Quali test per l'epatite dovrebbero essere presi?

L'epatite C è una malattia grave che può portare a gravi disturbi del fegato e di altri organi vitali. In particolare, questa infezione in forma trascurata può influenzare le condizioni del cuore e del fegato del paziente. Ecco perché è importante garantire una diagnosi tempestiva della malattia in questione e una terapia appropriata con una diagnosi confermata.

Ma dopo quanto fare un test dell'epatite dopo l'infezione? Quali test di laboratorio dovrebbero essere effettuati se si sospetta HCV? Dopo quanto fare un'analisi per l'epatite C quando si tiene conto del periodo di incubazione? Come prepararsi per il prelievo di sangue? Puoi trovare la risposta a ciascuna delle domande sopra nel nostro articolo..

Quali test dovrebbero essere eseguiti con HCV?

Prima di scoprire per quanto tempo prendere un'analisi per l'epatite, è necessario chiarire quali test vengono condotti se si sospetta questa malattia virale. In particolare, è necessario prestare attenzione ai seguenti metodi per diagnosticare l'infezione in questione:

  • Reazione a catena qualitativa della polimerasi (PCR, HCV, RNA in tempo reale). Grazie a questo test, è possibile determinare con precisione la presenza di epatovirus nelle primissime fasi dell'infezione..
  • Anti-HCV, test per immunoglobuline, anticorpi contro antigeni flavavirus. Alcune immunoglobuline appaiono abbastanza rapidamente come la principale risposta immunitaria all'infezione..
  • Monitoraggio della composizione biochimica del sangue. Con alcune lesioni infettive degli organi interni, la biochimica del plasma sanguigno cambia in modo significativo. In particolare, con l'infiammazione virale del fegato, il livello di bilirubina, un prodotto metabolico dell'emoglobina umana, è principalmente aumentato.
  • Esame del sangue clinico generale. I risultati di tali test indicano cambiamenti significativi nelle condizioni umane a causa di una malattia non rilevata.

La diagnostica può essere eseguita sia in cliniche statali che in istituti medici specializzati.

Come prepararsi al prelievo di sangue?

Qualsiasi analisi richiede una formazione specifica. Altrimenti, i suoi risultati risulteranno inaccurati, falsi positivi o falsi negativi. Per garantire che i risultati di un esame del sangue per HCV, anche nelle prime fasi, siano i più precisi possibile, i pazienti devono:

  • Almeno 8 ore prima dell'apparizione in un'istituzione medica, rifiuta completamente di mangiare. Per quanto riguarda gli alimenti ricchi di grassi, si consiglia di abbandonarli con almeno un giorno di anticipo.
  • Rifiuta l'alcool almeno 24 ore prima di apparire in laboratorio.
  • Alla vigilia del prelievo di campioni di sangue, dormi bene ed evita situazioni stressanti.

Un test dell'epatite C virale viene di solito eseguito al mattino. Usando una siringa sterile con un ago di spessore medio, viene prelevato dal paziente un piccolo campione di sangue venoso. Ciò non influisce sulle condizioni generali del paziente e dopo la procedura può tornare a casa. Di norma, il risultato del test può essere ottenuto il giorno successivo dal medico o nel laboratorio medico.

Quanto superare il test per l'epatite C dopo l'infezione?

Quindi, siamo arrivati ​​alla domanda più importante: "Quanto fare un'analisi per l'epatite dopo l'infezione?". Assicurati di considerare la durata del periodo di incubazione dell'epatite virale C, che dura da 2 a 24 settimane. In questo momento, il flavavirus non si moltiplica attivamente, ma solo "assimilando" nel corpo del suo futuro portatore.

Tuttavia, anche nelle prime fasi dell'infezione, si osserva una reazione del sistema immunitario, che può essere rilevata dall'analisi. Una certa quantità di immunoglobuline HCV viene rilasciata nel sangue del paziente, la cui presenza può essere un'analisi qualitativa della PCR.

Quindi, dopo quanto fare un'analisi per l'epatite C? Specialisti esperti ritengono che il primo periodo per rilevare la presenza di un agente patogeno nel sangue e un'attività virale minima siano le prime 4-5 settimane dopo la presunta infezione.

Tuttavia, anche se è trascorso molto più tempo e il paziente non si è sentito male, non vale la pena rilassarsi. L'epatite virale C è chiamata "killer gentile" per una ragione. Nella maggior parte dei casi, questa malattia procede in forma cronica asintomatica e viene rilevata durante un esame casuale o nella fase terminale. Pertanto, al minimo sospetto di HCV, è necessario eseguire i test il più presto possibile.

Test dell'epatite: cosa devi sapere?

Secondo le statistiche, oltre il 3% della popolazione mondiale è infettata dal virus dell'epatite. In particolare, epatite C (HCV) con un carico elevato. Tuttavia, questa mostruosa statistica non riflette un decimo della realtà oggettiva. Un numero molto più grande di persone non si rende nemmeno conto di essere portatori del virus. Queste persone non solo perdono la possibilità di iniziare il trattamento in tempo, ma anche "minacciano" gli altri. Prima di tutto, alla tua famiglia, compresi i bambini piccoli. Ecco perché tutti hanno bisogno di essere esaminati regolarmente da un medico e, in particolare, di volta in volta...

Test prima, durante e dopo il trattamento per l'epatite C

La diagnosi di epatite C si basa su esami del sangue di laboratorio. Da quali test vengono eseguiti l'epatite C, dipende dal fatto che la malattia venga rilevata in tempo e che sia prescritto il trattamento. L'efficacia delle misure di trattamento viene anche valutata in base ai risultati delle analisi..

Informazioni sull'epatite C

La malattia causa il virus dell'epatite C (HCV, virus dell'epatite C). Questo virus contenente RNA entra nel corpo umano attraverso il sangue. Possibile infezione attraverso muco vaginale, sperma, microtrauma delle mucose.

Una volta nel corpo attraverso uno di questi percorsi, il virus infetta il fegato. Tutti i virus sono parassiti intracellulari. E HCV non fa eccezione. Si moltiplica all'interno delle cellule del fegato, epatociti che compongono il tessuto epatico, parenchima.

Dopo che il virus è entrato nell'epatocita, più RNA della figlia vengono copiati ripetutamente dall'RNA virale materno originale. Questo processo si chiama replica. Quindi, attorno all'RNA formato si formano una capsula (capside) e altri elementi strutturali della particella virale (virione).

La sostanza organica è necessaria per la replicazione dell'RNA e il completamento dei virioni. Il virus li prende dalla cellula. Alla fine, l'epatocita non resiste a tale carico e muore. I virus che emergono da esso penetrano in nuovi epatociti.

Il sistema immunitario, ovviamente, combatte l'HCV. E se il paziente ha una forte immunità, il virus può essere distrutto. Ma questo accade raramente. Nella maggior parte dei casi, nonostante lo scontro immunitario, l'attività virale persiste. La stabilità del virus è in gran parte dovuta alla sua variabilità genetica. Da una serie di geni, un genotipo codificato nell'RNA del virus, dipende in larga misura da come procederà la malattia e da quanto sarà efficace il trattamento.

Sullo sfondo del processo infiammatorio nel parenchima, aumenta la quantità di tessuto adiposo (steatoepatosi). Quando gli epatociti muoiono, il parenchima viene sostituito dal tessuto fibroso e la funzionalità epatica è compromessa. Un grado estremo di fibrosi, cirrosi, è accompagnato da insufficienza epatica, alterazioni secondarie di altri organi, disturbi circolatori e metabolici.

All'inizio, i cambiamenti patologici nel fegato che sono invisibili al paziente si formano nel corso di molti anni. Per tutto questo tempo, il virus continua a circolare nel sangue. Grazie a questo, è possibile fare un test per l'epatite C..

Quali test dovrebbero essere testati per l'epatite C?

Indicazioni per la diagnosi di laboratorio: disturbi digestivi, pesantezza nell'ipocondrio destro, debolezza generale e altri segni di epatite C. Un allarme dovrebbe essere causato dal fatto che questi sintomi sono stati preceduti da manipolazioni cosmetiche e mediche. La malattia non viene trasmessa con mezzi domestici. Ma se c'è stato un contatto intimo e non protetto con una persona infetta, è necessario un esame del sangue per l'epatite C. La diagnostica di laboratorio comprende diversi tipi di test:

Analisi del sangue generale

È il più semplice e meno informativo. Le deviazioni non specifiche nell'analisi generale testimoniano solo indirettamente a favore dell'epatite e possono verificarsi con altre malattie. Un alto livello di leucociti (leucocitosi) insieme a una sedimentazione eritrocitaria accelerata (VES) è un segno di un processo infiammatorio attivo nel fegato. Nelle infezioni virali si osserva un aumento del peso specifico dei linfociti. Una riduzione del livello dei globuli rossi e dell'emoglobina è possibile con l'inibizione della funzione ematopoietica del fegato.

Analisi biochimiche (biochimica)

Qui sono importanti due indicatori: bilirubina e transaminasi. La bilirubina è un prodotto della scomposizione naturale dell'emoglobina. Normalmente, viene neutralizzato dal fegato e come parte della bile viene rimosso attraverso l'intestino. Con danni al fegato, il livello di bilirubina aumenta principalmente a causa della frazione libera (bilirubina indiretta), non associata all'acido glucuronico. Sebbene nel decorso cronico dell'epatite C, la bilirubina sia solo leggermente aumentata o addirittura rimanga entro l'intervallo normale.

Un indicatore altrettanto importante è transaminasi (AST, ALT), enzimi intracellulari. Con la distruzione degli epatociti, si trovano in grandi quantità nel sangue. Inoltre, nell'ambito dell'analisi biochimica, vengono studiati il ​​livello e il rapporto delle frazioni di proteine, grassi (trigliceridi). Rispetto all'analisi generale, la biochimica è più istruttiva. Ma in base ai cambiamenti nei parametri biochimici, non si può ritenere che il paziente abbia l'epatite C..

Saggio di immunosorbenti enzimatico (ELISA)

Ma questo è un esame del sangue specifico per l'epatite C. Come parte di questa analisi, vengono rilevati anticorpi contro il virus. E se ci sono anticorpi, allora c'è HCV. Gli anticorpi sono proteine ​​immunoglobuliniche che vengono rilasciate in risposta agli antigeni del virus dell'epatite C. L'interazione di antigeni e anticorpi porta alla formazione di complessi immunitari.

Affinché la reazione antigene-anticorpo sia evidente per la diagnosi, vengono utilizzati anticorpi marcati con enzimi. Da qui il nome dell'analisi. Di interesse pratico sono le immunoglobuline di classe M e G (IgM e IgG). Nella fase acuta dell'epatite C, viene rilasciata IgM. Nella maggior parte dei pazienti, la malattia diventa cronica dopo alcuni mesi.

In questo caso, le IgM scompaiono e viene rilevata la IgG. Pertanto, ELISA consente non solo di diagnosticare l'epatite C., ma anche di determinare lo stadio della malattia. Ma sulla base di ELISA è impossibile giudicare la gravità dell'epatite. Non è possibile determinare il genotipo del virus. Dopotutto, il virus stesso non viene rilevato, ma solo anticorpi ad esso.

PCR (reazione a catena della polimerasi)

L'analisi PCR per l'epatite C è la più complessa, ma la più affidabile. La sua essenza è la rilevazione dell'RNA del virus nel siero del sangue del paziente. Il principio della PCR è di riprodurre o amplificare ripetutamente sezioni dell'RNA del virus. Assomiglia alla replicazione naturale, ma solo in condizioni artificiali usando attrezzature costose.

Sono stati sviluppati tre tipi di analisi a seconda dello scopo del test..

1. PCR classica. Analisi qualitativa dell'epatite C. Qui viene determinato il fatto della presenza del virus. RNA HCV rilevato - l'uomo è malato, non rilevato - sano.

2. PCR quantitativa. Misura la carica virale - la concentrazione di particelle virali nel volume del sangue. Per questo, la PCR viene eseguita in tempo reale e viene determinato il numero di copie RNA generate. La carica virale è determinata in UI (unità internazionali) in 1 ml di siero di sangue:

  • Basso: meno di 3 x 104 UI ​​/ ml
  • Media: 3 x 104-8 x 105 UI / ml
  • Alto: più di 8 x 105 UI / ml.

Le norme degli indicatori quantitativi della PCR dipendono dalle apparecchiature utilizzate e possono variare a seconda dei laboratori. Ma in ogni caso, maggiore è il livello di carica virale, più difficile è la malattia e maggiore è il rischio di complicanze fatali.

3. Genotipizzazione. In questo studio, la PCR determina il genotipo e il sottotipo o il quasi-tipo di HCV. A seconda di ciò, viene prescritto un regime di trattamento. L'analisi del genotipo dell'epatite C viene effettuata mediante sequenziamento, quando viene determinata la sequenza dei nucleotidi nella catena dell'RNA virale.

Dove sottoporsi al test per l'epatite C?

Analisi generali, biochimica ed ELISA vengono effettuati in qualsiasi istituto medico. La PCR è possibile solo in grandi centri diagnostici e terapeutici in cui sono presenti attrezzature adeguate. I risultati diagnostici possono essere trovati dopo 3-5 giorni.

Cosa fare se l'analisi è positiva

Se viene rilevato un esame del sangue dell'epatite C, sono possibili due opzioni. La prima opzione è che la persona esaminata sia realmente infettata dal virus. La seconda opzione: un risultato falso positivo è associato ad errori diagnostici. Questo è più caratteristico di ELISA. Nel corso di questa analisi, a volte si sviluppano risposte immunitarie quando le immunoglobuline rispondono ad altri antigeni simili agli antigeni dell'HCV. Tra i motivi specifici:

  • Malattie autoimmuni
  • processi tumorali
  • tubercolosi
  • vaccinazione recente
  • raffreddori
  • infestazioni elmintiche
  • gravidanza.

Un risultato errato del test dell'epatite C può essere dovuto a una preparazione inadeguata. Il sangue per la ricerca viene somministrato al mattino a stomaco vuoto. L'ultimo pasto è consentito entro e non oltre 12 ore prima dello studio. Negli ultimi giorni, dovresti astenersi dal bere alcolici, mangiare troppo con l'uso di cibi grassi e fritti con spezie piccanti, spezie.

Se il risultato del test per l'epatite C è positivo, è necessaria la PCR. Se l'RNA del virus durante la PCR non viene rilevato e ELISA mostra la presenza di anticorpi, quindi, molto probabilmente, la risposta ELISA è falsa positiva.

L'eccezione viene trattata per l'epatite C. Non hanno virus, pertanto la PCR non rileverà l'RNA. Ma JgG rilasciato durante la malattia può ancora circolare nel sangue per molto tempo. L'affidabilità della PCR è massima, 98-99%. Ma non assoluto: nell'1-2% dei casi sono possibili errori. Pertanto, se si sospetta una risposta falsa dopo 3-4 mesi. è necessario ripetere ELISA e PCR.

Cosa fare se il risultato è negativo

Le opzioni sono anche possibili qui. Innanzitutto, l'argomento era sempre salutare. Il secondo - il paziente aveva l'epatite C, ma era completamente guarito, di nuovo sano e non ha bisogno di cure. Terzo: c'è un risultato falso negativo. In questo caso, una falsa analisi può anche essere causata da malattie concomitanti, preparazione e tecnica inadeguate. Ma ci sono ancora ragioni associate alla scadenza per la donazione di sangue.

Per IFA, il cosiddetto finestra diagnostica quando il virus è già presente nel corpo, ma gli anticorpi vengono prodotti in piccole quantità e non sono ancora stati rilevati. Per ELISA, la durata della finestra diagnostica è di 3-4 settimane. Ma in alcuni casi, questo periodo può durare fino a 6 mesi.

Se si sospetta un'analisi falsa negativa, è necessario passare alla PCR. Qui, l'RNA viene rilevato dopo 10-14 giorni e in alcuni casi 3-4 giorni dopo l'infezione. Pertanto, se ELISA non mostra la presenza di anticorpi e l'RNA del virus viene rilevato durante la PCR, il paziente è infetto. Va notato che all'inizio dell'epatite è possibile solo la PCR di alta qualità. La PCR quantitativa e la genotipizzazione saranno informative solo dopo 4-6 settimane. dopo l'infezione.

Quali test dovrebbero essere eseguiti durante il trattamento

Dall'analisi generale e biochimica del sangue, si può giudicare la dinamica del processo infiammatorio e come vengono ripristinati il ​​fegato e le sue funzioni. Ma il ruolo principale appartiene alla PCR. La PCR quantitativa viene eseguita a 1, 2, 3 e 4 settimane. trattamento. Modificando la carica virale, giudicano l'efficacia dei farmaci e il probabile esito della malattia. Se la carica virale si riduce rapidamente, questo è un segno favorevole, che indica una pronta guarigione..

Quali test eseguire dopo il trattamento

Il corso del trattamento per l'epatite C, a seconda della gravità e del genotipo virale, dura 12 o 24 settimane. Successivamente, è necessaria la PCR. Se un'analisi qualitativa della PCR non mostra la presenza di HCV RNA nel sangue, il paziente viene considerato guarito. Non è richiesto alcun trattamento specifico. Sono necessarie misure non specifiche volte a ripristinare il fegato..

Cosa trattare?

Per recuperare, è necessario distruggere completamente il virus. E poi i risultati dell'analisi PCR diventeranno negativi. Questo può essere fatto solo con agenti antivirali di ultima generazione. SoviHep D, Velakast, Ledifos - questi e altri farmaci sono prodotti da società indiane con licenza americana. Contengono Sofosbuvir con Daclatasvir, Velpatasvir o Ledipasvir. Tutti questi farmaci inibiscono la fase di riproduzione dell'HCV negli epatociti..

Solo una compressa al giorno per 12 o 24 settimane e il recupero avviene nel 95-99% dei casi con qualsiasi genotipo virale e forma della malattia. Le medicine indiane sono economiche. Qualsiasi paziente con un reddito medio può acquistare farmaci.

Ma le farmacie non li vendono. Puoi ottenere Sofosbuvir indiano da noi. MedFarma lavora come rappresentante ufficiale di aziende indiane. Ti aiuteremo a scegliere la medicina giusta e consegnarla al tuo indirizzo entro 3-5 giorni.

Un esame del sangue per l'epatite B e C.

L'epatite virale cronica è considerata una malattia infiammatoria epatica persistente causata da virus dell'epatite. Certamente porta alla cirrosi epatica, nonché a una malattia come il carcinoma epatocellulare. Secondo i dati per il 2018, le cause dello sviluppo dell'epatite cronica sono l'epatite B [HBV], l'epatite C [HCV], i virus dell'epatite D [HDV] o una loro combinazione (la cosiddetta epatite mista virale). Le principali vie di trasmissione dei dati dei tre virus sono considerate parenterali. Cioè, l'infezione può verificarsi durante la trasfusione, se il paziente inietta il farmaco, fa un tatuaggio. L'epatite B può essere "catturata" sessualmente. I sintomi nei pazienti sono simili: febbre alta, debolezza, ittero, scolorimento della scarica - oscuramento delle urine e alleggerimento delle feci. Se il paziente presenta questi sintomi, il medico curante deve immediatamente delineare un piano d'azione, la prima cosa che prescriverà è un esame del sangue per l'epatite B e C.

Indicazioni per l'appuntamento

L'epatite virale cronica si manifesta senza alcun sintomo. Le prime chiamate allarmanti sull'infezione compaiono dopo anni o addirittura decenni dal momento dell'infezione. Il paziente può lamentare grave debolezza e incapacità di lavorare in modo produttivo. Una persona del genere non ha appetito, i dolori nella giusta preoccupazione di ipocondrio.

Esistono alcune indicazioni per un esame del sangue per l'epatite B. Di solito sono riportate dal medico curante. Assicurati di sottoporsi a ricerche in preparazione alla vaccinazione per evitare l'infiammazione e l'eccessiva reazione del corpo ai componenti del vaccino. Prima della chirurgia addominale, è meglio determinare in anticipo la presenza o l'assenza di epatite. Se è possibile posticipare l'operazione, l'epatite deve essere prima curata o rimossa dallo stadio acuto..

Viene anche prescritto un esame del sangue per diagnosticare l'infezione acuta o precoce (da 4-5 settimane) con l'epatite C..

Sesso non protetto

Quali sono le indicazioni per prescrivere un test per l'epatite C:

  • preparazione all'intervento chirurgico;
  • sesso non protetto, cambio regolare di partner;
  • manipolazioni parenterali;
  • tossicodipendenza endovenosa;
  • preparazione al concepimento;
  • segni clinici di epatite;
  • aumento del livello di AlAT e AsAT;
  • colestasi.

Dopo aver completato tutte le procedure di screening di HBS o HCV, è possibile effettuare solo due diagnosi: negativamente o decisamente positivamente.

Una risposta positiva di HBSag indica la presenza di un'infezione virale nel corpo umano. Tuttavia, potrebbe già avere una forma grave, specialmente se il paziente ha sofferto di una malattia al fegato.

Con un HBSag negativo, si può dire che il soggetto è completamente pulito, nessun virus è stato trovato nel sangue. Ma i test possono mostrare un risultato negativo nella fase iniziale della malattia, quindi è al 100% dire che la prima analisi è sempre corretta, errata. Anche nel 5% delle situazioni il risultato è negativo con un'infezione sieronegativa.

Esistono numerosi indicatori per i quali vengono testati gli anticorpi anti-HBS e HCV:

  • la presenza di segni singoli o multipli di infezione, ad esempio perdita di appetito o peso corporeo, sensazione di dolore, nausea;
  • epatite passata;
  • il paziente è a rischio;
  • studi di controllo con un già diagnosticato.

Varietà di analisi

Il fattore principale nella cura produttiva della malattia è la sua diagnosi rapida e accurata utilizzando esami del sangue di laboratorio.

Il giallo della pelle è un'indicazione per un test dell'epatite

L'analisi può passare a tutti. Inoltre, l'esame vale le persone che hanno il giallo, le feci sono cambiate, c'è debolezza generale, nausea, perdita di appetito, febbre, dolore ai muscoli e alle articolazioni, disagio nell'ipocondrio giusto. Se non vengono rilevati segni clinici di epatite, il motivo dell'analisi è l'aumento degli enzimi intracellulari AcAt e AlAt, colestasi (ridotta secrezione biliare) e contatto con persone infette. La donazione di sangue è un must per il personale ospedaliero, le persone in attesa di un intervento chirurgico, i donatori, le donatrici di sangue e le donne in gravidanza.

L'epatite B è provocata dal virus Hepadnaviridae, trasmesso attraverso il contatto sessuale o il sangue. Succede in forme acute e croniche. Colpisce il fegato e spesso porta anche a cirrosi o cancro. Ora circa 300 milioni di persone sulla terra sono portatrici di questo virus.

Per ottenere una diagnosi, devi passare attraverso:

  • test qualitativi o quantitativi per HBsAg e anticorpi IgG anti-HBc che si trovano in persone infette, guarite e sane. La quantità di HBsAg nel sangue di una persona sana non deve superare 0,05 UI / ml;
  • test di alta qualità per la proteina HBeAg e gli anticorpi IgM anti-HBc indicano un decorso acuto della malattia;
  • determinazione del DNA del virus mediante PCR.

L'epatite C è molto comune e più pericolosa tra tutte le sottospecie della malattia. Spesso passa senza sintomi pronunciati nelle prime fasi e viene rilevato solo quando si riscontrano complicanze significative, come cirrosi, carcinoma e altri tumori o organi compromessi. Il virus viene trasmesso, di regola, attraverso i fluidi corporei ed è molto difficile da curare. I suoi corrieri sono ora 500 milioni di persone.

Virus dell'epatite C.

Un test positivo per l'epatite C indica la presenza di un caratteristico virus RNA nel sangue di una persona infetta. La presenza di IgG anti-HCV e HCV nel corpo, rilevata con metodi qualitativi, indica lo stadio acuto della malattia, quando è necessaria assistenza immediata. I metodi quantitativi per rilevare l'RNA mediante PCR sono utilizzati per comprendere il livello di efficacia della terapia. La genotipizzazione del virus e la ricerca di una strategia terapeutica richiedono uno screening per l'interleuchina-28 beta. Per elaborare i test di screening per una risposta spiacevole, viene utilizzato un test anticorpale: un immunoblot ricombinante per rilevare anticorpi IgG verso diversi antigeni del virus dell'epatite C.

La bilirubina elevata spesso accompagna un'anomalia genetica abbastanza sicura: la sindrome di Gilbert. Questa è una patologia benigna della sintesi della bilirubina nelle cellule del fegato trasmesse dai genitori, manifestata in lieve ittero. Il più delle volte si manifesta negli uomini, ma le donne possono anche essere portatrici di questo gene. Questa diagnosi può essere confermata superando un test genetico o conducendo diversi esami del sangue. In particolare, insieme all'aumento della bilirubina, si può vedere un aumento dell'emoglobina e una diminuzione dell'ESR. Tra i possibili sintomi spiacevoli vi sono disturbi della digestione alimentare, nausea, mal di testa, sensazione di debolezza, spiacevoli sensazioni di "spinta" nella parte destra. Di solito aggravato dopo lo stress, mangiando cibi grassi o viceversa, dalla malnutrizione in generale.

Preparazione del paziente

Il biomateriale deve essere assunto a stomaco vuoto. Inoltre, un giorno prima di visitare il laboratorio, dovresti rifiutare di usare cibi grassi e non dovresti bere alcolici. I risultati di tali test sono generalmente noti 4 ore dopo il prelievo di sangue per l'epatite da una vena. Uno studio quantitativo può richiedere fino a 1 giorno, senza tenere conto del giorno dell'analisi..

Processo di indagine

Qualunque sia la ragione della comparsa dell'epatite, il danno che provoca al corpo è quasi sempre lo stesso: le cellule del fegato non possono più funzionare normalmente e morire. È necessario prepararsi adeguatamente al sondaggio e condurlo in modo tempestivo.

L'epatite virale è il gruppo più esteso di epatite. La distruzione nel fegato si verifica a causa della penetrazione di virus speciali nel corpo. Esistono diverse forme di epatite virale: A, B, C, D, E e G.

Nausea e vomito sono segni di epatite B

Come si manifesta l'epatite B:

  • debolezza dello stomaco;
  • nausea e vomito;
  • aumento della fatica;
  • dolore allo stomaco e ipocondrio destro;
  • pelle gialla e proteine ​​oculari;
  • crescita del fegato in volume.

Epatite C L'unico sintomo più grave e unico osservato per molti anni è la debolezza persistente. Questo può essere confuso con molte altre malattie che possono essere associate all'epatite. La distruzione del fegato porta quasi sempre a un sacco di patologie di terze parti, tutte le malattie croniche vengono esacerbate. Il fegato non può essere completamente ripristinato se ci sono problemi con il pancreas, la cistifellea o l'intestino in parallelo. Inoltre, è possibile condurre test per identificare le malattie fungine dell'intestino e sottoporsi a gastroscopia.

I metodi diagnostici di laboratorio sono fondamentali per la diagnosi della malattia. Abbiamo bisogno di un'analisi PCR per rilevare gli elementi dell'RNA del virus e un esame immunologico che determinerà la presenza di anticorpi contro il virus. Inoltre, è necessario eseguire un esame del sangue biochimico, stabilire il livello di bilirubina ed enzimi epatici (ad esempio, Alt, AcT).

Metodi di laboratorio per la diagnosi dell'epatite virale

Poiché l'epatite è la più comune in questi giorni, ci concentreremo sui metodi di laboratorio per la loro diagnosi. Va detto che direttamente un esame del sangue può fornire la maggior parte delle informazioni su questa malattia. I metodi strumentali (TC, risonanza magnetica, ultrasuoni) per la diagnosi di epatite non sono abbastanza efficaci.

Possono fornire informazioni sulla condizione e sulla struttura del fegato, ma non su quale specifico virus ha infettato il tuo corpo e per quanto tempo è successo. Questi dati sono cruciali per la scelta di un'ulteriore strategia di trattamento. Prima viene rilevata l'epatite o una predisposizione ad essa, meno sforzi saranno necessari per eliminarla. E maggiori sono le possibilità di un pieno recupero. Con forme di vecchia data, questo non può essere garantito..

  • esami del sangue generali e biochimici. Come con altre epatiti, questa analisi aiuta a valutare i cambiamenti nel lavoro e nelle condizioni del fegato al momento;
  • analisi degli antigeni. HBsAg è il primo marker di questo virus, può essere rilevato già nello stato di incubazione. La quantificazione di questo antigene viene utilizzata non solo per confermare la diagnosi, ma anche per identificare lo stadio - acuto o costante;
  • analisi di anticorpi anti-antigeni del virus. La presenza di anticorpi contro HB-core Ag può indicare che una volta una persona ha sofferto di epatite B. Questi anticorpi rimangono nel sangue per molto tempo dopo il recupero, e succede fino alla fine della vita.
  • esami del sangue generali e biochimici;
  • analisi per anticorpi. Al passaggio viene rilevata la presenza di anticorpi IgM;
  • analisi per la determinazione del virus RNA. Viene eseguito dalla PCR, consente di identificare una malattia o una predisposizione ad essa in una fase precoce e quindi evitare la sua trasformazione in una forma cronica;
  • determinazione dell'interleuchina 28 beta. L'analisi è effettuata mediante PCR. Ti consente di prevedere con precisione la possibile efficacia della terapia prescritta..

Gli esami di laboratorio con un esame del sangue per l'epatite nell'epatite virale devono essere eseguiti due volte. Ciò è necessario per eliminare virtualmente la possibilità di un risultato falso negativo o falso positivo..

Decifrare i risultati

I dettagli della decifrazione dei dati sull'epatite sono correlati al metodo di ricerca. È necessario un test qualitativo per stabilire la presenza o l'assenza di una malattia e un test quantitativo consente di identificare una concentrazione più accurata di una sostanza rilevabile. Tutto ciò è necessario per comprendere l'estensione della malattia. In alcuni casi, un indicatore positivo è la completa assenza di antigene o proteine ​​e, in alcuni casi, il contenuto della sostanza in una quantità inferiore al livello stabilito.

La decifrazione dei risultati può essere eseguita solo da un epatologo o terapeuta basato su un'anamnesi e una serie di studi.

"Risultato negativo

Un risultato negativo nella conclusione dell'analisi indica l'assenza della malattia. Questo risultato può essere ottenuto superando uno studio qualitativo mediante PCR, il suo oggetto è l'RNA o la catena del DNA del virus. Ma succede che in caso di esami del sangue sierologici (immunologici) di laboratorio, il valore risultante non viene registrato nel modulo di analisi, ma piuttosto un livello inferiore al valore impostato. Inoltre, il risultato di un test quantitativo è considerato negativo. Per confermare il risultato, il medico prescrive una nuova analisi dopo alcune settimane.

Test di epatite positiva

Se i risultati sono positivi, la persona dovrebbe sottoporsi nuovamente a un esame, poiché a volte una risposta falsa positiva può essere spiegata da una violazione della tecnologia del test stesso, reagenti scadenti o inappropriati, apparecchiature obsolete, preparazione errata della procedura (spesso mediante test dopo aver mangiato), sensibilità individuale, accuratezza degli analizzatori. Un risultato positivo può anche essere trovato in una persona che qualche tempo fa aveva già una forma acuta del virus o è il suo portatore sano. Il trasporto di epatite o malattia di Gilbert può essere debolmente espresso sotto forma di giallo o scolorimento delle secrezioni naturali quando sono presenti altre patologie nel corpo. Ma in sostanza, né l'uno né l'altro non sono pericolosi.

Un test di epatite positiva deve essere testato in almeno due laboratori di terze parti. Questa è una pratica normale, in quanto non è possibile dimostrare la presenza di epatite attraverso una singola analisi. Questo può accadere solo se il paziente era a rischio o ha subito interventi medici in precedenza..

Epatite B

Epatite B cronica da HBeAg positiva (rilevata in media nel 5-10% dei casi negli adulti con
la presenza di HBsAg nel siero del sangue, nei bambini e negli adolescenti è un po 'più comune). I criteri di diagnosi includono:

Virus dell'epatite B

  • la presenza di HBeAg, anche possibilmente in combinazione con anti-HBe, nel siero del sangue per 6 mesi. e altro;
  • di regola, attività ALT / AST persistentemente aumentata;
  • livelli sierici di HBV DNA superiori a 2000 UI / ml (media 10b-108 UI / ml);
  • indice di attività istologica di oltre 6 punti e / o fibrosi di più di 1 punto (Knodell o lshak).

Dato l'alto rischio di progressione della malattia, si raccomanda la terapia antivirale..

Epatite B cronica da HBeAg-negativa (rilevata in media nel 15-30% dei casi negli adulti con presenza di HBsAg nel siero). I criteri di diagnosi includono:

  • l'assenza di HBeAg e la presenza di anti-HBe nel siero;
  • attività persistentemente aumentata o fluttuante di ALT / AST (i periodi di attività elevata possono essere sostituiti da brevi periodi di attività bassa o normale);
  • un livello sierico di HBV DNA superiore a 2000 UI / ml (media 104-10 b UI / ml);
  • indice di attività istologica di oltre 6 punti e / o fibrosi di più di 1 punto (Knodell o lshak).

Terapia antivirale indicata

Qualsiasi trattamento con rimedi popolari dovrebbe essere coordinato con il medico curante, poiché molte erbe hanno una forte influenza sulla sintesi, la cristallizzazione e il movimento della bile. Oltre all'esacerbazione dell'epatite, questo può portare alla formazione di calcoli e patologie della cistifellea. È molto probabile che la colecistite calcarea si concluda con un'operazione per rimuovere la cistifellea - questo è un grosso rischio con epatite virale attiva.

Epatite C

La diagnosi si basa su un esame del sangue totale anti-HCV (anticorpo anti-virus dell'epatite C). La quantità di virus RNA aiuta a rilevare il metodo PCR.

Puoi decrittografare il risultato in questo modo:

  • assente: RNA dell'epatite C non trovato o concentrazione inferiore al limite di sensibilità (valore 60 UI / ml);
  • inferiore a 102 UI / ml: positivo, il concentrato di RNA dell'epatite C è inferiore a 102 UI / ml;
  • da 102 a 108 UI / ml: il risultato è positivo;
  • maggiore di 108 UI / ml: positivo, ma la concentrazione di RNA supera 108 UI / ml.

Molto spesso, il cancro al fegato inizia nei pazienti con epatite cronica C e B. Questa cifra raggiunge l'80% dei casi in tutto il mondo. Pertanto, il trattamento non può essere avviato in alcun modo; la terapia deve iniziare immediatamente dopo la diagnosi..

La probabilità di risultati falsi

Spesso si osservano risultati errati quando si utilizzano reagenti di scarsa qualità, si utilizzano apparecchiature obsolete o si violano gli standard dei test. A volte la correttezza del metodo di ricerca include già una percentuale ammissibile di errore. Una risposta falsa negativa può essere durante il test nella fase della malattia, quando gli anticorpi non sono ancora prodotti in quantità sufficienti, falsi positivi - nella fase estrema dell'epatite acuta, nel processo iniziale di recupero.

L'epatite è senza dubbio una malattia complessa, che, con una combinazione sfavorevole di fattori, può portare a cancro al fegato, cirrosi o inferiorità epatica, che non è buona. La patologia si basa su una grave infiammazione dovuta a danni infettivi o tossici al fegato. La diffusione dell'epatite tra le persone è facilitata dalla tossicodipendenza, dall'alcool, dai rapporti sessuali incontrollati e dal basso livello di servizi offerti nella clinica.

Nessun medico può garantire un completo recupero dall'epatite per una ragione: lo sviluppo di questo virus è rapido e il trattamento dipende al 95% da quanto tempo il paziente cerca aiuto. Anche i test svolgono un ruolo importante: più accuratamente viene verificata la diagnosi, più efficace sarà la terapia. L'automedicazione, una dieta selezionata in modo improprio e il calcolo dell '"auto-passaggio" possono annullare gli sforzi anche di un medico esperto, quindi è necessario osservare attentamente le regole definite da uno specialista.

Test dell'epatite: come riconoscere una malattia

L'insidiosità delle malattie virali, come l'epatite, sta nel fatto che l'infezione si verifica all'istante, ma per lungo tempo il paziente potrebbe non rendersi nemmeno conto di essere infetto.

Diagnosticare accuratamente la malattia e selezionare la terapia necessaria aiuta nei test a tempo. Parliamo di loro in modo più dettagliato..

Quali test hai per l'epatite?

Epatite significa malattia epatica infiammatoria. Può avere forme sia acute che croniche. Molto spesso si trovano malattie di natura virale. Ad oggi, sono note sette principali varietà di virus dell'epatite: questi sono i gruppi A, B, C, D, E, F e G.

Tuttavia, indipendentemente dal tipo di virus, nella fase iniziale, la malattia procede in modo simile: disagio nell'ipocondrio destro, temperatura, debolezza, nausea, dolore in tutto il corpo, urine scure, ittero.

Dovresti sapere che la malattia può essere trasmessa in vari modi: attraverso l'acqua e il cibo contaminati, attraverso il sangue, la saliva, sessualmente, usando prodotti per l'igiene di altre persone, inclusi rasoi, asciugamani, forbici per unghie.

Pertanto, se i sintomi non compaiono (e il periodo di incubazione può durare fino a due mesi o anche più), ma hai suggerimenti che potrebbero essere infetti, allora un test di epatite dovrebbe essere fatto il più presto possibile.

Inoltre, tali test dovrebbero essere eseguiti regolarmente da personale medico, responsabili della sicurezza, specialisti in manicure e pedicure, dentisti, in una parola: tutti coloro il cui lavoro quotidiano prevede il contatto con materiali biologici di altre persone.

Il test viene anche mostrato agli specialisti le cui attività professionali comportano viaggi in paesi esotici..

Epatite A, o malattia di Botkin

Causato dal virus RNA della famiglia Picornaviridae. Il virus viene trasmesso attraverso articoli domestici e cibo, quindi la malattia è anche chiamata "malattia delle mani sporche". Sintomi tipici di qualsiasi tipo di epatite: nausea, febbre, dolori articolari, debolezza. Quindi appare l'ittero.

Il periodo di incubazione dura in media 15-30 giorni. Esistono forme acute (itteriche), subacute (anicteriche) e subcliniche (asintomatiche) della malattia.

  • Il rilevamento dell'epatite A consente l'analisi dell'anti-HAV-IgG (anticorpi di classe IgG contro il virus dell'epatite A). Questo test aiuta anche a determinare la presenza di immunità al virus dell'epatite A dopo la vaccinazione, questo studio è particolarmente necessario durante le epidemie..
  • Per i segni clinici dell'epatite A, è prescritto il contatto con un paziente, la colestasi (deflusso biliare compromesso), Anti-HAV-IgM (anticorpi IgM anti-virus dell'epatite A). Con le stesse indicazioni, viene eseguito un test per determinare il virus RNA nel siero del sangue con il metodo della reazione a catena della polimerasi (PCR) nel plasma sanguigno.

Epatite B

Causato dal virus HBV dalla famiglia di epatadavirus. L'agente causale è molto resistente alle alte e basse temperature. L'epatite B rappresenta un grave pericolo: circa 2 miliardi di persone nel mondo sono infettate da questo virus e oltre 350 milioni sono ammalate..

La malattia viene trasmessa attraverso il piercing e il taglio di oggetti, sangue, fluidi corporei, durante i rapporti sessuali. Il periodo di incubazione può durare da 2 a 6 mesi, se durante questo periodo la malattia non viene rilevata e trattata, può passare da uno stadio acuto a uno cronico.

Il decorso della malattia passa con tutti i sintomi caratteristici dell'epatite. A differenza dell'epatite A con epatite B, la disfunzione epatica è più pronunciata. Più spesso sindrome colestatica, si sviluppano esacerbazioni, è possibile un decorso prolungato, nonché recidive della malattia e sviluppo di coma epatico.

Per rilevare questa malattia, vengono prescritti test quantitativi e qualitativi per la determinazione dell'HBsAg (antigene di superficie dell'epatite B, antigene dell'HBs, antigene di superficie del virus dell'epatite B, antigene australiano).

L'interpretazione dell'analisi quantitativa è la seguente: e = 0,05 UI / ml - positivo.

Epatite C

Una malattia virale (precedentemente chiamata "né epatite A né B"), trasmessa attraverso il sangue infetto. Il virus dell'epatite C (HCV) si riferisce ai flavivirus. È molto stabile nell'ambiente. Tre proteine ​​strutturali del virus hanno proprietà antigeniche simili e causano la produzione di anticorpi anti-HCV-core.

Il periodo di incubazione della malattia può durare da due settimane a sei mesi. La malattia è molto comune: circa 150 milioni di persone sono infette dal virus dell'epatite C nel mondo e sono a rischio di sviluppare cirrosi o cancro al fegato.

Più di 350 mila persone muoiono ogni anno per malattie epatiche legate all'epatite C..

L'epatite C è insidiosa in quanto può nascondersi sotto le sembianze di altre malattie. L'ittero con questo tipo di epatite è raro, inoltre non si osserva sempre un aumento della temperatura. Numerosi casi sono stati osservati quando le uniche manifestazioni della malattia erano stanchezza cronica e disturbi mentali..

Ci sono anche casi in cui le persone, essendo portatrici e portatrici del virus dell'epatite C, non hanno manifestato manifestazioni della malattia per anni.

È possibile diagnosticare la malattia utilizzando un'analisi qualitativa del totale anti-HCV (anticorpi anti-virus dell'epatite C). La quantificazione del virus RNA viene effettuata mediante PCR. Il risultato è interpretato come segue:

non rilevato: l'RNA dell'epatite C non è stato rilevato o il valore è inferiore al limite di sensibilità del metodo (60 UI / ml);

  • 108 UI / ml: positivo con concentrazione di RNA dell'epatite C maggiore di 108 UI / ml.

I pazienti con epatite B e C sono a rischio di carcinoma epatico: fino all'80% dei casi di carcinoma epatico primario in tutto il mondo sono registrati nei portatori cronici di queste forme di malattia..

Epatite D, o epatite delta

Si sviluppa solo in presenza di epatite B. I metodi di infezione sono simili all'epatite B. Il periodo di incubazione può durare da un mese e mezzo a sei mesi. La malattia è spesso accompagnata da gonfiore e ascite (idropisia addominale)..

La malattia viene diagnosticata dall'analisi per la determinazione del virus dell'epatite D RNA nel siero mediante reazione a catena della polimerasi (PCR) con rilevazione in tempo reale, nonché dall'analisi degli anticorpi della classe IgM (virus dell'epatite delta, anticorpi IgM, IgM anti-HDV).

Un risultato positivo del test indica un'infezione acuta. Un risultato negativo del test corregge la sua assenza o un periodo di incubazione precoce della malattia o una fase avanzata. Il test è indicato per i pazienti con epatite B e per l'iniezione di tossicodipendenti..

Epatite E

L'infezione viene spesso trasmessa attraverso cibo e acqua. Il virus si trova spesso nei residenti dei paesi caldi.

I sintomi sono simili all'epatite A. Nel 70% dei casi, la malattia è accompagnata da dolore nell'ipocondrio destro. Nei pazienti, la digestione è sconvolta, la salute generale peggiora, quindi inizia l'ittero.

Nell'epatite E, un decorso grave della malattia che porta alla morte è più comune che nell'epatite A, B e C. Si raccomanda di fare lo studio dopo aver visitato i paesi in cui il virus è comune (Asia centrale, Africa).

La malattia viene rilevata durante il test Anti-HEV-IgG (anticorpi IgG anti-virus dell'epatite E). Un risultato positivo indica la presenza di una forma acuta della malattia o indica una vaccinazione recente. Negativo: sull'assenza di epatite E o sul recupero.

Epatite F

Questo tipo di malattia è stato poco studiato al momento e le informazioni raccolte al riguardo sono contraddittorie. Esistono due agenti causali della malattia, uno può essere trovato nel sangue, l'altro nelle feci di una persona che ha ricevuto una trasfusione di sangue infetto. Il quadro clinico è lo stesso di una malattia di altri tipi di epatite.

Oltre a un esame del sangue, vengono esaminati urina e feci per rilevare questa malattia..

Epatite G

Si sviluppa solo in presenza di altri virus di questa malattia - B, C e D. Si trova nell'85% dei tossicodipendenti che iniettano sostanze psicotrope con un ago non disinfettato. È anche possibile infezione quando si applicano tatuaggi, piercing all'orecchio, agopuntura. La malattia viene trasmessa sessualmente.

Per molto tempo, può verificarsi senza sintomi gravi. Il decorso della malattia ricorda in molti modi l'epatite C. Gli esiti della forma acuta della malattia possono essere: recupero, formazione di epatite cronica o portamento prolungato del virus. La combinazione con l'epatite C può portare alla cirrosi..

La malattia può essere rilevata mediante un test dell'RNA sierico (HGV-RNA). Le indicazioni per il test sono precedentemente registrate epatite C, B e D. Inoltre, il test deve essere passato ai tossicodipendenti e a coloro che li contattano.

Preparazione ai test e alla procedura per l'epatite

Come ottenere un esame del sangue per l'epatite A, B, C, D, E, F e G? Per i test per tutti i tipi di epatite, il sangue viene prelevato da una vena. Il sangue viene prelevato al mattino a stomaco vuoto. La procedura non richiede una preparazione speciale, ma il giorno prima è necessario astenersi dal sovraccarico fisico ed emotivo, smettere di fumare e bere alcolici.

In genere, i risultati dei test sono pronti un giorno dopo il prelievo di sangue.

Decifrare i risultati

I test dell'epatite possono essere qualitativi (indicano la presenza o l'assenza del virus nel sangue) o quantitativi (stabilire la forma della malattia, aiutare a controllare il decorso della malattia e l'efficacia della terapia).

Chi è coinvolto nella decifrazione dei risultati dei test dell'epatite A, B, C, D, E, F e G? Solo uno specialista in malattie infettive può interpretare l'analisi e fare una diagnosi basata sul test. Tuttavia, diamo uno sguardo generale ai risultati del test..

Test dell'epatite "negativo"

Un risultato simile suggerisce che nel sangue non è stato rilevato alcun virus dell'epatite: un'analisi qualitativa ha dimostrato che la persona in esame è sana. Non ci possono essere errori, poiché l'antigene appare nel sangue già durante il periodo di incubazione.

Test di epatite positiva

Nel caso di un risultato positivo, dopo un po '(a discrezione del medico), viene eseguita una seconda analisi. Il fatto è che un maggiore contenuto di anticorpi può essere causato, ad esempio, dal fatto che il paziente ha recentemente sofferto di una forma acuta di epatite e che gli anticorpi sono ancora presenti nel sangue.

In altri casi, un risultato positivo indica il periodo di incubazione, la presenza di epatite acuta o virale o conferma che il paziente è portatore del virus.

Secondo la legge russa, le informazioni sui risultati positivi degli studi sierologici sui marcatori dell'epatite virale parenterale vengono trasmesse ai dipartimenti di registrazione e registrazione delle malattie infettive dei centri pertinenti della sorveglianza sanitaria ed epidemiologica.

Se il test è stato condotto in modo anonimo, i suoi risultati non possono essere accettati per le cure mediche. Se il test è positivo, è necessario contattare uno specialista in malattie infettive per prescrivere un ulteriore esame e condurre la terapia necessaria.

L'epatite non è una frase, nella maggior parte dei casi la forma acuta della malattia è completamente guarita, l'epatite cronica, soggetta a determinate regole, non cambia sostanzialmente la qualità della vita. La cosa principale è rilevare il virus in tempo e iniziare la lotta contro di esso.

Costo di analisi

Nelle cliniche private di Mosca, puoi fare dei test per identificare e specificare il virus dell'epatite. Quindi, un'analisi qualitativa per l'epatite A costa in media 700 rubli, lo stesso per l'epatite B; ma un test quantitativo per l'antigene di superficie del virus dell'epatite B costerà circa 1300 rubli.

Determinazione del virus dell'epatite G - 700 rubli. Ma un'analisi più complessa, la determinazione quantitativa dell'RNA del virus dell'epatite C mediante PCR, costa circa 2900 rubli.

Attualmente, non vi è alcuna difficoltà nella diagnosi di epatite, specialmente nelle regioni centrali dei paesi sviluppati. Ma per evitare tali malattie, non trascurare le regole di igiene personale. Va inoltre ricordato che il contatto sessuale accidentale può causare malattie..