Quali esami del sangue mostreranno le condizioni del fegato?

Il fegato svolge una serie di importanti funzioni per il nostro corpo, quindi è importante monitorare le sue condizioni. Esistono numerosi studi che possono raccontare la presenza di patologie. Uno dei metodi molto accessibili e informativi include esami del sangue. Su quale esame del sangue mostra le condizioni del fegato, lo diremo in dettaglio.

Il fegato e le sue funzioni

Il fegato si trova sul lato destro nella cavità addominale. Questa è la più grande ghiandola del corpo umano, il suo peso è del 2,5% del peso corporeo totale dell'adulto. Le funzioni dell'organo sono diverse.

La funzione più importante è la segreteria. La ghiandola produce la bile, che entra nel duodeno. Una funzione altrettanto importante è la barriera. Veleni, allergeni e tossine sono neutralizzati nel fegato. È in grado di assorbire particelle nocive, cellule morte e batteri. Il prossimo ruolo è il deposito di proteine, grassi, carboidrati, vitamine, minerali, ormoni ed enzimi.

Con una malattia dell'organo, si possono sentire pesantezza e dolore nell'ipocondrio destro. Una tonalità gialla della pelle e della sclera sono anche caratteristiche della patologia della ghiandola. Le malattie sono spesso accompagnate da letargia, affaticamento, perdita di appetito, nausea, bruciore di stomaco e amarezza in bocca..

Le malattie comuni includono epatite, fibrosi, cirrosi, steatosi, ascessi e cisti, nonché oncologia maligna. Si trovano amiloidosi, emocromatosi, colangite sclerosante, iperbilirubinemia funzionale.

A causa della varietà di funzioni, al fine di verificare le violazioni dell'organo, è impossibile cavarsela con un'analisi. La diagnostica che può dire delle condizioni del fegato include: esami del sangue biochimici (per gli enzimi AST e ALT, bilirubina, albumina, gamma-glutamiltransferasi (GGT) e fosfatasi alcalina) - questi sono chiamati test epatici. Oltre a un esame del sangue per i marcatori di virus dell'epatite e cellule tumorali.

Spiegazione di AST e ALT

L'aspartato aminotransferasi (AST) è un enzima presente in ogni cellula del corpo, ma in una concentrazione più elevata nel cuore e nel fegato. In caso di danni al fegato e ai muscoli, viene rilasciato AST, il suo contenuto nel sangue inizia ad aumentare. Varie malattie contribuiscono a questo - epatite, cirrosi, ecc. Un valore elevato si osserva anche quando molte tossine entrano nel corpo che il fegato non può far fronte, a causa delle quali la sua distruzione.

Normale sono considerati indicatori fino a 41 unità / litro negli uomini e fino a 31 unità / litro nelle donne. I valori più alti si trovano nell'epatite acuta, quando si verifica un'estesa distruzione della ghiandola..

L'alanina aminotransferasi (ALT) - un enzima, come l'AST, si trova in tutte le cellule. È localizzato principalmente nel fegato e nei reni. Con la patologia della ghiandola, l'enzima entra nel flusso sanguigno anche prima della manifestazione dei sintomi. La norma per gli uomini è fino a 41 unità / litro, per le donne - fino a 33 unità / litro. Molto spesso, queste analisi sono prescritte in combinazione, poiché entrambi i risultati sono molto istruttivi e sono fondamentali nella diagnosi del danno a questo organo..

Viene anche calcolato il rapporto di ALT e AST. Questo è consigliabile solo se almeno uno degli indicatori è al di fuori dell'intervallo normale. Questo rapporto è chiamato rapporto De Ritis. Normalmente, è nell'intervallo 0,91-1,75. Se il valore è inferiore a 0,91, ciò indica la distruzione della ghiandola.

Test epatici e decodifica dei risultati

La bilirubina è un pigmento giallo. Si forma durante la scomposizione dell'emoglobina (un componente dei globuli rossi). Normalmente, la bilirubina si forma in una quantità di 250-300 mg al giorno. Il pigmento può essere generale, diretto e indiretto. La norma della bilirubina totale è di 2,3-20,5 μm / l, diretta - fino a 5,1 μm / l, indiretta fino a 15,4 μm / l.

Un aumento della bilirubina prevalentemente diretta indica malattie: epatite virale, cirrosi, intossicazione da alcol nell'organo, coledocolitiasi, colangite. Un aumento del pigmento prevalentemente diretto e indiretto indica malattie come epatite tossica e virale, ascessi, tumori cancerosi dell'organo e metastasi, cirrosi, echinococcosi, mononucleosi.

L'albumina è la principale proteina del fegato. Il ferro sano produce 150-250 mg / kg di albumina al giorno. Di conseguenza, con l'insufficienza epatica, l'indicatore proteico diminuirà. Normale per un adulto sono considerati indicatori di 35-53 g / l.

Riduce le proteine ​​nell'insufficienza epatica, epatite cronica, cirrosi. Il valore scende al di sotto del limite inferiore della norma anche prima dell'inizio dei sintomi.

Fosfatasi alcalina e gamma-glutamiltransferasi (GGT). Le deviazioni dalla norma di questi indicatori indicano il ristagno della bile. Molto spesso, le cause di ostruzione e deflusso alterato sono associate a processi tumorali e ostruzione del dotto con la pietra durante la colelitiasi. La norma della fosfatasi alcalina per gli uomini è fino a 270 unità / litro, per le donne - fino a 240 unità / litro. GGT - uomo - 10-71 unità / l, donna - 6-42 unità / l.

I test per la cirrosi epatica, la malattia più comune, mostreranno un aumento di tutte le frazioni di bilirubina, GGT, fosfatasi alcalina. A causa del deterioramento del lavoro a tutti gli effetti, un esame del sangue per la cirrosi epatica mostrerà un basso contenuto di proteine ​​di albumina.

Esame del sangue per cancro al fegato ed epatite

Non una singola malattia passa nel corpo senza lasciare traccia, i marcatori aiuteranno a determinare la presenza di antigeni per alcune malattie.

Marcatori di epatite. decodifica:

  • Marker per epatite virale A (HAV) - Anti-HAV - IgM, anticorpi IgM anti virus A. Risultato positivo: anti HAV IgM, anti HAV IgG, HAV Ag, HAV RNA.
  • Marcatore per epatite virale B (HBV) - Anticorpi anti-HBs verso l'antigene HBs del virus B. Risultato positivo: Pre-S1, Pre-S2, anti Pre-S2, HBsAg, HBeAg, anti-HBs, anti-HBc IgM, anti -HBc IgG, anti HBe, HBV DNA, DNA polimerasi.
  • Marcatore per l'epatite virale C (HCV) -Anti-HCV-anticorpi totali verso antigeni virali C. Risultato positivo: HCV Ag, anti-HCV-IgM, anti-HCV-IgG, HCV RNA.

Marcatore tumorale AFP (alfa-fetoproteina) - un marcatore per il cancro. La composizione di AFP e albumina sono simili. Un risultato superiore a 10 UI è considerato patologico.

Un alto livello di AFP indica oncologia maligna, metastasi nella ghiandola di altri tumori cancerosi, così come un alto valore può essere con il cancro embrionale. Un leggero aumento dell'AFP può indicare cirrosi, epatite e insufficienza renale..

Preparazione dell'analisi del sangue

Si consiglia di venire in laboratorio al mattino. Prima della diagnosi, è importante non mangiare cibo per 8-12 ore, bere solo acqua. L'esame è vietato dopo aver bevuto alcolici, questo distorcerà notevolmente il risultato, perché il ferro elaborerà attivamente le tossine. Escludere le bevande alcoliche almeno un giorno prima del test e non fumare 1 ora prima della donazione di sangue.

Per diversi giorni (idealmente una settimana) non esercitare. Escludere cibi grassi almeno un giorno prima dell'esame e la sera, alla vigilia della diagnosi, non bere caffè e latticini (è consentito il latte scremato). Evitare lo stress grave è anche necessario per un risultato affidabile. Numerosi farmaci possono distorcere il risultato dell'esame. È necessario avvisare il medico in anticipo sull'assunzione di eventuali farmaci.

Le malattie del fegato hanno un impatto enorme su tutto il corpo. La migliore prevenzione è una corretta alimentazione, eliminando le cattive abitudini e rifiutando i farmaci incontrollati. Le malattie delle ghiandole in esecuzione portano a conseguenze irreversibili. Al minimo sospetto di una patologia d'organo, è necessario consultare un medico, effettuerà il controllo necessario della condizione e fornirà una decodifica dei risultati diagnostici.

Come controllare il fegato: quali esami superare, la loro decodifica, norma e deviazioni

Come controllare il fegato e quali esami superare sono tutt'altro che domande inattive.

Il fegato è la più grande ghiandola della secrezione esterna nel corpo umano. Si trova nel quadrante in alto a destra della cavità addominale, direttamente sotto il diaframma e svolge molte funzioni in una persona:

  • neutralizzazione di xenobiotici (sostanze tossiche), in particolare veleni, tossine, allergeni;
  • neutralizzazione ed eliminazione di vitamine, mediatori, ormoni in eccesso, nonché una serie di prodotti metabolici tossici (corpi chetonici e acetone, etanolo, fenolo, ammoniaca) dall'organismo;
  • fornire il fabbisogno energetico del corpo convertendo in glucosio varie fonti energetiche (acido lattico, glicerina, aminoacidi, acidi grassi liberi);
  • conservazione delle riserve di energia del corpo sotto forma di riserve di glicogeno e regolazione del metabolismo dei carboidrati;
  • conservazione di alcuni oligoelementi (cobalto, rame, ferro) e vitamine (A, B12, D)
  • partecipazione al metabolismo di un intero gruppo di vitamine (A, gruppo B, C, D, PP, K, E, acido folico);
  • partecipazione al processo di emopoiesi nel feto;
  • regolazione del metabolismo lipidico;
  • secrezione e secrezione di bile;
  • deposizione di sangue.

L'analisi del sangue biochimica è uno dei metodi più importanti di diagnostica di laboratorio, che consente di valutare il funzionamento di quasi tutti i sistemi e organi sulla base di informazioni sul metabolismo di carboidrati, grassi, proteine.

Data la funzione del fegato, viene spesso chiamato il laboratorio biochimico del corpo. Qualsiasi violazione delle attività di questo organismo costituisce una grave minaccia. Inoltre, ogni anno le malattie del fegato vengono diagnosticate più spesso. Ciò è facilitato da una cattiva alimentazione, dall'abuso di alcool, da uno stile di vita sedentario.

Chi ha bisogno di controllare il fegato

Una caratteristica di molte malattie del fegato è che sono quasi asintomatiche per lungo tempo e vengono diagnosticate solo quando meno del 15% di tutte le cellule di questo organo rimane funzionale. Esempi di tali malattie sono l'epatite cronica, la cirrosi, il cancro al fegato.

I medici raccomandano che tutte le persone vengano sottoposte a una visita medica annuale, che consenta di rilevare tempestivamente la disfunzione epatica. Ma ci sono alcuni sintomi in cui un paziente dovrebbe essere esaminato immediatamente. Questi includono:

  • disagio nell'ipocondrio destro;
  • un aumento delle dimensioni del fegato rilevato dall'ecografia o dalla palpazione addominale;
  • cattivo gusto in bocca;
  • nausea frequente;
  • perdita di peso inspiegabile;
  • maggiore irritabilità;
  • sonnolenza;
  • ittero;
  • respiro dolciastro (epatico);
  • vomito con una miscela di sangue (il sanguinamento interno dalle vene dilatate dell'esofago è una complicazione della cirrosi).

Uno studio delle funzioni del fegato deve essere effettuato durante la gravidanza (è meglio farlo nella fase della sua pianificazione), prima di iniziare un ciclo di trattamento con farmaci potenti, nonché prima di qualsiasi intervento chirurgico.

Valutare il grado di fibrosi epatica consente l'elastografia. Questa ricerca è condotta dallo speciale dispositivo ad ultrasuoni FibroScan.

Cosa mostra lo screening del fegato

Lo screening, ovvero un esame del fegato, viene eseguito per i seguenti scopi:

  • diagnosi di possibili malattie del fegato (epatosi grassa, epatite autoimmune o virale);
  • identificazione e valutazione del grado di disturbi istologici della struttura del tessuto organico (cirrosi, fibrosi).

Il paziente, prima di tutto, deve consultare un medico che raccoglierà una storia medica, condurrà un esame iniziale e fornirà un rinvio per gli esami del sangue necessari, quindi eseguirà una trascrizione dei risultati.

Biochimica del sangue

Un esame del sangue biochimico è uno dei metodi più importanti di diagnostica di laboratorio, che consente di valutare il funzionamento di quasi tutti i sistemi e organi sulla base di informazioni sul metabolismo di carboidrati, grassi e proteine. Qualsiasi condizione patologica del fegato si manifesta quasi immediatamente come un cambiamento nei parametri biochimici del sangue. A seconda delle condizioni del paziente, il medico può prescrivergli un esame del sangue biochimico standard o un esame esteso, che includa più di 13 indicatori. Molto spesso, la biochimica del sangue durante il controllo delle funzioni epatiche comprende la determinazione dei seguenti indicatori:

  1. L'aspartato aminotransferasi (AST) e l'alanina aminotransferasi (ALT) sono enzimi epatici che sono direttamente coinvolti nel metabolismo proteico. La norma del loro contenuto è di 40 unità / litro per gli uomini e 30 unità / litro per le donne. Un aumento degli enzimi epatici indica forme virali o tossiche acute di epatite, ittero ostruttivo, cancro al fegato, cirrosi. Una diminuzione dei livelli di enzimi indica necrosi epatica estesa o grave carenza di vitamina B.6.
  2. Fosfatasi alcalina. Questo è un intero gruppo di enzimi che regolano il metabolismo dell'acido fosforico. Il normale contenuto di fosfatasi alcalina va da 40 a 150 U / L. Si osserva un aumento della concentrazione con sindrome colestatica, epatite tossica, cancro, cirrosi e necrosi epatica.
  3. Bilirubina. È un pigmento giallo formato durante la decomposizione dell'emoglobina. La norma della bilirubina totale nel sangue è di 3,5-17,5 μmol / L. Si verifica un aumento dell'epatite, della malattia del calcoli biliari, del cancro al fegato.
  4. Albume. Questa è la principale proteina del sangue umano prodotta nel fegato. Normalmente, la sua concentrazione nel sangue è di 35–55 g / l. Una diminuzione dell'indicatore indica la cirrosi epatica o la morte massiccia di epatociti.
  5. La colinesterasi è un gruppo di enzimi che si formano nel fegato. Qualsiasi patologia epatica è accompagnata da una diminuzione della concentrazione di colinesterasi nel sangue (normale - 5.000-12.500 U / L).
  6. Indice protrombinico (PTI). Caratterizza la capacità di coagulazione del sangue. La norma è del 75-142%. Poiché la sintesi della protrombina viene effettuata nel fegato, una qualsiasi delle sue malattie porta a una diminuzione del livello di IPT.
  7. Test del timolo. Una specie di test sedimentario (coagulazione). Utilizzato per valutare la funzione proteina-sintetica del fegato. Il valore normale è compreso tra 0 e 4 unità. Un aumento è osservato in pazienti con epatite A (inclusa la forma anicterica), epatite tossica e cirrosi.

Uno studio delle funzioni del fegato deve essere effettuato durante la gravidanza (è meglio farlo nella fase della sua pianificazione), prima di iniziare un ciclo di trattamento con farmaci potenti, nonché prima di qualsiasi intervento chirurgico.

Diagnosi di fibrosi epatica

La fibrosi epatica è un processo patologico in cui gli epatociti vengono distrutti e sostituiti con tessuto connettivo grossolano (fibroso). La diagnosi preliminare di questa condizione viene eseguita secondo la scansione a ultrasuoni. Per confermare la diagnosi, in precedenza era necessario eseguire una biopsia epatica. Attualmente, ci sono speciali sistemi di test per valutare il grado di fibrosi epatica. La preparazione per l'esame e il prelievo di sangue sono esattamente gli stessi dell'analisi biochimica.

Valutare il grado di fibrosi epatica consente l'elastografia. Questa ricerca è condotta dallo speciale dispositivo ad ultrasuoni FibroScan.

Questi metodi diagnostici consentono di diagnosticare il cancro del fegato nelle prime fasi, nonché di valutare la prognosi di questa malattia..

Diagnosi di epatite virale e autoimmune

Il quadro clinico dell'epatite di diverse specie è quasi lo stesso. I pazienti sviluppano sintomi di intossicazione generale (debolezza, affaticamento, disturbi del sonno, nausea, mal di testa, dolore ai muscoli e alle articolazioni, diminuzione dell'appetito), colorazione itterica delle mucose e dei tegumenti e la palpazione epatica viene ingrandita. È possibile determinare quale forma di epatite si osserva in un particolare paziente usando una serie di esami del sangue.

Se si sospetta l'epatite infettiva, a un bambino o adulto viene prescritta un'analisi per determinare il contenuto sierico di immunoglobuline di classe M e G per l'epatite virale A, B, C, D, G, E. Inoltre, è necessario effettuare una determinazione quantitativa e qualitativa del DNA e dell'RNA dei virus dell'epatite mediante la polimerasi reazione a catena (PCR).

Data la funzione del fegato, viene spesso chiamato il laboratorio biochimico del corpo. Qualsiasi violazione delle attività di questo organismo è irta di gravi minacce..

Per confermare o escludere la diagnosi di epatite autoimmune, è necessario condurre un esame del sangue per il contenuto di anticorpi specifici per il tessuto epatico.

I test epatici più efficaci

Il fegato è uno dei principali organi del corpo umano. Svolge una serie di importanti funzioni, come la produzione di ormoni, la produzione di bile, il mantenimento del normale metabolismo, la neutralizzazione di sostanze tossiche e altri. Ma il suo parenchima non ha recettori del dolore. A questo proposito, molte malattie per lungo tempo non mostrano sintomi. Un esame del fegato aiuterà a identificare la patologia nelle prime fasi e ad iniziare un trattamento tempestivo. La risposta alla domanda - dove e come vengono eseguite queste manipolazioni - sarà data in questo articolo.

Quando è richiesta la diagnostica

È abbastanza difficile determinare in modo indipendente la presenza di malattie del fegato. Di norma, i primi sintomi compaiono in quei casi in cui l'organo interno cessa di svolgere determinate funzioni. Tuttavia, ci sono una serie di segni che hanno maggiori probabilità di servire come scusa per contattare un istituto medico per una diagnosi epatica..

Sintomi che richiedono metodi di esame clinico:

  • Yellowness A causa del maggiore contenuto di bilirubina, la sclera degli occhi, della pelle e delle mucose acquisisce una tinta giallastra.
  • Pesantezza e dolore nell'ipocondrio giusto. Principalmente il disagio si verifica dopo aver bevuto alcolici, cibi piccanti e grassi..
  • Cambia la frequenza dei movimenti intestinali. Con la patologia epatica, il deflusso della bile è disturbato, che sviluppa costipazione o diarrea.
  • Un aumento delle dimensioni dell'addome o del modello venoso sulla pelle nella regione addominale, che ricorda vagamente una medusa.
  • Allergia. Nelle malattie del tratto gastrointestinale, un tipico processo immunopatologico non può essere trattato con antistaminici.
  • Scolorimento dei movimenti intestinali. Durante la disfunzione epatica, la bilirubina penetra nel lume del colon e compromette la funzionalità renale. A questo proposito, le feci si scoloriscono e l'urina diventa scura..

Il fegato richiede anche un esame per il prurito della pelle o la formazione di crepe e placca scura sulla lingua.

Chi conduce un esame del fegato

L'esame primario del paziente viene eseguito dal terapeuta. Durante il ricevimento conduce un esame visivo, la palpazione e l'anamnesi. Ai primi segni di patologie del tratto gastrointestinale e il fegato è uno degli organi coinvolti nella digestione, il medico fa riferimento a un gastroenterologo.

Il tratto gastrointestinale comprende un gruppo di organi interni. Queste sono la cavità orale, le ghiandole salivari, la faringe, l'esofago, lo stomaco, l'intestino, il fegato, il pancreas e l'ano. Spesso, le malattie di questi organi hanno sintomi comuni. Il compito di un gastroenterologo è determinare quale organo del tratto gastrointestinale è danneggiato. Nel caso in cui un fattore predisponente indichi una malattia del fegato, il medico reindirizza il paziente a un epatologo.

Un epatologo è uno specialista ristretto che esamina fegato, cistifellea e dotti. Inoltre, determina quale infezione è danneggiata dall'organo, prescrive un ciclo di trattamento e monitora le sue azioni..

Quali malattie mostra l'esame?

La diagnosi del fegato comprende una serie di metodi di ricerca clinica. Grazie a loro, puoi determinare:

  • grado di danno;
  • patologie di natura ereditaria;
  • violazione del movimento coordinato di bile;
  • processo infiammatorio dei dotti biliari;
  • epatite tossica, virale e autoimmune;
  • cambiamenti infiltrativi;
  • cirrosi;
  • patologie metaboliche.

Tipi di esame clinico

Dopo aver esaminato il paziente, durante il quale vengono determinate le dimensioni, la densità, la posizione e il dolore del fegato, l'epatologo prescrive studi di laboratorio e strumentali. I loro risultati aiuteranno a compilare correttamente il quadro generale della malattia. Cioè, il suo corso, fase, causa dell'evento e ulteriori previsioni.

Esame di laboratorio del fegato

La diagnosi di laboratorio del biomateriale mostra se ci sono malfunzionamenti nell'organo interno. Con la violazione di una o più funzioni, si forma una serie di manifestazioni della malattia, che aiuta a diagnosticare correttamente. Durante un esame del fegato, vengono prescritti i seguenti test.

Analisi del sangue generale

I valori OAC non sono specifici per la diagnosi accurata. Tuttavia, aiutano a vedere se ci sono anomalie nel fegato e danno un'idea generale della salute umana..

Informazioni di esempio sui valori dello studio:

  • Un cambiamento nel numero di globuli bianchi indicherà che c'è un processo infiammatorio nel corpo.
  • Con livelli ridotti di proteine ​​totali, sono possibili anomalie nel fegato, nonché il rapido sviluppo di neoplasie maligne.
  • L'epatite cronica può essere presente durante alti valori di glucosio. La diminuzione dei dati indica intossicazione del corpo con alcol e veleni, nonché altre malattie del fegato.
  • L'aumento della velocità di eritrosedimentazione indica malattie infettive e processi infiammatori, inclusa l'epatite.
  • La riduzione della concentrazione piastrinica segnala un malfunzionamento del fegato.

Chimica del sangue

Per esaminare il fegato, ogni paziente dovrà donare il sangue per la biochimica. Questa analisi consente di giudicare tutte le violazioni degli organi interni associati al sistema gastrointestinale.

I principali indicatori di danno epatico:

  • ALT e AST. La predominanza dei valori di alanina aminotransferasi rispetto alla quantità di aspartato aminotransferasi indica un danno agli epatociti. Indicatori aumentati di entrambi i valori sono osservati con epatite virale e tossica..
  • Bilirubina. La sua alta concentrazione indica patologia del fegato, tumore, ostruzione dei dotti, malattia della cistifellea.
  • GGTP. Si osserva una maggiore quantità di enzima con ristagno della bile, epatite di varie eziologie, cancro.
  • Colesterolo. Una riduzione della concentrazione indica insufficienza epatica, una maggiore concentrazione indica il ristagno della bile.
  • Fosfatasi alcalina. I tassi elevati indicano l'ostruzione dei dotti biliari. Molto spesso, il blocco e il deflusso alterato provocano tumori cancerosi o calcoli con colelitiasi.

Un aumento di tutte le frazioni di GGTP, bilirubina, fosfatasi alcalina e un basso contenuto di proteine ​​di albumina indicherà la presenza di cirrosi.

Saggi dei marcatori

Se si sospetta l'epatite virale, l'epatologo consiglia di eseguire i test per i loro marcatori. Lo scopo del metodo è di rilevare l'antigene nel plasma sanguigno, la quantità di virus, la determinazione della sua attività e genotipo.

Esistono due tipi di esami, questi sono:

  • Specifico. Questa analisi determina il tipo di agente patogeno. I marcatori sono singole parti del virus dell'epatite..
  • Non specifico. Questa analisi si basa su marcatori di anticorpi che resistono ai patogeni virali..

Test sui marker tumorali

Questo esame del fegato consente di diagnosticare tempestivamente tumori cancerosi, nonché di determinarne il grado e la gravità. Tuttavia, questo metodo viene utilizzato solo a scopo di ricerca clinica aggiuntiva. Il fatto è che una maggiore quantità di proteine ​​può essere osservata sia nelle neoplasie maligne che nelle malattie di diversa eziologia.

Durante l'esame del fegato per i marcatori tumorali, vengono utilizzati i seguenti tipi di biomolecole:

  • AFP. Livelli elevati di marcatore alfa-proteico con elevata precisione confermano la presenza di carcinoma epatocellulare.
  • CA 15-3, 19-9, 242, 72-4. Una leggera deviazione nei valori di queste sostanze indica una compromissione della funzionalità epatica. La presenza di tumori maligni parlerà del loro alto tasso.
  • REA. I valori di questo marker tumorale determinano metastasi epatiche.

Sulla base della totalità di questi dati, viene compilato un quadro generale di danno epatico.

Analisi delle urine

L'analisi delle urine è un importante metodo informativo per l'esame del fegato. Nei risultati dello studio, i medici prestano attenzione all'aspetto della bilirubina, alla quantità di urobilinogeno, microematuria, proteinuria.

I seguenti indicatori di urina sono considerati anomalie:

  • colore scuro, simile al tè forte;
  • maggiore densità;
  • alto livello di proteine;
  • rilevazione del glucosio;
  • la presenza di corpi chetonici;
  • aumento dei globuli bianchi;
  • eritrociti nel campo visivo superiore a 3;
  • alto coefficiente di cristalli di ossalato di calcio;
  • la presenza di batteri.

Coprogram

Con questo metodo di esame, come coprogramma, è possibile valutare il lavoro dell'intero sistema digestivo. Dopo aver effettuato l'esame chimico, fisico, macro e microscopico delle feci, lo specialista fornisce una descrizione completa della sua composizione.

Tabella di decodifica della coprologia, che indica una violazione del fegato:

IndiceNormaDeviazioneCiò che è evidenziato da
Colorecannelladi colore chiaropatologia del fegato e dei suoi dotti
consistenzadensounguentoostruzione del dotto biliare
liquidoprocesso patologico
aciditàpH 6,8–7,6pH 5,5–6,7fallimento del metabolismo dei grassi
odorenon acuto, caratteristicoolio bruciatodisfunzione pancreatica
proteine ​​solubilimancanza diDisponibilitàneoplasie maligne
sterkobilin75-350 mgridottopietre nel dotto biliare
globuli bianchimancanza diDisponibilitàprocesso infiammatorio
acido grassomancanza diDisponibilitàviolazione del deflusso della bile o di una piccola quantità
grassi neutrimancanza dirivelazionefallimento della sintesi biliare

Per garantire l'affidabilità delle feci, si raccomanda di seguire la procedura di preparazione, nonché le regole per la raccolta e lo stoccaggio del biomateriale.

Esame strumentale

Nel caso in cui i test di laboratorio confermino la presenza di patologie epatiche, uno o più esami strumentali sono prescritti per il paziente per effettuare una diagnosi finale. La scelta della diagnosi dipende dalle informazioni di cui il medico ha bisogno sull'organo interno. Sono considerati i metodi strumentali più comuni per l'esame del fegato.

L'esame ecografico è una tecnica non invasiva per l'esame visivo del corpo umano mediante onde ultrasoniche..

Per eseguire queste manipolazioni, il paziente viene adagiato sul divano. Quindi la pelle nella zona del fegato viene imbrattata di gel. Un sensore viene rilevato lungo l'area trattata, che trasmette onde ultrasoniche. La struttura del fegato viene visualizzata sul monitor.

Questo metodo diagnostico consente di rilevare l'eterogeneità della struttura dell'organo interno, un cambiamento nelle sue dimensioni, un aumento dei dotti biliari.

La tomografia computerizzata viene eseguita utilizzando i raggi X. Durante questo, il paziente deve sdraiarsi sul tavolo. Quindi, sotto una certa pressione e ad una certa velocità, un agente di contrasto viene iniettato nel suo sangue. Quindi il tavolo con la persona inizia a muoversi nel tunnel del tomografo, fermandosi solo in quei momenti in cui è necessario catturare una certa parte del fegato nella foto.

Tale esame del fegato consente di determinare la natura, il grado, il tipo di malattia e anche di identificare la sua relazione con altri organi vicini.

La risonanza magnetica è un metodo per esaminare gli organi interni utilizzando immagini tomografiche sul monitor del dispositivo..

Per esaminare il fegato, il paziente in una stanza speciale viene posato lungo i tubi del tomografo. Quindi viene determinata l'area dell'esame. A questo punto, un forte campo magnetico è concentrato. Con il suo aiuto, lo stato dell'organo viene trasmesso al monitor del dispositivo.

Questo metodo di esame consente di esaminare i vasi sanguigni del fegato e i suoi dotti, determinare la natura dei tumori, la pervietà del tratto biliare e molto altro.

Biopsia di puntura

Una biopsia di puntura è considerata uno dei metodi più affidabili per l'esame del fegato. La diagnosi si basa sull'aspirazione del biomateriale attraverso una siringa con un ago sottile o spesso. Uno strumento appuntito lungo e sottile viene ripetutamente inserito nel corpo umano. Durante queste manipolazioni, i rami affilati dell'ago catturano e tagliano pezzi di fegato. Quindi vengono rimossi dalla siringa e inviati per l'esame istologico.

Grazie a questo esame, il medico può determinare con precisione la gravità del danno epatico e valutarne il lavoro. Inoltre, questi risultati aiutano a elaborare il regime terapeutico corretto e a monitorarne l'efficacia..

Scansione con radioisotopi

Questa tecnica di esame è una visualizzazione funzionale di un organo attraverso l'introduzione di isotopi radioattivi nel corpo umano.

Prima di iniziare l'epatoscintigrafia, il paziente è sul tavolo. Quindi per via endovenosa in piccole quantità, gli vengono somministrati radiofarmaci (radiofarmaci). Oltre il corpo si sposta su un rivelatore a scintillazione. Registra la radiazione gamma e la traduce in un'immagine visiva sulla videocamera. Questo metodo di esame fornisce una descrizione completa della malattia e identifica la causa della sua insorgenza..

Ogni tipo di esame è di grande importanza nella diagnosi, ulteriore prognosi della malattia e preparazione dei regimi di trattamento. Pertanto, il paziente deve capire: la diagnosi del fegato assegnata deve essere trattata con piena responsabilità. Solo in questo caso si possono evitare le gravi conseguenze della malattia.

Diagnostica di laboratorio e strumentale per malattie epatiche

Il fegato è un organo associato a quasi tutti i sistemi del corpo umano. Pertanto, con varie patologie epatiche, si possono osservare molti cambiamenti dal sangue, dall'immunità e dai tegumenti della pelle. Per stabilire la diagnosi corretta, vengono utilizzati metodi di esame strumentale e di laboratorio..

Indicazioni per test diagnostici

Una persona va spesso in un ambulatorio medico solo quando ha sintomi specifici della malattia. Nel caso di patologie epatiche, i seguenti sintomi diventano una ragione per visitare un medico:

  • fatica;
  • ingiallimento della pelle;
  • disagio o dolore nell'ipocondrio destro;
  • sgabello turbato;
  • nausea o vomito
  • sanguinamento frequente dal naso e dalle gengive;
  • un aumento dell'addome;
  • espansione delle vene sulla parete addominale anteriore;
  • rigonfiamento.

È importante saperlo! Uno o più dei suddetti sintomi indicano un danno al sistema biliare. In questo caso, è necessaria una diagnosi completa..

Algoritmo di indagine

Quando una persona cerca un aiuto medico per le malattie del fegato, il medico utilizza un certo algoritmo diagnostico. In primo luogo, viene eseguito un esame visivo, vengono chiariti i reclami del paziente, la durata e la natura della sintomatologia in via di sviluppo. Successivamente, vengono prescritti test per la malattia del fegato, che aiutano a stabilire la diagnosi corretta..

L'ordine del processo diagnostico è il seguente:

  • OAC e analisi biochimiche;
  • ricerca immunologica;
  • identificazione di marcatori di cancro ed epatite virale;
  • esame ecografico del fegato;
  • imaging a risonanza magnetica e calcolata;
  • scansione di radioisotopi;
  • Esame radiografico;
  • Laparoscopia;
  • biopsia epatica.

Nella maggior parte dei casi, non è necessario l'intero complesso di studi, di solito sono sufficienti esami del sangue ed ultrasuoni. Ma con malattie più complesse, devi ricorrere a metodi diagnostici di alta precisione.

Diagnosi di laboratorio delle malattie del fegato

La ricerca di laboratorio è la fase iniziale di una ricerca diagnostica. Il sangue è il primo a rispondere ai cambiamenti nell'organo. Quali test dovrebbero essere presi per la malattia del fegato, il medico determina dopo aver esaminato il paziente.

Chimica del sangue

Questo studio mira a valutare lo stato di specifici enzimi epatici e altri componenti coinvolti nel metabolismo..

I principali componenti della biochimica nelle malattie del fegato

IndiceCaratteristicadecrittazione
Alt e AsTL'alanina aminotransferasi (ALT) e l'aspartato aminotransferasi (AcT) sono enzimi situati negli epatociti che sono necessari per il metabolismo intracellulare. Queste sostanze entrano nel flusso sanguigno quando le membrane cellulari danneggiate, cioè con infiammazione, distruzione traumatica, morte cellularePer la diagnosi delle malattie del fegato, ALT è di grande importanza, poiché il suo contenuto negli epatociti è più elevato. Con la maggior parte delle patologie, il livello di enzimi aumenta
Fosfatasi alcalinaL'enzima specificato è un indicatore dello scambio di calcio e fosforoUna sopravvalutazione del livello di fosfatasi alcalina si verifica con patologie del tratto biliare
GGTGammaglutamiltranspeptidasi - un enzima responsabile dello scambio di aminoacidiSopravvalutato in alcuni processi infiammatori, patologia della cistifellea
Proteine ​​e GrassiLe proteine ​​sono una sostanza prodotta dal fegato. È un materiale da costruzione per tutte le cellule. I grassi fanno parte di ormoni e acidi biliariIn caso di compromissione della funzionalità epatica, si verifica una diminuzione dei livelli proteici. Si osserva un aumento della quantità di grasso con ristagno della bile
elettrolitiPotassio, sodio, magnesio e calcio: le principali sostanze che mantengono l'equilibrio idrico nel corpoCon patologie epatiche, cambiano leggermente
Indice protrombinicoQuesto è il rapporto tra il tempo di coagulazione del plasma sanguigno di una persona sana e malata. Il fibrinogeno prodotto dal fegato è coinvolto in questo processo.Si verifica una riduzione dell'IPI con compromissione della funzionalità epatica

Sulla base di analisi biochimiche, è già possibile effettuare una diagnosi..

Test immunologici

L'epatite autoimmune è una malattia rara che si manifesta principalmente nelle donne giovani e di mezza età. Quali test vengono effettuati per le malattie del fegato di origine autoimmune, è determinato dai dettagli della presunta malattia. Per confermare la diagnosi, vengono eseguiti test immunologici per identificare alcuni marker normalmente assenti:

  • anticorpi per lisciare il tessuto muscolare;
  • fattore antinucleare;
  • alti livelli di immunoglobuline

È importante saperlo! Questa combinazione è chiamata triade diagnostica. Per identificare questi indicatori, viene esaminato il siero del sangue..

Studi sul cancro e sull'epatite

Questi metodi diagnostici devono essere eseguiti senza errori. I marcatori dell'epatite virale possono determinare la presenza di patologia nell'uomo, nonché determinare il grado della sua attività. Per rilevarli, viene utilizzato un test immunosorbente legato ad enzimi per le malattie del fegato, rivelando anticorpi specifici:

  • JgM e G a HAV;
  • JgM e G a HBV, HbS a / g;
  • JgM e G a HCV;
  • JgM e G all'IOP.

Per rilevare il materiale genetico del virus, che è il metodo di conferma più accurato, viene utilizzata una reazione a catena della polimerasi..

Con un tumore maligno del fegato, vengono rilevati anticorpi sierici alfa-fetoproteina.

Diagnostica strumentale

I metodi di visualizzazione dell'organo consentono di stabilire una diagnosi con grande precisione. Viene eseguita una valutazione dello stato del fegato, vengono rilevate inclusioni patologiche, cambiamenti nella struttura del tessuto.

Biopsia

Il metodo di ricerca più accurato che ti consente di confermare completamente la diagnosi. Ma viene eseguito estremamente raramente, poiché richiede attrezzature speciali, condizioni rigorosamente sterili e specialisti qualificati. Il pezzo di tessuto prelevato viene inviato per l'esame istologico, quindi il laboratorio fornisce un parere sulla natura dei cambiamenti patologici.

raggi X

Il metodo meno informativo, che fornisce solo dati indicativi sulla malattia del fegato. L'esame a raggi X rivela siti di calcificazione dei tessuti che appaiono con parassiti, decadimento del tumore, metastasi. Aiuta anche a identificare grandi ascessi e cisti. È usato per diagnosticare lesioni addominali con danni al fegato. In ogni caso, sono necessarie ulteriori ricerche..

Esame ecografico (ultrasuono)

Uno dei metodi di esame più importanti, che è prescritto a colpo sicuro ed è necessario per comprendere il quadro completo della malattia. Gli ultrasuoni ti consentono di valutare le dimensioni del corpo, la sua struttura e posizione. È usato per rilevare un gran numero di malattie e diagnosi differenziale.

  1. Tumore. Sono visibili lesioni arrotondate con confini anche chiari. La loro densità può essere aumentata o diminuita. La dimensione del fegato è più spesso aumentata.
  2. Ascessi e cisti. Hanno una forma rotonda o irregolare, trasmettono bene le onde ultrasoniche. Sembra aree più chiare rispetto al resto del tessuto..
  3. Cirrosi. Una densità acustica disomogenea del fegato viene rilevata a causa della sostituzione degli epatociti con tessuto connettivo. Si nota un aumento della vena portale.
  4. Epatite. È caratterizzato da un aumento delle dimensioni dell'organo, un moderato cambiamento nella sua densità.
  5. Colecistite calcula. Vengono rivelati i concerti, le loro dimensioni e posizione.

TC e risonanza magnetica

Metodi di radiazione ad alta precisione per la diagnosi delle malattie del fegato, che consentono di rilevare i minimi cambiamenti nell'organo. Sono utilizzati per rilevare cisti, tumori, ascessi, cirrosi. Consentono di valutare la struttura del fegato a strati.

Laparoscopia

Un metodo per la diagnosi delle malattie del fegato, che consente di valutare direttamente l'aspetto del fegato, per identificare i cambiamenti nella sua struttura. L'essenza del processo di laparoscopia è la rimozione del fluido dalla cavità addominale e l'introduzione di gas lì. Successivamente, nel peritoneo vengono praticate delle forature con due trocar in cui vengono inseriti strumenti dotati di mini-telecamere. Un'immagine viene visualizzata sul monitor da loro, il che rende possibile vedere tutte le caratteristiche dell'organo al massimo ingrandimento.

Scansione con radioisotopi

Basato sulla capacità del fegato di assorbire e accumulare alcuni isotopi. Viene eseguito utilizzando speciali dispositivi di scansione e tomografi. Una soluzione colloidale di oro o tecnezio viene iniettata in una vena. Una regione del fegato patologicamente alterata accumula meno isotopi rispetto ai tessuti sani. Ciò si verifica con i seguenti disturbi:

  • ascessi di varie origini;
  • cisti parassitarie;
  • tumori vascolari;
  • epatite, cirrosi.

La scansione è uno dei metodi diagnostici più rivelatori..

Indicatori chiave in un esame del sangue biochimico: norma e patologia

Ciò che conta emocromo indica in primo luogo la malattia del fegato, dipende dalla natura dei cambiamenti patologici nell'organo. L'analisi clinica valuta diversi componenti standard.

Emocromo epatico chiave.

IndiceNormaesagerazioneDeclino
altUomini - 10-37 UI Donne - 7-31 UIEpatite, cirrosi, cancro al fegato, colecistite calcula, danno alcolico al pancreasCirrosi grave
ASTUomini - 8-46 IU Donne - 7-34 MEEpatite, colestasi, cancroRottura del fegato
Fosfatasi alcalina30-120 unità / lCirrosi, cancro, danno da alcol, elmintiasi, ristagno della bile, infezioneDisturbi genetici, ipotiroidismo
Albume35-55 g / lDisidratazioneEpatite, cirrosi, cancro
Bilirubina totale5,1-17 μmol / LEpatite, colestasi, cancro, cirrosi biliare, elmintiasi, sindrome di Gilbert-

Affinché i risultati siano il più precisi possibile, il sangue deve essere donato a stomaco vuoto.

Metodi non convenzionali: diagnostica del viso

Esiste un metodo come la diagnostica del viso: i segni di malattie del fegato sono visibili agli specialisti anche al primo esame. Questo organo è il principale sistema di disintossicazione del corpo umano, quindi i malfunzionamenti nel suo lavoro si riflettono immediatamente sulla pelle. I principali segni esterni includono:

  • aumento della pelle grassa;
  • colorazione itterica;
  • pieghe verticali sulla fronte;
  • acne;
  • ghiandole sebacee allargate;
  • vene del ragno;
  • arrossamento del naso;
  • macchie oleose sulle palpebre;
  • placca bianca o gialla nella lingua.

Se vengono rilevate tali manifestazioni, è necessario sottoporsi a una visita medica. Inoltre, qualsiasi sintomo allarmante che segnali un malfunzionamento nel corpo dovrebbe essere l'occasione per visitare un medico. Solo il rilevamento tempestivo delle malattie del fegato e una terapia adeguata consentono di far fronte alla patologia, prevenendo lo sviluppo di complicanze.

Quali conte ematiche indicano malattia epatica

Per identificare correttamente le patologie epatiche, dovrai avvicinarti in modo completo al processo di verifica degli organi.

Non esiste un metodo universale e non è possibile fare affidamento esclusivamente sulle informazioni provenienti dalle analisi.

Ma un esame del sangue biochimico è il metodo più conveniente per identificare processi patologici, infiammazioni e altri disturbi.

Utilizzando i risultati, il medico può approssimativamente determinare la malattia, prescrivere ulteriori misure diagnostiche.

Indicazioni per lo studio

Ci sono alcuni segni che indicano danni al fegato. Di norma, i sintomi caratteristici compaiono già nelle fasi avanzate, il che complica il trattamento della patologia. La biochimica del sangue per il controllo del fegato è prescritta nel seguente caso:

  • Giallo della pelle. Un tipico segno di aumento dei livelli di bilirubina. Il giallo della pelle / sclera oculare indica un'infiammazione prolungata.
  • Aumento delle dimensioni dell'organo. È possibile identificare le deviazioni nella fase iniziale utilizzando la ricerca ecografica. Con un forte aumento dell'organo del paziente, si osserva una crescita addominale sullo sfondo dell'assenza di cambiamenti nel peso totale.
  • Perdere peso. Per le patologie epatiche, la nausea e il rifiuto del cibo sono tipici, il che porta alla perdita di peso.
  • Sapore amaro in bocca. L'amarezza in bocca, la lingua ricoperta, l'abbronzatura densa o la placca bianca, le crepe sulla superficie della lingua sono tipiche per la malattia del fegato.

Indicatori chiave per le malattie del fegato

Lo stato del fegato ti consente di tracciare determinati enzimi. It:

  • albume;
  • bilirubina;
  • aminotransferasi (AST e ALT)
  • fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina)
  • glutammato deidrogenasi (GlDG)
  • sorbitolo deidrogenasi (LDH)
  • γ-glutamiltransferasi (GGT)
  • fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA).

Albume

Questa è la principale proteina prodotta dal tessuto epatico. Un organo sano produce 150–250 mg / kg di albumina entro 24 ore. La norma per un adulto è un indicatore di 35-53 g / l. Se lo studio ha mostrato una diminuzione, la causa potrebbe essere: insufficienza epatica, epatite cronica, cirrosi.

La bilirubina

Questo è un pigmento giallo derivante dalla rottura dell'emoglobina. La bilirubina indiretta che ne risulta entra nel fegato, viene neutralizzata ed escreta naturalmente. Normalmente, durante il giorno si formano 250-300 mg (bilirubina totale) nel corpo umano. Gli indicatori della bilirubina diretta sono di interesse diagnostico. Norma - non superiore a 5,1 micron / l.

Il superamento dei valori ammessi nell'analisi del sangue indica le seguenti patologie:

  • infiammazione della ghiandola di origine virale;
  • cirrosi;
  • intossicazione da alcol;
  • colangite;
  • calcoli nei dotti biliari.

Un aumento delle frazioni di bilirubina diretta / indiretta può essere causato da:

  • infiammazione tossica / virale della ghiandola;
  • suppurazione, neoplasie maligne nei tessuti del fegato;
  • danno d'organo cirrotico;
  • mononucleosi;
  • echinococcosi.

Alanina aminotransferasi (ALT, ALAT)

Le norme ALT dipendono dal genere del paziente: per gli uomini - 10–40 unità / l, per le donne - 12–32 unità / l. Un aumento del numero dell'enzima nel flusso sanguigno può accompagnare l'epatite acuta, l'ittero ostruttivo. Un aumento della norma ALT rispetto a quella consentita è registrato nella cirrosi e durante il trattamento con farmaci epatotossici.

Un aumento dell'attività dell'enzima di 4-6 volte o più indica una grave malattia del fegato. Una deviazione viene rilevata prima della comparsa di sintomi tipici - ittero, dolore e altri - in circa 1-4 settimane. Dopo lo sviluppo del quadro clinico, valori elevati di ALT persistono per non più di 2 settimane, il che è un segno di un significativo danno d'organo..

Aspartato aminotransferasi (AST, AsAT)

La norma dipende dal genere: per gli uomini - 15–31 unità / l, per le donne - 20–40 unità / l. L'aumentata attività delle AST è registrata in caso di morte degli epatociti. Inoltre, maggiore è il danno all'organo, maggiore è la prestazione dell'enzima. Un aumento degli indicatori quantitativi si verifica anche nell'epatite infettiva e tossica acuta..

La diagnosi delle patologie epatiche comporta il calcolo del coefficiente de Ritis - il rapporto tra i numeri AST / ALT. Normalmente, è uguale e supera il numero 1.3. La modifica dei numeri nella parte inferiore dell'indicatore indica danni agli organi.

Fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina)

L'attività enzimatica dipende dal genere e dalla fascia d'età. Un adulto sano ha 30–90 unità / litro. Un aumento della fosfatasi alcalina si verifica negli adolescenti (fino a 400 unità / l) e nelle donne incinte (fino a 250 unità / l). Un aumento significativo della fosfatasi alcalina - 10 volte o più - si verifica con lo sviluppo di ittero ostruttivo. Con un eccesso non così significativo, si può sospettare una delle forme di epatite.

Glutammato deidrogenasi (GlDG)

Normalmente, un esame del sangue biochimico mostra un contenuto insignificante di GlDG. Il motivo è che questo è uno degli enzimi epatici situati all'interno della cellula. E un aumento della sua attività ti consente di stabilire il potere del danno d'organo. Risultati aumentati indicano l'inizio di processi distrofici nel tessuto epatico, a causa di fattori sia esterni che interni..

  • neoplasie;
  • metastasi al fegato;
  • sostanze tossiche;
  • patologie infettive.

Il calcolo del coefficiente di Schmidt aiuta notevolmente a stabilire la diagnosi: KSH = (AST + ALT) / GlDG. Con lo sviluppo dell'ittero ostruttivo, è nell'intervallo 5-15, per l'epatite acuta, l'indicatore raggiunge 30, con metastasi - circa 10.

Sorbitolo deidrogenasi (LDH)

La norma è un indicatore non superiore a 0,4 unità / litro. Se l'esame ha mostrato un aumento di LDH di 10-30 volte, questo è un chiaro segno di epatite acuta.

γ-glutamil transferasi

In una persona sana, la concentrazione ammissibile di γ-glutamil transferasi è: negli uomini - 250–1800 nmol / l * s, nella metà femminile - 167–1100 nmol / l * s. Un aumento delle prestazioni degli enzimi è possibile con i seguenti problemi:

  • ittero ostruttivo, colestasi - un aumento di 10 volte o più è tipico per loro;
  • tumori maligni - l'attività degli enzimi aumenta 10-15 volte;
  • epatite cronica - 7 volte.

Controllo del cancro

I test per il cancro al fegato sono molto importanti perché aiutano a determinare lo stadio della malattia. Un esame del sangue per il cancro al fegato può dimostrare tre marcatori: AFP, CEA, ferritina.

Il verificarsi di AFP è previsto nell'ambito dell'eptocarcinoma primario. Nel siero del sangue, il suo aspetto viene rilevato anche in presenza di metastasi epatiche con lesioni cancerose di altri organi interni. Per capire esattamente cosa ha dovuto affrontare una persona, uno studio è condotto sul CEA.

Il tasso di ESR nei bambini 20708

Questo antigene appare nel sangue in quantità maggiore solo se si tratta di una metastasi epatica. Un aumento della ferritina è caratteristico del carcinoma epatico e delle metastasi in questo organo interno. Nella stragrande maggioranza dei pazienti con diagnosi di metastasi epatiche, vi è un aumento di oltre 400 mcg / l.

Un aumento dell'AFP può essere osservato non solo con i blocchi del cancro, ma anche con la cirrosi epatica. Il CEA aumenta con l'epatite e la ferritina diventa più grande se il fegato è danneggiato e le sue cellule iniziano a decadere. Pertanto, quando si tratta di diagnosticare neoplasie maligne, è importante considerare il rapporto di tutti e tre gli indicatori e non considerare ciascuno di essi individualmente.

Se parliamo della norma, allora per l'AFP è caratterizzato da un indicatore da 0,5 a 55 UI / ml. Questo è vero per uomini e donne senza gravidanza al momento. Le donne in gravidanza possono sperimentare un aumento fino a 250 UI / ml. La crescita avviene in modo uniforme, prima della consegna viene dimostrato l'indicatore massimo. CEA dovrebbe essere entro 5,5 ng / ml. La ferritina nelle donne è sempre più bassa e varia da 13 a 150 mcg / L. Gli uomini sono caratterizzati da tassi più elevati da 30 a 400 mcg / l. È importante sottolineare immediatamente che i pazienti non devono farsi prendere dal panico quando ricevono i risultati dei test per i marcatori tumorali, poiché fare una diagnosi come il cancro richiede studi più completi, compresa l'analisi istologica.

Esame del sangue per neoplasie maligne

Il cancro al fegato e l'epatite sono determinati identificando gli antigeni per alcune malattie. Marcatori dell'epatite: A (HAV) - Anti-HAV-IgM, anticorpi IgM anti-virus A; B (HBV) - Anticorpi anti-HBs verso l'antigene HBs del virus B; C (HCV) - Anticorpi anti-HCV-totali agli antigeni del virus C..

Il marker del cancro è AFP. La conferma della malattia è il risultato di oltre 10 UI. Un aumento dell'indicatore può indicare la presenza di una neoplasia maligna nell'organo stesso, la presenza di metastasi, il cancro embrionale.

Con un leggero eccesso, puoi sospettare:

  • cirrosi;
  • epatite;
  • insufficienza renale.

Complicanze della cirrosi

  1. Sindrome da ipertensione portale - Aumento della pressione della vena porta.
  2. Il sanguinamento dalle vene varicose dell'esofago è una grave complicanza formidabile, che è accompagnata da un'enorme perdita di sangue.
  3. Ascite - accumulo di liquido nella cavità addominale.
  4. Il coma epatico (encefalopatia epatica) si sviluppa a causa dell'accumulo di prodotti metabolici nel sangue.
  5. La coagulazione intravascolare disseminata è un grave disturbo del sistema di coagulazione. Si formano molti coaguli di sangue nei vasi, e quindi si verifica sanguinamento, che è molto difficile da fermare..
  6. Malignità della cirrosi - cancro al fegato.
  7. Peritonite dovuta a infezione.

In conclusione, bisogna sottolineare ancora una volta che i metodi di laboratorio sono importanti nella diagnosi della cirrosi epatica, ma il loro significato deve essere preso in considerazione principalmente in base ai sintomi clinici e ai dati dell'esame fisico..

Preparazione per il test

La biochimica del sangue viene prescritta se è necessario controllare la funzionalità epatica. Una preparazione adeguatamente condotta per la donazione di sangue aiuterà ad ottenere i risultati più accurati. Due o tre giorni prima di visitare il laboratorio, cibi grassi, fritti, fast food, dolci, affumicati, cacao, caffè, marinate dovrebbero essere esclusi dal menu.

Dovresti rifiutare di prendere bevande alcoliche una settimana prima dell'analisi. L'etile colpisce non solo lo stato degli epatociti, ma anche l'indice di coagulazione del sangue. La mattina della donazione di sangue, il paziente non dovrebbe fumare. Ma è meglio rinunciare alla nicotina 10-12 ore prima di visitare il laboratorio.

7 giorni prima dell'analisi, è necessario interrompere l'assunzione di qualsiasi farmaco, compresi i complessi vitaminici. Se ciò non è possibile, è necessario abbandonare le compresse almeno la mattina della donazione di sangue. Una donna deve essere sicura di non essere in stato di gravidanza. Sullo sfondo della gestazione, l'eccesso di norme consentite non è escluso. E questo non può essere considerato come un sintomo di una condizione patologica..

La mattina della donazione di sangue, è necessario rifiutare di eseguire esercizi mattutini, poiché un aumento dell'attività fisica può influire sull'emocromo. La consegna del biomateriale viene effettuata al mattino, a stomaco vuoto. L'ultimo pasto dovrebbe aver luogo la sera prima. La cena dovrebbe essere leggera..

Il prelievo di sangue viene eseguito dalla vena ulnare. La procedura è indolore, ma può essere accompagnata da lievi vertigini. L'interpretazione dell'analisi dovrebbe essere effettuata dal medico curante, poiché solo uno specialista qualificato è in grado di confrontare tutti i dati ottenuti e determinare la presenza o l'assenza di patologia.

Il fegato svolge una serie di importanti funzioni per il nostro corpo, quindi è importante monitorare le sue condizioni. Esistono numerosi studi che possono raccontare la presenza di patologie. Uno dei metodi molto accessibili e informativi include esami del sangue. Su quale esame del sangue mostra le condizioni del fegato, lo diremo in dettaglio.

Test immunologici

I risultati di un esame del sangue biochimico potrebbero non essere sufficienti per valutare completamente il quadro clinico della malattia. Tra tutte le forme di questa malattia, la cirrosi biliare può essere di origine autoimmune. Gli esami del sangue immunologici possono rilevare alcuni anticorpi:

  • AMA - antimitochondrial;
  • SMA - anticorpi per lisciare la muscolatura;
  • anti - LKM1 - anticorpi per microsomi epatici e renali di tipo 1;
  • ANA - Anticorpi antinucleari.

Non sono necessari studi immunologici per tutti i pazienti. Sono prescritti solo se la causa del dolore al fegato non è chiara. In tali pazienti, il sistema immunitario attacca e distrugge gli epatociti, scambiandoli per sostanze estranee. I test immunologici sono un modo per diagnosticare la cirrosi epatica e la sua eziologia se un sondaggio del paziente e altri test non sono efficaci..


I test immunologici sono necessari se non è possibile determinare la causa esatta della cirrosi.

Il fegato e le sue funzioni

Il fegato si trova sul lato destro nella cavità addominale. Questa è la più grande ghiandola del corpo umano, il suo peso è del 2,5% del peso corporeo totale dell'adulto. Le funzioni dell'organo sono diverse.

La funzione più importante è la segreteria. La ghiandola produce la bile, che entra nel duodeno. Una funzione altrettanto importante è la barriera. Veleni, allergeni e tossine sono neutralizzati nel fegato. È in grado di assorbire particelle nocive, cellule morte e batteri. Il prossimo ruolo è il deposito di proteine, grassi, carboidrati, vitamine, minerali, ormoni ed enzimi.

Con una malattia dell'organo, si possono sentire pesantezza e dolore nell'ipocondrio destro. Una tonalità gialla della pelle e della sclera sono anche caratteristiche della patologia della ghiandola. Le malattie sono spesso accompagnate da letargia, affaticamento, perdita di appetito, nausea, bruciore di stomaco e amarezza in bocca..

Le malattie comuni includono epatite, fibrosi, cirrosi, steatosi, ascessi e cisti, nonché oncologia maligna. Si trovano amiloidosi, emocromatosi, colangite sclerosante, iperbilirubinemia funzionale.

A causa della varietà di funzioni, al fine di verificare le violazioni dell'organo, è impossibile cavarsela con un'analisi. La diagnostica che può dire delle condizioni del fegato include: esami del sangue biochimici (per gli enzimi AST e ALT, bilirubina, albumina, gamma-glutamiltransferasi (GGT) e fosfatasi alcalina) - questi sono chiamati test epatici. Oltre a un esame del sangue per i marcatori di virus dell'epatite e cellule tumorali.

Determinazione dello stadio della cirrosi mediante analisi

L'emocromo per la cirrosi epatica può non solo indicare la presenza di una malattia, ma anche aiutare a scoprire a che punto si trova il paziente. Per questo, esiste il metodo Child-Pugh, che si basa su vari test di laboratorio. La tabella mostra i principali indicatori che hanno un valore diagnostico nella valutazione della gravità della cirrosi.

Indice1 punto2 punti3 punti
Bilirubina ematica, mmol / lMeno di 34 (2.0)34-51 (2.0-3.0)Oltre 51 (3.0)
Albumina, gPiù di 3528-35Meno di 28
Indice protrombinicoPiù di 6040-60Meno di 40
ascitenoPiccola quantità di fluidoGrande quantità di fluido
Encefalopatia epaticanoPalcoscenico facileFase grave

Inoltre, i punteggi per tutti gli indicatori sono riepilogati e, in base al numero finale, viene diagnosticato lo stadio della malattia:

  • 5-6 punti - stadio della compensazione. Questa è la prima fase in cui la previsione è il più favorevole possibile. La durata della vita dei pazienti può arrivare fino a 15-20 anni.
  • 7-9 punti - lo stadio della sottocompensazione. I sintomi della cirrosi sono pronunciati, si verificano frequenti esacerbazioni e dolore al fegato. La durata della vita del paziente è di 5-7 anni. Il trapianto di fegato è fatale nel 30% dei casi.
  • 10-15 punti - fase di scompenso. I sintomi della cirrosi sono pronunciati, sorgono complicazioni. In questa fase, il paziente può vivere da 1 a 3 anni, mortalità con un trapianto di fegato - fino all'82%.

La scala Child-Pugh viene utilizzata per determinare lo stadio della cirrosi, le condizioni del paziente e la scelta delle tattiche di trattamento. Grazie a lei, è possibile fare una previsione sull'aspettativa di vita. Effettuare una valutazione utilizzando la tabella.

Indice1 punto2 punti3 punti
encefalopatia01-23-4
ascite-Non pronunciatoStressante, difficile da trattare
Bilirubina (μmol / L)Meno di 3434-51GT; 51
AlbumeGT; 3528-35lt; 28gt;
Tempo di protrombinaGT; 60 (1-3)40-60 (4-6)

Ognuno di questi indicatori viene valutato in punti, dopodiché si sommano tutti fino a un importo. Se il valore ottenuto è 5-6, viene assegnata la classe A (compressa), se l'indicatore è compreso tra 7-9, quindi la classe B (sottocompressa), con un numero di 10-15 punti - classe C (decompressa).

Se al paziente è stata assegnata la classe A, la sua aspettativa di vita sarà di circa 15-20 anni. La classe C è considerata la più difficile, poiché il paziente vivrà non più di 1-3 anni. La mortalità in questa fase è dell'80%, al 10% iniziale. Utilizzando un'analisi di stato, viene determinata l'adeguatezza dei metodi radicali.

Varie analisi e tecniche strumentali consentono al medico di determinare il grado di sviluppo della cirrosi, delle malattie concomitanti e di scegliere le tattiche terapeutiche appropriate. Sono utilizzati non solo a scopi diagnostici, ma anche per monitorare la dinamica della terapia. Se sospetti un tumore o la formazione di complicanze, è possibile sottoporsi a uno studio completo e una biopsia.

Test epatici e decodifica dei risultati

La bilirubina è un pigmento giallo. Si forma durante la scomposizione dell'emoglobina (un componente dei globuli rossi). Normalmente, la bilirubina si forma in una quantità di 250-300 mg al giorno. Il pigmento può essere generale, diretto e indiretto. La norma della bilirubina totale è di 2,3-20,5 μm / l, diretta - fino a 5,1 μm / l, indiretta fino a 15,4 μm / l.

Un aumento della bilirubina prevalentemente diretta indica malattie: epatite virale, cirrosi, intossicazione da alcol nell'organo, coledocolitiasi, colangite. Un aumento del pigmento prevalentemente diretto e indiretto indica malattie come epatite tossica e virale, ascessi, tumori cancerosi dell'organo e metastasi, cirrosi, echinococcosi, mononucleosi.

L'albumina è la principale proteina del fegato. Il ferro sano produce 150-250 mg / kg di albumina al giorno. Di conseguenza, con l'insufficienza epatica, l'indicatore proteico diminuirà. Normale per un adulto sono considerati indicatori di 35-53 g / l.

Riduce le proteine ​​nell'insufficienza epatica, epatite cronica, cirrosi. Il valore scende al di sotto del limite inferiore della norma anche prima dell'inizio dei sintomi.

Fosfatasi alcalina e gamma-glutamiltransferasi (GGT). Le deviazioni dalla norma di questi indicatori indicano il ristagno della bile. Molto spesso, le cause di ostruzione e deflusso alterato sono associate a processi tumorali e ostruzione del dotto con la pietra durante la colelitiasi. La norma della fosfatasi alcalina per gli uomini è fino a 270 unità / litro, per le donne - fino a 240 unità / litro. GGT - uomo - 10-71 unità / l, donna - 6-42 unità / l.

I test per la cirrosi epatica, la malattia più comune, mostreranno un aumento di tutte le frazioni di bilirubina, GGT, fosfatasi alcalina. A causa del deterioramento del lavoro a tutti gli effetti, un esame del sangue per la cirrosi epatica mostrerà un basso contenuto di proteine ​​di albumina.

Analisi delle feci per la stercobilina

I test del fegato includono test delle feci per la stercobilina. Sono ampiamente utilizzati per diagnosticare malattie dell'apparato digerente. Normalmente si osserva una reazione positiva al pigmento della stercobilina. La sostanza è un derivato della bilirubina, che è un componente della bile. In assenza di stercobilina, le feci diventano incolori o leggere - questo è un indicatore di una violazione del deflusso della bile, che si verifica quando il dotto biliare è ostruito da calcoli biliari. La causa può essere lo sviluppo di vari tumori. Se l'analisi mostra una riduzione significativa del livello di questo pigmento, allora c'è una probabilità di sviluppare l'epatite. Per ottenere dati di analisi accurati, è importante seguire le regole per la raccolta del biomateriale.

Esame del sangue per cancro al fegato ed epatite

Non una singola malattia passa nel corpo senza lasciare traccia, i marcatori aiuteranno a determinare la presenza di antigeni per alcune malattie.

Marcatori di epatite. decodifica:

  • Marker per epatite virale A (HAV) - Anti-HAV - IgM, anticorpi IgM anti virus A. Risultato positivo: anti HAV IgM, anti HAV IgG, HAV Ag, HAV RNA.
  • Marcatore per epatite virale B (HBV) - Anticorpi anti-HBs verso l'antigene HBs del virus B. Risultato positivo: Pre-S1, Pre-S2, anti Pre-S2, HBsAg, HBeAg, anti-HBs, anti-HBc IgM, anti -HBc IgG, anti HBe, HBV DNA, DNA polimerasi.
  • Marcatore per l'epatite virale C (HCV) -Anti-HCV-anticorpi totali verso antigeni virali C. Risultato positivo: HCV Ag, anti-HCV-IgM, anti-HCV-IgG, HCV RNA.

Marcatore tumorale AFP (alfa-fetoproteina) - un marcatore per il cancro. La composizione di AFP e albumina sono simili. Un risultato superiore a 10 UI è considerato patologico.

Un alto livello di AFP indica oncologia maligna, metastasi nella ghiandola di altri tumori cancerosi, così come un alto valore può essere con il cancro embrionale. Un leggero aumento dell'AFP può indicare cirrosi, epatite e insufficienza renale..

Preparazione dell'analisi del sangue

Si consiglia di venire in laboratorio al mattino. Prima della diagnosi, è importante non mangiare cibo per 8-12 ore, bere solo acqua. L'esame è vietato dopo aver bevuto alcolici, questo distorcerà notevolmente il risultato, perché il ferro elaborerà attivamente le tossine. Escludere le bevande alcoliche almeno un giorno prima del test e non fumare 1 ora prima della donazione di sangue.

Per diversi giorni (idealmente una settimana) non esercitare. Escludere cibi grassi almeno un giorno prima dell'esame e la sera, alla vigilia della diagnosi, non bere caffè e latticini (è consentito il latte scremato). Evitare lo stress grave è anche necessario per un risultato affidabile. Numerosi farmaci possono distorcere il risultato dell'esame. È necessario avvisare il medico in anticipo sull'assunzione di eventuali farmaci.

Le malattie del fegato hanno un impatto enorme su tutto il corpo. La migliore prevenzione è una corretta alimentazione, eliminando le cattive abitudini e rifiutando i farmaci incontrollati. Le malattie delle ghiandole in esecuzione portano a conseguenze irreversibili. Al minimo sospetto di una patologia d'organo, è necessario consultare un medico, effettuerà il controllo necessario della condizione e fornirà una decodifica dei risultati diagnostici.

indicazioni

Un esame del sangue biochimico è raccomandato per la funzionalità epatica compromessa, che può essere causata dalle seguenti malattie:

  • Epatite di tutti i tipi (A, B, C) e tipi:
  • infettive;
  • alcolica;
  • farmaco.
  • Cirrosi.
  • Lesioni oncologiche del fegato.
  • ferito.
  • In caso di malattia associata a compromissione della funzionalità epatica sintetica.

    La biochimica ha molti vantaggi rispetto ad altri metodi di esame. Ma c'è solo un inconveniente. Con questa analisi, è impossibile determinare la malattia. Permette solo di trovare violazioni nel lavoro del corpo.

    Quali test dovrebbero essere presi per controllare il fegato

    Lo studio della ghiandola comprende una serie di metodi diagnostici. Sono divisi in generali e specifici, questi ultimi sono prescritti per confermare la diagnosi preliminare, sulla base dei reclami dei pazienti e dei risultati dei test che determinano le condizioni generali.

    1. Esame del sangue clinico. Con danni al fegato, si osserva un ridotto contenuto di emoglobina, i globuli bianchi superano 4-9 * 10⁹ / l. La presenza di un processo infiammatorio è indicata da un aumento della VES. L'albumina bassa indica problemi al fegato.
    2. Studio generale delle urine. Dopo aver presentato il biomateriale allo studio, i pazienti sono interessati all'esame del medico per stabilire se un'analisi delle urine mostrerà problemi al fegato. I disturbi di salute delle ghiandole si riflettono in tutti i fluidi corporei. Una violazione della funzione escretoria degli epatociti è indicata da un alto contenuto di bilirubina e urobilina nelle urine.
    1. Analisi per biochimica. Lo studio è completo. Il biomateriale di prova è il sangue venoso. Gli studi sul fegato vengono condotti utilizzando test enzimatici, analisi PCR, test Quick-Pytel, test sulene e coagulazione.
    2. Test epatici - enzimi epatici esaminati mediante analisi biochimiche.
    3. Test di epatite I test per gli anticorpi dell'epatite sono un indicatore dell'epatite passata e una risposta immunitaria contro i virus dell'epatite. I campioni per l'epatite B e C sono tra i test obbligatori. Il test viene effettuato durante esami medici per lavoro, in istituti scolastici, al momento del ricovero del paziente in ospedale. I marcatori dell'epatite B e C vengono utilizzati per rilevare la presenza del virus nel corpo..
    4. Il coagulogramma è un test che rileva i disturbi dell'emostasi. L'analisi viene eseguita con patologie epatiche sospette o diagnosticate..
    5. Fibrotest - uno studio che rivela la presenza e il grado di cambiamenti fibrotici nell'organo.

    Test specifici hanno un grande valore diagnostico, considerali in modo più dettagliato..

    Come preparare?

    La procedura per eseguire questa analisi è semplice e non richiede molto tempo. Ma per la sua implementazione, è necessaria una semplice preparazione:

  • Le donne devono prima fare un test di gravidanza.
  • Non raccomandare di fare sport, esercizi mattutini.
  • Adottare una dieta semplice per 7-10 giorni prima dell'analisi. Escludere dall'uso:
    • arrosto;
    • acuto;
    • dolce;
    • oleosa;
    • carni affumicate;
    • marinate;
    • tè forte;
    • caffè;
    • bevande alcoliche;
    • farmaci;
    • vitamine
    • nicotina in almeno 10 ore.

    Torna al sommario

    Indicatori di funzionalità epatica e possibili deviazioni

    La biochimica del sangue è considerata un'analisi universale, che in un complesso è progettata per determinare lo stato della salute umana. Decifrare i risultati per i seguenti enzimi:

    • Bilirubina totale. Con tassi aumentati, dà il sospetto di cirrosi epatica. Accompagnato da una copertina gialla sulla pelle e da processi infiammatori.
    • Bilirubina diretta Quando gli indicatori sopravvalutati indicano un fallimento nel deflusso della bile.
    • Bilirubina libera La differenza tra generale e diretto. Gli indicatori aumentano quando i globuli rossi si rompono. Bad indica colestasi, anemia del tessuto epatico.
    • Aspartato aminotransferasi. Partecipa al metabolismo delle proteine. Tassi più elevati possono indicare la presenza di cancro o epatite virale nel corpo.
    • Fosfatasi alcalina. Valori sopra la norma indicano malattia del dotto biliare e malignità.
    • Alanina aminotransferasi. Regola il metabolismo delle proteine. Indicatori sopravvalutati indicano disfunzione della ghiandola e insorgenza di epatite o cirrosi.
    • Colinesterasi. Indica la distruzione del tessuto d'organo.
    • Albume. Con deviazioni dalla norma, indica che il processo di assorbimento è compromesso. Ciò che è caratteristico di epatite o cirrosi.
    • Amilasi. Responsabile del trattamento di carboidrati complessi. Eccessive percentuali di amilasi indicano insufficienza epatica.
    • Indice protrombinico. È responsabile della coagulazione del sangue, con numeri bassi indica patologia epatocitaria.

    Torna al sommario

    Norme Enzimatiche

    Funzionalità epatica normale per una persona sana, che sono presentate nella tabella:

    Che indica inoltre problemi con il corpo.?

    La valutazione dello stato funzionale del fegato è prescritta per le malattie degli organi interni e per scopi preventivi. Sintomi marcati per analisi:

    • Colore della pelle gialla. Indica l'aspetto che la malattia è nel corpo per una bilirubina lunga e molto alta.
    • Lo stomaco è aumentato, ma il peso non è cambiato. Ciò indica che il fegato è aumentato di dimensioni..
    • Nausea. Disfunzione del metabolismo e della digestione dell'azoto proteico.
    • Con modalità costante e qualità della nutrizione, stile di vita, si osserva la perdita di peso.
    • Gusto amaro nella cavità orale.
    • Rivestimento linguetta marrone chiaro.
    • Sensazione di formicolio e pesantezza ai lati.
    • Durante la gravidanza.

    Torna al sommario

    Cause di cirrosi epatica

    Contrariamente alla credenza popolare, l'alcolismo cronico è un fattore chiaramente definito nello sviluppo della cirrosi, ma non è la sua unica possibile causa..

    Quali altri fattori causano questa malattia:

    • epatite virale cronica;
    • epatite autoimmune;
    • intossicazione cronica sul lavoro (benzene, naftaleni, metalli pesanti);
    • medicinali (antibiotici, antinfiammatori non steroidei, citostatici, contraccettivi ormonali);
    • disturbi metabolici indotti geneticamente di rame o ferro;
    • malattie del tratto biliare che causano ristagno cronico della bile nei dotti epatici.

    Inoltre, è possibile una variante della cirrosi idiopatica, quando la causa non può essere identificata. Questo di solito è caratteristico della cirrosi biliare primaria nelle giovani donne, quando per ragioni sconosciute la bile inizia a ristagnare nei piccoli dotti, causando la loro infiammazione e necrosi..

    Sviluppandosi nel corso degli anni, la cirrosi modifica l'apparato ereditario delle cellule del fegato, portando alla comparsa di generazioni di epatociti patologicamente alterati e causando un processo immuno-infiammatorio.