Caratteristiche della gravidanza senza cistifellea

Cari lettori, la chirurgia di rimozione della bile viene eseguita in età diverse, comprese le donne di età inferiore ai 30-35 anni, quando molte rimangono incinte e danno alla luce bambini assolutamente sani. La gravidanza senza cistifellea non è molto diversa dalla normale gravidanza, soprattutto se sono trascorsi più di 2 anni dopo l'intervento chirurgico, quando il corpo è completamente adattato.

La malattia del calcoli biliari è considerata femmina, poiché un alto livello di estrogeni crea condizioni favorevoli per la formazione di calcoli. La colecistectomia viene spesso eseguita nel periodo riproduttivo attivo, poiché i giovani tollerano più facilmente tali operazioni..

Pertanto, la gravidanza senza cistifellea è comune e non c'è nulla di pericoloso al riguardo. Lo stress e l'ansia costante peggiorano il corpo. Calmati, goditi la tua nuova posizione e aderisci a moderate restrizioni dietetiche e tutto andrà bene per te e il tuo bambino.

Quando è meglio pianificare una gravidanza dopo colecistectomia?

Idealmente, la gravidanza dopo la laparoscopia della colecisti dovrebbe essere pianificata non prima di 1-2 anni. Questo periodo è necessario per l'adattamento del corpo e di tutti gli organi dell'apparato digerente a nuove condizioni di lavoro. La gravidanza è possibile anche dopo 3-6 mesi, ma in questo caso molti hanno ancora segni di sindrome post-colecistectomia, che procede con la conservazione di dolore, nausea, flatulenza e altre sensazioni spiacevoli.

Qual è la gravidanza pericolosa senza biliare

Come dimostra la pratica, la gravidanza dopo la rimozione della cistifellea non minaccia la vita della madre e del nascituro. Alcune donne segnalano manifestazioni più pronunciate di tossicosi, nausea dopo un eccesso di cibo, ma ciò è dovuto all'aumento dello stress su tutti gli organi interni, incluso il sistema digestivo.

Indicazioni per cure mediche urgenti:

  • attacchi di nausea, accompagnati da cintura o dolore sordo nell'epigastrio, ipocondrio destro;
  • la comparsa di vomito indomito mescolato con la bile;
  • grave diarrea, che minaccia la salute di una donna, porta a grave debolezza;
  • ingiallimento della pelle, mucose;
  • febbre.

Durante la gravidanza, un attacco di dolore dopo la rimozione della bile può essere scatenato da una fame prolungata o da una violazione della dieta. Anche se una donna si è già adattata e ha iniziato a mangiare un po 'tutti gli alimenti, evitando quelli più pericolosi, i dolori opachi a breve termine appaiono spesso sullo sfondo di un utero in crescita attiva e di un aggiustamento ormonale. Durante questo periodo, è meglio limitare l'attività, abbandonare cibi potenzialmente pericolosi, in nessun caso mangiare cibi grassi e piccanti.

Se il dolore non scompare e si intensifica solo, è necessario consultare un medico e sottoporsi a un esame ecografico degli organi del sistema biliare per assicurarsi che non vi siano pietre nei condotti e altre condizioni pericolose.

Molte donne nelle recensioni parlano del fatto che la gravidanza senza cistifellea procede nel modo consueto, quindi non finire con l'attesa di attacchi o complicazioni. La bile continua a penetrare nell'intestino, ma solo in misura minore, e dovresti cercare di escludere dalla dieta cibi e bevande che sovraccaricano il tratto digestivo e il fegato.

Come evitare complicazioni

Per prevenire la comparsa di dolore durante la gravidanza in assenza di cistifellea nelle donne, non è necessario seguire regole rigide e aderire a restrizioni rigorose. Basta mangiare regolarmente, senza lunghe pause, e non mangiare cibi proibiti, in particolare piatti grassi, fritti e piccanti. Vietato anche dalle carni affumicate.

Concentrati sui tuoi sentimenti. Di solito, le donne sanno quali alimenti causano dolore e nausea, quindi durante la gravidanza con una cistifellea rimossa non dovrebbero assolutamente essere consumate.

Ricorda che lo sviluppo di un bambino è fortemente influenzato dalla natura della nutrizione della donna. Alcune future madri hanno paura dell'esacerbazione del dolore e mangiano monotoni, il che è assolutamente impossibile. Mangia un po ', ma cibi diversi, assicurati di mangiare verdure, frutta, bacche non acide, erbe. La carne dovrebbe essere magra. Assicurati di includere la ricotta nella dieta.

Dai primi giorni di gravidanza, assumere complessi multivitaminici con acido folico. Sono prescritti da un ginecologo, ma di solito si rivolgono a lui per la prima volta quando si registrano - 1,5-2 mesi dopo il concepimento. E la formazione del tubo neurale del feto si verifica solo nei primi mesi e una carenza di acido folico e altre sostanze benefiche non può essere tollerata. Non appena si viene a conoscenza della gravidanza, iniziare immediatamente a prendere complessi vitaminico-minerali standard per le donne in gravidanza.

In questo video, gli esperti parlano delle regole nutrizionali dopo la colecistectomia, che saranno utili alle donne durante la gravidanza a cui è stata precedentemente rimossa la cistifellea.

Gravidanza dopo rimozione della cistifellea

Di recente, in medicina, ci sono sempre più casi in cui, a causa di malattie, devi ricorrere alla rimozione della cistifellea. Oggi questo problema abbraccia sempre più le generazioni più giovani, comprese le donne in età fertile. Molte ragazze che hanno intenzione di diventare madri sono preoccupate per la possibilità di una gravidanza dopo la rimozione della cistifellea, come pianificarla dopo la colecistectomia. Questo articolo ti aiuterà a capire questo articolo..

Gravidanza senza cistifellea

La gravidanza è un processo piuttosto complesso che colpisce tutti i sistemi del corpo di una donna, compreso quello digestivo. Qualsiasi operazione è un rischio per l'organismo, portando a una persona un deterioramento della salute. Per rispondere alla domanda se sia possibile sopportare normalmente un bambino dopo colecistectomia, è necessario capire se la colecistectomia influisce sul portamento del feto, quali difficoltà incontrerà la futura madre durante questo periodo.

Secondo gli ultimi dati, portare un feto dopo un intervento chirurgico alla cistifellea non è controindicato, ma dovrebbe essere pianificato e procedere sotto la stretta supervisione di un gastroenterologo. Si noti inoltre che il rischio di un esito positivo di un feto sano dopo l'intervento chirurgico è molto più elevato rispetto alla gravidanza in presenza di calcoli biliari o colecistite nel corpo.

È importante capire che la gravidanza senza cistifellea e il suo decorso dipendono in gran parte da quanto tempo è trascorso dopo l'intervento chirurgico, dal metodo dell'intervento: aperto o laparoscopico, che determina in gran parte la facilità del flusso, l'esito del bambino.

Il concepimento dopo aver rimosso la cistifellea è raccomandato almeno sei mesi dopo. Dopo l'operazione per rimuovere la cistifellea durante questo periodo, il corpo della donna sta acquisendo una forza sufficiente, si adatta al lavoro senza un organo. La regola di base della normale gestazione in caso di gravidanza è la stretta aderenza ai piani del medico per l'intero periodo di gestazione..

Cambiamenti nel corpo di una donna dopo la rimozione

La colecistectomia è accompagnata da una violazione della funzione digestiva del paziente - si verifica un fallimento durante la digestione e l'assorbimento dei nutrienti. Il processo in cui è stata rimossa la cistifellea è accompagnato da un lungo periodo di recupero, durante il quale il paziente deve seguire tutte le regole della terapia dietetica, assumendo farmaci speciali.

La chirurgia sul tratto biliare non comporta cambiamenti globali nel corpo e nel background ormonale di una donna, poiché questo organo non è vitale. Tuttavia, la gravidanza è un grave onere per una ragazza, durante la quale le difficoltà possono perseguitarla: tossicosi, problemi all'apparato digerente durante la gestazione. Una futura madre può provare brama di cibi illeciti, che causano cambiamenti ormonali nel corpo durante il portamento del bambino - questo influenzerà anche lo stato mentale della donna durante il travaglio.

Alcuni pazienti dopo l'intervento chirurgico iniziano a manifestare la sindrome post-colecistectomia, che provoca la comparsa di dolore al fegato, con la sensazione che la malattia sia tornata. Questi sintomi sono generalmente associati a ristagno della bile nel corpo di una donna incinta, si verificano a causa della pressione dell'utero sul tratto biliare. Hanno una natura a breve termine, passano rapidamente.

Al fine di evitare conseguenze durante la gravidanza, è necessario osservare una tabella dietetica, il controllo dell'incisione o il sito della cicatrice durante la gravidanza.

Pianificazione della gravidanza dopo la rimozione

Dopo aver eseguito la procedura per la rimozione di IG, il medico deve spiegare al paziente per quanto tempo è possibile il cuscinetto più efficace del feto. Inoltre, è importante dire alla ragazza quali difficoltà potrebbe incontrare durante la gravidanza e dare istruzioni su come risolvere correttamente questi problemi.

I tempi della pianificazione della gravidanza dopo la colecistectomia dipendono da come il paziente è stato sottoposto all'operazione, che tipo di procedura è stata tagliata l'organo. Quindi, dopo la laparoscopia, è possibile pianificare una posizione interessante entro pochi mesi dalla procedura e, nel caso di una laparotomia aperta, una donna dovrebbe aspettare un po 'di tempo per concepire fino a quando il corpo si adatta ai cambiamenti - ci vuole circa un anno.

Durante l'intero periodo di recupero e nella vita successiva, il paziente deve assumere molti farmaci. Tuttavia, questi farmaci possono influenzare negativamente i bambini e quindi, in questo caso, devono essere cancellati o sostituiti con altri simili che non causano danni al feto. Molti farmaci devono essere eliminati dall'uso diverse settimane o addirittura mesi prima del concepimento pianificato del bambino.

Una situazione interessante che si verifica poco dopo l'intervento chirurgico può portare a conseguenze piuttosto gravi, come un aborto spontaneo nel primo trimestre, una compromissione della guarigione della cicatrice, la rottura della cicatrice, in caso di chirurgia a cielo aperto. La gravidanza precoce presenta un alto rischio di parto prematuro, parto prematuro.

È importante che ogni ragazza consulti uno specialista quando è possibile rimanere incinta, come ridurre il rischio di complicanze in ogni singolo caso, sottoporsi a un esame completo con i medici di tutte le specialità, prima di tentare di concepire un feto.

Gravidanza dopo colecistectomia

Molti pazienti affermano che la rimozione di questo organo non ha influenzato il portamento del feto. In alcuni casi, specialmente quando concepiti poco dopo l'intervento chirurgico, le ragazze sono state molestate da alcune difficoltà associate a sensazioni e stato di salute.

Nella situazione, soprattutto quando è trascorso un po 'di tempo dopo la rimozione dell'organo, le future madri sono spesso preoccupate per effetti collaterali come:

  1. Nausea.
  2. Tossicosi in gravidanza.
  3. Spesso c'è un disturbo del movimento intestinale - diarrea o costipazione.
  4. Bruciore di stomaco, brontolio, flatulenza.
  5. Dolore nella parte destra.

Questi sintomi dipendono in gran parte da quando è stata effettuata la colecistectomia e da come il paziente è sopravvissuto al periodo di recupero. Inoltre, è importante se la futura mamma ha seguito la dieta e le raccomandazioni di uno specialista.

Nel resto, il corso della gravidanza dopo le procedure chirurgiche non è diverso dal portare un feto in assenza di queste patologie. L'unica differenza è che una posizione interessante dopo la colecistectomia viene condotta non solo da un ginecologo, ma anche da un gastroenterologo che monitorerà le condizioni dell'apparato digerente della futura madre, la cicatrice durante l'intero periodo di gestazione.

Gravidanza dopo rimozione laparoscopica

L'estrazione della cistifellea mediante laparoscopia sta diventando sempre più parte della medicina moderna. Questa procedura presenta numerosi vantaggi, consistenti in un intervento chirurgico più rapido e parsimonioso e un periodo di riabilitazione più rapido. L'essenza della procedura per la rimozione dell'organo laparoscopico nelle donne è che con l'aiuto di un dispositivo speciale, viene eseguita una puntura in alcuni punti dell'addome attraverso cui viene rimosso l'organo.

La gravidanza dopo chirurgia laparoscopica addominale è possibile entro 1,5-2 mesi dalla procedura. Ciò è dovuto al fatto che il processo di rigenerazione dei tessuti è molto più veloce rispetto alla chirurgia a cielo aperto.

Vale la pena capire che il processo di adattamento del corpo alle nuove condizioni di esistenza e digestione può durare diversi mesi dopo la guarigione dei tessuti, quindi, anche nel caso della laparoscopia, i medici raccomandano di ritardare il concepimento del bambino, almeno per sei mesi.

Il corso della gravidanza dopo la laparoscopia non differisce molto dall'interessante posizione di un paziente sano. L'unica regola in questo caso è la restrizione della dieta, moderata attività fisica. La dieta dovrebbe corrispondere alla quantità richiesta di nutrienti e risparmio per la donna - si consiglia di consumare un gran numero di frutta, prodotti contenenti carboidrati, proteine ​​e grassi vegetali.

Gravidanza dopo rimozione aperta

Rimozione aperta della cistifellea (laparotomia) - dissezione dell'addome utilizzando un bisturi, a seguito della quale viene compromessa l'integrità di tutti gli strati della pelle.

La rimozione dell'organo laparotomica è caratterizzata da elevati costi energetici del corpo della ragazza, un lungo periodo di recupero durante il quale si verificano cicatrici tissutali, la rigenerazione cellulare. Pertanto, prima di pianificare il concepimento, si raccomanda a una donna di sottoporsi all'intera fase delle procedure di recupero, di attendere la piena guarigione di tutti gli strati della cavità addominale.

Una gravidanza precoce dopo una rimozione aperta è irta di una futura madre con un alto rischio di complicanze, poiché il corpo non potrebbe adattarsi completamente alle nuove condizioni di lavoro, può percepire il feto come un oggetto estraneo nel corpo, che provocherà aborto precoce nel paziente o peggioramento della condizione generale.

Una caratteristica del decorso della gravidanza dopo una laparotomia è il controllo rigoroso sull'intera gravidanza, specialmente negli ultimi tre mesi, quando l'utero aumenta significativamente di dimensioni e può influenzare negativamente la cicatrice, fino alla sua rottura. Inoltre, la rimozione aperta della cistifellea richiede la supervisione di un gastroenterologo almeno 1 volta ogni tre mesi di gestazione.

Parto dopo rimozione della cistifellea

Spesso, le ragazze sopravvissute alla colecistectomia pensano se sia possibile partorire da sole dopo questa procedura. Per rispondere a questa domanda, è necessario chiarire come è stata eseguita l'operazione e quale tempo è trascorso dopo di essa.

Se una donna è stata sottoposta a rimozione di organi laparoscopici, non ci sono controindicazioni ostetriche e somatiche per il parto chirurgico, quindi la ragazza potrebbe dare alla luce un bambino da sola. Tuttavia, se è trascorso un piccolo lasso di tempo dopo l'intervento chirurgico, nonché se è stata eseguita una laparoscopia durante la gravidanza, molto spesso una donna in travaglio riceve un taglio cesareo in modo che il bambino nasca sano e al fine di ridurre il rischio di complicanze per il feto e la madre.

La rimozione di organi aperti potrebbe anche non essere una controindicazione per il parto naturale, in caso di completa guarigione della sutura, assenza di controindicazioni ostetriche.

Riassumendo, possiamo concludere che la rimozione della cistifellea non è una limitazione per pianificare una posizione interessante. Tuttavia, è necessario condurre una serie di esami, pianificare il bambino solo dopo la guarigione e il ripristino della forza del corpo - questo aiuterà non solo a evitare complicazioni, riduce significativamente i rischi di patologie del portamento e del parto.

Caratteristiche della gravidanza senza cistifellea

Gli epatociti (cellule epatiche) producono la bile, che si accumula nella cistifellea. Da lì, la bile entra nel duodeno 12, aiutando il processo di digestione dopo aver mangiato. Questa secrezione acida di epatociti svolge anche un ruolo battericida e combatte i microrganismi dannosi che accidentalmente entrano nel corpo..

Cambiamenti nel corpo di una donna dopo la rimozione

La cistifellea è un organo spaiato che è necessario per l'accumulo di bile. Viene regolarmente prodotto dal fegato. Accade spesso che la bile ristagni nella vescica, formando pietre. Sulla base delle analisi e dei risultati dell'ecografia, il medico curante può consigliargli di essere rimosso. Dopo l'intervento chirurgico, i dotti biliari assumeranno le funzioni della vescica. Ma inizialmente hanno un volume più piccolo e non possono accumulare tutta la bile prodotta dal fegato. Scorre fuori fuoco, che interferisce con la formazione di enzimi pancreatici. Questo disturbo è caratterizzato da un forte dolore alla cintura. Nel tempo, i dotti si allungheranno, aumenteranno di volume e il tratto gastrointestinale funzionerà normalmente.

Cambiamenti si verificano anche nel funzionamento dell'intestino. Nel periodo postoperatorio, a causa della crescita di microrganismi nel duodeno, si verifica una maggiore formazione di gas. Dopo la rimozione della cistifellea, i batteri si moltiplicano attivamente, causando danni all'intestino. Alcune erbe e probiotici prescritti dal medico possono aiutarti ad affrontare il problema..

Un'altra spiacevole conseguenza dell'assenza di bile è lo sfintere della disfunzione di Oddi. La bile non concentrata che entra nel duodeno provoca ipertonicità intestinale. La contrattilità dello sfintere di Oddi è ridotta. Di conseguenza, una donna sperimenta coliche, gonfiore.

Cambiamenti nel lavoro del sistema biliare durante la gravidanza

Durante la gravidanza, un paziente con colelitiasi monitora necessariamente la nutrizione, riducendo così il rischio di complicanze. Tuttavia, i sintomi spiacevoli non sono esclusi:

  • gravi attacchi di nausea e vomito;
  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • costipazione o diarrea;
  • ingiallimento della pelle e delle mucose.

Questo perché un feto in crescita allarga l'utero. Preme sugli organi addominali, il che crea un ulteriore onere per il lavoro del sistema biliare. Devi assicurarti che non si siano formate pietre nei dotti biliari, la bile se ne vada normalmente, non c'è ristagno. Questo può essere fatto tramite ultrasuoni..

Per quanto riguarda il fegato, dopo aver rimosso con successo la bile, funziona come al solito. Alcune donne, specialmente nelle fasi successive della gravidanza, aumentano il numero di enzimi epatici. Sono prescritti farmaci coleretici che normalizzano il deflusso della bile..

Pianificazione della gravidanza dopo la rimozione

Salvo una dieta e l'uso di farmaci raccomandati da uno specialista, i prodotti coleretici continuano a essere prodotti dal fegato, ma in quantità minori. Il cibo deve essere ingerito in piccole porzioni ogni 3 ore. Sotto il divieto tutti i prodotti che stimolano la formazione di secrezioni:

  • olio vegetale;
  • agrumi;
  • spezie (pepe macinato, paprika, cannella, zenzero);
  • la maggior parte delle verdure, tranne patate, zucchine, cetrioli;
  • verdure, in particolare aneto, rosmarino, acetosa;
  • frutta, tranne albicocca, pere, pesche.

D'altra parte, in questi alimenti vi è un gran numero di oligoelementi necessari per il pieno sviluppo del bambino. Per uscire dalla situazione, puoi cuocere la frutta, cucinare gelatina, gelatina. È permesso fare lo stufato dalle verdure. Altri cibi consigliati:

  • soufflé di prodotti a base di carne facilmente digeribili;
  • kefir, yogurt naturale, latte cotto fermentato;
  • cereali, in particolare grano saraceno e farina d'avena;
  • casseruole di ricotta;
  • omelette di vapore;
  • zuppe di latte;
  • filetto di pesce di mare al forno.

Sono necessarie vitamine sintetiche e acido folico.

Durante il periodo di recupero, devi chiedere il parere di un gastroenterologo e ti consiglierà per quanto tempo puoi dare alla luce un bambino. Il sistema biliare ritorna al suo solito lavoro 18-24 mesi dopo l'operazione. Tuttavia, in pratica, le donne si preparano al concepimento molto prima. Nella maggior parte dei casi, rimanere incinta dopo aver rimosso la cistifellea non è difficile se non ci sono altri problemi. Tuttavia, è importante ricordare che la ristrutturazione del corpo durante il portamento del bambino, un aumento della produzione di ormoni - fattori che aumentano il rischio di ristagno biliare.

Dopo colecistectomia

Un'operazione aperta dura circa un'ora e viene eseguita in anestesia generale. L'intervento chirurgico pianificato impedisce lo sviluppo di gravi patologie. Se lo rifiuti, l'infiammazione purulenta del pancreas non è esclusa. Il periodo di riabilitazione dura 6 mesi.

Dopo la colecistectomia, viene prescritta l'ozonoterapia. Ha un effetto antibatterico sul corpo, combatte i microrganismi che crescono attivamente nell'intestino. L'ozono stabilizza il fegato. La terapia è un'introduzione al retto dei clisteri con una composizione speciale.

Dopo la rimozione laparoscopica

La laparoscopia non lascia cicatrici e cicatrici sullo stomaco. Il recupero è più rapido e i sintomi spiacevoli dopo che sono stati ridotti al minimo. La procedura mini-invasiva viene eseguita dagli strumenti attraverso piccole incisioni nella cavità addominale. Dopo aver rimosso la cistifellea in questo modo, il periodo di gestazione viene posticipato di 2-3 mesi.

Dopo chirurgia addominale aperta

La donna chiede consiglio e fa anche un'ecografia che mostra le condizioni dei dotti biliari. Quanto tempo puoi dare alla luce dopo aver rimosso la cistifellea in questo modo, decide il medico. La probabilità di sviluppare un ristagno della bile è troppo elevata. Il restauro tradizionale dura circa un anno.

reinserimento

Il periodo di recupero in diversi pazienti può variare in modo significativo. La durata del periodo di riabilitazione dipende dal tipo di intervento chirurgico. Dopo la laparoscopia, sono sufficienti 2 settimane. Se la vescica è stata asportata per via addominale, la riabilitazione può richiedere diversi mesi. Influisce sul recupero delle condizioni generali e dell'età del paziente. In una persona anziana, i processi metabolici rallentano e perché la ristrutturazione dei processi nel corpo è più lunga.

L'intero periodo di riabilitazione può essere suddiviso in più fasi:

  1. Presto - i primi giorni in cui si osservano le conseguenze più spiacevoli dopo la rimozione degli organi e l'anestesia.
  2. In ritardo: i primi 7 giorni, se la vescica è stata asportata utilizzando un'apparecchiatura endoscopica, 14 giorni dopo la laparotomia. Durante questo periodo, il lavoro dell'apparato respiratorio e del tratto gastrointestinale è normalizzato.
  3. Ambulatoriale - 1-3 mesi dopo la resezione, il paziente viene osservato da un medico che valuta il grado di recupero dell'intero organismo.
  4. Il trattamento spa è raccomandato non prima di 1 anno dopo la rimozione della cistifellea.

Dopo la dimissione, il paziente deve essere regolarmente esaminato e seguire tutte le istruzioni del medico su alimentazione, stile di vita, attività fisica.

Dopo la rimozione della vescica, è importante prevenire la congestione nel fegato. Se la bile è spessa e l'operazione è stata preceduta da colelitiasi, una violazione del deflusso minaccia la formazione di calcoli nei dotti biliari. Per ridurre la probabilità di complicanze dopo aver rimosso la cistifellea, è necessario assumere medicinali:

Gruppo farmacologiconomiatto
enzimiMezim, Creon, FestalRisolve la questione del ripristino dell'equilibrio degli enzimi per una digestione confortevole. La loro ricezione è particolarmente importante nella fase iniziale, quando una persona deve adattarsi per vivere senza gal.
colereticoAllohol, Holosas, CholenzymI farmaci forniscono un'evacuazione regolare della bile dal fegato.
antispasticiNo-Shpa, Duspatalin, MebeverinSono usati per eliminare gli spasmi dei dotti biliari e normalizzare il deflusso della bile. Ridurre il dolore nella parte destra, i crampi intestinali, eliminare la flatulenza.
epatoprotettoriKarsil, Ursofalk, UrdoksaAccelera il recupero delle cellule del fegato e ha anche un lieve effetto antinfiammatorio.

I cambiamenti nella dieta e nella dieta influenzano il benessere della persona che è stata operata. Dopo che la cistifellea è stata rimossa, il paziente viene trasferito a una dieta rigorosa. Nei primi 2 mesi, sono ammessi solo alimenti leggeri sottoposti a trattamento termico completo. In futuro, il menu verrà compilato tenendo conto dei prodotti consentiti:

PuòÈ impossibile
Zuppa senza grassiPesce grasso, carne
Frutta e verdura bollita e cottaCarni affumicate, semilavorati
Petto di polloCaffè forte, tè, bevande gassate dolci
Cotolette al vapore di carni magre o pesceMuffin, pasticcini, torte alla crema
Latticini freschi a basso contenuto di grassiAcetosa, spinaci, cavolo bianco, ravanello, fagioli
Grano saraceno, farina d'avenaNoci, semi
Oli in quantità limitataSucco di limone

Dopo quanto tempo posso rimanere incinta

La durata della pianificazione della gravidanza è influenzata dalla complessità dell'operazione, dal metodo di attuazione, dalle condizioni del paziente nel periodo di recupero. Il feto in crescita esercita una pressione intrauterina sul tratto biliare, questo è particolarmente pronunciato nel 2 ° e 3 ° trimestre, durante il periodo di movimento attivo.

La futura mamma deve assicurarsi di non sviluppare la sindrome post-colecistectomia, quando i sintomi della malattia del calcoli biliari appaiono nella stessa misura di prima dell'intervento.

Vomito frequente e grave, la diarrea può compromettere seriamente le condizioni del feto. Il tratto gastrointestinale deve essere completamente ripristinato.

Parto dopo rimozione della cistifellea

La comparsa di complicanze può essere ridotta al minimo e una donna avrà tutte le possibilità di sopportare e dare alla luce un bambino sano. Se non ci sono altre patologie gravi, il parto si svolge naturalmente. Il taglio cesareo viene prescritto dopo un intervento chirurgico addominale, se le condizioni della cicatrice causano preoccupazione. Durante il parto naturale, può disperdersi e ci sarà un rischio per la vita della madre e del bambino.

Prima di dare alla luce, una donna deve passare la bile per la ricerca. È prevista un'introduzione pianificata di una sonda duodenale. A causa della maggiore tossicosi e di un generale deterioramento del benessere durante la gravidanza, questo non è sempre facile. Sarà richiesta assistenza qualificata nella preparazione della procedura..

2 mesi dopo la nascita, viene mostrata una moderata attività fisica, principalmente esercizi per rafforzare la cavità addominale. La preferenza è data al nuoto, all'aerobica. È consentito camminare a medio raggio.

Dopo la rimozione della cistifellea, il corpo si adatta alle nuove condizioni di lavoro, la composizione della bile cambia. Cucire un bambino da uno a due mesi dopo l'intervento chirurgico è spesso difficile, quindi è consigliabile pianificare la gravidanza nel tempo consentito dal medico. Se segui tutte le raccomandazioni, non sorgono problemi con il concepimento e il parto.

Colecistectomia e gravidanza

La gravidanza è un momento meraviglioso per una donna in cui tutti i suoi pensieri sono impegnati ad aspettare che nascano i bambini. Fin dai primi giorni di gestazione, devi prenderti cura della salute del nascituro, ma non dovresti dimenticare la tua salute.

L'incidenza della colecistite è in costante aumento ogni anno sempre di più, soprattutto tra il gentil sesso. Nella maggior parte dei casi, i medici sono costretti a sottoporsi a un intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea (colecistectomia). Tuttavia, è possibile rimanere incinta dopo colecistectomia ed è compatibile con le malattie del tratto biliare?

Ricette popolari

L'uso della medicina tradizionale deve essere trattato con molta attenzione, discutendo con il medico anche gli effetti minimi sul corpo dopo la colecistectomia.

Elenco delle piante adatte:

  • trifoglio;
  • Melissa;
  • menta;
  • valeriana;
  • sambuco nero;
  • spiraea;
  • cardo mariano;
  • perpetuino.

Da qualsiasi pianta, puoi preparare un decotto. Per fare questo, macina diverse foglie, versa 500 ml di acqua, fai bollire per 15 minuti a fuoco basso, raffredda e lascia riposare per 30 minuti. Dopo lo sforzo, bevi un decotto di mezzo bicchiere tre volte al giorno. Corso completo - 2 mesi.

Le piante elencate non hanno solo un effetto coleretico, aiutano a prevenire la formazione di calcoli nei dotti.

Quando posso pianificare una gravidanza?

La rimozione della cistifellea è un'operazione semplice e di turno eseguita negli ospedali di qualsiasi livello. Le complicazioni sono estremamente rare, non ci sono cambiamenti globali a livello di sistema. L'intervento stesso può essere di 2 tipi:

  1. Rimozione della cistifellea laparoscopica.
  2. Apri laparotomia metà superiore - un modo più traumatico.

Il corso della gravidanza e la capacità di concepire un bambino dipendono direttamente dal tipo di operazione.

Quando la laparoscopia sulla parete addominale anteriore fa 3-4 piccole incisioni. Il periodo di recupero dura solo un paio di settimane, il che significa che è possibile pianificare una gravidanza immediatamente dopo la dimissione dall'ospedale.

Con un'operazione di laparotomia aperta, viene praticata un'incisione attraverso l'intera parete addominale. Il periodo di recupero richiede almeno 3-4 mesi, in alcuni casi fino a sei mesi. Solo allora una donna può iniziare a pianificare una gravidanza.

Importante! La rimozione della cistifellea non è una controindicazione al concepimento di un bambino. La presenza di un intervento chirurgico nell'anamnesi praticamente non influenza il portamento e la salute del nascituro. Tuttavia, prima del concepimento è meglio consultare un gastroenterologo o un medico di medicina generale nel luogo di residenza.

L'effetto della chirurgia su uno stile di vita consolidato

L'intervento chirurgico è stato eseguito con successo, la fase di recupero è stata completata, ma come condurre uno stile di vita caratteristico di una persona? Ci sono limitazioni che la colecistectomia farà nella vita quotidiana di una persona.

Fare sport

Solo nella fase di recupero ci sono restrizioni sull'educazione fisica. Sebbene non si debba rinunciare allo sport, esercizi ginnici con carichi insignificanti aiuteranno a ripristinare le prestazioni normali più rapidamente. Dopo un mese intero dopo la resezione del serbatoio biliare, si raccomandano esercizi:

  • esercizi di respirazione;
  • andare in bicicletta;
  • Escursionismo
  • fisioterapia.

Dopo un anno, in assenza di controindicazioni, è possibile tornare rapidamente a tutti gli sport, anche se si è professionisti, e lo sport è associato al sollevamento pesi.

Nascita di un bambino

La rimozione di IG non è un motivo per abbandonare il pensiero di avere un bambino. Qualsiasi donna dopo colecistectomia può dare alla luce un bambino sano. L'unica condizione è il monitoraggio costante del medico durante la gravidanza. In attesa della prole, il metabolismo della donna funziona in modo potenziato. All'appuntamento del medico, devi andare secondo il programma. Molti pazienti lamentano il ritorno dei sintomi postoperatori: "come se la pietra fosse dentro, mi sdraio e si schiaccia".

Caratteristiche del corso della gravidanza dopo colecistectomia:

  • si verifica spesso prurito e aumenta il livello di acidi biliari nel sangue;
  • assunzione regolare di farmaci coleretici, multivitaminici, antistaminici;
  • disturbi digestivi: diarrea, costipazione; aumento della formazione di gas; bruciore di stomaco; nausea;
  • la gravidanza provoca spesso la ricomparsa di calcoli;
  • i dolori compaiono nella regione dell'ipocondrio destro, con un aumento della durata della gravidanza, si intensificano;
  • la dieta è un prerequisito per una gravidanza semplice.

La procedura eseguita non è un prerequisito per il parto eseguito per via cesareo. In assenza di controindicazioni stabilite dai medici, la nascita naturale è accettabile.

La cistifellea non è un organo vitale. La sua assenza non influenzerà l'aspettativa di vita di una persona, non apporterà modifiche significative alla vita di tutti i giorni. Senza una prostituta, puoi praticare qualsiasi sport, anche il powerlifting, e le donne possono dare alla luce bambini. Molti vivono con un consumo ridotto di cibi affumicati e fritti e sono benestanti..

Cambiamenti nel corpo dopo la rimozione della cistifellea

Qualsiasi operazione per rimuovere la cistifellea è accompagnata da disturbi digestivi: assorbimento e digestione del cibo. La maggior parte dei pazienti non nota nemmeno questi disturbi, quindi i cambiamenti a livello di sistema non sono significativi.

Durante la gravidanza, il carico sul corpo della donna aumenta diverse decine di volte, quindi le donne con una cistifellea rimossa possono avere alcune difficoltà nel portare un bambino. Questi includono:

  • Gravi disturbi dispeptici: nausea grave, vomito. Flatulenza e gonfiore, feci instabili fluide o costipazione. Alcune donne hanno un sapore amaro in bocca..
  • Dolore nell'epigastrio e nell'ipocondrio destro di carattere dolorante, aggravati dopo aver mangiato cibi grassi o piccanti. A volte viene dato dolore alla schiena o alla parte bassa della schiena.
  • Tossicosi in gravidanza precoce più lunga.
  • Difficoltà nella dieta e nella restrizione alimentare.

Fase di adattamento

Vale la pena ricordare che nel corpo umano non ci sono organi extra. La cistifellea fungeva da serbatoio in cui veniva immagazzinata la bile concentrata. I malfunzionamenti nel lavoro del corpo portano un forte dolore, non puoi fare a meno della rimozione. Dopo la resezione del sacco, il fegato non smette di adempiere alla sua funzione naturale. Il corpo ha bisogno di un anno per riprendersi, durante il quale il lavoro svolto dalla cistifellea assumerà i dotti all'interno del fegato e il grande dotto biliare. Il divario specificato deve essere considerato suggerimenti.

Istruzioni per i pasti

Dopo la procedura per la rimozione dell'unità biliare, ai pazienti, circa un mese dopo, viene prescritta una dieta n. 5, obbligatoria per la colecistectomia. Implica l'implementazione di una serie di regole:

  • si consiglia di consumare i pasti secondo un programma;
  • Prima di mangiare, devi bere un bicchiere d'acqua;
  • assumere cibo solo quando riscaldato, rifiutare temporaneamente piatti caldi e freddi;
  • frequenza di assunzione di cibo - almeno 5 volte al giorno;
  • la quantità di porzioni prese è piccola;
  • mangiare piatti in umido, bolliti o al vapore;
  • dopo aver mangiato 2 ore, si consiglia di non chinarsi o andare a letto.

I prodotti ammessi includono:

  • frutta secca;
  • zuppe di latte e verdure;
  • farine di pesce;
  • piatti a base di pollo, manzo;
  • crusca;
  • latticini;
  • verdure fresche;
  • porridge di latte (farina d'avena, grano saraceno e miglio);
  • pane secco e segale;
  • stufato di verdure.

Prestare attenzione alla qualità dei prodotti. La mancata osservanza di questa dieta porta a disturbi digestivi e gravi malattie - a un'ulcera allo stomaco. In questo caso, su raccomandazione di uno specialista medico, è necessario assumere omeprazolo.

Trattamento di riabilitazione

Per riportare il paziente a una vita piena, dopo un microintervento per rimuovere la cistifellea, si raccomanda un trattamento spa con la possibilità di nuotare in piscina, prendere il sole, nuotare all'aria aperta. In istituti specializzati, i pazienti sono invitati a:

  • Terapia fisica;
  • elettroforesi dell'acido succinico;
  • terapia dietetica;
  • balneoterapia - bagni con l'aggiunta di un estratto di aghi, anidride carbonica, radon;
  • prendendo Mildronate, Riboxin.

Dopo un determinato periodo di tempo, il corpo si adatta all'assenza di un accumulatore biliare e le persone tornano a una vita piena. Chiamano restrizioni importanti che non dovrebbero essere dimenticate..

Gravidanza dopo rimozione laparoscopica della cistifellea

Complicanze postoperatorie dopo chirurgia laparoscopica sono osservate in casi eccezionali e il periodo di recupero dura un paio di settimane. Teoricamente, la concezione di un bambino e la pianificazione del portamento sono possibili immediatamente dopo la dimissione dall'ospedale. Tuttavia, va ricordato che nel primo periodo postoperatorio, il corpo si adatta a nuove condizioni: cambiamenti nella reologia della secrezione del pancreas e della bile, diminuzione della motilità dello stomaco e dell'intestino. Se la gravidanza si verifica durante questo periodo di tempo, allora è tollerata abbastanza difficile.

Per evitare ciò, si raccomanda di usare contraccettivi per le prime 4 settimane. Una volta stabilizzata la condizione e adattato il corpo e il tratto gastrointestinale, è possibile pianificare la gravidanza..

Il corso di una tale gravidanza non è diverso dal normale fisiologico. Si consiglia alle donne di seguire una dieta che limiti gli alimenti grassi, piccanti e altri irritanti, ma non esagerare. Il corpo ha bisogno di proteine ​​e carboidrati extra. La dieta è progettata in modo tale che sia ipercalorica e varia.

Importante! Anche durante la gravidanza, le donne che hanno subito un intervento chirurgico di rimozione della cistifellea sono invitate a seguire una dieta e principi di un'alimentazione sana. L'enfasi è posta sugli alimenti proteici: carne, latte e derivati, pesce, verdura e frutta, cereali. È meglio cucinare il cibo per una coppia o bollire. Il consumo di cibi fritti e additivi sotto forma di spezie, spezie minimizza.

Dieta dopo l'intervento chirurgico

Durante i primi giorni dopo l'operazione, puoi bere solo acqua non gassata a piccoli sorsi, ma con un volume non superiore a mezzo litro. Nei prossimi 7 giorni, la nutrizione del paziente include:

  • carne bollita povera di grassi (manzo, petto di pollo senza pelle) in forma schiacciata;
  • zuppe su brodo vegetale;
  • porridge di avena o grano saraceno in acqua;
  • prodotti freschi a base di latte acido (yogurt, kefir, ricotta a basso contenuto di grassi);
  • banane e mele al forno.

Per il periodo di riabilitazione, sono vietati i seguenti prodotti:

  • tutti i cibi fritti;
  • piccante e salato;
  • pesce (anche bollito);
  • tè o caffè forte;
  • qualsiasi alcool;
  • cioccolato;
  • dolci;
  • prodotti da forno.

Gravidanza dopo rimozione della cistifellea aperta

Poiché questo tipo di operazione utilizza un ampio accesso alla cavità addominale sezionando tutti gli strati della parete addominale lungo la linea bianca dell'addome, il periodo di recupero richiede diversi mesi. Prima di pianificare una gravidanza, è necessario attendere la completa guarigione della sutura. Quando i medici diagnosticano la vitalità della cicatrice formata (cioè la sua forza), solo allora il ginecologo ti permetterà di pianificare la gravidanza. Fino a questo momento, si raccomanda alla coppia di usare contraccettivi.

Parto dopo rimozione della cistifellea

Dopo la colecistectomia laparoscopica, una donna viene ammessa a un parto indipendente in assenza di patologia somatica e altre controindicazioni. Se la rimozione della vescica è stata eseguita per accesso aperto, quindi prima del parto, viene eseguita un'ecografia per determinare la vitalità della cicatrice sulla parete addominale anteriore. Se la cicatrice è ricca - la donna in travaglio è autorizzata a partorire attraverso canali di nascita indipendenti. Se la cicatrice è insolvente, la sua immaturità o il diradamento, la questione della possibilità di taglio cesareo è risolta.

Importante! La presenza di una storia di rimozione della cistifellea non è un'indicazione per taglio cesareo. Nella stragrande maggioranza dei casi, una donna è ammessa a un parto indipendente attraverso il canale del parto naturale.

Conseguenze negative

I moderni metodi di esecuzione della laparoscopia consentono ai medici di eseguire operazioni, al termine delle quali i pazienti guariscono più rapidamente rispetto a dopo la laparotomia. Ma anche un intervento chirurgico minimo non si verifica senza conseguenze. Dopotutto, le pietre non vengono rimosse separatamente dall'unità biliare, ma anche dall'organo stesso.

Probabili difficoltà in una fase iniziale

Alla fine dell'operazione, il medico può diagnosticare complicanze:

  • Bleeding. La condizione si verifica a causa di una violazione dell'integrità delle pareti dei vasi sanguigni.
  • Penetrazione della bile nella cavità addominale. Il paziente ha indolenzimento degli organi interni nelle costole, un aumento della temperatura.
  • Infezione del sito di puntura. Le infezioni batteriche introdotte accidentalmente causano forte dolore, portano a arrossamenti, gonfiore dell'area della ferita.
  • Danni alle pareti dell'intestino. Con diagnosi di aumento del dolore, temperatura corporea elevata, con uno stadio avanzato, è possibile la peritonite.
  • Il drenaggio eseguito male porta a ulteriori complicazioni.

Le complicazioni di cui sopra si verificano estremamente raramente, vengono eliminate nell'ordine di lavoro.

Deterioramento nel tardo periodo

Nel periodo postoperatorio, il 10-30% dei pazienti sviluppa la sindrome post-colecistectomia. Quindi gli esperti chiamano il complesso dei sintomi osservati dopo colecistectomia. La malattia è caratterizzata da segni:

  • Violazione delle feci;
  • Nausea;
  • Aumento della temperatura (37-38С);
  • Eccessiva formazione di gas;
  • Giallo della pelle;
  • Spasmi dolorosi del lato destro con mal di schiena nella clavicola o nella spalla;
  • Debolezza.

Secondo le statistiche, nelle donne la sindrome post-colecistectomia viene rilevata almeno il doppio delle volte rispetto agli uomini. Può verificarsi immediatamente dopo colecistectomia laparoscopica o dopo un po '.

La sindrome post-colecistectomia - una violazione del normale funzionamento dei dotti biliari, è soggetta ad un'adeguata terapia eziologica. Un intervento medico tempestivo ti salverà da gravi conseguenze. La persona operata deve ricordare: con la manifestazione di sintomi dolorosi, si rivolgono immediatamente al medico. Opinione del medico - la legge.

Dopo la rimozione dell'accumulatore biliare, la vita continua, ma si verificano cambiamenti nel funzionamento del corpo. Una persona deve capire: le restrizioni sull'assunzione di cibo sono inevitabili, in un certo senso guarisce il corpo. Quindi, l'intervento è avvenuto, considerare le conseguenze.

Informazione Generale

Il tempo di attesa del bambino è sempre associato ad un aumentato rischio di spiacevoli sorprese dal lato della salute. Sotto l'influenza dei cambiamenti ormonali, tutti i sistemi del corpo sono sotto stress. Questo vale anche per la digestione, che è direttamente correlata alla produzione e al deflusso della bile..

Le donne hanno molte più probabilità rispetto agli uomini di soffrire della comparsa di calcoli nella cistifellea..

Per alcuni di loro, un altro attacco di coliche finisce sul tavolo operatorio. La chirurgia per colecistectomia è tanto comune oggi quanto per l'appendicite. Vengono eseguiti con l'apertura della parete addominale (addominale) o con metodo laparoscopico (utilizzando incisioni puntuali).

Le donne in gravidanza dopo colecistectomia sono sempre sotto la costante supervisione di un medico da una clinica prenatale e gastroenterologo. Al fine di prevenire il deterioramento, è importante attenersi rigorosamente alle raccomandazioni degli specialisti.

Le donne incinte dovrebbero sicuramente monitorare la loro dieta, in cui le pause tra i pasti non dovrebbero essere troppo lunghe. Si consiglia di mangiare almeno 5-6 volte al giorno. In questo caso è meglio fare piccole porzioni e cucinare cibi cotti a vapore, al forno o bolliti. Non dovresti abusare di spezie piccanti, spezie, grassi, carni affumicate e marinate. Sotto il divieto assoluto di alcol.

I medici raccomandano che le donne in gravidanza assumano farmaci coleretici e occasionalmente suonino alla cieca (tubo). Per questa procedura, è necessario bere sorbitolo diluito in acqua leggermente calda, succo di limone con miele o acqua minerale riscaldata a stomaco vuoto. Successivamente, è necessario posizionare un pad riscaldante caldo sul lato destro per diverse ore.

Tuttavia, le donne che vivono senza calcoli biliari non dovrebbero avere paura della gravidanza e di tutto ciò che le è connesso. Se non ci sono controindicazioni ostetriche, la futura mamma può prepararsi alla nascita naturale.

Trattamenti per nausea e vomito

  1. Bevi di più - mangia di meno. Rimuovere i cibi saturi: formaggio, pasta, carne (cotti nel burro, al vapore, grigliati). Il porridge che dà energia per tutto il giorno, secondo la mamma, dovrebbe essere escluso dal menu. Ricotta, frutta (banane, uvetta, frutta secca). Borsch, condimenti piccanti. Bevi più acqua naturale, possibilmente 0 zucchero. Bere acqua, intensificare la vertigini è stupido, trattenersi - se c'è una sensazione di sete, allora vai a bere acqua.
  2. Il riposo a letto è il primo trattamento prioritario. Metti un cuscino sotto la testa, pensa a qualcosa di buono, spostando la coscienza dal focalizzare lo stato del corpo alla costruzione di castelli nell'aria. Pianifica il giorno, la settimana, il mese. Leggere o guardare un film illuminerà i minuti di attesa di miglioramento.
  3. Calmati. L'attenzione a sollevare la radice della lingua, la bocca tesa, la sensazione del corpo nel suo insieme diventa un grande stress per il corpo. Il subconscio sopravvive, finisce, causando un contraccolpo che aumenta il vomito e la nausea. Rilassati, bevi sedativi, respira ammoniaca.
  4. Tè nero al limone, doccia rinfrescante fredda - una medicina ideale per eliminare una cattiva condizione.

Rimedi popolari per eliminare il disturbo

  • Il tè verde e nero, l'aggiunta di menta, l'estratto di menta piperita leniscono lo stomaco.
  • Zenzero in cibo leggero.
  • Tintura di basilico. Versare acqua bollente sulle foglie per 20 minuti, filtrare. Utilizzare in periodi di nausea.
  • Riscalda costantemente il lato destro, ipocondrio. Il fegato è l'iniziatore diretto di vertigini.

  • Sciogli un cucchiaino di soda in acqua bollente, portalo dentro. Attenzione! Si sconsiglia ai bambini di età inferiore ai 10 anni di utilizzare questo strumento..
  • Strato bianco di limone, piccole quantità durante l'impulso.
  • Tintura di foglia d'acero, sciroppo di cuneo.
  • Estratto di chiodi di garofano miscelato in acqua, rapporto 1-5, frequenza - 3 volte al giorno.
  • Cicoria in polvere sciolta in acqua.
  • Erbe: rizomi di valeriana officinalis, fiori di camomilla, foglie di menta piperita, marshmallow essiccato.
  • Non usare alcol! I desideri aumenteranno, un forte carico sul fegato andrà, stimolando complicazioni con ristagno della bile: bruciore di stomaco, diarrea, flatulenza.
  • Caratteristiche del corso della gravidanza

    Durante la gestazione, molte donne soffrono di disturbi digestivi. Il rischio del loro verificarsi è particolarmente elevato nelle donne precedentemente operate per malattia del calcoli biliari. Alcuni di loro hanno una condizione chiamata sindrome postholicistectomia specialistica. Con lui, le persone si sentono quasi le stesse di prima dell'operazione. Le manifestazioni più eclatanti sono il dolore nell'ipocondrio destro, la nausea.

    Il malessere è associato al ristagno della bile nei dotti, al suo ingresso prematuro nel duodeno. Durante la gravidanza, l'alto livello di progesterone nel sangue della gestante rilassa i muscoli lisci dei dotti biliari, causando sensazioni spiacevoli. Più vicino al parto, emerge un altro motivo: un feto cresciuto preme sugli organi addominali a causa dei quali non è possibile un normale deflusso.

    Colecistectomia durante la gravidanza

    Se la presenza di calcoli nella cistifellea è stata rilevata prima della gravidanza, gli esperti raccomandano di operare in anticipo. Ma a volte capita che un disturbo fosse già scoperto quando si è verificato il concepimento. In questo caso, la colecistite acuta inizia a essere trattata con metodi conservativi. Viene utilizzata la rimozione del contenuto gastrico usando una sonda speciale, vengono introdotti analgesici e soluzioni che rimuovono l'intossicazione.

    Quando la terapia non ha alcun effetto, appare l'ittero o c'è il rischio di rottura della cistifellea, sorge la domanda della necessità di un intervento chirurgico. Questo non è lo scenario migliore, poiché l'intervento durante la gravidanza è associato a determinati rischi..

    Un'operazione eseguita nel primo trimestre rischia di provocare un aborto spontaneo. Pertanto, in caso di necessità acuta, si consiglia di eseguirlo da 13 a 23 settimane di gravidanza. Nelle fasi successive, i chirurghi non raccomandano di rimuovere il fiele. In questo momento, l'utero occupa un grande volume nella cavità addominale, schiacciando gli organi situati lì. Pertanto, diventa molto più difficile far funzionare una donna tecnicamente.

    Gli anestetici, nonché i farmaci prescritti nel periodo postoperatorio, possono influire negativamente sullo sviluppo e sulla salute del bambino. Spesso, i bambini nati da madri operate durante il periodo di gestazione hanno ittero anormale. Inoltre, l'intervento chirurgico indebolisce il corpo di una donna, provocando la comparsa di varie patologie.

    Indicazioni e controindicazioni

    L'uso di metodi conservativi non ha ancora dato i suoi frutti. Nella maggior parte dei casi, la colecistectomia è il migliore e talvolta l'unico modo per preservare la vita e la salute del paziente. Quando disinstallare:

    • colelitiasi;
    • colecistite acuta e cronica;
    • colesterosi: l'accumulo di colesterolo nella parete della cistifellea;
    • danno d'organo perforato;
    • la presenza di pietre nel condotto;
    • neoplasie di varie origini;
    • colica biliare frequente;
    • inefficienza della terapia conservativa.

    L'operazione non viene eseguita per le donne nel primo e negli ultimi tre mesi di gravidanza, per i pazienti con infezioni acute, gravi malattie cardiache o polmonari. La vecchiaia non è una controindicazione, se necessario, la chirurgia viene eseguita per i pazienti anziani. La chirurgia alla cistifellea non viene eseguita in presenza di difetti alla nascita, distruzione della parete dell'organo e un forte processo infiammatorio nel collo della cistifellea.