DTP e poliomielite: le vaccinazioni possono essere somministrate contemporaneamente

Una delle più importanti vaccinazioni infantili - DTP e poliomielite - provoca più timori ai genitori, perché sono pieni di insorgenza di reazioni avverse. Pertanto, la questione se sia possibile fare DTP e poliomielite contemporaneamente, solleva molte controversie..

Nonostante la massa di opinioni contrastanti sui vaccini, sono ancora considerati lo strumento più affidabile contro molte malattie gravi. Ciò è particolarmente vero ai nostri giorni, a causa delle mutazioni nei virus che possono dare un quadro clinico poco chiaro e rendere difficile la diagnosi.

Vaccinazione DTP

Decifrazione dell'abbreviazione: vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano. La vaccinazione viene eseguita tre volte:

  • a 3 mesi,
  • sei mesi,
  • tra un anno e mezzo.

A 7 e 14 anni, vengono inoculati solo contro la difterite e il tetano.

In caso di sospensione delle vaccinazioni per motivi medici, l'intervallo tra le prime due vaccinazioni è di 1,5 mesi e la rivaccinazione viene effettuata un anno dopo la prima vaccinazione.

Il vaccino DTP viene somministrato per via intramuscolare: fino a un anno e mezzo nella coscia, dopo - nella spalla.

complicazioni

Effetti ritardati pericolosi di DTP: ritardi nello sviluppo, disturbi nervosi. Con la manifestazione di reazioni patologiche come insufficienza delle braccia, delle gambe, dolori agli arti, è necessario chiamare immediatamente un medico!

Controindicazioni

La vaccinazione viene eseguita esclusivamente sullo sfondo di una salute completa. La somministrazione a bambini con disturbi neurologici, malattie del cuore, reni e altri organi interni, con malattie infettive è controindicata.

Vaccino polio

Ce ne sono di due tipi:

  • inattivato (per somministrazione sottocutanea),
  • orale (sepolto nella bocca di un bambino).

Il vaccino viene somministrato ai bambini in 3; 4 anni e mezzo e 6 mesi. La prima rivaccinazione - a 18 mesi, la seconda - a 20, la terza - a 14.

complicazioni

Nel caso di somministrazione sottocutanea, una reazione locale sotto forma di arrossamento e gonfiore. Non dura più di 48 ore.

  1. Linfonodi ingrossati.
  2. Prurito, orticaria.
  3. Shock anafilattico.
  4. L'edema di Quincke.
  5. Dolore muscolare.
  6. Iperattività, che a volte dura un paio di settimane dopo la vaccinazione.
  7. La temperatura aumenta. Normalmente, non dovrebbe superare i 38,5 e dura non più di un giorno. Per alleviare le condizioni del bambino, puoi dargli Nurofen o Panadol, se il termometro mostra sopra 38. Prima di ciò, se ti senti normale, non puoi buttare giù.

Controindicazioni

  • malattia infettiva acuta o recente;
  • qualsiasi processo infiammatorio nel corpo;
  • disturbi dell'immunità;
  • dentizione;
  • esaurimento.

È possibile eseguire DTP e poliomielite contemporaneamente?

Secondo il calendario delle vaccinazioni, i medici suggeriscono di fare DTP e poliomielite allo stesso tempo. Familiare con tutte le madri moderne, il pediatra E. Komarovsky sottolinea sempre l'importanza della vaccinazione. Considera obbligatorie queste vaccinazioni: sono in grado di salvare il bambino dalla morte o dalla disabilità. La DTP stimola la produzione di anticorpi contro la pertosse, la difterite e il tetano nei bambini. L'immunità avrà già familiarità con loro e se entrano nel corpo, li riconoscerà rapidamente e li distruggerà..

Se per qualche motivo i vaccini domestici causano preoccupazione, puoi rivolgerti alle loro controparti straniere.

Analoghi importati

I genitori che decidono di rifiutare le vaccinazioni domestiche sono interessati a: "Qual è il nome di un vaccino importato come il DTP?" Pentaxim e Prevar più spesso confusi (da infezione da pneumococco). I seguenti sono analoghi dei vaccini domestici.

Foto: vaccino Pentaxim

Un prerequisito è che il medico selezioni i vaccini individualmente quando i genitori decidono di dare la preferenza a controparti straniere, o il bambino ha ricevuto cure mediche fino a un anno, e ora un calendario di vaccinazione individuale è stato redatto per lui..

In quest'ultimo caso, sarebbe saggio utilizzare tali vaccini per "recuperare" il programma di vaccinazione dei bambini sani entro 2 anni.

  • Fanteria - per la prevenzione di pertosse, difterite, tetano. Si differenzia dal DTP in quanto non contiene cellule intere dell'agente patogeno della pertosse.
  • Infanrix Hexa - un vaccino multicomponente per pertosse, difterite, tetano, poliomielite, infezione emofila ed epatite B.
  • Pentaxim - vaccinazione contro pertosse, tetano, difterite, poliomielite e infezione emofila.

Come prevenire le complicanze

Le regole di preparazione elencate si applicano non solo ai vaccini in questione, ma in generale a qualsiasi vaccinazione.

  1. Se un bambino è stato recentemente ammalato, devono trascorrere almeno due settimane prima della vaccinazione.
  2. Per assicurarsi che tutto vada bene, il bambino deve donare sangue e urina nella clinica nel luogo di residenza o in un laboratorio privato, a discrezione dei genitori. In caso di sospetto di un processo infiammatorio nel corpo, la vaccinazione deve essere posticipata e un esame.
  3. Un pediatra dovrebbe esaminare immediatamente prima di vaccinare il bambino. Il medico controlla la gola, ascolta il cuore, i polmoni, esamina la pelle e interroga i genitori sulla salute del bambino.

Con eventuali cambiamenti nel benessere e nel comportamento del bambino, è meglio giocare sul sicuro e chiamare un medico.

Vaccinazioni DTP e poliomielite: "Non è possibile ottenere il vaccino", dove inserire la virgola?

Che iniezione, perché rischiare un bambino?

Vaccino adsorbito contro la pertosse-difterite-tetano - gratuito, secondo le politiche di assicurazione medica obbligatoria nelle istituzioni mediche russe, i bambini ricevono questo particolare farmaco.

DTP - il nome dalla nomenclatura internazionale riflette anche lo scopo del toxoid:

Sembra che queste terribili malattie dell'infanzia siano nel passato e non ci influenzeranno. Ma, sfortunatamente, le malattie non si estinguono come i mammut. Diventano solo più rari. Ma gli episodi sono registrati e questo non esclude il possibile sviluppo dell'epidemia.

Recentemente, i casi della malattia sono stati isolati in Russia - sono registrati da 1 a 20 all'anno. Il rischio reale di contrarre è noto per la pertosse, il numero di bambini colpiti varia da 2000 a 7000 all'anno.

Qualunque cosa sostengano i sostenitori e gli oppositori della somministrazione di vaccini per la pertosse adsorbita difterite-tetano e poliomielite, la domanda principale che i genitori devono affrontare è la scelta del male minore. E in questo caso, il pericolo derivante dal farmaco ricevuto nel corpo è più volte inferiore alle conseguenze delle infezioni.

Cambiamenti irreversibili della struttura del cervelloConvulsioni, encefalopatiaMorte

Se i genitori decidono di minimizzare le possibili conseguenze negative, è più razionale scegliere farmaci senza cellule (Pentaxim, Infarix). Differiscono dalle cellule intere (DTP, Tetracock) per una migliore tolleranza..

Quando e quante volte essere vaccinati?

La Russia ha un programma di vaccinazione approvato dal Ministero della Salute della Federazione Russa.

Per la prima volta, le vaccinazioni per bambini con DTP e poliomielite vengono eseguite a 3 mesi. Secondo il piano, le iniezioni di vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano e poliomielite vengono somministrate 3 volte durante il primo anno di vita:

  • a 3 mesi,
  • a 4,5 mesi,
  • a 6 mesi (la terza somministrazione di un vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano e polio completa la vaccinazione).

Alla prima e terza vaccinazione (a 3 e 6 mesi), DTP, poliomielite ed epatite vengono eseguite insieme.

Vaccini potenziatori

  • a 18 mesi - DTP,
  • 20 mesi - poliomielite,
  • a 7 anni - difterite e tetano (ADS-M),
  • 14 anni - uguale a 7 anni + poliomielite.

Gli adulti devono ricordare la prevenzione. Subiscono una rivaccinazione contro la difterite e il tetano con una frequenza di 10 anni (ADS-M).

Quale bambino è "adatto" per la vaccinazione

La regola di base è somministrare un vaccino a un bambino sano. La stretta aderenza ad esso minimizzerà la possibile reazione del bambino a DTP e poliomielite.
L'ispezione da parte di un pediatra è obbligatoria, senza questo, nessun policlinico o istituto medico privato farà un'iniezione.

Che "non va bene"

"Non adatto" per la somministrazione di bambini malsani tossici. Qui tutto è relativo. Controindicazioni per la vaccinazione DTP, l'epatite polio può essere severa (assoluta) e non severa, di solito temporanea (relativa).

Controindicazioni relative

  • Malattie croniche nella fase acuta. Non prima di un mese dopo la scomparsa di tutti i sintomi.
  • Malattie infettive. Per resistere al periodo da 1 settimana a 1 mese (come deciso dal medico) dal momento in cui i sintomi scompaiono.
  • Stress e infezioni in famiglia. Questi fattori peggiorano la reazione dopo aver ricevuto vaccini DTP e poliomielite..

Controindicazioni assolute

  • Grave reazione alla vaccinazione l'ultima volta (febbre superiore a 39,5 ° C o convulsioni).
  • Disordini neurologici.
  • Allergia ai vaccini.
  • Gravi disturbi dell'immunità congenita.
  • Tetano, pertosse, difterite. Se il bambino li ha già trasferiti, in questo caso non eseguono DTP, ma inseriscono DDS o DDS-m.

Ma cosa ne pensa il Dr. Komarovsky.

10 passi per la vaccinazione o cosa dovrebbe controllare un medico

  1. Temperatura.
  2. Gola.
  3. La condizione della pelle.
  4. Ascolta il cuore.
  5. Ascolta i polmoni.
  6. Tocca i linfonodi.
  7. Visualizza una scheda medica per controindicazioni.
  8. Visualizza i risultati di un esame del sangue generale.
  9. Visualizza i risultati del test delle urine.
  10. Prendi in considerazione la conclusione di un neurologo.

Quali possono essere le conseguenze dopo la vaccinazione?

Quasi un terzo dei bambini, in un modo o nell'altro, ha le conseguenze della vaccinazione con DTP e poliomielite.

È importante distinguere tra i concetti di "effetti collaterali" e "complicanze". Il primo passa in modo indipendente e il secondo provoca malattie.

Reazioni comuni dopo che il corpo riceve vaccini per DTP e poliomielite:

  • locale (arrossamento, gonfiore, ispessimento, indolenzimento);
  • generale (febbre, riduzione dell'appetito, malumore, letargia, nausea, vomito, sonnolenza, feci molli dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite).

La loro apparizione e scomparsa è una questione di diversi giorni..

Cosa dovrebbe avvisare i genitori della deformità del valgo dei piedi del bambino? A cosa portano i piedi a forma di X.?

Puoi valutare correttamente i risultati del test Mantoux a casa, puoi saperne di più qui.

Perché il bambino fa male, prude, arrossisce e gonfia l'occhio è descritto in questo materiale.

Cosa fare prima e dopo la vaccinazione?

Il rispetto delle raccomandazioni prima e dopo l'iniezione del farmaco ridurrà significativamente le conseguenze dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite.

  1. In 2-3 giorni, come indicato da un medico, somministrare un antistaminico.
  2. Se sono stati osservati febbre e crampi precedenti, somministrare analgesici-antipiretici prima dell'iniezione.

Dopo

  1. 2-3 giorni come indicato da un medico, prendere un antistaminico.
  2. Fino a 5 giorni, monitorare la temperatura.
  3. Non bagnare il sito di iniezione il giorno dell'iniezione.

La domanda seria è se camminare all'aria aperta per diversi giorni dopo la vaccinazione? Il mezzo d'oro del comportamento è essere all'aria aperta (se la temperatura per la vaccinazione con DTP e poliomielite non è aumentata), ma allo stesso tempo cercare di evitare il contatto con altre persone (l'immunità sarà debole per diversi giorni).

Reazioni normali e anormali

La vaccinazione è essenzialmente una microinfezione. Il fatto che la somministrazione di un vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano e poliomielite causi una risposta nell'organismo è del tutto normale.

La reazione dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite si manifesta sotto forma di effetti collaterali che passano senza lasciare traccia (ad esempio, diarrea dopo vaccinazione con DTP e poliomielite) - non è motivo di preoccupazione.

Si consiglia di essere in una struttura medica per un'ora dopo l'iniezione. Quindi, in caso di complicazioni, il bambino è garantito per fornire assistenza tempestiva. Questa regola deve essere osservata non solo alla prima vaccinazione, ma anche a quella successiva.

Conseguenze più gravi sotto forma di complicanze si verificano di solito sotto l'influenza delle cellule della tosse convulsa.

Complicanze dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite

  • allergie gravi, dermatite atopica, shock anafilattico, edema di Quincke (di solito si verificano entro mezz'ora),
  • ipertermia (fino a 39,5 ° С e superiori),
  • crampi a temperatura corporea normale,
  • diminuzione della pressione, che può portare a una scarsa afflusso di sangue a organi importanti,
  • Disturbi del sistema nervoso centrale.

Sia gli operatori sanitari che i genitori sono i responsabili.

Un'istituzione medica provoca complicazioni:
  • conservazione impropria di toxoid;
  • violazione della tecnica di somministrazione.
La colpa dei genitori è presente se, in relazione alla vaccinazione:
  • lo sfondo dell'infezione non è stato preso in considerazione;
  • le controindicazioni non sono state prese in considerazione;
  • le regole non sono state seguite.

Calore. Quando andare in panico?

Mantenere una temperatura elevata fino a 5 giorni dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite è un problema comune. Ma non ha motivo di farsi prendere dal panico.

Cosa devo fare se la temperatura aumenta dopo la somministrazione del vaccino?

Quei genitori che conoscono la risposta alla domanda su cosa fare dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite sanno in anticipo come comportarsi, agire in modo più calmo e più corretto.

5 regole di base relative alla temperatura dopo la vaccinazione

  1. Fino a 37,5-37,8 ° С non è necessario abbattere.
  2. Più vicino a 38 ° C (soprattutto prima di coricarsi) - dare supposte rettali.
  3. Sopra 38 ° C - antipiretico in forma liquida. Se il paracetamolo e l'ibuprofene non funzionano, somministrare nimesulide.
  4. Dai da bere. Più alte sono le letture sul termometro, più importante diventa l'uso di soluzioni di reidratazione (Regidron, Regidron Bio, Electrolyte, ecc.).
  5. Se le tue misure non hanno prodotto risultati o sono iniziate le convulsioni, devi chiamare un'ambulanza.

Questo articolo parla delle cause della febbre dopo la vaccinazione con DTP, dei commenti dei medici e delle recensioni dei genitori.

In conclusione

La vaccinazione adsorbita da pertosse-difterite-tetano e la poliomielite? Testimonianze e pratica medica confermano il suo possibile pericolo.

Ma vaccinare i bambini è l'unico modo affidabile per proteggersi dalle infezioni. L'uso attento e l'uso di analoghi importati minimizzerà i rischi.

AKDS e poliomielite allo stesso tempo

È possibile farlo allo stesso tempo?

DTP è un vaccino che protegge una persona dall'infezione da germi di pertosse, difterite e bacilli di tetano. Il prodotto contiene toxoidi e cellule di pertosse uccise.

La poliomielite è una malattia altamente contagiosa di natura infettiva che colpisce il canale spinale, causando la paralisi. Al fine di proteggere contro questa patologia, vengono utilizzati due tipi di vaccini: IPV e OPV. Il primo viene iniettato, il secondo è per via orale.

Difterite, pertosse, poliomielite e tetano sono difficili da tollerare, specialmente durante l'infanzia. Queste malattie possono portare a invalidità e morte, pertanto l'immunizzazione viene eseguita per prevenire l'infezione..

I tempi della vaccinazione contro queste quattro malattie pericolose vengono effettuati contemporaneamente. I medici raccomandano di somministrare contemporaneamente materiali antigenici. Questo approccio non aumenta la probabilità di reazioni avverse e complicanze. Il sistema immunitario riconosce immediatamente le sostanze estranee e inizia a combatterle attivamente, producendo anticorpi.

Gli specialisti citano i seguenti vantaggi di due vaccinazioni nello stesso giorno:

che fa risparmiare tempo. Non è necessario visitare la sala di trattamento due volte. Le procedure vengono eseguite in un giorno;
minimizzazione dello stress. La vaccinazione per un bambino è uno shock psico-emotivo. Lo stress indebolisce le difese del corpo

Pertanto, è importante proteggere il bambino da esperienze non necessarie. Ciò può essere ottenuto riducendo al minimo il numero di viaggi dal medico;
la reazione del corpo alla somministrazione simultanea di due farmaci sarà la stessa del caso delle procedure di iniezione in giorni diversi;
completamento della vaccinazione il più presto possibile

Questo proteggerà il bambino nei primi mesi della sua vita;
ridotto contatto con altri bambini in ospedale. Ciò riduce al minimo il rischio di infezione da patologie infettive e virali;
sicurezza. È stato scientificamente dimostrato che la somministrazione simultanea di diversi vaccini non dà più reazioni avverse, non riduce la qualità dell'immunità formata e non provoca la comparsa di problemi di salute. Su licenza, un nuovo vaccino viene testato per la compatibilità con altri materiali antigenici. DTP, OPV, IPV hanno dimostrato la loro efficacia e sicurezza nell'uso combinato.

Vaccino contro la poliomielite orale

Ma ci sono aspetti negativi di questo approccio. Se si verificano una reazione allergica o altri effetti collaterali, non determinerà quale vaccino abbia provocato una tale risposta del corpo (DTP o OPV (IPV)). Ciò creerà ulteriori problemi con la formazione di una protezione affidabile..

Un noto pediatra, Evgenij Komarovsky, rassicura i giovani genitori che le vaccinazioni contro la poliomielite, la difterite, il tetano e la pertosse somministrate nello stesso giorno non portano allo sviluppo di conseguenze negative. Sostiene la vaccinazione contro diverse patologie in un giorno. Ma il medico avverte che il bambino deve essere completamente sano.

In questi casi è inaccettabile vaccinare:

  • una malattia infettiva trasferita meno di un mese fa;
  • fase acuta del decorso della patologia cronica;
  • lo sviluppo di una risposta atipica alla vaccinazione contro la poliomielite o la DTP;
  • disturbi genetici del sistema immunitario;
  • il bambino è già malato di pertosse, difterite o poliomielite.

I bambini che sono indeboliti o predisposti a sviluppare gravi reazioni al vaccino devono assumere DTP e vaccino contro la poliomielite in giorni diversi..

Allo stesso tempo, il materiale antigenico viene iniettato con DTP e un farmaco anti-poliomielite per generare forze protettive contro l'epatite. I medici ritengono che queste tre vaccinazioni funzionino bene insieme e possano essere somministrate lo stesso giorno. La cosa principale è seguire le regole di preparazione e comportamento nel periodo post-vaccinazione.

Quali domande fanno spesso i genitori

Dopo aver analizzato i messaggi dei genitori interessati nei forum medici, nei portali, nei gruppi tematici dei social network, possiamo evidenziare alcune delle domande più popolari.

Prima di tutto, sono interessati a quanto duramente i bambini tollerano la vaccinazione. Sfortunatamente, è difficile prevedere la risposta del corpo a DTP e poliomielite. Abbastanza spesso, dopo la vaccinazione, i bambini dormono a lungo, sono capricciosi e irrequieti per diversi giorni. La temperatura sale a 38 gradi. Le eccezioni sono descritte sopra..

La seconda domanda più popolare è la necessità di vaccinazioni in quanto tali. Certo, sono necessari, soprattutto per malattie così gravi. Inizialmente, un'azienda farmaceutica che produceva farmaci costosi iniziò una campagna contro di loro. Questa è un'occasione per riflettere sulle fonti degli argomenti su cui si oppongono i vaccini. Inoltre, tutti noi nella nostra infanzia abbiamo ricevuto le iniezioni stabilite nel calendario e siamo abbastanza in salute..

Un altro punto interessante è la caratteristica comparativa delle iniezioni importate e domestiche. Gli stranieri, ovviamente, sono più facili da trasportare, hanno meno effetti collaterali. Ma l'immunizzazione da loro è peggio, perché il vaccino non ha un virus "selvaggio". La scelta dovrebbe essere fatta individualmente, dopo una consultazione obbligatoria con un medico.

Ogni anno ci sono notizie allarmanti sui bambini colpiti dalla vaccinazione a causa dell'incompetenza degli operatori sanitari. A questo proposito, i genitori sono alla ricerca di alternative

Per proteggere il tuo bambino dai rischi, è importante prestare attenzione ai seguenti punti

Conservazione di droghe e date di scadenza. I genitori hanno il diritto di familiarizzare con le condizioni di conservazione dei medicinali, ispezionare l'integrità della confezione, controllare la data di scadenza.
Sterilità. Anche la presenza e l'uso da parte degli operatori sanitari di guanti, salviette imbevute di alcol e siringhe sterili è soggetta al controllo parentale.
Dosaggio

Nel caso di un vaccino orale, è importante assicurarsi che non venga ricevuta più di una porzione. Altrimenti, ci sarà il rischio di complicazioni..

Come calmare un bambino dopo un'iniezione dolorosa? Dopo la procedura, è meglio dargli un capezzolo o bere da una bottiglia: il riflesso di suzione agisce in modo calmante. La cosa principale non è essere nervosi, poiché i bambini sentono l'umore dei loro genitori e si adattano ad esso.

E infine, la vaccinazione ti proteggerà dalla malattia del cento per cento? Purtroppo, nessuno darà una garanzia completa. Tutto ciò che può essere promesso sono complicazioni minime e un facile decorso della malattia in caso di infezione. Ma il fatto che la vaccinazione sia più sicura del rifiuto è un fatto provato dalla ricerca medica.

Vaccinazione DTP con poliomielite ed epatite contemporaneamente: controindicazioni

Controindicazioni alla vaccinazione con DTP, poliomielite, epatite si verificano a causa di un malfunzionamento del sistema nervoso.

Qualsiasi cambiamento nel cervello è una controindicazione anche al DTP, per non parlare della poliomielite.

Le controindicazioni all'uso dei vaccini sono disturbi neurologici, reazioni allergiche acute. Solo dopo il sollievo delle esacerbazioni è consentita la vaccinazione.

I bambini prematuri vengono vaccinati dopo un anno. La vaccinazione viene eseguita meglio a fine estate, in autunno, quando il numero di allergeni esterni nell'ambiente diminuisce. In pratica, gli specialisti ricevono una diminuzione del numero di reazioni post-vaccinazione nei soggetti allergici che non vengono vaccinati durante la fioritura del pioppo, la formazione attiva di polline di fiori.

In inverno, la vaccinazione è scomoda a causa di frequenti malattie infiammatorie del tratto respiratorio superiore nei bambini.

Per ridurre il numero di manifestazioni negative, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda un'iniezione nella parte anteriore, nella coscia, in cui i muscoli sono ben espressi. Nei bambini piccoli, questa opzione è impossibile a causa della debolezza della struttura muscolare del corpo.

Le inoculazioni con DTP, epatite, poliomielite, bacillo emofilico possono essere eseguite insieme, ma questo approccio crea un forte onere per il sistema immunitario. L'opzione è possibile solo per bambini sani..

Se non si osservano controindicazioni, il 30% di tutti i vaccinati ha effetti collaterali.

È necessario distinguere tra definizioni:

  1. Reazioni post-vaccinazione;
  2. Effetti collaterali;
  3. complicazioni.

Complicazioni compaiono sullo sfondo di malattie. Gli effetti collaterali si verificano con il decorso atipico di alcune reazioni - passano indipendentemente.

Reazioni post-vaccinazione - cambiamenti dovuti all'introduzione del vaccino. La combinazione di DTP, poliomielite ed epatite allo stesso tempo aumenta la probabilità di una reazione imprevista del corpo ad antigeni estranei.

Il gonfiore sigillante e doloroso nel sito di iniezione è in grado di risolversi autonomamente entro pochi giorni. Se durante questo intervallo i cambiamenti non scompaiono da soli, devono essere assunti farmaci antinfiammatori.

Per aumentare l'afflusso di sangue locale al fine di assorbire rapidamente i componenti del vaccino, è necessario assumere preparati vascolari.

Come aiutare un bambino dopo la vaccinazione

Cosa fare dopo la vaccinazione ai genitori per alleviare le condizioni del bambino? Per alleviare i sintomi spiacevoli, i genitori dovrebbero adottare le seguenti procedure:

  • fare un leggero massaggio;
  • applicare un impacco sul sito di iniezione;
  • spalmare con una crema speciale una zona della pelle dopo la vaccinazione.

Posso bagnare il vaccino? Nel primo giorno dopo l'introduzione del vaccino, è necessario evitare il contatto del sito di iniezione con acqua. Dopo questo periodo di tempo, il bambino può fare il bagno.

Esistono numerosi sintomi che possono verificarsi in un bambino dopo la vaccinazione. Al momento del loro aspetto, i genitori non dovrebbero preoccuparsi. Questi sono:

  • il bambino iniziò a zoppicare sulla gamba in cui era fatta l'iniezione;
  • leggero gonfiore nel sito di iniezione;
  • gonfiore dell'arto inferiore;
  • il verificarsi di un raffreddore;
  • tosse;
  • vomito
  • naso che cola dopo la vaccinazione;
  • diarrea.

Questi sintomi passano abbastanza rapidamente

È molto importante durante questo periodo monitorare attentamente il comportamento del bambino e segnalare al medico eventuali cambiamenti in peggio

Affinché il bambino si senta il più a suo agio possibile, i genitori dovrebbero aderire al programma di vaccinazione corretto. Sembra così:

  • 1 giorno dopo la nascita - epatite virale B;
  • 3 giorni di vita - BCG;
  • 1 mese - epatite virale B ripetutamente;
  • 2 mesi - Prevenar;
  • 3 mesi - DTP e poliomielite;
  • 4 mesi - DTP, poliomielite, Prevenar;
  • 6 mesi - DTP, poliomielite, epatite virale B;
  • 12 mesi - vaccinazione contro morbillo, rosolia, parotite.

Se aderisci a questo programma, non ci saranno problemi ad entrare in un istituto prescolare. Dopo tutto, i genitori che rifiutano la vaccinazione dai primi giorni di vita di un bambino in seguito iniziano a farsi prendere dal panico tutte le vaccinazioni contemporaneamente. Dopotutto, senza la loro presenza all'asilo non prendere.

Esistono diversi vaccini che non differiscono per il loro effetto sul corpo. Solo il nome e il produttore li distingue:

  1. DTP è fluido adsorbito tetano. Consiste in pertosse, pertosse, tetano e difterite uccisi. Controindicazioni da usare sono le malattie del sistema nervoso, così come i crampi a temperatura corporea elevata.
  2. Infanrix. La composizione è simile al DTP. È necessario astenersi dall'utilizzare questo vaccino per i bambini che hanno una maggiore sensibilità ai suoi componenti. Dopotutto, la loro concentrazione è più forte che nel DTP. Dopo la vaccinazione, il bambino può avvertire un leggero gonfiore delle gambe, malumore, il bambino piange costantemente, il suo appetito è ridotto.
  3. Infanrix Hexa. È un vaccino combinato di un produttore importato. Controindicazioni ed effetti collaterali sono simili a Infanrix..
  4. Pentaxim®. Non deve essere usato per convulsioni, reazioni allergiche al precedente vaccino, con esacerbazioni di malattie croniche.

Indipendentemente dal nome del vaccino e dal produttore, è necessario controllare le date di scadenza. Non dimenticare che sono gratuiti in tutte le istituzioni mediche.

Risposta DTP: locale e generale

Reazione locale al DTP:

  • Arrossamento dell'area di iniezione 2-8 cm;
  • Sigillo della pelle;
  • Dolore nel sito di iniezione.
  • Reazione generale:
  • Aumento della temperatura fino a 40 gradi;
  • Coagulazione del sangue;
  • Esacerbazione di malattie croniche.

I cambiamenti locali sono dovuti a un gran numero di antigeni della preparazione del vaccino, il contenuto di componenti ausiliari. Una quantità significativa di reazioni locali provoca idrossido di alluminio, che viene aggiunto per migliorare l'attività del sistema immunitario.

La massima gravità delle complicanze si osserva sullo sfondo della seconda vaccinazione, quando il corpo è sensibilizzato con antigeni di difterite, pertosse, tetano, poliomielite (se i vaccini vengono somministrati contemporaneamente).

Le reazioni gravi al DTP nei bambini non sono causate tanto da fattori organici quanto da fattori psicogeni. Spaventato da un'iniezione può far piangere a lungo un bambino. L'irritazione che dura per ore non è dovuta a cambiamenti morfologici. L'instabilità delle reazioni mentali nei bambini provoca cambiamenti imprevisti nella salute. Passano quando il bambino è distratto e si dimentica del trauma..

La corretta preparazione per la terapia vaccinale consente di ridurre la gravità delle reazioni post-vaccinazione al DTP..

Prima della procedura, è necessario assicurarsi che il paziente sia sano: superare i test clinici e di laboratorio, visitare un pediatra. Se stai pianificando una vaccinazione con DTP, poliomielite ed epatite insieme, dovresti visitare un neurologo per ottenere l'autorizzazione per la vaccinazione. Disturbi neurogeni - una controindicazione alla vaccinazione.

Cosa valuta il pediatra prima di impartire indicazioni per la vaccinazione:

  1. 1. Condizioni della pelle;
  2. 2. Valutazione della dimensione dei linfonodi;
  3. 3. Auscultatorio ascoltando il cuore;
  4. 4. Auscultazione dei polmoni.

Il pediatra esamina una scheda ambulatoriale per la presenza di infezioni croniche, malattie secondarie che possono peggiorare.

Si raccomanda ai bambini con tendenza alle allergie di usare antistaminici. Sono prescritti 2 giorni prima della vaccinazione e altri 3 giorni dopo la procedura.

Se il bambino ha una temperatura elevata (oltre 38 gradi), si consiglia di assumere farmaci antipiretici. Il più sicuro è considerato paracetamolo e ibufen.

Se ha una storia di convulsioni, si consiglia un anestetico prima di iniettare il vaccino..

Misure per prevenire reazioni negative al vaccino

Come il bambino riceverà la vaccinazione dipende dai seguenti fattori:

  • la sua preparazione;
  • seguendo le regole della vaccinazione;
  • adeguate condizioni di conservazione del vaccino.

I genitori di un piccolo paziente devono seguire le raccomandazioni generali relative a una combinazione di vaccinazioni DTP e contro la poliomielite.

Se il bambino è soggetto ad allergie, dovrebbe assumere antistaminici. Una persona allergica non deve ricevere Suprastin e Tavegil dopo la vaccinazione. Questi farmaci rendono più secche le mucose del rinofaringe, aumentando la probabilità di infezioni respiratorie acute e la temperatura. Quindi è meglio somministrare al bambino lo sciroppo contenente loratadina.

Prima di vaccinare un bambino, è necessario consultare uno specialista e misurare la temperatura. Puoi vaccinare solo un bambino sano.

Per rendere il bambino più facile da tollerare la vaccinazione, il suo intestino non dovrebbe essere caricato troppo pesantemente. Il bambino dovrebbe mangiare meno del solito un giorno prima della procedura. E un'ora prima della vaccinazione e subito dopo, non dovrebbe assolutamente mangiare.

Per evitare complicazioni, è necessario seguire alcune raccomandazioni.

Se il bambino non si è mai svuotato il giorno prima dell'intervento, non vale la pena vaccinarlo. Il suo intestino dovrebbe essere liberato usando un clistere.

Dopo la procedura, il bambino per due giorni non dovrebbe comunicare molto con le persone, specialmente con gli estranei, in modo da non contrarre alcuna infezione.

L'80% dei casi di gravi effetti collaterali e complicanze può essere notato durante i primi sessanta minuti dopo la procedura, quindi è necessario che il medico possa osservare il bambino per tutto questo tempo.

Se segui attentamente tutti questi suggerimenti, la probabilità che il bambino abbia complicazioni si riduce in modo significativo.

Vaccino polio

Esistono 2 tipi di vaccini:

Inoculare i bambini di 3, 4,5, 6 mesi. Il secondo vaccino viene eseguito a 18 mesi, quindi altre due iniezioni a 20 e 14.

Le complicazioni sono possibili con la somministrazione sottocutanea del farmaco, c'è un leggero gonfiore e arrossamento. La durata del trattamento supera le 48 ore.

  • I linfonodi aumentano di volume.
  • Cominciano orticaria o prurito.
  • Shock alfilattico.
  • L'edema di Quincke.
  • Il tessuto muscolare fa male.
  • L'eccitabilità aumenta, dura circa un mese dopo la vaccinazione..
  • Febbre. In condizioni normali non deve superare i 38,5 e rimanere più a lungo di un giorno. Nurofen aiuta a migliorare il benessere. Se il termometro è inferiore a 38 gradi e non ci sono complicazioni, è consentito non abbassare la temperatura.

Controindicazioni per la vaccinazione contro la poliomielite:

  • Malattia infettiva acuta e recente.
  • Varie infiammazioni nel corpo.
  • Problemi di immunità.
  • I denti sono tagliati.
  • Inizia l'esaurimento.

Come prevenire le complicanze

Foto: complicanza dopo la vaccinazione DTP

Le regole di preparazione elencate si applicano non solo ai vaccini in questione, ma in generale a qualsiasi vaccinazione.

Se un bambino è stato recentemente ammalato, devono trascorrere almeno due settimane prima della vaccinazione.
Per assicurarsi che tutto vada bene, il bambino deve donare sangue e urina nella clinica nel luogo di residenza o in un laboratorio privato, a discrezione dei genitori. In caso di sospetto di un processo infiammatorio nel corpo, la vaccinazione deve essere posticipata e un esame.
Immediatamente prima di vaccinare il bambino, un pediatra dovrebbe esaminare

Il medico controlla la gola, ascolta il cuore, i polmoni, esamina la pelle e interroga i genitori sulla salute del bambino. Importante! La responsabilità per la salute del bambino spetta ai genitori, quindi non dovrebbero nascondere nulla al medico. Se qualcosa preoccupa la mamma, anche se questa sembra una piccola sciocchezza, deve avvisare il medico.

Tre giorni prima e dopo la vaccinazione, è meglio che il bambino fornisca un antistaminico per prevenire le allergie

Inoltre, è necessario escludere i prodotti allergenici dalla dieta del bambino e non introdurre nuovi alimenti complementari..
È meglio portare il bambino in abiti di cotone per la vaccinazione in modo che nulla irriti, non schiacci la pelle nel sito di iniezione.

Quando posso fare una passeggiata e fare il bagno - una domanda che preoccupa la maggior parte delle madri dopo la vaccinazione
È meglio non fare il bagno o camminare con il bambino per tre giorni. E anche di non stare con lui in luoghi affollati.

Con eventuali cambiamenti nel benessere e nel comportamento del bambino, è meglio giocare sul sicuro e chiamare un medico.

Vaccino DTP (tossoide pertosse-difterite-tetano)

Tale vaccino è una misura preventiva per le forme gravi di pertosse, difterite e tetano. Queste sono malattie estremamente pericolose e il loro tasso di mortalità è piuttosto elevato..

  1. La difterite è una malattia acuta di natura infettiva che colpisce il tratto respiratorio superiore. Tale infezione diventa intossicazione e causa patologia del sistema nervoso, cardiovascolare, reni. Il metodo di trasmissione è in volo. A metà del secolo scorso, la difterite fu quasi sconfitta, ma l'abolizione della vaccinazione obbligatoria causò nuovi focolai di infezione..
  2. Il tetano colpisce il sistema nervoso. In casi complessi, porta ad arresto respiratorio e insufficienza cardiaca. Questa infezione penetra nel corpo umano attraverso ferite e tagli da terra, terra e sabbia. Focolai di tetano si verificano in genere in aree di disastro ed emergenza. In un'area ad alto rischio, i bambini che sono inclini a lesioni in qualsiasi circostanza.
  3. La pertosse è una malattia infettiva accompagnata da tosse prolungata. Il metodo di trasmissione è in volo. Molto pericoloso in tenera età, può causare arresto respiratorio. La malattia trasferita non forma l'immunità, ma facilita solo il decorso della reinfezione.

Secondo il calendario delle vaccinazioni approvato, la DTP viene eseguita in quattro fasi.

Il DTP viene somministrato per via intramuscolare per iniezione. Il programma di vaccinazione corrisponde rigorosamente all'età del bambino e si presenta così:

  • due o tre mesi;
  • da quattro a cinque mesi;
  • sei mesi;
  • un anno e sei mesi.

Questo set di quattro vaccinazioni DTP protegge il corpo dalle malattie. In futuro, viene effettuata la rivaccinazione (ri-vaccinazione, che supporta il sistema immunitario al livello richiesto di attività). Fallo all'età di 7 e 14 anni, poi ogni decennio.

Controindicazioni

Ci sono controindicazioni per DTP. Questi includono motivi che escludono qualsiasi vaccinazione: infezioni respiratorie acute e il periodo di recupero, una reazione allergica ai componenti del vaccino, immunodeficienza grave. Inoltre, la vaccinazione DTP non può essere eseguita con una patologia progressiva del sistema nervoso, convulsioni. In tali casi, la componente della pertosse è esclusa dal vaccino..

Effetti collaterali dopo DTP

Il verificarsi di lievi reazioni avverse è un segno positivo che indica la corretta formazione dell'immunità. Allo stesso tempo, l'assenza di tali fenomeni non significa violazioni e difetti nella formazione dell'immunità. Rossore e gonfiore possono verificarsi nel sito di iniezione del vaccino DTP..

La vaccinazione DTP può agire sulle condizioni generali del bambino come segue:

  • aumento della temperatura;
  • vomito
  • diarrea;
  • mancanza di appetito;
  • comportamento irrequieto;
  • letargia e sonnolenza.

Complicazioni dopo DTP

Quando viene somministrato un vaccino, sono possibili reazioni allergiche dall'orticaria semplice allo shock anafilattico. La causa delle complicanze può essere: preparazione impropria per la vaccinazione, quantità di sostanze reattive nel farmaco somministrato, nonché caratteristiche individuali del corpo.

La vaccinazione è possibile contemporaneamente?

DTP (il nome internazionale per il vaccino DTP) viene somministrato per proteggere il tuo bambino da tetano, difterite e tosse convulsa. Queste sono malattie contagiose, quindi i bambini spesso si infettano con loro e sono difficili da tollerare. La poliomielite porta spesso allo sviluppo di complicanze come la paralisi degli arti. La vaccinazione contro tali malattie è inclusa nel programma nazionale di vaccinazione. In Russia, i tempi dell'immunizzazione contro la poliomielite e la DTP sono gli stessi, quindi spesso vengono eseguiti contemporaneamente.

Molti genitori sono interessati a se tali vaccinazioni possono essere somministrate contemporaneamente, questa combinazione non sarà pericolosa per il bambino. Gli effetti collaterali della somministrazione congiunta di vaccino, DTP e poliomielite non si verificano più spesso che dopo un'immunizzazione separata. Se il bambino è stato adeguatamente preparato per il vaccino, il rischio di sviluppare conseguenze negative è notevolmente ridotto.

Il DTP viene utilizzato solo fino all'età di quattro anni, quindi viene utilizzato un vaccino importato chiamato Infanrix. Allo stesso tempo, viene somministrata la polio OPV orale o il vaccino inattivato per polio.

Il primo vaccino viene somministrato quando il bambino ha circa tre mesi. Il secondo viene effettuato in 4,5 mesi. La terza immunizzazione viene eseguita in sei mesi. La rivaccinazione viene eseguita un anno dopo l'ultima vaccinazione..

Controindicazioni

Prima di immunizzare un bambino, un pediatra dovrebbe esaminarlo attentamente. Solo dopo questo, il medico dà una direzione per la vaccinazione. Esistono controindicazioni temporanee per la vaccinazione. Questi includono:

  • esacerbazione del raffreddore;
  • periodo di riabilitazione dopo la malattia.

A causa dell'intolleranza ai componenti del farmaco, è necessario sostituire il vaccino con una formula leggera o analogo. Ad esempio, il componente della pertosse viene rimosso dal DTP e al posto del vaccino per la polio vivo viene utilizzato il vaccino inattivato per la polio..

Controindicazioni assolute per la vaccinazione DTP e poliomielite:

  • gravi malattie neurologiche;
  • immunodeficienza complicata;
  • gravi reazioni allergiche al vaccino;
  • complicanze dopo una precedente immunizzazione.

Vaccinazioni DTP

Spesso, i genitori del bambino hanno paura delle reazioni gravi, dell'impatto negativo dei vaccini e rifiutano indipendentemente le vaccinazioni. Tuttavia, non dimenticare che le malattie stesse sono molto peggio e più pericolose del farmaco..

Solo la vaccinazione fornisce immunità in grado di resistere a patologie mortali.

Il vaccino DTP (pertosse adsorbita difterite-tetano) protegge il corpo da tre malattie contemporaneamente. È costituito da cellule di pertosse intere inattivate, tossoidi di tetano e difterite, conservanti e assorbenti.

  • Pertosse. Un'infezione delle vie respiratorie di natura infettiva, accompagnata da tosse spasmodica parossistica. Inizialmente, il quadro clinico è simile alla bronchite. Il trattamento della tosse non dà risultati efficaci, gli attacchi stanno diventando più frequenti. Di notte, i sintomi si intensificano, possono causare arresto respiratorio. La complicazione è spesso la polmonite. Viene trasmesso da una persona malata a una persona sana a stretto contatto. Il microrganismo nell'ambiente si estende a 2,5 metri. Le complicazioni più pericolose per la salute e la vita si verificano in bambini di età inferiore ai due anni. Ecco perché la malattia è stata a lungo chiamata infanzia. La pertosse trasferita facilita il decorso della reinfezione, ma non fornisce un'immunità stabile. La vaccinazione crea una difesa immunitaria per 10 anni.
  • Difterite. Patologia infettiva che si verifica a seguito dell'introduzione di difterite bacillo nel corpo. Le tossine prodotte da esso causano infiammazione del cavo orale e del rinofaringe, patologia del sistema nervoso, cardiovascolare e dei reni. Sullo sfondo della malattia, si verifica un'intossicazione generale del corpo. I sintomi principali sono ipertermia, malessere, brividi. È trasmesso da goccioline trasportate dall'aria, ma la via di infezione da contatto con la famiglia non è esclusa. I bambini più sensibili. L'unico modo per prevenirlo è con un vaccino. Sebbene non sia una panacea, può proteggere una persona dallo sviluppo di forme pericolose della malattia.
  • Tetano. Grave patologia infettiva che colpisce il sistema nervoso e provoca la comparsa di crampi muscolari. Spesso porta alla morte. L'agente causale è il bastoncino di Clostridium tetani, che forma spore, vive in un ambiente senz'aria: terra, sabbia, terra, feci. L'infezione si verifica entrando nel corpo attraverso ferite, tagli, abrasioni. I bambini sono inclini a tali lesioni, quindi vengono regolarmente vaccinati all'età di 3 mesi. Il tetano trasferito non è in grado di sviluppare l'immunità. Vaccinazione di tetano di massa in caso di emergenza e disastro.

La caratteristica principale di tetano e difterite è lo sviluppo di malattie associate non ai virus stessi, ma alle loro tossine. L'obiettivo principale dell'immunizzazione è la formulazione dell'immunità anti-tossica.

Programma di vaccinazione

  • a 3 mesi;
  • a 4,5 mesi;
  • in sei mesi;
  • tra un anno e mezzo.

La rivaccinazione (mantenendo l'immunità al livello adeguato) viene effettuata a 7 e 14 anni. Avanti ogni 10 anni per tutta la vita.

Il DTP russo è usato per vaccinare i bambini di età inferiore ai 4 anni, dai 4 ai 6 anni - DTP (senza pertosse) e dopo 6 - DTP-M (in piccole dosi). I vaccini stranieri non sono interessati da questa limitazione..

Contemporaneamente alla DTP, è necessario essere vaccinati contro la poliomielite, l'infezione emofila e l'epatite B di 6 mesi.

Effetti collaterali e complicanze

Nel sito di iniezione compaiono condensazione, arrossamento della pelle, gonfiore e dolore. I sintomi di solito scompaiono dopo che il farmaco è completamente assorbito nel sangue..

Non è escluso che un aumento della temperatura corporea (entro 1-3 giorni dopo la vaccinazione), la comparsa di diarrea. Il bambino può provare sonnolenza eccessiva, apatia, perdita di appetito.

Il rischio di complicanze si verifica quando:

  • trasporto improprio;
  • violazione degli standard di conservazione delle fiale;
  • somministrazione impropria del vaccino;
  • intolleranza individuale ai componenti del farmaco;
  • presenza di malattie del sistema nervoso.

Molto spesso, le complicanze sono limitate agli effetti collaterali. Tuttavia, in rari casi, c'è una complessa reazione allergica del corpo, shock anafilattico.

Posso ottenere contemporaneamente vaccinazioni DTP contro la poliomielite?

I bambini hanno un'immunità immatura e quindi sono costantemente a rischio di soffrire dell'aggressione degli agenti infettivi. L'unico modo per formare una protezione affidabile contro i patogeni nei corpi dei piccoli pazienti è attraverso la vaccinazione di routine, che aiuta a prevenire le malattie più pericolose e persino fatali.

In effetti, la maggior parte delle vaccinazioni vengono somministrate proprio nei primi mesi di vita del bambino, introducendone alcune contemporaneamente. Questi vaccini includono DTP e poliomielite scandalosi. Tale misura è abbastanza sicura? In che modo un bambino tollera l'immunizzazione complessa e quali possono essere le conseguenze di tale procedura??

Vaccinazione immediata di DTP e poliomielite: esiste un pericolo?

Difterite, tetano e pertosse sono malattie infettive estremamente pericolose che sono difficili da tollerare e possono portare a conseguenze più spiacevoli e sono altamente letali. Ecco perché la DTP è inclusa nel calendario nazionale delle vaccinazioni come un modo efficace per prevenire queste malattie. Insieme ad esso, si raccomanda ai bambini di ricevere un vaccino anti-polio, che consente loro di creare una protezione dalla malattia, che si manifesta con la temperatura febbrile, la paralisi delle estremità e il loro accorciamento in futuro.

È possibile effettuare queste due vaccinazioni contemporaneamente? Una domanda simile interessa molti genitori premurosi, perché anche il più semplice mono-vaccino può provocare gravi complicazioni in un bambino. I medici sono rassicuranti al riguardo. Secondo gli studi, gli effetti collaterali della co-somministrazione di vaccini non aumentano rispetto ai casi in cui al paziente sono state somministrate immunizzazioni separate. Il rispetto di tutte le regole di vaccinazione, un esame approfondito del bambino il giorno della vaccinazione e un'adeguata preparazione della procedura contribuiscono a ridurre la probabilità di sviluppare reazioni avverse..

Durata della vaccinazione

Il primo vaccino viene somministrato ai bambini all'età di tre mesi. Secondo il piano, è combinato con l'introduzione di un vaccino inattivato per la poliomielite. In totale, durante i primi sei mesi, al bambino viene somministrata questa immunizzazione tre volte (3, 4,5, 6 mesi). L'intervallo tra le iniezioni deve essere di almeno 1-1,5 mesi.

Una parte importante della formazione della risposta immunitaria è la rivaccinazione tempestiva. Secondo il piano, inizia 12 mesi dopo la terza vaccinazione con DTP con poliomielite e, se osservato, ha la seguente forma:

  • 18 mesi - la prima rivaccinazione (sospensione adsorbita di pertosse-difterite-tetano);
  • 20 mesi - l'introduzione di una sospensione di poliomielite;
  • 6 anni - la seconda vaccinazione di richiamo contro il tetano e la difterite con soluzione ADS-M (esclusa la componente della pertosse);
  • 14 anni - 2a rivaccinazione, che consente di formare una protezione contro l'infezione da poliomielite.

Come vengono trasportati i vaccini dal bambino?

I pediatri avvertono che dopo la vaccinazione con DTP e poliomielite, si osserva abbastanza spesso la comparsa di reazioni avverse nel corpo che si verificano entro i primi due giorni dopo un'iniezione (temperatura, dolore nel sito di esposizione, malessere). I più reattivi a questo proposito sono gli antigeni della pertosse, pertanto si raccomanda spesso di essere esclusi dalla composizione delle sospensioni immunitarie.

Dopo la vaccinazione con il vaccino DTP in combinazione con la sospensione orale di poliomielite, nel bambino possono verificarsi diverse reazioni patologiche locali, in particolare:

  • arrossamento;
  • aumento della temperatura locale della pelle;
  • gonfiore dei tessuti molli;
  • la formazione di compattazione dolorosa, che normalmente scompare dopo 3-4 giorni.

Tra le reazioni generali del corpo del bambino dopo la vaccinazione, ci sono:

  • aumento della temperatura corporea fino a 38-39 0 С (meno spesso, un aumento della temperatura viene registrato fino a 40 0 ​​С e più);
  • perdita di appetito e ripetuto rifiuto di mangiare cibo;
  • sonnolenza, letargia, mancanza di interesse di un bambino per ciò che sta accadendo intorno a lui;
  • vomito occasionale e disturbo delle feci;
  • ansia e irritabilità eccessiva.

La febbre è il sintomo patologico più comune dopo la vaccinazione nei bambini piccoli. È una reazione del corpo all'introduzione di un gran numero di antigeni in esso ed è associato con l'inizio della produzione di anticorpi specifici per le infezioni nel sangue. Di norma, la temperatura elevata non dura più di cinque giorni e dopo che è trascorso il periodo di tempo specificato, si normalizza. Se la temperatura non torna alla normalità, ma, al contrario, continua ad aumentare, il bambino deve essere immediatamente mostrato al medico e scoprire i motivi dello sviluppo di un tale malessere.

Complicanze dopo la vaccinazione

Oltre agli effetti collaterali che si manifestano da soli, dopo la vaccinazione, possono essere diagnosticate complicanze che richiedono l'intervento immediato di specialisti qualificati. Tali reazioni sono incredibilmente rare, ma sono ancora presenti nella pratica pediatrica..

Quindi, dopo una vaccinazione DTP eseguita in associazione con OPV, possono verificarsi numerose conseguenze indesiderabili, tra cui:

  • sindrome convulsiva, che si verifica spesso su uno sfondo di febbre, ma può essere una manifestazione di una lesione del sistema nervoso centrale;
  • reazioni allergiche a DTP e poliomielite, manifestate da prurito ed eruzioni cutanee, nonché versioni sistemiche di ipersensibilità, in particolare angioedema e anafilassi;
  • encefalopatia - una grave violazione del funzionamento della parte centrale del sistema nervoso centrale e molteplici cambiamenti nel normale sviluppo del bambino.

È possibile prevenire le esacerbazioni in un bambino?

I cambiamenti nella salute generale dopo la vaccinazione possono essere prevenuti se vengono seguite tutte le raccomandazioni mediche e vengono rispettate le regole prescritte per la cura di un bambino vaccinato. Pertanto, prima della vaccinazione, è indispensabile sottoporsi a un esame dettagliato, misurare la temperatura corporea, escludere la presenza di fenomeni catarrali nel bambino e simili.

Se il paziente è soggetto a sviluppare allergie, molto probabilmente il pediatra consiglierà di somministrargli un antistaminico dopo l'iniezione. La claritina allo sciroppo è riconosciuta come la più efficace in questo caso, poiché non secca le mucose e non provoca l'attacco della flora patogena ad alta temperatura. È altamente indesiderabile somministrare a bambini allergici farmaci come Suprastin e Tavegil.

A volte, nel primo giorno dopo l'immunizzazione, la temperatura può salire a 40 ° C e oltre. Questa condizione patologica richiede una correzione medica. Se la temperatura aumenta e il bambino inizia a sentirsi male, allora deve ricevere un antipiretico, vale a dire Paracetamolo o Nurofen.

Al fine di non incontrare complicazioni, i medici consigliano di attenersi alle seguenti raccomandazioni:

  • Non puoi vaccinare un bambino sudato;
  • Prima della procedura, il paziente deve essere invitato a bere acqua;
  • non deve fare un'iniezione se il bambino alla vigilia non aveva una sedia;
  • un'ora prima della vaccinazione, è necessario rifiutare l'alimentazione;
  • al fine di evitare l'infezione da infezioni virali il giorno della vaccinazione, si consiglia di non visitare luoghi pubblici con il bambino.

Se tutto è fatto correttamente, allora c'è una reale opportunità per prevenire reazioni post-vaccinazione ed evitare lo sviluppo di complesse condizioni dolorose.

Quali domande fanno spesso i genitori

Cosa fare se la temperatura del bambino inizia ad aumentare dopo i vaccini DTP e OPV?

Se la temperatura non supera i 38 ° C, il bambino deve ricevere Paracetamolo in supposte o sciroppo di Panadol. Alle alte temperature, si raccomanda al paziente di assumere Nurofen o Ibuprofen. Se questi fondi non mostrano un'efficacia sufficiente, è consigliabile utilizzare Nimesulide per quanto riguarda la temperatura.

È possibile bagnare il sito di iniezione?

Il sito di iniezione non può essere bagnato solo il primo giorno dopo la manipolazione. Ciò è necessario per prevenire la penetrazione dell'infezione nella ferita. A partire dal secondo giorno dopo l'immunizzazione, il bambino può lavarsi le mani, fare il bagno e altre procedure idriche.

Quando dopo la vaccinazione puoi camminare per strada?

La vaccinazione non è un'indicazione per il rifiuto di camminare all'aria aperta. Dovresti astenersi dal visitare la strada solo se il bambino ha la febbre, sembra letargico o irritabile.

Quale dovrebbe essere l'azione se, dopo la vaccinazione, si osserva una reazione dolorosa nell'area della gamba con gonfiore?

Tali cambiamenti sono una normale risposta al vaccino DTP. Passano senza lasciare traccia 1-2 settimane dopo la comparsa e non è necessario prescrivere farmaci. In rari casi, la flora batterica si unisce al sito dell'edema e si sviluppa un ascesso purulento. Se si verificano tali sintomi, nonché l'aumento associato della temperatura, il bambino deve essere mostrato ai chirurghi.

Analoghi importati

Nonostante tutte le qualità positive delle droghe domestiche, le loro controparti straniere sono più sicure e ipoallergeniche. Tra i vaccini importati, i più popolari sono:

  • Pentaxim francese, che riduce significativamente il numero di vaccinazioni, in quanto contiene vaccini contro le principali infezioni (morbillo, tetano, poliomielite, bacillo emofilo, difterite);
  • il farmaco "Infanrix" di origine belga è un analogo di alta qualità del DTP che non contiene mertiolato, che è molto facilmente tollerato dall'organismo;
  • farmaco combinato dalla Francia Tetraxim - un'ottima alternativa a un vaccino adsorbito e OPV.

Ci sono delle controindicazioni

Se al pediatra viene diagnosticata la febbre, l'esacerbazione della diatesi e i disturbi catarrali, lo specialista decide di ritardare l'immunizzazione fino al recupero del paziente. Tra le controindicazioni assolute all'uso di preparati immunitari, ci sono:

  • allergia ai farmaci antibatterici;
  • la comparsa di reazioni avverse dopo la prima iniezione;
  • la presenza di intolleranza individuale ai componenti dei farmaci dal gruppo del vaccino;

La presenza di controindicazioni deve essere presa in considerazione prima di somministrare il vaccino. Ciò consentirà di evitare di aumentare la probabilità di reazioni patologiche e di impedire alle briciole di sviluppare complicazioni pericolose per il suo normale funzionamento.