Aumento dell'ALT nel sangue

9 minuti, pubblicato da Lyubov Dobretsova 1145

ALT o ALAT (alanina aminotransferasi) e AST o AsAT (aspartato aminotransferasi) sono una combinazione di molecole proteiche complesse con elementi cellulari permanenti non di membrana, altrimenti enzimi. Il loro scopo principale è quello di accelerare la reazione chimica degli aminoacidi (alanina e aspartico), collegando il metabolismo delle proteine ​​e dei carboidrati. La produzione di enzimi nel corpo avviene in modo endogeno, cioè intracellulare; pertanto, la concentrazione di AcAT e AlAT nel sangue di una persona sana è insignificante.

Informazioni generali su ALT

La posizione principale per l'alanina aminotransferasi sono gli epatociti (cellule epatiche). In quantità minori, si trova nel miocardio, nel pancreas, nei reni e nel tessuto muscolare. L'aspartato aminotransferasi è concentrato principalmente nel muscolo cardiaco, nonché nel fegato, nei neuroni cerebrali e nei muscoli scheletrici.

Con un cambiamento distruttivo in questi organi, gli enzimi vengono rilasciati e in grandi quantità entrano nella circolazione sistemica. Quando l'enzima AST o ALT nel sangue è elevato, ciò significa una violazione dell'integrità delle cellule degli organi, quindi lo sviluppo di processi patologici.

ALT e AST sono in stretta correlazione. Un rapporto salutare di enzimi, altrimenti il ​​coefficiente de Ritis, varia da 0,91 a 1,75. Un basso coefficiente (sotto l'unità) indica la presenza di patologie epatiche. Un eccesso di 2 volte indica la distruzione del miocardio.

La concentrazione di AlAT è identificata nel quadro della biochimica del sangue. L'enzima è un indicatore dello stato organico degli epatociti e delle prestazioni del fegato. Dal suo contenuto quantitativo, i segni delle malattie del fegato sono determinati nella fase preclinica, cioè prima della comparsa di sintomi caratteristici di scolorimento della pelle e delle mucose (ittero).

Un aumento degli indicatori del principale enzima epatocitario consente al medico di assumere la presenza di:

  • epatite di varie eziologie;
  • processi cancerosi nel fegato;
  • cirrosi (tutte le varietà);
  • steatosi (malattia del fegato grasso);
  • epatosi grassa;
  • colestasi (sintesi alterata e deflusso della bile);
  • distrofia muscolare progressiva;
  • danno epatico tossico (droga, alcool, ecc.);
  • malattie del pancreas;
  • insufficienza cardiaca.

Innanzitutto, si sospettano patologie associate alla citolisi (distruzione degli epatociti). Scarsi risultati ALT (ALT) nell'analisi biochimica richiedono un'ulteriore verifica mediante metodi di laboratorio e hardware. Sulla base dei soli parametri del sangue, si assume la patologia, ma non viene completamente diagnosticata.

Segni di valori crescenti

L'analisi del sangue biochimica è un metodo di studio di laboratorio del biofluido, al fine di identificare i disturbi funzionali negli organi e nei sistemi del corpo. Lo studio è assegnato:

  • secondo i reclami sintomatici del paziente (dolore persistente di qualsiasi localizzazione, digestione, cuore e respirazione, malfunzionamento del sistema nervoso, endocrino, epatobiliare e apparato renale);
  • nell'ambito dell'esame medico;
  • a scopo preventivo;
  • a contatto con pazienti infetti da epatite virale;
  • per il monitoraggio del trattamento delle malattie diagnosticate.

Le donne nel periodo perinatale donano più volte il sangue per biochimica, il che consente una diagnosi tempestiva di possibili disturbi nel corpo della futura madre, che influenzano negativamente lo sviluppo del bambino. Particolare attenzione agli indicatori di AlAT nell'analisi del sangue viene data quando il paziente manifesta sintomi di patologie epatiche:

  • nausea e pesantezza nella regione epigastrica;
  • alternando diarrea e costipazione (costipazione);
  • perdita di interesse per il cibo (perdita di appetito);
  • placca gialla sulla lingua e amarezza nella cavità orale;
  • temperatura corporea di basso grado (37–38 ° С);
  • prurito della pelle (specialmente in faccia);
  • un cambiamento nel colore degli escrementi in un colore giallo chiaro, scuro delle urine;
  • dolore nell'ipocondrio a destra;
  • tinta giallastra di proteine ​​oculari
  • flatulenza cronica;
  • telangiectasia (vene del ragno) ed ematomi di origine non traumatica;
  • rigonfiamento.

In caso di malattie epatiche diagnosticate, l'analisi del contenuto di AcAT e AlAT nel sangue può essere assegnata separatamente, per controllare la dinamica del trattamento.

Regole per la preparazione e la consegna dell'analisi

Per ottenere risultati oggettivi, un'analisi della biochimica dovrebbe essere eseguita dopo una semplice preparazione preliminare. Il paziente deve rispettare le seguenti condizioni:

  • 5-7 giorni per escludere l'uso di bevande contenenti alcol, perché i metaboliti tossici dell'etanolo interrompono la sintesi di proteine ​​ed enzimi nel fegato.
  • in 2-3 giorni, rimuovere gli alimenti grassi e fritti dalla dieta in modo da non creare ulteriore stress sul fegato e sul pancreas;
  • abbandonare temporaneamente l'uso di droghe;
  • osservare il regime di digiuno prima della procedura per almeno 8-12 ore.

Perché devo fare un'analisi a stomaco vuoto? Ciò è dovuto al fatto che qualsiasi alimento modifica la composizione del sangue e che i grassi rendono il plasma torbido. I risultati di uno studio condotto a stomaco pieno non saranno accurati.

Valori di riferimento ALT

I valori standard di ALT sono classificati per genere (negli uomini e nelle donne) e per età del paziente. Nei bambini, dal momento della nascita a 6 mesi, gli indicatori della norma aumentano, quindi cambiano in base all'età e acquistano stabilità dopo l'età adulta.

Il contenuto dell'enzima nel sangue nelle donne è influenzato dal portamento di un bambino, dall'assunzione di contraccettivi ormonali orali, dalla menopausa. Un leggero (entro il 25%) aumento di ALT nel sangue durante la gravidanza e una diminuzione dopo 50 anni, non è accettato per riferirsi a cambiamenti patologici.

Il limite superiore degli indicatori per bambini del contenuto dell'enzima nel sangue non deve superare i seguenti valori (in unità / l):

neonatiFino a 6 mesi.Fino a un annoFino a tre anniFino a 6 anniFino all'età adulta
495654332939

Valori di riferimento di alanina aminotransferasi per adulti:

Norma in Unità / LNorma in mmol / L
uomini45252
donne34≈ 190

Nella valutazione degli indici ALT, su base obbligatoria, vengono presi in considerazione i valori AST ottenuti. La decodifica dei risultati dell'analisi viene eseguita durante il giorno.

Ragioni per deviare dalla norma

L'indice enzimatico può deviare dai valori normativi sia in direzione di aumento che di diminuzione. Entrambe le opzioni sono insoddisfacenti e indicano un'intensa distruzione cellulare. I livelli di ALAT ridotti sono registrati molto meno frequentemente di un aumento della concentrazione dell'enzima nel sangue.

Ci sono due ragioni principali per il calo delle prestazioni:

  • ampia necrosi degli epatociti, a seguito di patologie epatiche croniche avanzate;
  • carenza a lungo termine nel corpo della piridossina (vitamina B6).

Vitamina B6 prende parte attiva alla produzione di AlAT e AsAT. Con la sua carenza cronica, gli enzimi non sono sintetizzati in quantità sufficienti. L'iperfermentemia (ALAT elevato) è classificata in quattro gradi:

  • facile - un aumento degli indicatori di 3-5 volte;
  • moderato - 5-6 volte;
  • media - più di 6 volte;
  • alto - più di 10 volte.

Le ragioni dell'aumento dell'ALT sono associate a patologie acute o croniche del fegato e del cuore. L'infarto del miocardio (necrosi dell'area del muscolo cardiaco) viene presumibilmente diagnosticato con un indice ALT che supera gli standard di 5 o più volte. Anche il coefficiente Ritis aumenta. L'infiammazione acuta del pancreas dà un aumento dell'enzima almeno 3 volte, distrofia dell'apparato muscolare - 7-8 volte.

Nell'epatite virale, si osserva un aumento del valore di alanina aminotransferasi, 20-50 volte. Esistono tre tipi principali di malattie virali, due in più:

  • Malattia di Botkin o epatite A;
  • siero (epatite B);
  • post-trasfusione o epatite C;
  • tipo D ed E (malattie associate ai principali tipi).

In caso di epatite tossica (alcolica), gli indicatori ALAT possono essere aumentati di cento volte. L'alto livello dell'enzima nei risultati della biochimica, specialmente in assenza di sintomi pronunciati, è la ragione per un ulteriore esame. Il paziente deve donare il sangue per il test immunoenzimatico (ELISA) per rilevare il virus dell'epatite.

Con una malattia epatica cirrotica incurabile (cirrosi), il contenuto di ALT nel sangue può essere aumentato da 225 U / L a 2250 U / L. I risultati dipendono dallo stadio e dall'eziologia della malattia. La cirrosi può avere la seguente eziologia:

  • virale: si forma come complicazione dell'epatite trasferita A, B, C;
  • farmacologico o medicinale - si sviluppa con l'assunzione errata prolungata di farmaci;
  • tossico (alcolico) - si verifica a causa dell'alcolismo cronico;
  • scambio-alimentare - formato sullo sfondo di patologie croniche del sistema endocrino; criptogenetico (con una natura ignota di origine);
  • biliare (primaria e secondaria) - è una complicazione delle malattie della cistifellea;
  • autoimmune, la causa dello sviluppo è un malfunzionamento del sistema immunitario del corpo.

L'ALT più alto è registrato nei tipi virali e alcolici di cirrosi. Se c'è il sospetto di cambiamenti cirrotici nel tessuto epatico, il paziente deve urgentemente eseguire un'ecografia degli organi peritoneali.

Altre possibili cause di elevati livelli di enzimi includono:

  • Necrosi pancreatica, altrimenti la morte delle cellule pancreatiche, come complicazione della pancreatite avanzata.
  • Colecistopancreatite e infiammazione cronica del pancreas. Nei periodi latenti della malattia, il livello di alanina aminotransferasi è leggermente aumentato. Un forte aumento dell'enzima nel sangue significa una esacerbazione della malattia.
  • Miocardite (infiammazione del muscolo cardiaco). La patologia viene diagnosticata confrontando ALT e AST e calcolando il coefficiente Ritis.
  • Malattie epatiche acute e croniche (steatosi, steatoepatite, epatosi).
  • Degenerazione cancerosa degli epatociti (più spesso, si verifica come complicazione dell'epatite cronica e della cirrosi).
  • Intossicazione da alcol, droghe o altro fegato.
  • Trattamento chemioterapico.
  • Infarto miocardico.
  • Infezione da virus di Epstein-Barr (mononucleosi).

Nel caso in cui la presunta diagnosi non venga confermata durante un ulteriore esame, risultati errati possono significare non conformità con le condizioni di preparazione (assunzione di alcol, consumo di cibi grassi), nonché uno stato di stress psicologico o esaurimento fisico al momento della donazione di sangue.

Raccomandazioni per la correzione di indicatori

Per ridurre l'alta ALT nel sangue, prima di tutto, è necessario iniziare il trattamento della malattia di base che ha influenzato i risultati dell'analisi. Poiché nella maggior parte dei casi, una maggiore concentrazione di AlAT è dovuta allo sviluppo di patologie epatiche, vengono prescritti farmaci del gruppo epatoprotettivo:

  • Essenzialmente fosfolipide (composti complessi di alcoli, acidi e lipidi ad alto peso molecolare). Stimolare la rigenerazione degli epatociti, stabilizzare i processi metabolici, mantenere un equilibrio di proteine, grassi e carboidrati (Essliver, Fosfoncial, Essential Forte N, Phosphogliv, ecc.).
  • Epatoprotettori-lipotropi. Inibire o interrompere l'infiltrazione di fegato grasso (Heptral, Betargin, Hepa-Merz).
  • Epatoprotettori vegetali. Contribuiscono al ripristino delle cellule del fegato, il trattamento richiede un uso prolungato. Le compresse contengono estratti naturali di erbe medicinali (Liv-52, Silimar, Karsil, Bondzhigar, ecc.).

La terapia aggiuntiva viene eseguita con farmaci a base di acido ursodesossicolico (Ursosan, Urdox, Ursodez) e acido lipoico, che aiutano a neutralizzare le tossine e i prodotti di decomposizione dell'alcool. Puoi abbassare l'ALT con la terapia dietetica. Al paziente con alterate capacità funzionali del fegato e del pancreas viene assegnata una dieta "Tabella n. 5".

Sommario

L'alanina aminotransferasi (ALT) è un enzima endogeno che accelera la reazione chimica degli aminoacidi alanina. La parte principale di AlAT si trova nel fegato, il resto è localizzato nel pancreas, nel miocardio e nei muscoli. In un uomo sano, la quantità di enzima nel sangue non è superiore a 45 unità / l, in una donna - 34 unità / l.

Se gli indicatori sono significativamente aumentati, i tessuti e le cellule sono alterati patologicamente e presentano gravi danni attraverso i quali l'alanina aminotransferasi entra nel flusso sanguigno. La determinazione del livello di ALT viene effettuata nell'ambito di un esame del sangue biochimico.

Nella maggior parte dei casi, con un aumento del valore dell'enzima, vengono diagnosticate malattie epatiche (epatite, epatosi, cirrosi, ecc.), Pancreatite cronica o acuta, attività cardiaca compromessa (miocardite, infarto). La diagnosi deve essere confermata da un esame dettagliato, comprendente una serie di test di laboratorio e procedure diagnostiche hardware.

Transaminasi epatiche ALT e AST: cosa significa un aumento? Tavolo standard

Proprietà transaminasi

La transaminazione è uno dei processi del metabolismo dell'azoto in cui la sintesi di nuovi aminoacidi avviene attraverso il transito di aminoacidi e chetoacidi senza rilascio di ammoniaca. Ciò fu evidenziato nel 1937 dagli scienziati M.G. Kritsman e A.E. Braunstein.

Allo stesso tempo, si verificano reazioni dirette e inverse, cioè un trasferimento reversibile di gruppi amminici da un amminoacido a un chetoacido. In questo caso, vit. ALLE 6.

Il nome di transaminasi epatiche (e ce ne sono 2) è determinato dal nome dell'acido stesso coinvolto nel transito del gruppo amminico: se è aspartanico, allora l'enzima è chiamato aspartato aminotransferasi (AST o AsAT) e se è alanina, allora è alanina aminotransferasi (ALT o AlAT). Ognuno di loro ha le sue caratteristiche..

Come si distinguono le malattie?

Il superamento della norma indica difetti nel lavoro del cuore e del miocardio in particolare (il più delle volte, le conseguenze di un infarto) e un indicatore sotto la norma delle transaminasi indica un danno al tessuto epatico (in particolare, qualsiasi epatite) o alla loro necrosi.

La transaminasi, in particolare l'AST e l'ALT, possono diventare un "campanello d'allarme" e, con un trattamento adeguato, portare a un completo recupero del paziente. Pertanto, il livello di transaminasi nel sangue può indicare una varietà di malattie, malfunzionamenti degli organi, nella maggior parte del tratto gastrointestinale e del cuore, oltre a diventare un segno dell'aspetto e dello sviluppo di tumori cancerosi e cancro in generale.

Per evitare spiacevoli conseguenze, è necessario monitorare attentamente la propria salute e consultare uno specialista in caso di anomalie o di alcuni dei suddetti sintomi. Uno stile di vita sano aiuta a ripristinare il corpo.

Ruolo nel corpo

Aumento dell'attività delle transaminasi epatiche - che cos'è? Questo è un aumento del loro livello e parla sempre di necrosi dei tessuti degli organi e della presenza di malattie. L'AST (aspartato aminotransferasi) è un enzima sensibile ai cambiamenti nel miocardio, nel fegato e nel cervello. Se le loro cellule non sono disturbate e funzionano normalmente, l'AST non aumenta..

ALT (alanina aminotransferasi) - un enzima che è il principale indicatore di alterazioni epatiche.

Classificazione

Per determinare il livello di iperfermentemia, viene utilizzata una scala speciale:

  1. Grado moderato: il livello è leggermente aumentato. È possibile con epatite di origine alcolica o virale..
  2. Medio - gli indicatori sono aumentati dalla norma di 6 volte - processi necrotici nel fegato.
  3. Alto livello - un aumento della norma di 10 o più volte - ischemia epatica.

La condizione acuta causata dalla malattia provoca l'attività delle transaminasi: ad esempio, con l'epatite, l'iperfermentemia si verifica il 14-20 ° giorno della malattia e quindi entro un mese gli indicatori diminuiscono alla normalità.

Nel decorso cronico della malattia, durante il periodo di remissione, non si osserva iperfermentemia e gli indicatori sono moderatamente o leggermente aumentati. La cirrosi latente non mostrerà un aumento delle transaminasi.

Per fare una diagnosi, il medico deve valutare non solo l'aumento delle transaminasi, ma anche la loro combinazione con altri criteri. Questi indicatori restringono significativamente la gamma di patologie. Ad esempio, l'ittero o l'insufficienza epatica acuta causano necessariamente un aumento della bilirubina. La concentrazione di enzimi può aumentare leggermente. Questo si chiama dissociazione bilirubina-aminotransferasi. Tali sottigliezze possono essere determinate solo da uno specialista. Pertanto, l'autodiagnosi e l'automedicazione sono esclusi.

L'eccessivo contenuto di transaminasi epatiche o iperfermentemia è un indicatore di disfunzione epatica, che indica necrosi delle cellule del fegato. Questa condizione può ripresentarsi, sostituendo la normalizzazione. Questo di solito indica l'inizio di una nuova infiammazione o recidiva di una patologia cronica..

Principi diagnostici

Le aminotransferasi si trovano in tutte le cellule del corpo, ma sono concentrate nel fegato e nel cuore. Pertanto, l'insufficienza di questi organi può essere giudicata molto rapidamente dal livello di questi enzimi..

Possiamo concludere, parlando dell'attività delle transaminasi epatiche, che questi sono marcatori peculiari dell'infiammazione. Il fatto è che i sintomi della patologia compaiono solo dopo 2 settimane, ma la morte cellulare in varie malattie acute (infiammazione, cirrosi o infarto del miocardio) porta a un forte rilascio di questi enzimi nel sangue, che può essere utilizzato per giudicare se c'è un problema.

Cioè, le aminotransferasi assomigliano ai leucociti in velocità del loro aspetto, ma è impossibile determinare la natura della patologia.

Questi non sono test specifici, ma indicatori affidabili di patologie epatiche e cardiache. La combinazione di segni che il medico produce aiuta a determinare il circolo delle malattie e a restringerlo. Ad esempio, di solito si osserva un aumento di ALT + bilirubina con colecistite.

Prevenzione

Le misure preventive aiutano a fermare la diffusione della malattia e ridurre il carico sul corpo. Al fine di prevenire una dieta, è prescritto l'uso di epatoprotettori. Si raccomanda anche un rifiuto completo dell'alcool..

La terapia con rimedi popolari può essere una prevenzione e un supporto abbastanza efficaci, se eseguita in combinazione con metodi conservativi di trattamento e sotto la supervisione del medico curante.

Il processo di trattamento delle patologie che sono accompagnate da un aumento del livello di aminotransferasi implica il loro monitoraggio periodico. Le analisi possono tornare alla normalità non solo nel processo di attenuazione della malattia.

La cirrosi latente è caratterizzata da uno stato normale stabile di enzimi. Se il livello di enzima nel corso del trattamento ritorna normale, la decisione di interrompere il trattamento deve essere presa solo dal medico curante.

Ragioni per l'aumento

Le transaminasi epatiche sono elevate con lo sviluppo di patologie epatiche e cardiache. Può essere molto pericoloso. Dicono:

  • la presenza di epatite (qualsiasi forma);
  • Sindrome di Reye - encefalopatia epatica dovuta all'assunzione di aspirina;
  • steatosi;
  • fibrosi;
  • cirrosi;
  • colestasi;
  • tumori;
  • metastasi da altri organi al fegato;
  • Malattia di Wilson o distrofia epatocerebrale (disturbo congenito del metabolismo del rame);
  • infarto miocardico (con esso, le transaminasi epatiche sono sempre costantemente elevate);
  • invasioni parassitarie, perché nel processo della loro vita, i parassiti secernono le tossine con la distruzione degli epatociti;
  • le lesioni al fegato portano anche alla necrosi cellulare.

Con la colestasi, il ristagno della bile porta a un allungamento eccessivo delle cellule del fegato, il metabolismo è interrotto in esse e, nella catena finale dei disturbi, le cellule subiscono necrosi.

La degenerazione grassa del fegato provoca anche la distruzione delle normali cellule epatiche e la loro sostituzione con quelle grasse. Con la cirrosi, le cellule sono necrotiche e sostituite da tessuto connettivo grossolano. I tumori distruggono non solo gli epatociti, ma anche i tessuti circostanti, causando la loro infiammazione.

I processi tossici nel fegato sono stati dimostrati dopo un uso prolungato di farmaci e si verifica un aumento delle transaminasi con l'uso di qualsiasi forma di rilascio del farmaco: compresse e infusioni sono ugualmente dannose. Tra loro:

  • analgesici, statine, antibiotici;
  • steroidi anabolizzanti;
  • FANS;
  • “Aspirina”, “Paracetamolo”, inibitori MAO (“Selegilina”, “Imipramina”);
  • ormoni
  • sulfamidici;
  • barbiturici;
  • citostatici, immunosoppressori;
  • preparazioni di ferro e rame anche tessuto epatico necrotico.

Mentre si trattava di persistenti aumenti di enzimi. Ma c'è un altro tipo di aumento: periodico.

Un aumento periodico o transitorio dell'attività transaminasi epatica può essere causato anche da altre patologie extraepatiche. Può verificarsi in pancreatite acuta, ipotiroidismo, obesità, mononucleosi, lesioni muscolari, ustioni, miodistrofia, diabete di bronzo.

Un lieve aumento delle transaminasi epatiche è un evento abbastanza comune. Può essere innescato da una scarsa ecologia, l'assunzione di determinati alimenti ricchi di, ad esempio, nitrati, pesticidi, grassi trans. In ogni caso, una deviazione dalla norma degli enzimi nella forma del loro aumento richiede una visita da un medico e un esame completo. Soprattutto quando si aggiungono pesantezza e dolore nell'ipocondrio giusto.

Ripristino delle normali aminotransferasi

Dopo la diagnosi, vengono prese misure per eliminare le cause del valore atipico di AcAt e AlAt. Se anomalie sono state innescate da cambiamenti distruttivi nel miocardio, la decisione sulla terapia viene presa dal cardiologo. Può essere un trattamento farmacologico o un intervento chirurgico.


Per le malattie del fegato, il trattamento dipende dal tipo di patologia che ha colpito l'ipertransaminasemia. Per il trattamento dell'epatite virale, applicare la terapia antivirale di combinazione, abbastanza efficace nelle prime fasi. La forma tossica o meccanica dell'epatite richiede un trattamento sintomatico.

Se la causa del danno epatico è la cirrosi o lesioni meccaniche, un trattamento lieve può comportare un intervento chirurgico per la resezione del tessuto interessato.

Nella cirrosi cronica, il trattamento è inefficace perché la malattia è irreversibile. In questo caso, è prescritto un trattamento di mantenimento.

Coefficiente Ritis

Lo scienziato italiano Fernando de Ritis ha proposto un approccio diverso per valutare l'attività delle transaminasi. In altre parole, oltre a quantificare ciascun enzima, dovrebbe essere determinato il rapporto tra gli enzimi l'uno rispetto all'altro: il coefficiente Ritis.

Il rapporto 0,9-1,7 non è una malattia, di solito l'indicatore è 1,33. Se il coefficiente oscilla intorno a 0-0,5, ciò indica il trasporto di eziologia virale dell'epatite.

Con valori di 0,55-0,83, puoi pensare all'esacerbazione dell'epatite. In altre parole, il rapporto è il 16 settembre 2018

Uno degli studi più comuni è un esame del sangue biochimico. La sua implementazione aiuta a scoprire le caratteristiche del lavoro di molti organi e sistemi del nostro corpo, incluso il fegato. Come sapete, il fegato partecipa a molti processi che si verificano nel corpo. Questo corpo non solo purifica il nostro corpo dalle sostanze nocive, ma partecipa anche alla digestione, immagazzina vitamine e minerali e produce le proteine ​​necessarie. Pertanto, un aumento delle transaminasi epatiche è un disturbo grave che non può essere ignorato. Parliamo su www.rasteniya-lecarstvennie.ru sul perché vi è un aumento delle transaminasi epatiche, dei sintomi, del trattamento di una persona durante la discussione.

Che cos'è la transaminasi epatica??

Le transaminasi epatiche sono speciali enzimi epatici (proteine), svolgono un ruolo importante nei processi di transaminazione. In altre parole, forniscono metabolismo all'interno delle cellule..

Sul motivo per cui vi è un aumento delle transaminasi epatiche (cause)

Un lieve aumento delle transaminasi epatiche è un evento abbastanza comune. Può essere innescato dal consumo di droghe, dall'inquinamento ambientale, dall'assunzione di determinati alimenti (in particolare quelli ricchi di nitrati, pesticidi e grassi trans).

Tuttavia, qualsiasi aumento del numero di transaminasi epatiche è un'occasione per la consultazione con un medico. Devi essere particolarmente cauto se senti disagio nell'ipocondrio giusto.

Come dimostra la pratica, nella maggior parte dei casi si osserva un aumento degli enzimi epatici dopo l'assunzione di antidolorifici o statine. Inoltre, questo fenomeno può essere causato dall'abuso di alcol o dall'obesità..

Inoltre spesso, un risultato di test simile può essere spiegato dallo sviluppo di alcuni disturbi. Tra questi possono esserci diversi tipi di epatite, insufficienza cardiaca, cirrosi e persino cancro al fegato. Inoltre, il numero di transaminasi nel sangue può aumentare con mononucleosi, lesioni infiammatorie della cistifellea, pancreatite, ipotiroidismo e altri disturbi.

Sintomi di transaminasi epatiche elevate

Se l'aumento degli enzimi epatici è spiegato da problemi nell'attività del fegato, tali disturbi molto spesso non si fanno sentire per il momento. Tali malattie possono verificarsi solo nel caso di una malattia acuta, quando l'organo interessato non è semplicemente in grado di sconfiggere le tossine..

Grave compromissione dell'attività epatica può verificarsi con ittero (i bianchi degli occhi, così come la pelle, diventano giallastri). Il paziente ha alleggerito le feci, la minzione diventa frequente e l'urina diventa arancione. I palmi possono diventare rosso vivo e lo stomaco spesso cresce di dimensioni. Un sintomo abbastanza comune di gravi problemi nell'attività del fegato è il prurito della pelle, che aumenta di notte..

Informazioni sulla correzione dell'aumento delle transaminasi epatiche (trattamento)

Il trattamento per transaminasi epatiche elevate dipende esclusivamente dal fattore che ha causato tale disturbo..

Se il livello di enzimi non è aumentato in modo significativo, il paziente deve rivedere criticamente il proprio stile di vita: rifiutare di assumere farmaci non particolarmente necessari, aderire al cibo dietetico e assumere farmaci profilattici (ad esempio, Essentiale, ecc.). Dopo un po 'di tempo (da due a tre mesi), è necessario superare test ripetuti per studiare la dinamica degli indicatori.

La terapia di varie malattie che provocano un aumento del numero di transaminasi ematiche epatiche deve essere selezionata esclusivamente da un medico. In questo caso, è possibile utilizzare una varietà di medicinali, compresi quelli di origine vegetale (cardo mariano, menta piperita, dente di leone, semi di lino, cicoria, ecc.). Va notato che l'uso delle piante deve essere concordato con il medico.

I farmaci di scelta sono spesso i cosiddetti epatoprotettori. Molti farmaci di questo tipo vengono utilizzati per correggere tutti i tipi di lesioni epatiche..

Gli epatoprotettori comprendono farmaci a base di acido ursodesossicolico, sono rappresentati da Ursosan, Ursofalk, Ursodez, Ursoliv, ecc..

Un effetto eccellente si ottiene con l'uso di prodotti a base di ademetionina, inclusi Heptral e Heptor. La loro efficacia è stata dimostrata da numerosi studi..

Anche tra gli epatoprotettori ci sono medicinali con fosfolipidi: Essentiale forte N, Rezalyut circa.

In alcuni casi, i medici possono prescrivere altri epatoprotettori, ad esempio sulla base di cardo mariano (Carsil), fosfolipidi e silimarina (fosfonciale), ecc..

I pazienti con problemi al fegato devono aderire a una dieta. Dovrebbero rinunciare per sempre all'alcol, alimenti francamente dannosi (grassi, affumicati, salati, in scatola). È meglio mangiare frutta e verdura consentite, cereali, zuppe dietetiche e latticini. Le caratteristiche del cibo dietetico dovrebbero essere discusse con uno specialista qualificato.

Preparazione all'analisi

L'alto contenuto e il livello di transaminasi nel sangue in un'analisi biochimica spesso indicano malattie del cuore, del pancreas e del fegato.

Per determinare l'organo interessato, viene eseguito il rapporto tra le proteine ​​AST e ALT e viene anche preso in considerazione il valore degli indicatori in relazione alla norma. Se gli indicatori si discostano, è necessario un ulteriore esame.

Alcune settimane prima di prepararsi per il test delle transaminasi, è necessario interrompere l'assunzione di farmaci. Il prelievo di sangue da una vena viene effettuato in qualsiasi clinica.


Prelievo di sangue venoso

Il giorno prima dello studio, è necessario passare completamente alla corretta alimentazione, escludere fast food e alcol dalla dieta. Inoltre, non è consigliabile eseguire alcun esercizio (aumentano il livello di proteine ​​nel sangue).

L'alanina aminotransferasi viene utilizzata per trasferire aminoacidi e si trova principalmente nelle cellule del fegato, tuttavia, così come nell'AST, si trova nei muscoli (motivo per cui l'attività fisica non può essere eseguita prima dell'analisi), cuore, rene e cellule del pancreas. Oltre a rilevare anomalie nel corpo, viene utilizzato un esame del sangue per ALT se il paziente sta per diventare un donatore o con difetti muscolari scheletrici.

Scopo nel corpo

Secondo la classificazione accettata, la fine di "-ase" indica che si tratta di enzimi (il sinonimo della lingua greca è enzimi). In totale, circa duemila tipi di enzimi "lavorano" nel corpo umano. Secondo la funzione svolta, sono divisi in gruppi (classi).

Le transaminasi epatiche, di cui stiamo parlando, hanno un altro nome: aminotransferasi. Entrambi i termini riflettono la stessa essenza, solo il primo è ben radicato e il secondo è più preciso in termini di nomenclatura.

Le transferasi sono un gruppo di enzimi coinvolti nel "trasporto" di gruppi chimici da un tipo di molecola a un altro. Le aminotransferasi, come suggerisce il nome, sono coinvolte nel trasferimento di gruppi amminici. Senza di essi, qualsiasi processo relativo alle proteine ​​sarebbe impossibile..

Siamo interessati a due rappresentanti di questo sottogruppo, che, come si è detto, sono della massima importanza per la diagnosi clinica:

  • alanina aminotransferasi (ALT, ALT),
  • aspartato aminotransferasi (AST, AST).

I termini significano lo stesso: alanina transaminasi e transpartasi aspartica. Puoi imbatterti in ortografia: Alt e AsT, AlAt e AsAt. Nella vita di tutti i giorni dicono anche: alats e asats, ma in generale - "shemales".

Le reazioni di transaminazione, infatti, si verificano principalmente nel fegato. Tuttavia, dopo aver ricevuto un rinvio agli esami del fegato, comprese le transaminasi, dovresti essere consapevole che questo studio può essere importante nel riconoscere la patologia cardiaca come un cardiogramma fatto in tempo.

Il fatto è che il muscolo cardiaco, il miocardio, necessita anche dell'attività di ALT e AST. Si trovano anche nel pancreas, nei reni, nell'intestino tenue e in altri organi e tessuti..

Altre malattie in cui il contenuto è aumentato

Se l'aspartato aminotransferasi è considerato un marker cardiaco, l'alanina aminotransferasi ha la più alta concentrazione nei tessuti epatici. La crescita di questi indicatori può indicare una serie di lesioni negli organi interni.

In varie malattie, il rapporto tra aminotransferasi tra loro cambia. Il rapporto tra l'attività del marker cardiaco e quella epatica è chiamato "coefficiente de Ritis". Con le patologie cardiache, il valore del coefficiente aumenta e con i cambiamenti nel fegato, diminuisce. Allo stesso tempo, entrambi i valori sono più alti del normale.

Gli enzimi, oltre alle malattie del sistema cardiovascolare, sono elevati con tali patologie:

  • Gravi malattie del fegato - cancro, epatosi grassa, cirrosi.
  • Ittero ostruttivo.
  • Epatite di varie origini. Un aumento dell'alanina aminotransferasi si verifica spesso anche prima dell'inizio dei sintomi della malattia. Nell'analisi biochimica, determina anche un aumento dei livelli di bilirubina. L'aspartato aminotransferasi è elevato in misura minore..
  • colestasi.
  • Pancreatite acuta. Il livello di alanina aminotransferasi aumenta con la comparsa di un processo infiammatorio nel pancreas. Nella pancreatite cronica, viene determinato un aumento uniforme di entrambi gli enzimi.
  • Lesioni muscolari, gravi ustioni.

Cause di deviazioni e loro sintomi

Alates e asats svolgono le loro funzioni nei tessuti degli organi, mentre nel sangue il loro contenuto è incredibilmente piccolo. Questa condizione è osservata in una persona sana. Tutto cambia quando le cellule malate iniziano a decadere. In questo caso, gli enzimi si precipitano nel flusso sanguigno e l'analisi biochimica nota immediatamente il loro aumento.

È importante ricordare: un aumento significativo, superiore alla norma, delle transaminasi epatiche indica una patologia progressiva e richiede un intervento medico.

Prima di tutto, le malattie del fegato dovrebbero essere distinte come il gruppo più esteso:

  • Epatite. Questa è una delle prime cause di necrosi tissutale. Il grado di attività delle forme croniche di epatite e le caratteristiche del suo decorso acuto determinano la dinamica dei cambiamenti nel livello delle transaminasi.
  • Colestasi. La stasi biliare alla fine porta alla necrosi..
  • Ipossia (durante lo shock).
  • Epatosi grassa (steatosi). Modifica della struttura e riduzione della funzionalità del parenchima epatico.
  • Neoplasie. Entrambe le loro specie, così come i fuochi delle metastasi, causano infiammazione e distruzione dei tessuti circostanti.
  • Invasione parassitaria del sistema biliare.
  • Gli effetti negativi delle droghe. Questi sono un numero di antibiotici, FANS, sulfamidici, steroidi anabolizzanti, contraccettivi orali, barbiturici, immunosoppressori. L'assunzione di tali farmaci è pericolosa per il fegato, poiché distrugge le sue cellule (epatociti).
  • Malattie genetiche ereditarie.

Il prossimo organo vitale, che può indicare un aumento degli enzimi ALT e AST, è il cuore. L'infarto miocardico è la morte di una porzione del muscolo cardiaco, che influisce inevitabilmente sui processi biochimici (in questo caso l'aspartato aminotransferasi aumenta principalmente).

Altre cause di transaminasi epatiche elevate: pancreatite acuta, colecistite, sepsi, distrofia muscolare, gravi ustioni, lesioni muscolari scheletriche.

I sintomi della maggior parte di queste malattie sono abbastanza pronunciati..

Le patologie epatiche, senza esaminare una varietà di ragioni, hanno manifestazioni simili. Questa è dispepsia, nausea, pesantezza a destra nell'ipocondrio, scolorimento di urina e feci, prurito, giallo del tegumento e altre manifestazioni tipiche. Il dolore nella parte sinistra dell'addome, (in particolare delle tegole) può indicare un'infiammazione acuta del pancreas, dolori estenuanti a destra, sotto le costole e il vomito sono segni di colica biliare. Prolungato (mezz'ora o più), un intenso dolore al cuore può indicare un infarto.

Manifestazioni sintomatiche di disturbi

Va notato che i sintomi di questi disturbi sono sempre gli stessi, indipendentemente dal tipo di patologia. Con un aumento delle transaminasi epatiche, i sintomi sono i seguenti:

  • letargia cronica e affaticamento;
  • attacchi di debolezza improvvisa; perdita di appetito e nausea senza motivo;
  • dolori doloranti allo stomaco;
  • pesantezza nell'ipocondrio destro;
  • gonfiore e accumulo di gas;
  • prurito notturno generalizzato della pelle;
  • sangue dal naso;
  • urine scure e acolismo delle feci;
  • possibile ingiallimento della pelle;
  • si osserva spesso una ridotta attività e sonnolenza.

Anche se si nota un sintomo, visitare un medico non interferisce. La tempestività del trattamento eliminerà completamente la malattia. Altrimenti, la patologia diventa trascurata e spesso irreversibile..

Quali sono importanti nella diagnosi

Le transaminasi aumentano con processi necrotici nel fegato, miocardio, pancreas e altri organi e tessuti. Una tale moltitudine di opzioni rende difficile trovare un vero focus sulla patologia, non consente di dare una risposta chiara. Tuttavia, in combinazione con altri parametri biochimici e manifestazioni cliniche, la deviazione di ALT e / o AST dalla norma aiuta a chiarire in modo significativo il quadro diagnostico.

Particolarmente ampiamente utilizzati sono gli esami del fegato per la diagnosi precoce dell'epatite (A, B). Un aumento del livello di enzimi ALT e AST si verifica diverse settimane prima dell'inizio dei sintomi della malattia.

L'uso della terapia antivirale in una fase iniziale migliora la prognosi. (Si può aggiungere che a causa della velocità e della facilità di esecuzione, i test epatici per ALT e AST sono più adatti per controllare le persone di contatto in focolai di malattie da epatite virale, cioè per esami di massa).

Con una somiglianza generale, entrambi gli enzimi si concentrano in modo diverso nei diversi organi e anche questo viene preso in considerazione. Ad esempio, ALT è contenuta in gran parte nel fegato e AST nel cuore, quindi la crescita del secondo indicatore con il ritardo del primo indica lo sviluppo di infarto del miocardio.

Allo stesso tempo, questo elimina il sospetto di un attacco di angina pectoris, in cui non si verifica iperfermentemia.

Un altro esempio di diagnosi differenziale è stabilire la vera causa dell'ittero. Con l'epatite virale, un gran numero di enzimi entrerà nel flusso sanguigno, il che non accade quando i dotti biliari sono bloccati.

In altri casi, il compito di determinare lo stadio della malattia è risolto. Ad esempio, la cirrosi è caratterizzata da un aumento delle aminotransferasi nel periodo iniziale, la vicinanza alla normale nella fase latente e una diminuzione nel periodo finale, quando le cellule del parenchima epatico vengono completamente distrutte e il rilascio di enzimi si è fermato.

Determinare il livello di ALT, AST e valutare i risultati non viene quasi mai effettuato isolatamente da altri indicatori. La caratteristica o atipicità nel rapporto dei risultati tra loro funziona anche per restringere la gamma di presunte cause. Un esempio è il cosiddetto. dissociazione bilirubina-aminotransferasi: basso ALT e AST, con un aumento pronunciato della bilirubina. Tale modello viene osservato, ad esempio, con il blocco del dotto biliare.

La gravità dell'iperfermentemia viene valutata sulla seguente scala condizionale:

  • 1-1.5 norme - moderate,
  • 6-10 norme - media,
  • 10 e più - alto.

Il moderato è caratteristico, ad esempio, dell'epatite cronica di eziologia virale, il massimo è osservato dopo un infarto, quando la norma può essere superata di quindici o più volte.

I risultati di ALT, AST determinano ulteriori misure, l'adeguatezza di costosi esami e il ricovero in ospedale.

Va ricordato che facendo un'analisi semplice ed economica per le transaminasi epatiche o, come si dice, biochimica del sangue, è possibile salvarsi da patologie estremamente gravi.

norme

Per valutare l'attività delle manifestazioni delle transaminasi epatiche, si dovrebbe tenere conto degli indicatori inerenti a una persona sana.

Norma per gli uomini:

  • ALT - meno di 45 unità / l,
  • AST - meno di 47 U / L.

Norma per le donne:

  • ALT - fino a 34 unità / l,
  • AST - fino a 31 unità / l.

Questa è una stima molto approssimativa. Il fatto è che ci sono varie marche di apparecchiature su cui vengono analizzate le transaminasi epatiche e il tasso viene calcolato in modo diverso. Molto probabilmente, l'unico modo per valutare il risultato dell'analisi è consultare uno specialista.

Esistono schemi generali:

  • i bambini hanno i più alti tassi di normalità, nel corso degli anni il livello diminuisce e si stabilizza gradualmente,
  • livelli più elevati di ALT e AST negli uomini sono associati al fatto che il livello di transaminasi dipende, tra le altre cose, dalla massa muscolare.

De Ritis Ratio

Quando l'aumento del livello di transaminasi epatiche supera la norma, il loro rapporto tra loro diventa un ulteriore criterio. Per fare ciò, dividere l'indicatore numerico AST per l'indicatore numerico ALT:

k = AST / ALT

Il coefficiente risultante (k) prende il nome da Fernando de Ritis, i cui studi per la prima volta hanno mostrato una relazione tra questo rapporto e il tipo di patologia.

Sono noti i seguenti modelli:

  • k ≥1 significa che la causa può essere epatite cronica o alterazioni degenerative del fegato,
  • valore k>

EnzimaALT, U / L (normale)AST, U / L (normale)
Uomininon più di 46non più di 48
Donnenon più di 31non più di 31
EtàALT, Unità / LAST, Unità / L
da 1 a 5 giornifino a 49fino a 50
da 1 settimana a 6 mesifino a 56fino a 50
da 6 mesi a 1 annofino a 54fino a 50
da 1 anno a 3 annifino a 30fino a 50
da 3 a 6 annifino a 29fino a 50
da 7 a 12 annifino a 39fino a 50

Cosa sono le transaminasi?

La presenza di transaminasi nel corpo indica la presenza di malattie. Tale può essere un infarto, epatite, pancreatite.
Le transaminasi sono trasportatori tra due processi: metabolismo del carbonio e dell'azoto.

I processi che richiedono direttamente la loro partecipazione si trovano nel fegato. L'analisi non mostra la velocità di trasporto delle transaminasi nel sangue, ma presta attenzione solo al loro rapporto quantitativo.

Esistono due tipi di transaminasi nel corpo che l'analisi determina:

  • ATL - nei maschi fino a 37 anni, nelle donne - fino a 31 unità / l;
  • AST - per maschi, 47; per donne, 31 unità / l.

Sulla base della testimonianza dei loro valori, un medico qualificato può determinare quale organo è sotto attacco, identificare il tasso di sviluppo della malattia e indicare lo stadio della lesione.

I fattori che influenzano le deviazioni dei livelli di ATL e AST dalla norma, consideriamo di seguito.

Alanina Aminotransferasi

Una domanda del genere è inappropriata, poiché l'eliminazione della patologia causale ridurrà il livello di enzimi. Non è necessario inventare altri metodi. Un numero elevato di transaminasi indica la necessità di ulteriori ricerche urgenti e di ricovero in ospedale.

Inoltre, possono essere assegnati:

  • vari esami del sangue;
  • bilancio elettrolitico;
  • ECG;
  • ultrasuono
  • CT.

Se necessario, determinare il DNA dei virus nell'epatite, eseguire la PCR e ELISA per gli anticorpi. Poiché queste analisi hanno prezzi elevati, non sono prescritte senza motivi appropriati..

Sbarazzandosi delle cause alla radice, è possibile ridurre il livello degli enzimi epatici. In questo caso, il sistema ripristinato del corpo fermerà il rilascio di transaminasi nel sangue..

Come terapia aggiuntiva, puoi usare rimedi popolari. È importante coordinare in anticipo tutte le azioni correlate al trattamento con uno specialista. Prima dell'uso, è necessario essere esaminati e identificare le cause esatte. Per migliorare la salute del fegato:

  1. Fiocchi d'avena. La farina d'avena aiuta a purificare il corpo dalle sostanze nocive.
  2. La zucca aiuterà ad abbassare il colesterolo. Per cucinarlo, devi bollirlo prima di aggiungere il miele.
  3. Tre volte al giorno dovrebbe bere un bicchiere d'acqua con l'aggiunta di 5 g di curcuma e 10 g di miele.
  4. Il succo di barbabietola è anche molto benefico per il fegato. Usalo dopo i pasti 3 volte al giorno.

Definizione

Prima di tutto, voglio chiarire i concetti. Quando si valutano le transaminasi, si può trovare l'espressione "marcatori epatici", che non è corretta, poiché questi indicatori riflettono non la disfunzione d'organo, ma un danno cellulare (epatocellulare, miocardico). Si riferiscono a indicatori dinamici, poiché sono enzimi (proteine ​​attive) in natura.

Le transaminasi ematiche nella clinica sono rappresentate da due enzimi: ALT (AlAT) e AST (AsAT). Sono necessari per garantire il metabolismo dei carboidrati e delle proteine ​​in tutti i tessuti attivamente funzionanti del corpo umano..

Storia dello studio

L'aspartato aminotransferasi divenne la prima proteina la cui sequenza amminoacidica (cioè la struttura primaria) fu stabilita dagli scienziati sovietici [2]. Due laboratori lo hanno fatto insieme: l'Istituto di biologia molecolare dell'Accademia delle scienze dell'URSS sotto la direzione di A. E. Braunshtein e il M. M Institute of Bioorganic Chemistry.

Shemyakin, USSR Academy of Sciences [3] sotto la guida di Yu. A. Ovchinnikov, i cui risultati furono pubblicati nel 1972 [4]. Hanno studiato l'aspartato aminotransferasi dal citosol del cuore di un maiale, che consiste in due subunità identiche di 412 residui di aminoacidi ciascuno. Per la divulgazione della struttura di questa proteina, il team di scienziati ha ricevuto il premio Lenin Komsomol in scienze e tecnologia per il 1975 [5].

Sintomatologia

Un aumento delle transaminasi è accompagnato da sintomi:

  • Fatica.
  • Costante sensazione di debolezza.
  • Rifiutare qualsiasi cibo.
  • L'urina diventa scura e le feci si illuminano.
  • La pelle, i bianchi degli occhi iniziano a ingiallire.
  • Gonfiore, dolore addominale.
  • Vomito, nausea.

I fattori di danno epatico possono avere varie cause e sono supportati da una linea di sintomi complessi, che sono integrati da un aumento della concentrazione di transaminasi:

  • Costante affaticamento e debolezza, che sono apparsi inaspettatamente o sono presenti per un lungo periodo di tempo;
  • Un'espressione più esplicita della rete della vena safena;
  • Non smette di prudere sulla pelle, che diventa più forte di notte;
  • Oscuramento delle urine, perdita di colore delle feci;
  • Appetito perso;
  • La pelle diventa gialla;
  • Sanguinamento delle mucose, sangue dal naso;
  • Nausea e vomito.

Alanina Aminotransferasi

L'ALT è l'alanina aminotransferasi, che è anche chiamata un indicatore della termogenesi, poiché riflette i processi di catabolismo nel corpo umano. Sebbene la sua definizione sia tradizionalmente considerata un test "epatico", può verificarsi un aumento con danni ad altri tessuti.

L'alanina transaminasi è aumentata con danni ai seguenti organi:

  • Fegato (contenuto di ALT nel corpo - 358 U / g di proteine);
  • Cuore (66 U / g di proteine);
  • Reni (52 U / g di proteine);
  • Muscolo scheletrico (33 U / g di proteine);
  • Pancreas (20 U / g di proteine).

Sintomatologia

Piccole deviazioni dalla norma raramente causano lamentele nei pazienti. Quando le transaminasi sono elevate in modo critico, è necessario prevedere lo sviluppo dei seguenti sintomi:

  • Debolezza inspiegabile;
  • Nausea, vomito, mancanza di appetito, un retrogusto sgradevole in bocca;
  • Dolore nell'ipocondrio destro, nell'addome, nei muscoli, dietro lo sterno;
  • Aumento sproporzionato delle dimensioni dell'addome (possibili ascite);
  • Prurito della pelle, ittero, scolorimento delle feci, urine scure;
  • Sanguinamento frequente (nasale, da vene dilatate dell'esofago).

Ho incontrato pazienti con un chiaro quadro clinico di epatite, ma i risultati di uno studio biochimico erano entro limiti normali. Pertanto, tutti i dati disponibili devono essere considerati in modo completo, escludendo diagnosi gravi con metodi più accurati (biopsia epatica, PCR).

Transaminasi epatiche e loro livello di attività

epatologo

Specialità correlate: gastroenterologo, terapista.

Indirizzo: San Pietroburgo, Accademico Lebedev St., 4/2.

La funzionalità epatica compromessa può passare inosservata per molto tempo. I sintomi delle malattie compaiono spesso nelle fasi avanzate, il che complica il trattamento, ovviamente riduce la sua efficacia. Determinare l'attività delle transaminasi epatiche è uno dei test di laboratorio più accurati eseguiti per valutare le condizioni del fegato.

Cosa sono le transaminasi?

Le transaminasi, o transferasi, sono enzimi che catalizzano le reazioni chimiche del metabolismo dell'azoto, il cui compito principale è trasportare gruppi amminici per formare nuovi aminoacidi. I processi biochimici che richiedono la loro partecipazione sono effettuati principalmente nel fegato..

Il movimento di transito delle transaminasi nel sangue normalmente non influenza il risultato dei test; quantitativamente, la loro concentrazione per donne e uomini è fino a 31 e 37 unità / litro per ALT, rispettivamente, e 31 e 47 unità / litro per AST.

Determinato da test di laboratorio standard, transferasi epatica:

  • alanina aminotransferasi o alanina transaminasi (ALT);
  • aspartato aminotransferasi o aspartico transaminasi (AST).

I livelli di enzimi in un fegato sano sono influenzati da caratteristiche quali l'età (aumento del valore nei neonati), sesso (il tasso di transaminasi nel sangue è più basso nelle donne rispetto agli uomini) e sovrappeso (c'è un leggero aumento delle transaminasi).

Cause di fluttuazioni di AST, ALT

Le transaminasi nel sangue di una persona sana non sono attive; un forte aumento del loro livello è un allarme. Vale la pena sapere che l'aumento degli indicatori non è sempre provocato dalla malattia del fegato. AST è usato come marker di danno muscolare cardiaco nell'infarto del miocardio; la concentrazione aumenta e con un grave attacco di angina pectoris.

Le transaminasi sono elevate con lesioni scheletriche, ustioni, presenza di infiammazione acuta del pancreas o della cistifellea, sepsi e condizioni di shock.

Pertanto, la determinazione dell'attività enzimatica delle transaminasi non può essere attribuita a test specifici. Allo stesso tempo, AST e ALT sono indicatori affidabili e sensibili del danno epatico in presenza di sintomi clinici o dati anamnestici sulla malattia..

Un aumento dell'attività delle transaminasi epatiche applicabile alla patologia epatica si osserva nei seguenti casi:

1. Necrosi degli epatociti (cellule epatiche).

La necrosi è un processo irreversibile durante il quale una cellula cessa di esistere come unità strutturale e funzionale del tessuto. L'integrità della membrana cellulare è compromessa e i componenti cellulari vanno fuori, il che porta ad un aumento della concentrazione di sostanze intracellulari biologicamente attive nel sangue.

La necrosi massiccia degli epatociti provoca un aumento rapido e multiplo delle transaminasi epatiche. Per lo stesso motivo, la cirrosi epatica significativamente pronunciata non è accompagnata da iperattività enzimatica: ci sono troppo pochi epatociti funzionanti per la loro distruzione per portare ad un aumento di AST e ALT.

Gli indicatori delle transaminasi sono normali, sebbene il processo sia già in fase di scompenso. L'ALT è considerato un indicatore più sensibile per le malattie del fegato, quindi, con i sintomi appropriati, prima di tutto, prestare attenzione al suo livello.

Cambiamenti necrotici nel tessuto epatico sono osservati nell'epatite acuta e cronica di varie eziologie: virale, tossica (in particolare, alcolica e medicinale), ipossia acuta, che si verifica a seguito di un forte calo della pressione sanguigna durante lo shock.

Il rilascio di enzimi dipende direttamente dal numero di cellule colpite; pertanto, la gravità del processo prima di studi specifici viene valutata dal livello quantitativo di transaminasi AST e ALT e un aumento rispetto al normale.

Tuttavia, per determinare ulteriori tattiche, è necessario un ulteriore esame insieme a un'analisi biochimica del sangue in dinamica.

2. Colestasi (ristagno della bile).

Nonostante il fatto che una violazione del deflusso della bile possa verificarsi per vari motivi, un prolungato ristagno della bile in condizioni di continua secrezione da parte degli epatociti porta a sforzi eccessivi, disturbi metabolici e necrosi alla fine della catena patologica..

3. Cambiamenti distrofici.

La distrofia è una violazione del metabolismo dei tessuti. In un modo o nell'altro, accompagna l'infiammazione; come sua varietà, è possibile considerare la sostituzione di siti necrotici con tessuto connettivo, che costituisce la base patogenetica della cirrosi epatica.

Tra le cause di aumento delle transaminasi, è indicata la degenerazione grassa del fegato (epatosi grassa alcolica).

Anche le malattie genetiche sono importanti, ad esempio la malattia di Wilson - Konovalov (degenerazione epatolenticolare), caratterizzata da un eccessivo accumulo di rame.

I tumori del fegato, sia benigni che maligni, distruggono i tessuti circostanti durante la crescita e causano infiammazione. Ciò si riflette in un persistente aumento delle transaminasi epatiche..

Un effetto simile è esercitato dalle metastasi: le cellule tumorali introdotte con il flusso di sangue o fluido linfatico che formano focolai tumorali secondari nel tessuto epatico.

5. Infestazioni parassitarie.

Gli elminti che parassitano nel sistema epatobiliare (giardia, nematode, opistorchi, echinococco), causano infiammazione e ostruzione (sovrapposizione) del tratto biliare, nonché infezione secondaria, che è accompagnata da un aumento delle transaminasi.

6. Effetto medicinale.

Ad oggi, la scienza ha dati da numerosi studi che dimostrano che i farmaci diventano la causa delle transaminasi elevate. Questi includono:

  • agenti antibatterici (tetraciclina, eritromicina, gentamicina, ampicillina);
  • steroidi anabolizzanti (decanabol, eubolina);
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (acido acetilsalicilico, indometacina, paracetamolo);
  • inibitori della monoamina ossidasi (selegilina, imipramina);
  • testosterone, progesterone, contraccettivi orali;
  • preparati di sulfanilamide (biseptolo, berlocide);
  • barbiturici (secobarbital, reposal);
  • citostatici, immunosoppressori (azatioprina, ciclosporina);
  • preparati contenenti rame, ferro.

Un aumento delle transaminasi non dipende dalla forma del farmaco; le compresse, come le infusioni endovenose, possono influenzare negativamente il fegato o causare false attività di AST e ALT, a causa della specificità della loro determinazione nel siero del sangue.

Sintomi

Nonostante la varietà di cause, le malattie del fegato presentano una serie di sintomi simili, accompagnati da un aumento delle transaminasi epatiche:

  • debolezza, letargia, che è apparsa all'improvviso o persistente per lungo tempo;
  • nausea, vomito, indipendentemente dal fatto che ci sia una connessione con l'assunzione di cibo;
  • diminuzione dell'appetito o sua completa assenza, avversione a determinati tipi di cibo;
  • dolore addominale, in particolare con localizzazione nell'ipocondrio destro, epigastrio;
  • un aumento dell'addome, la comparsa di una rete ramificata di vene safene;
  • colorazione itterica della pelle, sclera degli occhi, mucose visibili di qualsiasi grado di intensità;
  • prurito lancinante, ossessivo, peggiora durante la notte;
  • scolorimento della scarica: urine scure, feci acoliche (scolorite);
  • sanguinamento delle mucose, sanguinamento nasale, gastrointestinale.

Il valore dello studio sull'attività enzimatica spiega la sintomatologia clinica proattiva dell'aumento delle transaminasi AST e ALT nell'epatite virale A - già nel periodo preicterico, 10-14 giorni prima dell'inizio della sindrome itterica.

Con l'epatite B, alanina transaminasi prevalentemente elevata, l'iperfermentemia è stata osservata poche settimane prima dell'inizio dei segni della malattia.

Valore diagnostico

Per determinare le caratteristiche della patologia epatica in base al livello di iperfermentemia, viene utilizzata una scala speciale. Il grado di aumento delle transaminasi epatiche è diviso come:

  1. Moderato (fino a 1–1,5 norme o 1–1,5 volte).
  2. Media (da 6 a 10 norme o 6-10 volte).
  3. Alto (più di 10-20 norme o più di 10 volte).

L'attività di picco delle transaminasi nell'epatite virale acuta si osserva nella seconda o terza settimana della malattia, dopo di che diminuisce ai valori normali di ALT e AST entro 30–35 giorni.

In un decorso cronico senza esacerbazione, l'iperfermentemia non è caratterizzata da forti fluttuazioni e rimane all'interno di un aumento moderato o lieve. Nella fase latente (asintomatica) della cirrosi epatica, le transaminasi sono più spesso entro limiti normali..

È importante prestare attenzione al fatto che le transaminasi epatiche sono elevate isolatamente o in combinazione con altri indicatori dello spettro biochimico: bilirubina, gamma-glutamil transpeptidasi, fosfatasi alcalina, poiché una combinazione di un aumento degli indicatori indica una patologia specifica o restringe la gamma delle cause probabili.

Pertanto, transaminasi elevate vengono rilevate nei portatori di epatite B, nonostante l'assenza di sintomi.

Ittero subepatico (meccanico), insufficienza epatica acuta può essere accompagnata da un aumento del livello di bilirubina con simultanee concentrazioni normali o basse di AST e ALT. Questo fenomeno si chiama dissociazione bilirubina-aminotransferasi..

L'aumento delle transaminasi nei bambini è spesso dovuto a infezione da virus dell'epatite, danno da farmaci al fegato. Una patologia pericolosa che si verifica durante l'infanzia è la sindrome di Reye. Come risultato dell'uso dell'acido acetilsalicilico (aspirina), si sviluppa un'encefalopatia epatica acuta - una condizione pericolosa per la vita.

Ai fini della diagnosi approfondita, viene utilizzato il coefficiente de Ritis, che è il rapporto tra transaminasi AST e ALT. Normalmente uguale a 1,33. Se il coefficiente de Ritis è inferiore a 1, questo è considerato un segno di danno epatico infettivo e infiammatorio.

Per l'epatite virale acuta, ad esempio, è 0,55-0,83. Raggiungere un livello di 2 o superiore, consente di parlare di sospetta epatite alcolica o necrosi del muscolo cardiaco.

Valore in terapia

L'aumento del contenuto di transaminasi nel sangue è nella maggior parte dei casi un segno sfavorevole, la prova che le cellule del fegato vengono distrutte.

L'iperfermentemia può essere rilevata più volte dopo la normalizzazione degli indicatori. Di norma, questo indica l'inizio di una nuova o ricaduta del processo patologico esistente e la rinnovata necrosi degli epatociti.

Come abbassare le transaminasi? Il livello di AST e ALT è solo un riflesso della presenza della malattia; pertanto, un ritorno ai valori normali può essere raggiunto solo con un'adeguata diagnosi e trattamento della patologia rilevata. Livelli elevati ed estremamente elevati di enzimi richiedono il ricovero ospedaliero e un esame aggiuntivo immediato.

Comprende esami del sangue clinici generali, un ampio esame del sangue biochimico con determinazione di elettroliti, glucosio e metodi strumentali - elettrocardiografia, ultrasuoni e / o tomografia computerizzata degli organi addominali.

Se necessario, eseguire ELISA (test immunoenzimatico) per cercare anticorpi contro i virus dell'epatite o PCR (reazione a catena della polimerasi) per determinare il DNA o l'RNA dei virus.

Dati i costi elevati, non è economicamente fattibile eseguirli senza un'adeguata giustificazione clinica o dati anamnestici affidabili.

Il test delle transaminasi è sensibile ai cambiamenti nel fegato, quindi può essere utilizzato per valutare l'efficacia della terapia in combinazione con altri metodi di laboratorio e strumentali..

Metodi moderni per la diagnosi di fibrosi e cirrosi.

Cosa può indicare una maggiore ecogenicità con gli ultrasuoni.

Questo articolo discuterà la diagnosi di laboratorio dell'organo e l'identificazione delle patologie..

Perché un esame del sangue biochimico è così importante per le malattie degli organi.

Hanno anche letto.

siamo nei social network

© 2015—2020, LLC "Pulse"

Centro medico multidisciplinare “Pulse”, licenza n. 78-01-003227 del 12.24.12 (illimitata)

Le informazioni sono solo di riferimento, il trattamento delle malattie deve essere effettuato solo sotto la supervisione di un medico.!

Tutti i diritti riservati. La copia di materiali e testi del sito è consentita solo con il consenso dell'editore e con un collegamento attivo alla fonte.