Esame del sangue per epatite C: marcatori di epatite, PCR, ELISA, test biochimici e clinici

Il virus contenente RNA durante l'infezione danneggia il tessuto epatico e provoca una malattia - epatite C. La malattia si presenta in forma acuta e cronica. È caratterizzato da infiammazione dell'organo senza segni evidenti. Il decorso asintomatico è spiegato dalla capacità del patogeno di formare specie che si adattano all'ospite. Mutano e, grazie a varie specie, sfuggono alla sorveglianza del sistema immunitario.

Per molti anni, il virus è all'interno del corpo. La diagnosi precoce non fornisce il risultato desiderato. Gli anticorpi compaiono dalle quattro alle otto settimane dopo l'inizio dell'infezione e i titoli degli anticorpi sono bassi. Intromettersi nelle cellule del fegato, nel tempo, distruggerle. È necessario un test dell'epatite C per rilevare un'infezione immediatamente dopo l'infezione e iniziare il trattamento del fegato.

Cosa imparerò? Il contenuto dell'articolo.

Chi ha bisogno di essere testato per l'epatite C?

Per fare un esame del sangue per l'epatite C, sono necessari i prerequisiti:

  • rapporti sessuali con una persona infetta;
  • cirrosi d'organo;
  • diagnosi dell'efficacia del trattamento di un'altra malattia infettiva;
  • esame di routine di dipendenti di istituti medici, asili nido, scuole;
  • esame prima dell'intervento chirurgico;
  • Vaccinazione contro il virus dell'epatite B..

Se il paziente ha pronunciato segni di infiammazione degli organi:

  • giallo della pelle e delle proteine;
  • dolore nella parte destra;
  • fatica
  • un aumento delle dimensioni dell'organo;
  • nausea.

Per diagnosticare l'epatite C, vengono eseguiti test per la rilevazione diretta del virus e per i segni secondari della sua presenza: la presenza di anticorpi contro il virus HCV.

Tipi di test per l'epatite C

Quando un agente patogeno entra nel corpo umano, il sistema immunitario inizia a produrre anticorpi. Questi sono componenti del sistema immunitario volti a distruggere un composto proteico estraneo. Si chiamano marcatori. I marcatori dell'epatite C sono anticorpi totali contro l'HCV. Indicare IgM e IgG. Ogni tipo di anticorpo appare in un periodo specifico..

Inizialmente, vengono rilevati anticorpi IgM (dopo 1-1,5 mesi). Questo caratterizza la fase acuta della lesione. Con il progredire dell'infezione, aumenta il numero di anticorpi. La maggior parte appare a 3-6 mesi dallo sviluppo della malattia e quindi la quantità diminuisce.

Gli anticorpi IgG compaiono 1,5-2 mesi dopo la lesione. Dopo sei mesi, la concentrazione raggiunge il suo livello massimo. Questo caratterizza il decorso cronico della malattia. Rimangono nel flusso sanguigno per molti anni..

La determinazione degli anticorpi totali nell'analisi consente di determinare la natura della malattia nella terza settimana di infezione e di capire in quale forma si verifica. Lo studio da solo non è informativo. Per una corretta diagnosi, è importante conoscere il valore totale..

Gli anticorpi anti-HCV sono determinati mediante saggio immunosorbente enzimatico. Viene prelevato il sangue venoso del paziente e vengono determinati i valori delle immunoglobuline IgM e IgG. Questo è un test ultra sensibile. Identifica persino un agente patogeno in una cellula del sangue..

Il metodo di reazione a catena della polimerasi viene utilizzato per rilevare l'RNA patogeno. Questo è il modo principale per stabilire una diagnosi di epatite C. Usandolo, viene effettuata una determinazione qualitativa e quantitativa dell'RNA del virus.

Il livello di anticorpi HCV NS3-NS5 HCVcor deve essere determinato per confermare o confutare la diagnosi con un valore negativo per PRC. Questo metodo è il più preciso. Indicherà la presenza di infezione il quinto giorno dopo l'infezione. Se ELISA non è in grado di farlo, la PCR aiuterà a determinare il genotipo del virus e ad iniziare il trattamento. Determina il tasso di sviluppo della malattia..

Come viene scritta l'epatite C nei test?

È consuetudine designarlo HCV. L'analisi qualitativa e quantitativa dell'epatite C nella decodifica è scritta come virus dell'epatite C-HCV-RNA. Gli anticorpi dell'epatite C sono anti-HCV.

Dopo quanta analisi sarà pronta la decrittazione?

Un esame del sangue per l'epatite C e la decrittazione viene eseguito da uno a cinque giorni. La scadenza dipende dal carico di lavoro del laboratorio. Dopo aver ricevuto un risultato positivo, condurre ulteriori ricerche. Si chiama immunoblotting..

La PCR viene utilizzata per confermare l'HCV per rilevare l'RNA del virus. La presenza di anticorpi nel sangue indica un decorso cronico della malattia.

Test falsi positivi si verificano nelle donne in gravidanza e nelle persone con malattie infettive.

Il risultato del test è pronto il giorno successivo, ma il paziente può ottenerlo con un guasto per una serie di motivi in ​​5-7 giorni. Quanto costa il test dell'epatite C? Di alta qualità - da 700 rubli. Costi quantitativi di più - da 1300 rubli.

Altri test per l'epatite C

Oltre a un esame del sangue generale, PCR ed ELISA effettuano un'analisi biochimica, esaminano le capacità funzionali del fegato ed eseguono test per la presenza di altri tipi di epatite. Il medico prescrive uno studio sul virus dell'immunodeficienza, sulle malattie autoimmuni. Vengono valutati lo stadio e l'attività del processo. Viene eseguita una biopsia epatica. Esamina la ghiandola tiroidea. Quali test da fare, il medico determina. Diagnosi degli organi interni e del fegato mediante ultrasuoni.

Esame del sangue clinico

L'analisi clinica generale dettagliata consente di valutare il contenuto di emoglobina nel sangue e la quantità di:

Controllo dell'account utente rivelerà deviazioni di indicatori normativi. Con lo sviluppo della malattia in un paziente, la coagulazione del sangue diminuisce e aumenta il sanguinamento. ESR sarà più alto.

Chimica del sangue

Ti consente di valutare il lavoro non solo del fegato, ma anche delle condizioni generali di altri organi. Un esame del sangue biochimico determina come si verifica il metabolismo e determina la necessità di oligoelementi. La biochimica determina ALT, AST, GGTP, bilirubina, fosfatasi alcalina, proteine ​​totali, amilasi nel sangue.

Tutti i test vengono eseguiti a stomaco vuoto. Prima di assumere cibo, dovrebbero essere necessarie 7-8 ore. Negli ultimi due giorni, i cibi fritti e grassi sono esclusi dalla dieta, non bevono alcolici e non fumano. Non puoi fare un lavoro fisico pesante, fare sport. Queste precauzioni impediscono di ricevere un risultato del test falso positivo o falso negativo..

Cosa fare se il test dell'epatite C è positivo?

Non disperare se i dati dei test per il virus erano positivi. Nel 20% dei casi si verifica l'autoguarigione. Gli anticorpi non significano che hai l'epatite C. C'è un errore nei test di laboratorio. La vaccinazione influisce sull'ottenimento del risultato giusto.

Durante la gravidanza è possibile un risultato falso positivo. Tumori, malattie infettive offuscano il quadro dei risultati di laboratorio. Per garantire che la diagnosi sia corretta, viene prescritta la PCR per determinare l'RNA del virus dell'epatite C. Il risultato sarà accurato e mostrerà se si è malati o meno..

Anche se il risultato dopo l'esame finale è positivo, la diagnosi precoce aiuterà a prescrivere il giusto trattamento. I farmaci moderni curano la forma cronica della malattia in 3-6 mesi.

Quali test dovrebbero essere eseguiti dopo il trattamento?

La malattia è pericolosa in quanto si verifica ripetutamente. Una volta ogni 6 mesi, vengono controllati gli anticorpi nel flusso sanguigno. Quando gli anticorpi non vengono più rilevati negli ultimi 2 test PCR, la malattia viene sconfitta..

Un esame del sangue biochimico mostrerà il risultato del trattamento e le condizioni degli organi interni. A causa della variabilità dei patogeni, non è disponibile alcun vaccino contro il virus dell'epatite C..

Ricorda che la malattia è contagiosa. Fai attenzione agli altri e ai tuoi cari. La malattia viene trasmessa attraverso il sangue. Pertanto, è necessario avvertire i medici, i dentisti della tua malattia. Chiedi al tuo medico di prescrivere farmaci progressivi per sopprimere il virus dell'epatite C. I farmaci interferone sono meno efficaci. Inibiscono la riproduzione dell'infezione, ma non distruggono. Forse il ritorno della malattia dopo qualche tempo.

Analisi qualitativa della PCR per l'epatite C: decifrazione dei risultati

Diagnosi di epatite C: marcatori, analisi della trascrizione

Esame del sangue di HBsAg e HCV: cos'è, indicazioni, trascrizione

Esame del sangue HCV positivo, falso positivo, negativo: cosa significa?

Epatite B ed epatite C: un esame del sangue, come indicato, una trascrizione dei risultati

Decifrare gli esami del sangue per l'epatite C

L'epatite C è una malattia virale che provoca danni al fegato. È possibile determinare l'ingresso di questo virus nel sangue superando una serie di test, tra cui un esame del sangue generale e biochimico, che consente anche di determinare quale forma di epatite è malata.

Nella forma acuta di epatite C, la quantità di alanina aminotransferasi (ALT) viene superata di 7 volte o più. In questo caso, il test ELISA mostra la presenza di anti-HCV nel sangue. Nella forma cronica di epatite C, il test ELISA mostra anche la presenza di anti-HCV nel sangue - test più specifici lo confermano.

Di norma, la forma cronica è il risultato della mancanza di trattamento (o trattamento improprio) della forma acuta.

L'infezione da epatite C si verifica più spesso a causa di trasfusioni di sangue, rapporti non protetti, uso di droghe, emodialisi e tatuaggi della pelle. Anche l'epatite C viene trasmessa verticalmente: da madre a figlio.

Tipi di analisi e loro interpretazione

Saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA) - questo tipo di analisi è uno dei primi prescritti dopo un esame del sangue generale e biochimico indica una possibile infezione da epatite C. ELISA mostra la quantità di anticorpi anti-HCV nel sangue (tipo IgM e tipo IgG). Un risultato positivo conferma la possibilità di infezione, ma nel 45% dei casi ELISA positivo si verifica in persone assolutamente sane (questo è il cosiddetto risultato falso positivo, dovuto, ad esempio, alla vaccinazione del corpo).

Metodo di immunoblotting ricombinante (RIBA) - viene eseguito con un test ELISA positivo per confermare l'infezione con epatite C. Un risultato positivo di questo studio non è anche la prova al 100% dell'infezione.

L'analisi della reazione della polimerasi (PCR), è anche possibile trovare l'analisi del nome RNA - viene eseguita con un risultato positivo di ELISA e immunoblotting ricombinante. Questa analisi è considerata più accurata e mostra la presenza di epatite C già 3-4 giorni dopo l'ingresso del virus nel sangue (tutti gli altri test - non prima di 7 giorni dopo l'infezione). Con un risultato positivo, possiamo parlare del virus dell'epatite C attiva nel sangue del soggetto.

Esistono diversi tipi di analisi PCR:

  • Quantitativo: mostra il numero di batteri del virus dell'epatite C. Si ritiene che una concentrazione di batteri del virus superiore a 800 UI / ml indica una forma acuta di epatite C. Una concentrazione di batteri del virus non superiore a 800 UI / ml indica lo stadio iniziale dell'infezione. Inoltre, con un'alta concentrazione del virus nel sangue del soggetto, il rischio di diffusione dell'infezione aumenta significativamente e il trattamento della malattia è complicato.
  • Qualitativo (genotipizzato): mostra il genotipo del virus, consente di determinare con maggiore precisione quali farmaci il paziente deve utilizzare per il trattamento.

Ricorda che la decodifica di qualsiasi test deve essere eseguita da uno specialista - solo in questo caso è possibile la nomina del trattamento corretto. Si ritiene che la norma sia la completa assenza di virus RNA nel sangue - quindi si può affermare che non si è verificata l'infezione da epatite C. Ma anche se viene rilevato un virus RNA, ciò può verificarsi per vari motivi, anche dopo il completamento del trattamento e il recupero del paziente, dopo la vaccinazione, ecc..

Esiste il rischio di un risultato del test falso positivo, pertanto, nella maggior parte dei casi, tutti i tipi di test per l'epatite C vengono eseguiti 2 o più volte. Ad esempio, nella fase iniziale del virus che entra nel flusso sanguigno, quando il corpo non è ancora riuscito a sviluppare anticorpi protettivi, i test spesso mostrano un risultato positivo. L'analisi della reazione della polimerasi può anche essere falsa positiva in violazione delle regole per la sua condotta.

A questo proposito, i risultati positivi dei test per l'epatite C sono solo la base per ulteriori esami più accurati, come: biopsia delle cellule del fegato, esame ecografico del fegato e della cistifellea, tomografia computerizzata, ecc..

I sintomi dello sviluppo dell'epatite C sono lievi, specialmente nella fase iniziale, pertanto tutte le misure preventive devono essere rigorosamente osservate. È necessario sottoporsi a esami regolari - l'unico modo per evitare lo sviluppo del virus in forme acute e croniche.

Decifrare l'analisi per l'epatite C

Le malattie del fegato nel mondo moderno sono molto rilevanti, perché questo organo è soggetto a effetti negativi sull'ambiente, uno stile di vita improprio, ecc..

Ma ci sono malattie tali che chiunque può essere infettato ed è estremamente difficile prevedere se ciò accadrà o meno. Questa, ad esempio, l'epatite virale, che viene trasmessa principalmente attraverso il sangue e inizialmente non si fa sentire. In particolare, stiamo parlando dell'epatite C..

Il fatto che il virus inizialmente non mostri segni speciali complica seriamente la diagnosi, ma, tuttavia, ci sono studi abbastanza efficaci e diversi che aiuteranno a individuare il problema.

Il principio principale per rilevare la malattia da HCV è decifrare i test per l'epatite C, cioè confrontare alcuni indicatori con le norme.

Condizioni per ottenere indicazioni stradali

Alle persone viene diagnosticata l'epatite C per vari motivi, principalmente:

  • sospetta possibile epatite;
  • la persona è a rischio;
  • La diagnostica è obbligatoria in considerazione delle specifiche del lavoro;
  • alle donne durante la gravidanza o durante la pianificazione.

Esistono diversi tipi di diagnostica: alcuni sono studi superficiali, altri sono profondi e di alta precisione, il cui principio è lo studio delle deviazioni minime degli indicatori normali o il rilevamento di sostanze specifiche.

Per rilevare il virus dell'epatite C nel sangue umano, vengono utilizzati 3 tipi di metodi diagnostici, questi sono:

  1. Saggio immunosorbente enzimatico (ELISA). Viene effettuato in laboratorio, il principio è determinare gli anticorpi contro l'epatite, in particolare: IgG, IgM. Questa diagnosi non darà una risposta dettagliata: una persona è malata o no, perché un terzo dei portatori non mostra anticorpi. Ciò accade a causa del divario tra il virus che entra nel corpo e la produzione di anticorpi ad esso, quindi questa è un'analisi dubbia e molto superficiale.
  2. Analisi del immunoblot ricombinante. Viene eseguito solo per confermare i test di laboratorio, se il risultato è positivo, la persona è o è stata portatrice della malattia. Gli anticorpi anti-virus non vengono escreti immediatamente anche dopo il successo del trattamento dell'epatite. Inoltre, un risultato falso è possibile a causa di alcuni fattori di terze parti..
  3. Analisi di polimerasi (PCR). Qual è il metodo più accurato per determinare l'epatite? - sicuramente PCR. È il metodo diagnostico più giovane e accurato. È la PCR che può dare una risposta dettagliata sul decorso della malattia, consente di stabilire la concentrazione del virus nel sangue e il suo genotipo (ce ne sono 6 in totale). Il principio si basa sul rilevamento di DNR / RNA del virus nel plasma sanguigno. Questo metodo ignora tutto quanto sopra in termini di qualità della diagnosi: devono trascorrere almeno 20 giorni prima delle manifestazioni cliniche dell'epatite, al massimo 120 giorni e 10-12 settimane dopo la penetrazione del virus prima della produzione di anticorpi. Ma il rilevamento dell'agente patogeno nel sangue non può essere falso in alcun modo, l'unica limitazione: devono passare 5 giorni dal momento dell'infezione, perché il virus potrebbe non essere ancora nel volume del test del sangue.

La PCR viene eseguita per una diagnosi accurata, capita che si tratti di tre sottospecie:

  1. Analisi qualitativa. Con il suo aiuto, viene determinata solo la presenza del virus.
  2. Diagnosi quantitativa Utilizzato per determinare l'esatto contenuto del virus nel volume del sangue; nel trattamento viene utilizzato per testare l'efficacia.
  3. Diagnosi genotipica Utilizzato per determinare il genotipo e successivamente il fenotipo del virus. Conoscere il genotipo patogeno è estremamente importante per la terapia, perché a seconda delle caratteristiche, il corso e la concentrazione dell'assunzione di farmaci cambiano.

Analisi accessorie

Nei metodi diagnostici, un ruolo importante è svolto da test aggiuntivi, che, a volte, cambiano completamente le caratteristiche del trattamento e talvolta possono persino indicare una diagnosi diversa..

Analisi biochimiche

Per prescrivere correttamente il trattamento e non aggravare il quadro, è necessario determinare in modo affidabile il grado di danno epatico, per questo viene utilizzato un esame del sangue biochimico, che mostrerà deviazioni dalla norma nella sua composizione.

I cambiamenti caratterizzano le caratteristiche del danno al tessuto epatico, questi sono: lo stadio della malattia, la gravità della fibrosi, la funzionalità epatica compromessa. Il metodo biochimico mostrerà i livelli ematici reali di bilirubina, proteine, urea, creatinina, zucchero, AST e ALT, fosfatosio alcalino, ferro e gamma-glutamil transpeptidasi. Inoltre, saranno determinati il ​​profilo lipidico e la qualità del metabolismo proteico..

Diagnostica fibrozoica

La fibrosi è una lesione del tessuto epatico, le caratteristiche del corso dipendono dal suo grado, quindi la diagnosi della gravità del danno tissutale è molto importante. A giudicare dall'immagine del decorso della malattia, il medico può giudicare l'urgenza del trattamento: se la situazione non è critica, può persino rimandarla per non danneggiare altri organi con farmaci.

Altre analisi

A volte, al fine di ottenere un quadro completo della malattia, degli ultrasuoni della cavità addominale e della ghiandola tiroidea, viene utilizzato un esame del sangue generale. Alle persone anziane viene diagnosticato un sistema cardiovascolare e digestivo, i polmoni..

Se non è possibile eseguire analisi ELISA / PCR standard, vengono eseguiti test specifici: analisi della saliva e di altri liquidi per la presenza di un agente patogeno.

indicatori

Le tecnologie diagnostiche per l'epatite C sono di alto livello e spesso non danno risultati falsi.

Nonostante ciò, non è possibile fornire una garanzia del 100% di accuratezza: sono possibili risultati falsi positivi..

Un esame del sangue può dare la risposta sbagliata in caso di inosservanza delle regole dell'analisi o di altri fattori. Le ragioni principali della distorsione dei risultati:

  • alcune infezioni specifiche che reagiscono con agenti di screening e il test è positivo;
  • ricerca durante la gravidanza;
  • la presenza nel corpo di sostanze collaterali;
  • disturbo del sistema immunitario;
  • violazione del prelievo di sangue.

Decifrare i test per l'epatite C

La decodifica dei test per l'epatite viene eseguita da uno specialista esperto che determinerà le deviazioni dalla norma di ciascuno degli indicatori e scriverà una conclusione sulla probabilità dell'epatite.

Quando diagnosticato da ELISA, il rilevamento di anticorpi nel sangue indicherà in modo inequivocabile che esiste o c'era un virus dell'epatite nel corpo umano: o il paziente è malato ora o soffriva di una malattia e gli antigeni semplicemente non avevano il tempo di uscire dal corpo. Va ricordato che gli anticorpi non vengono iniettati immediatamente - deve trascorrere un certo periodo di tempo prima che tale analisi dia risultati affidabili, quindi, se necessario, è necessario inviare nuovamente il sangue per il test.

Se la diagnosi di PCR ha dato una risposta positiva, allora con una probabilità del 99% nel corpo è l'agente patogeno. In questo caso, è necessario determinare la gravità e condurre la genotipizzazione del rna per correggere il decorso, quindi iniziare urgentemente il trattamento in modo che l'epatite non si sviluppi in cronica. I dati delle analisi della polimerasi sono considerati molto precisi, perché possono rilevare fino a 1 rappresentante del virus nella cellula. Se il tasso di reazione a catena della polimerasi non viene violato, la risposta è negativa e non dovresti preoccuparti.

Quando si stabilisce l'epatite C, viene utilizzata una determinazione quantitativa di bilirubina, ALT e AST e proteine. Il loro contenuto indica anche il grado e la gravità della malattia..

La tabella generale degli indicatori di sostanze nel sangue che possono indicare epatite C dopo analisi biochimica:

IndiceNormaEpatiteEpatite lieveGrado medioEpatite acuta grave
La bilirubina0-21 μmol / l

Fino a 90 μmol / l90-170 μmol / lSopra 170mkl / l
ASTFino a 75 unità / lPiù di 75 unità / l---
ALTFino a 50 unità / lPiù di 50 unità / l---
Proteine ​​totali65-85 g / lSotto 65 g / l---

Se è stato eseguito un test quantitativo di epatite, i suoi risultati indicheranno la presenza di epatite C acuta o cronica, la sua gravità e il tasso di riproduzione del virus. Possibili risultati:

Il contenuto di RNA C-epatite, UI / ml, valoreRisultato
0
Nessun virus rilevato. Infezione esclusa
Meno di 180Il numero di rappresentanti è trascurabile. Epatite non confermata.
180-800 mila.Basso contenuto di agenti patogeni. Stadio iniziale o post-acuto
800 mila-24 milioni.Alta concentrazione Forma acuta.
Oltre 24 milioni.Concentrazione ultra alta. C'è un rapido danno al tessuto epatico. La condizione è estremamente grave.

Affinché la diagnosi sia il più veritiera possibile, è necessario osservare alcune regole: pochi giorni prima della donazione di sangue, cibi fritti e grassi, è necessario escludere succhi di frutta, tè e caffè e zucchero. È inaccettabile condurre ricerche dopo la fisioterapia e la diagnosi delle radiazioni. Bene, la domanda principale: l'alcol influisce sull'affidabilità dei risultati? - sì, influenza e cardinale - il risultato potrebbe non corrispondere assolutamente alla realtà.

Negli adulti, uno stereotipo ha formato l'incapacità dell'epatite C, ma non lo è, esistono già metodi di trattamento che possono uccidere i virus dell'epatite nel corpo umano nelle fasi iniziali e intermedie.

Con poca attenzione, l'epatite C porta a conseguenze molto tragiche, come il cancro (43%) e la cirrosi epatica (57%), quindi la diagnosi precoce e la corretta interpretazione dell'analisi del sangue dell'hcv sono la chiave per una cura efficace.

Ci sono situazioni in cui l'epatite non può essere completamente curata e una persona rimarrà per sempre la sua portatrice, quindi il trattamento dovrebbe essere iniziato il prima possibile.

video

La norma di ALT e AST nel sangue: una trascrizione di analisi e valori elevati di ALAT e ASAT.

Esame del sangue dell'epatite C.

Quali test dovrebbero essere eseguiti dopo il trattamento?

La malattia è pericolosa in quanto si verifica ripetutamente. Una volta ogni 6 mesi, vengono controllati gli anticorpi nel flusso sanguigno. Quando gli anticorpi non vengono più rilevati negli ultimi 2 test PCR, la malattia viene sconfitta..

Un esame del sangue biochimico mostrerà il risultato del trattamento e le condizioni degli organi interni. A causa della variabilità dei patogeni, non è disponibile alcun vaccino contro il virus dell'epatite C..

Ricorda che la malattia è contagiosa. Fai attenzione agli altri e ai tuoi cari. La malattia viene trasmessa attraverso il sangue. Pertanto, è necessario avvertire i medici, i dentisti della tua malattia. Chiedi al tuo medico di prescrivere farmaci progressivi per sopprimere il virus dell'epatite C. I farmaci interferone sono meno efficaci. Inibiscono la riproduzione dell'infezione, ma non distruggono. Forse il ritorno della malattia dopo qualche tempo.

Cosa significa un test positivo per l'epatite C?

Di persona in persona, l'epatite C viene solitamente trasmessa attraverso la via parenterale. La principale via di trasmissione è attraverso il sangue infetto, nonché attraverso altri fluidi corporei (saliva, urina, sperma). Il sangue dei portatori di infezione è pericoloso fino a quando non mostrano i sintomi della malattia e mantiene la capacità di rimanere infettati per lungo tempo.

Ci sono oltre 180 milioni di persone infette da HCV nel mondo. Al momento non esiste un vaccino per l'epatite C, ma sono in corso ricerche per svilupparlo. Più spesso, il virus patogeno viene rilevato nei giovani di età compresa tra 20 e 29 anni. L'epidemia di epatite virale C sta crescendo, circa 3-4 milioni di persone vengono infettate ogni anno. Il numero di decessi per complicanze della malattia ammonta a oltre 390 mila all'anno.

Tra alcune popolazioni, i tassi di infezione sono significativamente più alti. Quindi, a rischio sono:

  • pazienti spesso ospedalizzati;
  • pazienti che necessitano di emodialisi continua;
  • riceventi di sangue;
  • Pazienti dispensari di oncologia
  • trapianti di organi;
  • gruppi professionali di operatori sanitari a diretto contatto con il sangue dei pazienti;
  • bambini nati da madri infette (ad alte concentrazioni del virus nella madre);
  • Portatori di HIV
  • partner sessuali di persone con epatite C;
  • persone in custodia;
  • persone che iniettano droghe, pazienti presso dispensari di droghe.

La trasmissione del virus avviene a stretto contatto con il portatore del virus o quando il sangue infetto entra nel corpo. La via sessuale e verticale di infezione (da madre a figlio) è registrata in rari casi. Nel 40-50% dei pazienti, non è possibile rilevare la fonte esatta dell'infezione. Il virus dell'epatite C non viene trasmesso attraverso strette di mano, baci e la maggior parte degli oggetti domestici, come i piatti comuni

Ma se c'è una persona infetta in famiglia, bisogna fare attenzione: manicure, rasoio, spazzolino da denti, salviette non possono essere condivisi, poiché possono rimanere tracce di sangue su di loro.

Un test per l'epatite C viene eseguito durante gli esami fisici e quando compaiono sintomi sospetti

Al momento dell'infezione, il virus entra nel flusso sanguigno e si deposita in quegli organi e tessuti in cui si moltiplica. Queste sono cellule epatiche e cellule mononucleate del sangue. In queste cellule, l'agente patogeno non solo si moltiplica, ma rimane anche a lungo..

L'HCV provoca quindi danni alle cellule del fegato (epatociti). L'agente causale penetra nel parenchima del fegato, cambiando la sua struttura e interrompendo le funzioni vitali. La distruzione degli epatociti è accompagnata dalla proliferazione del tessuto connettivo e dalla sua sostituzione delle cellule del fegato (cirrosi). Il sistema immunitario produce anticorpi contro le cellule del fegato, aumentandone il danno. A poco a poco, il fegato perde la sua capacità di svolgere le sue funzioni, si sviluppano gravi complicanze (cirrosi, insufficienza epatica, carcinoma epatocellulare).

Gli antigeni dell'HCV hanno una bassa capacità di indurre reazioni immunitarie, quindi gli anticorpi precoci ad essi compaiono solo dopo 4-8 settimane dall'esordio della malattia, a volte anche dopo, i titoli anticorpali sono bassi - questo complica la diagnosi precoce della malattia.

Tipi di test dell'epatite C.

Per la diagnosi dell'epatite C, vengono utilizzati sia l'isolamento diretto del virus nel sangue sia il rilevamento di segni indiretti della sua presenza nel corpo - i cosiddetti marcatori. Inoltre, si stanno studiando le funzioni del fegato e della milza..

I marcatori dell'epatite C sono anticorpi totali contro il virus HCV (Ig M + IgG). I primi anticorpi (dalla quarta alla sesta settimana di infezione) della classe IgM iniziano a formarsi. Dopo 1,5-2 mesi, inizia la produzione di anticorpi IgG, la loro concentrazione raggiunge un massimo da 3 a 6 mesi della malattia. Questo tipo di anticorpo può essere trovato nel siero del sangue per anni. Pertanto, il rilevamento di anticorpi totali consente la diagnosi di epatite C, a partire dalla terza settimana dopo l'infezione.

Gli anticorpi anti-HCV sono determinati mediante saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA), un test ultra sensibile che viene spesso utilizzato come diagnosi rapida.

Per determinare l'RNA del virus nel siero, viene utilizzato il metodo di reazione a catena della polimerasi (PCR). Questa è l'analisi principale per stabilire una diagnosi di epatite C. La PCR è un test qualitativo in cui viene determinata solo la presenza del virus nel sangue, ma non la sua quantità.

È necessario determinare il livello di anticorpi HCVcor IgG NS3-NS5 per escludere o confermare la diagnosi in presenza di un risultato PCR negativo.

Per diagnosticare le funzioni epatiche, vengono prescritti test epatici: determinazione di ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), bilirubina, fosfatasi alcalina, GGT (gamma glutamil transferasi), test del timolo. I loro indicatori sono confrontati con le tabelle standard, una valutazione completa dei risultati è importante.

Un passaggio diagnostico obbligatorio è un esame del sangue con la determinazione della formula dei leucociti e delle piastrine. Con l'epatite C nell'analisi del sangue generale, viene rivelato un numero normale o ridotto di leucociti, linfocitosi, una diminuzione dell'ESR, con un esame del sangue biochimico - iperbilirubinemia dovuta alla frazione diretta, un aumento dell'attività dell'ALT, alterato metabolismo delle proteine. Nel periodo iniziale dell'epatite, aumenta anche l'attività di determinate sostanze che si trovano normalmente negli epatociti ed entrano nel flusso sanguigno in quantità molto ridotte - sorbitolo deidrogenasi, ornitinecarbamoiltransferasi, fruttosio-1-fosfataldolasi..

Un'analisi delle urine generale con microscopia dei sedimenti rivelerà l'urobilina nelle urine e la bilirubina nelle fasi successive della malattia.

Viene eseguito uno studio hardware sugli organi addominali, incluso il fegato: ecografia, tomografia nucleare calcolata o magnetica.

Un metodo importante per diagnosticare l'epatite C è uno studio morfologico della biopsia epatica. Non solo integra i dati di studi biochimici, immunologici e hardware, ma spesso indica anche la natura e lo stadio del processo patologico, che altri metodi non rilevano. È necessario uno studio morfologico per determinare le indicazioni per la terapia con interferone e valutarne l'efficacia. Una biopsia epatica è indicata per tutti i pazienti con epatite C e portatori di HBsAg..

Tipi di diagnostica espressa

Per diagnosticare una malattia virale, vengono utilizzati i seguenti metodi:

  • SE UNA. Questa tecnica consente la determinazione di anticorpi (IgG, IgM) nel sangue. Un risultato positivo significa che la persona è già stata in contatto con l'agente causale della malattia. Poco più di un terzo della popolazione non mostra un risultato positivo. Ciò può indicare un risultato falso positivo, che è dubbio..
  • Analisi di RIBA (immunoblotting ricombinante) per l'epatite C. Fondamentalmente, questo metodo viene utilizzato per confermare un risultato positivo del test ELISA. Questa tecnica non consente di determinare la presenza dell'agente patogeno nel corpo. L'immunoblottazione non combinata determina la presenza di anticorpi contro il virus.
  • PCR Questa tecnica può dare risultati più accurati. La PCR ha lo scopo di rilevare l'RNA del virus. Con l'epatite C, un test di laboratorio consente di identificare la malattia nel più breve tempo possibile, quando gli anticorpi non sono ancora comparsi nel corpo. Pertanto, la PCR consente la diagnosi nei primi 5 giorni dopo l'infezione.

Al momento, in medicina vengono utilizzati 2 tipi di PCR:

  1. Qualità. Questo test di epatite viene eseguito se vengono rilevati anticorpi contro una malattia infettiva..
  2. Quantitativa. Assegnare durante il trattamento iniziale di un paziente i cui anticorpi sono stati rilevati nel sangue e durante le misure terapeutiche. La decrittazione dell'analisi del sangue viene eseguita al fine di monitorare la terapia, fare una diagnosi finale e determinare ulteriori tattiche di trattamento.

Possono verificarsi agenti patogeni di malattie infettive. Una malattia epatica infettiva come l'epatite C è ora curabile quando viene rilevata in modo tempestivo. Se si sospetta un virus, viene eseguita l'analisi della PCR..

Nonostante il fatto che per lungo tempo i sintomi del virus possano essere mascherati, una persona potrebbe non avvertire l'insorgenza della malattia. Ma con un esame approfondito nel 60-70% dei casi, viene rilevata l'epatite C, l'analisi primaria in cui è ELISA, quindi segue la diagnosi di PCR.

L'analisi viene eseguita in determinati periodi per determinare lo stadio della malattia e prescrivere il trattamento appropriato. Puoi farne a meno senza applicare tutte queste procedure e puoi essere vaccinato contro l'epatite..

Prima arriva un'analisi qualitativa, che conferma solo l'ipotesi sull'infezione, e poi una quantitativa che determina il carico sul fegato. Un'opzione ideale sarebbe un risultato negativo per l'epatite C nel materiale genetico del paziente.

Distinguere tra analisi qualitativa e quantitativa. L'essenza del primo è che determina la presenza di infezione nel sangue.

Ciò significa che il virus infetta cellule epatiche sane. Se un paziente trova anticorpi contro l'epatite C, viene immediatamente eseguito un test qualitativo. La norma che il risultato dovrebbe dare è "non trovata nel sangue".

Nel determinare la concentrazione del virus, è necessario conoscere la sensibilità del sistema diagnostico, poiché l'analisi può essere eseguita da persone sottoposte a terapia antivirale.

La sensibilità dell'analizzatore non deve essere inferiore a 50 UI / ml.

Quando viene rilevato un virus, viene eseguita un'analisi quantitativa, in altre parole, una carica virale che determina la concentrazione del virus nel sangue e la gravità della malattia.

L'RNA virale in una certa quantità di sangue è definito come la norma al ritmo di 1 ml per 1 centimetro cubo. Dopo una determinazione quantitativa della carica virale, si può giudicare il grado di infezione dell'ambiente ancora non infetto. Non appena la concentrazione di epatite C nel sangue aumenta, è necessario isolarsi dall'ambiente.

Se l'intervallo quantitativo è inferiore a 400 mila UI / ml, si ritiene che l'infezione di altri abbia meno probabilità di verificarsi. Questa cifra chiarisce che l'epatite C è presente nel corpo in dosi molto ridotte..

L'analisi non è stata in grado di determinare il valore quantitativo dell'RNA delle particelle virali, pertanto viene ripetuta più volte per l'accuratezza della diagnosi..

Esame del sangue biochimico per l'epatite B

Il metodo di analisi biochimica è necessario per ottenere un quadro clinico completo del decorso della malattia. Questo metodo diagnostico consente di comprendere il lavoro degli organi interni (fegato, reni, cistifellea, ghiandola tiroidea e altri). La decrittazione fornisce una comprensione del tasso metabolico nel corpo, possibili patologie del metabolismo. Indicatori dettagliati indicheranno la mancanza di vitamine, macronutrienti e minerali necessari per la salute e la vita umana.

Se sospetti l'epatite B, i test includono necessariamente uno studio biochimico basato sul sangue venoso

In questo caso, viene prestata particolare attenzione agli indicatori che caratterizzano il funzionamento del fegato e il suo possibile danno.È possibile effettuare un'analisi dell'epatite in qualsiasi altro centro diagnostico (Invitro, Hemotest, ecc.)

Un esame del sangue biochimico per la rilevazione dell'epatite B comprende i seguenti componenti

Puoi fare un test di epatite in qualsiasi altro centro diagnostico (Invitro, Hemotest, ecc.). Un esame del sangue biochimico per la rilevazione dell'epatite B comprende i seguenti componenti.

Analisi quantitativa dell'enzima ALT (AlAt)

Questo enzima si trova più spesso in concentrazioni elevate di epatite acuta e cronica. La sostanza è contenuta nelle cellule del fegato e con danni agli organi attraverso il flusso sanguigno entra nei vasi.

La quantità e la concentrazione nel sangue con una malattia virale sono in costante cambiamento, quindi gli studi vengono condotti almeno una volta al trimestre. L'ALT riflette non solo l'attività del virus dell'epatite, ma anche il grado di danno epatico da esso causato. I livelli di ALT aumentano con l'aumentare della quantità di sostanze tossiche di origine epatica e in presenza del virus.

Saggio enzimatico AST

Le proteine ​​sono un componente degli organi umani più importanti: fegato, tessuto nervoso, tessuto dei reni, scheletro e muscoli. L'enzima è coinvolto nella costruzione del muscolo più importante: il cuore. Alti livelli di AST in un paziente con epatite B possono segnalare la fibrosi epatica. Una situazione simile si verifica con alcol, droghe o altri danni tossici alle cellule del fegato..

Indicatori eccessivi sono un segno di distruzione del fegato a livello cellulare. Quando si effettua una diagnosi, il rapporto tra AST e ALT (coefficiente de Ritis). Un aumento simultaneo della concentrazione di entrambi gli enzimi è un segno di necrosi epatica.

La bilirubina

La sostanza si forma nella milza e nel fegato a causa della rottura dell'emoglobina nei loro tessuti. Questo componente fa parte della bile. Si distinguono due frazioni proteiche: bilirubina diretta (legata) e bilirubina indiretta (libera). Con un aumento della bilirubina legata al sangue, ha senso sospettare l'epatite o altre lesioni epatiche. È direttamente correlato alla citolisi delle cellule del fegato..

Bilirubina nel corpo umano

Se la quantità di bilirubina indiretta aumenta, allora, molto probabilmente, c'è un danno al tessuto parenchimale o alla sindrome di Gilbert. L'alto livello di bilirubina secondo i risultati dell'analisi può essere il risultato dell'ostruzione dei dotti biliari. A un livello di bilirubina superiore a 30 micromoli per litro, il paziente mostra un tono di pelle itterico, l'urina diventa scura e il bianco degli occhi cambia colore.

Albume

La sintesi di questa proteina avviene nel fegato. Se la sua quantità è ridotta, ciò indica una diminuzione della sintesi di enzimi nell'organo a causa del verificarsi di gravi danni alle cellule del fegato.

Proteine ​​totali

Se la quantità di proteine ​​totali diventa significativamente inferiore alla norma accettata, ciò indica un rallentamento della funzionalità epatica.

Un aumento dei livelli proteici segnala un processo infiammatorio nel corpo.

GGT (GGTP)

Un enzima usato per rilevare l'ittero e la colecistite ostruttivi. Un aumento dei livelli di GGT è un segnale di danno epatico tossico. Può essere innescato dall'alcolismo cronico e dall'uso incontrollato di farmaci. Le proteine ​​sono particolarmente sensibili alle tossine e all'alcool; sotto la loro influenza, la sua attività sta crescendo rapidamente. Mantenere a lungo un'alta concentrazione di GGT nel sangue indica gravi danni al fegato.

La creatinina

È un prodotto del metabolismo proteico che si verifica nel fegato. Una forte diminuzione del livello è un segnale del rallentamento dell'organo.

Decrittazione dei risultati dell'analisi

Per rilevare l'epatite B e C in un paziente, viene eseguito un prelievo di sangue per determinare gli anticorpi di classe LgM. L'interpretazione del test dell'epatite B dipende dal fatto della presenza di questi anticorpi e dalla loro concentrazione nel paziente. Per chiarire l'immagine della presenza del virus dell'epatite e della sua patologia nel corpo, il materiale viene prelevato su anticorpi di diverse categorie. La tabella seguente indica quali anticorpi determinano e perché:

Antigeni e AnticorpiDescrizione
Antigene HBs (australiano)Indica epatite acuta o cronica.
HBeAgUn risultato negativo non indica un'assenza, ma un'analisi positiva indica la cronicità
Anti-HBc-totaleEpatite B di conferma, ma non indica patologia della malattia
IgM anti-HBcÈ indicato da tre opzioni che negano, consentono o confermano la presenza del virus.
Anti-HBeAl momento del rilevamento, confermare la partenza della malattia, in assenza di una forma cronica o in assenza della malattia
Anti-HBsUn indicatore positivo è di 10 mU / ml, se superiore - la vaccinazione è efficace, inferiore - il virus progredisce
HBV-DNAPiù di 40 UI / L di antigene nelle analisi hanno prove della presenza del virus

Le analisi sono sia qualitative che quantitative. Ciò significa che la sola presenza di anticorpi indica la presenza o l'assenza del virus nel corpo - qualitativa; i cambiamenti di concentrazione e il confronto con la giusta quantità di elementi che combattono il virus sono chiamati quantitativi. I test per l'epatite B possono essere eseguiti sia una volta che ancora, se necessario. I risultati del test possono essere "positivi" (presenza del virus in forma acuta o cronica) o "negativi" (nessuna invasione).

cartoncino segnapunti

Risultati di un esame del sangue prima e dopo il trattamento.

Il valore soddisfacente dell'HBV trovato nei dati della ricerca è una concentrazione di 105 copie / ml. Qualunque cosa inferiore a questo numero dà un risultato negativo, maggiore: il sangue per l'epatite viene riconosciuto infetto. Se i risultati indicano l'assenza di antigeni come HBsAg, HBeAg, DNA, HBV, il virus è assente. Se viene rilevato anti-HBsAb a qualsiasi concentrazione, viene prescritta un'ulteriore analisi..

Inizialmente, viene controllata la presenza di un marcatore precoce: una proteina, che è il materiale da costruzione dell'involucro del virus dell'epatite. In tal caso, il risultato è considerato positivo. La concentrazione di un tale virus è calcolata da indici, i cui valori sono indicati in tabelle speciali. In presenza di anti-HBs, i medici notano il processo di recupero del paziente, come appaiono, in sostituzione di anti-HBe (anticorpi che rispondono al virus).

Deviazioni di indicatori

La diagnosi dei marcatori dell'epatite B nel sangue può avere una forma di interpretazione falsa. In caso di invasione articolare da parte dei virus dell'epatite di tipo B e D o di un virus sieronegativo, i risultati potrebbero essere interpretati in modo errato. Numerosi marcatori che indicano la presenza di invasione sono stati osservati in pazienti sani che in precedenza avevano subito una forma latente della malattia e sono immuni al virus. I medici raccomandano un secondo test di epatite, indipendentemente dai risultati. Se i test per la presenza di antigeni sono positivi, è necessario un esame del sangue ripetuto.

Tipi di PCR per epatite virale B

Esistono 2 tipi di diagnostica prescritti per l'epatite B. La PCR di alta qualità consente di dire con precisione al 100% se l'HBV è presente nel sangue o meno. La PCR quantitativa mostra l'attività del virus, ovvero quanti frammenti di DNA dell'HBV sono contenuti in 1 ml di sangue.

PCR di alta qualità e sua interpretazione

Un esame del sangue per l'epatite B mediante PCR può rilevare solo la presenza di frammenti di DNA. È prescritto nel caso in cui il paziente sospetti un'infezione da HBV (HBV) o quando altri metodi diagnostici, ad esempio i test sierologici, non danno una risposta chiara. Decifrare i risultati quando si esegue un'analisi qualitativa è molto semplice:

  • risultato negativo - non c'è virus;
  • positivo - virus rilevato.

L'obiettivo della PCR di alta qualità è confermare o negare la presenza del virus dell'epatite B, nonché condurre una diagnosi precoce. Se viene rilevato HBV entro 1-2 settimane dopo l'infezione, il trattamento diventerà più efficace. Con lo sviluppo attivo dell'HBV per 2 o più mesi, la malattia diventa cronica e non può essere completamente curata.

PCR quantitativa

Per prescrivere un trattamento efficace o valutare i risultati della terapia, semplicemente sapere che il paziente ha HBV non è sufficiente. È necessario quantificare il valore del DNA del virus dell'epatite B in 1 ml di sangue, ovvero la carica virale sul corpo. Questo tipo di PCR per l'epatite B viene eseguita nei seguenti casi:

  1. Prima di prescrivere il trattamento.
  2. Per valutare l'efficacia della terapia.
  3. Per determinare lo sviluppo della resistenza del virus ai farmaci.
  4. Per determinare lo stadio in cui si trova la malattia.

Le unità del virus sono unità internazionali (UI / ml) o il numero di copie di DNA / ml, ovvero il numero di frammenti di DNA per 1 ml di sangue. Il rapporto tra le due unità dipende dal sistema di test selezionato e varia da 2 a 7 copie / ml in 1 UI / ml. Se il sistema è sconosciuto, per la conversione viene utilizzato il valore medio:

1 UI / ml = 5 copie / ml

Se viene eseguita immediatamente un'analisi quantitativa, la norma limite per la diagnosi della malattia è di 75 UI / ml. Con un risultato sopra questo indicatore, viene fatta una diagnosi di HBV, sotto - HBV non viene rilevato.

Interpretazione della PCR quantitativa

Con l'epatite B, i seguenti valori della carica virale (viremia), copie / ml, appaiono come norme PCR:

  • da 10 ^ 4 a 10 ^ 5 - il carico è basso, il virus è generalmente inattivo;
  • 10 ^ 6 - carico moderato, il virus si comporta attivamente;
  • 10 ^ 7 - la viremia è grande, il virus è altamente attivo.

Conoscendo quantitativamente il comportamento del virus nel corpo, è possibile determinare la forma della malattia (cronica, acuta o di trasporto), la necessità di ulteriori studi, la reazione del corpo e il virus al trattamento:

  1. L'epatite B cronica viene diagnosticata se il valore delle transaminasi è al di sopra del normale, l'attività del virus è superiore a 4 e la concentrazione di copie del DNA in un millilitro di sangue sarà di 10 ^ 5 copie.
  2. Il trasporto è determinato dalla seguente immagine, che fornisce i risultati: concentrazione
  3. La resistenza (resistenza) nell'HBV è costantemente monitorata durante il trattamento. Le analisi vengono eseguite ogni 3 mesi. Se a un certo punto la viremia con epatite aumenta di 10 volte, questo significa che l'HBV si è adattato ai farmaci usati - è diventato stabile.
  4. Un ciclo favorevole di trattamento mostrerà una diminuzione della viremia dell'85% 3 giorni dopo l'inizio della terapia.
  5. Un paziente riceve una biopsia epatica solo quando l'indicatore ALT (alanina aminotransferasi) supera il valore normale non più di 2 volte in 6 mesi e la decodifica della PCR per l'epatite B mostra viremia> 10 ^ 5 copie / ml. Quando, con alta attività virale, si osserva un aumento del livello di ALT più di 2 volte in sei mesi, viene immediatamente prescritta una terapia antivirale.

Per scoprire come si comporterà l'epatite del DNA in termini di cronizzazione, ovvero la transizione da una forma cronica da acuta, vengono utilizzati anche i risultati della diagnostica PCR:

  • HBV DNA
  • Il DNA dell'HBV è compreso tra 2 x 10 ^ 4 e 2 x 10 ^ 6 copie / ml significa che ogni 4 pazienti con HBV diventeranno cronici, ovvero la cronicità è del 25-30%;
  • HBV DNA> 2 x 10 ^ 6 copie / ml significa che l'acquisizione di una forma cronica della malattia è inevitabile.

Come prepararsi allo studio

Affinché la decodifica dell'analisi PCR non sia errata, è necessario prepararsi adeguatamente per il prelievo di sangue. Con alcune eccezioni, le regole non differiscono da quelle di altri studi..

  • donare il sangue rigorosamente a stomaco vuoto (ultimo pasto 12 ore prima di visitare il laboratorio);
  • la procedura viene eseguita al mattino (il più presto possibile);
  • il giorno dell'analisi, dopo esserti svegliato, puoi bere solo acqua; tè, caffè, bibite gassate e / o dolci, succhi di frutta, ecc. controindicato;
  • 3-5 ore prima di donare il sangue non è possibile fumare;
  • se è impossibile interrompere l'assunzione di qualsiasi farmaco, indicare i nomi dei farmaci da assumere all'assistente di laboratorio e al medico che interpreterà i dati.

La presenza di epatite C implica già un completo rifiuto dell'alcol e una dieta rigorosa (tabella n. 5). Ma se l'analisi viene effettuata nella fase di diagnosi, 5-7 giorni prima del prelievo di sangue, il monitoraggio nutrizionale è obbligatorio ad eccezione dei prodotti pesanti per il fegato e dell'alcool.

Decifrare l'analisi quantitativa per l'epatite C

Di solito, quando il paziente riceve i risultati dei test a portata di mano, il modulo visualizza i valori normali, i valori ottenuti e una breve interpretazione. Tuttavia, la decodifica di un esame del sangue per l'epatite C deve essere eseguita solo da un medico. La PCR quantitativa è una delle fasi della diagnosi, pertanto il medico confronta le cifre con i risultati precedentemente ottenuti.

A seconda degli indicatori ottenuti, viene determinato il grado di carica virale o la completa assenza di RNA di HCV nel corpo.

Se viene eseguita un'analisi quantitativa per l'epatite C, la decrittazione viene eseguita secondo la tabella:

Valore dell'indicatoreLivello di carico virale
Nessun virus RNA rilevato (o il numero di copie è inferiore alla sensibilità del sistema di test)Normalmente, la persona è sana o l'analisi è stata effettuata durante il periodo di incubazione della patologia
1,8 × 102–7,9 × 105 UI / mlBassa carica virale. Indica infezione recente, latenza o efficacia antivirale.
8 × 102–2,3 × 107 UI / mlCarico virale moderato. Di solito è notato nella forma cronica di HCV. La prognosi del trattamento è favorevole, soggetta alle raccomandazioni del medico
2,4 × 107 UI / ml e superioreAlta viremia Sono molto probabili gravi complicazioni (fino al cancro del fegato)

Al fine di decrittografare accuratamente l'analisi e prevenire risultati errati, è possibile valutare i dati della PCR quantitativa solo dopo aver identificato i marcatori sierologici della PCR qualitativa. Quando ELISA deve indicare il coefficiente di positività

Tenere anche conto dei dati dell'esame ecografico, dell'elastografia e della biopsia, se lo studio è stato condotto

Norma

L'analisi quantitativa della PCR viene eseguita solo se altri emocromi sono positivi per l'epatite C..

Ottenere un risultato negativo è possibile con:

  • autorigenerazione (nella letteratura medica ci sono statistiche secondo le quali circa il 15% delle infezioni da HCV passa inosservato, il sistema immunitario umano elimina completamente il virus);
  • risposta virologica precoce (durante la valutazione dei risultati durante la terapia antivirale);
  • in caso di dati errati provenienti da studi precedenti (è improbabile, dal momento che ELISA, PCR di alta qualità e test epatici sono di solito prescritti per primi).

Quando viene eseguito un test dell'epatite C per valutare la carica virologica, la trascrizione viene eseguita dal medico. Si ritiene che gli indicatori normali siano la completa assenza di RNA dell'HCV nel sangue. Ma per escludere un'infezione latente, si raccomanda di ripetere lo studio tra qualche settimana..

Quali conte ematiche indicano l'epatite C

Prima di iniziare un esame diagnostico, è necessario sapere esattamente quali conte ematiche indicano HCV. Da un lato, ciò consentirà al paziente di evitare spese finanziarie non necessarie per analisi non necessarie, dall'altro, farà risparmiare tempo.

Quindi, con l'epatite C, i seguenti dati sono indicativi:

  • ELISA positivo indipendentemente dalla classe di anticorpi rilevati; ma questo parametro viene valutato in base ad altri risultati, poiché alcune caratteristiche del sistema immunitario possono influenzare l'accuratezza dello studio;
  • PCR qualitativa positiva (la sensibilità e la specificità del metodo raggiunge il 100%);
  • determinazione del numero di copie del virus durante la PCR quantitativa.

I segni indiretti di HCV sono transaminasi epatiche in eccesso, bilirubina, leucocitosi, VES accelerata, presenza di bilirubina nelle urine.

Quando si decodificano i risultati, vengono prese in considerazione le riduzioni, poiché l'epatite C è indicata nelle analisi. Tipicamente, la carica virale è indicata in UI / ml o UI / ml e l'RNA del virus è l'acronimo inglese RNA HCV.

C'è un falso test

Contrariamente a ELISA, la probabilità di un falso risultato di PCR è praticamente zero. Gli errori sono possibili solo a causa del fattore umano, cioè in violazione delle regole per il prelievo di sangue, la conservazione dei campioni e la conduzione diretta dello studio.

Rilevazione del DNA dell'HBV mediante PCR

Per l'esame di laboratorio e per identificare la presenza di una diagnosi di epatite B nel sangue, viene utilizzato il metodo PCR. Un metodo per esaminare una reazione a catena della polimerasi è il più avanzato nel campo del rilevamento delle malattie.

La decodifica finale mostra se vi sono tracce della presenza genica dell'agente patogeno nelle cellule del fegato.

Se durante lo studio vengono osservati tutti i principi, il risultato ha una precisione assoluta. Il metodo viene utilizzato per la diagnosi, viene utilizzato nel processo di trattamento e nella terapia antivirale.

  1. La PCR qualitativa alla fine ha solo due significati: "rilevato" e "non rilevato". La procedura viene eseguita per ogni paziente con sospetta epatite. Con una sensibilità media del test PCR nell'intervallo da 10 a 500 UI / ml, a bassi livelli di DNA del virus nel sangue, il materiale genico non verrà rilevato.
  2. PCR quantitativa. Contrariamente a quello qualitativo, indica non solo l'epatite B. Un'analisi quantitativa indica quanto la norma di una persona sana sia lontana dagli indici del paziente in termini numerici. Il metodo consente di valutare lo stadio della malattia e prescrivere un trattamento. La sensibilità del test PCR con follow-up quantitativo è superiore rispetto al metodo qualitativo. La base è il calcolo del DNA rilevato, che è espresso in copie per millilitro o ME / ml.

Un esame del sangue per l'epatite B sotto forma di PCR quantitativa fornisce una comprensione del grado di contagio del paziente. Più alto è il punteggio, maggiore è il rischio di diffusione del virus..

Inoltre, la PCR quantitativa fornisce una comprensione degli effetti del trattamento e della correttezza della terapia selezionata. A seconda della quantità di materiale genico virale, si può decidere di ridurre la durata del trattamento o, al contrario, di prolungarlo e rafforzarlo.

Algoritmo di screening del portatore di epatite B.

Il virus dell'epatite B è in uno stato "addormentato", senza causare danni all'uomo. I parametri biochimici sono generalmente normali. Tale paziente non ha bisogno di assumere farmaci antivirali.

Si consiglia di ripetere ogni anno un'analisi PCR qualitativa per il virus dell'epatite B e test biochimici tradizionali al fine di stabilire l'attivazione del virus in tempo. Lo stato di trasporto di molti medici è considerato una forma latente di epatite cronica, che richiede un monitoraggio dinamico..

Una tabella di studi necessari per un corriere del virus dell'epatite B si presenta così:

IndiceNorma (nessun altro esame e trattamento necessari)Superamento della norma (possibilmente epatite cronica, è richiesto un esame più dettagliato)
bilirubina comunefino a 20, 5 μml lpiù del limite superiore della norma
ALATfino a 0,68 μml l hpiù del limite superiore della norma
Alfino a 0,45 μml l hpiù del limite superiore della norma
fosfatasi alcalina98-279 unità / lpiù del limite superiore della norma
HBsAgpositivo (per i media)-
HBeAgnegativopositivo
PCR per il DNA del virus dell'epatite B.negativopositivo

È difficile anche per un medico esperto eseguire una diagnosi differenziale dello stato di trasporto del virus dell'epatite B e dell'epatite B cronica.