Epatite cronica attiva e suoi sintomi

L'epatite cronica attiva (HAT) è una malattia degenerativa del fegato. La malattia è caratterizzata da un decorso rapido, sintomi atipici e processi infiammatori regolari nei tessuti dell'organo. Senza la terapia necessaria, HAT porta a gravi complicazioni: cirrosi, fibrosi e cancro al fegato.

Nell'epatite cronica attiva, il trattamento è prescritto da uno specialista specializzato. Per le malattie del fegato, è meglio consultare un epatologo. Il medico determina il regime terapeutico individuale in base alla diagnosi, alle condizioni del paziente e al quadro clinico generale della malattia stessa.

Cause di epatite cronica

Epatite cronica attiva - che cos'è? Questa è una condizione patologica che si verifica nel 50% dei casi di terapia impropria dell'infiammazione virale del fegato (più spesso, HCV).

Il gruppo a rischio per questa malattia comprende:

  • Persone con alcol e tossicodipendenza.
  • Pazienti che assumono farmaci epatoxic (citostatici, antibiotici, farmaci anti-TB).
  • Pazienti affetti da malattie autoimmuni.
  • Dipendenti di imprese le cui attività sono legate alla fabbricazione o alla lavorazione di sostanze tossiche.
  • Disturbi metabolici.

Sintomi di epatite cronica

CAH, con tutta la rapidità del corso, può passare quasi asintomaticamente. In assenza di segni della malattia, la patologia viene rilevata solo sulla base di una diagnosi tempestiva.

Nella maggior parte dei casi di epatite cronica attiva, i sintomi sono evidenti. Nei pazienti notato:

  • Dolore sordo, dolente o scoppiante nell'ipocondrio inferiore destro
  • Bradicardia spontanea
  • Deterioramento dello stato mentale generale (apatia, depressione)
  • Maggiore irritabilità, nervosismo
  • Problemi di sonno: insonnia, incubi, sogni strani
  • Disturbi del tratto digestivo: nausea, dispepsia, flatulenza, eruttazione
  • Espansione dei capillari sul viso, "stelle" vascolari
  • Dolori muscolari e articolari, crampi
  • Arrossamento delle mani (i cosiddetti "palmi epatici")
  • nosebleeds

Alla palpazione, viene rilevato un forte aumento del fegato. Il ferro è ben sentito, difficile da toccare.

Diagnosi di epatite cronica

La diagnosi di epatite cronica attiva non viene effettuata esclusivamente sulla base di sintomi e segni di patologia epatica. Per confermare o confutare la diagnosi, sono necessarie una serie di misure, tra cui:

  • Analisi della storia medica del paziente, conformità del paziente con le istruzioni del medico curante.
  • Studi di laboratorio sul biomateriale. Il metodo comprende esami del sangue venoso del paziente (biochimici, clinici generali, test delle immunoglobuline) e biopsia epatica.
  • Ispezione hardware. Metodi usati di ultrasuoni, tomografia computerizzata, fibroelastometria. Un esame hardware ti consente di determinare l'area di danno al tessuto epatico.

Trattamento dell'epatite cronica

Nell'epatite cronica attiva, il trattamento comprende:

  • Dieta obbligatoria (tabella numero 5)
  • Farmaci antivirali da prescrizione
  • L'uso di epatoprotettori per la riparazione del fegato
  • Mantenere una rigida routine quotidiana

La dieta per CAH comporta il rifiuto di alimenti ricchi di grassi e grassi trans. Il paziente dovrà rifiutare fast food e prodotti contenenti conservanti, coloranti artificiali e esaltatori di sapidità. Durante il trattamento, non bere alcolici e fumare. La nicotina e l'alcool influenzano negativamente le condizioni del fegato, provocando lo sviluppo della cirrosi e una forma aggressiva di cancro della ghiandola.

Il regime terapeutico è determinato dal medico curante. L'elenco dei farmaci raccomandati per la terapia correttiva comprende Sofosbuvir. L'inibitore dell'epatite C RNA polimerasi è spesso associato a daclatasvir e ribavirina, la durata del corso di somministrazione è di 24 settimane. Per una reazione allergica a Sofosbuvir, uno specialista prescrive un regime alfa-interferone + ribavirina.

Gli epatoprotettori devono essere assunti dopo il corso terapeutico principale, poiché riducono l'efficacia dei farmaci antivirali. Questi farmaci sono ausiliari e contribuiscono al rapido recupero del fegato dopo una malattia. Raccomandati nel trattamento dell'epatite cronica attiva includono Hepaskai, Essentiale, Hepabene, Heptal.

La routine quotidiana per CAH è importante per il recupero. Il paziente deve andare a letto e svegliarsi allo stesso tempo, usare droghe in tempo ed esercitare.

Prevenzione dell'epatite cronica attiva

Quindi, epatite cronica attiva - che cos'è? Patologia derivante da terapia impropria. Per evitare il passaggio da HCV a CAH, è necessario:

  • Abbandona l'idea dell'automedicazione. I farmaci per l'epatite C e qualsiasi altra malattia virale possono essere prescritti solo da uno specialista qualificato.
  • Non acquistare DAA da venditori dubbi. È meglio effettuare un acquisto di farmaci da fornitori ufficiali. È importante essere in grado di distinguere la medicina originale da un falso.
  • Seguire le regole dietetiche, rinunciare all'alcol e ad altre sostanze tossiche, seguire il regime stabilito della giornata.

Si raccomanda al paziente di abbandonare una maggiore attività fisica, evitare lo stress e il contatto con farmaci epatoxic.

Epatite

L'epatite è una malattia infiammatoria del fegato, a causa di danni al tessuto epatico, c'è un significativo aggravamento delle condizioni generali del corpo. Con un decorso asintomatico della malattia e in assenza di un trattamento tempestivo, l'epatite diventa cronica e alla fine porta alla cirrosi epatica e al cancro.

Quando il virus dell'epatite entra nel corpo umano, infetta il tessuto epatico, provoca infiammazione in essi e quindi il parenchima epatico viene gradualmente sostituito dal tessuto connettivo. Durante questo periodo, vengono violate le principali funzioni del corpo. Quindi, il fegato smette di produrre gli enzimi necessari per la coagulazione del sangue e la digestione. Nel sangue, il livello di bilirubina (pigmento biliare) aumenta, appare l'ittero. Più chiaramente, si manifesta sulla pelle, sulle mucose del palato molle e sulla sclera.

A causa di disturbi emorragici, gravi lividi compaiono ai colpi più piccoli e c'è il rischio di sanguinamento interno. In assenza di un trattamento adeguato o di un grave decorso della malattia, le cellule del fegato sono sempre più colpite, l'insieme dei sintomi diventa più luminoso, il fegato cresce di dimensioni e cessa completamente di adempiere alle sue funzioni. L'epatite in questa fase è fatale.

Tipi di epatite

Attualmente, si distinguono diversi tipi di epatite virale:

  • epatite A. Questo è il tipo più comune di virus che ha il quadro più favorevole del decorso della malattia. I suoi sintomi e segni compaiono dopo una settimana - due mesi dopo l'infezione del corpo. Questa forma di epatite in rari casi diventa cronica, a volte termina con una completa autorigenerazione del corpo;
  • epatite B. Questa è una forma pericolosa di epatite, che è accompagnata da sintomi gravi. Richiede un trattamento obbligatorio in ospedale utilizzando una gamma completa di farmaci, aderendo a una dieta rigorosa e rinunciando a cattive abitudini. Nell'80% dei casi, l'epatite B si traduce in una cura completa della persona dal virus. È possibile proteggersi dalla malattia con l'aiuto della vaccinazione;
  • epatite C. Questa è la forma più grave della malattia, alla quale si unisce spesso l'epatite virale di altri gruppi. Oggi non esiste un vaccino efficace contro l'epatite C. La malattia è difficile da trattare e per ogni settima persona infetta porta a epatite cronica con conseguente insorgenza di cirrosi epatica e cancro;
  • epatite D. Questa è un'altra forma di epatite virale che, nel corso della malattia, è simile all'epatite del gruppo B. La differenza nei virus è la presenza di un agente delta;
  • epatite E. In termini di totalità dei sintomi, questa infezione è simile all'epatite di forma A. La malattia può anche essere completamente curata con un accesso tempestivo agli specialisti. Se si sviluppa in uno stadio cronico, colpisce non solo il fegato, ma anche i reni. Questa forma è pericolosa per le donne negli ultimi mesi di gravidanza.

Inoltre, l'epatite virale differisce nella forma del decorso della malattia:

  • epatite acuta;
  • epatite cronica.

L'epatite acuta si manifesta più spesso con evidenti sintomi e segni della malattia, si considera una malattia cronica quando il virus non può essere curato per 6 mesi.

Le cause

Le principali cause di epatite:

  • infezione virale;
  • dipendenza da alcol;
  • intossicazione da farmaci.

In casi più rari, altre infezioni, come citomegalovirus, herpes, ecc., Diventano la causa del virus dell'epatite..

L'epatite dei gruppi A ed E molto spesso entra nel corpo attraverso il tratto gastrointestinale. Ciò è facilitato da:

  • frutta e verdura che non sono state adeguatamente trasformate;
  • mani non lavate;
  • acqua o cibo contaminati.

I virus di altri gruppi entrano nel corpo umano principalmente attraverso il sangue. La malattia viene trasmessa:

  • durante il parto da madre a figlio;
  • durante i rapporti sessuali;
  • durante trasfusione di sangue infetto e suoi prodotti;
  • quando si usano siringhe e strumenti medici non sterili;
  • durante l'utilizzo di aghi non sterili in saloni per tatuaggi e strumenti per manicure non trattati.

Si distinguono anche le cause autoimmuni dell'insorgenza dell'epatite di vari gruppi, ma ciò che gli scienziati oggi provocano una reazione simile del corpo non è noto. Nel caso di una reazione autoimmune, il corpo produce anticorpi contro le cellule e i tessuti del fegato. Ciò provoca lo sviluppo della malattia e aggrava il suo ulteriore decorso..

Epatite virale: sintomi e segni della malattia

Sintomi e segni di epatite acuta

Le manifestazioni più ovvie di epatite sono l'ittero della pelle, i bulbi oculari e la mucosa del palato superiore. In rari casi, la pelle, così come la sclera, potrebbero non cambiare colore, ma il palato molle dell'ittero colpisce sempre.

Inoltre, il paziente può osservare a casa:

  • un aumento della temperatura corporea osservato per diverse settimane;
  • mal di testa;
  • affaticamento generale e affaticamento;
  • diminuzione dell'appetito;
  • nausea, vomito e diarrea;
  • la comparsa di uno sgradevole retrogusto amaro in bocca;
  • dolore nell'ipocondrio destro;
  • vene di ragno sulla pelle;
  • frequenti sangue dal naso, lividi lievi;
  • urine scure e scolorimento delle feci.

Epatite: segni di una forma cronica

Durante la transizione dell'epatite in una forma cronica, i sintomi rimangono gli stessi, ma la loro gravità diminuisce. Appaiono anche:

  • nausea;
  • perdita di appetito;
  • vomito periodico e diarrea;
  • affaticamento generale e riduzione delle prestazioni;
  • perdita di peso graduale.

In assenza di un adeguato trattamento dell'epatite di diversi gruppi, a questi sintomi si aggiungono segni di cancro e cirrosi epatica.

Epatite: metodi diagnostici

Di norma, l'epatite viene diagnosticata durante la visita di un paziente con un medico per lamentele o durante esami preventivi..

Come parte di un appuntamento regolare con un terapista o un gastroenterologo, uno specialista esegue la palpazione dell'area del fegato. Con l'epatite, aumenta sempre di dimensioni..

Oltre a un'indagine, anamnesi e palpazione, i materiali vengono prelevati per ricerche di laboratorio.

Il quadro standard per la diagnosi di epatite suggerisce:

  • analisi clinica di sangue, urina e feci;
  • analisi del sangue biochimica
  • Diagnosi PCR dell'epatite virale
  • Fibrotest e Fibromax (determinazione del grado di fibrosi epatica).

Nel corso della ricerca, il virus appartiene a uno dei gruppi di epatite e alla sua quantità (carica virale).

È anche obbligatorio un esame ecografico degli organi addominali..

In alcuni casi, potresti aver bisogno di:

  • studio dei dotti epatici e delle vie biliari (colegrafia);
  • puntura biopsia del fegato.

Epatite: corsi di trattamento

Trattamento acuto

L'epatite acuta deve essere trattata immediatamente. Prima viene avviato, maggiore è la probabilità di una completa guarigione.

Il trattamento di qualsiasi forma di epatite nel periodo acuto viene sempre effettuato come parte di un ospedale. Le principali funzioni del trattamento farmacologico:

  • disintossicazione del corpo;
  • la lotta contro il virus che ha provocato lo sviluppo della malattia;
  • sollievo o soppressione completa dei processi infiammatori nel fegato.

L'accettazione dei farmaci è prescritta sia per via endovenosa che orale.Inoltre, ai pazienti con epatite vengono prescritti complessi vitaminici, che includono necessariamente: calcio, potassio, manganese. A discrezione del medico, l'ossigenoterapia può essere inclusa nel corso del trattamento dell'epatite di diversi gruppi.

Durante il trattamento, la dieta n. 5A è obbligatoria (per ridurre il carico sul fegato).

I pazienti con epatite sono strettamente controindicati nell'uso di alcol e droghe che hanno un effetto tossico sul fegato.

Il trattamento delle forme virali di epatite comporta il ricovero in ospedale del paziente nel reparto infettivo, in caso di malattia con una forma tossica di epatite, il trattamento viene effettuato nel dipartimento di tossicologia.

Trattamento dell'epatite cronica

L'epatite cronica comporta un monitoraggio costante dello stato del corpo per tutta la vita. Per fare ciò, è necessario eseguire regolarmente una serie di procedure diagnostiche di laboratorio e strumentali.

Il trattamento dell'epatite di diversi gruppi viene effettuato da corsi con interruzioni obbligatorie. Quando i farmaci non vengono assunti, al paziente viene prescritta la dieta n. 5. Durante i periodi di esacerbazione dell'epatite, viene prescritta la dieta n. 5A.

L'epatite cronica, a seconda delle cause della malattia, comporta l'assunzione dei seguenti farmaci:

  • epatoprotettori, che hanno un effetto benefico sulle cellule del fegato - epatociti;
  • complessi vitaminici;
  • farmaci antivirali;
  • immunosoppressori e corticosteroidi in caso di epatite autoimmune.

La procedura di disintossicazione del corpo è obbligatoria.

Il paziente deve smettere di fumare alcol e tabacco, il che aggrava solo le condizioni del tessuto epatico. L'attività fisica durante la normalizzazione è consentita, ma moderata, in modo da non causare superlavoro.

Fatte salve tutte le raccomandazioni, il paziente è in grado di vivere una lunga vita piena.

Nella pratica del trattamento dell'epatite di varie forme, i casi in cui la malattia si sviluppa rapidamente (dal momento dell'infezione e dell'insorgenza dei sintomi al danno epatico globale, passa poco tempo) sono piuttosto rari.

Epatite: prevenzione delle malattie

Il rispetto delle misure preventive può parzialmente proteggere il corpo dall'epatite, nonché prevenire periodi di esacerbazione in coloro che sono già malati. La prevenzione della malattia comprende:

  • rispetto delle norme igieniche, le mani devono essere lavate con sapone prima di ogni pasto;
  • corretta lavorazione degli alimenti consumati;
  • smettere di fumare e fumare.

La vaccinazione si applica anche alle misure preventive. Ad oggi, la vaccinazione obbligatoria contro l'epatite del gruppo B viene effettuata durante i primi anni di vita dei bambini, il che consente di proteggere il corpo dai danni al fegato con questo virus..

Salute e fegato

Epatite cronica

Per molti anni, ha combattuto senza successo i dolori al fegato?

Capo dell'Istituto per le malattie del fegato: “Sarai stupito di quanto sia facile curare il fegato semplicemente assumendolo ogni giorno...

Il processo infiammatorio distruttivo nel fegato, che procede senza miglioramento per più di 6 mesi, è chiamato epatite cronica. In base a questo concetto, si combinano malattie epatiche di diversa origine, che possono essere il risultato di un danno epatico primario, parte integrante della malattia di base, una reazione a intossicazione o patologia dei singoli organi.

Tipi di epatite cronica

La classificazione dell'epatite cronica viene effettuata secondo diversi criteri: grado di attività, grado di fibrosi ed eziologia.

Il grado di attività è suddiviso nelle seguenti forme:

  • forma cronica con un livello minimo di attività;
  • forma moderata con attività moderata;
  • forma grave di epatite attiva.

A seconda del grado di fibrosi (proliferazione del tessuto connettivo e comparsa di cicatrici), differisce come segue:

Torna al sommario

Eziologia della malattia

Secondo l'ICD 10, ogni tipo di malattia ha il suo codice. Molto spesso, la malattia ha un'origine infettiva e i virus diventano le cause dello sviluppo. A seconda di ciò, la malattia è divisa in tipi:

  • Epatite A. Puoi essere infettato mangiando cibo o acqua contaminata con le feci di una persona infetta, cioè un modo alimentare (o orale-fecale) di entrare nel corpo.
  • Epatite B e C. Vie di trasmissione - contatto con fluidi corporei infetti (sangue, secrezioni dai genitali), iniezione di droghe, contatto sessuale con un partner infetto, condivisione di rasoi. Il virus dell'epatite C è l'infezione virale ematica più comune.
  • Epatite D. Forma rara, l'infezione si verifica attraverso il contatto diretto con sangue infetto, non si sviluppa senza la presenza di epatite B.

Cause di epatite cronica di eziologia non virale:

  • alcolismo;
  • disturbi autoimmuni;
  • farmaci a lungo termine: antibiotici, ormoni steroidei, citostatici, ecc.);
  • sostanze chimiche epatotossiche;
  • forme genetiche della malattia.

Torna al sommario

Patogenesi, decorso della malattia e sintomi

La patogenesi della malattia è associata a danni ai tessuti e alle cellule del fegato per motivi di origine virale o non virale e una risposta immunitaria: la produzione di anticorpi per i propri tessuti, a seguito della quale si sviluppa un'infiammazione del tessuto epatico, che passa nella fase attiva e una malattia cronica si sviluppa a causa della sua negligenza o non trattata. In alcuni, la malattia progredisce gradualmente, senza mostrare alcun segno, in altri, i sintomi dell'epatite cronica compaiono quando si verifica un'esacerbazione.

Il virus dell'epatite può progredire gradualmente in alcuni pazienti senza segni.

Le principali lamentele sono malessere, scarso appetito, affaticamento, bassa temperatura. La forma autoimmune della malattia ha anche altri sintomi che possono essere associati a qualsiasi sistema di organi, ad esempio la fine del ciclo mestruale nelle giovani donne, dolori articolari, acne, anemia, problemi ai reni, alla tiroide, ecc. Se l'epatite entra in una fase grave, compaiono sintomi più evidenti:

  • ittero;
  • feci pallide;
  • perdita di peso;
  • miastenia grave;
  • colore scuro dell'urina;
  • gonfiore;
  • lividi e sanguinamento spontaneo;
  • confusione nella coscienza.

Torna al sommario

Funzionalità nei bambini

L'epatite cronica provoca mortalità o disabilità infantile in forma progressiva grave. I sintomi iniziali rendono impossibile l'identificazione immediata della malattia, poiché la diagnosi di epatite cronica nei bambini viene effettuata mediante esame immunologico e biochimico con esame morfologico del tessuto epatico. Nei bambini, ci sono due varianti della malattia:

  1. attivo cronico;
  2. epatite portale cronica (persistente);

La seconda opzione di solito ha un esito positivo, perché la malattia non progredisce. Una causa comune della malattia dei bambini è il cibo o le bevande di scarsa qualità, il nuoto in acque inquinate, i giochi nei campi da gioco, così come le malattie ereditarie, come la malattia di Wilson-Konovalov o la carenza di alfa-antitripsina in un bambino o un adolescente, quindi prima di pianificare e dare alla luce il bambino, la futura mamma dovrebbe sottoporsi a un esame approfondito per escludere tutti i fattori di rischio.

Torna al sommario

Diagnostica

Il decorso dell'epatite cronica può verificarsi in due fasi, in grado di fluire l'una nell'altra: la fase attiva (aggressiva) e la fase inattiva dell'epatite (persistente). La diagnosi viene fatta sulla base del quadro clinico, dell'esame visivo e di laboratorio. Se il paziente assume farmaci, è tenuto a informare il medico su questo per determinare se i farmaci possono essere i colpevoli della malattia. Se si sospetta una malattia, il medico esaminerà il paziente per rivelare il giallo, la tenerezza addominale, i segni di liquido che riempiono l'addome con insufficienza epatica e invierà un esame del sangue per ottenere i dati necessari:

  • enzimi epatici rilasciati durante l'infiammazione o il danno;
  • sugli enzimi del dotto biliare;
  • circa il livello di bilirubina;
  • sulla quantità di proteine ​​e il grado di coagulazione del sangue per valutare le prestazioni del fegato.

Se i test hanno mostrato infiammazione del fegato o insufficienza epatica, è necessario sottoporsi a test per diagnosticare l'epatite B e C o l'epatite autoimmune. Se la causa sottostante non viene chiarita, viene fornito un rinvio per un'ecografia o una TAC per valutare le dimensioni del fegato o per una biopsia per determinare:

  • la causa della malattia;
  • grado di infiammazione del fegato;
  • numero di cicatrici;
  • danno alcolico o fegato grasso.

Torna al sommario

Trattamento delle malattie

Insieme al trattamento farmacologico, deve essere seguita l'alimentazione dietetica..

I principi del trattamento dell'epatite cronica sono la dieta più la terapia farmacologica, quindi la prima raccomandazione di un medico è seguire una dieta rigorosa (di solito la tabella numero 5), che deve essere seguita per un lungo periodo fino al completo recupero. Una corretta alimentazione allevia l'eccesso di carico dal fegato e aiuta a evitare complicazioni. Si raccomanda di limitare il consumo di cibi grassi, aggiungere cibi ricchi di proteine ​​e carboidrati, eliminare completamente l'alcol. Il trattamento farmacologico dell'epatite cronica viene effettuato come segue:

  • sono prescritti farmaci antivirali (interferoni);
  • con terapia immunosoppressiva, vengono prescritti citostatici, glucocorticosteroidi, ecc.;
  • con immunomodulanti - sono prescritti nucleati di sodio, D-penicillamina, timo;
  • con coenzima - multivitaminici, vitamina E, coenzima di vitamina B1 e B6, acido lipoico, essenziale e altri;
  • con disintossicazione - contagocce con soluzione di glucosio al 5%, emodesi, soluzione isotonica di cloruro di sodio, ecc..

Torna al sommario

complicazioni

Quando il paziente trascura il trattamento e viola la dieta, il corpo si indebolisce così tanto che non è in grado di affrontare i problemi, quindi sorgono gravi complicazioni e quindi conseguenze irreversibili.

Le complicanze più probabili sono considerate nella tabella:

ComplicazioneLe causeSintomirisultati
Discinesia biliare
  • violazione della dieta durante il periodo di recupero;
  • epatite attiva cronica grave.
  • dolori acuti;
  • pesantezza nel fegato;
  • mal di stomaco;
  • gonfiore;
  • prurito
  • ingrossamento del fegato.
Favorevole quando si seguono i consigli del medico e si rifiuta il cibo che provoca attacchi di dolore
Cirrosi
  • forme croniche di epatite virale B, C, D.
  • prostrazione;
  • perdita di appetito;
  • prurito
  • mal di testa;
  • pressione.
È impossibile curare completamente la cirrosi; una malattia da corsa va in oncologia
Cancro al fegato
  • epatite attiva, non trattata o trascurata C, B, D.
  • forte dolore nella parte destra;
  • nausea;
  • perdita di peso;
  • temperatura frequente;
  • itterizia
  • palpabile palpabile gonfiore.
Lo stadio iniziale è curabile, con una malattia avanzata c'è un'alta probabilità di morte
Coma epatico
  • epatite virale acuta (indipendentemente dal tipo di virus) con attività elevata;
  • infezione simultanea con virus di vario tipo;
  • esaurimento del corpo.
  • coscienza alterata;
  • respiro di ammoniaca;
  • itterizia.
Incoscienza, paralisi muscolare e arresto respiratorio, possibile esito fatale

Torna al sommario

Misure preventive e prognosi

Mancanza di cattive abitudini: la migliore prevenzione.

L'attitudine attenta alla nutrizione e al controllo del peso, un approccio ragionevole all'organizzazione del lavoro e del riposo, l'assenza di cattive abitudini, l'attività fisica praticabile, un partner sessuale regolare, il trattamento tempestivo di qualsiasi malattia sono la migliore prevenzione che consente al fegato di rimanere sano ed efficiente. In questo caso, non ha paura dell'epatite cronica. Coloro che hanno la malattia hanno bisogno di un lavoro leggero e di un follow-up costante, almeno 1 visita in 2-3 mesi nei primi due anni dopo il recupero e poi 1-2 volte all'anno. L'ecografia annuale del fegato è obbligatoria e i test funzionali e il sangue vengono controllati per i marcatori di virus almeno 2 volte all'anno.

Torna al sommario

Quanti vivono con l'epatite cronica?

Con un rilevamento tempestivo, la maggior parte delle forme di questa malattia vengono curate con successo..

L'aspettativa di vita del paziente dipende dal suo stile di vita e da come segue le raccomandazioni del medico. Le moderne statistiche mostrano che in media, senza un adeguato trattamento per l'epatite C, la cirrosi si verifica in 25-30 anni, ma per essere precisi, il periodo per ogni persona è diverso, perché dipende ancora dall'età, dalle cattive abitudini e dalle condizioni generali del corpo. L'epatite virale cronica B vive nel corpo per molto tempo fino a quando il danno epatico diventa grave.

Tratta il fegato

Trattamento, sintomi, droghe

Genesi tossica alimentare dell'epatite cronica

Il danno al fegato può essere causato da molti fattori. Ma solo lo sviluppo dell'epatite tossica suggerisce l'impatto sul corpo dei composti chimici.

La malattia non è contagiosa, ma può provocare lo sviluppo di gravi disturbi. Pertanto, vale la pena considerare più in dettaglio che cos'è l'epatite tossica, i suoi principali sintomi e il trattamento..

Il processo patologico è caratterizzato da forme acute o croniche.

Nel primo caso, la sostanza chimica tossica ha un'affinità per gli epatociti e provoca la loro morte dopo 3-4 giorni. In assenza di aiuto, la prognosi è scarsa.

L'epatite tossica cronica si verifica con contatto ripetuto con piccole dosi di veleno. Puoi lavorare con sostanze chimiche per molti anni prima dei primi segni della malattia.

Fattori eziologici

Le tossine entrano nel corpo attraverso il sistema respiratorio, il tratto digestivo, la pelle.

È consuetudine distinguere le seguenti cause di epatite tossica:

  • Farmaci, chemioterapia. Se il paziente ha una storia di patologie croniche ed è costretto a assumere costantemente farmaci, può verificarsi epatite epatica tossica. La patologia si verifica anche con la somministrazione incontrollata di farmaci dei seguenti gruppi: antibatterici, antitubercolari, anticonvulsivanti (barbiturici), farmaci antinfiammatori non steroidei e farmaci chemioterapici.
  • Alcol. L'uso frequente porta ad un aumento dell'assorbimento del ferro e alla sua deposizione negli epatociti. Questo processo provoca la formazione di radicali liberi e la graduale distruzione delle membrane cellulari. L'epatite alcolica tossica si sviluppa spesso quando si beve alcolici al di fuori del cibo.
  • Veleni industriali: arsenico, fosforo, pesticidi e insetticidi, aldeidi, tetracloruro di carbonio, fenoli;
  • Droga. Il fattore eziologico si trova nelle persone con grave dipendenza che assumono diversi farmaci;
  • Veleni di origine naturale. Questo gruppo contiene tossine di funghi ed erbe infestanti, la cui azione è diretta direttamente sul fegato.

Tipi di epatite tossica

A seconda del tipo di composto velenoso, è consuetudine dividere la patologia nei seguenti tipi:

  • epatite da farmaci;
  • divisa professionale;
  • epatite alcolica.

Vale la pena capire se l'epatite è contagiosa..

È importante ricordare che l'epatite tossica è contagiosa quando la malattia viene trasmessa attraverso il contatto genitale-orale..

In questo caso, una persona può essere infettata toccando i resti delle feci del paziente. Ciò indica lo sviluppo di epatite tossica nutrizionale..

Sintomi della malattia

I sintomi dell'epatite sono determinati dalla forma della patologia..

Il quadro clinico dell'epatite acuta

In casi lievi, un decorso asintomatico è caratteristico. Tuttavia, l'epatite tossica principalmente acuta provoca i seguenti sintomi:

  • l'insorgenza di dolore nell'ipocondrio destro;
  • diminuzione dell'appetito;
  • temperatura corporea elevata;
  • attacchi di nausea e vomito;
  • debolezza e apatia;
  • orientamento alterato e leggero capogiro;
  • dolori articolari
  • emorragie minori, comparsa di piccole emorragie sulla superficie della pelle;
  • tremore degli arti;
  • letargia o agitazione;
  • giallo di sclera e pelle;
  • l'urina acquisisce un'ombra scura;
  • le feci sono scolorite, hanno una lucentezza grassa;
  • il fegato viene ingrandito a causa del processo infiammatorio e della sostituzione delle cellule con tessuto adiposo.

Il quadro clinico di una forma cronica

La malattia è caratterizzata da uno sviluppo graduale e da un aumento del quadro clinico. I seguenti sintomi di epatite tossica sono caratteristici:

  • la temperatura è leggermente aumentata - non più di 37,5 ° C;
  • dolore periodico, che è caratterizzato da un aumento dopo aver mangiato;
  • debolezza, aumento della fatica;
  • pesantezza allo stomaco;
  • sintomi di disturbo dispeptico che si sviluppano a causa del deflusso biliare alterato: nausea e vomito,
  • flatulenza, diarrea, sapore amaro nella cavità orale;
  • prurito della pelle;
  • un aumento delle dimensioni di alcuni organi digestivi: fegato e milza.

Questa sintomatologia si verifica durante un'esacerbazione della malattia, quindi si attenua durante la remissione.

Fasi della malattia

Si distinguono le seguenti fasi principali dello sviluppo della malattia:

  1. Periodo di latenza. Inizia con l'ingresso di sostanze tossiche nel corpo e continua fino ai sintomi.
  2. Stadio di manifestazioni cliniche acute. Compaiono i seguenti segni di danno epatico tossico: ittero, febbre, perdita di peso, debolezza e perdita di appetito, disturbi dispeptici. In questa fase, il danno agli organi vitali è caratteristico.
  3. Uscita dal palco. Questo è l'intervallo dal quadro clinico dettagliato massimo al recupero o alla morte.

effetti

Le conseguenze positive e negative del danno epatico si distinguono. Con una diagnosi e un trattamento tempestivi, si verifica il recupero. Tuttavia, nei casi avanzati, è possibile lo sviluppo di insufficienza epatica, distrofia epatica.

Complicanze dell'epatite tossica

Qual è la patologia pericolosa? Nei casi più gravi della malattia, lo sviluppo di tali disturbi è caratteristico:

  • Insufficienza epatica. Si sviluppa sullo sfondo della morte degli epatociti, la loro sostituzione con il tessuto adiposo. La funzionalità epatica è compromessa e si sviluppano i seguenti sintomi: edema, sanguinamento, ittero, perdita di peso, encefalopatia (insorgenza di disturbi mentali e neuromuscolari).
  • Cirrosi epatica. La malattia è una patologia cronica, che comporta la morte degli epatociti e la loro graduale sostituzione da parte delle cellule del tessuto connettivo..
  • Coma epatico È una patologia progressiva del fegato e del sistema nervoso centrale. Il paziente ha confusione, convulsioni, riflessi alterati. Può essere fatale.

Prognosi di recupero

In generale, una diagnosi tempestiva e una terapia adeguata aiutano a curare completamente la malattia. Pertanto, la previsione è favorevole.

Tuttavia, un danno acuto all'organo digestivo dovuto a dosi elevate di sostanza tossica, unitamente alla mancanza di assistenza medica qualificata, può portare alla morte.

Caratteristiche della malattia durante l'infanzia

L'epatite tossica nei bambini viene diagnosticata molto meno frequentemente. La causa della patologia è la penetrazione accidentale di composti tossici nel fegato di un bambino con la disattenzione dei genitori, sullo sfondo dell'uso di farmaci e durante l'avvelenamento da piante e funghi. Un grave corso caratteristico di patologia in un bambino. In assenza di cure mediche, la morte è possibile..

I bambini di solito sviluppano una forma acuta della malattia, il quadro clinico è identico ai sintomi degli adulti.

Il trattamento dell'epatite tossica dovrebbe mirare a prevenire gravi disturbi al fegato e al corpo nel suo complesso.

La previsione è per lo più sfavorevole.

Diagnosi di epatite tossica

Per confermare la diagnosi, è richiesto un esame completo:

  • il medico curante deve condurre un sondaggio e un esame;
  • ricerca di laboratorio: condurre un'analisi generale di urina e sangue, un coprogramma, un esame del sangue biochimico;
  • tecniche strumentali: radiografia, ecografia dell'apparato digerente, biopsia epatica se necessario.

Caratteristiche del trattamento

La terapia prevede l'interruzione del contatto con agenti tossici e la loro eliminazione il più presto possibile, eliminando i sintomi spiacevoli e rigenerando gli epatociti (il fegato può riparare autonomamente fino al 75% delle cellule danneggiate).

Terapia farmacologica

Nel trattamento dell'epatite tossica, i farmaci con effetto epatoprotettivo sono ampiamente utilizzati:

Questi farmaci stimolano la sintesi di fosfolipidi endogeni, hanno effetti antinfiammatori e coleretici. Con l'epatite, è necessario un lungo ciclo di trattamento con questi farmaci - fino a 6-7 mesi.

Caratteristiche della dieta

Il trattamento dell'epatite tossica è impossibile senza nutrizione terapeutica. Avvierà processi rigenerativi, fornirà al corpo sostanze nutritive..

La nutrizione dietetica per l'epatite prevede di mangiare 6 volte al giorno, mangiare in piccole porzioni. Tutti gli alimenti dovrebbero essere a temperatura moderata..

Cosa mangiare con epatite tossica

La dieta per l'epatite tossica comporta l'esclusione dei seguenti prodotti dalla dieta del paziente:

  • dolci e pane integrale;
  • varietà grasse di carne (agnello, anatra) e pesce (pesce gatto, merluzzo);
  • Grasso;
  • funghi;
  • cibo fritto, speziato, troppo salato e affumicato;
  • prodotti in scatola;
  • frutta e verdura senza trattamento termico;
  • caffè, cacao, cioccolato e prodotti a base di essi;
  • bevande gassate e alcoliche.

Cosa posso mangiare con l'epatite tossica

È consentito portare porridge cotti sull'acqua, verdure bollite o in umido, soufflé e cotolette di carne e pesce di varietà a basso contenuto di grassi, frutta cotta, pasta bollita, purè di zuppe.

Rimedi popolari

Posso usare una medicina basata su ricette popolari? L'uso di tali farmaci per il trattamento è possibile solo sotto la supervisione di personale medico. Con la malattia, tali rimedi sono buoni:

  • crauti o succo di pompelmo;
  • infuso di menta o radici di rafano;
  • polpa di zucca.

Azioni preventive

La prevenzione dell'epatite tossica si riduce a prevenire il contatto con sostanze tossiche. Se l'epatite tossica si verifica in una persona che lavora in modo pericoloso, è necessario un cambio di lavoro, è possibile andare in pensione.

Epatite alimentare di cosa si tratta

L'epatite cronica attiva è una malattia virale durante la quale viene effettuato un effetto negativo sul funzionamento del fegato. Il termine fu introdotto per la prima volta alla fine del ventesimo secolo..

Ogni anno, il numero di persone che soffrono di questa malattia aumenta solo, ci sono anche casi fatali. Questa forma della malattia richiede un trattamento immediato..

Sommario

Classificazione istologica, meccanismo di nucleazione e sviluppo dell'epatite cronica

L'epatite cronica attiva si verifica più spesso in due forme:

  • virale cronica attiva;
  • cronico autoimmune.

Secondo i dati medici, l'epatite virale cronica attiva si verifica più spesso nei bambini, nei giovani, nelle donne, nelle donne in gravidanza (per lo più la gravidanza va bene, ma c'è un rischio abbastanza alto di infezione del bambino).

Considerando l'incidenza dell'epatite, possiamo distinguere che questa forma di malattia è presente nel 29% dei casi registrati.

L'epatite virale è di due tipi: D e C.

Descrizione dell'epatite virale D

Questo tipo di malattia si distingue per le seguenti caratteristiche:

  1. Lo sviluppo della malattia si verifica a seguito dell'esposizione al virus dell'epatite delta.
  2. Manifestazione: esiste un decorso complesso della malattia con evidenti segnali di danno alle cellule del fegato (perdita di forza, sonnolenza costante, emofilia). La maggior parte dei pazienti rivela ingiallimento della pelle e della scabbia. Con l'ulteriore decorso della malattia, si nota la formazione precoce di cirrosi epatica, epatomegalia, disforia dell'ascite edematosa.
  3. Ricerca medica: in presenza della malattia è presente disproteinemia, il tasso di sedimentazione eritrocitaria è superiore al normale, vi è un eccesso di dieci volte di bilirubina e ALT (alanina aminotransferasi). Marcatori virali - HDV RNA (virus dell'epatite delta) e anti-marcatori - classe IgM HDV; marcatori di integrazione - HBsAg e anti-HBe.

Forma attiva dell'epatite C: che cos'è

I seguenti fattori sono caratteristici del tipo di malattia presentato:

  1. Ricerca medica - la malattia è caratterizzata dallo sviluppo di astenia disforia ed epatomegalia. Il corso è irregolare, prolungato, c'è un aumento dei livelli di ALT. Nei primi 10 anni del decorso della malattia, l'atrofia del fegato si verifica nel 45% dei pazienti.
  2. Metodi di trattamento: per un pieno recupero, è necessario seguire una dieta. Nella fase acuta della malattia, viene prescritto il riposo a letto (previene il sanguinamento nel fegato), l'uso di glucosio, preparati vitaminici, epatoprotettori e lattosio. In questo caso, è vietato il trapianto di fegato..

Escludendo i tipi di malattia presentati sopra, si nota anche la presenza di tali tipi di epatite come reattivo autoimmune, alcolico e cronico..

Questo tipo di malattia è caratterizzato dalla presenza di anticorpi e autoanticorpi contro il virus..

Si distinguono due cicli di malattia:

  • manifestato in giovane età, procede in una forma grave;
  • si verifica in rappresentanti della fascia di età più avanzata, procede in forma lieve.

Molto spesso, questa malattia si manifesta nelle donne (da 10 a 30 anni e dopo 50 anni) che negli uomini. Secondo le statistiche ICD (International Classification of Diseases), il rapporto tra l'incidenza di questo virus nelle donne e negli uomini è di 16: 2.

L'insorgenza di questa malattia è caratterizzata da un aumento dell'affaticamento, dal deterioramento delle condizioni generali, dal dolore nell'ipocondrio destro. Nel 40% dei pazienti, la malattia si fa sentire ittero e aumento di energia.

Nel 50% dei pazienti con questo tipo di virus sono presenti le seguenti manifestazioni: patologia della tiroide, infiammazione delle articolazioni, malattie dermatologiche, infiammazione della mucosa del colon, diabete mellito, lichen planus, perdita di capelli.

Epatite alimentare o alcolica

Con il nome stesso di questa malattia, il focus dell'occorrenza diventa chiaro.

Epatite alimentare - che cos'è? Questa è una malattia del fegato che si forma a seguito dell'introduzione di elementi tossici e chimici nel corpo umano..

L'epatite alimentare si verifica:

La malattia può essere complicata dall'assunzione regolare di una certa dose di alcol (per le donne - 100 grammi di vodka, per gli uomini - 200 grammi di vodka).

Cosa succede dopo un long drink? L'accumulo di veleno epatico (acetaldeide) si verifica con lo sviluppo di lipoproteine ​​epatiche e una sostanza vetrosa traslucida proteica, che aiuta ad attirare le cellule del sangue verso se stessa, la formazione di infiammazione. Di conseguenza, il decorso dell'epatite alimentare è possibile senza ittero.

Epatite cronica reattiva

La presenza di tale infezione rappresenta una doppia minaccia per il tessuto epatico.

Il focus della malattia sono le seguenti malattie:

  • ulcera;
  • infiammazione del pancreas;
  • infiammazione della cistifellea;
  • infiammazione della mucosa del colon;
  • malattie sistemiche del tessuto connettivo;
  • sviluppo di patologie nel campo delle ghiandole endocrine;
  • più di 50 malattie infettive;
  • tumori di varia natura.

Sfortunatamente, questo tipo di malattia non presenta sintomi caratteristici e potrebbe non manifestarsi a lungo. La presenza della malattia può essere determinata durante un esame ecografico degli organi interni da un notevole aumento del fegato.

Forme e fattori della malattia

L'epatite cronica attiva è una malattia potenzialmente letale, pertanto, al fine di prevenire conseguenze disastrose come la cirrosi epatica, è necessario familiarizzare con le forme della malattia e i fattori che provocano il loro sviluppo.

Si distinguono tre forme di epatite cronica attiva:

  1. La forma minima è una forma lieve della malattia, che è limitata dallo sviluppo del processo infiammatorio nel corpo.
  2. Epatite cronica attiva - una forma distinta da vividi sintomi di epatite, l'effetto sul fegato si manifesta sotto forma di necrosi e fibrosi.
  3. Forma lobulare. È caratterizzato dallo sviluppo di un processo infiammatorio nel fegato, che in assenza di un adeguato trattamento sfocia nella necrosi.

A sua volta, le cause dello sviluppo dell'epatite cronica attiva possono essere le seguenti:

  • malattie infettive multiple;
  • infezioni indotte da collagene;
  • il passaggio dall'epatite acuta a cronica;
  • alimentazione eccessiva e cattiva alimentazione;
  • l'effetto di varietà epatotropiche di veleni e farmaci.

Se una persona è malata di epatite, allora rischia di ammalarsi di glomerulonefrite. I principali segni di questa malattia sono ipertensione, gonfiore, proteinuria (danno renale), ematuria.

Sintomi e caratteristiche del trattamento

Al fine di non provocare la formazione di epatite attiva, è necessario un trattamento nella fase iniziale del suo decorso. Ma c'è un grande "ma". La diagnosi della malattia nella fase iniziale è impossibile, perché la malattia stessa non si manifesta in alcun modo. Nelle fasi iniziali, la malattia è ancora inattiva..

Un sintomo comune della malattia presentata è lo stato generale di letargia, debolezza. Con una malattia, una donna matura diminuisce il desiderio sessuale per il sesso opposto, si osserva lo sviluppo di asterischi dai vasi sanguigni, c'è un aumento del flusso sanguigno. L'epatite C ha la febbre alta.

Ma il sintomo più evidente dell'epatite è un fegato ingrossato. Ci sono stati casi in cui il decorso asintomatico della malattia non è entrato nella fase attiva e la malattia è scomparsa senza trattamento, ma per questo è necessario disporre di un forte sistema immunitario.

Sintomi di epatite cronica:

  • impotenza;
  • affaticabilità veloce;
  • insonnia;
  • mobilità emotiva e psicologica;
  • l'organo interessato è sovradimensionato.

Inoltre, questa malattia provoca la caduta dei peli sul pube e sulle ascelle, negli uomini c'è un aumento del seno, un aumento della milza, la presenza di febbre, si nota un danno vascolare.

Inoltre, i pazienti possono notare un oscuramento delle urine (in apparenza è identico alla birra o al tè) e le feci, al contrario, schiariscono (diventano color crema), la pelle diventa marrone.

Ogni persona ha questa malattia in un modo diverso, quindi dovresti chiedere aiuto a un medico fino a quando non insorgono complicazioni, in particolare per quanto riguarda il decorso della malattia in un bambino.

Per determinare con precisione le condizioni del paziente, il medico nomina il paziente da sottoporre a test e conduce un esame meccanico del fegato. In presenza di una forma cronica di epatite, vengono analizzati i parametri della bilirubina (sono elevati), le transaminasi superano la norma di quasi 10 volte.

Nel momento in cui vengono condotti studi medici sullo sviluppo dell'epatite, si osserva un aumento della gamma globulina (quasi 2 volte).

Al paziente viene prescritta la laparoscopia per confermare la correttezza della diagnosi precedentemente effettuata. Questo metodo aiuterà a identificare il grado di malattia attiva. Succede che la diagnosi potrebbe essere fatta in modo errato.

Una malattia progressiva richiede riposo a letto e una dieta (tabella n. 5). Inoltre, è obbligatorio assumere farmaci che sono fatti sulla base dell'interferone. Per ogni tipo di malattia, vengono prescritti diversi farmaci. Per epatite B, Intron A o Reaferon. Una dose del farmaco contiene 5 milioni di UI (unità internazionali). Il trattamento viene effettuato per almeno 6 mesi.

Con l'epatite C, il trattamento sarà efficace se si assumono farmaci come:

Va ricordato che le misure preventive aiuteranno a proteggere la tua salute, in particolare il fegato. In presenza del minimo danno al fegato, è necessario fornire pace al paziente. Ciò ridurrà il tasso di sviluppo della malattia..

Tutti dovrebbero assumere vitamine per mantenere un corpo sano. Per la propria sicurezza nelle strutture mediche, controllare la gestione degli strumenti.

Coloro che usano droghe sono in grave pericolo, perché questa malattia può essere trasmessa attraverso l'uso di una singola siringa.

Segui le regole di igiene personale, non utilizzare mai i prodotti per l'igiene personale di un'altra persona. In questo caso, la misura preventiva più efficace è l'implementazione della vaccinazione contro l'epatite. Con il rigoroso rispetto delle regole della vaccinazione, puoi proteggerti dagli effetti del virus per un massimo di 15 anni.

Trattamento dell'epatite

È una malattia comune - il 50% di tutte le malattie. Fu isolato dalla cirrosi epatica quando apparve un nuovo metodo di ricerca: laparoscopia e biopsia intravitale mirata. Questa è una malattia infiammatoria-distrofica. Per più di 6 mesi, progressione a vari livelli. Il criterio di diagnosi è la struttura lobulare indisturbata del fegato.

Eziologia

I. Nel 50% - epatite virale acuta. Transizione al contributo cronico:

  • diagnosi prematura
  • trattamento insufficiente
  • dieta per malnutrizione
  • assunzione di alcol
  • dimissione anticipata
  • inizio precoce dell'attività fisica dopo una malattia
  • sullo sfondo di malattie gastrointestinali.

Ma anche con l'esclusione di tutti i suddetti fattori, l'epatite virale nel 5% dei casi diventa cronica.

II. Effetto tossico sul fegato:

  • alcol (il 50-80% dei pazienti è alcolizzato)
  • benzene, quattro cloruri di carbonio, DDT
  • epatite da farmaco (quando si assumono anti-tubercolosi, sedativi, ipotensivi (dopegia), citostatici, narcotici, antibiotici tetracicline)
  • coloranti all'anilina
  • sali di metalli pesanti
  • epatite metabolica associata a disturbi metabolici, con malnutrizione prolungata.

patogenesi

Persistenza a lungo termine del virus nel corpo. Il sangue con un antigene australiano è contagioso. Forse infezione intrauterina del feto attraverso la placenta. Il virus dell'epatite appartiene al gruppo dei virus lenti.
L'inclusione di reazioni immunologiche nel processo. Di particolare importanza sono le reazioni di tipo TOS. L'integrità della membrana degli epatociti viene violata, viene rilasciata una lipoproteina di membrana, che stimola i linfociti T. Gli antigeni possono penetrare nel sangue attraverso una serie di trabecole - inizia la produzione di anticorpi. Appare l'infiltrazione istio-linfocitaria.
Possibile attivazione del tessuto mesenchimale durante l'epatite acuta. La proliferazione è così veloce che il mesenchima inizia a derubare gli epatociti, a derubarli dei nutrienti - il cosiddetto "fenomeno delle rapine". Gli epatociti iniziano a morire per intere isolette, si verifica la loro insufficienza.

Morfologia

Il fegato cresce di dimensioni. All'inizio è un grosso fegato bianco, poi si trasforma in un grande fegato eterogeneo. Lungo i campi del portale - infiltrazione infiammatoria. Potrebbero esserci campi di necrobiosi. Passaggi intrarenali, la colostasi può essere interessata. Definizione morfologica: l'epatite cronica è una lesione infiammatoria-distrofica del fegato con infiltrazione histiolinfocitica lungo il tratto portale con ipertrofia delle cellule di Kupffer, alterazioni atrofiche del parenchima e conservazione della struttura lobulare.

  • virale
  • tossico
  • tossico-allergico (con collagenosi)
  • alcolizzato.

2. Secondo la morfologia:

  • persistente - i cambiamenti istologici sono minimi: fibrosi moderata, talvolta infiltrazione istiolinfocitaria, assenza di cellule morte. Corso lento e benigno, senza cellule morte. Quando il fattore eziologico viene eliminato, termina con la fibrosi, ma non con la cirrosi.
  • epatite attiva (aggressiva) - una forma maligna con intossicazione pronunciata. C'è autogressione, distruzione e necrosi. Cambiamenti improvvisi da parte del mesenchima. Progredisce rapidamente, dopo 4-6 anni, il 30-60% va in cirrosi. Un'opzione è che l'epatite lipoide è stata recentemente considerata una forma nosologica indipendente, ma questo è un caso estremamente difficile di epatite aggressiva cronica. Succede più spesso nelle giovani donne.
  • colestatico: di norma si osserva colestasi intraepatica, i sintomi della colemia dominano. Questa è una delle epatiti molto maligne. Cirrosi biliare primaria più comune.

Clinica

  • Sindrome asenovegetativa: associata ad alterata funzione di disintossicazione del fegato. Manifestato in generale debolezza, aumento dell'irritabilità, diminuzione della memoria, interesse per l'ambiente.
  • Sindrome dispeptica: specialmente con epatite colestatica. Diminuzione dell'appetito, cambiamento del gusto, in caso di alcolismo cronico - diminuzione della tolleranza all'alcol: sensazione di amarezza in bocca, flatulenza, dolore sordo nell'ipocondrio destro, sensazione di pesantezza: eruttazione con amarezza, aria, vomito, feci spesso allentate.
  • Sindrome colestatica: urine scure, feci chiare, prurito cutaneo, ittero.
  • Sindrome da insufficienza epatica piccola: la funzione transitoria del fegato soffre nell'80%, l'ittero epatico si sviluppa, inoltre, la sintesi proteica epatica e l'inattivazione dell'aldosterone sono compromesse - questo porta all'edema, potrebbe esserci una sindrome emorragica a causa della ridotta sintesi proteica del sangue.
  • oggettivamente
  • epatomegalia.
  • Cambiamenti nella pelle: ittero al 50%, a volte con una tinta sporca a causa dell'eccessiva deposizione di melanina e ferro, ematocromatosi secondaria (più spesso negli alcolisti), prurito della pelle - graffi, punti neri, a volte orticaria, a volte accumuli di grasso - scantera xantomatosi; vene del ragno - una manifestazione di iperastrogenismo: potrebbero esserci fenomeni di diatesi emorragica, palmi epatici - rosso vivo (ce ne sono anche di sani).
  • Splenomegalia - più spesso con una forma attiva di epatite.
  • Inoltre, c'è una febbre, un'eruzione allergica, una pericardite, una nefrite (più spesso con epatite lupoidea).

Diagnostica

Un aumento del livello di bilirubina nel sangue, particolarmente elevato con la variante colestatica, con una forte esacerbazione del processo cronico.

  • ALT (HPT) è un enzima indicatore la cui maggiore attività è accompagnata dalla distruzione degli epatociti e riflette il grado di processi necrobiotici nel fegato. Ma devi ricordare che un leggero aumento di questi enzimi si verifica con l'infarto del miocardio.
  • fosfatasi del latte - l'attività aumenta con una violazione del deflusso della bile (colestasi): normali 5-7 unità
  • aldolasi, lattato deidrogenasi.

Colesterolo: sale a 1000-1200 mg%.

Frazioni proteiche del sangue:

  • ipoalbuminemia, in particolare con la forma attiva (N 56,6-66,8%)
  • ipogammaglobulinemia - riflette l'attività dei processi immunologici durante l'infiammazione (norma 21%)
  • ipofibrinogenemia (2-4 g / l)
  • riduzione della protrombina (l'assorbimento della vitamina K è compromesso).

Campioni per la valutazione delle funzioni antitossiche del fegato: Test rapido - determinazione dell'acido ipurico nelle urine dopo che il benzoato di sodio viene introdotto nel corpo. Si dice che viene escreto meno del 30% di benzoato di sodio assunto internamente..
Campioni per la valutazione della violazione dello spettro proteico: nastro di coagulazione di Weichtmann, reazione Tokata-ara, (N-), campioni sublimati, campione veronale-timolo (in N - 5 unità).
Reazioni immunologiche: determinazione di immunoglobuline e pettorali. anticorpi.
Campioni per la valutazione della funzione escretoria del fegato: un campione con bromsulfalein - 60-80% della sostanza deve essere escreto in un'ora.
Studio di radioisotopi con *** oro, rosa del Bengala.
Biopsia epatica.
Laparoscopia.
colangiografia.

Caratteristiche della clinica

Epatite persistente: l'antigene australiano viene spesso rilevato. Senza esacerbazione delle manifestazioni cliniche, potrebbe non esserlo, ad eccezione dell'aumento del fegato. Questa è una forma benigna, ma i pazienti sono portatori di virus. Gli esami del fegato sono leggermente cambiati, le frazioni proteiche del sangue cambiano molto tardi.

Epatite attiva Clinica luminosa indipendente dall'antigene:
a) febbre, giallo
b) splenomegalia, a volte con manifestazioni di ipersplenismo
c) trombocitopenia
g) ipergammoglobulinemia
e) attività enzimatica in eccesso
e) aumentare il titolo di immunoglobuline
g) a volte vengono rilevati anticorpi antinucleari, a volte ci sono blastotrasformazioni di linfociti.

Variante lupoid: la durata del corso è di circa 1 anno
a) le giovani donne sono più spesso malate
b) spesso hanno atralgia
c) manifestazioni allergiche, orticaria
d) linfoadenopatia (i linfociti B partecipano alle reazioni)
d) a volte tiroidite
e) cambiamenti nel cuore.

L'opzione colestatica è più comune nelle donne anziane, più vicina alla menopausa; forte prurito cutaneo, grave ittero con iperbilirubinemia, aumento dell'attività della fosfatasi alcalina, malassorbimento dell'osteoporosi della vitamina D ®, fragilità patologica delle ossa aumentano gradualmente.

Epatite alcolica cronica lunga storia, gli uomini sono più spesso malati; era 10: 1, ora 4: 1. All'inizio può verificarsi come altre forme, ma poi c'è tremore, perdita di interesse per l'ambiente, sensazione di umiliazione, impotenza, ginecomastia, perdita di capelli, emachromatosi secondaria, anemia pronunciata, generalmente ipercromica - l'effetto dell'etanolo midollo osseo, iperleucocitosi, ipoalbuminemia.

Diagnosi differenziale

L'epatite cronica a volte procede come acuta. Riconoscere aiuta l'anamnesi. Inoltre, nell'epatite acuta, l'attività degli enzimi raggiunge numeri molto elevati; nell'epatite cronica, l'attività degli enzimi aumenta moderatamente. Nell'epatite acuta, secondo il proteogramma, non vi sono violazioni delle frazioni proteiche del sangue.
Nell'epatite cronica, a differenza della cirrosi, non vi sono segni di ipertensione portale. Un metodo di biopsia aiuta anche: con l'epatite cronica, viene preservata una struttura lobulare.
Sindrome di Dubin-Jones: iperbilirubinemia benigna. Un altro nome è l'ittero intermittente giovanile. In questo caso, c'è un difetto nell'enzima che trasporta la bilirubina. A differenza dell'epatite cronica, non vi è ingrossamento del fegato, la patologia enzimatica è ereditata in modo autosomico dominante. La malattia appare per la prima volta dopo il periodo della pubertà. Denunce di gravità e dolore sordo al fegato, epigastrio, disturbi dispeptici incomprensibili. La splenomegalia è assente, l'ittero è moderato, la bilirubina totale è generalmente del 2-6 mg% e fluttua costantemente attorno a una media. La bilirubina associata è elevata e rappresenta il 60-80% del totale. Si osserva una bilirubinuria costante, i corpi di urobilina rimangono normali. Per la malattia l'aumento patognomonico delle urine di coproporfirina -1 è superiore all'80%. Quasi ogni paziente con la sindrome è ricoverato in ospedale con sospetta epatite virale acuta. La malattia non ha quasi alcun effetto sulla disabilità e sul trattamento speciale, tranne la dieta non richiede.

Trattamento

Elimina il dannoso fattore eziologico.
In caso di esacerbazione - ricovero in ospedale, riposo a letto. Dieta: proteine ​​adeguate, carboidrati, restrizione grassa, sale moderato.

  • Corticosteroidi - prednisone 30-40 mg / giorno
  • citostatici: imuran 100-200 mg / die, 6-mercaptopurina, plaquenil 0,5 - 1 volta / giorno.

Dei citostatici, viene data la preferenza all'imuran (azotioproteina). La durata di tale terapia di combinazione è di diversi mesi e, con la variante lupoid, di diversi anni. Le dosi di farmaci vengono ridotte lentamente e non prima di dopo 2-3 mesi, passano alle dosi di mantenimento - prednisolone 20 mg / die, imuran 50 mg / die - somministrare durante l'anno.

Indicazioni: epatite colestatica attiva, conservazione in fase acuta. Controindicazioni: rilevazione dell'antigene australiano. Insieme al prednisone, può essere prescritto delagil 0,25-0,5.

  • Il glucosio all'interno e con un forte on / in, al ritmo di 50 g / giorno - riduce l'intossicazione
  • vitamine del gruppo B, C, ecc.: C - in presenza di segni di diatesi emorragica, k - con diatesi emorragica e diminuzione della protrombina, D - con colestasi, perché il loro assorbimento è compromesso. B1, -2, -6, -12.
  • Idrolizzati epatici: Sirepar 2.0 iv per un ciclo di 50 iniezioni. In violazione del metabolismo proteico: una soluzione di albumina 10% 50-100 ml; idrolizzati proteici + anabolizzanti (attenzione) - retabolil, infusione di plasma. Acido glutammico.
  • Con colestasi intraepatica:
    Fenobarbital 0,01 x 3 (migliora la struttura delle micelle biliari), coleretico (attentamente) - pianta migliore: stimmi di mais e altri. La colestiramina è una resina a scambio ionico che forma complessi insolubili con acidi biliari nell'intestino, il che porta ad un aumento dell'assorbimento del colesterolo nell'intestino, il prurito e l'ittero sono ridotti. Somministrare 10-15 g / giorno.

CIRROSI DEL FEGATO

La cirrosi epatica è una malattia cronica con degenerazione e necrosi del parenchima epatico, con lo sviluppo di una rigenerazione migliorata con una diffusa diffusione dello stroma, lo sviluppo progressivo del tessuto connettivo, la completa ristrutturazione della struttura lobulare, la formazione di pseudo-lobuli, con la violazione del microcircolo e lo sviluppo graduale dell'ipertensione portale.

La cirrosi epatica è una malattia molto comune e nella stragrande maggioranza dei casi si sviluppa dopo l'epatite cronica.

Eziologia - Epatite virale, intossicazione cronica da alcol, intossicazione da farmaci, colestasi.

Morfologia - Quando le cellule del fegato muoiono, inizia la loro rigenerazione accelerata. La particolarità dei falsi lobuli è che non hanno triadi normali - non ci sono vene centrali. Nelle corde del tessuto connettivo si sviluppano le navi - shunt portale. Le vene in uscita vengono parzialmente compresse e distrutte, la microcircolazione viene gradualmente disturbata. Anche il flusso sanguigno è disturbato nell'arteria epatica. Il sangue viene gettato nella vena porta - l'ipertensione portale si intensifica. Progredisce nella morte delle cellule del fegato. Come risultato dei processi descritti, la superficie del fegato diventa ruvida e irregolare.

Classificazione - Per morfologia: micronodulare, micro-macronodulare (mista), macronodulare, settale (con lesioni dei setti interlobari). Secondo la clinica basata sull'eziologia: alcool virale, tossico (farmaco), colestatico, cirrosi.

  • Sindrome aseno-vegetativa.
  • Sindrome dispeptica.
  • Sindrome colestatica.
  • Ipertensione portale.
  • Violazione della funzione antitossica del fegato: insufficienza epatocellulare, inattivazione, legame, sgrassaggio ed eliminazione di composti chimici: iperestrogenismo. Manifestato da vene del ragno, "palme epatiche" rosse (eritema palmare), ginecomastia e impotenza negli uomini, amenorrea nelle donne, perdita di capelli; cambiamenti emodinamici; ipotensione dovuta a un brusco cambiamento nella resistenza periferica, cambiamenti nella cc, iperaldosteronismo; un ritardo nel sodio corporeo, aumento dell'escrezione di potassio con le conseguenti conseguenze; può svilupparsi un aumento graduale del sangue di ammoniaca, indolo, skatole - coma epatico; aumento delle reazioni allergiche all'istamina ®; aumento della serotonina; riduzione della sintesi proteica da parte del fegato; ipoalbuminemia, ipoprotrombinemia, ipofibrinogenemia, riduzione del livello di angiotensina; il ferro, che normalmente si lega alle proteine, si trova nei tessuti; violazione dello scambio di magnesio e altri elettroliti; bilirubina ritardata (la bilirubina-glucuronide legata non viene rilasciata), il legame indiretto con la bilirubina è disturbato, può esserci iperbilirubinemia, ma l'ittero si nota solo nel 50% dei casi.
  • Ipertensione portale: c'è una desolazione delle vene, si verificano neoplasie dei vasi sanguigni, si verificano shunt artero-venosi. Tutto ciò porta a disturbi circolatori. Entro 1 minuto, 1,5 l di sangue ad alta pressione passano nella vena porta, si verifica un aumento della pressione nel sistema della vena porta - i vasi (vene emorroidali, vene dell'esofago, stomaco, intestino, arteria splenica e vena) si espandono. Le vene allargate dello stomaco e il terzo inferiore dell'esofago possono causare sanguinamento gastrointestinale. Le vene emorroidali con un esame digitale si trovano sotto forma di nodi, possono cadere e violare, dare sanguinamento emorroidario. Le vene ombelicali safene si espandono - la "testa della medusa".
  • Il meccanismo di formazione dell'ascite:
    a) fluido sudore nella cavità addominale a causa dell'aumentata pressione nella vena porta
    b) contribuisce anche l'ipoalbuminemia, a causa della quale la pressione oncotica del plasma sanguigno diminuisce drasticamente
    c) la formazione di linfa è compromessa - la linfa inizia a sudare immediatamente nella cavità addominale.
  • Altri segni di ipertensione portale: tratto gastrointestinale, flatulenza, perdita di peso, ritenzione urinaria, sindrome epatolienale: splenomegalia, spesso con ipersplenismo (leucopenia, trombocitopenia, anemia).
  • Obiettivo: esame delle vene emorroidali, espansione delle vene dell'esofago (fluoroscopia, fibrogastroscopia). Cambiamenti nel sistema reticoloendoteliale: epato- e splenomegalia, poli-linfoadenopatia, cambiamenti immunologici e aumento del titolo anticorpale - con esacerbazione della cirrosi; un aumento delle ghiandole salivari parotide; disturbi trofici; La contrattura di Dupiitren (degenerazione del tessuto dell'aponeurosi palmare in fibrosa, contrattura delle dita). Contrassegnati cambiamenti nel sistema nervoso.

Cirrosi virale (postepatite).
Più comunemente associato all'epatite virale. Il danno focale al fegato con zone di necrosi è tipico (il vecchio nome è cirrosi postnecrotica). Questa è una forma di cirrosi a grande nodo, che ricorda clinicamente l'epatite attiva. In primo piano è l'insufficienza epatocellulare, i sintomi di una violazione di tutte le funzioni epatiche. Appare l'ipertensione portale. Aspettativa di vita 1-2 anni. Causa della morte - coma epatico.

Cirrosi alcolica.
È relativamente benigno. L'ipertensione portale precoce è caratteristica. Spesso una lesione sistemica - non solo il fegato soffre, ma anche il sistema nervoso centrale, il sistema nervoso periferico, il sistema muscolare, ecc. Appare la neurite periferica e l'intelligenza diminuisce. Potrebbe esserci miopatia (in particolare atrofia dei muscoli della spalla). Forte perdita di peso, grave ipovitaminosi, fenomeni di miocardiopatia. Lo stomaco, il pancreas (gastrite, ulcera allo stomaco, pancreatite) spesso soffrono. Anemia.

Cause di anemia:
a) una grande carenza di vitamine (spesso anemia ipercromica, macrocitica, carenza di vitamina B12
b) carenza di ferro
g) l'effetto tossico dell'etanolo sul fegato
e) sanguinamento dalle vene varicose del tratto gastrointestinale. Inoltre, l'iperleucocitosi è spesso osservata, ritardata ESR, ma può anche essere accelerata; ipoproteinemia.

Cirrosi biliare.
È associato a ristagno della bile - colestasi. Più comune nelle donne di età compresa tra 50 e 60 anni. Corso relativamente benigno. Si verifica con prurito cutaneo, che può apparire molto prima dell'ittero..
La colestasi può essere primaria e secondaria, così come la cirrosi: primaria - l'esito dell'epatite colestatica, secondaria - l'esito della colestasi subepatica.
Oltre al prurito cutaneo, sono anche caratteristici altri segni di colemia: bradicardia, ipotensione, colore della pelle verdastro.
Segni di ipercolesterolemia: xantomatosi, steatorrea. La colestasi porta anche all'osteoporosi, un aumento delle ossa fragili. L'attività della fosfatasi alcalina aumenta. Bilirubina diretta fino al 2 mg%. Il fegato è ingrossato, denso. Con cirrosi biliare secondaria - una sindrome del dolore precedente o ricorrente (di solito una pietra nel tratto biliare). Ci sono anche brividi, febbre e altri segni di infiammazione dei dotti biliari. Fegato ingrandito, indolore, annodato. La milza non si allarga mai.

Cirrosi medicinale.
Dipende dalla durata dell'uso dei farmaci e dalla loro intolleranza: tubazide, PASK, preparati GINC e altri farmaci anti-tubercolosi; clorpromazina (causa colestasi intraepatica), iprazide (inibitore MAO - nel 5% provoca danni al fegato), dopeide, nerabol, ecc..
Si verifica più spesso come colestatico. Ipertensione portale. Indicatori dell'attività della cirrosi: aumento della temperatura, alta attività enzimatica, disturbi metabolici progressivi, aumento delle alfa-2 e gamma globuline, alto contenuto di acido sialico.

Blocco surrenalico. È associato a una violazione del deflusso di sangue nella vena epatica (trombosi, restringimento congenito). Si sviluppa ipertensione portale. Sindrome di Batkyari Le manifestazioni cliniche dipendono dalla velocità con cui progredisce l'ipertensione portale..

Blocco subepatico. È associato a un danno alla vena porta (trombosi, compressione dall'esterno). Clinica: forte dolore, febbre, leucocitosi, rapida disfunzione epatica.

Blocco portale intraepatico - cirrosi. Se non esiste un chiaro fattore eziologico, viene utilizzata la splenografia (l'agente di contrasto viene introdotto nella milza e dopo 6-7 secondi viene rimosso dal fegato). Se c'è cirrosi biliare, è necessario stabilire il livello di colestasi (primaria o secondaria). Usa la colangiografia.

La cirrosi da accumulo (emocromatosi) - la cirrosi pigmentata, il diabete di bronzo, è associata a una carenza dell'enzima che lega il ferro alle proteine ​​e, quindi, ne regola l'assorbimento. Con questo difetto, il ferro viene assorbito intensamente nell'intestino e, non sufficientemente legato alle proteine, inizia a depositarsi nel fegato, nella pelle, nel pancreas, nel miocardio, a volte nelle ghiandole surrenali. Nel fegato, il ferro si accumula nelle cellule del RES - c'è un grande fegato finemente annodato. L'inattivazione degli ormoni sessuali è spesso interrotta. I segni dell'ipertensione portale dominano. La pelle ha una pigmentazione grigio-sporca, lo stesso sulle mucose, la pelle diventa particolarmente scura se il ferro si deposita nelle ghiandole surrenali - un sintomo di insufficienza surrenalica. Con danni al pancreas - sindrome del diabete mellito. Con miocardite, gravi disturbi irreversibili del ritmo. Per la diagnosi, determinare il livello di ferro nel sangue, eseguire una biopsia del fegato.

La malattia di Wilson-Konovalov è un'altra cirrosi di accumulo (degenerazione epatolenticolare). Al centro della malattia c'è una violazione del metabolismo del rame associata a un difetto alla nascita. La normale concentrazione plasmatica è del 100-120 μg%, con il 93% di questa quantità sotto forma di ceruloplasmina e solo il 7% è associato all'albumina sierica. Il rame in ceruloplasmina è saldamente legato. Questo processo viene eseguito nel fegato. La ceruloplasmina è una globulina alfa-2 e ciascuna delle sue molecole contiene 8 atomi di rame. Con i metodi radioisotopici, è stato scoperto che con insufficienza epatolenticolare, la violazione è associata a un difetto genetico nella sintesi di ceruloplasmina, a causa della quale il suo contenuto è nettamente ridotto. In questo caso, il rame non può essere legato e depositato stabilmente nei tessuti. In alcuni casi, il contenuto di ceruloplasmina rimane normale, ma la sua struttura cambia (cambia il rapporto delle frazioni). Il rame è particolarmente tropicale nella sindrome di Wilson-Konovalov a livello di fegato, nuclei cerebrali, reni, ghiandole endocrine, cornea. In questo caso, il rame inizia ad agire come agente tossico, causando tipici cambiamenti degenerativi in ​​questi organi..

È un insieme di sindromi caratteristiche di danno epatico e sistema nervoso extrapiramidale. Con il corso, si distinguono le forme acute e croniche. La forma acuta è caratteristica in tenera età, si sviluppa alla velocità della luce e termina fatalmente, nonostante il trattamento. La forma cronica con un decorso lento e lo sviluppo graduale dei sintomi è più comune. Innanzitutto, appare rigidità muscolare extra piramidale degli arti inferiori (andatura e stabilità compromesse). Il quadro del parkinsonismo si forma gradualmente, quindi la psiche cambia (reazioni paranoiche, isteria). A volte viene alla ribalta l'insufficienza epatica: ingrossamento del fegato, il quadro ricorda la cirrosi o l'epatite cronica attiva.

Un segno differenziale è l'ipospupremia inferiore al 10 μg% o il livello di rame viene mantenuto al limite inferiore della norma, molto rame viene escreto nelle urine - oltre 100 μg / giorno. Potrebbe esserci un test del timolo positivo. Un sintomo importante è l'anello Kaiser-Fleischer (verde bluastro o verde brunastro lungo la periferia della cornea a causa della deposizione di rame). Il trattamento ha lo scopo di legare il rame e rimuoverlo dal corpo: viene utilizzato cuprenil (D-penicillinamina), unitolo + dieta ad eccezione del rame (cioccolato, cacao, piselli, fegato, pane di segale).

Complicanze della cirrosi epatica

  • emorragia.
  • Infezione.
  • L'aspetto del tumore.
  • Insufficienza epatica

GRANDE INSUFFICIENZA EPATICA

La base è l'ingresso nel flusso sanguigno di grandi quantità di prodotti tossici del metabolismo proteico che non sono sufficientemente neutralizzati dal fegato (ammoniaca, fenolo, metionina, triptofano, indolo, skatol). Esistono due tipi di coma epatico:

  • Coma cellulare epatico (opzione più grave).
  • Porta forma cavale.

Il primo è associato alla necrosi progressiva delle cellule del fegato, mentre si formano ulteriori prodotti tossici, quindi la clinica più grave. Le forme porto-cavali si verificano in condizioni di un forte aumento della pressione nella vena porta - gli shunt si aprono, inizia lo spargimento di sangue, bypassando il fegato e le cellule del fegato soffrono. I segni clinici sono associati all'accumulo di prodotti cerebro-tossici nel sangue. L'equilibrio acido-alcalino è disturbato nel sangue, il rapporto tra acido lattico e acido piruvico è disturbato. Uno spostamento verso il lato acido porta all'acidosi intracellulare, che si manifesta con gonfiore del cervello e del fegato.

L'acidosi contribuisce anche all'ingresso di potassio e ipopotassiemia intracellulare. Si verifica iperaldosteronismo secondario, che aggrava ulteriormente l'ipopotassiemia. La microcircolazione è disturbata. Un danno al sistema nervoso centrale è associato a una violazione dello stato mentale: atti non motivati, aumento dell'adynamia, allucinazioni e delirio, uno stato psicotico, tremore degli arti, debolezza e malessere. Quindi si verificano crampi clinici, passando a singoli gruppi muscolari, nei casi più gravi: minzione involontaria, defecazione. Passaggio graduale al coma. L'ittero sta aumentando, la temperatura sta aumentando. La sindrome emorragica si unisce, il fegato spesso diminuisce di dimensioni (atrofia gialla del fegato), il prurito cutaneo scompare (cessazione della sintesi dell'acido biliare).

Epatico a chi provoca:

  • Sanguinamento dalle vene varicose dell'esofago (anemia, ipoproteinemia).
  • Assorbimento dei prodotti di decomposizione del sangue dall'intestino - l'intossicazione aumenta ancora di più.
  • Assunzione di farmaci, in particolare quelli epatotossici (barbiturici, gruppo morfina).
  • Infezione intercorrente.
  • Fatica.
  • Violazione della dieta (eccesso di proteine ​​- intossicazione da ammoniaca).
  • Chirurgia grave.
  • Consumo di alcool.
  • In coma, l'80% dei pazienti muore.

Eliminazione, se possibile, del fattore eziologico.
Dieta: tabella N 5 - eliminazione dei grassi indigeribili, una quantità sufficiente di vitamine del gruppo B, restrizione del sale. ragionevole restrizione proteica. Le proteine ​​sono limitate a un livello al quale non ci sono segni di encefalopatia a causa dell'intossicazione da ammoniaca.
Terapia sintomatica

  • Se predomina l'insufficienza epatica - glucosio, vitamine B, C, ecc., Sirepar.
  • Con ipertensione portale e ascite, saluretici in combinazione con verosperone, sostituti del plasma, ormoni anabolici, dieta priva di sale.
  • Con segni di colestasi - fenobarbital, colestiramina fino a 15 mg / die per bocca, vitamine A e D liposolubili, gluconato di calcio.
  • Per infezioni intercorrenti, antibiotici ad ampio spettro.

Prednisolone 20-30 mg / giorno, citostatici; imuran 50-100 mg / die, apoquenil, delagil Indicazioni:
a) fase acuta, fase attiva con segni di aumentata reattività immunologica
b) cirrosi biliare primaria.

Trattamento per insufficienza epatica

  • Dieta a basso contenuto proteico fino a 55 g / giorno.
  • Pulizia quotidiana dell'intestino con lassativi o clistere.
  • Inibizione della microflora intestinale: i farmaci vengono somministrati per via orale o attraverso un tubo: kanamicina solfato 0,5x2, ampicillina, tetraciclina 1 g / giorno,
  • Per migliorare la funzionalità epatica: cocarbossilasi 100 mg / die, soluzione di piridossina 5% 2,0, soluzione di cianocobalamina 0,01% 1,0, soluzione di acido ascorbico 5% 20,0, glucosio, preparati di potassio.
  • Per ripristinare l'equilibrio acido-base - bicarbonato di sodio al 4% p / p.
  • Panangin 30,0, prednisone 120-150 mg iv, flebo. Non puoi inserire morfina e diuretici.
  • Con agitazione psicomotoria: GABA 100 mg / kg di peso del paziente, aloperidolo, idrato di cloro nel clistere 1.0.
  • Per la neutralizzazione dell'ammoniaca: 1-arginina 25-75 g / die in soluzione di glucosio al 5%; acido glutammico 30-40 mg.
  • Levodopa 1-3 g / giorno.
  • Coenzima A 240 mg.
  • Acido A-lipoico 65 mg.