13 sintomi tipici e atipici dell'emangioma epatico, nonché 6 metodi di trattamento chirurgico del tumore

Tra le formazioni benigne del sistema epatobiliare, è l'emangioma che occupa il 1 ° posto nel mondo. In questo articolo, imparerai di più sull'emangioma epatico: cos'è, quali sono le cause del suo verificarsi negli adulti e quanto è pericoloso.

Cliniche leader in Israele

Un'educazione di questo tipo può risolversi da sola nei neonati fino a 3 mesi. Questo si osserva nell'80% dei casi. In un adulto, la probabilità che un tumore scompaia senza un certo tipo di trattamento è significativamente inferiore. La malattia è più comune nelle donne, poiché gli ormoni estrogeni accelerano la crescita del tumore.

Inoltre, le cause della formazione dell'emangioma del fegato includono:

  • Fumare, bere alcolici;
  • Assunzione di contraccettivi e altri farmaci;
  • L'effetto della radiazione radioattiva;
  • Epatite;
  • ARI all'inizio della gravidanza;
  • Terapia ormonale;
  • Lesioni, lividi;
  • Ostruzione del dotto biliare.

L'emangioma per la maggior parte è un singolo tumore. In un bambino appena nato, la formazione del tumore è molto piccola, motivo per cui è difficile rilevarla a una visita medica.

In presenza di un tumore, la cui dimensione supera i 5 cm, è necessario un intervento chirurgico. Una leggera pressione sul tumore, gocce e lividi possono portare alla rottura del tumore, con conseguente sanguinamento.

Classificazione

Esistono 3 varietà di questo tumore nel fegato:

  • Cavernoso. Sono costituiti da diverse grandi cavità vascolari piene di sangue. Nel tempo, i tumori aumentano di dimensioni fino a 20 cm, possono occupare l'intero lobo destro del fegato. La patologia richiede un trattamento obbligatorio. Molto spesso, la causa di questo tipo di emangioma del fegato nella patologia dello sviluppo dell'organo. Il tumore è accompagnato da lievi sintomi..
  • Emangiomi capillari nel fegato. La patologia è comune nel 20% della popolazione. Si tratta di tumori di dimensioni non superiori a 3 cm, che raramente crescono, quindi non si manifestano in alcun modo. La crescita viene diagnosticata solo nel 15% dei pazienti. Gli emangiomi capillari nel fegato sono costituiti da piccole cavità vascolari piene di sangue venoso o arterioso. Un tumore può nutrirsi da una nave. È difficile da rilevare durante l'esame. Più spesso, la comparsa di una neoplasia è causata dalla gravidanza o dall'assunzione di farmaci extragenici..
  • Atipica. Questa varietà è rara, si verifica più spesso se non trattata. Il tumore ha una struttura non standard, ricoperta di tessuto cheratinizzato.

Al fine di rilevare la crescita degli emangiomi nel tempo, è necessario sottoporsi a un esame ecografico una volta all'anno.

La crescita attiva della neoplasia capillare è facilitata dall'uso di farmaci ormonali e contraccettivi.

Provocare fattori che contribuiscono ad un aumento delle neoplasie cavernose:

  • malattie del sistema cardiovascolare;
  • avvelenamento;
  • squilibrio ormonale;
  • lividi e lesioni del fegato;
  • attività fisica eccessiva;
  • abuso di alcool
  • assunzione di farmaci.

Sintomi e segni della malattia

La malattia si fa raramente sentire, poiché spesso procede in modo asintomatico. Ciò è dovuto alle dimensioni ridotte della formazione. Un tumore può raggiungere grandi dimensioni in 50 anni e si manifesta a seconda della sua posizione e dimensione. Un tumore appare a seconda della sua posizione e dimensione. Con una dimensione di circa 5 cm, l'emangioma è difficile da rilevare anche in laboratorio.

Quando una neoplasia focale raggiunge una dimensione superiore a 10 cm, possono comparire i seguenti sintomi:

  • Fa male sotto l'ipocondrio destro;
  • Disagio allo stomaco;
  • Fegato ingrandito;
  • Nausea e vomito;
  • Sensazione di pesantezza nell'addome;
  • Bruciore di stomaco, aumento di gas, eruttazione, problemi alle feci;
  • Iperidrosi di notte (aumento della sudorazione);
  • Giallo delle mucose;
  • Affaticamento, debolezza;
  • Temperatura.

Il tumore cresce a causa dell'espansione vascolare, trombosi ed emorragia. Il suo peso medio va da 500 a 1500 g. La dimensione massima di un tale tumore raggiunge 5 kg o più. Nelle ultime fasi dello sviluppo, si verifica emangioma atipico. Differisce nella struttura in quanto una palla di vasi sanguigni acquisisce bordi e cicatrici cheratinizzate. Raggiungendo una certa dimensione, il tumore può esplodere e causare sanguinamento..

Cosa fare quando si identificano i sintomi della malattia? A quale medico dovrei andare? Una sensazione di pesantezza sotto il giusto ipocondrio non si presenta proprio così. Quando appare, consultare immediatamente un gastroenterologo.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico può essere appropriato in caso di tumori in rapida crescita. La chirurgia può anche essere giustificata nei casi in cui l'emangioma epatico non può essere differenziato da un tumore maligno negli esami visivi..

Tradizionalmente, la resezione (rimozione di parte di un organo) e l'enucleazione (rimozione di un tumore senza danneggiare le strutture adiacenti) sono i metodi di scelta.

I trattamenti dell'emangioma mini-invasivo includono:

  • embolizzazione arteriosa (blocco dei vasi sanguigni da emboli iniettati);
  • ablazione con radiofrequenza (distruzione delle cellule tumorali mediante onde radio ad alta frequenza);
  • radioterapia.

Il trapianto di fegato ortotopico (trapianto completo o parziale) viene eseguito in rari casi.

Le classiche indicazioni per un intervento chirurgico o una terapia mini-invasiva sono il sollievo dei sintomi dagli emangiomi o il trattamento per emangiomi spontaneamente scoppiati. Quest'ultimo evento è potenzialmente letale. Tuttavia, la resezione di emangiomi rotti è associata ad alta mortalità..

La priorità principale per un paziente con emangioma rotto è la stabilizzazione dell'emodinamica (flusso sanguigno attraverso i vasi). Alcuni esperti hanno raccomandato la legatura (legatura) dell'arteria epatica come passaggio successivo. Altri sono l'embolizzazione. Una volta che il paziente si è stabilizzato, è possibile eseguire una resezione dell'emangioma..

Diagnosi della malattia


Emangioma epatico
Poiché i sintomi di questa malattia possono essere assenti, ricorrono principalmente all'esame strumentale. Quindi vengono assegnati:

  1. Analisi del sangue generale;
  2. L'esame ecografico (ultrasuoni) degli organi interni è il modo più comune per diagnosticare una malattia;
  3. Tomografia computerizzata (CT) e risonanza magnetica (MRI): consentono di stabilire una diagnosi in modo più accurato;
  4. Angiografia (esame radiografico dello stato delle navi);
  5. Scintigrafia (l'introduzione di una piccola quantità di una sostanza radioattiva per stabilire un quadro della malattia).

operazione

L'intervento chirurgico per rimuovere gli emangiomi è pericoloso a causa della probabilità di sanguinamento, poiché è necessario l'intervento nel fascio vascolare. Fallo in caso di:

  • taglie grandi - oltre 5 cm;
  • spremitura degli organi vicini;
  • la necessità di una terapia ormonale;
  • alto tasso di crescita;
  • gravidanza pianificata;
  • malessere
  • rischio di rottura a causa di lesioni.

È più facile rimuovere un tumore che si trova sulla superficie esterna del fegato. Questo organo ha una particolarità: è completamente restaurato, anche dopo che la maggior parte è stata asportata. Sono possibili le seguenti opzioni di comportamento dell'operazione:

  • i vasi vengono rimossi, mentre i tessuti dell'organo possono essere salvati;
  • la percentuale del fegato con le formazioni venose interessate viene asportata;
  • con una forma cavernosa, viene praticata un'incisione, i vasi situati all'interno vengono rimossi.

Qual è l'emangioma epatico pericoloso?

La natura delle complicanze dell'emangioma dipende dalle sue dimensioni e posizione. Prevedere la sua crescita è piuttosto difficile. Questo tumore è molto imprevedibile..

Le formazioni vascolari nel fegato possono portare a complicazioni come:

  • Rottura del tumore, con conseguente sanguinamento intra-addominale e intestinale;
  • Insufficienza epatica;
  • Epatite;
  • Trombosi dei vasi sanguigni;
  • Cirrosi epatica;
  • Pressione eccessiva su organi o metastasi adiacenti;
  • ascite.

Possibili complicazioni

Nonostante il fatto che l'emangioma sia una formazione benigna senza possibilità di degenerazione in oncologia, non si escludono conseguenze e complicazioni negative. Pericolo primario 0 possibilità di rottura della cavità con forte sanguinamento. Inoltre, ci sono altre conseguenze:

  • bilirubinemia;
  • trombosi intravascolare;
  • insufficienza epatica;
  • addome addominale idropisia;
  • alta probabilità di avvelenamento del sangue settico.
  • Le complicazioni sorgono in assenza di un trattamento tempestivo.

    Come trattare e come gestire l'emangioma epatico?

    Nella maggior parte dei casi, il tumore è piccolo e può salvarli a lungo, quindi non è necessario un intervento chirurgico. Il paziente è sotto la supervisione di un medico, viene regolarmente esaminato. Il primo esame viene prescritto 3 mesi dopo la rilevazione del tumore, quindi è sufficiente esaminarlo una volta all'anno.
    Anche la malattia viene trattata in modo conservativo. I farmaci comportano la terapia ormonale. Ricorrono anche a metodi minimamente invasivi (effetti sull'istruzione a basse temperature, radioterapia, ecc.) In medicina, ci sono stati casi in cui l'emangioma è scomparso da solo.

    L'operazione di rimozione viene eseguita se:

    • La dimensione della neoplasia supera i 50 mm;
    • Se il tumore cresce rapidamente;
    • L'emangioma si è rotto;
    • C'è il sospetto di degenerazione dell'educazione al cancro.

    Il chirurgo rimuove un segmento o lobo del fegato. Ciò è necessario quando i sintomi spiacevoli non solo interferiscono con la vita normale del paziente, ma rappresentano anche un pericolo per la sua vita. Un metodo più sicuro per l'escissione chirurgica dell'emangioma epatico è l'enucleazione. Questo metodo riduce il rischio di grandi perdite di sangue e aiuta anche a preservare il tessuto epatico il più possibile. La procedura viene eseguita attraverso il lume tra l'emangioma e il parenchima epatico circostante..

    La medicina moderna non esclude l'uso di un metodo chiamato embolizzazione endovascolare. Questo metodo si basa sul blocco dei vasi venosi attraverso i quali si nutre il tumore..

    È necessario rispettare alcune regole in caso di malattia, vale a dire, seguire una dieta, escludere uno sforzo fisico pesante.

    Trattamento con rimedi popolari

    Il trattamento alternativo viene utilizzato se l'operazione non è pratica. I mezzi più comuni sono:

    • Tintura di avena. Un bicchiere di chicchi di avena viene versato con un litro di acqua e invecchiato sotto un coperchio chiuso per circa 10 ore, dopo di che viene fatta bollire la tintura, fatta sobbollire per mezz'ora e nuovamente lasciata in infusione per 10-12 ore. Un altro litro di acqua viene aggiunto al brodo risultante. Tale strumento deve essere utilizzato prima dei pasti 3 volte al giorno, 100 ml ciascuno. Il corso del trattamento è di un mese e mezzo, dopo di che viene effettuata una pausa mensile. La durata del trattamento è di un totale di un anno;
    • Patate crude. Deve essere usato prima dei pasti tre volte al giorno per 50-100 g;
    • Tintura di assenzio. I fiori di assenzio vengono versati con vodka e insistono nel buio per un mese. Il medicinale viene applicato tre volte al giorno 15 minuti prima di un pasto di 15 gocce. La durata del corso è di 2 mesi, seguita da una pausa mensile. È necessario fare 3 corsi.

    I rimedi popolari non possono essere utilizzati senza consultare un medico.

    Nutrizione e dieta

    Nel trattamento dell'emangiolipoma epatico, la dieta gioca un ruolo importante. Un'alimentazione scorretta può innescare la crescita tumorale, portando a conseguenze negative. Controindicazioni per emangioma: alcool, soda varia, cioccolato, spezie piccanti, tuorli d'uovo, pere, pane fresco. Non è consigliabile abusare di cibi in scatola salati, grassi, affumicati e vari.

    Sviluppo nei bambini e nelle donne in gravidanza

    Non è facile rilevare un tale tumore nei bambini. Di solito, immediatamente dopo la nascita del bambino, gli viene prescritta un'ecografia, che non deve essere abbandonata. È durante questo esame che si può vedere una formazione simile. Se parliamo di segni esterni, i medici notano la presenza di plessi vascolari, questo può indicare le stesse crescite nel fegato.

    È importante controllare la crescita del tumore nei primi mesi di vita del bambino, poiché durante questo periodo l'emangioma è in grado di aumentare rapidamente di dimensioni o scomparire completamente. Se la formazione è aumentata in modo significativo, il medico può persino rilevarla alla palpazione.

    Segni che si verificano con un'intensa crescita tumorale in un bambino:

    • giallo della pelle;
    • emorragie all'interno del corpo e sanguinamento;
    • insufficienza epatica o renale;
    • cattiva salute del paziente, pianto, disturbi del sonno;
    • problemi di digestione.

    In questa situazione, la malattia può minacciare la vita del bambino, quindi è urgente iniziare una diagnosi e un trattamento approfonditi. Quando l'educazione assume grandi dimensioni, non sarà possibile salvare la vita di un bambino senza chirurgia. Rifiutare l'intervento chirurgico non ne vale la pena, poiché le complicazioni che si presentano sono estremamente pericolose.

    Complicanze nei bambini:

    1. Rottura dell'organo.
    2. Sanguinamento interno massiccio.
    3. Sepsi.
    4. Insufficienza cardiaca.
    5. L'emangioma cambia le sue proprietà come tumore maligno.
    6. Trombosi arteriosa e alterazioni del tessuto necrotico.
    7. Esito fatale.

    Quando un bambino ha una simile formazione nel fegato, i genitori dovrebbero monitorare costantemente le sue dimensioni, condurre un'ecografia in modo tempestivo e consultare un medico. Se l'emangioma inizia a crescere, verrà suggerito un intervento chirurgico..

    Per una donna incinta, una tale diagnosi può anche essere un problema serio. Anche se il tumore non si è manifestato prima, durante il periodo di gravidanza, può iniziare la sua crescita, che è provocata da un cambiamento nel background ormonale. In una situazione simile, la futura mamma ha un gran numero di sintomi spiacevoli, indicando che la donna ha bisogno di un aiuto urgente.

    Sintomi nelle donne in gravidanza:

    • attacchi di vomito e nausea;
    • gonfiore, produzione intensa di gas;
    • perdita di appetito;
    • la comparsa di bruciore di stomaco;
    • fegato ingrossato;
    • sgabello turbato;
    • debolezza, grave affaticamento;
    • il colore delle feci diventa più scuro;
    • l'urina acquisisce una tinta rossa;
    • il livello di emoglobina diminuisce;
    • la sclera dell'occhio diventa gialla.

    I metodi di trattamento che vengono utilizzati in questi casi non sono adatti per una donna incinta, pertanto le viene prescritta una dieta rigorosa e altre raccomandazioni sullo stile di vita..

    Durante questo periodo, i medici monitorano attentamente la crescita del tumore. Se l'emangioma aumenta, viene presa una decisione sul metodo di trattamento più adatto a tali pazienti. Le complicanze di questo tumore che si verificano durante il periodo del parto possono essere gravi, da una rottura dell'educazione alla peritonite, sepsi, insufficienza cardiaca.

    Gravidanza ed emangioma

    Se un emangioma è presente nel fegato, un fattore come la gravidanza può provocare la sua crescita accelerata. Finché il tumore è piccolo, non rappresenta alcun pericolo per la vita del paziente. Ma non appena la neoplasia inizia ad aumentare attivamente, coinvolgendo altri tessuti in questo processo, la natura benigna del tumore diventa condizionata. Esiste il rischio di trasformazione dell'emangioma in tumore canceroso.

    La crescita della neoplasia è accelerata dalla produzione di ormoni estrogeni nel corpo della donna incinta, necessari per aumentare il volume uterino e rilassare i muscoli pelvici.

    Se l'emangioma ha raggiunto una dimensione superiore a 6 cm, c'è il rischio che si rompa, il che è pericoloso per la vita! La rottura dell'emangioma epatico può portare alla morte della madre o del feto durante la gravidanza.

    Qual è la funzione del fegato??

    Il fegato ha diverse funzioni. Produce molte sostanze chimiche richieste dall'organismo per il normale funzionamento. Distrugge e disintossica le sostanze e funge anche da unità di stoccaggio.
    Gli epatociti (cellule epatiche) sono responsabili della creazione di molte proteine ​​(sintesi proteica) nel corpo che sono necessarie per varie funzioni. Il fegato è anche responsabile della produzione di colesterolo e trigliceridi. Anche i carboidrati sono prodotti in questa ghiandola e il corpo è responsabile della conversione del glucosio in glicogeno, che viene immagazzinato nel fegato e nelle cellule muscolari. Produce anche la bile, che aiuta nella digestione..

    Il fegato svolge un ruolo importante nella disintossicazione del corpo convertendo l'ammoniaca, un sottoprodotto del metabolismo del corpo, in urea, che viene escreta attraverso i reni nelle urine. Il fegato distrugge droghe e droghe, compreso l'alcool, ed è responsabile della rottura dell'insulina e di altri ormoni.

    Questo corpo immagazzina vitamine e sostanze chimiche necessarie all'organismo come elementi costitutivi:

    • vitamina B12,
    • acido folico,
    • ferro necessario per la produzione di globuli rossi,
    • Vitamina A per la vista,
    • Vitamina D per assorbimento del calcio
    • vitamina K per aiutare a coagulare correttamente il sangue.

    Molte malattie possono colpire il fegato direttamente o a causa di un disturbo che inizia in un altro organo..

    Prevenzione

    In questo caso, le misure preventive includono:

    • mantenere uno stile di vita sano;
    • non è consigliabile utilizzare farmaci contenenti ormoni - estrogeni da soli senza prescrizione medica;
    • prevenire lesioni al fegato;
    • osservazione sistematica da parte di un medico specialista in caso di sospetto o predisposizione esistente allo sviluppo di emangiomi.

    Se si sospetta una malattia del fegato, è necessario consultare immediatamente un medico. Il medico effettuerà l'esame necessario, prescriverà test ed esami, sulla base dei quali sarà in grado di fare una diagnosi, prescrivere un trattamento adeguato e delineare un ulteriore piano di monitoraggio della salute.

    Epatite C: primi segni e regime terapeutico Carcinoma del colon-retto Carcinoma polmonare Epatosi epatica grassa: sintomi e trattamento Cirrosi epatica Fibromi uterini

    Quali sono i sintomi??

    Spesso, l'emangioma negli adulti non provoca alcun disagio, quindi una persona può vivere a lungo e non sospettare la presenza di patologia. Tuttavia, se il tumore è aumentato, compaiono i seguenti sintomi:

    • dolore nell'ipocondrio giusto, peggio dopo l'attività fisica o l'uso di determinati alimenti;
    • una sensazione di pesantezza, pienezza nell'epigastrio, a volte lo stomaco fa male;
    • nausea;
    • disagio in una certa posizione;
    • aumento della formazione di gas, flatulenza;
    • ingrossamento del fegato in volume;
    • aumento della sudorazione;
    • debolezza generale, affaticamento.

    Cause dell'evento

    Non si sa ancora esattamente cosa causi l'emangioma epatico negli adulti e nei bambini. Si presume che l'uso di farmaci ormonali e steroidei sia un fattore stimolante nell'aumentare l'istruzione, ma non è stato stabilito se questi agenti possano provocare la malattia stessa. C'è anche una teoria secondo cui la causa della comparsa della patologia potrebbe essere una predisposizione ereditaria. In questo caso, gli emangiomi nell'organo si formano durante il periodo di formazione intrauterina e possono verificarsi nei neonati.

    Durante la gravidanza

    Anche un piccolo emangioma epatico durante la gravidanza è sottoposto a attento monitoraggio e osservazione. Il fatto è che un cambiamento nel background ormonale dopo il concepimento può provocare crescita e un aumento dell'istruzione. Se il tumore è danneggiato all'interno, può causare la morte del feto o della donna stessa.

    CHE SIGNIFICA L'EMANGIOMA FEGATO?

    L'emangioma del fegato (che significa "tumore vascolare" dal latino. "Haema" - sangue, "angio-" -vascolare, "-oma" - un tumore) è una neoplasia di natura benigna, costituita da lacune multiple, ben vascolarizzate (con un gran numero di arterie ) Le cause dell'emangioma epatico non sono note. Di norma, viene rilevato per caso durante un'ecografia o una tomografia computerizzata degli organi addominali. Secondo le statistiche, l'emangioma sul fegato in un adulto si verifica in circa il 5-7% (secondo M. Prokop). L'emangioma epatico negli uomini è 5 volte meno comune rispetto alle donne. L'esame microscopico della struttura della neoplasia rivela molti vasi arteriosi con un flusso sanguigno molto lento, più coaguli di sangue (a causa della bassa velocità del flusso sanguigno), aree del tessuto connettivo (fibrosi), nonché calcificazioni e manifestazioni di ialinosi.

    CARATTERISTICHE DELL'EMANGIOMA ALLA TOMOGRAFIA INFORMATICA

    L'emangioma epatico viene diagnosticato con TC e risonanza magnetica. Entrambi questi studi devono essere eseguiti con contrasto. In questo caso, un farmaco speciale viene iniettato nella vena, quindi la scansione viene eseguita più volte di seguito in diverse fasi di contrasto. Per una diagnosi affidabile, è utile eseguire la scansione nella fase portale-venosa e ritardata (dopo 10-20 minuti). Questo tumore vascolare può avere dimensioni da pochi (3-5) mm a diversi (3-5 o più) cm.

    Fai una TAC del fegato a San Pietroburgo

    Nella maggior parte dei casi, gli emangiomi sono caratterizzati dai seguenti segni CT.

    1) L'educazione con una TAC nativa (senza contrasto) appare come un'area ipo-sensoriale nel parenchima epatico. I valori assoluti della densità di quest'area sono spesso tra +20 e +40 unità sulla scala di Hounsfield, mentre la densità del parenchima epatico invariato è + 55... + 65 unità. La posizione più caratteristica dell'emangioma è sotto la capsula del fegato. In circa il 10% di tutte le osservazioni, è possibile rilevare l'eterogeneità della struttura della formazione dovuta alla presenza di calcificazioni (secondo M. Prokop).

    Ecco come appare un tipico emangioma epatico cavernoso alla TC con contrasto (a destra) nella fase arteriosa-parenchimale e con TC nativa (a sinistra). Se a sinistra puoi notare solo un piccolo (circa 1 cm) fuoco di bassa densità nel lobo destro del fegato - sulla periferia, quindi a destra c'è un caratteristico miglioramento del contrasto periferico. Lacune vascolari visibili.

    2) Quando si contrappone nella fase arteriosa-parenchimale, si verifica un aumento pronunciato della densità del tumore vascolare a causa dell'accumulo di sangue contrastato. La densità della formazione aumenta in modo simile alla densità del sangue nell'aorta. In questo caso, la parte centrale contrasta più lentamente e nella fase arteriosa-parenchimale di solito rimane ipodensa. A volte, lungo il bordo della neoplasia, possono essere rilevate più arterie di alimentazione di vari diametri.

    3) Nella fase venosa di contrasto, il tumore acquisisce una densità uniforme nel centro e nelle parti periferiche, le sue caratteristiche di densità vengono confrontate con quelle dei vasi venosi del fegato (questo è il cosiddetto sintomo del "pool di sangue"). In generale, il contrasto di un tumore vascolare dura da alcuni secondi a mezz'ora (a seconda del grado di sviluppo della rete vascolare in esso e della velocità del flusso sanguigno).

    ERRORI DIAGNOSTICI DELL'EMANGIOM DEL FEGATO

    Non sempre, anche con una TC trifase, si può affermare in modo affidabile che il tumore rilevato è benigno (vale a dire, emangioma del fegato e non qualcos'altro). La diagnosi differenziale dei tumori vascolari deve essere effettuata con le seguenti formazioni:

    1) Carcinoma epatico a cellule. Se nella loro struttura vengono rilevati tumori vascolari di grandi dimensioni, si possono vedere disomogeneità dovute a necrosi, fibrosi e calcificazioni. I noduli di grandi dimensioni sono contrastati in modo non uniforme, non su tutta l'area del taglio, che è simile al contrasto del tumore canceroso. È affidabile affermare che l'emangioma o il cancro al fegato vengono rilevati se si presta attenzione allo "schema" caratteristico degli spazi vuoti nella fase arteriosa e venosa, nonché alla natura del riempimento della formazione con contrasto - dalla periferia al centro. Tuttavia, in casi complessi, può essere necessaria una biopsia affidabile e un esame istologico del tumore per confermare la diagnosi di emangioma..

    2) Metastasi. Quando vengono rilevati più focolai nel fegato, intensificandosi con l'introduzione del contrasto lungo la periferia, i nodi tumorali secondari sono la prima cosa a cui un radiologo potrebbe pensare. Se ci limitiamo a una TAC a due fasi, possiamo giungere a una falsa conclusione, sfavorevole per il paziente. Quando si verifica una serie differenziale di "metastasi - emangiomi epatici multipli", è necessaria una TAC trifase (con una scansione ritardata dopo 10-20 minuti).

    Metastasi o emangioma del lobo destro del fegato? Questa immagine può confondere il radiologo, perché le caratteristiche contrastanti (miglioramento periferico circolare) assomigliano all'emangioma cavernoso nella fase arteriosa tardiva e alla metastasi.

    EMANGIOMA FEGATO - QUALE MEDICO CONTATTARE?

    Se si riscontra un emangioma epatico alla TC o alla risonanza magnetica, è necessario consultare un chirurgo in modo che esamini clinicamente il paziente e prescriva i metodi di esame aggiuntivi necessari. Se l'emangioma non causa la compressione dei dotti biliari o dei vasi sanguigni, non è necessario farlo funzionare. In tali casi, viene prescritta un'ecografia o una TAC dell'educazione a determinati intervalli. Tieni presente che questi tumori di solito crescono molto lentamente e non possono mai trasformarsi in cancro, cioè diventare maligni. Anche gli emangiomi epatici multipli non dovrebbero causare ansia particolare, a condizione che sia stata diagnosticata con precisione. L'emangioma del fegato può risolversi? A volte si verificano tali messaggi, ma è improbabile che siano affidabili. Dopotutto, ogni diagnosi è irta di errori.

    Fai una risonanza magnetica epatica a San Pietroburgo

    DIAGNOSI DEL DUBBIO?

    A volte anche i medici esperti dubitano che la formazione nel fegato sia davvero un emangioma. Come distinguere l'emangioma epatico dal cancro? È possibile confondere gli emangiomi con le metastasi? Tali domande sono spesso poste non solo dai pazienti, ma anche dai medici.

    La seconda opinione del radiologo può essere utile nei casi in cui l'emangioma ha caratteristiche atipiche: ad esempio, i piccoli emangiomi spesso contrastano atipicamente (c'è un contrasto omogeneo nella fase arteriosa o nessun accumulo di contrasto). È anche possibile rilevare uno shunt portale arterioso atipico vicino alla formazione, a causa del quale esiste una sezione ipodensa di una forma a cuneo (un difetto locale nella fornitura di sangue al fegato). Uno specialista con esperienza, a seguito di una TAC o di una risonanza magnetica, può determinare la natura dell'educazione o raccomandare un metodo di ricerca che contribuisce pienamente alla sua corretta identificazione.

    Vasily Vishnyakov, radiologo

    Maggiori informazioni sul Secondo parere

    Maggiori informazioni sulla telemedicina

    Dottorato di ricerca in medicina, membro della European Society of Radiologists

    Quali tipi esistono?


    La localizzazione, la sua estensione e i sintomi determinano la natura e lo scoppio della malattia.
    Esistono diverse classificazioni di patologia, le varietà più comuni sono:

    • Emangioma cavernoso del fegato. La dimensione della formazione supera i 20 cm, mentre il tumore può aumentare ulteriormente. Un tale emangioma è pericoloso, perché in qualsiasi momento può verificarsi la sua rottura, che provocherà sanguinamento interno.
    • Capillare. Questo è un piccolo tumore vascolare, è considerato sicuro, poiché non cresce più di 30 mm.
    • Membranoso All'interno della neoplasia, ci sono setti di membrana.

    Data la gravità dei sintomi, esistono questi tipi:

    • Tumori epatici benigni che si verificano senza segni pronunciati.
    • Neoplasia tumorale semplice, che è accompagnata da sintomi tipici.
    • Malattia complicata.
    • Emangioma atipico del fegato che progredisce sotto l'influenza di concomitanti fattori negativi.

    Spesso, i segmenti del fegato sono colpiti da singole neoplasie, in singoli casi vengono diagnosticati emangiomi multipli, che aumentano rapidamente di volume, degenerando in una malattia maligna che dà metastasi. Pertanto, nonostante la patologia benigna, la diagnosi tempestiva e il monitoraggio della condizione sono importanti.

    Nutrizione appropriata

    I medici non insistono sull'uso di diete per l'angioma vascolare, il che è spiegato dalla mancanza di un effetto significativo della nutrizione su di esso. Si consiglia ai pazienti di riconsiderare la loro dieta abituale nella direzione di ridurre il carico sul fegato e concentrarsi su uno stile di vita sano.

    Alcuni consigli per la dieta:

    • Limitare la quantità di cibo piccante, fritto e affumicato.
    • Bere gelato, caffè forte e bevande gassate con moderazione.
    • Aumenta la quantità di frutta e verdura fresca.
    • Mangia regolarmente pesce, piatti a base di latte.

    Procedure diagnostiche

    Nel periodo asintomatico, l'emangioma è di solito una scoperta accidentale quando si esamina una persona per altri motivi. Quando ci sono alcuni sintomi della malattia, la diagnosi include diversi metodi:

    • Ultrasuoni dell'addome. Il metodo più accessibile e abbastanza informativo. L'accuratezza diagnostica raggiunge l'80%. L'emangioma agli ultrasuoni sembra un'area oscura con illuminazioni all'interno. Utilizzando questo metodo, viene rilevata la localizzazione del tumore, le sue dimensioni, lo spessore della capsula fibrosa.
    • Angiografia. Questo è un metodo per esaminare le arterie usando una sostanza radiopaca. L'immagine mostra l'accumulo di contrasto nei vasi dell'emangioma.
    • MRI Il metodo diagnostico più accurato. Permette non solo di rilevare un tumore e stabilirne le dimensioni, ma anche di valutare le condizioni dei vasi sanguigni e delle capsule.

    Metodi diagnostici aggiuntivi e obbligatori sono esami del sangue di laboratorio che valutano le condizioni e la funzione del fegato.

    Prezzi per servizi *

    Nome del servizioCosto
    Consultazione chemioterapistaPrezzo: 5 150 rubli
    Chemioterapia intratecalePrezzo: 15 450 rubli
    RM del cervelloPrezzo da 8 900 rubli
    ChemioterapiaPrezzo da 50.000 rubli
    Programma completo di cura del cancro e HOSPISPrezzo da 9 690 rubli al giorno
    Programma diagnostico di oncologia gastrointestinalePrezzo da 30 900 rubli
    Diagnostica oncologica polmonarePrezzo da 10 250 rubli
    Programma diagnostico di oncologia urinariaPrezzo da 15 500 rubli
    Programma diagnostico oncologico "Salute delle donne"Prezzo da 15 100 rubli
    Programma diagnostico oncologico "Salute degli uomini"Prezzo da 10 150 rubli

    introduzione

    L'emangioma epatico, noto anche come angioma epatico, è un tumore benigno delle cellule endoteliali che rivestono i vasi sanguigni, in questo caso il fegato.

    L'emangioma epatico, costituito da una spirale di capillari e piccoli vasi, di solito ha una dimensione di diversi centimetri e non provoca alcun disagio. Tuttavia, quando le dimensioni aumentano, la massa del tumore può esercitare pressione sugli organi vicini o causare altre complicazioni; l'emangioma può portare a vari sintomi, tra cui un forte dolore addominale.

    Le ragioni non sono chiare e meritano uno studio più dettagliato. La terapia specifica viene fornita solo in caso di angioma epatico sintomatico; in questi casi, se la situazione è particolarmente grave, un adulto può anche aver bisogno di un trapianto di fegato.

    Breve spiegazione di cos'è l'emangioma

    L'emangioma è un tumore benigno delle cellule endoteliali che rivestono le pareti interne dei vasi sanguigni..

    Composto da un denso agglomerato di capillari e vasi sanguigni leggermente più grandi, l'emangioma può apparire come un punto (o tumore), di colore viola e situato sulla pelle (emangioma capillare); in altri casi, gli emangiomi assomigliano a noduli, sempre di colore viola, in grado di formarsi su organi interni come il cervello e negli strati più profondi della pelle (emangioma cavernoso o cavernoma).

    Gli emangiomi possono comparire ovunque, ma le aree anatomiche sono colpite più di altre: la testa, le guance e il collo, quando si tratta di emangioma capillare; cervello, occhi, cuore, milza, vie respiratorie e fegato, con emangiomi cavernosi.

    La parola emangioma deriva dall'unione di tre parole greche: haema- (αίμα), sangue; angeio (αγγείο), vaso; -oma (-ωμα), tumore.

    Gli emangiomi cavernosi sono chiamati così perché hanno una struttura istologica (cioè relativa ai tessuti), molto simile ai corpi cavernosi che compongono gli organi erettili, come il pene.

    Emangioma epatico

    L'emangioma epatico è una neoplasia vascolare benigna di origine embrionale. Secondo le statistiche, gli emangiomi in uno o due lobi del fegato sono presenti nel 7% della popolazione, al primo posto tra tutte le neoplasie benigne del sistema epatobiliare.

    Cause dell'emangioma epatico

    La causa degli emangiomi nel fegato è considerata una violazione dei processi di posa dei vasi del letto venoso nel primo trimestre di gravidanza, a causa dell'influenza di fattori dannosi sul corpo materno. Una correlazione diretta tra la frequenza della formazione di emangiomi e il gruppo sanguigno A (II) suggerisce che esiste una componente genetica nella patogenesi e la possibilità di ereditarietà della tendenza a formare emangiomi.

    Emangiomi epatici diagnosticati nei bambini in circa l'80% dei casi si risolvono da soli. In età adulta, i grandi nodi emangiomatosi si trovano più spesso nelle donne. Secondo un'ipotesi, gli estrogeni (ormoni sessuali femminili) aumentano il tasso di crescita delle neoplasie vascolari. In molti pazienti, i primi segni di emangioma sono comparsi durante la gravidanza o durante l'assunzione di farmaci contenenti estrogeni.

    Secondo un'altra versione, le cause degli emangiomi epatici non sono associate alla crescita del tumore e sono radicate nelle malformazioni congenite dei vasi, che portano alla teleangectasia - una persistente espansione dei capillari. Per quanto riguarda la forma cavernosa, l'assunzione è parzialmente confermata da casi di rilevazione di emangiomi multipli o emangiomatosi totale, che è insolita per i tumori. I risultati degli studi patomorfologici del substrato dei nodi mettono gli emangiomi del fegato tra il tumore embrionale e la malformazione congenita delle vene epatiche.

    Le forme

    Nella pratica gastroenterologica, vi è la tendenza a un'ampia interpretazione del concetto di "emangioma": questo è il nome di quasi tutte le neoplasie benigne dei vasi sanguigni del fegato, compresi angiomi venosi, cavernosi, a forma di uva e capillari, nonché emangioendoteliomi benigni.

    In realtà gli emangiomi, a seconda della struttura, sono classificati in capillare e cavernoso. L'emangioma capillare è costituito da diverse cavità sinusoidali piene di sangue, separate da setti del tessuto connettivo. Ogni sinusoide contiene una nave.

    La più grande minaccia è una rottura dell'emangioma con emorragia intraperitoneale estesa e grande perdita di sangue, che può essere innescata da movimenti improvvisi, eccessivo sforzo fisico o trauma nella regione addominale.

    L'emangioma cavernoso del fegato, o caveroma, si forma a seguito della fusione di più cavità in una. I nodi cavernosi possono raggiungere grandi dimensioni - 10 cm o più, e nel 10-15% dei casi nel parenchima epatico ci sono contemporaneamente due o tre formazioni o più piccoli caveromi fino a 2 cm di dimensione.

    Sintomi di emangioma epatico

    Nella maggior parte dei casi, l'emangioma epatico non supera le dimensioni di 3-4 cm e non si manifesta. Le manifestazioni cliniche si notano solo con un aumento del nodo a 5-6 cm o più, quando il tumore inizia a comprimere organi e vasi sanguigni adiacenti e ferisce i tessuti, causando sanguinamento interno, ma gli emangiomi giganti non rappresentano più dell'8-10% dei casi. Poiché i nodi tumorali sono caratterizzati da una crescita lenta, la manifestazione di emangiomi si verifica di solito in età adulta - da 40 a 50 anni.

    I primi sintomi degli emangiomi epatici sono aspecifici e caratteristici di molte malattie del sistema epatobiliare:

    Diagnostica

    L'emangioma asintomatico, di regola, viene rilevato per caso durante un'ecografia, una risonanza magnetica o una TC multislice della cavità addominale come parte di un esame di routine o di un esame per un'altra malattia. Per chiarire la natura benigna del tumore è necessario il passaggio della scintigrafia statica - uno studio con radioisotopi. La concentrazione selettiva di un indicatore radio nel fegato consente di identificare aree alterate e focolai patologici nel parenchima epatico e di distinguere i tumori maligni da benigni, di differenziare l'emangioma con una cisti e i parassiti finlandesi, di chiarire le sue dimensioni e posizione, nonché di identificare patologie concomitanti - diffondere i cambiamenti nel parenchima, ipertensione portale, eccetera.

    Quando una neoplasia è localizzata nel lobo destro del fegato, è anche necessario sottoporsi ad angiografia del tronco celiaco per valutare lo stato del flusso sanguigno e la presenza di coaguli di sangue nelle fasi arteriosa, venosa e capillare. Possono essere prescritti esami del sangue clinici ed esami del fegato per valutare le condizioni generali del sistema epatobiliare..

    Secondo le statistiche, gli emangiomi in uno o due lobi del fegato sono presenti nel 7% della popolazione, al primo posto tra tutte le neoplasie benigne del sistema epatobiliare.

    Trattamento dell'emangioma epatico

    Con un piccolo tumore, il trattamento di solito non è richiesto. Per controllare la dinamica del processo, al paziente viene raccomandata l'osservazione sistematica da un gastroenterologo. Tre mesi dopo la diagnosi, viene prescritta un'ecografia di controllo o una risonanza magnetica del fegato e del tratto biliare. Se il tumore non aumenta, il paziente sarà sottoposto a successivi esami una o due volte l'anno.

    Per mantenere le funzioni del sistema epatobiliare, è importante aderire a una dieta parsimoniosa ed evitare l'automedicazione con farmaci con effetto epatotossico. La dieta raccomandata per l'emangioma epatico è stata sviluppata da M. Pevzner ed è nota nella pratica gastroenterologica come tabella n. 5. Limitare l'assunzione di grassi, purine, acido ossalico, sale, fibre grezze e alimenti ricchi di sostanze estrattive che stimolano la produzione di enzimi digestivi. Frutta e verdura ricche di fibre devono essere macinate, il pane bianco deve essere essiccato nel forno e la carne di vena deve essere tritata finemente. Piatti e bevande sono serviti caldi. La base del menu per l'emangioma del fegato dovrebbe essere il latte e le zuppe vegetariane che non contengono acetosa e concentrato di pomodoro, piatti bolliti e cotti al forno; occasionalmente possono essere aggiunti cibi in umido. Si consiglia di escludere completamente i cibi fritti dalla dieta. Sono inoltre vietati:

    • brodi ricchi;
    • carni rosse e frattaglie;
    • affumicati e salsicce;
    • formaggi grassi e prodotti lattiero-caseari;
    • pesce azzurro e pesce in scatola, caviale granulare;
    • funghi;
    • legumi;
    • mais, cavolo crudo, melanzane, ravanello, ravanello, rapa, zenzero, rabarbaro, acetosa, spinaci;
    • orzo perlato, orzo e mais;
    • pane integrale;
    • cioccolato;
    • gelato;
    • cottura al burro e pasta sfoglia;
    • tutti i tipi di sottaceti.

    Delle bevande, i succhi appena spremuti e concentrati, il caffè, il cacao, il tè verde, l'ibisco, la soda dolce e l'alcool sono indesiderabili. Per migliorare il metabolismo delle proteine ​​e dei lipidi, è indicata la somministrazione del corso di preparati di vitamina B.12; se necessario, viene prescritto un ciclo di epatoprotettori.

    Nel caso della crescita di un nodo emangiomatoso e della comparsa di sintomi allarmanti, viene considerata la questione della rimozione radicale della neoplasia. A favore dell'operazione testimoniare:

    • dimensione del nodo oltre 5 cm;
    • rapida crescita della neoplasia (oltre il 50% all'anno);
    • spremitura dei vasi sanguigni e degli organi vicini;
    • infezione da tumore;
    • trombosi vascolare e necrotizzazione degli emangiomi;
    • rottura del tessuto tumorale con emorragia intraperitoneale;
    • sospetta malignità.

    Emangiomi epatici diagnosticati nei bambini in circa l'80% dei casi si risolvono da soli.

    Varie tecniche chirurgiche vengono utilizzate per rimuovere emangiomi di diverse dimensioni e localizzazioni:

    • resezione segmentaria del fegato - la rimozione di uno o più segmenti affetti da emangioma. I confini dei segmenti sono determinati tenendo conto della struttura bilio-vascolare;
    • lobectomia - rimozione del lobo interessato del fegato lungo il bordo anatomico;
    • emiepatectomia: rimozione dei segmenti V, VI, VII e VIII-lobo del lobo destro del fegato con drenaggio dei dotti biliari. Se necessario, viene rimosso anche il segmento IV del lobo sinistro..

    Per ridurre il volume dell'operazione e prevenire le complicanze postoperatorie, al paziente viene prescritto un ciclo di terapia ormonale prima dell'operazione, finalizzato a ridurre il nodo vascolare.

    Le controindicazioni al trattamento chirurgico radicale sono:

    • crescita del tumore nelle grandi vene,
    • cirrosi epatica;
    • la posizione degli emangiomi in entrambi i lobi del fegato;
    • emangiomatosi multipla.

    Un'alternativa al trattamento chirurgico può essere tecniche non invasive: sclerosi ed embolizzazione degli emangiomi mediante metodi di radioterapia, microonde e terapia laser. Una delle direzioni promettenti è l'introduzione di particelle ferromagnetiche nel tessuto tumorale al fine di generare un campo elettromagnetico ad alta frequenza che provoca un aumento significativo della temperatura nel sito emangiomatoso e la morte in massa delle cellule tumorali.

    Possibili complicazioni e conseguenze

    La più grande minaccia è una rottura del tumore con emorragia intraperitoneale estesa e grande perdita di sangue, che può essere innescata da movimenti improvvisi, eccessivo sforzo fisico o trauma alla regione addominale. Pertanto, con dolore addominale acuto che dura più di due ore, è urgente cercare assistenza medica.

    Sullo sfondo di un persistente aumento della pressione nel sistema portale del fegato, può verificarsi sanguinamento gastrointestinale; esiste anche la possibilità di sepsi dovuta a infezione dell'emangioma o necrotizzazione dei tessuti del nodo emangiomatoso a causa della trombosi dei vasi che alimentano il tumore. Con l'emangiomatosi totale con la sconfitta di una parte significativa del parenchima, è possibile lo sviluppo di insufficienza epatica e cirrosi.

    previsione

    Con piccoli emangiomi, la prognosi è favorevole: di norma una neoplasia di dimensioni fino a 4-5 cm non provoca un grave deterioramento del benessere e non limita le capacità fisiche del paziente. Dopo la rimozione di grandi emangiomi, non è esclusa la possibilità di recidiva. La degenerazione maligna degli emangiomi è estremamente rara. Un segno di malignità può essere la rapida crescita della neoplasia..

    Prevenzione

    A causa della natura congenita della patologia, la responsabilità della prevenzione degli emangiomi ricade su una donna incinta, soprattutto se nella storia familiare sono già stati registrati casi di neoplasie vascolari del fegato. Nelle prime fasi della gravidanza, è importante evitare le infezioni virali, il contatto con pesticidi e l'assunzione di potenti farmaci con effetti teratogeni.

    La prevenzione delle complicanze dell'emangioma del fegato dipende dal comportamento del paziente. Per monitorare le dinamiche del processo, è importante sottoporsi a esami programmati in modo tempestivo e adottare misure al primo segnale di difficoltà. Al fine di prevenire emorragie interne, evitare gli sport traumatici o utilizzare mezzi affidabili per proteggere l'area addominale e le donne dovrebbero essere informate di un ginecologo della presenza di emangioma epatico quando si selezionano contraccettivi orali o prima di sottoporsi a terapia ormonale..

    Angiomiolipoma renale

    Informazione Generale

    L'angiomiolipoma (LMA) è un tipo relativamente raro di tumore benigno del tessuto mesenchimale. Codice angiomiolipoma renale ICD-10: D30.0. L'angiomiolipoma nella maggior parte dei casi (80-85%) è una malattia sporadica indipendente e meno comunemente associata a linfangioliomiomatosi e sclerosi tuberosa (15-20%).

    Il più tipico per questo tipo di tumore è il danno ai reni, i tessuti del fegato, del pancreas e delle ghiandole surrenali hanno molte meno probabilità di essere colpiti. Di conseguenza, l'angiomiolipoma del fegato, della ghiandola surrenale e del pancreas sono rari. L'agiomiolipoma renale è un tumore benigno altamente attivo costituito da cellule endoteliali di vasi sanguigni, tessuto adiposo e cellule muscolari lisce. Un tumore può svilupparsi sia nel cervello che nella corteccia dei reni. Più spesso viene dal bacino renale / seno renale, mentre il rapporto tra endotelio, componente grassa e tessuto muscolare liscio all'interno dello stesso tumore può variare in diversi rapporti.

    L'incidenza dell'AML renale è relativamente bassa e varia tra lo 0,3-3% e senza associazione con la sclerosi tuberosa è ancora più bassa (0,1% negli uomini / 0,2% nelle donne). Si trova più spesso durante gli esami profilattici o è una "scoperta accidentale" durante l'ecografia dei reni. La tendenza alla malignità è insignificante. In quasi l'85% dei casi, il tumore cresce nella capsula fibrosa del rene e va oltre, meno spesso - la crescita invasiva si verifica nella vena cava inferiore / vena renale o nei linfonodi perirenali. Si verifica in persone di qualsiasi età, ma più spesso negli adulti dai 40 ai 50 anni di età. Nel gruppo ad alto rischio per lo sviluppo dell'angiomiolipoma - donne di età compresa tra 45 e 70 anni.

    Nella maggior parte dei casi, l'angiomiolipoma renale destro e l'angiomiolipoma renale sinistro sono una formazione unilaterale. E solo nel 10-20% dei casi si riscontrano tumori bilaterali (rene sinistro e rene destro) e solo nel 5-7% dei casi non vi sono tumori singoli, ma multipli. L'angiomiolipoma renale è spesso combinato con altre malattie renali.

    Dal momento che la LMA si riferisce a tumori rari, tra le query nei motori di ricerca di Internet spesso si possono trovare come "angiomiolipoma del rene sinistro - che cos'è" o angiomiolipoma del rene - è in pericolo di vita? In effetti, ci sono poche informazioni pubblicamente disponibili su questo tumore, a causa della sua rara insorgenza. Che cos'è questo tumore, che abbiamo già smontato, e per quanto riguarda la sua minaccia alla vita, va notato che la LMA di piccole dimensioni, di norma, non rappresenta un pericolo per la vita, tuttavia, tali pazienti dovrebbero essere sotto costante monitoraggio dinamico degli ultrasuoni.

    L'angiolipoma di grandi dimensioni è pericoloso per la vita perché ha una struttura relativamente fragile (debolezza della parete vascolare) e può esplodere a causa di traumi minori o impatto fisico minimo con lo sviluppo di ematomi retroperitoneali e intrarenali e sanguinamento potenzialmente letale.

    patogenesi

    La patogenesi dell'AML è stata appena studiata. Il tumore deriva da cellule epitelioidi perivascolari che si trovano intorno ai vasi e possono essere descritte come grandi cellule poligonali della muscolatura liscia con segni di differenziazione melanocitica. Queste cellule sono caratterizzate da un tasso di proliferazione e crescita relativamente elevato (in media 1,5 mm all'anno), derivante dall'influenza di fattori precisamente non identificati. Si presume che i fattori ormonali svolgano un ruolo guida nello sviluppo della LMA, come evidenziato dalla presenza di recettori specifici dell'estrogeno / progesterone nelle cellule tumorali.

    Esistono prove di mutazioni genetiche caratteristiche sia in casi sporadici che in casi associati a sclerosi tuberosa dei reni (perdita di eterozigosi, mutazioni del locus del gene TSC2 / TSC1 localizzate sul cromosoma 16p13). Istologicamente, il tumore è rappresentato da vasi sanguigni a parete spessa, fibre muscolari lisce e tessuto adiposo maturo in diverse proporzioni quantitative. Le varianti strutturali dell'AML possono variare in modo significativo e dipendere dalla maturità del tessuto muscolare liscio nella componente muscolare liscia del tumore.

    Classificazione

    La caratteristica di classificazione si basa sulla struttura morfologica del tumore, a seconda della componente predominante, in base alla quale esistono:

    • La forma classica (una caratteristica è l'assenza di una capsula tra il tessuto sano circostante e il tumore).
    • epitelioide.
    • Oncocystic.
    • LMA con cisti epiteliali.
    • LMA con prevalenza della componente grassa.
    • ML con prevalenza della componente della muscolatura liscia.
    • forma tipica (comprende tutti i componenti - muscolo, grasso ed epitelio);
    • forma atipica (caratterizzata dall'assenza di cellule adipose nella neoplasia).

    Le cause

    Lo sviluppo di AML si basa sulle mutazioni genetiche della linea germinale ereditaria (TSC2 / TSC1) sul cromosoma 16p13. La perdita di eterozigosi è una delle principali cause di morbilità sia nei casi sporadici che nei casi associati alla sclerosi tuberosa. In effetti, l'angiomiolipoma è il risultato della riproduzione cellulare clonale, con conseguente acquisizione di proprietà proliferative.

    Non esiste una visione universalmente accettata dei fattori di rischio per l'aspetto e lo sviluppo di questo tumore. Tuttavia, oltre al fattore ereditario, secondo le statistiche, le malattie renali croniche (glomerulonefrite cronica, pielonefrite, urolitiasi), i cambiamenti nel background ormonale (menopausa, gravidanza, disturbi ormonali e negli uomini - un livello aumentato di ormoni sessuali femminili) possono contribuire al suo sviluppo.

    Sintomi

    Nella maggior parte dei casi (76%) con tumori piccoli (meno di 4 cm), si osserva di solito un decorso asintomatico di LMA. Con grandi neoplasie (più di 4 cm), la maggior parte dei pazienti presenta sintomi clinici. Esiste una chiara relazione tra la dimensione della LMA e i sintomi renali: maggiore è il tumore, più spesso sono presenti sintomi renali e più pronunciati.

    La funzione renale, a seconda delle dimensioni e della quantità di angiomiolipomi, può praticamente rimanere intatta o peggiorare progressivamente progressivamente, portando spesso allo sviluppo di ipertensione arteriosa. I disturbi più comuni sono: dolore addominale, debolezza, ipertensione arteriosa, palpazione del tumore, macro / microematuria. Con una rottura dell'angiomiolipoma e lo sviluppo di sanguinamento - sintomi di addome acuto, shock.

    Test e diagnostica

    La diagnosi di neoplasie renali si basa principalmente sui dati degli ultrasuoni (ultrasuoni), della tomografia computerizzata a raggi X (CT) e della risonanza magnetica (MRI). Se necessario, viene eseguita una biopsia e test di laboratorio - OAM, OAC, un esame del sangue biochimico. Questi metodi sono piuttosto istruttivi e consentono di visualizzare il tumore e la caratteristica più caratteristica dell'AML è la componente grassa nella struttura del tumore. Per la verifica di piccole AML, l'opzione ottimale sono i metodi di diagnostica delle radiazioni di MSCT (tomografia computerizzata multispirale), che consentono di determinare la dimensione del tumore, la sua dinamica.

    LAM sull'ecografia del rene

    Allo stato attuale, è stato adottato il seguente algoritmo di osservazione dinamica: controllo della dimensione dell'AML sugli ultrasuoni ogni 3 mesi, TC con amplificazione endovenosa dopo 6 mesi e 1 anno.

    Trattamento dell'angiomiolipoma renale

    La scelta delle tattiche per il trattamento dell'angiolipoma renale si basa sulla dimensione dell'AML e sulla presenza / gravità delle manifestazioni cliniche. Lo standard generalmente accettato è il monitoraggio dinamico degli ultrasuoni di pazienti con