Tumore di Klatskin

Le nuove tecnologie arrivano in Russia.

Invitiamo i pazienti a partecipare a nuovi metodi di trattamento del cancro, nonché a studi clinici su farmaci a base di cellule T (terapia LAK). La terapia viene eseguita in vari centri di ricerca sul cancro, a seconda del tipo di tumore..

Feedback sul metodo del Ministro della Salute della Federazione Russa V. Skvortsova.

Commento sulle tecnologie cellulari del principale oncologo della Russia, accademico M. Davydov.

Il cancro dei dotti biliari, che si forma all'uscita del fegato, ha un altro nome in oncologia: il tumore di Klatskin. Una neoplasia simile si forma nella regione delle parti superiori dei dotti biliari nell'area della loro separazione tra i lobi destro e sinistro del fegato.

I condotti sono anche divisi in destra e sinistra. Il tumore di Klatskin può essere localizzato solo in uno dei dotti o in entrambi contemporaneamente. Poiché la posizione dei dotti biliari è abbondantemente dotata di vasi sanguigni, mentre il tumore progredisce, il tumore può crescere nel fegato e nei vasi sanguigni.

Il quadro clinico della malattia

Le principali manifestazioni cliniche di un tumore di Klatskin sono gli stessi sintomi che si osservano con il blocco dei dotti biliari.

Nella maggior parte dei casi, con questo tipo di oncologia, il paziente ha il giallo della pelle, che si sviluppa quando la bilirubina entra nel flusso sanguigno e il fegato non fa fronte al suo lavoro. Con una violazione del fegato, il giallo acquisisce non solo la pelle, ma anche il bianco degli occhi.

È importante capire che non solo un tumore del dotto biliare può provocare lo sviluppo di ittero. Questa patologia può essere dovuta a epatite o blocco del tratto biliare con calcoli. In caso di ittero, consultare uno specialista..

Un'altra delle manifestazioni cliniche del tumore di Klackin è l'oscuramento delle urine e il alleggerimento delle feci. La bilirubina dona un colore scuro alle feci e poiché la maggior parte entra nel flusso sanguigno, questo porta ad un alleggerimento delle feci.

Metodi per la diagnosi della patologia

Se si sospetta il cancro del dotto biliare, nella maggior parte dei casi al paziente viene prescritta un'ecografia della cavità addominale, risonanza magnetica, TC, puntura con una biopsia. Gli ultimi metodi diagnostici consentono di valutare accuratamente i parametri del tumore, la sua posizione e il volume dell'operazione richiesta.

Se viene rilevato un piccolo tumore, nella maggior parte dei casi al paziente viene prescritta la rimozione chirurgica della ramificazione dei dotti biliari con l'ulteriore creazione di epatico -unoanastomosi sul ciclo spento del digiuno.

Se il tumore di Klatskin colpisce il tessuto epatico, è consentita la rimozione di alcuni dei suoi segmenti. Se viene rilevato un tumore di 4 ° grado, al paziente viene mostrato drenaggio esterno o interno trans-tumorale sul drenaggio nascosto. La parziale rimozione del fegato e di alcuni dei suoi vasi consente di aumentare la resecabilità del focus oncologico all'83%.

La laparotomia

La laparotomia palliativa per il cancro del dotto biliare si basa sull'eliminazione interna o esterna della bile accumulata. L'aspettativa di vita di un paziente sottoposto a drenaggio esterno aumenta in media di sei mesi e con interno - di un anno.

Nella chirurgia moderna, sono ampiamente utilizzati interventi chirurgici mini-invasivi che possono eliminare in modo efficace e sicuro la bile accumulata. Questi metodi includono:

• Colangio-drenaggio epatico endoscopico e percutaneo;

• Istituzione di stent nei dotti biliari;

Come intervento chirurgico radicale con una posizione prossimale del tumore, è possibile rimuovere il tumore entro i confini dei tessuti sani con l'ulteriore creazione di una epatico-giunanastomosi sul ciclo browniano e una spina di Shalimov quando si rinforza il ciclo dell'intestino tenue. In alcuni casi, la rimozione dei segmenti del fegato viene eseguita sotto la supervisione di una macchina ad ultrasuoni..

Trattamenti endovascolari

I metodi endovascolari per il trattamento del cancro con ittero possono essere utilizzati solo dopo aver raggiunto un livello accettabile di bilirubina totale. Ciò consentirà di sottoporsi efficacemente alla chemioinfusione e alla chemioembolizzazione con un prolungamento della vita del paziente di 2,5 volte.

Interventi vascolari mini-invasivi

Le operazioni chirurgiche sui vasi vengono eseguite sotto il controllo di dispositivi speciali, per alcuni pazienti oncologici viene inserito un catetere all'interno del vaso, che consente di modificare il flusso sanguigno o erogare in modo più accurato una dose di radiazioni radiochirurgiche.

Inserimento di catetere endovascolare

Il metodo di embolizzazione consiste nell'introdurre sostanze speciali nel vaso, che portano alla formazione del suo blocco e all'interruzione del flusso sanguigno. Tali sostanze comprendono microsfere, agenti sclerosanti liquidi, agenti simili alla colla che induriscono..

Consegna di farmaci: questo metodo si basa sull'introduzione di un catetere nel vaso sanguigno interessato, attraverso il quale i farmaci (antispasmodici, antitumorali, chemioterapici, trombolitici e altri) entrano nel luogo desiderato. Consegna di dispositivi medici - consegna temporanea o permanente di stent o cilindri. Sia quelli che altri dispositivi consentono di modificare il lume dei vasi sanguigni e il flusso sanguigno al loro interno.

Come funzionano gli interventi endovascolari

La realizzazione di metodi di trattamento endovascolare, nonché interventi chirurgici, richiede che uno specialista sia altamente professionale e utilizzi gli strumenti necessari. Di norma, il trattamento viene effettuato in dipartimenti e uffici appositamente attrezzati. Durante tale procedura, uno specialista può utilizzare apparecchiature a raggi X, farmaci, cateteri e altri strumenti.

L'apparecchiatura a raggi X per l'angiografia consiste in una tabella di trattamento del paziente, tubi mobili e rilevatori, un monitor per la valutazione dei parametri delle immagini ottenute.

Grazie ai monitor situati nelle vicinanze, lo specialista è in grado di valutare i parametri dei vasi sanguigni in tempo reale.

Inoltre, nella cabina di pilotaggio si trovano apparecchiature di alimentazione per anestesia, tra cui un sistema di infusione endovenosa e un apparato per il monitoraggio della frequenza cardiaca, della pressione sanguigna e del contenuto di ossigeno nel sangue.

Il catetere è un lungo tubo di plastica sottile rivestito esternamente con materiale liscio. Il medico nell'arsenale ha cateteri di varie dimensioni e diametri. Nella maggior parte dei casi, un lungo catetere di piccolo diametro viene inserito nel lume di un vaso sanguigno attraverso un catetere corto e spesso.

Quali sono i vantaggi dell'embolizzazione del catetere??

Grazie al metodo di embolizzazione vascolare, sono stati raggiunti alti successi in quelle situazioni che in precedenza erano considerate inoperabili. Tale tecnica è meno pericolosa e traumatica per il paziente, a differenza della chirurgia a cielo aperto, e riduce anche significativamente il periodo di riabilitazione. L'embolizzazione del catetere può essere eseguita in anestesia locale, che è anche un grande vantaggio per i pazienti che sono scarsamente tollerati con l'anestesia generale..

Questa procedura è eccellente per il trattamento di quelle neoplasie oncologiche che erano state precedentemente considerate inoperabili o che la chirurgia comporta un alto rischio per la vita del paziente..

La chiusura delle anastomosi vascolari mediante spirali consente un controllo altamente efficace delle manifestazioni cliniche delle malattie e aumenta la durata della vita del paziente.

Puoi chiedere un metodo di trattamento efficace.

- metodi terapeutici innovativi;
- opportunità di partecipazione alla terapia sperimentale;
- come ottenere una quota per il trattamento gratuito presso il centro oncologico;
- questioni organizzative.

Dopo la consultazione, al paziente vengono assegnati il ​​giorno e l'ora di arrivo per il trattamento, il reparto cure, se possibile, il medico curante.

L'ittero ostruttivo è contagioso

L'ittero meccanico è chiamato una sindrome patologica, che si esprime in violazione del deflusso della bile dal tratto biliare. È accompagnato da una marcata colorazione della pelle, della sclera e delle mucose in giallo. L'ittero ostruttivo può aggravare gravemente le condizioni del paziente sullo sfondo della malattia attuale.

Molti si preoccupano della domanda: l'ittero ostruttivo è contagioso o no? La risposta può essere solo una: no, perché la sua trasmissione attraverso il sangue o da goccioline trasportate dall'aria è impossibile. La causa di questa patologia è qualsiasi ostacolo al deflusso della bile, che si forma meccanicamente. Quindi, quando si contatta un tale paziente è impossibile essere infettati. Di tutte le malattie che sono accompagnate dall'ingiallimento della pelle, possono essere trasmessi solo virus dell'epatite, ma l'origine di questo tipo di patologia non è meccanica.

Cause di ittero ostruttivo

Tutte le malattie in cui può verificarsi l'ittero ostruttivo possono essere divise in benigne e maligne. Molto spesso ciò si verifica a causa della colelitiasi e di un tumore del tratto biliare, del fegato, del pancreas o delle metastasi epatiche. Esistono altre malattie che sono accompagnate da questo sintomo:

  • diverticolo del duodeno;
  • cisti idatidica;
  • cicatrici;
  • infiltrarsi sullo sfondo dell'infiammazione;
  • stenosi del tratto biliare;
  • colangite sclerosante;
  • ipoplasia o atresia dei dotti (malattia congenita);
  • cisti congenita;

Come succede??

I capillari biliari si espandono sotto la pressione del contenuto in eccesso e la bile penetra nei sistemi circolatorio e linfatico. I pigmenti che circolano nel sangue iniziano a macchiare la pelle e le mucose in giallo. I reni, cercando di liberare parzialmente il corpo dalla bilirubina, iniziano a espellerlo e quindi l'urina si scurisce. La bile non entra nell'intestino, quindi le feci diventano leggere.

Sintomi di ittero ostruttivo

In presenza di una tale patologia come l'ittero ostruttivo, i sintomi possono essere i seguenti:

  1. Sindrome del dolore (la natura e la radiazione del dolore dipendono dalla causa dell'ittero);
  2. Dispepsia;
  3. Un aumento della temperatura (manifestato quando si unisce la colangite);
  4. Grave prurito cutaneo;
  5. Pigmentazione della pelle;
  6. Oscuramento delle urine e feci leggere;
  7. A volte - un aumento della cistifellea;
  8. epatomegalia.

Quando si esamina un tale paziente, la pelle e le mucose visibili hanno un colore giallo-arancio brillante, che presto cambia in grigio terra. Xantomi (depositi di colesterolo) possono essere presenti sulle palpebre, ematomi pronunciati compaiono sui siti dei lividi e sono visibili graffi su tutta la superficie della pelle.

La quantità di bilirubina nel sangue è aumentata (oltre 20 μmol / L) e l'aumento è dovuto sia alle frazioni dirette che indirette. Un aumento dell'attività della fosfatasi alcalina si nota con test di funzionalità epatica normali o leggermente elevati..

La diagnosi di ittero ostruttivo viene finalmente stabilita dopo aver ottenuto i risultati di ulteriori metodi di ricerca. Questi includono ultrasuoni, duodenografia di rilassamento, colangiografia, scansione epatica.

La diagnosi differenziale viene eseguita con ittero parenchimale ed emolitico.

Tumore di Klatskin come causa di ittero ostruttivo

Tra le cause che creano una barriera meccanica al deflusso della bile, il carcinoma colangiocellulare è raro o un tumore di Klatskin con ittero ostruttivo si sviluppa anche con questa patologia. Al suo centro, questa neoplasia è il risultato di una mutazione delle cellule epiteliali che fanno parte dei dotti biliari.

Questa è una malattia relativamente rara che viene diagnosticata in 1-2 persone su 100.000 che cercano aiuto per l'ittero ostruttivo, ma recentemente tali casi sono diventati più frequenti. Spesso, un tale tumore si sviluppa dopo la colangite sclerosante, nonché con anomalie congenite nella struttura del fegato e del tratto biliare. A volte è provocato da infestazioni elmintiche.

Le prime fasi del processo tumorale, che porta all'ittero ostruttivo, sono asintomatiche. I pazienti spesso si rivolgono ai medici anche quando la cura finale è impossibile.

Il tumore di Klatskin porta a coagulopatia, insufficienza epatica, colangite. La sepsi può verificarsi.

La prognosi dell'oncopatologia

L'ittero ostruttivo nella prognosi del cancro dà spesso delusione. In presenza di un processo di vasta portata, la chirurgia può portare solo un sollievo temporaneo, per un po 'di tempo per migliorare la condizione ed estendere la vita del paziente. Altri metodi di trattamento sono utilizzati anche per questo: chemioterapia e radiazioni..

L'ittero meccanico di per sé compromette in modo significativo la qualità della vita di un tale paziente. La presenza di bilirubina nel sangue porta a un'intossicazione generale del corpo e accelera la morte del paziente. Le operazioni palliative praticate nelle cliniche che mirano ad eliminare l'ostruzione al deflusso della bile possono salvare la vita del paziente e ottimizzare la prognosi. Molto spesso, i dotti biliari vengono drenati o la protesi viene installata nella zona di compressione - stenting.

Va detto che l'ittero ostruttivo è riferito da molti medici a patologie chirurgiche acute, poiché richiede un'eliminazione immediata entro e non oltre dieci giorni dal suo sviluppo. Altrimenti, c'è una minaccia di colangite e insufficienza epatica acuta..

Come mangiare con ittero ostruttivo?

La dieta con ittero ostruttivo dovrebbe essere finalizzata all'eliminazione del carico eccessivo sugli epatociti. E dopo l'intervento chirurgico, dovrebbe essere prestata attenzione al rapido recupero del corpo.

Quando l'ittero è necessario bere molti liquidi. Il volume giornaliero non deve essere inferiore a 1,5 litri. Ciò è necessario per ridurre il carico di intossicazione sui reni e accelerare l'escrezione della bilirubina. Il fabbisogno energetico del corpo durante questo periodo può essere soddisfatto consumando cibi ricchi di carboidrati (tè dolce, composta, glucosio in soluzione). Tale dieta migliora i processi metabolici e non sovraccarica il fegato.

Qualche tempo dopo l'intervento chirurgico e man mano che la condizione migliora, la dieta può essere espansa. Il paziente può introdurre nella dieta minestre di verdure, porridge di latte, succhi di frutta. Tutto il cibo dovrebbe essere a una temperatura confortevole. Si sconsiglia l'uso di cibi stantii..

Il prossimo passo è l'aggiunta di carne bollita o al vapore, pesce o vari piatti da loro. Come contorno, sono adatti i cereali di qualsiasi tipo di cereale. Per migliorare l'assimilazione del cibo e ridurre il carico sugli organi digestivi, i prodotti devono essere elaborati con cura, serviti solo nella forma più schiacciata. I grassi nel corpo dovrebbero presentarsi solo sotto forma di una piccola quantità di verdura e burro. È vietato qualsiasi altro tipo di alimento grasso di origine animale con questa dieta..

Dopo un certo tempo, con una stabilizzazione stabile del corpo, puoi mettere in tavola prodotti caseari a basso contenuto di grassi, così come pane secco o bianco di ieri.

Autore: Lapushanskaya V.V., medico di famiglia

Tumore di Klatskin

Che cos'è un tumore di Klatskin?

Un tumore di Klatskin o colangiocarcinoma è una malattia maligna del tratto biliare. Molto spesso, il tumore è localizzato nei dotti biliari extraepatici prossimali. La neoplasia maligna progredisce lentamente e per lungo tempo non provoca alcun quadro clinico. Molto spesso, il tumore di Klatskin è rappresentato da un adenocarcinoma, in rari casi si trovano carcinoma a cellule squamose e leiomiosarcoma.

Oggi, i colangiocarcinomi occupano un posto significativo nella struttura del cancro del fegato e delle vie biliari. Ci sono alcune difficoltà nella diagnosi e nel trattamento del cancro dei dotti biliari extraepatici, poiché una neoplasia maligna spesso cresce nel parenchima epatico. Dopo la rimozione chirurgica del tumore di Klatskin, si verificano spesso recidive.

Cause del colangiocarcinoma

Le cause esatte dello sviluppo di un tumore di Klatskin non sono note oggi. Si distinguono i seguenti fattori predisponenti:

  • Genere maschile
  • Età 50-70 anni
  • colelitiasi
  • Processi infiammatori cronici della cistifellea e dei dotti biliari
  • Predisposizione genetica - Sindrome di Lynch - carcinoma del colon-retto e carcinoma della cistifellea. Questa malattia è ereditata in modo autosomico dominante..
  • Invasione elmintica del dotto biliare
  • Cisti del fegato e dei dotti biliari

Sintomi del tumore di Klatskin

Poiché il tumore appare nelle fasi avanzate, per lungo tempo, i pazienti non consultano uno specialista. I sintomi più caratteristici del colangiocarcinoma sono:

  • L'aspetto dell'ittero. Di norma, questo è il sintomo principale con cui i pazienti si rivolgono agli specialisti. L'intensità dell'ittero dipende dalla durata della malattia. La malattia inizia da un leggero aumento della bilirubina diretta, che può essere osservata esclusivamente in un esame del sangue biochimico. Con la progressione della malattia, l'ittero aumenta. Negli stadi avanzati del colangiocarcinoma si verificano insufficienza epatica-renale, sindrome da intossicazione, prurito cutaneo, encefalopatia bilirubinica.
  • Una caratteristica del colangiocarcinoma è l'assenza di dolore nell'ipocondrio destro. Un leggero disagio può essere presente nelle fasi terminali, con grave ristagno della bile.
  • Colestasi: ristagno della bile, manifestato da prurito cutaneo, feci incolori e urine scure.
  • perdita di appetito, debolezza non motivata, perdita di peso. A volte c'è un aumento della temperatura corporea in cifre subfebriliche.

Diagnosi del tumore di Klackin

Nelle cliniche di Israele, Germania e altri paesi all'estero, vengono utilizzati moderni metodi diagnostici, con l'aiuto del quale è possibile la diagnosi precoce dei tumori del tratto biliare. Se necessario, i pazienti vengono osservati da specialisti in profili stretti.

Esperti stranieri prestano grande attenzione ai risultati di un esame generale del paziente. In un paziente con tumore di Klatskin, si osserva il giallo della pelle e delle mucose, il sintomo di Courvoisier è una cistifellea ingrossata e indolore (si verifica nelle fasi terminali della malattia). Dopo aver esaminato il paziente, vengono prescritti chiarimenti su reclami e storia medica, vengono prescritti metodi di ricerca di laboratorio e strumentali:

  • Analisi generale di sangue e urina
  • Esame del sangue biochimico - con un tumore di Klatskin, è uno dei principali metodi diagnostici. La malattia maligna è accompagnata da un aumento del livello di bilirubina totale a 250-300 μmol / L (con una norma di 20,5 μmol / L). C'è anche un aumento della GGT, delle transaminasi, una diminuzione dell'albumina.
  • Oncomarker CA 19-9, CA 125 - per le neoplasie maligne del tratto biliare non sono specifiche, ma la loro sensibilità ci consente di sospettare i processi maligni del tratto biliare.
  • L'ecografia è un metodo di ricerca obbligatorio. Con i colangiocarcinomi, gli specialisti sono in grado di rilevare l'espansione dei dotti biliari.
  • Nelle cliniche all'estero, con sospetti processi maligni nei dotti biliari, la colangiografia transepatica percutanea viene eseguita sotto la supervisione di un'ecografia. Questo metodo consente di determinare la causa esatta del danno al tratto biliare. Durante la procedura, puoi condurre una biopsia del tumore.
  • Pancreatocholangiography retrograda endoscopica
  • TC, risonanza magnetica - i metodi più informativi per visualizzare una neoplasia maligna.

Trattamento del tumore di Klackin

Il metodo chirurgico consiste nel resecare i dotti biliari interessati con una parte del fegato. La chirurgia viene eseguita in collaborazione con i chirurghi vascolari, a causa della vicinanza ai dotti biliari delle strutture vascolari epatiche. Prima dell'intervento chirurgico, tutti i pazienti sottoposti a preparazione preoperatoria obbligatoria, che consiste nella normalizzazione delle funzioni compromesse di organi e sistemi, nonché nella riduzione del livello di bilirubina totale (l'intervento chirurgico può essere eseguito a una concentrazione di bilirubina totale non superiore a 50 μmol / l).

Nelle fasi avanzate del cancro, vengono eseguiti interventi chirurgici radicali: resezione dei dotti biliari, parte del fegato e del pancreas.

In casi non resecabili del tumore di Klackin, vengono eseguiti interventi chirurgici palliativi, che servono a garantire l'astrazione interna o esterna della bile. Vengono eseguiti anche interventi mini-invasivi: drenaggio colangio-transangolare endoscopico e percutaneo.

La chemioterapia - con colangioarcinoma viene utilizzata come metodo di trattamento aggiuntivo. Nelle cliniche israeliane vengono prescritti esclusivamente moderni farmaci altamente efficaci, che hanno un effetto dannoso sulle cellule maligne, praticamente senza causare complicazioni ed effetti collaterali nel paziente.

Radioterapia: i metodi di radioterapia locale sono prescritti in cliniche all'estero che riducono significativamente il rischio di reazioni avverse sistemiche e aumentano la tolleranza al trattamento.

La radiochirurgia stereotassica è un metodo moderno di trattamento delle neoplasie maligne, con l'aiuto del quale è diventato possibile combattere efficacemente anche i tumori di stadi avanzati e posizioni difficili da raggiungere. Le radiazioni gamma non causano un effetto dannoso sulle cellule sane del corpo.

In precedenza, dopo il trattamento di un tumore di Klackin, sono sorte molte complicazioni. Il rapido sviluppo di procedure chirurgiche sul tratto biliare, l'uso di moderne tecniche mini-invasive possono ridurre significativamente il rischio di complicanze postoperatorie. Dopo il trattamento in cliniche in Israele o Germania, i pazienti seguono un corso di riabilitazione individuale.

Diagnosi e trattamento del tumore di Klatskin

Il colangiocarcinoma è una malattia oncologica dei dotti biliari che colpisce le sezioni distali intraepatiche, quasi rotazionali dell'albero biliare. Il tipo più comune di colangiocarcinomi sono i tumori portale (56%), meno spesso colangiocarcinomi intraepatici (6-10%).

Un tumore portale, chiamato anche tumore di Klatskin (descritto per la prima volta dal ricercatore Gerald Klatskin negli anni '60), colpisce il dotto epatico comune nel sito di biforcazione del dotto epatico destro e sinistro nel portale.

Caratteristiche del tumore di Klackin

Questo tumore costituisce il 3% dei tumori maligni del tratto gastrointestinale. Di solito si verifica all'età di 50-70 anni, ma può verificarsi prima. Nella maggior parte dei casi, rilevato in pazienti con colangite sclerosante primaria e cisti coledocali.

Il tasso di incidenza è leggermente più alto tra gli uomini. Tale neoplasia cresce lentamente e metastatizza in ritardo. A causa della diagnosi tardiva e dell'impossibilità di resezione chirurgica, la malattia ha un alto rischio di morte.

La prevalenza della malattia rappresenta fino a 2 casi su 100.000 persone, il suo livello aumenta ogni anno, forse a causa del miglioramento della diagnosi e dell'introduzione della tomografia computerizzata.

Una neoplasia si sviluppa da cellule epiteliali intraepatiche ed extraepatiche. Alcuni ricercatori suggeriscono che lo sviluppo della malattia è associato a una mutazione del gene soppressore del tumore.

Secondo la struttura morfologica, il tumore di Klackin nel 90% dei casi rappresenta adenocarcinoma, nel 10% dei tumori a cellule squamose. Metastasi locali si trovano nel fegato, nelle porte del fegato, nei linfonodi regionali del complesso pancreatoduodenale e nella cavità addominale.

Fattori di rischio per la malattia

L'eziologia dei dotti biliari maligni nella maggior parte dei casi rimane indeterminata.

Attualmente si ritiene che i calcoli alla cistifellea non aumentino il rischio di sviluppare colangiocarcinomi.

Considera i principali fattori di rischio:

  • Colangite sclerosante primaria. La colite ulcerosa è osservata nel 90% dei pazienti con colangite sclerosante. Il trenta percento della malattia viene diagnosticato in pazienti con colite ulcerosa e colangite sclerosante. Fumo, alcol, obesità aumentano il rischio.
  • Cisti del dotto biliare comune. Il rischio è associato alla durata della malattia. Dopo due decenni, il suo tasso sta aumentando del 15% all'anno..
  • Infezioni parassitarie Gli agenti causali delle trematodosi epatiche (colpo di fortuna cinese) sono la causa del colangiocarcinoma intraepatico. Ciò può essere dovuto a una reazione infiammatoria..
  • Epatolitiasi (la presenza di calcoli nei dotti intraepatici, prevale in Asia orientale).
  • Esposizione alle tossine (alcuni composti chimici causano lo sviluppo di tumori maligni dei dotti biliari, principalmente per i lavoratori nei settori automobilistico, chimico, della lavorazione del legno).
  • Fattori ereditari: sindrome di Caroli (espansione ereditaria dei dotti intraepatici), papillomatosi biliare multipla.
  • Malattia epatica cronica.
  • Epatite virale.

Quadro clinico

Con un tumore di Klatskin, si osservano i seguenti sintomi:

  • prurito della pelle;
  • dolore addominale;
  • perdita di peso;
  • febbre;
  • fatica;
  • bilirubinuria (urine scure);
  • sedia di argilla.

La classica triade di sintomi del carcinoma epatobiliare e pancreatico è caratteristica: colestasi, dolore addominale, perdita di peso. Il 90% dei pazienti sviluppa ittero, che è spesso intermittente.

L'ittero è la manifestazione più comune di tumori maligni dei dotti biliari, ma con il tumore di Klackin si manifesta in fasi successive e indica una grave progressione della malattia.

L'epatomegalia si osserva in ogni terzo paziente. Gli esami del sangue di laboratorio mostrano un aumento del livello di bilirubina (la bilirubina appare anche nelle urine), fosfatasi alcalina. L'ittero è una manifestazione fisica di iperbilirubinemia.

Alcuni pazienti hanno un aumentato antigene embrio-tumorale (CEA), ma questo indicatore non è un marker specifico e sensibile. Il più preciso è il livello di antigene canceroso CA 19-9, il suo valore è aumentato nell'80% dei pazienti. Una combinazione di due test è più indicativa di rilevare questo tipo di cancro..

Diagnosi della malattia

I seguenti metodi radiografici sono utilizzati per diagnosticare un tumore di Klatskin:

  1. Esame ecografico (transaddominale o endoscopico): vengono rilevati espansione o non crescita dei dotti destro e sinistro, formazioni intraluminali polipoidali, formazioni nodulari omogenee con ispessimento parietale. La dopplerografia viene utilizzata per valutare il grado di lesioni vascolari (non operabili)..
  2. Tomografia computerizzata: una contrazione della cistifellea è caratteristica di un tumore di Klatskin, mentre un dotto biliare allargato indica un tumore del dotto biliare comune.
  3. Colangografia (colangiopancreatografia retrograda endoscopica ha il vantaggio di ottenere cellule per la biopsia).
  4. La colangiopancreatografia a risonanza magnetica combina le proprietà della tomografia computerizzata, della colangografia e dell'angiografia.

Trattamento e prognosi

Se la malattia può essere resecata (non ci sono metastasi nel fegato o altri organi del sistema, i linfonodi e i vasi sanguigni non sono interessati), la chirurgia è l'opzione di trattamento migliore.

Il tasso di sopravvivenza a cinque anni dei pazienti con questa malattia senza chirurgia va dal 5 al 10%. Dopo l'operazione, il tasso di sopravvivenza è del 10-30% e superiore. Sfortunatamente, il tumore di Klatskin viene diagnosticato raramente nelle prime fasi, quindi nella maggior parte dei pazienti è inutilizzabile.

L'impossibilità di resezione del tumore determina il basso tasso medio di sopravvivenza dei pazienti. I criteri di trattamento chirurgico si basano sulla valutazione delle strutture anatomiche colpite dalla crescita del tumore..

I metodi di ricerca radiologica sono necessari per determinare la possibilità di resezione chirurgica del tumore e la scelta delle tattiche terapeutiche. Il tumore di Klatskin è inutilizzabile nei seguenti casi:

  • danno bilaterale ai dotti epatici destro e sinistro al livello di ramificazione dei dotti intraepatici;
  • occlusione della vena portale principale, sua biforcazione prossimale;
  • atrofia del lobo epatico in combinazione con occlusione del ramo opposto della vena porta;
  • atrofia del lobo del fegato con danno ai dotti biliari opposti del secondo ordine;
  • tumore delle arterie bilaterali del fegato.

Alla fine, la rimozione del tumore viene determinata durante l'intervento chirurgico..

Se i risultati della tomografia computerizzata preoperatoria dimostrano l'impossibilità di eseguire la rimozione chirurgica, il paziente può fare affidamento su cure palliative o chirurgia palliativa (bypass bypass biliare per eliminare l'ostruzione). Lo stenting del dotto biliare elimina l'ostruzione ma aumenta il rischio di colangite.

Per aumentare la probabilità di guarigione, viene utilizzata la radioterapia, che offre un vantaggio con resezioni incomplete. La radioterapia adiuvante e preoperatoria viene utilizzata per ridurre le dimensioni del tumore a resecabili.

Con tumori inoperabili, la chemioterapia in combinazione con la radioterapia può aumentare la sopravvivenza fino a 10 mesi. Alcuni pazienti con tumore di Klatskin necessitano di terapia palliativa (l'aspettativa di vita media è di 2-8 mesi).

Resezione parziale della porta del fegato, chemioterapia, radioterapia, chirurgia di bypass: tutti questi metodi di trattamento vengono utilizzati con risultati diversi.

L'uso dell'ecografia e della tomografia computerizzata nella diagnosi del tumore di Klackin

Scanner ad ultrasuoni hs70

Diagnosi accurata e sicura. Sistema ad ultrasuoni multifunzione per la ricerca con precisione diagnostica esperta.

introduzione

Tumore di Klatskin - colangiocarcinoma extraepatico, colangiocarcinoma del dotto biliare prossimale. Rappresenta circa il 10-20% di tutte le neoplasie dei dotti epatici, il 70-80% dei casi di carcinoma del dotto biliare e circa il 15% di tutti i tumori maligni del fegato. Si trova anche in letteratura sotto il nome di "colangiocarcinoma portale", "tumore dell'ilo", "cancro della porta del fegato" [2-5, 7, 8].

Il tumore del dotto biliare maligno primario fu descritto per la prima volta da Durand-Fardel nel 1840. Il termine "tumore di Klatskin" apparve in seguito quando Gerald Klatskin nel 1965 riportò un tumore (colangiocarcinoma) originario della regione di biforcazione del dotto epatico comune.

Il cancro del dotto biliare rappresenta circa il 2% di tutti i tumori maligni e, quindi, è il quinto tumore maligno più comune del tratto gastrointestinale [1-3, 5, 6, 9].

I colangiocarcinomi sono tumori rari. Negli ultimi anni è stato osservato un aumento del tasso di incidenza: 3-4 nuovi casi per 100.000 persone. Più comune negli uomini di età superiore ai 50 anni. I carcinomi crescono abbastanza lentamente, senza manifestarsi clinicamente. Pertanto, circa la metà di tutti i pazienti al momento della diagnosi ha metastasi regionali ai linfonodi e, quindi, il trattamento inizia nelle fasi avanzate. In precedenza, il colangiocarcinoma centrale era considerato un tumore inoperabile, veniva eseguito solo un trattamento palliativo. E solo negli ultimi tre decenni i metodi chirurgici invasivi per la rimozione del tumore hanno sostituito l'approccio puramente palliativo come trattamento potenzialmente radicale. Tuttavia, anche oggi, la cura viene raggiunta in circa il 30% di tutti i pazienti. Nonostante i progressi significativi nel trattamento chirurgico del colangiocarcinoma epatico, la prognosi della malattia rimane scarsa [2, 4, 6-9].

I tumori della biforcazione del dotto biliare presentano alcune difficoltà per i chirurghi, che sono principalmente associate alla complessità dell'operazione, nonché alla gravità delle condizioni di questa categoria di pazienti. In tali pazienti, l'esecuzione di qualsiasi procedura chirurgica ha un alto rischio operativo e anestetico. Anche dopo resezione radicale del tumore, la sopravvivenza per 5 anni è solo del 23-46% e solo del 9-34%, se il tumore è stato rilevato microscopicamente nella regione del bordo di resezione [1, 3, 5, 7-9].

Per una migliore comprensione della posizione del tumore, di seguito è riportato un diagramma dell'albero biliare (Fig. 1).

Figura. 1. Lo schema dell'albero biliare.

Questo tumore si sviluppa nel tratto biliare superiore, nell'area della loro separazione tra i lobi destro e sinistro del fegato. I dotti biliari situati all'interno del fegato sono divisi in dotti destro e sinistro. Un tumore può svilupparsi sia in uno di essi sia in entrambi questi dotti, nell'area in cui escono dal fegato. Secondo la classificazione Bismuth-Corlette [9], ci sono tumori che non raggiungono la biforcazione dei dotti biliari (tipo I) e tumori che si diffondono alla biforcazione (tipo II). Il tumore di tipo III germoglia la biforcazione e si estende al dotto biliare destro (tipo III a) o sinistro (tipo III b). Il tumore di tipo IV di Klackin si estende dalla biforcazione ai dotti biliari sinistro o destro ed è un tumore multicentrico (Fig. 2). I dotti biliari si trovano vicino ai vasi sanguigni del fegato, quindi sono spesso coinvolti nel processo..

Figura. 2. Classificazione del tumore di Klackin secondo Bismuth-Corlette.

Esistono tumori che non raggiungono la biforcazione dei dotti biliari (tipo I) e tumori che si estendono alla biforcazione (tipo II). Il tumore di tipo III germoglia la biforcazione e si estende al dotto biliare destro (tipo IIIa) o sinistro (tipo IIIb). Il tumore di tipo IV di Klackin si estende dalla biforcazione al dotto biliare destro o sinistro ed è un tumore multicentrico.

Tutti i segni di ittero ostruttivo sono presenti nel quadro clinico..

Esame ecografico (ultrasuoni) e tomografia computerizzata (TC).

L'imaging ad ultrasuoni del tumore stesso è estremamente difficile. Tuttavia, i suoi segni indiretti sono rivelati: la presenza di ipertensione biliare (blocco alto).

La precisione della TC è dell'85-88% e la definizione di ostruzione arriva fino al 98,1%. L'ecografia e la TC con biopsia della puntura aumentano l'accuratezza della diagnosi fino al 94-96%.

Nelle scansioni TC native, il colangiocarcinoma sembra una formazione di volume ipodenso con singole calcificazioni al suo interno. Viene anche determinata l'espansione dei dotti biliari intraepatici prossimalmente alla posizione del tumore. Dopo una somministrazione in bolo di un mezzo di contrasto, una leggera "amplificazione" periferica del tumore e l'assenza di accumulo di contrasto nella sua parte centrale possono verificarsi anche nella fase tardiva. Secondo altre fonti, dopo il contrasto nella fase arteriosa precoce, il colangiocarcinoma accumula rapidamente e in modo irregolare un mezzo di contrasto su tutta l'area. Il colangiocarcinoma è caratterizzato da un ritardo nel contrasto del tumore nella fase ritardata (iperdensità), che complica la sua diagnosi differenziale con l'emangioma.

Il metodo di ricerca ottimale per il tumore di Klatskin può essere considerato la risonanza magnetica, che consente non solo di determinare la chiara localizzazione del tumore, ma anche di visualizzare in dettaglio la struttura dei vasi del fegato.

Quando la risonanza magnetica è la più informativa, immagini pesate in T2: su di esse, il tumore emette un segnale di intensità relativamente elevata, specialmente lungo la sua periferia; le sezioni del segnale basso nella parte centrale del tumore sembrano corrispondere alla zona della cicatrice. A causa della bassa vascolarizzazione dei colangiocarcinomi, le scansioni MRI a contrasto dinamico non sono molto efficaci. Nella prima fase arteriosa del contrasto, come nella TC, si verifica un contrasto periferico inespresso del tumore, che nella successiva fase parenchimale viene sostituito dall'aspetto di un bordo ipertensivo.

Illustriamo le nostre osservazioni cliniche.

Osservazione clinica 1

Il paziente S., 63 anni, è stato ricoverato in ospedale con lamentele di ingiallimento della pelle. Si considera una paziente dal febbraio 2013, quando ha iniziato a notare dolore epigastrico. Quando è comparso l'ittero, è stata ricoverata in ospedale nel nostro ospedale, dove ha rivelato un'analisi biochimica del sangue: bilirubina 233 μmol / l, bilirubina diretta 140,8 μmol / l, bilirubina indiretta 92,2 μmol / l, AST 181 E / l, ALT 101 amilasi 25 U / L.

Ultrasuoni degli organi addominali: il fegato è ingrandito, i contorni sono uniformi, l'ecogenicità è aumentata, i dotti intraepatici sono espansi, lobari fino a 7 mm. Vena portale 12 mm. La cistifellea ha dimensioni 110x38 mm, la parete ha un doppio contorno, è completamente riempita con bile spessa, nella sporgenza del collo c'è un calcolo fisso fino a 14 mm. ORP 6 mm. Nel sesto segmento del fegato, adiacente alla parete della cistifellea, andando verso il contorno del fegato, viene visualizzata la formazione di liquidi fino a 4 cm di diametro con setti multipli. Il pancreas è di dimensioni normali, i contorni sono uniformi, la struttura è eterogenea, aumento dell'ecogenicità, il condotto è di 1 mm. La milza è di dimensioni normali, strutturalmente invariata. Vena splenica 7 mm. Conclusione: segni ecografici dell'ipertensione biliare - un blocco elevato a livello della porta epatica. Calcolo della cistifellea (l'inserimento del calcolo nel collo della cistifellea). Segni ecografici di colecistite acuta. Ascesso paravesicale? (fig.3).

a) Cistifellea con doppio contorno (freccia rossa) e formazione di liquido paravesicale (freccia blu).

b) Cistifellea ingrandita piena di bile spessa (frecce rosse), calcolo fisso nel collo della cistifellea (freccia verde), dotti intraepatici dilatati (freccia blu).

c) Interruzione della visualizzazione dei condotti nell'area di fusione dei condotti lobari del fegato (frecce blu), condotti lobari (frecce rosse).

d) Formazioni paravesiche di natura liquida, con un gran numero di setti all'interno e un liquido denso (frecce blu).

Secondo la conclusione della risonanza magnetica, viene determinata un'espansione approssimativa dei dotti dei lobi destro e sinistro del fegato con la loro rottura nella proiezione della fusione (portale epatico). OPL di solito sembra, difetti di riempimento non trovati, diametro 6 mm. Nella cistifellea ci sono un gran numero di piccole pietre arrotondate, contenuti con una ridotta percentuale di liquido. Canale di Wirsung 3 mm, non deformato, contorni lisci. Conclusione: un tumore della porta epatica con un blocco separato (Fig. 4).

Figura. 4. RM per il tumore di Klackin. OJP (freccia rossa), dotto pancreatico comune (freccia blu), dotti intraepatici nella regione della biforcazione (freccia verde) - interruzione della proiezione della fusione.

A fini terapeutici e diagnostici, è stata applicata la colecistostomia transepatica percutanea, sono state eseguite la puntura diagnostica dell'ascesso paravesicale e la fistulografia..

In anestesia locale con una soluzione al 25% di novocaina 60,0 ml, un drenaggio Pigteil 9 Fr viene installato nella cavità della cistifellea e fissato sulla pelle con due suture. Sono stati rimossi circa 130 ml di fango grigio fangoso. La cavità viene lavata con una soluzione acquosa di clorexidina.

Una lesione paravesica è stata perforata da un accesso separato, sono stati ottenuti circa 7 ml di bile torbida.

Fistulografia. Un contrasto idrosolubile è stato introdotto attraverso il tubo di drenaggio, la cistifellea di dimensioni 60x30 mm è stata contrastata. Le restanti sezioni non sono contrastate (Fig. 5).

Figura. 5. Fistulografia del paziente C. Tumore della porta epatica. Dopo colecistostomia transepatica percutanea. Drenaggio della cistifellea.

Colangiostomia transepatica percutanea. La perforazione del dotto segmentale destro è impossibile a causa di difficoltà tecniche. In anestesia locale di una soluzione di novocaina allo 0,25%, è stato perforato un flusso segmentale del lobo sinistro del fegato. Colangiografia (Fig. 9): i dotti del lobo sinistro sono contrastati, non vi è alcun contrasto dei dotti del lobo destro (blocco a livello della sezione iniziale del condotto del lobo sinistro). Un drenaggio diretto di 9 Fr. è installato lungo il conduttore. Con l'introduzione del contrasto - contrastando i dotti del lobo sinistro del fegato. Il drenaggio è fissato sulla pelle (Fig. 6).

Figura. 6. Colangiografia del paziente C. Tumore della porta del fegato. Contrasto dei dotti del lobo sinistro del fegato (frecce blu).

Ultrasuoni dopo l'installazione di una colangiostomia. Nella dinamica del fluido libero nella cavità addominale e nello spazio subrenico a sinistra lì. Il grado di espansione dei dotti nel lobo sinistro è diminuito.

La diagnosi finale Tumore della porta epatica T4NXMX con un blocco separato (tumore di Klackin). Ittero ostruttivo. Colecistite acuta calcula di ZhKB. Ascesso paravesicale. Infiltrato subepatico.

Una biopsia non è minimamente invasiva a causa dell'inaccessibilità. Eseguire la laparotomia è impossibile in connessione con una pronunciata violazione dell'emostasi. Il paziente è stato dimesso per cure post-ambulatoriali.

Osservazione clinica 2

Il paziente M., 36 anni, è stato ammesso con lamentele di ingiallimento della pelle senza dolore, perdita di peso.

Durante l'ecografia addominale rivelata: la cistifellea è crollata, non contiene bile. ORP 6 mm. RV - diffusamente eterogeneo, maggiore ecogenicità, condotto 1 mm. Vengono determinati i segni dell'ipertensione intraepatica, la lobare destra fino a 17 mm, la lobare sinistra non visualizzata, la sinistra segmentale fino a 10 mm. Nella proiezione del portale del fegato, viene visualizzata una formazione ipoecogena di 28x26 mm con contorni sfocati irregolari. Vengono visualizzati gruppi ingranditi all'interno dei linfonodi addominali. Conclusione: ecografia di un blocco epatico elevato: tumore di Klackin (Fig. 7).

a) Espansione dei dotti intraepatici (freccia).

Fegato e salute

Tumore di Klatskin: caratteristiche, sintomi, trattamento, prognosi

Secondo le statistiche della comunità medica mondiale, il colangiocarcinoma rappresenta circa il 2% di tutti i tipi di cancro, nonché fino al 10% del numero totale di casi di cancro del fegato e delle vie biliari. Inoltre, la diagnosi di questo tipo di tumore è molto bassa: solo 1,5-2%. Il tumore di Klatskin prende il nome dal patomorfologo Gerald Klatskin, un medico americano. Nel 1965, mentre lavorava alla Yale University, in base a 13 casi di malattia, descrisse tutte le caratteristiche di questo disturbo.

Colangiocarcinoma, o cancro del fegato e dei dotti biliari

Il tumore di Klatskin è una malattia piuttosto pericolosa. Questa neoplasia è caratterizzata da una crescita lenta e da uno sviluppo tardivo delle metastasi. A causa della diagnosi prematura e dell'incapacità di eseguire la rimozione chirurgica, la malattia ha un alto tasso di mortalità. La diagnosi nella maggior parte dei casi viene effettuata nelle ultime fasi dello sviluppo delle formazioni, che esclude l'intervento chirurgico. Lo sviluppo di metastasi colpisce direttamente il fegato, le porte del fegato, i linfonodi regionali e la cavità addominale. La crescita tumorale si verifica dalle cellule epiteliali del fegato. La malattia si forma principalmente dopo 50 anni, ma con ogni anno l'età dei pazienti diminuisce. Gli uomini hanno leggermente più probabilità di ammalarsi rispetto alle donne..

Probabili cause del tumore

Le cause del colangiocarcinoma epatico non sono esattamente note. Ma gli scienziati hanno trovato fattori la cui influenza aumenta il rischio di neoplasia. Se esiste una storia di colangite sclerotizzante primaria in pazienti in 40 casi su 100, la malattia di Klatskin può formarsi.

Un tumore si forma con una frequenza di 25 casi su 100 sulla base di malattie ereditarie, come la malattia di Caroli. Una reazione infiammatoria dovuta a parassiti intraepatici può scatenare una neoplasia.

Cattive abitudini che incidono sulla salute del fegato: fumo, dipendenza da alcol, malnutrizione, che portano all'obesità sono fattori indiscutibili per la progressione della malattia. La presenza di colelitiasi aumenta la probabilità di un tumore. A rischio sono le persone esposte a un'esposizione prolungata a tossine e sostanze nocive. Le infezioni virali, principalmente l'epatite, contribuiscono allo sviluppo dei tumori.

Sintomi di colangiocarcinoma

Poiché i tumori maligni nel fegato sono difficili da diagnosticare, è necessario ascoltare il proprio corpo per la diagnosi precoce della malattia di Klatskin.

Un tumore può essere caratterizzato da sintomi come:

    il sintomo principale della malattia è l'ittero ostruttivo; costante sensazione di prurito; disegno di dolore nell'addome in alto a destra; perdita di appetito e, di conseguenza, un forte calo di peso; esaurimento fisico caratteristico delle formazioni tumorali; si verifica anche un aumento della temperatura con un tumore di Klatskin; cambiamenti nel colore delle urine e delle feci (l'urina si scurisce e le feci si schiariscono).

I sintomi compaiono inaspettatamente e progrediscono. L'ittero ostruttivo si verifica in 90 casi su 100 ed è uno dei segni comuni di una malattia come il tumore di Klatskin. Le recensioni dei pazienti a volte variano. Alcuni pazienti riportano l'insorgenza di prurito, dolore e grave perdita di peso. Tali manifestazioni sono causate da fasi tardive di tumori maligni. Ma altri non avvertono quasi alcuna deviazione nello stato di salute o associano i sintomi ad altri disturbi..

Diagnosi del tumore di Klackin

Per stabilire la diagnosi, vengono condotti una serie di studi clinici che possono indicare con precisione la presenza della malattia di Klatskin. Il tumore è chiaramente visibile quando schermato su una macchina ad ultrasuoni. Questo è un metodo abbastanza economico, innocuo e facilmente accessibile. Con l'aiuto della tomografia computerizzata a spirale, è facile rilevare anomalie nella cistifellea, per vedere danni al fegato e ai linfonodi. Usando la risonanza magnetica (risonanza magnetica), con l'introduzione del liquido di contrasto nel fegato, è possibile determinare con elevata precisione le condizioni del tessuto epatico e il grado di restringimento dei dotti biliari con una diagnosi del tumore di Klatskin. La foto mostra tutte le parti del fegato e dei dotti biliari..

L'esame a raggi X e raggi X rivela problemi al tratto biliare. Nel processo di diagnosi, viene introdotto un mezzo di contrasto, che consente di vedere il deflusso della bile. Gli esami del sangue biochimici aiuteranno a identificare il livello di enzimi e bilirubina. È inoltre possibile programmare test del cancro: CA 199, CA 125.

Abbastanza spesso, i processi tumorali raggiungono l'arteria epatica e la vena porta, fornendo sangue al fegato. Prima dell'intervento chirurgico, è molto importante determinare lo stadio della neoplasia, al fine di chiarire se la malattia si è diffusa ai vasi sanguigni. In alcuni casi, tale diagnosi è difficile e quindi la questione dell'entità della resezione viene risolta durante l'intervento chirurgico.

Metodi per il trattamento delle neoplasie

Se non trattati, i pazienti nella maggior parte dei casi hanno un'aspettativa di vita media di 6 mesi dopo aver determinato la diagnosi esatta. In una fase iniziale, la malattia di Klatskin viene rilevata raramente. Il tumore è curabile negli ultimi stadi in modo abbastanza inefficace.

La chirurgia è uno dei principali metodi di trattamento di un tumore. Ma a causa della diagnosi tardiva, l'operazione ha una bassa soglia di sopravvivenza (in media del 20%). Per ottenere un effetto positivo, viene utilizzata la completa rimozione della parte danneggiata dei dotti biliari, insieme alla rimozione di un lobo del fegato, al fine di evitare l'infezione dei vasi sanguigni.

La chirurgia è possibile in diversi casi:

    la formazione non ha influenzato il sistema circolatorio del fegato; in questo caso, è possibile rimuovere il sito o l'intera quota del fegato danneggiato; la formazione non ha influenzato il dotto biliare di uno o entrambi i lobi del fegato.

Una malattia inoperabile viene considerata quando un tumore penetra nei vasi sanguigni del fegato o nei dotti coleretici di entrambi i suoi lobi.

Trattamenti Palliativi

In casi inoperabili o come terapia aggiuntiva, vengono utilizzate le cure palliative..

Questi metodi includono:

    drenaggio del tratto biliare; chemioterapia; radioterapia; manovra; terapia fotodinamica; irradiazione con fasci di ultrasuoni altamente focalizzati.

Quando si combinano diversi metodi di trattamento in combinazione con una diagnosi precoce, l'aspettativa di vita può essere aumentata da 10 mesi a 5 anni.

Prognosi dopo il trattamento

A causa del fatto che i processi di formazione del tumore nel fegato sono piuttosto lenti, l'aspettativa di vita va da un anno e mezzo a cinque anni. La completa rimozione delle aree danneggiate consente di aumentare la durata della vita con una diagnosi accurata e tempestiva della malattia di Klatskin.

Un tumore trovato all'interno del fegato ha previsioni deludenti. Questo è uno dei peggiori indicatori osservati in pazienti con formazioni inoperabili con metastasi. Tali pazienti possono fare affidamento solo sul drenaggio del tratto biliare. Se il tumore di un Klackin viene diagnosticato all'interno del fegato, l'aspettativa di vita del paziente a volte non supera le diverse settimane.

La causa della morte, stranamente, non sono le metastasi, ma le complicanze concomitanti. Questi includono:

    cirrosi causata da deflusso anormale della bile; infezioni che portano alla formazione di ascessi; atrofia generale del corpo e insufficienza del sistema immunitario; processi purulenti-infiammatori.

Misure preventive

Per la prevenzione delle malattie tumorali del fegato e dei dotti biliari, è necessario aderire a una corretta alimentazione, non abusare di alcol e prevenire l'infezione da parassiti.

Se esiste una storia di malattie posizionate come fattori di rischio, è necessario eseguire un trattamento tempestivo e un esame sistematico per la diagnosi precoce di anomalie nel lavoro dei dotti biliari. È inoltre necessario escludere l'esposizione a sostanze nocive, ad esempio sul posto di lavoro.

Finalmente

Le moderne apparecchiature diagnostiche consentono di rilevare i processi tumorali nel fegato e dei dotti biliari, nonché di determinare il grado di complessità dell'intervento chirurgico. L'uso di nuovi metodi per la risoluzione operativa del problema, il trapianto e ulteriori misure terapeutiche porta ad un aumento della qualità e della longevità dei pazienti.

Ittero ostruttivo: cos'è, prognosi della vita, trattamento

L'ittero ostruttivo (un altro nome è l'ittero ostruttivo) è quasi sempre il risultato di complicanze di varie patologie del pancreas, dotti biliari che regolano il normale deflusso di bile e fegato.

La malattia può portare a un numero enorme di complicazioni. Il trattamento prematuro può portare alla morte, quindi, alle prime manifestazioni, è necessario contattare immediatamente l'ospedale per ricevere cure mediche di emergenza.

La pelle può ingiallire sia negli adulti che nei neonati..

Perché si sviluppa l'ittero?

Perché si verifica l'ittero ostruttivo, le cause della patologia, quanto tempo richiede il trattamento: queste sono le domande più frequenti tra gli adulti.

Patogenesi dello sviluppo dell'ittero ostruttivo:

Se negli adulti ci sono malformazioni congenite dei canali e degli sfinteri. In oncologia. Un tumore benigno che si sviluppa nella regione della colecisti è colangiocarcinoma extraepatico, pancreas (con pancreatite, quando la bilirubina è elevata), tumore di Klackin. Interventi chirurgici posticipati. Sullo sfondo della genesi degli organismi parassiti nel fegato o nei dotti biliari. Se è presente una cisti di coledoch.

Tutte queste patologie portano alla compressione dei canali, che provoca il ristagno della bile e l'infiammazione, che si manifesta con il giallo della pelle..

Un altro motivo comune per lo sviluppo del processo patologico sono le pietre nei canali. Quando sono grandi, possono bloccare il lume dei tubuli, causando così la stessa stagnazione della bile.

Molto spesso, l'ittero ostruttivo si sviluppa sullo sfondo della genesi delle neoplasie in oncologia (tumore di Klatskin), il cancro della testa del pancreas, che cresce nel fegato, i dotti biliari, nella regione della testa del pancreas; calcoli biliari con pancreatite (aumento della bilirubina).

Questa condizione e sintomi sono caratteristici della pancreatite, a causa dell'aumento dei livelli di bilirubina.

L'ulcera peptica del duodeno, l'appendicite acuta può anche provocare ittero ostruttivo, ma ciò si verifica nel 3% dei pazienti.

Quali segni indicano malattie del fegato, cistifellea

    il dolore sordo all'addome, al fegato, che può irradiarsi alla scapola, al braccio, al plesso solare, alla parte bassa della schiena, al pancreas e il dolore sta crescendo, può intensificarsi con l'inalazione; urine scure, feci compromesse - diarrea; i tegumenti della pelle, la sclera degli occhi diventano gialli; appare prurito della pelle; una persona sperimenta nausea e costantemente appare il vomito; l'appetito diminuisce, si sviluppa l'anoressia, anche se viene seguita la dieta;
    per molti, l'aumento della temperatura corporea, compaiono segni di intossicazione generale del corpo - sudorazione, sonnolenza, debolezza, affaticamento; il fegato aumenta di dimensioni, a volte a tal punto che la parte destra diventa asimmetrica rispetto all'ipocondrio sinistro.

Molte persone si preoccupano se l'ittero meccanico è contagioso. Puoi sicuramente dire di no. È contagioso solo in un caso - se è causato dall'epatite.

Toccando quest'area è spiacevole e doloroso. Inoltre, la palpazione provoca spesso trattenimento del respiro involontario.

Se la causa del blocco è neoplasie maligne e benigne, allora il dolore è sordo, emanando nella parte posteriore. Alla palpazione si trovano nodi nel fegato, la milza non può essere sentita. Si osservano anche i seguenti sintomi: perdita di appetito, eruttazione con un retrogusto amaro e urine scure..

Con la pancreatite, il dolore si sviluppa non solo nel fegato, ma anche nel pancreas.

Il prurito della pelle si sviluppa spesso prima della comparsa dei principali sintomi, soprattutto in presenza di origine tumorale. Il prurito è molto forte, non può essere rimosso con farmaci e unguenti.

Allo stesso tempo, la pettinatura costante porta a piccoli lividi e ferite. La dieta non aiuta neanche in questo caso..

Un'altra patogenesi è una forte perdita di peso. Un tale sintomo nell'85% indica un tumore canceroso (tumore di Klackin), un tumore alla testa del pancreas.

L'ittero subepatico può essere accompagnato da febbre. È spiegato dal fatto che si sviluppa un processo infiammatorio, a volte è un segno della genesi del decadimento del tumore. Ma a volte non c'è temperatura.

La durata della patologia negli adulti può variare a seconda della causa. L'ittero ostruttivo può persistere per diversi giorni ed essere osservato per diversi mesi. Sintomi come l'ittero e il dolore sono piuttosto gravi e segnalano una neoplasia maligna - tumore di Klackin, tumore alla testa del pancreas, specialmente se la persona perde peso.

Parlando delle previsioni, si può dire quanto segue: tutto dipende dal motivo per cui la pelle è diventata gialla. Se è associato a un blocco nel canale causato da una pietra, dopo un trattamento adeguato, le condizioni della persona torneranno alla normalità. Per la pancreatite, dovrebbero essere presi farmaci che riducono la bilirubina..

Con neoplasie maligne negli adulti (tumore di Klackin, con carcinoma della testa del pancreas), la prognosi è, purtroppo, deludente, quindi, alle prime manifestazioni, non dovresti esitare a consultare un medico per sottoporsi a una diagnosi dettagliata, fornire assistenza medica.

Diagnosi e terapia

La diagnosi di ittero ostruttivo è un processo piuttosto complicato. La cosa più importante è identificare il motivo per cui è comparsa la patologia. Solo un tumore trascurato viene facilmente rilevato dalla palpazione (tumore di Klackin, con tumore alla testa della ghiandola), in base alle lamentele di una persona sul pancreas con pancreatite.

Dopo aver identificato la genesi dell'ittero, il medico prescrive il trattamento per l'ittero ostruttivo. Sarà prescritta una dieta rigorosa. In molti casi, include un intervento chirurgico, specialmente se con un tumore di Klatskin, un tumore alla testa della ghiandola. Oggi vengono utilizzati metodi di trattamento minimamente invasivi e senza larghezza di banda. Dopo aver effettuato, non ci sono complicazioni, il periodo di riabilitazione è molto ridotto, l'ittero subepatico è guarito.

A seconda della genesi, vengono prescritti farmaci. Quanto dura il trattamento dipende dalla causa dell'ittero. Se l'ittero ostruttivo ostruttivo è causato dall'infiammazione infettiva, verranno prescritti farmaci antibatterici e antinfiammatori. Non è previsto un ittero ostruttivo batterico, così come con la pancreatite, un regime di trattamento diverso. In tutti i casi, indipendentemente dalla genesi, vengono prescritti farmaci che ripristinano le cellule del fegato che regolano l'equilibrio biliare.

Durante la terapia, viene fornita l'introduzione di glucosio nel sangue, vitamine che stimolano la circolazione sanguigna nel fegato, pancreas. Se necessario, il medico può prescrivere la plasmaferesi per la purificazione del sangue, l'enterosorbimento per il tumore di Klackin e il carcinoma della testa del pancreas.

Se viene fornita un'operazione, viene eseguita con metodi strip and strip. In questo caso, il compito principale è ripristinare il deflusso della bile durante il blocco del sistema biliare. Con la pancreatite (infiammazione del pancreas), vengono prescritti farmaci in ogni singolo caso, a seconda della genesi.

La regola principale che il paziente deve osservare durante la terapia è la dieta. L'efficacia del trattamento e una prognosi positiva dipendono da quanto una persona mangia e da quanto segue la dieta e da tutte le raccomandazioni dei medici.

La dieta prevede una diminuzione della quantità di carboidrati e grassi, saturazione della nutrizione con cibi proteici. Non è consigliabile fare una dieta da soli. È meglio contattare uno specialista che può dirti esattamente quale dieta è necessaria. Alla domanda - quanta dieta dovrebbe essere seguita, si può dire - per tutta la vita.

Ittero nei bambini

Il colore della pelle gialla nei neonati spesso non è una malattia, questi sono sintomi clinici. Patogenesi: aumento della bilirubina, a seguito della morte massiccia di globuli rossi. O alterata funzionalità epatica nei neonati, che semplicemente non possono rimuovere la bilirubina. Allo stesso tempo, viene prescritta una dieta per una madre che allatta.

Il secondo giorno di vita dei neonati compaiono i seguenti sintomi: la pelle e la sclera degli occhi diventano gialle. Al quinto giorno di vita, l'ombra diventa più pronunciata e diminuisce ulteriormente. Nei neonati a termine, il giallo scompare dopo 8-9 giorni. Un bambino prematuro dura fino a 14-15 giorni. Questa condizione non fornisce alcun trattamento..

Nel caso in cui il colore giallo duri più di 2 settimane, è necessario eseguire un trattamento immediato. Una tale patologia è pericolosa in quanto quando penetra nelle cellule cerebrali, la bilirubina provoca un processo irreversibile della loro morte.

Tali sintomi si sviluppano nei neonati a causa di tossicosi, lesioni alla nascita, malattie del sistema endocrino, asfissia.

L'automedicazione dell'ittero nei neonati, riduce la bilirubina - è stupida e inaccettabile. I medici prima di tutto scoprono il motivo per cui il processo patologico si è sviluppato e poi prescrivono il trattamento. Quanto durerà dipenderà dalle cause.

In alcuni casi, il colore della pelle può cambiare a causa dell'ittero ostruttivo nei neonati. Questi sono sintomi di blocco dei dotti biliari nell'accumulo di bile nel fegato. In questo caso, la previsione sarà positiva se l'operazione viene eseguita..

Cause, sintomi, diagnosi e trattamento dell'ittero ostruttivo

Cos'è l'ittero ostruttivo?

L'ittero ostruttivo è una sindrome patologica che consiste in una violazione del deflusso della bile epatica attraverso i dotti biliari nel duodeno a causa dell'ostruzione meccanica.

Sinonimi della malattia: ittero ostruttivo, ittero subepatico, ittero acolico, ittero di riassorbimento, colestasi extraepatica.

L'ostruzione meccanica dei dotti biliari si sviluppa come una complicazione di un folto gruppo di malattie del pancreas e del sistema biliare (il sistema dei dotti biliari e degli sfinteri che regolano il flusso biliare) ed è accompagnata da sintomi comuni come colorazione itterica della pelle, mucose e sclera, urine scure, scolorimento delle feci, della pelle prurito, dolore addominale.

Il risultato di ittero progressivo può essere insufficienza epatica, insufficienza renale, colangite purulenta, sepsi, cirrosi biliare o ascesso di colangite del fegato, in casi particolarmente gravi e in assenza di cure mediche qualificate - morte.

Tra le cause più comuni di ittero ostruttivo, malattia del calcoli biliari (29% dei casi) e tumori maligni (67% dei casi) si distinguono. Di età inferiore ai 30 anni, prevale la malattia del calcoli biliari; nella fascia di età di 30-40 anni, tumori e calcoli biliari come cause di ittero sono ugualmente comuni. Nei pazienti di età superiore ai 40 anni predominano le neoplasie tumorali..

In generale, l'ittero ostruttivo viene più spesso diagnosticato nelle donne (82%). Tuttavia, l'ostruzione del tumore del tratto biliare è più comune negli uomini (54%).

Cause di ittero ostruttivo

Ad oggi, le cause dell'ittero ostruttivo dovuto alla compressione del tratto biliare sono state studiate bene..

A seconda dei fattori eziologici, sono divisi in 5 gruppi:

Malformazioni congenite del sistema biliare: ipoplasia e atresia del tratto biliare;

Cambiamenti benigni nel sistema biliare e pancreas dovuti a colelitiasi: calcoli (calcoli) nei dotti biliari; diverticolo (sporgenza della parete) del duodeno e stenosi della grande papilla duodenale (BDS) situata all'interno della parte discendente del duodeno; strutture del condotto cicatriziale; cisti; pancreatite induttiva cronica; colangite sclerosante;

Stenosi dei principali dotti biliari a seguito di intervento chirurgico (formata a seguito di danni accidentali ai dotti o sutura impropria);

Tumori primari e secondari (metastatici) del sistema pancreatico-epatobiliare: carcinoma della cistifellea, carcinoma della testa del pancreas e BDS, nonché la presenza di metastasi tumorali di varia localizzazione nel fegato (tumore comune dello stomaco, linfogranulomatosi);

Danno al fegato e alle vie biliari con parassiti (alveococcosi, cisti idatidee, ecc.).

Le cause più comuni di ittero ostruttivo sono neoplasie tumorali (fegato, vie biliari, testa del pancreas) e malattia del calcoli biliari. Le malformazioni congenite del sistema biliare e le malattie parassitarie sono molto meno comuni. Nella vecchiaia si riscontrano prevalentemente calcoli (dovuti a calcoli biliari) e ostruzione del tumore, a meno di 40 anni la causa è più spesso la colelitiasi.

Ulcera duodenale e appendicite acuta (nel caso della posizione dell'appendice nell'area del portale del fegato) sono cause molto rare di questa sindrome patologica.

La colestasi (una diminuzione del flusso della bile nel duodeno) si verifica più spesso a causa della migrazione dei calcoli nei dotti dalla cistifellea. La formazione di calcoli nei dotti stessi è osservata molto meno frequentemente. Di solito entrano nella cistifellea nel dotto biliare comune (dotto biliare comune) durante un attacco di colica epatica. Un blocco del condotto si verifica quando una grande pietra non può attraversarla. A volte, a causa del prolungato spasmo dello sfintere di Oddi (la muscolatura liscia situata nel BDS), anche le piccole pietre si bloccano nella sezione terminale del dotto biliare comune.

La presenza di calcoli nei dotti viene diagnosticata in circa il 20% dei pazienti con malattia del calcoli biliari. L'ittero con colestasi da colelitiasi nel 65% dei casi è transitorio. I suoi sintomi si attenuano dopo aver passato i calcoli nell'intestino. La frequenza di sviluppo della stenosi (restringimento) del BDS è del 25%.

I tumori della zona pancreatico-epatobiliare provocano l'ittero nel 37% dei casi. In primo luogo in frequenza è il cancro della testa del pancreas e BDS, nel secondo - i tumori dei principali dotti biliari e della cistifellea. I tumori del fegato e dei suoi dotti sono piuttosto rari..

Trovato un errore nel testo? Selezionalo e qualche altra parola, premi Ctrl + Invio

Sintomi di ittero ostruttivo

I segni comuni della malattia includono:

Dolori sordi nella regione epigastrica e sotto le costole a destra, che crescono gradualmente;

Urine scure e scolorite, feci molli;

Giallo della pelle, delle mucose e della sclera degli occhi; la colorazione itterica della pelle assume gradualmente una tonalità terrosa;

Perdita di appetito, perdita di peso

Febbre;

In alcuni casi, depositi di colesterolo giallastro sulle palpebre sotto forma di formazioni chiaramente definite che sporgono sopra la superficie della pelle;

Con il blocco da calcoli dei dotti biliari, il dolore è spasmodico, acuto, può essere dato al torace, all'ascella destra e alla scapola. I segni esterni di ittero compaiono 1-2 giorni dopo l'indebolimento della colica epatica. La palpazione del fegato è dolorosa. La cistifellea non è palpabile. Cliccando sull'area a destra sotto le costole provoca una trattenimento del respiro involontario. Possibile nausea e vomito.

Con tumori del pancreas, BDS, vie biliari, il dolore è sordo, localizzato nella regione epigastrica, restituisce. Alla palpazione, si trova una cistifellea estesa, premendo che è indolore. Il fegato è ingrossato, ha una consistenza elastica o densa, con un processo maligno ha una struttura nodosa. La milza si sente raramente. I segni esterni di ittero sono preceduti da una diminuzione dell'appetito, prurito della pelle.

Il fegato ingrandito è un sintomo comune di ittero ostruttivo prolungato. Il fegato è ingrossato a causa del suo trabocco con bile congestizia e infiammazione del tratto biliare.

Un aumento della cistifellea è caratteristico dei tumori del BDS, della testa del pancreas e della parte terminale del dotto biliare comune. L'ingrossamento del fegato si verifica nel 75% dei pazienti, l'allargamento della cistifellea nel 65%, ma con laparoscopia viene diagnosticato in quasi il 100% dei pazienti.

Il prurito della pelle spesso inizia a disturbare anche prima della comparsa di segni di ittero, specialmente con la genesi del tumore della malattia. È forte, debilitante, non suscettibile alla rimozione da parte di agenti terapeutici. I graffi appaiono sulla pelle, si formano piccoli ematomi. La perdita di peso è generalmente osservata con l'ittero a causa del cancro..

Un aumento della temperatura è principalmente associato all'infezione del tratto biliare, più raramente, al decadimento del tumore. Un prolungato aumento della temperatura è un segno differenziale che distingue l'ittero subepatico dall'epatite virale, in cui, durante il periodo di segni di ittero, la temperatura scende alla normalità.

Prognosi dell'ittero ostruttivo

La durata della malattia varia in un ampio intervallo: da diversi giorni con ostruzione a breve termine da parte delle pietre dei dotti biliari comuni a diversi mesi con processi tumorali. La prognosi dell'ittero ostruttivo è determinata dal decorso della malattia di base.

Diagnosi di ittero ostruttivo

Una diagnosi preliminare non è difficile in presenza di un tumore in esecuzione, che può essere facilmente palpato. Ma con le manifestazioni iniziali di colestasi, la diagnosi causa alcune difficoltà, poiché le lamentele del paziente e i sintomi clinici generali possono essere segni di molte malattie. I metodi di laboratorio sono di scarsa utilità per la diagnosi precoce dell'ittero ostruttivo. Un aumento dell'attività del colesterolo, della bilirubina e della fosfatasi alcalina è caratteristico sia della colestasi intraepatica che dell'epatite virale.

Pertanto, il ruolo decisivo appartiene ai metodi di ricerca strumentale, di cui si applicano i seguenti:

Diagnostica ad ultrasuoni. Rivela l'espansione dei dotti biliari, la presenza di calcoli in essi e il danno focale al fegato. Con la localizzazione di calcoli nella cistifellea, la probabilità del loro rilevamento è del 90%, con localizzazione nella parte terminale del dotto biliare comune - 25-30%. Gli errori rari includono l'identificazione di un tumore alla cistifellea come accumulo di calcoli..

Duodenografia di rilassamento. Il metodo è una radiografia del duodeno in condizioni di sua ipotensione artificiale. Viene utilizzato per diagnosticare il sintomo di Frostberg (deformazione della superficie interna della parte discendente del duodeno, a seguito della quale il suo contorno ricorda la lettera "E") e il diverticolo duodenale. Il sintomo di Frostberg è un segno di pancreatite induttiva o cancro del pancreas con metastasi nel duodeno.

Colangiopancreatografia retrograda endoscopica (RCP). Viene utilizzato in caso di risultati insufficienti degli ultrasuoni, quando si sospetta un blocco del BDS. Con questo metodo, un mezzo di contrasto viene iniettato nel condotto mediante una cannula (tubo speciale), quindi viene eseguita una serie di raggi X. RCHP consente di diagnosticare piccoli tumori, condurre analisi citologiche e istologiche dell'epitelio e del contenuto del dotto. Questo è un metodo altamente informativo, ma poiché è invasivo, può essere accompagnato da gravi complicazioni..

Colangiografia percutanea transepatica. È indicato per il blocco del tratto biliare alla porta del fegato. In questo caso, in anestesia locale sotto il controllo degli ultrasuoni, un ago sottile con un mezzo di contrasto viene inserito in uno dei dotti epatici attraverso la pelle e il tessuto epatico. Il numero di complicanze con questo metodo è maggiore rispetto a RCHP (sanguinamento interno, perdita di bile, peritonite).

Scansione radioisotopica del fegato. È usato per diagnosticare tumori e lesioni parassitarie del fegato (alveococcosi), quando è difficile identificare un'ostruzione meccanica nel tratto biliare con un altro metodo.

Laparoscopia. Questo è il metodo più invasivo e viene utilizzato quando altri metodi sono stati inefficaci in termini di diagnosi accurata. L'uso della laparoscopia è consigliabile per identificare le metastasi, per determinare il grado di danno epatico in alveococcosi, ecc..

Trattamento dell'ittero ostruttivo

Il trattamento di questa malattia è principalmente chirurgico.

Terapia conservativa

Include una dieta focalizzata su verdure, frutta, latticini. Il cibo dovrebbe essere frazionario, i piatti - bolliti e schiacciati. Si consiglia di bere quanto più liquido possibile (succhi, acqua).

Viene effettuata la somministrazione endovenosa di glucosio, vitamine del gruppo B, Essentiale, metionina o lipocaina (per stimolare la circolazione sanguigna nel fegato), Vikasol (per prevenire emorragie), Trental, acido glutammico. Se necessario, vengono prescritti antibiotici, plasmaferesi (purificazione del sangue), enterosorbimento (procedura di disintossicazione).

Trattamento chirurgico

Dipende dalla malattia primaria che ha causato l'ittero ostruttivo. A seconda di ciò può essere effettuato:

Drenaggio esterno dei dotti biliari - ripristino del deflusso della bile durante il blocco del sistema biliare. Questo è un metodo minimamente invasivo che può essere applicato come previsto..

Colecistectomia endoscopica - rimozione della cistifellea attraverso fori endoscopici nella parete addominale.

Papillosfincterotomia endoscopica - rimozione di calcoli alla cistifellea.

Coledocolitotomia: viene eseguita insieme alla rimozione della cistifellea e consiste nella rimozione di calcoli dal dotto biliare comune, per il quale viene aperta la sua parete anteriore.

Epatectomia parziale - rimozione di aree del tessuto epatico interessate dal processo patologico.

Autore dell'articolo: Gorshenina Elena Ivanovna, gastroenterologa