Colecistite in gravidanza

Le pietre nella cistifellea durante la gravidanza sono un fenomeno comune, manifestato nelle donne che erano precedentemente preoccupate per la colecistite. Un cambiamento nel background ormonale durante il portamento di un bambino influisce su tutti i processi del corpo. La malattia si manifesta più spesso in coloro che erano precedentemente inclini a sviluppare discinesia, pancreatite, ma possono anche presentarsi per la prima volta a causa della gravidanza.

Perché la colecistite si verifica nelle donne in gravidanza?

Secondo le statistiche, nella maggior parte delle donne, la malattia si manifesta nel terzo trimestre, causando gestosi tardiva o altre complicazioni dopo il parto. Meno comunemente, la colecistite in gravidanza si verifica durante la prima gestazione e più spesso nelle donne anziane in travaglio. Possibili fattori scatenanti:

  1. Esistono varie cause per la forma acuta calcula della malattia, ma il meccanismo della patologia si basa sui cambiamenti ormonali nel corpo. Ad esempio, l'ormone progesterone può rilassare il tono delle fibre della cistifellea, che provoca la sua atonia. Ciò provoca il ristagno della bile, che provoca la formazione di calcoli, un'infezione che provoca infiammazione dell'organo.
  2. Più spesso, il processo infiammatorio del tratto biliare e della vescica si verifica nelle donne che, anche prima della gravidanza, avevano il rischio di sviluppare la malattia.
  3. Un'altra forma acuta della malattia può essere la colecistite cronica, che prima della gravidanza non disturbava la donna e, con i cambiamenti che si sono verificati, è entrata nella fase acuta, causando dolore e coliche.
  4. Durante la gravidanza, il rischio di sviluppare colecistite aumenta se c'è una concomitante malattia del calcoli biliari, quando sullo sfondo dei cambiamenti ormonali, il tono della vescica diminuisce e si verifica un'infiammazione.
  5. I patogeni che entrano nella cistifellea causano facilmente colecistite acuta. Ciò è dovuto a frequenti violazioni del tratto digestivo durante la gravidanza..

Segni di colecistite incinta

Alcuni dei sintomi caratteristici della malattia, le giovani madri non riconoscono, attribuendo tutto agli effetti collaterali del parto. Ad esempio, il dolore evidente, a loro avviso, è causato dal movimento del feto. La futura mamma viene dal medico solo quando, quando la malattia diventa acuta e non c'è più forza da sopportare. A questo punto, la colecistite durante la gravidanza può già dare complicazioni. I segni caratteristici della malattia includono:

  • bruciore di stomaco, eruttazione;
  • amarezza in bocca;
  • vomito e nausea;
  • salivazione eccessiva;
  • un lungo periodo di tossicosi, che di solito passa entro la 12a settimana del termine, e con colecistite dura fino a 30 settimane;
  • dolore dopo cibo salato, fritto, piccante.

Esacerbazione della colecistite cronica

Secondo le statistiche, l'esacerbazione della colecistite si verifica nella seconda metà della gravidanza. Questa peculiarità è associata al fatto che l'utero è notevolmente ingrandito ed è a livello dell'ombelico, a volte tra il processo xifoideo e l'ombelico. Di conseguenza, tutti gli organi vengono spostati. La cistifellea può essere premuta o attorcigliata durante questo periodo, il che viola le sue funzioni. La bile non entra nei dotti, si verifica il ristagno, iniziano le pietre, l'infiammazione e il gonfiore. Questa è una causa meccanica, ma l'esacerbazione della colecistite può verificarsi per un'altra ragione..

Gli ormoni rilasciati durante la gravidanza influenzano il fegato. Gli enzimi che produce possono portare all'atonia della vescica: questo interrompe il funzionamento dell'organo, si verifica il ristagno della bile. Sullo sfondo di un aumento dell'utero, le violazioni diventano particolarmente evidenti. Per questo motivo, il normale processo di digestione viene interrotto, il che porta a una cattiva evacuazione del cibo. Viene creato un ambiente favorevole per lo sviluppo di microrganismi patogeni che penetrano nella cavità della cistifellea, invocano un processo infettivo. Per questo motivo, si verifica un attacco acuto di colecistite in una donna incinta..

Come trattare la colecistite

Esiste un regime di trattamento standard per la colecistite durante la gravidanza, che include una dieta, l'assunzione di farmaci coleretici leggeri e l'uso di ricette alternative. Esistono metodi di terapia conservativi e operativi:

  • Il primo gruppo comprende il trattamento della colecistite con rimedi casalinghi, metodi omeopatici e farmaci.
  • Il secondo metodo prevede un intervento chirurgico, che è estremamente indesiderabile durante la gravidanza.

Una delle fasi più importanti nel trattamento della colecistite è il rispetto del regime dietetico e delle regole. Una ragazza non dovrebbe sovraccaricarsi fisicamente, ma anche non escludere completamente l'attività, perché questo è importante per il corretto funzionamento del tratto gastrointestinale, la secrezione della bile. La dieta è il metodo principale non solo per un trattamento efficace, ma anche per la prevenzione. È necessario attenersi alle seguenti raccomandazioni per il trattamento della colecistite durante la gravidanza:

  • escludere dalla dieta cibi salati, fritti e piccanti;
  • abbandonare completamente l'alcol (che è importante durante la gravidanza anche senza segni di colecistite);
  • mangiare in piccole porzioni 5 volte al giorno;
  • ridurre o eliminare completamente i grassi animali;
  • nella tua dieta dovrebbero essere tuorli d'uovo, burro, olio d'oliva in piccole quantità.

Come trattare la colecistite

Il regime di trattamento generale per la colecistite durante la gravidanza nelle donne non differisce dal corso standard. È necessario aderire a una dieta speciale, che dovrebbe essere mantenuta per tutto il periodo di gravidanza. Se si verifica un'esacerbazione, è meglio morire di fame per un po '. Affinché tali restrizioni non danneggino te o il feto, si consiglia di bere una soluzione di miele durante il giorno.

La forma acuta della malattia deve essere trattata allo stesso modo, ma non più di un giorno. Se durante questo periodo il paziente non si sente meglio, dovresti andare dal medico per un esame. Con una forma cronica, dovrai assumere farmaci coleretici. Un medico dovrebbe nominarli, in base ai dati di ricerca e alle caratteristiche individuali della donna. Alcuni dei farmaci di questo gruppo sono controindicati durante la gravidanza, perché possono provocare diarrea.

Farmaco

Le medicine sono sempre selezionate individualmente, perché la colecistite durante la gravidanza impone alcune restrizioni sull'uso delle medicine. Di norma, i farmaci sono prescritti dai seguenti gruppi:

  1. Colagogo. In una fase precoce della gravidanza, Cholenzym, Pancreatin, Allohol sono più spesso prescritti, il che aiuta nella discinesia biliare. Nelle fasi successive, viene spesso diagnosticata una forma ipomotoria della malattia, quindi vengono prescritti colecistochinetici con effetto lassativo.
  2. Analgesici, antispasmodici. Sono prescritti solo con una sindrome del dolore pronunciata. Ad esempio, Papaverina, Drotaverinum.
  3. Con il vomito, la metoclopramide viene prescritta per normalizzare la motilità della vescica.
  4. Con grave ristagno di bile, i tubub ciechi sono realizzati con sale di Karlovy Vary, olio vegetale.

Antibiotico

I farmaci di questo gruppo sono prescritti alle donne in gravidanza molto raramente, di regola, solo prima e dopo l'intervento chirurgico. È severamente vietato ritirarli indipendentemente. Questo dovrebbe essere fatto da uno specialista, data la forma della malattia, la durata della gravidanza. Gli antibiotici per il trattamento della colecistite devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • mancanza di epatotossicità;
  • sterilizzazione del contenuto dell'intestino, bile;
  • quando somministrato, dovrebbe esserci una buona escrezione della bile;
  • ampio spettro d'azione;
  • resistenza agli enzimi epatici.

Trattamento sicuro

Molte donne incinte diffidano delle cure mediche durante la gravidanza. La paura degli effetti dei farmaci sul feto o sul latte materno li porta a utilizzare ricette popolari per combattere la colecistite. Puoi usarli in accordo con il tuo medico. Esempi di tali strumenti:

  1. Colagogo. Prendi in proporzioni uguali cinorrodi, menta piperita, stimmi di mais, semi di aneto, fiori di immortelle, radice di crespino. La raccolta di erbe deve essere ben tritata. Tipo 1 cucchiaino, preparare in un bicchiere d'acqua, come il tè. È necessario bere un rimedio per il trattamento della colecistite in un terzo di un bicchiere prima di mangiare 3 volte al giorno.
  2. Un altro decotto per il trattamento della colecistite viene preparato dai frutti dell'aneto. 2 tazze di acqua calda richiedono 2 cucchiai di frutta. Tenere a fuoco basso per almeno 15 minuti. Lasciare raffreddare il liquido e filtrare il brodo. Bevi mezzo bicchiere 4 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 3 settimane.
  3. Infuso di erba di grano. Abbiamo bisogno di un'erba di grano strisciante, le cui radici sono state raccolte in autunno, essiccate all'ombra. Tritare finemente 4 cucchiaini. spazi vuoti, versali in 200 ml di acqua, lascia fermentare per almeno 12 ore, quindi drenare il liquido. La radice preparata viene prodotta per 10 minuti. in 200 ml di acqua bollente. Filtrare, bere 0,5 tazze 4 volte al giorno.

video

Trovato un errore nel testo?
Selezionalo, premi Ctrl + Invio e lo ripareremo!

Gravidanza e colecistite

La colecistite cronica è una malattia recidivante cronica caratterizzata dalla presenza di alterazioni infiammatorie nella parete della cistifellea.

CODICE SU ICD-10
K81. colecistite.

EPIDEMIOLOGIA

Malattie croniche del fegato e della cistifellea si trovano nel 3% delle donne in gravidanza. La frequenza di colecistectomia durante la gravidanza è dello 0,1–3%.

PREVENZIONE DELLA COLECISTITE IN GRAVIDANZA

Per prevenire la malattia e prevenire le riacutizzazioni, raccomandano misure che prevengano il ristagno della bile nella cistifellea (ginnastica, deambulazione, pasti regolari e frequenti con limitazioni note) e il trattamento delle infezioni focali.

ETIOLOGIA (CAUSE) DELLA COLECISTITE

L'eziologia non è stata ancora chiarita. La maggior parte dei ricercatori ritiene che l'infezione sia la principale causa dello sviluppo della colecistite cronica, sebbene la bile abbia proprietà battericide sufficientemente pronunciate e l'epitelio della cistifellea e dei dotti abbia meccanismi di difesa immunitaria locale. Molto probabilmente, gli agenti infettivi agiscono per ridurre l'attività battericida della bile e ridurre i meccanismi di difesa locale. Si suggerisce che la colecistite cronica possa essere il risultato di colecistite acuta, i cui episodi non sono sempre presenti nella storia dei pazienti. La colecistite cronica a volte si sviluppa dopo un'infezione purulenta acuta degli organi addominali: OA, annessite, grave tossicosi alimentare. Nei pazienti con colecistite cronica da bile, gli stafilococchi e E. coli sono spesso seminati.

Fattori che contribuiscono - disfunzione della cistifellea e dell'apparato dello sfintere del tratto biliare, risultante da situazioni stressanti, inattività fisica, eccesso di cibo.
· Lo sviluppo dell'infiammazione della colecisti è promosso da:
- deformità congenita;
- discinesia biliare;
- lesioni alla cistifellea;
- tumori nella cavità addominale;
- disturbi metabolici (diabete, aterosclerosi);
- violazione della dieta (grandi interruzioni tra i pasti, cibo secco);
- costipazione, stile di vita sedentario;
- reazioni allergiche;
- violazione legata all'età dell'afflusso di sangue alla cistifellea;
- gravidanza;

PATOGENESI

Il meccanismo di sviluppo della colecistite cronica suggerisce la partecipazione di numerosi fattori.

Durante la gravidanza, quella principale è considerata una diminuzione della contrattilità della muscolatura liscia, che, insieme ai precedenti disturbi della gravidanza, avvia un meccanismo per lo sviluppo della colecistite.

L'insorgenza della malattia è associata a una compromissione della funzione motoria della cistifellea, in particolare in combinazione con discolisi, che contribuisce allo sviluppo dell'infiammazione asettica nella mucosa. Successivamente, l'infezione si unisce. I microrganismi possono entrare nella cistifellea per via ematogena, linfogena o enterogena (infezione ascendente). Si sviluppa un processo infiammatorio lento cronico di varia gravità, localizzato solo nella cistifellea o che cattura i dotti biliari.

PATOGENESI DELLE COMPLICAZIONI DELLA GESTAZIONE

Il verificarsi di tossicosi precoce contribuisce alle malattie dell'apparato digerente, al fegato, al fumo, alla malnutrizione.

Il vomito è una delle forme più comuni di questa complicazione..

IMMAGINE CLINICA (SINTOMI) DELLA COLECISTITE CRONICA IN DONNE INCINTE

Il decorso della colecistite cronica è caratterizzato da esacerbazioni periodiche. In questo caso, il sintomo principale è il dolore. Nella colecistite cronica, sono comuni lamentele di indolenzimento moderato o sensazione di pesantezza nell'ipocondrio destro dopo aver mangiato, soprattutto quando si assumono cibi grassi e fritti. In presenza di pericololistite, i dolori sono permanenti, si intensificano con un cambiamento nella posizione del corpo, busto in avanti. Il dolore si irradia, di regola, nella regione lombare destra, scapola destra, spalla destra. Di disturbi dispeptici, nausea, eruttazione dell'aria, amarezza o un costante sapore amaro in bocca sono spesso noti..

A volte un'esacerbazione della malattia è accompagnata da un aumento della temperatura corporea a numeri subfebrilari. Una temperatura più elevata, accompagnata da brividi, può indicare empiema della cistifellea, l'aggiunta di colangite.

I suddetti sintomi sono tipici di un tipico decorso della colecistite cronica, tuttavia, in 1/3 dei pazienti, possono differire in modo significativo e assomigliare ai sintomi di altre malattie dell'apparato digerente.

Nella seconda metà della gravidanza, il 25% delle donne associa il dolore ai movimenti fetali, la sua posizione nell'utero (seconda posizione).

L'esacerbazione della colecistite cronica più spesso (91,1% delle donne in gravidanza) si sviluppa nel terzo trimestre.

COMPLICAZIONI DI GESTATION

Nella prima metà della gravidanza si sviluppa una tossicosi precoce. Nel 50% dei casi, le malattie croniche del sistema biliare sono complicate da nausea, vomito e 15% da salivazione. Nel 23% dei pazienti, il vomito dura più di 12 settimane, nel 9% - fino a 29-30 settimane di gravidanza. La seconda metà della gravidanza è più spesso, ma irrimediabilmente complicata dalla gestosi (idropisia, nefropatia).

DIAGNOSTICA DELLA COLECISTITE IN GRAVIDANZA

ANAMNESI

La diagnosi di esacerbazione della colecistite cronica durante la gravidanza si basa su reclami, una storia medica accuratamente raccolta, dati oggettivi e risultati di ulteriori metodi di ricerca. La storia ha indicazioni di colecistite acuta precedente o esacerbazioni periodiche di colecistite cronica, più spesso - discinesia biliare.

INDAGINE FISICA

Alla palpazione dell'addome, si nota dolore nella proiezione della cistifellea (il punto di intersezione del bordo esterno del muscolo retto dell'addome destro con l'arco costale), intensificandosi all'ispirazione (sintomo di Kera) e anche quando il bordo del palmo viene battuto lungo l'arco costale destro (sintomo di Ortner). Tuttavia, questi sintomi non vengono sempre rilevati..

Un esame obiettivo determina le zone di iperestesia cutanea di Zakharyin - Ged nell'ipocondrio destro, sotto la scapola destra.

RICERCA DI LABORATORIO

Gli esami del sangue periferico di solito non mostrano anomalie. In alcuni casi, si nota una leucocitosi moderata con uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra e un aumento dell'ESR. Gli esami del sangue clinici e biochimici vengono valutati con cautela, poiché la leucocitosi neutrofila può essere una reazione leucemoidea alla gravidanza. Nell'analisi biochimica del sangue, a volte si trova un aumento dell'attività delle transaminasi (ALT e AST), fosfatasi alcalina e g-glutamil transpeptidasi (GGT), iperbilirubinemia e ipercolesterolemia.

RICERCA STRUMENTALE

· Il suono duodenale viene eseguito solo nella prima metà della gravidanza ed è estremamente raro. L'esame microscopico del sedimento biliare non è informativo, poiché i leucociti nella bile vengono rapidamente distrutti.

· La semina della bile a volte aiuta a stabilire il fattore eziologico del processo infiammatorio e a determinare la sensibilità della microflora agli antibiotici. Tuttavia, i risultati hanno un significato condizionale, poiché il contenuto del duodeno viene miscelato con la porzione della bile della cistifellea. Spesso nelle colture di bile ottenute da una vescica infiammata, non vi è alcuna crescita microbica.

· L'ecografia è il metodo principale per la diagnosi della patologia della colecisti e della colecistite cronica in particolare.
- Nella colecistite cronica, la dimensione della cistifellea può essere ingrandita, normale o ridotta. A volte viene trovata una cistifellea deformata e avvizzita. Il principale segno ecografico della colecistite cronica è un ispessimento delle pareti di oltre 3 mm. Tuttavia, in alcuni casi, lo spessore delle pareti può essere normale o addirittura ridotto (con una forma atrofica di colecistite). L'ispessimento delle pareti è irregolare, il contorno interno è irregolare.
- Con esacerbazione, uno dei segni ultrasonici è considerato una parete a tre strati della cistifellea. Il contenuto, di regola, non è omogeneo, con varie inclusioni (coaguli di bile eterogenea, microliti). Queste inclusioni possono nuotare liberamente nella bile, che può essere facilmente determinata cambiando la posizione del paziente. Possono anche essere fissati al muro della cistifellea. Di solito i cambiamenti patologici sono più pronunciati nel collo della cistifellea. Dopo la colazione coleretica, viene determinata la funzione contrattile della cistifellea, che, di regola, viene ridotta.

DIAGNOSTICA DIFFERENZIALE

La diagnosi differenziale viene effettuata con altre malattie dell'apparato digerente: pancreatite cronica, duodenite, gastrite, ulcera duodenale, sindrome dell'intestino irritabile, nonché malattie funzionali dello stomaco, dell'intestino e del tratto biliare.

INDICAZIONI PER LA CONSULTAZIONE DI ALTRI ESPERTI

Viene mostrata la consultazione del terapeuta e del gastroenterologo..

ESEMPIO DI FORMULAZIONE DELLA DIAGNOSI

Gravidanza 12 settimane Tossicosi precoce Colecistite cronica.

TRATTAMENTO DELLA COLECISTITE DURANTE LA GRAVIDANZA

OBIETTIVI DEL TRATTAMENTO

Sollievo dal dolore.
· Ripristino della funzione della cistifellea e dell'apparato dello sfintere del tratto biliare.
Soppressione dell'infezione e dell'infiammazione della cistifellea.
· Ripristino della digestione disturbato a causa dell'insufficienza biliare a causa di insufficiente
il flusso di bile nel duodeno.

TRATTAMENTO NON MEDICINALE

La nutrizione è importante, che dovrebbe essere frequente (4-6 volte al giorno) e frazionaria (in piccole porzioni).

Ciò contribuisce allo svuotamento regolare della cistifellea. Cibi grassi, fritti, piccanti, bibite, vino, birra, tuorli d'uovo, noci, pasticcini, piatti freddi, panna, verdure crude e frutta sono esclusi dalla dieta. Prescrivere una dieta (quinta tabella). Man mano che il dolore si attenua, la dieta si espande: includono piatti vegetali (carote crude grattugiate), vinaigrette, angurie, meloni, uva passa, prugne, albicocche secche, ecc. Questo aiuta non solo a ripristinare le funzioni della cistifellea, ma elimina anche la costipazione accompagnatoria.

Con la concomitante discinesia ipomotoria, sono preferiti cibi "colecistochinetici" (carne debole o brodi di pesce, panna acida, uova alla coque) ricchi di sostanze lipotropiche (ricotta, frittate proteiche, merluzzo). Con una forma ipermotoria, si raccomandano acque minerali calde a bassa mineralizzazione (Essentuki 17, Arzni, Berezovskaya, Batalinskaya). Nella seconda metà della gravidanza, specialmente nel terzo trimestre, quando si desidera una moderata assunzione di liquidi, il trattamento con acque minerali non è indicato. I decotti di piante medicinali hanno un effetto coleretico (fiori di immortella sabbiosa, stimmi di mais, foglia di menta piperita, semi di aneto, rosa canina, radice di crespino).

TRATTAMENTO MEDICINALE DELLA COLECISTITE IN GRAVIDANZA

· I farmaci colagogici sono indicati per tutte le donne in gravidanza. Poiché prevale la forma ipomotoria della disfunzione del tratto biliare, è meglio usare colecistochinetici con effetto lassativo. Nel primo trimestre di gravidanza, alcuni pazienti hanno un tipo ipercinetico di discinesia biliare. Sono prescritti allohol ©, pancreatina, colenzima ©.

· I farmaci antibatterici sono prescritti solo da indicazioni imperative, di norma, prima e dopo il trattamento chirurgico. Quando li scegli, dovresti considerare la durata della gravidanza.

I seguenti requisiti si applicano agli antibiotici:
- buona escrezione biliare se assunto per via orale;
- sterilizzazione del contenuto biliare e intestinale;
- resistenza agli enzimi epatici;
- mancanza di epatotossicità;
- ampia gamma di azioni.

Antispasmodici e analgesici sono indicati per la sindrome del dolore grave (drotaverina, papaverina).

· La metoclopramide normalizza la motilità della vescica nelle donne in gravidanza indipendentemente dal tipo di discinesia, incluso il vomito nelle donne in gravidanza.

I tubi “ciechi” sono raccomandati per combattere il ristagno della bile usando olio vegetale (30–40 ml), sale di Karlovy Vary (1 cucchiaino per bicchiere d'acqua).

· Nel periodo interictal, può essere effettuato un trattamento fisioterapico. Ha un effetto analgesico, antispasmodico, trofico, consente di influenzare in modo differenziato diversi tipi di discinesia della cistifellea e degli sfinteri: abbassare o aumentare il loro tono. In caso di discinesia ipercinetica, vengono utilizzate induttotermia, un campo elettrico di UHF e terapia a microonde. Ipotensione e ipocinesia della colecisti sono trattate con successo con correnti modulate sinusoidali, correnti pulsate di bassa frequenza. La terapia ad ultrasuoni e l'agopuntura sono indicate sia per la discinesia biliare.

PREVENZIONE E PREVISIONE DELLE COMPLICAZIONI DELLA GESTAZIONE

Le donne in gravidanza che soffrono di colecistite cronica devono essere trattate non solo con una esacerbazione della malattia, ma anche profilatticamente durante il periodo di remissione. Con l'aiuto di misure preventive, è possibile prevenire lo sviluppo del processo infiammatorio nella cistifellea, la formazione di calcoli, l'esacerbazione della colecistite cronica e la colelitiasi.

· Esame del sangue per bilirubina, colesterolo nell'II - III trimestre;
Analisi delle urine generali per urobilina, pigmenti biliari una volta al mese.

consultazioni:
· Terapeuta per la consultazione delle donne nell'esame medico una volta al mese:
Gastroenterologo (secondo le indicazioni).

Attività benessere:
· Dieta (tabella numero 5);
· Corsi di trattamento preventivo alla 16a, 28a, 38a settimana di 7-10 giorni con la nomina di farmaci coleretici, fitoterapia (stimmi di mais, gemme di betulla, rosa canina, menta piperita 10 g in 200 ml di acqua in 1/3 tazza 3 volte al giorno);
antispastici;
Agenti antibatterici durante l'esacerbazione del processo.

CARATTERISTICHE DEL TRATTAMENTO DELLE COMPLICAZIONI DELLA GESTAZIONE

Trattamento delle complicanze della gestazione

Il trattamento delle donne in gravidanza con vomito lieve può essere eseguito in regime ambulatoriale. Con vomito da moderato a grave, il trattamento viene effettuato in ospedale. Di grande importanza nel trattamento è la nutrizione razionale delle donne in gravidanza. Il cibo dovrebbe essere vario, facilmente digeribile. Va preso freddo, in piccole porzioni ogni 2-3 ore in posizione supina. Acqua alcalina minerale non gassata indicata in piccoli volumi 5-6 volte al giorno.

Per eliminare gli effetti negativi dei farmaci sull'uovo fetale, è consigliabile iniziare il trattamento con non farmaci: elettroanalgesia centrale, agopuntura, psico-ipnoterapia.

Se la gestosi si verifica nell'II e III trimestre, viene eseguita una terapia appropriata. Il trattamento della colecistite cronica è generalmente conservativo. L'eccezione sono i pazienti con forte dolore, grave deformità della cistifellea, frequenti esacerbazioni e una significativa riduzione della funzione contrattile.

Trattamento delle complicanze durante il parto e il periodo postpartum

Prevenzione delle complicanze infettive durante il parto e il periodo postpartum.

INDICAZIONI PER L'OSPITALIZZAZIONE

Il trattamento della colecistite cronica è generalmente conservativo. L'eccezione è rappresentata dai pazienti con forte dolore, frequenti esacerbazioni, grave deformazione della cistifellea e una significativa riduzione della sua funzione contrattile.

Il ricovero è indicato:
· Con esacerbazione in qualsiasi momento;
Prenatale a 38 settimane (secondo le indicazioni).

Nel periodo di esacerbazione della malattia, è consigliabile effettuare un trattamento in ospedale per 10-14 giorni.

STIMA DELL'EFFICIENZA DEL TRATTAMENTO

È necessario ottenere la remissione della malattia.

SCELTA DEL PERIODO E METODO DI CONSEGNA

La consegna viene effettuata attraverso il canale del parto naturale utilizzando un'adeguata analgesia (anestesia epidurale). COP prodotto da indicazioni ostetriche.

INFORMAZIONI PER IL PAZIENTE

Ai pazienti con colecistite cronica viene mostrato un trattamento di sanatorio al di fuori dello stadio acuto (Essentuki, Zheleznovodsk, Pyatigorsk, Truskavets, Morshin).

Ricovero:
· Con esacerbazione in qualsiasi momento;
Prenatale a 38 settimane (secondo le indicazioni).

Attività benessere:
· Dieta (tabella numero 5);
· Corsi di trattamento preventivo alla 16a, 28a, 38a settimana di 7-10 giorni con la nomina di farmaci coleretici, fitoterapia (stimmi di mais, gemme di betulla, rosa canina, menta piperita 10 g in 200 ml di acqua in 1/3 tazza 3 volte al giorno);
antispastici;
Agenti antibatterici durante l'esacerbazione del processo.

Come trattare la colecistite durante la gravidanza in modo da non danneggiare il feto?


Durante la gravidanza, si verificano molti cambiamenti nel corpo femminile, a cui è difficile adattarsi, soprattutto in presenza di malattie croniche. Di conseguenza, viene esacerbata una malattia cronica in remissione. Una di queste malattie può essere la colecistite..

Colecistite - infiammazione della cistifellea - una frequente complicazione della malattia del calcoli biliari. Secondo le statistiche, il problema si verifica nel 3% delle donne in gravidanza.

patogenesi

La patogenesi è il processo di insorgenza e sviluppo di una malattia. La causa della colecistite è spesso interruzioni ormonali, che contribuiscono a un cambiamento nella composizione della bile, infezione.

I batteri dannosi possono entrare nella cistifellea in diversi modi:

Percorso ascendente (enterogenico)La penetrazione viene dall'intestino..
Via ematogenaL'infezione entra nell'arteria epatica a causa di danni al rinofaringe o all'orofaringe.
Percorso linfaticoLa malattia proviene da organi vicini (con polmonite, appendicite).

Inoltre, la colecistite si verifica a causa di un funzionamento improprio della funzione motoria della cistifellea in combinazione con discolisi. Ciò provoca infiammazione asettica della mucosa, dopo di che l'infezione sta guadagnando slancio.

Nelle donne in gravidanza, ciò può verificarsi a causa dello spostamento degli organi del fegato e della cistifellea, a seguito di un forte aumento dell'utero. La bile non può attraversare il tratto biliare, le forme di ristagno.

Esacerbazione della colecistite cronica

Secondo le statistiche, l'esacerbazione della colecistite si verifica nella seconda metà della gravidanza. Questa peculiarità è associata al fatto che l'utero è notevolmente ingrandito ed è a livello dell'ombelico, a volte tra il processo xifoideo e l'ombelico. Di conseguenza, tutti gli organi vengono spostati. La cistifellea può essere premuta o attorcigliata durante questo periodo, il che viola le sue funzioni. La bile non entra nei dotti, si verifica il ristagno, iniziano le pietre, l'infiammazione e il gonfiore. Questa è una causa meccanica, ma l'esacerbazione della colecistite può verificarsi per un'altra ragione..

Gli ormoni rilasciati durante la gravidanza influenzano il fegato. Gli enzimi che produce possono portare all'atonia della vescica: questo interrompe il funzionamento dell'organo, si verifica il ristagno della bile. Sullo sfondo di un aumento dell'utero, le violazioni diventano particolarmente evidenti. Per questo motivo, il normale processo di digestione viene interrotto, il che porta a una cattiva evacuazione del cibo. Viene creato un ambiente favorevole per lo sviluppo di microrganismi patogeni che penetrano nella cavità della cistifellea, invocano un processo infettivo. Per questo motivo, si verifica un attacco acuto di colecistite in una donna incinta..

Cause di colecistite nelle donne in gravidanza

Le cause della colecistite durante la gravidanza sono molte. Tra questi, si possono distinguere i principali:

  1. Cambiamenti ormonali Gli ormoni agiscono sugli organi e possono rilassare il tono delle fibre muscolari lisce. Questo ha un effetto negativo sulla cistifellea..
  2. Stile di vita sedentario.
  3. Lesione alla cistifellea.
  4. Colecistite cronica Se una donna ha sofferto di questa malattia prima della gravidanza, le ricadute non sono escluse.
  5. Dieta errata.
  6. Colelitiasi. Il tono biliare diminuisce, portando all'infiammazione.
  7. Malformazione congenita della cistifellea. Prima che il concepimento non si manifesti. Si fa sentire solo durante la gravidanza.
  8. Reazioni allergiche.

Tutti questi fattori devono essere presi in considerazione, specialmente durante il periodo di gestazione.

Frutta e verdura

Abbastanza spesso, le donne di questa categoria hanno una serie di sensazioni spiacevoli subito dopo aver mangiato frutta e verdura. In questo caso, si consiglia di abbandonare i prodotti con fibre grossolane. Ad esempio, sono le barbabietole e alcuni frutti che sono meglio utilizzati per ottenere succhi di frutta freschi.

Si consiglia a ogni donna incinta di includere una grande quantità di verdure, frutta e latticini nella sua dieta quotidiana. È vero, ora gli esperti consigliano di aderire a limiti ragionevoli e limitare la quantità di utilizzo. È già stato stabilito che durante l'attesa del bambino non dovresti concentrarti esclusivamente su frutta o verdura.

Se parliamo dell'apporto calorico totale durante il giorno nelle donne che soffrono di colecistite, questa cifra non dovrebbe essere inferiore a 2500 kcal. Questo vale per i primi tre mesi di gravidanza. Il resto del tempo sulle calorie dovrebbe consultare gli specialisti che monitorano le condizioni delle donne.

In generale, le revisioni della colecistite durante la gravidanza indicano che la malattia viene trattata a lungo. Avendola introdotta nella fase di remissione con l'aiuto di farmaci e dieta, la futura mamma non sentirà alcun disagio.

Segni e forme di colecistite

Durante la gravidanza, una donna dovrebbe essere molto attenta alla sua salute e ascoltare attentamente il suo corpo. Quindi cosa vale la pena prestare attenzione?

La malattia ha due forme del decorso: acuta (si verifica una volta e con il giusto trattamento non si ripete) e cronica (manifestazione ripetuta della malattia). Inoltre, la medicina moderna distingue colecistite calcula (in presenza di calcoli nella cistifellea) e non calcarea (non calcarea).

La forma acuta appare all'improvviso e presenta i seguenti sintomi:

  • forte dolore sotto la costola destra, con un carattere parossistico;
  • sindrome del dolore, che dà sul lato destro della scapola o della spalla;
  • febbre e manifestazioni di febbre;
  • vomito e nausea, con una miscela di bile;
  • ittero e prurito della pelle. Questi sintomi si verificano quando il dotto biliare è danneggiato..

La forma cronica della malattia è caratterizzata da convulsioni che si verificano periodicamente. In questo momento, il benessere della donna è molto peggio e presenta i seguenti sintomi:

  • dolore moderato sul lato destro sotto la costola;
  • sapore amaro in bocca;
  • eruttazione con amarezza;
  • un possibile aumento della temperatura corporea;
  • sensazione di pesantezza dopo aver mangiato;
  • nausea.

A volte nelle donne in gravidanza, la colecistite cronica può verificarsi senza segni visibili. Spesso attribuiscono il dolore sotto la costola destra all'attività del bambino.

Sintomi

Le donne incinte possono riconoscere la colecistite dai seguenti sintomi:

  • dolore nell'ipocondrio destro, che si verifica dopo un pasto;
  • la comparsa di amarezza nella cavità orale;
  • sensazione di nausea;
  • vomito costante nel terzo trimestre, ovvero quando la tossicosi non avrebbe dovuto essere molto tempo fa;
  • aumento della temperatura corporea;
  • aria che esplode.

Tutti i suddetti sintomi possono essere correlati allo stato tradizionale di tossicosi per le donne in gravidanza. È con la tossicosi che le donne incinte confondono più spesso la colecistite. Tuttavia, le madri dovrebbero essere allertate dal fatto che la tossicosi dura più di dodici settimane. In realtà, è molto più breve. E una tale durata indica una malattia e non una condizione dolorosa correlata alla gravidanza. In ogni caso, se si verificano diversi sintomi e l'elenco sopra, è necessario consultare il proprio ostetrico-ginecologo. Solo lui può dire esattamente qual è il problema e, se necessario, inviare il paziente a un gastroenterologo per un ulteriore esame.

Diagnosi di colecistite durante la gravidanza

La colecistite durante la gravidanza è molto importante da diagnosticare in tempo. I medici non prescrivono farmaci antibiotici alle donne in una "posizione interessante", e non lo fanno

Solo in casi estremi. Pertanto, è molto importante rilevare la malattia in tempo e procedere al suo trattamento..

La sindrome del dolore, fortunatamente o sfortunatamente, nelle future mamme non è così pronunciata e non così acuta come al di fuori della gravidanza. Ma è chiaramente udibile quando il gentil sesso mangia qualcosa di proibito: speziato, speziato, fritto. Per diagnosticare la malattia, il medico avrà bisogno di:

  • esaminare la paziente, intervistarla, palpare l'addome;
  • conoscere sangue, urina e feci;
  • confronta i tuoi presupposti con i risultati di uno studio preliminare sull'ecografia.

Diagnosi della malattia

La diagnosi di colecistite può essere fatta solo da un gastroenterologo. Di norma, questo è preceduto da una serie di studi necessari:

  1. Un esame del sangue clinico indicherà una conta dei globuli bianchi e una VES. Con il processo infiammatorio nella cistifellea, il loro numero aumenta in modo significativo.
  2. Un'analisi biochimica mostrerà i livelli di colesterolo nel sangue e bilirubina. Di norma, con questa malattia si alza. Inoltre, gli enzimi epatici sono attivi..
  3. L'ecografia della cavità addominale aiuta a identificare la deformazione dell'organo, nonché la presenza di calcoli nella sua cavità.
  4. Studi a raggi X e isotopi.

Solo studi ben condotti indicheranno una malattia.

Diagnosi differenziale

È importante differenziare la colecistite con altre malattie. Questi includono pancreatite, pielonefrite, gastroduodenite, ulcere gastriche e duodenali perforate, urolitiasi e polmonite. Gli studi aiutano a escludere malattie con sintomi simili alla colecistite e fanno una diagnosi accurata..

Diagnosi

Prima di tutto, il medico raccoglie un'anamnesi. Chiede alla paziente se ha precedentemente sofferto di infiammazione cronica del pancreas o discinesia dei dotti biliari. Successivamente, viene eseguita la palpazione della regione dell'ipocondrio destro, durante la quale si avverte dolore nella regione biliare, intensificandosi durante l'ispirazione.

Quindi eseguire test di laboratorio:

  1. Un esame del sangue clinico con una formula di globuli bianchi (percentuale di globuli bianchi e loro varietà). Nel processo infiammatorio, si osserva uno spostamento della formula dei leucociti a sinistra, un'aumentata concentrazione di neutrofili e un ESR elevato (tasso di sedimentazione eritrocitaria).
  2. La biochimica del sangue a volte indica che l'attività di ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), fosfatasi alcalina, GGT (gamma-glutamil transpeptidasi) è aumentata. Inoltre, con la colecistite, aumentano i livelli di bilirubina (pigmento biliare) e il colesterolo.
  3. Il suono duodenale durante la gravidanza è raramente usato (nei primi mesi di gravidanza). La semina della bile sulla microflora consente di identificare i patogeni, nonché di stabilire la sensibilità della flora batterica intestinale agli agenti antibatterici. Tuttavia, i risultati dello studio non sono accurati, poiché la secrezione epatica dal pancreas è mescolata con il contenuto del duodeno.
  4. L'ecografia degli organi addominali è il metodo principale per rilevare la malattia biliare. Nella forma cronica della malattia, l'organo può allargarsi, rimanere lo stesso o diminuire. A volte la forma della cistifellea cambia. Con una malattia, le pareti dell'organo si addensano da 3 cm o più. Tuttavia, a volte il loro spessore non cambia o addirittura diminuisce (infiammazione atrofica dello stomaco).

Con l'esacerbazione della colecistite, le pareti dell'organo diventano a tre strati. Il contenuto della cistifellea è irregolare, contiene grumi di bile, sabbia, piccole pietre, possono galleggiare liberamente o attaccarsi al muro. La funzione contrattile della prostata è ridotta.

Inoltre, il medico effettua una diagnosi differenziale con altre patologie gastrointestinali: pancreatite (forma cronica), infiammazione dello stomaco, duodeno, ulcera, ecc..

Complicanze e conseguenze per il feto

Qualsiasi malattia, se non trattata, ha le sue complicazioni e conseguenze. E la colecistite non fa eccezione. È in grado di causare pieliflebite e peritonite..

Un forte dolore può causare un parto prematuro. Nel 20% dei casi esiste una reale minaccia di aborto spontaneo. Possibile ritardo della crescita intrauterina.

Inoltre, una donna è disturbata dal metabolismo, si manifesta una sensazione di debolezza, perdita di forza, apatia. L'immunità diminuisce, il che contribuisce all'esacerbazione delle malattie infettive.

Le cause

Fattori che provocano l'insorgenza della colecistite:

  • malattie infettive;
  • nutrizione squilibrata;
  • stress prolungato;
  • bassa attività fisica;
  • la presenza di deformità congenita del tratto biliare;
  • lesioni
  • la presenza di un tumore degli organi digestivi;
  • declino metabolico;
  • alto contenuto di glucosio nel corpo.

Anche la gravidanza è uno dei fattori scatenanti. A causa degli effetti del progesterone, i muscoli lisci situati negli organi digestivi sono rilassati. Pertanto, il deflusso della bile spesso peggiora.

La colecistite durante la gravidanza può essere accompagnata da un'infezione batterica. In questo caso, lo studio della bile rivela una varietà di microrganismi dannosi (streptococchi, stafilococchi).

Trattamento farmacologico

Quando si prescrive la terapia, si tiene conto della gravidanza. Durante l'intero trattamento, è necessario monitorare costantemente le condizioni del feto.

Nella scelta dei farmaci, viene data priorità ai farmaci coleretici. I farmaci più efficaci sono Hofitol, Cholebil, ecc. Se c'è un rischio di aborto spontaneo nel primo trimestre, il farmaco viene prescritto secondo rigorose indicazioni.

Solo gli antispasmodici possono alleviare il dolore intenso. I più sicuri sono drotaverina e papaverina. L'uso di questi farmaci è consentito in qualsiasi momento. Se il dolore non si attenua, vengono prescritti analgesici. Si consiglia di berlo non più di cinque giorni.

Trattamento sicuro

La terapia deve essere prescritta in consultazione con il ginecologo incinta. Il trattamento è il seguente:

Dieta ferreaIl cibo cotto a vapore è preferito.
Modalità di consumoL'acqua minerale deve essere consumata. "Essentuki 17", "Borjomi" e altri sono perfetti. Si consiglia di bere un bicchiere di acqua minerale mezz'ora prima dei pasti.
Rimedi popolariSaranno assolutamente sicuri se si consulta in anticipo con il proprio medico e si concorda con lui cosa si può mangiare e cosa non si può.
FisioterapiaOttimo aiuto nel trattamento della colecistite. Solo loro possono essere eseguiti senza esacerbazione.

L'obiettivo principale della terapia è seguire la dieta e il regime alimentare più severi.

previsione

La prognosi della colecistite cronica nelle donne in gravidanza per la madre e il feto è favorevole in caso di trattamento sintomatico e controllo delle malattie per prevenire la ricaduta. Nella colecistite acuta è necessario il ricovero immediato, quindi anche il trattamento chirurgico contribuisce a un esito favorevole e alla possibilità di prolungare la gravidanza fino alla fine del periodo..

La colecistite durante la gravidanza è una patologia frequente che richiede una diagnosi e un trattamento tempestivi, a causa del potenziale rischio non solo per la madre, ma anche per il feto. Il trattamento viene effettuato singolarmente, a seconda della gravità dei segni clinici. Nella colecistite cronica, viene data preferenza al trattamento farmacologico con rimedi a base di erbe, nonché a metodi alternativi di trattamento. In caso di attacco di colecistite acuta, è necessario eseguire un trattamento chirurgico con il monitoraggio delle condizioni del feto. Con una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato, la prognosi di questa patologia nelle "donne incinte" è favorevole.

https://ilive.com.ua/family/holecistit-vo-vremya-beremennosti_94518i15859.html https://spuzom.com/holecistit-pri-beremennosti.html https://vrachmedik.ru/317-holetsistit-pri- beremennosti.html https://pe4en.net/bolezni-zhelchnogo-puzyrya/kholetsistit-pri-beremennosti.html https://propechen.com/bolezni/cholecystitis/holetsistit-pri-beremennosti.html https: // medpechen /holecistit-pri-beremennosti.html https://zpechen.ru/bolezni/holecistit-beremennyh

Metodi popolari

La medicina tradizionale è sempre stata popolare. Ma, prima di ricorrere ad esso, è necessaria la consultazione di un medico. Con l'aiuto della colecistite:

Radici di tarassacoFar bollire per cinque minuti. Lascia raffreddare un po 'il brodo, allo stesso tempo infonderà e acquisirà proprietà curative. Successivamente, l'infusione deve essere filtrata. Prendi solo mezza tazza calda prima dei pasti.
Seta di maisAsciugare e riempire con acqua bollita, leggermente raffreddata in un rapporto 1: 1. Insistere durante il giorno. Fai un'infusione calda tre volte al giorno.
Succo di barbabietolaUsa il succo di barbabietole poco cotte. Bevi un cucchiaio mezz'ora prima dei pasti.

Questi rimedi popolari hanno un effetto coleretico e sono antispasmodici naturali.

Come trattare la colecistite

Il regime di trattamento generale per la colecistite durante la gravidanza nelle donne non differisce dal corso standard. È necessario aderire a una dieta speciale, che dovrebbe essere mantenuta per tutto il periodo di gravidanza. Se si verifica un'esacerbazione, è meglio morire di fame per un po '. Affinché tali restrizioni non danneggino te o il feto, si consiglia di bere una soluzione di miele durante il giorno.

La forma acuta della malattia deve essere trattata allo stesso modo, ma non più di un giorno. Se durante questo periodo il paziente non si sente meglio, dovresti andare dal medico per un esame. Con una forma cronica, dovrai assumere farmaci coleretici. Un medico dovrebbe nominarli, in base ai dati di ricerca e alle caratteristiche individuali della donna. Alcuni dei farmaci di questo gruppo sono controindicati durante la gravidanza, perché possono provocare diarrea.

Farmaco

Le medicine sono sempre selezionate individualmente, perché la colecistite durante la gravidanza impone alcune restrizioni sull'uso delle medicine. Di norma, i farmaci sono prescritti dai seguenti gruppi:

  1. Colagogo. In una fase precoce della gravidanza, Cholenzym, Pancreatin, Allohol sono più spesso prescritti, il che aiuta nella discinesia biliare. Nelle fasi successive, viene spesso diagnosticata una forma ipomotoria della malattia, quindi vengono prescritti colecistochinetici con effetto lassativo.
  2. Analgesici, antispasmodici. Sono prescritti solo con una sindrome del dolore pronunciata. Ad esempio, Papaverina, Drotaverinum.
  3. Con il vomito, la metoclopramide viene prescritta per normalizzare la motilità della vescica.
  4. Con grave ristagno di bile, i tubub ciechi sono realizzati con sale di Karlovy Vary, olio vegetale.

Antibiotico

I farmaci di questo gruppo sono prescritti alle donne in gravidanza molto raramente, di regola, solo prima e dopo l'intervento chirurgico. È severamente vietato ritirarli indipendentemente. Questo dovrebbe essere fatto da uno specialista, data la forma della malattia, la durata della gravidanza. Gli antibiotici per il trattamento della colecistite devono soddisfare i seguenti requisiti:

  • mancanza di epatotossicità;
  • sterilizzazione del contenuto dell'intestino, bile;
  • quando somministrato, dovrebbe esserci una buona escrezione della bile;
  • ampio spettro d'azione;
  • resistenza agli enzimi epatici.

Trattamento sicuro

Molte donne incinte diffidano delle cure mediche durante la gravidanza. La paura degli effetti dei farmaci sul feto o sul latte materno li porta a utilizzare ricette popolari per combattere la colecistite. Puoi usarli in accordo con il tuo medico. Esempi di tali strumenti:

  1. Colagogo. Prendi in proporzioni uguali cinorrodi, menta piperita, stimmi di mais, semi di aneto, fiori di immortelle, radice di crespino. La raccolta di erbe deve essere ben tritata. Tipo 1 cucchiaino, preparare in un bicchiere d'acqua, come il tè. È necessario bere un rimedio per il trattamento della colecistite in un terzo di un bicchiere prima di mangiare 3 volte al giorno.
  2. Un altro decotto per il trattamento della colecistite viene preparato dai frutti dell'aneto. 2 tazze di acqua calda richiedono 2 cucchiai di frutta. Tenere a fuoco basso per almeno 15 minuti. Lasciare raffreddare il liquido e filtrare il brodo. Bevi mezzo bicchiere 4 volte al giorno. Il corso del trattamento è di 3 settimane.
  3. Infuso di erba di grano. Abbiamo bisogno di un'erba di grano strisciante, le cui radici sono state raccolte in autunno, essiccate all'ombra. Tritare finemente 4 cucchiaini. spazi vuoti, versali in 200 ml di acqua, lascia fermentare per almeno 12 ore, quindi drenare il liquido. La radice preparata viene prodotta per 10 minuti. in 200 ml di acqua bollente. Filtrare, bere 0,5 tazze 4 volte al giorno.

Nutrizione e dieta

La nutrizione è fondamentale per il trattamento della colecistite. Il rispetto della dieta aiuta ad eliminare il ristagno della bile e aiuta anche a rimuovere il processo infiammatorio. Il cibo dovrebbe essere frequente, ma frazionario (4-5 volte al giorno).

In nessun caso dovresti mangiare troppo o morire di fame. Il cibo fritto, grasso, piccante, in scatola, affumicato è proibito. Non è consigliabile utilizzare verdure che contengono olii essenziali, cioccolato, caffè, funghi.

Ne beneficeranno pesce bollito, carne magra, verdure, frutta. Anche i prodotti a base di latte acido saranno molto utili: yogurt, kefir a basso contenuto di grassi, latte cotto fermentato, panna acida, ecc. Si consiglia di iniziare la giornata con cereali e per pranzo avrete sicuramente bisogno di zuppe e brodo di verdure.

Le principali tattiche terapeutiche

La terapia per la colecistite della futura madre dipende direttamente dalla sua gravità, dalle condizioni generali della donna e dall'età gestazionale.

Colecistite acuta

Con lo sviluppo di un decorso acuto della patologia durante la gravidanza, rimane un'alta probabilità di intervento chirurgico. Questo problema viene discusso individualmente con il medico..

Per normalizzare il funzionamento della cistifellea, viene eseguita una terapia conservativa, basata su farmaci.

Gruppi di farmaciNomi dei farmaci
antidolorifici.No-Shpa, Drotaverin, Spazmalgon.
avvolgente.Omez, Almagel.
coleretico."Allohol", "Holosas".

Se non si osserva alcun miglioramento entro 4 giorni, viene indicato un intervento chirurgico di emergenza.

Il trattamento di una forma prolungata della malattia durante la gravidanza è il più semplice e sicuro. Al fine di evitare l'esacerbazione, una donna dovrebbe seguire una dieta parsimoniosa ad eccezione di cibi grassi, fritti e piccanti. Se necessario, vengono utilizzati farmaci coleretici "Holosas" e "Allochol". Si basano sui componenti dell'impianto, che è sicuro per il bambino.

Questa forma di malattia è la più pericolosa. Con questa patologia, una donna deve seguire una corretta alimentazione e assumere antidolorifici e antispasmodici (No-shpu, Analgin, Baralgin). Se la condizione non migliora, viene eseguito un complesso di misure terapeutiche intensive in un ospedale. Il regime di trattamento viene selezionato individualmente, tutto dipende dal corso della gravidanza.

Prevenzione

Per evitare una malattia spiacevole, dovresti aderire ad alcune semplici regole che aiuteranno a mantenere la salute:

  • fare esercizi speciali ogni giorno;
  • fare passeggiate quotidiane e respirare aria fresca;
  • mangiare bene, seguire una dieta durante l'esacerbazione e durante la remissione.

Il rispetto di queste regole è la garanzia della tua salute..

Guarda il video con la ginnastica per la cistifellea:

Effetto sul feto

Nel primo trimestre di gestazione, una donna può confondere la tossicosi patologica con la tossicosi nelle donne in gravidanza. Questa è un'intossicazione prolungata (da 16 a 18 settimane) del corpo, che è accompagnata da disturbi intestinali, vomito, febbre bassa e disturbi dell'appetito..

Lo sapevate? La parola "colecistite" deriva dalla fusione di due concetti greci: "colina", che significa "bile", e "kystis", che si traduce in "bolla". Per la prima volta nella storia, questo nome fu usato negli scritti dell'antico guaritore e filosofo greco Ippocrate intorno al 310 a.C. uh.

Vomito frequente, consumo di cibi insoliti, temperatura corporea elevata portano a una diminuzione della quantità di nutrienti e vitamine nel corpo materno. Questa carenza porta a ritardi nello sviluppo del feto, l'insorgenza di malformazioni congenite e un indebolimento dell'immunità innata..

video

A giudicare dal fatto che stai leggendo queste righe ora, una vittoria nella lotta contro le malattie del fegato non è ancora dalla tua parte.

E hai già pensato alla chirurgia? È comprensibile, perché il fegato è un organo molto importante e il suo corretto funzionamento è la chiave per la salute e il benessere. Nausea e vomito, tono della pelle giallastra, amarezza in bocca e odore sgradevole, urine scure e diarrea. Tutti questi sintomi ti sono familiari in prima persona..

Ma è possibile trattare la causa piuttosto che l'effetto? Raccomandiamo di leggere la storia di Olga Krichevskaya, di come ha guarito il fegato. Leggi l'articolo >>

Fisioterapia

Dopo la diagnosi, è importante rimuovere il processo acuto in modo che non influisca sul feto..

Il trattamento deve essere diretto a:

  • eliminazione di un sintomo del dolore,
  • innesco della peristalsi nella cistifellea e nel tratto biliare,
  • combattere l'infezione e l'infiammazione,
  • ripristino dell'apparato digerente.

Questa è un'elettroanalgesia centrale, una dieta speciale, la fisioterapia, l'agopuntura. Utile di psicoterapia.

Il trattamento hardware della colecistite viene effettuato dopo il sollievo di un attacco di dolore.

  • il dolore scompare,
  • gli spasmi sono alleviati,
  • migliora la nutrizione dei tessuti.

Con il meccanismo ipotonico dello sviluppo della patologia, applicare:

  • correnti di picco a bassa frequenza,
  • correnti modulate sinusoidali,
  • terapia ad ultrasuoni.

Quadro clinico

Una donna incinta viene molestata dalla pesantezza nell'ipocondrio dopo aver mangiato. Quindi il dolore viene associato all'attività del bambino, alla sua posizione nello stomaco della madre. Un'ulteriore causa di dolore acuto è la malattia del calcoli biliari causata dall'aumentata formazione di conglomerati biliari sotto l'influenza di acidi biliari, bilirubina.
L'immagine è completata da sintomi di dispepsia, manifestati da eruttazione, sapore amaro in bocca, nausea.

La temperatura a volte fluttua durante un'esacerbazione a numeri subfebrilari. I suoi alti tassi sono associati all'aggiunta di complicazioni purulente - empiema, colangite.

I sintomi di una complicazione del processo gestazionale con colestasi si manifestano con salivazione nel 15%, dispepsia (vomito, nausea) - nel 50% della gravidanza.

Il vomito può accompagnare una donna incinta per un po 'di tempo. Fino a 29-30 settimane di gestazione. La complicazione più grave nelle donne in gravidanza è la nefropatia.