Epatite e DTP in un vaccino: nome del farmaco e compatibilità con altre vaccinazioni

Secondo il Calendario nazionale delle vaccinazioni, la maggior parte delle vaccinazioni sono somministrate a bambini di età inferiore ai 12 mesi. Ciò è dovuto al fatto che sono i bambini piccoli a essere molto sensibili a diversi tipi di infezione. Le malattie infettive nei neonati hanno la capacità di procedere in forme più complesse, sono spesso accompagnate da complicazioni e possono persino essere fatali..

I medici non vedono un modo migliore per proteggere i bambini dai microrganismi patogeni, come effettuare vaccinazioni di routine che consentano al sistema immunitario del bambino di formare un'immunità a lungo termine contro le infezioni e impedire la loro penetrazione nel corpo del bambino.

In pratica, molte vaccinazioni devono essere somministrate al bambino lo stesso giorno, ovvero combinare l'introduzione di diversi vaccini. Molto spesso, insieme ad altri preparati immunitari, vengono somministrati vaccini DTP (tetano, difterite e pertosse). Tali misure preventive sono sicure per la salute dei giovani pazienti? Quali vaccini possono essere utilizzati con DTP?

È possibile eseguire DTP contemporaneamente ad altre vaccinazioni??

Il vaccino DTP può e talvolta deve essere somministrato contemporaneamente ad altri preparati immunitari, ad esempio con il vaccino antipolio orale e inattivato, CPC, una sospensione contro l'epatite B o infezione emofila.

Se questi vaccini non possono essere somministrati nello stesso giorno, si raccomanda di somministrarli a intervalli di almeno un mese, il che consentirà la formazione di una risposta immunitaria sufficiente nel corpo del bambino.

Nonostante la sicurezza della somministrazione simultanea di DTP con altre vaccinazioni, non si deve abusare della loro combinazione, ma aderire ai periodi di vaccinazione prescritti nel calendario nazionale.

La somministrazione simultanea di vaccini è consentita in numerosi casi, tra cui:

  • la necessità di formare rapidamente un'immunità in un bambino contro le infezioni più pericolose;
  • situazione epidemiologica non sicura nella regione di residenza;
  • l'impossibilità di frequenti visite in clinica;
  • preparazione all'emigrazione in un altro paese o per viaggiare;
  • vaccinazioni mancate in passato.

Contro l'epatite b

Gli immunologi sostengono che la somministrazione simultanea di DTP e un vaccino contro l'epatite B è assolutamente sicura per la salute e il normale sviluppo del bambino. Il numero di reazioni avverse se usato insieme non aumenta e il rispetto delle regole elementari di vaccinazione può ridurre al minimo i rischi di complicanze della procedura.

Dopo una combinazione di vaccinazioni, in un bambino possono verificarsi le seguenti reazioni avverse:

  • un leggero aumento della temperatura corporea a 37,5 ° C;
  • sonnolenza e malessere generale;
  • diminuzione dell'appetito e un temporaneo abbandono del gioco;
  • episodi di diarrea e vomito;
  • mal di testa di moderata intensità.

Tali lievi disturbi dopo la vaccinazione sono la conferma della corretta formazione dell'immunità. Di norma, passano da soli dopo 3-4 giorni e quindi non necessitano di supervisione medica e correzione medica.

Polio

Molto spesso, i pediatri combinano DTP con il vaccino contro la poliomielite. A 3 e 4,5 mesi, i bambini con siero adsorbito di pertosse-difterite-tetano ricevono un vaccino inattivato per la poliomielite e una sospensione viva viene utilizzata per le successive vaccinazioni.

Nella maggior parte dei casi, tale immunizzazione procede sullo sfondo dello sviluppo di effetti collaterali nel lieve grado della loro manifestazione. Nei bambini, la temperatura corporea può aumentare, può verificarsi gonfiore nella zona di iniezione e malessere generale.

Molto spesso, la reazione patologica del corpo si sviluppa sulla componente della pertosse del vaccino e si manifesta con allergie sotto forma di eruzione cutanea e prurito, angioedema, anafilassi.

Da infezione emofila

La combinazione di DTP e vaccinazione contro l'infezione emofila è una pratica pediatrica comune, che consente di inserire contemporaneamente il numero massimo di vaccini che consentono di vaccinare quante più malattie infettive possibili.

Viene utilizzato il vaccino combinato Pentaxim, che contiene un componente adsorbito di pertosse-difterite-tetano, una sospensione inattivata di poliomielite e una soluzione di prevenzione di Haemophilus influenzae di tipo b.

Questa combinazione di ingredienti attivi consente di immunizzare un piccolo paziente contro la pertosse, la difterite, il tetano, la poliomielite e le malattie causate dal bacillo emofilo con una sola iniezione, tra cui meningite, polmonite, encefalite e altre.

Contro l'influenza

Il vaccino antinfluenzale e la sospensione adsorbita di pertosse-difterite-tetano sono tra le soluzioni vaccinali uccise. Secondo le regole di vaccinazione generalmente accettate, due o più vaccini uccisi possono essere somministrati nello stesso giorno o in qualsiasi intervallo (giorno, settimana, mese).

Febbre alta, dolore nel sito di iniezione e altre reazioni del bambino all'immunizzazione

Spesso dopo la vaccinazione, gli indicatori di temperatura aumentano a 37,5-38 C, il che conferma la formazione di una normale risposta immunitaria.

Normalmente, la temperatura corporea elevata viene mantenuta per diversi giorni, quindi si normalizza senza l'aiuto di droghe.

Se la temperatura supera i 38 ° C, è consigliabile somministrare al bambino farmaci antipiretici nei dosaggi raccomandati dal medico. Spesso dopo DTP con altri vaccini, può verificarsi una reazione locale nel sito di iniezione sotto forma di arrossamento, gonfiore e dolore.

Queste violazioni sono temporanee e si risolvono entro pochi giorni. Succede che il sigillo nel sito di iniezione si trasforma in un infiltrato teso. Quindi è necessario consultare immediatamente un medico e iniziare il trattamento.

È pericoloso mettere insieme i vaccini: complicazioni e conseguenze

I moderni immunologi sono convinti che la combinazione di DTP con altri vaccini uccisi o vivi non contribuisca allo sviluppo di complicanze della vaccinazione e non sia pericolosa per la salute del bambino. Gli effetti dell'immunizzazione combinata non sono diversi dalle complicazioni di un semplice vaccino DTP..

Tra le reazioni post-vaccinazione più comuni ci sono:

  • febbre grave fino a 40 ° C;
  • grave reazione allergica ai componenti del vaccino (principalmente alla componente della pertosse);
  • spasmi
  • encefalite e altre lesioni del sistema nervoso centrale con sviluppo di paralisi, paresi.

Se si sviluppano segni di complicanze da vaccinazione, i genitori del bambino devono consultare immediatamente un medico che adotterà misure per eliminarle..

I vaccini possono essere miscelati in una siringa??

Le informazioni sulla possibilità di miscelare vaccini diversi nella stessa siringa sono facilmente reperibili nelle istruzioni per l'uso di uno o di altri preparati vaccinali. Di norma, i pediatri non rischiano di mettere due diversi vaccini nella stessa siringa, ma preferiscono somministrarli in due approcci.

Quanto dopo il BCG può essere vaccinato contro la difterite, il tetano e la pertosse?

Secondo il calendario nazionale delle vaccinazioni, il BCG viene somministrato ai neonati 3-5 giorni dopo la nascita. Ciò accade nell'ospedale di maternità dopo un esame dettagliato del bambino da parte di un neonatologo. Il primo DTP viene somministrato ai bambini nella clinica all'età di 3 mesi e quelli successivi - non prima di 28-30 giorni.

La vaccinazione contro la tubercolosi viene effettuata separatamente dalle altre vaccinazioni. L'unica eccezione è l'immunizzazione dell'epatite B, prescritta il primo giorno dopo la nascita, cioè 1-2 giorni prima della BCG.

L'intervallo tra BCG e altre vaccinazioni dovrebbe essere di almeno 30 giorni. Tale schema di vaccinazione non porta allo sviluppo di complicanze e non interrompe la normale formazione di anticorpi.

DTP ed epatite in un vaccino: nome del farmaco e istruzioni per l'uso

Tra i vaccini combinati più efficaci ci sono Infanrix, Hiberix, Pentaxim, Tetraxim.

Tutti sono ben combinati con i vaccini contro la poliomielite. Il vaccino combinato viene somministrato tre volte secondo il programma di vaccinazione generalmente accettato..

Viene messa in tre, quattro e mezzo e sei mesi, se il bambino non ha controindicazioni temporanee per la vaccinazione. Se il bambino ha sintomi di infezione respiratoria acuta o esacerbazioni di patologia cronica, l'immunizzazione deve essere riprogrammata per il tempo necessario a normalizzare completamente lo stato di salute del piccolo paziente.

Le controindicazioni assolute per l'introduzione di una preparazione immunitaria combinata sono:

  • intolleranza a uno o più componenti del vaccino;
  • lo sviluppo di una reazione allergica con la precedente introduzione della soluzione;
  • gravi patologie del sistema nervoso centrale;
  • malattie oncologiche;
  • stati di immunodeficienza.

Video collegati

Nel dettaglio sulla vaccinazione con DTP presso la Scuola del Dr. Komarovsky:

La scelta di un farmaco per la vaccinazione dei bambini del primo anno di vita deve essere gestita da uno specialista qualificato. In questo caso, il medico prende in considerazione le caratteristiche individuali del corpo del bambino, la presenza di cibo e altre allergie, malattie degli organi interni, ecc..

Posso ottenere insieme vaccini DTP ed epatite nello stesso giorno?

Dopo il parto, i genitori devono prendere una decisione importante se vaccinare il bambino con DTP (pertosse, difterite e patogeni del tetano) ed epatite in un vaccino o meno. La maggior parte degli adulti ha paura di possibili complicazioni e reazioni avverse al siero, quindi rifiuta la procedura. Ma vale la pena sapere che il rifiuto del vaccino porta a patologie più gravi e malattie croniche. Può essere un'epatite virale di varie eziologie, cirrosi o cancro al fegato.

Fasi preparatorie per il vaccino e le sue fasi

L'uso di DTP ed epatite in un vaccino semplifica notevolmente la prima vaccinazione del neonato, che è un momento importante nella vita del bambino. Nei primi mesi di vita, l'immunità del bambino è particolarmente sensibile a vari virus e batteri, quindi è necessario vaccinare dalla nascita.

Ciò creerà una protezione affidabile per un lungo periodo di tempo. Per garantire che l'intera procedura sia indolore e non causi complicazioni, i genitori devono preparare un neonato.

Prima di tutto, devi rispettare le seguenti regole:

  1. Consultare un pediatra che prescriverà test di laboratorio e confermerà la possibilità di vaccinazione.
  2. Evita luoghi pubblici in cui è presente un gran numero di persone. Ciò è necessario affinché il bambino non venga infettato da estranei, poiché durante la procedura il paziente deve essere completamente sano.
  3. Sbarazzarsi di qualsiasi contatto con sostanze irritanti. Quando compaiono i primi segni di un'allergia, i genitori dovrebbero prendersi cura della terapia farmacologica, che eliminerà le manifestazioni allergiche. Ciò consentirà all'organismo di tollerare in modo sicuro la vaccinazione..
  4. Prima della procedura, non è possibile alimentare eccessivamente il bambino o mangiare cibi che non sono stati precedentemente aggiunti al cibo. Ciò è dovuto al fatto che le forze del corpo saranno spese per digerire il cibo, invece di trasferire il siero.

In ogni caso, il medico che effettua l'iniezione dovrebbe esaminare il bambino in anticipo e misurare la temperatura corporea. E solo allora entra nel siero: la vaccinazione DTP ha una sequenza chiara che deve essere mantenuta.

Pertanto, lo specialista effettua iniezioni secondo il seguente schema:

  • la prima iniezione viene eseguita all'età di 3 mesi,
  • secondo - 4 mesi,
  • il terzo - all'età di 6 mesi,
  • la quarta iniezione viene somministrata quando il bambino ha un anno e mezzo.

Sono necessarie quattro vaccinazioni per consolidare l'effetto e avviare la produzione di anticorpi umorali da parte del corpo, che in futuro non consentirà a infezioni di questo tipo di svilupparsi nel corpo. Al fine di mantenere il sistema immunitario in seguito, vengono effettuate vaccinazioni ripetute all'età di 7 e 14 anni.

Istruzioni per l'uso

I farmaci più comuni e ampiamente utilizzati per DTP includono Infanrix, InfanrixGex e Tetracock. Questi medicinali appartengono al gruppo di sostanze combinate, adsorbite e immunobiologiche a base di difterite, tetano e pertosse.

Il siero ha una base gelatinosa a causa dell'idrossido di alluminio. Tossidi difterite, tetano e pertosse sono assorbiti da questa sostanza. Ciò garantisce il legame delle sostanze attive e il rilascio dopo la penetrazione nel sistema circolatorio umano.

Nel caso dell'epatite, i medici usano il farmaco Angerix, che contiene un piccolo numero di cellule virali. Come per i farmaci DTP, i produttori utilizzano idrossido di alluminio per prevenire il rilascio prematuro di cellule. Quando una proteina del virus entra nel corpo umano, stimola la produzione attiva di anticorpi, che successivamente sviluppano un meccanismo protettivo.

Co-vaccinazione contro epatite e DTP

La vaccinazione congiunta con DTP, epatite e vaccini contro la poliomielite viene spesso praticata dai medici per evitare l'infezione da malattie come poliomielite, pertosse, difterite, tetano e alcune malattie del fegato. Un altro vantaggio di questa vaccinazione è la protezione del fegato dagli agenti patogeni che fanno parte del vaccino DTP..

Possibili complicazioni spaventano i genitori, motivo per cui alcuni di loro si rifiutano di vaccinare. Ma in assenza di controindicazioni caratteristiche, il pediatra raccomanda vivamente un'iniezione. Ciò è dovuto al fatto che gli effetti collaterali dopo la procedura si verificano in rari casi e si verificano in forme lievi..

Mentre le malattie causate dall'epatite o dal virus del tetano portano a gravi complicazioni. Sono queste patologie che il bambino è più facile da catturare nella scuola materna, a scuola e in altri luoghi pubblici.

È molto più difficile ottenere la pertosse e la difterite, ma in alcuni paesi queste malattie prevalgono tra le altre. Questo vale per le città con un clima caldo, dove il basso livello di standard sanitari, vi è la possibilità di infezione attraverso l'acqua sporca e gli articoli per la casa.

La co-vaccinazione di DTP ed epatite aiuta a ridurre lo stress nel bambino. Gli scienziati hanno sviluppato sieri speciali che riducono il rischio di reazioni avverse e sono facilmente tollerati dal bambino. Un'iniezione viene effettuata per via intramuscolare, scegliendo luoghi con la minima quantità di tessuto adiposo. Di solito è la parte superiore della coscia o della spalla.

Suggerimenti Komarovsky

Alcuni genitori sono interessati alla vaccinazione con DTP ed epatite insieme.Il famoso pediatra Yevgeny Komarovsky raccomanda inequivocabilmente una vaccinazione articolare, ma nota che il neonato è più difficile da tollerare. Questo fenomeno è associato a un componente antitosse..

Il pediatra si sofferma sul vantaggio principale di questo metodo di protezione: con l'aiuto di un farmaco, viene assicurata la profilassi di diverse malattie contemporaneamente, che riduce il numero di iniezioni e il rischio di possibili infezioni nelle cliniche.

In questo caso, il vaccino non aumenta il rischio di complicanze e non interferisce con la qualità dell'immunità generata.

Komarovsky parla di statistiche che mostrano quanto siano pericolose le malattie specificate e quali complicazioni causino la vaccinazione prematura.

Di norma, le persone con tetano o difterite muoiono nell'80% dei casi. E il rischio di contrarre il virus del virus dell'epatite aumenta di diversi percento ogni anno, pertanto il pediatra raccomanda vivamente ai genitori di accettare di vaccinare il proprio bambino..

L'unica condizione per l'iniezione è un bambino assolutamente sano. Il bambino non deve essere malato di virale o raffreddore che si manifesta con febbre, naso che cola, peggioramento delle condizioni e altri sintomi.

Risposta al vaccino DTP

Un componente del DTP sierico è il tossoide della pertosse. Insieme alle tossine inattivate di difterite e tetano, il tossoide pertosse stimola la produzione attiva di anticorpi umorali, che proteggono ulteriormente il corpo da questi agenti patogeni.

I microrganismi patogeni non causano gravi danni al bambino, poiché hanno una bassa attività.

Nella maggior parte dei casi, il bambino ha solo un leggero rossore nel sito di iniezione, che scompare dopo poche ore. Questo fenomeno può verificarsi dopo irritazione meccanica della pelle o dell'acqua..

In rari casi, il bambino ha conseguenze più gravi che richiedono un intervento medico.

La reazione più comune del corpo è considerata una temperatura corporea di basso grado. Insieme ad un aumento della temperatura, il paziente sperimenta sudorazione abbondante e letargia. La sensazione di affaticamento passa attraverso 2 giorni, quindi dopo la vaccinazione il bambino è meglio rilassarsi e trascorrere la giornata con calma. Con una maggiore sensibilità al farmaco, il paziente può manifestare diarrea e tentare di vomitare.

È possibile fare il bagno a un bambino e camminare con lui dopo la vaccinazione

I genitori sono spesso preoccupati della domanda se è possibile fare il bagno al bambino o camminare con lui in luoghi affollati dopo la vaccinazione. Ogni specialista avverte i genitori che è meglio evitare tali azioni.

Ciò è dovuto alla reazione del corpo al siero iniettato. Il sistema immunitario è significativamente ridotto, poiché tutte le forze vanno alla lotta contro il vaccino. Pertanto, catturare un'infezione da un estraneo non è difficile.

Nei casi in cui il bambino non ha una temperatura corporea subfebrile persistente, puoi fare un'eccezione e fare una passeggiata lungo la strada con il bambino. Assicurati di indossarlo correttamente. L'abbigliamento non deve essere troppo caldo o leggero in modo da non provocare surriscaldamento o ipotermia.

Il sito di iniezione dopo l'introduzione del siero può gonfiarsi e diventare rosso, quindi non è consigliabile fare il bagno al bambino e in qualche modo influenzare l'area della pelle. Sapone o infezione che possono scatenare processi infiammatori possono entrare con l'acqua..

Effetti collaterali e possibili complicanze della co-vaccinazione con DTP ed epatite

Spesso, gli effetti collaterali si verificano a causa del tossoide della pertosse in arrivo, quindi in alcuni casi la vaccinazione viene eseguita senza il componente del patogeno della pertosse. Tutti gli effetti collaterali differiscono in gravità..

I seguenti sintomi sono associati a lievi effetti collaterali:

  • febbre bassa,
  • debolezza e stanchezza,
  • leggera sudorazione,
  • arrossamento della pelle e leggero gonfiore,
  • perdita di appetito,
  • piccoli accumuli di pus nel sito di iniezione, che derivano dal mancato rispetto delle norme igieniche.

Questa sintomatologia indica che il corpo resiste alle cellule virali. Dopo alcuni giorni, tutti gli effetti collaterali di natura lieve scompaiono da soli, quindi non è necessario preoccuparsi della salute del bambino e utilizzare medicinali per rimuovere i sintomi.

Un'eccezione è l'alta temperatura, che supera i 38,4 ° C. In tali casi, è necessario consultare un medico in modo che prescriva un antipiretico.

In rari casi, sorgono complicazioni di natura più grave, quindi per qualche tempo il bambino rimane sotto la supervisione di un medico.

Le principali complicazioni che compaiono dopo la vaccinazione includono:

  • aumento della temperatura corporea al livello di 39-40 ° C,
  • il rossore dell'area intorno al sito di iniezione è maggiore della velocità specificata,
  • l'aspetto di un piccolo sigillo, che può essere sentito alla palpazione,
  • il bambino ha periodicamente diarrea e la voglia di vomitare,
  • il sito di vaccinazione inizia a gonfiarsi.

Non appena un neonato presenta uno di questi sintomi, i genitori devono contattare immediatamente un pediatra o chiamare un'ambulanza. In questo caso, al bambino vengono prescritti sciroppi o supposte antipiretiche e antistaminici topici..

Le complicanze più gravi comprendono gravi eruzioni cutanee, orticaria, edema di Quincke e attacchi di asma.

Controindicazioni per la co-vaccinazione contro l'epatite e la DTP

Le principali controindicazioni alla vaccinazione articolare di DTP ed epatite sono i seguenti fattori:

  • febbre,
  • naso che cola e altre manifestazioni di raffreddore,
  • umore eccessivo del bambino e pianto costante,
  • la presenza di manifestazioni allergiche,
  • problemi con i movimenti intestinali (costipazione, che si verifica per più di 2 giorni),
  • processi infiammatori nel tratto respiratorio superiore,
  • reazione negativa a precedenti vaccinazioni.

L'elenco delle controindicazioni può essere integrato con diatesi e intolleranza individuale a uno dei componenti del farmaco. Nella maggior parte dei casi, le manifestazioni allergiche causano lievito, sulla base del quale viene prodotta la maggior parte dei vaccini.

Cosa fare dopo il vaccino

Dopo l'iniezione intramuscolare in un'unica iniezione, devono essere seguite alcune regole per fornire al bambino una protezione affidabile:

  1. Dopo l'iniezione, è necessario essere in clinica sotto la supervisione di un medico per circa mezz'ora. Durante questo periodo, possono verificarsi reazioni avverse e complicazioni, quindi lo specialista sarà in grado di fornire assistenza medica in tempo.
  2. Monitorare le condizioni generali del paziente. Un forte aumento della temperatura può portare a gravi conseguenze, quindi i genitori devono monitorare attentamente le condizioni del bambino.
  3. Non surriscaldare o surriscaldare il bambino in modo da evitare effetti collaterali.
  4. Prendi abbastanza acqua in modo che il bambino non abbia sete.
  5. Non appesantire lo stomaco del bambino con cibi pesanti, fritti e grassi.
  6. Fornire un'atmosfera rilassata e relax.
  7. Evitare di nuotare e camminare in luoghi pubblici per ridurre il rischio di infezione..
  8. Non lasciare che il bambino graffi il sito di iniezione o lo irriti meccanicamente.

I genitori dovrebbero monitorare le condizioni del bambino al fine di notare manifestazioni allergiche o gravi complicazioni nel tempo. Poiché diversi vaccini vengono introdotti nel corpo lo stesso giorno, il paziente può manifestare reazioni avverse un po 'più spesso..

Vaccini comuni per DTP ed epatite

I produttori moderni stanno cercando di creare un vaccino con effetti collaterali minimi, quindi ogni anno le vaccinazioni causano meno complicazioni.

I seguenti farmaci sono considerati i farmaci più comuni:

  1. Infanrix e NfanrixHex. I farmaci belgi hanno effetti collaterali minimi grazie al metodo di produzione unico. Infanrix fornisce protezione contro tre agenti patogeni, mentre InfanrixGex protegge da 6 tipi di virus. Questo è il virus dell'epatite B, la poliomielite, il tetano, la difterite, la pertosse e le infezioni emofile.
  2. Pentaxim e Tetraxim. Medicinali che includono pertosse, difterite e tossoidi tetanici. La differenza tra i farmaci è in diversi produttori e costi.
  3. Angerix e Regevac B. Un farmaco che stimola la produzione di anticorpi contro le cellule del virus dell'epatite B. I farmaci sono combinati con altre vaccinazioni e nella maggior parte dei casi hanno un effetto terapeutico..

Il mercato della farmacia offre una vasta selezione di vaccini che possono essere combinati con altri farmaci e ottenere il risultato desiderato. Pertanto, quando si sceglie un medicinale, è necessario prestare attenzione al produttore e alla qualità del siero.

Akds ed epatite nelle conseguenze di una reazione di nome di un vaccino

Posso ottenere insieme vaccini DTP ed epatite nello stesso giorno?

Dopo il parto, i genitori devono prendere una decisione importante se vaccinare il bambino con DTP (pertosse, difterite e patogeni del tetano) ed epatite in un vaccino o meno. La maggior parte degli adulti ha paura di possibili complicazioni e reazioni avverse al siero, quindi rifiuta la procedura. Ma vale la pena sapere che il rifiuto del vaccino porta a patologie più gravi e malattie croniche. Può essere un'epatite virale di varie eziologie, cirrosi o cancro al fegato.

Fasi preparatorie per il vaccino e le sue fasi

L'uso di DTP ed epatite in un vaccino semplifica notevolmente la prima vaccinazione del neonato, che è un momento importante nella vita del bambino. Nei primi mesi di vita, l'immunità del bambino è particolarmente sensibile a vari virus e batteri, quindi è necessario vaccinare dalla nascita.

Ciò creerà una protezione affidabile per un lungo periodo di tempo. Per garantire che l'intera procedura sia indolore e non causi complicazioni, i genitori devono preparare un neonato.

Prima di tutto, devi rispettare le seguenti regole:

  1. Consultare un pediatra che prescriverà test di laboratorio e confermerà la possibilità di vaccinazione.
  2. Evita luoghi pubblici in cui è presente un gran numero di persone. Ciò è necessario affinché il bambino non venga infettato da estranei, poiché durante la procedura il paziente deve essere completamente sano.
  3. Sbarazzarsi di qualsiasi contatto con sostanze irritanti. Quando compaiono i primi segni di un'allergia, i genitori dovrebbero prendersi cura della terapia farmacologica, che eliminerà le manifestazioni allergiche. Ciò consentirà all'organismo di tollerare in modo sicuro la vaccinazione..
  4. Prima della procedura, non è possibile alimentare eccessivamente il bambino o mangiare cibi che non sono stati precedentemente aggiunti al cibo. Ciò è dovuto al fatto che le forze del corpo saranno spese per digerire il cibo, invece di trasferire il siero.

In ogni caso, il medico che effettua l'iniezione dovrebbe esaminare il bambino in anticipo e misurare la temperatura corporea. E solo allora entra nel siero: la vaccinazione DTP ha una sequenza chiara che deve essere mantenuta.

Pertanto, lo specialista effettua iniezioni secondo il seguente schema:

  • la prima iniezione viene eseguita all'età di 3 mesi,
  • secondo - 4 mesi,
  • il terzo - all'età di 6 mesi,
  • la quarta iniezione viene somministrata quando il bambino ha un anno e mezzo.

Sono necessarie quattro vaccinazioni per consolidare l'effetto e avviare la produzione di anticorpi umorali da parte del corpo, che in futuro non consentirà a infezioni di questo tipo di svilupparsi nel corpo. Al fine di mantenere il sistema immunitario in seguito, vengono effettuate vaccinazioni ripetute all'età di 7 e 14 anni.

Istruzioni per l'uso

I farmaci più comuni e ampiamente utilizzati per DTP includono Infanrix, InfanrixGex e Tetracock. Questi medicinali appartengono al gruppo di sostanze combinate, adsorbite e immunobiologiche a base di difterite, tetano e pertosse.

Il siero ha una base gelatinosa a causa dell'idrossido di alluminio. Tossidi difterite, tetano e pertosse sono assorbiti da questa sostanza. Ciò garantisce il legame delle sostanze attive e il rilascio dopo la penetrazione nel sistema circolatorio umano.

Nel caso dell'epatite, i medici usano il farmaco Angerix, che contiene un piccolo numero di cellule virali. Come per i farmaci DTP, i produttori utilizzano idrossido di alluminio per prevenire il rilascio prematuro di cellule. Quando una proteina del virus entra nel corpo umano, stimola la produzione attiva di anticorpi, che successivamente sviluppano un meccanismo protettivo.

Co-vaccinazione contro epatite e DTP

La vaccinazione congiunta con DTP, epatite e vaccini contro la poliomielite viene spesso praticata dai medici per evitare l'infezione da malattie come poliomielite, pertosse, difterite, tetano e alcune malattie del fegato. Un altro vantaggio di questa vaccinazione è la protezione del fegato dagli agenti patogeni che fanno parte del vaccino DTP..

Possibili complicazioni spaventano i genitori, motivo per cui alcuni di loro si rifiutano di vaccinare. Ma in assenza di controindicazioni caratteristiche, il pediatra raccomanda vivamente un'iniezione. Ciò è dovuto al fatto che gli effetti collaterali dopo la procedura si verificano in rari casi e si verificano in forme lievi..

Mentre le malattie causate dall'epatite o dal virus del tetano portano a gravi complicazioni. Sono queste patologie che il bambino è più facile da catturare nella scuola materna, a scuola e in altri luoghi pubblici.

È molto più difficile ottenere la pertosse e la difterite, ma in alcuni paesi queste malattie prevalgono tra le altre. Questo vale per le città con un clima caldo, dove il basso livello di standard sanitari, vi è la possibilità di infezione attraverso l'acqua sporca e gli articoli per la casa.

La co-vaccinazione di DTP ed epatite aiuta a ridurre lo stress nel bambino. Gli scienziati hanno sviluppato sieri speciali che riducono il rischio di reazioni avverse e sono facilmente tollerati dal bambino. Un'iniezione viene effettuata per via intramuscolare, scegliendo luoghi con la minima quantità di tessuto adiposo. Di solito è la parte superiore della coscia o della spalla.

Suggerimenti Komarovsky

Alcuni genitori sono interessati alla vaccinazione con DTP ed epatite insieme.Il famoso pediatra Yevgeny Komarovsky raccomanda inequivocabilmente una vaccinazione articolare, ma nota che il neonato è più difficile da tollerare. Questo fenomeno è associato a un componente antitosse..

Il pediatra si sofferma sul vantaggio principale di questo metodo di protezione: con l'aiuto di un farmaco, viene assicurata la profilassi di diverse malattie contemporaneamente, che riduce il numero di iniezioni e il rischio di possibili infezioni nelle cliniche.

In questo caso, il vaccino non aumenta il rischio di complicanze e non interferisce con la qualità dell'immunità generata.

Komarovsky parla di statistiche che mostrano quanto siano pericolose le malattie specificate e quali complicazioni causino la vaccinazione prematura.

Di norma, le persone con tetano o difterite muoiono nell'80% dei casi. E il rischio di contrarre il virus del virus dell'epatite aumenta di diversi percento ogni anno, pertanto il pediatra raccomanda vivamente ai genitori di accettare di vaccinare il proprio bambino..

L'unica condizione per l'iniezione è un bambino assolutamente sano. Il bambino non deve essere malato di virale o raffreddore che si manifesta con febbre, naso che cola, peggioramento delle condizioni e altri sintomi.

Risposta al vaccino DTP

Un componente del DTP sierico è il tossoide della pertosse. Insieme alle tossine inattivate di difterite e tetano, il tossoide pertosse stimola la produzione attiva di anticorpi umorali, che proteggono ulteriormente il corpo da questi agenti patogeni.

I microrganismi patogeni non causano gravi danni al bambino, poiché hanno una bassa attività.

Nella maggior parte dei casi, il bambino ha solo un leggero rossore nel sito di iniezione, che scompare dopo poche ore. Questo fenomeno può verificarsi dopo irritazione meccanica della pelle o dell'acqua..

In rari casi, il bambino ha conseguenze più gravi che richiedono un intervento medico.

La reazione più comune del corpo è considerata una temperatura corporea di basso grado. Insieme ad un aumento della temperatura, il paziente sperimenta sudorazione abbondante e letargia. La sensazione di affaticamento passa attraverso 2 giorni, quindi dopo la vaccinazione il bambino è meglio rilassarsi e trascorrere la giornata con calma. Con una maggiore sensibilità al farmaco, il paziente può manifestare diarrea e tentare di vomitare.

È possibile fare il bagno a un bambino e camminare con lui dopo la vaccinazione

I genitori sono spesso preoccupati della domanda se è possibile fare il bagno al bambino o camminare con lui in luoghi affollati dopo la vaccinazione. Ogni specialista avverte i genitori che è meglio evitare tali azioni.

Ciò è dovuto alla reazione del corpo al siero iniettato. Il sistema immunitario è significativamente ridotto, poiché tutte le forze vanno alla lotta contro il vaccino. Pertanto, catturare un'infezione da un estraneo non è difficile.

Nei casi in cui il bambino non ha una temperatura corporea subfebrile persistente, puoi fare un'eccezione e fare una passeggiata lungo la strada con il bambino. Assicurati di indossarlo correttamente. L'abbigliamento non deve essere troppo caldo o leggero in modo da non provocare surriscaldamento o ipotermia.

Il sito di iniezione dopo l'introduzione del siero può gonfiarsi e diventare rosso, quindi non è consigliabile fare il bagno al bambino e in qualche modo influenzare l'area della pelle. Sapone o infezione che possono scatenare processi infiammatori possono entrare con l'acqua..

Effetti collaterali e possibili complicanze della co-vaccinazione con DTP ed epatite

Spesso, gli effetti collaterali si verificano a causa del tossoide della pertosse in arrivo, quindi in alcuni casi la vaccinazione viene eseguita senza il componente del patogeno della pertosse. Tutti gli effetti collaterali differiscono in gravità..

I seguenti sintomi sono associati a lievi effetti collaterali:

  • febbre bassa,
  • debolezza e stanchezza,
  • leggera sudorazione,
  • arrossamento della pelle e leggero gonfiore,
  • perdita di appetito,
  • piccoli accumuli di pus nel sito di iniezione, che derivano dal mancato rispetto delle norme igieniche.

Questa sintomatologia indica che il corpo resiste alle cellule virali. Dopo alcuni giorni, tutti gli effetti collaterali di natura lieve scompaiono da soli, quindi non è necessario preoccuparsi della salute del bambino e utilizzare medicinali per rimuovere i sintomi.

Un'eccezione è l'alta temperatura, che supera i 38,4 ° C. In tali casi, è necessario consultare un medico in modo che prescriva un antipiretico.

In rari casi, sorgono complicazioni di natura più grave, quindi per qualche tempo il bambino rimane sotto la supervisione di un medico.

Le principali complicazioni che compaiono dopo la vaccinazione includono:

  • aumento della temperatura corporea al livello di 39-40 ° C,
  • il rossore dell'area intorno al sito di iniezione è maggiore della velocità specificata,
  • l'aspetto di un piccolo sigillo, che può essere sentito alla palpazione,
  • il bambino ha periodicamente diarrea e la voglia di vomitare,
  • il sito di vaccinazione inizia a gonfiarsi.

Non appena un neonato presenta uno di questi sintomi, i genitori devono contattare immediatamente un pediatra o chiamare un'ambulanza. In questo caso, al bambino vengono prescritti sciroppi o supposte antipiretiche e antistaminici topici..

Le complicanze più gravi comprendono gravi eruzioni cutanee, orticaria, edema di Quincke e attacchi di asma.

Controindicazioni per la co-vaccinazione contro l'epatite e la DTP

Le principali controindicazioni alla vaccinazione articolare di DTP ed epatite sono i seguenti fattori:

  • febbre,
  • naso che cola e altre manifestazioni di raffreddore,
  • umore eccessivo del bambino e pianto costante,
  • la presenza di manifestazioni allergiche,
  • problemi con i movimenti intestinali (costipazione, che si verifica per più di 2 giorni),
  • processi infiammatori nel tratto respiratorio superiore,
  • reazione negativa a precedenti vaccinazioni.

L'elenco delle controindicazioni può essere integrato con diatesi e intolleranza individuale a uno dei componenti del farmaco. Nella maggior parte dei casi, le manifestazioni allergiche causano lievito, sulla base del quale viene prodotta la maggior parte dei vaccini.

Cosa fare dopo il vaccino

Dopo l'iniezione intramuscolare in un'unica iniezione, devono essere seguite alcune regole per fornire al bambino una protezione affidabile:

  1. Dopo l'iniezione, è necessario essere in clinica sotto la supervisione di un medico per circa mezz'ora. Durante questo periodo, possono verificarsi reazioni avverse e complicazioni, quindi lo specialista sarà in grado di fornire assistenza medica in tempo.
  2. Monitorare le condizioni generali del paziente. Un forte aumento della temperatura può portare a gravi conseguenze, quindi i genitori devono monitorare attentamente le condizioni del bambino.
  3. Non surriscaldare o surriscaldare il bambino in modo da evitare effetti collaterali.
  4. Prendi abbastanza acqua in modo che il bambino non abbia sete.
  5. Non appesantire lo stomaco del bambino con cibi pesanti, fritti e grassi.
  6. Fornire un'atmosfera rilassata e relax.
  7. Evitare di nuotare e camminare in luoghi pubblici per ridurre il rischio di infezione..
  8. Non lasciare che il bambino graffi il sito di iniezione o lo irriti meccanicamente.

I genitori dovrebbero monitorare le condizioni del bambino al fine di notare manifestazioni allergiche o gravi complicazioni nel tempo. Poiché diversi vaccini vengono introdotti nel corpo lo stesso giorno, il paziente può manifestare reazioni avverse un po 'più spesso..

Vaccini comuni per DTP ed epatite

I produttori moderni stanno cercando di creare un vaccino con effetti collaterali minimi, quindi ogni anno le vaccinazioni causano meno complicazioni.

I seguenti farmaci sono considerati i farmaci più comuni:

  1. Infanrix e NfanrixHex. I farmaci belgi hanno effetti collaterali minimi grazie al metodo di produzione unico. Infanrix fornisce protezione contro tre agenti patogeni, mentre InfanrixGex protegge da 6 tipi di virus. Questo è il virus dell'epatite B, la poliomielite, il tetano, la difterite, la pertosse e le infezioni emofile.
  2. Pentaxim e Tetraxim. Medicinali che includono pertosse, difterite e tossoidi tetanici. La differenza tra i farmaci è in diversi produttori e costi.
  3. Angerix e Regevac B. Un farmaco che stimola la produzione di anticorpi contro le cellule del virus dell'epatite B. I farmaci sono combinati con altre vaccinazioni e nella maggior parte dei casi hanno un effetto terapeutico..

Il mercato della farmacia offre una vasta selezione di vaccini che possono essere combinati con altri farmaci e ottenere il risultato desiderato. Pertanto, quando si sceglie un medicinale, è necessario prestare attenzione al produttore e alla qualità del siero.

Vaccino DTP ed epatite in un colpo solo: nome, quando fatto e conseguenze

Le vaccinazioni iniziano a essere somministrate ai bambini nei primi giorni di vita. Perché una tale fretta? È sicuro? DTP ed epatite in un vaccino, il nome spaventa, è dubbio che un piccolo organismo possa far fronte al carico.

Per decidere se scrivere un rifiuto o far vaccinare il bambino, è necessario:

  • Scopri quali malattie protegge il vaccino, la loro prevalenza, le conseguenze.
  • Conosci i tipi di vaccini, i produttori.
  • Pesare il rischio di complicanze.
  • Scopri le controindicazioni.

L'articolo contiene informazioni dettagliate su questo, così come imparerai a prepararti per le vaccinazioni, eliminando le reazioni avverse.

Cosa imparerò? Il contenuto dell'articolo.

L'epatite B e la DTP possono essere vaccinate in un giorno??

Il sito Web dell'OMS contiene un articolo sull'immunizzazione e la sicurezza dei vaccini in cui si afferma che la somministrazione di più vaccini nello stesso giorno non influisce negativamente sul sistema immunitario dei bambini. Ogni giorno, il bambino è in contatto con centinaia di batteri: mangiare, trovarsi in luoghi affollati. Durante il raffreddore, il sistema immunitario subisce un attacco maggiore rispetto alla vaccinazione.

Per quanto riguarda la sicurezza: prima di rilasciare il farmaco in vendita, è sottoposto a lunghi studi clinici. La qualità dei vaccini viene regolarmente controllata, tutte le complicazioni vengono mantenute..

La combinazione di farmaci riduce il numero di visite in ospedale, salva i nervi per il bambino, i genitori.

Tipi di vaccini

DTP protegge da 3 malattie

  1. Pertosse. È trasmesso per via aerea. Mortale per i bambini fino a 4 anni. La malattia è accompagnata da una tosse, con abbondante secrezione di muco. Assomiglia al vomito di muco. I bambini piccoli non possono far fronte, soffocare. Il componente della pertosse nel vaccino provoca effetti collaterali, ma è necessario.
  2. La difterite provoca gonfiore della laringe, la copre con un film, che può portare al soffocamento. La difterite bacillo produce una tossina che provoca gravi avvelenamenti del corpo. Se il siero non viene somministrato in tempo, la persona rimane disabilitata o muore. Gli antibiotici non funzionano senza siero.
  3. Il tetano attraversa tagli, ferite. Nei neonati, l'infezione si verifica attraverso la ferita ombelicale. Danni al sistema nervoso centrale, convulsioni, edema polmonare, morte - le conseguenze dell'infezione da tetano.

DTP non contiene agenti patogeni attivi. Letteralmente, il nome significa: vaccino adsorbito per pertosse-difterite-tetano. La composizione include tossoidi del tetano purificati, difterite e frammenti di germi di pertosse uccisi.

Se il bambino o i genitori hanno avuto un'allergia nella storia, una grave reazione a un componente della pertosse o il bambino è stato malato con loro, viene somministrato un vaccino ADS. Solo contro la difterite e la pertosse.

Per la rivaccinazione di bambini di età superiore a 7 anni e adulti, per le persone con immunità debole, è stato sviluppato il farmaco ADSM. Contiene metà del toxoid.

Il vaccino contro l'epatite B viene ancora consegnato all'ospedale di maternità ed è nei tempi previsti con il DTP. Secondo l'OMS, la vaccinazione viene somministrata ai neonati in 160 paesi. Questa misura è dovuta alla prevalenza dell'epatite. Il numero di persone infette è 100 volte il numero di persone infette da HIV. La vaccinazione è il modo principale per proteggere.

Negli anni '80, il vaccino contro l'epatite è stato ottenuto dal plasma sanguigno. Nel 1987. usando una modificazione genetica, hanno creato un nuovo farmaco. Ottienilo dalle cellule di lievito. Il vaccino non provoca la malattia, ma forma un'immunità stabile. In Russia, producono 6 farmaci contro l'epatite B, tutti sono sicuri e hanno una composizione simile. La differenza nel numero di conservanti utilizzati.

Preparazione alla vaccinazione

Non è necessario parlare di formazione nel reparto maternità. L'unica cosa che puoi fare:

  • Chiedere un esame del sangue per assicurarsi che il bambino sia sano.
  • Ricorda se i parenti stretti hanno avuto reazioni allergiche al farmaco, se sono allergici al lievito.

Se il bambino non è stato vaccinato in ospedale e si sta andando in clinica, si consiglia di eseguire le seguenti operazioni:

  • Pochi giorni prima della procedura, restringi la tua cerchia sociale, evita luoghi affollati.
  • Consultare un medico e somministrare un antistaminico in anticipo.
  • Non sperimentare con gli alimenti; evitare gli allergeni.
  • Se il bambino sta bevendo vitamina D, interrompere l'assunzione 5 giorni prima dell'immunizzazione..

Suggerimento: in una clinica, i bambini di età inferiore a un anno devono essere allontanati dal turno, ma la regola non sempre funziona. Per impedire al bambino di contrarre un'infezione respiratoria prima della vaccinazione, portalo nel corridoio all'ultimo momento. Nonna o papà possono aiutare. Una persona è in strada, un'altra risolve il problema della coda.

Vaccino contro epatite e DTP in una siringa

Per non andare in clinica più volte, per non fare ulteriori iniezioni, i bambini ricevono contemporaneamente un vaccino DTP ed epatite. Sul mercato ci sono farmaci che differiscono nella valenza (il numero di malattie da cui proteggono). La scelta viene effettuata dal medico, tenendo conto della salute del bambino e di ciò che è disponibile. Vaccini multivalenti popolari:

  • Bubo-kok (epatite B, DTP).
  • Bubo-M (ADSM ed epatite).
  • Infanrix Penta (epatite, tetano, pertosse, difterite, poliomielite)
  • Infanrix hexa (DTP, epatite B, poliomielite)

Controindicazioni alla co-vaccinazione con DTP e contro l'epatite

La combinazione di vaccini è vietata quando:

  • Allergico al lievito. Il vaccino contro l'epatite B non dovrebbe essere.
  • Il bambino ha avuto l'epatite.
  • Una delle vaccinazioni è già stata somministrata..

Devi ricordare le controindicazioni generali. Il pediatra esamina il bambino prima della vaccinazione. Ma i genitori sono responsabili della salute del bambino. Il medico potrebbe non notare il malessere, poiché il flusso di piccoli pazienti è grande, i medici sono sovraccarichi. Rinviare la vaccinazione quando:

  • I denti sono tagliati.
  • Temperatura.
  • Eruzione cutanea, allergie.
  • Il bambino non si comporta come al solito: ansioso o assonnato.
  • La malattia è peggiorata.
  • Mal di stomaco, feci turbate.
  • Prematurità.
  • Malattia del sistema nervoso centrale.

Le conseguenze della vaccinazione con DTP ed epatite B in un vaccino

Le conseguenze spiacevoli sono causate dal DTP, la sua componente della pertosse. Nel sito di iniezione appare un sigillo, che è doloroso da toccare. Il dolore si verifica quando si sposta con un piede. Aiuta ad alleviare il sintomo: un impacco caldo e asciutto, applicando una foglia di cavolo lavata e secca.

I restanti effetti collaterali sono comuni a tutte le vaccinazioni:

  • Malessere.
  • Aumento della temperatura.
  • Reazione allergica.

Se non riesci a far fronte ai sintomi negativi, consulta un medico.

Ci sono casi isolati di gravi complicazioni che portano alla disabilità. Ogni caso è esaminato da una commissione speciale. Cause di effetti pericolosi:

  • Malattie autoimmuni.
  • Le controindicazioni sono state ignorate.
  • Violazione dello stoccaggio, somministrazione di farmaci.

La principale conseguenza dell'immunizzazione con DTP ed epatite è l'immunità persistente da malattie terribili, la prevenzione delle epidemie.

Qual è il nome del vaccino comune contro l'epatite e la DTP?

Il nome del vaccino DTP è inteso come il vaccino toxoid con patogeni pertosse-difterite-tetano. DTP ed epatite nello stesso vaccino hanno trovato il loro uso comune in medicina, il che rende più facile la vaccinazione per la prevenzione. Il processo di vaccinazione è l'introduzione di un piccolo numero di batteri che provocano lo sviluppo di una forma lieve di malattie come la pertosse, il tetano, la difterite, la poliomielite, l'epatite, che porta all'ulteriore formazione di immunità nell'uomo.

Fasi preparatorie per la vaccinazione e le sue fasi

La vaccinazione DTP viene eseguita per malattie come la pertosse (una malattia causata da un'infezione accompagnata da una forte tosse persistente), la difterite (una malattia infettiva acuta che colpisce il tratto respiratorio superiore), il tetano (una malattia infettiva che ha un forte effetto negativo sul sistema nervoso). Di norma, il processo di vaccinazione si verifica durante l'infanzia. In assenza di controindicazioni, il vaccino viene somministrato in quattro fasi: una volta effettuata un'iniezione durante i primi tre mesi di vita, la seconda e la terza procedura vengono eseguite all'età di quattro, cinque e sei mesi e quella finale viene eseguita in un anno e mezzo. Si raccomanda un'ulteriore vaccinazione per i bambini di sette anni e gli adolescenti di quattordici anni.

Qualsiasi vaccinazione ha le sue possibili conseguenze, complicanze e reazioni avverse. Per evitare tutto ciò, è necessario preparare il corpo in anticipo.

Le principali regole preparatorie per i medici includono:

  1. Alcune settimane prima della vaccinazione, si raccomanda di ridurre al minimo il contatto con le persone circostanti. Vale la pena annullare le visite ai principali centri commerciali e di intrattenimento al fine di escludere la possibilità di contrarre infezioni e virus. Tuttavia, le passeggiate all'aperto dovrebbero essere presenti tutti i giorni..
  2. Nel caso in cui fosse stata precedentemente osservata un'allergia, è necessario eseguire un trattamento antistaminico due o tre giorni prima del vaccino contro la pertosse, la difterite e i patogeni del tetano.
  3. Attento controllo della dieta, che esclude l'introduzione di nuovi prodotti. È importante assicurarsi che il bambino non mangi troppo.
  4. Prelevare campioni di urina e sangue in laboratorio per l'esame.
  5. Utilizzare immediatamente prima di un'iniezione di un farmaco antipiretico, che ha anche un effetto analgesico.
  6. Alcuni esperti raccomandano di interrompere l'uso della vitamina D in un giorno o due. La sua successiva ammissione è consentita solo dopo una settimana con il permesso del pediatra.
  7. Rispettare il regime alimentare.
  8. Si raccomanda di non nutrire il bambino un'ora e mezza prima e dopo la vaccinazione..

Oltre al pediatra locale, si consiglia di mostrare il bambino a un neurologo.

Prima della vaccinazione con DTP, è necessario visitare un medico locale che deve condurre un esame approfondito del bambino, valutare lo stato di salute. In caso di sospetti e dubbi, i medici consigliano di posticipare la vaccinazione per evitare gravi conseguenze.

Prima della vaccinazione, vale la pena valutare non solo le condizioni fisiche del bambino, ma anche tutti i membri della famiglia, poiché il sistema immunitario si indebolirà dopo l'iniezione. I batteri in eccesso non ne trarranno beneficio.

Co-vaccinazione contro epatite e DTP

La pratica medica mostra che la vaccinazione DTP è spesso combinata con il vaccino contro l'epatite B in un colpo solo. Ciò consente di fornire immediatamente protezione per l'organo epatico dagli effetti di questi agenti patogeni, oltre a proteggere dallo sviluppo della cirrosi e dalla formazione di tumori oncologici, perché è proprio questo vaccino DTP che più spesso rappresenta una minaccia per il corpo dei bambini, causando complicazioni.

Data la consapevolezza delle possibili conseguenze, i genitori nutrono dubbi sulla necessità di questa procedura. In assenza di controindicazioni, si raccomanda al bambino di essere vaccinato contro queste malattie. Ciò è sostenuto dal fatto che gli effetti collaterali della procedura sono registrati molto raramente in medicina e non sono gravi in ​​contrasto con le conseguenze delle malattie stesse. Oggi è difficile prendere la pertosse o la difterite, mentre il tetano e le malattie del fegato del gruppo B colpiscono il corpo del bambino molto più spesso attraverso le mucose o il sangue durante una partita trascurata.

La combinazione di DTP ed epatite non aumenta le possibilità di sviluppare patologie aggiuntive, né influisce sulla complessità delle conseguenze. È importante che un tale tandem sia mostrato immediatamente ai bambini neonati. Nel caso in cui il bambino abbia bisogno di un intervento chirurgico, la vaccinazione si verifica una settimana dopo la nascita, tre settimane e un anno dopo.

Controindicazioni per la co-vaccinazione contro l'epatite e la DTP

Se il bambino ha almeno uno dei seguenti elementi, la vaccinazione contro l'epatite, la pertosse, la difterite, il tetano è controindicata:

  • febbre;
  • manifestazione di tosse;
  • storia di convulsioni;
  • la presenza di congestione del seno nasale e nasale;
  • sistema immunitario indebolito;
  • disfunzione del sistema nervoso;
  • la presenza di traumi alla nascita alla testa;
  • la presenza di malattie respiratorie acute;
  • la presenza di infezioni virali acute;
  • periodo di esacerbazione di malattie croniche;
  • malattie oncologiche;
  • l'uso di immunosoppressori;
  • la manifestazione di reazioni allergiche (in particolare al lievito di birra);
  • la presenza di spiacevoli conseguenze da precedenti vaccinazioni;
  • costipazione e mancanza di movimenti intestinali entro 24 ore prima della vaccinazione;
  • la presenza di meningite (una malattia caratterizzata da processi infiammatori delle membrane del cervello o del midollo spinale);
  • malattie neurologiche;
  • prematurità del feto (un evento è possibile solo dopo la normalizzazione della condizione del bambino);
  • la presenza di diatesi (la predisposizione del corpo a varie allergie e malattie, che, di regola, è caratterizzata dall'arrossamento delle guance nei bambini);
  • periodo di dentizione dei denti primari (molari), che è accompagnato da un aumento della temperatura corporea;
  • Malattie autoimmuni;
  • la presenza di dermatite atopica;
  • gravidanza (in caso di vaccinazione dei genitori);
  • periodo di allattamento (in caso di vaccinazione dei genitori).

Dopo che tutte le reazioni allergiche e le malattie sono passate, il bambino è pronto per la vaccinazione con DTP ed epatite. Di norma, questo evento può essere eseguito solo dopo uno e mezzo o due mesi dal momento del recupero. Vale anche la pena considerare la precedente esperienza di vaccinazione. Nel caso in cui fosse registrata una vivida reazione, la prossima vaccinazione non ha posto dove stare. Raramente, ma i medici concedono a un bambino del genere una nuova iniezione, mentre il dosaggio dei virus è significativamente ridotto.

Una visita precoce dal medico curante consentirà di valutare le caratteristiche individuali del corpo e scegliere la vaccinazione più comoda ed efficace.

Nelle istituzioni mediche russe non è stato registrato un singolo caso di sovradosaggio di vaccini con DTP ed epatite. E anche questo vaccino combinato può essere combinato con altri, ad eccezione della vaccinazione contro la tubercolosi.

Effetti collaterali e possibili complicanze della co-vaccinazione con DTP ed epatite

La pratica medica mostra che gli effetti collaterali e le possibili complicanze spesso causano un componente del patogeno della pertosse. Per questo motivo, la vaccinazione viene spesso prescritta senza l'uso del toxoid della malattia..

Eventuali manifestazioni indesiderate differiscono in gravità..

Le seguenti manifestazioni di natura lieve dopo la vaccinazione devono essere attribuite alla naturale reazione difensiva dell'organismo:

  • un aumento della temperatura corporea a 38 gradi Celsius, che è dovuto a una diminuzione dell'immunità da parte dei batteri patogeni introdotti;
  • sonnolenza;
  • si osserva una leggera sudorazione;
  • instabilità dello stato emotivo sotto forma di pianto;
  • arrossamento della pelle, leggero gonfiore e dolore nel sito di iniezione (questo è dovuto al lungo processo di assorbimento del farmaco nel sangue);
  • perdita di interesse per il cibo;
  • la formazione di pustole in caso di non conformità alle norme sanitarie al momento dell'iniezione (questo disturbo richiede l'uso di agenti antisettici per due o tre giorni).

Di solito, questa sintomatologia indica che il corpo mostra resistenza ai virus, i sintomi scompaiono spontaneamente dopo un paio di giorni (senza prendere alcuna misura). A volte si osservano convulsioni febbrili a causa di un aumento della temperatura a 38,5 gradi Celsius. Nel caso in cui il grado aumenti, è necessario utilizzare farmaci antipiretici.

Per quanto riguarda le possibili complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite e la DTP, i medici hanno notato rischi minimi, ma esistono ancora.

Uno di questi include:

  • Un significativo aumento della temperatura. Il segno sul termometro può raggiungere indicatori come 39-40 gradi Celsius.
  • L'aumento del rossore nell'area di iniezione è superiore a 7,5-8 cm Questa manifestazione ricorda visivamente il segno dopo il mantello, che non può essere bagnato.
  • Sigillatura nel sito di iniezione.
  • Si verifica la diarrea.
  • Riflessi del bavaglio.
  • Il gonfiore è stato risolto.

Con queste complicazioni, devi chiamare un'ambulanza o consultare il medico. La somministrazione di farmaci antipiretici, ad esempio Nurofen o Cefekon, nonché pomate sotto forma di Fenistil, Troxevasin, aiuteranno ad assorbire queste conseguenze..

Le manifestazioni più complesse includono la comparsa di crampi, orticaria, eruzione cutanea e potrebbe anche esserci una sensazione di mancanza di aria fresca e soffocamento.

Cosa fare dopo la vaccinazione?

Dopo che il bambino è stato iniettato contro l'epatite, la pertosse, la difterite, il tetano, devono essere seguite le seguenti regole:

  • Essere in un istituto medico 30 minuti dopo la vaccinazione. Di solito, tutti i sintomi negativi hanno il tempo di manifestarsi in questo periodo di tempo, quindi puoi consultare, essere esaminato e ottenere il pronto soccorso sul posto.
  • I primi giorni monitorano regolarmente la temperatura corporea.
  • A casa, ventilare le stanze e mantenere un regime di non più di 20 gradi Celsius. L'umidità dovrebbe variare dal 50% al 70%.
  • Osservare un abbondante regime di alcol per due o tre giorni.
  • Segui una dieta leggera (escludi salato, fritto).
  • Essere vicini al bambino e garantire uno stato psico-emotivo calmo.
  • Escludere le procedure idriche. Il motivo è l'immunità indebolita..
  • Se non si verifica un aumento della temperatura nelle prime 24 ore, si consiglia una passeggiata di mezz'ora all'aria aperta.
  • Escludere viaggi in negozi e centri commerciali dove esiste un'alta probabilità di contrarre un'infezione.
  • Sospendere temporaneamente il corso di massaggio, se precedentemente frequentato.
  • A causa del fatto che può verificarsi una sensazione di prurito nel sito di iniezione, è importante assicurarsi che il bambino non si bagni e non graffi il gonfiore.

Vaccini comuni per DTP ed epatite

L'obiettivo principale di questo evento medico è sviluppare l'immunità alle malattie con un carico minimo sul corpo.

I vaccini combinati più comuni sono i seguenti:

  1. Infanrix. Questo prodotto importato è un prodotto belga. Il suo compito principale è quello di creare l'immunità da difterite, pertosse e tetano. Il suo vantaggio è una minore reattività, dovuta al fatto che viene utilizzata una piccola parte delle pareti cellulari dei batteri..
  2. The Hibarix. Un vaccino mirato a creare l'immunità dalle malattie infettive emofile. Molto spesso combinato con Infanrix, che dà un risultato migliore..
  3. Infanrix Hexa. Lo sviluppo è unico, in quanto include la vaccinazione contro sei gravi malattie, vale a dire: pertosse, tetano, difterite, poliomielite, gruppo dell'epatite B e infezione emofila. Il momento migliore per la vaccinazione è di sei mesi.
  4. Pentaxim®. Il vaccino di origine francese non contiene patogeni dell'epatite B, ma è uno dei principali DTP, nonostante abbia un costo elevato. Il suo vantaggio principale è il rischio minimo..
  5. Tetraxim. La medicina è un analogo del budget di Pentaxim. Una caratteristica distintiva è l'assenza di un componente emofilico nella composizione.
  6. Polio di Imovax. Il monovaccino ha lo scopo di creare immunità dalla poliomielite. Il suo vantaggio è che la vaccinazione può essere effettuata a qualsiasi età..
  7. Polyorix. Un farmaco simile al precedente, che può essere combinato con DTP ed epatite.
  8. Angerix. Il medicinale crea immunità all'epatite B. La sua efficacia è confermata nel 98% dei casi. E anche il farmaco può essere combinato con qualsiasi vaccino..
  9. "Regevac B". L'analogo russo di Engerix. Ha un costo inferiore rispetto a un vaccino straniero, ma non è inferiore nelle proprietà di qualità.

Sia i vaccini domestici che quelli importati possono proteggere efficacemente il sistema immunitario. Se i genitori hanno la capacità finanziaria, si raccomanda di usare droghe straniere, poiché non hanno un'alta reattività, il che minimizzerà i rischi di conseguenze e complicanze.

L'uso simultaneo di diversi vaccini nello stesso giorno e in un'unica iniezione non rappresenta un pericolo per la salute solo se vengono osservate tutte le norme e le precauzioni prescritte dal medico curante e se vengono rispettati gli standard per il trasporto, la conservazione e la somministrazione del vaccino.

Compatibilità con il vaccino DTP ed epatite polio

Oggi, la questione della vaccinazione dei bambini nei primi mesi e anni di vita, quando il sistema immunitario non è sufficientemente sviluppato per resistere a infezioni di vario genere, è di grande importanza. Insieme ai meccanismi naturali di formazione delle forze protettive in tenera età, come l'allattamento al seno, un'alimentazione sana, le procedure di tempera, l'immunità del bambino può essere sviluppata attraverso la vaccinazione.

C'è preoccupazione tra i genitori sulle azioni dei vaccini. Principalmente, la questione della sicurezza dei vaccini è preoccupata: influenzerà negativamente la salute del bambino, quanto sono compatibili queste o altre vaccinazioni, ecc. Per rispondere a tali domande, è necessario considerare più in dettaglio le caratteristiche della vaccinazione..

Va notato che le malattie contro cui è diretta la vaccinazione sono piuttosto pericolose. Non rischiare la salute del bambino, rifiutando di vaccinarlo. La vaccinazione professionale e il monitoraggio pediatrico competente possono eliminare qualsiasi effetto indesiderato.

Preparazione alla vaccinazione

Non solo la composizione qualitativa della preparazione del vaccino determina l'efficacia e la digeribilità senza problemi del vaccino. È importante preparare adeguatamente il bambino per questa procedura. Questa fase include una storia competente. È necessario scoprire quali sono le caratteristiche del corpo del bambino, quali malattie ha avuto in passato, se ha reazioni allergiche, ecc. Se ci sono problemi con il sistema immunitario o malattie croniche, è necessaria la consultazione con lo specialista appropriato. Sarà anche utile prendere sangue e urina per l'analisi. Sulla base dei dati di laboratorio e degli esami terapeutici, è possibile effettuare il programma e la composizione ottimali delle vaccinazioni.

Vaccino DTP

Il vaccino DTP è usato come profilassi contro le malattie elencate nel suo nome. Le conseguenze dell'infezione del corpo con la difterite batterica, la pertosse o il tetano possono portare il corpo a uno stato critico. Pertanto, è importante essere vaccinati durante l'infanzia.

Se non ci sono controindicazioni, la vaccinazione DTP viene eseguita in quattro fasi:

  • la prima volta che un bambino viene vaccinato a 3 mesi,
  • il secondo - in 4-5 mesi,
  • il terzo - quando il bambino ha sei mesi e
  • il quarto - all'età di un anno e mezzo. Secondo gli standard fisiologici, i bambini dovrebbero essere rivaccinati a 7 e 14 anni.

Alcuni vaccini moderni ("Infarix", "Infarix Hexa") non causano reazioni gravi del corpo a causa del fatto che contengono solo una parte del materiale batterico e non intere cellule di agenti patogeni. Tali vaccini sono ben combinati con le vaccinazioni antiemofile ("Hibariks").

Vaccino polio

La poliomielite è considerata una delle malattie più pericolose. Il poliovirus infetta la materia grigia del midollo spinale, portando a patologia del sistema nervoso, paresi o paralisi.

Di norma, il vaccino contro la polio viene somministrato lo stesso giorno di vaccinazione del DTP. I bambini nel loro primo anno di vita vengono inoculati con un vaccino inattivato per polio (IPV) mediante iniezione sottocutanea o intramuscolare. Oltre ai ceppi di poliovirus, il vaccino contiene antibiotici che prevengono la crescita dei batteri. Il programma di vaccinazione iniziale è lo stesso del vaccino contro la pertosse..

Quando si rivaccina in età avanzata (1,5-2 anni, 14 anni), viene utilizzato il vaccino vivo per via orale (OPV), che viene utilizzato come una goccia in bocca. Gocce (0,2 ml) gocciolano sulla radice della lingua o sulle tonsille palatine.

Essere assorbito dalla mucosa della cavità orale e quindi entrare nell'intestino, il virus provoca una risposta che amplifica la risposta immunitaria del corpo. Entro un'ora dall'uso del farmaco, non è consigliabile nutrire o bere il bambino.

Vaccino contro l'epatite B.

Un vaccino contro l'epatite è anche combinato con il vaccino DTP. La vaccinazione composta con epatite DTP può essere somministrata ai neonati. A discrezione del medico, la frequenza delle successive vaccinazioni può variare. Le vaccinazioni di solito vengono somministrate quando il bambino ha un mese e sei mesi. Un programma di vaccinazione accelerato - in caso di rischio di infezione - comporta vaccinazioni ripetute nel primo, secondo mese e anno. La vaccinazione di emergenza in caso di urgente necessità di intervento chirurgico viene effettuata il settimo, ventunesimo giorno di vita, nonché un anno.

Il vaccino DTP-epatite viene somministrato per via intramuscolare. Di norma, la parte anteriore della coscia viene scelta come sito di iniezione. L'iniezione nel tessuto adiposo (ad es. Regione glutea) è controindicata.

Se a un bambino sono state somministrate una o due vaccinazioni DTP senza vaccinazione contro l'epatite, può essere somministrato un vaccino combinato DTP-epatite e quindi, dopo un mese e sei mesi, vengono somministrati vaccini per l'epatite B. Sebbene l'uso di monovaccini non sia conveniente quanto la vaccinazione con farmaci combinati, questo approccio rende più flessibile il programma di vaccinazione. Anche un doppio vaccino contro l'epatite B è assolutamente innocuo per il corpo di un bambino.

Dopo le vaccinazioni, la cartella clinica del bambino è piena di dati sulla natura delle vaccinazioni. Le registrazioni dovrebbero includere la data della vaccinazione, la data di produzione, la data di scadenza e il produttore del farmaco, la risposta dell'organismo alla vaccinazione.

Effetti collaterali

Il vaccino DTP contiene batteri della pertosse, nonché farmaci da tossine inattivate (toxoidi) di difterite e tetano. L'introduzione del vaccino è progettata per provocare la produzione attiva di anticorpi nel corpo in grado di resistere ulteriormente agli agenti causali di queste malattie. I microrganismi estranei hanno un'attività troppo bassa per causare danni significativi alla salute del bambino. Nel 90% dei casi, le vaccinazioni iniettabili causano solo un leggero arrossamento della pelle. Tuttavia, a volte il processo di attivazione del sistema immunitario può essere associato a una serie di sintomi dolorosi.

Sullo sfondo di temperature elevate, possono verificarsi sonnolenza e sudorazione. In rari casi, possono esserci diarrea o vomito..

Inoltre, con una probabilità molto bassa, il vaccino DTP-epatite può causare eruzioni polimorfiche, orticaria, edema di Quincke, eritema nodoso, shock anafilattico. Per eliminare completamente tali effetti collaterali, se il bambino ha ipersensibilità al virus, la vaccinazione deve essere effettuata in un ospedale, nel cui arsenale dovrebbero essere presenti agenti anti-shock. Entro 3-4 ore dopo la procedura, il bambino dovrebbe rimanere sotto controllo medico.

Quando viene vaccinato con epatite DTP, in caso di reazioni pronunciate con un aumento della temperatura a livelli critici e un forte gonfiore nell'area di iniezione, le vaccinazioni ripetute con questa composizione vengono annullate. Invece, viene somministrata una vaccinazione contro il tossoide difterico-tetano con una componente virale ridotta. Eliminando la componente della pertosse, che provoca gravi reazioni allergiche, è possibile ridurre in modo significativo il carico sul sistema immunitario. Tre mesi dopo, viene eseguita una seconda vaccinazione con lo stesso farmaco e dopo un altro mese il bambino riceve l'epatite B monovaccina.
Debole reazioni allergiche sono caratteristiche del vaccino antipolio OPV. Tali effetti collaterali, di regola, compaiono nel 5% dei casi, passano in breve tempo e non richiedono un trattamento speciale.

Anche in assenza di complicanze dopo la prima vaccinazione con successive vaccinazioni, è anche necessario monitorare attentamente le condizioni del bambino.

Controindicazioni per la vaccinazione con DTP, contro la poliomielite e l'epatite

Tra le controindicazioni alla vaccinazione con DTP, ci sono principalmente malattie che indeboliscono il sistema immunitario. Questi includono malattie respiratorie acute (compreso il periodo di recupero - il vaccino viene somministrato 1-2 mesi dopo il completo recupero), forme gravi di immunodeficienza e anche un'allergia ai componenti della preparazione del vaccino.

In questi casi, il DTP sarà sostituito dal tossoide difterico-tetano.

Le stesse controindicazioni esistono per le vaccinazioni contro la poliomielite. In immunodeficienza, è consentita la vaccinazione inattivata OPV. Se un vaccino contro la poliomielite provoca un disturbo neurologico, eventuali colpi di richiamo vengono annullati..

L'elenco delle controindicazioni per i vaccini contro l'epatite, oltre alle comuni complicanze del sistema immunitario, comprende anche meningite, diatesi e allergie al lievito del panettiere.

Conclusione

In assenza di controindicazioni e complicanze con il sistema immunitario, la combinazione della vaccinazione DTP con i vaccini contro la poliomielite e l'epatite è assolutamente sicura per i bambini e l'efficacia delle vaccinazioni simultanee è la stessa delle vaccinazioni separate. Il vaccino DTP è incompatibile solo con il vaccino contro la TBG del BCG.

Vaccinazioni DTP ed epatite in un vaccino

L'uso del DTP e dell'epatite in un singolo vaccino semplifica seguendo il piano di vaccinazione preventiva sviluppato dal Ministero della Salute della Federazione Russa. Implica la vaccinazione obbligatoria contro pertosse, tetano, difterite, poliomielite, epatite. Una piccola quantità di batteri che causano la malattia viene iniettata nel corpo per formare l'immunità..

Vaccino DTP (tossoide pertosse-difterite-tetano)

Il vaccino DTP prende il nome dalle prime lettere dei suoi componenti costitutivi: pertosse, difterite e tossoidi patogeni del tetano e ha lo scopo di prevenire malattie come la pertosse, la difterite e il tetano. Insieme a lei, in un'unica iniezione, viene vaccinata l'epatite, che protegge il fegato dalla malattia corrispondente, nonché dalla cirrosi o dal cancro. Come dimostra la pratica, è l'epatite DTP che spesso provoca conseguenze spiacevoli.

Molte persone affrontano un dilemma: vale la pena subire possibili complicazioni dalla vaccinazione? Si può rispondere in modo inequivocabile: se non ci sono controindicazioni mediche per la conduzione, è necessario farlo, poiché le complicazioni del farmaco sono rare e non pericolose come le conseguenze della malattia. Se il rischio di contrarre la pertosse o la difterite è trasmesso da goccioline trasportate dall'aria non è così grande, allora le possibilità di contrarre il tetano attraverso il contatto con il suolo o l'epatite B attraverso il sangue e le mucose sono molto maggiori, specialmente nel corpo di un bambino fragile.

La prima vaccinazione viene somministrata al bambino a tre mesi, la vaccinazione di richiamo a 4-5 mesi, la terza a sei mesi e l'ultima, la quarta a un anno e mezzo. La nuova vaccinazione è raccomandata all'età di 7 e 14 anni..

DTP simultaneo ed epatite inoculazione

Per maggiore comodità, i medici hanno combinato DTP ed epatite in un vaccino. Ciò non influisce sul rischio di conseguenze negative e sulla loro complessità..

La vaccinazione DTP e l'epatite vengono somministrate insieme nella stessa siringa. Un'iniezione viene posizionata sulla superficie della coscia o della spalla.

Di solito lo stesso giorno, ma nell'altra gamba, ai bambini fino a un anno viene somministrato un vaccino contro la poliomielite. Per i bambini di età superiore a un anno, il farmaco anti-poliomielite viene somministrato per via orale sotto forma di goccioline. La cartella clinica contiene dati sulla data di somministrazione del farmaco, nome, data di scadenza, luogo di fabbricazione, nonché la successiva reazione ad esso.

Preparazione alla vaccinazione

Al fine di evitare complicazioni, si raccomanda di prepararsi in anticipo alla vaccinazione. Devono essere seguite le seguenti regole:

  1. Per un paio di settimane, dovresti limitare la tua cerchia sociale, evitare una grande folla di persone al fine di ridurre il rischio di contrarre un'infezione.
  2. Se in precedenza si sono manifestate reazioni allergiche a qualcosa, quindi un paio di giorni prima della vaccinazione, si raccomanda la terapia antistaminica.
  3. Evita di mangiare troppo e non dovrebbe includere nuovi alimenti nella dieta.
  4. Fai esami del sangue e delle urine.
  5. Prima dell'iniezione, puoi dare un antipiretico, che ha anche un effetto analgesico..
  6. Il Dr. Komarovsky raccomanda per 3-4 giorni di interrompere l'assunzione di vitamina D e di riprenderla dopo 4-5 giorni.

Una condizione indispensabile è l'esame da parte di un pediatra che valuta lo stato di salute e decide sulla questione dell'ammissione. Se c'è il sospetto che il bambino stia per ammalarsi o che si ammali in un ambiente vicino, vale la pena rimandare la procedura.

Controindicazioni per la vaccinazione con DTP, contro la poliomielite e l'epatite

Controindicazioni alla vaccinazione sono:

  • febbre, tosse, secrezione e altri segni di raffreddore;
  • immunodeficienza;
  • lacrimazione eccessiva, ansia e altri malfunzionamenti del sistema nervoso;
  • esacerbazione di malattie croniche o allergiche;
  • la manifestazione di conseguenze negative da precedenti vaccinazioni;
  • mancanza di feci durante il giorno prima della vaccinazione;
  • meningite;
  • diatesi;
  • periodo di dentizione, accompagnato da un aumento della temperatura.

Effetti collaterali dopo DTP

Le conseguenze più frequenti e complesse sono causate dalla pertosse, piuttosto che dalla componente difterite, tetano o epatite. Per evitare effetti collaterali, i medici prescrivono spesso una composizione senza toxoid pertosse.

Tutti i fenomeni negativi hanno vari gradi di gravità. Normale è considerato un aumento della temperatura a 38 ° C, lacrimazione, arrossamento, dolore nell'area di iniezione, perdita di appetito. Tali sintomi si applicano ai polmoni. Di solito vanno via dopo 2-3 giorni, senza alcun intervento..

Se l'igiene non viene osservata al momento della procedura, possono formarsi pustole, che richiedono l'uso di antisettici o antibiotici.

Temperatura

Secondo le statistiche, insieme a pianto, ansia e irritabilità, il più delle volte dopo la vaccinazione, si nota un aumento della temperatura corporea. Ciò è dovuto al fatto che i batteri patogeni introdotti riducono l'immunità.

Come notato sopra, un aumento a 38 ° C è una normale reazione corporea al farmaco somministrato. Il limite inferiore, quando puoi iniziare a ridurre la temperatura, è a 38,5 ° C, così come l'insorgenza di febbre. In questo caso, somministrare al bambino farmaci contenenti paracetamolo.

Complicazioni dopo DTP

Il rischio di complicanze da moderate a gravi è minimo. Dr. E.O. Komarovsky definì la cifra una su un milione. Tuttavia, la possibilità della loro manifestazione non può essere completamente esclusa..

La gravità moderata include un aumento della temperatura a 39-40 ° C, la comparsa nel sito di iniezione di arrossamento con un diametro superiore a 8 cm o un ispessimento superiore a 5 cm, nonché l'insorgenza di feci molli, vomito.

Con tali sintomi, raccomandano l'uso di farmaci antipiretici - nurofen, cefecone, ecc., Pomate per alleviare l'edema - fenistil, troxevasin, ecc. Ma prima di tutto, dovresti vedere un dottore.

In rari casi, il corpo reagisce gravemente con convulsioni, orticaria, soffocamento, edema di Quincke.

Osservazione dopo la vaccinazione

Quasi sempre le reazioni negative sono annotate nella prima mezz'ora dopo la procedura. Pertanto, si consiglia di attendere questa volta in un istituto medico. A casa, un'attenzione speciale dovrebbe essere prestata alla temperatura corporea del bambino. Per l'inammissibilità del suo aumento si raccomanda:

  • mantenimento della temperatura ottimale nella stanza (non superiore a 20 ° C) e umidità (50-70%);
  • bere pesantemente;
  • restrizione alimentare;
  • passatempo tranquillo.

Se si verificano reazioni allergiche, deve essere assunto un antistaminico..

È possibile fare il bagno e camminare dopo la vaccinazione

"È possibile camminare dopo la vaccinazione?" - è la domanda più comune. I motivi per cui non è possibile camminare dopo la vaccinazione contro l'epatite e la DTP è un'immunità indebolita. Tuttavia, se durante il giorno, la temperatura è normale, quindi non escludere camminare per strada. Assicurati di vestirti in base al tempo, evitando il surriscaldamento o l'ipotermia, quindi si consiglia di fare una passeggiata in estate la sera e in inverno nel pomeriggio. Evita anche grandi folle: a causa dell'immunità indebolita, il rischio di contrarre un'infezione aumenta a volte.

Il tossoide della pertosse-difterite-tetano può provocare la comparsa di edema o gonfiore nel sito di iniezione, quindi è vietato massaggiare in questo giorno e un paio di giorni dopo.

I medici non raccomandano di fare il bagno, poiché esiste un alto rischio di prendere un raffreddore e la zona di iniezione non deve essere esposta ad altri effetti..

Compatibilità ai vaccini

Qualsiasi vaccinazione comporta l'introduzione nel corpo di batteri che trasportano il virus di una determinata malattia, a cui il vaccino sviluppa successivamente l'immunità. Possono coesistere abbastanza pacificamente. Pertanto, non vi sono divieti sull'uso simultaneo di vaccini..

Suggerimenti Komarovsky

Il pediatra popolare e rispettabile oggi, Evgeny Komarovsky, raccomanda inequivocabilmente la vaccinazione. Convalida la sua opinione con statistiche sulla mortalità trasportate da pertosse, difterite, tetano.

Allo stesso tempo, concorda sul fatto che questo vaccino è il più difficile per i bambini, vale a dire la sua componente antitosse, che tutti hanno il diritto di rifiutare, ma solo se raggiungono l'età di 4-5 anni, quando il rischio di contrarre questa infezione è ridotto al minimo.

Komarovsky si riferisce alla singola condizione più importante per l'uso di un vaccino adsorbito contro la pertosse, la difterite, il tetano e l'epatite B: questa è la salute assoluta della persona che viene vaccinata. A suo avviso, gli effetti collaterali si manifestano esclusivamente a causa dello stato di salute del bambino e non della qualità del farmaco somministrato.

Video sulla vaccinazione del bambino

Essere vaccinati o no è una questione individuale. Pesando tutte le opinioni, i contro e i vantaggi, ciascuno per sé prende una decisione finale, la cui correttezza sarà verificata solo in tempo. Per una piena comprensione del significato della vaccinazione, nonché delle sue conseguenze, guarda il video:

La reazione e le conseguenze della vaccinazione simultanea di DTP con poliomielite ed epatite in 3 mesi

I genitori moderni stessi scelgono se vaccinare o meno i propri figli. Se si fa affidamento su statistiche ufficiali, il numero di complicanze dovute alle vaccinazioni è molto inferiore al numero di morti infantili e alle gravi conseguenze di malattie pericolose.

Dibattiti particolarmente accesi scoppiano sulla necessità di vaccinazioni con DTP e poliomielite. Questi vaccini spesso causano reazioni avverse sotto forma di febbre e disturbi del sistema nervoso. Tuttavia, qualsiasi medico assicurerà che i bambini devono essere vaccinati dal primo mese di vita - senza questo, il sistema immunitario è indifeso contro formidabili infezioni virali.

La vaccinazione consente di proteggere il bambino da gravi malattie

Caratteristiche del vaccino

I vaccini con agenti patogeni provocano un sistema protettivo per la risposta e la formazione di immunità stabile ai virus. Qualsiasi preparazione farmaceutica ha un effetto terapeutico positivo (nel caso di un vaccino, questa è la creazione dell'immunità) e negativo - la comparsa di reazioni avverse e complicanze. È impossibile creare un vaccino che non rischierebbe per il bambino. Questo è il motivo per cui la decisione dei genitori è la scelta del minimo male: esporre al bambino l'opportunità di essere infettato da malattie virali mortali o creare immunità a loro, ma essere pronti per le possibili conseguenze.

Se consideriamo lievi effetti collaterali sotto forma di un leggero aumento della temperatura e dell'iperemia nel sito di iniezione, scompaiono da soli. Questo malessere indica che l'immunizzazione ha avuto successo. Tuttavia, l'assenza di una reazione non significa che il sistema immunitario non si sia formato - nella maggior parte dei casi appare e rimane per il periodo di tempo desiderato. Nei vaccini stranieri, la risposta immunitaria è leggermente inferiore, ma viene regolata dopo la rivaccinazione..

La particolarità di condurre le vaccinazioni di routine è che vengono somministrate secondo il programma un certo numero di volte, altrimenti non si otterrà l'effetto desiderato. Sono fatti dall'infanzia, o meglio dalla nascita, e ripetuti per tutta la vita di una persona.

DTP e suoi analoghi stranieri

DTP (toxoid toxoid-pertussis-diphtheria-tetanus toxoid) è il nome di un vaccino di fabbricazione russa per la prevenzione di pertosse, difterite e tetano. Per comodità, i cosiddetti tutti gli altri farmaci per la vaccinazione contro queste malattie e il vaccino stesso.

Perché essere vaccinati contro queste malattie, perché sono pericolosi:

  • La difterite è una malattia infettiva acuta che agisce sul tratto respiratorio superiore. Provoca grave intossicazione nel bambino e colpisce altri organi e sistemi (cardiovascolare, nervoso).
  • Il tetano è una malattia irta di paralisi. Può anche causare arresto cardiaco e respiro, con conseguente morte..
  • La pertosse porta a tosse prolungata, polmonite, talvolta arresto respiratorio e sindrome convulsiva. Particolarmente pericoloso per i bambini di età inferiore a 2 anni..

La vaccinazione contro queste malattie è molto importante: sono difficili da curare, portano a gravi conseguenze e in alcuni casi alla morte. I rifiuti di vaccino possono scatenare gravi focolai di malattie ed epidemie.

Il vaccino domestico per questi virus è cellula intera. Al contrario, le controparti straniere (Pentaxim e Tetracock francesi, Infarix belga e Tritanrix) sono prive di cellule. Ciò significa che non contengono virus indeboliti, ma solo le loro particelle. Sono molto meglio tollerati e hanno meno effetti collaterali. I bambini con disturbi del sistema immunitario ricevono il vaccino Tetracoc, che è caratterizzato da un lieve effetto sul corpo e dall'assenza di effetti collaterali.

Di recente, nelle cliniche anziché nel DTP, viene spesso collocato un altro farmaco di produzione russa. Si chiama Bubokok. Questo vaccino più moderno contiene l'antigene dell'epatite B. Il vaccino è anche posizionato nella parte anteriore della coscia, come il solito DTP..

I vaccini combinati sono più convenienti, poiché proteggono il bambino da diversi agenti patogeni contemporaneamente:

Malattie contro le quali il vaccino proteggeNome del vaccino
Tosse convulsa, difterite, tetanoDTP, Infarix
Tosse convulsa, difterite, tetano, poliomieliteTetracock, Infanrix, IVP
Tosse convulsa, difterite, tetano, poliomielite, infezione emofilaPentaxim®
Tosse convulsa, difterite, tetano, epatite B, infezione emofilaInfanrix Hexa, Tritanrix HB-HIB
Tosse convulsa, difterite, tetano, epatite BBubokok

Il vaccino DTP prodotto in Russia provoca spesso effetti collaterali:
(più nell'articolo: effetti collaterali dopo la vaccinazione DTP)

  • aumento della temperatura corporea a 39,5-40 ° C;
  • gonfiore e arrossamento nel sito di iniezione;
  • disturbi nervosi sotto forma di urla ed eccitabilità;
  • diminuzione dell'appetito;
  • malessere generale, letargia, sonnolenza.

La mancanza di reazione non significa che l'immunità alle malattie non si sia formata. Il fatto è che i vaccini belga e francese non contengono sostanze nocive - formalina e mertiolato, nonché virus a cellule intere. Questi componenti causano solo le spiacevoli conseguenze delle vaccinazioni DTP..

Vaccino polio

La poliomielite è una malattia virale molto pericolosa per i bambini. Viene trasmesso attraverso la casa, attraverso cibo, acqua e mani non lavate. La poliomielite porta alla paralisi cerebrospinale e alla disabilità, quindi la vaccinazione dei bambini contro questa malattia è molto importante.

Per la vaccinazione vengono utilizzati due tipi di farmaco: vivo per instillazione in bocca e inattivato per somministrazione sotto la pelle o per via intramuscolare. La prima opzione, OPV, contiene virus della polio attenuati, che è più efficace, ma allo stesso tempo pericoloso. Nel secondo caso, con IPV, i patogeni della polio distrutti vengono somministrati al bambino.

Quali sono gli effetti collaterali di un vaccino contro la poliomielite?

  • un leggero aumento della temperatura;
  • leggero arrossamento e gonfiore nel sito di iniezione;
  • debolezza generale.

Dopo la vaccinazione orale con un vaccino contro la polio vivo, esiste il rischio di complicanze post-vaccinazione o dello sviluppo della malattia stessa

Vaccino contro l'epatite B.

Un vaccino contro l'epatite B aiuta a proteggere il fegato del bambino e i dotti biliari da una pericolosa malattia del fegato. La prima vaccinazione viene effettuata in ospedale nei primi giorni dopo la nascita del bambino. Dopo aver somministrato il vaccino tre volte nel primo anno di vita, si forma un'immunità stabile all'epatite B, quindi viene effettuata la rivaccinazione..

Per la vaccinazione, vengono utilizzati i preparati Angerix B ed Euwax, viene effettuata un'iniezione nella superficie anteriore della coscia. Non hanno effetti collaterali caratteristici e gravi, questo accade molto raramente:

  • reazioni allergiche di diversa gravità;
  • disturbi nervosi;
  • paralisi.

Regimi di vaccinazione

In Russia esiste un calendario delle vaccinazioni approvato a livello statale, secondo il quale i bambini vengono vaccinati. Tutte le vaccinazioni vengono somministrate gratuitamente presso la clinica nel luogo di residenza, secondo le polizze assicurative sanitarie obbligatorie. Poiché i bambini spesso si ammalano, il piano di immunizzazione diventa individuale, perché si muove continuamente, ma i medici sono approssimativamente orientati a questi termini.

La vaccinazione viene effettuata 3 volte nei primi mesi di vita secondo lo schema:

No.EtàCorruzione
13 mesiDTP, poliomielite, epatite B
24,5 mesiDTP, poliomielite
36 mesiDTP, poliomielite, epatite B

Successivamente, viene eseguita la rivaccinazione:

No.EtàCorruzione
11,5 anniDTP
21 anno 8 mesiPolio
37 anniADS-M (senza pertosse)
4di 14 anniADS-M, poliomielite
5adulti ogni 10 anniADS-M

È consentita la vaccinazione concomitante?

Non vi è alcuna differenza significativa dalla somministrazione separata: il numero di reazioni avverse non aumenta e l'immunità si forma allo stesso modo. I vaccini DTP ed epatite B vengono addirittura somministrati nella stessa siringa.

Un grande vantaggio dei vaccini combinati importati è che sono più facili da trasportare rispetto alle controparti russe, forniti separatamente. Con Pentaxim, il rischio di sviluppare una poliomielite associata al vaccino (derivante dalla vaccinazione) è inferiore.

Quando lo stesso vaccino contiene contemporaneamente diversi agenti patogeni, il bambino deve sopportare meno iniezioni. Questo è un fattore importante, perché per un bambino piccolo ogni iniezione è molto stressante.

Tuttavia, c'è un meno di vaccinazione con analoghi stranieri: dovranno essere pagati. Sarà necessario acquisire autonomamente il vaccino in una farmacia o metterlo in un centro medico privato. Il costo delle droghe è piuttosto alto, quindi la scelta rimane con i genitori. Prima di somministrare qualsiasi vaccino, assicurarsi di consultare un pediatra e sottoporsi a un esame. Se il bambino è soggetto a gravi allergie, l'immunologo immunologo è responsabile della vaccinazione.

Possibili complicanze dell'associazione del vaccino

Le complicanze che insorgono dopo la vaccinazione con i vaccini combinati sono esattamente le stesse di quando somministrate separatamente. Dovrebbe essere chiaro che le complicazioni e gli effetti collaterali dei vaccini sono concetti completamente diversi. Gli effetti collaterali scompaiono dopo un po ', il corpo del bambino li affronta in modo indipendente.

Una delle complicanze più comuni dopo la vaccinazione è l'elevata temperatura corporea, che dura più di 3 giorni

Con complicazioni, il farmaco provoca i seguenti disturbi nei bambini:

  • la malattia del virus da cui viene somministrato il vaccino;
  • shock anafilattico, edema di Quincke;
  • sindrome convulsiva in assenza di ipertermia;
  • disturbi del sistema nervoso;
  • forte calo della pressione;
  • aumento prolungato della temperatura (sopra i 39 ° C).

Nel caso della DTP, le complicazioni si verificano più spesso dopo la seconda e la terza vaccinazione (si consiglia di leggere: come trattare il rossore dopo la vaccinazione DTP in un bambino?). Il loro aspetto dopo la vaccinazione DTP, dalla poliomielite virale, l'epatite B dipende da molti fattori:

  • caratteristiche individuali del bambino;
  • tendenza a reazioni allergiche;
  • inosservanza delle regole di vaccinazione e conservazione del farmaco.

Controindicazioni alla vaccinazione complessa

Per la prevenzione delle complicanze, eventuali vaccinazioni devono essere eseguite in assenza di controindicazioni:

  • eventuali malattie infettive acute e il periodo successivo;
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • reazioni allergiche, in particolare ai componenti del vaccino;
  • periodi di epidemie nella regione e presenza di un paziente infettivo in famiglia;
  • alcune malattie autoimmuni;
  • epatite;
  • tubercolosi;
  • disturbo emorragico;
  • disbiosi intestinale;
  • prematurità, lesioni alla nascita;
  • Infezione da HIV
  • disturbi del sistema nervoso, sindrome convulsiva;
  • grave reazione al precedente vaccino (febbre grave, convulsioni, edema di Quincke, shock anafilattico).