Cosa significa HbsAG in un esame del sangue

7 minuti, pubblicato da Lyubov Dobretsova 1016

La microscopia di laboratorio del sangue è considerata uno dei metodi di alta precisione per la diagnosi di patologie degli organi interni. Un tipo separato di analisi si basa sul rilevamento di sostanze pericolose ed estranee (antigeni) nel sangue, che sono marcatori della presenza di infezioni batteriche e virali. Un marker HbsAG rilevato in un esame del sangue è la prova dell'infezione virale da epatite B..

HbsAg (letteralmente: antigene di superficie dell'epatite B) è una proteina dell'involucro esterno del virus (HBV) utilizzata come indicatore nel rilevamento dell'epatite sierica B. La penetrazione degli epatadavirus nel corpo provoca una risposta del sistema immunitario per produrre immunoglobuline specifiche (anticorpi) - cellule che proteggono contro intrusione.

Per diagnosticare l'epatite A e C, viene eseguito un esame del sangue per la presenza di anti HCV e anti HAV. L'epatite B presunta è determinata da un esame del sangue per l'antigene Hbs. La correlazione di antigeni e anticorpi costituisce il complesso immunitario, che è la base di base per la creazione di un vaccino. Tale caratteristica è inerente solo all'HbV, poiché contiene molecole di DNA. Vaccino contro l'epatite B con garanzia di protezione al 100%.

Infezione da epatite B.

L'epatite B è una grave malattia contagiosa (infettiva) del fegato di natura infettiva. Il pericolo per gli altri non è solo un paziente con una malattia diagnosticata, ma anche un portatore del virus. Tale definizione viene data a una persona che ha l'agente causale stesso e le sue immunoglobuline specifiche nel sangue, ma non esiste una sintomatologia pronunciata della malattia.

Le statistiche mediche ufficiali in Russia sono circa 5 milioni di portatori di epatite. Il periodo di incubazione (nascosto) dal momento dell'invasione fino all'insorgenza dei primi sintomi della malattia varia da 35 giorni a tre mesi. In questo momento, il virus è fissato sulla superficie degli epatociti (cellule epatiche funzionanti), un aumento della sua concentrazione e successivo assorbimento da parte delle cellule epatiche.

Successivamente, l'HBV soggioga gli epatociti, riprogrammandoli per produrre i propri acidi e proteine ​​virali. Successivamente, nella circolazione sistemica compaiono antigeni virali e anti-Hbs (anticorpi contro le proteine ​​di superficie del virus dell'epatite B) che possono essere rilevati durante l'analisi. La presenza di anticorpi e antigeni nel sangue persiste durante la fase acuta della malattia.

Le fasi dello sviluppo della malattia includono:

  • Il periodo di incubazione (introduzione e correzione del virus). asintomatica.
  • Stadio prodromico dalla comparsa dei primi segni a un quadro clinico pronunciato.
  • Lo stadio acuto dell'ittero con gravi sintomi di dolore e manifestazioni esterne.

Se dopo un periodo acuto di recupero non si verificano, si sviluppano conseguenze negative secondo una delle opzioni:

  • Stadio grave con epatite D.
  • Stadio attivo cronico (nel 20% porta a cirrosi, il 2% cade su carcinoma epatocellulare, altrimenti cancro al fegato).
  • Stadio di remissione cronica.

Indicazioni e preparazione per un esame del sangue per HbsAg

La ricerca sull'antigene Hbs è condotta:

  • con una diagnosi presuntiva di epatite B (manifestazione di segni pronunciati e lamentele sintomatiche del paziente);
  • in caso di deviazioni significative dei valori degli enzimi epatici nei risultati della biochimica del sangue;
  • con una storia di patologie epatiche (cirrosi, cancro, epatosi).
  • con casi diagnosticati di epatite B nell'ambiente immediato del paziente.

La microscopia di routine per l'analisi di HbsAG è prescritta:

  • personale medico a diretto contatto con il sangue dei pazienti;
  • dipendenti di istituzioni speciali per bambini;
  • donne nel primo e nell'ultimo trimestre del periodo perinatale (anche bambini nati da madri infette);
  • tossicodipendenti, al momento della registrazione per tossicodipendenza;
  • pazienti con epatite (come controllo della terapia in corso);
  • pazienti in preparazione per un intervento chirurgico.

In caso di dubbio, dopo il contatto con una persona infetta e per scopi di prevenzione, l'analisi può essere passata da sola. La preparazione per la donazione di sangue comporta un regime di digiuno di 8-12 ore prima della procedura, rifiuto di assumere farmaci, almeno tre giorni prima dell'analisi.

Metodi di rilevamento dei virus

All'interno del laboratorio, un esame del sangue per HbsAG può essere eseguito nei seguenti modi:

Un'ulteriore diagnosi è la PCR (reazione a catena della polimerasi) per determinare il genotipo (DNA) dell'agente patogeno. L'ELISA (test immunoenzimatico) viene eseguito in due fasi. In primo luogo, il siero di sangue viene aggiunto all'antigene e le molecole delle cellule immunitarie differenziano la sua appartenenza al sistema.

Se l'antigene viene riconosciuto come anticorpo “estraneo” della cellula immunitaria, proverà a portare l'oggetto pericoloso nell'anello (formando un complesso immunitario) ed eliminarlo. Nella seconda fase dello studio, un enzima è attaccato al complesso formato, che cambia colore a seconda della concentrazione di antigene nel siero del sangue.

La RIA (analisi immunologica radiologica) si basa sulla correlazione di antigene e radionuclidi. In caso di reazione positiva (presenza di un virus), l'intensità della radiazione (contenuto di Hbs dell'antigene) viene riflessa su un dispositivo speciale. Per identificare il virus stesso, viene utilizzato un metodo di valutazione qualitativa. Per stabilire lo stadio della malattia, viene utilizzato un metodo quantitativo..

ELISA e RIA sono metodi diagnostici di terza generazione. I loro predecessori erano:

  • RPG (reazione di precipitazione nel gel);
  • WIEF (contro immunoelettroforesi);
  • CSC (reazione di fissazione del complemento);
  • RLA (reazione di agglutinazione al lattice);
  • MFA (metodo di anticorpi fluorescenti);
  • IEM (microscopia immunoelettronica).

In farmacia, è possibile acquistare un test rapido per la diagnosi di epatite B. Il suo risultato consente di confermare o negare la presenza del virus, ma non differenzia la concentrazione di titolo e antigene. Se i test a casa danno un risultato positivo o incerto, è necessario sottoporsi a una diagnosi clinica dettagliata.

Marcatori di epatite B aggiuntivi

Con la diagnostica avanzata, viene esaminato un intero set di indicatori (marker) per la massima precisione del risultato. Dopo l'adattamento, la sconfitta degli epatociti HbsAG e la transizione della malattia allo stadio acuto, altri antigeni e anticorpi del virus dell'epatite compaiono periodicamente nel corpo. Con la loro presenza, è possibile determinare l'epatite latente o l'infezione asintomatica.

HBsAb (anticorpi contro il virus di superficie)HBcAg (antigene nucleare)HBcAb IgM (anticorpi contro l'antigene nucleare)HBV-DNA (virus virus)HBeAb
usato per rilevare l'epatiteè assente nel sangue, ma è ben definito dall'esame istologico dei materiali bioptici del fegatola presenza di questi anticorpi significa la transizione della malattia allo stadio acutoindica la presenza, la sintesi e la riproduzione del virusindica la fase iniziale di eliminazione della malattia (recupero)

Per diagnosticare l'epatite D concomitante, viene eseguita una microscopia del sangue per la presenza dell'antigene HDAg, anticorpi IgM anti-HDV, IgG anti-HDV.

Risultati dell'analisi

Nel corso della decifrazione dei risultati di un'analisi qualitativa, ci possono essere due opzioni per la conclusione finale:

  • mancanza di infezione - HbsAG negativo "-";
  • la presenza di un virus nel corpo - HbsAG positivo "+".

In uno studio quantitativo, un risultato inferiore a 0,05 UI / L è un valore di riferimento ed è equiparato a un valore negativo. Se la norma viene superata, allora c'è l'infezione da epatite. In uno studio esteso, il paziente riceve un protocollo di analisi, in cui “+” indica risposte positive alla presenza di marcatori: “-” - negativo e una trascrizione dei risultati.

HBsAgHBcAgHBeAbHBcAb IgMHBV-DNA
fase acuta++-++
stadio cronico+ (modulo attivo), - (modulo integrativo)+sia + che -+ o -+ oppure - (modulo integrativo)
una storia di epatite-+sia + che ---
trasporto del virus++---
la presenza di una piccola quantità di virus dovuta alla vaccinazione-----

La forma integrativa è la transizione della malattia allo stadio cronico (integrazione del virus con gli epatociti). Se gli anticorpi e gli antigeni rilevati, ovvero il risultato dell'analisi HBsAg sono positivi, ciò significa lo sviluppo di epatite acuta o un decorso cronico della patologia, il paziente è portatore del virus dell'epatite, l'epatite B ha una storia di effetti residui della vaccinazione.

HbsAG negativo secondo analisi qualitativa:

  • la completa assenza del virus o il recupero dopo una malattia;
  • forma cronica latente (il sistema immunitario non risponde);
  • una variazione della superficie Hb dovuta a una combinazione di epatite B e D (sono presenti due virus non rilevabili);
  • mutazione del virus.

Per ottenere una confutazione inequivocabile della diagnosi di epatite, è necessaria un'analisi quantitativa. Sotto l'influenza di alcuni fattori (violazione del processo di analisi del sangue, l'uso di reagenti di bassa qualità), i risultati possono essere falsi positivi o falsi negativi. In questo caso, la ripetizione del test per HbsAG è indicata dopo 14 giorni..

Inoltre

Se si sospetta l'epatite B o si ottengono risultati positivi, una volta ogni 10 giorni al paziente viene prescritto:

  • Biochimica del sangue. Innanzitutto, vengono valutati gli enzimi epatici ALT (alanina aminotransferasi) e AST (aspartato aminotransferasi), l'attività alcalina fosfatasi e la bilirubina.
  • Esame del sangue clinico generale. Deviazione di globuli rossi, emoglobina, globuli bianchi, piastrine e VES.
  • Analisi generale delle urine. La presenza di proteine, leucocitosi.
  • Esame istologico del fegato.

Sommario

L'epatite si riferisce a gravi patologie epatiche che minacciano lo sviluppo di processi tumorali e la morte. L'eliminazione completa della malattia è registrata solo nel 10% dei casi. Un esame del sangue per HBsAg è il modo più informativo per rilevare una malattia. La diagnosi tempestiva consente di iniziare la lotta contro il virus nella fase iniziale della sua introduzione.

Prima si inizia il trattamento, più è probabile che il paziente aumenti l'aspettativa di vita, in media di 10-15 anni. L'immunità al virus è garantita solo dalla vaccinazione. La vaccinazione viene eseguita in tre fasi: primaria, ripetuta (dopo un mese), fissante (dopo sei mesi). I bambini vengono iniettati per via intramuscolare, gli adulti nell'avambraccio.

HBsAg positivo o negativo in un esame del sangue

Norme di analisi

Una consulenza completa sui risultati dell'analisi può essere fornita solo dal medico curante. Tuttavia, avendo a portata di mano il risultato della diagnosi, è possibile comprendere approssimativamente la diagnosi prima di andare nel suo ufficio utilizzando la tabella seguente.

Come comprendere la diagnosi dai risultati dei test per l'epatite B?
Stadio acuto dell'epatite BForma cronica di epatite BEpatite precedente BTrasporto di epatite sanaPost tassi di vaccinazione
HBsAg+"+" Con epatite attiva B

Possibile risultato negativo in forma integrativa

-+-
HBeAg"+" Con tensione selvaggia

"+" Con epatite attiva B

Possibile risultato negativo in forma integrativa

---
Anti HBs--+Sono possibili sia risultati positivi che negativi.+
Anti HBe-Sono possibili sia risultati positivi che negativi.Sono possibili sia risultati positivi che negativi.--
Anti HBc++++-
IgM anti-HBc+Sono possibili sia risultati positivi che negativi.---
HBV DNA+"+" Con epatite attiva B

Possibile risultato negativo in forma integrativa

Separatamente, vale la pena notare lo stato dell'epatite cronica latente B, la risoluzione del suo stadio acuto, nonché la presenza di immunità da una precedente malattia senza una risposta dal sistema immunitario, che hanno gli stessi parametri di analisi. Gli stessi risultati possono essere ottenuti con un risultato di analisi falso positivo..

Come comprendere la diagnosi dai risultati dei test per l'epatite B?
Epatite B precedentemente trasferita senza risposta dal sistema immunitarioRisoluzione della fase acuta dell'epatite BEpatite cronica latente BFalso positivo
HBsAg-
HBeAg-
Anti-HBs-
Anti-HBeSono possibili sia “+” che “-”
Anti-HBC+
IgM anti-HBc-
HBV DNA-

Indicazioni per l'analisi

Il motivo per condurre uno studio clinico sugli anticorpi è:

  • Contatta una persona infetta.
  • Attività professionali (educative) (medicina, istruzione, catering).
  • Vita sessuale indiscriminata (ignorando i contraccettivi, frequenti cambi di partner, orientamento non tradizionale).
  • In corso di emodialisi, trasfusione di sangue e suoi componenti, donazione di organi interni.
  • Stile di vita asociale (dipendenza da alcol e droghe).
  • Turisti che visitano paesi dell'Asia orientale e dell'Africa.
  • prigionieri.

Qualsiasi persona può infettare (uomo, donna, bambino), quindi non ignorare nemmeno le manifestazioni minori della malattia. Un'analisi di riferimento per l'epatite B deve essere eseguita prima della vaccinazione. Un test dell'epatite B rileverà la malattia in una fase precoce. Il rilevamento tempestivo della patologia consente di ottenere elevate probabilità di un pieno recupero. In questo caso, il trattamento della malattia è molto più semplice. L'immunizzazione contro l'epatite B è considerata la misura preventiva più efficace. Se la procedura viene eseguita correttamente, la protezione verrà attivata a tempo debito.

Analisi

Non ci sono caratteristiche specifiche nella preparazione di un esame del sangue per l'epatite B. Una condizione sufficiente è: prima dell'analisi, non mangiare per circa 10-12 ore.

Esistono due metodi principali per diagnosticare la presenza dell'antigene HB nel sangue:

  • diagnostica espressa;
  • diagnosi sierologica.

La diagnostica espressa può essere eseguita in modo indipendente (senza l'aiuto di un medico) a casa, i test sierologici sono esclusivamente una prerogativa dei laboratori.

Uno studio in laboratorio fornisce una descrizione più accurata del decorso della malattia. La diagnostica di laboratorio richiede attrezzature e reagenti speciali.

Diagnostica rapida

Uno studio esplicito al di fuori delle pareti del laboratorio può mostrare se HBsAg esiste nel corpo. Per eseguire il metodo rapido, è possibile acquistare reagenti per test speciali in farmacia e, utilizzando il sangue capillare, eseguire la diagnostica a casa. Non fornisce una caratterizzazione numerica e qualitativa degli antigeni. Se il test è positivo, la persona deve essere ulteriormente esaminata in laboratorio.

Per tale analisi, è consentito utilizzare un kit speciale acquistato in farmacia, che include tutti i componenti necessari per la diagnosi.

La sequenza di azioni per la diagnosi rapida prevede le seguenti procedure:

  1. Trattare il dito con alcool e lasciarlo asciugare..
  2. Trafiggere un dito con una lancetta o uno scarificatore.
  3. Prendi 2-3 gocce di sangue e gocciola su una striscia reattiva.
  4. Non è possibile toccare la striscia con il dito per non influire sul risultato dell'analisi..
  5. Dopo 1 minuto, abbassare la striscia nel contenitore dal kit in cui vengono aggiunte 3-4 gocce di soluzione tampone.
  6. È possibile valutare il risultato dell'analisi dell'HBsAg dopo 10-15 minuti.

Tipo di diagnosi sierologica

Ad oggi, ci sono 2 metodi per i test sierologici di HBsAg:

  • RIA (analisi del radioimmunoanalisi);
  • XRD (reazione di anticorpi fluorescenti).

Il materiale per l'analisi è il sangue venoso umano, o meglio, il suo plasma, che viene prelevato a seguito della lavorazione in una centrifuga.

La sierologia è stata utilizzata per molto tempo ed è caratterizzata da caratteristiche speciali e alta precisione. Aiuta a determinare la presenza di HBsAg già 21 giorni dopo l'ingresso del virus nel corpo. L'analisi sierologica può rilevare alcuni anticorpi anti-HBs, che, a loro volta, si verificano diverse settimane dopo il recupero del paziente. Il numero di queste formazioni è in costante aumento e viene salvato per tutta la vita. Nell'uomo si forma gradualmente un'immunità stabile contro l'epatite..

Un esame del sangue dell'antigene HBs è solo il primo passo per studiare lo sviluppo dell'epatite B. Un risultato positivo per HBsAg da 0,01 ng per 1 ml a 500 μg per 1 ml indica la presenza di tali tipi di virus dell'epatite B in un paziente come:

  • forma o carrello latente;
  • periodo di incubazione;
  • forma acuta della malattia;
  • forma cronica della malattia.

L'epatite virale è una categoria di malattia infettiva che colpisce le cellule del fegato. Il più comune tra tutti i tipi di epatite è l'epatite B. Nonostante tutti i tentativi dei medici di rafforzare le misure preventive contro questa malattia, le statistiche mostrano che il numero di persone che hanno testato l'HBsAg e hanno ricevuto un risultato positivo rimane piuttosto elevato.

Decifrare i risultati

La determinazione dell'antigene HBs di superficie avviene più spesso attraverso un saggio di immunosorbenti enzimatico. L'interpretazione degli indicatori ottenuti è la seguente:

  • Meno di 10 mIU / ml - non esiste una risposta immunitaria normale al vaccino contro l'epatite B. Un risultato negativo riscontrato durante altri test specifici indica l'assenza di infezione.
  • 10–100 mIU / ml - significa recupero completo dopo un periodo acuto di epatite B, trasporto, fase cronica della patologia.

Un'analisi di anticorpi e antigeni dell'epatite B, effettuata prima della vaccinazione, viene effettuata al fine di:

  • eliminare i portatori di virus;
  • valutare l'efficacia dell'immunizzazione dopo un certo periodo di tempo;
  • determinare la necessità di una nuova vaccinazione. Questo di solito si verifica dopo 5-7 anni..

I sintomi della patologia virale diventano motivo di preoccupazione. Includono dolore nell'ipocondrio, ittero, scolorimento delle urine e delle feci. Le donne registrate per la gravidanza devono somministrare il sangue per l'analisi.

Il fegato è un organo parenchimale che non ha terminazioni nervose. Pertanto, i cambiamenti patologici nei suoi tessuti funzionali per lungo tempo passano inosservati. La diagnosi viene fatta sulla base delle informazioni registrate durante un esame completo.

Un risultato positivo è la ragione per la nomina di ulteriori studi. L'analisi del sangue di HBSAg non è sempre affidabile. Gli indicatori vengono decodificati, tenendo conto di tutti i fattori associati. I falsi indicatori possono essere ottenuti se:

  • Sono trascorsi meno di 21 giorni tra l'infezione e l'inizio dell'esame.
  • Il sottotipo di antigene non corrispondeva al test immunoenzimatico.
  • Il paziente è infetto da epatite C e / o infezione da HIV..
  • Una persona è portatrice del virus.

L'epatite B è una malattia grave che raramente assume una forma cronica. Una risposta immunitaria al virus dell'epatite B si verifica diversi mesi dopo la scomparsa dell'antigene HbsAg. Questo periodo di tempo è designato come finestra sierologica. La presenza di anticorpi nel sito di antigeni è chiamata sieroconversione. Questa è un'indicazione che il paziente sta iniziando a riprendersi..

Il virus che provoca lo sviluppo dell'epatite B forma una serie di marcatori sierologici. Studi specifici assegnati al paziente consentono il monitoraggio dinamico. Sulla base delle informazioni ottenute in questo modo, il medico può prevedere l'ulteriore sviluppo della patologia e scegliere un trattamento efficace. In un caso estremo, prescrive un'operazione chirurgica per un paziente affetto da epatite B..

Decifrare i risultati

Solo uno specialista qualificato può valutare correttamente il risultato dell'analisi, poiché ci sono molte sottigliezze che devono essere lette durante la decodifica.

Sono possibili diverse opzioni finali:

  1. negativo;
  2. positivo;
  3. falso negativo;
  4. falso positivo.

Negativo

Possiamo dire che se l'antigene australiano non si trova nel sangue del paziente, la persona è sana? In questo caso, gli esperti parlano di diversi scenari:

  • Il sistema immunitario ha sconfitto il virus.
  • Non esiste un virus dell'epatite B umana.
  • L'infezione si sviluppa in una forma cronica, in cui il virus si moltiplica così debolmente che non è possibile identificarlo con l'aiuto di test moderni.

Abbastanza spesso, un'analisi negativa può indicare i seguenti processi:

  1. Si sviluppa insufficienza epatica: il virus distrugge le cellule del fegato così rapidamente che non ha il tempo di moltiplicarsi.
  2. Il paziente ha contemporaneamente epatite B ed epatite D, e questo cambia la configurazione di HBsAg e l'antigene di superficie non viene rilevato.
  3. C'è l'epatite B, il virus non è stato rilevato perché è mutato.

Positivo

Se nel sangue del paziente si trovano anticorpi dell'antigene di superficie del virus, si può presumere che il paziente abbia una forma acuta di epatite B.

Tuttavia, in altre situazioni può esserci un risultato positivo:

  • l'epatite è in forma cronica;
  • il paziente è sano ed è solo un portatore del virus;
  • la presenza nella storia della malattia;
  • la presenza della vaccinazione contro il virus dell'epatite B;
  • riduzione dell'immunità nelle malattie a lungo termine, incluso l'AIDS.

In alcuni casi, viene registrato un risultato falso positivo, quindi al paziente viene assegnata una seconda analisi e ulteriori studi.

Indicatori errati possono verificarsi con i seguenti fattori:

  • violazione del processo di ricerca del materiale ottenuto;
  • uso di reagenti di bassa qualità;
  • attrezzature obsolete nella clinica.

Inoltre, può essere attivato un risultato falso positivo:

  1. preparazione impropria per la donazione di sangue;
  2. il paziente ha donato sangue in presenza di un processo infettivo che procede con una temperatura elevata;
  3. la presenza di tumori benigni o maligni;
  4. l'uso di potenti droghe;
  5. la presenza di processi autoimmuni;
  6. gravidanza.

Secondo le statistiche, ogni terza persona sulla Terra è portatrice di epatite B o ne è infetta. Molti paesi hanno programmi statali mirati alla diagnosi precoce dei marcatori dell'epatite B. È l'antigene HBsAg il primo segnale di infezione nell'uomo..

Un esame del sangue per HBsAg è disponibile in quasi tutte le istituzioni mediche e in farmacia è possibile acquistare un kit espresso per l'autoanalisi. Tuttavia, è meglio donare il sangue in un laboratorio..

Se non è possibile fare la fila nelle cliniche statali, c'è sempre la possibilità di condurre questa analisi in una clinica privata. Il costo dell'analisi per HBsAg, a seconda della regione e della clinica, varia da 200 a 600 rubli.

Cosa fare

Abbiamo esaminato i motivi principali e ora sappiamo cosa significa se HBsAg è negativo. Ma al momento, nessuno dei medici farà affidamento sulla diagnosi di epatite virale B, e in effetti qualsiasi altra epatite, solo dopo aver condotto solo uno dei tanti test.

Sì, infatti, lo studio dell'antigene australiano è il più adatto per esaminare numerose popolazioni o per lo screening ed è molto conveniente: appare prima nel sangue e scompare l'ultimo. L'analisi è rapida e non costosa. Pertanto, è possibile distinguere i portatori o i pazienti dal gruppo a rischio o registrarli lì in caso di un risultato positivo. Ma abbiamo visto che anche con un valore negativo dell'analisi, in alcuni casi è impossibile escludere la presenza di infezione.

Pertanto, nel caso in cui una persona abbia lamentele dal fegato o segni di intossicazione cronica, nonché se egli stesso è consapevole del possibile rischio di infezione, allora questo paziente deve sottoporsi a una gamma completa di test virologici per l'epatite B.

Le indicazioni, ad esempio, saranno l'abuso di droghe per via endovenosa, molti partner sessuali e il sesso non protetto, o frequenti visite ai saloni di bellezza, procedure mediche relative alla trasfusione di sangue e molto altro. Prima di tutto, sarà necessaria l'analisi della PCR, quindi la determinazione dei marcatori o antigeni rimanenti del virus e, infine, la determinazione degli anticorpi.

Infine, lo sviluppo del virus dell'epatite nel corpo può essere determinato indirettamente, mediante analisi biochimiche del sangue, rilevando una diminuzione della funzionalità epatica, dalla presenza di sintomi di citolisi e necrosi del tessuto epatico, nonché da altri segni non specifici.

In conclusione, si dovrebbe dire che un esame da parte di un medico specialista in malattie infettive e una storia completa del paziente sulle sue lamentele e sulla storia della malattia possono fornire molte informazioni in modo che la diagnosi possa essere fatta il più presto possibile. Ciò contribuisce al tempestivo inizio del trattamento e ad una pronta guarigione..

Reazione a catena della polimerasi come metodo per la diagnosi di epatite

La reazione a catena della polimerasi è uno dei metodi più accurati per diagnosticare l'infezione virale in questione. Tuttavia, questo metodo presenta diversi svantaggi. Innanzitutto, è piuttosto costoso e non è nell'elenco degli studi proposti in molti laboratori medici. In secondo luogo, vi è una leggera possibilità di un risultato falso positivo. Pertanto, per una conferma definitiva della diagnosi, si consiglia di riesaminare in un altro laboratorio dopo un certo tempo.

Questo metodo di ricerca è di identificare direttamente le particelle virali presenti nel flusso sanguigno. Pertanto, questo studio è diretto, a differenza dei metodi indiretti per la diagnosi dei marcatori dell'epatite B. Vale la pena notare che è meglio eseguire tale analisi come prescritto da un medico specializzato in malattie infettive.

Diagnosi di epatite B - metodi

Attualmente, sul mercato medico vengono presentati sistemi PCR di laboratorio con diversi gradi di sensibilità. Ciò significa che a concentrazioni estremamente basse del virus nel sangue, ad esempio durante la remissione della malattia, è possibile un risultato falso negativo. Pertanto, il metodo di reazione a catena della polimerasi non può essere utilizzato separatamente da altri metodi per diagnosticare questa formidabile malattia del fegato virale. Solo sulla base del complesso di informazioni ottenute a seguito di esame, interrogazione del paziente, applicazione di vari metodi di ricerca di laboratorio e strumentali è possibile formulare o confutare una diagnosi.

Che cos'è un esame del sangue HBsAG

Il sangue per HBsAG è un tipo di analisi del sangue abbastanza comune per l'epatite virale B. Questo è il tipo di studio più economico, popolare ed economico. È a causa della sua accessibilità che questa analisi è diventata screening, ovvero utilizzato per esami di massa, per ricovero ospedaliero pianificato e per la nomina di gruppi di maternità.

Forse il test HBsAG è generalmente il test più noto eseguito utilizzando la tecnologia moderna per qualsiasi malattia infettiva..

In precedenza, questa analisi veniva effettuata con il metodo della precipitazione in un gel, quindi con il metodo dell'immunoelettroforesi o con il metodo degli anticorpi fluorescenti (2a generazione). E attualmente ci sono 3 sistemi di test di generazione: RIA, o test radioimmunologico e test immunoenzimatico (ELISA).

Il fatto è che se tutti gli standard di sterilizzazione e trattamento potessero garantire la distruzione del virus dell'epatite B, allora non potremmo affatto pensare ad altri agenti patogeni. Sarebbero distrutti tutti. Il fatto è che questo virus è il vero campione nella lotta contro tutti i disinfettanti e nella resistenza a fattori ambientali. Non viene distrutto dal congelamento e ripetuto, non bollente, non dall'azione di un acido debole (ricordo, acidi forti e inorganici dissolveranno qualsiasi tessuto, ma non si trovano in natura).

Il virus, ad esempio, è in grado di infettare una persona mentendo per 15 anni in un congelatore a una temperatura di -15 gradi. È garantito che venga distrutto, ad esempio, dalla sterilizzazione a calore secco per un'ora a una temperatura di 160 gradi e simili "metodi barbarici"

E una di queste strutture virali che resiste con successo a tutti i fattori ambientali è l'HBsAG, ovvero l'antigene australiano. Analizziamo in dettaglio quale tipo di oggetto di analisi di laboratorio è e quale ruolo gioca questo indicatore quando è positivo o negativo..

Che cos'è HBsAG?

Un singolo antigene HBsAG è una molecola proteica particolare, o lipoproteina. In realtà, ci sono molte di queste molecole e tutte punteggiano la superficie esterna del virione, o "una particella", del virus. Il compito di questo antigene è l'adesione dei virus alla superficie delle cellule del fegato: epatociti o adsorbimento. È l'adsorbimento che è il primo stadio dell'aggressività virale; senza l'adsorbimento, la penetrazione del virus nella cellula è impossibile. Pertanto, questo antigene può essere considerato una specie di forze speciali, che è il primo ad atterrare sulla "costa nemica ed è fortificato su una patch".

Solo dopo aver completato questo compito il virus può integrarsi nel materiale genetico umano e indurre le cellule del fegato a produrre le proprie proteine ​​virali e acidi nucleici. Successivamente, un esame del sangue per l'antigene australiano diventa positivo. Si chiama australiano perché fu scoperto per la prima volta nel sangue di un nativo australiano dal famoso virologo Samuel Blumberg, e questo è successo nel 1964.

Questo è il primo degli antigeni del virus dell'epatite B conosciuti dall'umanità. Qualsiasi motivo porta alla conseguenza: la comparsa nel sangue di particelle virali tempestate di antigeni di superficie porta alla produzione di anticorpi che hanno lo stesso nome (questi anticorpi anti-HBsAG sono chiamati anti-HBsAG). In generale, qualsiasi antigene ha la sua coppia - un anticorpo. E tutti questi agenti virali e i loro corrispondenti anticorpi compaiono gradualmente nel sangue periferico, che può essere rilevato nei risultati del test..

Definizione

L'epatite B è il tipo più comune di epatite. La malattia non è pronunciata, per questo motivo è estremamente difficile riconoscerla per lo studio. Molte persone che soffrono di questo tipo di epatite non sono consapevoli del loro problema da molto tempo..

Esistono tre modi per ottenere un virus. Questo è sesso non protetto, sangue e da madre a bambino durante il parto.

Ci sono alcune indicazioni per lo studio di Hbs:

  • il paziente ha già sofferto di epatite di eziologia sconosciuta;
  • per il controllo e il trattamento dell'epatite virale cronica di tipo B;
  • la necessità di esaminare una persona a rischio di infezione da questo virus;
  • la necessità di determinare la fattibilità dell'uso del vaccino contro l'epatite B..

Se il test è positivo, è possibile diagnosticare il recupero dalla malattia o dimostrare l'effetto dell'assunzione del vaccino. Con un risultato negativo, il medico può parlare dell'assenza di epatite e dell'immunità post-vaccinazione al virus.

Un risultato negativo può essere rilevato nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, cioè nella fase di incubazione. Lo studio Hbs è uno studio per rilevare gli antigeni del virus. Il suo indicatore è un marcatore precoce della predisposizione specifica di una persona a questa malattia..

Il virus dell'epatite B ha una struttura complessa. Il suo guscio è costituito da piccole molecole proteiche. Contribuiscono alla comparsa di anticorpi contro il virus nel sangue umano. È con la loro presenza o assenza che una persona viene diagnosticata malata o sana.

Se anticorpi di questo tipo sono presenti nel sangue umano per sei mesi, ciò indica la transizione della malattia in una forma cronica. Condurre un'analisi di HBS consente di identificare tempestivamente la malattia, nonché di valutare la necessità di vaccinazione.

Per l'analisi, è possibile utilizzare diversi tipi di diagnostica:

7 Se hai bisogno di precisione

Nei test di laboratorio condotti per rilevare l'epatite australiana nel sangue umano, c'è sempre il rischio di un risultato errato. L'analisi più accurata è un metodo diagnostico sierologico. Questo metodo consente di rilevare la presenza del virus dell'epatite patogena nelle prime fasi della malattia - 3-5 settimane.

Nella maggior parte dei casi, il periodo di incubazione dell'epatite dura fino a 3 mesi dal momento dell'infezione. Ma non così rari casi in cui una persona è portatrice del virus per la vita, non una malattia. Un metodo diagnostico sierologico rileva gli anticorpi anti-HBs. Questi enzimi sono prodotti dall'organismo durante il periodo di recupero e la loro concentrazione nel sangue aumenta con la distruzione del virus dell'epatite. La presenza di anti-HBs rimane nel sangue di una persona che ha avuto l'epatite ed è stata curata per sempre. Grazie a questi enzimi, non è possibile una nuova infezione da epatite B dopo il completo recupero..

Per condurre un test sierologico, viene eseguito un prelievo di sangue venoso. La preparazione per l'analisi è la stessa, come per molti altri test: viene eseguita solo al mattino, a stomaco vuoto. Per diversi giorni per il test, devi rifiutare di assumere farmaci, piatti grassi e pepe, alcool. Ci vorrà un giorno per decrittografare l'analisi.

Indipendentemente dal metodo di analisi per la rilevazione dell'antigene australiano, i casi di ottenimento di risultati falsi negativi o falsi positivi non sono esclusi. Forse questo è anche quando si utilizza il metodo sierologico. Tali risultati sono associati a una violazione delle regole di preparazione per l'analisi, a un errore nel lavoro dell'assistente di laboratorio o ad apparecchiature di scarsa qualità su cui è stata eseguita l'analisi.

L'epatite B è una malattia estremamente pericolosa che porta a gravi complicazioni epatiche. Non una sola persona è al sicuro dall'infezione e, dato il lungo periodo del periodo di incubazione, il quadro sintomatico appare al momento dello sviluppo attivo della malattia. Per proteggersi, è necessario sottoporsi regolarmente a una visita medica e fare test di laboratorio.

Il gruppo a rischio per l'infezione da epatite comprende non solo gli operatori sanitari, ma anche le persone che viaggiano in vacanza o in servizio nei paesi orientali, dove il livello di sviluppo dell'epatite B è uno dei più alti al mondo. Prima di viaggiare, è necessario effettuare la vaccinazione appropriata, durante il soggiorno nel paese per osservare le misure preventive e al ritorno a casa, è obbligatorio fare un esame del sangue per HBsAg.

2 La necessità di ricerca

L'epatite è una malattia molto grave, che anche se è stata curata nelle prime fasi dello sviluppo, non passa senza lasciare traccia per il fegato e tutto il corpo

È importante capire che non una sola persona è al sicuro dall'infezione con questo tipo di patologia, quindi si raccomanda a tutte le persone di eseguire un esame del sangue per il rilevamento dell'antigene australiano almeno una volta all'anno

Per alcune categorie di persone a rischio, donare il sangue per HBsAg almeno 1 volta in 6 mesi. Tra loro:

  • personale medico a diretto contatto con pazienti infetti;
  • operatori di laboratorio a contatto con sangue e altri materiali biologici che possono contenere cellule di un virus patogeno;
  • impiegati di asili, collegi e scuole;
  • pazienti che si stanno preparando per un intervento chirurgico;
  • persone con una storia di malattie croniche, in particolare diabete mellito;
  • donatori di sangue;
  • donne incinte;
  • persone che usano droghe;
  • pazienti con malattie della pelle o infezioni a trasmissione sessuale.

I principali segni di epatite B sono il colore della pelle gialla, le feci incolori, l'urina scura, la debolezza generale del corpo, la nausea, ma non hanno sempre una manifestazione pronunciata, specialmente nelle prime fasi dello sviluppo della malattia. La natura insidiosa dell'epatite è che questa malattia ha un periodo di incubazione molto lungo e dal momento dell'infezione alla manifestazione di sintomi patologici, può richiedere più di un mese, mentre il fegato collasserà e una persona infetta può, senza saperlo, infettare gli altri.

L'epatite è particolarmente pericolosa per le donne in gravidanza. L'analisi per la rilevazione dell'antigene australiano durante la gravidanza deve essere effettuata due volte - nel 1 ° e 3 ° trimestre. Nei bambini nati da una madre infetta, l'analisi viene effettuata immediatamente dopo la nascita, a 3.6.12 anni, e successivamente ogni anno. Alcuni pazienti infetti da epatite B non hanno segni clinici e l'antigene stesso non influisce sul fegato, ma una persona simile rappresenta una minaccia per gli altri. È obbligatorio effettuare un'analisi dell'antigene australiano per le persone della famiglia o nelle immediate vicinanze delle quali vi sono casi di infezione da epatite.

Quando viene eseguito un test dell'epatite da HBsAg

Oggi, l'identificazione e la diagnosi nelle prime fasi dell'epatite virale sono di grande importanza. Pertanto, oltre a coloro che sono abbastanza attenti alla propria salute e prendono questa analisi a scopo preventivo, ci sono categorie di cittadini che sono tenuti a farlo. Questi includono:

  • donne in gravidanza due volte - quando le registrano nella clinica prenatale e immediatamente prima del parto;
  • operatori sanitari - principalmente coloro che, a causa delle loro attività professionali, lavorano con sangue e altri fluidi fisiologici (chirurghi, ginecologi, assistenti di laboratorio, infermieri);
  • pazienti - prima di qualsiasi operazione programmata;
  • persone con malattie epatiche (cirrosi) e delle vie biliari;
  • dipendenza da droghe;
  • donatori di sangue prima della donazione;
  • persone con sesso non protetto e frequenti cambi di partner;
  • pazienti con tutte le forme di epatite.

Quali marcatori determinano l'epatite B

Il marcatore HBsAg è il primo indicatore primario dell'epatite virale B, ma non unico nel suo genere

Oltre a lui, anche altri antigeni vengono presi in considerazione quando si effettua una diagnosi.

Maggiori dettagli su di essi nella tabella seguente..

Marcatori dell'epatite B.
marcatoreCome viene letta la definizione?Cosa importa?
HBsAbAnticorpi protettivi che rispondono all'antigene di superficie dell'HBVUn esame del sangue HBsAb viene utilizzato per rilevare una malattia passata, anticorpi somministrati da un vaccino o per confermare l'epatite iperimmune dopo le prime settimane dopo l'infezione.
HBeAb o anti-HBeAnticorpi anti-angina "e"Rilevato in quasi tutti i pazienti, l'antigene "e" indica l'inizio di un completo recupero.
HBcAb IgMM anticorpi verso l'antigene nucleareGli anticorpi vengono rilevati nel sangue da un periodo di 60 giorni dopo l'infezione. Un test positivo per le IgM HBcAb indica uno stadio acuto o un'infezione. È anche un indicatore dei processi distruttivi attivi nel fegato..
HBcAgAntigene nucleareNon si trova nel sangue, ma viene rilevato dall'esame di una biopsia epatica eseguita.
HBV-DNACampioni di DNA del virus dell'epatite B.Un test positivo indica la presenza del virus dell'epatite B nel sangue e la conferma della malattia.
HBcAbAnticorpi rilevati una o due settimane dopo HBsAgUtilizzato in caso di dubbi sulla veridicità di HBsAg, in combinazione con HBcAg.

L'epatite B confermata necessita di un'ulteriore diagnosi dell'epatite delta.

Il virus dell'epatite D (o infezione delta) è un virus che provoca l'epatite D. Per il suo sviluppo è necessaria una precedente infezione da virus dell'epatite B. Per essere sicuri del tuo stato di salute riguardo alla superinfezione, vengono utilizzati i marker descritti nella tabella seguente.

Marcatori dell'epatite D.
Nome del marcatoreCome viene letta la definizione?Cosa importa?
HDAgDelta Special Antigen.Un risultato positivo del test indica l'epatite D.
HDV-RNADeterminazione della presenza di virus RNA nel sangueMarker indica la presenza di infezione delta nel corpo umano.
IgM anti-HDVAnticorpi di infezione Delta Classe MDetermina la marcatura della divisione del virus della malattia.
IgG anti-HDVAnticorpi dell'epatite D di classe G.Indicare l'epatite D trasferita o la sua presenza al momento.

Come prepararsi per l'analisi e quali indicazioni per la sua consegna

È noto che molte analisi richiedono una formazione speciale. Ciò è particolarmente vero per le analisi biochimiche, che sono molto "schizzinose". Hai bisogno di preparazione per l'analisi dell'antigene australiano?

Ma non è richiesta una formazione speciale per questo studio. L'unica regola da osservare è venire in laboratorio a stomaco vuoto. Il test HBsAG è sensibile a varie sostanze che entrano nel flusso sanguigno dopo aver mangiato e possono produrre vari falsi positivi, poiché i corpi immunitari possono reagire erroneamente. Pertanto, un esame del sangue deve essere eseguito non prima di 4 ore dopo l'ultimo pasto. Certo, il momento migliore è la mattina presto..

C'è un'altra circostanza da considerare per i pazienti con epatite virale: se il medico suggerisce che il paziente ha contratto l'epatite virale B, dovrebbe essere inviato per un esame del sangue dopo un mese e mezzo dal momento della possibile infezione. Se questo viene fatto prima, le cellule del fegato semplicemente non hanno il tempo di produrre particelle virali e rilasciarle nel sangue.

Ma con quali sintomi può capire un medico che un paziente deve sottoporsi a un esame del sangue per questo antigene? Quali indicazioni generali esistono per sospettare la sua presenza? Ecco le principali situazioni cliniche in cui è giustificato l'appuntamento per questo studio:

  • Livelli aumentati di transaminasi, ovvero ALT e AST;
  • sospetto abuso prolungato di droghe per via endovenosa nel paziente;
  • sintomi di epatite virale, acuta o cronica, ad esempio ittero, artralgia;
  • malattia epatica cronica;
  • contatti sessuali frequenti e cambio di partner sessuali (ciò può indicare la presenza di un virus);
  • in presenza di un focolaio di infezione e per esame in gruppi (focolai);
  • esame di operatori sanitari, donatori, neonati di madri portatrici del virus in buona salute;
  • per prepararsi alla vaccinazione contro l'epatite B;
  • in preparazione alla gravidanza e al controllo delle donne in gravidanza;
  • esame di routine in pazienti con frequenti iniezioni endovenose e manipolazioni (ad esempio, coloro che partecipano a sessioni di plasmaferesi che sono in emodialisi cronica).

Infine, è necessario uno studio sull'antigene hbs per prepararsi al ricovero e all'intervento chirurgico pianificato.

Diagnostica di laboratorio

In sierologia, gli esami del sangue HBsAg sono stati a lungo utilizzati. Il metodo è originale e affidabile. HBsAg è stato rilevato alla terza settimana dopo l'infezione. L'antigene australiano nell'uomo lascia il sangue 90 giorni dopo la penetrazione. In casi eccezionali, si nota il trasporto di virus per tutta la vita. Un paziente infetto può rimanere clinicamente sano..

La diagnostica del siero può rilevare anticorpi contro il virus australiano. Si formano al momento del recupero, un mese dopo la rimozione dell'antigene.

I corpi anti-HBs compaiono nelle 4 settimane recuperate dopo la scomparsa dell'antigene. La concentrazione del corpo è in costante aumento, fornendo immunità per tutta la vita contro l'agente causale dell'epatite B. Secondo uno schema simile, si forma l'immunità post-vaccinazione..

La determinazione del titolo anticorpale dopo la vaccinazione è una tecnica diagnostica che controlla l'efficacia della vaccinazione. Il materiale delle analisi di laboratorio è il sangue, in una quantità di 10 ml, prelevato dalla vena del gomito. Il sangue viene somministrato a stomaco vuoto al mattino presto. I risultati dell'analisi sono ottenuti entro 24 ore..

Microbiologia e trasmissione del virus dell'epatite B: diagnosi della malattia

Decifrare i risultati

Esistono solo due possibili risultati dello studio, che aiutano a determinare la presenza di anticorpi contro l'epatite:

  1. Positivo. Come risultato dell'ottenimento di questo indicatore, viene rilevato HBsAg. Questo è il motivo di una serie di ulteriori analisi e studi, perché i valori della composizione del sangue si discostano significativamente dalla norma.
  2. Negativo. HBsAg non viene rilevato. Non c'è virus dell'epatite B nel sangue.

Una reazione positiva è un'indicazione dello sviluppo dell'epatite. Dopo aver decodificato l'analisi, è possibile identificare i fattori correlati, ad esempio:

  • tipo acuto di malattia;
  • corso cronico;
  • periodo di incubazione;
  • trasporto del virus.

Ognuno di questi fattori può successivamente svilupparsi in una delle forme di epatite. Il corpo inizia a produrre anticorpi contro di esso e durante il trattamento una persona ha l'immunità.

In rari casi, il risultato può essere errato. Si verifica a causa dello sviluppo di un'altra malattia grave, alla quale vengono prodotti anche anticorpi simili. Per distinguere i dati veri da quelli falsi, è necessario condurre una diagnosi completa del corpo. Ciò contribuirà a fare la diagnosi corretta e ad iniziare il trattamento della patologia esistente in tempo..

Falso risultato

Lo studio non mostra sempre risultati affidabili. Se l'analisi ha mostrato la presenza di virus RNA nel sangue in completa assenza di anticorpi dell'epatite C, viene determinato un risultato falso negativo o dubbio. Questa situazione si verifica in genere a causa delle seguenti patologie:

  • Diversi tipi di cancro, nonché sigilli benigni presenti nel corpo;
  • Patologie autoimmuni;
  • Vaccinazioni, in particolare vaccinazioni contro i virus dell'epatite A e B;
  • Malattie gravi, il cui verificarsi ha provocato infezioni;
  • Assumere determinati farmaci per lungo tempo;
  • Concentrazioni aumentate di ALT e AST, che sono indicatori dello stato del fegato;
  • Il periodo di gestazione e l'allattamento al seno;
  • Mancato rispetto delle regole per la consegna del biomateriale per lo studio.

Marcatori anti-HBe, anti-HBc IgM e anti-HBc IgG

L'uso di IgM anti-HBc e IgG anti-HBc determina la natura dell'infezione. Hanno un indubbio vantaggio. I marker sono nel sangue alla finestra sierologica - nel momento in cui HBsAg è scomparso, gli anti-HBs non sono comparsi. La finestra crea le condizioni per ottenere risultati falsi negativi nell'analisi dei campioni.

Il periodo sierologico dura 4-7 mesi. La prognosi immediata degli anticorpi dopo la scomparsa di molecole proteiche estranee è considerata un fattore prognostico sfavorevole..

Marcatore IgM anti-HBc

Nell'infezione acuta compaiono anticorpi IgM anti-HBc. A volte agiscono come un unico criterio. Si trovano anche con una forma cronica esacerbata della malattia.

Identificare tali anticorpi verso l'antigene non è facile. In una persona che soffre di malattie reumatiche, nello studio dei campioni ricevono falsi positivi, il che porta a diagnosi errate. Se il titolo di IgG è elevato, le IgM anti-HBcor scarseggiano.

Marcatore IgG anti-HBc

Dopo che le IgM scompaiono dal sangue, vengono rilevate IgG anti-HBc. Nel tempo, i marcatori di IgG diventeranno le specie dominanti. Nel corpo, rimangono per sempre. Ma non mostrare alcuna proprietà protettiva.

In determinate condizioni, questo tipo di anticorpo rimane l'unico segno di infezione. Ciò è dovuto alla formazione di epatite mista, quando l'HBsAg viene prodotto in concentrazioni trascurabili..

Antigene HBe e marcatori per questo

L'HBe è un antigene indicativo dell'attività riproduttiva dei virus. Indica che il virus si sta moltiplicando attivamente a causa della costruzione e del raddoppio della molecola di DNA. Conferma il decorso grave dell'epatite B. Quando le donne in gravidanza rilevano proteine ​​anti-HBe, suggeriscono un'alta probabilità di sviluppo fetale anormale.

La determinazione dei marker per HBeAg serve come prova del fatto che il paziente ha iniziato il processo di recupero e rimozione dei virus dal corpo. Nella fase cronica della malattia, il rilevamento di anticorpi indica una tendenza positiva. Il virus smette di riprodursi.

Con lo sviluppo dell'epatite B, sorge un fenomeno interessante. Il titolo di anticorpi e virus anti-HBe aumenta nel sangue del paziente, tuttavia, il numero di antigene HBe non aumenta. Una situazione simile indica una mutazione del virus. Con questo fenomeno anormale, il regime di trattamento viene modificato.

Nelle persone che hanno avuto un'infezione virale, l'anti-HBe rimane nel sangue per un po '. Il periodo di estinzione dura da 5 mesi a 5 anni..

Cosa significa se gli anticorpi dell'epatite B vengono rilevati nel sangue?

Gli anti-HBs nel sangue riflettono un trend positivo. Sembrano:

  • con recupero e formazione di immunità nel paziente (HBsAg è assente);
  • trovato in pazienti guariti che rimangono portatori del virus (HBsAg dell'antigene dell'epatite B non rilevato);
  • registrato in alcune persone che hanno ricevuto una trasfusione di sangue o dei suoi componenti da un vettore di anticorpi.

Se l'antigene di superficie dell'epatite B durante un campione di sangue è positivo, allora possiamo concludere:

  • decorso acuto della malattia (viene rilevato anche un aumento graduale dei livelli ematici, HBcAg, Anti-HBc);
  • decorso cronico (l'antigene del virus dell'epatite B ha un livello elevato stabile per oltre 6 mesi, sono presenti anche HBcAg, Anti-HBc);
  • trasporto sano (combinato con Anti-HBc);
  • nei bambini piccoli è possibile il rilevamento di antigeni materni nel sangue.

Anticorpi nucleari positivi Le IgM per l'epatite B vengono rilevate con danni al fegato nelle fasi itterica e preicterica. Il paziente è estremamente contagioso per gli altri..

La presenza di IgM anti-HBc in combinazione con HBsAg indica un decorso acuto della malattia.

La scomparsa di IgM indica l'attenuazione della malattia e il recupero del paziente. Le IgG che poi si manifestano persistono per un lungo periodo dopo il recupero. IgG - un indicatore che si verifica con lo sviluppo di un'immunità persistente alla malattia o il suo passaggio a una forma cronica.

Tavolo. Che cosa indicano la rilevazione (+) o la mancata rilevazione (-) di anticorpi e antigeni dell'epatite B?.

Domande frequenti

Il sito fornisce informazioni di base. Una diagnosi e un trattamento adeguati della malattia sono possibili sotto la supervisione di un medico coscienzioso.

Decifrare i risultati

La decifrazione dei risultati viene eseguita solo dal medico curante, poiché non viene valutato solo il risultato dello studio HBeAg, ma tutti i test nel complesso. Un modulo di test di laboratorio (negativo o positivo) da solo non è una diagnosi o una base per qualsiasi trattamento antivirale.

Consideriamo tutti i casi separatamente.

HBeAg negativo

Un risultato negativo significa che nessun antigene HBeAg nucleare è stato rilevato nel sangue del paziente. La replicazione del patogeno dell'epatite B è assente o bassa, non sempre determinata dai moderni sistemi di test diagnostici. Per eliminare completamente il fatto della replicazione del virus, è necessario condurre un'analisi PCR del DNA del virus dell'epatite B..

Se altri marker di epatite non vengono rilevati nel sangue del paziente, questo esclude la possibilità di infezione da questo virus epatotropico.

Se vengono identificati altri marker di epatite acuta B, questo risultato viene considerato come epatite cronica B negativa all'HBeAg.

HBeAg positivo

Un risultato positivo del test indica che HBeAg viene rilevato nel sangue del paziente. Questo è uno dei marker della replicazione del patogeno dell'epatite B, conferma l'epatite acuta o l'esacerbazione di.

Negativo anti-HBe

Questo risultato significa che non sono stati rilevati anticorpi contro l'antigene HBeAg nel sangue del paziente. L'assenza di anticorpi verso l'antigene nucleare significa sia l'assenza del fatto di infezione, sia le condizioni del paziente sono considerate l'incubazione o il periodo preicterico dell'epatite B, se c'è HBeAg.

Positivo anti-HBe

Un test anti-HBe positivo indica che nel sangue del paziente vengono rilevati anticorpi verso l'antigene nucleare. Questo è considerato come sieroconversione, cioè la sostituzione dell'antigene con anticorpi, un segno prognosticamente favorevole del possibile recupero del paziente.

HBeAg è negativo, ma lo sono gli anticorpi

Questa combinazione è descritta sopra, è considerata come sieroconversione. È uno degli obiettivi del trattamento antivirale per un paziente con epatite B cronica.

HBeAg è negativo e HBsAg è positivo

Tale combinazione può essere considerata in modo ambiguo. Può essere uno stato portatore sano che non richiede un intervento medico, ma solo un'osservazione dinamica. Può anche essere un'epatite negativa da HBeAg, ovvero lo stadio tardivo dell'epatite cronica B. a lungo esistente Al fine di confermare o confutare un possibile processo infiammatorio cronico nel fegato, è necessario condurre un'analisi PCR per il DNA del virus dell'epatite B.

Vaccinazione

Il vaccino contro l'epatite B è una soluzione iniettabile contenente molecole proteiche dell'antigene HBsAg. In tutte le dosi sono presenti 10-20 μg del composto neutralizzato. Spesso, Infanrix e Angerix vengono utilizzati per le vaccinazioni. Sebbene siano disponibili molti vaccini.

Da un'iniezione che penetra nel corpo, l'antigene penetra gradualmente nel sangue. Con questo meccanismo, le difese si adattano alle proteine ​​estranee, producono una risposta immunitaria.

Prima che gli anticorpi contro l'epatite B compaiano dopo la vaccinazione, ci vuole mezzo mese. L'iniezione viene somministrata per via intramuscolare. Con la vaccinazione sottocutanea, si forma una debole immunità all'infezione virale. La soluzione provoca la comparsa di ascessi nel tessuto epiteliale..

Dopo la vaccinazione, il grado di concentrazione degli anticorpi dell'epatite B nel sangue rivela la forza della risposta immunitaria. Se il numero di marcatori è superiore a 100 mMU / ml, si afferma che il vaccino ha raggiunto lo scopo previsto. Un buon risultato è stato registrato nel 90% delle persone vaccinate.

Una concentrazione inferiore a 10 mMU / ml indica che l'immunità post-vaccinazione non si è formata. Le persone con questo indicatore dovrebbero essere sottoposte a screening per l'epatite B. Se sono in buona salute, devono essere nuovamente vaccinate.

Ho bisogno di una vaccinazione

Una vaccinazione efficace protegge il 95% della penetrazione del virus dell'epatite B nel corpo. 2-3 mesi dopo la procedura, una persona sviluppa un'immunità stabile all'infezione virale. Protegge il corpo dall'invasione di virus.

L'immunità post-vaccinazione si forma nell'85% delle persone vaccinate. Per il restante 15%, sarà insufficiente in tensione. Ciò significa che possono essere infettati. Nel 2-5% di quelli vaccinati, l'immunità non si forma affatto.

Pertanto, dopo 3 mesi, le persone vaccinate devono controllare l'intensità dell'immunità all'epatite B. Se il vaccino non dà il risultato desiderato, devono essere testati per l'epatite B. Nel caso in cui gli anticorpi non vengano rilevati, si raccomanda di essere nuovamente vaccinati..

Chi è vaccinato?

Tutti hanno bisogno di essere vaccinati contro un'infezione virale. Questa vaccinazione appartiene alla categoria delle vaccinazioni obbligatorie. Per la prima volta, un'iniezione viene somministrata in ospedale, poche ore dopo la nascita. Quindi lo hanno messo, aderendo a un certo schema. Se il neonato non viene vaccinato immediatamente, la vaccinazione viene effettuata all'età di 13 anni..

  • la prima iniezione viene somministrata nel giorno stabilito;
  • il secondo - 30 giorni dopo il primo;
  • il terzo - quando saranno trascorsi sei mesi dalla prima vaccinazione.

Viene introdotto 1 ml di soluzione iniettabile, in cui si trovano le molecole proteiche neutralizzate del virus. Inoculare il muscolo deltoide situato sulla spalla.

Gruppi di adulti vaccinati:

  • infetto da altri tipi di epatite;
  • chiunque abbia stretto una relazione intima con una persona infetta;
  • quelli che hanno l'epatite B in famiglia;
  • Operatori sanitari;
  • assistenti di laboratorio del sangue;
  • pazienti sottoposti a emodialisi;
  • tossicodipendenti che usano una siringa per somministrare soluzioni appropriate;
  • studenti di medicina;
  • persone con rapporti sessuali promiscui;
  • persone omosessuali;
  • turisti che vanno in vacanza in Africa e nei paesi asiatici;
  • scontando condanne nelle strutture correttive.

I test per gli anticorpi contro l'epatite B aiutano a identificare la malattia nella fase iniziale dello sviluppo, quando è asintomatica. Ciò aumenta la possibilità di un recupero rapido e completo. I test consentono di determinare la formazione di un'immunità protetta dopo la vaccinazione. Se si è sviluppato, la probabilità di contrarre un'infezione virale è trascurabile.

L'epatite B è stata e rimane uno dei problemi di salute globali più importanti. Si stima che ne siano colpite circa 350 milioni di persone..

Si esprime nella morte di massa di epatociti (cellule epatiche) sullo sfondo del processo infiammatorio e nel successivo sviluppo di insufficienza epatica.

L'infezione si verifica a causa del contatto con fluidi biologici di una persona infetta: sangue, saliva, urina, bile, ecc. Quando il virus penetra, il corpo sintetizza speciali composti proteici - anticorpi contro l'epatite B. Lo studio degli anticorpi (marcatori) consente non solo di stabilire una diagnosi, ma anche di comprendere il grado di complessità della malattia, per valutare l'efficacia del suo trattamento.

Diagnostica e interpretazione dei risultati

La diagnosi di laboratorio dell'epatite B aiuta a rilevare marcatori sierologici, DNA, determinare lo stadio dell'infezione e prevederne l'esito. Il più informativo è un esame del sangue. Prima dello studio, è vietato mangiare cibo per 8 ore prima dell'orario stabilito.

I seguenti test vengono utilizzati per rilevare HBV:

  • PCR (reazione a catena della polimerasi) per rilevare il DNA del virus.
  • Rilevazione qualitativa di anticorpi Ig G verso Hbc e HBsAg.
  • Un esame del sangue che determina le immunoglobuline HBeAg e classe M a HBcor.

Utilizzando test immunologici per diversi marcatori, è possibile integrare l'immagine:

  • Il rilevamento di particelle virali HBsAg può indicare la presenza del virus, sebbene si trovino spesso in persone sane. Un risultato negativo è fino a 0,05 UI / ml, uno positivo è superiore a 0,05 UI / ml.
  • L'antigene HBe si trova in quasi tutti i pazienti. Questo marcatore indica un'epatite acuta e un'elevata contagiosità del paziente. La mancanza di proteine ​​è la norma.
  • Gli anticorpi di classe M indicano HBV acuto, il sangue del paziente e altri fluidi corporei sono contagiosi e esiste la possibilità di un processo cronico. In una persona sana, questo marker è assente. Le immunoglobuline di classe G indicano che si è formata l'immunità contro la malattia.
  • Gli anticorpi anti-HBe sono un segno di un decorso favorevole dell'infezione e della formazione della difesa immunitaria. Il marker anti-HBs ha lo stesso significato..


La diagnostica PCR può rilevare il DNA del virus nelle prime fasi della malattia

Il metodo PCR è un'analisi moderna e altamente informativa per l'epatite B, che consente di rilevare il DNA dell'HBV negli epatociti. I medici distinguono i seguenti tipi di ricerca:

  • La PCR qualitativa è prescritta per il sospetto HBV. Se i risultati vanno da 10 a 500 UI / ml e il livello di DNA è basso, l'HBV non viene rilevato..
  • La PCR quantitativa dà un'idea di quanto i conteggi del sangue del paziente siano tutt'altro che normali. Questo studio consente di determinare la fase della malattia e elaborare tattiche di trattamento. L'analisi quantitativa è più sensibile che qualitativa. Il medico conta il DNA rilevato, che è espresso in copie per ml o UI / ml.

Riferimento. Il metodo quantitativo di PCR consente di valutare l'efficacia della terapia. Inoltre, con il suo aiuto, il medico può regolare il regime di trattamento tenendo conto della quantità di DNA del virus.

Al fine di decifrare correttamente i test, è necessario confrontare i risultati con valori normali e confrontarli con i sintomi dell'epatite B. Se le caratteristiche qualitative e quantitative dei marcatori dell'epatite sono decrittografate correttamente, il medico identificherà l'infezione, determinerà il suo stadio, la sua forma e farà una prognosi.

HBsAgAnti HBsHBeAgAnti HBeAnticorpi di classe M per HBcAnticorpi di classe G per HbcHBV DNAConclusione
+/--/++/--/++++/-L'epatite B è acuta
+--+-+Meno di 10?Il paziente è un portatore di HBV
+-+/--/++/-+Più di 10?Infezione cronica
-+-----Il paziente ha sviluppato l'immunità dopo la vaccinazione
-+-+/--+-L'immunità si è formata dopo l'epatite

Importante. Non dimenticare che i risultati della ricerca non sono sempre affidabili, quindi si consiglia di eseguire ulteriori diagnosi dopo un po '. L'epatite B è una patologia pericolosa che non ha una gravità pronunciata e spesso acquisisce un decorso cronico

I marker sierologici aiuteranno a identificare la malattia, anche in una fase iniziale, quando la probabilità di complicanze è ancora minima. La vaccinazione aiuterà a prevenire l'HBV. Per assicurarti, ti consigliamo di fare di tanto in tanto un'analisi per i marcatori dell'epatite B.

L'epatite B è una patologia pericolosa che non ha una gravità pronunciata e spesso acquisisce un decorso cronico. I marker sierologici aiuteranno a identificare la malattia, anche in una fase iniziale, quando la probabilità di complicanze è ancora minima. La vaccinazione aiuterà a prevenire l'HBV. Per assicurarti, ti consigliamo di fare di tanto in tanto un'analisi per i marcatori dell'epatite B..

HBcoreAg - Anti-HBcoreAg

Questo antigene è concentrato solo negli epatociti, viene rilevato solo nello studio del materiale di puntura del fegato e gli anticorpi totali formati ad esso appaiono quasi dai primi giorni della malattia, quando non ci sono segni clinici della malattia.

Si distinguono due tipi di anticorpi per HBcoreAg:

  1. Le immunoglobuline IgM aumentano nella fase acuta dell'epatite e durante i periodi di esacerbazione della forma cronica, scomparendo nella remissione e dopo il recupero. Il tempo totale di permanenza di HBcore-IgM nel sangue va dai 6 ai 12 mesi. Questo marcatore funge da indicatore principale dell'epatite acuta B;
  2. immunoglobuline di classe G (HBcore-IgG) si trovano per la vita in tutti coloro che hanno mai avuto l'epatite B, ma non hanno proprietà protettive.

Il rilevamento di questi anticorpi aiuta a diagnosticare la malattia durante l'azione della finestra sierologica in assenza di marcatori HBs.

I risultati positivi dei test per HBcore-IgM e HBcore-IgG a volte possono essere inaffidabili - immunoglobuline di classe M e G sono prodotte in alcune malattie del sistema muscoloscheletrico.

Quando è possibile rilevare anticorpi contro l'epatite C.

Conoscere i tempi in cui compaiono determinate immunoglobuline, consente di diagnosticare il più accuratamente possibile e ridurre al minimo il rischio di risultati falsi negativi.

Pertanto, è consigliabile rilevare gli anticorpi dell'epatite C per tenere conto dei seguenti dati:

Classe di anticorpiDate di apparizione nel flusso sanguigno
Anti-HCV indifferenziatoFino a 2 mesi dopo l'ingresso di HCV nel flusso sanguigno (a causa della produzione di IgM)
IgMI termini di apparenza sono individuali, in media - fino a un mese e mezzo
Anti-NS3Rilevato e diffuso nel sangue quasi contemporaneamente all'IgM
Anti-NS5Sviluppato dopo 4-6 mesi con una graduale attenuazione del processo acuto e il passaggio della malattia a una fase lenta cronica
IgGProdotto nella forma cronica della malattia, 6-8 mesi dopo l'infezione
Anti-NS4Gli anticorpi di solito compaiono nella fase del danno epatico, di solito 10-11 mesi, a volte un anno, dopo l'infezione

Il momento esatto della comparsa degli anticorpi (indipendentemente dalla classe e compresi gli anticorpi contro le proteine ​​strutturali e non strutturali del virus) è quasi impossibile nominarlo, tutto dipende dall'intensità della risposta immunitaria. Pertanto, se il marker Anti-HCV Total non viene rilevato, ma il rischio di infezione è elevato. Si consiglia di ripetere il test dopo 14-21 giorni..

Al contrario, se sono presenti anticorpi dell'epatite C e la PCR è negativa, è necessario determinare la causa di tale risultato. Ma in ogni caso, la persona rimane sotto controllo medico. Le indicazioni per la donazione di sangue vengono emesse ogni 2-4 mesi fino a quando non si ottiene un risultato chiaro.

Marcatori dell'epatite B HBsAg Marker Descrizione

HbsAg - un marker di epatite B, che consente di identificare la malattia entro poche settimane dall'infezione

Esistono numerosi marker di epatite virale B. I marker sono chiamati antigeni, sono sostanze estranee che, quando entrano nel corpo umano, provocano una reazione del sistema immunitario. In risposta alla presenza di antigene nel corpo, il corpo produce anticorpi per combattere l'agente causale della malattia. Sono questi anticorpi che possono essere trovati nel sangue durante l'analisi.

Per determinare l'epatite virale B, vengono utilizzati l'antigene HBsAg (superficie), HBcAg (nucleare) e HBeAg (nucleare). Per una diagnosi affidabile, vengono immediatamente determinati un numero di anticorpi. Se viene rilevato l'antigene HBsAg, possiamo parlare della presenza di infezione. Tuttavia, si consiglia di duplicare l'analisi per eliminare gli errori..

Il virus dell'epatite B ha una struttura complessa. Ha un nucleo e un guscio abbastanza solido. È costituito da proteine, lipidi e altre sostanze. L'antigene HBsAg è uno dei componenti dell'involucro del virus dell'epatite B. Il suo compito principale è la penetrazione del virus nelle cellule del fegato. Quando il virus entra nella cellula, inizia a produrre nuovi filamenti di DNA, si moltiplica e l'antigene HBsAg viene rilasciato nel sangue.

Non si decompone né a temperature elevate né a temperature estremamente basse e non si arrende all'azione dei prodotti chimici, resiste sia agli ambienti acidi che alcalini. Il suo guscio è così resistente che gli consente di sopravvivere nelle condizioni più avverse..

Il principio di vaccinazione si basa sull'azione dell'antigene (ANTIbody - GENeretor - produttore di anticorpi). Gli antigeni morti o geneticamente modificati, modificati, non causando un'infezione, ma provocando la produzione di anticorpi, vengono introdotti nel sangue di una persona.

Puoi saperne di più sull'epatite B dal video:

È noto che l'epatite virale B inizia con un periodo di incubazione che può durare fino a 2 mesi. Tuttavia, l'antigene HBsAg è già rilasciato in questa fase e in grandi quantità, quindi questo antigene è considerato il marker più affidabile e precoce della malattia.

L'antigene HBsAg può essere rilevato già il 14 ° giorno dopo l'infezione. Ma non in tutti i casi, entra nel flusso sanguigno così presto, quindi è meglio aspettare un mese dopo una possibile infezione. L'HBsAg può circolare nel sangue durante lo stadio di esacerbazione della malattia e scomparire con la remissione. È possibile rilevare questo antigene nel sangue per 180 giorni dal momento dell'infezione. Se la malattia è cronica, allora HBsAg può essere presente nel sangue continuamente..

Anticorpi dell'antigene superficiale del virus dell'epatite B totale (quantitativo)

Epatite virale B (HBV - virus dell'epatite B) - una malattia epatica infettiva causata dal virus dell'epatite B. Il tipo più comune di epatite sul pianeta. In Russia soffrono di circa 5 milioni di persone e un numero considerevole di persone non sospetta di essere malati. L'epatite B può essere asintomatica a lungo, trasformandosi in una forma cronica dopo 6 mesi. Mentre una persona non sa di essere malata, è pericolosa per la sua salute e per la salute degli altri. Per questo motivo, si consiglia di effettuare un'analisi per rilevare regolarmente l'epatite B, una volta ogni sei mesi se esiste il rischio di infezione. Puoi proteggerti dall'infezione da epatite B con la vaccinazione. La vaccinazione fornisce protezione da 5 a 7 anni. Prima della vaccinazione, in base ai risultati della vaccinazione e dopo 5 anni dalla vaccinazione, è necessario studiare il livello di anticorpi mediante l'analisi degli anticorpi anti-Hbs.

L'epatite B viene trasmessa con fluidi biologici: sperma, sangue e plasma. Se si è verificato un probabile caso di infezione (rapporto non protetto, uso ripetuto di una siringa, contatto con sangue contaminato, ecc.), È necessario sottoporsi al test di epatite B dopo un mese per un risultato più affidabile.

Il periodo di incubazione (asintomatico) va da 4 settimane a 6 mesi. Alla fine del periodo di incubazione, i livelli di ALT epatico, i livelli di AST aumentano, il fegato e la milza aumentano e la concentrazione di bilirubina aumenta di un fattore 2–2,5. Può verificarsi sia sotto forma di forme lievi, che durano diverse settimane, sia sotto forma di un'infezione cronica con un lungo decorso.

Sintomi di epatite acuta: giallo della pelle, febbre, nausea, affaticamento, in test di laboratorio - segni di compromissione della funzionalità epatica e antigeni specifici del virus dell'epatite B.

Una malattia acuta può verificarsi rapidamente, con esito fatale, passare a un'infezione cronica o terminare in completa guarigione. Si ritiene che l'immunità persistente si formi dopo l'epatite..

L'epatite virale cronica B può portare a cirrosi e cancro al fegato. Nel processo di lotta contro l'epatite, l'immunità può portare a malattie autoimmuni: tiroidite, gastrite cronica, sindrome di Sjogren, porpora trombocitopenica idiopatica, periarterite nodosa, glomerulonefrite, sindrome di Guillain Barré, artrite reumatoide, ecc..

La diagnosi del virus dell'epatite B è complicata dal fatto che il virus stesso spesso non viene rilevato nel sangue, perché è troppo piccolo o concentrato nel fegato, il che consente al virus di essere riconosciuto solo con una biopsia epatica. Per riconoscere il patogeno, viene eseguito un test anticorpale (immunoglobuline)..

Anticorpi (immunoglobuline, IG, Ig) - composti proteici del plasma sanguigno, formati in risposta all'ingestione di batteri, virus, tossine e altri antigeni. Contattando i siti attivi con batteri o virus, gli anticorpi ne impediscono la riproduzione o neutralizzano le sostanze tossiche rilasciate da essi.

Se determini quali anticorpi circolano nel sangue, puoi determinare quale antigene (virus, batterio...) ha causato il loro aspetto.

Il virus dell'epatite B è costituito da una membrana e un nucleo. Il guscio contiene un antigene di superficie - "s" (HBsAg). Nel nucleo si trovano l'antigene nucleare - "core" (HBcAg) e l'antigene "e" (HBeAg).

Durante la lotta dell'immunità con il virus agli antigeni dell'involucro e al nucleo del virus, si formano vari anticorpi. Questo test identifica gli anticorpi dell'antigene di superficie del virus dell'epatite B (anti-HBs) Classi di IgM e IgG (totale).

Gli anti-HBs possono formarsi sia con l'epatite B sia dopo una specifica vaccinazione. La presenza di anti-HBs è un indicatore dell'immunità protettiva contro l'epatite B. Nella maggior parte dei pazienti con epatite B acuta, questi anticorpi vengono rilevati 3-4 mesi dopo la scomparsa dell'antigene nel sangue (HBsAg). In una piccola percentuale di pazienti, gli anticorpi possono essere rilevati nel decorso cronico dell'epatite virale B..

La determinazione del livello di anti-HBs viene utilizzata per valutare il decorso della malattia e il suo esito (un criterio per lo sviluppo dell'immunità contro il virus dell'epatite B).

Un risultato negativo del test indica che non ci sono anticorpi contro l'antigene di superficie dell'epatite virale B nel sangue e può essere interpretato in diversi modi:

  • l'effetto di vaccinazione non è raggiunto
  • mancanza di epatite B passata (in assenza di altri indicatori di epatite B)
  • l'epatite B acuta non può essere esclusa
  • non si può escludere un'epatite B cronica infettiva elevata
  • il trasporto di antigeni HBs a bassa replicazione non può essere escluso.