Cambiamenti negli enzimi epatici in varie patologie, il loro valore diagnostico

Un gruppo di sostanze proteiche che aumentano l'attività di vari processi metabolici è chiamato enzimi..

Il buon esito delle reazioni biologiche richiede condizioni speciali: temperatura elevata, una certa pressione o presenza di determinati metalli.

Gli enzimi aiutano ad accelerare le reazioni chimiche senza soddisfare queste condizioni..

Cosa sono gli enzimi epatici

In base alle loro funzioni, gli enzimi si trovano all'interno della cellula, sulla membrana cellulare, fanno parte di varie strutture cellulari e partecipano alle reazioni al suo interno. Secondo la funzione, si distinguono i seguenti gruppi:

  • idrolasi: scomporre molecole di sostanze;
  • sintetasi: sono coinvolti nella sintesi molecolare;
  • transferasi - siti di trasporto di molecole;
  • ossireduttasi: influenzano le reazioni redox nella cellula;
  • isomerasi: modifica la configurazione delle molecole;
  • lasi - formano ulteriori legami molecolari.

Il lavoro di molti enzimi richiede la presenza di cofattori aggiuntivi. Il loro ruolo è giocato da tutte le vitamine, i minerali.

Cosa sono gli enzimi epatici

Ogni organello cellulare ha una propria serie di sostanze che determinano la sua funzione nella vita cellulare. Gli enzimi del metabolismo energetico si trovano sui mitocondri, il reticolo endoplasmatico granulare è legato alla sintesi proteica, il reticolo liscio è coinvolto nel metabolismo dei lipidi e dei carboidrati, i lisosomi contengono enzimi di idrolisi.

Gli enzimi che possono essere rilevati nel plasma sanguigno sono convenzionalmente divisi in tre gruppi:

  1. Secretoria. Sono sintetizzati nel fegato e secreti nel sangue. Esempi sono gli enzimi della coagulazione del sangue, la colinesterasi.
  2. Indicatore o cellulare (LDH, glutomatodeidrogenasi, fosfatasi acida, ALT, AST). Normalmente, solo le loro tracce si trovano nel siero, perché la loro posizione intracellulare. Il danno ai tessuti provoca il rilascio di questi enzimi nel sangue; dal loro numero, si può giudicare la profondità della lesione..
  3. Gli enzimi escretori vengono sintetizzati e secreti insieme alla bile (fosfatasi alcalina). La violazione di questi processi porta ad un aumento della conta ematica..

Quali enzimi vengono utilizzati nella diagnosi

I processi patologici sono accompagnati dalla comparsa di colestasi e sindromi da citolisi. Ognuno di essi ha i suoi cambiamenti nei parametri biochimici degli enzimi sierici..

La sindrome colestatica è una violazione della secrezione biliare. È determinato dal cambiamento di attività dei seguenti indicatori:

  • aumento degli enzimi escretori (fosfatasi alcalina, GGTP, 5-nucleotidasi, glucuronidasi);
  • aumento della bilirubina, fosfolipidi, acidi biliari, colesterolo.

La sindrome citolitica indica la distruzione degli epatociti, una maggiore permeabilità delle membrane cellulari. La condizione si sviluppa con danno virale e tossico. Una variazione caratteristica degli enzimi indicatori è ALT, AST, aldolase, LDH.

La fosfatasi alcalina può essere sia di origine epatica che ossea. L'aumento parallelo di GGTP parla di colestasi. L'attività aumenta con i tumori del fegato (il giallo potrebbe non verificarsi). Se in parallelo non si verifica un aumento della bilirubina, si può ipotizzare lo sviluppo di amiloidosi, ascesso epatico, leucemia o granuloma.

Il GGTP aumenta contemporaneamente con un aumento della fosfatasi alcalina e indica lo sviluppo della colestasi. Un aumento isolato del GGTP può essere dovuto all'abuso di alcol, quando non ci sono ancora cambiamenti grossolani nel tessuto epatico. Se si sviluppa fibrosi, cirrosi o epatite alcolica, il livello di altri enzimi epatici aumenta contemporaneamente..

Le transaminasi sono rappresentate dalle frazioni ALT e AST. L'aspartato aminotransferasi si trova nei mitocondri del fegato, del cuore, dei reni e dei muscoli scheletrici. Il danno alle loro cellule è accompagnato dal rilascio di una grande quantità di enzima nel sangue. L'alanina aminotransferasi è un enzima del citoplasma. La sua quantità assoluta è piccola, ma il contenuto di epatociti è maggiore rispetto al miocardio e ai muscoli. Pertanto, un aumento dell'ALT è più specifico per i danni alle cellule del fegato..

La lattato deidrogenasi è un enzima della citolisi, ma non è specifico per il fegato. Può aumentare nelle donne in gravidanza, nei neonati, dopo un intenso sforzo fisico. LDH aumenta significativamente dopo infarto del miocardio, embolia polmonare, lesioni estese con allentamento muscolare, con anemia emolitica e megaloblastica. Si basano sul livello di LDH nella diagnosi differenziale della malattia di Gilbert - la sindrome di colestasi è accompagnata da un normale indice di LDH. Con altri itteri all'inizio, LDH rimane invariato e poi aumenta.

Analisi degli enzimi epatici

La preparazione per l'analisi inizia tra un giorno. È necessario eliminare completamente l'alcol, la sera non mangiare cibi grassi e fritti. Non fumare un'ora prima dell'analisi.

Eseguire il prelievo di sangue venoso a digiuno al mattino.

Il profilo epatico include la definizione dei seguenti indicatori:

  • ALT;
  • AST;
  • fosfatasi alcalina;
  • GGTP;
  • bilirubina e sue frazioni.

Prestare anche attenzione alla proteina totale, separatamente il livello di albumina, fibrinogeno, glucosio, 5-nucleotidasi, ceruloplasmina, alfa-1-antitripsina.

Diagnostica e norme

I normali parametri biochimici che caratterizzano il funzionamento del fegato sono mostrati nella tabella.

IndiceNorma
Proteine ​​totali65-85 g / l
Colesterolo3,5-5,5 mmol / L
Bilirubina totale8,4-20,5 μmol / L
Bilirubina diretta2,2-5,1 μmol / L
Bilirubina indirettaFino a 17,1 μmol / l
ALTNegli uomini fino a 45 unità / litro Donne fino a 34 unità / litro
ASTNegli uomini fino a 37 U / L Donne fino a 30 U / L
Coefficiente Ritis (rapporto AST / ALT)0,9-1,7
Fosfatasi alcalinaFino a 260 unità / l
GGTPNegli uomini, 10-71 U / L; Nelle donne, 6-42 U / L

Enzimi epatici in gravidanza

La maggior parte degli indicatori di laboratorio durante la gravidanza rimangono entro limiti normali. Se si verificano fluttuazioni insignificanti di enzimi, passano subito dopo il parto. Nel terzo trimestre è possibile un aumento significativo della fosfatasi alcalina, ma non più di 4 norme. Ciò è dovuto al rilascio dell'enzima da parte della placenta..

Un aumento di altri enzimi epatici, specialmente nella prima metà della gestazione, dovrebbe essere associato allo sviluppo della patologia epatica. Può essere un danno al fegato causato dalla gravidanza: colestasi intraepatica, epatosi grassa. Inoltre, un cambiamento nell'analisi apparirà con una grave gestosi.

Cirrosi e cambiamenti in biochimica

La patologia del fegato associata al rimodellamento dei tessuti provoca cambiamenti in tutte le funzioni dell'organo. Si nota un aumento degli enzimi non specifici e specifici. Un alto livello di quest'ultimo è caratteristico della cirrosi. Questi sono tali enzimi:

  • arginase;
  • fruttosio-1-phosphataldolase;
  • nucleotidase.

Nell'analisi biochimica, puoi notare cambiamenti in altri indicatori. L'albumina diminuisce meno di 40 g / l, le globuline possono aumentare. Il colesterolo diventa inferiore a 2 mmol / L, l'urea inferiore a 2,5 mmol / L. Possibile aumento dell'aptoglobina.

La bilirubina aumenta significativamente a causa della crescita di forme dirette e legate.

Enzimi microsomiali

Il reticolo endoplasmatico degli epatociti produce formazioni di cavità - microsomi contenenti un gruppo di enzimi microsomiali sulle loro membrane. Il loro scopo è la neutralizzazione di xenobiotici e composti endogeni mediante ossidazione. Il sistema include numerosi enzimi, tra cui il citocromo P450, il citocromo b5 e altri. Questi enzimi neutralizzano droghe, alcool, tossine.

Ossidando le sostanze medicinali, il sistema microsomiale accelera la loro escrezione e riduce la durata dell'azione sul corpo. Alcune sostanze sono in grado di aumentare l'attività del citocromo, quindi parlano dell'induzione degli enzimi microsomiali. Ciò si manifesta con un'accelerazione della scomposizione del farmaco. Gli induttori possono essere alcol, rifampicina, fenitoina, carbamazepina.

Altri farmaci inibiscono gli enzimi mirosomiali, che si manifestano allungando la vita del farmaco e aumentandone la concentrazione. Fluconazolo, ciclosporina, diltiazem, verapamil, eritromicina possono agire da inibitori..

Un esame del sangue per le malattie del fegato (test di funzionalità epatica). Aminotransferasi (AST e ALT), lattato deidrogenasi (LDH), fosfatasi alcalina (ALP), glutammato deidrogenasi (GlDG), SDH, GGT - decodifica

Il fegato nel corpo umano svolge una serie di funzioni importanti. Un gran numero di varie reazioni biochimiche avvengono nel fegato, per il quale è chiamato la "fabbrica biochimica del corpo". Di conseguenza, un gran numero di enzimi viene sintetizzato o agisce nel fegato, per l'attività di cui è possibile giudicare lo stato dell'intero organo. Determinare l'attività degli enzimi associati al lavoro del fegato è chiamata diagnosi enzimatica di malattia epatica..

Tipi di cambiamenti nell'attività enzimatica in varie malattie
Esistono tre tipi principali di cambiamenti nell'attività enzimatica che sono caratteristici di tutti i tipi di processi patologici generali nel corpo:

  1. aumento dell'attività degli enzimi che sono costantemente presenti nel sangue
  2. ridotta attività degli enzimi che sono costantemente presenti nel sangue
  3. l'apparizione nel sangue di enzimi che sono normalmente assenti
Quali enzimi vengono utilizzati per diagnosticare malattie del fegato e del tratto biliare
Le condizioni del fegato possono essere valutate da indicatori dei seguenti enzimi:
  • aminotransferasi (AST e ALT)
  • lattato deidrogenasi (LDH)
  • fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina)
  • glutammato deidrogenasi (GlDG)
  • sorbitolo deidrogenasi (LDH)
  • γ-glutamiltransferasi (GGT)
  • fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA)
Sensibilità della diagnostica enzimatica nelle malattie del fegato
L'elevata sensibilità della diagnostica enzimatica è spiegata dal fatto che la concentrazione dell'enzima nelle cellule del fegato (epatociti) è 1000 volte superiore rispetto al sangue. L'enzimodiagnosi è importante per rilevare danni al fegato che si verificano senza ittero (ad esempio, danno da farmaco, forma anicterica di epatite virale, malattia epatica cronica).

Tipi di enzimi: membrana, citoplasmatico e mitocondriale

Alanina aminotransferasi (ALT, ALAT) - normale, provoca malattie del fegato

La normale attività ALT nel sangue degli uomini è 10-40 U / L, nelle donne - 12-32 U / L. Vengono rilevati diversi livelli di maggiore attività ALT nell'epatite acuta, cirrosi, ittero ostruttivo e durante l'assunzione di farmaci epatotossici (veleni, alcuni antibiotici).

Un forte aumento dell'attività ALT di 5-10 o più volte è un segno innegabile di malattia epatica acuta. Inoltre, tale aumento viene rilevato anche prima che compaiano i sintomi clinici (ittero, dolore, ecc.). Un aumento dell'attività dell'ALT può essere rilevato 1-4 settimane prima della manifestazione della clinica e il trattamento appropriato può essere avviato senza che la malattia si sviluppi completamente. L'elevata attività dell'enzima in una malattia epatica così acuta dopo l'insorgenza dei sintomi clinici non dura a lungo. Se la normalizzazione dell'attività del fermentano si verifica entro due settimane, ciò indica lo sviluppo di un danno epatico massiccio.

La determinazione dell'attività ALT è un test di screening obbligatorio per i donatori.

Aspartate aminotransferase (AST, AsAT) - la norma, il risultato in malattie del fegato

La massima attività AST è stata rilevata nel cuore, nel fegato, nei muscoli e nei reni. Normalmente, in una persona sana, l'attività AST è 15-31 U / L negli uomini e 20-40 U / L nelle donne.

L'attività di AST aumenta con la necrosi delle cellule epatiche. Inoltre, in questo caso, esiste una relazione proporzionale diretta tra la concentrazione dell'enzima e il grado di danno agli epatociti: cioè, maggiore è l'attività dell'enzima, maggiore è il danno più forte e più ampio agli epatociti. Un aumento dell'attività delle AST accompagna anche l'epatite acuta infettiva e tossica acuta (avvelenamento con sali di metalli pesanti e alcuni farmaci).

Il rapporto tra attività AST / ALT è chiamato coefficiente de Ritis. Il valore normale del coefficiente de Ritis è 1,3. Con danni al fegato, il coefficiente de Ritis diminuisce.

Per ulteriori informazioni sugli esami del sangue biochimici per gli enzimi, consultare l'articolo: Analisi del sangue biochimica

Lattato deidrogenasi (LDH) - la norma, il risultato in malattie del fegato

LDH è un enzima comune nel corpo umano. Il grado della sua attività in vari organi in ordine decrescente: reni> cuore> muscoli> pancreas> milza> fegato> siero di sangue. Ci sono 5 isoforme LDH nel siero del sangue. Poiché l'LDH si trova anche nei globuli rossi, il sangue per la ricerca non dovrebbe contenere tracce di emolisi. Nel plasma, l'attività di LDH è inferiore del 40% rispetto al siero. L'attività normale di LDH nel siero è 140-350 U / L.

Quali patologie del fegato aumentano il contenuto di isoforme
A causa della diffusa prevalenza di LDH in vari organi e tessuti, un aumento dell'attività complessiva di LDH non è molto importante per la diagnosi differenziale di varie malattie. Per la diagnosi di epatite infettiva, viene utilizzata la determinazione dell'attività delle isoforme LDH 4 e 5 (LDH4 e LDH5). Nell'epatite acuta, l'attività di LDH5 nel siero del sangue aumenta nelle prime settimane del periodo itterico. Un aumento dell'attività totale delle isoforme LDH4 e LDH5 viene rilevato in tutti i pazienti con epatite infettiva nei primi 10 giorni. Nella malattia del calcoli biliari senza blocco dei dotti biliari, non è stato riscontrato un aumento dell'attività LDH. Con l'ischemia miocardica, c'è un aumento dell'attività della frazione totale di LDH a causa del fenomeno del ristagno di sangue nel fegato.

Fosfatasi alcalina (ALP) - la norma, il risultato in malattie del fegato

La fosfatasi alcalina si trova nella membrana cellulare dei tubuli dei dotti biliari. Queste cellule dei tubuli dei dotti biliari presentano escrescenze che formano il cosiddetto bordo del pennello. La fosfatasi alcalina si trova in questo bordo del pennello. Pertanto, quando i dotti biliari sono danneggiati, la fosfatasi alcalina viene rilasciata ed entra nel flusso sanguigno. Normalmente, l'attività della fosfatasi alcalina nel sangue varia a seconda dell'età e del sesso. Quindi, negli adulti sani, l'attività della fosfatasi alcalina è compresa tra 30 e 90 U / L. L'attività di questo enzima aumenta durante i periodi di crescita attiva - durante la gravidanza e negli adolescenti. Gli indicatori normali dell'attività della fosfatasi alcalina negli adolescenti raggiungono i 400 U / L e nelle donne in gravidanza fino a 250 U / L.

Quali patologie epatiche aumentano il contenuto
Con lo sviluppo di ittero ostruttivo, l'attività della fosfatasi alcalina nel siero del sangue aumenta di 10 o più volte. La determinazione dell'attività della fosfatasi alcalina viene utilizzata come test diagnostico differenziale dell'ittero ostruttivo. Un aumento meno significativo dell'attività della fosfatasi alcalina nel sangue viene anche rilevato in epatite, colangite, colite ulcerosa, infezioni batteriche intestinali e tireotossicosi.

Glutammato deidrogenasi (GlDG) - la norma, il risultato in malattie del fegato

Normalmente, il glutammato deidrogenasi è presente nel sangue in piccole quantità, poiché è un enzima mitocondriale, cioè si trova a livello intracellulare. Il grado di aumento dell'attività di questo enzima rivela la profondità del danno epatico.

Un aumento della concentrazione di glutammato deidrogenasi nel sangue è un segno dell'inizio dei processi degenerativi nel fegato causati da fattori endogeni o esogeni. I fattori endogeni includono tumori o metastasi al fegato e i fattori esogeni includono le tossine che danneggiano il fegato (metalli pesanti, antibiotici, ecc.) E le malattie infettive.

Coefficiente di Schmidt
Insieme alle aminotransferasi, viene calcolato il coefficiente di Schmidt (KS). KSH = (AST + ALT) / GlDG. Con ittero ostruttivo, il coefficiente di Schmidt è 5-15, con epatite acuta - più di 30, con metastasi di cellule tumorali nel fegato - circa 10.

Sorbitolo deidrogenasi (SDH) - la norma, il risultato in malattie del fegato

γ-glutamiltransferasi - le norme in base alle quali sono aumentate le patologie epatiche

Questo enzima non si trova solo nel fegato. L'attività massima di γ-glutamiltransferasi viene rilevata nei reni, nel pancreas, nel fegato e nella prostata. Nelle persone sane, la concentrazione di γ-glutamil transferasi è normale negli uomini - 250-1800 nmol / l * s, nelle donne - 167-1100 nmol / s * l. Nei neonati, l'attività degli enzimi è 5 volte superiore e nei bambini prematuri - 10 volte.

L'attività della γ-glutamiltransferasi aumenta nelle malattie del fegato e del sistema biliare, nonché nel diabete. L'attività più elevata dell'enzima accompagna l'ittero ostruttivo e la colestasi.L'attività della γ-glutamil transferasi con queste patologie aumenta di 10 o più volte. Quando il fegato è coinvolto nel processo maligno, l'attività dell'enzima aumenta di un fattore di 10-15 e nell'epatite cronica - di un fattore di 7. gl-glutamil transferasi è molto sensibile all'alcol, che viene utilizzato per la diagnosi differenziale tra lesioni epatiche virali e alcoliche.

Determinare l'attività di questo enzima è il test di screening più sensibile, che è preferibile per determinare l'attività delle aminotransferasi (AST e ALT) o fosfatasi alcalina.
Determinazione informativa dell'attività della γ-glutamil transferasi e delle malattie del fegato nei bambini.

Fruttosio-monofosfato aldolasi (FMFA) - la norma, il risultato in malattie del fegato

Normalmente, il sangue contiene tracce. La determinazione dell'attività di FMF viene utilizzata per diagnosticare l'epatite acuta. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, la determinazione dell'attività di questo enzima viene utilizzata per identificare la patologia occupazionale nelle persone che lavorano con sostanze chimiche tossiche per il fegato..

Nell'epatite infettiva acuta, l'attività del fruttosio monofosfato aldolasi aumenta di dieci volte e quando viene esposta alle tossine a basse concentrazioni (avvelenamento cronico con tossine) - solo 2-3 volte.


Attività enzimatica in varie patologie del fegato e del tratto biliare

Il rapporto tra aumenti dell'attività di vari enzimi in alcune patologie del fegato e del tratto biliare è presentato nella tabella.

EnzimaEpatite acutaCirrosicolangiteIttero ostruttivo
AST↑↑
ALT↑↑↑
LDH↑↑- / ↑--
Fosfatasi alcalina-↑↑↑
LDH↑↑↑↑ (con esacerbazione)--
FMFA↑↑---

Nota: ↑ - un leggero aumento dell'attività enzimatica, ↑↑ - moderato, ↑↑↑ - un forte aumento dell'attività enzimatica, - nessun cambiamento nell'attività.

Per ulteriori informazioni sulle malattie del fegato, leggi gli articoli: epatite, malattia dei calcoli biliari, cirrosi

Quindi, abbiamo esaminato i principali enzimi, la determinazione della cui attività può aiutare nella diagnosi precoce o nella diagnosi differenziale di varie malattie del fegato. Sfortunatamente, non tutti gli enzimi vengono utilizzati nella diagnostica clinica di laboratorio, riducendo così la gamma di patologie che possono essere rilevate nelle fasi iniziali. Dato il ritmo di sviluppo della scienza e della tecnologia, forse nei prossimi anni ci sarà un'introduzione di metodi per determinare determinati enzimi nella pratica delle istituzioni diagnostiche mediche di ampio profilo.

Indicatori di un esame del sangue per gli enzimi epatici

Il fegato è uno dei più grandi organi. Prende parte direttamente al metabolismo, pulisce il tessuto connettivo liquido dai composti tossici e controlla anche alcuni processi biochimici. Tutte queste azioni si verificano a causa di enzimi (enzimi) prodotti dal fegato stesso. I loro indicatori sono clinicamente significativi nella diagnosi di una malattia. Se gli enzimi epatici sono elevati, questo indica lo sviluppo di un processo patologico nel corpo. Risultati analoghi di analisi biochimiche sono la base per un esame completo.

Tutti gli enzimi prodotti dal fegato hanno alcune caratteristiche di sintesi. Questi ultimi sono i principali criteri di classificazione.

Gruppi di enzimi epatici:

  1. Indicatore Il loro livello si discosta dalla norma nel caso in cui si verifichi la distruzione delle cellule di organo. Questi enzimi includono: ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), LDH (lattato deidrogenasi), GDH (glumato deidrogenasi), GGT (gamma glutamil transpeptidasi). Il più grande significato clinico sono gli enzimi ALT e AST.
  2. Secretoria. Progettato per mantenere la coagulazione del sangue. Questi includono: protrombinasi, colinesterasi.
  3. Escretore. Clinicamente significativo è un indicatore di fosfatasi alcalina. Con la sua deviazione verso l'alto o verso il basso, è consuetudine parlare di violazioni nel lavoro del sistema biliare.

Nella conclusione dell'analisi biochimica del sangue, non tutti gli enzimi si riflettono, ma solo quelli che rivestono la massima importanza nella diagnosi dei processi patologici.

In primo luogo, i medici valutano il livello di enzimi AST e ALT. Inoltre, il primo si trova non solo nel fegato. L'AST si trova nei muscoli scheletrici, nel miocardio e nei reni. L'ALT è un enzima che si trova esclusivamente nel fegato. Un normale indicatore AST è uno che non è inferiore a 10 e non superiore a 30 unità / litro. Per ALT, è compreso tra 10 e 40 U / L.

I medici valutano anche il rapporto tra alanina aminotransferasi e aspartato aminotransferasi. Se l'enzima epatico ALT è elevato e pari al livello di AST, questo indica lo sviluppo dell'epatite acuta. Quando il primo è 2 volte più del secondo, è consuetudine parlare di dipendenza da alcol. Se, al contrario, AST è superiore a ALT, ciò indica la presenza di cirrosi. Questi sono i motivi principali per l'aumento del sangue degli enzimi epatici correlati al gruppo indicatore..

Clinicamente significativi sono gli enzimi GGT, LDH e fosfatasi alcalina. La norma della gammaglutamiltranspeptidasi nel sangue non è superiore a 40 unità / litro. La GGT si trova non solo nel fegato, ma anche nei reni, nelle pareti dei dotti biliari e nel pancreas. L'enzima è l'indicatore più altamente sensibile, specialmente nei bambini e durante il periodo di gestazione. Ad esempio, se gli effetti tossici di AST e ALT rientrano nei limiti normali, allora GGT sarà sicuramente aumentato.

L'enzima LDH non è solo nel fegato. Per questo motivo, viene inoltre identificato utilizzando i numeri da 1 a 5. Se si sospetta un malfunzionamento del sistema biliare, viene indicato un esame del sangue per LDH-5. Velocità enzimatica - fino a 250 U / L.

La fosfatasi alcalina è un enzima presente anche nei reni, nelle strutture ossee e nelle pareti dei dotti biliari. Il suo aumento indica una violazione del funzionamento del sistema epatobiliare. Norma di fosfatasi alcalina - fino a 270 unità / l.

Non in tutti i casi, una deviazione degli indicatori dalla norma indica lo sviluppo di un processo patologico nel corpo. Elevati enzimi epatici nel sangue sono talvolta il risultato del sovrappeso o dell'assunzione di determinati farmaci. I farmaci antipiretici e analgesici, nonché i farmaci correlati a statine e sulfamidici, hanno la maggiore influenza sugli indicatori..

Inoltre, elevati enzimi epatici nel sangue a volte indicano avvelenamento da alcol e abuso di cibi eccessivamente grassi. Inoltre, la deviazione degli enzimi dalla norma in alcuni casi si verifica sullo sfondo di un trattamento alternativo di una malattia. È importante sapere che l'uso di prodotti a base di fieno, scutellaria ed efedra aiuta ad aumentare gli enzimi epatici nel sangue.

Altre possibili cause di deviazione degli indicatori dalla norma:

  1. Patologie sotto forma di cirrosi, epatite acuta, necrosi dei tessuti d'organo, degenerazione grassa, ittero ostruttivo. In tali casi, enzimi epatici elevati ALT e AST.
  2. La presenza di colestasi, neoplasie, colangite, intossicazione da alcol. Questi sono i motivi dell'aumento dell'enzima epatico GGT. L'indicatore di questo enzima in una direzione ampia può anche deviare sullo sfondo di epatite, ittero ostruttivo e cirrosi.

I livelli di LDH e fosfatasi alcalina aumentano contro tutte le malattie sopra menzionate.

La deviazione di questi indicatori dalla norma è accompagnata dalla comparsa di numerosi sintomi in una persona. Sullo sfondo di un aumento degli enzimi epatici, compaiono i seguenti segni allarmanti:

  • Disponibilità significativamente ridotta.
  • L'inizio della fatica.
  • Costante sensazione di stanchezza.
  • Appetito alterato.
  • Dolore all'addome.
  • Prurito e giallo della pelle.
  • Lividi che appaiono senza una ragione apparente.
  • Sclera gialla.
  • Frequenti episodi di epistassi.

In alcuni casi, un aumento degli enzimi epatici non è associato all'insorgenza di alcun sintomo..

Il livello di enzimi viene visualizzato alla conclusione di un esame del sangue biochimico. Questo tipo di ricerca è un metodo diagnostico di laboratorio, con il quale il medico può valutare il grado di funzionamento degli organi interni e ottenere le informazioni più complete sui processi metabolici.

Un esame del sangue biochimico è un passaggio obbligatorio in un esame completo di un paziente, anche se il paziente non ha manifestazioni cliniche di una malattia.

Prima della consegna di materiale biologico (tessuto connettivo liquido venoso o capillare), è necessario osservare alcune regole. Il prelievo di sangue viene effettuato a stomaco vuoto, in relazione al quale l'ultimo pasto dovrebbe avvenire entro e non oltre 8 ore prima di visitare il laboratorio. L'instabilità psico-emotiva e lo stress fisico possono portare a risultati falsi. Il giorno prima della donazione di sangue, si raccomanda di evitare qualsiasi tipo di stress. Poco prima di assumere il biomateriale, è consigliabile sedersi per 15 minuti in un ambiente calmo per normalizzare lo sfondo psico-emotivo.

Per scoprire la causa di elevati enzimi epatici nel sangue, il medico prescrive una serie di studi di laboratorio e strumentali. L'elenco delle misure diagnostiche necessarie è compilato da uno specialista sulla base dei reclami dei pazienti, dell'anamnesi e dell'analisi biochimica.

È importante capire che un aumento degli enzimi epatici è un sintomo di una delle malattie dell'organo. Solo dopo aver identificato la causa principale, il medico elabora il regime di trattamento più efficace.

Ciascuna delle malattie del fegato richiede un approccio specifico. Il regime di trattamento della cirrosi comprende i seguenti elementi:

  1. Ricezione di farmaci antivirali, immunomodulanti o ormonali (a seconda dell'eziologia della malattia).
  2. Iniezioni o uso orale di interferoni (Viferon, Genferon, Cycloferon).
  3. Terapia vitaminica.
  4. Ammissione di epatoprotettori ("Gepabene", "Karsil", "Ursosan", "Heptral").

Inoltre, il medico annulla tutti i medicinali per i quali non vi sono indicazioni evidenti. È anche necessario seguire una dieta terapeutica e abbandonare completamente le bevande contenenti alcol.

Il trattamento dell'epatite acuta prevede le seguenti misure:

  • Somministrazione endovenosa di una soluzione di glucosio e acido ascorbico.
  • Terapia vitaminica.
  • Assunzione o somministrazione di farmaci che accelerano il rilascio di composti nocivi dal corpo (per l'epatite tossica).
  • Emodialisi.
  • Ricezione di antistaminici ("Zodak", "Zirtek", "Fenistil").
  • L'introduzione di agenti antinfiammatori e desensibilizzanti.

A seconda dell'eziologia della malattia e della sua gravità, il medico può apportare modifiche al regime di trattamento.

Il trattamento della degenerazione grassa d'organo prevede le seguenti fasi:

  1. Ricezione di fosfolipidi essenziali (Essential Forte, Phospholipiale). I farmaci appartenenti a questo gruppo contribuiscono al ripristino delle cellule del fegato.
  2. Ricezione dei più potenti epatoprotettori (Rezalyut, Antral, Phosphogliv). Hanno un potente effetto positivo sul corpo..
  3. Ricezione di immunomodulatori ("Kogotsel", "Amiksin", "Arbidol").
  4. L'uso di droghe coleretiche ("Allohol", "Flaming").
  5. Uso di integratori alimentari ("Zosterin-Ultra", "Tantalum", "Silymarin").

La terapia dell'ittero ostruttivo prevede misure terapeutiche di disintossicazione, antibatteriche e di infusione. Con la loro inefficacia, è indicato l'intervento chirurgico. In presenza di questo disturbo, è anche necessario seguire una dieta rigorosa ed eliminare completamente l'uso di bevande contenenti alcol.

Il regime di trattamento per la colestasi comprende i seguenti elementi:

  • Assunzione di farmaci il cui principio attivo è l'acido ursodesossicolico (Ursofalk, Ursodez, Ursosan).
  • L'uso dei citostatici (Casodex, Cisplacel).
  • Ricezione o somministrazione endovenosa di epatoprotettori.
  • Terapia vitaminica.
  • Assunzione di antistaminici.

Pertanto, la tattica del trattamento di pazienti con elevati enzimi epatici (AST, ALT, fosfatasi alcalina, LDH, ecc.) Dipende direttamente dalla causa principale della condizione patologica. In tutti i casi, il medico, non aspettando i risultati di un esame completo, raccomanda di apportare modifiche alla dieta e alla dieta. L'obiettivo di una dieta terapeutica è ridurre il carico sull'organo interessato, accelerare il ritiro di composti nocivi e prevenire la deposizione di grasso.

Per le malattie del fegato, i medici prescrivono la tabella numero 5. Questa è una dieta abbastanza dura, ma allo stesso tempo equilibrata. Il suo principio principale è l'esclusione dalla dieta dei prodotti alimentari, che contengono una grande quantità di grassi, colesterolo "cattivo", purina e acido ossalico. Queste sostanze influenzano negativamente il fegato e interferiscono con il ripristino delle sue cellule..

  1. È necessario macinare il più possibile (è meglio macinare) alimenti vegetali ricchi di fibre. La carne deve essere tagliata in piccole porzioni.
  2. Devi mangiare fino a 5 volte al giorno. Inoltre, la dimensione di una porzione non deve superare i 200 g.
  3. È consentito mangiare solo cibi caldi. Pasti freddi o eccessivamente caldi non sono raccomandati..
  4. I prodotti sono autorizzati a cucinare, cuocere, cuocere a vapore o in umido. I cibi fritti dovrebbero essere esclusi dalla dieta..
  5. La quantità massima consentita di sale al giorno è di 10 g.

È importante seguire un regime alimentare. Ogni giorno devi consumare fino a 2,5 litri di acqua pura pura.

Durante il trattamento delle malattie del fegato, si consiglia di dare la preferenza ai seguenti alimenti:

  • Pane (segale o crusca).
  • Fegato non zuccherato.
  • Cottura senza lievito.
  • Porridge di riso, semola, farina d'avena e grano saraceno.
  • Pasta.
  • Frutti di bosco.
  • Frutta.
  • marshmallows.
  • Marmellata.
  • Zucchine.
  • Cavolo (cavolfiore e Pechino).
  • Zucca.
  • Barbabietola.
  • Carote.
  • Cetrioli.
  • Fagioli verdi.
  • Peperone.
  • aneto.
  • Prezzemolo.
  • Composta.
  • Latte scremato.
  • Brodo di rosa canina.
  • Ryazhenka.
  • Kefiru.
  • Yogurt naturale.
  • Fiocchi di latte.
  • Formaggio.
  • Carni e pesce magri.
  • Uova di gallina e quaglia.
  • Olio d'oliva.

Durante il trattamento e durante il periodo di recupero, è vietato utilizzare prodotti che irritano le cellule del fegato e aumentano il carico sugli epatociti sani. È obbligatorio escludere dal menu:

  • cottura al forno.
  • Cottura del lievito.
  • Sfoglia.
  • Pane fresco.
  • Legumi.
  • Porridge di mais, orzo e orzo perlato.
  • Halvah.
  • Semi di girasole.
  • Cioccolato.
  • Noccioline.
  • Gelato.
  • Zenzero.
  • Olive.
  • Erba cipollina.
  • Ravanello.
  • Funghi.
  • Prezzemolo.
  • Spinaci.
  • Cetrioli Salati.
  • Pomodori.
  • Cavolo bianco (non trattato termicamente).
  • lamponi.
  • Uva.
  • Fichi.
  • Tè nero e verde, nonché tè all'ibisco.
  • Succhi confezionati.
  • caffè.
  • Acqua frizzante.
  • Latticini ricchi di grassi.
  • salse.
  • Carne e pesce grassi.

Tutte le zuppe dovrebbero essere su un brodo debole. Si consiglia di cucinare la carne separatamente, quindi tagliarla a pezzetti e aggiungerla al piatto finito.

I medici non vietano l'uso di metodi di trattamento non convenzionali. Tuttavia, è necessario prima consultare uno specialista. Ciò è dovuto al fatto che alcuni componenti naturali possono peggiorare il decorso della malattia di base e, di conseguenza, aumentare ulteriormente il livello di enzimi epatici.

L'obiettivo del trattamento alternativo è prevenire la distruzione degli epatociti. Le più efficaci sono le seguenti ricette:

  1. Prendi 150 g di chicchi di avena e versali 1,5 litri di acqua bollente. Mettere il contenitore a fuoco medio e cuocere per circa 20 minuti. Lasciare raffreddare il fluido. Bere il brodo risultante ogni giorno a 200 ml. Il corso del trattamento è di 20 giorni.
  2. Prendi 200 ml di miele. Aggiungi 20 g di cannella in polvere e mescola accuratamente gli ingredienti. Prendi il farmaco a stomaco vuoto due volte al giorno (mattina e sera) per 1 cucchiaino. La durata del trattamento non è limitata..
  3. Prendi la radice di elecampane, lavala e macina accuratamente. Versare 5 g di materia prima con acqua bollente in una quantità di 200 ml. Lasciare fermentare per 1 ora. Filtra il liquido e prendi il prodotto ricevuto 4 volte al giorno.

Dopo alcuni giorni, i sintomi del malessere generale scompaiono. Se necessario, il trattamento può essere ripetuto..

Durante il periodo di gestazione, è necessario eseguire più volte un esame del sangue biochimico. Se gli enzimi epatici sono elevati durante la gravidanza, questo indica lo sviluppo di un processo patologico o di farmaci incontrollati.

Molto spesso, alle donne incinte viene diagnosticata l'epatite da farmaci. Durante il periodo di trasporto del bambino, l'organo sperimenta un aumento del carico e un piccolo aumento del dosaggio anche del farmaco prescritto dal medico porta a grave intossicazione. Se gli enzimi epatici sono elevati durante la gravidanza, è necessario modificare il regime di dosaggio o interrompere l'assunzione di farmaci. Antibiotici, glucocorticosteroidi, FANS, anticonvulsivanti e farmaci antitubercolari, i diuretici possono provocare una deviazione degli indicatori dalla norma..

Elevati enzimi epatici in un bambino possono anche essere una conseguenza dell'assunzione di farmaci (antidolorifici, statine, sulfamidici). Inoltre, i cibi grassi possono provocare una deviazione dalla norma. Per escludere malattie gravi, il pediatra prescrive un esame completo. Se il bambino ha enzimi epatici elevati, è obbligatorio un test di epatite.

Nella diagnosi di molte malattie, l'analisi del sangue biochimica è importante. È possibile valutare il funzionamento del fegato grazie agli indicatori degli enzimi che sintetizza. Sono divisi nei seguenti gruppi: indicatore, escretore, secretoria. Clinicamente significativi nella valutazione del funzionamento del corpo sono gli indicatori di ALT, AST, fosfatasi alcalina, LDH.

Se si sospetta un processo patologico, il medico prescrive una serie di studi e, sulla base dei loro risultati, elabora il regime di trattamento più efficace. Le principali cause di deviazione degli enzimi epatici dalla norma sono epatite, cirrosi, ittero ostruttivo, degenerazione grassa, colestasi. Nelle donne in gravidanza e nei bambini, un aumento degli enzimi è spesso il risultato dell'assunzione di farmaci. Ma allo stesso tempo, lo sviluppo di patologie pericolose non può essere escluso.

Gli esami del sangue per gli enzimi epatici vengono eseguiti molto spesso. Ciò non sorprende, perché il fegato è una delle ghiandole più grandi del corpo umano. Prende parte ai processi metabolici, purifica il sangue da tossine e veleni, monitora il set di processi biochimici. La maggior parte di questi cambiamenti si verificano a causa di enzimi che sono sintetizzati dal fegato..

La presenza di enzimi epatici nel sangue è costante. Sono indispensabili per l'uomo. Se il corpo umano è affetto da qualche patologia, gli enzimi mostrano un aumento o una diminuzione, il che è molto importante. Per la diagnosi differenziale è necessaria la biochimica per la presenza di enzimi epatici.

Prima di procedere agli esami del sangue per gli enzimi, vale la pena capire di cosa si tratta. Quali enzimi plasmatici vengono generalmente escreti. Gli enzimi nel corpo umano vengono utilizzati per eseguire processi metabolici. Gli enzimi sono contenuti nel sistema epatobiliare. A causa della presenza costante di enzimi epatici microsomiali, l'organo funziona normalmente.

Nei mitocondri ci sono enzimi che sono importanti per il fegato in termini di metabolismo energetico. Per la maggior parte, gli enzimi possono essere scomposti, in parte i componenti degli escrementi, come la bile, vengono utilizzati per l'escrezione..

La biochimica del sangue è in grado di determinare le prestazioni di un particolare enzima. È possibile eseguire tali studi biochimici in qualsiasi momento. Il sangue può essere controllato con speciali test espressi. Al momento, tale biochimica è importante, poiché sono necessari test enzimatici per tracciare un quadro clinico.

Sullo sfondo di una serie di malattie, si può osservare un aumento degli enzimi epatici o una loro diminuzione. Poiché il fegato svolge una serie di funzioni, non sorprende che gli enzimi siano diversi. Si possono distinguere tre opzioni, che variano in base al campo di attività:

Parlando del primo tipo di enzima, è rappresentato da due specie. Questi sono protrombinasi e colinesterasi. Gli enzimi di questo gruppo lavorano con il sangue. Viene determinato il tasso di coagulazione. Se gli enzimi plasmatici di questo tipo di sangue vengono abbassati, è necessario prestare attenzione ai possibili problemi al fegato, alla cistifellea o ai suoi dotti..

Solo la fosfatasi alcalina può essere attribuita al secondo tipo. Questi enzimi vengono rilasciati insieme alla bile, il che significa che il ritiro viene effettuato sotto forma di feci. Quando aumenta la fosfatasi alcalina, vale la pena pensare a controllare i dotti biliari.

Gli enzimi del sangue di tipo indicatore possono crescere bruscamente sullo sfondo della distruzione degli epatociti. Stiamo parlando di cellule epatiche, che sotto l'influenza di una serie di malattie cessano di esistere. Questo tipo include opzioni come AST, ALT, GGT, LDH e GlDG. Queste sostanze sono presenti nel citosol o nei mitocondri. AST e ALT possono anche essere considerati enzimi epatici microsomiali. Tuttavia, non tutti gli enzimi hanno un valore diagnostico..

Molto spesso, la biochimica determina AST, ALT, GGT, LDN e fosfatasi alcalina nel sangue. La norma di queste sostanze può dire molto sulla situazione. L'analisi per gli enzimi pancreatici o epatici deve essere decifrata da un medico che, tenendo conto dei dati ottenuti, ti diagnosticherà immediatamente o ti invierà per ulteriori esami. Di solito si tratta di un'ecografia o di una radiografia, potrebbe esserci un'analisi delle feci. Nei casi più gravi, può essere necessaria una puntura epatica..

Quando un certo enzima epatico è elevato, ma la norma non viene superata seriamente e la biochimica ha riscontrato una sola deviazione, non si parla di una terribile diagnosi. Forse di recente hai mangiato qualcosa di scarsa qualità o hai bevuto alcolici. Se è presente un farmaco regolare, colpisce il fegato, influenzando il livello dell'enzima. È necessario iniziare a preoccuparsi se dai risultati dello studio viene identificato un tasso molto elevato..

Gli enzimi epatici possono aumentare per molte ragioni. I medici parlano di un piccolo aumento come una naturale fluttuazione che può essere spiegata dalla terapia farmacologica o dall'uso di prodotti di bassa qualità. Il fegato nel corpo umano può essere considerato una sorta di laboratorio biochimico, che risponde immediatamente a qualsiasi cambiamento nell'ambiente, all'ingresso nel corpo di cibo o acqua di scarsa qualità.

Tuttavia, è importante sottolineare che abbastanza spesso, soprattutto se gli indicatori sono aumentati più volte, stiamo parlando della presenza di un qualche tipo di malattia del fegato. Attraverso studi biochimici, i medici possono identificare più accuratamente il fattore che ha innescato i cambiamenti corrispondenti.

Succede che con la crescita degli enzimi epatici, le persone si trovano ad affrontare il corso del trattamento con farmaci dannosi per il fegato. Possono essere antidolorifici o statine, che aiutano il sangue a rimuovere il colesterolo in eccesso dal corpo. L'alcol è anche considerato un fattore che aumenta tali indicatori, soprattutto se viene usato spesso e in modo incontrollato. Sullo sfondo dell'obesità, può verificarsi anche la crescita delle sostanze corrispondenti..

Se dopo aver superato i test, di conseguenza, viene indicato un aumento significativo dell'alanina aminotransferasi, indicato da una diminuzione dell'ALT, allora possiamo parlare di un lavoro ghiandolare epatico o pancreatico improprio. Questi sono epatite, pancreatite, intossicazione da alcol. Inoltre, un tale quadro presenta una serie di malattie oncologiche.

Un livello elevato di aspartato aminotransferasi o AST può informare il medico su problemi con i muscoli scheletrici o il miocardio. Spesso arrivano i pazienti con un segno corrispondente nei risultati del test, sopravvivendo a infarto del miocardio, miocardite infettiva o miopatia.

Con la crescita simultanea di entrambi gli indicatori, la ragione potrebbe risiedere nell'assunzione di una serie di farmaci e preparati a base di erbe. Questa situazione è affrontata da persone sedute su statine, sulfamidici e paracetamolo. Alcune piante non possono essere escluse da fattori di rischio. Questa è la scutellaria, la foglia alessandrina e l'efedra.

Quando gli enzimi epatici sono elevati durante la gravidanza, gli indicatori non significano sempre un qualche tipo di patologia. Il fatto è che durante il periodo di gestazione, il corpo femminile subisce gravi cambiamenti. Gli organi madri devono lavorare su due fronti, il che influenza la loro condizione.

Durante la gravidanza, ALT e AST possono raggiungere fino a 31 unità / litro. Se c'è tossicosi, nel periodo da 28 a 32 settimane c'è un aumento di questi numeri. Di solito i primi due trimestri ogni tanto dimostrano un leggero eccesso oltre ciò che è consentito, ma questo non è considerato un problema. Tutto a causa di un aumento dello stress sul fegato.

In questo caso, gli indici GGT possono raggiungere fino a 36 unità / litro. Nel periodo dalle 12 alle 27 settimane di gravidanza, c'è un leggero aumento, che è considerato la norma. Con un forte aumento del livello, possono essere presenti infiammazione nel fegato o patologia del sistema biliare ed è espresso il diabete gestazionale del tipo di zucchero.

Parlando della norma della fosfatasi alcalina, il suo livello può raggiungere 150 unità. Allo stesso tempo, sullo sfondo della crescita fetale attiva, che inizia dalla settimana 20 fino al momento della nascita, c'è un leggero aumento dei numeri. Si osserva un grave cambiamento nel livello di fosfatasi alcalina durante l'assunzione di una grande quantità di acido ascorbico, preparazioni di spettro antibatterico, con una mancanza di calcio e fosforo nel corpo.

Considerare l'aumento di uno qualsiasi degli enzimi epatici è possibile solo come sintomatologia e non come patologia immediata che richiede un trattamento. Nella maggior parte dei casi, il medico può facilmente determinare la causa principale dell'aumento e scegliere misure che possano correggere questo indicatore.

Se hai superato la biochimica del sangue come profilassi e ha mostrato un aumento degli enzimi, vale la pena consultare un terapeuta. Il medico può raccomandare ulteriori studi che stabiliranno la causa principale..

Prima di tutto, indipendentemente dal motivo, al paziente verrà consigliato di adeguare la sua dieta nutrizionale. L'obiettivo principale di una tale dieta terapeutica è ridurre il carico sul fegato, ridurre il livello di depositi di grasso in esso, rimuovere tossine e tossine.

Per una dieta del fegato, è importante aumentare la quantità di verdure. Puoi preparare insalate con spinaci, cavoli, verdure. È importante regolare la quantità di prodotti che contengono antiossidanti. Aggiungi avocado e un po 'di noci alla tua solita dieta, il fegato ti sarà grato.

Il menu giornaliero dovrebbe contenere almeno 50 grammi di fibre alimentari. Riguarda la fibra. Con l'aiuto di tali sostanze, il corpo è in grado di eliminare il colesterolo "cattivo" e normalizzare il funzionamento del sistema biliare. Molta fibra contiene frutta, noci, cereali, legumi.

Come parte del trattamento, è importante ottenere una quantità sufficiente di proteine. Il fatto è che sono le sostanze dell'ordine delle proteine ​​che sono considerate la base necessaria, che consente di ripristinare gli epatociti danneggiati. Tuttavia, il medico deve occuparsi della determinazione di una specifica norma proteica. È importante aderire al regime di bere corretto durante il processo di trattamento. Devi bere fino a due litri di liquido al giorno.

Il fegato è una delle più grandi ghiandole del corpo umano. Partecipa ai processi metabolici, purifica il sangue da sostanze tossiche e tossiche, controlla numerosi processi biochimici. La maggior parte di questi cambiamenti è dovuta agli enzimi sintetizzati dalla ghiandola stessa..

Gli enzimi epatici (enzimi) mantengono la costanza nel corpo, agendo in modo invisibile all'uomo. Con lo sviluppo di condizioni patologiche, il livello degli enzimi epatici cambia su o giù, il che è un segno importante e viene utilizzato nella diagnosi differenziale.

Sulla base delle caratteristiche della sintesi e dell'azione, tutti gli enzimi epatici sono divisi in diversi gruppi:

  1. Indicatore Questi enzimi mostrano la presenza di patologia d'organo sotto forma di distruzione delle sue cellule. Questi includono AST (aspartato aminotransferasi), ALT (alanina aminotransferasi), GGT (gamma-glutamiltransferasi), GDH (glutammato deidrogenasi), LDH (lattato deidrogenasi). I primi due enzimi sono spesso utilizzati per processi diagnostici..
  2. Segreteria (colinesterasi, protrombinasi). Partecipare al supporto del sistema di coagulazione.
  3. Excretory (rappresentante - fosfatasi alcalina). Fa parte dei componenti della bile. Durante la ricerca, questo enzima mostra come funziona il sistema biliare..

Questi sono enzimi epatici microsomiali, il cui livello è controllato da un esame del sangue biochimico. L'AST è un enzima endogeno prodotto all'interno degli epatociti. È sintetizzato da cellule di altri organi, ma in quantità minore (cuore, cervello, reni, tratto intestinale). Un cambiamento nel livello dell'enzima nel sangue indica lo sviluppo della malattia, anche se non ci sono sintomi visibili.

L'ALT è prodotto dalle cellule del fegato, del muscolo cardiaco e dei reni (una piccola quantità). È determinato da un esame del sangue in parallelo con il primo enzima. Un importante punto diagnostico è il chiarimento del rapporto tra ALT e AST.

L'aumento degli enzimi epatici può essere insignificante, derivante dall'assunzione di un numero di farmaci o dall'accumulo di sostanze tossiche nel corpo, o espresso, che appare con lo sviluppo di malattie.

Gli enzimi possono aumentare con un trattamento prolungato con antidolorifici, statine (farmaci usati per rimuovere il colesterolo "cattivo" dal corpo), sulfamidici, paracetamolo. I fattori che provocano possono essere l'assunzione di bevande alcoliche e l'abuso di cibi grassi. Ciò include l'uso a lungo termine della fitoterapia (efedra, scutellaria ed erba di fieno possono aumentare il livello di enzimi epatici in un campione di sangue).

Se nell'analisi del sangue per gli enzimi epatici, gli indicatori sono aumentati, questo segnala le seguenti condizioni patologiche:

  • infiammazione virale del fegato (epatite);
  • cirrosi;
  • epatosi epatica grassa;
  • tumore maligno primario del fegato;
  • processi tumorali secondari con formazione di metastasi nella ghiandola;
  • infiammazione del pancreas;
  • infarto miocardico;
  • miocardite di natura infettiva;
  • insufficienza cardiaca.

Tali manifestazioni potrebbero non avere sintomi visivi o essere accompagnate da una serie di lamentele da parte del paziente:

  • riduzione delle prestazioni, affaticamento costante;
  • sindrome del dolore addominale;
  • appetito alterato;
  • prurito della pelle;
  • giallo di sclera e pelle;
  • lividi frequenti, sangue dal naso.

Un esame del sangue per gli enzimi comporta non solo una valutazione del livello di tutti gli ALT e AST noti, ma anche altri enzimi. La fosfatasi alcalina, la GGT ha un importante valore diagnostico. Il livello di questi enzimi va oltre la norma nelle patologie del sistema biliare, ad esempio nella colelitiasi, nei processi tumorali.

Insieme a questi enzimi, viene valutato l'indicatore della bilirubina, che è un pigmento biliare. Il chiarimento del suo numero è importante per colecistite, calcoli biliari, cirrosi, giardia, carenza di vitamina B12, avvelenamento con alcol, sostanze tossiche.

Durante il periodo di gravidanza, si verificano numerosi cambiamenti nel corpo di una donna. I suoi organi e sistemi iniziano a funzionare per due, il che si riflette non solo nelle condizioni generali, ma anche in indicatori di laboratorio.

Il livello di ALT e AST durante la gravidanza è fino a 31 unità / litro. Se la tossicosi si sviluppa a 28-32 settimane di gestazione, il numero aumenta. I primi due trimestri possono essere accompagnati da un leggero eccesso oltre i limiti consentiti, il che non è considerato un problema, poiché il carico sul fegato durante questo periodo diventa massimo.

Indicatori GGT - fino a 36 unità / litro. Può aumentare leggermente da 12 a 27 settimane di gravidanza, che è la norma. Il livello aumenta in modo significativo sullo sfondo dei processi infiammatori del fegato, patologia del sistema biliare, con diabete gestazionale.

La norma della fosfatasi alcalina è fino a 150 U / L. La crescita attiva del feto dalla settimana 20 al momento della nascita provoca un aumento del numero dell'enzima. Il livello di fosfatasi alcalina cambia quando si assumono dosi elevate di acido ascorbico, farmaci antibatterici, con carenza di calcio e fosforo.

Gli indicatori consentiti dei principali enzimi importanti sono indicati nella tabella.

EnzimaNorme fisiologicheunità
ALTFino a 41U / L
ASTFino a 45U / L
GGT7-55U / L
Fosfatasi alcalina30-130U / L

Nel determinare gli enzimi epatici elevati, il medico prescrive una serie di esami aggiuntivi per chiarire le condizioni del paziente. Immediatamente, lo specialista raccomanda al paziente di iniziare il trattamento con una correzione della dieta. L'obiettivo è ridurre il carico sul fegato, ridurre il livello di grasso corporeo al suo interno, rimuovere le tossine e le tossine.

È importante aumentare la quantità di verdure che entrano nel corpo. Particolarmente utili sono spinaci, cavoli, verdure, lattuga, denti di leone. È inoltre necessario aumentare la quantità di alimenti consumati, che includono antiossidanti (avocado, noci).

Il menu giornaliero dovrebbe contenere almeno 50 g di fibre alimentari, in particolare fibre. Tali sostanze purificano il corpo dal colesterolo "cattivo" e contribuiscono alla normalizzazione del sistema biliare. Alimenti ricchi di fibre:

Il trattamento prevede l'assunzione di una quantità sufficiente di proteine, poiché sono le sostanze proteiche che sono considerate la base necessaria per il ripristino degli epatociti danneggiati. Tuttavia, quanto dovrebbe essere presente nella dieta quotidiana, il medico dirà. È importante non consumare troppo per non sovraccaricare il meccanismo epatico per l'elaborazione delle proteine.

Bevi molta acqua pulita. Ogni giorno è necessario bere fino a 2 litri di liquido: a stomaco vuoto, prima di ogni pasto, prima e dopo l'attività fisica, prima di riposare la sera.

La medicina di erbe influenza favorevolmente le condizioni del fegato e riduce i parametri patologici degli enzimi. Il trattamento consiste nell'uso di tè a base di ingredienti a base di erbe. È importante consultare il proprio medico circa la possibilità di tali eventi..

Componenti utili dell'impianto:

La curcuma, che riduce le manifestazioni dei processi infiammatori, e l'aglio, che ha un effetto antitumorale, devono essere aggiunti al cibo. Gli integratori alimentari ricchi di antiossidanti possono essere utilizzati con il permesso del medico..

Se durante la diagnosi viene trovato un processo patologico, che era la ragione dell'aumento degli enzimi epatici, deve essere trattato. Uno specialista qualificato selezionerà il regime di trattamento per il paziente in base al caso clinico specifico.

Gli enzimi del fegato svolgono un ruolo significativo in una serie di processi nel corpo umano. Il loro valore diagnostico è la capacità di rilevare patologie e condizioni patologiche nelle prime fasi..

I processi biologici nel fegato vengono eseguiti a causa dell'enorme numero di unità funzionali. Alcuni di essi cambiano sotto l'influenza di eventuali condizioni esterne (stress o un pasto abbondante), mentre altri sono marcatori altamente sensibili di alcune malattie. Pertanto, vengono eseguiti test epatici per valutare la funzione sintetica, metabolica e purificante degli epatociti..

Tutti i test di laboratorio per studiare lo stato del fegato possono essere suddivisi in generali ed enzimatici. I primi includono tali test:

  • mantenendo costante acidità;
  • trasferimento di bilirubina, ormoni e grassi;
  • risposte immunitarie
  • mantenimento della pressione oncotica;
  • trasporto di micronutrienti da parte delle cellule

La tabella mostra la norma per una persona sana adulta. La frase "proteina totale" si riferisce alla concentrazione di albumina e globuline nel sangue. Le proteine ​​costituiscono il 6,5–8,5% del residuo totale di plasma secco, che occupa il 9-10% del volume del sangue. La valutazione quantitativa delle frazioni proteiche riflette lo stato fisiologico generale del corpo e la presenza o l'assenza di patologie.

Le analisi generali forniscono informazioni solo sulla presenza di un problema nel corpo e possono indicare indirettamente una cistifellea e un fegato. L'enzimodiagnosi, che rivela l'attività degli enzimi, è considerata più istruttiva. Dato che il loro contenuto negli epatociti è migliaia di volte maggiore rispetto al sangue, questo metodo è particolarmente efficace per rilevare disturbi epatici nel periodo anicterico e in forma asintomatica. Molto spesso, gli enzimi sono divisi in tali gruppi:

  • citoplasmatico e membrana: alanina aminotransferasi (AlAT), sorbitolo deidrogenasi (LDH) e lattato deidrogenasi (LDH) - il loro livello aumenta anche con un decorso asintomatico della malattia;
  • mitocondriale: glutammato deidrogenasi (GlDG), aspartato aminotransferasi (AsAT) - il livello di questi enzimi aumenta nelle malattie epatiche croniche;
  • bile: fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina) - l'attività aumenta con la colestasi.
  • più alto è il livello, più difficile è la necrosi degli epatociti;
  • aumenta anche l'epatite tossica acuta e infettiva
  • l'aumento più significativo della fosfatasi alcalina è nella diagnosi di ittero ostruttivo;
  • la norma dipende dall'età e dal sesso della persona: negli adolescenti è di 250 unità / l, e nelle donne in gravidanza 400 unità / l
  • è un marker poco sensibile di malattia epatica;
  • solo una serie di isoforme di LDH4 / LDG5 fornisce alcune informazioni sullo stato dell'organo
  • aumenta con fattori endogeni: metastasi e tumori;
  • aumenta con fattori esogeni: infezioni, avvelenamento da tossine
  • aumenta bruscamente nell'epatite infettiva acuta e debolmente, ma notevolmente con danno epatico tossico;
  • utilizzato per rilevare l'epatite tossica nelle persone che lavorano nell'industria chimica

La tabella mostra i valori massimi ammissibili del livello di enzimi in una persona sana: uomini ("M") e donne ("F"). Queste concentrazioni sono condizionate, poiché l'età, il sesso e la storia del paziente influenzano significativamente il livello di proteine, transaminasi, fosfatasi alcalina e altre unità funzionali.

La tabella non indica un test del fegato come la gamma-glutamiltransferasi (GGT), che è un test di screening specifico utilizzato per diagnosticare le malattie del fegato anche nei bambini piccoli. Questo enzima è più sensibile all'alcol, alle tossine e alle infezioni rispetto ai test convenzionali AcAT / AlAT..

Nel caso di alcuni enzimi, informazioni più precise sulle condizioni del paziente non sono fornite dalla concentrazione esatta, ma da una variazione di un valore rispetto a un altro. Quindi, ad esempio, separatamente il livello di AlAT indica solo l'infiammazione del fegato e AsAT indica l'infiammazione del fegato o del cuore. Ma il loro atteggiamento fornisce già informazioni più accurate sulla localizzazione dell'infiammazione, sulla gravità della patologia e persino sulla natura della malattia. I medici usano questi fattori:

  1. Il coefficiente de Ritis è il rapporto tra la concentrazione di AcAT e AlAT nel caso in cui individualmente i livelli di questi enzimi siano più alti del normale. Un valore compreso tra 0,8 e 1,7 riflette uno stato sano e 1,3 è un indicatore ideale. L'intervallo di valori da 0,1 a 0,8 è l'insufficienza epatica e la gravità del suo decorso è minore, maggiore è il valore nell'intervallo specificato. Se il coefficiente è superiore a 2, allora questo è un segno di insufficienza cardiaca o epatite alcolica, in cui vi è un sacco di malattie - dalla cirrosi alla trombosi.
  2. Il coefficiente di Schmidt è il rapporto tra la somma delle concentrazioni di AcAT e AlAT e GlDG. Con ittero ostruttivo, il suo valore è di circa 5-15, con neoplasie nel fegato - 10 e con epatite infettiva acuta superiore a 30.

La diagnosi differenziale mediante campioni epatici viene effettuata mediante decodifica e analisi del complesso di dati. In effetti, con una certa patologia, un enzima può essere molto elevato e il cambiamento in un altro è debole e persino impercettibile. Il grado di attività degli enzimi altamente sensibili in varie malattie del fegato è il seguente:

Gli enzimi epatici (enzimi) sono uno dei componenti più importanti di molti processi biochimici nel corpo umano. Poiché il fegato svolge molte funzioni diverse, gli enzimi sintetizzati da esso sono divisi in diversi gruppi funzionali: escretore, secretoria e indicatore. In caso di danno o malattia del fegato, il contenuto di enzimi epatici nel plasma sanguigno cambia, che è un importante indicatore diagnostico.

Quali enzimi epatici sono più spesso utilizzati nella diagnosi?

Gli enzimi epatici, il cui contenuto nel plasma sanguigno aumenta bruscamente con le malattie del fegato, sono accompagnati dalla distruzione degli epatociti, chiamato indicatore. Questi includono aspartato aminotransferasi (AST), gamma glutamil transferasi (GGT), lattato deidrogenasi (LDH), alanina aminotransferasi (ALT) e glutammato deidrogenasi (GlDG).

Molto spesso, con malattie del fegato, viene prescritto un esame del sangue biochimico per determinare il contenuto di AST e ALT. Il normale contenuto di AST è per le donne 20-40 U / L, per gli uomini un po 'più basso - 15-31 U / L. Con danni meccanici e necrotici agli epatociti, gli enzimi epatici aumentano notevolmente la loro attività. La norma di ALT nel sangue è 10-40 U / L (uomini) e 12-32 U / L (donne). Nelle malattie infettive, la sua attività aumenta di dieci volte, anche prima dell'inizio dei sintomi clinici dell'epatite. Pertanto, ALT viene spesso utilizzato per la diagnosi precoce, che consente di iniziare immediatamente il trattamento.Uno strumento diagnostico indicativo: il rapporto AST / ALT, che di solito è 1,3, è chiamato coefficiente de Ritis.

Ulteriori test epatici

Per differenziare le malattie del fegato e chiarire la diagnosi, vengono inoltre esaminati gli enzimi epatici GGT, GlDG e LDH. Con danni al fegato distrofico, avvelenamento grave, malattie oncologiche e infettive, il contenuto di GldG nel sangue aumenta, i cui valori normali sono meno di 4,0 U / l negli uomini e meno di 3,0 U / l nelle donne. I cambiamenti nell'attività della GGT sono caratteristici delle malattie del tratto biliare e del diabete. Quando la norma per gli uomini è inferiore a 55 U / l (per le donne - meno di 38 U / l), durante la malattia, gli indicatori possono aumentare di 10 o più volte, anche GGT viene utilizzato per differenziare l'epatosi alcolica. LDH è normalmente 140-350 U / L.

Parte degli enzimi è secreta nei dotti biliari, il loro scopo è quello di partecipare al processo di digestione. Questi enzimi includono la fosfatasi alcalina (ALP), che viene sintetizzata nella maggior quantità dalle cellule del fegato ed escreta nella bile. La norma della fosfatasi alcalina nel plasma sanguigno è di 30-90 U / L, negli uomini questa cifra può variare fino a 120 U / L. I processi fisiologici metabolici intensivi possono portare al fatto che questo indicatore aumenta a 400 U / L.

Cambiamenti nel colore della pelle, cattiva salute, dolore nella cavità addominale superiore possono essere associati a vari processi patologici. Per determinare le condizioni del paziente, aiutano gli enzimi epatici, il cui contenuto, in combinazione con i sintomi esistenti, indica una particolare patologia.

Questo organo colpisce tutto il corpo e le minime deviazioni nel suo funzionamento influiscono immediatamente sulla salute e sull'aspetto.

Quando si eseguono i test, vengono presi in considerazione solo i principali enzimi epatici, sostanze proteiche responsabili dei processi metabolici. Sono divisi in diversi gruppi indipendenti:

  • Nello studio, prima di tutto, vengono studiate l'alanina transaminasi e l'aspartato aminotransferasi. Se questi enzimi epatici sono elevati, questo indica lo sviluppo di alcune patologie. Questi composti sono indicati come molecole dell'indicatore del sangue.
  • Le sostanze secretorie sono responsabili della coagulazione del sangue, una diminuzione della quale può indicare patologie di un organo che produce un enzima, una cistifellea o dotti biliari ostruiti. Questa categoria comprende colinesterasi e protrombinasi.
  • La determinazione della patologia consente il calcolo del contenuto di fosfatasi alcalina correlata al gruppo extretorio. Un contenuto eccessivo indica un deflusso anomalo della bile.

Le aminotransferasi si trovano all'interno degli epatociti - le cellule del fegato a contatto con il sangue. Se sei interessato a cosa sono gli enzimi epatici, è importante sapere che la normale produzione di glicogeno è impossibile senza di loro..

Dopo lo sviluppo, penetrano nel flusso sanguigno, con infiammazione o danni alle cellule, il contenuto di alcuni di essi aumenta. Il numero di molecole penetrate viene determinato studiando i risultati delle analisi.

Il dolore nell'ipocondrio destro indica lo sviluppo di gravi malattie. Se si riscontra questo sintomo, consultare immediatamente un medico. L'organo responsabile della rimozione dei veleni non produce correttamente gli enzimi se ha carichi elevati.

Per determinare la maggiore attività degli enzimi epatici, di solito non sono i sintomi che aiutano, ma le analisi, poiché il processo procede in modo impercettibile per una persona. Cambiamenti patologici si verificano in caso di danno d'organo. I segni di epatite e altre malattie del fegato aiuteranno a determinare le deviazioni dalla norma:

  • Scarso appetito, rifiuto totale dei singoli prodotti.
  • Fatica, fatica.
  • Dolore, formicolio nella parte destra..
  • Prurito della pelle.
  • Grande addome, prominente maglia di vene sotto la pelle.
  • Disturbi digestivi, nausea, vomito.
  • C'è un deflusso di sangue dalle mucose.
  • Feci leggere di un colore innaturale, spesso una tinta grigiastra.
  • L'urina si scurisce notevolmente.

Per identificare una serie di patologie, vengono utilizzati enzimi epatici appartenenti al gruppo delle transferasi, la cui funzione è quella di trasportare sezioni delle molecole. Per ogni composto esiste un tasso di contenuto specifico, spesso espresso in UI / litro di sangue. Se sei interessato a quali enzimi epatici dovrebbero essere presi, è meglio consultare prima il medico.

Di solito, le donne in gravidanza vengono sottoposte a screening per gamma-lutamil transpeptidasi o GGT. Il contenuto di fosfatasi alcalina viene calcolato per determinare la lesione del sistema di produzione ed escrezione biliare. Spesso è necessario controllare ulteriormente il numero di trigliceridi e colesterolo..

Di solito, quando viene fatta una diagnosi, vengono esaminati solo due enzimi epatici, vengono eseguite analisi ALT e AST. Calcolando il livello di attività di questi elementi, è possibile identificare i problemi con il fegato in una fase precoce. Piccole deviazioni dalla norma non indicano sempre lo sviluppo della patologia. Manifestazioni simili possono essere osservate negli adolescenti o con maggiore sforzo fisico..

L'ALT è coinvolto nella scissione dell'alanina e AST scinde l'amminoacido aspartico. Se un esame del sangue per questi enzimi epatici ha mostrato un aumento degli indicatori, questo indica la morte di un gran numero di cellule. Questo processo è causato da patologie che provocano necrosi o lesioni dei tessuti.

Se ti rivolgi a un laboratorio indipendente, il costo dell'analisi degli enzimi epatici nel sangue inizia da 100 rubli. Il prezzo è calcolato che non vengono studiati tutti gli enzimi, ma solo due principali. Nelle cliniche private, i prezzi sono più alti e partono da 300 rubli. Dopo aver ricevuto i risultati, è improbabile che il medico sia in grado di fare immediatamente una diagnosi accurata. Potrebbe essere necessario sottoporsi a test aggiuntivi, ad esempio, per eseguire test per altri enzimi.

I principali enzimi epatici influenzano la chimica del sangue. Il loro rapporto è chiamato coefficiente de Ritis, un test che consente di calcolare malattie che non vengono diagnosticate con un esame standard. I valori normali di AST e ALT sono la percentuale di enzimi epatici di 0,9-1,8. La concentrazione di ALT nei tessuti del fegato è massima, mentre la maggior parte del secondo è nel muscolo cardiaco.

Se la quantità di ALT supera i limiti consentiti, tale manifestazione segnala lo sviluppo di epatite virale o cirrosi. Inoltre, la causa può essere disturbi nel sistema circolatorio. Se l'enzima epatico AST è elevato, potrebbero esserci malattie del fegato, sistema cardiovascolare. Spesso, tali risultati dei test indicano un uso prolungato di farmaci antipiretici o ormonali.

Poiché la concentrazione di AST è più alta nel miocardio, ALAT nel fegato, un aumento di alcuni enzimi epatici indicherà con precisione un organo che ha subito cambiamenti patologici. Ad esempio, un rapporto di ALT e ACAT uguale a uno indica che la concentrazione di alanina aminotransferasi è maggiore o uguale al contenuto del secondo enzima.

Ciò significa che il paziente ha l'epatite nella fase acuta. Con un aumento di ALAT solo due volte, al paziente viene diagnosticato un infarto del miocardio. Se ALT è più di 2 volte superiore a AST, una persona abusa di alcol. Quando il contenuto di AST è più alto, il paziente probabilmente ha la cirrosi.

In una donna in buona salute, la quantità di ALAT non deve essere superiore a 34 unità / litro. Per un maschio adulto - non più di 45. La norma di AST o ASAT per i maschi è fino a 27 unità / litro. Per il gentil sesso, questa analisi degli enzimi epatici dovrebbe mostrare un contenuto normale entro 31 unità / litro. Se ci sono deviazioni, ciò non indica sempre la patologia. Per ogni persona, gli indicatori sono individuali e dipendono da molti fattori..

Nei bambini, un aumento degli enzimi epatici viene diagnosticato con risultati diversi. La norma per i bambini di età inferiore a un mese è ALT fino a 38, AST non più di 32 unità per litro di sangue. Per i bambini da 1 mese a un anno, ALAT è di 27 unità / litro, ASAT è di 36. Quindi, fino a sedici anni, la norma dell'alanina transaminasi è fino a 22, l'aspartato aminotransferasi è entro 31.

Se durante la gravidanza l'enzima è elevato, questa manifestazione è anormale. Sono ammesse solo lievi fluttuazioni, che cessano dopo la nascita del bambino. È anche possibile un leggero aumento della fosfatasi alcalina secreta dalla placenta..

Questo fenomeno si osserva a 26-40 settimane di gestazione. In altri casi, gli enzimi epatici elevati segnalano malattie epatiche associate al parto, ad esempio l'epatosi grassa.

Spesso la causa è l'epatite tossica. Aspirina o decotti regolari di erbe medicinali con assunzione incontrollata portano al fatto che gli enzimi epatici si elevano.

I risultati delle analisi sono influenzati anche da lesioni, ad esempio quelle ricevute durante una caduta, risultati più alti del normale nei pazienti dopo chemioterapia. Anche la carenza di vitamina svolge un ruolo, la mancanza di vitamina B6 provoca una diminuzione del livello di aminotransferasi nella forma attiva.

L'aumento degli enzimi epatici in alcuni casi provoca uno stato tossico della prima metà della gravidanza.

In questa situazione, la futura mamma ha bisogno di cure immediate. Ma il motivo principale è la presenza di gravi malattie in forma acuta o cronica:

  • L'epatite di tutte le forme provoca un aumento dell'ALT.
  • Steatoepatite - cambiamenti nelle cellule del fegato nella direzione della predominanza del grasso.
  • Malattie oncologiche, formazione di metastasi al fegato.
  • Cirrosi: ereditaria e acquisita.
  • Stagnazione della bile nella cistifellea.

Quando gli enzimi AST sono elevati nel sangue, le cause possono essere le malattie del CVS. Questo dovrebbe essere preso in considerazione prima di sospettare che un fegato malato abbia causato disturbi. Il secondo o il terzo giorno dopo un infarto, il contenuto può aumentare di 20 volte.

È importante ridurre gli effetti delle sostanze tossiche sul corpo. Prescrivere la terapia farmacologica dovrebbe solo un medico che non prescrive farmaci incompatibili. Quando una persona assume farmaci, gli enzimi microsomiali epatici nel sangue iniziano a essere prodotti nel suo corpo, incluso il citocromo.

Neutralizzano le sostanze tossiche che avvelenano il corpo. Alcune sostanze inibiscono il citocromo, migliorando così l'assorbimento dei componenti. Altri, al contrario, aumentano l'attività di questi enzimi, di conseguenza, l'escrezione del farmaco viene accelerata.

Una dieta con ridotti enzimi nel fegato ti permetterà di sbarazzarti della carenza vitaminica. Ai pazienti è vietato consumare bevande alcoliche e cibi grassi. Per compensare la carenza di vitamina B6, è necessario aumentare l'assunzione dei seguenti alimenti:

  • Grano germogliato.
  • Legumi.
  • Nocciole, Noci, Anacardi.
  • Frutta e verdura fresca.

Quando c'è un aumento, una diminuzione degli enzimi epatici è possibile solo con un trattamento tempestivo di un disturbo patologico. È anche necessario assumere epatoprotettori che influenzano positivamente le condizioni del fegato e della vitamina D..

Gli enzimi (enzimi) sono proteine ​​specifiche che partecipano a reazioni biochimiche che possono accelerare o rallentare il loro decorso. Un gran numero di tali composti viene prodotto nel fegato a causa del suo importante ruolo nel metabolismo di grassi, proteine ​​e carboidrati. La loro attività è determinata dai risultati di un esame del sangue biochimico. Tali studi sono importanti per valutare le condizioni del fegato e per la diagnosi di molte malattie..

Gli enzimi epatici sono un gruppo di proteine ​​biologicamente attive che possono essere prodotte esclusivamente dalle cellule di questo organo. Possono essere sulla membrana interna o esterna, all'interno delle cellule o nel sangue. A seconda del ruolo degli enzimi, sono suddivisi in diverse categorie:

  • idrolasi: accelerare la scissione di composti complessi in molecole;
  • sintetasi - prendere parte alle reazioni di sintesi di composti biologici complessi da sostanze semplici;
  • transferasi - sono coinvolte nel trasporto di molecole attraverso le membrane;
  • ossireduttasi: sono le condizioni principali per il normale decorso delle reazioni redox a livello cellulare;
  • isomerasi: necessaria per i processi di modifica della configurazione di molecole semplici;
  • lasi - formano ulteriori legami chimici tra le molecole.

La loro funzione nei processi del metabolismo cellulare dipende dalla localizzazione degli enzimi epatici. Quindi, i mitocondri partecipano allo scambio di energia, il reticolo endoplasmatico granulare sintetizza le proteine, quello liscio - grassi e carboidrati e le idrolasi si trovano sui lisosomi. Tutti gli enzimi che il fegato produce possono essere trovati nel sangue..

A seconda di quali funzioni svolgono gli enzimi e dove si trovano nel corpo, sono divisi in 3 grandi gruppi:

  • secretoria - dopo la secrezione da parte delle cellule del fegato, entrano nel flusso sanguigno e si trovano nella massima concentrazione qui (fattori di coagulazione, colinesterasi);
  • indicatore - normalmente contenuto all'interno delle cellule e rilasciato nel sangue solo quando sono danneggiati, pertanto possono servire da indicatori del grado di danno al fegato nelle sue malattie (ALT, AST e altri);
  • escretore: escreto dal fegato con la bile e un aumento del loro livello nel sangue indica una violazione di questi processi.

Per la diagnosi delle condizioni epatiche, ciascuno degli enzimi è importante. La loro attività viene determinata se si sospetta gravi patologie epatiche e per valutare il grado di danno al tessuto epatico. Per ottenere un quadro più completo, può anche essere necessario diagnosticare gli enzimi digestivi, gli enzimi del tratto gastrointestinale, il pancreas e il tratto biliare.

La biochimica del sangue è una fase importante nella diagnosi delle malattie del fegato. Tutti i processi patologici in questo organo possono verificarsi con fenomeni di colestasi o citolisi. Il primo processo è una violazione del deflusso della bile, che viene secreto dagli epatociti. Con altre violazioni, la distruzione di elementi cellulari sani si verifica con il rilascio del loro contenuto nel sangue. La presenza e il numero di enzimi epatici nel sangue possono determinare lo stadio della malattia e la natura dei cambiamenti patologici negli organi del tratto epatobiliare.

La sindrome da colestasi (difficoltà nella secrezione biliare) accompagna le malattie infiammatorie del fegato, la secrezione biliare compromessa e la patologia del tratto biliare. Questi fenomeni causano i seguenti cambiamenti nell'analisi biochimica:

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato..

  • gli enzimi escretori sono elevati;
  • Anche i componenti della bile sono aumentati, tra cui bilirubina, acidi biliari, colesterolo e fosfolipidi.

Il deflusso della bile può essere disturbato dalla pressione meccanica sui dotti biliari (tessuto infiammato, neoplasie, pietre), restringimento del loro lume e altri fenomeni. Il complesso dei cambiamenti caratteristici dei parametri del sangue diventa la base per uno studio più dettagliato dello stato della cistifellea e del tratto biliare.

La citolisi (distruzione degli epatociti) può verificarsi con epatite infettiva e non infettiva o con avvelenamento. In questo caso, il contenuto delle cellule viene rilasciato e gli enzimi indicatori compaiono nel sangue. Questi includono ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), LDH (lattato deidrogenasi) e aldolasi. Maggiore è il rendimento di questi composti nel sangue, maggiore è il grado di danno al parenchima degli organi.

La fosfatasi alcalina, che si trova nel sangue, può essere non solo di origine epatica. Una piccola quantità di questo enzima è prodotta dal midollo osseo. Puoi parlare di malattie del fegato se c'è un aumento simultaneo del livello di fosfatasi alcalina e gamma-GGT. Inoltre, è possibile rilevare un aumento dei livelli di bilirubina, che indica patologie della cistifellea.

La GGT di solito aumenta con la fosfatasi alcalina. Questi indicatori indicano lo sviluppo di colestasi e possibili malattie del sistema biliare. Se questo enzima aumenta in modo isolato, esiste il rischio di lievi danni al tessuto epatico nelle fasi iniziali dell'alcolismo o di altri avvelenamenti. Con patologie più gravi, si osserva un aumento simultaneo degli enzimi epatici.

L'ALT (alanina aminotransferasi) è l'enzima epatico più specifico. Si trova nel citoplasma e in altri organi (reni, cuore), ma è nel parenchima epatico che è presente nella massima concentrazione. Il suo aumento del sangue può indicare varie malattie:

  • epatite, intossicazione con danno epatico, cirrosi;
  • infarto miocardico;
  • malattie croniche del sistema cardiovascolare, che si manifestano nella necrosi delle aree del tessuto funzionale;
  • lesioni muscolari, lesioni o contusioni;
  • pancreatite grave - infiammazione del pancreas.

L'AST (aspartato deidrogenasi) non si trova solo nel fegato. Può anche essere trovato nei mitocondri del cuore, dei reni e dei muscoli scheletrici. Un aumento di questo enzima nel sangue indica la distruzione di elementi cellulari e lo sviluppo di una delle patologie:

  • infarto miocardico (una delle cause più comuni);
  • malattia del fegato in forma acuta o cronica;
  • insufficienza cardiaca;
  • lesioni, infiammazione del pancreas.

LDH è un enzima citolitico. Non è specifico, cioè non si trova solo nel fegato. Tuttavia, la sua definizione è importante nella diagnosi della sindrome itterica. Nei pazienti con malattia di Gilbert (una malattia genetica che è accompagnata da compromissione del legame con la bilirubina), rientra nei limiti normali. Con altri tipi di ittero, la sua concentrazione aumenta.

Un esame del sangue biochimico per gli enzimi epatici è una delle principali misure diagnostiche. Ciò richiederà la raccolta di sangue venoso a stomaco vuoto al mattino. Durante il giorno prima dello studio, è necessario escludere tutti i fattori che possono influenzare il fegato, incluso l'assunzione di bevande alcoliche, cibi grassi e piccanti. Nel sangue, viene determinato un set standard di enzimi:

  • ALT, AST;
  • Fosfatasi alcalina;
  • GGT;
  • bilirubina totale e sue frazioni (libere e legate).

L'attività degli enzimi epatici può essere influenzata da alcuni gruppi di farmaci. Possono anche cambiare normalmente durante la gravidanza. Prima dell'analisi, è necessario informare il medico di qualsiasi farmaco e una storia di malattie croniche di qualsiasi organo.

Per il trattamento delle malattie del fegato, è obbligatoria una diagnosi completa, che comprende l'inclusione di un esame del sangue biochimico. L'attività degli enzimi è studiata in un complesso, poiché vari indicatori possono indicare diversi disturbi. La tabella mostra i valori normali e le loro fluttuazioni..

Uno dei metodi principali per diagnosticare varie malattie del fegato è un esame del sangue biochimico. Con esso, è possibile rilevare una violazione anche prima dei primi sintomi.

Nei tessuti del fegato ci sono poche terminazioni nervose, quindi questo organo praticamente non può "ferire". Fisicamente, una persona potrebbe non sentire nulla, la maggior parte delle malattie è asintomatica e viene rilevata per caso durante un esame e test di routine.

Esame del sangue biochimico: un'efficace diagnosi di laboratorio del fegato

Un esame del sangue biochimico è prescritto per qualsiasi malattia, sospettata o per prevenzione. Questa è un'analisi rapida ed economica con cui è possibile diagnosticare anomalie nel fegato, restringere la gamma di possibili malattie e determinare l'ulteriore direzione dell'esame..

Il fegato svolge molte funzioni diverse, partecipa al processo di digestione e svolge la funzione di disintossicante del corpo. Nella maggior parte dei casi, le malattie del fegato vengono rilevate già nelle fasi successive, quando il trattamento è difficile. È la più grande ghiandola del corpo..

La violazione del suo lavoro porta a una serie di complicazioni e influisce negativamente sull'intero stato del corpo.

Un'analisi della biochimica epatica può essere prescritta per sintomi gravi che indicano anomalie nel fegato o altre malattie croniche, prima dell'intervento chirurgico e dell'assunzione di droghe.

  • Giallo della pelle. Uno dei principali segni di elevati livelli di bilirubina nel sangue. Il giallo della pelle e della sclera si verificano quando la malattia è presente da molto tempo. Per i segni di ittero, si consiglia di essere schermati..
  • Fegato ingrandito. Il fegato ingrandito può essere visto non solo sugli ultrasuoni. Se il fegato è notevolmente ingrandito, la circonferenza addominale inizia a crescere, mentre il peso totale non cambia.
  • Perdita di peso. Con malattie del fegato, può verificarsi nausea, quindi una persona rifiuta il cibo, il che porta alla perdita di peso. Perdere peso può anche non essere motivato con la solita dieta e stile di vita. In questo caso, si consiglia anche di controllare il fegato..
  • Amarezza in bocca. Con le malattie del fegato, si sente un sapore amaro costante in bocca, la lingua si ricopre, appare un rivestimento bianco o marrone chiaro, sono possibili crepe sulla superficie della lingua.
  • La biochimica epatica viene somministrata durante la gravidanza senza fallo, così come prima di assumere farmaci seri che aumentano il carico sul fegato.

La biochimica del sangue comprende un ampio elenco di vari indicatori, alcuni dei quali sono correlati agli esami del fegato. Gli indicatori che riflettono la funzionalità epatica vengono valutati insieme.

Il medico dovrebbe occuparsi della decodifica del risultato, poiché le piccole deviazioni dalla norma non sono sempre segni di patologia:

  1. Glucosio. Il livello di glucosio viene determinato se si sospetta il diabete. Nel diabete, i livelli di zucchero sono generalmente elevati e nei disturbi epatici i livelli di glucosio sono al di sotto del normale. Questo non è un indicatore importante della funzionalità epatica, ma viene preso in considerazione quando si valuta l'intero quadro..
  2. Bilirubina. La bilirubina è comune, libera e legata. Se si sospetta una malattia del fegato, vengono valutati tutti e 3 i tipi di bilirubina. Questo pigmento viene rilasciato durante la scomposizione dell'emoglobina. Per qualche tempo, circola nel sangue, quindi viene distrutto dalle cellule del fegato ed escreto nelle urine. Se le cellule del fegato sono danneggiate, la bilirubina non viene distrutta, il suo livello nel sangue aumenta. Questo pigmento è piuttosto tossico e il suo aumento può portare a spiacevoli conseguenze. L'indicatore più importante è la bilirubina diretta, il cui livello dipende direttamente dal fegato.
  3. ALT. Questo è un enzima sintetizzato nel fegato. La maggior parte di questo enzima rimane nel fegato, quindi circola nel sangue in piccole quantità. Il suo livello ematico aumenta con la morte di massa delle cellule del fegato che rilasciano questo enzima nel sangue.
  4. AST. Un altro enzima che viene sintetizzato e rimane nei tessuti del fegato. Il suo aumento può indicare sia malattie epatiche che insufficienza cardiaca.
  5. Fosfatasi alcalina. Questo enzima si trova in molti tessuti del corpo umano. Esiste un indicatore separato chiamato fosfatasi alcalina epatica, il cui valore viene preso in considerazione nei casi di sospetta malattia epatica.
  6. Colesterolo. Questo è il lipide principale e più importante che è coinvolto in vari processi metabolici. È sintetizzato nel fegato, quindi può essere un indicatore del suo lavoro..

Procedura di prelievo di sangue per biochimica

La procedura di analisi del sangue biochimica è standard. Il paziente all'ora specificata viene in laboratorio a stomaco vuoto e dona sangue da una vena. Questo è un processo indolore, ma per alcune persone può essere un po 'spiacevole..

Durante la procedura di prelievo del sangue, l'infermiera tira l'avambraccio con un laccio emostatico e inserisce l'ago nella vena. Questo processo non è accompagnato da sensazioni dolorose, ma può avere vertigini. Le vertigini colpiscono spesso le donne in gravidanza.

Prima della procedura di donazione di sangue, è necessario eseguire una semplice preparazione:

  1. Le malattie del fegato richiedono una dieta costante. Qualsiasi cibo influisce sulle condizioni del fegato. 2-3 giorni prima della donazione di sangue per esami del fegato, non è consigliabile mangiare cibi grassi e fritti, abusare di spezie, fast food, cioccolato, dolci, caffè e cacao, carni affumicate e marinate.
  2. Soprattutto, l'alcol colpisce il fegato. Deve essere escluso circa una settimana (almeno 3 giorni) prima dell'analisi. L'alcool influenza non solo le condizioni del fegato, ma anche la coagulazione.
  3. Il sangue per la biochimica viene donato al mattino, fino a 11 ore. Il paziente viene in laboratorio a stomaco vuoto. È necessario sopportare la fame per almeno 8 ore prima della donazione di sangue.
  4. Non è consigliabile fumare prima di visitare il laboratorio. È meglio astenersi dal fumare per 10-12 ore. Se la dipendenza dalla nicotina è troppo elevata, si consiglia di astenersi dall'abitudine un'ora prima di dare il sangue.
  5. Prima della donazione di sangue, tutti i farmaci assunti, comprese le vitamine, devono essere cancellati. Tutti i farmaci devono essere segnalati al medico. Una settimana prima della donazione di sangue, tutti i farmaci vengono sospesi. Se ciò non è possibile, si raccomanda di non assumere il medicinale appena prima dell'analisi del sangue il giorno dell'analisi.
  6. Si raccomanda alle donne di condurre un test di gravidanza, poiché influisce sull'emocromo. L'aumento dei tassi di gravidanza non è sempre un segno di patologia..
  7. Non è consigliabile fare esercizi mattutini prima di visitare il laboratorio. L'attività fisica influisce sull'emocromo.

La deviazione degli indicatori dalla norma è un segno di patologia!

Un esame del sangue biochimico comprende molti indicatori. Ogni indicatore è individualmente non informativo. Il medico valuta tutti gli indicatori contemporaneamente, nomina un ulteriore esame per chiarire la diagnosi.

Vale la pena ricordare che tutte le deviazioni dalla norma sono indicatori di gravi violazioni. In alcuni casi, ciò è dovuto a preparazione impropria o errore di laboratorio. In caso di gravi deviazioni, si consiglia di ripetere il test nello stesso laboratorio..

La norma degli indicatori e le ragioni della deviazione:

  • Bilirubina. La norma della bilirubina totale in un adulto va da 8 a 20 μmol / L. Un aumento significativo della bilirubina è causato da epatite virale, ittero, danni al fegato con farmaci, neoplasie nel fegato, cirrosi. La diminuzione della bilirubina raramente indica la funzionalità epatica. Di solito è abbassato per malattie del sangue, anemia.
  • ALT. La norma enzimatica è fino a 45 unità / litro per gli uomini e fino a 34 unità / litro per le donne. Livelli elevati di ALT indicano epatite, danno epatico tossico, cancro al fegato e altre malattie che causano una rapida distruzione delle cellule della ghiandola. In questo caso, non parlano del limite inferiore della norma.
  • AST. La norma di AST è fino a 35-40 UI, a seconda del genere del paziente. Nelle donne, il livello di AST nel sangue è generalmente inferiore. I livelli di AST aumentano drammaticamente con epatosi alcolica, danni al fegato con farmaci o sostanze tossiche, cancro al fegato, cirrosi, colestasi.
  • Fosfatasi alcalina. La norma della fosfatasi alcalina per un adulto è di 85-120 UI / L. Il livello dell'enzima aumenta con cirrosi, ittero ostruttivo, malattia del calcoli biliari, ostruzione del tratto biliare, cancro al fegato o metastasi in esso. Diminuzione dei livelli di fosfatasi indica malattia del sangue.
  • Glucosio. Un elevato livello di glucosio è considerato un indicatore di disturbi metabolici, ma una diminuzione dei livelli di glucosio può essere un segno di danno epatico, poiché la ghiandola è coinvolta nella formazione del glucosio.

La biochimica del sangue non è affatto l'unico metodo per diagnosticare le malattie del fegato, ma iniziano a esaminarla, poiché consente di identificare la presenza di disturbi e specificare la possibile diagnosi, determinare la direzione per ulteriori esami.

Un esame del sangue biochimico ha molti vantaggi:

  1. Costo. Il prezzo di un esame del sangue biochimico è basso. Se hai un biglietto, la procedura è gratuita nel laboratorio comunale. Nelle cliniche private, l'analisi è a pagamento, ma è relativamente economica.
  2. Contenuto informativo. Con l'aiuto di un esame del sangue biochimico, molte malattie possono essere rilevate o sospettate. Il contenuto delle informazioni può essere considerato relativamente elevato, poiché una diagnosi accurata può essere fatta solo dopo un ulteriore esame..
  3. Sicurezza. La procedura è assolutamente sicura per la salute umana, non comporta conseguenze. Il prelievo di sangue viene effettuato in persone di qualsiasi età e durante la gravidanza.
  4. Painlessness. La procedura è rapida e indolore, sono possibili solo lievi disagi, nausea e vertigini causati dalla fame.
  5. Rapidità. La biochimica del sangue non richiede una lunga preparazione e la procedura stessa non dura più di 5 minuti. Il risultato viene anche preparato rapidamente, viene dato al paziente nelle mani entro 1-2 giorni.

Maggiori informazioni su quali test è necessario superare per diagnosticare le malattie del fegato sono disponibili nel video:

Gli svantaggi includono il fatto che un esame del sangue biochimico non sempre aiuta a differenziare la malattia, ma solo a rilevare le violazioni.

Dopo l'analisi biochimica, possono essere prescritte altre procedure diagnostiche, come ultrasuoni al fegato, biopsia, risonanza magnetica o TC del fegato (le procedure più informative, ma costose che rilevano i più piccoli disturbi e patologie), un esame del sangue per i marcatori di epatite e cancro al fegato, studi genetici.

Il fegato è un organo adattato a carichi elevati. Ogni minuto vengono pompati fino a 1,5 litri di sangue. Le malattie del fegato si verificano con una grave infezione del corpo, uno stile di vita stabilmente malsano, patologie di altri organi vitali. La diagnosi delle malattie del fegato è piuttosto complicata e, di norma, richiede un gran numero di test di laboratorio.

Nell'elenco dei test mostrati per sospetta malattia epatica, un esame del sangue biochimico è in primo luogo. Ti consente di rilevare cirrosi ed epatite. In casi speciali, il medico può prescrivere test immunologici, test per marker tumorali e studi istologici.

Un esame del sangue per la biochimica è il principale studio di laboratorio, oltre alle urine e alle feci, che aiuta a diagnosticare la cirrosi, l'epatite, i disturbi metabolici. Sulla base di questo studio, possono essere prescritti ulteriori test marker tumorali..

Considera ciascuno degli indicatori determinati durante lo studio..

Un certo numero di enzimi necessari per il normale funzionamento del corpo sono sintetizzati nel fegato. I test per gli enzimi epatici possono far parte di un esame del sangue biochimico o eseguiti separatamente se vengono rilevate gravi deviazioni dalla norma (valori di riferimento). Durante la diagnosi, è necessario tenere conto del quadro clinico generale, poiché i parametri studiati possono indicare patologie di altri organi - ad esempio il cuore.

L'aspartato aminotransferasi (AcAt) è un enzima coinvolto nel metabolismo degli aminoacidi. Valori di riferimento:

  • bambini piccoli - 36 unità / l;
  • ragazze di 12-17 anni - 25 unità / l;
  • ragazzi 12-17 anni - 29 unità / l;
  • uomini - 37 unità / litro;
  • donne - 31 unità / l.

Il superamento della norma viene osservato con danni alle cellule del fegato (epatociti) o al muscolo cardiaco. Ad alte concentrazioni di AcAb per diversi giorni e / o un forte aumento del numero di enzimi, è necessario un ricovero urgente per identificare i focolai necrotici, che possono anche essere una conseguenza dell'infarto del miocardio. Nelle donne in gravidanza, un leggero eccesso della norma è possibile senza patologie.

L'alanina aminotransferasi (AlAt) è coinvolta nella formazione di glucosio da proteine ​​e grassi. Indicatori normali:

  • neonati - 5–43 unità / l;
  • bambini di età inferiore a 1 anno - 5-50 unità / l;
  • bambini di età inferiore a 15 anni - 5–42 unità / l;
  • uomini sotto i 65 anni - 7-50 unità / l;
  • donne sotto i 65 anni - 5–44 unità / l;
  • anziani dopo i 65 anni - 5–45 unità / l.

I limiti della norma sono piuttosto ampi, in giorni diversi l'indicatore può variare tra il 10-30%. Con gravi patologie epatiche, il valore supera la norma più volte.

Fosfatasi alcalina (fosfatasi alcalina). Partecipa alle reazioni di scissione del residuo di acido fosforico dai suoi composti organici. Contenuti principalmente nel fegato e nelle ossa. Norma nel sangue:

  • per le donne - fino a 240 unità / l;
  • per uomo - fino a 270 unità / l.

Un tasso aumentato può indicare, oltre alle malattie del sistema scheletrico, il cancro o la tubercolosi epatica, la cirrosi, l'epatite infettiva.

Lattato deidrogenasi (LDH). Richiesto per le reazioni di glicolisi (rilascio di energia dalla scomposizione del glucosio). La norma varia a seconda dell'età:

  • bambini del primo anno di vita - fino a 2000 unità / l;
  • fino a 2 anni - 430 unità / l;
  • da 2 a 12 anni - 295 unità / l;
  • adolescenti e adulti - 250 unità / l.

Il superamento della norma può essere osservato con danni alle cellule del fegato.

Glutammato deidrogenasi (GDH). Un partecipante allo scambio di aminoacidi. Deviazioni dalla norma si osservano con gravi danni al fegato e alle vie biliari, intossicazione acuta.

  • nel primo mese di vita - non più di 6,6 U / l;
  • 1-6 mesi - non più di 4,3 unità / l;
  • 6-12 mesi - non più di 3,5 U / L;
  • 1-2 anni - non più di 2,8 unità / l;
  • 2-3 anni - non più di 2,6 unità / l;
  • 3-15 anni - non più di 3,2 unità / l;
  • ragazzi e uomini - non più di 4 unità / l;
  • ragazze e donne - non più di 3 unità / l.

Sorbitolo deidrogenasi (LDH). Un enzima specifico, la cui rilevazione nel sangue indica un danno epatico acuto (epatite di varie eziologie, cirrosi). Insieme agli indicatori di altri enzimi aiuta nella diagnosi della malattia.

Gamma-glutamiltransferasi (GGT). È contenuto nel fegato e nel pancreas, viene attivamente rilasciato nel sangue durante patologie epatiche e intossicazioni da alcol. Dopo il rifiuto dell'alcool in assenza di patologie epatiche, il livello di GGT è normalizzato in un mese.

  • i primi sei mesi di vita - non più di 185 unità / l;
  • fino a 1 anno - non più di 34 unità / l;
  • 1-3 anni - non più di 18 unità / l;
  • 3-6 anni - non più di 23 unità / l;
  • 6-12 anni - non più di 17 unità / l;
  • ragazzi di età inferiore ai 17 anni - non più di 45 unità / l;
  • ragazze di età inferiore a 17 anni - non più di 33 unità / l;
  • uomini - 10–71 unità / l;
  • donne - 6–42 unità / l.

Fruttosio monofosfato aldolasi (FMFA). Normalmente, può essere rilevato nel sangue in tracce. Un aumento dell'afta epizootica è caratteristico dell'epatite acuta e dell'intossicazione professionale dei lavoratori nelle industrie pericolose.

Qualsiasi enzima è una molecola proteica che accelera una specifica reazione biochimica nel corpo a una certa temperatura e acidità del mezzo. Sulla base della totalità dei dati dell'analisi enzimatica, è possibile giudicare i disordini metabolici associati a determinate patologie. L'analisi enzimatica è un metodo molto informativo per diagnosticare le condizioni del fegato..

Oltre al livello di enzimi per la diagnosi di patologie epatiche, altri parametri biochimici del sangue sono di grande importanza.

Proteine ​​totali. Normalmente, la concentrazione di proteine ​​totali nel sangue è di 66–83 g / l. Il fegato sintetizza attivamente varie molecole proteiche, quindi possono verificarsi deviazioni dalla norma quando le cellule epatiche - gli epatociti non funzionano correttamente..

Albume. La principale proteina plasmatica è sintetizzata nel fegato. La concentrazione in una persona sana adulta è normalmente di 65–85 g / l. Un livello basso può indicare cirrosi, epatite, tumore al fegato o presenza di metastasi nell'organo.

Bilirubina. Pigmento giallo, un prodotto di decomposizione dell'emoglobina. La bilirubina totale nel sangue varia normalmente da 3,4-17,1 µmol / L, diretta - 0–7,9 µmol / L, indiretta - fino a 19 µmol / L. Il superamento della norma può indicare processi patologici nel fegato.

Colesterolo e sue frazioni. Può essere ingerito sia con il cibo sia sintetizzato dalle cellule del fegato. Il colesterolo normale, a seconda dell'età e del sesso, può variare da 2,9 a 7,85 mmol / L. Deviazioni dalla norma si osservano in una serie di malattie, incluso un aumento dei valori tipici per coloro che soffrono di alcolismo e cirrosi.

Trigliceridi. Allo stesso modo, il colesterolo entra nel flusso sanguigno a causa di processi digestivi o viene sintetizzato nel fegato. I valori normali variano notevolmente a seconda del sesso e dell'età. I valori limite si trovano nell'intervallo tra 0,34 e 2,71 mmol / L. Trigliceridi elevati possono verificarsi con cirrosi o epatite virale. Bassi livelli possono essere associati a malnutrizione e varie patologie extraepatiche..

Ammoniaca. Si forma durante la scomposizione degli aminoacidi e si trova nel sangue in violazione del metabolismo epatico a causa di gravi danni al fegato.

  • per i bambini nei primi giorni di vita - 64–207 µmol / l;
  • fino a due settimane: 56–92 μmol / l;
  • dopo l'adolescenza - 21-50 micromoli / l;
  • negli adolescenti e negli adulti - 11–32 μmol / l.

Ferro. L'epatite acuta è accompagnata da un aumento del livello di ferro nel sangue, cirrosi epatica - una diminuzione.

  • nei bambini nel primo anno di vita - 7,16-17,9 micromoli / l;
  • nel periodo di 1-14 anni - 8,95-21,48 micromol / l;
  • nelle donne adulte, 8,95–30,43 µmol / l;
  • negli uomini adulti - 11,64-30,43 μmol / l.

Urea. Urea ematica normale:

  • nel primo mese di vita - 1,4-4,3 mmol / l;
  • fino a 18 anni - 1,8-6,4 mmol / l;
  • fino a 60 anni - 2,1–7,1 mmol / l;
  • dopo 60 anni - 2,9–8,2 mmol / l.

Una diminuzione dell'urea indica problemi al fegato, questo accade con cirrosi, distrofia epatica acuta, coma epatico ed epatite.

L'analisi di proteine, grassi ed elettroliti consente di chiarire la diagnosi in caso di sospetta malattia epatica.

La protrombina è una proteina prodotta nel fegato ed è un precursore della trombina, che è necessaria per la formazione di coaguli di sangue. L'indice di protrombina riflette lo stato del sistema di coagulazione del sangue e il fegato stesso (in relazione alla sintesi proteica). Il più moderno e informativo è l'indice di protrombina secondo Quick. I valori di riferimento sono 78-142%. Un aumento del livello di protrombina può essere osservato con tumori maligni del fegato, una diminuzione si nota con alcuni farmaci (ad esempio eparina), carenza di vitamina K e anche a causa di fattori ereditari.

Le malattie del fegato provocano tutta una serie di cambiamenti nella biochimica del sangue e il loro orientamento dipende dal tipo di patologia. Non ci sono patologie epatiche che influenzano solo un parametro. Tuttavia, alcuni valori cambiano di più, altri di meno e, nel valutare i test, il medico si concentra sui turni più pronunciati e sulle proporzioni reciproche dei singoli indicatori.

Le lesioni epatiche autoimmuni comprendono epatite autoimmune, cirrosi biliare e colangite sclerosante. I marker di laboratorio di queste malattie sono AMA (anticorpi antimitocondriali), SMA (anticorpi per la muscolatura liscia), anti-LKM1 (autoanticorpi per microsomi epatici e renali di tipo 1), ANA (anticorpi antinucleari).

I risultati dello studio sono registrati in crediti. I titoli del contenuto di AMA, PCA, SMA e anti-LKM1 nel sangue dovrebbero normalmente essere inferiori a 1:40, il titolo di ANA - fino a 1: 160. Piccole quantità di questi anticorpi possono essere presenti in persone sane..

Un aumento del titolo AMA è osservato nell'epatite virale o autoimmune, nonché nelle malattie oncologiche e nella mononucleosi infettiva. Nel 70% dei casi, la SMA cresce con epatite autoimmune o virale, neoplasie maligne. La concentrazione di anticorpi LKM1 è elevata nell'epatite autoimmune, meno comunemente nell'epatite virale C e D. Tuttavia, il risultato potrebbe non essere corretto se il paziente ha assunto fenobarbital, thienam, carbamazepina e altri anticonvulsivanti.

I marker di cancro al fegato sono AFP (alfa-fetoproteina), CEA (antigene embrio-tumorale), ferritina. L'AFP è specifico per l'epatocarcinoma primario, la sua concentrazione nel siero del sangue aumenta anche in presenza di metastasi epatiche nel cancro di altri organi. La distinzione tra questi due casi consente il test per CEA, questo antigene appare nel sangue a concentrazioni elevate proprio con danno epatico metastatico. La ferritina elevata è caratteristica del carcinoma epatico e delle metastasi epatiche: nel 76% di tutti i pazienti con metastasi tumorali nel fegato, la sua concentrazione supera i 400 μg / l.

L'AFP può aumentare con cirrosi, CEA con epatite, ferritina con danno e decadimento delle cellule del fegato. Pertanto, per la diagnosi del cancro al fegato, è necessario correlare tutti e tre gli indicatori.

  • AFP per uomini e donne non in gravidanza è 0,5-5,5 UI / ml. Nelle donne in gravidanza, l'AFP può fluttuare normalmente nell'intervallo 0,5–250 UI / ml, aumentando costantemente e raggiungendo il massimo prima del parto.
  • CEA - fino a 5,5 ng / ml.
  • Ferritina nelle donne - 13-150 mcg / l; negli uomini - 30-400 mcg / l.

Il paziente, quando riceve i risultati dell'analisi per i marcatori tumorali, non deve farsi prendere dal panico, la diagnosi di cancro al fegato si basa sul quadro clinico completo. Potrebbe essere necessaria un'analisi istologica..

Fino a poco tempo fa, l'analisi istologica poteva essere effettuata solo invasivamente, con un esame microscopico dei tessuti raccolti. Tuttavia, esistono già metodi brevettati che consentono di ottenere informazioni più complete mediante il calcolo. Sebbene non siano intrinsecamente istologici, il loro elevato contenuto informativo, paragonabile solo all'istologia, li classifica come una ricerca.

  • Biopsia tradizionale. Il metodo di campionamento della puntura del tessuto epatico attraverso lo spazio intercostale per ulteriori ricerche. È altamente informativo in relazione a gravi malattie del fegato. Lo svantaggio di questo metodo è che viene presa una piccola parte del tessuto, che potrebbe non essere influenzata da processi patologici. Inoltre, una biopsia ha controindicazioni e non può essere eseguita frequentemente..
  • FIBROTEST®. Un complesso di test di calcolo, per informatività paragonabile a una biopsia. Metodo non invasivo basato su dati e cronologia degli esami del sangue. Consente di ottenere un'accurata valutazione quantitativa e qualitativa della fibrosi e dei cambiamenti epatici necroinfiammatori in qualsiasi fase, indipendentemente dalla posizione. Eliminata la possibilità di errori in uno studio di biopsia locale del materiale.
  • FIBROMAX®. Una serie aggiuntiva di test di progettazione per FIBROTEST®. Ti permette di determinare il grado di steatosi di qualsiasi etimologia.
    La medicina moderna generalmente segue una tendenza verso una diminuzione dell'invasività, quindi FIBROTEST® e FIBROMAX® sono il futuro nella diagnosi delle patologie epatiche.

Decidendo di consultare un medico con i sintomi delle patologie epatiche, dovresti essere a conoscenza dell'intera gamma di studi che ti potrebbero essere prescritti. Il loro numero diminuirà notevolmente con l'accesso anticipato alle cure mediche..

La biochimica del sangue è lo studio più comune che può essere condotto in quasi tutte le istituzioni mediche (clinica pubblica o privata, ospedale, clinica prenatale, laboratorio). Le biopsie FibroTEST® e FIBROMAX®, i marker tumorali, i test immunologici e i test non invasivi non vengono eseguiti in tutte le cliniche distrettuali. Spesso, i medici di tali piccole strutture mediche scrivono indicazioni per le più grandi organizzazioni diagnostiche statali o raccomandano ai pazienti di utilizzare i servizi di laboratori a pagamento.

Ad esempio, la rete di laboratori indipendenti INVITRO offre una gamma completa di studi per la diagnosi delle malattie del fegato. Il biomateriale per l'analisi può essere prelevato in un momento conveniente per i pazienti. Sono disponibili prezzi di ricerca: è possibile ottenere un test di screening epatico per 1.520 rubli o uno esteso per 4.510 rubli, lo screening delle lesioni autoimmuni avrà un costo di 6430 rubli. I test FIBROTEST® e FIBROMAX® costeranno rispettivamente 12.990 rubli e 14.990 rubli. Il prelievo di sangue da una vena viene pagato separatamente - 199 rubli. I risultati vengono forniti entro un giorno lavorativo in una forma conveniente per il cliente - sotto forma di stampe, registrazione su disco, lettere per e-mail.

Quali esami prendere per le malattie del fegato dovrebbero essere decisi dal medico o dall'epatologo dopo un esame clinico e una storia medica. Molto probabilmente, all'inizio ti verranno assegnati solo test di laboratorio "suggestivi" che ti diranno in quale direzione e se vale la pena cercare una patologia (analisi delle urine e delle feci, analisi del sangue biochimica). Forse alcune delle domande verranno rimosse dopo studi sull'hardware, come l'ecografia del fegato e del tratto biliare.