Ascite oncologica

L'ascite oncologica è un accumulo patologico di liquido nel peritoneo, che si sviluppa come una complicazione del cancro nel tratto gastrointestinale, nei polmoni, nel fegato, nella ghiandola mammaria o nelle ovaie. Questo disturbo inizia a svilupparsi nelle fasi 3 e 4 del cancro. L'ascite può essere fatale.

Eziologia

L'ascite in oncologia si sviluppa a causa della distruzione dei linfonodi. Cioè, in una certa area il drenaggio linfatico è disturbato. Anche durante la malattia, le cellule tumorali si diffondono in tutto il corpo, il che aggrava le condizioni del paziente..

La patologia può provocare non solo un eccessivo accumulo di liquido nella cavità, ma anche un aumento della pressione intra-addominale, a causa della quale il diaframma si sposta sul torace.

In rari casi, la malattia si sviluppa nel periodo postoperatorio. A volte si forma una complicazione nella cavità addominale a causa di un ciclo di chemioterapia, durante il quale il corpo è intossicato.

Oltre a queste fonti di formazione del disturbo, i medici riferiscono molti altri fattori eziologici:

  • posizionamento denso di pieghe addominali tra loro;
  • un gran numero di vasi sanguigni e linfatici;
  • ingestione di cellule atipiche durante l'intervento chirurgico;
  • crescita del tumore al di fuori del peritoneo.

Classificazione

L'ascite durante l'oncologia ha tre fasi di sviluppo:

  • transitorio: nel peritoneo non si formavano più di 400 ml di liquido;
  • moderato - sostanza acquosa circa 5 litri;
  • teso - circa 20 litri di liquido accumulato nel peritoneo.

Sintomatologia

Nelle fasi iniziali, l'oncologia, l'ascite della cavità addominale si manifesta sotto forma di un piccolo addome, che viene appiattito se il paziente si trova e, se lo è, quindi pende. Nelle ultime fasi dell'ascite, l'addome aumenta in modo significativo, indipendentemente dalla posizione del corpo, ricorda una cupola. Questo allunga la pelle e inizia a brillare..

Oltre alle manifestazioni esterne, la patologia ha sintomi comuni:

  • malessere;
  • respirazione complicata;
  • dispnea;
  • più veloce saturato;
  • dolore intenso;
  • sensazione di addome allargato;
  • nausea;
  • bruciore di stomaco.

Diagnostica

A seconda della posizione del tumore, l'oncologo può suggerire complicazioni..

Prima di tutto, viene eseguito un esame fisico dettagliato con la palpazione dell'addome e un chiarimento della storia generale. Assicurati di condurre studi strumentali:

Il medico prescrive il trattamento dopo aver ricevuto tutti i risultati del test.

Trattamento

Il trattamento dell'ascite in oncologia è complesso e dipende dallo stadio di sviluppo del processo oncologico. La terapia farmacologica include l'uso di tali farmaci:

  • diuretici;
  • antinfiammatorio;
  • diuretici.

Per quanto riguarda l'intervento operabile, viene utilizzata la laparocentesi. Questo è un metodo di trattamento radicale, durante il quale il liquido in eccesso viene rimosso dal peritoneo perforando le pareti dell'organo. Dopo l'intervento chirurgico, al paziente viene somministrato plasma o una soluzione con albumina, che compenserà la perdita di proteine. Una volta, il medico può pompare non più di 5 litri, quindi spesso praticano l'installazione di un catetere per un'ulteriore rimozione del fluido.

La laparocentesi non può essere eseguita in presenza di tali processi patologici:

  • malattia adesiva della cavità addominale;
  • forte flatulenza;
  • periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico.

Per quanto riguarda la chemioterapia per l'ascite, in alcuni casi, tale trattamento può aiutare a far fronte alla malattia. Poiché la malattia della cavità addominale si sviluppa dal processo oncologico, il medico può indirizzare il paziente a ricondurre la chemioterapia. Questo metodo può essere utilizzato solo se il paziente non ha controindicazioni..

Un componente importante del successo del trattamento dell'ascite nel cancro è la dieta. Nel menu del paziente, è necessario ridurre il numero di piatti con sale da cucina e ridurre al minimo l'uso di liquidi.

Nella dieta del paziente, è possibile aggiungere gradualmente prodotti contenenti potassio:

  • spinaci;
  • carota;
  • patate al forno;
  • piselli freschi;
  • albicocche secche;
  • uva passa;
  • pompelmo;
  • asparago;
  • semola.

Il paziente deve combinare la dieta in modo da non aggravare la malattia di base.

previsione

L'ascite nel carcinoma gastrico può essere fatale. In generale, la prognosi di un tale disturbo non sarà favorevole. Il paziente può avere pleurite, cioè il liquido si accumulerà non solo nel peritoneo, ma anche nei polmoni.

Quanti vivono con una tale complicazione sono piuttosto difficili da dire, poiché tutto dipende dallo stadio di sviluppo della malattia, dalla storia generale e dai parametri clinici del paziente. Secondo le statistiche, l'idropisia dell'addome per 2 anni sopravvive solo il 50% dei pazienti, ma con un trattamento tempestivo.

Ascite oncologica

L'ascite è una grave complicazione di varie malattie, in cui una grande quantità di liquido si accumula nella cavità addominale. L'ascite rilevata in oncologia complica seriamente il decorso e il trattamento della malattia di base, peggiora la prognosi. Nei pazienti con tumore di organi a contatto con il peritoneo, la probabilità media di versamento di liquidi nella cavità addominale è del 10%.

Quali organi sono accompagnati da ascite??

Il processo di accumulo di liquido in eccesso nell'addome accompagna circa la metà di tutti i casi di carcinoma ovarico nelle donne. Inoltre complica il decorso delle neoplasie:

  • colon
  • ghiandole mammarie;
  • lo stomaco;
  • pancreas;
  • retto;
  • fegato.

La gravità delle condizioni del paziente non dipende dal fatto che il tumore primario abbia causato la patologia o le sue metastasi. Segni di aumento della pressione intra-addominale, innalzamento del diaframma e diminuzione dei movimenti respiratori del tessuto polmonare vengono aggiunti alle manifestazioni del cancro. Di conseguenza, le condizioni per il lavoro del cuore e dei polmoni si deteriorano, aumentano l'insufficienza cardiaca e respiratoria, il che avvicina l'esito letale della malattia.

Ragioni e meccanismo di sviluppo

La cavità addominale è formata da 2 foglie. Uno di essi (parietale) riveste la superficie interna e l'altro (viscerale) circonda gli organi più vicini. Entrambe le foglie producono una piccola quantità di secrezione liquida con le loro cellule ghiandolari. Con il suo aiuto, viene eliminata una piccola infiammazione locale, gli organi, gli intestini sono protetti dall'attrito.

Il fluido viene costantemente aggiornato man mano che l'eccesso viene assorbito dall'epitelio. L'accumulo è possibile se l'equilibrio di questo stato è disturbato. Nel 75% dei casi, i pazienti con ascite hanno cirrosi. Questa malattia ha il numero massimo di fattori eziologici che portano alla patologia..

Questi includono un aumento della pressione idrostatica nei vasi sotto l'influenza della stagnazione nei sistemi venoso e linfatico a causa della ridotta attività cardiaca e una diminuzione della pressione oncotica nel sangue a causa di danni alla funzionalità epatica e una diminuzione del contenuto della frazione proteica dell'albumina.

L'ascite della cavità addominale in oncologia non esclude questi meccanismi come aggiunta al principale fattore dannoso - iperfunzione dell'epitelio della cavità addominale con lesione tumorale del peritoneo. La crescita cellulare maligna provoca irritazione e infiammazione non specifica.

Il ruolo più significativo della semina da parte delle cellule maligne nel carcinoma ovarico, il cancro dell'utero nelle donne. La complicazione in questi casi aggrava così le condizioni generali dei pazienti che muoiono con un aumento dell'ascite della cavità addominale.

Di importanza diretta è la compressione diretta del tessuto epatico da parte del tumore e la creazione di condizioni di ipertensione portale. Con un aumento della pressione venosa, la parte acquosa del sangue viene scaricata nella cavità addominale.

L'intossicazione da cancro è accompagnata da una mancanza di ossigeno nelle cellule (ipossia tissutale). Il tessuto renale è molto sensibile a qualsiasi cambiamento e reagisce con una filtrazione ridotta. Ciò attiva il meccanismo di influenza della ghiandola pituitaria dell'ormone antidiuretico, che trattiene sodio e acqua..

Alcuni autori nella patogenesi dell'ascite distinguono i meccanismi epatici ed extraepatici. Nell'esempio della crescita maligna, vediamo come queste cause si completano a vicenda. La funzione assorbente del peritoneo e dei vasi linfatici è compromessa.

Un esempio di cambiamenti locali è il linfoma addominale. Questo tumore è accompagnato da alterata pervietà dei dotti linfatici intraperitoneali. Di questi, il fluido passa direttamente nella cavità addominale.

Le cause provocatorie dell'ascite nel cancro possono essere una caratteristica anatomica come la posizione vicina delle pieghe del peritoneo (adattamento), l'abbondanza di vasi sanguigni e linfatici, che provoca la rapida diffusione della crescita maligna nei tessuti vicini.

La stimolazione della sudorazione fluida può essere effettuata mediante l'introduzione di cellule atipiche nella cavità peritoneale durante l'intervento chirurgico, la germinazione interna delle pareti peritoneali con tumore maligno e un ciclo di chemioterapia.

Sintomi

Nei pazienti oncologici, l'ascite si sviluppa gradualmente per diverse settimane o mesi. I pazienti manifestano segni di una quantità significativa di accumulo di liquidi. I sintomi principali sono:

  • scoppiare nell'addome;
  • eruttazione dopo aver mangiato;
  • bruciore di stomaco o nausea;
  • dolore addominale sordo;
  • mancanza di respiro a riposo, soprattutto quando si trova.

Questi segni sono associati all'ascesa della cupola del diaframma, una violazione della motilità dell'esofago, dell'intestino, del reflusso da reflusso del contenuto acido dello stomaco nell'esofago. Alcuni pazienti lamentano attacchi di aritmia cardiaca. All'osservazione, il medico curante rivela un addome allargato. In posizione eretta, cade, l'ombelico sporge.

Per i pazienti con ascite "epatica", il motivo di una "testa di medusa" è caratteristico a causa della formazione di vene dilatate dense attorno all'ombelico. L'accumulo di liquidi crea difficoltà con pendenze, scarpe.

Sfortunatamente, ci sono ancora casi di identificazione di giovani donne con tumore ovarico in uno stato avanzato che sono stati a lungo fiduciosi nella loro gravidanza, questo è stato facilitato dalla cessazione delle mestruazioni.

Il fluido accumulato stesso preme sul tumore, causando la decomposizione. Le metastasi venose e l'insufficienza cardiaca si manifestano con il deflusso ostruito del sangue al cuore. Ciò porta a gonfiore di piedi, gambe, genitali esterni.

Tutti i sintomi descritti non si sviluppano in modo isolato. In primo luogo sono i segni di un tumore maligno. L'ascite richiede un trattamento aggiuntivo, perché diventa più pericoloso vivere con le sue manifestazioni a causa della possibilità di altre complicazioni.

fasi

Indipendentemente dalle cause, durante l'ascite si distinguono 3 fasi. Sono anche caratteristici dei pazienti con cancro:

  • transitorio: il paziente avverte solo gonfiore, il volume del liquido accumulato non è superiore a 400 ml;
  • moderato: la quantità di essudato nel peritoneo raggiunge i 5 l, si manifestano tutti i sintomi descritti, sono possibili varie complicazioni;
  • teso: l'ascite si accumula almeno 20 litri, è considerata stabile (resistente), è impossibile trattare con diuretici, è accompagnata da una grave condizione, interrompe il cuore e la respirazione.

Quali complicazioni possono seguire l'ascite??

La gravità della malattia di base in caso di ascite riduce le possibilità di guarigione del paziente. Il rischio di complicazioni pericolose è ancora più aumentato. Questi includono:

  • peritonite batterica - l'attaccamento di un'infezione provoca un'infiammazione acuta del peritoneo;
  • blocco intestinale;
  • la comparsa di ernie nell'area della linea bianca dell'addome, dell'ombelico, all'inguine con possibile pizzicamento;
  • scompenso cardiaco;
  • accumulo di liquido tra i fogli pleurici - idrotorace con insufficienza respiratoria acuta;
  • sviluppo della sindrome epatorenale;
  • sanguinamento emorroidario, prolasso del retto inferiore.

Diagnostica

Una complicazione come l'ascite è preliminarmente assunta durante una malattia oncologica. Durante il monitoraggio di un paziente, il medico deve eseguire la pesatura. La crescita di massa sullo sfondo della perdita di peso pronunciata di braccia, gambe, corpo provoca sospetto di edema latente.

Se fai un movimento a scatto con la mano su un lato dell'addome, quindi in presenza di fluido la lancetta dei secondi sentirà un'onda sul lato opposto. La conferma obiettiva sono ulteriori studi:

  • Ultrasuoni: consente di identificare 200 ml di liquido nella cavità addominale, allo stesso tempo serve da controllo per i cambiamenti negli organi interni;
  • radiografia del sondaggio e tomografia - richiederà una buona preparazione del paziente prima dell'esame, rivela fluido quando la posizione del corpo cambia;
  • la laparocentesi è una puntura della parete addominale anteriore con l'obiettivo di pompare il liquido e le sue analisi di laboratorio, la procedura è sia terapeutica che diagnostica, consente di identificare il grado di contaminazione del peritoneo, la composizione dell'essudato, la presenza di microflora.

Problemi di trattamento dell'ascite in oncologia

Teoricamente, la terapia con ascite dovrebbe consistere principalmente nel sopprimere la crescita delle cellule maligne nel peritoneo. Quindi possiamo aspettarci la rimozione del meccanismo irritante e il ripristino della funzione di assorbimento dei fluidi.

Ma in pratica, i metodi di chemioterapia aiutano a ridurre l'ascite solo con le neoplasie nell'intestino e, se localizzati nel fegato, nello stomaco, nell'utero, nelle ovaie, rimangono inefficaci.

Resta da controllare l'assunzione e la rimozione di liquidi con il cibo, fare affidamento su condizioni ottimali per l'azione dei diuretici (diuretici). È possibile rimuovere l'acqua in eccesso con una dieta restrittiva. Al paziente viene prescritta una nutrizione senza sale, tutti i piatti sono preparati senza sale, in accordo con il medico, è possibile aggiungere sale a un piatto.

Sono esclusi condimenti taglienti, cibi grassi pesanti, tutti fritti cotti. Il volume del fluido utilizzato è calcolato dalla diuresi (la quantità di urina escreta al giorno). Allo stesso tempo, il menu dovrebbe contenere prodotti che forniscono all'organismo proteine ​​e potassio. Pertanto si raccomanda:

  • carne e pesce magri bolliti;
  • ricotta, kefir con buona tolleranza;
  • patate al forno;
  • albicocche stufate, uvetta;
  • carote, spinaci;
  • fiocchi d'avena.

Come viene effettuato il trattamento diuretico??

Nell'appuntamento di diuretici non può esagerare. È nota la raccomandazione dei medici di bere più liquidi per qualsiasi intossicazione. Questo vale anche per il cancro. La rimozione di un grande volume di acqua dal corpo aumenta l'intossicazione generale con i prodotti di decomposizione delle cellule maligne, pertanto la perdita di peso durante l'assunzione di diuretici di 500 g al giorno è considerata accettabile.

La scelta dei diuretici e del dosaggio spetta sempre al medico. Non è possibile modificare autonomamente i farmaci, violare il regime. La combinazione più efficace è Furosemide, Veroshpiron e Diakarba.

Furosemide (Lasix) appartiene al gruppo dei diuretici dell'ansa. L'azione si basa sul blocco dell'assorbimento inverso di sodio e cloro nei tubuli e nell'ansa di Henle, l'apparato escretore dei reni. Allo stesso tempo rimuove il potassio. Per non disturbare l'equilibrio degli elettroliti e non provocare attacchi di aritmia, vengono prescritti preparati di potassio (Panangin, Asparkam).

Veroshpiron a differenza di Furosemide è un farmaco risparmiatore di potassio. Include lo spironolattone (ormone surrenale). È con l'aiuto del meccanismo ormonale che è possibile rimuovere il liquido in eccesso senza potassio. Le compresse iniziano ad agire 2-5 giorni dopo l'inizio della somministrazione. L'effetto residuo dura 3 giorni dopo l'interruzione del farmaco.

Diacarb - un farmaco che ha uno scopo. È particolarmente indicato per la prevenzione dell'edema cerebrale, meno efficace nel processo di produzione di urina. La sua azione inizia 2 ore dopo la somministrazione. È associato al blocco dell'enzima anidrasi carbonica nei tessuti dei reni e del cervello.

Intervento chirurgico

Molto spesso, la procedura di laparocentesi viene utilizzata per rimuovere il liquido accumulato nella cavità peritoneale con uno stadio resistente di ascite. Il metodo è considerato chirurgico, sebbene sia di proprietà di terapisti in dipartimenti specializzati.

L'essenza della tecnica: il paziente si siede su una sedia, lo stomaco attorno all'ombelico è trattato con iodio. Una soluzione di novocaina viene iniettata in un punto circa 2 cm al di sotto dell'anello ombelicale per fornire l'anestesia locale. Dopo di che la parete addominale viene perforata con uno strumento speciale (trocar). L'aspetto del fluido indica l'ingresso nella cavità peritoneale. Un tubo è collegato lungo il quale il fluido viene pompato per gravità.

Una volta rimosso fino a 10 litri di liquido. Sullo sfondo di una graduale diminuzione dell'addome, i fogli vengono contratti per prevenire il collasso del paziente. In alcuni casi, se è impossibile prelevare immediatamente un grande volume di fluido nella cavità peritoneale, viene inserito un tubo di drenaggio che viene chiuso fino alla volta successiva. Pertanto, la procedura viene ripetuta 2-3 giorni consecutivi.

Con laparocentesi, la sterilità deve essere monitorata, poiché aumenta il rischio di infezione del peritoneo e della peritonite

La laparocentesi non viene eseguita:

  • con malattia adesiva della cavità addominale;
  • sullo sfondo di una pronunciata flatulenza;
  • nel periodo di recupero dopo la riparazione dell'ernia.

Lo shunt peritoneoveno - consiste nel collegare un tubo speciale della cavità addominale alla vena cava superiore, lungo la quale, quando il paziente respira, il fluido fluisce nel letto venoso. Deperitonizzazione: escissione delle aree peritoneali per fornire ulteriori modi per rimuovere il fluido.

Omentoepatophrenopexy - l'escissione dell'omento fusa con la parete addominale anteriore e orlatura al diaframma o al fegato, è necessaria se l'omento interferisce con la laparocentesi.

Rimedi popolari nel trattamento dell'ascite

Nei rimedi popolari vengono descritte tinture a base di erbe che aiutano a ridurre l'ascite nel cancro. I medici li trattano in modo estremamente negativo, perché spesso i pazienti, avendo creduto in risultati favolosi, abbandonano il trattamento principale.

Tuttavia, in assenza di reale assistenza dal trattamento in corso di un paziente con cancro, si può capire. Pertanto, forniamo un elenco di piante che, secondo gli erboristi, possono aiutare:

  • Astragalo membranoso;
  • radice di calamo palustre;
  • euforbia;
  • radice dell'erba dello zoccolo;
  • principe di Siberia erba;
  • sciabola di palude.

Molto più sicuri, i medici raccomandano diuretici oltre ai farmaci. Questi includono la crescita nella Russia centrale:

  • cardo,
  • gemme e succo di betulla,
  • timo,
  • calendula di fiori di tiglio,
  • melissa,
  • saggio,
  • Iperico,
  • origano,
  • menta piperita,
  • motherwort.

Il tasso di sopravvivenza globale dei pazienti con ascite nel cancro fornisce numeri deludenti: solo la metà dei pazienti vivrà per due anni. Il risultato finale è sia migliore che peggiore del previsto.

Dipende dalla risposta del paziente al trattamento, dall'età, dalla presenza di malattie croniche dei reni, dal fegato, dal cuore e dalla natura della crescita del tumore. L'ascite nella fase iniziale con i tumori viene trattata in modo molto più efficace. Pertanto, nel trattamento delle neoplasie maligne, dovrebbe essere presa in considerazione la diagnosi precoce delle complicanze..

Quanti vivono con l'ascite nel cancro

Il cancro è una malattia pericolosa che porta a una serie di complicazioni. Uno di questi è l'accumulo di liquido nella cavità addominale. Una condizione simile in medicina si chiama ascite..

Soddisfare

Cos'è

In medicina, l'ascite (idropisia) è una condizione in cui una certa quantità di liquido si accumula nella cavità addominale. Tale condizione è pericolosa per la salute del paziente..

La malattia è classificata come secondaria, poiché si sviluppa sullo sfondo delle patologie esistenti. Molto spesso è il cancro. L'ascite, specialmente nei casi più gravi, è accompagnata da uno spostamento degli organi interni. Il muscolo cardiaco, il retto, il diaframma, i vasi sanguigni cambiano posizione.

Nei pazienti con accumulo di un grande volume di liquido, si sviluppano ernia inguinale, diaframmatica e ombelicale.

L'ascite si osserva nella formazione di una lesione maligna che colpisce il pancreas, il fegato, il retto, lo stomaco, le ghiandole mammarie e l'intestino crasso. In questo caso, la gravità della malattia secondaria non dipende dal primario e dalla presenza di lesioni metastatiche.

Su questo argomento

Feci per cancro allo stomaco

  • Natalya Gennadyevna Butsyk
  • 6 dicembre 2019.

Nei pazienti, oltre ai sintomi di una lesione maligna, si osserva un aumento della pressione intra-addominale, che è accompagnato da segni pronunciati. Tali cambiamenti causano insufficienza respiratoria e cardiaca..

Il cancro in sé non è la causa della morte, ma la morte dei pazienti si verifica sullo sfondo di complicanze. Quello principale è idropisia.

fasi

L'ascite, indipendentemente da quale sia la causa del suo verificarsi, è divisa in tre fasi:

  1. Transient. Lieve, che si manifesta con leggero gonfiore. Il volume di essudato non è superiore a 400 ml.
  2. Moderare. La quantità di liquido aumenta, ma non più di 5 litri. Si nota l'insorgenza di segni della malattia. La mancanza di terapia porta allo sviluppo di complicanze. Trattamento con diuretici.
  3. Teso. Il volume di essudato raggiunge i 20 litri. L'ascite resistente è stabilita. La terapia non viene eseguita con l'aiuto di farmaci, poiché non sono efficaci. Viene stabilita una condizione grave, c'è una violazione del cuore, del sistema respiratorio.

Sono usati per fare una diagnosi più accurata nei pazienti con cancro..

Quadro clinico

La presenza di liquido nel peritoneo è accompagnata da gravi sintomi che si manifestano a seconda della posizione del focus primario.

La principale manifestazione della malattia è un aumento del volume dell'addome. Ciò è dovuto al fatto che il liquido inizia ad accumularsi nella cavità addominale. Già di 2 gradi, si abbassa in posizione eretta. Quando una persona si sdraia, il suo stomaco sembra una rana. Manifestato da rigonfiamento nelle sezioni laterali.

Nelle prime fasi, sorgono gravità, dolore e una sensazione di pienezza. Inoltre, i pazienti lamentano costante eruttazione e flatulenza.

Quante persone vivono con accumulo di liquidi nella cavità addominale sullo sfondo dell'oncologia

Alcuni fatti e cifre:

  • Nelle prime fasi del cancro, l'ascite moderata si sviluppa in circa il 15-50% dei pazienti;
  • L'ascite grave si sviluppa in circa il 7-15% dei pazienti con cancro;
  • Con l'ascite nella cavità addominale, possono accumularsi fino a 5-10 litri di liquido, nei casi più gravi - fino a 20 litri.

Oncologia di cui organi sono accompagnati da ascite

L'ascite si sviluppa con il cancro di qualsiasi organo vicino alla cavità addominale. I tipi più comuni di cancro che causano l'idropisia:

  • colon e retto;
  • ovaie nelle donne - 50% dei casi di ascite;
  • ghiandole mammarie;
  • fegato - ascite si manifesta nel 70% dei casi;
  • pancreas;
  • lo stomaco;
  • organi nel bacino.

La gravità dell'ascite dipende dallo stadio e dalla natura metastatica del cancro. L'ascite grave porta a insufficienza cardiaca e polmonare, che compromette in modo significativo la qualità della vita del paziente e provoca la morte. Le manifestazioni di ascite sono le stesse per donne e uomini. Nelle donne, la probabilità è aumentata nel carcinoma ovarico, in cui si forma la patologia nel 50% dei casi, spesso causa la morte di pazienti.

Il meccanismo di accumulo di liquidi nelle ascite

La cavità addominale è costituita da due fogli: parietali sulla superficie interna e viscerali che avvolgono gli organi più vicini. Entrambi producono il fluido di piccolo volume necessario per prevenire l'attrito tra gli organi. Questo fluido viene periodicamente aggiornato, poiché l'epitelio viene costantemente assorbito. Quando l'ascite si forma nella cavità addominale a causa di gravi patologie, l'equilibrio del normale volume del fluido viene disturbato.


Sembra ascite

Con l'accumulo di liquido in eccesso nella cavità addominale, la pressione aumenta nei vasi venosi e linfatici. La manifestazione di ascite epatica porta a un calo della pressione oncotica nel sangue, c'è una violazione dell'attività cardiaca. Inoltre, la crescita delle cellule maligne provoca infiammazione dell'epitelio, la sua iperfunzione, la pleurite è possibile. Con la diffusione delle cellule tumorali sui fogli del peritoneo, si sviluppa la carcinomatosi.

Il linfoma della cavità addominale provoca alterata pervietà dei dotti linfatici, il fluido entra nella cavità addominale. I vasi sanguigni e linfatici consentono alle cellule maligne di diffondersi più velocemente e catturare tessuti sani.

Con un tumore che comprime il fegato, la pressione venosa aumenta, l'acqua in eccesso dal sangue viene scaricata nella cavità addominale. Una maggiore quantità di tossine comporta una mancanza di ossigeno. Si verifica un'insufficienza renale, che porta a un ritardo nell'ormone ipofisario sodio e acqua nel corpo.

Ascite in oncologia delle ovaie e dell'utero

Con gli stadi avanzati del cancro dell'utero e delle ovaie, è possibile la semina da parte di cellule maligne dell'intera superficie dell'organo, l'ascite si manifesta come una complicazione della patologia e può portare alla morte, che si conclude in metà dei casi. Il fegato è compresso da un tumore in crescita, si sviluppano metastasi, che aumentano la pressione venosa, che provoca lo scarico di liquido dal sangue.

La pressione del tumore sulle ovaie provoca la loro rottura e la rimozione dell'essudato nella cavità addominale. Un sintomo caratteristico è l'edema della parte inferiore dell'addome, dei genitali e delle gambe. La cisti ovarica provoca anche lo sviluppo di idropisia, così come il cistoma.

A volte viene preso un forte dolore addominale per l'appendicite, è necessaria assistenza medica immediata. Dovrebbe rimuovere il liquido in eccesso dalla cavità addominale, che contribuisce al trattamento della malattia di base e prolunga la vita del paziente.


Pompaggio di liquidi dall'addome

Come riconoscerlo?

Il cancro è una malattia davvero terribile; ma, come si suol dire, la paura ha grandi occhi. Un'alta percentuale di decessi rimane dovuta al fatto che le persone sono distratte dal proprio corpo e non vedono gli ovvi sintomi che il nostro corpo sta cercando di dirci.

  • il dolore appare solo nelle ultime fasi della malattia;
  • molti pazienti affermano che prima di diagnosticare il cancro, avvertono una sorta di corpo estraneo nei loro organi interni;
  • una persona sente una debolezza costante;
  • il paziente perde rapidamente peso, poiché il trattamento di varie sostanze viene interrotto e l'organo addominale "cade" dal normale processo di digestione.

Se hai uno di questi sintomi, non dovresti immediatamente farti prendere dal panico e chiederti da quanto tempo vivono le persone con diagnosi di "cancro addominale". È molto probabile che tu abbia un'altra malattia, ma non ne sospetti nemmeno.

Cause di ascite in oncologia

Le cause dell'ascite in oncologia sono diverse, la base è l'equilibrio disturbato del sale d'acqua nel corpo. Le principali cause di ascite nel cancro:

  • danno al linfatico e ai vasi sanguigni, il loro blocco, che provoca il ristagno del sangue venoso, la linfa che entra nella cavità addominale;
  • elevata permeabilità del sistema vascolare del peritoneo dovuta allo sviluppo di metastasi;
  • con un tumore al fegato, il livello di albumina nel sangue diminuisce, si sviluppa l'epatomegalia;
  • escrezione di essudato da tumori maligni;
  • coinvolgimento dei reni e delle ghiandole surrenali nel processo, regolando l'equilibrio sale-acqua nel corpo;
  • trombosi venosa, che interrompe la circolazione sanguigna;
  • la funzione tiroidea è compromessa;
  • mancanza di nutrienti provocata dalla fame;
  • processi infiammatori nell'addome di natura non infettiva.

Il rischio di sviluppare l'idropisia è aumentato in presenza di fattori come l'alcolismo, tutti i tipi di epatite, trasfusioni di sangue improprie, uso di droghe, colesterolo alto e diabete di tipo 2.

Sintomi di patologia

Il decorso dell'ascite causata da tumori cancerosi si sviluppa a lungo, il processo dura settimane e mesi. In questo caso, si osservano i primi segni di natura crescente, associati alla pressione del diaframma sugli organi superiori e al funzionamento compromesso dell'intestino:

  • pesantezza nell'addome, flatulenza;
  • eruttazione dopo aver mangiato;
  • dolori di stomaco doloranti;
  • mancanza di respiro anche quando si è sdraiati;
  • bruciore di stomaco, nausea, vomito;
  • Aritmia cardiaca.

Il sintomo principale è considerato un volume dell'addome lentamente e sproporzionatamente crescente, in posizione eretta, si nota la sua caduta, la sporgenza dell'ombelico. Un uomo non può chinarsi, allacciarsi i lacci degli stivali.

Se l'ascite ha causato il cancro al fegato, lo stomaco del paziente disegnerà una rete di vene nell'ombelico, nota come "testa di medusa".

Con cisti e carcinoma ovarico nelle donne, le mestruazioni si interrompono. Sullo sfondo della lenta crescita dell'addome, molti assumono la condizione per la gravidanza, che porta a una diagnosi tardiva della malattia. L'oncologia viene diagnosticata dopo l'ascite..

Il paziente ha anche edema dei piedi, delle gambe e dei genitali a causa della metastasi del sistema venoso, del suo blocco e del non ingresso di sangue nel cuore. Tutti i sintomi descritti sono secondari. La patologia primaria è data dall'oncologia, mentre l'idropisia richiede anche un trattamento per prevenire gravi complicazioni..

I primi segni di cancro intestinale

I primi segni di cancro intestinale devono essere rilevati utilizzando metodi strumentali di esame visivo delle pareti del colon, durante il sondaggio o con metodi di radiazione, senza penetrare nel corpo.

Le basi per la nomina di studi strumentali o di laboratorio sono:

  • gruppi a rischio;
  • età superiore ai 40 anni, tuttavia, ci sono casi di malattia in giovane età;
  • la presenza di alcuni segni che indicano un danno al tratto gastrointestinale sullo sfondo di qualsiasi altra sintomatologia, ad esempio una combinazione di disturbi della funzione cardiaca ed escretoria sullo sfondo dei disturbi intestinali.

Una oncautiousness competente del medico di medicina generale svolge un ruolo molto importante durante questo periodo, perché è il terapeuta che nel 70-90% dei casi è indicato da persone nelle prime fasi della malattia, spesso per occasioni che non hanno una relazione visibile con il cancro.

Il medico di solito pensa a una possibile stratificazione dell'oncologia quando compaiono o si intensificano le seguenti sensazioni soggettive nel paziente (almeno tre contemporaneamente), tra cui:

  • debolezza generale;
  • affaticabilità veloce;
  • dolore in una certa area anatomica dell'addome (vedi sopra l'anatomia intestinale);
  • perdita di peso progressiva;
  • un leggero ma persistente aumento della temperatura corporea;
  • sangue o muco nelle feci;
  • feci di un colore scuro (nero);
  • pallore delle mucose e della pelle;
  • mancanza di sollievo dopo efficaci procedure mediche.

Naturalmente, questi segni non sono un'indicazione accurata del cancro; si dovrebbe sempre tenere conto della sospettosità del paziente, della soglia individuale di sensibilità al dolore e di altri parametri clinicamente importanti per la diagnosi. Quando il medico conferma i reclami del paziente, la diagnosi viene chiarita sulla base di studi clinici, strumentali e di laboratorio.

Non è consigliabile elencare i principali cambiamenti macro e microscopici nelle pareti intestinali che vengono diagnosticati dai diagnostici durante gli esami, poiché tale conoscenza è strettamente professionale.

fasi

L'ascite ha tre fasi che determinano la gravità del corso:

  • Stadio 1 - ascite transitoria - l'accumulo di essudato o trasudato nella cavità addominale di un piccolo volume, non più di 400 ml, è quasi invisibile esternamente, determinato mediante ultrasuoni (ultrasuoni);
  • Fase 2 - ascite moderata: il fluido raggiunge un volume fino a 5 litri, vengono determinati i singoli sintomi lievi;
  • Fase 3 - ascite intensa - liquido accumulato nella cavità addominale di oltre 20 litri, la terapia farmacologica non è suscettibile. Il paziente soffre di insufficienza cardiaca e polmonare. Richiede manipolazione per pompare il liquido in eccesso, perché la condizione minaccia la vita del paziente.

Diagnosi della malattia

I principali metodi per diagnosticare l'ascite:

  • palpazione e percussione dell'addome per valutare il volume totale del fluido, non informativo nelle ascite transitorie;
  • la pesatura periodica del peso corporeo eliminerà o sospetterà l'edema latente;
  • Diagnosi ad ultrasuoni: consente di rilevare il liquido in eccesso nella cavità addominale, nonché di controllare le condizioni degli organi e il loro funzionamento;
  • laparocentesi diagnostica: consente di condurre una biopsia dell'essudato, pompare l'eccesso. È considerato il metodo più informativo possibile, perché ti permette di scoprire la composizione dell'essudato e determinare la microflora nella cavità addominale;
  • I raggi X e la tomografia rivelano fluido con un cambiamento nella posizione del corpo.

Pancia con ascite

Quadro clinico

In generale, il cancro non si verifica così spesso direttamente sulla cavità addominale stessa, perché è solo un peritoneo che fissa gli organi interni e li protegge, per così dire. Questa membrana emana un lubrificante speciale che aiuta gli organi a sfregarsi l'uno contro l'altro senza danneggiare molto i tessuti connettivi..

Il cancro può fuoriuscire in qualsiasi parte della cavità addominale e, di conseguenza, causare anomalie nella formazione del liquido. Di conseguenza, inizieranno vari problemi nel funzionamento degli organi che sono direttamente protetti da questa membrana..

In generale, un tumore canceroso si sviluppa in questo luogo allo stesso modo di qualsiasi altro.

Trattamento

L'ascite deve essere trattata bloccando la crescita delle cellule tumorali. Successivamente, è necessario garantire un livello normale di essudato nella cavità addominale. Ciò può essere ottenuto utilizzando una dieta speciale a basso contenuto di sale. È necessario escludere cibi grassi e fritti dal menu, mangiare più cibi proteici e potassio.

Il primo stadio dell'ascite non richiede farmaci speciali. Il rispetto di una dieta speciale è spesso sufficiente per fermare lo sviluppo dell'ascite e gli sforzi diretti per curare la malattia di base.

Il secondo stadio, oltre alla dieta priva di sale, richiede aggiunte sotto forma di terapia: diuretici, che possono ridurre significativamente il peso corporeo in un breve periodo. Perdita di peso ottimale di 2 kg a settimana.

Occasionalmente vengono utilizzati farmaci anti-ormonali che riducono la produzione dell'ormone aldosterone, che provoca edema tissutale e accumulo di sodio. Questo metodo viene solitamente utilizzato per l'ipercaliemia, quando si osserva un eccesso di potassio nel corpo, che è pericoloso per arresto cardiaco e sviluppo di patologie renali..

Il terzo stadio non è suscettibile di cure mediche, è necessaria la paracentesi: prelievo di liquidi per alleviare le condizioni del paziente.

Trattamento chemioterapico

Con la chemioterapia, il tumore diminuisce, il che riduce le complicanze dell'ascite, ma non con tutti i tipi di tumore si ottiene il risultato. Con lesioni oncologiche delle aree dell'intestino crasso, dà un risultato positivo, ma ha una bassa efficienza nel cancro dello stomaco, della mammella e delle ovaie. Le recidive dopo la chemioterapia sono frequenti in prima linea (Taxans e Platinum) e rappresentano il 75-80% nel carcinoma ovarico. La seconda linea di chemioterapia sistemica (Gemzar, Doxorubicin, Topotecan) è più progettata per le cure palliative che per le cure.

Metodi come la chemioterapia intraperitoneale per l'ascite, lo shunt del peritoneo, la terapia biologica e la chemioterapia ipertermica non sono quasi utilizzati nella pratica medica a causa degli alti effetti collaterali e della mancanza di risultati nel trattamento dell'ascite, nonché dopo la radioterapia.

Trattamento diuretico

I medici raccomandano di bere più liquidi per prevenire l'intossicazione del corpo, questo vale anche per l'oncologia, come la rimozione di grandi quantità di acqua dal corpo innesca il decadimento delle cellule tumorali. Ottima perdita di peso durante l'assunzione di diuretici (diuretici) non più di 500 g al giorno.

I medici preferiscono combinazioni di farmaci: Furosemide, Veroshpiron e Diacarb. Particolarmente efficace per le metastasi epatiche con una limitazione della durata del ricovero in 2-3 giorni con interruzioni.

Furosemide o Lasix blocca l'assorbimento inverso di sodio e cloro nei tubuli e il ciclo di Henle nei reni, contribuendo al ritiro del potassio. È importante mantenere l'equilibrio degli elettroliti e prevenire le aritmie, pertanto vengono prescritti contemporaneamente preparati di potassio.

Veroshpiron protegge il potassio con l'aiuto dell'ormone surrenale, rimuove il liquido dalla cavità addominale senza perdita di elemento.

Il diacarb è prescritto per l'edema cerebrale, poiché il diuretico non è molto efficace, blocca l'enzima anidrasi carbonica nei tessuti del cervello e dei reni.

Durante il trattamento, è importante controllare il volume giornaliero di urina prodotta - per eseguire la diuresi.

Trattamento chirurgico

I metodi chirurgici includono la procedura di laparocentesi, che consente di pompare il liquido in eccesso dalla cavità addominale, viene utilizzata nel terzo stadio dell'ascite. L'operazione richiede una maggiore sterilità per prevenire l'infezione nella cavità addominale.

Il paziente viene trattato con iodio attorno all'ombelico, quindi la parete addominale viene perforata in anestesia locale. Dopo la puntura, viene collegato un tubo speciale e il liquido viene pompato. Opzionalmente rimuovere fino a 10 litri di liquido per evitare il collasso. A volte, dopo la rimozione del fluido, è richiesta laparocentesi ripetuta, 2-3 approcci vengono eseguiti in modo intermittente.

La laparocentesi è controindicata nei casi di malattia adesiva della cavità addominale, durante la flatulenza e nel periodo di recupero dopo un intervento chirurgico correlato alla rimozione dell'ernia.


Ascite intervento medico

La procedura di bypass peritoneo-venosa, che consente di collegare il tubo addominale alla vena cava superiore, è molto meno comunemente utilizzata. Il fluido viene pompato nel canale venoso durante la respirazione del paziente, attraverso il flusso sanguigno venoso viene gradualmente rimosso dal corpo.

L'operazione di deperitonizzazione consente di rimuovere l'essudato anche attraverso ulteriori incisioni del peritoneo.

Omentoepatophrenopexy viene eseguita quando l'omento interferisce con la laparocentesi, quindi viene tagliato dalla parete addominale anteriore e suturato al diaframma o al fegato.

Medicina tradizionale

Nella medicina popolare, le tinture di erbe sono popolari che riducono i sintomi di idropisia in oncologia. La medicina ufficiale non riconosce i metodi menzionati, è inaccettabile usare rimedi popolari invece del trattamento principale. Ma molti medici notano un effetto diuretico positivo dalla raccolta di erbe di cardo mariano, melissa, salvia, timo, erba di San Giovanni, origano, menta, erba madre, nonché fiori di tiglio e calendula e gemme di betulla.

Ridurre il fluido nell'addome e prevenirne l'ulteriore accumulo aiuta il balsamo anti-ascite, costituito da estratti alcolici delle radici di atractylodes lanceolate, velluto, mauria dell'Amurian, sophora ingiallente, dimorphant, platicodon, cenere, smilax, peonia a fioritura lattea, bluejack salmon, lynomonosan ghiere di assafetida, dioscorea giapponese, norichnica nodosa, astragalo membranoso, canna di piantaggine, incenso, semi di Daurian, nonché erbe di euonimia, thuja occidentale, vischio bianco, cicuta, cicogna alta, purpurea digitalis, dente di leone, pollo allo zenzero, arisema del tre foglie, yauriculus del mancino, lespit di due anni, propoli, muschio, ecc. Ci sono 37 componenti nel balsamo. Inoltre, si suppone di utilizzare il prodotto esternamente, per fare una benda sull'intero addome per 3-7 ore. In precedenza, la pelle dell'addome doveva essere ingrassata con grasso d'oca o d'oca per prevenire ustioni da balsamo, è possibile utilizzare olio vegetale o di lino.

Un'altra ricetta per il decotto è costituita da parti uguali di erbe: il principe della Siberia, il letto giallo, il latte europeo, la tintura ginestra e le gemme di betulla. La miscela nella quantità di due cucchiai viene versata con 1,5 litri di acqua bollente, insistendo su un bagno d'acqua per 30 minuti. Successivamente, è necessario filtrare la raccolta e scaldarla in 2-3 sorsi con una frequenza di 2 ore.

Il terzo brodo viene interferito da parti uguali delle radici di calamo, angelica, stalnik e sciabola. Versare 1 litro e mezzo di acqua fredda 2 cucchiai della raccolta, far bollire a fuoco basso per 15 minuti, filtrare, bere un terzo di un bicchiere fino a cinque volte al giorno prima dei pasti.

È impossibile recuperare completamente dall'ascite e soprattutto dal cancro con le erbe, ma per molti pazienti l'uso quotidiano di tinture a base di erbe può migliorare il benessere generale e liberarsi temporaneamente dei sintomi della malattia.

Applicare esternamente sull'area dell'addome e dei linfonodi della medicazione con infuso di rafano d'acqua. È consentito bere un cucchiaino 3 volte al giorno prima dei pasti, bere solo 10 giorni. Esternamente, il grasso di maiale con olio di canfora e condimenti al sale sono usati anche per la notte..

Sopravvivenza e prognosi

L'ascite sorge non solo sullo sfondo delle malattie oncologiche, ma è anche associata ad altre patologie e può verificarsi con un tumore benigno. Inoltre, la prognosi per la vita è raramente favorevole anche con la natura non oncologica della malattia di base. Lo stadio del cancro è molto importante, perché con una diagnosi precoce, la sopravvivenza è più alta. L'idropisia non è una malattia indipendente, è solo una conseguenza di una grave patologia nel corpo del paziente. Il successo del trattamento con ascite dipende direttamente dal trattamento del cancro sottostante.

Nella fase iniziale, l'ascite è ben data al trattamento conservativo, con un aumento dello stato di stress, i farmaci sono inutili, la situazione dipende dalla possibilità di correzione chirurgica. In una fase progressiva, lo sviluppo di patologie del cuore e dei polmoni è sfavorevole per la vita del paziente.

La stragrande maggioranza degli oncologi vivrà non più di tre anni del decorso della malattia, questa è quasi la metà dei pazienti. Altri riescono a vivere più a lungo, ma c'è una scarsa qualità della vita, le persone sono socialmente limitate.

La massima aspettativa di vita nelle fasi 1 e 2 del cancro, quando viene somministrata la terapia, dà un buon effetto. Nelle fasi 3 e 4, viene avviato il processo del cancro, si verificano metastasi del corpo, se l'idropisia è collegata allo stato descritto, la sopravvivenza viene ridotta a zero. È estremamente difficile diagnosticare da cosa muoiono esattamente questi malati - dalla patologia principale o dall'ascite.

Possibili complicazioni

Se la malattia di base è grave, non risponde al trattamento conservativo o chirurgico, l'ascite complica in modo significativo la prognosi e le possibilità di salvare la vita. Dato che l'idropisia addominale in sé è una complicazione, l'ulteriore sviluppo della patologia contribuisce allo sviluppo di conseguenze potenzialmente letali:

  • blocco intestinale;
  • peritonite di natura batterica;
  • sanguinamento esteso;
  • idrotorace con insufficienza respiratoria acuta.

Le complicanze dell'ascite si sviluppano gradualmente o spontaneamente, spesso richiedono un intervento chirurgico immediato. L'aggiunta di complicanze aggrava il decorso della malattia di base e complica l'ulteriore trattamento. Sullo sfondo dell'ascite, i pazienti diventano profondamente disabili, l'aspettativa di vita diminuisce drasticamente.

Prevenzione oncologica dell'ascite

L'ascite non è una patologia indipendente, quindi le principali misure preventive dovrebbero essere mirate alla prevenzione della malattia di base. Le ragioni per lo sviluppo dell'oncologia non sono ancora state studiate, l'unica misura preventiva è la normalizzazione degli organi e del metabolismo. Si raccomanda di monitorare la salute del pancreas, del fegato, della milza e dei reni, che sono responsabili della rimozione delle tossine dal corpo..

Quante persone vivono con accumulo di liquidi nella cavità addominale sullo sfondo dell'oncologia

L'acqua nella cavità addominale con oncologia è una complicanza comune che può portare alla morte del paziente. Lo sviluppo di ascite si verifica nel 10% dei pazienti con processi maligni di varia localizzazione. Con l'accumulo di liquido nella cavità addominale sullo sfondo dell'oncologia, la prognosi della vita peggiora in modo significativo. Pertanto, le azioni dei medici mirano a prevenire tale complicazione.

Cause e meccanismo di sviluppo dell'ascite in oncologia

La cavità addominale è formata da due fogli. Parietale - rivestimento della superficie interna e viscerale - direttamente a contatto con organi localizzati nell'addome. Usando ghiandole speciali, producono una piccola quantità di liquido, che impedisce l'attrito degli organi, elimina le piccole infiammazioni.

Il liquido in eccesso viene costantemente assorbito dai tessuti. In questo caso, il segreto prodotto dalle ghiandole peritoneali viene periodicamente aggiornato. Le ragioni per lo sviluppo dell'ascite sono una violazione del deflusso di liquidi sullo sfondo delle condizioni patologiche che si verificano nel corpo.

Le principali cause di accumulo di liquidi nel peritoneo

Nel 75% dei pazienti con idropisia viene rilevata la cirrosi epatica. Inoltre, questa condizione patologica ha molti altri fattori eziologici:

  • aumento della permeabilità vascolare in presenza di infiammazione vicino a metastasi in presenza di cancro;
  • sconfitta di metastasi di vasi sanguigni o linfatici, questo porta al ristagno della linfa e alla perdita di plasma nella cavità addominale;
  • una diminuzione dell'albumina dovuta alla presenza di un tumore maligno nel fegato;
  • la produzione di essudato da neoplasie di natura benigna o maligna localizzate nel peritoneo;
  • l'insorgenza di processi oncologici negli organi coinvolti nella regolazione dell'equilibrio idrico-salino del corpo (reni, ghiandole surrenali).

Lo sviluppo di ascite dopo la chemioterapia si verifica quando il paziente ha carcinomatosi o sarcoma peritoneale. I malati di cancro con tumore dell'utero o delle ovaie, dei polmoni, dello stomaco, del pancreas spesso affrontano una complicazione simile. Tipicamente, l'accumulo di acqua nel peritoneo si verifica nelle ultime fasi della malattia in presenza di metastasi nel sistema linfatico.

Il quadro clinico nelle diverse fasi dell'oncologia

I sintomi dell'ascite dipendono dallo stadio di sviluppo della malattia di base e dalla quantità di liquido raccolta nella cavità addominale. Il principale segno di una condizione patologica è chiamato un aumento significativo del volume dell'addome. Se il paziente è in piedi, l'addome ha un aspetto cadente. Quando il paziente si sdraia, l'aspetto del peritoneo cambia in modo significativo - ricorda una rana - di fronte è piatto, gonfio dai lati. A questi sintomi si aggiunge una costante sensazione di pesantezza, affaticamento, flatulenza, eruttazione, dolore.

Secondo le recensioni dei pazienti, l'edema delle gambe appare nella fase successiva dello sviluppo dell'ascite. Inizialmente, sono presenti quando il paziente è in posizione verticale e scompaiono dopo un breve riposo. Dopo un po 'di tempo, l'edema rimane costantemente sul corpo, indipendentemente dalla postura del paziente. Tuttavia, tendono a salire.

Successivamente, il gonfiore appare nella regione delle gambe, delle ginocchia, dei fianchi e del perineo. In questa fase dello sviluppo della malattia, i pazienti con oncologia si trovano in condizioni insoddisfacenti. Molto spesso, si tratta di pazienti costretti a letto. Il gonfiore si diffonde ai genitali, che è accompagnato dallo sviluppo di ernie inguinali.

A seconda della quantità di liquido accumulato nella cavità addominale, l'ascite è generalmente suddivisa nei seguenti gradi:

  1. Il volume massimo di acqua è di 3 litri. L'ascite può essere rilevata solo con un'ecografia..
  2. Il volume del fluido può aumentare a 20 litri. Non è accompagnato da segni di deterioramento del movimento del diaframma, non c'è allungamento eccessivo dei tessuti dell'addome.
  3. Il volume di liquido nell'addome supera i 20 litri. Il paziente ha difficoltà a muoversi, mentre dorme, è costretto dalla sua parte.

Sullo sfondo della progressione dell'ascite, il paziente ha problemi respiratori. La sindrome del dolore diventa più pronunciata ed è localizzata in diverse parti dell'addome..

Diagnostica

Stabilire il fatto della presenza di ascite e prescrivere un trattamento può essere un medico che è coinvolto nel trattamento del cancro sottostante. Esamina costantemente il paziente, lo pesa per identificare prontamente impennate improvvise in massa. Lo studio viene eseguito dopo la chemioterapia, prima di ogni fase del trattamento. Per effettuare una diagnosi accurata, vengono utilizzati metodi strumentali speciali:

  • ultrasuono Consente di identificare l'accumulo di liquido in un volume di 200 ml. Parallelamente, è possibile controllare l'efficacia del trattamento.
  • Radiografia del sondaggio, tomografia. Un metodo diagnostico informativo che richiede una preparazione speciale per la procedura.
  • Laparocentesis La parete addominale viene perforata, seguita dal pompaggio di acqua accumulata per svolgere la sua ricerca. La procedura consente di rimuovere il liquido e determinarne la composizione, la quantità.

La diagnosi di ascite può essere effettuata senza l'uso di attrezzature speciali e procedure complesse. Un medico esperto è in grado di determinare l'accumulo di liquido nell'addome usando percussioni e palpazione. Con questo metodo, l'ascite può essere rilevata se la quantità di acqua supera 1,5-2 l.

terapie

In oncologia, l'ascite viene trattata indipendentemente dallo stadio del suo sviluppo. Questa condizione riduce l'efficacia del trattamento dei tumori maligni e peggiora la prognosi per il paziente..

Con un leggero aumento della quantità di liquido nello stomaco, al paziente viene prescritta una dieta speciale. La nutrizione con ascite comporta una riduzione massima del sale. La dieta di una persona malata dovrebbe contenere cibi ricchi di proteine ​​e potassio. Il cibo dietetico implica la presenza nel menu di carne magra bollita, pesce, patate al forno, ricotta, spinaci, carote, composta di frutta secca.

In presenza di una grande quantità di liquido nello stomaco, vengono prescritti diuretici (Veroshpiron, Diakarb). La dose e il regime posologico sono calcolati individualmente, tenendo conto delle condizioni del paziente. Sullo sfondo del trattamento, si presume che non più di 500 ml di liquido lascino il corpo del paziente durante il giorno. Altrimenti, aumenta la probabilità di un aumento dei segni di intossicazione del corpo.

Con un rapido aumento del volume del fluido nella cavità addominale, il trattamento farmacologico è inefficace. In questo caso, viene indicata un'operazione speciale: laparocentesi. Per rimuovere il liquido in eccesso in anestesia locale, viene eseguita una puntura nella parete addominale appena sotto l'ombelico, dopo di che viene pompato per gravità. In una procedura, puoi sbarazzarti di 10 litri di acqua. Se il volume del fluido è maggiore, la laparocentesi viene ripetuta dopo alcuni giorni..

Alcuni esperti consigliano di trattare l'ascite con rimedi popolari. I medici consentono l'uso di erbe medicinali diuretiche: cardo mariano, germogli di betulla, salvia, origano e altri. Ma queste piante dovrebbero essere usate con cautela dopo aver consultato uno specialista.

Possibili complicazioni e conseguenze

In assenza di un trattamento adeguato e tempestivo dell'ascite, possono svilupparsi le seguenti complicanze:

  • peritonite batterica (infiammazione acuta del peritoneo);
  • sanguinamento emorroidario;
  • ernie con possibile pizzicamento (inguinale, linea bianca dell'addome, ombelicale);
  • pleurite;
  • scompenso cardiaco;
  • blocco intestinale.

C'è un'alta probabilità di sviluppare la sindrome epatorenale. È accompagnato da grave insufficienza renale in assenza di danno organico agli organi..

Misure preventive e prognosi

La prevenzione dell'ascite in oncologia è un atteggiamento attento alla loro salute da parte dei pazienti. Quando rileva processi maligni nel corpo, il paziente deve aderire a tutte le raccomandazioni del medico e informarlo tempestivamente dei minimi cambiamenti nella salute. Il paziente deve sottoporsi a test di routine e non trascurare il trattamento prescritto..

Il divieto include tutte le cattive abitudini: alcol, fumo. I pazienti con tumori maligni devono essere riappesi ogni giorno e controllare il peso corporeo. Con un rapido aumento, si può sospettare lo sviluppo di edema o ascite, che richiede cure mediche immediate.

L'aspettativa di vita in oncologia e ascite per la metà dei pazienti non supera i 2 anni. Molti pazienti affrontano una prognosi più confortante. La durata della vita più lunga è possibile nei pazienti in cui il cancro viene rilevato nelle prime fasi..

La prognosi per tumori maligni e ascite dipende da molti fattori:

  • età del paziente;
  • la presenza di metastasi;
  • volume del fluido nella cavità addominale;
  • la presenza di malattie croniche concomitanti.

I pazienti oncologici possono vivere più a lungo se per il trattamento sono stati utilizzati metodi efficaci in combinazione con le azioni professionali dei medici. Il risultato del trattamento del cancro complicato da ascite dipende anche dalla posizione del tumore maligno..