Esame del sangue dell'epatite C.

È necessario un esame del sangue per l'epatite C per scoprire se il corpo ha avuto contatti con questo virus. I marcatori di infezione da virus nel 95% dei casi mostrano risultati reali. Il superamento di test ad alta precisione è consigliato a tutti coloro che hanno il rischio di contrarre una patologia o presentano sintomi specifici..

Tipi di esami del sangue

Per determinare il virus, viene inizialmente somministrato un esame del sangue generale. Determina la modifica dei componenti. Quando il virus indica un alto tasso di ESR e globuli bianchi. La biochimica mostra livelli di bilirubina, aumento di ALT e AST. Condotto anche:

  • Test immunoenzimatico

È ampiamente usato per la diagnosi iniziale dell'epatite C. Senza dubbio, è prescritto alle persone prima dell'intervento chirurgico e alle donne che hanno un bambino.

Se il test anti-HCV ha mostrato un risultato negativo, la persona non è mai stata malata di epatite o si è verificato di recente un caso di infezione (entro 6 mesi). Gli anticorpi non sono un virus. Queste sono proteine ​​speciali che si attivano dopo l'infezione. Hanno una classificazione diversa..

  • Reazione a catena della polimerasi

Se il test anticorpale è positivo, ulteriori ricerche si chiamano PCR. Il test determina la presenza di RNA del virus dell'epatite C, differenzia la fase acuta o cronica.

Il rilevamento del virus mediante PCR viene effettuato dopo alcune settimane dal momento dell'infezione, anche se il test immunoenzimatico era negativo. Una risposta positiva conferma la diagnosi..

  • Diagnostica rapida

I test istantanei vengono utilizzati se non è possibile un test anticorpale. Il materiale utilizzato è siero di sangue, plasma, materiale biologico intero o saliva.

L'epatite C viene trasmessa in rari casi attraverso la famiglia, sessualmente o verticalmente (attraverso il parto dalla madre al bambino). Ma se c'è il sospetto di infezione, è meglio fare dei test.

In rari casi, i test presentano falsi positivi. Ciò è dovuto a reazioni crociate o legame non specifico dei componenti del materiale. Tali risultati si verificano nelle donne in gravidanza e nelle persone con determinate infezioni. A volte gli indicatori sono distorti dopo la terapia immunosoppressiva.

Quanto viene eseguito il test dell'epatite

In condizioni stazionarie, possono essere prescritti test urgenti. Sono fatti durante il giorno immediatamente dopo la donazione di sangue. Ciò è necessario se l'intervento chirurgico non pianificato diventa una questione o il paziente si trova in uno stato limite. Di solito un esame del sangue viene eseguito 2-5 giorni.

C'è un programma di analisi speciale. È necessario per i pazienti che non ricevono la terapia per l'epatite. Inoltre, la frequenza dei test viene calcolata individualmente dal medico curante, in base alle indicazioni precedenti, al decorso della malattia, alla cirrosi attiva.

Programma di donazione di sangue:

  • analisi generale del sangue, piastrine (1 volta in 6-12 mesi);
  • indice di amilasi (1 volta all'anno);
  • creatinina (1 volta all'anno);
  • alfa-fetoproteina (una volta ogni sei mesi);
  • autoanticorpi (una volta);
  • HBsAg (1 volta all'anno).

Dove donare il sangue per l'epatite

Puoi prendere materiale biologico per la determinazione dell'epatite C:

  • In una struttura medica speciale con un laboratorio.
  • Sono aperte anche cliniche private, dove viene accelerata l'analisi su richiesta del paziente. Per la diagnosi del sangue in una clinica regolare, è necessario il rinvio di un medico.
  • Il Ministero della Salute ha fornito esami di screening gratuiti programmati. L'ora e la data dell'esame sono specificate dal medico.

Costo

A volte un test per l'epatite C non è limitato. Sono in corso diversi studi che vengono effettuati a un costo separato. Per un test immunologico, il prezzo parte da 300 rubli. Un esame completo può costare un paziente da 2000 a 4000 rubli e oltre.

Se il medico prescrive esami del sangue per l'epatite C per chiarire la diagnosi, è meglio farlo rapidamente. Ciò ti consentirà di iniziare un trattamento tempestivo e fermare lo sviluppo di complicanze..

Puoi anche guardare un video su un esame del sangue per l'epatite C.

Esami dell'epatite C. Esame del sangue dell'epatite

Per scoprire se il tuo corpo ha avuto il virus dell'epatite C, è sufficiente fare un esame del sangue per l'epatite - marcatori di infezione da virus. Questi marcatori sono anticorpi totali verso l'HCV (anti-HCV), che sono determinati dal dosaggio immunosoassorbente enzimatico (ELISA) nel siero del sangue venoso.

Un risultato positivo di questo test è di solito verificato da un test di immunoblot ricombinante adiuvante (RIBA). Il metodo ELISA è ampiamente utilizzato per la diagnosi iniziale dell'epatite virale. Questo test di epatite viene eseguito per donatrici di sangue, donne in gravidanza, pazienti prima dell'intervento chirurgico, ecc..

Se l'analisi per la rilevazione dell'anti-HCV è negativa, non hai mai avuto l'epatite. L'eccezione sono i casi di infezione recente (non più di 6 mesi). Durante questo periodo, gli anticorpi potrebbero non apparire ancora nel sangue. Un risultato positivo significa che il corpo è stato esposto al virus dell'epatite C..
Gli anticorpi anti-HCV non sono il virus stesso, ma le proteine ​​prodotte dal sistema immunitario in risposta al virus che entra nel corpo. Gli anticorpi appartengono a classi diverse e possono essere rilevati a lungo, a volte per tutta la vita, anche in assenza del virus stesso..
Per capire se sei malato ora (l'epatite è diventata cronica) o se gli anticorpi rimangono dopo la malattia e per scoprire l'attività del virus e le possibili complicanze, devi eseguire un ulteriore esame. Vale la pena notare che solo circa il 20% delle persone, una volta infettate dall'epatite C, affronta da sole l'infezione. Pertanto, sfortunatamente, nella maggior parte dei casi, la presenza di anticorpi contro l'HCV indica un'epatite virale cronica C (HCV).

La diagnosi di epatite C acuta viene fatta da una serie di segni e sintomi clinici di epatite acuta: eccesso di alanina aminotransferasi (ALT)> 10 volte superiore al limite superiore della norma, presenza di RNA del virus dell'epatite C (sebbene l'RNA dell'HCV possa diminuire spontaneamente a livelli non rilevabili).

La diagnosi di epatite C cronica viene effettuata con il rilevamento simultaneo di anticorpi anti-HCV e di RNA del virus dell'epatite C in presenza di segni biologici o istologici di epatite cronica entro 6 mesi dall'infezione.

Pertanto, l'algoritmo per rilevare l'epatite C: prima di tutto, passa un test anticorpale per l'HCV. Se il test è positivo, è necessario eseguire un test PCR altamente sensibile per rilevare l'RNA del virus e anche per distinguere tra epatite acuta e cronica C. Per questo è necessario eseguire un esame del sangue biochimico (ALT, bilirubina), nonché ulteriori test che il medico infettivo prescriverà in base ai risultati dell'esame. Se il test PCR è negativo, è necessario ripetere il test dopo 3 mesi.

Se non è possibile testare gli anticorpi, è consentito utilizzare test diagnostici rapidi utilizzando siero, plasma, sangue intero da un dito o saliva anziché i metodi ELISA classici per facilitare lo screening degli anticorpi anti-HCV e migliorare l'accesso alle cure mediche.

Una serie di test necessari per un'ulteriore diagnosi nelle persone con test positivi per gli anticorpi contro l'epatite C dovrebbe essere prescritta da uno specialista in malattie infettive o epatologo, ma ti consigliamo di andare "preparato" per il primo appuntamento con un medico. Ti farà risparmiare tempo. Fai le seguenti ricerche:

- esame del sangue generale (KLA);
- ALT, AST, bilirubina (analisi del sangue biochimica);
- PCR dell'epatite C RNA (studio qualitativo);
- determinazione del genotipo del virus (disporre in laboratorio che questa analisi venga eseguita solo se la PCR è positiva, altrimenti non è necessario eseguire questo test);
- Ultrasuoni degli organi addominali (fegato, cistifellea, milza, pancreas).

Dopo aver incontrato il medico, possono essere prescritti ulteriori test. Di seguito è riportato un elenco completo di test, generalmente utilizzati per diagnosticare l'epatite virale C. Quale di questi studi è necessario, uno specialista dovrebbe decidere dopo aver esaminato e interpretato i risultati dell'esame iniziale.

Analisi del sangue generale

Emoglobina, globuli rossi, ematocrito, globuli bianchi, piastrine, neutrofili, eosinofili, basofili, linfociti, monociti, VES, conta dei globuli bianchi.

Chimica del sangue

ALT, AST, bilirubina, GGT, fosfatasi alcalina, glucosio, ferritina, ferro sierico, transferrina, creatinina, colesterolo, trigliceridi. test di timolo (TP).

Valutazione della funzionalità epatica

Frazioni proteiche (α1-globuline, α2-globuline, beta-globuline, gamma-globuline), coagulogramma, albumina, proteine ​​totali. È prescritto per sospetta compromissione della funzionalità epatica..

Test per altra epatite virale

HBsAg, Anti-HBc, anti-HBs (marcatori dell'epatite B), anti-HAV (anticorpi totali contro l'epatite A), HGV RNA (epatite G RNA), TTV DNA (epatite TTV DNA).

Test HIV

Valutazione dello stadio dell'epatite e dell'attività della malattia.

Biopsia epatica, elastometria, fibrotest, ultrasuoni (modalità 3D + PD). L'elastometria più comunemente usata (fibroscanning) del fegato.


Determinazione della PCR dell'RNA dell'HCV - Studio quantitativo.

Test di funzionalità tiroidea

(Questi studi vengono eseguiti quando è necessario il trattamento con interferone e ribavirina +/- sofosbuvir. Il regime di trattamento indicato è obsoleto oggi, ma in alcuni casi il suo uso è giustificato.)

- anticorpi anti-tireoglobulina
- anticorpi anti-tioossidossasi
- ormone stimolante la tiroide (TSH), T3, T4
- Ultrasuoni tiroidei

Test autoimmuni

- AMA (anticorpi antimitocondriali), ANA (anticorpi antinucleari), SMA (anticorpi per muscoli lisci)
- crioglobuline
- Fattore reumatoide (RF)
- Fattore antinucleare (ANF)

Nonostante il fatto che l'epatite C sia trasmessa abbastanza raramente attraverso la via sessuale e verticale (da madre a figlio), è consigliabile controllare i parenti per la presenza di anti-HCV. Inoltre, a tutti i pazienti con epatite C è raccomandata la vaccinazione contro l'epatite A e B (in assenza di immunità nei loro confronti).

Quanto viene eseguito il test dell'epatite?

Un'analisi per l'epatite C viene eseguita da uno a cinque giorni lavorativi. Nella maggior parte dei casi, i risultati del test sono pronti il ​​giorno dopo il prelievo di sangue..

Test e frequenza degli studi in pazienti non sottoposti a terapia antivirale

indicatorimoltiplicità
ricercaAppuntiBilirubina totale e frazioni
Al
ALAT
Emocromo completo, incluso
piastrine1 volta in 6-12 mesiLa molteplicità dello studio può essere determinata individualmente in base agli indicatori precedenti, al decorso della malattia, alla presenza di cirrosi e malattie concomitantiProteine ​​e frazioni totali
Ferro
Glucosio
amilasi1 volta in 12 mesiLa molteplicità dello studio è determinata
individualmente a seconda
dai precedenti indicatoriUrea nel sangue
Creatini1 volta in 12 mesiLa molteplicità dello studio è determinata
individualmente a seconda
dai precedenti indicatoriAlpha fetoprotein1 volta in 6 mesiCon un aumento dell'indicatore, viene prescritta l'ecografia
e CTGli autoanticorpiUna voltaCon gli indicatori modificati, la molteplicità
ricerca individuale a seconda
da dati precedentemente ottenutiOrmoni tiroideiUna voltaCon gli indicatori modificati, la molteplicità
ricerca individuale a seconda
da dati precedentemente ottenutiHBsAg1 volta in 12 mesiStudio HBsAg per escludere l'epatite mista e l'epatite acuta B
(in caso di esacerbazione enzimatica)
HCV RNA1 volta in 12 mesi
(analisi qualitativa) *
* L'analisi quantitativa non viene eseguita se
risultato negativo dell'analisi qualitativa
Ultrasuoni dell'addome1 volta in 12 mesiQuando compaiono i segni di un portale
frequenza dello studio dell'ipertensione
determinato individualmente
EndoscopiaUna volta
(nell'identificazione dei segni clinici e biochimici della progressione della malattia)
Se viene rilevato HRVP, il rapporto dello studio
determinato individualmente
Biopsia epatica1 volta in 5-6 anni

Con indicatori stabili - 1 volta in 5-6 anni

Per ottenere risultati di laboratorio affidabili, è necessario:
prima dello studio, astenersi dallo sforzo fisico, dallo stress e dal bere alcolici, non fumare almeno per un'ora prima del prelievo di sangue;
2-3 giorni prima dello studio, è necessario limitare l'assunzione di cibi grassi, fritti e piccanti;
non mangiare dopo cena (e rendere la cena leggera): puoi bere solo acqua e non una goccia di succo di frutta, tè, caffè (soprattutto zucchero);
alla vigilia dei test, vai a letto alla solita ora e alzati entro un'ora prima di prendere il sangue.

Analisi PCR per l'epatite C: dove e come passarla correttamente, il che significa un risultato positivo e negativo

PCR per l'epatite C - un'analisi obbligatoria quando si esamina un paziente con sintomi di danno epatico. Lo studio è stato prescritto per confermare la diagnosi e ottenere le informazioni più complete sull'agente causale della malattia, l'attività dell'infezione virale. I risultati servono come base per la prescrizione della terapia antivirale, determinandone la durata e valutandone l'efficacia.

La diagnostica che utilizza la tecnica di reazione a catena della polimerasi è diventata diffusa relativamente di recente. La ricerca su questo argomento è stata condotta dalla metà degli anni '70. Ma le prime pubblicazioni sulla possibilità di usare la PCR nella medicina pratica apparvero solo a metà degli anni '80.

Quando spiegano cos'è la PCR, i medici sottolineano che questa è l'analisi più affidabile e affidabile per l'epatite C. Questo test consente non solo di identificare le particelle di RNA del virus, ma anche di stabilire la sua concentrazione (indica l'attività del processo infettivo) e il genotipo. I risultati ottenuti svolgono un ruolo chiave nel determinare le tattiche e il regime di ulteriore terapia..

Qual è l'essenza della formulazione della reazione? Utilizzando alcune sostanze biologicamente attive, si ottiene un aumento del numero di particelle di RNA del virus in un piccolo volume di sangue. Successivamente, le regioni del genoma sono determinate da una varietà di metodi fisico-chimici..

La PCR viene eseguita utilizzando diversi componenti:

  • Primer. Questo è un composto sintetizzato artificialmente in cui la sequenza nucleotidica è completamente identica a una sezione specifica dell'RNA del virus, non soggetta a mutazioni e cambiamenti a seconda del genotipo. La determinazione dell'RNA del virus dell'epatite C viene eseguita utilizzando un primer rigorosamente specifico.
  • RNA polimerasi. Un enzima caratterizzato da stabilità e stabilità strutturale sullo sfondo delle variazioni di temperatura necessarie per il corretto svolgimento di una reazione chimica. Fornisce la costruzione di una catena di RNA in una delle fasi della PCR.
  • Una miscela di proteine. Per costruire sezioni aggiuntive di RNA, è necessario un "materiale da costruzione", per il quale alcuni composti della struttura proteica vengono aggiunti al campione biologico.
  • Buffer. Una miscela che mantiene un livello di pH ottimale per garantire l'avanzamento della reazione a catena della polimerasi.
  • Un campione di materiale biologico che presumibilmente contiene un campione di HCV RNA (virus dell'epatite C).

In alcuni metodi di stadiazione della PCR, vengono inoltre utilizzate sonde RNA e altri controlli interni, che vengono utilizzati come campioni di controllo per il rilevamento dei risultati.

Il processo di aumento delle sezioni di RNA virale utilizzando una matrice si chiama amplificazione. La reazione procede in più fasi:

  1. Denaturazione. Il processo di "svolgimento" dei filamenti di RNA viene fornito aumentando la temperatura a un certo livello.
  2. Ricottura. Dopo aver abbassato la temperatura ai valori richiesti, i primer vengono collegati all'RNA. Questo stadio è possibile solo in presenza delle particelle virali desiderate nel campione di sangue.
  3. Sintesi diretta di siti di RNA virale con enzimi.

I cicli di stadiazione della PCR elencati vengono ripetuti diverse decine di volte, il che fornisce un aumento multiplo del numero di porzioni di RNA del livello del patogeno dell'epatite C determinato con metodi di laboratorio.

Prima dell'analisi, viene preparato di conseguenza un campione di sangue. Gli RNA contenuti vengono adsorbiti su un tampone vettore, quindi lavati via e utilizzati per la reazione a catena della polimerasi.

Il rilevamento dei risultati viene effettuato mediante elettroforesi (orizzontale o verticale) o mediante ibridazione. Il metodo di decodifica dei risultati della reazione è selezionato in base agli obiettivi dello studio (semplicemente identificando l'RNA o determinando la sua quantità approssimativa).

PCR: l'esame del sangue più accurato per l'epatite C

L'elenco degli studi proposti sull'HCV comprende diversi elementi che differiscono per costo, disponibilità e metodo di attuazione..

Se si esaminano i protocolli dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS), la procedura per diagnosticare l'infezione prevede diversi passaggi successivi.

Per cominciare, noleggiare:

  • analisi generale di sangue e urina;
  • biochimica del sangue;
  • test del glucosio (rigorosamente a stomaco vuoto);
  • Test HIV
  • fluorography;
  • immunogramma (se si sospetta patologie autoimmuni).

Se l'analisi biochimica del sangue si discosta dalla norma fisiologica, al paziente viene prescritto un test basato sul rilevamento di anticorpi specifici prodotti dal contatto del virus con il sangue (ELISA).

Ma un tale esame del sangue per l'epatite C ha un inconveniente significativo. Il processo di sintesi degli anticorpi dipende dal funzionamento e dalla produzione di cellule immunocompetenti. Le caratteristiche individuali del corpo possono causare una risposta sia falsa negativa che falsa positiva..

Prima di prescrivere un test IFA, il medico informa il paziente di un possibile errore, che solleva la risposta: "Quale esame del sangue mostra l'epatite C con il rischio minimo di ottenere risultati errati?" Per confermare o confutare la diagnosi, il test di laboratorio più accurato è la PCR in tempo reale..

Ulteriori tattiche di azione dipendono da ciò che lo studio mostra. Se la diagnosi viene confermata, gli epatoprotettori vengono immediatamente prescritti al paziente, vengono avvertiti dell'importanza di una corretta alimentazione e di uno stile di vita sano. Ma la terapia mirata non è possibile senza determinare il livello di carica virale e genotipo dell'epatite C..

Alcuni farmaci possono scatenare un'esacerbazione dell'epatite B. Pertanto, per escludere complicazioni, vengono prescritti test aggiuntivi per HBsAg. L'HCV viene trattato solo dopo aver ricevuto un risultato di test negativo.

Specie: qualitativa, quantitativa e genotipica

Nella diagnosi iniziale dell'epatite C, il titolo degli anticorpi prodotti è determinato dal metodo sierologico. Questo risultato mostra approssimativamente l'attività del processo patologico. Ma il medico può ottenere le informazioni più accurate solo dopo aver studiato i dati della PCR.

Attualmente, in quasi tutti i laboratori, l'analisi viene eseguita con il metodo ultra sensibile. Pertanto, la diagnosi di HCV è possibile entro 10-14 giorni dopo l'infezione, meno spesso - dopo 2,5-3 settimane. A seconda degli obiettivi perseguiti durante lo studio, il medico prescrive un tipo specifico di test.

Sono disponibili i seguenti tipi di PCR:

  1. Qualità. Quando si prescrivono test diagnostici, si pone la domanda per i pazienti, che mostra un metodo di ricerca simile. L'analisi qualitativa mediante PCR è un test altamente sensibile che determina la presenza di virus RNA nel sangue a una concentrazione minima. Tipicamente, questo tipo di reazione a catena della polimerasi viene messo usando la tecnologia di trascrizione inversa. Questo è uno dei pochi metodi PCR in cui l'RNA può essere utilizzato come target..
  2. Quantitativa. L'analisi quantitativa per l'epatite C consente di determinare il livello esatto di RNA dell'HCV nel sangue. Uno studio è possibile in un solo modo: il metodo in tempo reale. Durante la preparazione del materiale per PCR, viene aggiunto colorante al campione. Dopo ogni ciclo di amplificazione, viene effettuato uno studio quantitativo automatizzato in tempo reale. Spesso, la tecnica viene eseguita in combinazione con la trascrizione inversa. Pertanto, è possibile una determinazione qualitativa di un piccolo numero di copie dell'RNA del virus. La quantificazione quantitativa dell'RNA dell'HCV ha senso se si ottiene un risultato positivo di PCR di alta qualità..
  3. Genotipizzazione. Un'analisi viene fornita nella fase finale del processo diagnostico. Il principio dello studio si basa sulla differenza nella sequenza dei nucleotidi, che distingue un genotipo del virus dell'epatite C da un altro. In genere, l'analisi viene eseguita con il metodo della PCR multiprimer (multiplex).

Se si sospetta il trasporto del virus, è necessario eseguire PCR di alta qualità. Se il risultato è negativo, è probabile che la persona sia sana. Ma per eliminare completamente l'infezione, si consiglia di ripetere lo studio dopo 7-10 giorni. Se viene rilevato l'RNA del virus, vengono eseguiti ulteriori test (quantitativi e genotipici).

Indicazioni per un test di laboratorio

L'indicazione principale per un esame del sangue per l'epatite C mediante reazione a catena della polimerasi è un test immunosorbente positivo collegato agli enzimi (indipendentemente dalla varietà: test totale, differenziato per IgG e IgM).

Inoltre, è necessario verificare:

  • durante la gravidanza (il test viene eseguito due volte - nel primo trimestre e 7-10 settimane prima del parto);
  • durante il lavoro associato ad un aumentato rischio di infezione (infermieri, assistenti di laboratorio, lavoratori dei centri donatori, cosmetologi, ecc.);
  • con rapporti sessuali promiscui e contatto non protetto con uno sconosciuto;
  • sullo sfondo dell'HIV, del cancro, dell'assunzione di determinati farmaci, ecc.;
  • pazienti dipendenti da farmaci per via endovenosa;
  • con procedure diagnostiche o terapeutiche invasive continue;
  • con una trasfusione di sangue condotta prima del 1992 (in precedenza non esistevano metodi affidabili per verificare la presenza di virus in un materiale biologico del donatore).
  • a contatto con una ferita aperta con sangue estraneo, strumenti medici non sterilizzati.

Il tasso di incidenza sta crescendo ogni anno. Pertanto, per la diagnosi precoce dell'infezione, si consiglia di eseguire test di laboratorio per l'HCV una volta all'anno..

Dove passare l'analisi

Quando si contatta la clinica, il paziente ha diritto a test gratuiti. Ma prima superano il test ELISA. E solo con un risultato positivo o dubbio viene indicato un test PCR. Pertanto, una diagnosi urgente può essere fatta contattando un laboratorio a pagamento, dove è possibile donare sangue per PCR in un momento conveniente per il paziente. Allo stesso tempo, si raccomanda di controllare immediatamente i parametri degli enzimi epatici, parametri ematici clinici standard.

Di norma, gli esami del sangue per PCR sono disponibili in quasi tutti i laboratori. Se il punto di prelievo del sangue non è dotato dell'attrezzatura adeguata, il materiale biologico viene trasportato per lo studio in conformità con il regime di temperatura e altre condizioni. La PCR in clinica è possibile solo dopo altri esami, i cui risultati indicano indirettamente la presenza di epatite C.

Come donare il sangue

Prima di donare il sangue per rilevare un possibile virus, è necessario osservare una serie di regole per prepararsi all'analisi..

Gli aspetti principali sono indicati nel promemoria:

  1. Per 5-7 giorni, abbandona il consumo di cibi grassi, fritti, alcolici. In generale, i medici raccomandano di aderire alle regole dietetiche per la dieta n. 5.
  2. Non mangiare 12-14 ore prima dello studio. Puoi solo bere acqua.
  3. La donazione di sangue è migliore al mattino.
  4. Non fumare prima della procedura.

Dovresti anche avvisare il medico dei farmaci che stai assumendo, dei possibili problemi di salute, delle malattie croniche.

Il prelievo di sangue viene eseguito da una vena. Dopo la procedura, l'infermiera sigilla il sito di puntura con un adesivo sterile, avverte della necessità di piegare il braccio e mantenerlo in questa posizione per 10-15 minuti. Altrimenti, un'alta probabilità della comparsa di un ematoma doloroso.

Quanto dura lo studio?

Quanta analisi viene eseguita dipende dal laboratorio. Il tempo medio di consegna varia da 1-3 giorni. Alcune cliniche offrono un servizio a pagamento per una PCR rapida, ma il tempo è limitato dalle capacità delle apparecchiature mediche.

Nella clinica, i risultati possono essere trasmessi al medico entro 7-10 giorni. Ciò è associato a un grande afflusso di pazienti. Allo stesso tempo, il materiale biologico viene immagazzinato in conformità con tutti i requisiti..

Decifrare i risultati

Di norma, la decodifica della PCR di alta qualità non è difficile. Ma al fine di evitare interpretazioni errate, è necessario consultare un medico con un modulo ricevuto dal laboratorio. Le opzioni che indicano l'uno o l'altro tipo di PCR sono mostrate nella tabella.

Negativo: la persona è sana o la concentrazione di RNA virale nel sangue è troppo bassa per essere rilevata.

Positivo: la persona è infetta

Viene eseguito se l'RNA del virus viene rilevato con un metodo di ricerca qualitativa..

A seconda dei risultati del test, viene determinato il livello di carica virale

Viene effettuato con epatite C, confermata da altri metodi di ricerca..

L'analisi consente di stabilire il genotipo esatto dell'agente patogeno

Ma spesso si verifica una situazione in cui ELISA per l'epatite C è positiva e la PCR è negativa. Solo un medico può decifrare tali risultati del test.

Tuttavia, tali dati sono possibili nei seguenti casi:

  • gravidanza;
  • epatite acuta C;
  • Trattamento HCV
  • la presenza di infezioni che aumentano la probabilità di un ELISA falso positivo.

Solo la reazione a catena della polimerasi mostra l'esatta presenza di un'infezione virale nel corpo. Sullo sfondo della PCR negativa, un ELISA positivo nella maggior parte dei casi indica che la persona non è infetta. Ma il medico dovrebbe stabilire con precisione la causa del risultato falso positivo..

Analisi qualitativa

L'analisi qualitativa della PCR per l'epatite C conferma la presenza dell'agente patogeno nel sangue. Se l'RNA del virus non viene rilevato, la persona è sana. Ma se si sospetta un'infezione, si consiglia di riprendere lo studio. Un risultato positivo indica un'infezione. Ma questa analisi non consente di differenziare l'epatite C cronica da acuta e non può mostrare quanto sia attivo il processo patologico..

Test quantitativo

L'analisi quantitativa mediante PCR viene effettuata dopo la conferma della diagnosi e la sua interpretazione è importante per determinare le tattiche del trattamento. A seconda della concentrazione di particelle del patogeno dell'epatite C, si distinguono diversi gradi di carica virale: media, alta e bassa. Più alto è il punteggio, più difficile è l'infezione e più difficile è la terapia. Normalmente, l'RNA virale è assente nel sangue.

genotipizzazione

Molti laboratori eseguono la genotipizzazione in combinazione con la PCR quantitativa, che consente di risparmiare denaro. Tale studio viene effettuato una sola volta, prima di iniziare il trattamento. Di solito viene eseguita un'analisi su uno dei quattro genotipi più comuni (1, 2, 3 o 4). Allo stesso tempo, viene anche determinato il sottotipo HCV. La genotipizzazione per 5 e 6 sottospecie di epatite C potrebbe non essere presente in tutti i laboratori.

Pro di PCR Diagnostics

La diagnostica PCR è diffusa a causa di:

  • elevata precisione (purché vengano utilizzati i sistemi di test di ultima generazione);
  • semplicità del campionamento biomateriale;
  • velocità di ricezione dei risultati (massimo 5 giorni).

Ma il vantaggio principale è l'ampia capacità diagnostica dello studio. L'analisi consente non solo di identificare il virus, ma anche di determinare con precisione la sua concentrazione nel corpo e stabilire il genotipo dell'infezione. Inoltre, è necessario uno studio quantitativo per valutare l'efficacia della terapia antivirale. L'obiettivo principale del trattamento è raggiungere la norma delle analisi (cioè un livello non rilevabile di HCV RNA) alle settimane 4, 12 o 24 del decorso antivirale e mantenere questo risultato.

Costo

Il costo dell'analisi PCR varia in base alla regione. Quindi, a Mosca, i prezzi sono più alti. La PCR di alta qualità avrà un costo di 600-800 rubli, quantitativa - 2200-3000 rubli, genotipizzazione - da 1000 rubli. Puoi scoprire esattamente quanto costa un determinato studio, direttamente in laboratorio, sul sito Web di un'organizzazione medica o per telefono.

Che cos'è un esame del sangue per l'epatite?

L'epatite è un gruppo di patologie infiammatorie diffuse dell'intero fegato. Sono autoimmuni, tossici (incluso l'alcool), di origine virale. Nella moderna pratica medica, si distinguono 7 varietà: A, B, C, D, E, F, G.

Esistono anche epatite come componente di altre patologie virali (ad esempio, infezione da HIV, AIDS, rosolia, febbre gialla), origine batterica - si verificano contro lesioni della sifilide, leptospirosi.

Considera il nome dell'analisi per l'epatite, che gli studi sono più accurati e affidabili, il loro costo.

Quando è necessario fare i test?

La donazione periodica di sangue per l'epatite virale è raccomandata per tutte le persone, specialmente se stanno pianificando una gravidanza o hanno cambiato i loro partner sessuali, a uno dei parenti è stata diagnosticata una patologia virale, tra i sintomi caratteristici.

Il gold standard in medicina è uno studio annuale con uno scopo preventivo, che consente di diagnosticare la malattia in modo tempestivo. Un urgente bisogno di essere testato se una persona taglia o punge accidentalmente, c'è stato un contatto con il sangue di un paziente infetto.

Uno specialista medico deve prescrivere un esame del sangue per l'epatite, quando il paziente si lamenta di una tale clinica:

  • Ingiallimento della pelle, proteine ​​degli occhi.
  • Gravità, disagio o dolore nell'ipocondrio destro.
  • Scolorimento di urina, urina.
  • Nausea intermittente, vomito.
  • Tratto digerente.
  • Debolezza, affaticamento cronico.
  • Amarezza nella cavità orale (soprattutto al mattino).
  • Placca sulla lingua, alitosi.
  • Epatomegalia (ingrossamento del fegato in termini di dimensioni).

Un'analisi dell'epatite sembra essere uno studio obbligatorio quando si prepara un libro di medicina per i dipendenti di ospedali, asili, scuole, collegi, ecc..

Ricerca e preparazione per l'epatite

Il sangue viene prelevato al mattino a stomaco vuoto. È importante non mangiare 6-8 ore prima dello studio. Il laboratorio esegue test con sangue venoso (prelevato da una vena), poiché è meglio come materiale biologico, rispetto al capillare.

Il giorno prima, si consiglia di seguire una dieta per diversi giorni, abbandonare l'attività fisica eccessiva, lo stress emotivo, l'assunzione di farmaci (steroidi, farmaci per fluidificare il sangue, ecc.).

Gli anticorpi sono rappresentati dalle immunoglobuline prodotte dall'immunità umana per rilevare ed eliminare oggetti estranei - virus, batteri. Gli antigeni sono chiamati molecole proteiche che si formano in risposta alla comparsa di anticorpi. Sulla base di questa reazione del corpo, sono stati sviluppati metodi di ricerca per l'epatite virale.

La malattia di Botkin

Principalmente trasmesso con mezzi domestici, in condizioni antigieniche. La forma acuta della malattia di Botkin provoca molto disagio al paziente. Tuttavia, la malattia è transitoria, spesso si verifica un recupero indipendente (cioè senza trattamento).

La tabella mostra i test dell'epatite A:

Tipo di studioPossibile risultato e decodifica prevista
PCR di qualità
quantitativo
genotipizzazione
Titolo dello studioDescrizione
Anti-HAV-IgGPositivo: c'è una malattia o il paziente ha sofferto di una malattia, il che significa che è presente l'immunità. Negativo: mancanza di immunità, rischio di infezione.
Anti-HAV-IgMI risultati possono essere 3. Positivo - processo patologico acuto, negativo - nessuna immunità, incerto - è possibile che la malattia si sviluppi nel prossimo futuro.
Rilevazione di RNA (HAV-RNA) nel siero del sangueUna conclusione positiva suggerisce che sono stati rilevati frammenti di RNA specifici per l'agente patogeno desiderato. Negativo: la mancanza di RNA o il loro numero è inferiore ai limiti di suscettibilità del test.

Studi sull'epatite B.

L'infezione si verifica durante i rapporti non protetti, in modo parenterale, raramente in modo domestico.

Per la diagnosi di patologia, vengono effettuati i seguenti studi:

Qual è il nome dell'analisiDescrizione
Antigene HBs (definizione di antigene australiano)C'è uno studio qualitativo e quantitativo. L'indicatore di riferimento è 0,5 UI / L. Con un valore inferiore, il test è negativo, più è positivo. Se rilevati, parlano di un decorso acuto o cronico della malattia o del trasporto. Il negativo può anche essere interpretato come assenza di malattia, se altri studi non sono positivi. Molto raramente "negativo" in custodia - questa è una forma velocissima con una prognosi sfavorevole.
HBeAgAnalisi qualitativa. Positivo - forma acuta o cronica della malattia, sullo sfondo di alta intensità di replicazione. Negativamente - l'assenza della malattia, quando sono presenti anche altri test (-). A volte si verifica un risultato negativo nel periodo di incubazione. In caso di dubbio, si consiglia un'analisi dopo un paio di settimane..
Anti-HBC-totalePermette di rilevare l'epatite, ma non dà una risposta alla domanda sul decorso - acuta o cronica, quale stadio della malattia. Negativo - assenza o decorso cronico.
IgM anti-HBcPositivo: in forma acuta al 99%, cronica all'1%. Negativo: l'assenza della malattia nel paziente o il periodo di incubazione, il tempo di transizione verso un decorso cronico. È dubbio: è necessario condurre un altro studio dopo 14 giorni + test aggiuntivi per una diagnosi più accurata.
Anti-HBePositivo: questo è il periodo di recupero dopo un decorso acuto o una forma cronica della malattia. Può essere interpretato negativamente in diversi modi: non c'è malattia, c'è, ma finora non ci sono abbastanza particelle virali per la diagnosi; trasporto dell'antigene HBs a bassa replicazione non escluso.
Anti-HBsRicerca quantitativa. Indicatore di riferimento 10. Se il numero è maggiore, si tratta di un vaccino o di un periodo di recupero o di una forma cronica di patologia con una bassa carica virale (ovvero, il corpo combatte attivamente l'agente patogeno da solo).

Inoltre, viene eseguita la determinazione del DNA nel siero del sangue del paziente. L'infezione è osservata sullo sfondo di un risultato positivo (da 40 UI per litro). Un risultato negativo - fino a 40 UI per litro - l'infezione è coerente o la quantità di patogeni nel campione è inferiore alla suscettibilità del test.

Test dell'epatite C.

Un tipo comune di malattia, il più delle volte trasmesso dal metodo parenterale, cioè sangue nel sangue. Esistono 6 tipi, pertanto viene praticata una diagnosi completa.

È in corso uno studio anti-HCV-totale. Quando (+) è una malattia o un processo di cura o un periodo di recupero.

La forma e lo stadio non possono essere identificati. Quando (-), non vi è alcun periodo di incubazione o infezione.

Il rilevamento di RNA (HCV-RNA) viene effettuato in modo qualitativo e quantitativo, i risultati possono essere i seguenti:

Accurati test dell'epatite C.

La diagnosi accurata dell'epatite C viene eseguita solo in laboratorio attraverso esami del sangue del paziente. Esistono diverse tecniche utilizzate per questo:

  • saggio di immunoassorbimento enzimatico - ELISA, che consente di determinare la presenza di anticorpi contro l'epatite C. Nelle diverse fasi dello sviluppo della malattia, nel sangue vengono rilevati diversi tipi di anticorpi: IgM, IgG;
  • reazione a catena della polimerasi: la PCR è un'analisi efficace e accurata del 100% per l'epatite C, poiché consente di identificare direttamente l'RNA del virus dell'epatite C e non gli anticorpi ad esso.

In condizioni diverse, entrambi questi studi possono dare risultati falsi positivi e falsi negativi, quindi per una diagnosi più accurata, solo combinando questi risultati si può dare un quadro accurato della diagnosi. Se il metodo ELISA ha dato un risultato positivo, allora viene sicuramente eseguita un'analisi PCR per l'epatite C. Se dà anche un risultato positivo, la diagnosi viene confermata e al paziente viene detto che ha l'epatite C. Se il test ELISA è positivo e la PCR è negativa, significa che una persona è sana! Spesso questo accade dopo il trattamento dell'epatite C o dopo il trasferimento dell'epatite C in forma acuta, che è completamente guarita dal corpo.

Si verificano anche casi del genere. Circa il 15-20% dei pazienti può ammalarsi senza accorgersene e senza fare sforzi per il proprio recupero!

Dopo il trattamento per l'epatite C, viene eseguito regolarmente un test PCR per un anno per verificare una risposta virologica stabile. Oltre a un esame del sangue qualitativo mediante PCR, viene eseguito un esame del sangue per la carica virale e la genotipizzazione del virus dell'epatite C. Il valore normale è l'assenza di una carica virale. Il genotipo del virus dopo il trattamento può cambiare. Ciò suggerisce che il genotipo prevalente è stato curato con successo, ma ora è necessario trattarne un altro. Ci sono stati casi in cui il paziente aveva tre genotipi di epatite C. Ciò richiede un serio trattamento a lungo termine. L'analisi del genotipo del virus mostra solo la presenza del genotipo del virus dell'epatite C prevalente nel sangue.

Epatite C, come sconfiggerlo?

Per sconfiggere l'epatite C, non devi rilassarti e sperare in un miracolo o in medicina alternativa, ma vai in una clinica epatologica dove medici esperti trattano l'epatite C. L'esperienza di un medico è di fondamentale importanza per il successo della terapia, poiché solo le teorie nel trattamento questa complessa malattia virale non è abbastanza! Oggi, oltre al classico metodo di trattamento dell'epatite virale C - Interferone e Ribavirina, viene utilizzato l'ultimo regime terapeutico di una nuova generazione di farmaci: Harvoni. Questo è un prodotto di un'azienda farmaceutica americana, che comprende due nuovi medicinali: Sofosbuvir e Ledipasvir. Hanno un effetto completamente diverso sul virus, che consente un trattamento rapido ed efficace..

Epatite C e costipazione

L'epatite virale C provoca disturbi nel tratto gastrointestinale. I pazienti possono provare nausea, amarezza in bocca, bruciore di stomaco, disturbi delle feci - diarrea o costipazione, nonché gonfiore e flatulenza.

Test dell'epatite C: indicazioni, tipi, decodifica

L'epatite C è un danno al tessuto epatico a causa dell'inizio di un processo infiammatorio causato da un virus contenente RNA. Questo tipo di virus è stato identificato per la prima volta nel 1988..

La malattia può manifestarsi in forma acuta o cronica, ma è più spesso caratterizzata da un decorso lungo latente, cioè asintomatico. La tendenza alla cronicità della malattia è spiegata dalla capacità del patogeno di mutare. A causa della formazione di ceppi mutanti, il virus HCV elude la sorveglianza immunitaria e rimane a lungo nel corpo senza causare sintomi pronunciati della malattia.

Gli antigeni dell'HCV hanno una bassa capacità di indurre reazioni immunitarie, quindi gli anticorpi precoci ad essi compaiono solo dopo 4-8 settimane dall'esordio della malattia, a volte anche dopo, i titoli anticorpali sono bassi - questo complica la diagnosi precoce della malattia.

Un processo infiammatorio prolungato causato da HCV provoca la distruzione del tessuto epatico. Il processo è nascosto a causa delle capacità compensative del fegato. A poco a poco si esauriscono e compaiono segni di disfunzione epatica, di solito questo indica una profonda sconfitta. L'obiettivo di un test dell'epatite C è quello di identificare la malattia in una fase latente e iniziare il trattamento il più presto possibile.

Indicazioni per il rinvio ai test dell'epatite C.

I test dell'epatite C vengono eseguiti per i seguenti motivi:

  • esame di persone che hanno avuto contatti con persone infette;
  • diagnosi di epatite di eziologia mista;
  • monitorare l'efficacia del trattamento;
  • cirrosi epatica;
  • visita medica preventiva di operatori sanitari, dipendenti di istituti prescolari, ecc..

Il paziente può essere sottoposto ad analisi per eventuali segni di danno epatico:

  • fegato ingrossato, dolore nell'ipocondrio destro;
  • ittero della pelle e proteine ​​degli occhi, prurito;
  • milza ingrossata, "ragni" vascolari.

Tipi di test dell'epatite C.

Per la diagnosi dell'epatite C, vengono utilizzati sia l'isolamento diretto del virus nel sangue sia il rilevamento di segni indiretti della sua presenza nel corpo - i cosiddetti marcatori. Inoltre, si stanno studiando le funzioni del fegato e della milza..

I marcatori dell'epatite C sono anticorpi totali contro il virus HCV (Ig M + IgG). I primi anticorpi (dalla quarta alla sesta settimana di infezione) della classe IgM iniziano a formarsi. Dopo 1,5-2 mesi, inizia la produzione di anticorpi IgG, la loro concentrazione raggiunge un massimo da 3 a 6 mesi della malattia. Questo tipo di anticorpo può essere trovato nel siero del sangue per anni. Pertanto, il rilevamento di anticorpi totali consente la diagnosi di epatite C, a partire dalla terza settimana dopo l'infezione.

La trasmissione del virus dell'epatite C avviene a stretto contatto con il portatore del virus o quando il sangue infetto entra nel corpo.

Gli anticorpi anti-HCV sono determinati mediante saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA), un test ultra sensibile che viene spesso utilizzato come diagnosi rapida.

Per determinare l'RNA del virus nel siero, viene utilizzato il metodo di reazione a catena della polimerasi (PCR). Questa è l'analisi principale per stabilire una diagnosi di epatite C. La PCR è un test qualitativo in cui viene determinata solo la presenza del virus nel sangue, ma non la sua quantità.

È necessario determinare il livello di anticorpi HCVcor IgG NS3-NS5 per escludere o confermare la diagnosi in presenza di un risultato PCR negativo.

Per diagnosticare le funzioni epatiche, vengono prescritti test epatici: determinazione di ALT (alanina aminotransferasi), AST (aspartato aminotransferasi), bilirubina, fosfatasi alcalina, GGT (gamma glutamil transferasi), test del timolo. I loro indicatori sono confrontati con le tabelle standard, una valutazione completa dei risultati è importante.

Un passaggio diagnostico obbligatorio è un esame del sangue con la determinazione della formula dei leucociti e delle piastrine. Con l'epatite C nell'analisi del sangue generale, viene rivelato un numero normale o ridotto di leucociti, linfocitosi, una diminuzione dell'ESR, con un esame del sangue biochimico - iperbilirubinemia dovuta alla frazione diretta, un aumento dell'attività dell'ALT, alterato metabolismo delle proteine. Nel periodo iniziale dell'epatite, aumenta anche l'attività di determinate sostanze che si trovano normalmente negli epatociti ed entrano nel flusso sanguigno in quantità molto ridotte - sorbitolo deidrogenasi, ornitinecarbamoiltransferasi, fruttosio-1-fosfataldolasi..

Un'analisi delle urine generale con microscopia dei sedimenti rivelerà l'urobilina nelle urine e la bilirubina nelle fasi successive della malattia.

Viene eseguito uno studio hardware sugli organi addominali, incluso il fegato: ecografia, tomografia nucleare calcolata o magnetica.

Il virus dell'epatite C non viene trasmesso attraverso strette di mano, baci e la maggior parte degli oggetti domestici, come i piatti comuni.

Un metodo importante per diagnosticare l'epatite C è uno studio morfologico della biopsia epatica. Non solo integra i dati di studi biochimici, immunologici e hardware, ma spesso indica anche la natura e lo stadio del processo patologico, che altri metodi non rilevano. È necessario uno studio morfologico per determinare le indicazioni per la terapia con interferone e valutarne l'efficacia. Una biopsia epatica è indicata per tutti i pazienti con epatite C e portatori di HBsAg..

Preparazione per il test

Per l'analisi dell'epatite C, è necessario donare il sangue da una vena. Come prepararsi per il prelievo di sangue? Posso mangiare e bere prima dell'analisi?

L'analisi è data rigorosamente a stomaco vuoto. Tra l'ultimo pasto e l'assunzione di sangue dovrebbero essere almeno 8 ore. Prima di sostenere il test, è necessario escludere attività fisica, fumo, bere alcolici, cibi grassi e fritti, bevande gassate. Puoi bere acqua pulita. La maggior parte dei laboratori preleva il sangue per analisi solo al mattino, quindi donano sangue al mattino.

Decifrare i risultati

I test per determinare gli anticorpi contro il virus dell'epatite sono qualitativi, ovvero indicano la presenza o l'assenza di anticorpi, ma non determinano il loro numero.

In caso di rilevazione di anticorpi anti-HCV nel siero, viene prescritta una seconda analisi per escludere un risultato falso positivo. Una risposta positiva nella rianalisi indica la presenza di epatite C, ma non distingue tra forma acuta e cronica.

In assenza di anticorpi contro il virus, la risposta è "negativa". Tuttavia, l'assenza di anticorpi non può escludere l'infezione. La risposta sarà anche negativa se sono trascorse meno di quattro settimane dall'infezione..

Per la diagnosi dell'epatite C, vengono utilizzati sia l'isolamento diretto del virus nel sangue sia il rilevamento di segni indiretti della sua presenza nel corpo - i cosiddetti marcatori.

Il risultato dell'analisi potrebbe essere errato? Una preparazione errata per l'analisi può portare a risultati falsi. Un risultato falso positivo può essere ottenuto in questi casi:

  • contaminazione del biomateriale presentato;
  • la presenza di eparina nel sangue;
  • la presenza di proteine, sostanze chimiche nel campione.

Cosa significa un test positivo per l'epatite C?

Di persona in persona, l'epatite C viene solitamente trasmessa attraverso la via parenterale. La principale via di trasmissione è attraverso il sangue infetto, nonché attraverso altri fluidi corporei (saliva, urina, sperma). Il sangue dei portatori di infezione è pericoloso fino a quando non mostrano i sintomi della malattia e mantiene la capacità di rimanere infettati per lungo tempo.

Ci sono oltre 180 milioni di persone infette da HCV nel mondo. Al momento non esiste un vaccino per l'epatite C, ma sono in corso ricerche per svilupparlo. Più spesso, il virus patogeno viene rilevato nei giovani di età compresa tra 20 e 29 anni. L'epidemia di epatite virale C sta crescendo, circa 3-4 milioni di persone vengono infettate ogni anno. Il numero di decessi per complicanze della malattia ammonta a oltre 390 mila all'anno.

Tra alcune popolazioni, i tassi di infezione sono significativamente più alti. Quindi, a rischio sono:

  • pazienti spesso ospedalizzati;
  • pazienti che necessitano di emodialisi continua;
  • riceventi di sangue;
  • Pazienti dispensari di oncologia
  • trapianti di organi;
  • gruppi professionali di operatori sanitari a diretto contatto con il sangue dei pazienti;
  • bambini nati da madri infette (ad alte concentrazioni del virus nella madre);
  • Portatori di HIV
  • partner sessuali di persone con epatite C;
  • persone in custodia;
  • persone che iniettano droghe, pazienti presso dispensari di droghe.

Un metodo importante per diagnosticare l'epatite C è uno studio morfologico della biopsia epatica. Non solo integra i dati di studi biochimici, immunologici e hardware, ma spesso indica anche la natura e lo stadio del processo patologico.

La trasmissione del virus avviene a stretto contatto con il portatore del virus o quando il sangue infetto entra nel corpo. La via sessuale e verticale di infezione (da madre a figlio) è registrata in rari casi. Nel 40-50% dei pazienti, non è possibile rilevare la fonte esatta dell'infezione. Il virus dell'epatite C non viene trasmesso attraverso strette di mano, baci e la maggior parte degli oggetti domestici, come i piatti comuni. Ma se c'è una persona infetta in famiglia, bisogna fare attenzione: manicure, rasoio, spazzolino da denti, salviette non possono essere condivisi, poiché possono rimanere tracce di sangue su di loro..

Al momento dell'infezione, il virus entra nel flusso sanguigno e si deposita in quegli organi e tessuti in cui si moltiplica. Queste sono cellule epatiche e cellule mononucleate del sangue. In queste cellule, l'agente patogeno non solo si moltiplica, ma rimane anche a lungo..

L'HCV provoca quindi danni alle cellule del fegato (epatociti). L'agente causale penetra nel parenchima del fegato, cambiando la sua struttura e interrompendo le funzioni vitali. La distruzione degli epatociti è accompagnata dalla proliferazione del tessuto connettivo e dalla sua sostituzione delle cellule del fegato (cirrosi). Il sistema immunitario produce anticorpi contro le cellule del fegato, aumentandone il danno. A poco a poco, il fegato perde la sua capacità di svolgere le sue funzioni, si sviluppano gravi complicanze (cirrosi, insufficienza epatica, carcinoma epatocellulare).

Gli antigeni dell'HCV hanno una bassa capacità di indurre reazioni immunitarie, quindi gli anticorpi precoci ad essi compaiono solo dopo 4-8 settimane dall'esordio della malattia, a volte anche dopo, i titoli anticorpali sono bassi - questo complica la diagnosi precoce della malattia.

Sintomi che richiedono test dell'epatite C.

L'intensità dei sintomi della malattia dipende in gran parte dalla concentrazione del virus nel sangue, dallo stato del sistema immunitario. Il periodo di incubazione è in media di 3-7 settimane. A volte questo periodo è ritardato a 20-26 settimane. La forma acuta della malattia viene diagnosticata raramente e più spesso per caso. Nel 70% dei casi di infezione acuta, la malattia scompare senza manifestazioni cliniche..

L'analisi è data rigorosamente a stomaco vuoto. Tra l'ultimo pasto e l'assunzione di sangue dovrebbero essere almeno 8 ore. Prima di sostenere il test, è necessario escludere attività fisica, fumo, bere alcolici, cibi grassi e fritti, bevande gassate.

Sintomi che possono indicare epatite acuta C:

  • malessere generale, debolezza, riduzione delle prestazioni, apatia;
  • mal di testa, vertigini;
  • diminuzione dell'appetito, ridotta tolleranza allo stress alimentare;
  • nausea, dispepsia;
  • pesantezza e disagio nell'ipocondrio giusto;
  • febbre, brividi;
  • prurito della pelle;
  • oscuramento, formazione di schiuma nelle urine (urina simile alla birra);
  • danno alle articolazioni e al muscolo cardiaco;
  • fegato e milza ingrossati.

La colorazione dell'ittero della pelle può essere assente o apparire per un breve periodo. In circa l'80% dei casi, la malattia procede in forma anicterica. Con la comparsa di ittero, l'attività enzimatica delle transaminasi epatiche diminuisce.

Di solito, i sintomi vengono cancellati e i pazienti non attribuiscono grande importanza alle manifestazioni cliniche, quindi, in oltre il 50% dei casi, l'epatite acuta diventa cronica. In rari casi, un'infezione acuta può essere difficile. Una forma clinica speciale della malattia - epatite fulminante - è accompagnata da gravi reazioni autoimmuni.

Trattamento dell'epatite C.

Il trattamento viene effettuato da un epatologo o specialista in malattie infettive. Sono prescritti farmaci antivirali, immunostimolanti. La durata del corso, il dosaggio e il regime posologico dipendono dalla forma del decorso e dalla gravità della malattia, ma in media la durata del corso della terapia antivirale è di 12 mesi.