Polipi nella cistifellea: sintomi, diagnosi, trattamento, conseguenze

I polipi nella cistifellea sono neoplasie benigne situate sulla parete interna dell'organo e crescono nel suo lume. Quasi l'80% dei pazienti con la malattia sono donne di età superiore ai 35 anni.

Spesso i segni della malattia sono praticamente assenti o espressi in modo molto debole e la patologia può essere rilevata per caso. I sintomi della malattia dipendono dalla posizione della crescita.

Classificazione

Nella pratica medica, si distinguono i seguenti tipi di polipi:

  • vero: papillomi della cistifellea, polipi adenomatosi;
  • pseudo-polipi: colesterolo, infiammatorio.

Le neoplasie sono classificate come segue:

  • adenomatosa. Rappresentano la proliferazione del tessuto epiteliale che copre le pareti della cistifellea. Questo tipo di formazioni più spesso di altre passa in una forma maligna;
  • colesterolo. Si verificano a causa della deposizione sulla mucosa dell'organo delle placche di colesterolo;
  • infiammatorio. Pseudotumore derivante dal processo infiammatorio e dalla proliferazione dell'epitelio della mucosa.

I papillomi sono neoplasie benigne che si verificano a seguito di infezione da papillomavirus umano (HPV). Rappresentano una crescita con numerose escrescenze papillari. Come i polipi adenomatosi, questo tipo di formazione può degenerare in una forma maligna..

Le cause

Perché i polipi compaiono nella cistifellea? Le cause della malattia includono:

Processi infiammatori nel fegato

La colecistite porta al ristagno della bile e alla crescita del tessuto di granulazione sulle pareti della vescica, formando pseudo-polipi infiammatori

La malattia si sviluppa spesso sullo sfondo di una storia familiare gravata, oltre a fattori aggiuntivi sotto forma di ristagno della bile. Nella maggior parte dei casi, i polipi adenomatosi e i papillomi sono ereditati

Disturbi metabolici

Questa è la causa più comune di pseudo-polipi del colesterolo. Come risultato del disturbo del metabolismo lipidico, c'è un aumento del colesterolo nel corpo (che si deposita sulle pareti dell'organo sotto forma di placche). Mentre calcificano, si formano i polipi

Sintomi di polipi nella cistifellea

Dolore

Molto spesso, il dolore si verifica se il polipo blocca il deflusso della bile, causando un'estensione delle pareti dell'organo. La stagnazione provoca irritazione di un gran numero di recettori nervosi situati nelle sue pareti.

Il dolore sordo e dolente con neoplasie nella cistifellea è localizzato nell'ipocondrio destro. Si verifica se una persona mangia troppo, consuma piatti grassi e piccanti o bevande alcoliche. In alcuni casi, le situazioni stressanti diventano la causa del dolore..

Sintomi dispeptici

I segni della patologia includono fenomeni dispeptici, vale a dire:

  • nausea (soprattutto al mattino);
  • amarezza in bocca;
  • vomito dopo aver mangiato troppo.

Questi sintomi indicano una violazione del deflusso della bile e del suo ristagno. L'assenza di acidi biliari nell'intestino porta al fatto che il cibo (specialmente grasso e abbondante) è scarsamente digerito e praticamente non assorbito.

Di conseguenza, una persona perde rapidamente peso. L'iniezione di bile dal duodeno nello stomaco provoca un sapore amaro in bocca, di cui è difficile liberarsi..

Colica epatica

Questo sintomo si osserva abbastanza raramente, di solito nei casi in cui il polipo si trova nel collo dell'organo e ha una gamba molto lunga e sottile che può torcersi e pizzicarsi. Con la contrazione, la crescita viene pizzicata, a seguito della quale il paziente ha un dolore acuto, intenso, parossistico.

Il dolore è così forte che il paziente non può essere in un posto, si precipita e non riesce a trovare una postura adatta per ridurre il dolore. La sua frequenza cardiaca aumenta e la sua pressione sanguigna aumenta, la sua pelle diventa pallida e sudata.

itterizia

La causa dell'ittero è un aumento del livello di bilirubina nel sangue (superiore a 14 mmol / l). La patologia si verifica a causa del ristagno della bile, quando i suoi componenti iniziano a fuoriuscire nel sangue. In alcuni casi, questo fenomeno può provocare un polipo situato nel dotto della cistifellea o nel collo.

Prima di tutto, il paziente cambia il colore della sclera, acquisisce un colore giallo. Successivamente, il tono della pelle cambia - in giallo brillante (nelle persone con pelle chiara) o arancione scuro (in pelle scura). Il giallo è così intenso che può essere visto anche nella foto.

L'ittero è accompagnato da prurito cutaneo, che si verifica a seguito dell'ingresso di acidi biliari nel flusso sanguigno. Muovendosi lungo il flusso sanguigno, irritano le terminazioni nervose, provocando un irresistibile desiderio di grattarsi. Spesso i pazienti hanno graffi in luoghi diversi, poiché il prurito non ha una chiara localizzazione. La pelle diventa secca e tesa..

Inoltre, il paziente cambia il colore delle urine, diventa scuro. L'ittero può essere accompagnato da nausea, vomito, dolore alle articolazioni e ai muscoli o febbre.

Diagnostica

Per identificare la malattia, utilizzare i seguenti metodi:

  • ultrasuoni (ultrasuoni) del fegato e della cistifellea. La cistifellea sugli ultrasuoni è una formazione ovale scura di un colore uniforme. La crescita sembra un punto luminoso eterogeneo che cresce su uno sfondo scuro dal muro. Un colesterolo o un polipo infiammatorio su un'ecografia sembra una formazione completamente bianca;
  • ecografia endoscopica. Un endoscopio con una telecamera in miniatura all'estremità viene inserito attraverso la bocca nella cavità duodenale, da cui vengono eseguite scansioni dei tessuti a una distanza di 12 cm. Questo metodo consente di studiare in dettaglio i polipi situati sulle pareti dell'organo;
  • TAC. Usando questo metodo, puoi vedere anche i polipi più piccoli, determinarne la struttura e anche identificare anomalie nella struttura o nel lavoro dell'organo.

Per confermare la diagnosi, vengono eseguiti un esame del sangue generale e biochimico, analisi delle urine e feci. Ciò consente di determinare il livello di bilirubina nel corpo e di identificare il processo infiammatorio.

Trattamento

Il trattamento farmacologico non viene eseguito, perché non è efficace. I farmaci sono prescritti per il trattamento di una malattia di base che potrebbe aver causato lo sviluppo di un tumore..

Nella terapia complessa vengono utilizzati farmaci coleretici: Holiver, Allohol, Gepabene. Al fine di rimuovere il dolore nella cistifellea, vengono utilizzati antispasmodici: No-shpa, Riabal.

Durante l'intervento chirurgico, vengono rimossi non solo i polipi, ma anche l'intera cistifellea. Questo tipo di chirurgia si chiama colecistectomia. Vi sono le seguenti indicazioni per la sua attuazione:

  • neoplasie multiple;
  • la dimensione del polipo è superiore a 1 cm;
  • crescita rapida del polipo;
  • la presenza di calcoli nella cistifellea;
  • sospetto di malignità dell'educazione;
  • colecistite;
  • storia familiare gravata.

Se vengono rilevati pseudo-polipi, è necessaria l'osservazione. Se le loro dimensioni non diminuiscono per molto tempo o compaiono nuove formazioni, è necessaria la rimozione della cistifellea.

Colecistectomia aperta

Durante l'operazione, la cistifellea viene rimossa attraverso un'incisione obliqua, che viene prodotta lungo il bordo dell'arco costale. La chirurgia viene eseguita in anestesia generale..

L'area dell'incisione preliminare viene trattata con un antisettico. Usando un bisturi per tagliare il tessuto. La cistifellea viene rimossa dal letto, bendata e rimossa. Nel passaggio successivo, l'incisione viene suturata.

Una colecistectomia aperta viene eseguita se le neoplasie raggiungono una grande dimensione e c'è il sospetto della loro malignità. Pertanto, allo stesso tempo, vengono rimossi i linfonodi regionali e viene resecata anche una parte del fegato. Le suture dopo l'intervento chirurgico vengono rimosse il 6-7 ° giorno..

Colecistectomia laparoscopica

Con colecistectomia laparoscopica, la rimozione della cistifellea viene eseguita con il metodo endoscopico. L'operazione viene eseguita in anestesia generale. Nella parete addominale vengono praticate quattro piccole incisioni attraverso le quali vengono inseriti trocar (tubi cavi con dispositivi valvole alle estremità). Con il loro aiuto, i tessuti vengono separati.

Attraverso un trocar, un oculare con videocamera e un laparoscopio viene inserito nella cavità addominale. All'esame, viene rivelato il legamento epatico-duodenale, il dotto cistico e l'arteria sono isolati da esso (sono legati e incrociati). Usando un elettrocoagulatore, la cistifellea viene rimossa dal letto del fegato. Attraverso i passaggi viene rimosso dalla cavità addominale. Quindi le incisioni vengono suturate.

Il vantaggio di questa operazione è un breve periodo postoperatorio (fino a 5 giorni). Allo stesso tempo, il paziente avverte dolori non troppo intensi e può prendersi cura di se stesso. Complicazioni come ernie e commissure si verificano raramente dopo colecistectomia laparoscopica..

Dopo la rimozione della cistifellea, seguire una dieta rigorosa per 2-3 mesi. In futuro, è necessario rivedere la dieta e rimuovere cibi grassi, salati, fritti e piccanti, nonché carni affumicate e alcool.

È necessario dare la preferenza a piatti bolliti, al forno o al vapore. Si consiglia di assumere cibo in piccole porzioni 4-5 volte al giorno..

Trattamento tradizionale

Per il trattamento dei polipi nella cistifellea senza intervento chirurgico, nonché per prevenire la crescita dell'educazione ed evitare la sua degenerazione in un tumore maligno, vengono utilizzati i seguenti rimedi popolari:

  • ricetta numero 1: un cucchiaio di bacche essiccate di viburno viene riempito con 200 ml di acqua bollente e insistito per tre ore. Filtra, aggiungi un cucchiaino di miele e bevi 100 ml al mattino e alla sera. Il trattamento continua per 2 settimane, quindi fare una pausa. Dopo 14 giorni, viene ripresa la somministrazione. L'infusione è presa 3 mesi;
  • ricetta n. 2: 300 g di erba celidonia fresca, insieme alle radici, vengono accuratamente schiacciati e vengono aggiunti 200 g di miele di maggio. Il rimedio è insistito per una settimana in un luogo buio e fresco. Quindi deve essere filtrato, posto in un contenitore di vetro scuro e conservato sulla porta del frigorifero. 5 gocce di infusione vengono sciolte in un cucchiaio di acqua e prese una volta al giorno mezz'ora prima dei pasti. La ricezione continua per 20 giorni, quindi fare una pausa di dieci giorni. Il trattamento dovrebbe durare fino a quando il rimedio è completamente finito;
  • Ricetta n. 3: 100 g di burro naturale vengono sciolti a bagnomaria, vengono aggiunti 10 g di polvere di propoli e tenuti a fuoco per 10 minuti. Quindi filtrare e conservare in frigorifero. Un cucchiaino di prodotto viene sciolto in un bicchiere di latte caldo e assunto una volta al giorno prima dei pasti. Utilizzare il prodotto per 2 settimane, quindi fare una pausa di una settimana e continuare il trattamento.

Qual è il polipo pericoloso della cistifellea

Se vengono rilevati polipi della cistifellea, è necessario un trattamento tempestivo, poiché possono causare lo sviluppo delle seguenti complicanze:

Polignità maligna (degenerazione in tumore maligno)

Se la dimensione della neoplasia è superiore a 20 mm, allora è maligna in circa il 50% dei pazienti. In altri casi, la probabilità che il polipo diventi maligno è del 35%. La prognosi per il cancro della cistifellea è sfavorevole, non più del 15% dei pazienti sopravvive a un anno

Il paziente ha un dolore lancinante e regolare nell'ipocondrio destro, che può dare alla schiena, al collo o alla scapola. Gli attacchi compaiono spesso di notte e durano da una a diverse ore

Una grave patologia che può portare allo sviluppo di colecistite cancrenosa, colangite, ascesso epatico o peritonite. Queste complicazioni rappresentano una minaccia non solo per la salute, ma anche per la vita del paziente.

La violazione cronica del deflusso e il ristagno della bile causano lo sviluppo di ittero e sintomi dispeptici. Nei casi più gravi, ciò può portare a cirrosi epatica o insufficienza epatica.

Al fine di prevenire la comparsa di poliposi, è necessario mangiare correttamente, smettere di bere alcolici e anche trattare i processi infiammatori del tratto gastrointestinale nel tempo. Le persone i cui genitori hanno sofferto di questa condizione dovrebbero essere testate regolarmente..

video

Ti offriamo la visione di un video sull'argomento dell'articolo.

Polipo nella cistifellea

Polipi nella cistifellea - una malattia comune, in assenza di trattamento di cui esiste il rischio di sviluppare tumori cancerosi.

Per combattere la malattia, puoi usare medicine e rimedi popolari, ma sono efficaci solo nelle prime fasi dello sviluppo del processo patologico. L'intervento chirurgico più comunemente usato.

Soffermiamoci su quello che è: un polipo nella cistifellea e come trattarlo.

Cos'è?

Queste formazioni sono il risultato della crescita dell'epitelio superficiale o dell'accumulo di masse nocive. È possibile la formazione di strutture piccole o grandi con un diametro dell'ordine di diversi centimetri. Un'altra opzione è l'educazione mesh su larga scala. Per loro natura, i polipi sono benigni, ma la mancanza di trattamento è irta dello sviluppo di un processo oncologico..

Si distinguono quattro forme di neoplasie:

  1. Colesterolo: l'elemento principale del tumore è una combinazione di inclusioni calcinate e colesterolo stesso. Inizialmente, il processo si sviluppa nella regione sottomucosa, quindi i tessuti crescono, acquisendo una forma convessa.
  2. Infiammatorio: si verifica se un'infezione batterica penetra nel corpo. Il guscio interno della bile diventa il luogo di localizzazione della struttura granulomatosa.
  3. Papillomi. La loro caratteristica è di piccole dimensioni, la presenza di escrescenze papillari.
  4. Adenomatosa. Tali polipi sono tumori benigni formati dal tessuto ghiandolare. Spesso degenerano in oncostrutture e richiedono un monitoraggio costante..

Ragioni per lo sviluppo

Ci sono fattori che contribuiscono all'insorgenza del disturbo:

  1. Eredità. Un alto rischio di sviluppare un disturbo si verifica nelle persone i cui parenti hanno sofferto della malattia..
  2. Colecistite in forma cronica. Il ristagno della bile porta ad un aumento dei tessuti dell'organo interno.
  3. Cibo ipercalorico. Il colesterolo alto negli alimenti provoca lo sviluppo della malattia.
  4. Ormoni estrogeni. Un aumento della produzione di questo ormone comporta un aumento dell'epitelio nel pancreas (riduzione della cistifellea). Per questo motivo, le donne più spesso degli uomini soffrono di questa malattia.
  5. Processo infiammatorio. Durante l'infiammazione, il corpo include processi protettivi nei tessuti e negli organi e ciò contribuisce all'insorgenza della patologia.
  6. Metabolismo alterato L'alimentazione o l'ereditarietà impropria portano a una violazione del deflusso della bile, a seguito della quale il tessuto dell'organo interno inizia a crescere.
  7. Discinesia. Il funzionamento improprio del tratto biliare influenza direttamente lo sviluppo della patologia.
  8. Epatite e virus del papilloma. Entrambe queste malattie possono causare tumori..

Infezioni e stress, inattività fisica - influenzano il lavoro degli organi interni e la digestione. L'anomalia congenita della struttura della prostata può influenzare il processo di digestione e causare patologie.

Sintomi

Il quadro sintomatico della poliposi della localizzazione biliare è determinato dalla posizione specifica dell'escrescenza nell'organo.

Il più pericoloso da un punto di vista clinico è la posizione del polipo nel collo o nel condotto della vescica. In una tale situazione, il polipo interferirà con il normale deflusso biliare, che porterà allo sviluppo di ittero meccanico. Quando la formazione di poliposi si trova in un'altra parte della vescica, il quadro clinico della patologia diventa cancellato e inespresso.

Molto spesso, la presenza di un polipo della cistifellea è indicata da tali manifestazioni:

  1. Ittero. La pelle diventa itterica, come la sclera, che indica un contenuto esorbitante di bilirubina nel sangue. Un modello simile si osserva quando il dotto biliare si verifica nella vescica, portando alla fuoriuscita della bile nel flusso sanguigno. Sintomi come oscuramento dell'urina, mialgia e artralgia, ipertermia, sindrome da nausea e vomito e prurito della pelle completano il giallo della pelle..
  2. Dolore. Manifestazioni dolorose con polipi della cistifellea si verificano a causa di un allungamento eccessivo delle pareti dell'organo. Questo accade quando la bile ristagna nella vescica. Inoltre, il dolore può verificarsi sullo sfondo di frequenti contrazioni della vescica. Tali dolori nell'ipocondrio destro sono localizzati e hanno un carattere noioso. Si verificano crampi, aggravati dopo cibi grassi o eccesso di cibo, alcol, stress, ecc..
  3. Dispepsia. È caratterizzato dal verificarsi della sindrome della nausea, più spesso al mattino, dopo che si è verificato il vomito di alimenti pesanti e in bocca c'è un retrogusto di amarezza. Segni simili sono anche causati dalla stasi biliare, provocando una violazione del processo di digestione. L'amarezza in bocca è dovuta all'iniezione di bile nello stomaco a causa dell'iperattività della cistifellea motoria.
  4. Colica nel fegato. Si manifesta come crampi improvvisi e dolore acuto nell'ipocondrio a destra. Un segno simile di solito si verifica abbastanza raramente, principalmente con polipi con una gamba lunga. Il dolore con la colica è così grave che il paziente non è in grado di stare in un posto, quindi si precipita invano alla ricerca di una posizione del corpo più indolore.

Abbastanza spesso, i polipi causano processi patologici negli organi vicini - il pancreas e il fegato. Poiché la poliposi può agire come una fonte infettiva che provoca lo sviluppo di un processo infiammatorio, spasmi del dotto biliare, colecistite, pancreatite, ecc. Spesso si sviluppano sullo sfondo dei polipi della cistifellea..

In generale, tra le patologie che accompagnano la poliposi, gli spasmi dei dotti della cistifellea o discinesia, si possono distinguere varie forme di pancreatite e colecistite o colelitiasi.

È pericoloso: possibili conseguenze

È pericoloso avere polipi nella cistifellea? La malattia non è così innocua come si crede comunemente. In molti organi interni compaiono i polipi, che raramente violano la funzionalità. Ma le esagerate poliposi nella bile sono un'eccezione. Violano la contrattilità della vescica, causano processi infiammatori (colecistite), spesso associati alla formazione di calcoli. Spesso, le cause dei polipi nella cistifellea sono simili alla malattia del calcoli biliari, quindi, gli esperti notano la connessione tra la formazione di calcoli e la poliposi.

In termini di rischi per la salute, tre tipi di polipi sono i più pericolosi: adenomatosi, colesterolo (si verificano nel 50% dei casi con poliposi) e maligni. Ma l'ultima forma non dovrebbe essere considerata nell'argomento dei polipi, poiché si riferisce già al cancro della cistifellea.

Diagnostica

Per lo studio, con un sospetto tumore o papilloma biliare, i medici pianificano una serie di test e procedure:

  1. ultrasuono Lo scopo della manipolazione è determinare il numero di polipi, la loro localizzazione.
  2. L'ecografia è lo studio della struttura della cistifellea e del duodeno introducendo nel tratto gastrointestinale un endoscopio flessibile con un sensore ad ultrasuoni. Oltre all'esame, un campione di tessuto viene prelevato per istologia come parte della procedura..
  3. Colangiografia a risonanza magnetica. Con l'aiuto dell'esame, è possibile visualizzare il polipo della cistifellea e ottenere informazioni sulla sua dimensione, la presenza di strutture di accompagnamento. Se presente, a causa del cancro.
  4. Tomografia computerizzata multislice. È prescritto quando è necessario stimare la quantità di mezzo di contrasto..

Oltre a diagnosticare la cistifellea stessa, nell'elenco degli eventi sono inclusi anche i seguenti test:

  1. Biochimica del sangue. La poliposi conferma livelli elevati di bilirubina, fosfatasi alcalina, colesterolo.
  2. Analisi generale delle urine. La diagnosi viene fatta quando viene rilevato un basso contenuto di urobilinogeno..
  3. Coprogramma per determinare il livello di stercobilina. In una condizione patologica, è assente o rilevato in una quantità minima.

Una diagnosi differenziale approfondita viene anche effettuata a causa della somiglianza dei sintomi della malattia con altre patologie gastrointestinali.

Come trattare i polipi della cistifellea?

I metodi per il trattamento dei polipi nella cistifellea dipendono direttamente dalle dimensioni e dal tipo di formazioni.

Solo le neoplasie del colesterolo, il cui diametro non supera 1 cm (pseudo-neoplasie), sono suscettibili al trattamento medico conservativo. Le formazioni di colesterolo possono risolversi durante l'adeguamento della dieta e l'assunzione di determinati farmaci. Nei casi con altri tipi di polipi, il farmaco viene utilizzato solo per alleviare i sintomi nella cistifellea e trattare le malattie concomitanti.

I polipi con un diametro non superiore a un centimetro che non mostrano una tendenza alla crescita vengono osservati mediante ultrasuoni, TC o risonanza magnetica, senza ulteriori interventi. In tutti gli altri casi, la rimozione dei polipi della cistifellea è giustificata..

Trattamento di polipi nella cistifellea senza chirurgia

Prima di tutto, è necessario consultare un gastroenterologo e condurre tutti gli esami diagnostici necessari al fine di determinare il tipo di polipi, la loro dimensione e il rischio di malignità.

I polipi del colesterolo sono il tipo più comune di neoplasia nella cistifellea, con un trattamento tempestivo non rappresentano un grande pericolo. Si trovano sotto forma di una griglia di piccole inclusioni di 1-2 mm di larghezza, distribuite diffusamente lungo la parete interna dell'organo, oppure possono avere una dimensione fino a 4 mm e sull'ecografia sembrano escrescenze con contorni lisci e una base ampia. I polipi più grandi di 4 mm hanno già una gamba sottile.

Molto spesso, raccomandano di bere uno dei seguenti farmaci:

  1. Ursofalk, che contribuisce alla distruzione dei depositi, costituito da colesterolo.
  2. La simvastatina aiuta a ridurre i livelli ematici di lipoproteine ​​e colesterolo.
  3. Hepabene e No-shpa sono usati come adiuvanti per aiutare a rilassare i muscoli lisci della cistifellea. Lo spasmo viene rimosso dal corpo, la bile ha la capacità di passare normalmente attraverso i dotti e prendere parte al processo di digestione.
  4. Holiver aumenta la capacità della cistifellea di secernere la bile ed elimina la congestione.
  5. Ursosan ti consente di eliminare i calcoli di colesterolo, senza perdere la capacità di funzionare la cistifellea.

La poliposi multipla di colesterolo potrebbe in realtà non essere escrescenze, ma perdere calcoli di colesterolo, che successivamente causano dolore al paziente. I disturbi comuni sono sensazioni di bruciore di stomaco, nausea e dolore nell'ipocondrio destro, sintomi di colecistite causati da calcoli di colesterolo.

Il trattamento dei polipi del colesterolo può essere effettuato in modo conservativo se l'altezza della crescita non è superiore a 10 mm.

Metodi alternativi di trattamento

Nel trattamento della poliposi della cistifellea, possono essere utilizzati metodi alternativi. Ma è possibile un risultato positivo a condizione che la dimensione delle neoplasie sia piccola.

Metodi efficaci.

  1. Prendi 20 g di celidonia e fiori di camomilla, versa 200 ml di acqua bollente. Insistere per 6 ore, filtrare e quindi assumere 20 ml 3 volte al giorno. Il corso della terapia sarà di 30 giorni, quindi prenditi una pausa per un mese e continua di nuovo la terapia.
  2. Prendi tanaceto, bardana, calendula, calendule, radici di elecampane ed erba di assenzio nella seguente proporzione: 2: 5: 3: 2: 2: 1. Versare 20 g di miscela con 500 ml di acqua bollente. Scalda l'infusione filtrata e prendi 60 ml 3 volte al giorno.
  3. Versare 40 g di rosa canina, 25 g di fragola selvatica, 25 g di alga nodosa, 25 g di farfara, 20 g di erba di San Giovanni, 20 g di sacco di pastore, 20 g di piantaggine, 20 g di mirtillo mirtillo, 20 g di immortelle, 20 g di colonne di mais, 15 g di semi di aneto, 15 g di una stringa. Macina la miscela risultante con un frullatore. Prendilo in una quantità di 40 ge versa 500 ml di acqua bollente. Insistere per mezz'ora, filtrare e assumere 10 ml 3 volte al giorno.
  4. Versare 100 g di fungo chaga con 400 ml di alcool. Insistere per 14 giorni, aggiungere la tintura in una quantità di 20 ml alla ricetta sopra e somministrare secondo lo stesso schema.
  5. Nel trattamento dei polipi nella cistifellea viene utilizzata attivamente la celidonia. Ma la medicina basata su di essa deve essere presa con cura, poiché la pianta è velenosa. Tale terapia non dura più di 3-4 mesi. Il brodo può essere preso solo un anno dopo il completamento del primo corso.
  6. Se la causa dell'infiammazione sono le malattie infettive del sistema biliare, l'assenzio può aiutare. Ha un effetto antimicrobico ed emostatico e previene anche la degenerazione di formazioni polipose in un tumore canceroso. Ma a causa dell'amarezza, la pianta non può essere utilizzata dai bambini. Per sbarazzarsi di polipi, è necessario raccogliere fiori di assenzio, rompere in una palla di pane e mangiare.

Nutrizione e dieta

Indipendentemente dal metodo di trattamento - conservativo o chirurgico, con polipi della cistifellea è necessario aderire a una dieta frazionata, in cui il paziente mangia cibo in piccole porzioni con una frequenza di 3 ore.

È inoltre necessario considerare i seguenti punti:

  • il cibo dovrebbe avere un aspetto finemente macinato o masticare accuratamente;
  • i prodotti dovrebbero essere cotti o cotti al forno;
  • il cibo dovrebbe essere caldo, ma non caldo;
  • Non mangiare troppo;
  • nelle successive 1,5 ore dopo aver mangiato, non puoi allenarti.

Alimenti vietati: latticini grassi, bevande contenenti alcol, bibite gassate, cioccolato, muffin, verdure acide (acetosa, pomodori), pesce e carne oleosi, carni affumicate.

Gli alimenti contenenti grassi insaturi sani sono raccomandati per il consumo:

  • oli - oliva, colza, semi di lino, mais;
  • noci - bosco, noci, mandorle;
  • avocado;
  • pistacchi
  • semi di zucca, semi di sesamo.

Alimenti contenenti una quantità sufficiente di fibra alimentare:

  • frutti succosi (mele, banane, pere, kiwi) e bacche (lamponi e more);
  • cereali - farina d'avena, grano saraceno, orzo perlato, semole di grano integrale (bulgur);
  • legumi - fagioli, piselli, ceci, lenticchie, soia;
  • verdure - cavolo bianco, broccoli, carote, barbabietole, piselli;
  • noci - anacardi, arachidi.

La terapia conservativa, la medicina tradizionale e la dieta non danno sempre risultati positivi se usati. Quindi il medico curante suggerisce costantemente un'operazione per rimuovere i polipi. Non ritardare il processo decisionale o rifiutare il trattamento chirurgico, poiché è probabile la formazione di lesioni maligne, che comporta conseguenze irreversibili.

Indicazioni per l'operazione

Il trattamento chirurgico di un polipo nel fiele viene effettuato con le seguenti indicazioni:

  • la dimensione del polipo supera i 10 mm;
  • la malattia è combinata con la formazione di calcoli, lo sviluppo di colecistite calculosa o purulenta;
  • nella cistifellea ci sono più di 2 polipi;
  • 1-2 polipi di dimensioni 5-9 mm su una base larga con moderata ecogenicità;
  • la gamba del polipo è più larga di 3 mm, indipendentemente dall'ecogenicità;
  • rapida crescita dell'istruzione;
  • combinazione con poliposi ereditaria dell'intestino crasso;
  • l'età del paziente supera i 60 anni;
  • frequenti dolori acuti nell'addome e nell'ipocondrio destro, che riducono la qualità della vita del paziente.

La rimozione chirurgica di polipi nella cistifellea viene eseguita più spesso con il corpo. La colecistectomia è ben tollerata, poiché viene eseguita attraverso l'accesso laparoscopico: piccole forature nella parete addominale anteriore.

Trattamento chirurgico

Tipi di operazioni sulla cistifellea:

  1. Colecistectomia video laparoscopica (LCE) - è considerata la più parsimoniosa per il paziente, utilizza le moderne tecnologie di endoscopia.
  2. Colecistectomia laparoscopica - rimozione della cistifellea senza incisione, come nella colecistectomia tradizionale utilizzando strumenti per la chirurgia endoscopica. È considerato il "gold standard" della chirurgia moderna, ma nel cinque percento dei casi l'operazione non può essere completata e viene eseguita la colecistectomia tradizionale..
  3. Colecistectomia tradizionale (TCE): con la chirurgia a cielo aperto, l'accesso avviene tramite la linea mediana superiore o l'incisione di Kocher nell'ipocondrio destro. Lo svantaggio di questo metodo, rispetto alla colecistectomia laparoscopica, è la sua invasività: l'incisione taglia la pelle, il tessuto adiposo, la linea bianca dell'addome e il peritoneo.
  4. Polipectomia endoscopica - utilizzata per rimuovere i polipi della cistifellea preservando l'organo. Questo tipo di operazione viene eseguita utilizzando un anello diatermico, che viene gettato sulla gamba del polipo e lo taglia. Le formazioni senza gambe vengono rimosse per frammentazione. Una carica elettrica viene fatta passare attraverso il circuito per coagulare i vasi, il che aiuta ad evitare sanguinamenti. Questo metodo viene utilizzato per rimuovere i polipi nell'intestino, ma raramente viene utilizzato nel trattamento della poliposi della cistifellea, quindi le conseguenze possono essere imprevedibili..

Prima dell'operazione, il paziente deve sottoporsi a un esame diagnostico completo per evitare possibili complicanze e scegliere il metodo ottimale di colecistectomia.

previsione

Con piccole formazioni polipose che non hanno tendenza ad aumentare e diffondersi, la prognosi può essere considerata favorevole: le condizioni del paziente possono essere corrette mediante corsi di trattamento medico periodici. Tuttavia, si deve tenere presente che una tale patologia è lungi dall'essere sempre accompagnata da qualsiasi sintomo: spesso i sintomi di malfunzionamenti si verificano solo quando il polipo raggiunge grandi dimensioni o addirittura degenera in un tumore maligno.

Affinché la prognosi rimanga favorevole, è necessario consultare i medici e sottoporsi a diagnostica ai primi sintomi sospetti, prima il medico trova un polipo, più positivo è l'esito della malattia.

Prevenzione

Le misure preventive dovrebbero mirare ad eliminare i fattori che contribuiscono alla formazione di polipi. Ad esempio, è necessario mantenere un normale metabolismo nel corpo, per prevenire la comparsa di ristagno biliare e patologie infiammatorie del sistema biliare e del fegato.

Se una persona ha una predisposizione ereditaria alla comparsa di polipi della cistifellea, viene consigliato di sottoporsi regolarmente a diagnostica, monitorando le condizioni degli organi interni. Una ecografia addominale o una risonanza magnetica sono preferite ogni anno.

Eventuali processi infiammatori nel sistema digestivo devono essere trattati prontamente e completamente. L'automedicazione e la mancanza di un trattamento adeguato possono portare a vari effetti avversi, incluso lo sviluppo della poliposi.

Inoltre, al fine di prevenire le seguenti regole devono essere osservate:

  • mangiare pienamente, regolarmente, senza mangiare troppo e digiunare;
  • vivere una vita sana;
  • evitare lo stress e la depressione;
  • mangiare abbastanza alimenti vegetali, controllare l'assunzione di grassi e carboidrati semplici.

Grazie a uno stile di vita sano, è possibile prevenire lo sviluppo di molte patologie, compresi i polipi nella cistifellea.

Polipi nella cistifellea: cosa fare?

I polipi sono escrescenze dell'epitelio superficiale della cistifellea, possono essere singoli e grandi 1-2 cm o formare una rete di piccole neoplasie alte 1-2 mm. I polipi sono di natura benigna, ma se sono presenti, aumenta il rischio di degenerazione cancerosa delle cellule e lo sviluppo del cancro della cistifellea.

Le seguenti figure riflettono importanti informazioni sulla poliposi e sul cancro agli organi:

Le malattie oncologiche della cistifellea sono rare e rappresentano dallo 0,27 allo 0,41% di tutti i tumori.

Il cancro alla cistifellea è due volte più comune tra le donne rispetto ai pazienti di sesso maschile.

Il rischio di oncologia aumenta con l'età, aumenta a partire da 45 anni e raggiunge il suo picco a 56-70 anni.

Il cancro alla cistifellea può provocare lo sviluppo del cancro alla cistifellea - si sviluppa nell'1-5% di tutti i casi.

Tra gli altri tumori del tratto digestivo, il cancro alla cistifellea è al quinto posto dopo malattie come il cancro del pancreas, dello stomaco, dell'intestino (retto e colon)

Sintomi di polipi nella cistifellea

Qualsiasi manifestazione della malattia dipenderà da dove si trova il tumore. La situazione più sfavorevole è la sua crescita sul collo della bolla o all'interno del suo condotto. Ciò crea un ostacolo al passaggio della bile nell'intestino, causando al paziente lo sviluppo di una malattia come l'ittero ostruttivo. Quando le escrescenze polipose sono localizzate in altre parti della cistifellea, il paziente non presenta sintomi specifici.

Tuttavia, è possibile sospettare la sua presenza nell'organo secondo alcuni segni indiretti:

Dolore Appaiono in risposta all'eccessivo allungamento delle pareti dell'organo non da parte del polipo stesso, ma dalla bile, che ristagna attraverso la sua faglia. Tali processi stagnanti portano al fatto che più recettori situati nella membrana sierosa dell'organo sono costantemente irritati. Inoltre, il dolore può verificarsi a causa della contrazione troppo frequente delle pareti della cistifellea. La natura del dolore è noiosa e dolorante. Hanno la capacità di dare nel giusto ipocondrio, sono presenti su base periodica. I provocatori del dolore possono essere bevande contenenti alcol, cibi grassi e forte stress. Ecco perché i pazienti non associano sensazioni spiacevoli ai polipi, attribuendo la loro insorgenza ad altri fattori, ad esempio la malnutrizione.

Colorazione della pelle e delle mucose in giallo. Un segno simile è il risultato dell'ittero ostruttivo, che si verifica quando il polipo viene fissato ai dotti biliari. Incapace di uscire naturalmente, la bile inizia a filtrare attraverso le pareti della vescica ed entra nel flusso sanguigno. Il paziente inizia a provare prurito cutaneo, il tegumento si secca e si restringe, l'urina si scurisce, può iniziare il vomito delle masse biliari e la temperatura può aumentare..

Colica renale. Se il polipo ha una gamba molto lunga e si trova nel collo dell'organo interessato, con la sua torsione o il suo bloccaggio, può svilupparsi una colica epatica. Molto spesso questo si verifica con una contrazione pronunciata dell'organo. Quando si verifica una torsione, una persona avverte un dolore improvviso, che ha un forte carattere di crampi, aumento della frequenza cardiaca, aumento della pressione sanguigna. In questo caso, il paziente non può scegliere da solo una postura più o meno confortevole per calmare un po 'di disagio. È l'ultimo segno che è un indicatore sorprendente della colica epatica.

Sintomi dispeptici. La presenza di un polipo è spesso indicata da sintomi dispeptici. Il grado della sua gravità varia. Le manifestazioni caratteristiche sono: retrogusto amaro, nausea mattutina, vomito dopo eccesso di cibo. Tutte queste manifestazioni sono spiegate da eventi stagnanti periodici o costanti che si verificano nel corpo. Inoltre, a causa del polipo, la produzione di bile è disturbata. La sua carenza influisce negativamente sul processo di digestione, quindi il paziente può iniziare a perdere rapidamente peso.

Tuttavia, tutti i suddetti sintomi raramente costringono il paziente ad andare in strutture mediche, e ancor più a sottoporsi a un esame ecografico, durante il quale è possibile rilevare tumori esistenti.

Cause di polipi nella cistifellea

Ci sono quattro ragioni per cui si sospetta che le escrescenze polipo nella cistifellea inizino a svilupparsi:

Il fattore di ereditarietà e anomalie dello sviluppo genetico. Quindi, l'ereditarietà influenza la crescita e lo sviluppo delle escrescenze poliposiche. Molto spesso vengono ereditate formazioni adenomatose e papillomi. È stato stabilito che anche quando vengono rilevati altri tumori in parenti stretti, aumentano i rischi di sviluppare polipi della cistifellea. Inoltre, una predisposizione genetica alla discinesia del dotto biliare è una causa diretta che porta allo sviluppo della poliposi. Tuttavia, non si può dire che solo una predisposizione genetica sia la causa della formazione del tumore. Cresce e si sviluppa sotto l'influenza di altri fattori. Una storia familiare gravata in questo caso è un ulteriore provocatore per la manifestazione della malattia.

Malattie della cistifellea di origine infiammatoria. La colecistite cronica è la ragione più comune per lo sviluppo e la crescita del polipo. Nel corpo, sullo sfondo della colecistite, si verifica il ristagno della bile, la sua parete si ispessisce e subisce una deformazione. Il tessuto di granulazione della vescica inizia a rispondere al processo infiammatorio. Questa reazione si manifesta sotto forma di proliferazione delle sue cellule. Di conseguenza, una persona sviluppa pseudo-polipi della genesi infiammatoria.

Fallimenti dei processi metabolici. La causa più comune di proliferazione di pseudo-polipi del colesterolo è il disturbo del metabolismo lipidico. Di conseguenza, una quantità significativa di colesterolo inizia a circolare nel flusso sanguigno. Il suo eccesso inizia gradualmente a depositarsi sulle pareti dei vasi sanguigni e nel corpo: la conservazione della bile. Ciò porta alla formazione di pseudo-polipi costituiti da colesterolo. Inoltre, tali formazioni possono apparire anche sullo sfondo di una normale concentrazione di lipidi nel sangue, causata dal colesterolo, che fa parte della bile. Quando si esegue un'ecografia, è molto spesso che si trovano tali pseudo-polipi. Più una persona è la sua compagnia, più diventano. La loro crescita è facilitata dall'assenza di sintomi fastidiosi..

Malattie del sistema epatobiliare. Qualsiasi malattia del tratto biliare contribuisce allo squilibrio tra la quantità ottimale di bile per la digestione e il suo volume assegnato a questo processo. Come la sua mancanza e l'eccesso interrompe il processo di digestione del cibo. Ciò porta a varie patologie del tratto gastrointestinale, tra cui, provocando lo sviluppo di polipi.

Malattie concomitanti con polipi della cistifellea

I polipi della cistifellea possono provocare patologie negli organi più vicini ad esso - il fegato e il pancreas. Quindi, i polipi sono un potenziale focus per lo sviluppo dell'infezione, che danno origine al processo infiammatorio. Ciò provoca colecistite, spasmi delle vie biliari, pancreatite e altre malattie. Inoltre, i processi infiammatori nella cistifellea stessi possono contribuire alla crescita patologica della sua mucosa.

Quali malattie si osservano con i polipi della cistifellea?

Discinesia o crampi condotti della cistifellea. La discinesia ipertensiva, in cui aumenta il tono della cistifellea, è più comune nelle donne e di solito è strettamente associata al ciclo mestruale. La discinesia ipotonica (intensità insufficiente delle contrazioni della cistifellea) è comune tra le persone di mezza età o anziane. La discinesia porta a difficoltà nel deflusso della bile, che in un decorso cronico può provocare colecistite o deposizione di calcoli nella cistifellea e, inoltre, crea le condizioni per la formazione di polipi. La malattia può anche essere causata dalla disfunzione dello sfintere di Oddi, che separa il tratto biliare dal duodeno 12..

Malattia dei calcoli biliari - la formazione di calcoli di colesterolo nel fegato, dei dotti biliari o della cistifellea, a causa del metabolismo lipidico compromesso. La formazione di calcoli di colesterolo nella cistifellea inizia con una violazione della composizione chimica della bile: non ha abbastanza acidi biliari e fosfolipidi, ma c'è una saturazione eccessiva di colesterolo e acidi grassi. Le cause di questa malattia possono essere l'obesità, una dieta squilibrata, il ristagno della bile, l'infezione della cistifellea e del tratto biliare. Allo stesso tempo, si possono osservare polipi di colesterolo nella cistifellea e altre neoplasie della sua mucosa.

La pancreatite acuta e cronica è una malattia infiammatoria del pancreas, che nel 65-60% dei casi viene osservata con discinesia, spasmi o disfunzione dello sfintere di Oddi, colica epatica e colelitiasi. Altre cause di pancreatite sono la diffusione del processo infiammatorio causata da un'infezione della cistifellea e il suo dotto nel pancreas, l'abuso di alcol e cibo che causano una maggiore secrezione pancreatica.

La colecistite acuta o cronica è un'infiammazione della cistifellea, che nel 90% dei casi si osserva in presenza di calcoli e depositi di colesterolo, nonché quando vengono spostati e entrano nel tratto biliare. Oltre alla colelitiasi, la colecistite può essere associata a malattie infettive, invasione parassitaria, neoplasie nella cistifellea.

Quali sono i polipi nella cistifellea?

Polipi del colesterolo: le formazioni tumorali, che consistono in depositi di colesterolo con inclusioni calcificate, si sviluppano prima sotto la mucosa della cistifellea e poi crescono, formando un polipo. Di solito sono osservati nelle persone con metabolismo dei grassi alterato con un aumento del livello di lipoproteine ​​a bassa densità e una diminuzione della concentrazione di HDL (lipoproteine ​​ad alta densità). Sono abbastanza comuni, vengono rilevati per caso durante l'esame, poiché la loro formazione e proliferazione sono asintomatiche.

Polipi infiammatori: la causa della loro formazione è un processo infiammatorio che può svilupparsi a seguito di un'infezione batterica. Sul guscio interno della cistifellea si forma una crescita eccessiva di tessuti granulomatosi sotto forma di tumore.

I polipi adenomatosi sono veri tumori, benigni, ma con un aumentato rischio di degenerazione maligna. La causa di polipi e papillomi adenomatosi è la proliferazione del tessuto ghiandolare, nel 10% dei casi degenerano in formazioni oncologiche, il che provoca preoccupazione tra i medici e richiede un monitoraggio costante della loro crescita e un trattamento immediato.

I papillomi sono anche tumori benigni, di solito di piccole dimensioni e con tipiche escrescenze papillari.

Diagnosi di polipi nella cistifellea

La rilevazione di escrescenze patologiche nella cistifellea divenne possibile a causa dello sviluppo della radiologia dagli anni Trenta del XX secolo. Da allora, la medicina moderna ha fatto diversi passi avanti al riguardo e sono disponibili metodi diagnostici più accurati e innocui per i pazienti..

Nella maggior parte delle istituzioni mediche, per la diagnosi di polipi, vengono utilizzati gli ultrasuoni e l'ecografia endoscopica:

Gli ultrasuoni possono rilevare polipi singoli o multipli della mucosa della colecisti. Appaiono sullo schermo dell'apparato con formazioni arrotondate collegate alle pareti della bolla senza un'ombra acustica. Quando si cambia la posizione del corpo del paziente, i polipi non si spostano.

L'ecografia comporta l'esame del duodeno e della cistifellea mediante un endoscopio flessibile. Il dispositivo viene ingerito dal paziente, una sonda ad ultrasuoni si trova alla sua estremità, con l'aiuto del quale le pareti della cistifellea vengono esaminate per le escrescenze. Un ruolo importante nella rilevazione di vari dettagli è svolto dalla frequenza operativa del sensore: più è alto, più è dettagliata l'immagine. Questo metodo consente di ottenere un'immagine migliore, rispettivamente, e i dati diagnostici sono più accurati..

Inoltre, in alcuni ospedali è disponibile uno studio di tomografia chiamato colangiografia a risonanza magnetica. Questo è il metodo più progressivo al momento, grazie al quale il medico può non solo vedere, localizzare e valutare le dimensioni della neoplasia, ma anche identificare la presenza di formazioni concomitanti che si verificano durante la malignità del polipo. Per valutare la quantità di mezzo di contrasto accumulato dai tessuti del tumore, può essere prescritta anche la tomografia computerizzata multislice..

A causa dell'ampiezza dell'applicazione dei moderni metodi diagnostici, sono state compilate statistiche sui casi di polipi della cistifellea, che hanno dimostrato che circa il 4% della popolazione è il loro portatore permanente, di cui la parte predominante (60%) sono donne di età pari o superiore a 30 anni.

Risposte a domande popolari

Un polipo può dissolversi nella cistifellea? Nel 95% dei casi, i polipi rilevati sono formazioni di colesterolo sciolte, che consente di trattarli in modo conservativo con farmaci coleretici, tra cui ursosan e ursofalk. Le medicine che diluiscono la bile contribuiscono al riassorbimento dei polipi dello strato sottomucoso della cistifellea.

È possibile rimuovere solo i polipi stessi, mantenendo una cistifellea funzionante? È impossibile rimuovere il polipo senza danneggiare le pareti della cistifellea, quindi anche se il medico preserva l'organo, la sua funzione sarà compromessa e i polipi appariranno di nuovo dopo un po ', forse in una quantità maggiore rispetto a prima dell'operazione. Tale pratica è stata abbandonata per molto tempo. Già negli anni '70 del secolo scorso, le operazioni che hanno trattenuto la cistifellea si sono interrotte dopo la rimozione dei tumori da essa. Inoltre, un tempo, era popolare un metodo di frantumazione di pietre (litotripsia). Tuttavia, questa tecnica di trattamento si è rivelata inutile, poiché dopo un po 'nel 99% dei pazienti si è verificata una ricaduta. In futuro, solo la chirurgia con la rimozione di organi li ha aiutati. Pertanto, l'opzione di trattamento ottimale è la chirurgia, ovvero la colecistectomia laparoscopica.

Tuttavia, la rimozione della cistifellea non è l'unica via d'uscita; la maggior parte delle neoplasie si prestano a un trattamento conservativo. Il paziente deve essere regolarmente testato due volte l'anno per prevenire la malignità dei polipi e l'inizio del processo del cancro. I pericoli sono escrescenze superiori a 10 mm, che non ne impediscono la crescita; se un piccolo polipo aumentasse nel corso dell'anno e diventasse due volte più grande della sua dimensione originale, ciò potrebbe indicare l'inizio della malignità. Le neoplasie a base larga che non hanno un peduncolo pronunciato sono più inclini alla degenerazione maligna. Con polipi più di un centimetro, viene prescritta un'operazione per rimuovere la bile.In altri casi, puoi andare d'accordo con farmaci coleretici e correzione della dieta, stile di vita.

Un polipo nella cistifellea può far male? Il dolore con polipi della cistifellea è solitamente associato alla formazione di calcoli di colesterolo o sono sintomi di colecistite. In genere, i polipi nella cistifellea non causano dolore.

È possibile visitare uno stabilimento balneare o una sauna con polipi nella cistifellea? Con i polipi nella cistifellea, è impossibile riscaldare l'area dell'organo, quindi non è consigliabile andare al bagno o alla sauna, passare molto tempo al sole.

Cosa fare se vengono trovati polipi nella cistifellea?

Nel 95% dei casi, le neoplasie diagnosticate come polipi sono in realtà calcoli del colesterolo - calcoli sciolti che possono dissolversi sotto l'azione della bile.

Il trattamento viene effettuato con acido chenodesossicolico e ursodesossicolico, che stimolano il meccanismo di formazione della bile e migliorano la qualità della bile, che aiuta a dissolvere i calcoli di colesterolo. Viene prescritto un ciclo di trattamento di tre mesi, il dosaggio viene calcolato a 10 mg per 1 kg di peso del paziente, assunto la sera due ore dopo l'ultimo pasto. Il trattamento con preparati di acido biliare è combinato con una dieta nella tabella n. 5

Dopo la fine del ciclo di trattamento, viene eseguito un esame ecografico di controllo e vengono tratte conclusioni sulla necessità di un intervento chirurgico. Se la crescita delle formazioni rallenta, il loro numero o dimensione diminuisce, quindi i metodi conservativi di trattamento in questo caso sono efficaci.

Trattamento di polipi nella cistifellea senza chirurgia

Prima di tutto, è necessario consultare un gastroenterologo e condurre tutti gli esami diagnostici necessari al fine di determinare il tipo di polipi, la loro dimensione e il rischio di malignità.

Polipi del colesterolo: il tipo più comune di neoplasia nella cistifellea, con un trattamento tempestivo non rappresenta un grande pericolo.

I polipi del colesterolo si trovano sotto forma di una rete di piccole inclusioni di 1-2 mm di larghezza, distribuite diffusamente lungo la parete interna dell'organo, o possono avere una dimensione fino a 4 mm e sull'ecografia sembrano escrescenze con contorni lisci e una base ampia. I polipi più grandi di 4 mm hanno già una gamba sottile.

Molto spesso, raccomandano di bere uno dei seguenti farmaci:

Ursofalk, che contribuisce alla distruzione dei depositi, costituito da colesterolo.

La simvastatina aiuta a ridurre i livelli ematici di lipoproteine ​​e colesterolo.

Hepabene e No-shpa sono usati come adiuvanti per aiutare a rilassare i muscoli lisci della cistifellea. Lo spasmo viene rimosso dal corpo, la bile ha la capacità di passare normalmente attraverso i dotti e prendere parte al processo di digestione.

Holiver aumenta la capacità della cistifellea di secernere la bile ed elimina la congestione.

Ursosan ti consente di eliminare i calcoli di colesterolo, senza perdere la capacità di funzionare la cistifellea.

La poliposi multipla di colesterolo potrebbe in realtà non essere escrescenze, ma perdere calcoli di colesterolo, che successivamente causano dolore al paziente. I disturbi comuni sono sensazioni di bruciore di stomaco, nausea e dolore nell'ipocondrio destro, sintomi di colecistite causati da calcoli di colesterolo.

Il trattamento dei polipi del colesterolo può essere effettuato in modo conservativo se l'altezza della crescita non è superiore a 10 mm.

La chirurgia per rimuovere i polipi o l'intera cistifellea è prescritta solo nel caso più estremo, se ci sono molte neoplasie e sono in costante crescita. Nella maggior parte dei casi, i medici cercano di preservare l'organo, poiché la sua assenza può provocare disturbi digestivi e impedire l'assorbimento dei cibi grassi.

Chirurgia per polipi nella cistifellea

La situazione oncologicamente tesa del nostro tempo richiede un attento controllo di eventuali neoplasie nel corpo, altrimenti esiste il rischio di degenerazione dei tessuti cancerosi. Se il corso del trattamento conservativo non ha dato un risultato o durante la prima diagnosi sono stati rilevati grandi polipi, viene indicato un intervento chirurgico.

Indicazioni per il trattamento chirurgico dei polipi:

Alto tasso di crescita di polipi - da due mm all'anno;

La dimensione della neoplasia è di 10 mm;

Un gran numero di germogli con una base larga senza una gamba.

Con polipi di dimensioni inferiori a 1 mm, un'operazione non è necessaria, ma è necessario un esame di routine ogni mese per sei mesi, quindi ogni tre mesi. Se le neoplasie non aumentano di dimensioni, in futuro la diagnosi viene eseguita una volta ogni sei mesi.

Tipi di operazioni sulla cistifellea:

Colecistectomia video laparoscopica (LCE) - è considerata la più parsimoniosa per il paziente, utilizza le moderne tecnologie di endoscopia.

Colecistectomia laparoscopica - rimozione della cistifellea senza incisione, come nella colecistectomia tradizionale utilizzando strumenti per la chirurgia endoscopica. È considerato il "gold standard" della chirurgia moderna, ma nel cinque percento dei casi l'operazione non può essere completata e viene eseguita la colecistectomia tradizionale..

Colecistectomia tradizionale (TCE): con la chirurgia a cielo aperto, l'accesso avviene tramite la linea mediana superiore o l'incisione di Kocher nell'ipocondrio destro. Lo svantaggio di questo metodo, rispetto alla colecistectomia laparoscopica, è la sua invasività: l'incisione taglia la pelle, il tessuto adiposo, la linea bianca dell'addome e il peritoneo.

Polipectomia endoscopica - utilizzata per rimuovere i polipi della cistifellea preservando l'organo. Questo tipo di operazione viene eseguita utilizzando un anello diatermico, che viene gettato sulla gamba del polipo e lo taglia. Le formazioni senza gambe vengono rimosse per frammentazione. Una carica elettrica viene fatta passare attraverso il circuito per coagulare i vasi, il che aiuta ad evitare sanguinamenti. Questo metodo viene utilizzato per rimuovere i polipi nell'intestino, ma raramente viene utilizzato nel trattamento della poliposi della cistifellea, quindi le conseguenze possono essere imprevedibili..

Preparandosi per colecistectomia

Prima dell'operazione, il paziente deve sottoporsi a un esame diagnostico completo per evitare possibili complicanze e scegliere il metodo ottimale di colecistectomia.

Quali procedure diagnostiche devono essere eseguite prima dell'intervento chirurgico:

L'esame ecografico del fegato, della cistifellea e del pancreas, che consente di identificare malattie concomitanti e processi infiammatori, valutare il numero di polipi, la loro dimensione e tipo, determinare la presenza di calcoli nel fegato e nella cistifellea;

La tomografia computerizzata consente di valutare le condizioni dei tessuti che circondano la cistifellea, determinare le condizioni della sua mucosa, la presenza di aderenze e cicatrici, esaminare le condizioni delle pareti per ispessimento e formazioni nodulari;

La risonanza magnetica è uno dei metodi più affidabili per esaminare polipi e calcoli nella cistifellea, consentendo la rilevazione tempestiva di aderenze, infiammazione e patologia del tratto biliare;

Studi di laboratorio sulla bile per la presenza di cellule del sangue, calcio bilirubinato, colesterolo, cellule epiteliali, valutazione delle sue proprietà reologiche. Il bilirubinato di calcio presente nei contenuti duodenali può indicare depositi calcarei nella cistifellea; la presenza di cellule epiteliali nella bile può essere un segno di processi infiammatori. È anche necessario esaminare la bile per la presenza di parassiti protozoari - giardia.

La diagnosi dello stato dei sistemi cardiovascolare e respiratorio mediante radiografia ed ECG consente di assegnare correttamente un regime terapeutico; l'insufficienza cardiaca è una grave controindicazione per alcuni metodi di colecistectomia.

Procedure preparatorie necessarie per il paziente immediatamente prima dell'intervento:

Escludere i prodotti per fluidificare il sangue dalla dieta, interrompere l'assunzione di farmaci che influenzano la coagulazione del sangue, ad esempio l'aspirina: questo è necessario per ridurre al minimo il rischio di sanguinamento durante l'intervento chirurgico.

Il giorno dell'intervento chirurgico non consumare cibo e liquidi, anche l'acqua è esclusa.

La notte prima dell'intervento chirurgico, è necessario pulire l'intestino usando un clistere o un lassativo;

Immediatamente prima dell'operazione, eseguire accuratamente l'igiene del corpo usando un sapone antibatterico.

È possibile vivere senza cistifellea?

Tutti gli organi umani possono essere suddivisi condizionatamente in vitali (come cervello, cuore, fegato, ecc.) E organi senza i quali è possibile la vita, ma la funzionalità di alcuni sistemi sarà compromessa. Tali organi includono la milza, la cistifellea, l'appendice e lo stomaco. Nonostante il fatto che una persona possa vivere senza questi organi, seguendo una dieta rigorosa e limitando i carichi sul corpo, non è consigliabile rimuoverli senza una buona ragione.

La rimozione della cistifellea viene eseguita solo se la sua patologia minaccia l'intero corpo nel suo complesso. Quindi, un gran numero di polipi con un tasso di crescita accelerata e un aumento del rischio di malignità può portare al cancro della cistifellea con metastasi ad altri organi interni. In questo caso, la rimozione della colecisti o la colecistectomia sono una questione di vita o di morte. Questa è l'indicazione assoluta per l'operazione..

Ci sono anche indicazioni relative all'intervento chirurgico: quando la patologia della colecisti non minaccia la vita, ma la sua qualità è notevolmente peggiorata. Quindi, ad esempio, se i polipi nella cistifellea causano dolore o sono al centro dell'infezione. Se una persona è costantemente costretta a temere il dolore o il potenziale rischio di degenerazione maligna di polipi e cancro, allora è meglio sottoporsi a un intervento chirurgico. Dopo un'operazione di successo e un periodo di riabilitazione, il paziente ha la possibilità di tornare a una vita piena.

Regole di comportamento dopo la rimozione della cistifellea

Dopo l'operazione, il paziente dovrà cambiare leggermente il modo di mangiare. Il fatto è che, grazie alla cistifellea, la bile si accumula nel fegato e la sua concentrazione aumenta. In assenza di questo organo, il succo digestivo viene inviato direttamente nell'intestino e la sua concentrazione rimane piuttosto bassa. La rimozione della cistifellea influisce anche sull'attività degli enzimi - è significativamente ridotta. Ci vogliono circa due anni perché il corpo si adatti completamente al nuovo metodo di digestione senza l'aiuto di un organo remoto..

I primi sei mesi dopo l'operazione, è necessario monitorare molto attentamente la dieta:

La prima regola: puoi mangiare solo cibi bolliti o al vapore.

La seconda regola è quella di mangiare cibo in piccoli pezzi, masticandolo lentamente e con attenzione. Ciò darà al fegato il tempo di attivare tutti gli enzimi necessari e metterlo in funzione.

La terza regola è ridurre la quantità di cibo consumato in una volta, ma aumentare il numero di porzioni. Altrimenti, il sistema digestivo non avrà il tempo di far fronte alle sue funzioni e appariranno nausea, pesantezza nell'intestino. Un'altra conseguenza negativa della violazione di questa regola è il ristagno della bile, che può verificarsi nei dotti e dopo la rimozione della vescica..

Dopo sei mesi di severa astinenza, nella dieta sarà possibile includere frutta e verdura fresche, nonché carne e pesce dietetici. Sebbene i prodotti eccessivamente acidi, speziati e ricchi di oli essenziali (cipolle, aglio, ravanello, limoni, bacche acide, ananas, ecc.) Devono essere scartati per altri 12-18 mesi.

Due anni dopo la rimozione della cistifellea, l'apparato digerente diventa abbastanza forte da consentire al paziente di tornare alla sua dieta abituale, escludendo i grassi refrattari (carne pesante e strutto), sebbene la seconda e la terza regola siano meglio seguite per tutta la vita.

Attività fisica dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea

Dopo due o tre mesi del periodo postoperatorio, il paziente è invitato a fare passeggiate regolari, prendendo almeno mezz'ora al giorno. Questo è il primo ed economico modo per evitare il ristagno della bile.

Sei mesi dopo, il paziente può iscriversi in piscina o andare a nuotare nella stagione calda da solo - un massaggio morbido regolare con acqua elimina quasi completamente il rischio di ristagno.

Allo stesso tempo, è consentito fare esercizi mattutini, ma questo non si applica ai muscoli della stampa. Una tensione significativa del corsetto muscolare è riconosciuta dai medici come sicura solo un anno dopo l'intervento chirurgico.

Il problema con la microflora dopo colecistectomia

Una diminuzione della concentrazione della bile colpisce anche la microflora dell'intestino tenue: i microbi sono in grado di moltiplicarsi più intensamente e provocare attacchi di diarrea, flatulenza e costipazione. Per interrompere la riproduzione della microflora opportunistica e patogena, modificare la natura della nutrizione (escludere i dolci dalla dieta), mantenere una microflora sana con assunzione regolare di prebiotici e cibo con bifidobatteri e lattobacilli. Per risolvere questo problema, puoi anche consultare un gastroenterologo per consigli sulla selezione di farmaci che distruggono i microbi intestinali senza danneggiare il corpo..

Dieta per polipi nella cistifellea e dopo la rimozione

Per le malattie associate all'insufficienza epatica e della cistifellea, il medico deve prescrivere la tabella di dieta n. 5 o riferire sui suoi requisiti di base senza indicare una dieta, ad esempio, dice semplicemente: "Non puoi fritto, piccante, affumicato, in salamoia", ecc. In ogni caso, un paziente con polipi nella cistifellea deve sapere come mantenere la propria salute proteggendosi dai prodotti che sono pesanti per il fegato.

Le tabelle dietetiche furono inventate dal fondatore della nutrizione medica, lo scienziato sovietico Manuel Pevzner. Nonostante la venerabile età della ricerca condotta per sviluppare diete negli anni 30-50 del XX secolo, le tabelle dietetiche sono ancora prescritte in URSS e poi nei paesi della CSI, poiché la loro efficacia è stata testata nel tempo e non lascia dubbi.

La dieta n. 5 consiste in prodotti che forniscono una porzione giornaliera completa di proteine, carboidrati e calorie con un consumo limitato di grassi. Quando vengono consumati alcuni tipi di cibo, le condizioni del paziente possono peggiorare, motivo per cui dovrebbero essere escluse dalla dieta. Inoltre è limitato l'uso di cibo che stimola inutilmente il pancreas e la secrezione dello stomaco stesso.

L'obiettivo finale della dieta non è solo quello di indebolire il carico chimico sul fegato, ma anche di accelerare la rimozione del colesterolo a causa del miglioramento della motilità intestinale e delle proprietà coleretiche dei componenti alimentari.
La dieta deve essere osservata in modo da mantenere l'apporto calorico giornaliero ottimale (per un adulto - da 2200 a 2600 chilocalorie, a seconda della gravità del lavoro fisico svolto regolarmente). Oltre al contenuto calorico degli alimenti, la quantità di cibo è estremamente importante, poiché anche cibi leggeri e liquidi presi in grandi porzioni possono sovraccaricare la cistifellea.

Se si trovano polipi nella cistifellea, che spesso si verificano per caso durante un esame completo, non è necessario consultare un medico nelle prime fasi della malattia. Il paziente può aderire a questa dieta da solo, in modo da non portare la malattia alla necessità di un intervento chirurgico e aumentare l'efficacia del trattamento conservativo.

Farina - pane bianco e nero, solo ieri cotto o essiccato ai cracker. Di tanto in tanto è consentito concedersi biscotti secchi o biscotti. Non più di due volte a settimana è consentito mangiare panini o torte ben cotti senza burro nell'impasto;

La carne è solo povera di grassi. Se è di manzo, quindi bollito, puoi anche mangiare la lingua e il prosciutto. Se l'uccello è dietetico (pollo, tacchino), preferibilmente solo filetto (petto), ma altre parti carnose possono essere bollite. Il pesce deve essere cotto a vapore o bollito, il caviale e il latte possono essere aggiunti solo in piccole quantità come esaltatore di sapidità. Quando possibile, è possibile cuocere carne e pesce bolliti per migliorare il gusto.

Bollire le uova alla coque, non mangiarne più di una al giorno. È meglio cucinarne una frittata. Se la frittata è grande, è necessario dividerla in parti e mangiarla in modo tale da ottenere solo un uovo al giorno (ad esempio, per dividere un piatto di quattro uova in quattro parti e non mangiarne più di una al giorno);

Le verdure alle erbe possono essere consumate sia crude che bollite. È utile usare le verdure come contorni e piatti di alta qualità, soprattutto se si tratta di barbabietole e carote;

Cereali bolliti in acqua o con latte e pasta;

Frutta e bacche sono solo dolci e preferibilmente in gelatina o composta, la frutta acida è esclusa dalla dieta. Non è vietato cuocere e cuocere al vapore i frutti;

I latticini possono essere consumati non più di 200 g al giorno. Può essere cibi crudi a basso contenuto di grassi (ricotta, kefir, latte, yogurt, formaggio dolce). È anche permesso cucinare casseruole, gnocchi, soufflé, cheesecakes, crema di formaggio da loro.

Olio vegetale - non più di due cucchiai al giorno, da utilizzare esclusivamente come condimento per insalate di verdure e altri piatti preparati.

Tra i dolci, dovresti scegliere miele naturale, marmellata, marshmallow, marmellata, ma non più di 70 g al giorno;

Salse a base di latte, bacche e frutta;

Bevande: infuso di cinorrodo, preparati a base di erbe ad azione coleretica;

Il cibo è diviso in piccole porzioni, il numero di pasti al giorno almeno cinque. Non mangiare cibi freddi o molto caldi, questo può provocare irritazione della mucosa intestinale. Bere almeno 1,5 litri di liquidi al giorno, bere prima di ogni pasto, questo contribuisce al rilascio di bile, prevenendone l'accumulo e il ristagno. Ridurre al minimo la quantità di sale consumata. Il cibo dovrebbe essere tritato, se possibile, prima dell'uso..

Cosa non mangiare?

Grassi refrattari e prodotti che li contengono - strutto, agnello, maiale; è consentita una piccola quantità di burro nella dieta;

Carni affumicate, cibi piccanti, sott'aceto, in scatola;

Tra verdure e verdure - esclude dalla dieta spinaci, cipolle, aglio, rape, ravanelli e acetosa;

Tutti i prodotti a base di fagioli;

Tra i prodotti lattiero-caseari è vietata la panna acida;

Cioccolato, cacao e gelato;

Eventuali bevande gassate;

Aceto, spezie e spezie;

La limitazione dell'assunzione di sale non è superiore a 10 g al giorno;

Autore dell'articolo: Gorshenina Elena Ivanovna | Gastroenterologo

Formazione scolastica: Un diploma in specialità "Medicina generale" è stato ottenuto presso l'Università medica statale russa. N.I. Pirogova (2005). Studi post-laurea nella specialità "Gastroenterologia" - centro medico educativo e scientifico.

16 alimenti più dannosi - dimostrato dalla scienza

14 motivi scientificamente provati per mangiare le noci ogni giorno!

Di per sé, i polipi nell'utero non sono pericolosi, sebbene possano provocare secrezioni e dolori sierosi. Ma con una violazione dell'immunità o interruzioni ormonali del corpo, c'è il rischio di degenerazione patologica delle cellule e l'inizio di un processo maligno.

10 ricette più efficaci contro i polipi! In Giappone, in Cina, diversi millenni fa, erano a conoscenza delle proprietà curative dei funghi Reishi, Cordyceps, Maitake, Shiitake, che forniscono polisaccaridi antitumorali unici nella loro composizione..

Quali sono le cause dei polipi nel naso e dei loro sintomi? Devo cancellarli? È possibile riscaldare i polipi nel naso? Il trattamento è possibile senza chirurgia? Troverai le risposte a tutte queste e molte altre domande in questo articolo..

Molto spesso, le donne in età matura che hanno superato la soglia dei 35 anni soffrono. Sebbene l'iperplasia endometriale non sia esclusa in un periodo più giovane. La frequenza della patologia varia dal 6 al 20%. Esistono 3 modi per rimuovere il polipo endometriale.

Più spesso i polipi si trovano nelle donne che hanno superato il limite a 40 anni. I medici considerano questa patologia come sfondo. La presenza di poliposi cervicale multipla aumenta il rischio di oncologia cervicale, pertanto richiede una regolare supervisione medica e una rimozione tempestiva.

Circa il 10% delle persone che hanno superato il limite a 40 anni hanno tumori nell'intestino. Inoltre, negli uomini si formano 1,5 volte più spesso. Circa il 75% di tutti i polipi nell'intestino può degenerare in cancro! Come evitarlo?

Fino al 5% delle formazioni tumorali può portare al cancro. I polipi adenomatosi sono soggetti a degenerazione, che vengono rilevati nel 20% dei casi. Dieta, elenco di farmaci e tipi di chirurgia.