Anticorpi contro l'epatite C (anti HCV)

In risposta all'ingestione di particelle estranee, come i virus, nel corpo umano, il sistema immunitario produce immunoglobuline - anticorpi protettivi. Questi anticorpi vengono rilevati da un ELISA speciale, un test di screening utilizzato per stabilire che una persona è stata infettata dall'epatite C. Per l'epatite C, tutti gli anticorpi contengono l'abbreviazione anti-HCV, che significa "contro il virus dell'epatite C".

Gli anticorpi dell'epatite C si dividono in due classi: G e M, che è scritto nelle analisi come IgG e IgM (Ig - immunoglobulina (immunoglobulina) è il nome latino degli anticorpi). Totale anti-HCV (anti-HCV, anti-hcv) - anticorpi totali (classi di IgG e IgM) per gli antigeni del virus dell'epatite C. Il test per determinare questi marcatori viene eseguito per tutti i pazienti quando vogliono verificare se hanno l'epatite C. Anti- L'HCV è presente sia in acuto (possono essere rilevati già dopo 4-6 settimane dall'infezione) sia in epatite cronica. Il totale anti-HCV si trova anche in coloro che hanno avuto l'epatite C e si sono ripresi da soli. In tali soggetti, questo marker può essere rilevato entro 4-8 anni o più dopo il recupero. Pertanto, un test anti-HCV positivo non è sufficiente per stabilire una diagnosi. Sullo sfondo di un'infezione cronica, gli anticorpi totali vengono costantemente rilevati e dopo un trattamento efficace rimangono a lungo (principalmente a causa delle IgG anti-HCV core, descritte di seguito), mentre i loro titoli vengono gradualmente ridotti. "

È importante sapere che gli anticorpi contro l'epatite C non proteggono dallo sviluppo dell'infezione da HCV e non forniscono un'immunità affidabile contro la reinfezione.

Lo spettro di anti-HCV (core, NS3, NS4, NS5) sono anticorpi specifici per le singole proteine ​​strutturali e non strutturali del virus dell'epatite C. Sono determinati a giudicare la carica virale, l'attività dell'infezione, il rischio di cronicità, la distinzione tra epatite acuta e cronica, il grado di danno epatico. Il rilevamento di anticorpi per ciascuno degli antigeni ha un valore diagnostico indipendente. L'anti-HCV è costituito dalle proteine ​​(proteine) strutturali (core) e non strutturali (NS3, NS4, NS5).

IgG anti-HCV core - Anticorpi di classe G alle proteine ​​core HCV. Le IgG anti-HCV compaiono dopo 11-12 settimane dall'infezione, quindi, per diagnosticare possibili infezioni "fresche", utilizzare il totale di Anti-HCV, che appare prima. Le IgG anti-HCV raggiungono un picco di concentrazione di 5-6 mesi dal momento dell'infezione e nel decorso cronico della malattia vengono rilevate nel sangue per tutta la vita. Con l'epatite C trasferita, il titolo degli anticorpi IgG diminuisce gradualmente e può raggiungere valori non rilevabili diversi anni dopo il recupero.

IgM anti-HCV - Anticorpi di classe IgM agli antigeni del virus dell'epatite C. Le IgM anti-HCV possono essere rilevate nel sangue 4-6 settimane dopo l'infezione, la loro concentrazione raggiunge rapidamente il massimo. Dopo il completamento del processo acuto, il livello di IgM diminuisce e può aumentare nuovamente durante la riattivazione dell'infezione, pertanto si ritiene che questi anticorpi siano un segno di infezione acuta o cronici con segni di riattivazione. Nell'epatite C acuta, il rilevamento prolungato di anticorpi di classe M è un fattore che predice la transizione della malattia in una forma cronica. Si ritiene che il rilevamento di IgM anti-HCV possa riflettere il livello di viremia ed attività dell'epatite C, tuttavia, le IgM anti-HCV non vengono sempre rilevate durante la riattivazione dell'HCV. Ci sono anche casi in cui viene rilevata l'epatite C cronica in assenza di riattivazione di IgM anti-HCV.

Proteine ​​non strutturali (NS3, NS4, NS5).

NS3, NS4, NS5 appartengono a proteine ​​non strutturali (NS - non strutturali). In realtà, ci sono più di queste proteine: NS2, NS3, NS4a, NS4b, NS5a, NS5b, tuttavia, nella maggior parte dei laboratori diagnostici clinici vengono rilevati anticorpi contro le proteine ​​NS3, NS4 e NS5.

Anti-NS3 viene rilevato nelle prime fasi della sieroconversione. Elevati titoli anti-NS3 sono caratteristici dell'epatite C acuta e possono essere un marker diagnostico indipendente del processo acuto. Nel processo acuto, un'alta concentrazione di anti-NS3 di solito indica una significativa carica virale e la loro conservazione a lungo termine nella fase acuta è associata ad un alto rischio di infezione cronica.

Anti-NS4 e anti-NS5 di solito compaiono in un secondo momento. Nell'epatite C cronica, la definizione di anti-NS4 in titoli alti può indicare la durata del processo di infezione e, secondo alcuni rapporti, è associata al grado di danno epatico. Il rilevamento di anti-NS5 in titoli alti indica spesso la presenza di RNA virale e nella fase acuta è un fattore predittivo della cronicità del processo infettivo. Una diminuzione dei titoli di NS4 e NS5 in dinamica può essere un segno favorevole che indica la formazione di remissione clinica e biochimica. I titoli anti-NS5 possono riflettere l'efficacia di AVT e i loro valori aumentati sono caratteristici delle persone che non rispondono alla terapia. Dopo il recupero, i titoli anti-NS4 e anti-NS5 diminuiscono nel tempo. I risultati di uno studio hanno mostrato che in quasi la metà dei pazienti 10 anni dopo il successo del trattamento con interferoni, non sono stati rilevati anti-NS4 e anti-NS5. La tabella seguente mostra le opzioni di trattamento più probabili per la combinazione di marcatori dell'epatite C..

IgM anti-HCVIgG anti-HCV coreIgG anti-HCV NSRNA HCVNotaInterpretazione del risultato
++-+La presenza di segni clinici e di laboratorio di epatite acuta, un aumento dei titoli di IgG core anti-HCVEpatite acuta C.
++++La presenza di segni clinici e di laboratorio di epatite cronicaEpatite cronica C, fase di riattivazione
-++-L'assenza di segni clinici e di laboratorio della malattia (in presenza di patologia concomitante - è possibile un leggero aumento dell'attività delle aminotransferasi)Epatite cronica C, fase latente
-+-/+-Mancanza persistente di segni clinici e di laboratorio della malattia, presenza di IgG anti-HCV core in titoli di 1:80 e inferiori, livelli normali di transaminasi (ALT, AST), è possibile determinare IgG anti-HCV NS in titoli bassi con la graduale scomparsa di questi anticorpi per diversi anni

Riconvalescenza (recuperata) dell'epatite C acuta o fase latente dell'epatite cronica C

Tuttavia, per la diagnosi, non è sempre sufficiente avere i risultati degli studi sierologici. È necessario disporre di dati epidemiologici, informazioni sul tempo e le circostanze di una possibile infezione, la presenza di segni clinici e di laboratorio della malattia.

Anti-HCV, anticorpi

Anti-HCV - immunoglobuline specifiche delle classi di IgM e IgG alle proteine ​​del virus dell'epatite C, che indicano una possibile infezione o un'infezione precedente.

Anticorpi totali contro il virus dell'epatite C, anti-HCV.

Sinonimi inglese

Anticorpi anti virus dell'epatite C, IgM, IgG; HCVAb, totale.

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  • Non fumare per 30 minuti prima dello studio..

Panoramica dello studio

Virus dell'epatite C (HCV) - Un virus contenente RNA della famiglia delle Flaviviridae che infetta le cellule del fegato e causa l'epatite. È in grado di moltiplicarsi nelle cellule del sangue (neutrofili, monociti e macrofagi, linfociti B) ed è associato allo sviluppo di crioglobulinemia, malattia di Sjogren e malattie linfoproliferative delle cellule B. Tra tutti gli agenti causali dell'epatite virale, l'HCV presenta il maggior numero di variazioni e, grazie alla sua elevata attività mutazionale, è in grado di evitare i meccanismi protettivi del sistema immunitario umano. Esistono 6 genotipi e molti sottotipi del virus che hanno significati diversi per la prognosi della malattia e l'efficacia della terapia antivirale.

La principale via di trasmissione dell'infezione è attraverso il sangue (durante la trasfusione di sangue e elementi plasmatici, trapianto di organi donatori, attraverso siringhe non sterili, aghi, strumenti per tatuaggi, piercing). È probabile che il virus sia trasmesso attraverso il contatto sessuale e da madre a figlio durante il parto, ma questo è meno comune.

L'epatite virale acuta, di regola, è asintomatica e nella maggior parte dei casi non viene rilevata. Solo nel 15% delle persone infette la malattia è acuta, con nausea, dolori muscolari, mancanza di appetito e perdita di peso, raramente è accompagnata da ittero. Nel 60-85% delle persone infette si sviluppa un'infezione cronica, che è 15 volte superiore alla frequenza di cronicità nell'epatite B. L'epatite virale cronica C è caratterizzata da un'onda con un aumento degli enzimi epatici e sintomi lievi. Nel 20-30% dei pazienti, la malattia porta alla cirrosi, aumentando il rischio di insufficienza epatica e carcinoma epatocellulare.

Immunoglobuline specifiche vengono prodotte nel nucleo del virus (nucleo proteico nucleocapsidico), nell'involucro del virus (nucleoproteine ​​E1-E2) e nei frammenti del genoma del virus dell'epatite C (proteine ​​NS non strutturali). Nella maggior parte dei pazienti con HCV, i primi anticorpi compaiono 1-3 mesi dopo l'infezione, ma a volte possono essere assenti nel sangue per più di un anno. Nel 5% dei casi, gli anticorpi anti-virus non vengono mai rilevati. In questo caso, il rilevamento di anticorpi totali contro gli antigeni del virus dell'epatite C testimonerà l'HCV.

Nel periodo acuto della malattia, si formano anticorpi delle classi IgM e IgG per il nucleo della proteina nucleocapside. Durante il corso latente dell'infezione e durante la sua riattivazione, nel sangue sono presenti anticorpi della classe IgG verso le proteine ​​NS non strutturali e il nucleo proteico nucleocapsidico.

Dopo l'infezione, immunoglobuline specifiche circolano nel sangue per 8-10 anni con una graduale riduzione della concentrazione o persistono per titoli molto bassi per tutta la vita. Non proteggono dalle infezioni virali e non riducono il rischio di reinfezione e lo sviluppo della malattia.

A cosa serve lo studio??

  • Per la diagnosi di epatite virale C.
  • Per diagnosi differenziale di epatite.
  • Per identificare l'epatite virale precedentemente trasferita C.

Quando è programmato uno studio?

  • Con sintomi di epatite virale e transaminasi epatiche elevate.
  • Se è nota l'epatite di eziologia non specificata.
  • Quando si esaminano le persone a rischio di infezione da epatite C..
  • Durante gli esami di screening.

Cosa significano i risultati??

Rapporto S / CO (segnale / cutoff): 0 - 1.

Ragioni per anti-HCV positivo:

  • epatite virale acuta o cronica C;
  • epatite virale precedente C.

Ragioni per il risultato negativo anti-HCV:

  • l'assenza del virus dell'epatite C nel corpo;
  • periodo iniziale dopo l'infezione;
  • mancanza di anticorpi nell'epatite virale C (variante sieronegativa, circa il 5% dei casi).

Cosa può influenzare il risultato?

  • Il fattore reumatoide nel sangue contribuisce a un risultato falso positivo.
  • Se l'anti-HCV è positivo, viene eseguito un test per determinare le proteine ​​strutturali e non strutturali del virus (NS, Core) per confermare la diagnosi di epatite virale C.
  • Dati i fattori di rischio esistenti per infezione e sospetta epatite C, si raccomanda che l'RNA del virus nel sangue sia determinato mediante PCR anche in assenza di anticorpi specifici.

Chi prescrive lo studio?

Specialista in malattie infettive, epatologo, gastroenterologo, terapista.

Letteratura

  • Vozianova Zh. I. Malattie infettive e parassitarie: 3 t. - K.: Salute, 2000. - T.1.: 600-690.
  • Kishkun A. A. Studi immunologici e sierologici nella pratica clinica. - M.: MIA LLC, 2006. - 471-476 s.
  • Principi di medicina interna di Harrison. 16 ° ed. NY: McGraw-Hill; 2005: 1822-1855.
  • Lerat H, Rumin S, Habersetzer F e altri. Tropismo in vivo delle sequenze genomiche del virus dell'epatite C nelle cellule ematopoietiche: influenza della carica virale, genotipo virale e fenotipo cellulare. Sangue 15 maggio 1998; 91 (10): 3841-9.PMID: 9573022.
  • Revie D, Salahuddin SZ. Tipi di cellule umane importanti per la replicazione del virus dell'epatite C in vivo e in vitro: vecchie affermazioni e prove attuali. Virol J., 11 luglio 2011; 8: 346. doi: 10.1186 / 1743-422X-8-346. PMID: 21745397.

Analisi anti-hcv positive: cosa significa?

Anti-HCV è un test dell'epatite C prescritto da un medico nel processo di diagnosi di un'infezione virale. Il test si basa sulle caratteristiche della risposta del sistema immunitario umano quando un agente patogeno entra nelle cellule. In questo caso, sostanze biologicamente attive - le immunoglobuline vengono rilasciate nel sangue (le Ig sono di solito abbreviate nella letteratura medica).

Gli anticorpi prodotti (AT) sono specifici, cioè la loro struttura è chiaramente predeterminata a seconda della varietà di agenti patogeni. Questa è la base per il principio del test immunoenzimatico sierologico, che è stato chiamato l'analisi dell'ELISA anti-HCV.

La struttura e il contenuto delle immunoglobuline sintetizzate dipendono direttamente dalle unità strutturali del virione C. epatite C. L'HCV (virus dell'epatite C) è un patogeno di forma rotonda, il diametro non supera i 50 nm. Nel mezzo c'è un filamento di RNA ricoperto da un capside (proteina principale). All'esterno è circondato da un guscio, la cui base è la struttura dei lipidi e la diffusione delle glicoproteine ​​E1 ed E2 hanno la forma di sporgenze.

La struttura del genoma del virus può essere rappresentata sotto forma di uno schema:

La moderna analisi dell'HCV si basa sull'identificazione di numerosi marker di infezione. Questi sono RNA virus, antigene core e anticorpi specifici. Prima di altri, è l'RNA dell'HCV (epatite virale C) che viene determinato nel siero del sangue. Il secondo indicatore temporale è l'antigene principale. Può essere rilevato una settimana dopo la comparsa dell'RNA in una quantità sufficiente per l'identificazione da parte dei sistemi di test.

La sensibilità dell'analisi per l'antigene del virus dell'epatite C dipende dal meccanismo dello studio. Con la rilevazione chemiluminescente, è significativamente più alto (fino a 0,06 pg / ml) rispetto al classico test immunosoassorbente enzimatico che utilizza l'ossidazione del cromogeno con la perossidasi. Ma maggiore è la sensibilità dell'analisi, più costoso è il sistema per i test.

Il livello di RNA del virus nel sangue è strettamente correlato alla concentrazione dell'antigene core. Pertanto, alcuni metodi consentono di determinare la carica virale approssimativa, tenendo conto del coefficiente di correlazione.

Gli anticorpi specifici per il virus dell'epatite C sono determinati usando sistemi di test immunosorbenti e immunoblotting collegati agli enzimi. Questi ultimi si distinguono per una maggiore specificità..

Il periodo approssimativo di occorrenza di RNA del virus, dell'antigene e di vari tipi di immunoglobuline è mostrato nella tabella:

marcatoriDate di rilevazione nel sangue usando test standard
HCV RNA1-2 settimane
Core ag3 settimana
IgM anti-HCV4-7 settimana
IgG anti-core e IgG anti-NS35-8 settimana
IgG anti-NS4A | B e IgG anti-NS5A6-9 settimana
IgG anti-HCVDalla settimana 9

I sistemi di test maggiormente utilizzati sono stati sviluppati all'inizio degli anni '90. Se necessario, diagnosticare il virus utilizzando antigeni ottenuti da campioni di isolati degli anni '90, corrispondenti al genotipo 1a dell'HCV. Esistono già informazioni sull'assenza in alcuni pazienti di anticorpi contro l'antigene core, uno degli antigeni HCG più immunogenici. Questo è associato alla comparsa di alcune mutazioni. Pertanto, al fine di escludere risultati incerti, è necessario contattare i laboratori che lavorano con i moderni sistemi di test (prodotti da Abbott, Bayer, ecc.).

Anti-HCV: cos'è questa analisi?

Esistono diversi tipi di test diagnostici per l'epatite C eseguiti utilizzando un test immunosorbente enzimatico.

Ognuno di loro fornisce allo specialista determinate informazioni. It:

  • la presunta presenza della malattia;
  • la forma del decorso dell'infezione virale;
  • periodo dal momento dell'infezione;
  • la reazione del sistema immunitario alla penetrazione di un agente patogeno nel flusso sanguigno;
  • le condizioni del paziente dopo l'assunzione di farmaci o a seguito di un recupero indipendente dopo la fase acuta della malattia.

Descrizione dell'analisi per gli anticorpi totali

Lo studio inizia con il test Anti-HCV Total, progettato per determinare gli anticorpi totali (IgG + IgM). Altri test sono raccomandabili se l'anti-HCV è positivo: solo un medico può determinare cosa significhi. Il fatto è che in alcuni pazienti si nota un risultato falso positivo, che richiede un esame aggiuntivo.

Ricerca sugli anticorpi delle principali proteine ​​strutturali dell'HCV

L'esame del sangue più rivelatore per core-Ag. Le immunoglobuline in questa subunità strutturale appaiono prima di altre e fungono da marcatore specifico di infezione da laboratorio. Ma allo stesso tempo, se gli anticorpi non vengono rilevati, questo non esclude l'infezione. Un risultato negativo può essere dovuto a una mutazione nello stesso HCV o alle caratteristiche individuali del paziente.

Ulteriore screening per l'epatite C comprende un esame del sangue anti-HCV per determinare lo spettro di vari tipi di immunoglobuline. Pertanto, il rilevamento di anticorpi della classe IgM indica un decorso acuto dell'infezione; le IgG anti-HCV parlano a favore di una forma prolungata, cronica o latente di una malattia virale. Ma la decodifica dei risultati dovrebbe essere effettuata da uno specialista che spiegherà che tipo di analisi è e fornirà raccomandazioni per ulteriori esami e trattamenti.

Precisione

L'accuratezza del test immunoenzimatico dipende dal produttore dei sistemi di test diagnostici. Non l'ultimo ruolo è svolto dalla professionalità del personale medico. La specificità e l'affidabilità di tale studio raggiunge il 90%. Pertanto, un test positivo per l'epatite C, eseguito con il metodo sierologico, serve chiaramente come indicazione per un'ulteriore diagnosi..

Ma prima di donare il sangue a HbsAg HCV o altri ELISA, è necessario chiedere quale apparecchiatura verrà analizzata. In caso di domande, è meglio consultare un medico. La qualità dello studio determina completamente le tattiche per un'ulteriore diagnosi.

Procedura di test dell'epatite C.

Dosaggio immunosorbente enzimatico per epatite C attribuito a metodi sierologici.

I sistemi di test con cui viene eseguito ELISA sono divisi in diversi gruppi a seconda dei tipi di anticorpi utilizzati:

  • lisato, nel corso dello studio, vengono utilizzati anticorpi nativi ottenuti dalla coltura;
  • ricombinante, usa strutture proteiche sintetizzate dall'ingegneria genetica, simili nella struttura all'antigene in studio;
  • peptide, applicare peptidi sintetizzati artificialmente.

Come fase solida, vengono solitamente utilizzate piastre a 96 pozzetti, meno spesso perline di polistirolo. ELISA catalizza numerosi enzimi biologicamente attivi specifici.

Il saggio di immunosorbenti enzimatici viene eseguito in più fasi:

  1. Il campione del test è riconosciuto dall'anticorpo. Il risultato è determinato dal numero di complessi immunitari formati o residui di specifici siti liberi leganti.
  2. La formazione di composti marcati con enzimi.
  3. La trasformazione dell'etichetta enzimatica in un segnale specifico, che viene registrato utilizzando qualsiasi metodo fisico-chimico (spettrofotometria, fluorimetria, luminescenza, ecc.).

Esistono tipi di test immunosorbenti enzimatici per diagnosticare l'epatite virale C:

  • Metodo "sandwich";
  • IFA indiretto;
  • metodo ELISA competitivo;
  • ELISA inibitorio;
  • IFA diretto.

In precedenza, il paziente deve prendere un rinvio da un medico. In un laboratorio privato, l'analisi può essere eseguita senza i documenti appropriati. Immediatamente prima dell'esame, l'infermiera registra i dati del paziente ed etichetta le provette di conseguenza.

Il prelievo di sangue viene effettuato da una vena. In precedenza, la pelle veniva trattata con un panno sterile con una soluzione disinfettante. Dopo la procedura, la ferita viene sigillata con un cerotto monouso. Il tempo del test immunoenzimatico è compreso tra 1 e 5 giorni. Il risultato può essere preso direttamente in laboratorio o ricevuto elettronicamente per posta o tramite codice sul sito Web.

Indicazioni per ELISA

È necessario consultare un medico e successivamente donare il sangue agli anticorpi totali contro l'epatite C in caso di segni specifici di infezione.

La patologia può essere sospettata dai seguenti sintomi:

  • quasi nessuna sensazione di affaticamento che passa;
  • disturbi del sonno (di solito di notte, una persona soffre di insonnia e di giorno per sonnolenza);
  • diminuzione della concentrazione, rallentando la gravità dell'attività mentale;
  • diminuzione dell'appetito;
  • spiacevole sensazione di pienezza, pesantezza e disagio nell'ipocondrio giusto;
  • disturbi digestivi, accompagnati da flatulenza, disturbi delle feci, bruciore di stomaco, eruttazione, cattivo gusto in bocca;
  • giallo (spesso, insignificante e che passa rapidamente) della pelle, proteine ​​dell'occhio.

Ma più della metà delle persone infette ha un'infezione virale senza un quadro clinico pronunciato e i sintomi emergenti possono essere facilmente confusi con infezioni virali respiratorie acute o banali superlavori. Ecco perché l'epatite C viene spesso rilevata involontariamente in preparazione all'esame medico..

Indicazioni rigorose per la donazione di sangue per analisi sono:

  • sintomi caratteristici di compromissione della funzionalità epatica;
  • malessere generale;
  • deviazioni dalla norma durante la decifrazione dei risultati degli esami del fegato;
  • contatto con una persona con diagnosi confermata di epatite C (rapporto sessuale, contatto con sangue o mucose, ecc.);
  • la presenza dell'HIV;
  • trasfusioni di sangue o trapianti di organi eseguiti prima del 1992;
  • emodialisi regolare;
  • malattie che richiedono frequenti procedure mediche invasive;
  • nei bambini nati da madri infette da HCV;
  • registrazione di un libro di medicina per personale militare, lavoratori nel campo del commercio, sanità, educazione, cosmetologia, farmacia.

È obbligatorio condurre un ELISA durante la gravidanza. Lo studio viene eseguito a 12 e 30 settimane.

Non dimenticare un concetto come una "finestra sierologica". Questo termine indica il periodo dal momento dell'infezione al momento in cui viene rilevato il virus e, più precisamente, gli anticorpi prodotti dai suoi antigeni.

ELISA ripetuto è prescritto per:

  • risultati incerti dalla prima analisi;
  • sottoposti a terapia antivirale (per controllare il titolo anticorpale);
  • Anti-HCV Sintomi negativi, ma persistenti di epatite virale.

Secondo gli esperti, quasi tutti i visitatori di uno studio dentistico o cosmetico sono a rischio di infezione. Pertanto, al fine di prevenire il totale anti-HCV totale (determinazione degli anticorpi totali mediante ELISA), si consiglia di prenderlo ogni anno.

Come preparare

L'affidabilità dei risultati dell'analisi dipende in gran parte dalla corretta preparazione del paziente. I consigli degli esperti includono:

  • Non mangiare 12-14 ore prima della donazione di sangue;
  • 3-4 ore prima dell'analisi per smettere di fumare;
  • donare sangue al mattino;
  • dopo esserti svegliato, non dovresti bere nulla tranne l'acqua naturale;
  • 3-4 giorni prima dello studio, escludere cibi grassi, cibi fritti cucinati con abbondante olio, salse "pesanti" (maionese, tartaro, ecc., Acquistate in particolare), fast food (compresi snack e snack), salsicce, carni affumicate, pesce essiccato, pesce essiccato e / o carne, in generale, il menu prima dell'analisi dovrebbe essere compilato secondo la dieta n. 5;
  • 7-10 giorni prima dell'ELISA, le bevande alcoliche sono strettamente controindicate (indipendentemente dalla forza).

In generale, prima di donare il sangue, è necessario aderire ai principi della corretta alimentazione razionale, se possibile, abbandonare le cattive abitudini.

Quando si contatta un medico con i risultati dell'analisi, è necessario segnalare tutti i farmaci assunti, le possibili violazioni delle regole per la preparazione allo studio e le malattie concomitanti. Dovresti anche parlare di sintomi preoccupanti, anche se, a prima vista, non sono correlati al danno epatico.

Decifrare i risultati

La decrittazione di Anti HCV deve essere eseguita da uno specialista specializzato (specialista in malattie infettive o epatologo). Normalmente, gli anticorpi contro l'epatite C nel corpo umano non dovrebbero esserlo.

Tuttavia, un risultato falso negativo è possibile con:

  • periodo della "finestra sierologica";
  • immunodeficienza concomitante (con danno virale al sistema immunitario, interruzione della produzione di AT);
  • lesioni oncologiche del sistema ematopoietico.

I risultati falsi positivi di ELISA HCV AgAt sono talvolta rilevati con:

  • gravidanza (a causa dello sviluppo di specifici composti proteici che sono simili nella struttura alle immunoglobuline);
  • patologie autoimmuni (in tali malattie, la produzione di anticorpi è imprevedibile);
  • disturbi del sistema ematopoietico;
  • recupero dalla fase acuta dell'epatite C (in alcune persone, il virus viene distrutto dal sistema immunitario senza terapia farmacologica);
  • precedente terapia antivirale (le immunoglobuline possono durare fino a 3-5 anni o più);
  • in un bambino di età inferiore a 3 anni alla nascita dopo la gravidanza in una madre infetta o trattata;
  • infezioni gravi concomitanti (indipendentemente dalla loro eziologia), nel qual caso sono possibili risultati errati a causa della massiccia espulsione di anticorpi in risposta al danno virale o batterico dei tessuti.

Un'interpretazione dei risultati di un test immunoenzimatico può essere rappresentata sotto forma di tabella:

  • ELISA per IgG e IgM;
  • PCR di alta qualità.

Negativo significa che la persona è sana. Ma la PCR (determinazione qualitativa dell'RNA del virus) o ELISA ripetuta dopo 4-8 settimane serve da test di conferma per escludere l'infezione..

Dalla settimana 9Il risultato e la descrizione di una possibile patologia
Determinazione degli anticorpi totali (Anti-HCV Total analiz)
IFA Core-AgUn risultato positivo indica un'infezione recente.
IgM anti-HCVUn test positivo è possibile nell'epatite acuta C. Se si rilevano simultaneamente IgG, è probabile una esacerbazione del processo virale cronico
IgG (a varie proteine ​​strutturali)Il rilevamento parla di HCV cronico

Se le immunoglobuline si trovano nella forma con i risultati delle analisi, il loro titolo (concentrazione) è obbligatorio. Pertanto, il medico può giudicare l'intensità del processo patologico e valutare la risposta immunitaria. Ma informazioni accurate sul contenuto quantitativo del virus nel corpo umano possono essere fornite solo dalla rilevazione dell'RNA da parte della reazione a catena della polimerasi.

Cosa è anti hcv positivo?

Le malattie del fegato virali sono pericolose e possono causare gravi complicazioni. La natura del virus dell'epatite C (HCV) si trova in qualsiasi parte del mondo e il tasso di diffusione della malattia è molto alto. Per la diagnosi, vengono utilizzati studi con anticorpi ed enzimi epatici. Esame del sangue ANTI CHV che cos'è? Tale test medico è prescritto per cercare anticorpi contro il virus dell'epatite C nel siero del sangue del paziente. L'analisi viene eseguita durante esami medici o in presenza di sintomi specifici di epatite.

Quando è pianificata l'analisi

Il virus di tipo C nel sangue si diffonde rapidamente soddisfatto e infetta le cellule del fegato. Dopo l'infezione, le cellule iniziano a dividersi attivamente, diffondendosi e infettando il tessuto. Il corpo risponde alla minaccia e inizia a produrre anticorpi contro l'epatite C. Nella maggior parte dei casi, la resistenza naturale del corpo non è sufficiente per combattere la malattia e il paziente ha bisogno di un grave effetto terapeutico. L'epatite di qualsiasi tipo può causare complicazioni e causare gravi danni al fegato. I bambini sono particolarmente sensibili alla malattia..

La diffusione dell'epatite virale è rapida, specialmente nei climi caldi e umidi. Una scarsa igiene aumenta solo la possibilità di infezione. Gli anticorpi anti-HCV mediante un esame del sangue possono essere rilevati diverse settimane dopo l'infezione. Pertanto, dopo il contatto con il paziente, potrebbe non essere necessario uno, ma due o tre esami del sangue.

In alcuni casi, è obbligatorio un esame, in alcuni è consigliato:

  • Se la madre è malata di virus dell'epatite C, anche il bambino può avere questa malattia. La probabilità di infezione è del 5-20% a seconda della presenza di virus RNA nel sangue.
  • Sesso non protetto con una persona infetta. Non esiste un'opinione inequivocabile sulla relazione tra epatite e relazioni sessuali, nonché prove dirette. Tuttavia, secondo le statistiche, le persone che hanno una vita sessuale attiva hanno maggiori probabilità di contrarre il virus rispetto a quelle che aderiscono alla monogamia.
  • L'epatite C può spesso essere rilevata nei tossicodipendenti (infezione attraverso siringhe e sangue).
  • Quando si visita un dentista, un tatuatore, un piercer, una manicure, è possibile un'infezione, ma tali casi sono estremamente rari.
  • I donatori di sangue devono sottoporsi a un test anti-HCV prima della procedura..
  • Prima dell'intervento, un esame del sangue per i virus.
  • Con un aumento del valore degli esami del fegato in base al risultato di un esame del sangue biochimico, vengono eseguiti ulteriori test.
  • Dopo il contatto con il paziente, è obbligatorio un esame. Diversi test sono assegnati con un diverso periodo di tempo..

Più spesso, lo screening e la donazione di sangue per l'epatite vengono effettuati in grandi quantità durante un controllo diagnostico casuale (screening) in una determinata area geografica. Tali misure possono prevenire lo scoppio di un'epidemia di malattia virale. Il paziente stesso può anche chiedere aiuto medico se ha trovato segni caratteristici di epatite..

Con malattie epatiche, si osservano il giallo della pelle, affaticamento elevato, malessere, nausea, ecc. Ma solo un esame del sangue può confermare o confutare un sospetto di un virus. In laboratorio, i reagenti di laboratorio sono esposti al campione di sangue di un paziente. Come risultato della reazione, è possibile determinare la presenza o l'assenza di virus di tipo G, M, anticorpi anti-HCV NS-IgG e RNA nel campione di sangue del paziente.

Se il medico ha ordinato uno studio per "ANTI HCV totale", significa che è in corso un test per gli anticorpi totali contro il virus dell'epatite C..

Per uno studio dettagliato si usa il saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA), il saggio radioimmune (RIA) o la reazione a catena della polimerasi (PCR)..

Gli esami del sangue di RIA, PCR ed ELISA per l'epatite C vengono effettuati in condizioni di laboratorio. Per analisi, viene utilizzato il sangue da una vena. Per ottenere un risultato affidabile, il biomateriale deve essere assunto a stomaco vuoto. Alcuni giorni prima dello studio, si raccomanda di interrompere l'assunzione di farmaci, nonché di evitare forti stress fisici ed emotivi. I laboratori, di norma, lavorano dalle 7 alle 10 del mattino. Il risultato viene decifrato dal medico curante.

A seconda di quali anticorpi vengono rilevati, il medico può concludere che il paziente è in buona salute. Varie cellule possono essere rilevate in un campione biologico. Gli anticorpi sono divisi in due tipi principali. Le IgM compaiono nel sangue 4-6 settimane dopo che il virus è entrato nel corpo. La loro presenza indica una proliferazione attiva delle cellule virali e una malattia progressiva. Le IgG possono essere rilevate da un esame del sangue in pazienti con epatite cronica C. Questo di solito si verifica 11-12 settimane dopo l'infezione da virus.

Alcuni laboratori possono determinare non solo la presenza di anticorpi da parte di un campione di sangue, ma anche singole proteine ​​del virus. Questa è una procedura complessa e costosa, ma semplifica notevolmente la diagnosi e fornisce i risultati più affidabili..

Lo studio delle proteine ​​è prescritto molto raramente, di norma l'analisi degli anticorpi è sufficiente per la diagnosi e la pianificazione del trattamento.

I metodi di ricerca di laboratorio vengono costantemente migliorati. Ogni anno si presenta l'opportunità di migliorare l'accuratezza delle analisi. Quando si sceglie un laboratorio, è meglio privilegiare le organizzazioni con i dipendenti più qualificati e le più moderne apparecchiature diagnostiche..

Come capire il risultato del test

I risultati del test potrebbero non fornire informazioni inequivocabili. Un esame del sangue positivo indica la presenza di anticorpi contro il virus dell'epatite C nel sangue del paziente, ma non significa che il paziente sia malato. La ricerca avanzata fornisce le informazioni più utili..

Esistono diverse opzioni per un risultato positivo del test per IgM, IgG, anti-HCV NS-IgG e RNA (RNA):

  • Nel materiale biologico sono stati rilevati anticorpi delle classi IgM, IgG e RNA del virus. La situazione per la forma acuta della malattia. Di solito accompagnato da gravi sintomi di epatite. È necessario un trattamento immediato perché questa condizione è molto pericolosa per il paziente..
  • Se tutti i parametri studiati sono presenti nel sangue, il paziente aggrava la forma cronica della malattia.
  • La presenza di IgG e anti-HCV NS-IgG in un campione di sangue indica epatite cronica C. Di solito non ci sono sintomi clinici..
  • Il test IgG è positivo, ad es. è contrassegnato come "+" nel modulo dei risultati e l'anti-HCV è contrassegnato come "+/-" per i pazienti che hanno avuto l'epatite C acuta e si sono ripresi. A volte questo risultato corrisponde a una forma cronica della malattia.

In alcuni casi, gli anticorpi anti-virus dell'HCV sono nel sangue del paziente, ma non vi è alcuna malattia e non c'era. I virus possono scomparire dal corpo senza iniziare ad agire attivamente e infettare i tessuti.

Un risultato negativo del test non garantisce inoltre che il paziente sia sano..

In questo caso, il test conferma che non ci sono anticorpi contro il virus nel sangue. Forse l'infezione si è verificata di recente e il corpo non ha ancora iniziato a combattere con le cellule patogene. A dire il vero, è prescritto un secondo esame. Un risultato falso negativo si verifica nel 5% dei casi.

Un test anticorpale può essere eseguito da solo a casa. Nelle farmacie è disponibile un test rapido per la determinazione degli antigeni del virus dell'epatite C. Questo metodo è semplice e ha un grado di affidabilità abbastanza elevato. Il set comprende uno scarificatore sterile nella confezione, una sostanza reagente, una salvietta antibatterica, una pipetta speciale per il sangue e una compressa indicatore. Il kit include anche istruzioni dettagliate per il suo utilizzo..

  • Se nella zona del test compaiono 2 righe, il risultato dell'analisi è positivo. In questo caso, è necessario consultare immediatamente un medico (specialista in malattie infettive o terapista), sottoporsi a un esame e superare un esame del sangue in laboratorio.
  • Una riga opposta al segno "C" è un risultato negativo, il che significa che non ci sono cellule di anticorpi contro il virus dell'epatite C nel sangue.
  • Se di conseguenza c'è una riga di fronte al segno "T", il set di diagnostica rapida non è valido.

I medici raccomandano di fare esami medici standard, incluso un esame del sangue HCV ogni anno. Se, per professione, esiste il rischio di contatto con pazienti o visite in paesi sensibili a focolai di epatite C, consultare il proprio medico in merito alla vaccinazione contro l'epatite se non vi sono controindicazioni. L'epatite è una malattia grave che causa il cancro e la cirrosi..

L'epatite virale C è una malattia epatica infettiva complessa, insidiosa con il suo frequente decorso asintomatico, che quasi sempre complica il processo di diagnosi e trattamento. Nel tempo, senza un'adeguata assistenza medica, l'epatite C può portare a cirrosi, cancro al fegato o insufficienza epatica. Pertanto, è estremamente importante per ogni persona controllare di volta in volta la presenza del virus dell'epatite nel corpo..

Nella medicina moderna, ci sono molti test, ma la determinazione più accurata della presenza del virus dell'epatite C è possibile con un esame del sangue dell'HCV..

Con il suo aiuto puoi capire:

  • La persona ha l'epatite C?
  • quale forma di malattia (acuta o cronica) ha attualmente;
  • quante copie del virus RNA ci sono nel corpo;
  • se le misure terapeutiche sono efficaci e se ha senso continuare la terapia;
  • qual è la prognosi individuale della malattia.

L'epatologo, specialista in malattie infettive e altri specialisti medici prescrive il passaggio dello studio per:

  • sospetta epatite virale C;
  • controllare il trattamento dei pazienti con epatite cronica;
  • dolore nell'area del fegato o in presenza di malattie del fegato;
  • infezione da HIV confermata;
  • mancanza di igiene e il solito stile di vita socializzato;
  • così come quando si pianifica una gravidanza.

Cos'è l'anti-HCV?

L'anti-HCV è un anticorpo rilevabile nel sangue del paziente, che mostra la presenza di alcune proteine ​​strutturali e non strutturali del virus dell'epatite C.

Prima di tutto, viene determinata la presenza di IgM anti-HCV e IgG core anti-HCV, dove Ig è l'abbreviazione di immunoglobulina.

IgM anti-HCV - un'analisi che consente di rilevare anticorpi della classe IgM di epatite C, che compaiono dopo un massimo di 6 settimane dal momento dell'infezione. Una IgM HCV positiva indica la presenza del virus dell'epatite C nel sangue al momento. Alla fine dell'epatite acuta, il livello di anticorpi IgM diminuisce, ma può aumentare di nuovo durante il periodo di riattivazione, pertanto il rilevamento di questi anticorpi indica il passaggio di un'infezione acuta o la sua riattivazione in una situazione con epatite cronica. Il rilevamento di anticorpi IgM per lungo tempo indica un'imminente cronicità della malattia.

IgG anti-HCV core - Un esame del sangue per determinare se sono disponibili anticorpi di tipo G che rispondono alle proteine ​​nucleari dell'HCV. Le IgG compaiono dall'11a settimana della malattia, dal momento dell'infezione, ma un picco speciale della malattia viene raggiunto al 5 ° o 6 ° mese della malattia e nella forma cronica della malattia compaiono sempre negli emocromi. Dopo aver soppresso il risultato della riuscita terapia antivirale del virus dell'epatite C, le IgG anti-HCV dopo diversi anni non vengono rilevate o diminuiscono gradualmente a un valore estremamente piccolo, pertanto, la dinamica della carica virale delle IgG HCV può essere utilizzata per giudicare l'efficacia del trattamento.

Vengono anche prese in considerazione le proteine ​​non strutturali - NS3, NS4, NS5, che, in realtà, sono molto più grandi, ma nella diagnostica è consuetudine determinare solo questi tre tipi.

Anti-NS3 è un indicatore di un'alta carica virale sul corpo, i suoi titoli alti indicano un decorso acuto di epatite C.

Anti-NS4, così come Anti-NS5, compaiono in seguito e testimoniano a lungo termine della malattia e, sullo sfondo della malattia, danno epatico. Un alto livello di Anti-NS5, spesso indica l'inizio dello stadio cronico. Una diminuzione del livello di questi indicatori indica l'efficacia del trattamento in corso e l'inizio della remissione. Con la soppressione del virus dell'epatite, Anti-NS4 e -NS5 riducono gradualmente le loro prestazioni e non vengono determinati negli esami del sangue alcuni anni dopo il successo del trattamento.

Metodi di rilevamento dei virus

HCV (virus dell'epatite), entrando nel corpo porta ai seguenti processi:

  • infiammatorio - infiammazione e gonfiore del tessuto epatico;
  • distruttivo: le cellule del fegato cambiano la loro struttura e sono danneggiate;
  • travolgente - l'immunità inizia a lavorare contro le cellule epatiche infiammate;
  • immunità - l'immunità inizia a produrre anticorpi speciali.

La risposta immunitaria all'HCV è la più lenta di tutte le reazioni risultanti, che, sfortunatamente, a volte, rende possibile diagnosticare l'epatite virale già nella fase della cirrosi epatica sviluppata.

Pertanto, di volta in volta, ogni persona deve utilizzare i servizi dei laboratori medici. Esistono attualmente tre opzioni per condurre un esame del sangue per HCV:

  1. Diagnostica del metodo PCR (reazione a catena della polimerasi);
  2. Studi sierologici;
  3. Il test rapido, che è il più semplice e può essere eseguito anche a casa.

La diagnosi non si ferma e sta diventando sempre più complicata ogni anno, i medici attribuiscono questo a una costante mutazione dell'HCV, perché il virus può acquisire proprietà completamente nuove in un periodo di tempo relativamente breve, il che lo rende invulnerabile all'immunità e agli studi sierologici.

Test rapido dell'epatite C.

Per eseguire correttamente un test espresso, è necessario acquistare un kit autorizzato da una farmacia, che comprende:

  • scarifier;
  • un tovagliolo con un antisettico;
  • contagocce di plastica;
  • reagente;
  • nonché un indicatore e istruzioni dettagliate.

Prima di iniziare la diagnosi a casa, tutti i componenti della confezione del kit di test devono essere rimossi dalla confezione e tenuti a temperatura ambiente per circa 20 minuti. Ulteriori azioni dovrebbero corrispondere al seguente algoritmo:

  1. Per cominciare, è necessario aprire la confezione del tovagliolo e pulirlo con la pelle del dito, da cui verrà prelevato il sangue. Il tovagliolo è usa e getta, quindi non può essere riutilizzato.
  2. Successivamente, lo scarificatore viene aperto e il dito forato viene forato..
  3. Il sangue rilasciato deve essere raccolto con una pipetta, bastano solo due gocce.
  4. Spremi una goccia di sangue nella finestra rotonda della tavoletta test dalla pipetta.
  5. Dopo l'applicazione del sangue, 2 gocce del reagente attaccato al kit del test vengono aggiunte alla finestra rotonda.
  6. Dopo 10 minuti, ma non oltre le 20, puoi valutare il risultato.

Esprimere la decrittazione del test

Se sullo schermo del tablet di prova compaiono 2 barre, questo è un risultato positivo. Se la striscia è una ed è opposta a “C”, significa che l'esame del sangue ha un risultato negativo e la persona non è portatrice di infezione.

Una barra accanto a "T" indica l'invalidità del test utilizzato e il test HCV viene annullato.

Caratteristiche dell'analisi di laboratorio

Condurre uno studio utilizzando metodi diagnostici per PCR significa ottenere risultati di alta precisione, questo metodo consente di determinare la presenza di infezione in una qualsiasi delle fasi probabili anche prima dell'inizio dei sintomi tipici.

Gli studi sierologici sono reazioni basate sull'interazione di un antigene con un anticorpo. Il metodo viene eseguito per rilevare anticorpi contro l'agente infettivo nel sangue.

Non è necessaria una preparazione speciale prima di effettuare l'analisi, tuttavia è importante donare il sangue esclusivamente a stomaco vuoto e non fumare per mezz'ora prima della procedura pianificata.

Il tuo medico avrà bisogno di sangue venoso.

  1. Per prenderlo, è più conveniente considerare l'area del lato interno del gomito o il dorso della mano.
  2. Inizialmente, l'area selezionata viene pulita con un antisettico, una fasciatura elastica speciale o un laccio emostatico tradizionale è attaccato all'avambraccio del paziente per aumentare le vene a causa dell'accumulo di sangue in esse.
  3. Dopodiché, il medico inserisce un ago in una vena e allenta la benda o il laccio emostatico, raccoglie il sangue.
  4. Il prelievo di sangue per i test HCV è considerato completato dopo la raccolta del volume necessario per la diagnosi. L'ago viene rimosso e il sito di puntura viene coperto con un tovagliolo o un batuffolo di cotone trattato con un antisettico.

Analisi di laboratorio

Come risultato di uno studio di laboratorio, verrà impostato un anticorpo opposto all'indicazione degli anticorpi che definisce chiaramente l'analisi positiva o negativa eseguita..

Un risultato negativo indica l'assenza del virus dell'epatite nel corpo o non è trascorso abbastanza tempo (da 2 a 4 settimane) dal momento dell'infezione. Inoltre, l'assenza di anticorpi nella diagnosi può indicare una reazione nulla del sistema immunitario al provocatore in arrivo dell'infezione.

Un risultato positivo del test viene diagnosticato quando viene rilevata un'immunoglobulina di tipo M, che indica lo stadio dell'epatite acuta C.

Cosa fare se il risultato è positivo?

In primo luogo, non c'è bisogno di andare nel panico, c'è sempre la possibilità di un risultato falso positivo. Soprattutto spesso questo risultato appare nelle donne in gravidanza, quindi, dopo aver ricevuto una risposta positiva, la probabilità di infezione sarà confermata da questo e altri risultati diagnostici più di una volta.

Inoltre, l'errore di un risultato falso positivo può essere:

  • antistaminici;
  • malattie autoimmuni (lupus, artrite, ecc.);
  • altre infezioni virali;
  • la presenza di un tumore nel corpo, sia benigno che maligno;
  • malfunzionamento del sistema immunitario o caratteristiche individuali del suo lavoro.

La malattia può anche essere falsamente confermata a causa di ARVI, influenza (e vaccinazione contro di essa) recentemente trasferiti, tonsillite e tubercolosi. Non meno spesso, dopo una recente vaccinazione contro il tetano o l'epatite B si ottiene il risultato errato del test.

Sempre, dopo aver ricevuto un test positivo per l'HCV, vale la pena ricordare il fattore umano, ad esempio, un assistente di laboratorio o un medico possono fare un errore, il sangue prelevato può essere trasportato in modo errato.

Se il risultato della diagnosi è davvero positivo e confermato più di una volta, il paziente sarà trattato meticolosamente e a lungo. È importante prepararsi da soli, capire che tipo di malattia è, mettersi al passo con la letteratura medica e parlare con un medico e non credere ciecamente in molti miti e idee sbagliate ridicole.

Il prossimo importante evento è la visita di uno specialista in malattie infettive e un dialogo produttivo con lui. Il medico deve necessariamente mostrare tutti i risultati dei test e degli esami precedenti dei medici. Assegnerà un'analisi per il genotipo del virus dell'epatite diagnosticato e studi per comprendere le condizioni del fegato, oltre a determinare raccomandazioni per ulteriori stili di vita..

Ad esempio, il paziente deve sempre ricordare che il virus viene trasmesso attraverso il sangue ed è importante seguire le misure di sicurezza quando convive con gli altri. In particolare:

  • non cucinare per tutti i membri della famiglia;
  • disinfettare la lama quando tagliata con un coltello da cucina;
  • rimuovere il sangue dalle superfici su cui ha agenti contenenti cloro;
  • lavare gli oggetti macchiati di sangue del paziente separatamente e ad alta temperatura, se si utilizza una lavatrice, è necessario un lungo ciclo di lavaggio con segni di temperatura elevata e successiva lavorazione del cestello con cloro e un ciclo di ebollizione vuoto (senza indumenti);
  • Non baciare quando si rilevano ferite in bocca;
  • usa sempre il preservativo per il sesso;
  • mettere in guardia sullo status dei maestri della manicure, del tatuaggio e del piercing.

Oltre ad altri, vale la pena ricordare che con la stretta aderenza alle regole di cui sopra, il virus dell'epatite C non può essere ottenuto utilizzando oggetti comuni. E non puoi essere infettato affatto attraverso strette di mano, un percorso di goccioline d'acqua e abbracci.

Tornando all'argomento del genotipo del virus, un altro esame del sangue lo determina. Il virus rilevato del primo o quarto genotipo significa che sarà necessario esercitare più sforzi nella terapia antivirale rispetto al processo di trattamento con il secondo o terzo genotipo. I genotipi determinano la scelta dei farmaci, la durata dei corsi di trattamento e le tattiche generali.

Oltre agli esami del sangue, per determinare le condizioni del fegato, sono prescritti:

  • Ultrasuoni del fegato, che consente di determinare, praticamente, ciascuna delle malattie del fegato;
  • la sua biopsia;
  • ed elastometria.

Pertanto, il virus dell'epatite C confermato non è più una frase, osservando tutte le prescrizioni del medico, le sue istruzioni e regolando lo stile di vita non solo durante il trattamento, puoi prevenire lo sviluppo di cirrosi mortale o cancro al fegato e vivere una lunga vita felice.

Gli articoli e le recensioni del nostro sito sono di natura consultiva e informativa. Per l'applicazione di tutti i metodi di trattamento e prevenzione, è necessario consultare il proprio medico!

Chi ha detto che la cura del fegato è difficile?

  • Sei tormentato da una sensazione di pesantezza e dolore sordo nella parte destra...
  • E l'alitosi non aggiunge fiducia...
  • E in qualche modo è un peccato se il tuo fegato causa ancora problemi digestivi...
  • Inoltre, i farmaci raccomandati dai medici sono in qualche modo inefficaci nel tuo caso...

Esiste un rimedio efficace per le malattie del fegato... Segui il link e scopri come Olga Krichevskaya ha guarito e pulito il fegato in 2 settimane!

Se l'anti-HCV è positivo, cosa significa? Un test medico simile viene eseguito se è necessario rilevare anticorpi contro il virus dell'epatite nel sangue. È prescritto per esami fisici di routine o per segni di epatite..

L'agente causale dell'infezione si diffonde rapidamente in tutto il corpo ed entra nelle cellule del fegato. È qui che ha luogo la sua replica attiva. Il sistema immunitario rilascia anticorpi specifici in risposta a una minaccia. Nella maggior parte dei casi, le difese dell'organismo non possono inibire l'aumento della quantità di virus e il paziente inizia a necessitare di una terapia antivirale. L'epatite di qualsiasi forma può avere conseguenze pericolose..

Indicazioni per l'analisi

Gli anticorpi nel sangue possono essere rilevati diversi mesi dopo l'infezione. Pertanto, una persona deve superare almeno tre test nei seguenti casi:

  1. Dopo un rapporto non protetto con un partner sconosciuto.
  2. Nessuna prova è stata trovata che l'epatite C può essere trasmessa sessualmente, ma la malattia si trova spesso in pazienti che hanno una vita intima e promiscua..
  3. L'epatite C viene diagnosticata iniettando tossicodipendenti.
  4. La comparsa di anticorpi nel sangue è possibile dopo un'operazione dentale, un tatuaggio o dopo aver visitato un cosmetologo, tuttavia, tali casi sono rari.

Prima di donare il sangue, i donatori vengono sottoposti a un test anti-HCV a colpo sicuro. Le analisi vengono eseguite prima degli interventi chirurgici. Ulteriori procedure diagnostiche sono indicate anche per enzimi epatici elevati. Dopo il contatto con l'infezione, vengono eseguiti diversi test a determinati intervalli.

Test di massa della popolazione nei focolai di infezione prevengono l'epidemia. Il paziente può andare dal medico se ha sintomi di epatite. Questi includono:

  • ingiallimento della pelle;
  • debolezza generale;
  • nausea e vomito.

Solo mediante analisi degli anticorpi anti-HCV è possibile confermare la presenza del virus. È spesso richiesta l'identificazione degli antigeni totali..

Come sottoporsi al test per l'anti-HCV?

Per rilevare anti-HCV vengono eseguiti:

  • dosaggio immunoenzimatico;
  • analisi radioimmune;
  • PCR.

Un esame del sangue per l'epatite viene eseguito in un ambiente di laboratorio. Per ottenere i risultati corretti, l'analisi deve essere presa al mattino a stomaco vuoto. Per una settimana, lo stress e lo sforzo fisico pesante dovrebbero essere eliminati. La decifrazione dei risultati viene eseguita dal medico curante.

A seconda del tipo di anticorpi rilevati, viene valutato lo stato di salute di una persona..

Vari marcatori possono essere rilevati nel materiale risultante. Gli anti-HCV sono divisi in 2 tipi. Le IgM iniziano a essere prodotte nel corpo dopo 4-6 settimane dall'infezione. La loro presenza indica la replicazione attiva del virus e l'epatite progressiva. Anche l'analisi dell'HCV è positiva nella forma cronica della malattia. Alcuni laboratori nel campione di sangue rilevano non solo gli anticorpi, ma anche l'RNA del patogeno dell'infezione. Questo è un metodo di ricerca costoso che semplifica la diagnosi di epatite..

Decifrare i risultati

I risultati del test non danno una risposta chiara. Un risultato positivo indica la presenza di anticorpi nel sangue, ma ciò non significa che il paziente soffra di una forma acuta di infezione. La quantità massima di informazioni utili può essere ottenuta durante uno studio esteso. Esistono diversi tipi di risultati positivi..

Nella forma acuta della malattia nel materiale di prova si trovano:

L'epatite ha segni pronunciati. È richiesto un inizio immediato del trattamento, perché la condizione è pericolosa per la vita umana. Una situazione simile può essere osservata con esacerbazione dell'epatite cronica..

La presenza di IgG e anti-HCV indica una forma lenta della malattia. Non ci sono segni allo stesso tempo. La presenza di anticorpi IgG in assenza di anti-HCV si osserva all'entrata in remissione. In alcuni casi, i pazienti con una forma cronica della malattia ottengono un risultato simile..

Se nel sangue è presente anti-HCV, la malattia potrebbe essere assente. Il virus viene escreto dal corpo senza aver iniziato l'attività di vita attiva nelle cellule. Il totale negativo dell'anti HCV non garantisce che il paziente sia completamente sano. Tale risultato del test può essere ottenuto da una persona che è stata recentemente infettata. Il sistema immunitario non ha ancora iniziato a produrre anticorpi, quindi in questo caso si consiglia di ripetere l'analisi.

Auto diagnosi

Attualmente, tale studio può essere condotto in modo indipendente. Le farmacie vendono test rapidi che rilevano gli anticorpi contro il virus dell'epatite. Questo metodo è semplice e ha un grado di precisione relativamente elevato. Il kit comprende:

  • scarifier;
  • reagenti;
  • salviettina imbevuta di alcol;
  • indicatore;
  • pipetta per la raccolta del sangue.

Un risultato positivo viene considerato se nella zona del test compaiono 2 strisce. In questo caso, è necessario contattare un istituto medico ed effettuare un'analisi di conferma in laboratorio. Una linea nella regione di controllo indica l'assenza di anticorpi contro il virus dell'epatite nel sangue. La comparsa di 1 striscia nell'area di test indica l'invalidità della diagnosi.

Si raccomanda un esame del sangue per HCV almeno 1 volta all'anno. Se una persona è costretta a contattare costantemente persone infette o vive al centro dell'infezione, vale la pena prendere in considerazione la vaccinazione. L'epatite è una malattia pericolosa che può portare a cirrosi e cancro al fegato..