Anticorpi contro il virus dell'epatite C nel sangue: una trascrizione dell'analisi positiva e negativa

L'infezione da HCV si sta ora diffondendo epidemicamente. Se in precedenza la malattia era considerata un problema di alcune categorie socialmente svantaggiate della popolazione (tossicodipendenti, donne e uomini che forniscono / usano servizi sessuali), ora puoi infettarti durante le manipolazioni estetiche, nell'ufficio del dentista, ecc. Pertanto, la diagnosi precoce del virus, compresa l'analisi degli anticorpi contro l'epatite C, sta diventando sempre più clinica.

La patologia è pericolosa per un corso nascosto. Con uno dei genotipi più comuni di HCV - 1b, la malattia si trasforma rapidamente in una forma cronica, senza mostrare sintomi specifici. Solo una piccola parte dei pazienti manifesta sindrome astenica, intolleranza allo sforzo fisico e, eventualmente, un aumento periodico della temperatura al numero di subfebrili. Spesso, tali sintomi sono attribuiti al superlavoro o alla SARS.

I medici spesso incontrano casi in cui vengono rilevati risultati positivi ai test dei virus durante lo screening profilattico (ad esempio, nella fase di preparazione alla gravidanza o alla registrazione in una clinica prenatale, preparazione di documenti medici, ecc.).

Le moderne tecnologie possono rilevare l'epatite C nelle prime fasi, poche settimane dopo l'infezione. Ciò migliora la prognosi dello sviluppo della malattia, previene i danni ai tessuti del fegato e degli organi interni.

Gli esperti raccomandano di verificare regolarmente la presenza di HCV. Puoi eseguire i test necessari nella direzione del terapeuta o in qualsiasi laboratorio privato. Uno degli studi proposti è ELISA - saggio di immunoassorbimento enzimatico, il cui compito è identificare anticorpi specifici (anticorpi) contro il virus dell'epatite C. Questo test è altamente sensibile e funge da base per ulteriori misure diagnostiche.

Quali sono gli anticorpi contro l'epatite C nel sangue?

Per comprendere la questione di cosa significhi, anticorpi contro il virus dell'epatite C, dovremmo soffermarci brevemente sul meccanismo di formazione della risposta immunitaria. Questi sono composti della struttura proteica che, quando un agente patogeno entra nel corpo, vengono prodotti sulla superficie di un certo tipo di linfocita ed entrano nella circolazione sistemica. La funzione principale degli anticorpi è legarsi al virus, impedendo l'ingresso nella cellula e la successiva replicazione.

Sono stati trovati cinque gruppi di anticorpi nell'uomo (sono anche chiamati immunoglobuline - Ig):

  • tipo A - vengono prodotti poco dopo l'infezione e scompaiono gradualmente man mano che la flora patogena viene eliminata (a seguito di attività immunitaria o terapia appropriata);
  • tipo M - sono assegnati nella fase acuta del decorso dell'infezione, sono anche rilevati con l'attivazione del processo patologico cronico;
  • tipo G - costituiscono oltre il 70% della massa totale di immunoglobuline umane, "responsabili" della formazione di una risposta immunitaria secondaria;
  • tipo D - rivelato relativamente di recente, le funzioni non sono state studiate;
  • tipo E - viene rilasciato quando si sviluppa una reazione allergica in risposta a un irritante specifico (allergene).

La presenza di anticorpi di classe M e G svolge un ruolo decisivo nella diagnosi di epatite C. Un ELISA positivo non significa una diagnosi al 100% di epatite C. La determinazione degli anticorpi totali (M + G) è la fase iniziale del processo diagnostico. Inoltre, per confermare l'infezione, la presenza e il livello effettivo di RNA dell'HCV sono controllati mediante reazione a catena della polimerasi (PCR).

Sulla base dei risultati dell'ELISA, il medico può determinare se la persona è portatrice del virus o se la malattia sta progredendo e richiede un trattamento immediato. I casi di autorigenerazione e l'assenza di danni al fegato sono il risultato del pieno funzionamento del sistema immunitario e della produzione attiva di anticorpi che bloccano lo sviluppo di un'infezione virale. In questo caso, ci sono anticorpi contro l'epatite C e la PCR è negativa.

Un'immagine simile si nota se si trovano anticorpi nel bambino. Questo di solito accade se la donna incinta è stata infettata dal virus o ha ricevuto una terapia adeguata prima del concepimento. Fatte salve le necessarie misure preventive e protezione contro le infezioni, gli anticorpi scompaiono tra 12-18 mesi.

Tipi di anticorpi

Nella pratica clinica, di tutte le varietà di immunoglobuline nell'uomo, solo due specie sono importanti: IgM e IgG. I primi vengono prodotti attivamente poco dopo che l'agente patogeno penetra nelle cellule del corpo, i secondi indicano un decorso prolungato e cronico della malattia.

Tuttavia, i moderni metodi diagnostici hanno permesso di espandere lo spettro di anticorpi determinati da ELISA:

IgG anti-HCVUn risultato positivo indica un decorso cronico della malattia, con PCR negativa, è possibile l'autoguarigione
Core-Ag HCVIl nucleo fa parte della struttura del genoma dell'HCV. La comparsa di anticorpi indica un'infezione recente e un decorso acuto dell'infezione.
Totale anti-HCVIndica il livello totale di anticorpi nel corpo umano. Un risultato positivo viene mantenuto per tutta la vita, indipendentemente dalla risposta al trattamento
Anti-HCVNS (3, 4, 5)Ti permette di determinare lo stadio e la gravità della patologia. AT a NS3 rilevato immediatamente dopo l'infezione. Da AT a NS4 indica la gravità della funzionalità epatica compromessa. AT a NS 5 mostra un decorso cronico e persistente

Di questi studi, in pratica, ne vengono effettivamente utilizzati solo tre: IgG anti-HCV, Core Ag (antigene) e Anti-HCV totale. L'ultima analisi per gli anticorpi verso le proteine ​​strutturali è finanziariamente costosa, pertanto è prescritta solo in casi critici (ad esempio, resistenza inspiegabile alla terapia, recidiva, ecc.).

Per quanto tempo possono essere rilevati gli anticorpi?

Il processo di produzione di anticorpi in concentrazioni significative in media richiede diverse settimane. Tuttavia, a seconda di quale marker viene rilevato, è possibile determinare lo stadio e la gravità dell'infezione da HCV.

I tempi stimati di rilevazione degli anticorpi sono presentati nella tabella:

Tipo di esame sierologicoELISA stimato
Generale anti - HCV4-6 settimane dopo l'infezione
Core-Ag HCVPuò essere determinato entro pochi giorni dall'infezione (con elevata sensibilità dei sistemi di test). Tuttavia, questa tecnica non è diffusa a causa dell'elevato costo. Più spesso eseguito in combinazione con il rilevamento dell'epatite C IgG
IgG anti-HCV9-12 settimane dopo che il virus è entrato nel corpo
Anticorpi contro proteine ​​strutturaliÈ possibile identificare in seguito tutti gli AT in sospeso

Un test che coinvolge il rilevamento di anticorpi dell'epatite C viene eseguito meglio come indicato da un medico. A differenza della PCR di alta qualità, i cui risultati indicano una conclusione inequivocabile - indipendentemente dal fatto che l'HCV venga rilevato nel corpo o meno, solo uno specialista può decrittografare i dati sierologici professionali.

A seconda di quando compaiono determinati anticorpi, il medico seleziona il regime di trattamento ottimale. Le forme di patologia resistenti e croniche spesso richiedono non solo l'uso di una combinazione di moderni farmaci antivirali, ma anche lo scopo aggiuntivo della ribavirina ad azione prolungata e / o dell'interferone (PEG-IFN).

PCR ed ELISA: passaggi per la diagnosi di un virus

Attualmente, ci sono due metodi principali per rilevare l'infezione da HCV:

  • test sierologici (ELISA) - la rilevazione di anticorpi specifici per HCV (anti-hcv);
  • studi biologici molecolari che rilevano virus RNA (PCR qualitativa e quantitativa, genotipizzazione).

La doppia diagnosi elimina il rischio di un falso positivo, nonché di una reazione falsa negativa. Quando rileva anti-hcv usando ELISA, il medico raccomanda uno studio di PCR (prima qualitativo, poi quantitativo).

Ma a volte i risultati dell'esame sono contraddittori e la risposta alla domanda, che cosa significa, vengono rilevati anticorpi contro l'epatite C e la PCR è negativa, dipende da una serie di fattori.

Il metodo per decodificare i risultati di PCR ed ELISA è mostrato nella tabella.

Dati RNA anti-HCV e HCVPresunta diagnosi
+/+Fase acuta o cronica di HCV (richiede una diagnosi aggiuntiva)
+/-Il decorso acuto di HCV, quando si è verificato il rilascio di anticorpi, ma l'RNA del virus nel sangue non viene rilevato. Gli stessi risultati sono possibili nel periodo successivo all'epatite acuta C
-/+
  • Periodo iniziale dopo l'infezione;
  • epatite cronica C sullo sfondo dell'immunodeficienza;
  • risultato PCR falso positivo.
-/-Mancanza di epatite C

Rilevazione dell'antigene dell'epatite

La diagnosi iniziale di laboratorio dell'HCV inizia con la determinazione del principale marker di infezione: gli anticorpi contro gli antigeni del virus dell'epatite C. Cominciano ad apparire quasi immediatamente dopo l'infezione, ma vengono rilevati in concentrazioni terapeuticamente significative dopo alcune settimane. La presenza di anticorpi indica un virus trasferito o corrente (con un risultato positivo di PCR).

ELISA viene eseguito utilizzando sistemi di test moderni, altamente sensibili, ma allo stesso tempo economicamente convenienti di seconda e terza generazione. Tali kit di reagenti si basano sulla cattura di specifici anticorpi HCV da parte delle proteine ​​ricombinanti e quindi sulla determinazione di anticorpi secondari contro IgG o IgM. Questi anticorpi sono etichettati con enzimi che catalizzano la reazione..

I sistemi di test ELISA di seconda generazione, oltre a rilevare importanti anticorpi, sono in grado di rilevare anticorpi contro epitopi ottenuti dalla regione centrale e proteine ​​non strutturali (NS3, NS4). Pertanto, si ottiene un'alta sensibilità dello studio e una bassa probabilità di risultati falsi. Con questi test, l'HCV può essere rilevato 2,5 mesi dopo l'infezione..

I sistemi ELISA di III generazione sono sviluppati sulla base dell'antigene della proteina strutturale NS5 e dell'epitopo altamente immunogenico NS3. Questa tecnica può ridurre significativamente il tempo che il virus entra nel corpo per produrre anticorpi.

Il rilevamento di IgM non è sufficiente per rilevare HCV acuto o cronico, poiché in alcuni pazienti con un lungo decorso della malattia vengono prodotte regolarmente IgM, ma allo stesso tempo non tutti i pazienti "rispondono" alla forma acuta della malattia mediante il rilascio di IgM.

La probabilità di risultati falsi positivi (successivamente, la scomparsa degli anticorpi) aumenta con:

  • gravidanza
  • patologie autoimmuni;
  • test reumatici positivi, ecc..

La possibilità di risultati falsi negativi è presente con:

  • emodialisi regolare;
  • HIV
  • lesioni maligne ematopoietiche.

Si ritiene che in caso di infezione da HCV, ELISA da solo non sia sufficiente, poiché gli anticorpi non compaiono immediatamente. Inoltre, c'è sempre la possibilità di risultati falsi. Pertanto, nella diagnosi di epatite C è obbligatorio condurre ulteriori PCR qualitative e quantitative.

Vettore HCV

Alcuni epatologi ritengono che non esista un termine come "portatore di HCV", o che la persona sia malata di epatite C oppure no. A volte viene fatta una diagnosi simile quando vengono rilevati anticorpi contro l'HCV nel sangue, ma un risultato negativo della PCR.

Una situazione simile è possibile in diversi casi:

  • contatto prenatale con il virus, gli anticorpi nel sangue del bambino durano fino a 1,5–3 anni, quindi si noti che sono semplicemente scomparsi;
  • HCV acuto acuto, che scompare senza sintomi o procede con un quadro clinico variabile.

In ogni caso, questo problema richiede una costante supervisione medica. PCR obbligatoria, si ripete regolarmente (ogni pochi mesi) e altre misure diagnostiche. È inoltre necessario escludere condizioni che aumentano il rischio di un ELISA falso positivo.

Perché gli anticorpi rimangono dopo il trattamento

Quando si eseguono test di controllo dopo la fine della terapia antivirale, molti pazienti sono interessati alla domanda su quando gli anticorpi scompaiono e se gli anticorpi rimangono a lungo dopo il trattamento per l'epatite C. I medici avvertono che le IgG possono circolare nel sangue per diversi anni, ma il loro livello dovrebbe gradualmente diminuire.

Quando si esegue un test ELISA per identificare gli anticorpi totali, è anche possibile un risultato positivo. Ma in questo caso, è necessario differenziare IgG e IgM. Il rilevamento di quest'ultimo parla a favore di una ricaduta della malattia e richiede un avvio urgente di un corso aggiuntivo di trattamento farmacologico dell'infezione rimanente nel corpo.

Le IgG rimangono normali dopo il trattamento per l'epatite C.

Anticorpi totali

L'analisi degli anticorpi totali contro il virus dell'epatite C rivela il numero totale di immunoglobuline senza la loro differenziazione - IgG + IgM. In spazi di laboratorio, questo studio è spesso chiamato totale anti-HCV. Un risultato negativo indica l'assenza della malattia (ad eccezione dei singoli casi). Un risultato positivo richiede un'ulteriore diagnosi..

Al paziente viene prescritto:

  • PCR (prima qualitativa, poi quantitativa);
  • sierodiagnostica differenziata (analisi per rilevare separatamente i titoli di IgG e IgM);
  • esame ecografico del fegato;
  • test del fegato;
  • analisi per malattie concomitanti (HIV, patologie autoimmuni, emopoiesi e disturbi della funzione immunitaria).

Il medico effettua la diagnosi finale solo dopo aver ricevuto tutti i risultati. Presta attenzione anche all'anamnesi. La terapia antivirale è obbligatoria solo dopo una conferma affidabile della presenza del virus nel sangue.

Se la determinazione totale degli anticorpi anti-HCV non rientra nelle norme generalmente accettate, viene indicato un ulteriore esame. L'inizio del trattamento senza ulteriori studi è controindicato.

Decodifica del risultato dell'analisi

Di norma, nella forma per l'analisi degli anticorpi contro il virus dell'epatite C, vengono forniti i risultati e la norma dei parametri. Con alcuni tipi di studi, scrivono il titolo AT.

Dati di analisiCondizione paziente stimata
Totale positivo anti-HCV (titolo)
  • la presenza di infezione in forma acuta o cronica;
  • effetti residui dopo il trattamento;
  • ricaduta
  • Trasporto di HCV (nei bambini di età inferiore a 3 anni);
  • risultato falso positivo.
Totale negativo anti-HCV
  • la persona è sana;
  • falso negativo.
IgM rilevate (titolo), IgG negativeInsorgenza dell'infezione (infezione recente)
Rilevazione di IgG (titolo), IgM negativo
  • decorso cronico dell'infezione;
  • autorigenerazione dopo una forma acuta della malattia;
  • conseguenze del corso terapeutico antivirale (c'è una tendenza al ribasso).
Identificato e IgG e IgMRecidiva di una malattia cronica

La decifrazione dell'ELISA deve essere eseguita esclusivamente da un medico. L'automedicazione in base ai risultati di uno o più studi è controindicata.

Pazienti a rischio

Un esame sierologico regolare per identificare i marcatori dell'epatite C è necessario per una determinata categoria di persone:

  • dipendenti di istituti medici;
  • con diagnosi di HIV;
  • durante la preparazione e durante la gravidanza;
  • dopo il rapporto con un portatore di virus;
  • pazienti con patologie del sangue oncologiche;
  • con illeggibilità nei contatti sessuali.

Anche a rischio sono le persone che sono dipendenti dall'iniezione di droghe, che sono in costante contatto con il corriere del virus (ad esempio, un marito / moglie è malato di HCV). Ma gli epatologi attirano l'attenzione dei pazienti sulla possibilità di falsi indicatori di ricerca, che richiedono una diagnosi completa.

Anticorpi HCV rilevati: cosa significa?

L'epatite virale C rimane oggi una delle malattie più pericolose. Questa malattia, soprannominata il "killer silenzioso", è spesso caratterizzata da un decorso cronico. Ciò significa che la condizione dolorosa non si manifesta in alcun modo e il paziente potrebbe anche non essere consapevole della sua situazione pericolosa. Il fegato viene rapidamente distrutto e le condizioni del paziente diventano critiche.

Spesso, l'HCV viene rilevato solo durante i test. Ma se vengono rilevati anticorpi anti-HCV, cosa significa? Questo significa che si è verificata un'infezione? Esistono anticorpi falsi positivi per l'epatite C? Troverai le risposte a tutte queste domande nel nostro articolo..

Che cosa sono gli anticorpi dell'epatite C??

Dopo che microrganismi e virus estranei entrano nel corpo umano, il sistema immunitario inizia a produrre speciali enzimi proteici: le immunoglobuline. La comparsa di specifiche frazioni della proteina indica una risposta immunitaria a stimoli esterni. Sono queste frazioni che sono antagonisti in relazione agli antigeni patogeni. La loro presenza è un marker di infezione da un virus specifico..

Ma gli anticorpi dell'epatite C: che cos'è? Queste sono immunoglobuline che sono specificamente opposte agli antigeni dell'HCV. Gli anticorpi dell'epatite B (anticorpi anti-HCV) sono presenti nel sangue del paziente. Ecco perché il metodo principale per diagnosticare l'epatovirus è la consegna di campioni di sangue per un esame specifico. I risultati dei test vengono decifrati dai dipendenti dei laboratori medici e dall'epatologo presente.

Quali sono gli anticorpi positivi per l'epatite C??

Un test positivo per gli anticorpi dell'epatite C in molti pazienti provoca panico. Sembra che la terribile diagnosi sia già stata confermata e che li attenda un trattamento a lungo termine con potenti farmaci. Tuttavia, questo non è sempre il caso..

Se il risultato del test anticorpale per l'epatite C è positivo, cosa significa? Il risultato della decodifica dipende da quali gruppi particolari di immunoglobuline sono stati trovati:

  • Le IgG anti - HVC - sono tra le prime a contrarre l'epatovirus. Frazioni proteiche che indicano infezione del paziente;
  • Le IgM anti-HCV core sono il secondo tipo di anticorpo dell'epatite C che indica un'infezione nelle fasi iniziali. Viene immagazzinato nel sangue fino a quando il paziente non guarisce completamente;
  • Proteina NS3 - AT a HCV, la cui presenza nel plasma del fluido principale del corpo umano indica una possibile transizione della forma acuta della malattia in una cronica;
  • Le frazioni proteiche NS4 e NS5 sono composti che indicano lo sviluppo di gravi complicanze della malattia attuale. Tale può essere fibrosi, cirrosi epatica e persino un tumore oncologico.

Se il test anticorpale per l'epatite C è positivo, questa non è una frase. Di solito per una diagnosi non ambigua, vengono eseguiti ulteriori esami.

Nel caso opposto, sorge la domanda: se non vengono rilevati anticorpi contro il virus dell'epatite C, cosa significa? Sfortunatamente, ciò non garantisce l'assenza di epatovirus nel sangue. Forse la concentrazione dell'agente patogeno è così bassa che al momento è semplicemente impossibile da rilevare.

Cosa fare se gli anticorpi dell'epatite C sono positivi?

Dopo aver ricevuto un documento con i risultati dei test a portata di mano, i pazienti potrebbero chiedersi: "Sono stati rilevati anticorpi contro l'epatite C, che cos'è e cosa devo fare ora?" La cosa più corretta che può fare in una situazione del genere è consultare un medico esperto.

Molto probabilmente, l'epatologo fornirà indicazioni per ulteriori esami. Questi sono:

  • Un'ulteriore analisi del sangue venoso del paziente per determinare il genotipo del virus;
  • Esame ecografico (ultrasuono) di un organo danneggiato da una malattia al fine di ottenere il quadro più dettagliato dell'entità del danno epatico da parte del virus.

Tutti questi esami sono necessari per sviluppare un meccanismo futuro per il trattamento dell'epatovirus e un regime terapeutico adeguato. Inoltre, la durata del corso di trattamento e quali farmaci verranno utilizzati in questo dipendono direttamente dai risultati del test.

Regimi di trattamento per epatovirus

Se non c'è dubbio in presenza di una diagnosi come l'HCV, al paziente viene assegnato un determinato regime di trattamento, che dipende dai seguenti fattori:

  • Età del paziente (ad esempio, i farmaci antivirali non sono raccomandati per i bambini di età inferiore ai 12 anni);
  • Le condizioni generali del corpo del paziente, la presenza di altre malattie croniche;
  • Il decorso della malattia, la presenza di complicanze.

Fino a poco tempo fa veniva usato solo un regime di trattamento con epatovirus: la ribavirina in combinazione con l'interferone alfa. Questo metodo ha molti svantaggi, inclusi molti effetti collaterali gravi e scarsa efficacia. Inoltre, a causa della durata della terapia può verificarsi insufficienza renale e l'associazione di farmaci influisce negativamente sulla biochimica del sangue. Se la conta dei globuli bianchi aumenta bruscamente, il trattamento deve essere sospeso.

Lo schema di Interferone + Ribavirina è notevolmente obsoleto e viene utilizzato solo nei casi in cui non è consentito il trattamento con altri farmaci. Molto spesso, nel trattamento di una malattia virale del tipo in questione, vengono utilizzati innovativi farmaci antivirali di fabbricazione indiana basati sulla formulazione americana originale.

Nei moderni regimi di trattamento antivirale, sono sempre presenti Sofosbuvir, un inibitore dell'RNA polimerasi virale e una sostanza che inibisce la proteina patogena NS5A, a seconda del genotipo HCV:

  • Ledipasvir - con 1, 4, 5 e 6 genotipi di epatovirus;
  • Daclatasvir - utilizzato per 1, 2, 3 e 4 genotipi. Più efficace nella terapia gen 3;
  • Velpatasvir è una sostanza universale utilizzata nel trattamento di tutti i genotipi patogeni.

Il corso del trattamento dipende dalla gravità della malattia. Se il decorso della malattia è standard, il corso terapeutico dura non più di 12 settimane. Con la terapia ripetuta, nonché in presenza di gravi complicanze, può essere prescritto un regime terapeutico di 24 settimane. In questo caso, Ribavirin e vari epatoprotettori possono essere aggiunti ai farmaci principali..

Si verificano falsi positivi?

Quando si riceve un risultato del test di immunoglobulina positivo, si dovrebbe anche tenere conto del fatto che il risultato può essere falso positivo. Un fenomeno simile si osserva nei seguenti casi:

  • Gravidanza in qualsiasi momento a causa di disfunzioni immunitarie caratteristiche di un determinato periodo della vita di una donna;
  • La formazione di neoplasie maligne e benigne nel fegato e in altri organi del paziente;
  • Inibizione della funzionalità epatica con una significativa riduzione di AcT e Alt;
  • La presenza di altre infezioni virali (ad esempio infezione da HIV);
  • Trattamento con farmaci dai gruppi di interferoni e immunosoppressori;
  • Preparazione errata per i test per la rilevazione degli anticorpi dell'epatite C nel sangue.

Pertanto, se i marker proteici per l'HCV sono positivi, ciò non significa sempre che la persona sia malata di HCV. Per confermare la diagnosi, è necessario sostenere una serie di esami aggiuntivi..

Quale analisi dovrebbe essere testata per gli anticorpi dell'epatite?

Quindi, la risposta alla domanda "Anticorpi contro l'epatite C - cosa significa?" già trovato. Ma quale tipo di analisi dovrebbe essere presa per scoprire la presenza o l'assenza di questi marcatori di malattia? Al momento, l'esame più obiettivo è la PCR. Lo studio del campione di sangue di un paziente viene eseguito su apparecchiature specifiche in laboratorio. La PCR comprende 2 metodi per lo studio di campioni di fluidi biologici:

  • Qualitativo: consente di identificare la presenza o l'assenza di immunoglobuline di vario tipo. In questo caso, se vengono rilevati anticorpi HCV, nella maggior parte dei casi possiamo parlare di infezione di questa persona con epatovirus;
  • Quantitativo: un test che consente di scoprire il livello di carica virale sul corpo del paziente. Questo test viene eseguito se è già stato rilevato un agente patogeno..

L'analisi per i marcatori proteici dell'epatovirus richiede il rispetto di sfumature speciali, in particolare:

  • Rifiuto completo di alimenti grassi e con sovraccarico di fegato 24 ore prima dell'esame;
  • L'astinenza da alcol e tabacco usa il giorno prima del test;
  • 8 ore prima di apparire in laboratorio non devono mangiare;
  • Il momento migliore per prelevare campioni di sangue è alle 8 del mattino..

Lo svantaggio dell'analisi PCR per gli anticorpi anti-HCV è l'incapacità di determinare immunoglobuline a una carica virale troppo bassa. Ma se non vengono rilevati anticorpi contro il virus dell'epatite C, cosa significa? Ciò può significare che la persona è completamente in salute. Tuttavia, la mancanza di un risultato del test per marcatori proteici di HCV positivi non significa l'assenza di un agente patogeno nel corpo. Forse la sua concentrazione è troppo bassa, che è spesso osservata nelle fasi iniziali della malattia o nel decorso cronico della malattia.

I marker HCV sono rilevabili dopo la terapia??

I moderni metodi di trattamento dell'HCV sono molto efficaci. Ma se, dopo un ciclo completo di terapia, nel sangue vengono rilevati anticorpi contro l'epatite C, cosa può significare? Non sempre la presenza di immunoglobuline indica l'inutilità delle manipolazioni terapeutiche.

Dopo un ciclo farmacologico in un paziente, gli anticorpi dell'epatite C di tipo IgG sono normali nel sangue. Questi marker di malattia possono rimanere nel corpo del paziente per diversi anni. Inoltre, ogni caso è individuale. Il paziente deve eseguire regolarmente un esame del sangue e monitorare la quantità di immunoglobuline. Se le IgM anti-HCV core non compaiono e il livello di IgG anti-HCV core inizia a diminuire gradualmente, la malattia può essere considerata sconfitta..

Ma se è trascorso molto tempo nel corso della terapia e il risultato del test per gli anticorpi per l'epatite C è positivo, cosa significa? In questo caso, la probabilità di un ritorno della ricaduta della malattia è alta.

Epatite C nei bambini: segni, trattamento, complicanze e prevenzione

Epatite C nei bambini - una malattia infettiva di eziologia virale con un meccanismo di trasmissione del patogeno a contatto con il sangue, caratterizzato da danno epatico.

Si manifesta in due forme cliniche: acuta a sei mesi e cronica per più di 6 mesi. In Russia, l'epatite C acuta è rara nei bambini (per 100.000-0,55 episodi). La maggior parte dei casi riguarda neonati che sono stati infettati perinatalmente. Il virus è estremamente variabile, quindi lascia costantemente la sorveglianza immunitaria dell'organismo infetto. Ha un effetto citopatico diretto sugli epatociti. Le varianti tipiche (itteriche) e atipiche (anicteriche) del decorso sono spesso accompagnate da sintomi cancellati di epatite C nei bambini.

Cosa imparerò? Il contenuto dell'articolo.

Cause di epatite C nei bambini

L'infezione è indicata come antroponosi. La fonte è una persona malata con epatite acuta o cronica C..

I meccanismi di infezione includono:

1. Naturale (dalla madre al feto). È raro, poiché la trasmissione del virus durante la gravidanza e il parto è minima (non più del 5%).

Importante! L'allattamento al seno non aumenta il rischio di infezione. (Epatologo D.M.T.M. Ignatova, 2009).

2. Contatti (inosservanza dell'igiene personale). Le infezioni nella vita quotidiana sono improbabili anche se si seguono le regole per l'uso individuale di oggetti che violano l'integrità della pelle (accessori per manicure, rasoi, spazzolini da denti).

3. Artificiale. L'infezione si verifica più spesso con interventi parenterali (chirurgia, iniezione, trapianto di organi). Secondo studi americani, il 68-70% dei bambini era infetto da trasfusioni di componenti del sangue. I gruppi ad alto rischio includono tossicodipendenti che usano siringhe non sterili per uso endovenoso di droghe..

Sintomi dell'epatite C nei bambini

Dopo che il virus è entrato nel corpo, inizia un periodo di incubazione, che può durare da 6 a 26 settimane. I primi segni di infezione possono comparire entro un mese. Inoltre, si sviluppa un'infezione acuta da HCV, che nell'80% dei bambini procede in una versione anicterica senza clinica, quindi spesso non viene riconosciuta. Per il 15-20%, termina con il recupero e nell'80–85% diventa cronico.

La fase acuta nei bambini procede in forma moderata. Prima della comparsa dell'ittero, predomina la sindrome aseno-gadgetativa. Spesso si uniscono disturbi dispeptici, dolore nell'ipocondrio destro. Il periodo itterico è più semplice ed è caratterizzato da debolezza, vertigini, disagio nell'addome. Dopo l'ittero, il processo è spesso cronico..

Gli studi hanno descritto 3 varianti cliniche del decorso cronico dell'infezione:

  • manifestazione pronunciata di epatite C nei bambini con sintomi vividi e un alto livello di viremia;
  • trasporto asintomatico con un basso livello di viremia;
  • recupero (raro).

Attenzione! L'epatite C in un bambino non è una controindicazione alla visita di strutture per l'infanzia, alla piscina o alla pratica di vari sport.

Le principali sindromi infantili:

  • astenico (debolezza, affaticamento, sonnolenza);
  • intossicazione (febbre, malessere);
  • dispeptico (nausea, talvolta vomito, amarezza e secchezza delle fauci, costipazione);
  • emorragico (emorragia sottocutanea, gengive sanguinanti, sangue dal naso);
  • dolore (dolore addominale, artralgia delle grandi articolazioni);
  • itterico (subikterichny sclera e pelle).

Una caratteristica importante dell'epatite C nell'infanzia sono le lesioni extraepatiche, che si manifestano con le seguenti malattie:

  • glomerulonefrite,
  • uveite,
  • keratinitis,
  • vasculite sistemica,
  • encefalopatia.

Diagnostica

La valutazione di studi clinici, epidemiologici, biochimici e di altro tipo aiuta a riconoscere l'infezione..

Utilizzando la PCR, l'RNA virale può essere rilevato nei primi giorni dopo l'infezione (prima che appaiano gli anticorpi). Questo è il primo modo per rilevare il virus dell'epatite C, che consente di determinare il genotipo e il livello di viremia. L'ulteriore sviluppo della malattia dipende dal genotipo. La virusemia influisce sul grado di contagio del paziente.

I sistemi di test ELISA di terza generazione rilevano marcatori di epatite C - anti-HCV nel sangue in quasi il 100% dei casi. Un risultato positivo può rivelarsi falso (specialmente con patologie autoimmuni, immunodeficienze, oncologia), pertanto è necessaria la conferma mediante PCR.

Nelle analisi del siero del sangue, viene rilevato un aumento di ALT e AST, un aumento della bilirubina, disproteinemia, una diminuzione dell'indice di protrombina.

Per selezionare un trattamento efficace per l'epatite C cronica nei bambini, viene utilizzata una biopsia epatica. Viene effettuato per stabilire il grado di necrosi e alterazioni infiammatorie nel tessuto epatico. Anche per determinare la prevalenza della fibrosi, per stabilire lo stadio della malattia.

L'infezione da HCV richiede una differenziazione con altre epatiti e patologie in cui gli epatociti sono interessati.

Condizioni per confermare l'infezione del bambino dalla madre:

  • il genotipo del virus coincide con la madre;
  • gli anticorpi vengono immagazzinati nel sangue del bambino per più di 18 mesi dal momento della nascita;
  • ottenere almeno 2 risultati PCR positivi prima dei sei mesi.

Trattamento

Il ricovero in ospedale è necessario quando viene rilevata l'epatite acuta Dieta risparmiante, tabella n. 5.

La terapia antivirale ha lo scopo di prevenire la transizione della malattia in una forma cronica. Nei bambini con epatite C, l'obiettivo del trattamento è ottenere una risposta virologica stabile (SVR). Implica l'impossibilità di determinare l'RNA virale nel sangue usando la PCR altamente sensibile dopo il completamento della terapia.

Ogni bambino viene selezionato un regime di dosaggio individuale. La monoterapia è rappresentata dagli interferoni, che sono altamente efficaci..

Per i bambini, è preferibile utilizzare forme pegilate che hanno una frequenza di somministrazione inferiore. Il trattamento dura 24 settimane e se non è stato possibile raggiungere la SVR, viene prescritto un secondo ciclo di farmaci. Quando raggiunge l'età di sette anni, è possibile una combinazione con ribavirina, specialmente con difficoltà nella diagnosi differenziale tra forma acuta e cronica.

Riferimento! Il trattamento dei bambini di età inferiore a un anno è problematico a causa dell'elevato numero di effetti collaterali dei farmaci ufficialmente autorizzati.

Oltre ai farmaci antivirali, vengono utilizzati farmaci che influenzano il sistema digestivo:

  • enzimi pancreatici;
  • coleretica;
  • epatoprotettori;
  • ripristinare la flora intestinale.

Conseguenze per il bambino

Come risultato dell'osservazione di scienziati, nei bambini si osservano latenza e cronicità dell'infezione da HCV.

In pediatria, gli esiti gravi dell'epatite C sono significativamente rari. Ciò è dovuto alla lunghezza del periodo (2-3 decenni o più) necessario per la formazione di gravi danni al fegato.

In alcuni casi, in presenza di fattori aggravanti (infezione massiva, associazione con altri virus epatotropici), la cirrosi si sviluppa in una fase precedente della malattia. Il carcinoma epatocellulare è fatale.

Prevenzione dell'infezione da epatite C in un bambino

Con l'epatite C, il concepimento di un bambino è possibile, poiché il rischio di infezione intrauterina è molto piccolo. Tuttavia, tieni presente che, quando combinato con l'HIV, la probabilità aumenta.

Attenzione! Nessun vaccino contro l'epatite C..

La prevenzione non specifica consente di evitare l'infezione in tenera età:

  • controllo virologico di organi e tessuti donatori;
  • test di componenti del sangue per trasfusioni su marker HCV;
  • l'uso di strumenti monouso o sterili quando si svolgono eventi in istituti medici, saloni di cosmetologia;
  • insegnare al bambino le regole di igiene personale;
  • combattere la tossicodipendenza;
  • educare gli adolescenti ai pericoli del sesso non protetto.

È necessaria una seria prevenzione dell'epatite nei bambini per prevenire lo sviluppo di infezione nella popolazione..

Fino al 2013, la malattia era riconosciuta come incurabile. Una svolta in medicina fu l'invenzione di Sofosbuvir (nome commerciale Sovaldi). L'HCV è ora perfettamente trattato negli adulti in soli 3 mesi. Secondo gli scienziati, la malattia è diventata curabile. L'età da bambini al di sotto dei 18 anni è ancora una controindicazione all'uso del farmaco.

È in fase di sviluppo un vaccino in grado di adattarsi alla variabilità del virus..

La mancanza di vaccinazione non consente il controllo dell'infezione. A questo proposito, l'OMS prevede un ulteriore aumento della diffusione globale dell'infezione da HCV tra tutte le fasce d'età..

Epatite B e C: differenze nelle vie di infezione, sintomi, trattamento e prevenzione

Genotipi del virus dell'epatite C: cos'è, l'analisi, che è la più pericolosa?

Epatite B nei bambini: sintomi, primi segni, prevenzione e trattamento

Che cos'è l'epatite virale A pericolosa: contagiosità, complicanze e prevenzione

Vie di trasmissione, sintomi, trattamento e prevenzione dell'epatite E

Anticorpi dell'epatite B in un bambino

Un pediatra della più alta categoria di qualifica, lavora in un sito in una clinica per bambini, lavoratore part-time nel reparto infettivo, 29 anni di esperienza. Membro dell'Associazione dei pediatri ucraini.

Svolge attività medica e preventiva a livello ambulatoriale primario e di livello secondario nel reparto infettivo.
Ha abilità pratiche nel fornire cure mediche di emergenza, manipolazioni mediche.

Fornisce consulenza su questioni relative alle malattie somatiche e infettive nei bambini e negli adolescenti di età compresa tra 0 e 18 anni.

Anticorpi dell'epatite C in un bambino

Domande correlate e raccomandate

3 risposte

Ricerca nel sito

Cosa devo fare se ho una domanda simile ma diversa?

Se non hai trovato le informazioni necessarie tra le risposte a questa domanda o se il tuo problema è leggermente diverso da quello presentato, prova a porre al medico una domanda aggiuntiva sulla stessa pagina se si trova sull'argomento della domanda principale. Puoi anche fare una nuova domanda e dopo un po 'i nostri dottori risponderanno. È gratis. Puoi anche cercare informazioni pertinenti su problemi simili su questa pagina o attraverso la pagina di ricerca del sito. Ti saremo molto grati se ci consigli ai tuoi amici sui social network.

Il portale medico 03online.com fornisce consulenze mediche in corrispondenza con i medici sul sito. Qui ottieni le risposte da veri professionisti nel tuo campo. Attualmente, il sito fornisce consulenza in 50 aree: allergologo, anestesista, rianimatore, venereologo, gastroenterologo, ematologo, genetista, ginecologo, omeopata, dermatologo, ginecologo pediatrico, neurologo pediatrico, urologo pediatrico, chirurgo pediatrico, chirurgo pediatrico, chirurgo pediatrico, chirurgo pediatrico, chirurgo pediatrico, specialista in malattie infettive, cardiologo, cosmetologo, logopedista, specialista ORL, mammologo, avvocato medico, narcologo, neurologo, neurochirurgo, nefrologo, nutrizionista, oncologo, oncologo, chirurgo ortopedico, oculista, pediatra, chirurgo plastico, psicologo, psicologo, proctologo, proctologo, proctologo, proctologo, proctologo, radiologo, andrologo, dentista, tricologo, urologo, farmacista, fitoterapista, flebologo, chirurgo, endocrinologo.

Rispondiamo al 96,68% delle domande..

Epatite C nei bambini

Epatite C nei bambini - danno epatico infettivo e infiammatorio diffuso causato dall'epatite C. Il decorso clinico dell'epatite C cronica nei bambini è spesso asintomatico; il tipico processo acuto è caratterizzato da sindrome astenica, dolore addominale, febbre, nausea, vomito, ittero. La diagnosi di epatite C nei bambini si basa su una combinazione di esame, anamnesi, test funzionali del fegato, test sierologici e PCR e biopsie epatiche. Il trattamento dell'epatite C nei bambini comprende terapia antivirale e sintomatica, assunzione di induttori e immunomodulatori di interferone, dieta.

Informazione Generale

L'epatite C nei bambini è un processo infiammatorio che si verifica nel parenchima epatico se infetto dal virus dell'epatite C, che entra direttamente nel sangue del paziente. L'epatite C nei bambini è caratterizzata da una tendenza alla cronicità con progressione a cirrosi, insufficienza epatica e neoplasie maligne. Nella struttura dell'epatite virale acuta nei bambini di età inferiore a 14 anni, l'epatite C rappresenta circa l'1%, tra l'epatite virale cronica - fino al 41%.

Il virus dell'epatite C (HCV) è un virus contenente RNA estremamente pericoloso che può persistere a lungo (a volte per tutta la vita) nel corpo umano a causa dell'elevata variabilità genetica, della capacità di mascherarsi e di sfuggire facilmente al controllo del sistema immunitario. I principali bersagli per il virus dell'epatite C sono gli epatociti. Il virus dell'epatite C ha un effetto citopatico diretto sulle cellule del fegato, attiva reazioni autoimmuni e citolisi immunitaria delle cellule infette, provoca necrosi e proliferazione nodulare del parenchima, proliferazione del tessuto connettivo (fibrosi) del fegato. I virioni dell'epatite C possono penetrare nei tessuti del cuore, del cervello, delle cellule immunitarie, provocando gravi malattie concomitanti (vasculite, artrite, polimiosite, encefalopatia).

Cause di epatite C nei bambini

La fonte dell'epatite C nei bambini è una persona infetta, molto spesso un paziente con una forma cronica di infezione. I percorsi per la diffusione dell'epatite virale C nei bambini sono parenterali e verticali (dalla madre al feto). L'infezione da virus dell'epatite C nei bambini e negli adolescenti può essere causata dal contatto diretto con sangue o prodotti sanguigni infetti. L'infezione dei bambini con epatite C può verificarsi con vari interventi chirurgici e di iniezione medica, emodialisi, trattamento dentale (con il riutilizzo di strumenti medici scarsamente sterilizzati), trapianto di organi, trasfusione di sangue e trasfusione di sangue (plasma, fibrinogeno, fattore antiemofilo per bambini con emofilia). La prevalenza dell'epatite C tra i tossicodipendenti è elevata a causa dell'uso ripetuto di siringhe contaminate quando somministrate per via endovenosa.

La frequenza di trasmissione perinatale del virus dell'epatite C (durante il parto, quando un bambino passa il canale del parto di una madre infetta) è di circa il 5%. Se una donna incinta ha coinfezione da HCV e HIV, il rischio di infezione da virus dell'epatite C in un bambino aumenta di 3-4 volte.

Esiste la possibilità di trasmissione dell'epatite C nei bambini adolescenti se non vengono seguite le norme e gli standard di igiene durante l'esecuzione delle procedure associate a danni alla pelle (tatuaggi, piercing); attraverso tagli e abrasioni durante l'utilizzo di prodotti per l'igiene generale (spazzolini da denti, rasoi, dispositivi per manicure), durante il contatto sessuale non protetto con il corriere del virus.

Classificazione dell'epatite C nei bambini

L'epatite C acuta (fino a 6 mesi) e cronica (oltre 6 mesi) nei bambini si distingue per la durata del corso. La forma cronica di epatite C nei bambini può essere il risultato di un esordio acuto della malattia, ma il più delle volte si sviluppa come un processo cronico primario, ha un lungo decorso progressivo e porta a gravi danni al fegato e funzionalità compromessa.

A seconda della natura delle manifestazioni cliniche, l'epatite C acuta nei bambini può presentare varianti di decorso tipiche (accompagnate da sintomi di ittero) e atipiche (anicteriche). Nei bambini, prevalgono i casi di decorso atipico dell'epatite C. L'epatite acuta tipica nei bambini di solito procede in forme lievi o moderate; le forme gravi e maligne (fulminanti) della malattia sono estremamente rare.

Sintomi dell'epatite C nei bambini

Il periodo di latenza (incubazione) dell'epatite C nei bambini è in media di 7-8 settimane. L'epatite acuta C inizia gradualmente con lo sviluppo della sindrome astenovegetativa del bambino e dei disturbi dispeptici. I bambini hanno dolori addominali, a volte dolore alle articolazioni grandi, febbre a valori subfebrilici, scolorimento fecale e urine scure sono possibili. L'intossicazione è accompagnata da nausea, vomito, mal di testa..

I segni di ittero nei bambini con epatite C (sfumatura gialla della sclera e della pelle) non compaiono sempre (nel 15-40% dei casi); il periodo itterico dura da 1 a 3 settimane ed è più facile rispetto ad altre epatiti parenterali. Il decorso acuto dell'epatite C nei bambini è notato nel 10-20% dei casi, il suo esito frequente è la formazione di una forma cronica della malattia.

L'epatite C cronica nei bambini per molti anni può verificarsi senza sintomi clinicamente pronunciati, rilevati da esami casuali. Con una condizione relativamente soddisfacente dei bambini e l'assenza di lamentele, l'epatite C cronica si manifesta con epatomegalia, nel 60% dei casi accompagnata da splenomegalia. 1/3 dei bambini con epatite C cronica hanno astenia, aumento della fatica, sintomi extraepatici (teleangectasie, capillari).

Nonostante il livello minimo e basso di attività dell'epatite C cronica nei bambini, c'è una persistente tendenza alla fibrosi del fegato (un anno dopo l'infezione nel 50% dei casi, dopo 5 anni nell'87% dei casi). Anche con un lieve grado di fibrosi nell'epatite C cronica, i bambini hanno il rischio di sviluppare cirrosi epatica. Le complicanze dell'epatite C acuta nei bambini comprendono insufficienza epatica cellulare, sanguinamento, infezione batterica grave e insufficienza renale.

Diagnosi di epatite C nei bambini

Nella diagnosi di epatite C nei bambini, vengono presi in considerazione i dati di un esame clinico e una storia epidemiologica, i risultati di studi biochimici, sierologici (ELISA) e PCR, la biopsia epatica da puntura.

Tutti i bambini con siero di epatite C hanno un aumento dell'attività degli enzimi epatici ALT e ACT, in alcuni casi un aumento del livello di bilirubina totale (frazione diretta), una diminuzione dell'indice di protrombina, disproteinemia.

L'RNA del virus dell'epatite C appare nel plasma sanguigno 3-4 giorni dopo l'infezione (molto prima della formazione di anticorpi). La PCR in tempo reale è il primo metodo diagnostico per l'epatite C nei bambini, in grado di rilevare l'RNA dell'HCV e determinare il genotipo e la concentrazione del virus nel sangue (carica virale). Maggiore è la carica virale, più difficile è la prognosi dell'epatite C e più contagioso viene considerato il paziente. Il genotipo del virus dell'epatite C è un criterio prognostico affidabile per l'ulteriore sviluppo dell'infezione, nonché la durata e l'efficacia della terapia antivirale. Molto spesso, nei bambini con una forma cronica della malattia, si distingue il genotipo 1b del virus dell'epatite C, che è caratterizzato da infezione cronica al 90%, un decorso più grave, una percentuale inferiore di successo del trattamento sostenibile.

L'esame sierologico (ELISA) nei bambini conferma la presenza di marcatori dell'epatite C - anticorpi verso proteine ​​specifiche (nucleo anti-HCV, -NS3, -NS4, -NS5), per determinare la gravità e l'attività di un'infezione virale (IgM anti-HCV), lo stadio della malattia durata dell'infezione (avidità delle IgG anti-HCV).

L'epatite C nei bambini deve essere differenziata con altre epatiti virali, principalmente epatite B, malattia emolitica, angiocololitistite, ittero ostruttivo.

Trattamento dell'epatite C nei bambini

I principi generali per il trattamento dell'epatite C nei bambini sono simili a quelli per altre epatiti virali e includono riposo a letto, dieta terapeutica, agenti sintomatici.

Il trattamento dell'epatite C nei bambini ha lo scopo di prevenire la cronicizzazione della forma acuta di infezione e di influenzare il processo cronico sviluppato. In pediatria per l'epatite C cronica, vengono utilizzate preparazioni ricombinanti di interferone alfa (IFN-) sotto forma di supposte rettali e forme parenterali. Il regime di trattamento dell'epatite C per il bambino viene selezionato individualmente. Nel trattamento dell'epatite C nei bambini di età compresa tra 3 e 17 anni che non hanno controindicazioni, viene prescritta la monoterapia o una combinazione di preparati ricombinanti IFN-препаратов con ribavirina o remantadina (nei bambini di età superiore ai 7 anni). Sono anche prescritti induttori (meglumina acridone acetato) e immunomodulatori (estratti di timo bovino). La durata del trattamento dell'epatite C nei bambini dipende da molti fattori e varia da 24 a 48 settimane..

Previsione e prevenzione dell'epatite C nei bambini

La prognosi dell'epatite virale C nei bambini è variabile. La forma acuta della malattia nei bambini può portare a un completo recupero, che si verifica lentamente (dopo circa un anno) o come risultato di un processo cronico che richiede molti decenni e porta allo sviluppo di cirrosi epatica e carcinoma epatocellulare.

Con forme estremamente gravi e maligne di epatite C, la morte è possibile..

Le misure non specifiche per la prevenzione dell'epatite virale C nei bambini includono la prevenzione dell'infezione perinatale dei neonati, l'uso di strumenti medici riutilizzabili usa e getta e sterili, un esame approfondito dei donatori di sangue e il test dei prodotti sanguigni, il rispetto delle norme di igiene personale e la lotta contro la tossicodipendenza.

Un esame del sangue per l'epatite virale C - revisione

Che tipo di esame del sangue per l'epatite C e in quale caso dovrebbe essere preso. ↔ Esame del sangue di un bambino nato da una madre con epatite C.!

Ho avuto l'epatite cronica C. Ho provato per questo "un milione" di volte. Ti dirò quale esame del sangue per l'epatite virale C e in quale situazione prendere, gratuitamente o gratuitamente.

L'epatite C è una malattia terribile. Può essere completamente asintomatico e nella maggior parte dei casi rimane non diagnosticato, il che peggiora ulteriormente. Se l'epatite C non viene trattata, possono svilupparsi cirrosi, insufficienza epatica e cancro al fegato..

Vivi come una bomba a orologeria dentro.

Infezione.

Come si verifica l'infezione? Il virus viene trasmesso attraverso il sangue.

Chiunque può essere infettato, ma per questo è necessario che il sangue di una persona infetta entri nel flusso sanguigno di una persona sana. L'unico modo! Scrivono ciò che viene trasmesso con le mucose, la saliva, il moccio e a proposito, latte materno, nell'utero, ecc. Non prenderlo alla lettera. Puoi infettarti se c'è del sangue in questa saliva, per esempio, e una persona sana ha anche una ferita aperta. Non vivevo in un monastero, non si sono allontanati da me e con me "Oh, orrore!" anche baciato! Ho dato alla luce un bambino e allattato al seno, mentre ero ancora malato, perché a quel tempo "l'epatite non veniva curata".

Perché sto scrivendo così. Non scappare "dall'uomo o dalla ragazza dei tuoi sogni" se scopri che sono malati!

Non ho infettato nessuno! Anche i miei amici con questa malattia non hanno infettato i partner, concepito e dato alla luce bambini sani. Vivevamo tutti una vita normale. Siamo andati in piscina e al bagno. Bevuto con parenti della stessa tazza, all'incirca.

In precedenza, si credeva che questa fosse una malattia dei tossicodipendenti e delle persone con connessioni promiscue. Credetemi, non è così. Il virus non seleziona una vittima per stato sociale, età o sesso.

Il gruppo a rischio comprende persone che assumono droghe per via endovenosa, che hanno una vita sessuale irregolare, operatori sanitari e pazienti a cui è stata prescritta emodialisi o trasfusione di sangue.

Sono chiamate le seguenti possibili cause di infezione:

- durante una trasfusione di sangue (qui nessuno può proteggersi)

- qualsiasi manipolazione in cui è compromessa l'integrità della pelle di una persona malata e sana. A proposito, puoi facilmente infettarti durante un combattimento.

- manicure, tatusalon, dentista (ora praticamente tutto solo una volta, quindi hz)

C'è una possibilità di infezione attraverso il contatto sessuale e il bambino dalla madre durante il parto, ma ciò accade di rado.

Una persona che è già guarita dall'epatite C può essere infettata!

Misure precauzionali.

Esistono alcune regole per l'igiene personale di base. Ma credo che queste misure dovrebbero, in linea di principio, essere rispettate, anche se non si è malati. Avere un rasoio personale, una manicure e uno spazzolino da denti è la norma di kakbe) Se ti tagli, tratta la ferita e avvolgila. Non cammini e agiti il ​​sangue.

Non molta paranoia! Ti dirò un segreto: milioni di persone non sanno nemmeno di essere infette! Non ci sono sintomi evidenti di epatite C..

Se si è verificata un'infezione.

Nella maggior parte dei casi, vale a dire, né io né i miei amici in sventura siamo stati in grado di nominare il momento esatto dell'infezione. Ho saputo della malattia nel 2003. Quando sono stato effettivamente infettato, in quali circostanze e quanti anni ho vissuto con lui prima. Non lo so..

Esiste una forma acuta di epatite C. Scrivono persino che l'immunità in questo caso può far fronte al virus stesso. Ma sfortunatamente, la probabilità di successo è piccola. Sinceramente mi sono anche divertito, dicendo che "avevo HepS, ma ho nuotato via".

Nella maggior parte dei casi, l'epatite C diventa cronica. Come è successo davvero a me.

Probabilmente imparerai a conoscere l'infezione per puro caso superando un esame del sangue.

Viene prescritta un'analisi obbligatoria dell'epatite virale C (per quanto ne so): donne in gravidanza, operatori sanitari, persone che si preparano per un'operazione pianificata, coloro che hanno problemi al fegato, durante gli esami medici e gli esami.

Se sospetti di avere avuto contatti con sangue infetto, puoi eseguire questa analisi da solo.

Esame del sangue dell'epatite C.

Non ti scriverò termini medici intelligenti, il cui significato non lo so. Cercherò di dire "sulle dita", in un linguaggio semplice, forse non del tutto corretto, in modo da avere una comprensione.

Esistono diversi test per l'epatite C. Se improvvisamente decidi di testarti, quando verrai in un laboratorio a pagamento ti verrà chiesto di che tipo di analisi hai bisogno! Agli assistenti di laboratorio verrà chiesto naturalmente in una lingua straniera. Persino io, che in un argomento che era già sulla strada della guarigione, cademmo in uno stato di stupore e non capii immediatamente di che tipo di analisi avevo bisogno.

Cosa tu?

Analisi per anticorpi - anti-HCV. Questa è la prima analisi che viene eseguita, in linea di principio, per determinare l'epatite C. È questa analisi che viene eseguita su donne in gravidanza, persone per libri di medicina e altri (scritto sopra). Viene fatto gratuitamente nelle cliniche (almeno con noi). Il prezzo in laboratorio a pagamento è di 700 rubli.

Il risultato è negativo: sei in salute! Ma tieni presente che l'assenza di anticorpi è possibile anche per un breve periodo all'inizio della malattia. Ad esempio, un virus è entrato nel corpo e il sistema immunitario non ha ancora sviluppato anticorpi contro il virus dell'epatite C..

Se il risultato è positivo! Non essere nervoso! Calma Un risultato positivo può indicare che hai avuto un incontro con il virus, ma il corpo è stato in grado di superarlo o che hai l'epatite C acuta o cronica e devi ricontrollare.

Al momento sono sano, sono guarito. Ma se supererò il test per gli anticorpi dell'epatite C, avrò un risultato positivo. Questo è per me "in ricordo di un incontro con lui". Ma possono scomparire nel corso degli anni. La presenza di anticorpi in me non significa che non riesco a contrarre di nuovo l'epatite C. Ma non significa nemmeno che sono malato, perché la prossima analisi (ora ne parlerò di seguito) è negativa.

Se il risultato è positivo, è necessario eseguire un altro esame del sangue per l'epatite virale C - analisi per la presenza di virus RNA.

Un'analisi per determinare l'RNA del virus dell'epatite C o, in un altro modo, la PCR dell'epatite C determina la presenza del virus e la sua carica virale. L'analisi PCR può essere qualitativa o quantitativa.

La PCR qualitativa dirà se c'è un virus nel sangue o meno, ad es. risponderai semplicemente SÌ o NO.

Risultato: negativo. Non hai un virus, sei sano!

Positivo: hai l'epatite C e devi sottoporsi a terapia, prima supera un sacco di test, inclusa la PCR quantitativa, per scoprire quanto questo virus è nel sangue, ad es. carica virale.

Entrambi i tipi di analisi PCR vengono eseguiti prima del trattamento, quindi un'analisi qualitativa viene ripetuta dopo la 4a, 12a, 24a settimana di trattamento e sei mesi dopo il completamento del trattamento e un'analisi quantitativa della PCR viene eseguita 3 mesi dopo l'inizio del trattamento, se un'analisi PCR qualitativa non rileva il virus dell'epatite C.

Se decidi di metterti alla prova, ma vuoi evitare la roulette, scoprilo immediatamente e di sicuro, allora è meglio saltare il test anticorpale e passare immediatamente una PCR di alta qualità.

Per me analizzare gli Anticorpi è una cosa inutile: buttare via i soldi. Fornisco solo PCR di qualità.

La PCR non viene eseguita in cliniche gratuite e ospedali per malattie infettive. Questa è un'analisi a pagamento..

Qualità degna - 740 rubli.

Costi quantitativi -1500 rubli.

(I prezzi sono attualmente in uno dei laboratori nella mia città)

La PCR quantitativa ti dirà quanta parte di questo virus è nel sangue, la sua quantità. Bene, o che non hai nessun virus. Quantitativo nominare se qualitativo positivo.

La mia analisi PCR è quantitativa, cosa che ho fatto e che mostra la carica virale prima di iniziare la terapia (mostrata con un dito)

Dopo due settimane di trattamento, un'analisi quantitativa ha già mostrato - non rilevato!

Parto, allattamento al seno con epatite cronica. Cosa c'è con il bambino?

Come ho scritto sopra, sono rimasta incinta, ho dato alla luce un bambino e l'allattamento mentre avevo ancora l'epatite cronica C..

Ha dato alla luce se stessa, in condizioni generali. Nessuno mi ha isolato in una stanza separata. Anche il concepimento era un modo naturale.

Il bambino è stato immediatamente registrato con lo specialista in malattie infettive. Dopo il primo test anticorpale, L'ho fatto in ospedale - il risultato è stato positivo. In quel momento, "la terra è passata da sotto i piedi". Ok, piccola, a cosa serve tutto questo? Ha davvero avuto una percentuale insignificante di infezione.

Come mi ha spiegato il dottore, questo è possibile. L'analisi per gli anticorpi mostra "mio", cioè il neonato ha anticorpi materni e può scomparire nel tempo.

Lo consegniamo alla PCR. Il risultato è negativo! Evviva. Quindi non c'è infezione!

Ma il virus è insidioso, è passato poco tempo. Aspettiamo. Abbiamo il controllo. Prossimo cambio tra 3 e 6 mesi.

Io darò a te! Vedere? Dopo sei mesi, un risultato è negativo!

Quindi abbiamo appena vissuto. Non sono state prese droghe. I medici non hanno tirato. tutta merda.. sii con te! E solo dopo la tanto attesa liberazione dall'epatite C, ho deciso ancora una volta di controllare tutta la famiglia! È tutto pulito!

Non potevo davvero credere ai miei occhi. Il test per gli anticorpi contro l'epatite C in un bambino è negativo.

L'epatite C viene trattata!

Per tutta la vita, il pensiero che io e l'epatite siamo cose incompatibili non mi ha lasciato. Ho cercato, letto, cambiato dottore. Da qualche parte è scivolata l'informazione che esiste una cura! Sembrava un falso. Importi chiamati favolosi per me.

Tutto è complicato dal trattamento dell'epatite C in Russia.

Nel 2017, la luce è apparsa alla fine del tunnel! Ho iniziato la terapia!

Dopo due settimane di trattamento, ho visto l'ambita parola "PCR - il risultato è NEGATIVO!" Scrivi come mi sentivo?

Il monitoraggio era necessario sia durante che dopo la terapia per verificare una risposta virologica sostenuta (SVR). La PCR è negativa! Questa è la vittoria!

My UVO 74 - Negativo. Il numero indica il numero di settimane.

Tutti! Posso essere cancellato!

Ora sono sano come te! E il rischio di contrarre l'epatite C è esattamente lo stesso per noi!

Come è un test per l'epatite virale C.

Alla vigilia di qualsiasi esame del sangue, si raccomanda di evitare stress fisici ed emotivi, alcol e cibi pesanti. Bere dovrebbe essere normale.

Il sangue viene prelevato da una vena al mattino, a stomaco vuoto (almeno in modo che siano necessarie 4 ore dopo aver mangiato)

Non fumare in 30 minuti.

Spero che la mia recensione sia utile! Se avete domande, risponderò con piacere! Come nessun altro, so che tipo di malattia è e quanto sostegno è necessario!

Se il medico le prescrive l'epatite C: FOSFOGLIV o Fosfogliv forte - scappa da questo medico!