti.