Test epatici: norma, decodifica, motivi di aumento


Nella letteratura medica non esiste una definizione rigorosa del termine "campioni di sangue epatico", nonché un elenco di test che li riguardano. Attualmente, esiste un gran numero di indicatori di laboratorio che consentono di valutare le condizioni del fegato. Valutandoli, il medico sarà in grado di concludere sull'attività del processo patologico, la sua natura e suggerire la causa della malattia. Il più comune e informativo di questi indicatori può essere attribuito agli esami del fegato..

Perché hai bisogno di un fegato?

Molti scienziati confrontano questo organo con lo "stabilimento chimico" del nostro corpo. Al momento, i medici contano più di 200 diverse funzioni del fegato, che assicurano il normale funzionamento del corpo. Possono essere suddivisi nei seguenti gruppi:

  • Partecipazione alla digestione del cibo. Le cellule epatiche producono la bile, che è necessaria per l'assorbimento dei grassi, la distruzione di microrganismi dannosi nel grumo alimentare e migliorare la motilità intestinale. Con una carenza di bile, il paziente può avere feci molli con impurità di grasso, dolore addominale e aumento del rischio di infezioni intestinali;
  • Disinfezione di tossine (alcool, droghe, veleni, ecc.) E droghe. Per svolgere questo compito, lavorano numerosi enzimi vitali: i citocromi, che consentono di elaborare e rimuovere sostanze estranee dal corpo. Una serie di patologie può portare a una carenza di citocromi, un ritardo nelle sostanze di cui sopra e aumentare la probabilità di avvelenamento;
  • Mantenimento della normale coagulazione del sangue. Gravi danni al tessuto epatico portano a una violazione della creazione di 4 dei 13 principali fattori della coagulazione. Di conseguenza, una persona ha segni di aumento del sanguinamento: comparsa di lividi con lievi lesioni, sudorazione del sangue nelle articolazioni, comparsa di un colore rossastro di urina, feci nere e altri sintomi;
  • Ritenzione idrica all'interno del sistema circolatorio. Uno dei meccanismi più importanti che impediscono la formazione di edema è la produzione di proteine. La sua concentrazione specifica attira l'acqua e ne impedisce l'ingresso nel tessuto sottocutaneo su gambe, braccia e organi interni;
  • Escrezione di prodotti di distruzione delle cellule del sangue. In media, un eritrocita (globulo rosso che trasporta ossigeno) dura circa 180 giorni. Il loro contenuto nel sangue supera diversi trilioni, mentre parte dei globuli rossi muoiono ogni giorno e nuove cellule vengono a sostituirli. Come risultato della morte cellulare, si forma la bilirubina non legata (questa sostanza è tossica per l'uomo), che viene catturata dal fegato e si lega ai componenti della bile, quindi viene escreta nella cavità del duodeno.

Con un grave danno d'organo, tutte le funzioni di cui sopra possono essere compromesse, tuttavia, nelle prime fasi della malattia, molto spesso ne soffrono solo 1-2. Inoltre, i segni esterni della malattia sono assenti o espressi in modo molto debole. Per rilevare tempestivamente le modifiche iniziali, è possibile utilizzare una serie di test di laboratorio.

Che tipo di analisi dovrebbe essere presa

Come accennato in precedenza, non esiste un esame universale per gli esami del fegato. Gli indicatori che riflettono il lavoro del fegato sono determinati durante varie procedure. Pertanto, per valutare le condizioni del corpo, è necessario superare tre analisi di base:

  • Analisi del sangue biochimica dettagliata;
  • Coagulogram;
  • Analisi delle urine (abbreviato come OAM).

Il primo studio consente di identificare il processo patologico, suggerirne la causa e controllare il funzionamento di alcune funzioni, come la creazione di sostanze (proteine, albumina) e la rimozione della bilirubina dal corpo. La nomina di un coagulogramma è necessaria per diagnosticare i disturbi nel sistema di coagulazione e determinare il rischio di aumento del sanguinamento.

L'analisi delle urine viene utilizzata per escludere una grave malattia renale. Poiché il danno al filtro renale può anche causare una significativa perdita di proteine, possono verificarsi gonfiore e altri sintomi comuni alle malattie del fegato, OAM è obbligatorio per tutti i pazienti.

Preparazione all'esame

Esame del sangue

Lo studio è raccomandato al mattino, a stomaco vuoto. 3 giorni prima della procedura, è necessario escludere l'alcol in una qualsiasi delle sue varianti. Entro 3 ore prima del prelievo di sangue, è necessario smettere di fumare e impegnarsi in uno sforzo fisico intenso (allenamento sportivo, corsa, esercizi mattutini, ecc.). Quando possibile, evitare lo stress e lo sforzo nervoso..

Se non è possibile donare sangue al mattino, è consentito condurre la procedura durante il giorno. Tuttavia, devono essere osservate le seguenti condizioni:

  • Il tempo dall'ultimo pasto - almeno 4 ore;
  • Alla vigilia dell'esame, si raccomanda inoltre di evitare sovraccarichi fisici ed emotivi, non fumare;
  • Dovresti rifiutare di prendere bevande contenenti caffeina o taurina: qualsiasi bevanda energetica, Coca-Cola, caffè, tè forte. Puoi bere acqua senza restrizioni.

Si sconsiglia di correggere la dieta esclusivamente a fini di ricerca e di annullare qualsiasi farmaco senza prima consultare un medico: ciò può influire sul risultato e distorcere il quadro reale..

Analisi delle urine

Per passare correttamente l'urina per la ricerca, è necessario aderire a una serie di semplici consigli:

  1. Appena prima della recinzione dell'analisi, devi lavarti sotto la doccia. Questa raccomandazione è rilevante per uomini e donne;
  2. La porzione iniziale di urina (i primi 3-5 secondi dall'inizio della minzione) deve essere saltata dal barattolo. La mancata osservanza di questa regola può comportare il rilevamento di una maggiore quantità di proteine, epitelio o cellule;
  3. Il barattolo dovrebbe essere acquistato in farmacia - questo garantisce l'assenza di batteri, proteine ​​estranee o altre impurità in esso;
  4. Non sono richieste restrizioni dietetiche o cambiamenti nello stile di vita per ottenere un risultato accurato..

Indicatori di "campioni cotti"

Malattie o lesioni di un organo con sostanze tossiche influenzano invariabilmente lo stato delle sue cellule e lo svolgimento delle funzioni. Gli indicatori più informativi che possono valutare le condizioni del tessuto epatico, la norma dei campioni di fegato sono elencati nella tabella seguente.

Chimica del sangue

Uno dei principali indicatori del metabolismo dei grassi nel corpo. La produzione di vari tipi di colesterolo avviene nel fegato. Pertanto, una diminuzione della sua quantità al di sotto dei valori normali è un segno indiretto di danno a questo organo..

Un aumento del colesterolo totale può verificarsi con un gran numero di malattie, anche in presenza di ristagno della bile all'interno dei dotti del fegato o nella cistifellea, presenza di degenerazione grassa del fegato.

La quantità di proteine ​​totali riflette la capacità del fegato di creare composti chimici complessi. Albumina - è uno dei tipi di proteine ​​che hanno una piccola massa, ma con un gran numero di funzioni, in particolare: trasporto di nutrienti, ritenzione di liquidi nei vasi.

Va ricordato che una diminuzione del loro numero può anche essere associata a danni al filtro renale, quindi, per una corretta diagnosi, è anche necessario eseguire OAM.

Coagulogram

Analisi delle urine (OAM)

Indicatori di esempioCiò che è evidenziato da?
bilirubina:
  • Totale -5-22 micromol / l;
  • Libero (non associato, non coniugato) 3,3-12 μmol / L;
  • Legato (coniugato) 1,6-6,7 μmol / L.
La bilirubina è un prodotto di degradazione delle cellule del sangue che viene normalmente catturato dal fegato dal sangue ed escreto attraverso i dotti biliari. Un aumento del suo numero indica un problema in questo sistema:

  • Un aumento solo della frazione indiretta è un segno dell'eccessiva degradazione dei globuli rossi (globuli rossi);
  • Un aumento solo della frazione diretta indica il ristagno della bile all'interno del fegato o del tratto biliare (dotti e cistifellea)
  • Un aumento di entrambe le frazioni è spesso un segno di danno al fegato..
Enzimi transaminasi:

  • ALT 8-41 U / L;
  • AST 7-38 U / L.
In una persona sana, questi enzimi si trovano solo all'interno delle cellule degli organi interni. Un aumento delle transaminasi e la presenza di altri segni di danno epatico sono spesso un segno di distruzione delle cellule del fegato..
Fosfatasi alcalina (AL)

  • 29-120 U / L o
  • 0,5-2 mkkat / l.
Questi enzimi, di regola, indicano la presenza di ristagno della bile, sia intraepatica che extraepatica.
Gamma glutamintranspeptidase (GGTP) Meno di 60 U / L.
Colesterolo totale 3,1-5,0 mmol / L
Proteine ​​totali 65-86 g / l
Albumina

  • 35-56 g / l Or
  • 50-60% della proteina totale
Indice protrombina (PTI) 80-100%Questi indicatori riflettono la capacità del sangue di coagulare, utilizzando una serie di proteine ​​speciali - fattori di coagulazione. Poiché la produzione di determinati fattori diminuisce sullo sfondo delle malattie, il tempo di coagulazione aumenta e gli indicatori del coagulogramma cambiano.
fibrinogeno
  • 2-4 g / l Or
  • 200-400 mg%
Tempo di tromboplastina attivata parziale (APTT) 25-37 secondi
ProteinaUna diminuzione dei livelli proteici e lo sviluppo dell'edema possono essere osservati non solo sullo sfondo delle malattie dell'apparato digerente, ma anche con danni al filtro renale. Pertanto, per escludere questo gruppo di patologie, è sempre necessario eseguire OAM

Dopo aver analizzato gli indicatori di cui sopra, possiamo trarre una conclusione inequivocabile sulla presenza o l'assenza di patologia. La decifrazione dei campioni di fegato può anche aiutare a determinare quali funzioni degli organi sono compromesse e quanto sono pronunciati questi disturbi. Tuttavia, è possibile chiarire la diagnosi e il tipo di malattia solo con metodi di esame aggiuntivi..

Segni di patologia negli esami del fegato

I cambiamenti patologici nelle analisi possono essere sostanzialmente divisi in tre opzioni. Il primo - indica il danno e la distruzione delle cellule del fegato. La seconda opzione ti consente di rilevare una violazione delle funzioni di base del corpo, come la sintesi di sostanze vitali, l'elaborazione di tossine e droghe, la cattura e la rimozione della bilirubina dal corpo. L'ultima variante possibile di cambiamenti può indicare la presenza di ristagno della bile all'interno dei dotti del fegato o nella cistifellea.

Va ricordato che gli esami del fegato sono indicatori non specifici che possono variare con varie malattie. Pertanto, devono essere valutati insieme ad altri dati: disturbi umani, stato dell'apparato digerente, colorazione delle feci e delle urine.

Di seguito sono possibili cambiamenti patologici nei risultati e nei principi della loro interpretazione.

Segni di distruzione cellulare

Prima di tutto, questo processo è evidenziato da elevati enzimi epatici, che sono normalmente presenti nel sangue in quantità abbastanza limitata. Inoltre, a causa di danni ai tessuti, soffrono altre funzioni, principalmente la cattura e l'eliminazione della bilirubina.

A causa della distruzione delle cellule, la bilirubina legata entra nel flusso sanguigno - la sua coniugazione (frazione legata) aumenta. A causa della cattiva acquisizione della bilirubina non legata, a causa di una diminuzione del numero di cellule funzionanti, aumenta una frazione indiretta (non coniugata, non legata).

Pertanto, i segni di danni ai tessuti e danni alle strutture cellulari sono:

  • ALT aumentato;
  • Aumento della concentrazione di AST;
  • La crescita della bilirubina totale, le sue frazioni associate e non legate.

In questo caso, la persona non è affatto disturbata dai sintomi della malattia. Solo con un'alta attività di patologia, appare l'ingiallimento della sclera degli occhi e della pelle, in assenza di una forte abbronzatura. Si può notare una colorazione più intensa delle feci in un colore marrone scuro e un oscuramento delle urine (a un colore marrone chiaro o persino "birra"). Dolore addominale, gonfiore e disagio.

Disfunzione d'organo

Quando il processo patologico porta all'incapacità del fegato di svolgere adeguatamente i suoi compiti, una persona ha una vasta gamma di vari sintomi e cambiamenti nei test di laboratorio. I segni più significativi nella diagnosi sono i seguenti:

Analisi biochimiche

Concentrazione di proteine ​​urinarie inferiore a 0,3 g / giorno o inferiore a 0,14 g / l

IndiceSintomo clinico
Aumento della bilirubina totale e non legata o non coniugata
  • Urine scure;
  • Colorazione delle feci più intensa;
  • La comparsa di una tonalità gialla della sclera degli occhi e della pelle.
Diminuzione della concentrazione ematica di proteine ​​totali e albumina
  • La comparsa di edema lieve in qualsiasi parte del corpo. L'edema può essere molto massiccio, il fluido oltre al tessuto sottocutaneo si accumula spesso nella cavità addominale, nella cavità toracica e nel sacco pericardico;
  • L'aspetto sulla pelle di "stelle" vascolari - piccole emorragie che ricordano lo scoppio dei capillari. Gli ormoni sessuali sono utilizzati a causa di una violazione.

Coagulogram

Diminuzione dei livelli di IPT, fibrinogeno, APTT

Sanguinamento aumentato, anche dalle gengive, dalla mucosa nasale, sulla pelle e negli organi interni (compresi intestino e stomaco). I segni di sanguinamento dal tratto digestivo possono includere:

  • Feci di colore nero con un odore fetido, a condizione che non vi sia assunzione di carbone attivo, preparati di bismuto e altre sostanze coloranti;
  • Vomito misto a sangue o al colore dei "fondi di caffè";
  • Con sanguinamento dall'intestino inferiore alle feci, può essere uniformemente mescolato con sangue scarlatto scuro;
  • Quando il sangue viene escreto dai nodi emorroidali, le feci rimangono invariate, ma allo stesso tempo rimane una scia di sangue sopra di essa o sulla carta igienica.
La mancanza di proteine ​​nell'OAM e alti test epatici confermeranno la presenza di problemi al fegato o all'alimentazione, con una bassa concentrazione di proteine ​​nel sangue. Tuttavia, la presenza di una piccola concentrazione di composti proteici nelle urine non esclude sempre la patologia epatica e richiede lo studio di altri indicatori della tabella dei campioni di fegato.

Stagnazione della bile

La causa del ristagno intraepatico, il più delle volte, è la proliferazione del tessuto connettivo anziché del normale tessuto epatico. Le fibre di tessuto connettivo costituiscono il volume della parte interessata dell'organo, ma non possono svolgere nessuna delle sue funzioni. Inoltre, schiacciano i dotti biliari esistenti e interrompono il deflusso da essi, il che porta al "sudore" dei componenti della bile attraverso le pareti dei vasi biliari nel sangue.

I segni di questa condizione patologica sono numerosi campioni elevati di fegato:

  • Aumento del colesterolo totale;
  • Aumentando la concentrazione di GGTP, SC;
  • Significativo aumento della concentrazione di bilirubina totale e legata.

Il marcato ristagno della bile è inevitabilmente accompagnato da un intenso prurito, dovuto alla deposizione della frazione di bilirubina associata nella pelle. Tuttavia, va ricordato che una violazione del deflusso può anche essere associata a malattie della cistifellea e del tratto biliare.

Esame aggiuntivo

Diminuzione o aumento delle norme epatiche non consentono di determinare con precisione la causa della malattia. A tal fine, è necessario assegnare ulteriori procedure diagnostiche. Questi includono una serie di analisi e tecniche strumentali che elimineranno la presenza di epatite, disturbi metabolici ereditari (malattia di Wilson-Konovalov), cirrosi, lesioni vascolari degli organi e cancro.

Molto spesso, per determinare la causa della patologia, si raccomandano i seguenti studi:

Test dell'epatite ematica (B, C, D)

Esclusione di infezioni virali che colpiscono i tessuti degli organi.

Determinazione della concentrazione di ceruloplasmina

Esclusione di disturbi congeniti del metabolismo del rame nel corpo (malattia di Wilson-Konovalov), che porta a una cirrosi rapidamente progressiva.

Determinazione degli anticorpi antimitocondriali

Si raccomanda in assenza di una causa evidente di disfunzione epatica. Elimina la presenza di una serie di malattie autoimmuni (inclusa la cirrosi biliare primaria), in cui il corpo inizia a distruggere le cellule umane sane.

Ultrasuoni dell'addome

Incluso nello standard del sondaggio. L'ecografia è necessaria per determinare la struttura e le dimensioni del fegato, la presenza di liquido libero nella cavità addominale e misurare le dimensioni della milza.

Questo studio è assolutamente sicuro per l'uomo, ma richiede un po 'di preparazione. 3 giorni prima dell'ecografia, una persona dovrebbe rifiutare cibi ricchi di fibre (verdure e frutta crude, cereali integrali, pane fresco).

L'esame viene eseguito a stomaco vuoto (prima di lui - 8 ore di fame), è consentita l'acqua potabile.

Fibroscan®

Consente di determinare lo stato dei tessuti degli organi, la presenza di focolai di proliferazione del tessuto connettivo, lo sviluppo della cirrosi.

Biopsia

Questo studio è necessario per stabilire una diagnosi finale, in caso di sospetto sviluppo di cirrosi o cancro.

Una biopsia è un'operazione che richiede una preparazione completa da parte di una persona, incluso un esame completo delle sue condizioni, la determinazione del gruppo sanguigno e il fattore Rh, lo stato del sistema di coagulazione.

Dopo aver eseguito l'anestesia, una piccola porzione del tessuto dell'organo viene prelevata con un ago da puntura per l'esame al microscopio. Tipicamente, l'inserimento di un ago è controllato da una macchina ad ultrasuoni.

Il risultato è preparato entro 1-2 settimane.

Scopo della destinazionePrincipio di
Per eseguire i test, è sufficiente prendere una piccola quantità di sangue venoso. Allo stesso tempo, l'ora del giorno e il collegamento con l'assunzione di cibo non sono importanti, al fine di ottenere un risultato affidabile.
Fibroscan (o elastografia) viene eseguito secondo gli stessi principi degli ultrasuoni, ma non richiede alcuna preparazione da parte del paziente. Tempo medio: 20 minuti.

L'elenco finale degli studi richiesti per un particolare paziente è determinato dal medico curante. Può essere integrato da varie opzioni di ricerca, come l'esecuzione di un test di Reberg (per valutare le condizioni dei reni ed escludere la sindrome epatorenale), scintigrafia, tomografia computerizzata e risonanza magnetica.

FAQ

Esistono due opzioni fondamentalmente diverse. Il primo è gratuito, nell'ambito dei servizi gratuiti forniti sulla base dell'assicurazione malattia obbligatoria (MHI). Per fare questo, è necessario contattare il terapista locale che, dopo un esame approfondito, se si sospetta una malattia del sistema epatobiliare, ti farà riferimento per un ulteriore esame.

La seconda opzione è quella di sostenere i test inclusi negli esami del fegato in laboratori privati. Purtroppo, va notato che questa opzione è molto più semplice e veloce. Tuttavia, prima di farlo, si consiglia di consultare un medico che determinerà un elenco di indicatori specifici per te..

Qualsiasi medico, incluso il medico locale, conosce le norme dei test e non ha il diritto di fornire assistenza medica. Per ottenere una consulenza, basta prendere un appuntamento con lui.

Attualmente, qualsiasi laboratorio osserva attentamente tutti gli standard di campionamento del sangue, utilizza esclusivamente strumenti monouso e il personale medico viene sottoposto a periodici esami completi. Di conseguenza, la probabilità di infezione del paziente è minima. Non ci possono essere danni da una diminuzione del volume del sangue nel corpo a causa della raccolta di una piccola quantità per la ricerca.

Profilo epatico

Profilo epatico: una serie di esami del sangue specifici che consente di diagnosticare tempestivamente le malattie del fegato e della cistifellea.

Quali sono le indicazioni per un profilo epatico??

Cosa significano gli indicatori del profilo epatico??

1) Proteine ​​totali - un indicatore che riflette la quantità totale di proteine ​​nel sangue. Si osserva una diminuzione delle proteine ​​totali nel plasma nelle malattie epatiche gravi (a causa di una riduzione della sintesi proteica da parte delle cellule epatiche).

Proteina totale normale: 66–83 g / l.

2) AsAT (AST, aspartate aminotransferase) è uno dei principali enzimi sintetizzati nel fegato. Normalmente, il contenuto di questo enzima nel siero del sangue è piccolo, poiché la maggior parte si trova negli epatociti (cellule epatiche).

Valori normali di AsAT:

  • donne - fino a 31 unità / l;
  • uomini - fino a 37 unità / l.

3) ALAT (ALT, alanina aminotransferasi) è un enzima sintetizzato nel fegato. La maggior parte si trova e funziona nelle cellule del fegato, quindi la normale concentrazione di ALT nel sangue è bassa.

Valori ALAT normali:

  • donne - fino a 34 unità / l;
  • uomini - fino a 45 unità / l.

4) Bilirubina totale - un pigmento di sangue giallo che si forma a seguito della rottura di emoglobina, mioglobina e citocromi.

Valori normali della bilirubina totale: 3,4 - 17,1 μmol / L.

5) Bilirubina diretta (bilirubina coniugata, coniugata) - frazione della bilirubina ematica totale

Valori normali normali di bilirubina: 0 - 7,9 μmol / L.

6) Bilirubina indiretta (bilirubina non coniugata, libera) - la differenza tra bilirubina totale e diretta.

Esame del sangue per esami del fegato - indicatori, norma e cause di deviazioni

Una delle parti principali della diagnosi di disturbi associati alle strutture epatiche è la conduzione di un esame del sangue biochimico. Un esame del sangue per esami del fegato, uno studio insolitamente importante che consente di valutare le caratteristiche funzionali del corpo, identificare tempestivamente possibili deviazioni dalla norma.

I risultati dell'analisi consentono allo specialista di stabilire se il tipo di processo patologico con cui ha a che fare è acuto o cronico e quanto è grande l'entità del danno d'organo.

Indicazioni per l'analisi degli esami del fegato

In caso di problemi di salute e comparsa di sintomi caratteristici, il medico può ordinare un'analisi appropriata. Quando segni come:

  • Dolore nell'ipocondrio destro;
  • Una sensazione di pesantezza nell'area del fegato;
  • Il giallo della sclera degli occhi;
  • Giallo della pelle;
  • Nausea grave indipendentemente dall'assunzione di cibo;
  • Alzare la temperatura corporea.

Nel caso in cui esistano diagnosi precedentemente differenziate, come infiammazione del fegato di origine virale, ristagno della bile nei dotti, processi infiammatori nella cistifellea, l'analisi dei test epatici è assolutamente necessaria per controllare la malattia.

Indicazione per i necessari esami del fegato, è la terapia farmacologica, con l'uso di potenti sostanze che possono danneggiare le unità strutturali del fegato, nonché l'abuso di bevande alcoliche di natura cronica.

Lo specialista scrive una direzione per l'analisi dei campioni di fegato e in caso di possibile sospetto di diabete mellito, con un aumento del contenuto di ferro nel sangue, modifiche delle strutture degli organi all'esame ecografico e aumento della flatulenza. Le indicazioni per l'analisi sono epatosi e obesità epatica..

Dati sui componenti proteici del fegato

Test epatici, questa è una sezione separata della ricerca di laboratorio. La base per l'analisi - materiale biologico - sangue.

Una serie di dati inclusi test epatici:

  • Alanina aminotransferasi - ALT;
  • Aspartato aminotransferase - AST;
  • Gamma - glutamiltransferasi - GGT;
  • Fosfatasi alcalina - fosfatasi alcalina;
  • Bilirubina totale, nonché diretta e indiretta;

Al fine di fornire una valutazione obiettiva del contenuto dei componenti proteici, sono stati utilizzati campioni sedimentari sotto forma di timolo e fenoli sublimi. In precedenza, venivano usati ovunque componendo le analisi di base dei campioni di fegato, ma nuovi metodi li sostituivano..

Nei moderni metodi diagnostici di laboratorio, vengono utilizzati presupponendo la presenza di infiammazione del fegato di varie eziologie e con sostituzioni irreversibili del tessuto epatico parenchimale.

Quantità aumentate di gamma globuline e beta globuline, con una diminuzione dell'albumina, indicano la presenza di epatite.

Norme e interpretazione di alcuni indicatori

Grazie ad un'analisi specifica, è possibile identificare la natura del disturbo epatico e valutarne la funzionalità. La decrittografia dei dati aiuterà a familiarizzare con un possibile processo patologico.

Importante! Decifrare e prescrivere correttamente un trattamento adeguato, solo il medico curante può farlo.

Un aumento dell'attività enzimatica di ALT e AST - provoca un sospetto di disturbi nelle strutture cellulari dell'organo, da cui gli enzimi vengono trasportati direttamente nel flusso sanguigno. Nella frequenza dei casi, con un aumento del contenuto di alanina aminotransferasi e aspartato aminotransferasi, possiamo parlare della presenza di infiammazioni epatiche virali, tossiche, farmacologiche, autoimmuni.

Inoltre, il contenuto dell'aspartato aminotransferasi viene utilizzato come indicatore per determinare le anomalie del miocardio..

Un aumento del contenuto di LDH e fosfatasi alcalina testimonia i processi congestivi nel fegato ed è associato a danni alla conduzione nei dotti della cistifellea. Ciò può accadere a causa del blocco con calcoli o neoplasia dei dotti della cistifellea. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata alla fosfatasi alcalina, che aumenta con il carcinoma epatico.

Una diminuzione dei valori proteici totali può essere la prova di vari processi patologici.

Un aumento delle globuline e una diminuzione del contenuto di altre proteine ​​indicano la presenza di processi autoimmuni.

Un cambiamento nel contenuto di bilirubina - una conseguenza di un danno alle cellule del fegato, indica un malfunzionamento del dotto biliare.

Test epatici e norma:

  1. SLA - 0,1 - 0,68 mmol ora * l;
  2. AST - 0., 1 - 0,45 mmol ora * l;
  3. Fosfatasi alcalina - 1-3 mmol ora * l;
  4. GGT - 0,6-3,96 mmol ora * l;
  5. Bilirubina totale - 8,6-20,5 micromall;
  6. Proteine ​​totali - 65-85 hl;
  7. Albumine - 40-50 hl;
  8. Globulins - 20-30 hl.

Oltre al pannello base di indicatori della funzionalità epatica, ci sono anche test aggiuntivi non standard. Questi includono:

  • Proteine ​​totali;
  • Albume;
  • 5-nucleotidasi;
  • Coagulogram;
  • Test immunologici;
  • ceruloplasmina;
  • Alfa-1 antitripsina;
  • ferritina.

Nello studio dei coagulogrammi, viene determinata la coagulazione del sangue, poiché i fattori di coagulazione sono determinati precisamente nelle strutture epatiche.

Test immunologici - usati per sospetta cirrosi biliare primaria, cirrosi autoimmune o colangite.

Ceruloplasimina: consente di determinare la presenza di distrofia epatolenticolare e un eccesso di ferritina è un marker di una malattia genetica che si manifesta come una violazione del metabolismo del ferro e del suo accumulo nei tessuti e negli organi.

Corretta preparazione allo studio

La base del trattamento corretto e adeguato è l'affidabilità dei risultati dei test ottenuti. Prima di eseguire esami del fegato, il paziente deve sapere quali regole devono essere osservate.

1. La biochimica del sangue viene eseguita esclusivamente a stomaco vuoto, mentre dopo i raggi X e gli ultrasuoni devono essere eseguiti. Altrimenti, gli indicatori potrebbero essere distorti..

Importante! Prima, direttamente, è vietato l'analisi di tè, caffè, alcool e persino acqua.

2. Alla vigilia della consegna programmata di un'analisi per gli esami del fegato, è importante rifiutarsi di assumere cibi grassi.

3. Quando si assumono farmaci che non si possono rifiutare, è necessario consultare il proprio medico. Il rifiuto dovrebbe provenire dallo sforzo fisico e dallo stress emotivo. Dal momento che ciò può causare risultati falsi..

4. L'assunzione di liquido biologico per lo studio, effettuato da una vena.

risultati

I test del fegato non corretti possono essere dovuti a vari fattori:

  • Sovrappeso, obesità;
  • Spremitura delle vene durante il prelievo di sangue;
  • Inattività cronica;
  • Il vegetarianismo;
  • Il periodo in cui nasce un figlio.

Metodi diagnostici aggiuntivi

In caso di violazioni dell'emocromo, il medico curante può prescrivere ulteriori studi, tra cui:

  • Emocromo completo per invasione elmintica;
  • Esame ecografico degli organi nella cavità addominale;
  • Esame radiografico con mezzo di contrasto;
  • Imaging a risonanza magnetica del fegato - per identificare possibili metastasi;
  • Laparoscopia con biopsia epatica: se viene rilevata una neoplasia, è necessario un campione di tessuto tumorale per determinare il tipo di formazione.

Una diagnosi tempestiva e un trattamento adeguato aiuteranno a mantenere una normale funzionalità epatica nel corso degli anni. Gli studi hanno dimostrato che il fegato è in grado di recuperare, quindi uno stile di vita sano, una corretta alimentazione, un riposo adeguato e l'assenza di fattori di stress sono la chiave per una lunga salute.

Esame di laboratorio della funzionalità epatica

Esame di laboratorio completo del fegato, che consente di valutare le sue principali funzioni e indicatori del metabolismo di proteine, carboidrati, grassi e pigmenti.

I risultati dell'esame sono forniti con l'interpretazione di un medico.

  • Saggi per la valutazione della funzionalità epatica
  • Screening delle malattie del fegato

Sinonimi inglese

  • Pannello epatico di laboratorio
  • Test di funzionalità epatica
  • Controllo del fegato
  • Coagulogram No. 1 (protrombina (secondo Quick), INR) - un metodo per rilevare la diffusione della luce laterale, determinazione della percentuale per endpoint
  • Alanina aminotransferasi (ALT) - Test cinetico UV
  • Albumina sierica - Metodo BCG (Bromocresol Green)
  • Aspartate aminotransferase (AST) - Test cinetico UV
  • Gamma-glutamiltranspeptidasi (gamma-GT) - metodo colorimetrico cinetico
  • Bilirubina generale - metodo fotometrico colorimetrico
  • Bilirubina diretta - metodo fotometrico colorimetrico
  • Fosfatasi alcalina comune - metodo fotometrico colorimetrico
  • Colesterolo generale - metodo fotometrico colorimetrico
  • Bilirubina indiretta - metodo fotometrico colorimetrico
  • Bilirubina e sue frazioni (generale, diretta e indiretta) - metodo fotometrico colorimetrico
  • Coagulogram No. 1 (protrombina (secondo Quick), INR) -% (percentuale), sec. (secondi)
  • Alanina aminotransferasi (ALT) - Unità / L (unità per litro)
  • Albumina sierica - g / l (grammi per litro)
  • Aspartate aminotransferase (AST) - Unità / L (unità per litro)
  • Gamma-glutamiltranspeptidasi (gamma-GT) - Unità / L (unità per litro)
  • Bilirubina totale - micromol / l (micromol per litro)
  • Bilirubina diretta - micromol / l (micromol per litro)
  • Fosfatasi alcalina totale - Unità / L (unità per litro)
  • Colesterolo totale - mmol / l (millimolo per litro)
  • Bilirubina indiretta - micromol / l (micromol per litro)
  • Bilirubina e sue frazioni (totale, diretto e indiretto) - micromol / l (micromol per litro)

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  • Non mangiare per 12 ore prima dello studio.
  • Elimina lo stress fisico ed emotivo per 30 minuti prima dell'esame.
  • Non fumare per 30 minuti prima dello studio..

Panoramica dello studio

Il fegato è la più grande ghiandola del corpo umano. Questo corpo svolge circa 5.000 funzioni diverse. Le principali funzioni del fegato possono essere valutate utilizzando uno studio di laboratorio completo.

1. Funzionalità epatica sintetica

  • L'albumina è la principale proteina del sangue che svolge una funzione di trasporto e garantisce il mantenimento della pressione oncotica. In violazione della funzione sintetica del fegato, la concentrazione di questa proteina, di regola, diminuisce. Va notato che questa riduzione si osserva nelle gravi malattie del fegato, ad esempio con epatite fulminante e grave insufficienza epatica. Al contrario, con patologie epatiche torpide o latenti (epatite C, epatite alcolica), il livello di proteine ​​totali può rimanere entro limiti normali. Inoltre, è possibile osservare un cambiamento nella concentrazione di albumina in molte altre malattie e condizioni, ad esempio fame, malassorbimento, sindrome nefrosica, malattie infettive, ecc..
  • La protrombina secondo Quick (un altro nome è il tempo di protrombina) e il rapporto internazionale normalizzato (INR) sono i principali indicatori utilizzati per valutare la via esterna della coagulazione del sangue (fibrinogeno, protrombina, fattore V, VII e X). Il fegato è la principale fonte di sintesi di questi fattori e le malattie di questo organo possono essere accompagnate da una violazione del meccanismo di coagulazione e portare ad un aumento del sanguinamento. Tuttavia, va notato che nelle fasi avanzate della malattia epatica si osservano disturbi clinicamente significativi della coagulazione del sangue.
  • Il colesterolo può essere sintetizzato in quasi tutte le cellule del corpo, ma la maggior parte (fino al 25%) è sintetizzata nel fegato, da dove questo composto entra nella circolazione sistemica come parte delle lipoproteine ​​a bassissima densità (VLDL) o nel tratto gastrointestinale come parte degli acidi biliari. L'ipercolesterolemia è una caratteristica della colestasi epatica osservata nella malattia del calcoli biliari, colangite sclerosante primaria, epatite virale, cirrosi biliare primaria e alcune altre malattie. L'ipocolesterolemia ha meno importanza clinica. Diverse frazioni di colesterolo sono associate a vari effetti sulla salute umana. Quindi, il colesterolo nelle lipoproteine ​​a bassa densità (LDL-C) è un noto fattore di rischio per le malattie cardiache, mentre il colesterolo HDL è considerato uno dei fattori protettivi.

2. Scambio di funzionalità del fegato

  • ALT e AST sono enzimi necessari per il metabolismo degli aminoacidi. Sebbene questi enzimi possano essere trovati anche in molti altri tessuti e organi (cuore, muscolo scheletrico, reni, cervello, eritrociti), un cambiamento nella loro concentrazione nel sangue è più spesso associato a malattie del fegato, che causa il loro nome - transaminasi epatiche. L'ALT è un marker più specifico di malattia epatica rispetto all'AST. Con l'epatite virale e il danno epatico tossico, di norma, si osserva lo stesso aumento dei livelli di ALT e AST. Con epatite alcolica, metastasi epatiche e cirrosi, si osserva un aumento più pronunciato di AST rispetto ad ALT.
  • La fosfatasi alcalina, la fosfatasi alcalina, è un altro enzima epatico chiave che catalizza il trasferimento di gruppi fosfato tra molecole diverse. Il livello di fosfatasi alcalina è determinato nei casi di sospetta colestasi: la concentrazione di fosfatasi alcalina totale è aumentata in quasi il 100% dei casi di ostruzione extra-epatica delle vie biliari. Oltre agli epatociti, la fosfatasi alcalina è presente nel tessuto osseo e nelle cellule intestinali e un aumento della fosfatasi alcalina totale può essere osservato non solo con danni al fegato, ma anche con altre malattie (malattie del tessuto osseo, infarto del miocardio, sarcoidosi).
  • La gamma-glutamiltranspeptidasi, gamma-GT, è un enzima epatico che catalizza il trasferimento del gruppo gamma-glutamile del glutatione ad altre molecole. Attualmente, la gamma-HT è il marker più sensibile delle malattie del fegato. Un aumento della concentrazione gamma-GT può essere osservato in tutte le malattie del fegato, tuttavia, il valore più alto di questo marker è nella diagnosi di ostruzione biliare. Con l'ostruzione del tratto biliare, la concentrazione di gamma-GT aumenta di 5-30 volte. Uno studio sul livello di gamma-HT ci consente di verificare che l'aumento della fosfatasi alcalina totale è causato proprio dalle malattie del fegato e non da altre cause, principalmente malattie del sistema scheletrico. Di norma, con l'ostruzione del tratto biliare, si osserva un aumento parallelo di gamma-GT e fosfatasi alcalina totale. Alti livelli di gamma-HT sono caratteristici delle lesioni metastatiche e della cirrosi alcolica. Con l'epatite virale, c'è un moderato aumento dei livelli di gamma-GT (2-5 volte).

3. Funzione escretoria del fegato

  • La bilirubina è un pigmento che si forma durante la scomposizione dell'emoglobina e di alcune altre proteine ​​contenenti eme nel fegato, nella milza e nel midollo osseo. Presenta tossicità per il sistema nervoso e deve essere rimosso dal corpo con la bile o l'urina. L'escrezione di bilirubina è un processo in più fasi in cui il fegato svolge un ruolo importante. Esistono due principali frazioni di bilirubina: bilirubina diretta e indiretta. Quando la bilirubina è legata all'acido glucuronico, la bilirubina legata si forma nel fegato. Poiché questo tipo di bilirubina può essere determinato direttamente utilizzando un test di laboratorio diretto, è anche chiamato bilirubina diretta. La bilirubina che non è stata coniugata all'acido glucuronico è chiamata non legata. In condizioni di laboratorio, non è possibile determinare il livello di bilirubina non legata: la sua concentrazione viene calcolata in base alle concentrazioni di bilirubina totale e legata. Per questo motivo, questo tipo di bilirubina è anche chiamato indiretto. La bilirubina totale è costituita da entrambe le frazioni. Un aumento dei livelli di bilirubina può essere osservato in molte malattie del fegato, tuttavia, il valore più alto di questo marker risiede nella diagnosi differenziale dell'ittero. L'ittero emolitico (sopraepatico) è caratterizzato da un aumento della bilirubina totale e indiretta. Per l'ittero epatico, è tipico un aumento di entrambe le frazioni (bilirubina diretta e indiretta) e della bilirubina totale. L'ittero ostruttivo (subepatico) è caratterizzato da un aumento della bilirubina totale e diretta.

Questo studio completo include indicatori per valutare le funzioni di base del fegato. In alcune situazioni, tuttavia, potrebbero essere necessari test aggiuntivi. Si consiglia di eseguire analisi ripetute utilizzando gli stessi sistemi di prova, ovvero nello stesso laboratorio..

A cosa serve lo studio??

  • Per valutare la funzionalità epatica e la diagnosi precoce delle malattie che la colpiscono.

Quando è programmato uno studio?

  • Con un esame di routine;
  • in presenza di sintomi di epatopatia, cistifellea e dotti biliari: con dolore o fastidio nell'ipocondrio destro, nausea, disturbi delle feci, urine scure, ittero, edema, aumento del sanguinamento, affaticamento rapido;
  • quando si osserva un paziente che riceve farmaci epatotossici per una malattia (metotrexato, tetracicline, amiodarone, acido valproico, salicilati).

Cosa significano i risultati??

Coagulogram No. 1 (protrombina (secondo Quick), INR)

Test del profilo epatico

Ricevendo un appuntamento dal medico per l'analisi, le persone sono interessate a qual è il profilo del fegato. Questo termine si riferisce a un metodo per esaminare il fegato e la cistifellea usando specifici esami del sangue. Esiste un certo insieme di indicatori caratteristici della presenza di danni al fegato e alla cistifellea:

  • alanina aminotransferasi (ALT o ALAT);
  • aspartato aminotransferasi (AST o AcAT);
  • (GGT o);
  • bilirubina generale, diretta (legata, coniugata), indiretta (libera, non coniugata);
  • fosfatasi alcalina;
  • colesterolo;
  • proteine ​​totali.

Quali sono le indicazioni per il profilo epatico?

Se controlli attentamente la tua salute, sei interessato a monitorare le condizioni del fegato. Al fine di prevenire il profilo epatico può essere fatto una volta all'anno. Ma, prima di andare a fare i test, dovresti sapere quali indicazioni per il profilo epatico.

Prima di tutto, il profilo epatico è raccomandato per le persone che assumono droghe tossiche e hanno malattie epatiche croniche. Questo vale anche per le persone con alcol o dipendenza chimica..

L'analisi può anche essere assegnata a una persona che ha segni esterni di danno al fegato o alla cistifellea, espressi in una tinta gialla della pelle e delle mucose, dolore addominale, nausea e vomito.

Come decifrare il profilo epatico?

Come decifrare il profilo epatico? Questo dovrebbe essere fatto dal medico, la decodifica da soli è possibile solo per informazioni generali. I valori normativi degli indicatori di cui sopra sono spesso determinati separatamente per uomini e donne e sono:

  • AlAT: donne - fino a 34 unità / litro, uomini - fino a 45 unità / litro;
  • AsAT: donne - fino a 31 unità / litro, uomini - fino a 37 unità / litro;
  • : donne - fino a 38 unità / litro, uomini - fino a 55 unità / litro;
  • bilirubina totale / diretta / indiretta: 3,4-17,1 μmol / l / 0–7,9 μmol / l / Notizie ed eventi

Ultime notizie, promozioni e pubblicazioni. Indagini di ricerca, notizie di settore e novità di settore.

Cosa mostrano gli esami del fegato

I test epatici sono uno dei principali metodi di diagnostica di laboratorio che consente di valutare la composizione qualitativa del sangue (componenti chimici, oligoelementi, enzimi). Lo studio viene condotto a qualsiasi età, vengono studiati i campioni di sangue venoso del paziente..

Che cos'è un esame del fegato

Gli esami del fegato sono uno studio della composizione biochimica del sangue per valutare le funzioni di base di un organo (disintossicazione, sintetico). Le analisi aprono la possibilità di diagnosi differenziale di malattie del fegato, delle vie biliari, di altri sistemi e organi interni.

I principali test epatici biochimici determinano gli indicatori di qualità di tali componenti:

  • enzimi epatospecifici;
  • bilirubina;
  • fosfatasi alcalina;
  • proteine ​​plasmatiche;
  • tempo di protrombina.

I test epatici non sono una base per stabilire una diagnosi finale. L'analisi di laboratorio è inclusa nell'esame complesso del corpo insieme a tecniche fisiche e strumentali.

I principali parametri biochimici del fegato

Uno dei principali indicatori epatici dell'analisi biochimica del siero del sangue sono gli enzimi epatospecifici:

  • alanina aminotransferasi (ALT) - presente negli epatociti e attiva il metabolismo delle proteine. Con la distruzione delle cellule del fegato, la sostanza entra nel flusso sanguigno, un aumento della concentrazione indica malattie come la cirrosi, l'epatite;
  • aspartato aminotransferasi (AST) - presente negli epatociti, nelle fibre muscolari e nei tessuti cardiaci. La presenza di siero indica danni strutturali al fegato, al muscolo cardiaco (infarto del miocardio, colangite, epatite, cirrosi). Il rapporto tra questo indicatore e la concentrazione di ALT è importante, determina il grado di distruzione delle cellule del fegato;
  • gamma-glutamiltransferasi (GGT) - un aumento del livello dell'enzima indica la presenza di malattie croniche - ostruzione del tessuto epatico, epatite, cirrosi, carcinoma pancreatico o prostatico, diabete mellito, pancreatite e cancro al fegato (epatoma). Normalmente, questo enzima assicura la penetrazione senza ostacoli degli aminoacidi attraverso la membrana cellulare. Con lo sviluppo del processo patologico, la concentrazione di questo particolare composto cambia prima, anche prima che compaiano deviazioni nei valori di ALT e AST.

La bilirubina è un componente della bile formato dall'emoglobina. Succede diretto (fino al 25%), indiretto (75%). La bilirubina totale è una combinazione di pigmenti biliari diretti e indiretti. La bilirubina indiretta delle cellule del fegato viene trasformata in una sostanza innocua diretta, che viene quindi escreta naturalmente. Un aumento della bilirubina indiretta nel sangue indica un malfunzionamento della funzione di filtraggio del fegato, malattie del sangue. La bilirubina diretta aumenta in violazione del deflusso della bile.

La fosfatasi alcalina si trova in alte concentrazioni nelle cellule del fegato, dei dotti biliari, delle ossa e dei reni. Il suo livello aumenta con l'ostruzione dei dotti, diminuisce estremamente raramente, solo con gravi malattie del sistema scheletrico (fratture complicate, sviluppo fisico compromesso nei bambini, anomalie nella formazione dello scheletro) e malattie oncologiche. Normalmente aumenta nei bambini durante il periodo di crescita intensiva e nelle donne durante la gravidanza.

Proteine ​​del plasma (albumina, fibrogeno) - influenzano la viscosità del sangue, mantengono l'emodinamica nel sistema circolatorio, assicurano un pH costante.

Il tempo di protrombina è un indicatore della coagulazione del sangue esterno. Mostra il grado di compromissione della funzionalità epatica..

Indicazioni per lo studio

Lo studio viene eseguito come prescritto dal medico curante o nell'ambito di un follow-up. I risultati aiutano a valutare inizialmente lo stato di salute umana, a determinare la direzione in un'ulteriore diagnosi..

Un'analisi del sangue venoso per gli esami del fegato viene eseguita se si sospetta una malattia corrispondente, la manifestazione di alcuni sintomi:

  • dispepsia: nausea, amarezza in bocca, fermentazione o putrefazione nell'intestino, pesantezza nell'addome, dolore nell'ipocondrio destro, disturbi delle feci;
  • giallo di sclera, tegumento integro;
  • malattie epatiche trasferite - epatite virale, steatosi (infiltrazione di parenchima grasso);
  • violazione dei processi metabolici e ormonali;
  • malattie croniche del sistema endocrino, obesità;
  • malattie del tratto digestivo;
  • avvelenamento da alcol acuto e cronico;
  • violazione della composizione quantitativa del sangue (cambiamenti nell'analisi generale del sangue);
  • trattamento a lungo termine con farmaci farmacologici;
  • la necessità di una valutazione dopo una trasfusione di sangue.

Quali campioni di fegato vengono prelevati

Il medico prescrive uno dei test principali: biochimica del sangue estesa, biochimica minima, complesso renale-epatico.

Lo screening include tali aree nello studio:

  • AlAT, AsAT, GGT;
  • bilirubina (generale, indiretta, diretta);
  • ALP (fosfatasi alcalina);
  • albumina e proteine ​​totali nel sangue;
  • anticorpi del virus dell'epatite C..

Chimica del sangue

La biochimica valuta i prodotti di decomposizione dei carboidrati e il livello di glucosio nel sangue e nelle urine. L'esame determina la quantità di proteine ​​e aminoacidi (albumina, omocisteina), sostanze azotate (urea, acido urico, creatinina), pigmenti (bilirubina), lipidi (colesterolo, trigliceridi, apoliproteina).

Coagulogram

Il coagulogramma mostra il grado di viscosità del sangue e determina la necessità di fluidificare o addensare il sangue. L'analisi di laboratorio include una valutazione delle piastrine (il loro numero indica la densità del sangue), APTT (sistema di coagulazione interno), INR (sistema di coagulazione esterno).

Analisi delle urine (OAM)

Il profilo epatico comprende test delle urine. Con il loro aiuto, è possibile rilevare malattie in qualsiasi degli organi interni. Il complesso di ricerca comprende più di 15 indicatori, i principali dei quali sono urea, creatinina, acido urico, oligoelementi, ossalati, proteine.

Come fare gli esami del fegato

Il sangue dovrebbe essere donato al mattino, a stomaco vuoto. Il materiale biologico viene prelevato dalla vena cubitale in un volume di 5-10 ml (a seconda del tipo di analisi).

Caratteristiche di preparazione

I test epatici richiedono una preparazione speciale. Al fine di evitare errori nei risultati, prima di donare il sangue, è necessario seguire alcuni consigli:

  • per 2-3 giorni, rifiutare cibi grassi, affumicati, piccanti, bevande alcoliche, fumo;
  • non bere caffè forte al giorno;
  • cena - entro e non oltre 10 ore prima della donazione di sangue;
  • escludere attività fisica (allenamento in palestra, attività all'aperto);
  • rifiutare di assumere medicinali (solo dopo l'autorizzazione del medico curante).

Gli indicatori sono influenzati negativamente da sovraccarico psico-emotivo, condizioni di vita avverse, basso livello sociale del paziente, scarsa eredità. Nelle donne, la conta ematica di qualità è spesso ridotta durante la prima gravidanza..

Analisi

Il prelievo di sangue viene effettuato mediante puntura della vena ulnare. Il sito di puntura viene trattato con un antisettico per prevenire l'infezione. Il biomateriale può essere prelevato da qualsiasi vena. Il siero prelevato viene versato in una provetta e consegnato al laboratorio.

I moderni centri diagnostici sono dotati di apparecchiature automatiche innovative. Pertanto, in un esame del sangue, l'errore nei risultati viene ridotto a zero.

Interpretazione dei risultati

L'analisi viene eseguita entro 1-2 giorni. Uno studio urgente richiede diverse ore. I risultati vengono dati al paziente o inviati al medico curante. Sul modulo è presente una tabella con valori di riferimento e dati effettivi sulla composizione qualitativa del sangue, nonché commenti di un medico. I test epatici per decodificare l'analisi e le norme per donne, uomini, bambini sono diversi. Alcuni numeri sono influenzati dall'età del paziente..

Analisi di decodifica negli adulti

La tabella dei valori biochimici normali negli adulti è riportata di seguito..

No.SostanzaNegli uominiTra le donne
1Proteine ​​totali60-85 g / l
2Albumina35-50 g / l
3Bilirubina totale8,5-20,5 μmol / L
4Bilirubina diretta1-20 μmol / L
5Bilirubina indiretta1-8 μmol / L
6ALTfino a 37 unità / lfino a 31 unità / l
7ASTfino a 45 unità / lfino a 35 unità / l
8GGTfino a 55 unità / lfino a 40 unità / l
9Fosfatasi alcalina30-130 unità / l30-110 unità / l
10Colesterolo3,5-5,5 mmol / L
undicifibrinogeno2-4 g / lfino a 6 g / l (durante il periodo di gestazione)
12La creatinina62-120 μmol / L55-95 μmol / L
trediciAcido urico210-420 μmol / L150-350 μmol / l
14Urea2,8-7,2 mmol / L

Norme per i bambini

La tabella della norma degli esami epatici biochimici in un bambino è riportata di seguito.

No.SostanzaNei bambini di età inferiore ai 14 anni
1Proteine ​​totali45-75 g / l
2Albumina40-55 g / l
3Bilirubina totalefino a 250 μmol / l (nei neonati)
4Bilirubina direttafino a 40 μmol / l
5Bilirubina indirettafino a 210 μmol / l
6ALTfino a 30 unità / l
7ASTfino a 35 unità / l
8GGTfino a 45 unità / l
9Fosfatasi alcalinafino a 350 unità / l
10Colesterolo3,5-7,5 mmol / L
undicifibrinogeno1,2-3 g / l
12La creatinina50-100 μmol / l
trediciAcido urico150-350 μmol / l
14Urea1,8-6,2 mmol / L

L'aumento del numero di ALT, AST nei bambini significa che la patologia è presente nel corpo del bambino:

  • malattie maligne - linfomi, leucemia, metastasi epatiche, carcinoma del pancreas;
  • danno tossico, ipossia del parenchima;
  • distrofia muscolare progressiva;
  • blocco dei dotti biliari;
  • violazione dei processi metabolici, ipertiroidismo, diabete mellito;
  • insufficienza epatica acuta (sindrome di Reye);
  • insufficienza cardiaca, congestione del sistema circolatorio, difetti cardiaci congeniti o acquisiti;
  • malattie autoimmuni - celiachia (disturbi digestivi nell'intestino tenue);
  • mononucleosi infettiva - una malattia virale acuta con danno al fegato, linfonodi, cambiamenti nella composizione del sangue.

Tassi di gravidanza

Nelle donne che portano un bambino, la proteina totale, l'urea, l'ALT, l'AST, la GGT non cambiano. Le albumine diminuiscono e aumentano nel terzo trimestre (25,5-66,0 g / l). Il colesterolo è aumentato dal 1 ° trimestre alla fine della gravidanza (fino a 13,72 mmol / l). Valori elevati di fosfatasi alcalina sono ammessi nel 2 ° trimestre (fino a 190 unità / l) e nel 3 ° trimestre (fino a 240 unità / l). La bilirubina diretta può scendere a zero.

L'effetto dei farmaci sui test di funzionalità epatica

Nel fegato, tutti i preparati farmacologici si scompongono in metaboliti. I farmaci appartengono alle epatotossine se influenzano negativamente la funzionalità dell'organo. Il parenchima è esposto ad alte concentrazioni di sostanze chimiche. Pertanto, i farmaci influenzano le prestazioni degli esami del fegato.

I principali gruppi di farmaci che distruggono il fegato e distruggono gli epatociti:

  • anti-tubercolosi - Isoniazide, PASK, Rifampicina, Streptomicina;
  • antibiotici - Bitsellin, Levomycetin, Tetracycline, Oxacillin, Griseofulvin;
  • sulfamidici: derivati ​​antimicrobici dello streptocide;
  • farmaci antinfiammatori non steroidei - Aspirina, Paracetamolo, Butadion, Ibuprofene;
  • ormoni - contraccettivi, Sinestrol, Dianabol, Nerobol, gestageni;
  • farmaci che influenzano il sistema nervoso centrale - tranquillanti, antipsicotici, psicotropi, antidepressivi, anticonvulsivanti.

Cosa fare se gli esami del fegato sono cattivi

I test epatici aiutano a identificare i malfunzionamenti in qualsiasi sistema corporeo. Test di funzionalità epatica elevati indicano le cause e le conseguenze di malattie acute e croniche. Affermare che i risultati del test sono cattivi può essere basato solo su dati anamnestici, anamnesi, diagnostica precedente e condizioni attuali del paziente. La biochimica diventa significativa solo con analisi ripetute regolarmente..

Incoerenza con i valori di riferimento non significa che il corpo abbia una malattia grave. Numeri errati possono essere dovuti alla negligenza del preparato per analisi, febbre, infezione respiratoria. Dopo gli esami del fegato, il medico curante prescrive ulteriori laboratori, esami strumentali, consultazioni di specialisti di profilo ristretto. La diagnosi finale viene fatta solo dopo una diagnosi completa del paziente.