Vaccinazioni DTP ed epatite in un vaccino

L'uso del DTP e dell'epatite in un singolo vaccino semplifica seguendo il piano di vaccinazione preventiva sviluppato dal Ministero della Salute della Federazione Russa. Implica la vaccinazione obbligatoria contro pertosse, tetano, difterite, poliomielite, epatite. Una piccola quantità di batteri che causano la malattia viene iniettata nel corpo per formare l'immunità..

Vaccino DTP (tossoide pertosse-difterite-tetano)

Il vaccino DTP prende il nome dalle prime lettere dei suoi componenti costitutivi: pertosse, difterite e tossoidi patogeni del tetano e ha lo scopo di prevenire malattie come la pertosse, la difterite e il tetano. Insieme a lei, in un'unica iniezione, viene vaccinata l'epatite, che protegge il fegato dalla malattia corrispondente, nonché dalla cirrosi o dal cancro. Come dimostra la pratica, è l'epatite DTP che spesso provoca conseguenze spiacevoli.

Molte persone affrontano un dilemma: vale la pena subire possibili complicazioni dalla vaccinazione? Si può rispondere in modo inequivocabile: se non ci sono controindicazioni mediche per la conduzione, è necessario farlo, poiché le complicazioni del farmaco sono rare e non pericolose come le conseguenze della malattia. Se il rischio di contrarre la pertosse o la difterite è trasmesso da goccioline trasportate dall'aria non è così grande, allora le possibilità di contrarre il tetano attraverso il contatto con il suolo o l'epatite B attraverso il sangue e le mucose sono molto maggiori, specialmente nel corpo di un bambino fragile.

La prima vaccinazione viene somministrata al bambino a tre mesi, la vaccinazione di richiamo a 4-5 mesi, la terza a sei mesi e l'ultima, la quarta a un anno e mezzo. La nuova vaccinazione è raccomandata all'età di 7 e 14 anni..

DTP simultaneo ed epatite inoculazione

Per maggiore comodità, i medici hanno combinato DTP ed epatite in un vaccino. Ciò non influisce sul rischio di conseguenze negative e sulla loro complessità..

La vaccinazione DTP e l'epatite vengono somministrate insieme nella stessa siringa. Un'iniezione viene posizionata sulla superficie della coscia o della spalla.

Di solito lo stesso giorno, ma nell'altra gamba, ai bambini fino a un anno viene somministrato un vaccino contro la poliomielite. Per i bambini di età superiore a un anno, il farmaco anti-poliomielite viene somministrato per via orale sotto forma di goccioline. La cartella clinica contiene dati sulla data di somministrazione del farmaco, nome, data di scadenza, luogo di fabbricazione, nonché la successiva reazione ad esso.

Preparazione alla vaccinazione

Al fine di evitare complicazioni, si raccomanda di prepararsi in anticipo alla vaccinazione. Devono essere seguite le seguenti regole:

  1. Per un paio di settimane, dovresti limitare la tua cerchia sociale, evitare una grande folla di persone al fine di ridurre il rischio di contrarre un'infezione.
  2. Se in precedenza si sono manifestate reazioni allergiche a qualcosa, quindi un paio di giorni prima della vaccinazione, si raccomanda la terapia antistaminica.
  3. Evita di mangiare troppo e non dovrebbe includere nuovi alimenti nella dieta.
  4. Fai esami del sangue e delle urine.
  5. Prima dell'iniezione, puoi dare un antipiretico, che ha anche un effetto analgesico..
  6. Il Dr. Komarovsky raccomanda per 3-4 giorni di interrompere l'assunzione di vitamina D e di riprenderla dopo 4-5 giorni.

Una condizione indispensabile è l'esame da parte di un pediatra che valuta lo stato di salute e decide sulla questione dell'ammissione. Se c'è il sospetto che il bambino stia per ammalarsi o che si ammali in un ambiente vicino, vale la pena rimandare la procedura.

Controindicazioni per la vaccinazione con DTP, contro la poliomielite e l'epatite

Controindicazioni alla vaccinazione sono:

  • febbre, tosse, secrezione e altri segni di raffreddore;
  • immunodeficienza;
  • lacrimazione eccessiva, ansia e altri malfunzionamenti del sistema nervoso;
  • esacerbazione di malattie croniche o allergiche;
  • la manifestazione di conseguenze negative da precedenti vaccinazioni;
  • mancanza di feci durante il giorno prima della vaccinazione;
  • meningite;
  • diatesi;
  • periodo di dentizione, accompagnato da un aumento della temperatura.

Effetti collaterali dopo DTP

Le conseguenze più frequenti e complesse sono causate dalla pertosse, piuttosto che dalla componente difterite, tetano o epatite. Per evitare effetti collaterali, i medici prescrivono spesso una composizione senza toxoid pertosse.

Tutti i fenomeni negativi hanno vari gradi di gravità. Normale è considerato un aumento della temperatura a 38 ° C, lacrimazione, arrossamento, dolore nell'area di iniezione, perdita di appetito. Tali sintomi si applicano ai polmoni. Di solito vanno via dopo 2-3 giorni, senza alcun intervento..

Se l'igiene non viene osservata al momento della procedura, possono formarsi pustole, che richiedono l'uso di antisettici o antibiotici.

Temperatura

Secondo le statistiche, insieme a pianto, ansia e irritabilità, il più delle volte dopo la vaccinazione, si nota un aumento della temperatura corporea. Ciò è dovuto al fatto che i batteri patogeni introdotti riducono l'immunità.

Come notato sopra, un aumento a 38 ° C è una normale reazione corporea al farmaco somministrato. Il limite inferiore, quando puoi iniziare a ridurre la temperatura, è a 38,5 ° C, così come l'insorgenza di febbre. In questo caso, somministrare al bambino farmaci contenenti paracetamolo.

Complicazioni dopo DTP

Il rischio di complicanze da moderate a gravi è minimo. Dr. E.O. Komarovsky definì la cifra una su un milione. Tuttavia, la possibilità della loro manifestazione non può essere completamente esclusa..

La gravità moderata include un aumento della temperatura a 39-40 ° C, la comparsa nel sito di iniezione di arrossamento con un diametro superiore a 8 cm o un ispessimento superiore a 5 cm, nonché l'insorgenza di feci molli, vomito.

Con tali sintomi, raccomandano l'uso di farmaci antipiretici - nurofen, cefecone, ecc., Pomate per alleviare l'edema - fenistil, troxevasin, ecc. Ma prima di tutto, dovresti vedere un dottore.

In rari casi, il corpo reagisce gravemente con convulsioni, orticaria, soffocamento, edema di Quincke.

Osservazione dopo la vaccinazione

Quasi sempre le reazioni negative sono annotate nella prima mezz'ora dopo la procedura. Pertanto, si consiglia di attendere questa volta in un istituto medico. A casa, un'attenzione speciale dovrebbe essere prestata alla temperatura corporea del bambino. Per l'inammissibilità del suo aumento si raccomanda:

  • mantenimento della temperatura ottimale nella stanza (non superiore a 20 ° C) e umidità (50-70%);
  • bere pesantemente;
  • restrizione alimentare;
  • passatempo tranquillo.

Se si verificano reazioni allergiche, deve essere assunto un antistaminico..

È possibile fare il bagno e camminare dopo la vaccinazione

"È possibile camminare dopo la vaccinazione?" - è la domanda più comune. I motivi per cui non è possibile camminare dopo la vaccinazione contro l'epatite e la DTP è un'immunità indebolita. Tuttavia, se durante il giorno, la temperatura è normale, quindi non escludere camminare per strada. Assicurati di vestirti in base al tempo, evitando il surriscaldamento o l'ipotermia, quindi si consiglia di fare una passeggiata in estate la sera e in inverno nel pomeriggio. Evita anche grandi folle: a causa dell'immunità indebolita, il rischio di contrarre un'infezione aumenta a volte.

Il tossoide della pertosse-difterite-tetano può provocare la comparsa di edema o gonfiore nel sito di iniezione, quindi è vietato massaggiare in questo giorno e un paio di giorni dopo.

I medici non raccomandano di fare il bagno, poiché esiste un alto rischio di prendere un raffreddore e la zona di iniezione non deve essere esposta ad altri effetti..

Compatibilità ai vaccini

Qualsiasi vaccinazione comporta l'introduzione nel corpo di batteri che trasportano il virus di una determinata malattia, a cui il vaccino sviluppa successivamente l'immunità. Possono coesistere abbastanza pacificamente. Pertanto, non vi sono divieti sull'uso simultaneo di vaccini..

Suggerimenti Komarovsky

Il pediatra popolare e rispettabile oggi, Evgeny Komarovsky, raccomanda inequivocabilmente la vaccinazione. Convalida la sua opinione con statistiche sulla mortalità trasportate da pertosse, difterite, tetano.

Allo stesso tempo, concorda sul fatto che questo vaccino è il più difficile per i bambini, vale a dire la sua componente antitosse, che tutti hanno il diritto di rifiutare, ma solo se raggiungono l'età di 4-5 anni, quando il rischio di contrarre questa infezione è ridotto al minimo.

Komarovsky si riferisce alla singola condizione più importante per l'uso di un vaccino adsorbito contro la pertosse, la difterite, il tetano e l'epatite B: questa è la salute assoluta della persona che viene vaccinata. A suo avviso, gli effetti collaterali si manifestano esclusivamente a causa dello stato di salute del bambino e non della qualità del farmaco somministrato.

Video sulla vaccinazione del bambino

Essere vaccinati o no è una questione individuale. Pesando tutte le opinioni, i contro e i vantaggi, ciascuno per sé prende una decisione finale, la cui correttezza sarà verificata solo in tempo. Per una piena comprensione del significato della vaccinazione, nonché delle sue conseguenze, guarda il video:

Salute e fegato

Combinazione di vaccinazione: DTP, epatite B, poliomielite. È possibile allo stesso tempo?

Nei primi mesi e anni della vita di un bambino, si verifica la maggior parte delle vaccinazioni. Molti genitori sono preoccupati per la domanda: "Sono così tanti vaccini sicuri e possono essere somministrati contemporaneamente?" Per rispondere a questa domanda, è necessario capire perché è necessaria l'immunizzazione, come prepararsi alla vaccinazione e quali di essi possono essere combinati.

Quando nasce un bambino, la sua immunità è passiva. L'allattamento al seno, una corretta alimentazione, l'indurimento possono rafforzare le difese naturali del bambino. E per l'acquisizione dell'immunità attiva, ci sono vaccinazioni.

Negli ultimi anni, sempre più genitori si rifiutano di vaccinare i bambini, temendo che le vaccinazioni causino complicazioni e compromettano la salute dei bambini. Ma vale la pena notare che le malattie stesse sono molto peggio e più pericolose dell'effetto del farmaco. Complicazioni gravi sono casi eccezionali che esagerano notevolmente. Il rispetto delle regole e delle condizioni della vaccinazione può ridurre al minimo gli effetti collaterali. E fornisce anche al bambino l'immunità per resistere a malattie gravi.

Preparazione alla vaccinazione

La sicurezza e l'efficacia della vaccinazione dipendono non solo dalla qualità del vaccino, ma anche dalla corretta preparazione per esso. È obbligatorio un esame preliminare da parte di un pediatra, che valuterà le condizioni fisiche del bambino e la prontezza alla vaccinazione. È importante che non vi siano persone malate nell'ambiente del bambino, poiché l'immunità dopo la vaccinazione sarà indebolita.

Se il piccolo paziente è soggetto a reazioni allergiche o alla presenza di malattie croniche, è necessario consultare uno specialista che può prescrivere un programma di vaccinazione individuale.

Prima della vaccinazione, vale anche la pena condurre test di laboratorio sul sangue e sulle urine del bambino. Non è auspicabile introdurre nuovi prodotti pochi giorni prima della data prevista per l'immunizzazione.

Osservazione dopo la vaccinazione

Dopo la vaccinazione, le seguenti reazioni sono considerate normali in un bambino: sonnolenza, debolezza, un leggero aumento della temperatura. I medici raccomandano di somministrare un antipiretico già a 37,5 ° C.

Complicazioni gravi sono rare. Anche se la prima vaccinazione è andata senza problemi, ciò non significa affatto che non sia necessario controllare la reazione alle seguenti vaccinazioni. Quando le condizioni del bambino sono preoccupanti, ad esempio, la temperatura è aumentata notevolmente, informi immediatamente il medico.

Vaccino DTP (tossoide pertosse-difterite-tetano)

Tale vaccino è una misura preventiva per le forme gravi di pertosse, difterite e tetano. Queste sono malattie estremamente pericolose e il loro tasso di mortalità è piuttosto elevato..

  1. La difterite è una malattia acuta di natura infettiva che colpisce il tratto respiratorio superiore. Tale infezione diventa intossicazione e causa patologia del sistema nervoso, cardiovascolare, reni. Il metodo di trasmissione è in volo. A metà del secolo scorso, la difterite fu quasi sconfitta, ma l'abolizione della vaccinazione obbligatoria causò nuovi focolai di infezione..
  2. Il tetano colpisce il sistema nervoso. In casi complessi, porta ad arresto respiratorio e insufficienza cardiaca. Questa infezione penetra nel corpo umano attraverso ferite e tagli da terra, terra e sabbia. Focolai di tetano si verificano in genere in aree di disastro ed emergenza. In un'area ad alto rischio, i bambini che sono inclini a lesioni in qualsiasi circostanza.
  3. La pertosse è una malattia infettiva accompagnata da tosse prolungata. Il metodo di trasmissione è in volo. Molto pericoloso in tenera età, può causare arresto respiratorio. La malattia trasferita non forma l'immunità, ma facilita solo il decorso della reinfezione.

Secondo il calendario delle vaccinazioni approvato, la DTP viene eseguita in quattro fasi.

Il DTP viene somministrato per via intramuscolare per iniezione. Il programma di vaccinazione corrisponde rigorosamente all'età del bambino e si presenta così:

  • due o tre mesi;
  • da quattro a cinque mesi;
  • sei mesi;
  • un anno e sei mesi.

Questo set di quattro vaccinazioni DTP protegge il corpo dalle malattie. In futuro, viene effettuata la rivaccinazione (ri-vaccinazione, che supporta il sistema immunitario al livello richiesto di attività). Fallo all'età di 7 e 14 anni, poi ogni decennio.

Controindicazioni

Ci sono controindicazioni per DTP. Questi includono motivi che escludono qualsiasi vaccinazione: infezioni respiratorie acute e il periodo di recupero, una reazione allergica ai componenti del vaccino, immunodeficienza grave. Inoltre, la vaccinazione DTP non può essere eseguita con una patologia progressiva del sistema nervoso, convulsioni. In tali casi, la componente della pertosse è esclusa dal vaccino..

Effetti collaterali dopo DTP

Il verificarsi di lievi reazioni avverse è un segno positivo che indica la corretta formazione dell'immunità. Allo stesso tempo, l'assenza di tali fenomeni non significa violazioni e difetti nella formazione dell'immunità. Rossore e gonfiore possono verificarsi nel sito di iniezione del vaccino DTP..

La vaccinazione DTP può agire sulle condizioni generali del bambino come segue:

  • aumento della temperatura;
  • vomito
  • diarrea;
  • mancanza di appetito;
  • comportamento irrequieto;
  • letargia e sonnolenza.

Complicazioni dopo DTP

Quando viene somministrato un vaccino, sono possibili reazioni allergiche dall'orticaria semplice allo shock anafilattico. La causa delle complicanze può essere: preparazione impropria per la vaccinazione, quantità di sostanze reattive nel farmaco somministrato, nonché caratteristiche individuali del corpo.

Vaccino polio

Questa malattia virale è estremamente pericolosa. La poliomielite colpisce il midollo spinale e può portare alla paralisi. Trasmesso attraverso acqua, cibo e mani sporche. Il recupero completo si osserva solo nel 30% dei pazienti, il 10% della poliomielite è fatale. In altri casi, il paziente affronta la disabilità.

La vaccinazione viene effettuata da due tipi di vaccino antipolio: uso orale vivo (OPV) e inattivato (IPV).

In questo caso, il vaccino è una goccia che viene iniettata nella bocca. Il vaccino viene somministrato a tre, quattro e mezzo e sei mesi secondo il programma approvato. La rivaccinazione deve essere effettuata a 18 e 20 mesi, nonché a 14 anni.

Dopo la somministrazione del farmaco, non si può nutrire il bambino o dargli acqua. In caso di vomito dopo la vaccinazione, viene nuovamente gocciolato.

Controindicazioni per OPV

Se il bambino ha immunodeficienza o è in contatto con il corriere di tale malattia, il vaccino viene sostituito con uno inattivato. Anche la rivaccinazione è inaccettabile in caso di formazione di problemi neurologici sullo sfondo di un vaccino contro la poliomielite.

Inoltre, la vaccinazione contro la poliomielite non deve essere eseguita se il paziente è allergico ai componenti del farmaco.

Reazioni avverse OPV

Il 5% dei pazienti ha diarrea o una reazione allergica. Ma di norma, tali effetti collaterali scompaiono rapidamente e non richiedono terapia farmacologica.

In casi eccezionali, il vaccino può causare infezione da polio..

Quando si utilizza un tale vaccino contro la polio, vengono eseguite due vaccinazioni con un intervallo di un mese e mezzo. L'età minima del paziente è di due mesi. La rivaccinazione viene eseguita un anno e cinque anni dopo l'ultima vaccinazione. Una preparazione di poliomielite viene somministrata sotto la pelle o per via intramuscolare.

Controindicazioni ed effetti collaterali dell'IPV

La vaccinazione contro la poliomielite è vietata nei casi standard di infezioni respiratorie acute e nel periodo di recupero, allergie ai componenti.

Un vaccino inattivato per polio non può causare infezione da polio. Di norma, tale procedura non ha conseguenze. A volte possono verificarsi una lieve reazione locale, una leggera febbre, malessere e scarso appetito. Questi effetti collaterali scompaiono rapidamente e non richiedono alcun trattamento..

Vaccino contro l'epatite B.

L'epatite B è una malattia pericolosa che colpisce il fegato e il tratto biliare. Tale malattia porta ad un aumentato rischio di cirrosi e cancro al fegato. Metodo di trasmissione - attraverso il sangue.

La vaccinazione può essere effettuata secondo diversi schemi:

  1. Classico Neonato - primo mese - sesto mese.
  2. Accelerata. Neonato - primo mese - secondo mese - anno.
  3. Emergenza. Neonato - settimo giorno - ventunesimo giorno - anno.

Il primo schema è considerato ottimale. Un secondo sistema di vaccinazione contro l'epatite viene utilizzato se il bambino ha un rischio di infezione. Il terzo programma viene utilizzato in casi di emergenza, ad esempio, se è necessario un intervento chirurgico urgente.

Se il programma di vaccinazione contro l'epatite è stato seguito con precisione, il corpo sarà protetto dalla malattia per 22 anni.

Controindicazioni per la vaccinazione contro l'epatite

Non puoi essere vaccinato se il paziente è allergico al lievito di birra, alla diatesi, alle infezioni respiratorie acute, alla meningite, alle malattie autoimmuni. Inoltre, la vaccinazione non viene eseguita quando la precedente vaccinazione ha causato una forte reazione.

Effetti collaterali del vaccino contro l'epatite

Soprattutto il vaccino contro l'epatite è facile da tollerare. In alcuni casi, possono verificarsi effetti collaterali considerati normali. Questi includono:

  • Rossore o densità del tessuto nel sito di iniezione.
  • Aumento della temperatura.
  • Debolezza, malessere.
  • Mal di testa.
  • Diarrea.
  • Prurito o arrossamento della pelle.
  • Complicanze del vaccino contro l'epatite

Un tale vaccino raramente causa complicazioni. Secondo le statistiche, solo un bambino su 100.000 può ricevere un fenomeno, come ad esempio:

  • orticaria;
  • eruzione cutanea;
  • esacerbazione di una reazione allergica;
  • shock anafilattico;
  • eritema nodoso.

Compatibilità ai vaccini

Spesso le vaccinazioni contro l'epatite, la poliomielite e la DTP vengono somministrate lo stesso giorno. Questa combinazione è assolutamente sicura ed efficace. In questo caso, non si osserva un aumento delle reazioni avverse e l'effetto immunologico con l'introduzione di vaccini per diverse malattie in un giorno sarà simile all'uso separato dei farmaci. DTP ed epatite possono essere somministrati insieme nella stessa siringa.

Posso mettere insieme i vaccini DTP, poliomielite ed epatite?

La DTP e la poliomielite possono essere eseguite contemporaneamente sullo sfondo della piena salute del bambino. In assenza di allergie, disturbi neurologici, una vaccinazione combinata evita un'iniezione aggiuntiva, che riduce l'effetto traumatico sul corpo del bambino.

Per alcuni preparati vaccinali contenenti antigene della pertosse (DTP russo (NPO Microgen), Tetrakok) si sviluppano reazioni post-vaccinazione pronunciate. il vaccino AKDS e la poliomielite sono meglio tollerati quando si sceglie "Infanrix" come profilassi di pertosse, difterite, tetano.

Gli antigeni del bacillo della pertosse inattivato colpiscono il cervello, non solo attraverso il contatto diretto, ma anche attraverso le risposte immunitarie. La pratica dimostra che l'immunizzazione tempestiva contro le infezioni (può essere associata a epatite e poliomielite) può proteggere il cervello dal bacillo della pertosse.

In pratica, si verificano reazioni post-vaccinazione, ma non sono espresse.

DTP e polio allo stesso tempo - è possibile farlo

La vaccinazione deve essere considerata come microinfezione. Gli antigeni di microrganismi estranei entrano nel corpo, ma la loro attività è troppo bassa per danneggiare seriamente.

Nei bambini con l'uso di DTP e poliomielite, sono possibili contemporaneamente reazioni allergiche a causa di una temporanea riduzione dell'attività dell'immunità. Di solito, dopo alcuni giorni, i cambiamenti scompaiono da soli. I genitori devono solo monitorare le condizioni del bambino e condurre un trattamento sintomatico.

Quando la temperatura sale sopra i 38 gradi - candele con paracetamolo o sciroppo di ibufen. Le manifestazioni allergiche richiedono antistaminici.

Un vaccino contro la poliomielite è raramente accompagnato da gravi reazioni post-vaccinazione. Il pericolo principale è la componente della pertosse. Spesso si verifica un'eruzione cutanea. Nei bambini con maggiore sensibilizzazione, è probabile la formazione dell'edema di Quincke.

Le statistiche mostrano che Infanrix è facilmente tollerabile. Si osservano reazioni violente quando si utilizza il DTP russo. Complicanze post-vaccinazione moderate osservate a Tetracock.

Una controindicazione al fatto che la somministrazione di DTP e poliomielite mostra contemporaneamente un indebolimento dell'immunità, malattie secondarie. Si consiglia ai bambini indeboliti di fare l'ADS. L'esclusione della componente della pertosse riduce significativamente il carico sul sistema immunitario.

Risposta DTP: locale e generale

Reazione locale al DTP:

  • Arrossamento dell'area di iniezione 2-8 cm;
  • Sigillo della pelle;
  • Dolore nel sito di iniezione.
  • Reazione generale:
  • Aumento della temperatura fino a 40 gradi;
  • Coagulazione del sangue;
  • Esacerbazione di malattie croniche.

I cambiamenti locali sono dovuti a un gran numero di antigeni della preparazione del vaccino, il contenuto di componenti ausiliari. Una quantità significativa di reazioni locali provoca idrossido di alluminio, che viene aggiunto per migliorare l'attività del sistema immunitario.

La massima gravità delle complicanze si osserva sullo sfondo della seconda vaccinazione, quando il corpo è sensibilizzato con antigeni di difterite, pertosse, tetano, poliomielite (se i vaccini vengono somministrati contemporaneamente).

Le reazioni gravi al DTP nei bambini non sono causate tanto da fattori organici quanto da fattori psicogeni. Spaventato da un'iniezione può far piangere a lungo un bambino. L'irritazione che dura per ore non è dovuta a cambiamenti morfologici. L'instabilità delle reazioni mentali nei bambini provoca cambiamenti imprevisti nella salute. Passano quando il bambino è distratto e si dimentica del trauma..

La corretta preparazione per la terapia vaccinale consente di ridurre la gravità delle reazioni post-vaccinazione al DTP..

Prima della procedura, è necessario assicurarsi che il paziente sia sano: superare i test clinici e di laboratorio, visitare un pediatra. Se stai pianificando una vaccinazione con DTP, poliomielite ed epatite insieme, dovresti visitare un neurologo per ottenere l'autorizzazione per la vaccinazione. Disturbi neurogeni - una controindicazione alla vaccinazione.

Cosa valuta il pediatra prima di impartire indicazioni per la vaccinazione:

  1. 1. Condizioni della pelle;
  2. 2. Valutazione della dimensione dei linfonodi;
  3. 3. Auscultatorio ascoltando il cuore;
  4. 4. Auscultazione dei polmoni.

Il pediatra esamina una scheda ambulatoriale per la presenza di infezioni croniche, malattie secondarie che possono peggiorare.

Si raccomanda ai bambini con tendenza alle allergie di usare antistaminici. Sono prescritti 2 giorni prima della vaccinazione e altri 3 giorni dopo la procedura.

Se il bambino ha una temperatura elevata (oltre 38 gradi), si consiglia di assumere farmaci antipiretici. Il più sicuro è considerato paracetamolo e ibufen.

Se ha una storia di convulsioni, si consiglia un anestetico prima di iniettare il vaccino..

Vaccinazione DTP, poliomielite ed epatite insieme

Le complicanze sono ancora più osservate nei bambini quando vaccinate con DTP, poliomielite ed epatite insieme. La quantità di antigeni estranei nel sangue aumenta significativamente durante questa iniezione, il che porta a reazioni impreviste. Le seguenti complicanze si formano sul vaccino:

  1. Diminuzione della pressione sanguigna - raffreddamento delle estremità, pallore della pelle, grave debolezza;
  2. Dermatite atopica grave, edema di Quincke, shock anafilattico 30 minuti dopo la vaccinazione;
  3. Crampi a temperatura normale;
  4. Disturbi neurologici del sistema nervoso centrale.

Dopo la vaccinazione, è importante rimanere in un istituto medico per 1 ora al fine di prevenire i cambiamenti allergici acuti. Complicanze e reazioni alla somministrazione di vaccini DTP si osservano dopo la seconda o la terza vaccinazione. Quando gli antigeni vengono introdotti per la prima volta, il corpo non ha anticorpi per combattere i componenti introdotti. Di conseguenza, si verificano solo manifestazioni locali..

L'epatite e la poliomielite quando somministrate insieme non causano gravi reazioni post-vaccinazione. Le principali complicanze associate al vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano appaiono dovute alla presenza di componenti della pertosse.

Le complicanze dopo la vaccinazione con un vaccino adsorbito sono basse in Russia. Cambiamenti in 1-2 pazienti vaccinati per 100 mila abitanti.

Ricorda che l'infezione da pertosse, difterite, tetano è molto più pericolosa per la salute umana rispetto ai cambiamenti generali e locali durante la vaccinazione..

Vaccinazione DTP con poliomielite ed epatite contemporaneamente: controindicazioni

Controindicazioni alla vaccinazione con DTP, poliomielite, epatite si verificano a causa di un malfunzionamento del sistema nervoso.

Qualsiasi cambiamento nel cervello è una controindicazione anche al DTP, per non parlare della poliomielite.

Le controindicazioni all'uso dei vaccini sono disturbi neurologici, reazioni allergiche acute. Solo dopo il sollievo delle esacerbazioni è consentita la vaccinazione.

I bambini prematuri vengono vaccinati dopo un anno. La vaccinazione viene eseguita meglio a fine estate, in autunno, quando il numero di allergeni esterni nell'ambiente diminuisce. In pratica, gli specialisti ricevono una diminuzione del numero di reazioni post-vaccinazione nei soggetti allergici che non vengono vaccinati durante la fioritura del pioppo, la formazione attiva di polline di fiori.

In inverno, la vaccinazione è scomoda a causa di frequenti malattie infiammatorie del tratto respiratorio superiore nei bambini.

Per ridurre il numero di manifestazioni negative, l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda un'iniezione nella parte anteriore, nella coscia, in cui i muscoli sono ben espressi. Nei bambini piccoli, questa opzione è impossibile a causa della debolezza della struttura muscolare del corpo.

Le inoculazioni con DTP, epatite, poliomielite, bacillo emofilico possono essere eseguite insieme, ma questo approccio crea un forte onere per il sistema immunitario. L'opzione è possibile solo per bambini sani..

Se non si osservano controindicazioni, il 30% di tutti i vaccinati ha effetti collaterali.

È necessario distinguere tra definizioni:

  1. Reazioni post-vaccinazione;
  2. Effetti collaterali;
  3. complicazioni.

Complicazioni compaiono sullo sfondo di malattie. Gli effetti collaterali si verificano con il decorso atipico di alcune reazioni - passano indipendentemente.

Reazioni post-vaccinazione - cambiamenti dovuti all'introduzione del vaccino. La combinazione di DTP, poliomielite ed epatite allo stesso tempo aumenta la probabilità di una reazione imprevista del corpo ad antigeni estranei.

Il gonfiore sigillante e doloroso nel sito di iniezione è in grado di risolversi autonomamente entro pochi giorni. Se durante questo intervallo i cambiamenti non scompaiono da soli, devono essere assunti farmaci antinfiammatori.

Per aumentare l'afflusso di sangue locale al fine di assorbire rapidamente i componenti del vaccino, è necessario assumere preparati vascolari.

Vaccino DTP universale più epatite

Il vaccino è una moderna e, a volte, l'unica misura preventiva che salva da malattie pericolose e fatali, che contiene anticorpi contro l'agente causale della malattia o lo stesso provocatore della malattia attenuato. Particolarmente pericolosi prima dell'invenzione del vaccino erano la difterite, la pertosse, l'epatite B, il tetano, le varietà di poliomielite, ma con l'avvento della vaccinazione la malattia è stata parzialmente controllata. Tuttavia, una minaccia per ogni individuo e per l'intera società, in particolare, può essere rifiutata solo dalla vaccinazione e dalla propaganda che prendono tale decisione, creando le condizioni ideali per una nuova circolazione, apparentemente già sconfitta, di malattie pericolose.

La condizione principale per l'utilizzo del vaccino è la mancanza di intolleranza ai componenti del farmaco somministrato, quindi è necessario essere esaminati prima di assumere il vaccino. In particolare, è importante la normale temperatura corporea, che indubbiamente indica la salute del vaccinato..

Cos'è il vaccino DTP??

La vaccinazione DTP è un vaccino complesso contenente cellule di pertosse, difterite e tetano precedentemente uccise. Il dosaggio delle sostanze è idealmente misurato e pesato, e certamente corrisponde anche all'età del bambino e al calendario delle vaccinazioni.

Disponibile in fiale trasparenti con una serie unica e una marcatura che attesta questo. Il farmaco necessita di condizioni speciali di trasporto e conservazione, se non vengono rispettati, il colore del vaccino cambia, un precipitato flocculante insolubile può essere presente nell'ampolla e tali vaccinazioni non devono mai essere utilizzate.

Il vaccino DTP più comunemente usato è Infanrix..

Effetti collaterali

Non sempre la presenza di una reazione avversa costituisce una minaccia per la vita del bambino ed è un fenomeno terribile. Molto spesso, se il bambino non ha segni davvero minacciosi, non puoi preoccuparti, questo è un sintomo della formazione dell'immunità. Tuttavia, quando si osserva la reazione, è ancora possibile consultare un pediatra invitandolo a un esame. Gli effetti più comuni sono:

  • arrossamento, dolore e gonfiore nel sito di iniezione, inoltre, queste reazioni passano con il completo assorbimento di sostanze nel sangue;
  • la temperatura aumenta leggermente (minimo - 1 giorno, massimo - 3);
  • letargia, sonnolenza;
  • feci molli (giorno o due);
  • rifiuto parziale del cibo (giustificato se la temperatura è alta).

Ecco perché, al fine di prevenire il verificarsi di una reazione avversa, i medici raccomandano di passare mezz'ora dopo un'iniezione diretta nel territorio dell'istituto medico e all'arrivo a casa immediatamente (o, eventualmente, lo stesso giorno, ma un po 'più tardi) assumere un farmaco antipiretico e antistaminico nel dosaggio appropriato.

complicazioni

Ci sono vere leggende sulle complicazioni che il vaccino DTP può avere, che rendono le madri particolarmente impressionabili rifiutare il vaccino. In effetti, ci sono complicazioni dal vaccino e da qualsiasi farmaco e si verificano se:

  • conservazione e trasporto impropri di fiale;
  • vaccinazione impropria;
  • sensibilità personale o intolleranza al corpo;
  • la presenza di malattie del sistema nervoso.

Tuttavia, nel 95% dei casi di vaccinazione, le complicanze sono limitate a un effetto collaterale sotto forma di reazione nel sito di iniezione con gonfiore e arrossamento, talvolta accompagnato da febbre.

Le reazioni peggiori sono gravi allergie o shock anafilattico..

Come viene somministrata la vaccinazione??

Si raccomanda di somministrare il vaccino nella parte anteriore della coscia e secondo il programma:

Una deviazione dal programma è accettabile, ma quattro singole vaccinazioni fino a 2 anni proteggeranno in modo affidabile il bambino da malattie pericolose. Successivamente, la rivaccinazione è richiesta a 7, 14 anni e dopo i decenni successivi.

Vaccino contro l'epatite B.

L'epatite è un'infiammazione del fegato, spesso di natura virale. L'Organizzazione mondiale della sanità raccomanda vivamente la vaccinazione contro questa malattia, poiché il numero di decessi è registrato a livello di tubercolosi, HIV o malaria.

Il vaccino contro l'epatite B è un farmaco iniettabile che contiene una proteina contro il virus dell'epatite B, a cui, in effetti, viene generata l'immunità dopo una somministrazione di tre volte.

Le iniezioni più comunemente usate sono Angerix B o Euwax..

Come viene prodotto il vaccino??

Cominciano a vaccinare anche in ospedale (puoi rifiutare completamente la prima vaccinazione, nessuno ha il diritto di costringerli a essere somministrati ai neonati), dopo un mese e 5 mesi la vaccinazione viene ripetuta. Viene fatta un'iniezione al bambino nella superficie anteriore della coscia, gli adulti possono essere introdotti nel muscolo deltoide, che si trova nella spalla.

I vaccini contro l'epatite B non hanno complicazioni pronunciate e gravi.

Vaccinazione contro la poliomielite

La poliomielite - un'infezione virale che colpisce il tratto gastrointestinale, è terribile per la sua complicazione sotto forma di paralisi.

Il vaccino contro la polio ha due opzioni:

  • OPV è un vaccino orale disponibile sotto forma di gocce e contiene un virus della polio vivo;
  • IPV - un vaccino per uso intramuscolare con virus della polio neutralizzato.

Come viene somministrato il vaccino??

Si raccomanda di utilizzare l'IPV nelle prime 3 vaccinazioni e per i successivi OPV. Puoi effettuare la vaccinazione contro la poliomielite in qualsiasi momento quando esiste una minaccia di infezione, un'epidemia, nonché quando si registra un bambino all'asilo.

Le vaccinazioni possono essere combinate?

La combinazione delle vaccinazioni di cui sopra non è solo ammissibile, ma a volte anche necessaria. Ciò è confermato dal moderno vaccino combinato Infanrix Hexa. Si tratta di vaccinazioni complesse per l'istituzione dell'immunità, che combina le cellule neutralizzate degli agenti causali di pertosse, difterite, tetano, epatite B e tre tipi di poliomielite.

È prescritto in caso di vaccinazione del bambino prima di sei mesi o dopo aver ricevuto il farmaco in ospedale per la sua somministrazione ripetuta fino all'età di uno. La convenienza di questo farmaco è giustamente apprezzata, perché il bambino deve solo essere iniettato per via intramuscolare con una sola iniezione anziché 3 al giorno.

Come viene somministrata la vaccinazione??

Utilizzando le vaccinazioni Infanrix Hex, è necessario inserire l'ago in profondità nel muscolo per prevenire la somministrazione sottocutanea. Si consiglia di somministrare Infanrix Hex tre volte, che è raccomandato a 3,4 e 5 mesi, è possibile discutere delle deviazioni dal programma con il pediatra se non è possibile seguire rigorosamente il calendario.

Quando non puoi essere vaccinato?

È vietato utilizzare i vaccini nei casi in cui ci sono:

  • malattie del sistema nervoso;
  • la temperatura non aumenta nemmeno in modo significativo;
  • ARVI (il vaccino è raccomandato un mese o due dopo il recupero);
  • spasmi
  • infiammazione nel corpo;
  • allergia al lievito.

Se il bambino non ha avuto le feci un giorno prima del vaccino proposto, è anche meglio rimandarlo in modo da non provocare lo sviluppo di una reazione avversa (soprattutto per quanto riguarda DTP e poliomielite).

Le vaccinazioni non sono consentite per gli adulti in casi simili, inoltre il divieto si applica alle donne in gravidanza e alle donne in allattamento.

Gli articoli e le recensioni del nostro sito sono di natura consultiva e informativa. Per l'applicazione di tutti i metodi di trattamento e prevenzione, è necessario consultare il proprio medico!

  • Sei tormentato da una sensazione di pesantezza e dolore sordo nella parte destra...
  • E l'alitosi non aggiunge fiducia...
  • E in qualche modo è un peccato se il tuo fegato causa ancora problemi digestivi...
  • Inoltre, i farmaci raccomandati dai medici sono in qualche modo inefficaci nel tuo caso...

Esiste un rimedio efficace per le malattie del fegato... Segui il link e scopri come Olga Krichevskaya ha guarito e pulito il fegato in 2 settimane!

Bubo-Kok - un vaccino per pertosse, difterite, tetano ed epatite B

Ci sono alcuni risultati in ogni campo della medicina che aiutano le persone da decenni. Ma in questo settore c'è qualcosa per cui lottare, quindi tutto ciò che è nuovo non dovrebbe essere facile da accontentare, ma anche essere il più comodo possibile per una persona. Ad esempio, l'immunologia viene costantemente migliorata. L'obiettivo di questo ramo della medicina è rendere la vaccinazione non solo sicura ed efficace, ma anche ottimale. È importante che il numero di vaccinazioni non aumenti e che le malattie contro le quali vengono vaccinate diminuiscano ogni anno. Un altro punto importante è la riduzione del numero di iniezioni. Come si può davvero ottenere questo risultato? - combinazione di vaccini, quando in un giorno un'iniezione può prevenire tre o quattro malattie.

Uno di questi vaccini è il vaccino Bubo-Kok. Cos'è questo farmaco? Perché è stato rilasciato questo vaccino multicomponente? Quali malattie protegge contro? Scopriamolo.

Cos'è il vaccino Bubo-Kok?

Breve descrizione “Bubo-Kok” è un'iniezione multicomponente per sviluppare l'immunità contro quattro malattie infettive acute che danneggiano quasi tutti i sistemi del corpo. Il vaccino Bubo-Kok è presentato sotto forma di sospensione in fiale di massa omogenea; è consentita la separazione in una parte superiore trasparente e un precipitato leggero.

La composizione di "Bubo-Kok" è la seguente:

  • HbsAg - antigene contro l'epatite virale B alla dose di 5 mg;
  • 10 miliardi di cellule di microbi pertosse;
  • 15 unità di tossoide difterico;
  • 5 unità di tossoide tetano;
  • inoltre, ogni sospensione contiene uno stabilizzatore.

Da cosa protegge Bubo-Kok? Il vaccino è stato creato per aiutare a sviluppare l'immunità contro la pertosse, la difterite, il tetano e una delle lesioni virali più pericolose del fegato - l'epatite B. Questo vaccino è il modo migliore per proteggere contemporaneamente da quattro malattie. Di solito, l'epatite B viene vaccinata separatamente. Ma il vaccino Bubo-Kok è stato progettato per ottimizzare il calendario e ridurre il numero di visite a una struttura sanitaria per l'immunizzazione.

Un altro punto importante che poche persone conoscono: proteggendo dall'epatite B, Bubo-Kok protegge una persona dall'epatite D. Queste due malattie si accompagnano quasi sempre a vicenda e quest'ultima non si sviluppa senza la prima. Pertanto, possiamo tranquillamente affermare che il vaccino Bubo-Kok è un componente di cinque componenti.

Bubo-Kok - di chi è la produzione? Il vaccino è prodotto dalla società russa Kombiotekh, che ha sviluppato più di un farmaco per migliorare la salute. Tale misura preventiva è apparsa sul mercato russo relativamente di recente, quindi le recensioni al riguardo sono ambigue.

Descrizione delle istruzioni per l'uso

Il produttore raccomanda di utilizzare il vaccino Bubo-Kok se il programma di vaccinazione è stato violato e la vaccinazione contro l'epatite B non è stata effettuata in tempo. Le istruzioni per il vaccino Bubo-Kok indicano che questo vaccino non deve essere somministrato prima dei tre mesi di età. Anche ai bambini di età superiore ai quattro anni è vietato prescrivere e applicare questo vaccino..

Programma di vaccinazione

Sono vaccinati tre volte a partire da tre mesi di vita di un bambino. Gli intervalli tra le iniezioni sono diversi:

  • la prima vaccinazione dovrebbe essere fatta in tre mesi;
  • il secondo in 4,5–5 mesi;
  • prossimo a 6 mesi.

Non sono ammessi intervalli di vaccinazione ridotti.

Dove ottengono il vaccino Bubo-Kok? Il vaccino è destinato alla somministrazione intramuscolare. L'immunoprofilassi viene effettuata introducendo 0,5 ml del farmaco nella coscia anteroposteriore o nel quadrante esterno superiore del gluteo.

Pochi mesi dopo, per consolidare l'effetto dopo la vaccinazione, è necessario vaccinare nuovamente "Bubo-Kok". Viene eseguito nel periodo da 12 a 18 mesi.

Il vaccino Bubo-Kok è sensibile ai cambiamenti ambientali, quindi, dopo l'apertura, la fiala viene distrutta.

Complicanze ed effetti collaterali

In alcuni casi, è possibile che si sviluppi una reazione alla vaccinazione con il vaccino Bubo-Kok, che è più probabile che accada se non vengono seguite le norme di sicurezza e le misure preventive. Ci possono essere varie reazioni all'introduzione del farmaco "Bubo-Kok".

  1. La temperatura aumenta dopo la vaccinazione con Bubo-Kok. Quanto aumenta dipende dal sistema immunitario del bambino. La temperatura corporea aumenta in alcuni casi a 39 ° C.
  2. Anche il sistema nervoso del bambino reagisce. Si sviluppa un malessere, debolezza, sonnolenza possono essere.
  3. Gonfiore, arrossamento a volte appare nel sito di iniezione.
  4. Reazioni allergiche sotto forma di orticaria, edema di Quincke.
  5. Complicazioni "Bubo-Kok" - crampi e dolore nel sito di iniezione.

Con lo sviluppo di gravi complicanze (marcato aumento della temperatura corporea, comparsa di edema di Quincke, convulsioni prolungate), è importante consultare immediatamente un medico. In condizioni acute, è necessario chiamare un'ambulanza. Se c'è stata una reazione alla prima vaccinazione con Bubo-Kok, dovresti parlare con il tuo medico della necessità di sostituire il farmaco con un altro.

Se gli effetti collaterali del vaccino Bubo-Kok si sono sviluppati e hanno disturbato il bambino per più di un giorno, chiamare un medico per prescrivere la terapia sintomatica.

L'immunoprofilassi durante lo sviluppo di malattie respiratorie acute non è mostrata. In quali altri casi non è possibile utilizzare il farmaco "Bubo-Kok"?

  1. Se si è verificata una reazione allergica a un precedente vaccino o a uno dei componenti della sostanza.
  2. Non è raccomandato l'uso di "Bubo-Kok" nello sviluppo di gravi malattie progressive del sistema nervoso.
  3. Una delle controindicazioni alla vaccinazione è l'esacerbazione delle malattie croniche.

Spesso, prima dell'introduzione di tale immunoprofilassi, il medico stesso decide se è indicata la vaccinazione - questo dipende dalle condizioni generali del bambino e dai dati delle analisi.

Analoghi di "Bubo-Kok"

Con lo sviluppo della reazione alla precedente somministrazione del vaccino Bubo-Kok, si possono usare i suoi analoghi.

Ma non esiste un vaccino domestico esattamente con questa composizione e i farmaci stranieri sono integrati con una protezione contro altre malattie. Ricordiamo che il vaccino Bubo-Kok è diretto contro la pertosse, la difterite, il tetano e l'epatite B, quindi i seguenti farmaci sono i più vicini.

  1. Vaccino DTP domestico - nessuna protezione contro l'epatite B..
  2. Infanrix è un analogo importato di DTP, che inoltre non ha protezione contro l'epatite B..
  3. "Infanrix Hexa" - inoltre c'è protezione contro bacillo emofilico e poliomielite.
  4. "Tetraxim" - non c'è protezione contro l'epatite B, ma poi c'è la poliomielite.

Precauzioni di sicurezza per la vaccinazione

  1. Prestare attenzione alla fiala: non dovrebbero esserci crepe o altri danni all'integrità della nave.
  2. L'etichetta del vaccino Bubo-Kok deve leggere chiaramente la data di scadenza della sostanza e le sue condizioni di conservazione..
  3. Agitare il vaccino prima dell'uso fino a formare una massa omogenea. Non dovrebbero rimanere sedimenti, macchie colorate o scaglie.

Il produttore del vaccino Bubo-Kok raccomanda di controllare personalmente le fiale prima della vaccinazione: ciò contribuirà ad evitare complicazioni indesiderate dopo la vaccinazione. In alcuni casi, gli effetti collaterali della vaccinazione non sono associati alla reazione del corpo all'introduzione di una nuova sostanza, ma all'introduzione di un farmaco di scarsa qualità o alla violazione della tecnica di immunizzazione.

Come ridurre le complicanze

Questa domanda preoccupa ogni genitore che si prende cura dello stato di salute del bambino e vuole effettuare l'immunizzazione in tempo secondo il calendario. Se ci sono anche le complicazioni più minime sull'introduzione di un farmaco, il bambino non vuole reintrodurre la stessa sostanza. Cosa fare prima della vaccinazione con Bubo-Kok? È importante comportarsi correttamente prima della vaccinazione e dopo questa spiacevole procedura.

  1. La probabilità di sviluppare una spiacevole reazione al vaccino Bubo-Kok diminuirà se, prima di somministrare la sostanza, non solo si visita un medico, ma supera anche i test generali preliminari. Ciò determinerà se il bambino è sano..
  2. Prima dell'introduzione del vaccino Bubo-Kok, monitorare attentamente il lavoro dell'infermiera e chiedere che venga mostrato il farmaco, valutare l'aspetto e il contenuto della fiala.
  3. Pochi giorni prima di visitare la clinica non introdurre nuovi alimenti nella dieta del bambino per evitare una falsa reazione allergica. Non è inoltre necessario farlo entro 4-5 giorni dall'immunizzazione..
  4. Per evitare la probabilità di infezione prima e dopo il vaccino, non visitare luoghi affollati. Le conseguenze dell'iniezione di Bubo-Kok saranno ridotte al minimo se l'immunoprofilassi viene eseguita durante i giorni e le ore di un "bambino sano" (ogni clinica ha un programma) - durante questo periodo, il medico ha meno bambini malati.
  5. Non bagnare il sito di iniezione per un giorno dopo l'iniezione.
  6. Dopo l'introduzione di "Bubo-Kok" per 30 minuti, rimanere sotto la supervisione di un operatore sanitario - con lo sviluppo di gravi complicazioni verrà fornita assistenza tempestiva.

È importante ricordare che quasi tutti gli agenti profilattici contenenti cellule anti-pertosse non sono facilmente tollerabili. Pertanto, è meglio discutere con il medico in anticipo la nomina di mezzi per alleviare le condizioni del bambino.

In conclusione, notiamo che il farmaco "Bubo-Kok" nel mercato medico dal 2010. Nonostante una piccola esperienza in medicina, può competere con molti mezzi di prevenzione stranieri. Il basso costo del vaccino, lievi effetti collaterali e tempi ottimali di vaccinazione aiutano a semplificare il programma di vaccinazione e i bambini si sentono meglio.

Akds ed epatite in un vaccino: elenco di vaccini approvati

Il nome del vaccino DTP è inteso come il vaccino toxoid con patogeni pertosse-difterite-tetano. DTP ed epatite nello stesso vaccino hanno trovato il loro uso comune in medicina, il che rende più facile la vaccinazione per la prevenzione.

Il processo di vaccinazione è l'introduzione di un piccolo numero di batteri che provocano lo sviluppo di una forma lieve di malattie come la pertosse, il tetano, la difterite, la poliomielite, l'epatite, che porta all'ulteriore formazione di immunità nell'uomo.

La vaccinazione DTP viene effettuata contro malattie come la tosse convulsa (una malattia causata da un'infezione accompagnata da una forte tosse persistente), la difterite (una malattia infettiva acuta che colpisce il tratto respiratorio superiore), il tetano (una malattia infettiva che ha un forte effetto negativo sul sistema nervoso).

Di norma, il processo di vaccinazione si verifica durante l'infanzia. In assenza di controindicazioni, il vaccino viene somministrato in quattro fasi: una volta effettuata un'iniezione durante i primi tre mesi di vita, la seconda e la terza procedura vengono eseguite all'età di quattro, cinque e sei mesi e l'ultima viene eseguita in un anno e mezzo.

Si raccomanda un'ulteriore vaccinazione per i bambini di sette anni e gli adolescenti di quattordici anni.

Qualsiasi vaccinazione ha le sue possibili conseguenze, complicanze e reazioni avverse. Per evitare tutto ciò, è necessario preparare il corpo in anticipo.

Le principali regole preparatorie per i medici includono:

  1. Alcune settimane prima della vaccinazione, si raccomanda di ridurre al minimo il contatto con le persone circostanti. Vale la pena annullare le visite ai principali centri commerciali e di intrattenimento al fine di escludere la possibilità di contrarre infezioni e virus. Tuttavia, le passeggiate all'aperto dovrebbero essere presenti tutti i giorni..
  2. Nel caso in cui fosse stata precedentemente osservata un'allergia, è necessario eseguire un trattamento antistaminico due o tre giorni prima del vaccino contro la pertosse, la difterite e i patogeni del tetano.
  3. Attento controllo della dieta, che esclude l'introduzione di nuovi prodotti. È importante assicurarsi che il bambino non mangi troppo.
  4. Prelevare campioni di urina e sangue in laboratorio per l'esame.
  5. Utilizzare immediatamente prima di un'iniezione di un farmaco antipiretico, che ha anche un effetto analgesico.
  6. Alcuni esperti raccomandano di interrompere l'uso della vitamina D in un giorno o due. La sua successiva ammissione è consentita solo dopo una settimana con il permesso del pediatra.
  7. Rispettare il regime alimentare.
  8. Si raccomanda di non nutrire il bambino un'ora e mezza prima e dopo la vaccinazione..

Oltre al pediatra locale, si consiglia di mostrare il bambino a un neurologo.

Prima della vaccinazione con DTP, è necessario visitare un medico locale che deve condurre un esame approfondito del bambino, valutare lo stato di salute. In caso di sospetti e dubbi, i medici consigliano di posticipare la vaccinazione per evitare gravi conseguenze.

Prima della vaccinazione, vale la pena valutare non solo le condizioni fisiche del bambino, ma anche tutti i membri della famiglia, poiché il sistema immunitario si indebolirà dopo l'iniezione. I batteri in eccesso non ne trarranno beneficio.

Co-vaccinazione contro epatite e DTP

Data la consapevolezza delle possibili conseguenze, i genitori nutrono dubbi sulla necessità di questa procedura. In assenza di controindicazioni, si raccomanda al bambino di essere vaccinato contro queste malattie. Ciò è sostenuto dal fatto che gli effetti collaterali della procedura sono registrati molto raramente in medicina e non sono gravi in ​​contrasto con le conseguenze delle malattie stesse. Oggi è difficile prendere la pertosse o la difterite, mentre il tetano e le malattie del fegato del gruppo B colpiscono il corpo del bambino molto più spesso attraverso le mucose o il sangue durante una partita trascurata.

Per comodità della vaccinazione, oltre a ridurre lo stress nel bambino, gli scienziati hanno sviluppato un vaccino che combina epatite e DTP in un'unica iniezione, che viene posizionato per via intramuscolare (sulla spalla o sulla coscia). È severamente vietato effettuare un'iniezione nel tessuto adiposo.

La combinazione di DTP ed epatite non aumenta le possibilità di sviluppare patologie aggiuntive, né influisce sulla complessità delle conseguenze. È importante che un tale tandem sia mostrato immediatamente ai bambini neonati. Nel caso in cui il bambino abbia bisogno di un intervento chirurgico, la vaccinazione si verifica una settimana dopo la nascita, tre settimane e un anno dopo.

Controindicazioni per la co-vaccinazione contro l'epatite e la DTP

  • febbre;
  • manifestazione di tosse;
  • storia di convulsioni;
  • la presenza di congestione del seno nasale e nasale;
  • sistema immunitario indebolito;
  • disfunzione del sistema nervoso;
  • la presenza di traumi alla nascita alla testa;
  • la presenza di malattie respiratorie acute;
  • la presenza di infezioni virali acute;
  • periodo di esacerbazione di malattie croniche;
  • malattie oncologiche;
  • l'uso di immunosoppressori;
  • la manifestazione di reazioni allergiche (in particolare al lievito di birra);
  • la presenza di spiacevoli conseguenze da precedenti vaccinazioni;
  • costipazione e mancanza di movimenti intestinali entro 24 ore prima della vaccinazione;
  • la presenza di meningite (una malattia caratterizzata da processi infiammatori delle membrane del cervello o del midollo spinale);
  • malattie neurologiche;
  • prematurità del feto (un evento è possibile solo dopo la normalizzazione della condizione del bambino);
  • la presenza di diatesi (la predisposizione del corpo a varie allergie e malattie, che, di regola, è caratterizzata dall'arrossamento delle guance nei bambini);
  • periodo di dentizione dei denti primari (molari), che è accompagnato da un aumento della temperatura corporea;
  • Malattie autoimmuni;
  • la presenza di dermatite atopica;
  • gravidanza (in caso di vaccinazione dei genitori);
  • periodo di allattamento (in caso di vaccinazione dei genitori).

È importante tenere conto del fatto che l'eccessiva pianto e l'ansia in un bambino sono anche una controindicazione.

Dopo che tutte le reazioni allergiche e le malattie sono passate, il bambino è pronto per la vaccinazione con DTP ed epatite. Di norma, questo evento può essere eseguito solo dopo uno e mezzo o due mesi dal momento del recupero.

Vale anche la pena considerare la precedente esperienza di vaccinazione. Nel caso in cui sia stata registrata una vivida reazione, la successiva vaccinazione non ha luogo.

Raramente, ma i medici concedono a un bambino del genere una nuova iniezione, mentre il dosaggio dei virus è significativamente ridotto.

Nelle istituzioni mediche russe non è stato registrato un singolo caso di sovradosaggio di vaccini con DTP ed epatite. E anche questo vaccino combinato può essere combinato con altri, ad eccezione della vaccinazione contro la tubercolosi.

Effetti collaterali e possibili complicanze della co-vaccinazione con DTP ed epatite

La pratica medica mostra che gli effetti collaterali e le possibili complicanze spesso causano un componente del patogeno della pertosse. Per questo motivo, la vaccinazione viene spesso prescritta senza l'uso del toxoid della malattia..

Eventuali manifestazioni indesiderate differiscono in gravità..

Le seguenti manifestazioni di natura lieve dopo la vaccinazione devono essere attribuite alla naturale reazione difensiva dell'organismo:

  • un aumento della temperatura corporea a 38 gradi Celsius, che è dovuto a una diminuzione dell'immunità da parte dei batteri patogeni introdotti;
  • sonnolenza;
  • si osserva una leggera sudorazione;
  • instabilità dello stato emotivo sotto forma di pianto;
  • arrossamento della pelle, leggero gonfiore e dolore nel sito di iniezione (questo è dovuto al lungo processo di assorbimento del farmaco nel sangue);
  • perdita di interesse per il cibo;
  • la formazione di pustole in caso di non conformità alle norme sanitarie al momento dell'iniezione (questo disturbo richiede l'uso di agenti antisettici per due o tre giorni).

Di solito, questa sintomatologia indica che il corpo mostra resistenza ai virus, i sintomi scompaiono spontaneamente dopo un paio di giorni (senza prendere alcuna misura). A volte si osservano convulsioni febbrili a causa di un aumento della temperatura a 38,5 gradi Celsius. Nel caso in cui il grado aumenti, è necessario utilizzare farmaci antipiretici.

Nel 90-95% dei casi, nessuno dei sintomi sopra indicati si manifesta (tranne il rossore).

Per quanto riguarda le possibili complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite e la DTP, i medici hanno notato rischi minimi, ma esistono ancora.

Uno di questi include:

  • Un significativo aumento della temperatura. Il segno sul termometro può raggiungere indicatori come 39-40 gradi Celsius.
  • L'aumento del rossore nell'area di iniezione è superiore a 7,5-8 cm Questa manifestazione ricorda visivamente il segno dopo il mantello, che non può essere bagnato.
  • Sigillatura nel sito di iniezione.
  • Si verifica la diarrea.
  • Riflessi del bavaglio.
  • Il gonfiore è stato risolto.

Con queste complicazioni, devi chiamare un'ambulanza o consultare il medico. La somministrazione di farmaci antipiretici, ad esempio Nurofen o Cefekon, nonché pomate sotto forma di Fenistil, Troxevasin, aiuteranno ad assorbire queste conseguenze..

Le manifestazioni più complesse includono la comparsa di crampi, orticaria, eruzione cutanea e potrebbe anche esserci una sensazione di mancanza di aria fresca e soffocamento.

Cosa fare dopo la vaccinazione?

Dopo che il bambino è stato iniettato contro l'epatite, la pertosse, la difterite, il tetano, devono essere seguite le seguenti regole:

  • Essere in un istituto medico 30 minuti dopo la vaccinazione. Di solito, tutti i sintomi negativi hanno il tempo di manifestarsi in questo periodo di tempo, quindi puoi consultare, essere esaminato e ottenere il pronto soccorso sul posto.
  • I primi giorni monitorano regolarmente la temperatura corporea.
  • A casa, ventilare le stanze e mantenere un regime di non più di 20 gradi Celsius. L'umidità dovrebbe variare dal 50% al 70%.
  • Osservare un abbondante regime di alcol per due o tre giorni.
  • Segui una dieta leggera (escludi salato, fritto).
  • Essere vicini al bambino e garantire uno stato psico-emotivo calmo.
  • Escludere le procedure idriche. Il motivo è l'immunità indebolita..
  • Se non si verifica un aumento della temperatura nelle prime 24 ore, si consiglia una passeggiata di mezz'ora all'aria aperta.
  • Escludere viaggi in negozi e centri commerciali dove esiste un'alta probabilità di contrarre un'infezione.
  • Sospendere temporaneamente il corso di massaggio, se precedentemente frequentato.
  • A causa del fatto che può verificarsi una sensazione di prurito nel sito di iniezione, è importante assicurarsi che il bambino non si bagni e non graffi il gonfiore.

Se si osserva una reazione allergica, è necessario chiamare urgentemente un'ambulanza e somministrare un farmaco antistaminico.

Vaccini comuni per DTP ed epatite

I vaccini combinati più comuni sono i seguenti:

  1. Infanrix. Questo prodotto importato è un prodotto belga. Il suo compito principale è quello di creare l'immunità da difterite, pertosse e tetano. Il suo vantaggio è una minore reattività, dovuta al fatto che viene utilizzata una piccola parte delle pareti cellulari dei batteri..
  2. The Hibarix. Un vaccino mirato a creare l'immunità dalle malattie infettive emofile. Molto spesso combinato con Infanrix, che dà un risultato migliore..
  3. Infanrix Hexa. Lo sviluppo è unico, in quanto include la vaccinazione contro sei gravi malattie, vale a dire: pertosse, tetano, difterite, poliomielite, gruppo dell'epatite B e infezione emofila. Il momento migliore per la vaccinazione è di sei mesi.
  4. Pentaxim®. Il vaccino di origine francese non contiene patogeni dell'epatite B, ma è uno dei principali DTP, nonostante abbia un costo elevato. Il suo vantaggio principale è il rischio minimo..
  5. Tetraxim. La medicina è un analogo del budget di Pentaxim. Una caratteristica distintiva è l'assenza di un componente emofilico nella composizione.
  6. Polio di Imovax. Il monovaccino ha lo scopo di creare immunità dalla poliomielite. Il suo vantaggio è che la vaccinazione può essere effettuata a qualsiasi età..
  7. Polyorix. Un farmaco simile al precedente, che può essere combinato con DTP ed epatite.
  8. Angerix. Il medicinale crea immunità all'epatite B. La sua efficacia è confermata nel 98% dei casi. E anche il farmaco può essere combinato con qualsiasi vaccino..
  9. "Regevac B". L'analogo russo di Engerix. Ha un costo inferiore rispetto a un vaccino straniero, ma non è inferiore nelle proprietà di qualità.

Le strutture mediche private offrono vaccinazioni con i loro medicinali, che sono troppo cari. Per risparmiare denaro, puoi andare in farmacia e acquistare il vaccino raccomandato dal tuo medico ed inserirlo gratuitamente in clinica.

Sia i vaccini domestici che quelli importati possono proteggere efficacemente il sistema immunitario. Se i genitori hanno la capacità finanziaria, si raccomanda di usare droghe straniere, poiché non hanno un'alta reattività, il che minimizzerà i rischi di conseguenze e complicanze.

L'uso simultaneo di diversi vaccini nello stesso giorno e in un'unica iniezione non rappresenta un pericolo per la salute solo se vengono osservate tutte le norme e le precauzioni prescritte dal medico curante e se vengono rispettati gli standard per il trasporto, la conservazione e la somministrazione del vaccino.

Vaccinazione DTP più epatite

Un vaccino è un farmaco che contiene anticorpi contro l'agente causale di una particolare malattia. L'obiettivo principale dell'immunizzazione è sviluppare un'immunità specifica per la malattia o alleviarne le complicazioni. La vaccinazione è controindicata solo per le allergie ai suoi componenti. Tuttavia, se la vaccinazione viene eseguita dopo un esame approfondito del bambino, allora non ci saranno conseguenze negative.

DTP ed epatite nello stesso vaccino aiutano a prevenire l'epatite B, la pertosse, la difterite e il tetano. Queste pericolose malattie colpiscono non solo i bambini ma anche i pazienti adulti..

Per questo motivo, i medici raccomandano vivamente di effettuare le vaccinazioni in modo tempestivo. I farmaci per la vaccinazione sono meno dannosi delle suddette malattie. Il medicinale può essere somministrato anche se il bambino ha controindicazioni ad esso..

La cosa principale è farlo sotto la supervisione di un medico competente in un ospedale.

Obiettivo dell'immunizzazione

Come accennato in precedenza, vengono intraprese misure immunologiche per sviluppare un'immunità stabile a una malattia infettiva con un carico minimo sul corpo del paziente.

Secondo i medici, gli effetti collaterali sono spesso provocati da conservanti e componenti aggiuntivi del farmaco. Pertanto, hanno iniziato a produrre vaccini chiamati combinazione.

Con il loro aiuto, l'immunità a diverse infezioni si sviluppa immediatamente senza perdita di qualità..


La vaccinazione viene effettuata per sviluppare l'immunità alle malattie infettive.

Alcuni di questi farmaci possono trovarsi nella stessa siringa (ad esempio DTP ed epatite B). Nonostante il fatto che dopo l'iniezione simultanea di due vaccini contemporaneamente, le reazioni post-vaccinazione non siano facilitate, si raccomanda che i piccoli pazienti ricevano meno iniezioni.

Secondo il programma, la prima vaccinazione contro poliomielite, infezione emofila e DTP viene effettuata a 3, 4, 5 e 6 mesi. Durante 4 vaccinazioni, il vaccino contro l'epatite viene aggiunto a quanto sopra.

Tosse convulsa, difterite, tetano, epatite B sono infezioni pericolose di origine virale che minacciano complicazioni pericolose. Se non ti vaccini in tempo, il paziente dovrà affrontare questi disturbi. Secondo le statistiche mediche, ciascuna delle suddette malattie provoca disabilità o morte in oltre il 70% dei casi.

DTP è il tossoide pertosse-difterite-tetano. Questo farmaco contiene un componente della pertosse a cellule intere con tossoidi difterici e tetano. Un altro nome di questo farmaco è il vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano..


La prima vaccinazione è raccomandata immediatamente dopo la nascita

L'epatite DTP più è chiamato un vaccino multicomponente che contiene toxoidi per le infezioni e l'epatite di cui sopra. La dose del farmaco dipende dalla reazione del sistema immunitario del bambino, che continua ancora a formarsi.

Il programma di immunizzazione è stato stabilito dal Ministero della Salute della Federazione Russa. I vaccini DTP ed epatite insieme sono raccomandati immediatamente dopo la nascita. Se un piccolo paziente non è a rischio, la successiva vaccinazione viene eseguita a 3 e 6 mesi. La prossima vaccinazione è di 4,5 mesi.

Se per qualche motivo il bambino non ha ricevuto il farmaco per un massimo di 3 mesi, la vaccinazione con un vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano con epatite viene eseguita secondo il seguente schema: 3 - 4,5 - 6 mesi.

Se necessario, l'intervallo tra l'innesto può essere aumentato di sei mesi o più. Tuttavia, la produzione di anticorpi potrebbe essere compromessa a causa di ciò..

Se il bambino ha la malattia, la vaccinazione è consentita in seguito, ma non per molto.

Epatite virale B

Se al paziente sono state somministrate 1 o 2 vaccinazioni per la pertosse, la difterite e il tetano (precedentemente chiamato DTP), ma ha perso il vaccino contro l'epatite B, deve essere immunizzato con il vaccino DTP-epatite nello stesso giorno. Quindi la vaccinazione contro l'epatite viene effettuata con un intervallo di 1 e 6 mesi dopo la prima vaccinazione.

Qualsiasi istituto medico si offre di immunizzarsi con un farmaco contro DTP ed epatite completamente gratuito. La soluzione viene iniettata per via intramuscolare nella coscia esterna anteriore.

Prima dell'uso, la fiala con il farmaco viene agitata in modo che sia omogenea. Durante l'apertura della fiala, il medico deve rispettare le regole dell'asepsi. Dopo aver aperto il vaccino, è necessario utilizzare l'intera soluzione, dopo aver violato l'integrità della fiala, è vietato usarlo. Questa restrizione si applica ai vaccini che hanno cambiato colore o presentano fiocchi insolubili..

L'operatore sanitario che ha vaccinato deve indicare nella scheda medica del paziente tutte le informazioni necessarie sul farmaco (produttore, data di scadenza, ora di somministrazione del vaccino, ecc.).

Preparazione alla vaccinazione

Prima di vaccinare un bambino, i genitori dovrebbero studiare le regole per prepararsi:

  • Prima dell'immunizzazione, si consiglia una visita medica. Per questo piccolo paziente, un pediatra, un neurologo, un immunologo esamina. È importante che il bambino sia completamente sano.
  • Prima dell'introduzione del vaccino, devono essere eseguiti test di laboratorio su sangue e urina. Con il loro aiuto, i medici apprendono i possibili processi infiammatori.
  • Alla vigilia della vaccinazione, è vietato introdurre nuovi prodotti nella dieta delle briciole, poiché possono provocare un'allergia.
  • Non è consigliabile mangiare 2 ore prima e dopo l'immunizzazione..
  • È importante bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno.


Prima della vaccinazione, il medico deve esaminare il bambino

Seguendo queste regole, minimizzi il rischio di effetti collaterali e complicanze..

Inoltre, non è consigliabile essere vaccinati in caso di un lungo viaggio, una festa affollata o se il paziente non si sente bene. Quindi è meglio rinviare la vaccinazione per 1 o diversi giorni.

Il vaccino DTP e l'epatite possono provocare reazioni negative generali e locali:

  • La temperatura corporea aumenta leggermente, ma si normalizza in un breve periodo di tempo. Quindi il corpo reagisce alla penetrazione di agenti infettivi.
  • L'eccessiva traspirazione, il desiderio di dormire si verificano a causa della febbre.
  • Nel sito di iniezione, la pelle diventa rossa, si gonfia un po 'e quando viene premuta, si avverte disagio.


Dopo la vaccinazione, è più probabile che si verifichino reazioni locali

Questi sintomi sono assolutamente normali, scompaiono da soli dopo 3-5 giorni. Quindi si manifesta la lotta del sistema immunitario con i componenti del virus e la produzione di anticorpi specifici.

Una tale reazione come il gonfiore si sviluppa a causa del contatto con il farmaco sotto la pelle. Dopo aver fatto un'iniezione, il vaccino viene lentamente assorbito nel flusso sanguigno, ma dopo questo, le manifestazioni locali (arrossamento, gonfiore) scompaiono.

Secondo le statistiche mediche, nel 92% dei pazienti, le reazioni sopra riportate sono assenti. Molto spesso, nel sito di iniezione appare solo un leggero rossore.

Se il paziente ha controindicazioni, ad esempio intolleranza al virus, la vaccinazione viene eseguita in ospedale. Ciò è necessario per prevenire lo sviluppo di gravi reazioni allergiche: febbre di ortica, angioedema, rash polimorfico. I medici controllano il bambino per 4 ore dopo l'iniezione. Se non ci sono complicazioni, il paziente è autorizzato a tornare a casa..

Prima della vaccinazione, assicurati che l'istituto medico di tua scelta abbia speciali farmaci anti-shock per alleviare l'anafilassi. Questa è una pericolosa reazione del corpo agli allergeni, che si manifesta con grave gonfiore, soffocamento, crampi muscolari e dolore acuto..

Di norma, la componente della pertosse provoca intense reazioni avverse e complicanze.

È estremamente raro che la temperatura dopo la vaccinazione con DTP ed epatite salga a 39 ° o più e non possa essere ridotta per 24 ore.

E nel sito di iniezione, può apparire un gonfiore, il cui diametro è superiore a 9 cm, quindi DTP più l'epatite viene sostituita da un ADF che contiene un minor numero di componenti virali.

Per mantenere l'immunità post-vaccinazione, il farmaco viene somministrato dopo 3 mesi, quindi dopo un mese viene somministrato l'epatite B mono-vaccino.

DTP ed epatite nella stessa iniezione sono vietati nei seguenti casi:

  • Malattie del sistema nervoso.
  • Convulsioni nella storia familiare (non febbrili).
  • Intolleranza al lievito di birra.
  • La presenza di processi infiammatori.
  • Infezioni respiratorie o virali accompagnate da febbre.


Per le infezioni virali respiratorie acute e l'influenza, si raccomanda di trasferire il vaccino.

Dopo il recupero, l'immunizzazione viene eseguita dopo 4-8 settimane.

Molti genitori sono preoccupati per la questione se è possibile essere vaccinati se, dopo il precedente, ci sono reazioni avverse pronunciate. Quindi la vaccinazione non viene eseguita o vengono utilizzati farmaci con una concentrazione inferiore di componenti virali.

Alcuni medici ritengono che le donne in gravidanza e in allattamento non possano essere vaccinate con farmaci chiamati farmaci combinati (ad es. DTP ed epatite). Tuttavia, il vaccino aiuta a non ammalare la madre o a facilitare l'infezione. Durante l'immunizzazione, i pazienti di una categoria speciale sono costantemente monitorati dai medici per prevenire possibili complicanze.

Prima di somministrare il farmaco a un bambino, il medico chiede ai genitori possibili controindicazioni. Se un bambino viene temporaneamente rilasciato dalla vaccinazione con epatite DTP +, la sua condizione viene monitorata da pediatri che si immunizzano entro un lasso di tempo accettabile..

I farmaci combinati possono essere somministrati a pazienti con convulsioni febbrili, broncospasmo, manifestazioni cutanee localizzate..

Non sono disponibili informazioni sul sovradosaggio da vaccino.

DTP-polio-epatite insieme

La poliomielite è una malattia altamente infettiva che provoca il poliovirus. Con questa infezione, il midollo spinale è interessato e aumenta la probabilità di paralisi. Secondo le statistiche mediche, il 30% dei pazienti guarisce completamente, il 10% muore e i restanti pazienti diventano disabili.


Si consiglia di fare DTP, poliomielite ed epatite insieme se il bambino non ha controindicazioni

Esistono 2 tipi di vaccini antipolio: vivi per via orale e inattivati.

Quando il bambino raggiunge i 6 mesi dopo la nascita, riceverà un'altra immunizzazione. Secondo i medici, si raccomandano DTP, poliomielite ed epatite allo stesso tempo, a condizione che non vi siano controindicazioni. Inoltre, secondo il programma, coincidono. Come accennato in precedenza, il carico più elevato è trasportato dalla componente pertosse del DTP, mentre l'epatite e la poliomielite sono normalmente tollerate.

Dopo la somministrazione simultanea di farmaci, esiste la possibilità delle seguenti reazioni negative:

  • ipotensione, sbiancamento della pelle, grave debolezza;
  • allergia;
  • · Disturbi del sistema nervoso centrale;
  • spasmi muscolari.

Questi sintomi possono comparire fino a 60 minuti dopo la vaccinazione. Per questo motivo, si raccomanda che dopo la procedura sia supervisionato da un medico che, se necessario, utilizzerà farmaci anti-shock.

Il moderno mercato farmaceutico offre vaccini che praticamente non causano effetti collaterali. Inoltre, sono più facili da tollerare per i piccoli pazienti..

Come già accennato, i conservanti fanno il maggior danno. Per ridurre la probabilità di fenomeni negativi, abbiamo creato farmaci combinati che vengono utilizzati per sviluppare un'immunità specifica contro diverse infezioni contemporaneamente senza perdita di efficacia.


Infranix Hexa è uno dei farmaci immunobiologici più efficaci e sicuri

Secondo il programma di vaccinazione, la vaccinazione DTP contro la poliomielite e l'infezione emofila viene somministrata contemporaneamente. All'età di sei mesi, viene aggiunta anche l'epatite. Poiché i piccoli pazienti sono difficili da tollerare il vaccino, i medici raccomandano di fare tutto in un'unica iniezione.

I vaccini multicomponente sono soluzioni importate per la vaccinazione, che hanno molte meno probabilità di provocare complicazioni e sono altamente efficaci. Il loro unico inconveniente è l'alto costo.

Molti genitori sono interessati a quale vaccino sia il più sicuro per i bambini. Per l'immunizzazione simultanea usando i seguenti farmaci combinati:

  • Infanrix è usato per sviluppare l'immunità da pertosse, difterite e tetano. Questo vaccino è meno reattivo rispetto al DTP, poiché contiene solo parti delle pareti cellulari batteriche. Effetti collaterali minori si verificano nel 10% dei pazienti, ma scompaiono da soli dopo 3 giorni. Infanrix può essere combinato con Hibariks, un vaccino contro l'infezione emofila.
  • Infranix Hexa è un farmaco multicomponente che contiene tossoide pertosse-difterite-tetano, vaccinazione contro epatite, poliomielite e infezione emofila. Contiene componenti inattivati ​​degli agenti causali delle suddette malattie. Il vaccino contiene meno antigeni e un componente di pertosse privo di cellule, per questo motivo i pazienti lo tollerano più facilmente. Se il farmaco è stato correttamente trasportato, conservato e somministrato, la probabilità di reazioni avverse è molto bassa. Il programma di vaccinazione è un medico individualmente per ciascun paziente. La vaccinazione è raccomandata quando tutte le vaccinazioni devono essere somministrate contemporaneamente..
  • Pantexim combina l'azione del vaccino DTP contro l'infezione emofila e la poliomielite. Questo farmaco è meno reattivo, in quanto contiene difterite, antigeni del tossoide tetanico e frammenti della parete cellulare del patogeno della pertosse. Pantexim non contribuisce allo sviluppo dell'immunità contro l'epatite, tuttavia, può essere combinato con monovaccini da questa infezione. Inoltre, questo prodotto può essere sostituito da Infanrix Hexa. Il vaccino non può essere utilizzato con altri farmaci immunologici..
  • L'azione di Tetraxim è simile al farmaco precedente, l'unica differenza è che non contiene un componente emofilo. Questo vaccino può essere combinato con Pantexim..

Se l'uso di farmaci combinati è inaccettabile, eseguire una vaccinazione separata. I monovaccini sono usati per questo scopo. Questo non è molto conveniente, poiché i bambini sono difficili da tollerare le iniezioni, tuttavia, grazie alle soluzioni monocomponente, il programma di vaccinazione diventa più flessibile..

  • La poliomielite di Imovax è usata per sviluppare l'immunità contro la poliomielite. L'immunizzazione con questo farmaco può essere effettuata a qualsiasi età (rispetto a DTP ed epatite). L'importante è rispettare le scadenze (al paziente vengono somministrate 3 vaccinazioni con un intervallo di 45 giorni). Se necessario, la vaccinazione può essere posticipata..
  • Polyorix è molto simile al farmaco precedente. È consentito combinarsi con tutti i vaccini..
  • Angerix è usato per immunizzare contro l'epatite. Questo farmaco è efficace nel 98% dei casi. Autorizzato a combinarsi con DTP, vaccini contro la poliomielite, infezione emofila.
  • Regavak B è un prodotto domestico utilizzato per sviluppare l'immunità contro l'epatite B. È un vaccino efficace ed economico che può essere combinato con molti farmaci immunobiologici.

La decisione di scegliere il farmaco viene presa esclusivamente dal medico.

Pertanto, se non ci sono controindicazioni e difetti nel sistema immunitario, le vaccinazioni con DTP, epatite e poliomielite sono assolutamente sicure..

L'immunizzazione simultanea con farmaci combinati non minaccia la vita se sono soddisfatte le condizioni per il loro trasporto, conservazione e somministrazione.

Le reazioni avverse sono generalmente rare, ma i bambini e i pazienti adulti le tollerano molto più facilmente delle infezioni pericolose..

Epatite e DTP in un vaccino: nome del farmaco e compatibilità con altre vaccinazioni

Secondo il Calendario nazionale delle vaccinazioni, la maggior parte delle vaccinazioni sono somministrate a bambini di età inferiore ai 12 mesi. Ciò è dovuto al fatto che sono i bambini piccoli a essere molto sensibili a diversi tipi di infezione. Le malattie infettive nei neonati hanno la capacità di procedere in forme più complesse, sono spesso accompagnate da complicazioni e possono persino essere fatali..

I medici non vedono un modo migliore per proteggere i bambini dai microrganismi patogeni, come effettuare vaccinazioni di routine che consentano al sistema immunitario del bambino di formare un'immunità a lungo termine contro le infezioni e impedire la loro penetrazione nel corpo del bambino.

In pratica, molte vaccinazioni devono essere somministrate al bambino lo stesso giorno, ovvero combinare l'introduzione di diversi vaccini. Molto spesso, insieme ad altri preparati immunitari, vengono somministrati vaccini DTP (tetano, difterite e pertosse). Tali misure preventive sono sicure per la salute dei giovani pazienti? Quali vaccini possono essere utilizzati con DTP?

È possibile eseguire DTP contemporaneamente ad altre vaccinazioni??

Il vaccino DTP può e talvolta deve essere somministrato contemporaneamente ad altri preparati immunitari, ad esempio con il vaccino antipolio orale e inattivato, CPC, una sospensione contro l'epatite B o infezione emofila.

Se questi vaccini non possono essere somministrati nello stesso giorno, si raccomanda di somministrarli a intervalli di almeno un mese, il che consentirà la formazione di una risposta immunitaria sufficiente nel corpo del bambino.

La somministrazione simultanea di vaccini è consentita in numerosi casi, tra cui:

  • la necessità di formare rapidamente un'immunità in un bambino contro le infezioni più pericolose;
  • situazione epidemiologica non sicura nella regione di residenza;
  • l'impossibilità di frequenti visite in clinica;
  • preparazione all'emigrazione in un altro paese o per viaggiare;
  • vaccinazioni mancate in passato.

A causa della necessità di una vaccinazione simultanea con diversi tipi di vaccini, sono state create sospensioni immunitarie combinate, che consentono la vaccinazione fino a sei o anche più infezioni contemporaneamente.

Contro l'epatite b

Gli immunologi sostengono che la somministrazione simultanea di DTP e un vaccino contro l'epatite B è assolutamente sicura per la salute e il normale sviluppo del bambino. Il numero di reazioni avverse se usato insieme non aumenta e il rispetto delle regole elementari di vaccinazione può ridurre al minimo i rischi di complicanze della procedura.

Dopo una combinazione di vaccinazioni, in un bambino possono verificarsi le seguenti reazioni avverse:

  • un leggero aumento della temperatura corporea a 37,5 ° C;
  • sonnolenza e malessere generale;
  • diminuzione dell'appetito e un temporaneo abbandono del gioco;
  • episodi di diarrea e vomito;
  • mal di testa di moderata intensità.

Tali lievi disturbi dopo la vaccinazione sono la conferma della corretta formazione dell'immunità. Di norma, passano da soli dopo 3-4 giorni e quindi non necessitano di supervisione medica e correzione medica.

Polio

Molto spesso, i pediatri combinano DTP con il vaccino contro la poliomielite. A 3 e 4,5 mesi, i bambini con siero adsorbito di pertosse-difterite-tetano ricevono un vaccino inattivato per la poliomielite e una sospensione viva viene utilizzata per le successive vaccinazioni.

Nella maggior parte dei casi, tale immunizzazione procede sullo sfondo dello sviluppo di effetti collaterali nel lieve grado della loro manifestazione. Nei bambini, la temperatura corporea può aumentare, può verificarsi gonfiore nella zona di iniezione e malessere generale.

Molto spesso, la reazione patologica del corpo si sviluppa sulla componente della pertosse del vaccino e si manifesta con allergie sotto forma di eruzione cutanea e prurito, angioedema, anafilassi.

La somministrazione simultanea di DTP con OPV o IPV non riassume la probabilità di effetti indesiderati, la cui frequenza è di circa il 30%.

Da infezione emofila

La combinazione di DTP e vaccinazione contro l'infezione emofila è una pratica pediatrica comune, che consente di inserire contemporaneamente il numero massimo di vaccini che consentono di vaccinare quante più malattie infettive possibili.

Viene utilizzato il vaccino combinato Pentaxim, che contiene un componente adsorbito di pertosse-difterite-tetano, una sospensione inattivata di poliomielite e una soluzione di prevenzione di Haemophilus influenzae di tipo b.

Questa combinazione di ingredienti attivi consente di immunizzare un piccolo paziente contro la pertosse, la difterite, il tetano, la poliomielite e le malattie causate dal bacillo emofilo con una sola iniezione, tra cui meningite, polmonite, encefalite e altre.

Contro l'influenza

Il vaccino antinfluenzale e la sospensione adsorbita di pertosse-difterite-tetano sono tra le soluzioni vaccinali uccise. Secondo le regole di vaccinazione generalmente accettate, due o più vaccini uccisi possono essere somministrati nello stesso giorno o in qualsiasi intervallo (giorno, settimana, mese).

Febbre alta, dolore nel sito di iniezione e altre reazioni del bambino all'immunizzazione

  • Un aumento della temperatura corporea totale di un bambino dopo la somministrazione di uno o più vaccini è la reazione più comune del corpo in risposta all'immunizzazione..
  • Spesso dopo la vaccinazione, gli indicatori di temperatura aumentano a 37,5-38 C, il che conferma la formazione di una normale risposta immunitaria.
  • Normalmente, la temperatura corporea elevata viene mantenuta per diversi giorni, quindi si normalizza senza l'aiuto di droghe.

Se la temperatura supera i 38 ° C, è consigliabile somministrare al bambino farmaci antipiretici nei dosaggi raccomandati dal medico.

Spesso dopo DTP con altri vaccini, può verificarsi una reazione locale nel sito di iniezione sotto forma di arrossamento, gonfiore e dolore.

Queste violazioni sono temporanee e si risolvono entro pochi giorni. Succede che il sigillo nel sito di iniezione si trasforma in un infiltrato teso. Quindi è necessario consultare immediatamente un medico e iniziare il trattamento.

È pericoloso mettere insieme i vaccini: complicazioni e conseguenze

I moderni immunologi sono convinti che la combinazione di DTP con altri vaccini uccisi o vivi non contribuisca allo sviluppo di complicanze della vaccinazione e non sia pericolosa per la salute del bambino. Gli effetti dell'immunizzazione combinata non sono diversi dalle complicazioni di un semplice vaccino DTP..

Tra le reazioni post-vaccinazione più comuni ci sono:

  • febbre grave fino a 40 ° C;
  • grave reazione allergica ai componenti del vaccino (principalmente alla componente della pertosse);
  • spasmi
  • encefalite e altre lesioni del sistema nervoso centrale con sviluppo di paralisi, paresi.

Se si sviluppano segni di complicanze da vaccinazione, i genitori del bambino devono consultare immediatamente un medico che adotterà misure per eliminarle..

I vaccini possono essere miscelati in una siringa??

Le informazioni sulla possibilità di miscelare vaccini diversi nella stessa siringa sono facilmente reperibili nelle istruzioni per l'uso di uno o di altri preparati vaccinali. Di norma, i pediatri non rischiano di mettere due diversi vaccini nella stessa siringa, ma preferiscono somministrarli in due approcci.

In una siringa vengono somministrati solo vaccini combinati. Questi includono Infanrix, Bubo-Kok, Pentaxim.

Quanto dopo il BCG può essere vaccinato contro la difterite, il tetano e la pertosse?

Secondo il calendario nazionale delle vaccinazioni, il BCG viene somministrato ai neonati 3-5 giorni dopo la nascita. Ciò accade nell'ospedale di maternità dopo un esame dettagliato del bambino da parte di un neonatologo. Il primo DTP viene somministrato ai bambini nella clinica all'età di 3 mesi e quelli successivi - non prima di 28-30 giorni.

La vaccinazione contro la tubercolosi viene effettuata separatamente dalle altre vaccinazioni. L'unica eccezione è l'immunizzazione dell'epatite B, prescritta il primo giorno dopo la nascita, cioè 1-2 giorni prima della BCG.

L'intervallo tra BCG e altre vaccinazioni dovrebbe essere di almeno 30 giorni. Tale schema di vaccinazione non porta allo sviluppo di complicanze e non interrompe la normale formazione di anticorpi.

Akds ed epatite in un vaccino: il nome del farmaco e le istruzioni per il suo utilizzo

Il vaccino combinato DTP ed epatite B consente al bambino di formare un'immunità a lungo termine alle infezioni con lo stesso nome, senza provocare un carico eccessivo sugli organi vitali.

Tra i vaccini combinati più efficaci ci sono Infanrix, Hiberix, Pentaxim, Tetraxim.

Tutti sono ben combinati con i vaccini contro la poliomielite. Il vaccino combinato viene somministrato tre volte secondo il programma di vaccinazione generalmente accettato..

Viene messa in tre, quattro e mezzo e sei mesi, se il bambino non ha controindicazioni temporanee per la vaccinazione. Se il bambino ha sintomi di infezione respiratoria acuta o esacerbazioni di patologia cronica, l'immunizzazione deve essere riprogrammata per il tempo necessario a normalizzare completamente lo stato di salute del piccolo paziente.

Le controindicazioni assolute per l'introduzione di una preparazione immunitaria combinata sono:

  • intolleranza a uno o più componenti del vaccino;
  • lo sviluppo di una reazione allergica con la precedente introduzione della soluzione;
  • gravi patologie del sistema nervoso centrale;
  • malattie oncologiche;
  • stati di immunodeficienza.

Video collegati

Nel dettaglio sulla vaccinazione con DTP presso la Scuola del Dr. Komarovsky:

La scelta di un farmaco per la vaccinazione dei bambini del primo anno di vita deve essere gestita da uno specialista qualificato. In questo caso, il medico prende in considerazione le caratteristiche individuali del corpo del bambino, la presenza di cibo e altre allergie, malattie degli organi interni, ecc..

Akds ed epatite in un vaccino: indicazioni e controindicazioni, reazione alla vaccinazione

L'uso del DTP e dell'epatite in un singolo vaccino semplifica seguendo il piano di vaccinazione preventiva sviluppato dal Ministero della Salute della Federazione Russa. Implica la vaccinazione obbligatoria contro pertosse, tetano, difterite, poliomielite, epatite. Una piccola quantità di batteri che causano la malattia viene iniettata nel corpo per formare l'immunità..

Vaccino DTP (tossoide pertosse-difterite-tetano)

Il vaccino DTP prende il nome dalle prime lettere dei suoi componenti costitutivi: pertosse, difterite e tossoidi patogeni del tetano ed è finalizzato alla prevenzione di malattie come pertosse, difterite, tetano.

Insieme a lei, in un'unica iniezione, viene vaccinata l'epatite, che protegge il fegato dalla malattia corrispondente, nonché dalla cirrosi o dal cancro. Come dimostra la pratica, è l'epatite DTP che spesso provoca conseguenze spiacevoli.

Molte persone affrontano un dilemma: vale la pena subire possibili complicazioni dalla vaccinazione? Si può rispondere in modo inequivocabile: se non ci sono controindicazioni mediche per la conduzione, è necessario farlo, poiché le complicazioni del farmaco sono rare e non pericolose come le conseguenze della malattia.

Se il rischio di contrarre la pertosse o la difterite è trasmesso da goccioline trasportate dall'aria non è così grande, allora le possibilità di contrarre il tetano attraverso il contatto con il suolo o l'epatite B attraverso il sangue e le mucose sono molto maggiori, specialmente nel corpo di un bambino fragile.

La prima vaccinazione viene somministrata al bambino a tre mesi, la vaccinazione di richiamo a 4-5 mesi, la terza a sei mesi e l'ultima, la quarta a un anno e mezzo. La nuova vaccinazione è raccomandata all'età di 7 e 14 anni..

DTP simultaneo ed epatite inoculazione

Per maggiore comodità, i medici hanno combinato DTP ed epatite in un vaccino. Ciò non influisce sul rischio di conseguenze negative e sulla loro complessità..

La vaccinazione DTP e l'epatite vengono somministrate insieme nella stessa siringa. Un'iniezione viene posizionata sulla superficie della coscia o della spalla.

Di solito lo stesso giorno, ma nell'altra gamba, ai bambini fino a un anno viene somministrato un vaccino contro la poliomielite. Per i bambini di età superiore a un anno, il farmaco anti-poliomielite viene somministrato per via orale sotto forma di goccioline. La cartella clinica contiene dati sulla data di somministrazione del farmaco, nome, data di scadenza, luogo di fabbricazione, nonché la successiva reazione ad esso.

Preparazione alla vaccinazione

Al fine di evitare complicazioni, si raccomanda di prepararsi in anticipo alla vaccinazione. Devono essere seguite le seguenti regole:

  • Per un paio di settimane, dovresti limitare la tua cerchia sociale, evitare una grande folla di persone al fine di ridurre il rischio di contrarre un'infezione.
  • Se in precedenza si sono manifestate reazioni allergiche a qualcosa, quindi un paio di giorni prima della vaccinazione, si raccomanda la terapia antistaminica.
  • Evita di mangiare troppo e non dovrebbe includere nuovi alimenti nella dieta.
  • Fai esami del sangue e delle urine.
  • Prima dell'iniezione, puoi dare un antipiretico, che ha anche un effetto analgesico..
  • Il Dr. Komarovsky raccomanda per 3-4 giorni di interrompere l'assunzione di vitamina D e di riprenderla dopo 4-5 giorni.

Una condizione indispensabile è l'esame da parte di un pediatra che valuta lo stato di salute e decide sulla questione dell'ammissione. Se c'è il sospetto che il bambino stia per ammalarsi o che si ammali in un ambiente vicino, vale la pena rimandare la procedura.

Controindicazioni per la vaccinazione con DTP, contro la poliomielite e l'epatite

Controindicazioni alla vaccinazione sono:

  • febbre, tosse, secrezione e altri segni di raffreddore,
  • immunodeficienza,
  • lacrimazione eccessiva, ansia e altri malfunzionamenti del sistema nervoso,
  • esacerbazione di malattie croniche o allergiche,
  • manifestazione di effetti negativi da precedenti vaccinazioni,
  • mancanza di feci durante il giorno prima della vaccinazione,
  • meningite,
  • diatesi,
  • periodo di dentizione, accompagnato da un aumento della temperatura.

Effetti collaterali dopo DTP

Le conseguenze più frequenti e complesse sono causate dalla pertosse, piuttosto che dalla componente difterite, tetano o epatite. Per evitare effetti collaterali, i medici prescrivono spesso una composizione senza toxoid pertosse.

Tutti i fenomeni negativi hanno vari gradi di gravità. Normale è considerato un aumento della temperatura a 38 ° C, lacrimazione, arrossamento, dolore nell'area di iniezione, perdita di appetito. Tali sintomi si applicano ai polmoni. Di solito vanno via dopo 2-3 giorni, senza alcun intervento..

Se l'igiene non viene osservata al momento della procedura, possono formarsi pustole, che richiedono l'uso di antisettici o antibiotici.

Temperatura

Secondo le statistiche, insieme a pianto, ansia e irritabilità, il più delle volte dopo la vaccinazione, si nota un aumento della temperatura corporea. Ciò è dovuto al fatto che i batteri patogeni introdotti riducono l'immunità.

Come notato sopra, un aumento a 38 ° C è una normale reazione corporea al farmaco somministrato. Il limite inferiore, quando puoi iniziare a ridurre la temperatura, è a 38,5 ° C, così come l'insorgenza di febbre. In questo caso, somministrare al bambino farmaci contenenti paracetamolo.

Complicazioni dopo DTP

Il rischio di complicanze da moderate a gravi è minimo. Dr. E.O. Komarovsky definì la cifra una su un milione. Tuttavia, la possibilità della loro manifestazione non può essere completamente esclusa..

La gravità moderata include un aumento della temperatura a 39-40 ° C, la comparsa nel sito di iniezione di arrossamento con un diametro superiore a 8 cm o un ispessimento superiore a 5 cm, nonché l'insorgenza di feci molli, vomito.

Con tali sintomi, raccomandano l'uso di farmaci antipiretici - nurofen, cefecone, ecc., Pomate per alleviare l'edema - fenistil, troxevasin, ecc. Ma prima di tutto, dovresti vedere un dottore.

In rari casi, il corpo reagisce gravemente con convulsioni, orticaria, soffocamento, edema di Quincke.

Osservazione dopo la vaccinazione

Quasi sempre le reazioni negative sono annotate nella prima mezz'ora dopo la procedura. Pertanto, si consiglia di attendere questa volta in un istituto medico. A casa, un'attenzione speciale dovrebbe essere prestata alla temperatura corporea del bambino. Per l'inammissibilità del suo aumento si raccomanda:

  • mantenimento della temperatura ottimale nella stanza (non superiore a 20 ° C) e umidità (50-70%),
  • bevanda pesante,
  • restrizione alimentare,
  • passatempo tranquillo.

Se si verificano reazioni allergiche, deve essere assunto un antistaminico..

È possibile fare il bagno e camminare dopo la vaccinazione

"È possibile camminare dopo la vaccinazione?" - è la domanda più comune. I motivi per cui non è possibile camminare dopo la vaccinazione contro l'epatite e la DTP è un'immunità indebolita. Tuttavia, se durante il giorno, la temperatura è normale, quindi non escludere camminare per strada.

Assicurati di vestirti in base al tempo, evitando il surriscaldamento o l'ipotermia, quindi si consiglia di fare una passeggiata in estate la sera e in inverno nel pomeriggio. Evita anche grandi folle: a causa dell'immunità indebolita, il rischio di contrarre un'infezione aumenta a volte.

Il tossoide della pertosse-difterite-tetano può provocare la comparsa di edema o gonfiore nel sito di iniezione, quindi è vietato massaggiare in questo giorno e un paio di giorni dopo.

I medici non raccomandano di fare il bagno, poiché esiste un alto rischio di prendere un raffreddore e la zona di iniezione non deve essere esposta ad altri effetti..

Compatibilità ai vaccini

Qualsiasi vaccinazione comporta l'introduzione nel corpo di batteri che trasportano il virus di una determinata malattia, a cui il vaccino sviluppa successivamente l'immunità. Possono coesistere abbastanza pacificamente. Pertanto, non vi sono divieti sull'uso simultaneo di vaccini..

Suggerimenti Komarovsky

Il pediatra popolare e rispettabile oggi, Evgeny Komarovsky, raccomanda inequivocabilmente la vaccinazione. Convalida la sua opinione con statistiche sulla mortalità trasportate da pertosse, difterite, tetano.

Allo stesso tempo, concorda sul fatto che questo vaccino è il più difficile per i bambini, vale a dire la sua componente antitosse, che tutti hanno il diritto di rifiutare, ma solo se raggiungono l'età di 4-5 anni, quando il rischio di contrarre questa infezione è ridotto al minimo.

Komarovsky si riferisce alla singola condizione più importante per l'uso di un vaccino adsorbito contro la pertosse, la difterite, il tetano e l'epatite B: questa è la salute assoluta della persona che viene vaccinata. A suo avviso, gli effetti collaterali si manifestano esclusivamente a causa dello stato di salute del bambino e non della qualità del farmaco somministrato.

Video sulla vaccinazione del bambino

Essere vaccinati o no è una questione individuale. Pesando tutte le opinioni, i contro e i vantaggi, ciascuno per sé prende una decisione finale, la cui correttezza sarà verificata solo in tempo. Per una piena comprensione del significato della vaccinazione, nonché delle sue conseguenze, guarda il video:

Vaccino DTP ed epatite in un colpo solo: nome, quando fatto e conseguenze

Le vaccinazioni iniziano a essere somministrate ai bambini nei primi giorni di vita. Perché una tale fretta? È sicuro? DTP ed epatite in un vaccino, il nome spaventa, è dubbio che un piccolo organismo possa far fronte al carico.

Per decidere se scrivere un rifiuto o far vaccinare il bambino, è necessario:

  • Scopri quali malattie protegge il vaccino, la loro prevalenza, le conseguenze.
  • Conosci i tipi di vaccini, i produttori.
  • Pesare il rischio di complicanze.
  • Scopri le controindicazioni.

L'articolo contiene informazioni dettagliate su questo, così come imparerai a prepararti per le vaccinazioni, eliminando le reazioni avverse.

L'epatite B e la DTP possono essere vaccinate in un giorno??

Il sito Web dell'OMS contiene un articolo sull'immunizzazione e la sicurezza dei vaccini in cui si afferma che la somministrazione di più vaccini nello stesso giorno non influisce negativamente sul sistema immunitario dei bambini. Ogni giorno, il bambino è in contatto con centinaia di batteri: mangiare, trovarsi in luoghi affollati. Durante il raffreddore, il sistema immunitario subisce un attacco maggiore rispetto alla vaccinazione.

Per quanto riguarda la sicurezza: prima di rilasciare il farmaco in vendita, è sottoposto a lunghi studi clinici. La qualità dei vaccini viene regolarmente controllata, tutte le complicazioni vengono mantenute..

La combinazione di farmaci riduce il numero di visite in ospedale, salva i nervi per il bambino, i genitori.

È interessante: un esame del sangue per i marcatori dell'epatite B: una trascrizione dei risultati

Tipi di vaccini

DTP protegge da 3 malattie

  1. Pertosse. È trasmesso per via aerea. Mortale per i bambini fino a 4 anni. La malattia è accompagnata da una tosse, con abbondante secrezione di muco. Assomiglia al vomito di muco. I bambini piccoli non possono far fronte, soffocare. Il componente della pertosse nel vaccino provoca effetti collaterali, ma è necessario.
  2. La difterite provoca gonfiore della laringe, la copre con un film, che può portare al soffocamento. La difterite bacillo produce una tossina che provoca gravi avvelenamenti del corpo. Se il siero non viene somministrato in tempo, la persona rimane disabilitata o muore. Gli antibiotici non funzionano senza siero.
  3. Il tetano attraversa tagli, ferite. Nei neonati, l'infezione si verifica attraverso la ferita ombelicale. Danni al sistema nervoso centrale, convulsioni, edema polmonare, morte - le conseguenze dell'infezione da tetano.

DTP non contiene agenti patogeni attivi. Letteralmente, il nome significa: vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano. La composizione include tossoidi del tetano purificati, difterite e frammenti di germi di pertosse uccisi.

Se il bambino o i genitori hanno avuto un'allergia nella storia, una grave reazione a un componente della pertosse o il bambino è stato malato con loro, viene somministrato un vaccino ADS. Solo contro la difterite e la pertosse.

Per la rivaccinazione di bambini di età superiore a 7 anni e adulti, per le persone con immunità debole, è stato sviluppato il farmaco ADSM. Contiene metà del toxoid.

Il vaccino contro l'epatite B viene ancora consegnato all'ospedale di maternità ed è nei tempi previsti con il DTP. Secondo l'OMS, la vaccinazione viene somministrata ai neonati in 160 paesi. Questa misura è dovuta alla prevalenza dell'epatite. Il numero di persone infette è 100 volte il numero di persone infette da HIV. La vaccinazione è il modo principale per proteggere.

Negli anni '80, il vaccino contro l'epatite è stato ottenuto dal plasma sanguigno. Nel 1987. usando una modificazione genetica, hanno creato un nuovo farmaco. Ottienilo dalle cellule di lievito. Il vaccino non provoca la malattia, ma forma un'immunità stabile. In Russia, producono 6 farmaci contro l'epatite B, tutti sono sicuri e hanno una composizione simile. La differenza nel numero di conservanti utilizzati.

Questo è interessante: controindicazioni alla vaccinazione contro l'epatite B (B) negli adulti

Preparazione alla vaccinazione

Non è necessario parlare di formazione nel reparto maternità. L'unica cosa che puoi fare:

  • Chiedere un esame del sangue per assicurarsi che il bambino sia sano.
  • Ricorda se i parenti stretti hanno avuto reazioni allergiche al farmaco, se sono allergici al lievito.

Se il bambino non è stato vaccinato in ospedale e si sta andando in clinica, si consiglia di eseguire le seguenti operazioni:

  • Pochi giorni prima della procedura, restringi la tua cerchia sociale, evita luoghi affollati.
  • Consultare un medico e somministrare un antistaminico in anticipo.
  • Non sperimentare con gli alimenti; evitare gli allergeni.
  • Se il bambino sta bevendo vitamina D, interrompere l'assunzione 5 giorni prima dell'immunizzazione..

Suggerimento: in una clinica, i bambini di età inferiore a un anno devono essere allontanati dal turno, ma la regola non sempre funziona. Per impedire al bambino di contrarre un'infezione respiratoria prima della vaccinazione, portalo nel corridoio all'ultimo momento. Nonna o papà possono aiutare. Una persona è in strada, un'altra risolve il problema della coda.

Vaccino contro epatite e DTP in una siringa

Per non andare in clinica più volte, per non fare ulteriori iniezioni, i bambini ricevono contemporaneamente un vaccino DTP ed epatite. Sul mercato ci sono farmaci che differiscono nella valenza (il numero di malattie da cui proteggono). La scelta viene effettuata dal medico, tenendo conto della salute del bambino e di ciò che è disponibile. Vaccini multivalenti popolari:

  • Bubo-kok (epatite B, DTP).
  • Bubo-M (ADSM ed epatite).
  • Infanrix Penta (epatite, tetano, pertosse, difterite, poliomielite)
  • Infanrix hexa (DTP, epatite B, poliomielite)

È interessante: indicazioni e schema per la rivaccinazione dell'epatite B negli adulti

Controindicazioni alla co-vaccinazione con DTP e contro l'epatite

La combinazione di vaccini è vietata quando:

  • Allergico al lievito. Il vaccino contro l'epatite B non dovrebbe essere.
  • Il bambino ha avuto l'epatite.
  • Una delle vaccinazioni è già stata somministrata..

Devi ricordare le controindicazioni generali. Il pediatra esamina il bambino prima della vaccinazione. Ma i genitori sono responsabili della salute del bambino. Il medico potrebbe non notare il malessere, poiché il flusso di piccoli pazienti è grande, i medici sono sovraccarichi. Rinviare la vaccinazione quando:

  • I denti sono tagliati.
  • Temperatura.
  • Eruzione cutanea, allergie.
  • Il bambino non si comporta come al solito: ansioso o assonnato.
  • La malattia è peggiorata.
  • Mal di stomaco, feci turbate.
  • Prematurità.
  • Malattia del sistema nervoso centrale.

Le conseguenze della vaccinazione con DTP ed epatite B in un vaccino

Le conseguenze spiacevoli sono causate dal DTP, la sua componente della pertosse. Nel sito di iniezione appare un sigillo, che è doloroso da toccare. Il dolore si verifica quando si sposta con un piede. Aiuta ad alleviare il sintomo: un impacco caldo e asciutto, applicando una foglia di cavolo lavata e secca.

I restanti effetti collaterali sono comuni a tutte le vaccinazioni:

  • Malessere.
  • Aumento della temperatura.
  • Reazione allergica.

Se non riesci a far fronte ai sintomi negativi, consulta un medico.

Ci sono casi isolati di gravi complicazioni che portano alla disabilità. Ogni caso è esaminato da una commissione speciale. Cause di effetti pericolosi:

  • Malattie autoimmuni.
  • Le controindicazioni sono state ignorate.
  • Violazione dello stoccaggio, somministrazione di farmaci.

La principale conseguenza dell'immunizzazione con DTP ed epatite è l'immunità persistente da malattie terribili, la prevenzione delle epidemie.