Trattamento dell'epatite C: farmaci, metodi, novità nella terapia dell'epatite C.


L'epatite C è una malattia infettiva che si verifica a seguito di infezione da virus dell'epatite e porta a danni alle cellule del fegato. In circa il 70-80% dei casi, l'epatite acuta scorre in una forma cronica.

Questa malattia è insidiosa con le sue complicanze: se il trattamento non viene avviato in tempo, può sviluppare cirrosi epatica e, nei casi più avanzati, cancro al fegato. Le cellule del fegato sane vengono sostituite dal tessuto connettivo, a seguito del quale l'organo cessa di adempiere alle sue funzioni e muore..

Un corso tempestivo di terapia antivirale nel 50-90% dei casi porta al recupero e annulla il rischio di cirrosi epatica. Sebbene l'epatite C sia una malattia con sintomi estesi che richiedono un trattamento a lungo termine, è importante sapere che questa non è una condanna a morte. Puoi vivere con il virus, solo le complicanze sono estremamente pericolose (vedi quante vivono con l'epatite C).

Secondo l'OMS, 150-185 milioni di persone sono infette nel mondo, 350.000 muoiono ogni anno a causa di complicazioni causate dall'epatite C. In Russia, le statistiche ufficiali non sono ancora mantenute e gli esperti suggeriscono che circa il 2,5% della popolazione è portatrice del virus, che è 5-7 milioni di russi sono un'epidemia di cui rimasero in silenzio a lungo. Chiunque abbia la malattia rilevata è la punta dell'iceberg, 5-6 volte più portatori del virus che non sono consapevoli di essere infetti e sono fonti di infezione, poiché il virus non si manifesta. Lo imparano per caso prima dell'intervento chirurgico, durante la gravidanza, ecc..

Scopo del trattamento

Un trattamento efficace per l'epatite C prevede:

  • Eliminazione o riduzione del processo infiammatorio nel fegato;
  • Prevenzione dell'epatite cirrosi o del cancro;
  • Eliminazione o riduzione della quantità di virus nel corpo.

Quando iniziare il trattamento

L'epatite non richiede sempre un trattamento immediato, poiché nel 5% dei casi è possibile una cura completa per l'epatite C a causa della potente risposta immunitaria del corpo. In questo caso, nel sangue rimangono solo anticorpi specifici. Cioè, il sistema immunitario sconfigge completamente il virus e la sua riattivazione non si verifica, anche con una significativa riduzione dell'immunità in futuro.

Pertanto, quando viene rilevato un virus nel sangue, solo uno specialista può determinare se il paziente necessita di terapia attiva e quali metodi di trattamento dovrebbero essere utilizzati. Questo è molto individuale e dipende da una serie di fattori:

  • Età
  • Paula
  • Durata della malattia
  • Genotipo virale
  • Durata del processo
  • Tendenza genetica alla fibrosi (rapido sviluppo della cirrosi epatica)

L'ultimo punto è particolarmente importante per la selezione e la nomina dei metodi di trattamento. Per determinare la tendenza al rapido sviluppo della cirrosi, viene effettuata un'analisi sui seguenti marcatori immunogenetici:

  • citochine
  • proteine ​​immunoregolatorie
  • fattori di fibrogenesi

Dopo aver determinato il fattore di rischio per lo sviluppo della cirrosi, è possibile procedere all'appuntamento della terapia. Più alto è il fattore di rischio, più veloce è il trattamento da prescrivere. Con l'avvento della metodologia per determinare il fattore di rischio per lo sviluppo della cirrosi, è diventato molto più facile diagnosticare un danno al fegato.

In precedenza, la tendenza a sviluppare la fibrosi epatica era valutata dalla presenza di pazienti con cirrosi epatica nella famiglia del paziente. Il trattamento dell'epatite non è affatto gratuito e richiede ingenti spese finanziarie..

Il costo del trattamento per l'epatite C in Russia

Il trattamento di questo insidioso virus è molto costoso oggi. Ci vogliono da 50 mila a 700 mila rubli, a seconda del tipo di virus, il periodo di trattamento da 3 mesi a un anno. Il genotipo 1b è particolarmente difficile da trattare e la ricaduta si verifica nella metà dei casi. Il trattamento con farmaci più recenti più efficaci è ancora più costoso: 40-100 mila dollari per ciclo di terapia.

Ad esempio, una fiala settimanale di 1 farmaco da solo con un genotipo 1 costa 7-10 mila rubli. più 3-4 mila al mese per le formulazioni in compresse. In totale, il paziente ha bisogno di 500-700 mila rubli per il corso del trattamento, tenendo conto di analisi, studi e test retribuiti (vedere il costo del trattamento dell'epatite C in Russia è pari al prezzo di un'auto straniera o di un appartamento economico in una città non grande).

In molte regioni del paese nel 2007-2009, lo stato federale. il programma di trattamento dell'epatite C gratuita, per trarne vantaggio, ha dovuto svolgere molte procedure burocratiche, quindi solo il 5-10% dei cittadini bisognosi del paese poteva essere trattato gratuitamente. Ma dal 2010 i finanziamenti si sono fermati e ora questo programma continua ad essere efficace solo per il trattamento dei pazienti con epatite C in combinazione con l'infezione da HIV. Umorismo nero nei pazienti su questo: "per ottenere un trattamento gratuito per l'epatite, è necessario prendere l'HIV da qualche parte".

Oggi non è la situazione migliore con l'introduzione della moderna diagnostica, ad esempio l'ultima ricerca sulla fibroscan epatica (elastometria) si sta avvicinando a una biopsia epatica in termini di efficienza e, soprattutto, è completamente indolore per il paziente. Tuttavia, anche a Mosca ci sono solo 7-8 di questi dispositivi non invasivi (fibroscani). È nella capitale, e parlando di regioni, è buono se ne ha almeno una nel centro regionale. E non è nemmeno il costo del dispositivo - il fibroscan è più economico di una buona macchina ad ultrasuoni (per fare un confronto, una buona macchina ad ultrasuoni è di circa 200 mila euro, una fibroscan è di 130 mila euro).

Protocollo di trattamento dell'epatite C secondo l'Associazione europea per lo studio del fegato

Nel trattamento dell'epatite cronica C non esiste un unico standard di trattamento, ogni caso è puramente individuale. Il trattamento è prescritto dopo un'analisi approfondita dei seguenti fattori:

  • Gradi di danno epatico
  • La presenza di malattie concomitanti
  • Potenziali rischi di eventi avversi
  • Probabilità di successo
  • La disponibilità del paziente ad iniziare la terapia

Il trattamento più efficace per l'epatite virale C fino ad oggi comprende l'implementazione di una complessa terapia antivirale con ribavirina e interferone. Questi farmaci sono genotipici, cioè efficaci contro tutti i genotipi del virus..

La complessità del trattamento è che alcuni pazienti non tollerano bene l'interferone e questo farmaco non è ampiamente disponibile. Il costo del trattamento dell'epatite C è tutt'altro che alla portata di tutti, quindi molti pazienti semplicemente non finiscono il trattamento e il virus sviluppa resistenza ai farmaci che assumono. Se successivamente il paziente inizia un nuovo corso di terapia con resistenza ai farmaci antivirali, l'effetto del trattamento non sarà.

Più probabilità di avere segni positivi di una risposta alla terapia di associazione per l'epatite C negli individui:

  • Razza europea
  • Femmina
  • Peso inferiore a 75 kg
  • Età inferiore ai 40 anni
  • Bassa resistenza all'insulina
  • L'assenza di segni di cirrosi grave

La maggior parte dei medici usa un regime di trattamento combinato per l'epatite, la cosiddetta doppia terapia - una combinazione di interferone, che combatte attivamente il virus e la ribavirina, che migliora l'effetto dell'interferone.

Un interferone a breve durata d'azione viene somministrato al paziente ogni giorno o ogni tre giorni e l'interferone a lunga durata d'azione (interferone pegilato) viene somministrato una volta alla settimana, in combinazione con ribavirina (usata quotidianamente come compresse). A seconda del tipo di virus, il corso dura 24 o 48 settimane. I genotipi 2 e 3 rispondono meglio alla terapia: il successo del trattamento è dell'80-90%.

Con il 1o genotipo, la terapia di combinazione ha successo nel 50% dei casi. Se il paziente ha controindicazioni per la terapia di associazione, viene prescritta la monoterapia con interferone alfa. In questo caso, il corso della terapia dura 12-18 mesi. La monoterapia a lungo termine con interferone alfa riduce la carica virale nel 30-50% dei casi.

In quali casi è controindicata la terapia combinata con interferone e ribavirina?

Esistono categorie di persone controindicate nel trattamento combinato dell'epatite C:

  • bambini sotto i 3 anni
  • donne incinte
  • persone con organi trapiantati
  • persone con intolleranza individuale alla ribavirina e all'interferone
  • pazienti con aumento dell'attività tiroidea (ipertiroidismo)
  • pazienti con insufficienza cardiaca, diabete mellito scompensato, malattia polmonare ostruttiva cronica, malattia coronarica e insufficienza cardiaca

Effetti collaterali della terapia di combinazione

Ad oggi, la terapia di combinazione con interferone e ribavirina è la più efficace nel trattamento dell'epatite C del 2o e 3o genotipo. Tuttavia, questi farmaci hanno una serie di effetti collaterali che è necessario conoscere:

L'uso della ribavirina può portare all'anemia - una diminuzione del numero di globuli rossi. Il livello di caduta dell'emoglobina è direttamente correlato alla dose di ribavirina. Negli studi clinici, i livelli di emoglobina sono diminuiti significativamente nel 15-22% dei pazienti. Perché questo accada è ancora sconosciuto. Ridurre la dose di ribavirina influisce negativamente sul trattamento, quindi ai pazienti con anemia vengono prescritti integratori di ferro.

  • Disturbi della tiroide

L'interferone pegilato provoca disfunzione tiroidea. Può causare sia un aumento che una riduzione dell'attività tiroidea. Durante il trattamento e nei prossimi sei mesi, è necessario monitorare il funzionamento della ghiandola tiroidea, poiché la terapia antivirale può portare a violazioni irreversibili delle sue funzioni..

La terapia antivirale può portare a una moderata perdita di capelli. Questo è molto evidente quando si lavano o si pettinano i capelli. La perdita dei capelli è un sintomo temporaneo, dopo il completamento della terapia, la crescita dei capelli riprende (vedere le cause della caduta dei capelli nelle donne).

All'inizio della terapia possono comparire sintomi simil-influenzali. Il paziente inizia a preoccuparsi di mal di testa, brividi, febbre, debolezza, dolore muscolare. In genere, questi sintomi compaiono 2-24 ore dopo l'iniezione di interferone. A metà del corso del trattamento, l'intensità degli effetti collaterali di solito diminuisce. La gravità degli effetti collaterali può essere ridotta iniettando interferone di notte. La doppia terapia porta alla disidratazione, quindi si consiglia di bere più acqua, mangiare una dieta equilibrata e fare esercizio leggero.

Molti pazienti sottoposti a terapia di associazione lamentano insonnia (vedere come addormentarsi rapidamente). Questo dovrebbe essere immediatamente segnalato al medico, poiché l'insonnia compromette significativamente la qualità della vita e porta a irritabilità, aumento dell'ansia e depressione. Si raccomanda di osservare rigorosamente il regime del sonno (andare a letto e svegliarsi allo stesso tempo), ricorrere a uno sforzo fisico moderato, mangiare bene, assumere sedativi a base di erbe (valeriana, erba madre, melissa, menta). Se i fondi di cui sopra sono inefficaci, il medico prescrive sonniferi.

  • Stato depresso

Molto spesso, i pazienti rifiutano la terapia a causa della comparsa di sintomi neuropsichiatrici, in particolare depressione. Si verifica in qualsiasi momento, in quasi ogni 3 casi, di solito i suoi sintomi compaiono nel primo mese di terapia: umore depresso, apatia, insonnia, perdita di appetito, irritabilità, diminuzione della libido, pensieri suicidi, senso di disperazione e disperazione.

Una persona smette di godere di cose che in precedenza portavano gioia. La depressione viene trattata con una combinazione di terapia farmacologica (antidepressiva) e non farmacologica (psicoterapia). I principali farmaci prescritti da un medico per la depressione per l'epatite C sono fluoxitina (Prozac), paroxitina (Paxil), sertralina (Zoloft), citalopram (Selex) - inibitori del reuptake della serotonina.

Le iniezioni di interferone pegilato (Pegintron) possono causare irritazione. Per ridurre il disagio, il ghiaccio deve essere applicato sulla pelle prima dell'iniezione e trattato con alcool. L'interferone iniettabile deve essere a temperatura ambiente.

La terapia con interferone e ribavirina può portare a compromissione della funzionalità polmonare (come difficoltà respiratoria). Se si verifica una tosse, è necessario un esame approfondito per escludere la polmonite e la fibrosi. La mancanza di respiro può derivare dall'anemia di ribavirina.

Alcuni pazienti possono sviluppare rinopatia. Tuttavia, per questo sono necessari fattori di rischio come ipertensione o diabete mellito..

Il ruolo degli epatoprotettori nel trattamento dell'epatite C

Indipendentemente dal metodo di trattamento scelto, il regime di trattamento dell'epatite C include epatoprotettori - farmaci di origine naturale o sintetica che aumentano la resistenza del fegato a fattori patogeni, ripristinano la sua struttura e influenzano positivamente le sue funzioni.

Non hanno un effetto antivirale, ma sono indispensabili per sostenere le cellule del fegato, accelerandone la rigenerazione. Gli epatoprotettori sono realizzati sulla base di silimarina, immortelle, collina, estratto di fegato di bestiame o carciofo (Legalon, Karsil, Hofitol, Progepar, Hepatosan, ecc. Vedere l'elenco di tutti gli epatoprotettori con una valutazione della loro efficacia).

L'effetto degli epatoprotettori è mirato a:

  • ripristino dell'omeostasi nel fegato
  • stimolazione dei processi di ripristino delle cellule epatiche
  • normalizzazione dell'attività epatica
  • aumento della resistenza epatica a fattori avversi

Una nuova fase nel trattamento dei pazienti infetti dal 1o genotipo del virus

Negli ultimi dieci anni, l'uso della doppia terapia di combinazione, la cui efficacia è stata considerata il "gold standard" nel trattamento dell'epatite C:

  • in generale, questo metodo di terapia è efficace al 60-70%
  • in relazione al 2o e 3o genotipo - 90%
  • in relazione al 1 ° - solo il 40-50%.

Con l'avvento di una nuova generazione di farmaci antivirali - Boceprevir e Telaprevir, il trattamento ha avuto più successo - 70-80% dei casi. Il trattamento dell'epatite C con un nuovo metodo in Russia è disponibile dal 2013, grazie all'uso di nuovi farmaci, gli enzimi virali specifici vengono bloccati, impedendone la moltiplicazione.

I pazienti devono sapere che Telaprevir e Boceprevir:

  • Sono usati per trattare solo pazienti con il primo genotipo del virus.
  • I farmaci sono prescritti solo in combinazione con ribavirina e peginterferone come parte della tripla terapia
  • Sono presi per via orale, Boceprevir dal secondo mese di terapia, Telaprevir dalla 12a settimana. La durata della terapia è individuale in ciascun caso.
  • 60% efficace nella fase della cirrosi epatica compensata

Controindicazioni e svantaggi della tripla terapia:

  • Alto prezzo
  • Un aumento del numero di effetti collaterali - reazioni cutanee, anemia, disturbi del gusto
  • Il trattamento non è possibile se ci sono controindicazioni alla ribavirina o all'interferone

Caratteristiche del trattamento dell'epatite C in donne in gravidanza

I trattamenti specifici per l'epatite C (terapia con interferone e ribavirina) sono strettamente controindicati. L'assunzione di questi farmaci durante la gravidanza porta a malformazioni e mutazioni. Pertanto, devono trascorrere almeno sei mesi tra la fine della terapia e il concepimento.
Alle donne in gravidanza infette da epatite C vengono prescritti epatoprotettori a base vegetale in combinazione con una dieta delicata speciale.

Caratteristiche del trattamento dell'epatite C nei bambini

L'epatite C nei bambini procede con una percentuale più alta di complicanze - studi internazionali hanno rivelato che oltre la metà dei bambini con epatite cronica C ha segni di fibrosi epatica.

Pertanto, prima di iniziare il trattamento, meno è probabile che sviluppi la cirrosi. I pediatri raccomandano l'uso della monoterapia con interferone per il trattamento dei bambini. Solo in caso di bassa efficienza dell'interferone, viene eseguita la terapia di combinazione. Prima viene rilevata una malattia e viene eseguita la terapia, minore è il rischio di complicanze.

Controindicazioni assolute all'inferoterapia nei bambini:

  • Disturbi mentali, sindromi epilettiche
  • Cirrosi scompensata
  • Trombotica e neutrocitopenia
Controindicazioni relative alla inferenoterapia nei bambini:

  • Età fino a 2 anni
  • Malattie autoimmuni
  • Diabete scompensato

Emocorrezione extracorporea

La procedura di emocorrezione extracorporea consente di ridurre la carica virale sul corpo e aumentare l'efficacia della terapia antivirale. Questo è un tipo di plasmaferesi: pulire parte del sangue attraverso uno speciale dispositivo di filtraggio che rimuove gli elementi patogeni.

L'emocorrezione purifica il sangue dagli elementi dannosi e centinaia di volte riduce il livello di carica virale, che consente di raddoppiare l'effetto della terapia farmacologica. Ha lo scopo di eliminare i segni extraepatici di epatite, come prurito cutaneo, dolori articolari e muscolari e malfunzionamento dei reni. La procedura migliora l'emocromo di laboratorio e riduce la gravità degli effetti collaterali della terapia antivirale. L'emocorrezione è indicata per i pazienti:

  • con processo infiammatorio attivo nel fegato
  • con fegato ingrossato
  • con milza allargata
  • con la febbre
  • con basso effetto della terapia antivirale
  • con sintomi extraepatici di epatite

L'emocorrezione extracorporea è solo una parte del complesso trattamento dell'epatite C. Ma questa procedura ha un effetto benefico sul processo di trattamento, aumentando l'efficacia della terapia antivirale e neutralizzando il loro effetto tossico sul corpo..

Una dieta equilibrata e uno stile di vita sano

Uno stile di vita sano, l'abbandono delle cattive abitudini e una dieta speciale non sono una panacea per tutte le malattie. Ma aderirle può aumentare significativamente l'efficacia della terapia, ridurre il carico sul fegato e minimizzare il rischio di sviluppare cirrosi.

Non esiste una dieta speciale per i pazienti con epatite C. Si consiglia ai pazienti di seguire una dieta dietetica n. 5, raccomandata per patologie del tratto biliare e del fegato (vedere cosa si può mangiare con la colecistite). Il rispetto dei principi di una dieta sana aiuterà a normalizzare la funzionalità epatica compromessa. I principi di base dell'alimentazione raccomandati da molti mieli europei. centri da seguire dopo il trattamento:

  • Bevi molti liquidi (da 6 a 8 bicchieri al giorno)
  • Elimina completamente l'alcool
  • Cerca di variare la tua dieta.
  • Evita il digiuno
  • Mangia piccoli pasti 5-6 volte al giorno
  • Limitare i cibi ricchi di zuccheri
  • Mangia frutta e verdura fresca.
  • Evita i grassi trans (cibi in scatola, dolci zuccherati, fast food)
  • Non mangiare grassi saturi (gelati, carne rossa, latte intero, cibi fritti)
  • Arricchisci la tua dieta con le fibre
  • Aggiungi grassi vegetali (noci, semi, legumi) al tuo menu giornaliero
  • Elimina acetosa, pesce grasso e carne, cacao, cioccolato, pasticceria, affumicati, brodi di carne e decotti, spezie

L'esercizio fisico moderato è molto importante. L'esercizio fisico può aiutare a superare l'affaticamento cronico, l'insonnia e la depressione. Prima di iniziare gli esercizi, consulta il tuo medico, ti aiuterà a scegliere il giusto set di esercizi e il giusto carico. Inizia con semplici passaggi: cammina all'aria aperta, abbandona l'ascensore, fai qualche fermata prima di lavorare a piedi. Tipi ottimali di carichi:

  • Camminare, nuotare
  • Dancing, Bodyflex (per donne)
  • Pilates, Yoga

Acido ursodesossicolico nel trattamento dell'epatite C.

L'acido ursodesossicolico fu rimosso dalla bile di un orso bruno cinese nel 1902. La struttura acida è identica all'acido biliare terziario endogeno, che è sintetizzato nel fegato umano dall'acido chenodesossicolico. A differenza di altri acidi, è atossico e più idrofilo.

L'uso dell'acido influisce sulla composizione degli acidi biliari - l'acido ursodesossicolico diventa il componente principale della bile. Studi clinici hanno stabilito che un farmaco a base di acido ursodesossicolico riduce i livelli di bilirubina, riduce l'attività delle transaminasi e riduce la frequenza delle recidive. Includendo l'acido ursodesossicolico nel corso della terapia, è possibile ridurre la debolezza, l'irritabilità, l'affaticamento. Il farmaco elimina completamente il prurito della pelle..

Tali farmaci includono: Ursofalk, Ursosan, Urosliv, Ursodez, Urdox, Livodex.

Nuovi trattamenti

Sofosbuvir e Daclatasfavir

Nuovi farmaci nel trattamento dell'epatite C - sofosbuvir e daclatasfavir - hanno superato con successo studi clinici negli Stati Uniti. I farmaci erano efficaci anche quando la tripla terapia era impotente.

Sofosbuvir e daclatasfavir sono ugualmente efficaci per il 1o, 2o e 3o genotipo del virus - studi clinici a cui hanno preso parte 211 persone hanno dimostrato che i farmaci hanno avuto successo nel 98% dei casi. Sofosbuvir e daclatasfavir, a differenza della ribavirina e dell'interferone, non causano così tanti effetti collaterali. Durante gli studi sono stati riscontrati effetti collaterali come nausea, mal di testa e affaticamento..

Sofosbuvir è approvato dall'OMS e daclatasfavir è ancora in fase di sperimentazione clinica. Secondo il leader della ricerca Mark Sulkowski, il daclatasvavir sarà presto approvato, e questa sarà una nuova era nel trattamento dell'epatite. Naturalmente, questo programma di trattamento dell'epatite C non è gratuito, ma richiede costi finanziari significativi..

Ladyspavir e Sobosfuvir

Nell'aprile 2013 si è conclusa la terza fase delle sperimentazioni su sobosfuvir e lady spavir. Nel 97% dei pazienti, dopo 12 settimane di terapia, il virus non è stato rilevato nel sangue. I farmaci per il trattamento hanno mostrato efficacia in relazione a tutti i genotipi del virus. Effetti collaterali gravi non sono stati trovati nella metà dei pazienti..

Nel gruppo di pazienti che assumevano ribavirina con ladyspavir e sobosfuvir, il tasso di guarigione era del 100%, ma gli effetti collaterali erano molto più forti. Lo scopo di ulteriori test sarà quello di studiare la durata ottimale del corso di terapia e la fattibilità dell'uso della ribavirina. Ladyspavir è ancora in fase di sperimentazione clinica. Probabilmente presto sarà approvato.

Farmaci di nuova generazione nel trattamento dell'epatite C.

articoli Correlati

Vyalov Sergey Sergeevich

  • Candidato di scienze mediche
  • GMS Clinic gastroenterologo-epatologo
  • Membro dell'American Gastroenterological Association (AGA)
  • Membro della Società europea per lo studio del fegato (EASL)
  • Membro della Russian Gastroenterological Association (RGA)
  • Membro della Società russa per lo studio del fegato (ROPIP)
  • L'autore di oltre 110 pubblicazioni, su periodici e sulla stampa centrale, libri, manuali pratici, linee guida e manuali.

Quindi una nuova era è arrivata nel trattamento dell'epatite virale! Solo un anno fa, il trattamento per l'epatite C era un grosso problema. Ma ora è giunto il momento in cui possiamo curare in modo sicuro ed efficace l'epatite virale C in soli 3 mesi, prendendo solo 2 compresse al giorno e senza effetti collaterali! Stiamo aspettando questo tipo di trattamento da molto tempo, ma ora è diventato disponibile.

L'epatite virale C di solito non è difficile da diagnosticare, tuttavia si incontrano spesso difficoltà. La presenza di soli anticorpi contro il virus NON conferma la presenza di epatite C. La conferma finale è la determinazione dell'RNA PCR del virus, solo in questa situazione possiamo parlare di epatite virale C e discutere possibili opzioni di trattamento. Farò subito una riserva che in diverse situazioni l'epatite C può essere trattata in modo diverso. Il principale ostacolo è la presenza di cirrosi, cioè una situazione "trascurata". La combinazione di epatite virale C con malattie come il diabete, l'asma bronchiale e altre malattie croniche è difficile da trattare. Pertanto, in tali soggetti, l'efficacia del trattamento può essere leggermente inferiore e ciò richiede una correzione del regime di trattamento..

L'epatite virale C è una malattia relativamente nuova. La sua storia non ha più di 30 anni. Durante questo periodo, le idee su di lui sono cambiate: è stato studiato il virus stesso, sono stati studiati nuovi farmaci e l'efficacia del trattamento è gradualmente aumentata. Le prime opzioni di trattamento con interferoni corti avevano una bassa efficienza, solo circa il 40% delle persone guarivano e un numero enorme di gravi effetti collaterali.

Poi sono arrivati ​​ribavirina e interferoni pegilati, che hanno aumentato l'efficacia del trattamento al 60%. Il passo successivo è stato l'introduzione della tripla terapia, inclusi due farmaci antivirali in combinazione con l'interferone. L'efficienza è aumentata ancora di più e si è attestata a circa il 70-75%.

Le opzioni di trattamento senza interferone recentemente apparse hanno già un'efficacia di circa il 90-95%. Allo stesso tempo, il tempo di trattamento è stato ridotto da 12-18-24 mesi a 3-6 mesi. Sottolineo ancora una volta, in assenza di condizioni aggravanti. Tra le droghe recenti, ce ne sono alcune degne di attenzione..

Schemi di due farmaci antivirali con azione diretta sul virus:

  • Sofosbuvir + Daclatasvir
  • Sofosbuvir + Simeprevir

Schema di quattro farmaci antivirali con azione diretta sul virus

  • Terapia 3D (dasabuvir + ombitasvir + paritaprevir + ritonavir)

Ad oggi, abbiamo i risultati di un trattamento efficace dell'epatite virale C con farmaci antivirali ad azione diretta. Sofosbuvir, ledipasvir, daclatasvir e ribavirina in associazione hanno mostrato buoni risultati in termini di efficacia, sicurezza e raggiungimento di una risposta virologica stabile. Tuttavia, i loro costi elevati limitano le opzioni di trattamento per un gran numero di pazienti in molti paesi. Il costo dei farmaci generici è circa l'1% del costo dei farmaci originali. Un corso di trattamento per 12 settimane è stimato negli Stati Uniti a $ 94.000, in Europa a 50.000 €, mentre un corso di trattamento con farmaci generici costa circa $ 1.000 con la prospettiva di un calo a $ 200 in futuro.

Separatamente, si dovrebbe dire della qualità dei farmaci e dei produttori. I farmaci originali, cioè quelli prodotti dallo sviluppatore del farmaco stesso, sono piuttosto costosi. In Russia, a causa della bassa solvibilità della popolazione, i produttori hanno deciso di abbassare il prezzo, con un segno psicologico di 1 milione? per un farmaco per 3 mesi. Questo è lo stesso medicinale originale, che costa semplicemente più economico a causa della decisione del produttore in merito al nostro paese.

Recentemente sono comparsi analoghi o cosiddetti generici dei farmaci antivirali. Non sono prodotti dagli sviluppatori di farmaci, ma dalla stessa tecnologia e hanno la stessa formula, ma da altre società. Principalmente sono realizzati in India, Cina ed Egitto. Il costo di questi farmaci è molto inferiore e ammonta a circa $ 1 mila per due farmaci per un corso di 3 mesi. Ciò è dovuto al fatto che le persone con epatite C in questi paesi sono ancora meno finanziariamente sicure e ci sono molti pazienti. Inoltre, queste aziende non sviluppano farmaci, ma li producono secondo una formula già pronta. Naturalmente, questo non è l'equivalente completo del farmaco originale, questi farmaci contengono più impurità, forniscono una concentrazione leggermente inferiore del principio attivo nel sangue, ma continuano ad essere efficaci. Ufficialmente in Russia, non possiamo usare questi farmaci, perché non sono stati registrati. Ma come dimostra la pratica, molti li portano da soli o chiedono a qualcuno di conoscenti e amici.

I dati di ricerca presentati da Andrieux-Meyer I e James Freeman hanno mostrato i risultati del trattamento dell'epatite C con farmaci generici. I ricercatori hanno confermato la qualità dei generici con cromatografia liquida ad alta risoluzione, risonanza magnetica nucleare e spettroscopia di massa. I farmaci generici sono stati usati secondo un regime terapeutico standard con una valutazione della carica virale a 4 e 12 settimane. Il risultato intermedio alla settimana 4 per il genotipo 1 era del 93% (sofosbuvir + ledipasvir) e del 97% (sofosbuvir + daclatasvir). Il risultato medio per tutti i genotipi di virus è stato pari al 94% per 1/100 del costo del trattamento con farmaci originali. Come risultato dello studio del virus dell'epatite C, si è concluso che i farmaci antivirali generici ad azione diretta economici sono equivalenti ai farmaci originali.

In alcuni casi, i farmaci "vecchi" vengono aggiunti alla terapia antivirale per aumentare l'efficacia del trattamento, può essere ribavirina o interferoni. Di solito, tale necessità si ripresenta con la cirrosi epatica o con un trattamento non riuscito in precedenza. A seconda del tipo di virus trovato nel sangue con epatite C, viene selezionata l'opzione di trattamento preferita. Inoltre, a seconda che il trattamento sia stato effettuato prima o meno, e anche in base alla presenza o all'assenza di cirrosi, il corso del trattamento può essere modificato da un medico.

Il trattamento del virus dell'epatite C prevede il trattamento COSTANTE senza interruzioni e il controllo REGOLARE dei test. NON è possibile modificare autonomamente il regime di trattamento e non eseguire i test prescritti in tempo. Pertanto, si rende il virus più forte e si forma una resistenza al trattamento.!

Sfortunatamente, oggi, con la disponibilità di nuovi tipi di trattamento, c'è solo un problema che impedisce di eliminare completamente l'epatite virale C - finanziaria...

A questo proposito, esiste un secondo obiettivo per il trattamento: ridurre, se possibile, i danni al fegato. Per fare questo, è necessario abbandonare l'alcool, dai cibi grassi nella dieta, passare a una dieta Tabella n. 5. Ciò ridurrà leggermente l'intossicazione del fegato, perché la principale "cosa negativa" è il virus. Per aiutare a ripristinare il fegato, il farmaco più comunemente usato è l'acido ursodesossicolico (UDC). In altre parole, se non c'è alcuna possibilità di iniziare la terapia antivirale in questo momento, è meglio almeno ridurre il danno epatico e contribuire al suo ripristino piuttosto che non fare nulla. Inoltre, un farmaco con UDCA (ad esempio ursosan) viene utilizzato come terapia di servizio per l'epatite virale C ed è prescritto insieme a farmaci antivirali

Di conseguenza, ha senso condurre un trattamento prima di iniziare la terapia antivirale per l'epatite C e la terapia di servizio durante la terapia antivirale, quindi normalizzare il fegato. Secondo i risultati degli studi, il farmaco UDC è un modo efficace per ripristinare il fegato e prevenire lo sviluppo del cancro al fegato con epatite virale C. L'uso di qualsiasi farmaco durante il trattamento deve essere concordato dal medico, poiché alcuni farmaci possono ridurre l'efficacia del trattamento..

Nuovi farmaci per l'epatite C a prezzi accessibili (generici)

Soddisfare

Per molti anni, i maggiori esperti mondiali nel campo della farmacologia e le aziende farmaceutiche globali hanno cercato una nuova cura efficace per l'epatite C, che dovrebbe eliminare definitivamente il paziente dal virus e migliorare le condizioni del fegato. Oggi sono riusciti a creare una nuova classe di farmaci per il trattamento dell'epatite C - farmaci ad azione diretta.

Storia della ricerca di efficaci farmaci per l'epatite

L'epatite C è una malattia relativamente "giovane", il cui agente causale è stato rilevato alla fine degli anni '80 del secolo scorso, quindi la ricerca di farmaci per l'epatite C è iniziata nel 1985, quando si è scoperto che l'iniezione di interferone può ridurre la concentrazione del virus e persino portare a una risposta virologica stabile (l'assenza del virus nel sangue più di 6 mesi dopo l'annullamento del trattamento) in un paziente con epatite C. Tuttavia, all'inizio il trattamento non era efficace. In futuro, aggiungendo ribavirina e aumentando la durata del trattamento, è stato possibile recuperare in una parte significativa dei pazienti (fino al 40%).

Dall'inizio degli anni 2000, l'uso dell'interferone pegilato e dei preparati di ribavirina per 24 settimane per il genotipo 2 e 3 e 48 settimane per il genotipo 1 e 4 è diventato lo "standard di riferimento" della terapia. L'interferone pegilato, a differenza del solito, ha richiesto la somministrazione una volta alla settimana e al costo di concentrazione stabile nel corpo ha fornito una migliore efficienza. L'efficacia del trattamento con questi farmaci ha raggiunto dal 30-40% (per i genotipi 1 e 4) al 70-80% (per i genotipi 2 e 3), tuttavia la terapia era lunga e presentava anche una serie di gravi effetti collaterali.

Controindicazioni nel trattamento dei farmaci interferone

Esistono numerose controindicazioni gravi per la terapia con interferone e ribavirina. Non usare questi farmaci:

  • Pazienti di età inferiore ai 18 anni
  • donne incinte
  • persone dopo il trapianto
  • persone con malattie della tiroide
  • con malattie cardiache
  • diabete
  • malattie polmonari

Inoltre, la terapia per l'epatite C con preparati di interferone e ribavirina ha una serie di gravi effetti collaterali:

  • anemia
  • leucopenia
  • sindrome simil-influenzale
  • cambiamenti della tiroide
  • mal di testa e vertigini
  • la perdita di capelli
  • allergie, prurito della pelle
  • nausea, perdita di peso
  • depressione

Alcuni effetti collaterali sono così gravi che alcuni pazienti devono interrompere il trattamento..

Nuovi trattamenti

Dal 2012, si sono verificati gravi cambiamenti nella tattica del trattamento. Ciò è dovuto al completamento dei test clinici di nuovi farmaci per l'epatite C - farmaci antivirali ad azione diretta (DAA), che, a differenza degli interferoni, non influenzano le cellule infettate dal virus, ma bloccano il ciclo di vita del virus stesso.

I primi di questi farmaci sono stati Boceprevir e Telaprevir, che sono stati utilizzati come terzo componente nella terapia antivirale standard e hanno mostrato un aumento significativo dell'efficienza del trattamento nei pazienti con il primo genotipo virale. Tuttavia, i gravi effetti collaterali di tale terapia hanno costretto i farmacisti a cercare nuovi farmaci per un trattamento efficace, anche senza l'uso di interferoni. E tali farmaci sono stati trovati. Cofosbuvir, che viene utilizzato sia con interferone e ribavirina, sia con altri farmaci antivirali orali come Daclatasvir, Simeprevir, Asunaprevir e Ledipasvir, è diventato uno dei fondamenti dei moderni trattamenti per l'epatite C. Anche la combinazione di quattro farmaci antivirali Ombitasvir + Paritaprevir + Ritonavir + Dasabuvir è risultata efficace..

Il vantaggio dei farmaci ad azione diretta è l'assenza di gravi effetti collaterali, la somministrazione orale (compresse o capsule) e la riduzione della durata della terapia. Il principale svantaggio di tali farmaci è il loro prezzo. Quindi, ad esempio, un corso di tre mesi con il farmaco originale cofosbuvir di Gilead può costare fino a $ 80.000. Tuttavia, dal 2013, i generici (copie con licenza dei farmaci originali) hanno iniziato ad entrare nel mercato, il che è costato decine di volte in meno. Ad esempio, per il 2016, i preparati di sofosbuvir fabbricati in India e in Egitto sono stati in vendita a prezzi che vanno da $ 300 a $ 600 per un corso di 12 settimane. Nel 2016, il prezzo per loro è ancora diminuito e ammontava a $ 250 per un corso di 12 settimane.

Quali farmaci scegliere per il trattamento?

Nonostante il fatto che in molti paesi, ad esempio negli Stati Uniti, l'interferone sia escluso dall'elenco dei farmaci per il trattamento dell'epatite C, in Russia e nei paesi della CSI questi farmaci sono ancora prescritti per la terapia. Si consiglia vivamente di abbandonare tali tattiche di trattamento, poiché i danni al corpo possono superare i benefici della soppressione del virus..

Quando si scelgono le tattiche di trattamento, si consiglia di concentrarsi su regimi di trattamento aggiornati universalmente riconosciuti basati sulle raccomandazioni dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) o dell'Associazione europea per lo studio delle malattie del fegato (EASL).

Attualmente, i trattamenti più moderni ed efficaci per l'epatite C cronica sono i cosiddetti farmaci antivirali ad azione diretta (DaaS), la cui azione è diretta direttamente sul virus dell'epatite C in vari modi per fermarne la moltiplicazione. Questi farmaci hanno periodi di trattamento più brevi, un'efficacia del trattamento significativamente più elevata e un minor numero di effetti collaterali rispetto alla terapia con interferone e ribavirina precedentemente utilizzate.

Nuovi farmaci essenziali per l'epatite C.

Esistono quattro classi di farmaci antivirali ad azione diretta che differiscono nel loro meccanismo d'azione sul virus..

Classe di drogaPrincipio operativoPrincipio attivo (tra parentesi il genotipo per il quale la sostanza è attiva)
Inibitori della proteasi NS3 / 4AInibitori della proteasi NS3 / 4A per bloccare un enzima virale (proteasi) che consente al virus dell'epatite C di vivere e moltiplicarsi nelle cellule ospiti
  • Grazoprevir (Grazoprevir) (1, 3, 4)
  • GS-9857 (1)
  • Paritaprevir (paritaprevir) (4)
  • Asunaprevir (asunaprevir) (1-3)
  • Simeprevir (Simeprevir) (1)
Inibitori nucleosidici e nucleotidici della polimerasi NS5BMirato direttamente al virus dell'epatite C, per fermarne la riproduzione, invadendo l'RNA virale e bloccandone la replicazione (riproduzione)
  • Sofosbuvir (Sofosbuvir)
Inibitori NS5ABlocca la proteina del virus NS5A, necessario al virus nelle varie fasi dell'infezione
  • Daclatasvir (daclatasvir) (1-3)
  • Elbasvir (Elbasvir) (1, 3, 4)
  • Velpatasvir (Velpatasvir) (1, 2, 4-6)
  • Ombitasvir (ombitasvir) (4)
  • Ledipasvir (Ledipasvir) (1)
Inibitori della polimerasi NS5B non nucleosidiciBlocca la replicazione dell'HCV incuneandosi al virus in modo che altre parti dell'HCV non possano legarsi ad esso
  • Beclabuvir (beclabuvir) (1, 3-6)
  • Dasabuvir (Exviera) (Dasabuvir) (1)

Nuovi farmaci per l'epatite C.

Compresse contenenti 250 mg di dasabuvir

Compresse rosa biconvex contenenti ritonavir (50 mg), ombitasvir (12,5 mg) e paritaprevir (75 mg)

Una serie di compresse contenenti ombitasvir / paritaprevir / ritonavir 12,5 / 75/50 mg e dasabuvir 250 mg

Daclacee, Daclavir, Natdac, Dacihep, Daclahep, MyDacla, Daclafab, HepCifix, Daclavirocyrl, Daclanork, Hepcdac, Dalsiclear

Hepcinat LP, Lesovir-C, Twinvir, Ledifos, Ledvir, MyHep-LVIR, Ledviclear, Lisof, Resof-L, LediHep, Cimivir L, HEPCVIR-L, Sofab LP

Cimivir, Hepcvir, Hepcinat, Hepcee, Gratisovir, Grateziano, MyHep, MPI Viropack, Resof, Sofolanork, Sofocivir, SoviHep, Sofab, Spegra, Sofovir, Hopforhep, Viroclear, Virso,

Compagnia farmaceuticaMarchio di drogaSostanza attivaGenerici (controparti più economiche)Per quale genotipo è attivoForma di dosaggioModalità di applicazioneStato
AbbvieExvieradasabuvir1Una compressa due volte al giorno (mattina e sera)Registrato nell'UE, parte di Vikeira Pak
Viekiraxombitasvir + paritaprevir + ritonavir12 compresse al mattinoRegistrato nell'UE, parte di Vikeira Pak
Vickera Pakdasabuvir; ombitasvir + paritaprevir + ritonavir12 compresse di ombitasvir / paritaprevir / ritonavir 1 volta al giorno (al mattino) e 1 compressa. dasabuvira 2 volte al giorno (mattina e sera)È registrato nella Federazione Russa
Bristol-Myers SquibbBeclabuvir1, 3, 4, 5, 6Negli studi clinici
Ducklins®Daclatasvir1, 2, 360 mg compresse rivestite con filmÈ registrato nella Federazione Russa
Sunvepra ™asunaprevir1, 2, 3capsule molli contenenti asunaprevir 100 mgUna capsula 2 volte al giorno, indipendentemente dall'assunzione di ciboÈ registrato nella Federazione Russa
GileadSofosbuvir / VelpatasvirSofosbuvir + Velpatasvir1, 2, 4, 5, 6
Harvoni ®ledipasvir + sofosbuvir1Compresse rivestite contenenti Ledipasvir - 90 mg e Sofosbuvir - 400 mgUna compressa al giorno ai pasti
SovaldiSOFOSBUVIR1Compresse rivestite contenenti 400 mg di sofosbuvirUna compressa una volta al giorno durante un pastoÈ registrato nella Federazione Russa
GS-98571
JanssenSovriad®simeprevir1Capsule di gelatina dura contenenti 154 mg di simeprevir sodico1 capsula 1 volta al giorno, indipendentemente dall'assunzione di ciboÈ registrato nella Federazione Russa
MerckZepatierElbasvir + Grazoprevir1, 3, 4Compresse contenenti Elbasvir 50 mg e Grazoprevir 100 mg1 compressa una volta al giornoApprovato dalla FDA

Il nostro sito non si occupa della vendita o della fornitura di farmaci, tuttavia, per scoprire il prezzo, nonché per discutere di questioni relative all'ordine dei farmaci, oltre a offrire la tua opzione di acquisto, puoi farlo sul nostro forum. Si noti che i farmaci generici non sono attualmente registrati nel registro dei medicinali della Federazione Russa, pertanto la loro vendita in Russia è vietata dalla legge, tuttavia, l'acquisto di questi farmaci all'estero per il trattamento con adeguati documenti medici non è vietato.

Trattamento efficace per l'epatite C con farmaci generici nel 2020

Per molto tempo, il trattamento dell'epatite C è stato difficile e ha dato solo un risultato temporaneo. In molti pazienti, la malattia ha avuto un decorso cronico con lo sviluppo della cirrosi e in alcuni casi il cancro al fegato. Un punto di svolta nella lotta contro questo pericoloso disturbo è stato delineato dopo che il trattamento dell'epatite C con farmaci generici dall'India è stato introdotto nella pratica clinica.

Cosa sono i generici

In un senso semplificato, un generico è una copia medicinale. Una società di sviluppo farmaceutico produce e distribuisce un farmaco nel mercato di consumo. Essendo proprietà intellettuale e materiale dello sviluppatore, il farmaco è protetto dalla copia di altri produttori con un brevetto e il nome originale.

Ma il brevetto scade nel tempo. Successivamente, qualsiasi azienda ha il diritto di produrre questo farmaco, ma, ovviamente, con il proprio nome. Quindi si scopre che l'originale e il generico hanno solo nomi diversi, e il principio attivo è lo stesso e agiscono allo stesso modo. A questo proposito, i generici di epatite C dall'India non sono diversi dalle altre copie medicinali. Tuttavia, questi prodotti farmaceutici hanno caratteristiche.

In genere, uno sviluppatore di prodotti a marchio impedisce direttamente o indirettamente il rilascio di farmaci generici. Dopotutto, nessuno ha bisogno di competizione. Inoltre, gli analoghi generici sono più economici e quindi molto richiesti dai consumatori. La qualità delle copie medicinali è spesso scadente: spesso si ottengono bassi costi a causa della non conformità con la tecnologia di produzione. A causa della scarsa protezione, si trovano spesso falsi. La mancanza di un effetto terapeutico a volte porta a un peggioramento della condizione e persino a un esito fatale.

Caratteristiche dei generici indiani

Il trattamento del virus dell'epatite C con farmaci generici indiani nel 2019 è diverso. Gli originali di questi farmaci sono stati sviluppati da Gilead Sciences. Questa società farmaceutica americana, fondata nel 1987, è specializzata nella creazione e produzione di farmaci antivirali usati per l'ARVI, l'HIV e l'epatite. Ha proposto il farmaco esclusivo Sovaldi (Sovaldi) con il principio attivo Sofosbuvir (Sofosbuvir) favorevolmente con i suoi predecessori per il trattamento dell'epatite C:

  • 95% di risultati positivi;
  • bassa incidenza di effetti collaterali;
  • un corso di trattamento relativamente breve;
  • facilità d'uso: il farmaco è disponibile in compresse, non in forme di iniezione.

Presto apparvero altri farmaci con attività antivirale. Sulla base della combinazione di questi farmaci con Sofosbuvir, sono stati creati farmaci per l'epatite C di nuova generazione. Ma questi farmaci hanno avuto un significativo svantaggio che ha rallentato i loro progressi nel mercato dei consumatori. Questa è una pillola ad alto costo. Ecco perché Gilead Sciences ha fatto una mossa audace nel marketing..

Un certo numero di aziende indiane, tra cui Hetero Drugs, Aprazer, Natco Pharma, ha ricevuto le licenze da Gilead Sciences per la produzione e la distribuzione di farmaci per l'epatite C. I farmaci generici per l'epatite C relativamente a basso costo hanno permesso a Gilead Sciences di espandere il suo territorio di vendita (e, di conseguenza, aumentare i profitti), pur mantenendo il suo volto.

Linee guida per il trattamento dell'epatite C nel 2019

Per recuperare dall'epatite C, è necessario distruggere completamente il suo agente patogeno, un virus contenente RNA. Questo virus penetra nelle cellule del fegato (epatociti), dove si moltiplica (replicazione). Questo complesso processo a più fasi procede in più fasi. Inizialmente, la particella virale penetra nell'epatocita attraverso la membrana cellulare danneggiata. Qui viene rilasciato l'acido ribonucleico virale (RNA).

Utilizzando materiale cellulare su questo RNA materno, vengono sintetizzati gli RNA virali figlie. La prossima è la sintesi delle proteine ​​virali, il processo di assemblaggio di nuove particelle virali (virioni). Dopo questo, i virioni vengono rilasciati, secreti dall'epatocita morto in cerca di un nuovo paradiso. L'uso di farmaci generici per l'epatite C comporta l'esposizione a tutte le fasi chiave della replicazione del virus, che porta alla loro morte.

Farmaci per l'epatite C.

I seguenti farmaci sono usati nel trattamento dell'epatite C:

  • SOFOSBUVIR. Questo composto è un inibitore dell'RNA polimerasi. Questo enzima fornisce la costruzione e l'estensione della catena dell'RNA virale. Grazie a Sofosbuvir, questa catena si spezza..
  • Ledipasvir. Questo composto inibisce la formazione di un'altra proteina responsabile della polimerizzazione dell'RNA e della replicazione del virus..
  • Daclatasvir. Inibisce una proteina multifunzionale virale - una proteina che fornisce i processi di replicazione e assemblaggio dei virioni.
  • Velpatasvir. Ha un effetto simile ai farmaci precedenti. Blocca una proteina specifica che raddoppia l'RNA virale.

Ognuno di questi farmaci non è usato come monoterapia, cioè isolato da altri farmaci. Le medicine sono una combinazione di Sofosbuvir con analoghi. Tali strumenti influenzano tutte le fasi della replicazione del virus e non gli lasciano alcuna possibilità. Grazie a questo, il trattamento dell'epatite C con i generici indiani dà il massimo risultato..

A questo proposito, si sono dimostrati bene:

  • Hepcinat plus
  • Ledikast
  • Hepcinat e Natdac
  • Hepcinat LP
  • Velpaclear
  • Sofokast e Dacikast.

Nel tempo, l'elenco di questi generici, così come i distributori indiani che li fabbricano, si riempirà solo.

risultati

Le medicine create negli ultimi anni hanno permesso di fare ciò che prima non era possibile: distruggere completamente l'agente causale dell'epatite virale C. Ciò può essere considerato una rivoluzione nel trattamento delle malattie epatiche acute e croniche. È vero, nella versione originale, questi fondi sono costosi e non accessibili per molti pazienti, anche in paesi economicamente sviluppati..

I generici sono creati sulla base di sostanze attive. Prodotto da aziende indiane, questi prodotti sono più economici e quindi più convenienti rispetto ai loro predecessori originali. Nonostante il basso costo, la tecnologia di produzione e la qualità di questi farmaci sono strettamente controllate. Dall'India, questi farmaci sono distribuiti in tutto il mondo - vengono utilizzati in 91 paesi. Il trattamento efficace e sicuro dell'epatite C con i generici indiani conferma il feedback non solo dei medici, ma anche dei pazienti.

Le sostanze attive distruggono solo i virus, ma non danneggiano le cellule sane. Pertanto, gli effetti collaterali dopo averli presi sono rari. I generici di origine indiana possono essere utilizzati sia come trattamento primario per l'epatite acuta C sia per il trattamento ripetuto dell'epatite cronica dopo un precedente uso senza successo di altri farmaci.

Farmaci per l'epatite C: elenco di farmaci efficaci, descrizione, prezzi

Dalla scoperta del virus dell'epatite C, gli scienziati hanno sviluppato per anni un farmaco in grado di far fronte alla malattia. Durante questo periodo, la scala dell'infezione da HCV ha raggiunto un livello terrificante. Ogni anno nel mondo 4 milioni di persone diventano ostaggi della malattia, la metà di loro soffre di una forma cronica. L'insidiosità della malattia non sta solo nel metodo di infezione - attraverso il flusso sanguigno e nel decorso asintomatico, ma anche in presenza di molti genotipi di virus, il cui trattamento richiede un proprio approccio speciale. Tuttavia, dovresti sapere che l'epatite C non è una frase! La malattia può e deve essere trattata. La terapia tempestiva aiuterà a prevenire lo sviluppo di gravi complicanze: fibrosi, cirrosi e patologie oncologiche del fegato. Oggi, il mercato farmaceutico offre molti farmaci efficaci per aiutare a sbarazzarsi di HCV una volta per tutte..

Medicina tradizionale

Quando viene diagnosticata l'epatite C, i farmaci per il trattamento devono essere di natura antivirale. Il metodo tradizionale di terapia è l'uso complesso dell'interferone, che ha lo scopo di distruggere il virus e la ribavirina, che migliora l'azione del primo.

Il corso del trattamento con i suddetti farmaci va da sei mesi a un anno. In questo caso, il paziente deve assumere una dose giornaliera di interferone e ribavirina.

Come dimostra la pratica medica, questa tecnica si è dimostrata efficace per l'HCV del 2o e 3o genotipo. Tuttavia, spesso, il trattamento non porta il risultato desiderato. Il virus riesce ad adattarsi agli effetti dei farmaci e coesiste con calma, continuando a colpire aree sane del fegato. In questo caso, la malattia può terminare con complicazioni con un danno completo o parziale all'organo, di conseguenza, un cambiamento nel suo lavoro.

Inoltre, è necessario essere consapevoli del fatto che non tutti i farmaci tradizionali per l'epatite C possono essere prescritti ai pazienti..

I farmaci sono controindicati in molte malattie, comprese le patologie epatiche. Durante la gravidanza, così come per il trattamento dei bambini, viene utilizzata solo la terapia con interferone alfa.

Inoltre, durante la terapia tradizionale, l'epatite C, un farmaco per il trattamento e il ripristino del fegato stesso, viene prescritta per la diagnosi. Può essere epatoprotettore di effetti vegetali o sintetici. Farmaci spesso usati i cui principi attivi sono fosfolipidi essenziali. La loro azione è volta a proteggere e aumentare la resistenza del corpo alle influenze negative, contribuendo ad aumentare l'efficienza e il rinnovamento della struttura.

Droghe costose moderne

Secondo molti medici, provenienti da tutto il mondo, la migliore cura per l'epatite C è apparsa nel 2014 con il nome di Sovaldi. Il suo sviluppatore fu la società farmaceutica americana Gilead Sciences. La base di tale farmaco era Sofosbuvir, un principio attivo antivirale in grado di far fronte al virus in tutte le fasi della malattia..

Il costo del farmaco era troppo elevato per essere immediatamente accessibile a tutte le persone infette. In media, il prezzo di un tablet è di $ 1.000. Questo fatto è servito da motivo per lo sviluppo di analoghi economici e un anno dopo i generici prodotti in Egitto e in India sono stati introdotti nel mercato farmaceutico.

Nonostante l'efficacia al 100% di Sofosbuvir, ha uno svantaggio: il farmaco non può combattere il virus da solo. L'agente causale si adatta rapidamente alla sostanza e, in futuro, non risponde ad essa. È possibile correggere la situazione mediante l'uso di un altro agente antivirale che differisce in effetti dal primo. Per questo, sono state sviluppate altre tre varianti: Velpatasvir, Ledipasvir, Voxilaprevir. Seguendoli, i farmacisti americani hanno presentato i preparati combinati: Harvoni (sfosbuvir + ladyspavir), Epclusa (sfosbuvir + velpatasvir), Vosevi (sfosbuvir + velpatasvir + voxilaprevir).

Parallelamente, un'altra società farmaceutica americana BMS ha rilasciato farmaci generici Ducklins con il principio attivo - Daclatasvir. Tuttavia, questo farmaco non è possibile assumere da solo, l'effetto terapeutico sarà appropriato, solo in combinazione con un agente contenente sofosbuvir.

A seguito di numerosi studi clinici, è stato dimostrato che l'uso complesso di determinate combinazioni di Sofosbuvir e altre sostanze può distruggere il virus HCV di uno qualsiasi dei genotipi esistenti. Il risultato di guarigione è stato del 98%, questo fatto suggerisce che è stata trovata una nuova cura per l'epatite C.!

Generici indiani - descrizione e prezzi

Il medicinale per l'epatite C dall'India nella sua qualità ed efficacia non è inferiore agli originali americani. I farmacisti indiani hanno presentato molte varianti di farmaci generici con una varietà di nomi commerciali usati come monoterapia o in combinazione.

Le compresse, la cui sostanza principale è Sofosbuvir, sono chiamate: Sofokast, SoviHep, Sofovir, Virso.

La composizione che comprende Ledipasvir: Ledikast, LediHep, Ledifos, Virpas, Myhep, Hepcinat LP, Hepcvir L, Resof L.

I farmaci a base di daclatasvir sono chiamati: Dacikast, DaciHep, Daclahep, Dactovin.

Velpatasvir è un ingrediente attivo in generici: Sovihep V, Velpanat, Hepcvel, Velasof, Velakast, Resof Total.

A seconda di quali farmaci per l'epatite C sono selezionati e in quale combinazione, sono in grado di far fronte a qualsiasi tipo di malattia. Pertanto, l'uso combinato di Sofosbuvir e Daclatasvir influenza efficacemente l'HCV dal 1 ° al 5 ° genotipo, Sofosbuvir e Ledipasvir dal 1 ° al 4 °, Sofosbuvir e Velpatasvir dal 1 ° al 6 ° genotipo.

Fattori come influenzano il regime di trattamento e il corso della terapia, nonché:

  • stadio e gravità della malattia;
  • la presenza di ulteriori patologie e complicanze;
  • stato del paziente;
  • precedente terapia HCV.

Il successo del trattamento può essere solo con la stretta osservanza delle regole per l'assunzione di farmaci generici nel dosaggio prescritto, una volta al giorno. Allo stesso tempo, durante il corso (3-6 mesi) dovresti condurre uno stile di vita sano, seguire una dieta, escludere l'alcol, smettere di fumare.

Non dovresti avere paura delle manifestazioni di reazioni avverse durante il trattamento, sotto forma di:

  • mal di testa;
  • nausea
  • apatia;
  • mancanza di appetito.

Di norma, compaiono solo durante i primi 10-12 giorni di trattamento. Non causano particolari disagi ai pazienti e vanno via da soli, poiché il corpo si adatta alla terapia.

I farmaci generici non sono ammessi per i bambini di età inferiore ai 18 anni, per le donne in gravidanza e durante l'allattamento, nonché per i pazienti con reazioni allergiche a qualsiasi componente del farmaco.

Non è consigliabile iniziare l'uso di medicinali da soli, è necessario prima consultare il proprio medico.

L'acquisto di tali generici nelle farmacie in Russia non funzionerà, i medicinali vengono venduti solo attraverso Internet. La loro vendita è effettuata da distributori speciali e società intermedie. Data la domanda di medicinali, sono apparse molte risorse false che offrono prodotti di bassa qualità, così come quelli che tradiscono i clienti ignari, attirando grandi quantità di denaro e non offrendo nulla in cambio. Pertanto, prima di acquistare medicinali, dovresti ricordare alcune semplici regole:

  • acquistare prodotti solo su risorse comprovate, evitare la comunicazione con siti di un giorno;
  • quando si acquista un medicinale per l'epatite C, il prezzo in Russia non dovrebbe differire notevolmente dal costo degli stessi fondi offerti su altre risorse;
  • Non ordinare medicinali da rappresentanti dubbi di aziende farmaceutiche;
  • non acquistare farmaci generici in imballaggi strappati, con violazione della durata di conservazione, mancanza di ologrammi di imballaggio che variano nel dosaggio con gli originali.

In media, il costo dei generici indiani con il principio attivo Sofosbuvir, oggi è di circa 8000,00 rubli al mese, in combinazione con Ladyspavir da 14500,00 rubli e compresse di Daclatasvir - circa 5500,00 rubli per 4 settimane di terapia.