Ittero ostruttivo: cause

L'ittero ostruttivo è uno dei sintomi più inquietanti della malattia del fegato. In questo articolo, esamineremo a quali malattie porta questo sintomo..

Le cause

Di seguito sono descritti i fattori più comuni nello sviluppo dell'ittero ostruttivo nell'uomo..

Calcolo biliare

Crea congestione nel dotto epatico o biliare. Lo sviluppo dell'ittero è prevalentemente preceduto da:

  1. caratteristica colica di calcoli biliari (o solo colica);
  2. i dolori si fanno sentire sotto l'arco costale giusto;
  3. dare nella metà destra della schiena;
  4. molto forte e debole o si ferma solo dopo aver assunto potenti antidolorifici;
  5. un attacco di dolore è spesso accompagnato da febbre di basso grado o brividi.

Ci sono anche pietre "silenziose", indolori. Una pietra in uno dei rami del dotto epatico non è accompagnata da acolia fecale. La pietra che è bloccata nel dotto cistico, soprattutto, se i dotti epatici e cistici sono quasi paralleli, provoca inizialmente un restringimento dell'estremità del dotto epatico, quindi una reazione infiammatoria dell'isola e una stenosi organica (sindrome di Mirizzi) con l'espansione dei dotti biliari intraepatici. Va notato che la congestione del dotto biliare extraepatico potrebbe non esserlo.

Parassiti nei dotti biliari

Molto spesso, il blocco si verifica con un peso di nematode, giardia, anchilostoma. L'ittero è molto indolore, di solito accompagnato da dolore spastico, come con la colelitiasi. Nell'analisi delle feci di una persona malata, vengono trovati parassiti e le loro uova. Sospetto della possibilità di una malattia parassitaria dell'eosinofilia. Come sempre, la diagnosi viene effettuata quando viene eseguita l'operazione e il modulo descritto di seguito.

Corpi estranei nel dotto biliare

I sintomi sono simili ai sintomi come con il blocco del ramo biliare con una pietra, di regola, anche dopo la colangiografia, il paziente entra in sala operatoria con una diagnosi caratteristica di coledocolitiasi.

Tumori del dotto biliare

Causano lo sviluppo dell'ittero che aumenta gradualmente senza attacchi di dolore spastico. Spesso, tali tumori sono osservati nelle persone con colelitiasi, che hanno una storia di colica di calcoli biliari. In questo caso, i sintomi generali dei tumori dominano:

  1. perdere peso;
  2. mancanza di appetito;
  3. la subsidenza eritrocitaria (VES) è troppo elevata;
  4. in misura maggiore, si osserva prurito del corpo (pelle), che di solito è caratteristico di blocchi prolungati.

Attualmente, all'interno dei tumori del fegato, precedentemente riconosciuti dalla colangiografia solo durante l'intervento chirurgico, vengono diagnosticati in modo affidabile utilizzando la colangiografia retrograda. Quanto sopra si applica alla seguente causa di ittero ostruttivo.

Vater Cancer Nipple

Di norma, crea congestione nel dotto pancreatico, quindi, oltre all'ittero, si verificano disturbi digestivi. Nelle analisi delle feci non ci sono enzimi della ghiandola (pancreas), la definizione di diastasi indica accuratamente un processo patologico (nelle urine e nel sangue, il contenuto di diastasi è più alto del normale, ma nelle feci è viceversa ridotto). Il tumore a volte causa sanguinamento chiuso, così come melena.
La combinazione di ittero ostruttivo con melena di solito indica il carcinoma del capezzolo di Vater o un tumore negli organi vicini (come il pancreas) che è scoppiato nel lume dello stomaco o dell'intestino. In precedenza, la diagnosi poteva essere fatta (e piuttosto in modo poco credibile) solo dopo un esame radiografico del duodeno con ritardo artificiale nel passaggio e con l'espansione della sua sezione verticale. Oggi, il carcinoma del capezzolo di Vater può essere riconosciuto direttamente dalla duodenoscopia, la diagnosi può essere confermata dalla biopsia.

Crescita dei linfonodi alle porte del fegato

Può causare restringimento del dotto biliare e raramente alla vena porta. Un simile aumento dei linfonodi può verificarsi anche con linfogranulomatosi, leucemia linfatica, carcinoma, meno comunemente con sifilide e tubercolosi; a volte, a causa dell'epatite, si osservano linfonodi infiammati che restringono il dotto biliare comune.

Carcinoma pancreatico della testa

Provoca un lento aumento dello sviluppo rapido dell'ittero dei sintomi di blocco completo. Un sintomo della cistifellea allargata è caratteristico (sintomo di Courvoisier). I dolori spastici sono assenti, ma il paziente è tormentato da dolori opachi, che intensificano gradualmente nello stomaco, sotto l'arco costale sinistro e specialmente nella schiena e nella parte bassa della schiena. Utilizzando la pancreatografia retrograda, è possibile effettuare una diagnosi accurata..

Pancreatite cronica

Nella maggior parte dei casi, non è la causa dell'ittero ostruttivo. Il quadro di tale ittero è simile al quadro clinico di un tumore alla testa del pancreas negli esseri umani e spesso la pancreatite cronica provoca una sorpresa durante l'intervento chirurgico per un tumore al pancreas diagnosticato erroneamente. A volte solo l'esito della malattia indica che non era un tumore. Ai chirurghi non piace fare una biopsia pancreatica, poiché in futuro potrebbe svilupparsi una pseudocisti.

Il pancreas nel corpo svolge diverse importanti funzioni, in quanto produce insulina ed enzimi digestivi. Puoi imparare a mangiare con pancreatite e anche che in nessun caso dovresti mangiare.

La pancreatografia non fornisce ancora informazioni sufficienti per effettuare una diagnosi accurata. Non ci sono sintomi tumorali generali nella pancreatite cronica, mentre in un tumore pancreatico, la mancanza di enzimi non è così pronunciata come nella pancreatite cronica. Nella storia di un paziente affetto da pancreatite cronica, ci sono spesso indicazioni:

  • per alcolismo o ulcera;
  • penetrante o perforante verso il pancreas.

Con questa diagnosi, ci sono violazioni del fegato, che portano all'ittero parenchimale. La pancreatite con ittero o ittero direttamente ostruttivo può essere causata dal diverticolo duodenale, che è più probabile che venga rilevato dopo la diffusione della duodenoscopia.

Processo infiammatorio

Nella maggior parte dei casi, si osserva dopo colecistectomia, soprattutto se il dotto biliare è stato aperto e danneggiato. Il processo infiammatorio può essere una conseguenza della colecistite cronica, un'ulcera che ha causato cambiamenti cicatriziali nei tessuti circostanti. Pertanto, nella storia del paziente dovrebbe esserci un'indicazione di colecistopatia, ulcera duodenale o chirurgia.

L'ittero è un sintomo di malattia epatica. Si esprime in un ingiallimento visivo della superficie della pelle, delle mucose, delle proteine ​​degli occhi causate da un aumento della quantità di bilirubina nel sangue. Puoi anche scoprire altri sintomi di ittero, quali sono i metodi di trattamento ed esiste una connessione tra ittero ed epatite?

Sfintere di Oddi Spasmo

Gli esperti dubitano che questa condizione possa causare ittero "mentale". Anche il ruolo di un aumento allergico della mucosa dello sfintere nel verificarsi di ittero è dubbio; considera che l'ittero si sviluppa sotto l'influenza di qualsiasi allergene, a volte è accompagnato da eosinofilia. Questo gruppo include diversi casi descritti di ittero verificatisi durante le mestruazioni.

Colangite sclerosante

Ad oggi, questa condizione, come la fibrosi retroperitoneale, è attribuita a reazioni immunologiche che sono accompagnate da fibrosi..

Cause più rare di ittero ostruttivo possono essere considerate:

  1. aneurisma dell'arteria gastro-duodenale;
  2. appendicite acuta;
  3. papilloma della cistifellea;
  4. metastasi tumorali al fegato;
  5. cicatrice ulcera duodenale.

Nel riconoscimento dell'ittero ostruttivo dal punto di vista prognostico, la differenziazione di calcoli e tumore è molto importante.

Puoi anche guardare un video in cui ti parleranno in dettaglio della natura del verificarsi dell'ittero ostruttivo, nonché delle malattie insidiose che questo sintomo allarmante porta..

Cause, sintomi, diagnosi e trattamento dell'ittero ostruttivo

Ittero acolico, congestizio, ostruttivo o ostruttivo, colestasi extraepatica - tutto questo è il nome della stessa malattia causata dall'ostruzione meccanica dei dotti biliari, a seguito della quale la bile viene gettata nel flusso sanguigno.

Le bilirubine in esso contenute influenzano negativamente il sistema nervoso, il sistema circolatorio e il cuore, danneggiano i reni. Ecco perché l'ittero ostruttivo non può essere considerato come una condizione che colpisce solo l'aspetto della pelle e delle mucose. Malattie gravi del fegato, della cistifellea e dei dotti biliari che richiedono un trattamento urgente possono essere nascoste dietro di esso..

Perché appare l'ittero ostruttivo

Le principali cause di ittero ostruttivo sono la compressione o l'ostruzione (ostruzione) dei dotti biliari, a seguito della quale la bile non può essere rimossa liberamente da loro nel duodeno. La malattia può manifestarsi su uno sfondo di patologie benigne e maligne. Nel primo caso, la prognosi è favorevole; nel secondo è aggravata da sintomi più complessi e rischi di complicanze.

Nei pazienti di età inferiore ai 40 anni, le cause della compressione meccanica o del blocco dei dotti biliari sono per lo più benigne. Può essere:

  • invasioni elmintiche e parassitarie nel fegato (echinococcosi e alveococcosi);
  • processi infiammatori nella cistifellea e nei dotti con formazione nell'ultimo infiltrato o cicatrici (colangite sclerosante, colecistite, pancreatite pseudotumorale));
  • anomalie congenite nella struttura dei dotti biliari - ipoplasia, artesia;
  • malattia del calcoli biliari (ostruzione del dotto con calcolo);
  • diverticolosi del duodeno con formazione di un diverticolo vicino alla papilla duodenale;
  • masse congenite benigne (cisti) del dotto biliare comune.

Nei pazienti in età adulta e in età avanzata, i motivi principali per cui inizia lo sviluppo di ittero ostruttivo è la presenza di alterazioni maligne negli organi. Può essere:

  • un tumore alla testa del pancreas;
  • tratto biliare maligno o papilla duodenale;
  • metastasi nei dotti biliari e vicino alla papilla duodenale;
  • ingrossamento dei linfonodi situati nel legamento epatoduodenale a causa di processo infiammatorio cronico o oncologia.

L'ittero meccanico si sviluppa anche nel periodo postoperatorio se si formano corde cicatriziali sulle pareti dei dotti biliari.

Segni e sintomi di ittero ostruttivo

È abbastanza semplice diagnosticare con sospetta sindrome di ittero, perché la malattia ha pronunciato segni esterni e una serie di sintomi specifici. Il loro elenco dipende dalle cause dell'ostruzione dei dotti biliari.

Quando i dotti sono bloccati con pietre, si verifica innanzitutto il dolore spastico nell'ipocondrio destro, che dà sotto la scapola, la schiena e la regione ascellare (figura sotto). Dopo 2-3 giorni, la pelle e le mucose diventano gialle.

Con il cancro alla testa del pancreas, i dotti biliari e la papilla duodenale, i pazienti sono preoccupati per il dolore sordo nella regione epigastrica con radiazioni alla schiena. I segni di ittero si verificano in qualsiasi fase del dolore o allo stesso tempo.

Nell'infiammazione acuta dei dotti biliari (colangite), oltre al dolore nell'ipocondrio destro e al giallo della pelle e delle mucose, c'è febbre e febbre fino a 39-40 gradi.

In tutti i casi, il meccanismo di sviluppo della colestasi extraepatica è lo stesso. In primo luogo, appare il disagio fisico e quindi il colore della pelle, della sclera e delle mucose cambia.

Parallelamente ai fenomeni descritti dei pazienti, altri sintomi preoccupano:

  • prurito della pelle;
  • depositi di colesterolo sulle palpebre, che a volte vengono scambiati per pus, come nella congiuntivite;
  • la comparsa di ematomi anche con lievi lesioni;
  • scoppiando nell'ipocondrio destro;
  • lieve nausea, a volte con vomito;
  • scolorimento delle feci;
  • colorazione marrone delle urine.

Inoltre, la sindrome di ittero è accompagnata da perdita di appetito, nervosismo, disturbi del sonno, perdita di peso, debolezza generale. Tali fenomeni sono dovuti all'intossicazione generale del corpo. I sintomi possono manifestarsi a vari livelli, a seconda che il dotto biliare sia completamente o parzialmente bloccato..

Diagnosi di ittero ostruttivo

Per fare la diagnosi corretta e prescrivere la terapia appropriata, il medico deve condurre una diagnosi differenziale per escludere l'ittero parenchimale e emolitico, nonché per identificare la causa dell'ostruzione dei dotti biliari. Per farlo:

  • una storia dettagliata e uno studio della storia medica;
  • test di laboratorio su sangue e urina per bilirubina - con ittero ostruttivo, questo indicatore è sempre aumentato, così come l'attività della fosfatasi alcalina;
  • sangue per colesterolo (aumentano gli indicatori con ittero ostruttivo);
  • esame ecografico del fegato, della cistifellea e dei dotti (nelle immagini sono visibili dotti ingrossati, calcoli, tumori, cisti echinococciche e metastasi);
  • ERCP (colangiopancreatografia retrograda endoscopica) (con risultati ecografici poco chiari o dubbi, con sospetto tumore di una grande papilla duodenale);
  • la colangiografia percutanea transepatica sotto il controllo degli ultrasuoni o della risonanza magnetica viene utilizzata per sospetto blocco dei dotti biliari nell'area della porta del fegato;
  • splenportografia e celiacografia sono usati per sospetti tumori maligni del fegato e dei dotti biliari (nelle immagini sono visibili accumuli atipici di vasi);
  • se si sospetta una papilla duodenale (tumore, diverticolo) e altre patologie del duodeno, viene utilizzata la duodenografia.

Dopo aver stabilito il quadro completo, il medico prescrive un trattamento completo per l'ittero ostruttivo.

Trattamento dell'ittero ostruttivo

La decisione su come trattare l'ittero ostruttivo dipende dalle cause della sua insorgenza e dalla gravità dei sintomi. Nella fase iniziale, la terapia consiste in procedure volte ad eliminare la colestasi con metodi minimamente invasivi. Anche in questa fase viene praticato il trattamento farmacologico (terapia conservativa), nelle condizioni di rianimazione.

Include l'uso di:

  • infusi di soluzioni saline, glucosio con insulina, preparati proteici, sostituti del sangue, ecc.;
  • vitamine e aminoacidi;
  • stimolanti metabolici;
  • farmaci ormonali;
  • bloccanti della secrezione gastrica;
  • antiacidi e preparati avvolgenti.

Se ci sono segni di intossicazione, viene prescritta la disintossicazione extracorporea (emosorbimento, plasmaferesi, emodialisi)..

Per prevenire lo sviluppo di complicanze infettive e infiammatorie, viene prescritto un trattamento antibiotico ad ampio spettro che può penetrare nella bile. L'elenco dei farmaci rispetto al trattamento dell'ittero ostruttivo è determinato individualmente. Solo dopo questo viene eseguito un intervento chirurgico o minimamente invasivo:

  • drenaggio e drenaggio dei condotti;
  • ERCP terapeutico (colangiopancreatografia retrograda endoscopica), combinato con papillosfincterometria endoscopica;
  • colangiostomia percutanea transepatica;
  • stenting dei dotti biliari;
  • coledocotomia laparoscopica secondo Kocher, Kerth, Vishnevsky o altri metodi;
  • resezione di organi affetti da tumore (per malattie oncologiche accompagnate da ittero ostruttivo).

A tutti i pazienti senza eccezione viene prescritta una dieta corrispondente alla tabella n. 5a (secondo Povzner). Il menu comprende purè di cereali e verdure bolliti, latticini, frutta e bacche, bevande in abbondanza. Si consiglia di mangiare spesso, porzioni non superiori a 200 ml.

Prognosi della malattia

Con rilevazione e terapia tempestive, la prognosi dell'ittero ostruttivo è favorevole. La mortalità con terapia adeguatamente prescritta è inferiore al 5%, se le cause dell'ittero sono benigne. In caso di intervento chirurgico forzato o minimamente invasivo nella fase di crescita dell'ittero, il rischio di mortalità aumenta al 10-30%. Le previsioni sono ancora peggiori se l'ittero ostruttivo è dovuto alla presenza di tumori e metastasi cancerose nel fegato, nel pancreas e nei dotti biliari. Dopo la chirurgia palliativa, la sopravvivenza a 5 anni è solo del 10-15%.

Per aumentare le possibilità di una guarigione riuscita, quando compaiono i primi segni della malattia, è necessario consultare un gastroenterologo. Ciò contribuirà ad evitare complicazioni mortali come ascessi epatici, insufficienza epatica e renale (a causa della potente endotossicità)..

Causa ittero ostruttivo

L'ittero ostruttivo è una sindrome patologica causata da una violazione del deflusso della bile dai dotti biliari nel duodeno e, di regola, accompagnata da ingiallimento della pelle e sclera degli occhi, oscuramento del colore delle urine e scolorimento delle feci, nonché un aumento del contenuto di bilirubina nel sangue e nelle urine.

Classificazione. L'ittero ostruttivo è solo una forma di ittero. L'ittero è disponibile in 3 tipi:

1) Emolitico, a causa della distruzione significativamente accelerata dei globuli rossi e, di conseguenza, dell'emoglobina dovuta al lavoro patologico della milza o al riassorbimento di ematomi estesi;

2) Parenchimale, derivante da alterata funzionalità delle cellule del fegato (più spesso con epatite o cirrosi), che porta al fatto che la bilirubina che si accumula nel sangue non viene assorbita dagli epatociti e non viene secreta dagli stessi nei dotti biliari;

3) Meccanica, o ostruttiva, causata dalla presenza di un'ostruzione organica nella via della bile dalla cellula epatica al lume del duodeno.

Eziologia e patogenesi. Le cause più comuni di ittero ostruttivo sono la malattia del calcoli biliari, i tumori maligni, nonché la stenosi cicatriziale del dotto biliare o la grande papilla duodenale (BDS) del duodeno. Questi processi, se localizzati nel dotto biliare principale (dotto biliare comune, epatico comune o lobare), rendono difficile il deflusso della bile verso il duodeno. La conseguenza di ciò è un aumento della pressione biliare (ipertensione biliare) nei dotti situati sopra il sito di ostruzione. Di conseguenza, questi dotti si espandono di diametro e bilirubina, acidi biliari e altri componenti della bile penetrano nel sangue dalla bile, che è ad alta pressione. Poiché la bilirubina si trova nei dotti biliari, che è già passata attraverso le cellule del fegato e ha attaccato il resto dell'acido glucuronico (la cosiddetta bilirubina diretta), anche la bilirubina diretta (bilirubina-glucuronide) entra nel flusso sanguigno con ipertensione biliare. Una maggiore quantità di bilirubina che circola nel sangue passa attraverso i reni nelle urine e la colora di un colore giallo scuro. Se la bile cessa di entrare nel duodeno, le feci non vengono più macchiate con pigmenti biliari e diventano di colore grigio terroso. Ma una conseguenza molto più importante dell'assenza di bile nell'intestino è una violazione dell'assorbimento da parte del corpo di vitamine liposolubili, in particolare la vitamina K, che porta a una significativa violazione della formazione di protrombina nel fegato e una violazione della coagulazione del sangue. Se l'ipertensione biliare esiste da molto tempo, sullo sfondo del ristagno della bile, è possibile l'infiammazione dei dotti biliari, la colangite, che rappresenta una grave minaccia per la vita del paziente. Inoltre, la funzione degli epatociti con lo sviluppo di processi distrofici e degenerativi in ​​essi è fortemente disturbata, è possibile lo sviluppo della cirrosi biliare del fegato.

L'ittero ostruttivo è più comune nelle donne, ma pr & # 56538; Ostruzione tumorale del sesso predominante del tratto biliare - maschio.

Denunce, contestazioni sul giallo della pelle e della sclera, feci scolorite, urine color birra, prurito della pelle, dolore addominale. Il dolore durante l'ostruzione del dotto biliare con pietre è localizzato nell'ipocondrio destro, è spastico, acuto, irradiante alla schiena, alla scapola destra e alla regione ascellare e, di regola, precede l'ittero. L'ittero di solito appare 1-2 giorni dopo aver risolto la colica epatica. Il dolore nei tumori della testa del pancreas, BDS, dotti biliari sono localizzati nella regione epigastrica e i dolori sono opachi, si irradiano alla schiena e, di regola, appaiono già sullo sfondo dell'ingiallimento della sclera degli occhi e della pelle. In alcuni casi, l'ostruzione del tumore si verifica senza dolore e si manifesta come lamentele di ittero, prurito della pelle, oscuramento delle urine e scolorimento delle feci. La temperatura corporea nei pazienti con ittero ostruttivo in assenza di fenomeni infiammatori acuti è di solito normale. Ma con un prolungato ristagno della bile nei dotti biliari, sono possibili l'infezione biliare e lo sviluppo della loro infiammazione, la colangite, che è accompagnata da un significativo aumento della temperatura e dei brividi..

anamnesi. Quando viene interrogato, è spesso possibile scoprire che il paziente ha già avuto attacchi simili di dolore nell'ipocondrio destro, che erano accompagnati da ingiallimento della sclera, della pelle, dell'oscuramento delle urine, ma questi fenomeni si sono fermati sotto l'influenza del trattamento o da soli. Tale immagine di ittero transitorio è caratteristica delle cosiddette pietre "a valvola" del dotto biliare comune, che bloccano completamente il suo lume o ripristinano il deflusso della bile, spostandosi su una sezione più ampia del dotto. È anche possibile la migrazione di piccole pietre dal dotto biliare comune al duodeno, che si traduce anche in sollievo dell'ittero. L'ittero causato dal tumore, di regola, aumenta gradualmente e non tende a diminuire.

Esame del paziente. La pelle è dipinta di giallo, assumendo gradualmente una tonalità terrosa. Ma anche prima della pelle, la sclera degli occhi e la mucosa della superficie inferiore della lingua diventano itterici. Sulle palpebre, i depositi di colesterolo (xantoma) possono essere rilevati sotto forma di formazioni giallastre chiaramente definite, di circa 6 mm, che sporgono sopra la superficie della pelle. Vengono rivelati graffi cutanei, ematomi in luoghi di lievi lesioni. Il fegato è ingrossato, soprattutto in modo significativo con i tumori del tratto biliare. Per i tumori della testa del pancreas nell'ipocondrio destro, viene palpata una cistifellea indolore e allungata (sintomo di Courvoisier). Con l'ostruzione con i calcoli, la cistifellea di solito non è palpabile a causa dei suoi cambiamenti sclerotici sullo sfondo della malattia del calcoli biliari. Anche la palpazione del fegato è dolorosa; i sintomi di Ortner e Murphy possono essere positivi.

Diagnostica. Un esame del sangue biochimico rivela un aumento del contenuto di bilirubina di oltre 20 μmol / l; e principalmente a causa della frazione diretta (bilirubina-glucuronide). Aumento dell'attività della fosfatasi alcalina.

1. Ultrasuoni. I dotti biliari sono dilatati. Nell'ostruzione ostruttiva polmonare ostruttiva, il diametro del dotto biliare comune supera 0,8–1 cm e possono essere rilevati concrezioni nella cistifellea. L'affidabilità nel determinare le pietre nel dotto biliare comune è bassa. Con un tumore alla testa del pancreas o pancreatite pseudotumorale, le dimensioni dell'organo aumentano.

2. La colangiopancreaticografia endoscopica retrograda (ERCP) è indicata per risultati ecografici dubbi nei casi in cui si sospetta un'ostruzione extraepatica del tratto biliare. Per la cannulazione del dotto biliare comune e del dotto pancreatico, viene utilizzato un duodenoscopio a fibra ottica. Dopo l'introduzione di una sostanza radiopaca nel condotto, viene eseguita una serie di immagini. Utilizzando questa tecnica, è possibile diagnosticare piccoli tumori del pancreas. Forse esame citologico dell'epitelio e dei contenuti del dotto pancreatico.

3. La colangiografia transepatica percutanea è indicata per l'ostruzione dei dotti biliari nell'area della porta del fegato: vengono determinati lo stato dei dotti intraepatici e l'entità della loro occlusione. In anestesia locale, un ago lungo e sottile viene inserito attraverso uno dei dotti intraepatici dilatati attraverso la pelle e il tessuto epatico sotto controllo ecografico per iniettare un mezzo di contrasto.

4. La radiografia o la risonanza magnetica consentono di determinare i calcoli nei dotti biliari e le lesioni del volume nel fegato, nella testa del pancreas, nonché di valutare con precisione il grado di espansione dei dotti biliari.

5. Duodenografia di rilassamento. Questo è uno studio radiopaco del duodeno in condizioni di rilassamento farmacologico. Un segno radiografico della pancreatite induttiva o di un tumore al pancreas che cresce nel duodeno è il sintomo di Frostberg (deformazione del contorno interno della parte discendente del duodeno sotto forma di un'immagine speculare a "3"). Il diverticolo duodenale può essere rilevato nel BDS.

6. La scansione del fegato con un isotopo radioattivo di oro o tecnezio, la splenoportografia e la celiacografia sono usate abbastanza raramente, con tumori e lesioni parassitarie del fegato per determinare la possibilità della sua resezione e il volume di operazione.

Trattamento. Con l'ittero ostruttivo, il compito principale è quello di rimuovere il blocco biliare, cioè ripristinare il deflusso della bile dai dotti biliari nell'intestino e quindi eliminare l'ipertensione biliare. Poiché la causa di questo blocco biliare è un'ostruzione meccanica (calcoli, tumore o stenosi cicatriziale), il metodo per ripristinare il deflusso biliare deve essere chirurgico. Tuttavia, prima dell'intervento, è necessario condurre una preparazione preoperatoria, compresa la terapia di disintossicazione da infusione, la correzione del bilancio idrico-elettrolitico, la normalizzazione della coagulazione del sangue (somministrazione di vitamina K).

La chirurgia per l'ittero ostruttivo può essere radicale e palliativa. Le operazioni radicali non solo ripristinano il deflusso della bile nell'intestino, ma eliminano anche la principale causa della malattia (rimuovono la pietra dal dotto, rimuovono il tumore, espandono il lume del dotto ristretto dalla cicatrice). Le operazioni palliative eseguite, di regola, con tumori avanzati, non curano i pazienti della malattia di base, ma alleviano la loro condizione solo formando anastomosi tra il sistema del tratto biliare e il tratto gastrointestinale, eliminando l'ipertensione biliare e le manifestazioni di ittero.

Il tipo di operazione radicale per ripristinare il passaggio naturale della bile dipende dalla causa dell'ittero ostruttivo. Quando il dotto biliare comune viene bloccato con una pietra, viene eseguita una coledocolitotomia o papillosfincterotomia endoscopica con la pietra che si sposta dal coledoch nell'intestino. Con ittero ostruttivo dell'eziologia del tumore, l'operazione radicale più comune è la resezione pancreatoduodenale. Con la stenosi cicatriziale della parte terminale del dotto biliare comune, viene spesso eseguita la papillosfincterotomia endoscopica, ma se la stenosi ha una lunghezza superiore a 1,5-2 cm, viene eseguito uno dei tipi di anastomosi biliodigestive: coledochoduodenostomia, ecc..

In pazienti estremamente gravi, la formazione della fistola biliare esterna è inizialmente possibile mediante puntura percutanea della cistifellea o del dotto intraepatico allargato con l'introduzione di un tubo di drenaggio in essi. E poi, dopo aver eliminato la colestasi e aver migliorato le condizioni del paziente, è possibile un'operazione radicale.

Ittero ostruttivo

L'ingiallimento della pelle e delle mucose è uno dei sintomi di una condizione chiamata "ittero ostruttivo". L'ittero può manifestare molte malattie del fegato, altri organi dell'apparato digerente e anche del sistema ematopoietico. Pertanto, l'ingiallimento della pelle non è una malattia indipendente, ma serve, insieme ad altri segni, come manifestazione di stasi biliare. L'ittero (ingiallimento della pelle) è causato dal rilascio di un pigmento nel sangue - la bilirubina, che colora le mucose e la pelle di colore itterico.

Si distinguono i seguenti tipi di ittero: parenchimale (con danno diretto al tessuto epatico), emolitico (con decadimento dei globuli rossi) e ittero subepatico (ostruzione meccanica al flusso della bile). Spesso è l'ittero ostruttivo (subepatico) che provoca un intenso ingiallimento della pelle e altri sintomi caratteristici della sindrome da colestasi (ristagno della bile).

Dopo 45-50 anni si osserva subepatico (ittero ostruttivo) e più spesso ha un carattere tumorale. Al secondo posto nella frequenza delle cause di ittero è la colelitiasi (colelitiasi).

L'ittero ostruttivo è associato alla deposizione di pigmento della bilirubina nella pelle e nelle mucose a causa di un'ostruzione meccanica (blocco) del deflusso della bile lungo i dotti biliari extraepatici nel duodeno. La colorazione dell'ittero è inizialmente meglio visibile sulla mucosa della sclera e nella regione sublinguale. Si osserva un chiaro ingiallimento della pelle quando la bilirubina viene superata sopra i 35 μmol / L. Un leggero ingiallimento della pelle si chiama subictericità e si osserva con ittero ostruttivo solo all'inizio del processo.

L'ittero ostruttivo è caratterizzato dal fatto che aumenta la bilirubina totale e diretta nel sangue e aumenta la ricaptazione della bilirubina nel sangue. L'aumento della bilirubina si verifica a causa dell'aumento della pressione nel sistema all'interno e all'esterno dei dotti biliari epatici. I sintomi dell'ittero ostruttivo, di regola, compaiono improvvisamente e aumentano bruscamente, non avendo la tendenza a indebolirsi. A volte sono preceduti da dispeptico (perdita di appetito, amarezza nella cavità orale, vomito) e sintomi di dolore o ingiallimento della pelle appare sullo sfondo di una malattia cronica (pancreatite ricorrente, ulcera gastroduodenale).

I principali sintomi e segni di ittero ostruttivo:

  • intenso, pronunciato ingiallimento della pelle, il colore della pelle ha un colore giallo-verdastro brillante, ricco, verde oliva;
  • prurito grave, doloroso e intollerabile della pelle a causa del rilascio di acidi biliari nel flusso sanguigno (irritazione dei recettori della pelle) e del pigmento della bilirubina (la bilirubina diretta è elevata). I pazienti spesso pettinano la pelle, quindi abrasioni e graffi possono essere facilmente visti durante l'esame. Le ferite possono essere secondariamente infettate;
  • un aumento dei bordi del fegato, che si manifesta con pesantezza, disagio e dolore nell'ipocondrio destro, l'area del fegato è dolorosa alla palpazione, è possibile determinare la cistifellea allargata e invasa;
  • prima della comparsa dell'ittero, spesso il paziente è preoccupato per il dolore nell'ipocondrio destro o nella regione epigastrica (nell'epigastrio a destra e a sinistra). Il dolore può essere estremamente acuto nell'ostruzione del tratto gastrointestinale (ostruzione del tratto biliare) con la pietra, o essere di moderata forza se qualsiasi processo tumorale è la causa dell'ittero. Con la progressione della colestasi (ristagno della bile) e un aumento della pressione nel tratto biliare (sistema del tratto biliare), il dolore si intensifica molte volte, non si ferma con analgesici e antispasmodici;
  • diminuzione dell'appetito, avversione al cibo, nausea, rigurgito ripetuto (vomito), sapore amaro in bocca - segni e sintomi frequenti di ittero ostruttivo;
  • con un lungo decorso, specialmente se la causa della malattia e l'ingiallimento della pelle è un tumore, l'ittero ostruttivo è accompagnato da perdita di peso, debolezza, astenia, reazione alla temperatura (febbre), intossicazione da tumore, disturbi del sonno e del riposo;
  • la bilirubina ematica totale diretta (coniugata) è significativamente aumentata;
  • non c'è urobilina nelle urine;
  • le feci non sono colorate, poiché la sterkobilina è assente (la bilirubina del pigmento non entra nell'intestino a causa del blocco);
  • nel sangue, le transaminasi epatiche sono notevolmente aumentate, nell'analisi biochimica, i marcatori di colestasi (GGT, AF, acidi biliari) sono sopravvalutati;
  • con ecografia del fegato e ZhPV, tomografia computerizzata o risonanza magnetica, viene diagnosticata un'ostruzione meccanica al deflusso della bile (pietra, tumore, edema, cisti) e l'espansione delle sezioni sovrastanti del tratto biliare.

Elenchiamo le principali cause di ittero ostruttivo, ingiallimento della pelle:

  1. Un tumore, spesso maligno - carcinoma pancreatico (soprattutto con localizzazione del processo tumorale nella testa del pancreas). La malattia è più comune negli uomini di mezza età e anziani e nella maggior parte dei casi si registra un ingiallimento della pelle (ittero ostruttivo). Di norma, prima della comparsa di ittero e prurito, il paziente si è lamentato da tempo di dolore di natura costante e crescente, dolore atipico, nausea, perdita di peso, sottofibrillazione, diarrea. Con la progressione del processo tumorale, l'ittero ostruttivo è accompagnato da segni di anemia (bassa emoglobina e diminuzione del numero di globuli rossi), un aumento della velocità di eritrosedimentazione.

Lo ZhKB (colelitiasi) è una condizione in cui, in determinate circostanze, il calcolo della cistifellea (meno comunemente, il sistema biliare) inizia a migrare lungo i dotti biliari, causando ostruzione acuta o subacuta (blocco). ZHKB - una malattia metabolica molto comune, per lungo tempo non è riconosciuta a causa del suo corso latente (nascosto). L'inizio della manifestazione è spesso acuto - il paziente ha una grave colica di dolore e spesso ingiallimento della pelle (ittero subepatico). Con l'otturazione incompleta del tratto gastrointestinale, l'ittero ostruttivo può avere un carattere instabile (a causa di un cambiamento nella posizione della pietra nel lume del condotto). La malattia è in qualche modo più comune nelle donne.

Restringere il lume della cistifellea comune con aderenze (a seguito di processi infiammatori prolungati nel pancreas, nella cistifellea, nel duodeno) o nei linfonodi ingrossati nel cancro e nelle malattie del sangue è una causa frequente di ostruzione del tratto biliare, in cui vi è ittero ostruttivo e ristagno della bile.

Un processo infiammatorio acuto nel duodeno (duodenite, ulcera) può portare a edema della papilla Vater, che è il luogo in cui il dotto biliare comune entra nell'intestino. L'edema della papilla porta a un ritardo meccanico nella secrezione della bile attraverso i dotti e, di conseguenza, alla colestasi e all'ingiallimento della pelle.

Le metastasi di tumori cancerosi di qualsiasi localizzazione nel tratto biliare e nella testa del pancreas causano il ristagno della bile e, di conseguenza, i segni di ittero.

Una cisti (o cisti) del pancreas può causare ittero ostruttivo e ingiallimento della pelle.

  • Un accumulo di parassiti (echinococco, opistorchiasi) nel fegato, nella cistifellea e nei dotti biliari può creare un'ostruzione meccanica al deflusso della bile. In questo caso, l'ittero ostruttivo e l'ingiallimento della pelle sono parassiti.
  • Diagnosi di ittero ostruttivo

    Le cause dell'ittero sono diverse, solo un medico può determinare la natura dell'ingiallimento della pelle in un particolare paziente. L'ittero ostruttivo e la sindrome da colestasi (congestione biliare) nelle manifestazioni possono essere simili ad altri tipi di ittero (epatico, emolitico). Pertanto, per eventuali disturbi a lungo termine dell'apparato digerente, si consiglia di consultare un medico o un gastroenterologo anche prima di ingiallire la pelle e l'ittero.

    La diagnosi di ittero ostruttivo (e delle sue altre specie) si basa sulla determinazione della bilirubina e delle sue frazioni nel sangue (la bilirubina diretta è elevata), l'urobilina (nelle urine) e la sterkobilina (nelle feci). Inoltre, vengono determinati marcatori epatici specifici di colestasi e citolisi (GGT, ALT, AST).

    Dei metodi strumentali, i più comuni sono ultrasuoni del fegato, tratto gastrointestinale, gastroscopia, esame radiografico dello stomaco, tratto gastrointestinale, TC, risonanza magnetica.

    Trattamento dell'ittero ostruttivo

    Poiché l'ingiallimento della pelle con ittero ostruttivo ha la natura di ostruzione (chiusura del lume del condotto), spesso l'unico trattamento è chirurgico (rimozione di calcoli alla cistifellea o ostruzione, con conseguente ittero ostruttivo). Per le malattie oncologiche che hanno causato la sindrome di colestasi e l'ittero ostruttivo, il trattamento viene effettuato da un oncologo - chirurgo.

    Pertanto, l'ittero ostruttivo può verificarsi sia nelle patologie del fegato e del tratto biliare, sia nei processi tumorali della zona gastroduodenale. L'ittero ostruttivo è un sintomo che richiede cure mediche urgenti ed è caratterizzato dall'impossibilità della terapia conservativa. Importante. Al primo segno di ittero, cercare immediatamente un aiuto qualificato.

    Cause di sviluppo, manifestazione e terapia dell'ittero ostruttivo

    L'ittero è una sindrome di molte malattie del fegato. La patologia si sviluppa a causa dell'accumulo di pigmento della bilirubina in eccesso nei tessuti. In precedenza, la classificazione includeva solo parenchima emolitico e ittero ostruttivo. Nella pratica moderna, si distinguono le seguenti varietà: sovraepatica, epatica e subepatica. Ogni tipo ha le sue caratteristiche cliniche e la patogenesi dello sviluppo..

    Definizione della patologia

    Con la normale funzionalità epatica, gli epatociti secernono fluido biologico - la bile, che passa attraverso i dotti biliari nel duodeno e nell'intestino tenue, partecipando al processo di digestione. Se l'equilibrio tra secrezione ed escrezione della bilirubina è disturbato, una persona sviluppa una colorazione caratteristica della pelle e della sclera.

    In epatologia, è indicato che l'ittero ostruttivo negli adulti è una sindrome che si sviluppa quando c'è una violazione del deflusso della bile a causa del blocco del sistema duttale della ghiandola. La patologia è anche chiamata colestasi subepatica, ostruttiva, acolica, riassorbimento o extraepatica..

    Ragioni per lo sviluppo

    L'eziologia della malattia è associata a blocco parziale o completo dei dotti extraepatici. Le principali cause di ittero ostruttivo includono calcoli, neoplasie e stenosi. Il verificarsi di ostruzione del dotto biliare, nonché fiale della papilla duodenale, può verificarsi nei seguenti casi:

    • oncologia pancreatica;
    • malattia del calcoli biliari (colelitiasi);
    • elmintiasi;
    • cisti;
    • papillostenosis;
    • danno ai dotti biliari;
    • Epatite virale;
    • cirrosi;
    • Malattie autoimmuni;
    • fibrosi cistica;
    • La sindrome di Bayler;
    • pancreatite cronica e colecistite;
    • lymphogranulomatosis;
    • corpi estranei nei dotti dopo l'intervento chirurgico;
    • intervento chirurgico (restringimento dei dotti).

    Nel 30% degli episodi della sindrome, al paziente viene diagnosticata la coledocolitiasi (blocco con calcoli). In casi più rari, il fattore scatenante della patologia è la stenosi della colangite. I tumori della zona epatopacreatoduodenale sono la causa più comune.

    Un neonato ha ittero fisiologico e patologico (emolitico, meccanico, nucleare). La stasi dei dotti si verifica con tali malattie:

    1. Malformazioni nei neonati (atresia o ipoplasia del tratto biliare).
    2. Colestasi neonatale. L'ittero si sviluppa contro l'ipossia, una diminuzione persistente di zucchero nel sangue, insufficienza cardiovascolare, infezione e farmaci epatotossici.
    3. Cisti. Il bambino ha un ingrossamento congenito del dotto biliare.

    È importante saperlo! La patogenesi dell'ittero ostruttivo si basa spesso su reazioni infiammatorie che colpiscono il sistema duttale. Come risultato del restringimento del dotto, anche un piccolo calcolo può fermare completamente il deflusso della bile. Accumulando, distrugge le cellule del fegato. La bilirubina e gli acidi biliari del pigmento entrano nel flusso sanguigno, avvelenando il corpo.

    Sintomi

    Negli adulti, l'ittero ostruttivo con un blocco del dotto si manifesta con i seguenti sintomi:

    • un attacco di dolore a destra è preceduto da un cambiamento nel colore della pelle;
    • brividi;
    • irradiazione del dolore nella scapola destra, braccio;
    • a volte prurito della pelle.

    Se la pietra ostruisce il dotto cistico, il paziente sviluppa un idropisia della cistifellea senza macchiare la sclera e il tegumento della pelle. La pervietà alterata nell'area della grande papilla duodenale è accompagnata da ittero persistente.

    Se la sindrome si sviluppa nel cancro del tratto biliare, si verificano i seguenti sintomi:

    • corso indolore nella prima fase;
    • sotto il bordo inferiore del fegato, viene palpata una cistifellea allargata;
    • sedia acolica.

    Attenzione! La neoplasia maligna della papilla duodenale provoca un aumento periodico o costante della temperatura, feci catramose. Il carcinoma epatocellulare primario si sviluppa contro la cirrosi. La manifestazione della malattia: sclera itterica e pelle, ascite, dolore.

    I sintomi comuni di ittero sono:

    • dolore sordo e crescente;
    • urine scure
    • nausea, a volte vomito;
    • appetito alterato;
    • perdita di peso;
    • prurito della pelle;
    • amarezza in bocca;
    • febbre.

    Possibili complicazioni

    La violazione a lungo termine del deflusso della bile provoca la morte cellulare. Ciò porta alle seguenti complicazioni:

    • compromissione della funzionalità epatica;
    • infiammazione purulenta;
    • cirrosi biliare;
    • sepsi;
    • ascesso.

    Le conseguenze della disfunzione epatica sono debolezza, sonnolenza, indigestione, sanguinamento. Man mano che la patologia progredisce, i pazienti avvertono mal di testa, insufficienza multiorgano, encefalopatia. Se il paziente non viene aiutato, si verifica la morte.

    Diagnostica

    Il medico effettua un esame, rivela segni caratteristici: iperpigmentazione della pelle, xantomi, ittero, vene del ragno, lingua di lampone. Alla palpazione, viene determinato un aumento del fegato e della milza, dolore a destra con infiammazione. In caso di splenomegalia senza epatomegalia, si sospetta ittero emolitico o carcinoma del pancreas.

    Al paziente vengono prescritti esami del sangue di laboratorio che determinano:

    • bilirubina;
    • fosfatasi alcalina;
    • transaminasi;
    • proteine ​​totali;
    • protrombina;
    • formula dettagliata.

    Nel periodo ospedaliero, vengono mostrati esami di routine:

    • gruppo sanguigno;
    • analisi per la sifilide;
    • determinazione dell'epatite virale;
    • test delle urine e delle feci;
    • marcatori tumorali per sospetto cancro.

    Con la durata del processo patologico, viene prescritta l'epatocholangiografia percutanea. Lo studio consente di visualizzare il sistema di canali. Il metodo è importante nella chirurgia delle stenosi cicatriziali.

    Il principale metodo diagnostico per identificare i dotti biliari dilatati è l'ecografia. In alcuni casi, l'ecografia consente di stabilire la causa esatta dell'ittero (calcoli, oncologia, echinococcosi, ascesso, pancreatite). Una biopsia con ago sottile gioca un ruolo importante. La bile estratta viene inviata per analisi citologiche ed esami biochimici.

    Per la diagnosi differenziale, la tomografia computerizzata, viene prescritta la RM. L'esame consente di determinare il grado di ostruzione e la causa. La laparoscopia e la pancreatocholangiography retrograda endoscopica sono anche utilizzate per determinare il livello e la natura dell'ostruzione del condotto. L'angiografia selettiva è prescritta per chiarire l'ambito della chirurgia per il cancro..

    Metodi di trattamento

    Il trattamento dell'ittero ostruttivo è complesso ed è determinato dalla causa della sindrome. Allocare metodi usati sia per la diagnosi sia per aiutare il paziente:

    1. Colangiografia endoscopica retrograda. È usato per eliminare la patologia della grande papilla duodenale e la litoestrazione..
    2. Coledocoscopia intraoperatoria e laparoscopica aperta. Ti permette di rimuovere il calcolo.
    3. Colecistoangolangiografia transdermica percutanea. Necessario per la compressione dei dotti biliari.

    Intervento chirurgico

    Se ci sono ostruzioni al deflusso della bile con ittero ostruttivo, è indicato un intervento chirurgico. A seconda della causa della malattia, del grado di infiammazione della cistifellea, della gravità della condizione e delle patologie associate (colangite, pancreatite), viene prescritto un intervento chirurgico.

    Con l'aumento della peritonite o l'introduzione del calcolo nella grande papilla del duodeno, è indicato un intervento di emergenza per 2-4 ore. Viene eseguito il drenaggio del tratto biliare (colecisto- o colangiostomia). Per rimuovere la pietra, vengono eseguite la papillotomia transduodenale, la papillosfincteroplastica e la litoestrazione..

    Nella colecistite acuta distruttiva, ai pazienti viene prescritto un trattamento chirurgico in più fasi:

    1. Decompressione esterna della cistifellea e dei dotti.
    2. Rimozione di calcoli dopo stabilizzazione del paziente.
    3. colecistectomia.

    Se c'è pancreatite biliare, i calcoli vengono rimossi urgentemente. In futuro, il paziente viene trattato in modo conservativo fino a quando la condizione non migliora. In presenza di colecistolitiasi, è indicata la rimozione della cistifellea..

    Con stenosi benigne o danni ai dotti, utilizzare epatopoiunounoanastomosi. Se viene diagnosticato un tumore, viene eseguita la decompressione del tratto biliare, viene prescritta la rimozione radicale durante l'operabilità del paziente o il trattamento palliativo nelle fasi avanzate del tumore.

    Terapia farmacologica

    Al fine di prevenire complicazioni prima dell'intervento chirurgico, è indicata la nomina di alcuni gruppi di medicinali. Inoltre, sono anche raccomandati se il trattamento chirurgico non viene eseguito:

    1. Soluzioni disintossicanti per via endovenosa (colloidi e cristalloidi).
    2. antibiotici.
    3. Inibitori della pompa protonica (Omez).
    4. antispastici.
    5. Gastrocepin.
    6. Farmaci antinfiammatori non steroidei (Diclofenac, Nimesil).

    I compiti del trattamento conservativo includono:

    1. Sollievo dal dolore. Assegna "Ketorolac", "Baralgin", "Xefocam".
    2. Eliminazione di uno spasmo: "Platifillin", "No-shpa".
    3. Correzione della coagulazione del sangue: "Dicinon", "Contrical".
    4. Infiammazione ridotta (antibiotici).
    5. Miglioramento del metabolismo cellulare: Actovegin, Pentossifillina.
    6. Mantenimento della funzionalità epatica (epatoprotettori).
    7. Vitamine.
    8. enzimi.
    9. Antielmintico nell'infestazione elmintica.
    10. Dai rimedi popolari raccomandano i decotti di camomilla, calendula, ortica.

    Dieta

    La dieta svolge un ruolo importante nel trattamento dei pazienti. I pazienti sono mostrati bere abbondantemente per eliminare l'intossicazione. Al fine di ridurre il carico sul sistema epatobiliare dalla dieta escludere:

    • cibi grassi e fritti;
    • carni affumicate;
    • Spezia;
    • brodi di carne;
    • preservazione;
    • piatti acidi e salati;
    • frattaglie.

    Per fornire energia, sono indicati gli alimenti a base di carboidrati. Man mano che la condizione migliora, puoi includere nella tua dieta minestre di verdure, prodotti a base di latte acido, carne o pesce a basso contenuto di grassi bolliti o al vapore, succhi di frutta, porridge di latte.

    Consigli nutrizionali:

    1. Tutto il cibo dovrebbe essere in una forma schiacciata calda.
    2. Piccole porzioni e pasti frequenti.
    3. Divieto di alcol.

    Prevenzione e prognosi per il recupero

    Al fine di prevenire la malattia, è necessario identificare e trattare tempestivamente le patologie che portano all'ostruzione dei dotti, prevenire le malattie parassitarie infettive e mangiare bene. Le persone in sovrappeso hanno bisogno di cambiare stile di vita, dedicarsi attivamente allo sport, eliminare l'alcol.

    La prognosi della vita con ittero ostruttivo dipende dalla causa della sua insorgenza e da un trattamento adeguato. Con la tempestiva eliminazione del calcolo, il paziente recupera rapidamente. A volte possono verificarsi complicazioni dopo l'intervento chirurgico: insufficienza renale acuta, infiammazione purulenta, sepsi, polmonite. Un risultato avverso è determinato da carcinoma, metastasi o cirrosi epatica. Il cancro di qualsiasi posizione peggiora le possibilità del paziente.

    L'otturazione del sistema duttale può essere la causa di molte patologie formidabili, quindi a casa è severamente vietato essere trattati senza consultare un medico. L'ulteriore prognosi per il recupero del paziente dipende dalla rapidità con cui viene identificata ed eliminata la causa della sindrome..

    Causa ittero ostruttivo

    L'ittero ostruttivo è una condizione che si sviluppa a causa della scarsa pervietà dei dotti biliari del flusso biliare nel duodeno.

    Cause di ittero ostruttivo

    Molto spesso, l'ittero ostruttivo si verifica con la malattia del calcoli biliari e la comparsa di neoplasie, principalmente il cancro della testa del pancreas.

    L'ittero meccanico può anche causare:

    • ipoplasia (atresia) del tratto biliare;
    • restringimento del dotto biliare comune dopo l'intervento chirurgico;
    • lymphogranulomatosis;
    • infiammazione cronica del pancreas;
    • cisti;
    • tumori della cistifellea, pancreas, capezzolo duodenale grande.
    • Sintomi di ittero ostruttivo

    I sintomi clinici dell'ittero ostruttivo sono dolore nella parte superiore dell'addome, prurito, febbre, perdita di peso, disturbi dispeptici, steatorrea, pigmentazione della pelle olivastra o verdastra.

    Con l'ittero tumorale, il prurito della pelle, che appare spesso molto prima dell'inizio della malattia stessa, non è curabile ed è molto persistente. Se l'ittero ostruttivo ha causato un tumore nella zona periampolare, è possibile un aumento della cistifellea, mentre anche il fegato è ingrandito, la sua consistenza è densa o elastica. Con un processo maligno, a volte si osserva la nodularità del fegato. La splenomegalia viene rilevata nei carcinomi pancreatici derivanti dal blocco della vena splenica. La milza è raramente palpabile. Non c'è o diminuisce l'escrezione dei corpi di urobilina con urina e feci - si verifica bilirubinuria. L'ittero ostruttivo può complicare lo sviluppo della sindrome epatorenale.

    Diagnosi di ittero ostruttivo

    L'ittero ostruttivo viene diagnosticato in base alla presenza di sindrome da colestasi biochimica e clinica. La sindrome da citolisi, in contrasto con l'ittero epatocellulare (parenchimale), è molto meno pronunciata.

    La maggior parte delle difficoltà insorge con la differenziazione dell'ittero colestatico extra ed intraepatico. I dati storici sono di grande importanza. La colestasi intraepatica è caratterizzata dalla presenza di malattie endocrine, dall'uso di steroidi, clorpromazina e altri farmaci, nonché dalla pelle pruriginosa, che appare molto prima dell'ittero.

    Fondamentali nella diagnosi di ittero ostruttivo sono i metodi strumentali: colegrafia percutanea, duodenoscopia e colangiopancreatografia retrograda.

    Trattamento dell'ittero ostruttivo

    L'ittero ostruttivo è associato all'accumulo di bilirubina nel sangue e non viene trattato da solo. Per sbarazzarsi della sindrome, è necessario curare la malattia che l'ha causata: formazione di calcoli nei dotti biliari o nella cistifellea, epatite, anemia. Questo può essere raggiunto solo con un intervento chirurgico..

    Le persone che soffrono di ittero ostruttivo appartengono al gruppo di pazienti con malattie chirurgiche acute. L'ittero ostruttivo deve essere eliminato nei primi dieci giorni dal momento dell'evento, poiché esiste una minaccia di insufficienza epatica e colangite.

    I pazienti con ittero ostruttivo sono trattati in modo completo. Contemporaneamente all'esame, vengono eseguite misure conservative, che è la preparazione preoperatoria del paziente. La scelta del metodo chirurgico dipende dal livello di ostruzione e dalla natura della malattia..

    Complicanze dell'ittero ostruttivo

    Con ittero ostruttivo, sono possibili complicanze come insufficienza cardiovascolare, cirrosi biliare del fegato, encefalopatia epatica, sanguinamento colemico, insufficienza epatica-renale acuta..

    Riabilitazione postoperatoria

    La modalità di riabilitazione postoperatoria dipende dalla complessità dell'operazione. La modalità attiva dopo l'accesso minimamente invasivo è possibile dal secondo giorno, dopo l'intervento di laparotomia fino a 3-5 giorni, è necessario il riposo a letto. La terapia fisica e gli esercizi di respirazione sono obbligatori.

    Dopo l'intervento chirurgico, dovresti seguire una dieta. Nei primi due giorni - 0 tavolo, il terzo e il quinto giorno il 20 ° tavolo, dal sesto giorno - il 5 ° tavolo.

    Al terzo o quinto giorno, i drenaggi vengono rimossi dalla cavità addominale, nello stesso periodo viene fornita la terapia epatotropica, antibatterica e di disintossicazione.

    Dal nono al decimo giorno, il drenaggio del coledico viene posto nella posizione del sifone, il quattordicesimo giorno dopo la pugno-loolangiografia di controllo viene rimosso.