Diagnosi di cancro al fegato

epatologo

Specialità correlate: gastroenterologo, terapista.

Indirizzo: San Pietroburgo, Accademico Lebedev St., 4/2.

Un esito avverso con danno epatico maligno è una conseguenza della diagnosi tardiva della malattia, quando la lotta contro il cancro inizia nelle fasi avanzate. La malattia è una delle cause più comuni di morte tra oncopatologia. Solo il cancro dello stomaco e dei polmoni è più avanti di lei nella mortalità. I fattori provocatori della malattia sono la malnutrizione, i prodotti di scarsa qualità, l'ecologia inquinata, la cirrosi, l'epatite a lungo termine e le dipendenze (fumo, alcol).

Caratteristiche del decorso del cancro al fegato

Per la diagnosi precoce della malattia, ogni persona deve conoscere i suoi segni clinici. È importante ricordare che nella fase iniziale, la patologia non ha sintomi pronunciati, quindi dovresti stare attento alla tua salute e ai "segnali" del corpo su eventuali violazioni del lavoro del corpo.

Prestare attenzione a:

  • disturbi dispeptici come nausea, bruciore di stomaco, vomito e disfunzione intestinale associati a una violazione della digestione del cibo;
  • pesantezza o fastidio al fegato. Ci concentriamo sul fatto che il dolore appare solo quando la capsula fibrosa di un organo viene allungata, che è accompagnata dall'irritazione dei suoi recettori. Per quanto riguarda il parenchima epatico stesso, non ha terminazioni nervose. Detto questo, vale la pena ricordare che il dolore non è il primo segno di patologia e indica già la progressione del cancro;
  • perdita di peso;
  • perdita di appetito;
  • rapido riempimento dello stomaco e comparsa di pesantezza;
  • scolorimento della pelle e delle mucose;
  • gonfiore delle estremità;
  • un aumento del volume dell'addome, che è associato all'accumulo di liquido nella cavità addominale;
  • prurito della pelle.

La diagnosi di cancro al fegato include un esame visivo del paziente, nonché un esame aggiuntivo:

  1. analisi cliniche generali - rivela un aumento della VES, una diminuzione dell'emoglobina e un aumento del numero di leucociti;
  2. Per la diagnosi differenziale sono necessari la reazione a catena della polimerasi e il saggio di immunoassorbimento enzimatico per il cancro del fegato. Sono prescritti per escludere danni da organi virali. Durante lo studio, vengono rilevati anticorpi contro il patogeno, che sono prodotti dal sistema immunitario. La PCR può rilevare un'infezione nel sangue, nonché valutare la carica virale contando la concentrazione di agenti patogeni in un volume fisso di materiale biologico;
  3. biochimica - è prescritto per l'analisi del fegato. Il medico è interessato al livello di transaminasi (i suoi enzimi), bilirubina (totale, frazioni), proteine ​​e fosfatasi alcalina. L'emocromo per il cancro al fegato cambia come segue: aumento di ALT e AST, che indica la distruzione degli epatociti (cellule d'organo). Il livello proteico diminuisce a causa dell'inibizione della loro sintesi e la bilirubina aumenta sullo sfondo dell'insufficienza epatica progressiva. La ricerca di laboratorio consente di giudicare la gravità del processo del cancro. L'analisi biochimica viene utilizzata per valutare la dinamica dei cambiamenti nel funzionamento del corpo, pertanto viene prescritta più volte durante il trattamento;
  4. coagulogramma: necessario per valutare il funzionamento del sistema di coagulazione. Si osserva un sanguinamento maggiore in un contesto di carenza proteica;
  5. diagnostica ad ultrasuoni: consente di visualizzare il fegato e altri organi interni, necessario per valutarne la struttura, le dimensioni e la forma. L'ecografia consente di esaminare i linfonodi e stabilire la prevalenza del processo maligno;
  6. imaging a risonanza magnetica calcolata - vengono utilizzati per visualizzare metastasi e determinare lo stadio del processo oncologico;
  7. biopsia. Il metodo consiste nello studio della struttura del fegato, che consente di stabilire la composizione cellulare del tumore, determinare le tattiche terapeutiche e selezionare gli agenti chemioterapici più efficaci;
  8. angiografia - necessaria per lo studio del flusso sanguigno e la rilevazione dei vasi interessati;
  9. marcatori di cancro al fegato: consentono di sospettare la malattia in una fase precoce.

Oncomarker: che cos'è?

I test di laboratorio per il cancro al fegato sono parte integrante di una diagnosi completa della malattia. Gli oncomarker occupano un posto importante.

Sono una struttura proteica che ha anche carboidrati e lipidi. I marcatori vengono prodotti dal tumore stesso nel processo di divisione delle sue cellule o dal tessuto epatico non interessato che circonda il sito del tumore. Una parte viene escreta dal corpo e la seconda viene fatta circolare nel flusso sanguigno. Sulla base dell'analisi delle dinamiche dei cambiamenti in questo indicatore, il medico riesce a tenere traccia del tasso di progressione della malattia, a sospettare la comparsa di metastasi in altri organi interni e a diagnosticare tempestivamente la ricaduta dell'oncopatologia.

I risultati dello studio devono essere interpretati insieme alla clinica e ai dati dei metodi strumentali. La diagnosi finale si basa sulla risposta dell'analisi istologica. Implica lo studio della struttura cellulare del tessuto epatico prelevato dalla biopsia.

Marker oncologici per cancro al fegato

La composizione quantitativa degli antigeni tumorali è determinata durante la diagnosi di molte malattie e il cancro al fegato non fa eccezione. L'analisi è ampiamente utilizzata in oncologia; è necessaria per esaminare un paziente e scegliere le tattiche di trattamento..

È importante ricordare che i marker sono un indicatore non solo del processo maligno, ma anche delle malattie infiammatorie.

A questo proposito, non abbiate paura di rilevare i loro livelli elevati. Si riferiscono a tecniche diagnostiche ausiliarie che devono essere combinate con altri studi (TC, biopsia).

Gli oncomarker dovrebbero essere usati per selezionare le persone a rischio per determinare la probabilità di sviluppare il cancro. Sono anche usati per monitorare la chemioterapia e per valutare il radicalismo dell'intervento chirurgico eseguito per rimuovere il sito del cancro. Immediatamente dopo l'operazione, gli indicatori spesso aumentano, quindi l'esame è programmato tra un paio di mesi.

Test del cancro al fegato

Sintomi di un tumore

  • aumento prolungato della temperatura corporea senza motivo apparente;
  • ittero crescente;
  • prurito della pelle;
  • un sentimento di pesantezza nell'ipocondrio destro;
  • costipazione o diarrea prolungata;
  • un aumento del volume dell'addome dovuto all'accumulo di liquido nella cavità addominale (ascite);
  • espansione delle vene safene sulla parete addominale anteriore;
  • una sensazione di sazietà rapida dopo aver mangiato una piccola quantità di cibo;
  • nausea periodica, bruciore di stomaco, debolezza generale;
  • perdita di peso spontanea.

È impossibile diagnosticare il cancro primario o un processo metastatico nel fegato esclusivamente sulla base di questi disturbi, poiché la cirrosi biliare o l'epatite grave possono dare un quadro simile. Il prossimo passo per stabilire una diagnosi accurata sarà la visita di uno specialista, che spesso si rivolge a un terapeuta e un gastroenterologo.

Diagnostica

Con la comparsa di sintomi allarmanti, il paziente ha una domanda ragionevole: come diagnosticare il cancro al fegato. I reclami devono essere richiesti da un gastroenterologo o epatologo. Il medico prescriverà l'esame necessario. La diagnosi differenziale del carcinoma epatico comprende vari metodi. In particolare, stabilire la malattia aiuterà:

  1. Ultrasuoni della cavità addominale. Durante la procedura, viene esaminata la struttura del fegato e viene diagnosticata la crescita del tumore..
  2. Chimica del sangue. Un indicatore importante è un aumento del livello di proteine ​​germinali - alfa-fetoproteina.
  3. Biopsia percutanea. Il medico esegue una puntura del peritoneo per prelevare campioni di tessuto dell'organo danneggiato al fine di condurre un ulteriore esame citologico.
  4. TAC. Questo metodo aiuterà a identificare un tumore maligno anche nel suo stato embrionale..
  5. Risonanza magnetica. Questo metodo di studio delle neoplasie è considerato uno dei più efficaci. Il quadro completo della malattia può essere visualizzato da varie angolazioni sulle sezioni sottili ottenute.

Inoltre, l'oncologia del fegato prevede metodi diagnostici quali tomografia ad emissione di positroni, scintigrafia statica, celiacografia selettiva.

Se si sospetta un processo tumorale secondario, è importante rilevare la lesione iniziale nel corpo

Provocare fattori che dovrebbero essere più attenti alla propria salute

Esistono due forme di cancro al fegato: primaria e secondaria. La malattia oncologica della forma primaria è accompagnata da mutazione cellulare e dalla conversione di tessuti organici sani in patologici. Circa il tre percento di tutte le neoplasie diagnosticate rappresenta tali casi..

Le principali cause dell'insorgenza del tumore sono due gruppi di fattori basati sulla classificazione della malattia. L'influenza esterna o interna sul fegato di condizioni avverse provoca il processo di trasformazione delle cellule in atipico, quindi si verifica il cancro primario.

Il principale fattore nello sviluppo della forma secondaria della malattia sono le metastasi, che si diffondono nel fegato.

Le cause del cancro, sulla base delle quali è possibile identificare i gruppi a rischio, i medici includono:

  1. Patologia epatica lenta. I tumori possono portare a prolungato trasporto di epatite C, danni meccanici al dotto biliare con pietre e sabbia, ad esempio con colelitiasi, sifilide e cirrosi epatica progressiva.
  2. Esposizione a lungo termine a sostanze tossiche per organi. Il gruppo a rischio comprende persone che usano eccessivamente bevande contenenti alcol, lavoratori in settori pericolosi (in particolare quelli che trascurano le misure di sicurezza), fumatori e tossicodipendenti con molti anni di esperienza. L'abuso di alimenti geneticamente modificati influisce negativamente sul fegato.
  3. Un eccesso di ferro nel corpo. L'assunzione incontrollata di alcuni integratori alimentari contenenti ferro e, a quanto pare, una vitamina completamente innocua senza la necessità (con un livello sufficiente di ferro) può causare il cancro.
  4. Elmintiasi. I processi infiammatori lenti causati dai prodotti vitali dei vermi piatti - trematodi che parassitano nel fegato e nei dotti biliari del corpo umano - portano alla degenerazione cellulare in cellule maligne. La principale fonte di infezione da elminti, di norma, sono pesci e prodotti ittici insufficientemente trattati termicamente.
  5. Contraccettivi orali. Contengono estrogeni, che contribuiscono allo sviluppo di neoplasie benigne. Tali neoplasie possono trasformarsi in maligne nel tempo. Pharmaceuticals.
  6. Molti farmaci (inclusi prodotti erboristici e antibiotici) hanno effetti epatotossici..
  7. Predisposizione ereditaria I meccanismi di ereditarietà del cancro non sono completamente compresi, ma gli scienziati ritengono che il rischio di sviluppare tumori maligni sia leggermente più alto in quei pazienti i cui parenti stretti hanno sofferto di una patologia simile..

Inoltre, il gruppo ad alto rischio comprende uomini la cui incidenza è significativamente superiore a quella delle donne, nonché i pazienti con diagnosi di diabete mellito.

Sintomi

Nella maggior parte dei casi, il carcinoma epatico primario è asintomatico, motivo per cui la diagnosi è ritardata. Molto spesso, i segni della malattia compaiono anche quando il tumore si è diffuso oltre il fegato o metastatizzato ad altri organi. I sintomi del cancro primario sono sintomi comuni che possono essere associati a vari disturbi e che può essere solo un cancro, le persone non pensano sempre.

L'affaticamento, una sensazione di pesantezza nell'addome superiore e la perdita di appetito possono segnalare la presenza di una neoplasia maligna. Se il tumore provoca dolore e si avverte nella parte superiore dell'addome, potrebbe già essere cresciuto di dimensioni piuttosto grandi. I sintomi secondari del carcinoma epatico comprendono perdita di peso, talvolta febbre, vomito e pelle gialla. Quest'ultimo è dovuto al fatto che il fegato non è più in grado di rimuovere la bilirubina dal sangue. Il prurito può anche essere un segno di cancro al fegato..

fasi

Determinare lo stadio esatto del cancro al fegato è di grande importanza per la scelta delle tattiche di ulteriore trattamento. La classificazione più diffusa si basa sul TNM, dove T indica il tumore primario, N - metastasi a linfonodi regionali, M - metastasi a distanza.

Esistono quattro fasi principali di questa malattia:

  • I - T1N0M0: una singola neoplasia non supera i 2 cm di diametro, non vi è invasione vascolare;
  • II - T2N0M0: presenza di un nodo grande o multipli piccoli, con germinazione nelle pareti dei vasi sanguigni;
  • IIIA - T3N0M0: il tumore cresce di dimensioni, ma non si estende oltre il fegato, è possibile la germinazione nella vena porta;
  • IIIB - T1N1M0, T2N1M0, T3N1M0: si osservano metastasi nei linfonodi regionali;
  • IVA - T4N (qualsiasi) M0: si riscontrano tumori multipli che occupano una vasta area, anche con il coinvolgimento di vene o peritoneo viscerale, nonché con invasione diretta di organi vicini;
  • IVB - T (qualsiasi) N (qualsiasi) M1: diagnosticata con metastasi di uno o più organi distanti.

Il trattamento del carcinoma epatico nel terminale, stadio 4, di norma, è finalizzato ad alleviare i sintomi della malattia. È improbabile che la chirurgia in questa fase sia utile. Viene eseguita la chemioterapia, il tumore è esposto a radiazioni ionizzanti. I medici cercano di fare tutto il possibile per prolungare la vita del paziente e sospendere il processo patologico. Il quarto stadio è caratterizzato da un forte dolore, si presume la nomina di potenti farmaci per il loro sollievo.

In casi meno avanzati, il paziente ha una possibilità di guarigione.

Fattori di rischio

La cirrosi e altre malattie del fegato sono la principale causa di cancro al fegato nei paesi occidentali. Secondo la maggior parte degli esperti del mondo, molto spesso la sua causa è un'infiammazione cronica del fegato causata dall'epatite B. Nei paesi dell'Africa e dell'Asia, l'epatite B e C sono molto comuni e, di conseguenza, la cirrosi e il cancro al fegato sono abbastanza comuni lì. In Finlandia e in altri paesi occidentali, l'abuso di alcol è la causa più comune di cirrosi. Tuttavia, malattie epatiche rare, non correlate al consumo di alcol, possono essere la causa del cancro al fegato. Nei paesi occidentali, una crescente minaccia per la salute è il sovrappeso, che porta ad un eccessivo accumulo di grasso nel fegato e nella sindrome metabolica, che aumenta il rischio di cancro. Questo problema è particolarmente acuto negli Stati Uniti, ma sta guadagnando slancio in altri paesi..

Inoltre, una malattia come l'emocromatosi provoca anche cirrosi e cancro al fegato. L'emocromatosi è una violazione del metabolismo del ferro, a causa della quale un eccesso di esso si accumula nel fegato, nel pancreas e in altri organi. Se questa malattia non viene curata, il rischio di cancro al fegato primario aumenta di circa 200 volte. Tuttavia, se il problema viene eliminato in tempo, prima che si sviluppi la cirrosi epatica, il rischio di ammalarsi di cancro si riduce a nulla.

I fattori di rischio includono anche diabete, vecchiaia e fumo..

Esame del sangue biochimico per il cancro al fegato

Il carcinoma epatico primario e le metastasi epatiche potrebbero non essere evidenti per lungo tempo. I test, compresa la biochimica del sangue, saranno normali. Tuttavia, più spesso sono ancora presenti deviazioni. Le modifiche alla prima influenzeranno i seguenti indicatori:

  1. Enzimi epatici (ALT e AST). Saranno aumentati quando vengono rilasciati dalle cellule distrutte dell'organo.
  2. Bilirubina (e sue frazioni). La loro concentrazione nel sangue aumenterà a causa dell'insufficienza epatica progressiva. Un forte aumento della bilirubina diretta indica lo sviluppo di ittero ostruttivo (germinazione o compressione di un dotto biliare da parte di un tumore).
  3. Proteine ​​totali. L'indicatore diminuisce, poiché la sintesi proteica nel fegato è compromessa.
  4. Fosfatasi alcalina. Il parametro sarà superiore al normale a causa della morte delle cellule del fegato e della distruzione delle membrane cellulari.
  5. Altri indicatori (amilasi, urea, creatinina, ecc.) Possono anche discostarsi dalla norma.

Un esame del sangue biochimico viene valutato da un medico insieme ad altri esami. Con una comprovata diagnosi oncologica, la biochimica viene prescritta periodicamente per monitorare il trattamento e le condizioni del paziente.

Metodi diagnostici e test per il cancro al fegato

Ogni professionista, lavorando con il paziente, si basa non solo sui dati del sondaggio e dell'esame obiettivo, ma anche sui risultati ottenuti utilizzando vari metodi diagnostici. Colmano le "lacune" nel quadro generale delle violazioni, perché non tutto può essere visto ad occhio nudo, consentono di valutare la gravità delle condizioni del paziente, di caratterizzare il processo patologico.

La gastroenterologia si sta attivamente sviluppando, ma posso dire senza ombra di dubbio che la qualità e la velocità della diagnosi nella mia specialità sono in gran parte determinate dalla disponibilità di test di laboratorio. E oggi voglio prendere in considerazione i test del cancro al fegato utilizzati nei moderni protocolli di esame..

Destinazione

Probabilmente, molti lettori hanno familiarità con l'espressione "fare i test". È improbabile che esageri se dico che il prelievo di sangue viene utilizzato oggi anche quando si visita un terapista a causa di un raffreddore. La diagnostica di laboratorio è strettamente connessa con la pratica medica e una specialità come l'oncologia si basa fortemente sui criteri per l'esame del sangue e di altri tipi di biomateriale.

Quali compiti aiutano a risolvere i test di laboratorio? Offrono un'opportunità:

  1. Fatti un'idea dell'attività funzionale del fegato.
  2. Identificare i sintomi di infiammazione, colestasi (ristagno della bile), anemia con lo sviluppo di complicanze.
  3. Rileva segni di infezione - sia locale (epatite) che sistemica (che colpisce tutto il corpo).
  4. Controlla i marcatori tumorali per il cancro al fegato: questo è il nome della sostanza specifica per le neoplasie del sistema epatobiliare, il cui livello aumenta con il progredire della malattia.
  5. Caratterizza cellule e tessuti prelevati per l'analisi dal sito del tumore.

Cosa non può rivelare la ricerca di laboratorio? Secondo i loro risultati, è impossibile giudicare la dimensione della neoplasia, la sua esatta localizzazione, il numero di focolai, la loro comunicazione con la rete vascolare. Per chiarire questi segni, vengono utilizzati test strumentali: ultrasuoni, vari tipi di tomografia.

Classificazione

La diagnosi di cancro al fegato comprende i seguenti gruppi di test:

  • orientamento generale;
  • specifico.

Sono utilizzati dai medici nel complesso. Il principale materiale biologico per la ricerca è il sangue.

Test di orientamento generale

Sono di base e vengono eseguiti in modo pianificato e di emergenza; non possono essere utilizzati per determinare il cancro, ma i loro risultati aiutano a valutare rapidamente le condizioni del paziente, per capire se ci sono complicazioni infettive e infiammatorie.

Sono divisi per tipo di materiale:

Per la ricerca, è possibile utilizzare tecniche di profilo generale (ad esempio, determinazione dell'emoglobina, globuli rossi, microscopia del sedimento urinario) e test biochimici (bilirubina, enzimi epatici, proteine). Il pannello del sistema emostatico è in qualche modo distaccato per valutare la funzionalità dei meccanismi di coagulazione del sangue (coagulogramma).

Test specifici

Questi sono gli studi che consentono di caratterizzare un processo patologico specifico:

  1. IFA (test immunoenzimatico).
  2. PCR (reazione a catena della polimerasi).
  3. Test chemiluminescente.
  4. Esame del materiale bioptico (un frammento di tessuto epatico prelevato con una puntura da ago) al microscopio.

Una micropreparazione del parenchima epatico nel carcinoma metastatico (l'obiettivo principale è l'adenocarcinoma gastrico)

In realtà, ci sono molti metodi e ogni laboratorio è guidato dai suoi criteri di selezione (compresa la sicurezza finanziaria e hardware). Ad esempio, con l'aiuto di ELISA, è possibile determinare sia le infezioni che i marker tumorali. Per il medico curante, è importante la capacità di valutare indicatori specifici, piuttosto che la catena tecnologica di reazioni, e, naturalmente, l'affidabilità dei risultati (ottenuta attraverso un sistema di controllo della qualità).

Programma diagnostico

Poiché oggi il laboratorio offre alla medicina pratica una vasta gamma di studi, ho abbandonato l'idea di descrivere anche brevemente l'intero elenco probabile e mi concentrerò sugli esami più importanti nella diagnosi quotidiana dei processi tumorali del sistema epatobiliare.

Esecuzione di un esame del sangue generale (KLA)

Questo test mostra il livello di:

  • emoglobina (HGB);
  • globuli rossi (globuli rossi (RBC), globuli bianchi (WBC), piastrine (PLT);
  • ematocrito (HCT);
  • indicatore di colore;
  • velocità di eritrosedimentazione o VES.

Include anche un conteggio dei leucociti per determinare la percentuale di diversi tipi di cellule..

È necessario un esame del sangue per il cancro del fegato per cercare segni di anemia, una condizione in cui il livello di emoglobina e, nella maggior parte dei casi, dei globuli rossi diminuisce. Anche la riduzione piastrinica è caratteristica..

Oltretutto:

  1. Quando un sito tumorale è infetto, il conteggio dei leucociti aumenta, le cellule giovani crescono nella formula - si verifica il cosiddetto "spostamento a sinistra". Vale la pena notare che il segno non è specifico e potrebbe benissimo parlare di un processo batterico di diversa natura e localizzazione.
  2. Durante il trattamento, è possibile valutare indirettamente il livello di soppressione dell'immunità (diminuzione dei linfociti) e il rischio di sanguinamento (gravità dell'anemia, piastrine).

Il test viene eseguito prelevando un campione di sangue da un dito o una vena..

Analisi biochimiche

Utilizzato per valutare la funzionalità epatica. Può caratterizzare l'infiammazione e i cambiamenti necrotici nel tessuto (parenchima) dell'organo che si verificano prima e dopo la formazione del tumore, nonché la cirrosi (spesso una condizione precancerosa per le strutture epatobiliari).

L'emocromo per il cancro al fegato non è specifico; più caratteristico:

È una proteina sintetizzata nel fegato..

È un componente della bile.

Aumenti della colestasi.

Questi sono enzimi epatici transaminasi..

A seconda della situazione clinica, vengono anche valutati gli indici di glucosio, creatinina, urea, bilancio elettrolitico e coagulogramma. Ma i probabili cambiamenti sono legati al fattore di provocazione, quindi ci sono numerose opzioni per le sindromi di laboratorio.

Marcatori di cancro al fegato

Come ho detto all'inizio della pubblicazione, si tratta di sostanze (o meglio, macromolecole con una componente proteica o di carboidrati), il cui livello aumenta se una persona ha un tumore - e in accordo con la negligenza del processo.

L'indicatore del cancro per il cancro rilevato in un tumore epatico primario è l'alfa-fetoproteina (α-FP, AFP). La norma arriva fino a 20 ng / ml, con una malattia aumenta 10-20 volte o più. Nelle prime fasi dello sviluppo della neoplasia, un aumento è registrato solo nel 10-20% dei pazienti, quindi è necessario chiarire la diagnosi con metodi aggiuntivi.

Gli oncomarker sono anche determinati per il cancro al fegato di origine secondaria (metastatica):

Fonte (attenzione primaria)

Il confine della norma (a livello), ng / ml o U / ml

Antigene cancro-embrionale (CEA)

Enolasi specifica del neurone (NSE)

Antigene polipeptidico tissutale (MPA)

Cervice, rinofaringe, esofago

Antigene del carcinoma a cellule squamose (SCC)

Voglio sottolineare che i marcatori tumorali sono specifici.

Se l'emoglobina può diminuire per vari motivi e la leucocitosi con uno spostamento a sinistra caratterizza non solo l'infezione del focus, ma anche, ad esempio, la polmonite, che si sviluppa indipendentemente dal carcinoma della zona epatobiliare, quindi i marker di oncopanel sono "legati" a determinati tipi di neoplasie. Ciò restringe l'ambito della ricerca diagnostica. Lo svantaggio è che alcuni indicatori hanno diverse giustificazioni - ad esempio, l'alfa-fetoproteina aumenta sia nei tumori del fegato che durante la gravidanza.

Esame del materiale bioptico

Il primo passo della procedura è il campionamento. Per fare questo, viene eseguita una puntura addominale con un ago speciale (di solito sotto la supervisione di un'ecografia), dopo aver ottenuto l'accesso al fegato, diversi frammenti del parenchima vengono rimossi dall'area interessata. Vengono elaborati secondo le regole e trasportati in laboratorio, dove vengono posizionati sul vetro sotto forma di un sottile strato di sostanza o sezioni di aspirazione..

Una biopsia è indicata per diversi tipi di tumore al fegato ed è lo "standard di riferimento" per la diagnosi..

Ti permette di valutare:

  • cambiamenti nelle cellule del focus;
  • trasformazione dei tessuti;
  • segni di trasformazione del tumore;
  • grado di cirrosi, infiammazione.

Il materiale viene valutato al microscopio da un medico diagnostico di laboratorio e un patologo.

Caso clinico

Un anno fa, un paziente venne da me con lamentele di nausea costante, pesantezza e dolore all'addome, scarso appetito, attacchi di vomito, giallo della pelle e sclera degli occhi. L'ecografia ha determinato un nodo nel lobo destro del fegato, con un esame del sangue generale ha rivelato l'anemia. Con una diagnosi approfondita (TC della cavità addominale con una biopsia con metodo di puntura), è stata confermata la presenza di un focus tumorale maligno nel fegato. I test per i marker tumorali hanno permesso di determinare un aumento del livello di CA 19-9, che indicava danni al pancreas.

Pertanto, al paziente è stato determinato il cancro secondario (metastatico). A causa della negligenza del processo, fu indicata solo la terapia palliativa; dopo 6 mesi, il paziente è morto.

Analisi aggiuntive

La diagnosi di cancro al fegato dovrebbe basarsi su sospette malattie di fondo. Si tratta di epatite virale B, C, D. Possono portare a cirrosi e trasformazione maligna del parenchima; inoltre, la loro identificazione influisce sulla pianificazione della terapia. Metodi di rilevamento - ELISA, PCR.

Inoltre, se ci sono motivi (sintomi, storia), consiglio ai pazienti di testare:

  1. Su marcatori di epatite autoimmune.
  2. Per emocromatosi (ferro sierico, transferrina, ferritina, biopsia).
  3. Per la malattia di Wilson-Konovalov (rame, ceruloplasmina).

Questi studi vengono condotti solo secondo le indicazioni (ad esempio, se il paziente, oltre ai segni di danno epatico, ha anche dolori articolari, acne e altri sintomi che suggeriscono epatite autoimmune).

Consulenza specialistica

Come gastroenterologo praticante, ogni giorno incontro l'esigenza di decifrare i dati dell'analisi e so che la qualità dei risultati è influenzata non solo dal livello delle attrezzature di laboratorio e dalle qualifiche degli specialisti, ma anche dalla preparazione del paziente per la consegna del materiale.

Naturalmente, ogni test può presentare sfumature che devono essere chiarite in anticipo dal medico curante, ma i requisiti sono obbligatori:

  • donare sangue a stomaco vuoto - dopo un intervallo di digiuno di 8-12 ore (puoi bere acqua);
  • escludere carne grassa, pesce, latticini, oli e creme dalla dieta il giorno prima dell'analisi (questa è la causa di peperoncini, lipidi in eccesso nel siero e rende il materiale inadatto a molti metodi);
  • allo stesso tempo attenersi a una dieta senza piatti piccanti ed esotici, noci, salsicce;
  • smettere di fumare in 72 ore, fumare in almeno 90 minuti;
  • 3 giorni prima dello studio, evitare sport intensivi, carico muscolare.

Non eseguire test lo stesso giorno con un esame strumentale (anche con una biopsia).

Devi venire al laboratorio o alla sala di trattamento al mattino - alle ore stabilite per ricevere il materiale (di solito questo orario è dalle 7 alle 11).

Esami ed esami del sangue per il cancro al fegato

Le malattie oncologiche sono pericolose non solo la distruzione di organi e la formazione di metastasi. Molti tumori non producono sintomi nelle fasi iniziali. Di conseguenza, il trattamento inizia quando la patologia è già passata alle ultime fasi. Il cancro al fegato, i cui ovvi sintomi appaiono piuttosto tardi, non fa eccezione. Tuttavia, i segni della malattia possono aiutare con la diagnosi precoce..

Sintomi che indicano un problema

Come abbiamo già detto, il cancro al fegato non ha fretta di manifestarsi. Ma anche quando lo sviluppo del cancro al fegato è passato a fasi successive, contattare uno specialista immediatamente dopo l'insorgenza dei sintomi consente di prescrivere un trattamento efficace. I principali segni che indicano il cancro al fegato includono:

  • perdita di peso involontaria;
  • perdita di appetito;
  • nausea, vomito, pienezza dello stomaco, indipendentemente dalla quantità effettiva di cibo assunto;
  • fegato e milza ingrossati;
  • l'insorgenza di dolore nell'addome e nella scapola destra;
  • la presenza di ascite e un concomitante aumento dell'addome;
  • prurito della pelle e ingiallimento della lingua, della sclera e della pelle;
  • espansione delle vene che sono visibili attraverso la pelle sulla parete anteriore dell'addome;
  • un cambiamento delle condizioni generali in peggio sullo sfondo della precedente cirrosi epatica o epatite.

Va tenuto presente che questi sintomi possono accompagnare non solo il cancro al fegato, ma anche altre patologie. Per confermare i sospetti, è necessario contattare uno specialista per pianificare un esame approfondito, stabilire la causa e prescrivere un trattamento competente.

Inoltre, ci sono una serie di segni atipici che indicano l'oncologia del fegato, poiché la patologia produce ormoni che influenzano la funzionalità del corpo e causano:

  • Alti livelli di calcio nel sangue, che sono accompagnati da costipazione, nausea, debolezza muscolare e inibizione.
  • Diminuzione dello zucchero, con conseguente svenimento, debolezza generale.
  • Un aumento della conta dei globuli rossi, che provoca arrossamento del viso a causa del rossore.
  • Colesterolo.
  • I rappresentanti del sesso più forte possono sperimentare una diminuzione dei testicoli o la crescita delle ghiandole mammarie.

Esame del paziente: metodi di imaging e altri studi

Il primo passo è prendere un'anamnesi, che consente a uno specialista di identificare i fattori di rischio e chiarire i sintomi. Viene eseguito un esame visivo e tattile per rilevare segni di cancro al fegato. Se i sintomi esistenti indicano questa possibilità, vengono prescritti più test, vengono utilizzate tecniche di imaging e altre procedure..

Per poter studiare lo stato degli organi interni usando le loro immagini, vengono utilizzati metodi di visualizzazione, inclusi raggi X, ultrasuoni o campi magnetici, in particolare:

  • ultrasuono
  • CT - tomografia computerizzata;
  • RM - risonanza magnetica;
  • angiografia, che consente l'esame radiologico del sistema circolatorio;
  • scansione ossea, che consente di determinare la diffusione del cancro nel tessuto osseo.

Oltre a queste tecniche, è possibile utilizzare l'esame laparoscopico e la biopsia. Nel primo caso, un tubo con una macchina fotografica e un dispositivo di illuminazione viene utilizzato per esaminare il fegato e altri organi attraverso un'incisione sulla parete addominale. Questa tecnica consente di determinare lo stadio dello sviluppo del cancro, di elaborare un piano di trattamento, incluso un intervento chirurgico. Se necessario, la laparoscopia può essere accompagnata da una biopsia..

Esame del sangue di base

Se necessario, oltre agli esami, possono essere prescritti vari test di laboratorio. Le basi per loro sono:

  • Hai bisogno di aiuto per diagnosticare il cancro al fegato.
  • Valutazione delle condizioni e delle prestazioni del corpo.
  • Valutazione dell'intero stato del corpo.
  • Valutazione dei risultati del trattamento.
  • Valutazione di possibili sintomi di ricaduta.

Il test del sangue primario per la diagnosi precoce del cancro è un test alfa-fetoproteina. Questo esame del sangue consente di identificare la malignità del tumore. Va tenuto presente che l'accuratezza di questo studio non è assoluta. Se i valori ottenuti nell'analisi sono abbastanza alti, possiamo assumere la presenza di un tumore canceroso.

Questo test può essere eseguito anche con patologia epatica già diagnosticata, poiché il livello di AFP consente allo specialista di prescrivere il regime di trattamento più efficace. Inoltre, questa analisi consente di monitorare e valutare i risultati del trattamento - dopo il completamento delle procedure prescritte, il livello di alfa-fetoproteina dovrebbe diminuire. Un altro scopo di un esame del sangue è identificare possibili ricadute..

Altri esami del sangue

Oltre a valutare il livello di AFP, uno specialista può prescrivere ulteriori esami del sangue, tra cui:

  • FPP o test funzionale del fegato - prima di determinare il trattamento, è necessario stabilire in che misura l'organo danneggiato fa il suo lavoro. Gli esami del sangue condotti consentono di valutare le condizioni del tessuto epatico, che non ha diffuso processi oncologici. Viene considerato il contenuto di bilirubina, albumina, GGT, ALT, AST, fosfatasi alcalina nel sangue. Nei casi in cui i tessuti sani dell'organo non soddisfano il loro scopo, l'operazione è considerata inappropriata, poiché una parte considerevole del fegato viene asportata durante l'intervento chirurgico.
  • Viene effettuata una valutazione della coagulabilità del sangue: è in questo organo che si verifica la formazione di proteine ​​responsabili della formazione di coaguli di sangue. Se il fegato è danneggiato, la capacità di produrre la giusta quantità di proteine ​​è compromessa, il che aumenta notevolmente il rischio di sanguinamento.
  • Vengono eseguiti test per l'epatite virale e possono essere prescritti da uno specialista fino al completamento della diagnosi. Vengono condotti studi sull'epatite C o B. Nel caso in cui il risultato indichi infezione del corpo, si può parlare di una probabilità abbastanza elevata di oncologia epatica.
  • Può essere necessaria una valutazione delle prestazioni renali, per la quale viene determinato il livello di azoto residuo o il livello di azoto nell'urea, nonché il livello di creatinina.
  • Un esame del sangue generale consente di determinare il livello di globuli rossi, globuli bianchi, piastrine, nonché di valutare le prestazioni del midollo osseo, poiché contribuisce alla formazione di nuovi globuli.
  • È necessaria la determinazione del bilancio elettrolitico e l'analisi biochimica per valutare il livello di calcio, colesterolo - i processi oncologici nel fegato spesso causano tassi elevati.

Esami del sangue per il cancro al fegato

Il carcinoma epatico non può essere rilevato mediante esami del sangue di routine o un set standard di marker epatici. Molto importante per la diagnosi: una visita medica approfondita, determinazione dell'alfa-fetoproteina (marker tumorale) nel sangue e studi radiologici. Poiché nella maggior parte dei pazienti questa malattia è associata alla cirrosi, le letture dei loro marcatori epatici non sono normali sin dall'inizio..

Quali anomalie negli esami del sangue possono indicare il cancro al fegato?

Ogni tipo di cellula nel nostro corpo contiene un set completo di informazioni genetiche. Si distinguono per un insieme specifico di geni che vengono attivati ​​o viceversa, disattivati ​​in ogni singola cellula. Quando una cellula normale viene trasformata in una cellula maligna, alcune cellule spente si accendono. Pertanto, nelle lesioni cancerose, le cellule del fegato acquisiscono le caratteristiche di altri tipi di cellule. Ad esempio, le cellule maligne possono produrre ormoni che sono normalmente sintetizzati da altri sistemi del corpo. Questi ormoni, a loro volta, cambiano l'analisi del carcinoma epatico sotto forma di ipercalcemia (alto livello di calcio nel sangue), ipoglicemia (basso livello di zucchero nel sangue) o eritrocitosi (alti globuli rossi).

Un'altra possibile deviazione è l'ipercolesterolemia (colesterolo alto nel sangue). Tale patologia si sviluppa a causa dell'incapacità delle cellule epatiche colpite di sopprimere la propria sintesi di colesterolo, che è caratteristica di loro in uno stato sano..

Esiste un esame del sangue più affidabile per il cancro al fegato??

Non esiste tale analisi. Viene spesso utilizzato un test alfa-fetoproteina (una proteina solitamente prodotta da cellule epatiche immature in uno stato embrionale). Nei neonati, immediatamente dopo la nascita, si osserva un livello relativamente alto di alfa-fetoproteina, che già entro il primo anno di vita diminuisce gradualmente a un normale livello adulto. Livelli elevati di alfa-fetoproteina nel sangue possono anche essere in gravidanza, portando bambini con un difetto del tubo neurale.

Negli adulti, in tali situazioni si osservano livelli elevati di alfa-fetoproteina nel sangue:

  • danno epatico maligno;
  • danno maligno alle ovaie, testicoli;
  • metastasi epatiche (quando il focus primario si trova in un altro organo).

Diversi metodi sono utilizzati per stimare la quantità di alfa-fetoproteina. Normalmente, la sua quantità nel sangue non deve superare 10 ng / ml. Nei pazienti con epatite cronica, una moderata quantità di alfa-fetoproteina non deve superare i 500 ng / ml. Un aumento lieve o moderato della quantità di alfa-fetoproteina può essere osservato nella maggior parte dei pazienti con vari tipi di malattie epatiche acute e croniche..

Circa il 60% dei pazienti con carcinoma epatico ha un aumento del livello di alfa-fetoproteina nel sangue. Con la stessa diagnosi, possono essere normali i valori dell'alfa-fetoproteina. Le deviazioni sopra descritte nel livello di questa proteina non indicano sempre che il paziente ha un danno epatico maligno. Tuttavia, i pazienti con cirrosi epatica e livelli elevati di alfa-fetoproteina nel sangue sono a rischio di sviluppare il cancro e, più precisamente, si tratta in realtà di un tumore non diagnosticato.

Un aumento del livello di alfa-fetoproteina (500 ng / ml) è altamente probabile che indichi una malattia maligna. Il livello di questa proteina nel sangue è relativamente correlato con la dimensione della neoplasia. Nei pazienti con carcinoma epatico accertato, le fluttuazioni del livello di alfa-fetoproteina possono essere utilizzate come marker della risposta al trattamento.

Il danno maligno al fegato viene raramente rilevato nelle fasi iniziali del suo sviluppo, questo spiega l'esito sfavorevole della malattia.

Al fine di stabilire una diagnosi nelle prime fasi della formazione del cancro, si dovrebbe non solo prestare attenzione ai cambiamenti nel benessere, ma anche sottoporsi a una diagnosi, che con segni di danno epatico ha le sue caratteristiche.

Come viene diagnosticato il cancro al fegato??

In caso di cambiamenti inquietanti nel benessere, la causa esatta di cui una persona non può determinare autonomamente, è necessario contattare uno specialista qualificato il più presto possibile.

Una diagnosi preliminare di un processo maligno nel fegato viene stabilita sulla base di un sondaggio sul paziente, sull'anamnesi, sulla palpazione dell'addome.

Se si sospetta un tumore, l'operatore sanitario deve prescrivere una serie di esami per valutare le condizioni degli organi interni dall'interno.

Se vengono rilevati segni di cancro al fegato:

  • ultrasuono Questo metodo è disponibile nella maggior parte delle istituzioni mediche e durante la sua attuazione, è possibile notare la presenza di neoplasie, un aumento delle dimensioni del fegato.
  • CT La tomografia mostra le dimensioni del tumore, determina la presenza di metastasi.
  • Educazione alla puntura, è necessario per la raccolta di campioni di tessuto per la biopsia.
  • L'angiografia è necessaria per valutare i cambiamenti patologici nelle navi.
  • Gli esami del sangue mostrano cambiamenti nella sua composizione, una reazione infiammatoria. Inoltre, vengono identificati marcatori tumorali, che sono prove indirette di cancro nel corpo..

Come si manifesta la malattia?

La difficoltà nella diagnosi del cancro al fegato nella fase iniziale del suo sviluppo è principalmente dovuta al fatto che questa malattia inizialmente non fornisce sintomi chiari e specifici..

In generale, si possono osservare disturbi digestivi, nausea, amarezza in bocca, comparsa periodica di pesantezza a destra sotto le costole. Tutti questi sintomi sono generalmente associati a eccesso di cibo, uso di alimenti di scarsa qualità e pertanto non consultare immediatamente un medico.

Nel frattempo, con un atteggiamento attento alla tua salute, il cancro può essere sospettato delle seguenti manifestazioni:

  • Notevole perdita di peso
  • Diminuzione dell'appetito.
  • Riempimento rapido dello stomaco, che si manifesta con una sensazione di pesantezza anche quando si mangiano pasti a basso contenuto calorico in una piccola quantità.
  • Nausea.
  • Prurito della pelle.
  • Sclera ingiallita e ittero del corpo.
  • L'ingrossamento del fegato, che si manifesta come un tumore a destra sotto le costole. Con il cancro al fegato, anche la milza aumenta di dimensioni, quindi è anche spesso possibile sondare in modo indipendente la formazione del tumore a sinistra sotto le costole.
  • Dolore nella parte superiore dell'addome, dolore spesso si irradia alla scapola.
  • Dilatazione delle vene attraverso la parete addominale.
  • Accumulo di liquidi nella cavità addominale.

Se una lesione maligna del fegato si sviluppa sullo sfondo della cirrosi o di un'altra malattia del fegato, allora quanto sopra, già familiare ai sintomi del paziente, si unisce e questo peggiora notevolmente il benessere generale.

Devo dire che i suddetti segni di cancro sono anche caratteristici di altre patologie della TC, quindi, quando sono riparati, non vale la pena andare subito in panico, ma è necessario essere esaminati attentamente il prima possibile. Il trattamento tempestivo per qualsiasi malattia è la chiave per un rapido recupero e l'assenza di complicanze.

Alcune neoplasie maligne situate nel fegato producono un numero di ormoni che influenzano il funzionamento generale del corpo..

Un cambiamento nel background ormonale provoca:

  • Ipercalcemia, una condizione caratterizzata da debolezza muscolare, costipazione, nausea, letargia.
  • L'ipoglicemia. Un calo di zucchero porta a ipotensione, debolezza e svenimento. L'ipoglicemia viene rilevata più spesso con tumori epatici a crescita lenta..
  • Ginecomastia e riduzione delle dimensioni del testicolo negli uomini.
  • Eritrocitosi: aumento del numero di globuli rossi. Tale cambiamento nel sangue provoca arrossamento e arrossamento della pelle.
  • Colesterolo alto.

Molti medici identificano questi sintomi con altre malattie e se la diagnostica strumentale non viene eseguita, la diagnosi non è corretta.

Ricerca clinica generale

Gli studi clinici includono esami del sangue biochimici e generali, determinazione del normale conteggio delle urine.

Con il cancro al fegato, tutti questi test cambiano e più il processo è avanzato, più sarà anormale..

Marcatori tumorali

Un esame del sangue per i marcatori tumorali del tumore al fegato aiuta a diagnosticare correttamente. I tumori cancerosi producono proteine ​​specifiche, l'eccesso dei loro indicatori indica una neoplasia maligna.

Se il fegato è sensibile al cancro, nel sangue viene determinato un oncomarker chiamato alfa-fetoproteina. Questa proteina si trova nei bambini, negli adulti sani è completamente assente e aumenta drammaticamente quando il fegato è danneggiato dalle cellule tumorali..

Emocromo

Un esame del sangue biochimico mostra il grado di compromissione della funzionalità epatica e alcuni cambiamenti nei suoi parametri si verificano proprio con il cancro del corpo.

Un esame del sangue generale per il cancro al fegato è caratterizzato da un aumento della VES, cioè dalla velocità di eritrosedimentazione.

L'aumento dell'ESR indica un processo infiammatorio. Con i processi maligni nel corpo, aumenta il contenuto di leucociti nel sangue e diminuiscono i globuli rossi. Nei pazienti con carcinoma epatico, l'emoglobina diminuisce già nel secondo o terzo stadio.

Procedura ad ultrasuoni

La scansione ad ultrasuoni è il metodo più conveniente. Il cancro del fegato agli ultrasuoni ha la forma di diverse strutture, i suoi contorni sono chiari e sfocati.

I tumori maligni sono determinati sia singoli che multipli, è possibile danneggiare i vasi di grandi dimensioni..

Un medico sospetta un processo del cancro se i seguenti sintomi sono determinati visivamente nel corpo:

  • Sigilli nella zona in cui si trovano i rami della vena portale.
  • Cambiamenti nel modello vascolare della superficie del fegato.
  • Aumento della densità del parenchima.
  • Fegato ingrandito e arrotondamento del bordo inferiore.
  • Conduzione ridotta delle onde ultrasoniche.
  • Struttura disomogenea di diversi segmenti del fegato.

Tali segni indicano una possibile neoplasia maligna, ma la diagnosi finale viene fatta solo dopo la conferma del cancro in altri modi.

Biopsia

Il termine biopsia si riferisce a una procedura in cui viene prelevato un piccolo pezzo di tessuto per l'esame istologico..

L'indicazione principale per la procedura è il sospetto di un tumore canceroso..

Una biopsia epatica viene eseguita in tre modi:

  • Percutanea viene eseguita utilizzando un ago speciale progettato per la raccolta dei campioni di biopsia. Viene praticata una puntura tra le due costole in basso a destra, la manipolazione viene eseguita in anestesia locale. Per l'analisi, è necessario prendere un pezzo del tumore o un coagulo di sangue in cui è possibile rilevare anche le cellule tumorali.
  • La biopsia laparoscopica viene eseguita utilizzando un endoscopio. Inizialmente, viene praticata una piccola incisione nell'area della proiezione del fegato attraverso la quale viene inserito l'endoscopio. Sotto il controllo dell'immagine visualizzata, il medico prende diversi frammenti del campione bioptico da diverse parti dell'organo.
  • Una biopsia transvenosa viene eseguita inserendo un catetere con un ago in una vena del collo. Questo catetere avanza ordinatamente verso il fegato, dove viene quindi prelevato il tessuto. Una biopsia transvenosa è di solito prescritta quando il paziente ha gravi problemi di coagulazione del sangue..

Nella maggior parte dei moderni istituti medici, una biopsia epatica viene eseguita sotto la supervisione di un'ecografia o una TAC, che consente di prelevare un campione di tessuto dai punti visibili della sua trasformazione..

La procedura è tollerata abbastanza facilmente ed è spesso eseguita in regime ambulatoriale; se la manipolazione non causa complicazioni, il paziente lascia la clinica dopo 3-4 ore.

L'esame istologico valuta la composizione cellulare del campione bioptico e le cellule atipiche vengono rilevate nel cancro.

TC e risonanza magnetica

La tomografia computerizzata è un metodo di esame del fegato in cui è possibile esaminare visivamente tutti i cambiamenti nella sezione trasversale di un organo.

La TC fornisce informazioni sulla dimensione dei diversi tipi di tumore, sulla loro posizione e sul danno vascolare. Sotto il controllo della tomografia, viene spesso eseguita una biopsia epatica.

Un tomografo computerizzato, fotografando il corpo del paziente, produce dozzine di immagini, che vengono poi combinate con un programma speciale. Se necessario, viene inoltre utilizzata l'introduzione di un mezzo di contrasto, che ci consente di considerare la struttura del tumore.

Per eseguire la procedura, il paziente viene posto in una posizione orizzontale nell'apparato, la cui parte esterna ruota attorno al corpo, la procedura è completamente indolore, ma in alcuni pazienti provoca disagio psicologico.

La risonanza magnetica o la risonanza magnetica funzionano secondo lo stesso principio della TC. Cioè, la procedura consente di ottenere un'immagine dettagliata del fegato, ma invece delle radiografie vengono utilizzate le onde radio.

I tessuti del corpo assorbono prima le onde radio, quindi le rilasciano. Il computer valuta i cambiamenti nelle onde rilasciate e li converte in un'immagine dell'organo con tutte le violazioni identificate. Quando si esegue la risonanza magnetica, viene utilizzato un mezzo di contrasto, che è necessario per la visualizzazione di alcuni tipi di neoplasie..

La risonanza magnetica non solo può determinare il tumore, ma anche in alcuni casi aiuta a distinguere un tumore benigno da uno maligno. Oltre a rilevare i tumori, la RM è necessaria per visualizzare lo stato dei vasi, sia nel fegato stesso che intorno ad esso.

Risonanza magnetica A differenza della TC, alcuni pazienti hanno tempi più difficili. Il fatto è che durante lo studio, il paziente dovrebbe rimanere in un tubo stretto per circa un'ora, il che provoca panico in molte persone. Lo scanner stesso emette forti rumori che aumentano il disagio psicologico. Pertanto, la procedura dovrebbe essere preparata mentalmente.

Laparoscopia

Viene eseguito un esame laparoscopico per valutare le condizioni del fegato, quando viene eseguito, viene stabilita la dimensione del tumore e viene selezionato un piano di trattamento chirurgico.

La laparoscopia viene eseguita creando una piccola incisione sulla parete addominale attraverso la quale viene inserito un endoscopio flessibile dotato di una telecamera in miniatura. L'immagine risultante viene visualizzata sullo schermo..

Durante la manipolazione, se necessario, è possibile prelevare un campione di tessuto per l'esame istologico.

L'esame laparoscopico viene eseguito in anestesia generale, ma, di norma, dopo di esso il paziente si sente soddisfacente e dopo poche ore viene rilasciato a casa.

angiografia

L'angiografia è un esame vascolare eseguito utilizzando un mezzo di contrasto e radiografie. Dopo l'introduzione del contrasto, i contorni dei vasi diventano chiaramente visibili e vengono determinati quelli che nutrono il tumore in crescita.

Sulla base dell'angiografia, viene presa una decisione sul possibile funzionamento del paziente e l'embolizzazione viene eseguita utilizzando questa procedura, che consente di distruggere la neoplasia.

L'angiografia stabilisce la posizione del tumore nel fegato, uno dei tipi di questo esame, condotto con un mezzo di contrasto, rivela persino tumori con un diametro inferiore a 2 cm.

Quando si esegue la manipolazione, un catetere flessibile viene inserito in una vena sulla superficie interna della coscia, che avanza nell'arteria epatica. Un mezzo di contrasto viene iniettato attraverso di esso e vengono scattate foto del fegato..

La procedura dà un leggero disagio e viene eseguita in anestesia locale..

Scansione ossea

La scansione del tessuto osseo scheletrico è prescritta quando si sospetta la diffusione di metastasi nell'osso o nel caso in cui venga presa una decisione sul trapianto di fegato.

La manipolazione consiste nell'introduzione di materiale radioattivo nella vena, che si deposita dopo alcune ore dove si verificano cambiamenti nel tessuto osseo. La fase successiva della procedura consiste nell'utilizzare apparecchiature che registrano tutte le radiazioni dal corpo del paziente.

Nell'immagine risultante, le patologie ossee scheletriche sono considerate "nodi caldi", ma al fine di stabilire con precisione la lesione cancerosa delle ossa, è necessario eseguire una serie di esami aggiuntivi.

Il video mostra una biopsia epatica laparoscopica, con sospetta metastasi:

Il cancro al fegato è un gruppo di tumori maligni che si sviluppano da cellule o stroma di organi. La varietà più comune è il carcinoma epatocellulare. Secondo l'OMS, questa malattia è inclusa tra le cause più comuni di morte. Il cancro si sviluppa sullo sfondo di cirrosi, epatite virale, alcolismo, effetti tossici di determinate sostanze. Gli uomini soffrono quattro volte più spesso delle donne. Nonostante i trattamenti ad alta tecnologia, il tasso di sopravvivenza a cinque anni per il carcinoma epatocellulare non supera il 30%.

Metodi diagnostici di base

La diagnosi di cancro al fegato consiste in un esame obiettivo, la natura dello sviluppo della malattia, i risultati dei metodi di esame strumentale e di laboratorio.

Ispezione visuale

Il carcinoma epatocellulare si sviluppa molto rapidamente. Inizialmente, è caratterizzato da manifestazioni non specifiche: dolore nell'addome superiore, febbre prolungata, perdita di appetito, perdita di peso. I segni clinici tipici si verificano più tardi.

Presto il fegato inizia a crescere, il suo bordo inferiore raggiunge l'ombelico. La palpazione può determinare il sigillo sulla superficie dell'organo. I sintomi tardivi del cancro sono ingiallimento della pelle, gonfiore, espansione delle vene sulla parete addominale anteriore. Il viso acquisisce una tinta terrosa, l'attenzione è attirata dalla perdita di peso pronunciata degli arti in combinazione con uno stomaco allargato. Spesso ci sono sangue dal naso.

Storia medica

Il chiarimento delle dinamiche della malattia è molto importante per la diagnosi. Alla prima visita in clinica, il medico chiede al paziente l'età dei reclami, la natura del loro sviluppo. Successivamente, viene determinata la sequenza dei sintomi, la sua gravità. Per rilevare una possibile causa di cancro, vengono studiate ereditarietà, patologie concomitanti e presenza di fattori di produzione dannosi..

Ricerche di laboratorio

La diagnosi di laboratorio del carcinoma epatico è finalizzata all'esame del sangue, identificando marcatori specifici di un tumore maligno.

Analisi generale di urina e sangue

Un esame del sangue generale per il cancro al fegato fornisce le seguenti anomalie:

  • una diminuzione del livello dei globuli rossi e / o dell'emoglobina - anemia di gravità variabile;
  • un aumento del numero di leucociti, uno spostamento nella formula dei leucociti a sinistra;
  • granularità eritrocitaria associata a intossicazione;
  • aumento significativo di ESR - 50 e più mm / h.

Questi emocromi per il cancro al fegato non sono specifici, poiché possono essere osservati in altre malattie. Sulla base di questi, non è possibile formulare una diagnosi, ma si può concludere che esiste un processo patologico.

Nell'analisi generale delle urine, raramente compaiono cambiamenti, che possono essere osservati anche con oncologia avanzata:

  • un aumento dei corpi chetonici a causa della disgregazione proteica;
  • la comparsa di urobilina;
  • aumento del livello di urea.

Questi criteri indicano il grado di disturbo metabolico dovuto all'intossicazione..

Biochimica del sangue

Le analisi biochimiche per il cancro al fegato rivelano cambiamenti nei seguenti indicatori:

  • aumento dei livelli di globuline;
  • crescita di fibrinogeno;
  • significativa attività della fosfatasi alcalina.

È importante saperlo! Questi indicatori non possono inoltre essere considerati di base per la diagnosi, poiché riflettono solo il grado di compromissione della funzionalità epatica.

Marcatori tumorali

Gli oncomarker sono sostanze che si trovano nel sangue solo durante lo sviluppo di tumori maligni. Per il carcinoma epatocellulare, questa è l'alfa-fetoproteina. Questo marker tumorale per il cancro al fegato è una combinazione di proteine ​​con glucosio, che si trova solo nell'embrione e nel feto. Dopo la nascita, la sua quantità diminuisce drasticamente, quasi raggiungendo lo zero.

I marker tumorali per il cancro al fegato non sono specifici; possono anche essere rilevati in altre malattie oncologiche. Il carcinoma epatocellulare può essere suggerito se il livello di questa proteina supera 1000 ng / ml. Se la quantità di alfa-fetoproteina è significativamente maggiore di questa cifra, è già considerata un marker specifico di cancro al fegato.

Preparazione per il prelievo di sangue

Il sangue per analisi generali e biochimiche nel carcinoma epatico viene raccolto nel solito modo. La procedura viene eseguita al mattino, si consiglia a una persona di non mangiare meno di 12 ore prima dello studio. 2-3 giorni prima del test, aderire ai principi di una dieta sana. Il sangue viene prelevato dalla vena ulnare, quindi vengono eseguiti test di laboratorio..

Ricerca strumentale

I metodi strumentali consentono di valutare visivamente l'aspetto dell'organo, determinare la posizione, il numero e la dimensione dei tumori. La decodifica degli studi è data dai medici che li conducono, ma la diagnosi viene fatta sulla base di una combinazione di dati.

Questo è il metodo principale per diagnosticare il cancro. Viene rilevato il tumore stesso, la sua posizione nell'organo, le dimensioni. L'ecografia fornisce una valutazione dello stato strutturale del tessuto epatico. Un segno di una neoplasia è un'area oscurata con bordi irregolari.

TC e risonanza magnetica

Questi metodi di ricerca a due fasci sono altamente precisi e specifici. Per l'implementazione della TC, è necessaria la somministrazione endovenosa di un mezzo di contrasto: Ultravist o Omnipack. Contengono iodio, che si accumula all'interno della neoplasia e lo rende più "visibile".

La risonanza magnetica fornisce un'immagine stratificata dei tessuti studiati, in modo che anche il tumore più piccolo possa essere rilevato. Il metodo si basa sulla capacità dei raggi magnetici di penetrare negli organi e di riflettere da essi a diverse velocità. Utilizzato anche per la diagnosi differenziale con altre malattie. Permette di distinguere una neoplasia maligna da una benigna. Con esso, puoi determinare lo stato delle navi all'interno dell'organo.

Laparoscopia diagnostica

È indicativo quando il tumore raggiunge grandi dimensioni. In questo caso, l'immagine laparoscopica è la seguente:

  • grande nodo singolo, con una superficie irregolare, di colore grigio-biancastro, con una trama densa;
  • forma multinodulare di cancro - diverse formazioni di diversi diametri, marrone;
  • cirrosi-cancro - una capsula ispessita, molti piccoli noduli sulla superficie del fegato.

Inoltre, la laparoscopia può rilevare la presenza di liquido libero nella cavità addominale - ascite..

angiografia

Questo è un metodo per studiare i vasi sanguigni del fegato usando una macchina a raggi X e il contrasto introdotto. Viene utilizzato per valutare le condizioni delle arterie che alimentano la neoplasia, sulla base delle quali si è concluso che è possibile un intervento chirurgico.

Biopsia di puntura

Questo tipo di diagnosi si basa su uno studio microscopico del tessuto epatico. Un pezzo di organo viene prelevato dalla puntura. Prendi un ago lungo con un albero cavo, perfora la parete addominale anteriore, raggiungendo il fegato. La procedura viene eseguita sotto la supervisione di un'ecografia. Un pezzo viene prelevato dalla neoplasia, quindi viene preparato materiale istologico, che viene esaminato al microscopio..

La tomografia ad emissione di positroni si riferisce ai metodi di ricerca sui radionuclidi. Questa analisi è piuttosto complessa e costosa, richiede attrezzature speciali. Un radiofarmaco viene iniettato in una vena, quindi un corpo viene scannerizzato su un tomografo positrone. Il tessuto tumorale assorbe molto più agente di contrasto rispetto agli epatociti sani. Pertanto, quando scansionato, sembra molto più luminoso.

Marcatori tumorali specifici

Per il fegato, solo l'alfa-fetoproteina è un indicatore specifico. Esistono molti altri marker tumorali, ma possono essere trovati nel cancro dello stomaco, delle ovaie, del pancreas.

Pro della diagnosi precoce del cancro

Il carcinoma epatocellulare è uno dei tipi di cancro più aggressivi. L'aspettativa di vita dopo il calcolo di una diagnosi è di diversi anni. La prognosi è aggravata dal fatto che la malattia viene solitamente rilevata nelle fasi 3-4, quando la diffusione delle metastasi è già iniziata.

Attenzione! Prima viene rilevato un tumore, inizia il trattamento precedente.

In questo caso, è possibile condurre un approccio combinato, chemioterapia, radioterapia, chirurgia. L'aiuto tempestivo migliora il benessere del paziente e prolunga il più possibile la sua vita..