Quali sono i sintomi dell'epatite alcolica

Solo una persona su tre che abusa di alcool può formarsi nel fegato, causando epatite, cirrosi o cancro. La maggior parte delle persone con alcolismo cronico presenta danni irreversibili al sistema nervoso centrale..

Molti esperti associano l'epatite alcolica allo sviluppo della cirrosi alcolica del fegato; altri esperti non trovano conferma esplicita di questo fatto. Tuttavia, se la cirrosi si verifica solo nelle persone che assumono dosi eccessivamente elevate di alcol, anche 50 g di alcol (1 litro di birra, 100 ml di vodka o 400 ml di vino) contribuiscono allo sviluppo dell'epatite alcolica. Inoltre, è "necessario" che tale importo venga assunto giornalmente, per un lungo periodo (almeno 5 anni).

Secondo le statistiche, la mortalità durante un attacco di epatite alcolica acuta è del 20-60 percento, che dipende dal decorso della malattia.

Alcol e fegato

Grandi quantità di alcol sono velenose per il corpo. Perché grande? Poiché una piccola quantità di etanolo (o alcool etilico) viene prodotta dall'organismo stesso, è presente in alcune reazioni biochimiche ed è una fonte di energia.

Cosa considerare come un numero elevato? Questo è tutto ciò che è superiore alla massima dose giornaliera sicura, ovvero:

  • più di 30 ml di bevanda alcolica al 40% (vodka, brandy, rum, whisky o cognac);
  • più di 75 ml di alcol al 17% (porto, vino liquoroso o porto);
  • più di 100 ml di alcol 11-13% (vino bianco, champagne, vino rosso secco);
  • più di 250-330 ml di birra (a seconda della sua forza).

Inoltre, verrà chiamato l'abuso se anche la suddetta dose non è stata superata, ma viene utilizzata più di 5 volte a settimana.

Il corpo umano sta cercando di sbarazzarsi dell'alcol: la sua rottura inizia in bocca (con l'aiuto della saliva), il prossimo 20% viene neutralizzato nello stomaco. L'intensità di tali reazioni dipende dal fatto che l'acidità sia alta o bassa, c'è attualmente cibo nello stomaco o no. A seguito di reazioni gastriche, si forma acetaldeide - una sostanza molto tossica..

Tutto il resto dell'alcool, ad eccezione di una piccola quantità, che viene escreta attraverso i polmoni, con aria espirata, entra nel fegato per la neutralizzazione. Lì, l'etanolo si trasforma prima in acetaldeide - il veleno che fa star male una persona, e poi si trasforma in acido acetico. Quest'ultimo è innocuo, dopo diverse reazioni si decompone in anidride carbonica e acqua. Più spesso una persona prende l'alcool, più soffrono questi sistemi enzimatici. Di conseguenza, una persona ha bisogno di dosi sempre più basse per rimanere intossicata. L'etanolo è già incluso nel metabolismo..

Come si sviluppa l'epatite alcolica

L'attività enzimatica diminuisce per un motivo. Ciò è dovuto al fatto che l'etanolo (più precisamente, l'acetaldeide) danneggia direttamente le cellule del fegato. Ciò accade attraverso la degenerazione grassa del suo tessuto. Succede così:

  • gli acidi grassi si formano nelle cellule del fegato. Una volta in queste cellule, l'etanolo interrompe questo processo;
  • il fegato lo percepisce come un'infiammazione, quindi una grande quantità di una sostanza chiamata "fattore di necrosi tumorale" (TNF) appare nei suoi tessuti;
  • quando il TNF diventa più grande dell'adiponectina, nelle cellule del fegato si accumulano gocce di grasso (trigliceridi). Promuove l'accumulo di grassi e sostanze secreti dalla flora intestinale.

Inoltre, l'etanolo provoca ristagno nelle cellule della bile epatica (viene prodotto lì).

Tutti questi cambiamenti portano alla sostituzione delle cellule epatiche con tessuto connettivo (fibrosi). Questo è lo stadio iniziale, e ancora reversibile, della cirrosi. Se l'effetto dell'alcol viene eliminato e viene eseguita una terapia antinfiammatoria al fine di ottenere una riduzione del TNF, il suo sviluppo può essere prevenuto..

Tipi e forme di epatite alcolica

L'epatite alcolica può verificarsi sotto forma di diverse opzioni:

  • infiammazione acuta del fegato (epatite acuta). Si sviluppa nel 70% dei casi;
  • epatite cronica.

Ognuna di queste specie ha le sue forme, per le quali i suoi sintomi sono caratteristici..

Epatite alcolica acuta

Le persone che consumano regolarmente grandi quantità di alcol sono a rischio di "guadagnare" epatite alcolica acuta o cronica. I sintomi di questo tipo di epatite tossica si sviluppano principalmente negli uomini che abusano di alcol per almeno 3-5 anni. Tuttavia, ci sono rari casi in cui il decorso acuto dell'epatite si sviluppa rapidamente letteralmente diversi giorni dopo l'abbuffata. In questo caso, grave intossicazione di tutto l'organismo, infiammazione e distruzione del fegato.

Molto spesso, l'epatite acuta si sviluppa quando una persona ha già la cirrosi epatica, non necessariamente sviluppata a causa del consumo di alcol..


Ulteriori fattori che provocano il decorso transitorio di questa malattia sono:

  • fumo
  • malnutrizione
  • alcolismo geneticamente determinato
  • Epatite virale
  • assunzione di droghe con effetti tossici sul fegato

Di solito, l'epatite alcolica appare per la prima volta con una dose significativa di alcol consumata in breve tempo, procede in forma acuta con i seguenti sintomi:

  • nausea
  • amarezza in bocca
  • vomito
  • mancanza di appetito
  • aumento di temperatura 38-38,5С
  • dolore al fegato nell'ipocondrio destro
  • disturbo delle feci
  • gonfiore
  • due giorni dopo i sintomi iniziali, si verifica una colorazione itterica della pelle
  • violazione della sensibilità della lingua, delle gambe
  • crescente debolezza in tutto il corpo
  • vari disturbi mentali
  • ascite - può svilupparsi accumulo di liquidi nel peritoneo.

La durata dell'epatite acuta dall'alcol è da 3 a 5 settimane. Con un lieve grado della malattia, gli esami del fegato aumentano leggermente, ma con una forma grave, i campioni raggiungono numeri elevati, si sviluppano ittero e insufficienza epatica acuta. Nella diagnosi differenziale, a differenza dell'epatite tossica acuta virale, una milza ingrossata non è caratteristica, i disturbi digestivi sono leggermente pronunciati. Inoltre, in caso di avvelenamento professionale, l'epatite tossica presenta una serie di altri sintomi di intossicazione e segni clinici che non è particolarmente difficile stabilire la diagnosi corretta..

L'epatite alcolica acuta può avere diverse opzioni di sviluppo.

Ittero - la variante più comune della malattia dall'alcol, che colpisce il fegato. I seguenti sintomi di epatite alcolica sono classificati come itterici:

  • Ittero grave, senza prurito
  • Perdita di peso dovuta a nausea, vomito, mancanza di appetito
  • Dolore al fegato, affaticamento
  • Febbre febbrile che dura fino a 10-14 giorni
  • Raramente, in forme gravi di epatite, splenomegalia, ascite, eritema tossico nelle mani, segni di encefalopatia epatica
  • Per molti sintomi, questo tipo di epatite è molto simile all'epatite virale acuta..

Latente - un decorso asintomatico della malattia, è l'epatite alcolica cronica, in cui i pazienti possono sperimentare periodicamente:

  • dolore debole nell'ipocondrio destro
  • appetito ridotto
  • forse anemia, aumento dei globuli bianchi
  • leggero ingrossamento del fegato

Colestatico - con questo tipo di malattia, la più alta mortalità tra i pazienti. I segni clinici dell'epatite alcolica della variante colestatica sono i seguenti:

  • urine scure, feci chiare
  • forte prurito cutaneo
  • itterizia
  • bilirubina ematica alta

Fulminante - caratterizzato da un carattere transitorio progressivo.

  • Alta temperatura corporea
  • Rapido aumento dei sintomi di ittero
  • Totale mancanza di appetito
  • Forte debolezza
  • Grave dolore al fegato, regione epigastrica
  • Alta temperatura corporea
  • Ascite, encefalopatia epatica
  • Manifestazioni emorragiche
  • Insufficienza renale

Questo tipo di epatite tossica alcolica può provocare la morte per insufficienza epatica renale letteralmente 14-20 giorni dopo l'inizio del periodo acuto.

Epatite alcolica cronica

Il decorso cronico dell'epatite alcolica è caratterizzato da sintomi scarsi:

  • lieve dolore o disagio nell'ipocondrio destro;
  • perdita di appetito;
  • nausea periodica, vomito;
  • insonnia di notte, sonnolenza durante il giorno;
  • diminuzione del desiderio sessuale;
  • la temperatura sale periodicamente a numeri bassi;
  • pallore di letti ungueali;
  • riduzione delle dimensioni del testicolo;
  • brontolio nello stomaco;
  • la comparsa di vene ragno sulla pelle di diverse parti del corpo;
  • arrossamento dei palmi (più) e dei piedi (meno);
  • un aumento dell'addome dovuto all'accumulo di liquido in esso;
  • dolore nell'area intorno all'ombelico;
  • umore e prestazioni ridotti;
  • flessione spontanea delle dita, la loro piena estensione è impossibile;
  • una diminuzione del volume delle braccia e delle gambe a causa dell'atrofia muscolare;
  • perdere peso.

Quando si è verificato il primo danno alle cellule del fegato, l'epatite cronica è chiamata "persistente cronica". Ha sintomi che raramente inducono una persona a consultare un medico. It:

  • lieve nausea;
  • pesantezza nell'ipocondrio destro;
  • frequenti rutti;
  • fastidio allo stomaco.

Se una persona smette di assumere alcol per 3-6 mesi, i cambiamenti nel suo fegato possono iniziare a scomparire gradualmente. Se, al contrario, l'etanolo continua a fluire, dopo un po 'l'epatite diventa attiva. I suoi sintomi sono:

  • vomito
  • aumento della temperatura;
  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • ingiallimento della pelle e delle proteine ​​oculari;
  • diarrea;
  • sonnolenza.

I sintomi dell'epatite cronica attiva sono molto simili all'epatite acuta. In alcuni casi, possono essere distinti solo mediante esame microscopico di una porzione del fegato prelevata durante una biopsia.

Gravità dell'epatite

Ogni tipo di epatite - acuta o cronica (nella forma di una variante attiva) ha tre gradi di gravità. Si differenziano per il livello di ALT nel sangue (enzima epatico, che è determinato nel quadro dell'analisi degli "esami del fegato"):

  1. Facile. In questo caso, ALT non aumenta più di 3 U / ml * h (normale - fino a 0,68 U / ml * h).
  2. Medio. ALT aumenta da 3 a 5 unità / ml * h.
  3. Grave - con ALT superiore a 5 U / ml * h.

Diagnostica

Per i soli sintomi, non è chiaro se una persona abbia l'epatite alcolica o virale, o è questo il debutto di cirrosi o cancro al fegato. Il primo soccorso nella diagnosi può essere fornito da parenti che affermano che per diversi anni alla vigilia del paziente:

  • alcool abusato;
  • sentivo spesso il desiderio di bere;
  • la dose di alcol aumentò gradualmente.

L'origine alcolica dell'epatite può essere sospettata dalla definizione di alcol deidrogenasi nel sangue (normale - inferiore a 2,8 ME / le inferiore a 0,05 μkat / l):

  • se solo 1 isomero di questo enzima è elevato, si può pensare all'epatite virale (fino a quando non si ottengono i marcatori dell'epatite virale);
  • se l'alcool deidrogenasi-2 è aumentato (cioè il secondo isomero) - questa è l'epatite alcolica;
  • con un aumento dell'alcol deidrogenasi-3, puoi pensare alla cirrosi.

Nelle cliniche, questo enzima viene raramente rilevato. Sospettando l'epatite, i medici di solito prescrivono solo una definizione di ALT e AST. Con danni al fegato, entrambi questi enzimi aumentano, ma AST / ALT diventa inferiore a 0,6. Inoltre, sono necessariamente determinati un coagulogramma (capacità di coagulazione del sangue) e un proteinogramma (proteine ​​del sangue totale e sue frazioni).

Sono richiesti marker di virus dell'epatite (o determinazione del DNA o RNA dei virus con il metodo PCR), viene eseguita un'ecografia del fegato, vengono somministrate le feci per il sangue occulto. Se possibile, viene eseguito PHEGDS: ti permette di vedere danni alla mucosa gastrica e alle vene varicose, caratteristiche della cirrosi epatica.

Quando viene esclusa la diagnosi di epatite virale e gli indicatori di coagulazione lo consentono, viene eseguita una biopsia epatica. È la diagnosi più accurata, sulla base della quale è possibile effettuare una diagnosi. Quando si studia l'area del fegato al microscopio, viene anche valutato il grado di fibrosi (sostituzione delle cellule del fegato con tessuto connettivo). È valutato dalla lettera F con un grado in cui F0 è l'assenza di fibrosi e F4 è la cirrosi.

Trattamento

La terapia dell'epatite alcolica consiste in tali "tre pilastri":

  1. Eccezione all'alcool.
  2. dieta.
  3. Terapia farmacologica.

Se necessario, il trattamento è integrato da interventi chirurgici.

Dieta

La nutrizione per l'epatite alcolica dovrebbe fornire al corpo tutte quelle sostanze che sono state perse a causa dell'assunzione di alcol. It:

  • proteine ​​- 1 g di proteine ​​per 1 kg di peso corporeo;
  • acido folico: si trova nelle erbe fresche, noci, tonno, salmone, cereali;
  • Vitamine del gruppo B: si trovano in carne, fegato, lievito, uova, pane integrale, cereali;
  • sostanze lipotropiche sotto forma di ricotta a basso contenuto di grassi.

La nutrizione dovrebbe essere ipercalorica: almeno 2000 kcal / giorno.

I prodotti possono essere solo cotti al forno o bolliti. Sono vietate le carni affumicate, i cibi in salamoia e fritti. Non puoi anche bere bevande gassate, succhi di frutta, frutta acida fresca, verdure che contengono molta fibra. Non sono ammessi brodi.

Le proteine ​​sotto forma di carne bollita sono vietate, quando il programma del paziente per il sonno e la veglia viene violato, inizia a parlare, diventa aggressivo o inizia a portare sciocchezze. In questo caso, puoi mangiare solo miscele composte da amminoacidi speciali.

Trattamento farmacologico

Con l'epatite alcolica sono prescritti:

  • farmaci che sopprimono l'acidità dello stomaco: Omeprazolo, Rabeprazolo, Pantoprazolo;
  • assorbenti: Polysorb, Enterosgel;
  • cardo mariano e preparati a base di esso;
  • epatoprotettori: Heptral, Metionina, Glutargin. Acidi essenziali del tipo "Essenziale" - dopo la nomina di un epatologo, gastroenterologo o medico generico specializzato in malattie del fegato;
  • un breve corso - antibiotici come Norfloxacin o Kanamicina;
  • batteri dell'acido lattico;
  • preparati di lattulosio: Normase, Dufalac e altri.

È necessario prestare attenzione al fatto che è impossibile prevenire la costipazione qui: con un ritardo nelle feci, è necessario fare un clistere e aumentare il dosaggio dei preparati di lattulosio.

L'epatite alcolica acuta viene trattata solo in ospedale.

Trattamento chirurgico

Con l'epatite alcolica, è possibile eseguire un intervento chirurgico palliativo. Facilitano le condizioni del paziente, ma non eliminano il problema di fondo. It:

  • paracentesi - con ascite (accumulo di liquido nell'addome);
  • ritaglio ("cucitura" con fermagli metallici) di una vena esofagea dilatata e sanguinante.

Questi interventi sono principalmente utilizzati già nella fase della cirrosi..

Esiste anche un'operazione radicale che risolve il problema della morte delle cellule del fegato: si tratta di un trapianto di un fegato donatore (più precisamente, una porzione del fegato). Tale intervento può essere eseguito in cliniche straniere - per 150-200 mila euro. Può essere eseguito in modo più economico negli ospedali domestici, ma in questo caso è possibile una lunga attesa per tale operazione..

Prognosi della malattia

La prognosi di qualsiasi malattia dipende dalla durata della malattia, dalla gravità del periodo acuto, dalla frequenza delle recidive, dalla fornitura tempestiva di cure mediche. Con questo tipo di epatite, è importante l'astinenza da alcol, questo migliora notevolmente la prognosi.

Ma, di norma, i pazienti, anche dopo una grave forma di epatite tossica, continuano a bere bevande alcoliche, con fino al 30% dei casi che porta alla morte del paziente. Con la cirrosi epatica, le ricadute dell'epatite alcolica acuta portano a gravi complicazioni, come sanguinamento del tratto gastrointestinale, insufficienza epatica renale acuta.

Se una persona si riprende dopo un lieve decorso dell'epatite alcolica acuta (solo il 10% di tutti i casi) e rifiuta completamente l'alcol, anche allora la probabilità di un ulteriore sviluppo della cirrosi epatica è molto alta.

Trattamento dell'epatite alcolica, sue manifestazioni e opzioni di corso

Le persone sono abituate al fatto che una grave malattia del fegato, come ad esempio l'epatite, è contagiosa. Nel caso in cui sia causata da virus, ad esempio "B" e "C", tale ittero può essere trasmesso per via parenterale e una persona può morire per esso. Ma esiste una malattia come l'epatite alcolica. Molte persone pensano che tu possa "bere quanto vuoi". E nel caso in cui una persona non sia diventata gialla, l'alcool e l'epatite nello stesso corpo durante la vita "non si incontreranno".

In realtà, questo è un grande malinteso. Dopotutto, coloro che pensano di poter bere alcolici quanto vogliono e di uscire alla "prima" campana, al primo attacco di ittero, ad esempio, cambiando la vodka in una "moderata quantità di birra", non capiscono che il fegato è quasi distrutto da questo momento. Il trattamento per l'epatite alcolica è reale o è troppo tardi?

Dopotutto, il primo attacco di ittero, di regola, risulta essere l'ultimo. Si scopre che il fegato e le sue cellule hanno iniziato a morire molto prima dello sviluppo dei sintomi clinici. E, purtroppo, puoi incontrare persone che, appena ingiallite, hanno deciso di "legare saldamente" con l'alcol. L'uomo ha mantenuto la sua parola. Smise di bere. Ma, di conseguenza, si è scoperto che non ha bevuto solo "l'anno prima della morte". Che cos'è l'epatite alcolica acuta (OAS)? Come si manifesta questa malattia del fegato e come posso liberarmene?

Definizione

L'epatite alcolica è una lesione epatica diffusa infiammatoria o degenerativa che può essere acuta o cronica, derivante dall'abuso di alcol forte e bevande alcoliche di basso grado ed è quasi sempre in grado di trasformarsi in cirrosi epatica.

Va detto che le persone che hanno utilizzato attivamente la birra in Russia, specialmente alla fine del primo decennio, hanno sentito tutti i "fascini" dello sviluppo non solo dell'epatite alcolica, ma anche della cirrosi, poiché la stragrande maggioranza dei tipi di birra "budget" sono artificiali, ottenuti da concentrato con l'aggiunta di alcol.

In parte a causa dell'alcolismo della birra e in parte a causa dell'elevato numero di epatite sierica, nell'ICD-10 è comparsa una malattia come "epatite alcolica". Ora un alcolizzato che ha l'epatite e ha avvelenato il proprio fegato, può considerarlo "una persona con una diagnosi di K 70". Come procede la "malattia" alcolica del fegato, quali sintomi si manifesta in una persona e, cosa più importante, cosa dovrebbe fare la società circostante con essa? Quanto è grande la possibilità di recupero se smetti di bere? Proveremo a rispondere a queste domande..

A proposito di classificazione

Prima di tutto, devi capire che può verificarsi la manifestazione di epatopatia alcolica:

  • sotto forma di degenerazione grassa;
  • come epatite alcolica attiva o epatite alcolica cronica (CAH, noto anche come HALG);
  • come la fibrosi epatica.

Questo è un processo in cui le cellule epatiche vitali vengono sostituite dal tessuto fibroso, che è uno "scheletro rigido" del fegato e non è in grado di funzionare. Insieme ad essa, scompare anche la funzione epatica. Si verificano sintomi di insufficienza epatica cronica e poi acuta. Ma la manifestazione più frequente di "fegato alcolizzato" sono i sintomi dell'epatite alcolica, che si manifesta in forma acuta.

Sintomi di epatite alcolica acuta o ittero alcolico

Come qualsiasi danno agli epatociti, l'epatite alcolica si manifesta in diversi gruppi di sintomi che si combinano in sindromi. Quindi ci sono:

  • sindrome da iperbilirubinemia o ittero. OAS si verifica quasi sempre dopo una lunga abbuffata. Con esso, appare anche l'ittero. esso
  • può essere lievemente espresso e indica citolisi, cioè una grave rottura delle cellule del fegato.

La clinica è dominata da sindrome da intossicazione, nausea, vomito, comparsa di diarrea, dolore al fegato, debolezza, rifiuto di mangiare.

Nel caso in cui l'OAS sia una scompenso clinico della cirrosi, quindi con un'ecografia, viene determinato un fegato grumoso e duro. In tal caso, se il fegato è notevolmente ingrandito, ma è liscio, la cirrosi, a quanto pare, non è ancora lì, ma il suo aspetto è "proprio dietro l'angolo". L'epatite alcolica acuta "fa" il suo lavoro.

Nello stesso caso, se è presente la cirrosi, si manifesta con vene ragno, ascite, cioè accumulo libero di liquido nella cavità addominale, milza ingrossata, arrossamento dei palmi, tremori e segni di encefalopatia, che completano la descrizione dell'aspetto degli alcolisti.

La sindrome da colestasi si manifesta con grave ristagno della bile. Appare in circa il 10% dei pazienti e procede con insopportabile, fino a graffi sanguinanti, prurito cutaneo, grave scolorimento delle feci, oscuramento delle urine.

Di solito si verifica una colestasi:

Mina e distrugge il fegato, forse in modo più discreto rispetto ad altri tipi di questo disastro. Di conseguenza, la necrosi epatocitaria inizia a prevalere sulla citolisi..

Si verifica cirrosi subclinica e con essa diminuisce la funzione di sintesi proteica del fegato. La sintesi delle cellule immunitarie è ridotta e quindi i medici spesso non capiscono perché nei giovani pazienti, senza particolari lamentele, l'immunità è molto bassa.

Variante fulminante. È "fulmineo" perché si trasforma rapidamente in insufficienza epatica acuta.

Come trattare, per esempio, un ragazzo che negli ultimi due anni ha bevuto 0,7 litri di vodka al giorno?

Questo era incluso nella "norma", ma alcuni cambiamenti drammatici avvennero con lui in pochi giorni: nell'unità di terapia intensiva, era semplicemente un ululante straziante, creatura gonfia, di colore giallo limone, completamente ricoperta da grandi lividi. Un forte odore di fegato emanava da lui. L'unica consolazione era la perdita della mente, che non gli permetteva di soffrire di sanguinamenti interni massicci e piccoli. Quindi la coscienza svanì. Cadde in coma, per non uscirne, e presto il suo cuore si fermò, avvelenato da anni di bere etanolo.

È chiaro che con la forma fulminante di OAS, l'alcool bevuto per anni dalla "quantità" va in "qualità". Insieme all'epatite alcolica, il fegato perde la sua capacità di sintetizzare le proteine ​​del sistema di coagulazione del sangue, la malattia alcolica porta alla rottura della sintesi di urea nel fegato, a causa del "collasso" del ciclo dell'ornitina, l'azoto non inizia a essere escreto con l'urea, ma si accumula nel sangue. Di conseguenza, il fegato muore per l'alcol e con esso tutto il corpo.

Diagnostica

Va ricordato che una diagnosi preliminare di danno epatico "alcolico" può essere determinata semplicemente conoscendo quante persone bevono. Quindi, con un peso di 70 kg, l'uso quotidiano di 150-180 ml di vodka almeno entro un anno mostrerà già cambiamenti pronunciati nel fegato e con "esperienza alcolica" di 3 anni o più, possiamo parlare con sicurezza dell'insufficienza epatica cronica.

La diagnosi di epatite alcolica è un gioco da ragazzi. Per questo, un esame esterno, un'indagine, un chiarimento di un'anamnesi è abbastanza. L'epatite alcolica acuta nel modello di flusso manifesto ha segni pronunciati, sia di laboratorio che strumentali, questo è un processo manifestato sullo sfondo dell'alcolismo:

  • aumento degli enzimi ALT, AST, GGTF, fosfatasi alcalina;
  • un aumento significativo del livello di pigmenti del sangue biliare o iperbilirubinemia;
  • diminuzione del PTI (indice protrombinico) come fattore sfavorevole. L'epatite alcolica acuta, procedendo con un basso IPI, è sospettosa del rapido sviluppo dell'insufficienza epatica;
  • Ultrasuoni del fegato e degli organi addominali. Dà un quadro della crescita del tessuto connettivo nel fegato e indica lo sviluppo della cirrosi;
  • biopsia epatica. Viene effettuato al fine di diagnosticare rapidamente e con sicurezza la forma latente della malattia, nonché il decorso della variante cronica e dei sintomi bassi della malattia;

Inoltre, non si dovrebbero sottovalutare segni clinici come le manifestazioni di polineuropatia alcolica e disturbi deliranti allucinatori alcolici nella storia (delirio), presenza di teleangectasie (vene di ragno), presenza di ascite, "bacchette" e femminilizzazione generale. L'epatite alcolica, la cui diagnosi può essere effettuata in una sola volta, secondo "segni clinici", è molto probabilmente accompagnata da cirrosi.

Informazioni sull'epatite alcolica cronica

Nel caso in cui i sintomi dell'OAS durino per più di 6 mesi, si sviluppa l'epatite cronica. L'epatite alcolica cronica è spesso "per il momento" un complesso di sintomi di laboratorio in cui la necrosi (AST) prevale sulla citolisi.

Con CAH, a volte è difficile fare la diagnosi corretta: è possibile che questa sia una forma cancellata di OAS che dura per diversi mesi, ma a causa della grave encefalopatia e delle frequenti "libagioni" il paziente confonde semplicemente tutte le date. Come trattare l'epatite alcolica?

Trattamento della lesione

Il trattamento di questa malattia, sia in forma acuta che cronica, è molto più difficile del trattamento di altre forme di epatite e persino della cirrosi, che non sono accompagnate da una grave dipendenza da farmaci. In questo caso, è probabilmente più difficile curare un "fegato alcolico" di quanto non sia stata una vita intera per curare una malattia congenita come la distrofia epatocerebrale o la malattia di Wilson-Konovalov. Nonostante il fatto che porti alla cirrosi, se il paziente è cosciente e impegnato nella terapia, può assumere il farmaco per tutta la vita e la "dieta" e la cirrosi non si verificherà.

Qual è il trattamento per l'epatite alcolica? Questo è, prima di tutto, un rifiuto consapevole e completo dell'alcol in qualsiasi dose e tipo. L'epatite può essere curata bevendo un bicchiere di birra durante il fine settimana? No. È lo stesso che cercare di prevenire gli incendi boschivi, lasciando scatole non con 100 partite in vendita, ma con 20. Si verificheranno comunque incendi, un alcolista si guasterà e il medico curante avvertirà sentimenti comprensibili.

  • Carne e pesce devono essere magri, al vapore.
  • È necessario abbandonare coloranti, conservanti, cola, soda.
  • Il cibo dovrebbe contenere proteine ​​non inferiori a 1 g per 1 kg di peso corporeo.
  • La dieta dovrebbe essere ricca di calorie, almeno 3–3,5 kcal al giorno.

La terapia sintomatica comprende l'uso di assorbenti, la rimozione dei sintomi di intossicazione, la lotta contro l'ittero, il prurito della pelle, che tende a verificarsi di notte..

Sono prescritte vitamine, acido folico, terapia per infusione. Ai pazienti vengono somministrati albumina, plasma. Viene mostrato l'appuntamento di admetionina (epale).
Il trattamento di questa malattia con l'uso di epatoprotettori è ancora discutibile, dal momento che non esiste una comprovata efficacia statistica di questi farmaci in relazione agli endpoint: aspettativa di vita e grado di fibrosi.

Epatite virale e consumo di alcol, nonché prognosi

I pazienti con infezione da epatite virale non devono bere alcolici. Ignorare i sintomi e il trattamento della malattia e attendere che assuma "l'alcol dopo il trattamento dell'epatite" è un segno sicuro di un risultato insoddisfacente..

Tutti sanno che l'epatite "C" è un "killer gentile". L'epatite C e l'alcool sono il "doppio assassino". Naturalmente, non esiste una diagnosi come "epatite alcolica C", ma l'alcol con epatite C è una sicura possibilità di diventare un "felice proprietario" della cirrosi epatica sullo sfondo del suo cancro o carcinoma epatocellulare. Purtroppo, queste sono le conseguenze.

Ricorda che molti pazienti, avendo imparato a vivere senza l'uso di alcol e droghe, tornano alla normalità. Ma quanti vivono di coloro che non possono rinunciare alla passione perniciosa? L'alcolismo non lascia andare le sue vittime. Anche l'epatite alcolica.

  • Alcune conseguenze sono la cirrosi e la morte..
  • Altri hanno acquisito demenza e rottura della personalità..
  • Altri ancora godono della gioia della vita e si rallegrano della vittoria per la loro debolezza e il "serpente verde".

Epatite alcolica: come riconoscere e curare la patologia

L'uso sistematico e prolungato di alcol porta alla perdita della capacità del fegato di neutralizzare i veleni e al verificarsi di epatite alcolica. La patologia si sviluppa lentamente e spesso passa inosservata per molto tempo, e questo minaccia di gravi conseguenze.

Descrizione della patologia

L'epatite alcolica è un'infiammazione del fegato derivante dall'eccessivo consumo di alcol. La patologia è il tipo più comune di epatite tossica..

La probabilità di sviluppare una malattia dipende dalla quantità e dalla regolarità di bere alcolici di qualsiasi forza.

Speciali enzimi epatici abbattono l'alcool e nel processo si forma acetaldeide tossica, che colpisce le cellule del fegato (epatociti). Le reazioni chimiche nel fegato sotto l'influenza di alcol e acetaldeide portano a ipossia, infiammazione e necrosi delle sue cellule.

Lo sviluppo della malattia è lungo, molto spesso i primi segni si verificano dopo 5-7 anni di abuso regolare di alcol.

L'epatite alcolica è chiamata infiammazione del fegato, che si verifica a causa dell'eccessivo consumo di alcol.

Le donne sono più sensibili allo sviluppo di questa patologia rispetto agli uomini, poiché il loro corpo contiene meno enzimi che neutralizzano l'alcol.

Classificazione

Esistono diversi tipi di epatite alcolica:

  1. Persistente. Questa forma della malattia è caratterizzata dall'assenza di sintomi vividi. Una persona potrebbe non essere consapevole dell'esistenza di un problema. Occasionalmente, è preoccupato per la pesantezza nell'ipocondrio destro, una leggera nausea e una sensazione di disagio nello stomaco, eruttazione. La malattia viene rilevata per caso durante i test di laboratorio. Diagnosi e trattamenti tempestivi, dieta, rifiuto di bere alcolici aiutano a sbarazzarsi del problema. In assenza di terapia, la patologia procede allo stadio successivo.
  2. Progressivo. Spesso preceduto da cirrosi. Allo stesso tempo, la salute del paziente peggiora in modo significativo, le cellule dell'organo vengono distrutte e muoiono. In questa fase, la malattia si manifesta con vomito, disturbi delle feci, febbre, ittero, dolore al fegato. Se non trattata, è possibile la morte per insufficienza epatica acuta..

L'infiammazione alcolica del fegato è acuta e cronica. I segni di una forma acuta della malattia si sviluppano improvvisamente dopo l'abbuffata. Lo stato di salute peggiora, il paziente perde l'appetito, compaiono nausea e vomito, intenso dolore nell'ipocondrio destro, la pelle diventa gialla, si verifica prurito. Possibile aumento della temperatura corporea.

La funzionalità epatica compromessa porta a un cambiamento nel metabolismo della bilirubina, a seguito del quale l'urina diventa scura e le feci diventano chiare. Il paziente ha un fegato e una milza ingrossati. La fase acuta dura 3-5 settimane, a seconda della quantità di alcol consumata..

Per la natura del corso, si distinguono diverse forme di epatite alcolica acuta:

  1. Latente. È pericoloso perché ha un decorso asintomatico. È possibile rilevare un problema solo durante un esame..
  2. Icteric. La varietà più comune, che è caratterizzata dall'acquisizione di pelle giallastra, dolore al fegato, perdita di appetito, nausea, vomito.
  3. Colestatica. Oltre alla colorazione specifica della pelle, il paziente sviluppa un forte prurito, le manifestazioni di intossicazione aumentano, l'urina si scurisce, le feci diventano leggere.
  4. Fulminante. Una forma rapidamente progressiva della malattia che può provocare la morte. È caratterizzata da un forte deterioramento, febbre, ingiallimento della pelle, completa mancanza di appetito, debolezza, forte dolore nell'ipocondrio destro.

Nei casi più gravi, la forma acuta della malattia può causare la morte del paziente.

L'infiammazione alcolica cronica del fegato è caratterizzata da un lungo decorso e da manifestazioni cliniche moderate. Il paziente può avvertire un lieve disagio, affaticamento, perdita di appetito, provare periodicamente nausea, vomito e dolore addominale. Il danno ai nervi tossici porta alla polineuropatia degli arti inferiori, il paziente ha un'andatura disturbata, dolore doloroso alle gambe.

I principali segni di epatite alcolica cronica sono la comparsa di asterischi vascolari sulla pelle, disturbi del sonno, una carnagione cremisi e malfunzionamenti nell'area genitale.

In un decorso cronico, la patologia spesso finisce con la morte, poiché non ci sono segni evidenti di peggioramento della condizione che potrebbe allertare il paziente.

Ragioni per lo sviluppo

La causa della patologia è l'abuso di bevande alcoliche. Il tasso del suo sviluppo dipende dalla quantità, dalla qualità delle bevande, dalla durata e dalla frequenza del consumo, dalle caratteristiche individuali del corpo.

Una dose sicura per il corpo maschile è considerata di 40 g di alcol al giorno, per la femmina - 20 g.

Il rischio di sviluppare l'epatite alcolica aumenta con:

  • l'uso simultaneo di grandi dosi di alcol;
  • ripetuta assunzione giornaliera di alcol;
  • abuso prolungato di alcol;
  • predisposizione ereditaria;
  • nutrizione irrazionale e sbilanciata;
  • infezione da virus epatotropici.

Sintomi e segni della malattia

La patologia si sviluppa per diversi anni. I segni della malattia sono simili alle manifestazioni di altre forme di epatite. I primi sintomi dell'epatite alcolica sono aumento della debolezza, affaticamento, perdita di appetito, perdita di peso. Più tardi, altri si uniscono:

  • disagio, dolore al fegato;
  • eruttazione con amarezza;
  • nausea e vomito.
  • disturbi delle feci dopo aver assunto alcol o cibi grassi;
  • leggero aumento della temperatura corporea;
  • anemia.

Con l'ulteriore progressione della malattia, la pelle e le mucose diventano gialle, si verifica un forte prurito, le feci si scoloriscono e l'urina si scurisce e il fegato aumenta di volume.

Un segnale allarmante è un aumento significativo dell'addome dovuto all'eccessivo accumulo di liquido nella cavità addominale (ascite). Ciò indica che il fegato non ha il tempo di filtrare il sangue. Dopo l'insorgenza di un tale sintomo, una persona non può vivere più di 3-5 anni nel caso in cui non smetta di bere alcolici.

Diagnostica

La diagnosi è ostacolata dal fatto che nella fase iniziale la patologia non ha manifestazioni specifiche, quindi la sua presenza può essere sospettata solo dopo studi di laboratorio.

Prima di tutto, il medico deve determinare se una persona ha una dipendenza da alcol, i cui criteri principali includono:

  • l'uso di grandi dosi di alcol. Inoltre, una persona non può dire con certezza quanti giorni è durato l'incontro con il bere;
  • dipendenza psicologica dall'alcol. Il paziente pensa costantemente al bere, non può controllare la quantità di alcol consumato, beve alcol, nonostante sia consapevole del suo problema;
  • sintomo di astinenza che viene interrotto (eliminato) solo dalla successiva assunzione di alcol.

Lo specialista nota anche la presenza di segni esterni caratteristici dell'alcolismo: gonfiore del viso, presenza di vene del ragno, giallo della pelle, tremore delle estremità, atrofia dei muscoli della cintura della spalla, fibromatosi palmare.

Una persona che soffre di dipendenza da alcol sviluppa il caratteristico giallo della pelle e la sclera degli occhi

Dopo aver interrogato ed esaminato il paziente, il medico indirizza il paziente verso ulteriori studi:

  • analisi del sangue generale. Con l'epatite alcolica, il livello di emoglobina sarà ridotto e il numero di leucociti aumenterà;
  • Analisi delle urine. La malattia è caratterizzata da una reazione alcalina dell'urina, tracce di proteine ​​in essa contenute;
  • coagulogram. Ti permette di valutare la coagulazione del sangue;
  • profilo lipidico. Necessario per rilevare il colesterolo;
  • Ultrasuoni dell'addome. Lo studio consente di determinare le dimensioni del fegato e la sua struttura, la presenza di infiammazione, l'ascite;
  • chimica del sangue. Aiuta a scoprire se il fegato sta facendo il suo lavoro. In presenza della malattia, c'è un aumento del livello di bilirubina, così come gli enzimi epatici AlAT e AsAT;
  • biopsia epatica. Durante lo studio, un frammento microscopico di tessuto epatico viene rimosso ed esaminato al fine di rilevare focolai di infiammazione o necrosi;

Un'alternativa alla biopsia è l'elastografia, in cui il tessuto epatico viene esaminato utilizzando un apparato speciale..

Trattamento

Indipendentemente dalla forma di epatite alcolica, il principio principale del trattamento è un rifiuto completo dell'uso di bevande alcoliche. Per ottenere il massimo effetto, la terapia dovrebbe essere completa e includere una dieta, i farmaci. Nei casi più gravi, ricorrere alla chirurgia.

Terapia farmacologica

Gli epatoprotettori sono usati per trattare l'epatite alcolica. Tali farmaci hanno proprietà antiossidanti, accelerano la rigenerazione delle cellule del fegato, ripristinano la sua funzione e forniscono protezione contro le influenze esterne negative. Il corso della terapia dovrebbe durare almeno un mese, in alcuni casi si raccomanda di assumere medicinali epatoprotettivi da due a tre mesi. Il paziente ha anche bisogno di complessi multivitaminici, poiché a causa della malattia, la funzione di assorbimento di varie sostanze benefiche è compromessa.

Nella fase acuta della malattia vengono prescritti la terapia di disintossicazione, l'introduzione di soluzioni sostitutive del plasma e la correzione dei disturbi elettrolitici. Nei casi più gravi, può essere necessario l'uso di glucocorticosteroidi, farmaci antibatterici..

Epatoprotettori per la riparazione del fegato - tabella

TitoloProprietà farmacologicheBeneficisvantaggi
Liv 52Farmaco integrato. Ha proprietà epatoprotettive, antinfiammatorie, antitossiche, coleretiche.La composizione del farmaco solo componenti vegetali. Il medicinale promuove la rigenerazione delle cellule epatiche danneggiate, ripristina la funzionalità epatica, accelera l'eliminazione dell'acetaldeide. L'assunzione del farmaco non influisce sulla concentrazione dell'attenzione e sulla capacità di guidare veicoli.Durante l'assunzione del farmaco, possono svilupparsi reazioni allergiche. Non è possibile utilizzare il farmaco per le malattie croniche del tratto digestivo nella fase acuta.
HeptralEpatoprotettivo e antidepressivo. Ha proprietà disintossicanti, neuroprotettive, antiossidanti, riparatrici.È considerato uno dei migliori farmaci utilizzati nella ricostruzione attiva delle cellule del fegato, accompagnato da altre patologie gravi, come:
  • all'encefalopatia;
  • depressione;
  • ostearthrosis.

Efficace per i sintomi di astinenza, intossicazione potenzialmente letale, cirrosi e fibrosi epatica. Può essere usato come profilattico..

Il farmaco ha molti effetti collaterali:

  • reazioni allergiche di diversa gravità;
  • violazioni del tratto digestivo;
  • cambiamento nel ritmo del sonno;
  • vertigini, forti mal di testa;
  • angoscia.
Essentiale ForteA causa del contenuto di fosfolipidi essenziali in grado di integrarsi nella struttura del fegato, le sue cellule vengono ripristinate, il metabolismo lipidico e proteico viene normalizzato e i processi di sostituzione degli epatociti con il tessuto connettivo sono ridotti.Il farmaco contiene solo componenti naturali. Efficace nelle patologie accompagnate da morte massiccia di cellule epatiche. È ben tollerato, ha un minimo di effetti collaterali.Il farmaco è controindicato in caso di intolleranza individuale. Se assunto, possono svilupparsi reazioni allergiche..OatsolIntegratore alimentare complesso attivo ha effetti disintossicanti, antinfiammatori, rigenerativi, antispasmodici, coleretici.Un rimedio naturale che non ha controindicazioni (ad eccezione dell'intolleranza individuale ai componenti).Il farmaco non è prescritto per la malattia epatica progressiva a causa della mancanza di efficacia.UrsofalkIl farmaco è acido ursodesossicolico. Ha un attivo coleretico, moderato effetto epatoprotettivo.Durante la somministrazione del farmaco, la concentrazione di acidi biliari tossici per le cellule del fegato, che vengono escreti attraverso l'intestino, diminuisce. Durante la terapia, il livello di enzimi epatici AsAT, AlAT, bilirubina è normalizzato. Il farmaco aiuta ad attivare il sistema immunitario del paziente, a ripristinare le cellule epatiche danneggiate. Può essere assunto profilatticamente con bevande alcoliche..Possibili effetti collaterali sotto forma di:
  • diarrea
  • dolore addominale;
  • eruzione cutanea.

Controindicazioni all'assunzione del farmaco sono:

  • malattie infiammatorie acute del tratto biliare, intestino;
  • calcoli biliari;
  • disturbi del pancreas, reni.

È necessario assumere il farmaco esclusivamente sotto la supervisione del medico curante.

GepabeneIl farmaco con cardo mariano ha un effetto riparatore, analgesico, biliare.Il prodotto è a base vegetale, ben tollerato dall'organismo. Aiuta a normalizzare il fegato e ripristinare la sua struttura a livello cellulare, riduce l'intensità della progressione della cirrosi.Nonostante la sicurezza del farmaco, non ci sono abbastanza informazioni sulla sua efficacia nel danno alcolico al fegato. Lo strumento non può essere utilizzato per le malattie acute del tratto biliare e del fegato.

Farmaci per il trattamento dell'epatite alcolica - galleria

Dieta

L'abuso a lungo termine di alcol porta a disturbi digestivi, il corpo umano non riceve la quantità richiesta di vitamine, sostanze nutritive e oligoelementi. Si raccomanda una dieta equilibrata per ripristinare la funzionalità epatica..

L'apporto calorico di una dieta quotidiana non è inferiore a 2000 calorie. Il paziente ha bisogno di vitamine del gruppo B, acido folico e proteine. Il cibo dovrebbe essere frazionario - fino a cinque volte al giorno.

I medici consigliano di aderire a una dieta n. 5, che garantisce una funzionalità epatica risparmiante.

  • cibo fritto e piccante;
  • marinate;
  • grassi animali;
  • cottura del lievito, pane fresco, dolci;
  • carne, pesce, brodi di funghi;
  • caffè, bevande gassate, alcool.

Prodotti vietati per l'epatite alcolica - gallery

Saranno utili i seguenti prodotti:

  • cereali, zuppe di verdure;
  • pesce e carne magri;
  • prodotti di soia;
  • frutta;
  • latticini;
  • latte magro;
  • uova sode o frittate.

Prodotti approvati dalla malattia - galleria

Chirurgia

È necessario un intervento chirurgico con danni significativi al fegato, quando il trattamento farmacologico non dà risultati. Tali operazioni sono rare e molto costose. La difficoltà sta non solo nel costo elevato, ma anche nei problemi di selezione di un donatore, che può essere solo una persona con un'eccellente salute fisica e mentale. Di solito una parte dell'organo viene trapiantata da un parente.

Prima dell'intervento, l'alcool dovrebbe essere evitato per sei mesi..

Il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico è lungo, durante questo periodo il paziente deve assumere immunosoppressori affinché l'organo possa mettere radici. Ma a volte, anche in tutte le condizioni, il corpo rifiuta il fegato trapiantato.

Conseguenze e complicazioni

Migliora significativamente la prognosi per una tale malattia, un completo rifiuto dell'alcol. Ma molto spesso accade che quei pazienti a cui è stata diagnosticata un'epatite alcolica grave continuino a bere alcolici, che porta alla morte nel 30% dei casi.

E anche con un lieve decorso di epatite alcolica acuta e un trattamento tempestivo, nonché un completo rifiuto dell'alcool, sussiste un rischio molto elevato di ulteriore sviluppo della cirrosi.

Le complicanze più probabili dell'epatite alcolica sono:

  • ipertensione portale. Si sviluppa a causa del flusso sanguigno alterato e dell'aumentata pressione nella vena porta (una grande vena che trasporta il sangue dall'intestino al fegato);
  • vene varicose. Se la circolazione attraverso la vena porta è disturbata, il sangue può rifluire nei vasi dello stomaco e dell'esofago e questo può portare alla rottura e al sanguinamento. Questa condizione è pericolosa per la vita, quindi le cure mediche dovrebbero essere fornite il prima possibile;
  • ascite. La complicazione sorge a causa dell'eccessivo accumulo di liquido nella cavità addominale;
  • disturbo emorragico. A causa della malattia, la produzione di proteine ​​che contribuiscono alla coagulazione del sangue è interrotta;
  • ittero. Si sviluppa quando il fegato non può rimuovere la bilirubina dal corpo. Quando si accumula nella pelle e sulle mucose, si verifica l'ittero caratteristico;
  • encefalopatia epatica. Le cellule epatiche colpite dall'alcol non possono far fronte all'eliminazione delle tossine dal corpo. Come risultato dell'intossicazione generale, il cervello è danneggiato, lo stato mentale del paziente cambia. Una persona diventa dimentica, aggressiva, si verificano lacune di memoria, l'intelligenza diminuisce;
  • cirrosi. Un processo infiammatorio a lungo esistente porta al fatto che le cellule del fegato muoiono e vengono sostituite dal tessuto fibroso. Questa condizione è irreversibile, con conseguente insufficienza epatica..

La cirrosi è una formidabile complicazione dell'epatite alcolica, in cui le cellule del fegato muoiono e vengono sostituite dal tessuto fibroso

Secondo le statistiche, nelle donne la malattia è molto più complicata e le conseguenze gravi si sviluppano più spesso che negli uomini.

Prevenzione

La prevenzione dell'epatite alcolica è il rifiuto dell'uso regolare di bevande alcoliche. La migliore soluzione per una persona che si prende cura della sua salute è la completa esclusione dell'alcol, nonché una dieta completa ed equilibrata.

L'epatite alcolica è una malattia piuttosto grave che richiede un serio intervento medico. Un trattamento adeguato e tempestivo aumenta le possibilità di ripristinare e mantenere la salute. È importante capire che senza un completo rifiuto dell'alcool, sarà molto difficile ottenere un risultato positivo.

Epatite alcolica

L'eccessiva passione per le bevande alcoliche provoca danni irreparabili a tutti gli organi e tessuti del corpo. L'etanolo contenuto nell'alcool provoca la distruzione irreversibile di organi vitali. Il fegato umano soffre di più, perché è lei che assume la funzione di liberare il corpo da sostanze nocive. La malattia più comune delle persone a cui piace bere è l'epatite alcolica. La malattia è molto pericolosa e spesso fatale..

Cos'è l'epatite alcolica

L'epatite alcolica è una malattia del fegato caratterizzata da alterazioni degenerative e processi infiammatori nel corpo dovuti all'eccessivo consumo di alcol..

Nell'ICD-10, all'epatite con codice alcolico viene assegnato il codice K70.1, assegnato alle malattie dell'apparato digerente, alla sezione "malattie del fegato".

L'epatite alcolica si sviluppa gradualmente, di solito dopo 6 anni di libagioni regolari, a una persona può essere diagnosticata questa malattia. Tuttavia, ci sono molti casi in cui l'epatite alcolica si è sviluppata rapidamente, in pochi giorni. Con un decorso così rapido della malattia, una persona si aspetta inevitabilmente un esito fatale. Per aumentare la probabilità di guarigione e facilitare il decorso della malattia, è assolutamente necessario abbandonare l'uso di alcol. In questo caso, il paziente ha un notevole miglioramento della salute.

Se c'è il sospetto di questa malattia, il paziente deve consultare un medico il prima possibile. Un epatologo e un gastroenterologo sono coinvolti nel trattamento dell'epatite alcolica. Ma per il successo del trattamento della malattia, è necessaria anche la consultazione con altri specialisti. Per far fronte alla malattia, una persona ha bisogno di rinunciare all'alcool, uno psicoterapeuta o un narcologo possono aiutarlo. Per fare la dieta giusta per l'epatite alcolica, dovresti visitare un nutrizionista.

Nota! Secondo le statistiche, dal 40 al 70% degli alcolisti soffre di epatite alcolica. Più spesso questa malattia colpisce i maschi, indipendentemente dal loro stato di vita. Per garantire questa malattia, è sufficiente bere solo 25 g di vodka o 200 g di birra ogni giorno.

La prognosi di questa malattia dipende direttamente dallo stadio di sviluppo, dalla gravità, dalle cure mediche tempestive per il paziente, dal desiderio del paziente di diventare sano. È molto importante che il paziente stesso decida di abbandonare completamente l'alcol. Se la malattia è accompagnata da cirrosi, sono possibili complicazioni pericolose sotto forma di sanguinamento nel tratto gastrointestinale, insufficienza renale acuta ed epatica. Il recupero di un paziente con epatite alcolica si verifica solo nel 10% dei casi, ma la possibilità di sviluppare cirrosi epatica rimane ancora molto elevata.

L'epatite alcolica non è una malattia contagiosa per altre persone. Questa malattia non è causata da un virus, ma dall'alcol, che entra regolarmente nel corpo di un alcolizzato e provoca danni irreversibili al suo interno. Una persona che soffre di epatite alcolica può trovarsi nella stessa stanza con persone sane, avere un contatto tattile con loro, prendere cibo da un piatto, ecc. Temere che la malattia venga trasmessa a qualcun altro è irragionevole..

Le cause

La causa principale dell'epatite alcolica è il consumo eccessivo di bevande alcoliche, indipendentemente dal tipo e dalla forza. Una volta nel corpo, l'etanolo rilascia una sostanza tossica pericolosa - l'aldeide, che porta alla rottura della sintesi di fosfolipidi epatici (priva il fegato di ossigeno e sostanze nutritive). Processi infiammatori irreversibili e distruzione iniziano a verificarsi nel corpo..

Altri fattori scatenanti includono:

  • prendendo grandi dosi di bevande alcoliche in una singola dose;
  • stato ubriaco di una persona;
  • altre malattie virali del fegato (epatite A, B, C);
  • ereditarietà: nelle famiglie alcoliche la malattia è molto più comune.

Importante! Va ricordato che il fegato è un filtro del corpo umano, che aiuta a sbarazzarsi delle tossine secrete da virus e batteri e altri fattori dannosi. Se si verifica un malfunzionamento nel fegato, il corpo inizia ad avvelenare da sostanze tossiche in esso contenute.

Sintomi

Il pericolo della malattia sta nel fatto che si verifica quasi senza alcun segno. Per cinque anni, una persona che beve alcolici potrebbe non notare cambiamenti nel proprio benessere. Man mano che la malattia progredisce, i sintomi diventano più luminosi..

I sintomi dell'epatite alcolica sono:

  • debolezza generale del corpo;
  • mancanza di appetito;
  • vomito e nausea;
  • dolori all'ombelico;
  • gonfiore, brontolio in esso;
  • perdita di sensibilità della pelle;
  • amiotrofia;
  • cardiopalmus;
  • bassa pressione sanguigna;
  • perdita di peso;
  • tonalità itterica della pelle, proteine ​​oculari e mucose;
  • il fegato è ingrossato, doloroso alla palpazione;
  • le mani del paziente tremano costantemente;
  • la sindrome del dolore pronunciata è nota nell'ipocondrio.

Attenzione! Durante l'epatite alcolica, una persona può sviluppare altre malattie che si verificano in parallelo con l'epatite (polmonite, infezioni degli organi genito-urinari, ecc.). Una persona malata dovrebbe essere mostrata al medico il prima possibile.

In questo video imparerai di più sull'epatite alcolica e altre malattie associate al fegato e all'alcol..

Forme della malattia

I medici conoscono due forme di epatite alcolica:

  1. Persistente è una forma di malattia che può essere trattata. Un risultato positivo del trattamento dipende dal paziente, dal desiderio di impegnarsi nell'alcool.
  2. Progressivo: le condizioni di una persona malata si deteriorano costantemente. Questa forma si presenta in ogni 5 pazienti con epatite alcolica. Nel fegato c'è la formazione di focolai necrotici, la cirrosi, con la formazione di tessuto cicatriziale al suo interno. Il benessere generale del paziente può essere migliorato se si rifiuta di bere alcolici.

Durante il decorso della malattia, epatite alcolica acuta e cronica.

Epatite alcolica acuta

Si sviluppa molto rapidamente, letteralmente in sei mesi. È caratterizzato dalla formazione di distruzione degenerativa e dal processo infiammatorio nei tessuti dell'organo. Spesso è l'epatite alcolica acuta che provoca la formazione di cirrosi.

Questo decorso dell'epatite può verificarsi in diversi modi:

  1. Latente - asintomatico. Per identificare la malattia, il paziente deve prendere un pezzo dell'organo malato per l'analisi (biopsia).
  2. Ittero: è caratterizzato da un colore giallo della pelle, delle mucose e delle proteine ​​degli occhi del paziente. Possibile ingiallimento di saliva, liquido lacrimale.
  3. Colestatico è una variante comune del decorso della malattia. Si manifesta come ristagno di bile, urine scure, feci incolori. Questa variante del decorso della malattia può durare per anni..
  4. Fulminante: tutti i sintomi della malattia sono molto pronunciati e procedono rapidamente. Con questa opzione, una persona può morire.

Epatite alcolica cronica

L'epatite cronica alcolica procede molto lentamente, distruggendo gradualmente il fegato e portando il paziente alla cirrosi. Una persona, continuando a bere regolarmente alcolici, contribuisce a un'autodistruzione lenta ma inevitabile.

Diagnostica

Quando compaiono segni della malattia, è necessario fissare un appuntamento con uno specialista. Prima di tutto, il medico raccoglierà un'anamnesi: chiederà per quanto tempo appariranno le spiacevoli sensazioni, se c'è una predisposizione ereditaria all'alcolismo e questa malattia, quanto alcool consuma il paziente ogni giorno.

  • Durante un esame clinico, il medico valuterà le condizioni della pelle e delle mucose per la presenza di ittero, usando la palpazione, determinerà come il fegato viene ingrandito e la natura del suo dolore, prestando attenzione al volume dell'addome del paziente.
  • Quindi viene prescritto un esame del sangue generale per determinare il numero di valori (conta dei globuli bianchi, piastrine e globuli rossi).

I seguenti metodi diagnostici non hanno poca importanza:

  • esame ecografico della cavità addominale: consente di valutare le condizioni del fegato, vedere quanto è aumentato di dimensioni, per determinare se vi è fluido nell'organo;
  • biochimica del sangue;
  • profilo lipidico;
  • coprogram;
  • coagulogram;
  • test delle urine generale;
  • elastografia: consente di valutare lo stato della struttura dell'organo;
  • MRI
  • biopsia epatica: prelievo di una piccola area dell'organo interessato per l'analisi.

Trattamento

Il principio più importante nel trattamento di qualsiasi forma di epatite alcolica è il rifiuto dell'alcol. Solo in questo caso possiamo aspettarci di migliorare le condizioni di una persona malata. Se il paziente non è pronto a smettere di bere, o continuerà a continuare a bere alcolici, ma in quantità minori, qualsiasi trattamento sarà privo di significato.

Trattamento farmacologico

I farmaci efficaci per il trattamento dell'epatite alcolica sono considerati epatoprotettori, presentati in cinque tipi:

  1. Preparati contenenti estratto di cardo mariano. Questa pianta medicinale aiuta il fegato a funzionare correttamente..
  2. Preparati contenenti ademetionina, che contribuiscono al miglioramento del deflusso della bile, alla rimozione tempestiva delle tossine dalle cellule dell'organo e alla protezione del fegato dai danni.
  3. Farmaci basati sulla bile di orso - accelerano i processi di recupero nell'organo interessato.
  4. Medicinali contenenti fosfolipidi essenziali che promuovono la crescita di nuove cellule epatiche sane.
  5. Preparati animali che promuovono il rinnovo degli organi intracellulari.

Durante il trattamento di forme gravi di epatite, può essere necessaria l'introduzione di agenti antibatterici, poiché con la malattia del fegato, altre infezioni spesso si uniscono.

Trattamento chirurgico

Questo metodo viene utilizzato molto raramente a causa della sua complessità e dei suoi costi elevati. Implica un trapianto di organi. Per la donazione, dovrai trovare una persona con una condizione epatica quasi perfetta. Più del 60% dei tessuti di organi viene prelevato da lui, che viene successivamente riportato alle sue dimensioni originali. Dopo un'operazione riuscita, la persona a cui viene trapiantato l'organo deve monitorare attentamente la sua salute, assumere farmaci speciali in modo che l'organo attecchisca. Questa misura chirurgica viene eseguita solo in Germania e viene utilizzata per la completa distruzione del fegato del paziente.

Trattamento domiciliare

I rimedi popolari sono anche efficaci per il trattamento dell'epatite alcolica..

Dalle verdure a radice, è necessario spremere il succo, dopo aver tritato le verdure. Devi prendere il succo appena spremuto ogni giorno per 150 ml. Per fare questo, il succo di ravanello e barbabietole si mescolano in proporzioni uguali.

I frutti di aneto vengono tritati per ottenere 1 cucchiaio. cucchiaio del composto e versare acqua bollente (1,5 tazze). Lascialo fermentare. Devi usare un nuovo rimedio ogni giorno.

Macinare la radice di tarassaco (1 cucchiaio) e versare acqua bollita raffreddata (200 ml). Accesero un piccolo fuoco e languirono per circa 1 ora. Accettato tra 30 minuti. prima dei pasti, fino a 3 volte al giorno.

Durante il trattamento dell'epatite alcolica, si consiglia di seguire una dieta. I cibi piccanti, affumicati e fritti non devono essere consumati. Tutto il cibo deve essere cotto a vapore o in umido. Regime di consumo obbligatorio: bere almeno 2 litri di liquido al giorno (acqua pura, bevande ai frutti di bosco, tisana). Le bevande alcoliche, anche con un basso contenuto di etanolo, sono vietate!

La migliore profilassi contro l'epatite alcolica è un completo rifiuto dell'alcol. Va ricordato: anche una piccola quantità di alcol consumato può portare all'epatite epatica.

L'epatite alcolica è una malattia epatica molto pericolosa per la vita che è difficile da trattare. È meglio non rischiare la salute bevendo alcol, ma condurre uno stile di vita sano con una corretta alimentazione, quindi la malattia aggirerà.