Adenocarcinoma pancreatico

Il cancro del pancreas è una classe di patologie oncologiche che hanno un risultato spiacevole. La minaccia della malattia del pancreas è che nella fase iniziale, quando è possibile prevenire la formazione di elementi maligni nell'organo, la malattia non si manifesta. Perché lo sviluppo del cancro del pancreas nel 90% viene rilevato nella fase in cui i medici non sono in grado di aiutare il paziente.

La comparsa del cancro nel pancreas prima della metastasi è stata cancellata ed è quasi impossibile da rilevare. Inoltre, se si monitora costantemente il proprio benessere e si registrano i segnali del corpo, è possibile prevedere la comparsa del cancro. Pertanto, i pazienti dopo la diagnosi sono interessati, se viene rilevato un carcinoma del pancreas con metastasi epatiche, quante ne vivono.

Chi è a rischio

Il cancro è considerato una condizione patologica quando, a causa dell'influenza dei singoli fattori, le cellule del corpo iniziano a separarsi rapidamente del necessario. Di conseguenza, si forma una formazione di tumore, che aumenta ogni giorno..

I tumori sono focolai secondari del cancro; le cellule tumorali si disperdono lungo di loro e prolungano l'attività dell'iperfissione. L'organo pancreatico è caratterizzato da uno sviluppo precoce di metastasi secondarie.

Pertanto, quando viene rilevato il cancro, la sua divergenza attraverso le metastasi è già osservata, si forma il 4 ° grado di patologia.

Spesso, i tumori nella fase 4 colpiscono il fegato, perché prende un colpo su se stesso. Il carcinoma epatico pancreatico viene rilevato in quasi il 50% delle vittime. I tumori ripetuti nel fegato sono associati alla sua attività di filtraggio e al pompaggio di una quantità significativa di sangue. Un gran numero di vasi e vene attraversa l'organo, quindi le cellule atipiche possono penetrare da qualsiasi di esse..

Il cancro del pancreas nel fegato spesso si arrende, che, quando diagnosticato, vengono rilevati per primi.
La formazione maligna formata nell'organo è in grado di diffondere metastasi ad altri organi.

  1. polmoni.
  2. Fegato.
  3. Peritoneo.
  4. Stomaco e duodeno 12.
  5. intestino.

Quando le cellule tumorali entrano in altri tessuti e organi, la prognosi della sopravvivenza in questo caso non avrà un esito favorevole. Quindi, il trattamento chirurgico, che si riferisce al più efficace, viene eseguito dalle unità.

Spesso quando si verifica il cancro del pancreas con metastasi, la chirurgia non viene eseguita.

I seguenti pazienti sono inclini alla prevalenza di processi oncologici nella ghiandola:

  • i fumatori
  • bevande eccessivamente alcoliche;
  • con una malattia diabetica;
  • alla presenza di patologie del decorso cronico - cirrosi, pancreatite, cisti, polipi nella ghiandola di un decorso benigno;
  • lavoratori di organizzazioni industriali a contatto con prodotti chimici, solventi;
  • l'operazione è stata eseguita per rimuovere lo stomaco.

Come si manifesta il cancro allo stadio 4

Fondamentalmente, il danno epatico con metastasi per un lungo periodo di tempo è impercettibile a causa della maggiore capacità rigenerativa dell'organo. In questo periodo, le manifestazioni principali sono sintomi di danno al pancreas.
Inizialmente, la vittima nota cambiamenti nel tratto digestivo.

A tappe, il benessere del paziente peggiora. Quindi, nell'ultima fase del carcinoma del pancreas, i sintomi sono pronunciati e difficili da tollerare da parte del paziente. Un forte avvelenamento del corpo si forma a causa della forte allocazione di elementi cancerogeni da parte di cellule scadenti.

Spesso, il tumore pancreatico iniziale viene presentato come metastasi. O il tessuto canceroso, che è cresciuto nel pancreas dagli organi adiacenti, viene preso per questo..

Sintomi del cancro del pancreas in 4 fasi:

  • impulsi dolorosi sotto la costola sinistra, con diversa intensità e durata;
  • il disagio si verifica durante il pasto o fuori uso;
  • viene dato dolore alla parte bassa della schiena, epigastrio della parte sinistra dello sterno, che a volte viene scambiato per i sintomi di altre malattie;
  • con la manifestazione di avvelenamento da cancro in un paziente, l'appetito diminuirà o sarà completamente assente;
  • nausea con vomito;
  • cambiamento di costipazione con diarrea;
  • lo sviluppo di una costante riduzione del peso corporeo;
  • quando il fegato è coinvolto in un fenomeno doloroso, si verifica un cambiamento nel colore delle mucose e della pelle - giallo.

Altri segni svilupperanno formazioni tumorali in altri organi. Se gli elementi polmonari sono interessati, il paziente tossirà gravemente e tossirà sangue. E il focus formato nella colonna vertebrale si manifesterà con la compressione delle terminazioni nervose con la successiva manifestazione di paresi e paralisi.

Molto spesso, nella fase 4 del cancro, le vittime non sono più in grado di alzarsi dal letto. Sono così deboli che non possono camminare da soli..

Qual è il trattamento

Se durante la diagnosi della malattia pancreatica è stata rilevata prima della formazione di metastasi, il trattamento avrà successo e i risultati saranno piuttosto ottimisti. Quando si verificano tumori, che si manifestano in rapida crescita, la terapia è di natura palliativa e la malattia è incurabile.

  • radiografia;
  • procedura ad ultrasuoni;
  • CT
  • MRI
  • biopsia
  • esame del sangue.

I dati di ricerca sul pancreas sono necessari per prescrivere il trattamento. Tuttavia, la correzione assoluta nella fase 4 della formazione del cancro è impossibile, poiché i tumori hanno un effetto dannoso su quasi tutto il corpo.

Alla presenza di un tumore nel pancreas dello stadio 4, sono prescritti la chemioterapia e la radioterapia. L'implementazione della chemioterapia comporta l'arresto della crescita delle formazioni nel fegato e la riduzione delle sindromi dolorose. Con il trattamento con radiazioni, si verifica una diminuzione delle dimensioni del tumore, i singoli tumori vengono distrutti, il dolore è ridotto e la vita è prolungata.

Inoltre, è possibile eseguire un trattamento palliativo, che consente di rimuovere un grande tumore che preme sugli organi adiacenti, ripristinare i dotti biliari e ridurre l'avvelenamento in tutto il corpo.

Rimedi di erbe raccomandati per il trattamento del carcinoma del pancreas con metastasi.

  1. Prepara il rizoma di geranio rosso sangue e prendi 1-2 cucchiai prima dei pasti.
  2. Per usare la cicuta di infusione.
  3. Insistere sbiancato nero per 2 settimane e bere 4 volte al giorno per 3 gocce.
  4. Quando il corpo è esaurito, l'uva aiuterà.

Grazie alle erbe naturali, il corpo del malato di cancro può recuperare più velocemente dopo la chemioterapia.

Durata

La maggior parte dei pazienti è preoccupata per la domanda, con il cancro di 4 ° grado con metastasi quanto vivono? Il risultato per tali pazienti è deplorevole. La durata media è di sei mesi. Quando rifiutano la chemioterapia pancreatica, vivono non più di 2 mesi. Il tasso di sopravvivenza per un tumore inoperabile è dell'1%.

I medici garantiscono la sopravvivenza per 3 mesi quando il fegato è danneggiato e non più di sei mesi se il tumore ha coperto altri organi. Tutto sarà determinato dalla dimensione della formazione, dall'età della vittima, dal numero di tumori.

L'aspettativa di vita nel rilevare il cancro nel pancreas è minima, solo il 5% delle vittime è in grado di sopravvivere a un anno di patologia, anche se viene eseguito un intervento medico intensivo. Se il paziente ha presentato domanda in una fase iniziale 1-2, quindi la durata di 5 anni.

Metastasi di adenocarcinoma pancreatico nel fegato. Adenocarcinoma pancreatico - caratteristiche del decorso e del trattamento della malattia prognosi dell'adenocarcinoma pancreatico

Negli ultimi anni, gli oncologi di tutto il mondo hanno registrato un aumento dei casi di adenocarcinoma pancreatico: questo è associato a un generale deterioramento dello stato ecologico del pianeta e delle caratteristiche nutrizionali degli esseri umani moderni.

  • Tutte le informazioni sul sito sono solo indicative e NON costituiscono una guida all'azione.!
  • Solo un MEDICO può fornirti una DIAGNOSI ESATTA!
  • Ti preghiamo di non auto-medicare, ma di iscriverti a uno specialista!
  • Salute a te e ai tuoi cari! Non arrenderti

Le cause

Lo sviluppo dell'adenocarcinoma pancreatico può essere associato a cattive abitudini (fumo, abuso di alcool), natura della dieta (cibi grassi, speziati, in scatola), gravati dall'eredità, pancreatite cronica.

Tutti questi fattori non sono cause dirette della malattia, ma aumentano la probabilità della sua insorgenza. La medicina non fornisce ancora una risposta esatta alla domanda sul perché le cellule della ghiandola iniziano a mutare e dividersi in modo incontrollato, catturando tessuti sani.

Ci sono altri fattori che, secondo gli oncologi, possono provocare mutazioni nelle cellule, portando alla loro degenerazione maligna:

  • la presenza del diabete;
  • malattie del fegato (cirrosi, epatite);
  • resezione di una parte dello stomaco;
  • mancanza di esercizio fisico - mancanza di movimento;
  • lavorare in un'impresa in cui sostanze chimiche come l'amianto, benzopirene, naftilammina e altri sono utilizzate nel processo di produzione.

A volte si verifica nei giovani, ma il contingente più frequente di pazienti è costituito da persone con più di 50 anni.

Foto: adenocarcinoma pancreatico

Sintomi

Gli adenocarcinomi rappresentano il 95% di tutti i tumori del pancreas. Un tumore è un nodo di forma irregolare di circa 10 cm o più. Il processo maligno si diffonde rapidamente nel tessuto funzionale dell'organo, mentre le cellule sane vengono sostituite dal tessuto fibroso.

Il processo patologico può coprire rapidamente l'intera ghiandola e quindi diffondersi agli organi vicini: intestino, fegato, cistifellea, milza, linfonodi, tessuti peritoneali. I segni di adenocarcinoma possono essere suddivisi in specifici e non specifici.

I sintomi specifici includono:

  • un aumento del livello della bile nel corpo causato dall'ostruzione del dotto biliare (questa condizione si manifesta con ittero ostruttivo, nausea, prurito cutaneo);
  • pancreatite secondaria (disfunzione pancreatica enzimatica e infiammazione degli organi);
  • diabete mellito secondario dovuto a carenza di insulina;
  • la presenza di impurità nel sangue nelle urine e nelle feci;
  • ascite (gonfiore dovuto all'accumulo di liquidi nel peritoneo).

Questi segni di solito si verificano nelle ultime fasi del cancro del pancreas e indicano la progressione dei processi maligni.

I segni non specifici includono manifestazioni comuni a molte altre patologie:

  • dolore nell'ipocondrio destro e nell'addome inferiore;
  • disfunzioni digestive (costipazione, diarrea, bruciore di stomaco);
  • perdita di peso e mancanza di appetito;
  • debolezza generale, letargia, affaticamento, mancanza di motivazione per le attività quotidiane;
  • anemia.

Nella fase della metastasi, la sintomatologia dipende dalla posizione dei focolai tumorali secondari. La metastasi è quasi sempre accompagnata da un forte dolore, specialmente se le cellule tumorali invadono i cluster nervosi o il tessuto osseo..

Quando un tumore cresce nell'intestino, sorgono complicazioni pericolose sotto forma di ostruzione e sanguinamento interno. Con più metastasi nel fegato, si sviluppano insufficienza d'organo acuta e coma epatico.

Diagnostica

Sfortunatamente, è molto difficile riconoscere l'adenocarcinoma pancreatico nella sua fase iniziale, poiché tutte le manifestazioni sintomatiche assomigliano alla pancreatite o ad altre malattie del tratto digestivo.

Se si sospetta il cancro, sono prescritte le seguenti procedure:

  • esame del sangue clinico generale;
  • biochimica (analisi per proteine, zucchero, bilirubina, urea, marker tumorali e altri composti, il cui livello comunica agli oncologi i processi patologici che si svolgono nel corpo);
  • pancreatografia endoscopica;
  • Ultrasuoni e altri metodi di imaging: TC, TC con contrasto, risonanza magnetica;
  • biopsia tissutale ed esame istologico di un campione in laboratorio.

A volte, per la diagnosi, è necessario eseguire un audit degli organi addominali mediante laparoscopia. Questo metodo consente agli oncologi di valutare visivamente le condizioni di organi e tessuti, nonché il grado di diffusione del tumore.

Trattamento

Ad oggi, l'unico trattamento efficace per il cancro del pancreas è il metodo chirurgico. L'operazione è richiesta già nelle primissime fasi della malattia.

L'intervento chirurgico è un processo molto complesso, durante il quale viene rimossa una parte significativa del pancreas insieme al tumore, vengono eliminati anche i dotti della ghiandola e parte dell'intestino. Successivamente, vengono eseguiti la ricostruzione dei dotti biliari e il ripristino della continuità intestinale. Questa operazione è possibile solo per il 10-30% dei pazienti, poiché i casi di diagnosi precoce di una forma localizzata di adenocarcinoma pancreatico sono piuttosto rari.

Una foto di adenocarcinoma del colon può essere trovata qui..

Va notato che anche dopo l'intervento chirurgico, l'aspettativa di vita dei pazienti con questo tipo di cancro non supera i 6-18 mesi. Cioè, la soglia di sopravvivenza a cinque anni in questo caso non lo è.

Nelle fasi successive, quando vi sono ampie metastasi ai linfonodi, ai polmoni, al fegato, ai reni, alle ghiandole surrenali, i metodi radicali di trattamento chirurgico sono inappropriati. I medici possono prescrivere radioterapia e terapia chimica. I tumori del pancreas hanno una caratteristica spiacevole: sono abbastanza resistenti alla chemioterapia e sviluppano rapidamente resistenza ai nuovi farmaci. Non esiste un protocollo di trattamento unico per questo tipo di tumore..

Farmaci usati nel trattamento di:

Pertanto, il trattamento principale per l'adenocarcinoma progressivo è la chemioterapia, che è prescritta in quasi il 100% dei casi.

I farmaci non aiutano a ottenere una cura completa, quindi questo tipo di esposizione ai farmaci si chiama terapia palliativa. L'obiettivo di tale trattamento è prolungare la vita del paziente e migliorarne la qualità..

Oggi, la chemioembolizzazione arteriosa selettiva è considerata uno dei metodi più promettenti per il trattamento della malattia. Questa tecnica promuove il contatto prolungato della neoplasia e la chemioterapia in alta concentrazione. Il metodo è sperimentale, ma quasi sempre porta ad un aumento dell'aspettativa di vita dei pazienti e una riduzione del tumore.

Video: sul cancro del pancreas

Prognosi per adenocarcinoma pancreatico

L'adenocarcinoma pancreatico è la malattia oncologica più spiacevole di tutte le esistenti in termini di previsione. Un'operazione può essere programmata solo nel 30% dei casi e allo stesso tempo è tutt'altro che riuscita. La sopravvivenza a 3 anni dopo l'intervento è del 50%.

Senza chirurgia radicale (con trattamento palliativo), l'aspettativa di vita dei pazienti non supera 1-2 anni. Solo il 2% dei pazienti che non ha subito un intervento chirurgico per rimuovere la lesione primaria supera una soglia significativa di 3 anni.

Le cause, i sintomi, la diagnosi e il trattamento dell'adenocarcinoma endometriale moderatamente differenziato sono disponibili facendo clic su questo link.

In questa sezione puoi vedere una foto di adenocarcinoma rettale.

Prevenzione

Poiché uno dei fattori di influenza più comuni per questa malattia è la cattiva alimentazione, una dieta speciale può ridurre leggermente la probabilità di adenocarcinoma pancreatico. Una dieta preventiva consiste principalmente di alimenti vegetali e carne dietetica (pollame, coniglio, varietà di vitello magro).

La malattia può anche essere prevenuta se le malattie precancerose vengono trattate in tempo - pancreatite cronica, adenoma pancreatico, diabete mellito. Il rischio di ammalarsi si ridurrà se si escludono gli effetti tossici dei fattori ambientali, ovvero si passa da una metropoli a un luogo con una situazione ambientale favorevole.

  • Evgeny sull'analisi del sangue del cancro
  • Marina sul trattamento per il sarcoma in Israele
  • Spero di acuire la leucemia
  • Galina su Il trattamento del cancro del polmone con rimedi popolari
  • chirurgo maxillo-facciale e plastica per la registrazione dell'osteoma del seno frontale

Le informazioni sul sito sono fornite esclusivamente per scopi educativi popolari, non pretendono di riferimento e accuratezza medica, non sono una guida all'azione.

Non automedicare. Consultare il proprio medico..

Adenocarcinoma pancreatico o carcinoma ghiandolare

L'adenocarcinoma o il carcinoma pancreatico ghiandolare è il tipo istologico più comune di tumore di questo organo. Si verifica in oltre l'80% dei casi di neoplasie diagnosticate, si forma dall'epitelio ghiandolare dell'organo. È spesso localizzato nella testa dell'organo; si presenta negli uomini due volte più spesso che nelle donne.

L'adenocarcinoma pancreatico (AP) è una forma grave di cancro che è difficile da trattare e ha una prognosi molto scarsa. Il numero di pazienti in tutto il mondo sta crescendo ogni anno, a causa del deterioramento dell'ambiente e della qualità della vita in generale. Il pericolo di questo disturbo è che si trova raramente nelle prime fasi. Il carcinoma del pancreas si verifica nel 90% dei casi di oncologia di questo organo, soprattutto le persone di 50 anni soffrono.

Cos'è l'adenocarcinoma pancreatico?

Il pancreas è un importante organo digestivo. Si trova nello spazio retroperitoneale, vicino allo stomaco e al duodeno. Inoltre confina con la vena cava inferiore, l'aorta, la vena renale sinistra e il dotto biliare comune. Il pancreas svolge una serie di funzioni:

  • segreti segreti (lipasi, amilasi, proteasi), che passano attraverso i dotti nel duodeno e sono coinvolti nella scomposizione di grassi, proteine ​​e carboidrati;
  • produzione di insulina e glucagone. Questi ormoni controllano il metabolismo dei carboidrati. Grazie all'insulina, tutte le sostanze che entrano nel nostro stomaco, dopo la loro scissione, sono distribuite in tutto il corpo. Il glucagone regola anche il glucosio.

È a causa dei complessi processi che si verificano nel pancreas che esiste un'alta probabilità di patologie oncologiche.

Il pancreas è costituito da una testa, un corpo e una coda, oltre a due dotti escretori. Il cancro può comparire in una qualsiasi di queste parti, ma l'adenocarcinoma della testa del pancreas, che colpisce i dotti, è più comune. Ha la forma di un nodo con i tubercoli; non esiste una chiara demarcazione da tessuto sano. La dimensione della neoplasia raggiunge un diametro di 10 cm o più. Il tumore si diffonde attraverso i linfonodi e il flusso sanguigno al duodeno, al fegato, allo stomaco, ai polmoni.

Il picco di incidenza è la placca, più spesso gli uomini soffrono di adenocarcinoma. Nelle persone di età inferiore ai 30 anni, viene diagnosticato estremamente raramente..

Cause del cancro del pancreas

L'oncologia identifica tali fattori di rischio per un tumore maligno del pancreas:

  • malnutrizione. Consumo costante di cibi grassi, cibi secchi, mancanza di regime: tutto ciò causa problemi di digestione;
  • cattive abitudini (alcol e fumo). È dimostrato che una persona che fuma un pacchetto di sigarette al giorno ha 4 volte più probabilità di sviluppare il cancro;
  • la presenza di un gene che può prendere parte alla formazione di un tumore al pancreas;
  • malattie ereditarie. I disturbi ereditati e che contribuiscono al verificarsi di AP sono: poliposi adenomatosa, sindrome di Gardner, atassia-telangiogenesi, pancreatite ereditaria. Quest'ultimo nel 40% dei casi causa il cancro nelle persone in età pensionabile;
  • chirurgia sullo stomaco (gastroectomia o resezione). Tali interventi influenzano il sistema digestivo, a causa del quale il funzionamento del pancreas viene interrotto e il rischio di sviluppare un adenocarcinoma aumenta di 3 volte;
  • esposizione a sostanze chimiche;
  • stile di vita sedentario, sovrappeso.

Malattie come la cirrosi epatica, il diabete mellito e la pancreatite, che dura a lungo in forma cronica, possono scatenare il cancro.

Video informativo

Sintomi di adenocarcinoma pancreatico

I sintomi dell'ALA nelle prime fasi sono spesso assenti o sottili. L'appetito di una persona è perso, sta perdendo peso, è tormentato da mal di testa, debolezza generale e uno stato emotivo depresso. La metà dei pazienti sviluppa nausea, vomito e disturbi digestivi (costipazione, bruciore di stomaco, ecc.).

Se il tumore è localizzato nella testa del pancreas, oltre ai sintomi sopra indicati, appare quanto segue:

  • dolori doloranti allo stomaco e all'intestino, una sensazione di disagio. Questi sintomi si intensificano con lo sviluppo del cancro, il dolore diventa acuto, restituisce alla parte bassa della schiena o all'inguine. Questo sintomo è caratteristico dell'adenocarcinoma localizzato nel corpo o nella coda del pancreas;
  • ittero. Il più delle volte si verifica quando la testa è colpita. Si sviluppa a causa della compressione del dotto biliare. Le proteine ​​della pelle e degli occhi diventano gialle. L'urina diventa scura e le feci si schiariscono. L'oncologia di questo tipo si manifesta spesso con il sintomo di Courvoisier (ingrossamento della colecisti);
  • diabete mellito secondario e pancreatite secondaria. Appaiono come conseguenza del funzionamento alterato del pancreas. Livelli elevati di glucosio causano sete, ma le persone non riescono ancora a ubriacarsi. La pancreatite intensificherà la sindrome del dolore; potrebbero apparire macchie rosse sull'addome;
  • aumento della temperatura corporea (38-39º);
  • Sintomo di Trusso (aumento della trombosi nelle vene);
  • accumulo di liquido nella cavità addominale, sanguinamento. Il più pericoloso dei sintomi.

Quando l'adenocarcinoma raggiunge una grande dimensione, può essere sentito. Ingrandimento della cistifellea, della milza o del fegato.

Tutti i suddetti sintomi del carcinoma del pancreas compaiono quando il tumore non può più essere operato, il che riduce significativamente l'aspettativa di vita dei pazienti.

Quando il tumore raggiunge lo stadio della metastasi, compaiono nuovi sintomi più gravi, che dipendono dall'organo interessato. Ad esempio, se si tratta di adenocarcinoma pancreatico con metastasi nel fegato, si sviluppa insufficienza epatica e nell'intestino - ostruzione e sanguinamento.

Tumore del pancreas

Esistono 3 gradi di differenziazione del carcinoma del pancreas:

  • l'adenocarcinoma pancreatico di basso grado ha un colore fibroso, le cellule si trovano in diverse dimensioni, il nucleo è ovale e rotondo. Le cellule tumorali sono prodotte in modo non uniforme dalle cellule tumorali;
  • adenocarcinoma pancreatico altamente differenziato. Questa specie è costituita da cellule epiteliali, che rappresentano una struttura tubolare. Possono avere diverse forme: ovali, rotonde, allungate o di forma irregolare. Il citoplasma delle cellule è leggero, quando macchiato, puoi vedere una grande quantità di muco prodotto da loro;
  • L'adenocarcinoma pancreatico moderatamente differenziato è costituito da strutture duttali di medie dimensioni e ghiandole cancerose tubulari di varie forme e dimensioni. Si differenzia dal tipo precedente in quanto le cellule si dividono più rapidamente nel focus della malattia. Inoltre, esiste un alto rischio di gravi complicanze dovute a metastasi rapide.

Differiscono nei cambiamenti patologici nelle cellule dell'organo. Con una forma altamente differenziata, questi cambiamenti sono insignificanti, il che significa che il cancro si svilupperà lentamente, è più facile da trattare. Un livello basso suggerisce che le cellule tumorali sono molto diverse dai tessuti sani. Il processo di divisione in essi è più veloce, la neoplasia si sta diffondendo.

L'adenocarcinoma duttale pancreatico è il tipo istologico più comune. Rappresenta oltre il 90% dei casi. Il dotto pancreatico duttale è molto aggressivo, si sviluppa rapidamente e metastatizza. È diviso nei seguenti tipi:

  • Adenocarcinoma pancreatico a cellule chiare.
  • Adenocarcinoma pancreatico mucinoso.
  • Pseudopapillare solido.
  • Papillare.
  • Cistoadenocarcinoma a cellule ecinari.
  • Adenocarcinoma a cellule acinose.
  • Cistadenocarcinoma sieroso.

Ci sono anche opzioni miste. Differiscono nella loro struttura morfologica. Nella maggior parte dei casi, si verifica adenocarcinoma del dotto pancreatico duttale di basso grado.

Fasi di adenocarcinoma pancreatico

  • Fase 0 - "cancro in atto". Ciò significa che i cambiamenti istologici nelle cellule stanno appena iniziando a verificarsi. Questo processo è lungo, senza sintomi.
  • Lo stadio 1 è caratterizzato da un tumore limitato al pancreas. Non ci sono metastasi regionali e distanti. La fase 1 è divisa in 2 gruppi:
  1. o neoplasie fino a 2 cm;
  2. o più di 2 cm.
  • Anche il carcinoma pancreatico di stadio 2 è diviso in 2 sottogruppi:
  1. o il tumore si estende oltre la ghiandola, ma il tronco celiaco e l'arteria mesenterica non sono coinvolti;
  2. o ci sono metastasi nei linfonodi più vicini.
  • Lo stadio 3 si verifica quando il cancro colpisce il tronco celiaco e l'arteria mesenterica. Non ci sono metastasi a distanza.
  • L'adenocarcinoma pancreatico di stadio 4 presenta la prognosi più sfavorevole. Il tumore si diffonde attraverso i linfonodi, altri organi sono interessati.

Tassi di prevalenza della malattia

Diagnosi di adenocarcinoma

Poiché i sintomi nelle prime fasi della malattia sono praticamente assenti o si manifestano in modo non specifico, è molto difficile sospettare la FA. Nella maggior parte dei casi, le persone vanno dal medico lamentandosi di dolore o ittero e questi segni indicano l'abbandono del problema. La diagnosi precoce del cancro del pancreas è molto importante, il che aiuterà a identificarlo nelle prime fasi. Consiste in un esame regolare e completo.

Per cominciare, il medico deve raccogliere una storia medica completa, diabete cronico e pancreatite, possibili malattie ereditarie e precedenti operazioni sullo stomaco richiedono un'attenzione speciale. Successivamente, viene eseguito un esame fisiologico. Un aumento della cistifellea, del fegato e del pancreas stesso può indicare adenocarcinoma.

Per confermare la diagnosi, è necessario passare un'analisi biochimica e generale del sangue e delle urine, nonché un'analisi dei marker tumorali. Per determinare la posizione della neoplasia, le sue dimensioni e il tipo, vengono utilizzati i metodi di visualizzazione. L'adenocarcinoma pancreatico può essere rilevato mediante ultrasuoni dell'addome o mediante tomografia computerizzata. Questi metodi consentono di vedere la struttura dell'organo e i disturbi in essi contenuti, per valutare il tipo e la prevalenza del cancro. Un'immagine più chiara mostra un'ecografia con un endoscopio che conduce direttamente alla neoplasia attraverso l'intestino. Talvolta vengono utilizzati studi radiografici..

  • Risonanza magnetica (risolve gli stessi problemi dell'ecografia e della radiografia ma è più accurata, in grado di rilevare anche le patologie più piccole);
  • Puntura citobiopsica. È necessario un campione della neoplasia per confermare il tipo e il grado di malignità. Fondamentalmente, questa analisi è prescritta per AFL non resecabile;
  • Tomografia ad emissione di positroni. Un metodo molto accurato che ti consente di determinare la presenza di metastasi in tutti gli organi. Il PET viene usato raramente a causa del suo costo elevato;
  • Angiografia (utilizzata per visualizzare il sistema di afflusso di sangue del pancreas e del tumore stesso);
  • Laparoscopia Questo è un metodo che utilizza strumenti minimamente invasivi. Durante la laparoscopia, puoi non solo considerare piccole metastasi e tumori, ma anche prendere un campione di cancro o liquido.

Il trattamento principale e più efficace è la resezione del pancreas, che è combinata con metodi non chirurgici. La possibilità di un intervento chirurgico è determinata da criteri tabulari (ad esempio, la presenza di deformazione del tronco celiaco, arteria mesenterica epatica e superiore, ecc.). Secondo le statistiche, solo il 15-20% dei pazienti opera.

Se il paziente ha sintomi di ittero ostruttivo, allora è necessario fermarlo. Il metodo principale per rimuovere la bile è il drenaggio transepatico percutaneo. Secondo le indicazioni, è prescritto il drenaggio transpapillare endoscopico o il dotto biliare chirurgico. Solo dopo il sollievo dell'ittero è possibile eseguire una resezione.

  • pancreatectomia distale (rimozione del pancreas distale a volte in combinazione con linfonodi);
  • resezione pancreatoduodenale totale (rimozione dell'intero pancreas, milza, parte dello stomaco, intestino e linfonodi).

Tali interventi (specialmente la seconda opzione) molto spesso portano a complicazioni. Tra questi, sanguinamento, ascesso, insufficienza epatica. La nutrizione per l'adenocarcinoma pancreatico dopo resezione totale è difficile. Per tali pazienti viene utilizzata la nutrizione naso-enterale (il cibo entra nello stomaco attraverso una sonda inserita nell'apertura nasale). Eseguire tali manipolazioni per circa 5-7 giorni. Quindi il paziente può mangiare se stesso, ma è necessario seguire una dieta rigorosa.

Dopo l'operazione, vengono eseguite la chemioterapia complessa e le radiazioni, mirate alla distruzione delle metastasi e alla prevenzione delle recidive. Quindi tutti i pazienti devono sottoporsi a un esame trimestrale, che include un esame del sangue per marker tumorali, ultrasuoni e risonanza magnetica (secondo le indicazioni).

Per i pazienti borderline non resecabili (questi sono quelli per i quali è possibile un intervento chirurgico, ma molto probabilmente non darà risultati), effettuano un trattamento antitumorale volto a convertire la neoplasia in resecabile, in modo che possa quindi essere rimossa. Non è sempre possibile raggiungere questo obiettivo, ma solo nella metà dei casi

Il trattamento per l'adenocarcinoma pancreatico comprende anche:

  • terapia ormonale;
  • prendendo antidolorifici per alleviare il dolore;
  • antidepressivi;
  • integratori di enzimi digestivi;
  • immunoterapia volta a rafforzare e attivare le difese dell'organismo;
  • insulina per via endovenosa (poiché senza pancreas non è sufficiente).

Adenocarcinoma pancreatico: prognosi

Questa malattia ha tassi di sopravvivenza molto bassi. Ciò è dimostrato dal numero di morti per ARV nel corso dell'anno, che è quasi uguale al numero di casi.

Il campo del trattamento complesso (resezione totale con chemioterapia e radiazioni) vive in media 1,5-2 anni, a condizione che l'adenocarcinoma non fosse diffuso e che la terapia fosse effettuata in tempo. 5 anni vivono solo il 20-30%.

Dopo pancreatectomia distale, la probabilità di recidiva è elevata, a causa della quale la sopravvivenza a 5 anni è ridotta al 7%. Se la rimozione del tumore non è possibile, gli indicatori sono 3-4 volte in meno. Fino al 15% dei pazienti muore durante la resezione totale.

L'oncologia del pancreas è molto pericolosa. Pertanto, è meglio proteggersi da questa terribile diagnosi, osservando uno stile di vita sano e malattie curative tempestive degli organi digestivi. Per quelli a rischio, è necessario conoscere i sintomi di un tumore del pancreas e prestare attenzione a eventuali deviazioni nella salute, nonché sottoporsi a regolari esami.

Video informativo

Quanto è stato utile l'articolo per te?

Se trovi un errore, selezionalo e premi Maiusc + Invio o fai clic qui. Grazie molto!

Non ci sono commenti e recensioni per "Pancreatic Adenocarcinoma or Glandular Cancer"

Lascia una risposta Annulla risposta

Tipi di cancro

Rimedi popolari

tumori

Grazie per il vostro messaggio. Nel prossimo futuro ripareremo l'errore

Adenocarcinoma pancreatico

Caratteristiche della malattia, prognosi di sopravvivenza

Adenocarcinoma pancreatico

Secondo le moderne statistiche mediche, l'adenocarcinoma pancreatico è uno dei dieci tumori più maligni nella sua prevalenza. In media, tra i malati di cancro, ogni terza donna e ogni quattro uomini su dieci tumori muoiono per questa malattia. Gruppo a rischio: si tratta di pazienti la cui età ha superato il traguardo dei quarant'anni. Una grande influenza sulla possibilità di sviluppare il cancro del pancreas è esercitata anche dall'affiliazione di genere di una persona e della sua razza. È stato ufficialmente stabilito che i rappresentanti della razza Negroid hanno una probabilità molto più alta di sviluppare un adenocarcinoma rispetto al resto della popolazione mondiale.

La prognosi di sopravvivenza per le persone di età superiore ai 40 anni è minima, molti di loro hanno solo un paio d'anni rimasti. La malattia non è praticamente colpita da persone di età inferiore ai 30 anni. L'età critica per lo sviluppo di una forma inoperabile di adenocarcinoma pancreatico è di 70 anni. Va aggiunto che le cattive abitudini aumentano significativamente il rischio di ammalarsi.

Diagnosi e cause del cancro del pancreas

Gli oncologi notano che molto spesso, al momento di un esame completo di un paziente con adenocarcinoma del corpo e della testa della ghiandola, insieme a questa malattia, si trova anche una pancreatite avanzata. E questo significa che ci sono tutti i prerequisiti per credere che i pazienti con una storia familiare di pancreatite cronica abbiano una predisposizione genetica all'adenocarcinoma. In pratica, è stato dimostrato che qualsiasi mutazione genetica registrata all'interno della stessa famiglia aumenta il rischio di ammalarsi di cancro.

Non è possibile stabilire cause alla radice assolutamente affidabili dell'insorgenza di adenocarcinoma anche con l'attuale livello di sviluppo della medicina. C'è un'opinione secondo cui il diabete può essere il provocatore, il fumo eccessivo e il lavoro nelle industrie nocive, in particolare chimiche e delle costruzioni. Motivi fisiologici devono anche essere aggiunti a questo elenco, come: alcolismo cronico, colecistite, pancreatite, abuso di cibi grassi e piccanti.

Diagnosi del pancreas

Identificare l'adenocarcinoma del pancreas e della sua testa nelle prime fasi è molto problematico. Spesso, i pazienti si rivolgono a uno specialista nella fase di diffusione attiva delle metastasi. La dimensione della formazione in questo momento può raggiungere parametri critici, motivo per cui il tumore è classificato come non operabile e questo fatto influisce negativamente sull'ulteriore prognosi del paziente.

Il tumore stesso in apparenza ricorda una formazione nodulare biancastra, che può essere localizzata sia all'interno che all'esterno dell'organo stesso. In uno studio manuale, il nodo canceroso ha una consistenza densa ed elastica. La dimensione della neoplasia varia da pochi centimetri a diverse decine di centimetri.

Sintomi caratteristici dell'adenocarcinoma pancreatico

Sfortunatamente, il cancro del pancreas e della sua testa non presenta particolari sintomi clinici. Solo quando il tumore raggiunge dimensioni enormi, il paziente appare tirando dolori, concentrandosi su quali pazienti spesso fanno una falsa diagnosi. Pertanto, nella maggior parte dei casi, l'adenocarcinoma pancreatico viene diagnosticato già nella fase di metastasi estese oltre i confini dell'organo, ad esempio, a linfonodi regionali, fegato o polmoni. Durante questo periodo, molti pazienti raccontano al medico un forte dolore che si manifesta nella regione della testa dell'organo interessato. Alla palpazione, il dolore si trova anche nell'addome inferiore, nella parte bassa della schiena e nell'inguine. In ogni singolo caso della malattia, compaiono anche sintomi che non sono caratteristici di questa malattia. Tra questi, possiamo affermare: un cambiamento nel peso corporeo, nausea, vomito, costipazione, emicrania. Ma questi segni rendono solo difficile la diagnosi, introducendo confusione nel quadro clinico del decorso della malattia. In singoli episodi, secondo una combinazione di vari sintomi, la malattia non può essere diagnosticata correttamente per diversi mesi.

Un sintomo indicativo può essere l'ittero, che si verifica con adenocarcinoma a causa dell'ostruzione dei dotti biliari, quando la neoplasia diffonde metastasi dalla testa del pancreas alla cistifellea. Tale comportamento tumorale viene rilevato nel 20% del numero totale di casi accertati. Con l'ittero, le proteine ​​degli occhi, la pelle e alcuni altri tessuti epiteliali acquisiscono il colore appropriato. Il paziente ha una reazione dermatologica acuta, prude costantemente.

Utilizzando un metodo di esame fisico per la diagnosi, lo specialista si basa solo sulle proprie sensazioni tattili. Durante questa procedura, il medico può rilevare evidenti cambiamenti fisiologici negli organi che possono essere innescati da un adenocarcinoma. L'adenocarcinoma duttale pancreatico aumenta la cistifellea e il fegato, il che aiuta a palpare accuratamente il tumore. Una neoplasia, che viene rilevata in modo fisiologico, è abbastanza in grado di bloccare il flusso sanguigno nella vena che collega lo stomaco e la milza. Ciò provoca un ingrossamento della milza e suggerisce la presenza di vene dilatate nello stomaco e nell'esofago. Nelle ultime fasi del cancro del pancreas, si sviluppa spesso sanguinamento interno. In tale situazione, la prognosi per la sopravvivenza del paziente è zero. L'adenocarcinoma non è praticamente guarito.

Metodi di trattamento classico dell'adenocarcinoma

Adenocarcinoma pancreatico

L'eliminazione di un tumore canceroso è possibile solo con l'aiuto della sua rimozione chirurgica. Durante un'operazione complessa, che viene eseguita solo nelle prime fasi della malattia, lo specialista rimuove la parte interessata dell'organo, i dotti e il duodeno. Quindi, utilizzando la plastica ricostruttiva, rinnova i percorsi per l'ingresso del contenuto biliare e intestinale.

Se la malattia è negli ultimi stadi e le metastasi sono già penetrate negli organi vicini, la chirurgia radicale non è più efficace. In questo caso, al paziente viene prescritto un ciclo di chemioterapia o, con un'allergia ai citostatici, la radioterapia. La chemioterapia per l'adenocarcinoma pancreatico non ha sempre successo.

Semplicemente non esistono medicinali che possano alleviare in modo significativo le condizioni di tali pazienti. Numerosi studi sembrano ancora una base puramente teorica. Solo la radioterapia può rallentare la crescita di un tumore, limitandone la crescita all'interno di un organo.

L'aspettativa di vita di un tale oncologo, anche dopo un intervento chirurgico, è solo di un anno e mezzo. Durante i primi 12 mesi, il 95% del numero totale di pazienti muore con adenocarcinoma pancreatico. Solo il 5% dei pazienti riesce a raggiungere il traguardo quinquennale.

A causa della natura della sua struttura, questo tumore è molto resistente all'esposizione ai farmaci. Al momento, il modo più efficace per curare il cancro del pancreas è sottoporsi a un intervento chirurgico e quindi sottoporsi a un corso speciale di chemioembolizzazione arteriosa selettiva. Grazie a questo metodo, il corpo del paziente è meno soggetto ad avvelenamento durante il trattamento.

Pubblica navigazione

Lascia un commento Annulla

Devi contattare un dermatologo e un chirurgo. I metodi di trattamento possono essere diversi, a seconda del caso che hai. Tipicamente, tali eruzioni cutanee sono trattate con cauterizzazione, escissione chirurgica o radiazione...

Cancro: il trattamento e la prevenzione possono prendere qualsiasi partecipazione grazie alla memorizzazione nella cache WP Super Cache

Cancro al pancreas con metastasi epatiche

Buon pomeriggio! Ti appello con grande speranza a tuo padre (ha 67 anni) Sulla base di una TAC del 12/07/2016 nella città di Kazan, il cancro al pancreas è stato diagnosticato il 28/07/2016, una laparotomia, è stata eseguita una revisione. In effetti, hanno aperto e chiuso, rimosso un pezzo di fegato (focus V8). Diagnosi alla dimissione da RKOD C25.1 Ca del pancreas, mts nel fegato, condizione dopo laparotomia diagnostica. T4NxM1 Fase 4 Clin. Gruppo 6 IV - soggetto a trattamento sintomatico. In considerazione del fatto che i medici di Kazan hanno affermato che la medicina ufficiale era impotente, si è rivolta alla medicina tradizionale su consiglio di uno degli oncologi. Dal 15.08. Il 22 settembre, papà beveva cicuta (secondo lo schema 1 giorno 5 al mattino, 5 alla sera, quindi, e 15 gocce fino al 22 settembre, mattina e sera) con un complesso di erbe. Il 28 settembre è stato ricoverato in ospedale nel dipartimento di radiologia. Ha subito 4 esposizioni e la chemioterapia con il farmaco gemcitabina (1 g.) Una volta, che è stato prescritto il 7 ottobre 2016 in relazione ai dati CT del 7 ottobre 2016. Complicazione della diagnosi finale di iperbillirubinemia, aumento delle metastasi nel fegato. Con l'ultima dimissione dall'ospedale, 4 medici oncologi hanno visitato, due medici hanno detto che la chemioterapia dovrebbe essere fatta, due medici hanno detto che avrebbe prolungato la sua vita per tre settimane e il suo tormento e avvelenamento non ne valevano la pena. Papà inizialmente rifiutò la chemioterapia e poi, quando cambiò idea, il consiglio rifiutò il trattamento. Al momento, la condizione sta peggiorando, camminando un po ', soprattutto mentendo, scarso appetito. In precedenza, venivano prodotti i sistemi di riboxin, acido ascorbico, 800 mg di fegato e poliossidonio a giorni alterni. Il corso dura 10 giorni. Ha fatto 2 corsi. con 10 ro 14.11 remoxol, acido antiemetico e ascorbico per 5 giorni. Al momento, sta assumendo il farmaco seidrina (seconda settimana), a giorni alterni supposte di poliossidonio da 12 mg ciascuna, mezim (il creon si rifiuta di bere), ramipril, gocce di Zelinin (con polso alto). Heptral non beve ancora. Fornisco quotidianamente prelievi epatici di infusi di erbe, costi giornalieri alternativi per pancreas, antitumorale, renale. A stomaco vuoto do infuso di chiodi di garofano con miele, limone su vodka. Ho iniziato a somministrare la frazione ASD 2 del farmaco secondo uno schema individuale. Tramadol + ketarol 2 volte al giorno ogni giorno. Papà prende anche gocce omeopatiche (lymphomyazot, nuksvomika e berberis previa consultazione con un medico omeopata) per eliminare l'intossicazione. L'intossicazione è grave, nausea, vomito marrone Analisi del 17.11. Bilirubina totale nel sangue 47, proteina 51, albumina 29, fosfatasi alcalina 123, creatinina 52,7, glutamintransferasi 136, linfociti 0,6, percentuale di linfociti 9,2, percentuale di granulociti 85,3, altri indicatori sono normali. Qualcuno può aiutare papà? come supportarlo, migliorare la qualità della vita, aumentare l'appetito? Per tutto il tempo, diversi medici del servizio palliativo vengono e consigliano cose diverse. Mentre dicono che il paziente è vigoroso, tuttavia, sta mentendo, perde peso e mangia male. Forse non fornisco quei farmaci, mi consulto con i medici, ma la malattia progredisce... Consigliano prednisone, desametosone (per l'appetito), tintura di assenzio. Forse l'ho guarito? Grazie mille in anticipo per la tua risposta..

I focolai secondari formati dal tumore principale sono chiamati metastasi. Possono apparire in qualsiasi organo o struttura anatomica, la ragione di ciò sono tre tipi della loro distribuzione:

  • ematogena, in questo caso la cellula tumorale è separata dal tumore principale e, insieme al flusso sanguigno, si sposta in un altro organo;
  • metastasi linfatiche, caratterizzate dalla diffusione di cellule atipiche con flusso linfatico ai linfonodi;
  • la metastasi dell'impianto si verifica a causa del contatto della neoplasia con gli organi vicini e della germinazione in essi.

Le metastasi si verificano sempre, il verificarsi di questo processo è una questione di tempo. Se la formazione è stata diagnosticata prima della comparsa delle metastasi, in questo caso è considerata curabile, ma se sono già sorti focolai secondari, il trattamento assume un carattere palliativo. La difficoltà nel rilevare metastasi sta nella loro crescita non sempre rapida. Quindi, ad esempio, una cellula cancerosa attraverso la via ematogena è passata dalla formazione principale ai polmoni, dove è rimasta, ma per diversi anni potrebbe non manifestarsi e non crescere ancora. In tali casi, si verificano recidive della malattia quando il tumore principale viene rimosso e il processo oncologico non viene completato e nel tempo inizia a progredire di nuovo, solo in un altro posto.

La velocità e il luogo di una nuova dislocazione di cellule atipiche dipende dal tipo di neoplasia, dal grado di differenziazione e, naturalmente, dall'organo da cui è iniziato l'intero processo.

Le metastasi del cancro del pancreas si verificano più spesso in:

Il pancreas è caratterizzato da metastasi precoci. Non è raro che i tumori secondari si manifestino prima del tumore primario e siano i primi a essere diagnosticati durante l'esame, assumendo il processo principale del cancro.

Il fegato è considerato il più vulnerabile nel cancro con qualsiasi localizzazione, prende il colpo in un terzo dei casi da tutti i malati di cancro. Il carcinoma epatico pancreatico viene diagnosticato in poco meno della metà dei pazienti. Le frequenti metastasi all'organo sono associate alla sua funzione di filtraggio e al pompaggio di grandi quantità di sangue. Molte navi e vene attraversano l'organo e una cellula atipica può entrare da ciascuna di esse..

Il cancro del pancreas dà metastasi al fegato così spesso che quando vengono diagnosticati, sono i primi a essere rilevati.

I segni caratteristici della presenza di focolai secondari nel fegato, in caso di cancro della ghiandola, sono:

  1. allargamento e compattazione di organi;
  2. perdita di peso;
  3. anoressia;
  4. dolore nella parte destra;
  5. febbre;
  6. nausea e perdita di appetito;
  7. splenomegalia;
  8. ascite;
  9. itterizia.

Di norma, i pazienti cercano l'aiuto dei medici già nelle ultime fasi dell'oncologia, quando compaiono sintomi pronunciati e spesso è associato a metastasi e non alla neoplasia primaria. Al fine di identificare il tumore principale e non perdere la presenza di focolai secondari di patologia, dovrebbe essere eseguita un'intera serie di misure diagnostiche dell'intero organismo, poiché non è noto dove le cellule maligne possano ancora nascondersi.

Al paziente viene offerto di sottoporsi alle seguenti procedure:

  1. Ultrasuoni dell'addome;
  2. radiografia;
  3. CT, PET o MRI;
  4. esame radioisotopico.

Queste tecniche forniscono dati importanti per comprendere l'ulteriore trattamento, come ad esempio:

  • il numero e le dimensioni delle metastasi;
  • i loro luoghi di localizzazione;
  • il grado di decadimento e germinazione attraverso la struttura degli organi;
  • modello di crescita, ecc..

Inoltre, tali misure diagnostiche sono già utilizzate nel processo di terapia per determinare le condizioni del paziente, la presenza o l'assenza di regressione.

Il trattamento con metastasi da carcinoma pancreatico in questa fase è solo palliativo. Poiché la prevalenza del processo oncologico con carcinoma metastatico copre tutto il corpo e interrompe completamente il suo lavoro. Questo processo è irreversibile e tutto ciò che un medico può fare è solo alleviare i dolori lancinanti e prolungare la vita del paziente. Sfortunatamente, non sono stati identificati casi di completo recupero con questa malattia.

Il carcinoma del pancreas con metastasi epatiche prevede i seguenti trattamenti:

  • chirurgia palliativa, viene eseguita per ridurre il livello di intossicazione nel corpo, a causa della parziale rimozione della neoplasia. Un tale intervento chirurgico è importante anche quando un tumore, a causa delle sue grandi dimensioni, inizia a comprimere gli organi adiacenti, a bloccare i condotti o causare sanguinamento;
  • la chemioterapia viene eseguita per uno scopo simile, viene spesso utilizzata per le metastasi nel fegato, la tecnica consente di sospendere il processo della loro crescita e quindi ridurre il dolore;
  • La radioterapia può essere applicata sia prima dell'intervento chirurgico palliativo per ridurre le dimensioni della formazione e facilitare il corso dell'intervento, sia successivamente per distruggere singole metastasi. L'irradiazione riduce l'intensità del dolore, ma non è in grado di prolungare la vita del paziente.

Cancro al pancreas con metastasi quante ne vivono? Per quanto riguarda questo problema, i dati sono deludenti. Con una forma metastatica di cancro della ghiandola, i pazienti, di regola, non sopravvivono fino a un anno dopo il rilevamento del processo oncologico. L'aspettativa di vita media è di 6 mesi. In alcuni casi, questa cifra potrebbe essere un po 'più in 12 mesi. Sfortunatamente, non si tratta di varcare la soglia della sopravvivenza a cinque anni.

Cosa sono le metastasi

Quando il tumore primario raggiunge una certa dimensione, inizia a rilasciare cellule atipiche, che saranno chiamate metastasi. Muovendosi attorno al corpo umano, si insediano nei tessuti più vicini o distanti, formando focolai secondari con rapida crescita.

Oggi, gli esperti hanno identificato 3 modi principali per spostare le cellule mutate:

  • con flusso sanguigno - la via ematogena;
  • si diffonde con flusso linfatico - movimento linfatico di elementi cancerosi;
  • dopo un danno alla capsula tumorale, le sue singole particelle escono nella cavità naturale, ad esempio la cavità addominale e quindi si attaccano alle strutture vicine - metastasi dell'impianto.

In assenza di adeguate misure terapeutiche, si verificheranno sicuramente metastasi nel carcinoma del pancreas - questa è solo una questione di tempo. La diagnosi può essere difficile se la lesione secondaria è piccola e cresce lentamente. Tuttavia, con una diminuzione delle forze protettive del corpo, la neoplasia ha l'opportunità di attivarsi e progredisce rapidamente.

I principali organi bersaglio

Il più vulnerabile per le metastasi con la neoplasia maligna formata nelle strutture del pancreas è il fegato. È lei che, di regola, assume l'attacco primario delle cellule atipiche.

Tale situazione è abbastanza spiegabile dalla funzione di filtraggio degli epatociti, il costante pompaggio del sangue scorre con gli elementi cancerosi in essi contenuti. Inoltre, nell'area delle strutture del fegato c'è una grande rete di vasi sanguigni. Una cellula atipica può passare attraverso ciascuna di esse..

Oltre al fegato, gli organi bersaglio del cancro del pancreas dovrebbero includere:

  • cappi dell'intestino tenue e crasso;
  • elementi della colonna vertebrale, soprattutto nel torace e nella zona lombosacrale;
  • strutture polmonari;
  • cervello;
  • stomaco;
  • prostata;
  • linfonodi regionali.

Conoscendo l'analoga capacità del tumore, gli specialisti sono sicuramente raccomandati per monitorare le condizioni degli organi di cui sopra.

Sintomatologia

Il cancro del pancreas con metastasi nella maggior parte dei casi è interconnesso con adenocarcinoma a cellule renali umane. Si ritiene che le metastasi in questo organo si formino molto meno frequentemente rispetto alle neoplasie maligne di altre localizzazioni..

Spesso, il ruolo delle metastasi è il tumore pancreatico primario. O il tessuto canceroso, incarnito nella ghiandola dagli organi vicini, ad esempio lo stomaco, viene preso per questo.

Le manifestazioni cliniche della lesione tumorale formata del pancreas saranno le seguenti:

  • impulsi del dolore nella proiezione dell'ipocondrio sinistro - di varia intensità e durata;
  • il disagio può essere causato dal mangiare o non essere associato ad esso;
  • il dolore viene dato alla regione lombare più l'epigastrio della metà sinistra del torace, che può essere assunto per i sintomi di altre patologie;
  • delle manifestazioni di intossicazione da cancro generale, una significativa diminuzione dell'appetito e la sua completa assenza, urgenze di nausea e vomito, si osserveranno alternanza di costipazione a diarrea;
  • nell'uomo il peso diminuisce costantemente, fino alla cachessia;
  • quando le strutture epatiche sono coinvolte nel processo patologico, la colorazione della pelle e delle mucose cambia - il loro giallo.

Altri sintomi saranno caratterizzati dalla localizzazione di metastasi in altri organi. Ad esempio, con la sconfitta degli elementi polmonari, si osserveranno la tosse persistente e l'emottisi. E quando il focus si forma nella colonna vertebrale, la situazione può portare alla compressione delle terminazioni nervose con successiva paresi e paralisi.

Diagnostica

Gli esperti indicano una significativa difficoltà nella diagnosi delle metastasi pancreatiche, a causa delle peculiarità della sua struttura. Al fine di identificare tempestivamente il processo patologico, per la conduzione saranno raccomandati i seguenti studi di laboratorio e strumentali:

  • vari esami del sangue;
  • marcatori tumorali;
  • RM o TC;
  • biopsia con ago sottile - campionamento del biomateriale direttamente dal sito del tumore con successivo esame al microscopio;
  • ERCP;
  • metodi endoscopici;

Solo la completezza completa delle informazioni dai metodi diagnostici di cui sopra consente a un oncologo di condurre una diagnosi differenziale completa.

Tattiche di trattamento

La condizione patologica - metastasi del pancreas - richiede una terapia complessa. Quando si seleziona un trattamento, lo specialista terrà conto di molti fattori: la localizzazione e la struttura del tumore, la categoria di età del malato di cancro, lo stato iniziale del suo corpo e la suscettibilità al trattamento.

Le principali direzioni della terapia antitumorale:

  • escissione chirurgica della lesione cancerosa secondaria;
  • radioterapia;
  • radioterapia;
  • chemioterapia.

Un metodo innovativo di trattamento delle metastasi è la radiochirurgia stereotassica eseguita utilizzando un cyber coltello ultramoderno.

Di norma, il processo patologico può essere influenzato da un approccio integrato alla tattica terapeutica - chemioterapia o radioterapia sia prima che dopo l'intervento chirurgico. La farmacoterapia con l'obiettivo di aumentare le proprie difese. Terapia sintomatica: assunzione di complessi vitaminici moderni e vari analgesici secondo necessità.

Tuttavia, con lesioni cancerose multiple, vengono utilizzate solo le cure palliative per il malato di cancro (nel caso in cui le probabilità di una persona di guarire siano ridotte a zero). Questo tipo di tattica di trattamento mira a massimizzare la qualità della vita del paziente. La sua essenza si riduce a prendere analgesici, antidepressivi o altri farmaci adeguati.

Qual è la previsione

Oggi, quando si rilevano metastasi nel cancro nei tessuti del pancreas, la prognosi è generalmente scarsa. Per le neoplasie operabili, rappresenta l'8-12% della sopravvivenza. Se l'escissione della lesione secondaria non è stata eseguita, il tasso di sopravvivenza a cinque anni è molto inferiore.

Sintomi di metastasi

Il cancro del pancreas è una malattia aggressiva e rapidamente metastatica. Questo tipo di oncologia colpisce molto rapidamente gli organi più vicini, quindi - distante, infine - l'intero organismo del paziente ed è considerato incurabile.

Dai focolai maligni, le tossine che avvelenano il corpo umano entrano nel flusso sanguigno. La medicina cerca solo di prolungare la vita del paziente e alleviare il dolore intenso. Il successo del trattamento è possibile solo nelle fasi iniziali.

Tipi di tumori pancreatici:

In qualsiasi organo possono comparire focolai secondari formati dal tumore principale, metastasi. Sono definiti tre modi per la loro distribuzione:

  1. Ematogena: le cellule tumorali entrano in un altro organo con un flusso sanguigno;
  2. Linfogeno - cellule atipiche diffuse con flusso linfatico;
  3. Impianto: le metastasi germinano negli organi vicini a causa del contatto con il tumore.

Fasi di sviluppo oncologico

  1. 1a tappa. Un tumore di dimensioni non superiori a 2 cm, resecabile, non si estendeva oltre la ghiandola. Sono disponibili tutti i tipi di operazioni; le previsioni di sopravvivenza sono elevate;
  2. 2a tappa. I linfonodi e gli organi di confine sono interessati. La chirurgia è possibile (per il 50% dei pazienti) in combinazione con radio, chemioterapia;
  3. 3a tappa. La malattia colpiva i vasi e i nervi, ma il tumore non passava agli organi vicini. Il trattamento combinato sopprime l'attenzione, riduce lo sviluppo di metastasi. Invece di chimica, fanno la terapia con citochine, che riduce l'effetto tossico sul corpo, aggira i dotti biliari per migliorare la qualità della vita. I preparati genetici creati dai medici (IFN, TNF-T) aumentano la resistenza delle cellule sane e avviano il processo di autodistruzione delle cellule tumorali.
  4. 4a tappa. La malattia è iniziata, inizia la crescita incontrollata delle cellule tumorali, altri organi sono colpiti da metastasi: fegato, polmoni, cervello, ossa. Il trattamento ha lo scopo di migliorare le condizioni del paziente, riducendo i sintomi del dolore. Il tasso di sopravvivenza è del 4%. Tagliare le cellule colpite è difficile; la maggior parte degli organi è affetta dalla malattia. La terza e la quarta fase sono inoperabili. Il processo è quasi incontrollabile, una vivida manifestazione di sintomi. È possibile solo il trattamento palliativo. Per migliorare la qualità della vita, vengono utilizzate radiazioni e chemioterapia..

Diagnosi della malattia

Quando si diagnostica la malattia prima della comparsa delle metastasi, il trattamento avrà successo, le prognosi sono abbastanza ottimistiche. Con la comparsa di metastasi, che sono caratterizzate da una rapida crescita, il trattamento può essere solo palliativo. E la malattia diventa incurabile. A volte singole cellule maligne, che, ad esempio, sono entrate nei polmoni, non si manifestano per diversi anni. In questo caso, anche se il tumore principale viene rimosso, può verificarsi una ricaduta in un altro organo..

Le metastasi del cancro del pancreas compaiono spesso nei linfonodi, nei polmoni, nel fegato, nel peritoneo e nel tessuto osseo. Ci sono casi in cui vengono diagnosticati focolai secondari e si manifestano prima del tumore primario.

Il primo organo che viene colpito nel carcinoma del pancreas è il fegato. Ci sono molti vasi e vene, da cui le cellule tumorali entrano nel corpo con un flusso sanguigno. In quasi la metà dei pazienti, i focolai secondari di cancro si verificano proprio nel fegato.

Si manifestano con sintomi caratteristici:

  • l'aspetto nel corpo dei sigilli;
  • allargamento di organi;
  • dolore al fegato;
  • perdita di appetito, nausea;
  • perdita di peso, anoressia;
  • milza ingrossata (splenomegalia);
  • ittero;
  • accumulo di liquido nella cavità addominale (ascite).

Se le metastasi sono influenzate dalle ossa, si verifica dolore, come per la radicolite. L'ingresso delle cellule tumorali nei linfonodi porta al loro aumento e dolore. Con danni ai polmoni, appare respiro corto, tosse con espettorato sanguinante. Le metastasi interrompono le funzioni dell'intero organismo. Ci sono dolori alla schiena, parte bassa della schiena, aumento della pressione, rigonfiamento degli arti.

L'accumulo di liquido nel peritoneo si verifica quando la vena porta viene schiacciata da un tumore. Misure per combattere l'ascite: una dieta speciale priva di sale, limitazione dell'assunzione di liquidi, diuretici, puntura della parete frontale dell'addome.

Tumore del pancreas

Il pancreas produce enzimi speciali per decomporre i nutrienti. Se le sue funzioni sono disturbate, la digestione è disturbata. Problemi gastrointestinali: costipazione, diarrea, avversione ai cibi grassi, nausea, vomito, pesantezza allo stomaco.

Il tumore può spremere il dotto biliare, che porta all'ingiallimento della pelle, alla sclera degli occhi. Altre manifestazioni della malattia possono verificarsi: feci schiarenti, urine scure, mal di testa, palpitazioni cardiache. Con ulteriore progressione: insufficienza epatica, sanguinamento.

Gli acidi biliari, entrando nel flusso sanguigno, causano ai pazienti con prurito alla pelle, peggio di notte. Questo porta all'insonnia, peggiora le condizioni del paziente..

Per combattere il tumore, il corpo inizia a produrre più anticorpi, il che porta ad un aumento della temperatura (fino a 38 ° C), che dura a lungo.

Inoltre, il paziente avverte una costante sensazione di sete, la minzione diventa più frequente, come manifestazione del diabete mellito secondario. I pazienti possono essere disgustati dai propri cari in precedenza: caffè, alcool, sigarette.

L'80% dei pazienti prima della comparsa dell'ittero lamentano sintomi di dolore di diversa localizzazione e forza. Può disturbare l'ipocondrio destro, sopra o sotto l'addome, nella colonna vertebrale, tra le scapole. Il dolore è sordo, restrittivo, esplosivo o acuto, parossistico. Di notte e in posizione supina, il dolore si intensifica. Nella posizione dell'embrione è più facile da tollerare.

Se trovi i sintomi sopra indicati, devi consultare un medico e sottoporsi a una serie di esami:

  • raggi X
  • Ultrasuoni della cavità addominale;
  • TC, risonanza magnetica;
  • Ricerca sui radioisotopi;
  • Biopsia;
  • Analisi del sangue.

La tomografia computerizzata consente di determinare lo stato del pancreas, il grado di diffusione delle metastasi. Biopsia: fare una diagnosi accurata.

I dati di questi esami sono necessari per prescrivere un trattamento adeguato. E vengono eseguiti ripetutamente durante la terapia per monitorare le condizioni del paziente e l'efficacia del trattamento. Con questa malattia, è improbabile un completo recupero, poiché le metastasi colpiscono quasi tutto il corpo. E spesso è possibile solo un trattamento palliativo per prolungare la vita del paziente e alleviare il dolore.

Trattamento del cancro del pancreas con metastasi

La chirurgia palliativa viene eseguita per rimuovere un tumore di grandi dimensioni, premendo sugli organi adiacenti, ripristinare il tratto biliare, per ridurre l'intossicazione dell'intero organismo;

La chemioterapia viene utilizzata per fermare la crescita delle metastasi epatiche e ridurre i sintomi del dolore in un paziente;

Radioterapia - per ridurre le dimensioni del tumore, distruggere singole metastasi, ridurre il dolore, prolungare la vita del paziente.

Prognosi del cancro

Quando si sceglie un trattamento efficace, vengono prese in considerazione l'età, le condizioni generali del paziente, la posizione del focus iniziale, il tipo di cancro, il numero, la posizione e le dimensioni delle metastasi. Le normali operazioni per questo tipo di oncologia e metastasi nel pancreas non sono mostrate..

Viene utilizzato il moderno metodo di radiochirurgia con un cyber knife: un'operazione senza sangue e indolore senza anestesia e incisione. La chemioterapia, la radioterapia inibiscono la crescita e la diffusione delle cellule tumorali.

Il cancro del pancreas è una malattia rara. Il diabete mellito, la pancreatite cronica sono considerati le sue patologie precancerose che devono essere trattate e controllate..

Se il cancro al pancreas ha iniziato a metastatizzare, la prognosi è deludente. Dopo la diagnosi, la sopravvivenza è di sei mesi, in rari casi - un anno. I pazienti operati vivono più a lungo. Solo il 2-5% dei pazienti ha la possibilità di superare la soglia di sopravvivenza di 5 anni.

Si ritiene che le metastasi del cancro del pancreas non vengano trattate e che una persona con tale diagnosi non possa vivere per più di un anno. Questo è tutt'altro che sempre vero. A Mosca, il Centro di radioterapia del progetto OncoStop tratta con successo varie fasi del cancro con l'aiuto dell'unico moderno dispositivo CyberKnife. La radiochirurgia è una terapia antitumorale molto efficace.

Il pancreas è una parte importante del sistema endocrino umano. Con una neoplasia maligna, le cellule tumorali possono migrare in tutto il corpo, formando nuovi tumori (metastasi). La metastasi è una caratteristica di un tumore maligno e prima viene rilevata, più favorevole è la prognosi per il paziente. Il cancro del pancreas più spesso metastasi in:

Il trattamento del cancro del pancreas sarà più efficace se diagnosticato il prima possibile.

Metastasi pancreatiche - sintomi

I sintomi della malattia possono essere vari e dipendono dalla localizzazione delle metastasi. Succede che il tumore primario è molto piccolo e la diagnosi è identificata precisamente da formazioni secondarie - metastasi. I segni comuni caratteristici sono perdita di forza, accumulo di liquido nella cavità addominale, perdita di peso, nausea. Molto spesso, i pazienti riportano dolore nella parte bassa della schiena, che è simile alla sciatica o al nervo schiacciato.

Il cancro del pancreas con metastasi nei polmoni può diffondersi alla pleura, al pericardio, ai bronchi. I sintomi principali saranno tosse, emottisi, respiro corto, dolore dietro lo sterno. Con danni ai linfonodi periferici, verrà osservato il loro aumento, densificazione, che è facile da rilevare con la palpazione. Il trattamento del carcinoma del pancreas dipenderà dal tipo morfologico del tumore primario, dal grado di differenziazione e dalla prevalenza del processo tumorale. Le metastasi epatiche si manifestano con gravità, disagio, dolore nella parte destra e / o sinistra, diarrea, ittero ostruttivo.

Puoi diagnosticare questa malattia con diversi metodi: in primo luogo, questi sono ultrasuoni, TC, risonanza magnetica con organi addominali contrastanti. La tomografia computerizzata e la risonanza magnetica sono i metodi diagnostici più moderni che consentono di esaminare più accuratamente l'organo, i suoi cambiamenti patologici, le dimensioni e la localizzazione del tumore primario e delle metastasi.

La diagnosi di carcinoma pancreatico viene stabilita sulla base di uno studio morfologico (biopsia). Il medico preleva un campione del tumore con un ago (la procedura viene eseguita sotto la supervisione di un'ecografia) e lo esamina al microscopio. Grazie a un esame del sangue biochimico, una speciale oncoproteina, un antigene, può essere rilevata nel corpo. Un aumento significativo della sua concentrazione nel sangue indica più spesso la presenza di cellule tumorali nel corpo.

Vari metodi di trattamento di questo tipo di tumore mirano a migliorare la qualità della vita del paziente, riducendo il tasso di crescita del tumore. Le operazioni palliative si sono dimostrate buone. di conseguenza il deflusso della bile è facilitato o ripristinato.

Gli specialisti del centro di radioterapia OncoStop a Mosca che utilizzano la radioterapia stereotassica utilizzando l'apparato robotico CyberKnife trattano le metastasi del cancro del pancreas. I prezzi per il trattamento dipenderanno dal numero di neoplasie. Questo metodo di trattamento non causa complicazioni, non richiede un addestramento speciale e la successiva riabilitazione

Se sei interessato a questo metodo di trattamento, chiama i nostri consulenti per numero e ottieni informazioni complete sulle possibilità della radioterapia stereotassica sul dispositivo CyberKnife.

L'adenocarcinoma pancreatico si qualifica come una forma comune di malattia maligna che ha un effetto estremamente aggressivo su questo organo. In 8 pazienti su 10 con un decorso maligno rivelato nel pancreas, viene rilevata questa forma di patologia. La formazione si verifica dalle cellule ghiandolari, si distingue per il tasso di aumento e il relativo coefficiente di aggressività pancreatica. Spesso, la patologia si incontra sullo sfondo di un decorso prolungato di un tipo cronico di malattia del pancreas. L'adenocarcinoma nella testa è localizzato, si sviluppa nel maschio 2 volte più spesso, in relazione alla femmina.

L'adenocarcinoma pancreatico è grave, che è scarsamente soggetto al trattamento e per questo motivo si osserva una prognosi sfavorevole. Secondo l'istologia, la formazione di adenocarcinoma si verifica dalle cellule della mucosa del pancreas, allinea i canali escretori dell'organo, che spesso consiste nel corpo ghiandolare. Pertanto, si chiama adenocarcinoma duttale - duttale del pancreas. Esternamente, la formazione del tumore ha la forma di un nodo anormale, una tonalità chiara e una consistenza elastica.

Può essere posizionato sia all'interno che all'esterno del pancreas interessato. Il valore può raggiungere almeno 10 cm. Le cellule tumorali del pancreas crescono e si dividono rapidamente e lo strato epiteliale viene sostituito dal tessuto fibroso. L'istruzione in breve tempo lascia il pancreas, si diffonde agli organi vicini e metastatizza.

Il pericolo è che la malattia sia difficile da rilevare in fase di sviluppo. La malattia è spesso riparata nelle persone oltre i 60 anni.

È noto che l'insorgenza di adenocarcinoma si verifica a causa di un'anomalia del genoma delle cellule ghiandolari perfettamente normali, che dopo mutazione e moltiplicazione ostile. La medicina non conosce il motivo per cui questo accade, perché gli scienziati stanno considerando e identificando possibili ipotesi che portano a un tumore maligno della testa, analizzando le malattie dei pazienti con questa deviazione. Esistono diverse ragioni, il cui effetto sul corpo provoca la formazione di questa malattia.

Cause di adenocarcinoma pancreatico.

  1. Patologie diabetiche di tipo 1 e 2.
  2. Forma cronica di pancreatite con un lungo decorso.
  3. Asportazione precoce di una parte dello stomaco - questo porta a un malfunzionamento del pancreas, il rischio di sviluppo aumenta di 3 volte.
  4. Bere regolarmente, fumare.
  5. Malattie da sviluppo epatobiliare: colecistite, cirrosi, epatite.
  6. Stile di vita sedentario.
  7. Patologie ereditarie: poliposi adenomatosa, pancreatite.
  8. La presenza di un gene che aiuta nella formazione di un tumore d'organo.
  9. Assunzione regolare di prodotti cancerogeni.
  10. Contatto permanente con composti nocivi.
  11. Infezioni: è stata trovata una relazione con l'epatite virale, Helicobacter pylori. I microrganismi sono significativi come fattore nel cancro del fegato, dello stomaco, dell'intestino e delle malattie del pancreas.

Malattie come la cirrosi, il diabete, la pancreatite, se passano a lungo nello stadio cronico, portano a un tumore al pancreas.

Sintomi di patologia

La formazione dei sintomi clinici della patologia è determinata dalla localizzazione, intensità, grado di crescita. Se le dimensioni sono piccole, il paziente non avverte segni della malattia. Questo è il fattore principale, motivo per cui viene registrata una chiamata in ritardo al medico..

Se il nodo diventa più grande, schiaccia i dotti del pancreas, contribuisce al deterioramento dello spreco di bile e succo pancreatico.

L'adenocarcinoma pancreatico si manifesta in 2 tipi di sintomi.

Con lo sviluppo di segni specifici, il paziente deve affrontare:

  • con un'alta proprietà nel corpo della bile, che è provocato dal blocco del dotto biliare. Si sviluppa nausea, prurito della pelle, ittero;
  • pancreatite secondaria: il lavoro degli enzimi cambia, il pancreas si infiamma;
  • secondario a causa della mancanza di glucosio;
  • la presenza di elementi del sangue nelle urine e negli escrementi;
  • gonfiore del peritoneo dovuto al fluido accumulato.

Tutti questi sintomi si verificano nelle fasi avanzate della malattia e indicano processi tumorali attivi..

I segni non specifici hanno le seguenti manifestazioni:

  • nella zona della costola destra e dell'addome inferiore;
  • deviazioni digestive - diarrea, bruciore di stomaco, costipazione;
  • perdita di peso e mancanza di desiderio di mangiare;
  • debolezza nel corpo;
  • stanchezza, letargia;
  • anemia;
  • apatia;
  • un aumento della temperatura - spesso indica la comparsa di un'infezione nei dotti biliari, vescica, infiammazione dei tessuti ghiandolari, distruzione della formazione, suppurazione, fistole interne.

Quando viene raggiunto l'adenocarcinoma di grandi dimensioni, è possibile palparlo. Aumento del fegato, cistifellea, milza.

Tutte queste manifestazioni si sviluppano quando la chirurgia del tumore non è possibile, il che riduce significativamente la durata della vita.
Nella fase della metastasi, i segni dipenderanno dalla posizione di altri focolai di cancro. Quasi sempre, il processo viene trasmesso da un forte dolore, specialmente quando si trovano cellule tumorali nel tessuto osseo, aree in cui i nervi sono concentrati.

Quando un adenocarcinoma entra nella cavità intestinale, vengono registrati:

  • intussuscezione;
  • emorragia interna.

In presenza di focolai multipli nella cistifellea, nel fegato, nella formazione di carenza acuta e coma di organi.

Classificazione

Esistono 4 gradi di differenziazione cellulare del carcinoma del pancreas.

  1. La forma indifferenziata di adenocarcinoma G14 è la più pericolosa, procede rapidamente e ha sempre un esito fatale. Le metastasi in breve tempo hanno un effetto dannoso sul corpo, divergendo nel flusso sanguigno e linfatico.
  2. Adenocarcinoma G3 di basso grado - ha un decorso fibrotico. Esistono diverse dimensioni di cellule atipiche che producono intermittentemente muco. Il processo di malignità ha un rapido sviluppo.
  3. G2 moderatamente differenziato: l'organizzazione include componenti tubolari atipici di varie dimensioni, forme e anche elementi di strutture duttali. La divisione cellulare è lenta, c'è un'alta minaccia di complicanze e metastasi.
  4. Adenocarcinoma G1 altamente differenziato - costituito da tessuto epiteliale, la struttura cellulare è tubolare, di forma irregolare. Producono molto muco. Sviluppo lento della malattia.

C'è anche una classificazione per posizione.

  1. L'adenocarcinoma duttale duttale è il più comune, riscontrato nel 90% dei casi. La formazione è aggressiva, in rapida crescita, metastatizzante. Il tumore può chiudere completamente il dotto escretore della ghiandola, a causa del quale viene registrato lo sviluppo della necrosi asettica dei tessuti molli con una maggiore minaccia di necrosi pancreatica, che termina con la morte.
  2. Tumore alla testa: un processo doloroso viene spesso rilevato nella fase terminale del decorso maligno, che è considerato inoperabile. Le metastasi continuano a diffondersi in modo aggressivo, nonostante l'assunzione di farmaci citostatici. La malattia scompare in un contesto di disturbi digestivi, il paziente perde peso in modo drammatico, il dolore è addominale. Prognosi sfavorevole.
  3. Adenocarcinoma di coda - formato in questa zona, spesso blocca la vena che proviene dalla milza. Ciò porta a una rapida crescita dolorosa dell'organo, ampliando le vene dello stomaco e dell'esofago. Senza aiuto, i vasi si romperanno, apparirà una perdita di sangue interna, che non è sicura per la vita. Il paziente avverte dolore all'addome, il grasso appare nelle feci.

Fasi della malattia

La malattia ha le seguenti fasi del processo oncologico:

  • 0 - il cancro si ferma, i processi maligni iniziano solo a nucleare, durano a lungo, senza manifestazioni;
  • 1 - il tumore non lascia il bordo del pancreas, l'assenza di metastasi e sintomi è fissa;
  • 2 - la formazione si estende ai dotti che rimuovono la bile, il duodeno 12. Non ci sono metastasi nei linfonodi;
  • 3 - viene fissata la diffusione dell'adenocarcinoma alla milza, allo stomaco, ai grandi vasi sanguigni, ai nervi, all'intestino;
  • 4 - l'adenocarcinoma maligno metastatizza attivamente organi interni, linfonodi.

Metodi diagnostici

Poiché non ci sono quasi segni nella fase iniziale dell'adenocarcinoma o compaiono in un modo specifico, è difficile supporre che si tratti di cancro agli organi del pancreas.

Fondamentalmente, i pazienti vanno dal medico quando si verificano dolore o ittero e questi sintomi indicano l'abbandono della malattia. È molto importante condurre una diagnosi precoce della malattia, rileverà l'adenocarcinoma nella fase iniziale. Per fare questo, è necessario essere sistematicamente esaminati.

Inizialmente, il medico raccoglie un'anamnesi, un'enfasi speciale è posta sulla forma cronica di diabete e pancreatite e malattie genetiche che sono state sottoposte a trattamento chirurgico sullo stomaco. Quindi il paziente viene esaminato fisiologicamente. Con l'aggiunta delle dimensioni del fegato, della bile, del pancreas, è possibile la presenza di adenocarcinoma.

Per confermare la diagnosi, il paziente passa attraverso:

  • urina biochimica o generale;
  • marcatori tumorali.

Per identificare la posizione dell'adenocarcinoma, dimensioni, tipo, utilizzare i metodi di visualizzazione.

Rilevano le malattie con la nomina della diagnostica ecografica, CT. Grazie a questi metodi, è visibile la struttura dell'organo, il cambiamento, il tipo e la localizzazione del cancro. Puoi vedere il pancreas con gli ultrasuoni usando un endoscopio, viene portato al tumore attraverso l'intestino. A volte eseguono la diagnostica radiologica.

Vengono inoltre eseguite le seguenti misure diagnostiche per la rilevazione dell'adenocarcinoma:

  • puntura biopsia;
  • tomografia ad emissione di positroni;
  • angiografia;
  • Laparoscopia.

Il modo più informativo per diagnosticare la patologia è un'analisi istologica dei frammenti di organi che vengono prelevati durante una biopsia.

Trattamento del carcinoma del pancreas ghiandolare

L'unico metodo efficace per il trattamento dell'adenocarcinoma è l'intervento chirurgico necessario già nelle fasi iniziali della malattia.

Il trattamento chirurgico è estremamente difficile, durante la procedura chirurgica vengono asportate particelle di organo insieme al tumore e vengono rimossi i canali della ghiandola e parte dell'intestino. Ma tale trattamento dell'adenocarcinoma pancreatico viene effettuato solo il 10-30% dei pazienti, poiché il rilevamento della malattia nella fase di formazione è un fenomeno raro.

Se l'adenocarcinoma viene rilevato in una fase avanzata, quando le metastasi vengono trasferite al fegato, ai polmoni, ai linfonodi, la terapia chirurgica è inappropriata. In tale situazione, verranno offerti la chemioterapia, le radiazioni. Ma vale la pena considerare che i tumori cancerosi dell'organo hanno un'alta resistenza alla chemioterapia e possono facilmente adattarsi a nuovi farmaci.

Le medicine non aiutano il paziente nel trattamento completo della malattia. Pertanto, il trattamento farmacologico è definito come terapia palliativa. Tale trattamento consiste nel migliorare il benessere del paziente, il massimo.

Farmaci che sono prescritti in presenza di adenocarcinoma pancreatico.

Il principale metodo terapeutico dell'educazione progressiva è la chemioterapia, che è raccomandata in tutte le situazioni di patologia..

Un tipo di trattamento promettente è la chemioembolizzazione arteriosa selettiva, che promuove il contatto prolungato del cancro e la chemioterapia in alta saturazione. Oggi questo metodo è ancora allo studio, ma è già stata notata la sua efficacia incoraggiante. I pazienti hanno un'aspettativa di vita più lunga e meno istruzione.

Previsione e prevenzione della malattia

Ogni giorno sul tavolo sono cibi sani di origine vegetale. Vale la pena sbarazzarsi di tali abitudini negative come fumare e bere alcolici..

È possibile ridurre la minaccia della formazione di patologie se si trattano tempestivamente quelle malattie che provocano il cancro.

  1. Pancreatite cronica.
  2. Patologia diabetica.
  3. Adenoma pancreatico.

In presenza di adenocarcinoma pancreatico, la prognosi è scarsa. Fino ad ora, non esiste una metodologia specifica per la diagnosi precoce, un modo per fermare la diffusione e la crescita. Perché i risultati della malattia sono deludenti.

  1. L'aspettativa di vita del paziente dal momento del risveglio della patologia non è superiore a un anno e mezzo.
  2. Circa il 2% dei pazienti vive 5 anni.
  3. Quando si verifica il reintervento, esiste una possibilità di vita fino a 5 anni.

Al fine di evitare le conseguenze fatali causate da questa formazione oncologica, con la comparsa di sintomi di disturbi nel funzionamento degli organi digestivi, è necessario cercare immediatamente l'aiuto di medici, essere esaminati e sottoporsi a una terapia complessa.

Negli ultimi anni, gli oncologi di tutto il mondo si trovano più spesso di fronte a una diagnosi di adenocarcinoma pancreatico. Gli scienziati collegano questo fatto con un significativo deterioramento della situazione ambientale e delle caratteristiche nutrizionali dell'uomo moderno..

Descrizione e statistiche

L'adenocarcinoma pancreatico è una grave forma di cancro che è scarsamente curabile e quindi ha una prognosi sfavorevole. Il numero di pazienti aumenta ogni anno in tutti gli angoli del mondo, che dal punto di vista degli specialisti è spiegato da un cambiamento nella qualità delle risorse naturali nella direzione negativa e nella vita umana.

L'adenocarcinoma, secondo l'istologia, è formato da cellule della mucosa pancreatica, che rivestono i dotti escretori dell'organo, di cui è costituito principalmente il corpo ghiandolare. Pertanto, si chiama duttale (tradotto da "canale" duttale, "duttale"). Esternamente, il tumore sembra un nodo di forma irregolare, che ha una tonalità chiara e consistenza elastica.

La neoplasia si trova sia all'interno dell'organo interessato, sia all'esterno. La dimensione dell'adenocarcinoma può raggiungere 10 o più centimetri. Le cellule tumorali crescono e si dividono abbastanza rapidamente, mentre lo strato epiteliale viene sostituito dal tessuto fibroso. Il tumore si estende rapidamente oltre la ghiandola, si diffonde agli organi vicini e metastatizza..

Il pericolo di patologia è dovuto al suo raro rilevamento nelle fasi iniziali. La malattia si verifica nel 90% dei casi di cancro al pancreas. Di fronte ci sono soprattutto persone di età superiore ai 60 anni, nelle persone di età inferiore ai 30 anni, il cancro di questo organo praticamente non rileva.

Secondo la classificazione internazionale delle malattie, il codice ICD-10: C25 Cancro al pancreas.

Le cause

L'oncologia fornisce un elenco di fattori presuntivi che possono causare lo sviluppo di adenocarcinoma pancreatico. Li elenchiamo:

  • cibo squilibrato, mancanza di un regime: tutto ciò provoca problemi al tratto digestivo, anche il pancreas, che è responsabile dei normali processi di digestione;
  • cattive abitudini - abuso di alcol e nicotina. È dimostrato che le persone con dipendenze affrontano il cancro 4 volte più spesso;
  • predisposizione ereditaria. L'assenza di un gene specifico nel corpo che può prevenire la formazione di un processo maligno nel pancreas;
  • storia di malattie familiari. Le patologie che si trasmettono da generazioni e possono causare l'insorgenza di adenocarcinoma includono la polidenosi di tipo adenomatoso, la sindrome di Gardner, l'atassia-telangeetoksiya, la pancreatite ereditaria. A proposito, quest'ultimo provoca questa malattia nel 40% dei casi nelle persone di età compresa tra 60 e 70 anni;
  • stile di vita sedentario, sovrappeso;
  • una storia di interventi chirurgici sullo stomaco. Le operazioni hanno un effetto diretto sul tratto gastrointestinale, interferendo, tra le altre cose, con l'attività funzionale del pancreas e aumentando le possibilità di contrarre il cancro;
  • contatto con prodotti chimici - pesticidi, metalli pesanti, ecc.
  • malattie croniche - cirrosi, diabete e pancreatite possono anche causare il cancro nel tratto digestivo, incluso il pancreas.

Chi è a rischio?

L'adenocarcinoma si riferisce a condizioni patologiche che si trovano nei parenti. Cioè, l'eredità disfunzionale richiede un atteggiamento più attento alla propria salute.

Inoltre, le persone con carcinoma del pancreas spesso soffrono di alcolismo, pancreatite e diabete. Se una persona combina due fattori avversi contemporaneamente, il rischio di ammalarsi aumenta di 10 volte.

Sintomi

I segni clinici di adenocarcinoma sono divisi in due gruppi: specifici e non specifici.

Nella fase iniziale del processo maligno, non ci sono praticamente cambiamenti visibili nel benessere, in relazione ai quali esiste un appello tardivo per l'assistenza medica.

Circa sei mesi prima dell'inizio dei principali sintomi della malattia, una persona può notare intolleranza a odori e sapori, che non era prima. Alcuni sviluppano pancreatite acuta.

Il danno agli organi duttali provoca un aumento del fegato e della cistifellea, che consente di rilevare la neoplasia maligna mediante palpazione.

I seguenti fattori sono sintomi specifici della malattia:

  • ittero ostruttivo, che colpisce la pelle e le mucose di una persona e provoca prurito e nausea. Questi segni sono direttamente correlati alla compressione dei dotti biliari da parte del tumore, che aumenta il volume della bile;
  • pancreatite, che si è sviluppata sullo sfondo dell'infiammazione e della compromissione dell'attività funzionale dell'organo;
  • diabete causato da un carcinoma delle cellule che producono insulina;
  • ascite, che porta all'accumulo di liquido nella cavità addominale.

I segni non specifici della malattia sono quelli che sono caratteristici non solo del processo oncologico nel corpo, ma anche con vari disturbi infettivi e infiammatori del tratto gastrointestinale. Questi includono:

  • dolore nell'ipocondrio destro. Con l'adenocarcinoma, il disagio è dato alla colonna lombare e alla regione scapolare o sono di un tipo di herpes zoster;
  • disturbi dispeptici che provocano nausea, bruciore di stomaco, disturbi delle feci per natura di diarrea o costipazione, flatulenza, gonfiore;
  • mancanza di appetito fino all'anoressia e la perdita di peso associata;
  • letargia, depressione, difficoltà a dormire;
  • anemia.

Con lo sviluppo di metastasi nel corpo umano, compaiono sintomi che sono già associati a focolai maligni secondari. Ad esempio, se le cellule atipiche influenzano le terminazioni nervose o il tessuto osseo, il dolore si intensifica e diventa permanente..

Inoltre, le metastasi possono andare sulla parete intestinale, il che è molto probabile a causa della sua vicinanza al pancreas, in questo caso si verifica una condizione di ostruzione intestinale. Se il tumore è passato nei polmoni, i sintomi sopra elencati si uniscono a tosse, emottisi, febbre e insufficienza respiratoria.

Un altro segno della malattia è la comparsa di lipidi o grasso in eccesso nelle feci di una persona. Il cancro interferisce gravemente con il pancreas, riducendo la secrezione degli enzimi che sintetizza, necessari per la digestione. Questo è il motivo per cui il grasso si trova nelle feci..

Sospettare questo fatto non è affatto difficile. Se durante un movimento intestinale c'è un odore strano, precedentemente sconosciuto, e le feci rimangono a lungo sulla superficie dell'acqua e sono difficili da lavare, molto probabilmente sono sature di acidi grassi, che indicano un malfunzionamento del pancreas. Inoltre, le feci acquisiscono una tonalità insolitamente leggera e una trama argillosa. Spesso su questo sfondo, l'urina si scurisce.

fasi

L'adenocarcinoma pancreatico è caratterizzato dalle seguenti fasi dell'oncoprocesso considerate nella tabella.

fasiDescrizione
ZERO"Il cancro è a posto" - questo significa che i cambiamenti maligni stanno appena iniziando ad apparire nelle strutture cellulari. Il processo è lungo, nessun segno clinico.
PRIMOIl tumore è limitato alla ghiandola. Non ci sono metastasi e sintomi di patologia.
SECONDOLa neoplasia si estende oltre i confini dell'organo, ma non influisce sull'arteria mesenterica e sul tronco celiaco. Focolai secondari della malattia si trovano nei linfonodi regionali. Compaiono i primi segni di adenocarcinoma.
TERZOIl tumore colpisce l'arteria mesenterica e il tronco celiaco. I sintomi della patologia si intensificano.
IL QUARTOLa prognosi per il recupero è estremamente scarsa. Il processo maligno si diffonde attraverso i linfonodi, altri organi sono interessati.

Classificazione

Esistono quattro gradi di differenziazione del carcinoma del pancreas:

  1. Adenocarcinoma indifferenziato - G4. La variante più pericolosa della malattia in esame, che procede rapidamente e finisce sempre con la morte. Le metastasi in breve tempo influenzano il corpo, diffondendosi lungo il flusso sanguigno e linfatico.
  2. Adenocarcinoma di basso grado - G3. Ha una natura fibrosa. Le cellule atipiche sono disponibili in diverse dimensioni. Producono il muco in modo non uniforme. Il processo maligno si sta sviluppando rapidamente. Prognosi sfavorevole.
  3. Adenocarcinoma moderatamente differenziato - G2. La struttura comprende elementi tubolari atipici di varie dimensioni e forme ed elementi di strutture duttali. Le cellule, rispetto all'adenocarcinoma di basso grado, si dividono più lentamente. Aumento del rischio di complicanze e metastasi.
  4. Adenocarcinoma altamente differenziato - G1. È costituita da tessuto epiteliale, le cellule hanno una struttura tubolare e una forma irregolare. Produce una grande quantità di muco. Il processo patologico si sviluppa lentamente, con una rilevazione tempestiva di una prognosi favorevole per la sopravvivenza.

Oltre a differenziare il tumore in base al grado di malignità, esiste un'altra classificazione del carcinoma del pancreas in base al tipo di danno d'organo. Parliamone ulteriormente.

La variante istologica più comune della neoplasia. Viene rilevato nel 90% dei casi. Il tumore è aggressivo, cresce rapidamente e fornisce metastasi. Può causare la completa chiusura del lume dei dotti escretori del pancreas, in relazione al quale si sviluppa la necrosi asettica dei tessuti molli con un alto rischio di necrosi pancreatica, che termina con la morte. Durante tutto l'anno, la sopravvivenza è fino al 15% e la previsione quinquennale complessiva è dell'1%.

La condizione patologica è spesso determinata già nella fase terminale del processo maligno, che è considerata inoperabile. Ciò è dovuto al decorso latente della malattia, all'assenza di segni evidenti della malattia. La diffusione aggressiva delle metastasi continua, indipendentemente dai farmaci citostatici prescritti. La patologia procede sullo sfondo di disturbi digestivi, forte perdita di peso e dolore addominale. La previsione è estremamente sfavorevole.

Un tumore situato in questo posto di solito blocca la vena proveniente dalla milza, che provoca la sua rapida crescita patologica e le vene varicose dello stomaco e dell'esofago. In assenza di assistenza adeguata, le navi si rompono, si verifica un sanguinamento interno, che è pericoloso per la vita umana. Questa condizione è caratterizzata da dolore addominale e comparsa di grasso nelle feci..

La differenza tra adenocarcinoma e carcinoma pancreatico

Il pancreas è intensamente alimentato di sangue, quindi i tumori maligni, sia primari che secondari, spesso si sviluppano qui. Sono di diversi tipi, i principali sono adenocarcinoma e carcinoma.

L'adenocarcinoma è una malattia che si sviluppa con una mutazione dell'epitelio ghiandolare. Il più delle volte colpisce la testa del pancreas. È difficile distinguerlo dagli altri processi oncologici dell'organo, poiché i sintomi specifici della neoplasia sono spesso assenti. L'adenocarcinoma colpisce il pancreas principalmente negli uomini, nelle donne questo tumore si trova di solito nel torace. La prognosi per la sopravvivenza è scarsa, secondo le statistiche, la malattia uccide ogni anno almeno 20 mila persone nel mondo.

Il carcinoma è un tumore canceroso localizzato nel pancreas nel 10% dei casi. Un tumore di solito colpisce la testa dell'organo, meno spesso - la sua coda. La causa principale della malattia è la pancreatite cronica non trattata. La prognosi per il recupero è sfavorevole, a seconda del tempo di rilevazione del processo maligno.

Diagnostica

Poiché ai primi stadi l'adenocarcinoma praticamente non appare, ad eccezione dei sintomi non specifici, che sono facili da confondere con i segni di altri processi patologici nel tratto digestivo, è abbastanza difficile sospettare un processo oncologico. In genere, il paziente si lamenta del giallo della pelle e del dolore nell'ipocondrio, che indica la gravità della malattia.

La diagnosi precoce dell'adenocarcinoma è estremamente importante, la salute umana e l'aspettativa di vita dipendono da questo. La diagnosi deve basarsi su un esame completo..

Dopo aver raccolto un'anamnesi, che sottolinea l'assenza o la presenza di pancreatite cronica e diabete in una persona, viene effettuato un esame diretto del paziente. Se viene rilevato un allargamento patologico del pancreas o della cistifellea, possiamo parlare dello sviluppo dell'adenocarcinoma.

Per confermare o confutare la diagnosi, al paziente vengono assegnati test di laboratorio: esami del sangue e delle urine, marker tumorali. Allo stesso stadio, si consiglia l'ecografia, che ti permetterà di studiare l'ecogenicità dell'organo, le violazioni in esso, la prevalenza del processo del cancro. La radiografia è meno comunemente usata..

Secondo la testimonianza, uno specialista può prescrivere:

  • MRI Esegue lo stesso compito degli ultrasuoni, ma in modo più dettagliato e nei minimi dettagli.
  • Biopsia di puntura. Un pezzo di biomateriale viene prelevato dal sito oncologico, che viene valutato per il tipo e il grado del processo oncologico..
  • PET (tomografia al positrone). Valuta la presenza di metastasi - tumori secondari nel corpo. Usato raramente a causa dei costi.
  • Angiografia. Consente di valutare i processi di afflusso di sangue nel pancreas e nella neoplasia interessati.
  • Laparoscopia. Metodo diagnostico mini-invasivo che consente di studiare un tumore maligno, metastasi, ecc..

Trattamento

L'unica opzione efficace per il controllo dell'adenocarcinoma pancreatico è la chirurgia. Durante questo, non solo le parti dell'organo colpite dall'oncologia vengono rimosse, ma anche singoli segmenti di tessuti vicini: la milza, lo stomaco e l'intestino al fine di prevenire la ricaduta della malattia.

Sfortunatamente, il trattamento chirurgico è prescritto letteralmente per dozzine di pazienti, poiché la sua attuazione non è più rilevante nelle fasi successive..

Altri modi per trattare l'adenocarcinoma pancreatico sono la chemioterapia e le radiazioni..

E qui voglio notare subito che le cellule atipiche dell'organo interessato reagiscono male agli effetti dei farmaci, quindi ogni paziente è selezionato per il trattamento secondo un protocollo individuale. Di norma, implica l'uso di più agenti chemioterapici contemporaneamente..

Le radiazioni sono prescritte ai pazienti prima dell'intervento chirurgico. E i moderni metodi di esposizione alle radiazioni consentono di influenzare il tumore direttamente durante l'operazione. Questa opzione è sempre prescritta in combinazione con la chemioterapia..

Recentemente, è stato praticato l'uso della terapia mirata. Questo è un metodo efficace per combattere il cancro, che si basa sull'uso di farmaci che agiscono esclusivamente contro le neoplasie atipiche e non danneggiano i tessuti sani. Tale trattamento è tollerato con successo da molti pazienti, ha buone possibilità di recupero, ma non è economico, quindi viene raramente utilizzato nella pratica.

Nella fase terminale dell'adenocarcinoma pancreatico, qualsiasi metodo di trattamento diventa praticamente inefficace. Pertanto, in questa fase, si raccomanda un effetto palliativo, il cui compito è alleviare i segni clinici e il benessere generale del paziente.

Rimozione del pancreas

La questione della resezione dell'organo interessato è decisa individualmente dagli specialisti, a seconda dello stadio del processo maligno. Se è necessario rimuoverlo, la malattia non è considerata trascurata e il tumore non è riuscito a diffondersi oltre il pancreas. In tale situazione, è indesiderabile ritardare il tempo al fine di prevenire il fatto di dispersione di cellule atipiche. La rimozione può anche essere effettuata nelle fasi successive dell'adenocarcinoma al fine di facilitare il benessere del paziente, ma non di alleviarlo dalla malattia.

Una resezione completa del pancreas elimina il processo tumorale che colpisce il suo tessuto. Tale operazione, di norma, è tollerata in modo soddisfacente e non ha gravi conseguenze. L'unica cosa che sarà richiesta in futuro è la somministrazione da parte del paziente di farmaci enzimatici che sostituiscono le funzioni di un organo distante.

Dopo la resezione del pancreas, a volte viene praticata la chirurgia plastica ricostruttiva, mirata a ripristinare i dotti e fornire continuità intestinale, ma non è necessario per questo. Il trapianto di organo donatore o il trapianto per malattie maligne non viene eseguito, poiché il successo di questo evento sarà minimo.

Trattamento alternativo

Il trattamento dell'adenocarcinoma pancreatico è un processo lungo. In molti modi, dipende dalle caratteristiche individuali del corpo del paziente. Pertanto, quando si tratta di medicina tradizionale, questo metodo viene messo in discussione dalla maggior parte dei professionisti.

Le ricette non provate a base di ingredienti vegetali e animali, senza dubbio, possono avere effetti positivi sul crescente processo maligno, ma non possono curarlo, altrimenti non sarebbe necessario sviluppare oncologia e anatomia come scienza. Pertanto, è meglio non ricorrere alla terapia tradizionale, ma contattare immediatamente specialisti qualificati per fornire assistenza adeguata.

Recupero dopo il trattamento

Il processo di riabilitazione deve essere eseguito sotto la supervisione di un medico. La sua durata dipende direttamente dal metodo di trattamento. Per accelerare il recupero, è necessario seguire i consigli seguenti:

  • evitare lo stress fisico e mentale;
  • seguire una dieta rigorosa;
  • non subire il raffreddamento e il surriscaldamento;
  • visitare un medico in tempo.

Inoltre, al paziente viene prescritta una terapia conservativa volta a reintegrare gli enzimi e gli ormoni che mancano in relazione alla resezione dell'organo interessato (Creonte, Penzital, ecc.), Nonché ai farmaci antidolorifici - Ketorolac, No-shpa.

Dieta

La nutrizione per l'adenocarcinoma pancreatico dovrebbe essere il più parsimoniosa possibile per il tratto digestivo, dal momento che una persona manca degli enzimi che l'organo interessato precedentemente produceva. Tutto ciò influisce sul normale assorbimento del cibo. Quindi, una dieta terapeutica dovrebbe includere i seguenti aspetti:

  • Rifiuto di zuccheri e carboidrati leggeri.
  • Minimizzazione delle proteine.
  • Inclusione nel menu di frutta e verdura non amidacee, ad esempio vari tipi di cavolo (cavoletti di Bruxelles, cavolfiore, ecc.).
  • L'uso di bacche - lamponi, fragole, ecc..
  • La base della dieta dovrebbe essere pesce e latticini..
  • È importante abbandonare carni rosse, frattaglie e tuorlo d'uovo.

Inoltre, è necessario assumere regolarmente complessi multivitaminici, poiché una carenza di determinate sostanze può influire negativamente sullo stato del sistema immunitario e sulla digestione in generale.

Il decorso e il trattamento della malattia nei bambini, in gravidanza e in allattamento, anziani

Bambini. Molto spesso, la patologia è comune tra gli uomini di età superiore ai 50 anni, ma può verificarsi anche tra bambini e donne di qualsiasi età. Le cause dell'adenocarcinoma nei giovani pazienti sono il fatto di fumo passivo, disturbi autoimmuni nel corpo, ereditarietà sfavorevole e anomalie intrauterine nello sviluppo del feto. Segni evidenti della malattia compaiono circa sei mesi dopo l'inizio del processo maligno - in questo caso, la situazione è considerata già irreversibile. La prognosi per la sopravvivenza con questa diagnosi non è la più rosea, poiché anche nei bambini con diagnosi precoce della patologia, c'è un'alta probabilità di pericolose complicazioni sotto forma di sepsi, peritonite, emorragie interne e altre condizioni che portano alla morte. Per questo motivo, i genitori dovrebbero essere più attenti alla salute del loro bambino - mantenere la loro immunità, proteggere dallo stress e dall'automedicazione, organizzare una dieta equilibrata e consultare uno specialista in tempo se ci sono problemi o per una visita medica programmata.

Gravidanza e allattamento Durante la gravidanza e l'allattamento al seno, lo sviluppo dell'adenocarcinoma pancreatico può essere influenzato da fattori come i cambiamenti ormonali nel corpo, le difese immunitarie indebolite, la pressione naturale dell'utero sul tratto digestivo, il flusso sanguigno accelerato e l'aumento del volume del sangue circolante. Il protocollo di trattamento per il paziente viene selezionato individualmente. Nel primo trimestre, i medici raccomandano di abortire per salvare la vita della madre. Nelle fasi successive, una donna riceve farmaci che accelerano lo sviluppo del feto e alleviano i sintomi della malattia e dopo il parto si sottopone al corso principale della terapia antitumorale. Il paziente, sia in fase di gravidanza che in allattamento, deve avere piena fiducia del medico e delle sue raccomandazioni e non impegnarsi in automedicazione.

Vecchiaia. La malattia colpisce più spesso gli anziani nell'intervallo 60-68 anni. La natura silenziosa dell'adenocarcinoma nelle prime fasi del processo maligno di solito ha esiti deplorevoli dell'esito patologico. La sopravvivenza a cinque anni tra le persone oltre i 50 anni non supera l'1%.

Trattamento dell'adenocarcinoma pancreatico in Russia e all'estero

Un adenocarcinoma che colpisce il pancreas richiede un trattamento immediato da parte di un oncologo qualificato e l'inizio di misure terapeutiche urgenti. Ti offriamo di scoprire come si svolge la lotta contro di essa in alcune parti del mondo.

Trattamento in Russia

Sulla base di misure diagnostiche, gli specialisti domestici elaborano regimi terapeutici individuali, compreso l'uso di varie tecnologie innovative di intervento conservativo e chirurgico. Il costo dei servizi può essere pagato dalla polizza assicurativa medica obbligatoria. Il trattamento a pagamento in Russia dipende dalla reputazione dell'istituzione medica, dallo stadio della malattia, dalla presenza o dall'assenza di metastasi.

Considera i prezzi medi per la diagnosi e il trattamento di questa malattia a Mosca e San Pietroburgo.

  • Consultazione di un gastroenterologo: da 700 a 2 mila rubli.
  • Ultrasuoni del pancreas: 800 rubli.
  • TC e risonanza magnetica dell'addome: circa 5 mila rubli. per ogni procedura separatamente.
  • Angiografia delle navi dell'organo: 18 mila rubli.
  • Laparoscopia addominale: 10-15 mila rubli.
  • Rimozione della coda e del corpo del pancreas: 60 mila rubli.
  • Resezione della testa del pancreas e del duodeno (operazione radicale): 40-80 mila rubli., Dipende dai metodi di elaborazione del moncone e dal metodo di collegamento dei dotti biliari.

Dove posso ottenere aiuto a Mosca e San Pietroburgo?

  • Ospedale centrale n. 1 delle ferrovie russe JSC, Mosca. Qui vengono eseguiti tutti i tipi di trattamenti chirurgici sul tratto digestivo. I reparti ambulatoriale e ambulatoriale operano contemporaneamente. Dopo l'intervento chirurgico, il paziente può sottoporsi a un corso di riabilitazione completo. I prezzi per il trattamento in questa clinica sono più bassi che nel resto della regione.
  • Ospedale clinico centrale dell'Accademia delle scienze russa, Mosca. Una delle più grandi cliniche dell'Accademia delle scienze russa. Qui puoi ottenere consigli da un gastroenterologo e oncologo, condurre gli esami necessari e il trattamento chirurgico dell'adenocarcinoma in ospedale, che questa clinica ha.
  • City Oncology Center, San Pietroburgo. Un'istituzione medica completa è specializzata nella diagnosi e nel trattamento delle malattie associate al trattamento dei tumori nel pancreas. Il dispensario comprende reparti di cancro e gastroenterologici.

Considera le recensioni di alcune cliniche.

Natalia, 36 anni. “L'adenocarcinoma è stato operato per mio padre nell'ospedale centrale n. 1 delle ferrovie russe a Mosca. Come dipendente delle ferrovie russe, l'assistenza è stata fornita gratuitamente su una quota. Il trattamento ha avuto successo. 2 mesi papà era in riabilitazione. Speriamo per il meglio ".

Svetlana, 42 anni. “Con un adenocarcinoma pancreatico, mia madre è stata mandata al dispensario oncologico della città di San Pietroburgo. Il tumore era secondario, cioè le metastasi erano già iniziate e tutto era iniziato. "I dottori hanno fatto molto per prolungare e, soprattutto, rendere la sua vita più facile, per questo sono molto grato a loro".

Trattamento in Germania

Gli specialisti tedeschi hanno una lunga e positiva esperienza nel trattamento dei tumori maligni del pancreas, dedicando molto tempo e ricerche scientifiche a questo problema, principalmente legate alla diagnosi precoce della malattia. Passando alle cliniche in Germania, puoi essere sicuro che l'assistenza verrà fornita ad alto livello..

Il principale metodo di trattamento dell'adenocarcinoma pancreatico nei tedeschi è la chirurgia. Anche nelle fasi terminali del processo maligno, gli specialisti cercheranno di offrire un aiuto complesso e completo che dà speranza per un risultato di successo nelle situazioni più senza speranza. Ciò si ottiene grazie alla moderna tecnica di radioterapia IGRT, al trattamento CiberKnife e molto altro..

Il costo dell'esame per la conferma dell'adenocarcinoma pancreatico in Germania varia intorno a 2,5 mila euro. Il prezzo di un trattamento chirurgico e medico completo parte da 11 mila euro. Soggiorna in una camera confortevole - a partire da 110 euro al giorno. Se sono necessarie radiazioni o chemioterapia, il costo di queste procedure è di 7 mila euro.

Dove chiedere aiuto in Germania?

  • Offre una gamma completa di servizi medici per le malattie dell'apparato digerente, incluso il cancro.
  • Clinica per chirurgia generale, addominale e tumorale, Monaco. Sia gli adulti che i piccoli pazienti sono i benvenuti qui. Un approccio moderno alla diagnosi e al trattamento dell'oncologia soddisfa i più alti requisiti e aspettative sia del paziente che dei suoi parenti.
  • Centro clinico, Dortmund. Clinica che offre una gamma completa di servizi per la lotta contro le malattie maligne.

Ti invitiamo a prendere in considerazione le recensioni delle strutture mediche elencate.

Marina, 38 anni. “La clinica gastroenterologica di Josephine è stata curata con il cancro del pancreas da sua sorella. La diagnosi è stata confermata sul posto, dicendo che si trattava di un adenocarcinoma. Il trattamento è stato difficile ma efficace. Grazie a tutti i dottori che hanno lavorato con mia sorella "..

Igor, 45 anni. “Dopo la pensione, a mio padre è stato somministrato l'adenocarcinoma pancreatico e ha avvertito che in Russia ci sono poche possibilità di guarigione. Ci siamo rivolti in Germania, al centro clinico di Dortmund. Mi è piaciuto sia l'atteggiamento che la gamma di assistenza fornita ”.

Trattamento dell'adenocarcinoma pancreatico in Israele

Anche con un sospetto non confermato di un processo maligno nel pancreas, si raccomanda di essere esaminato in breve tempo. Cosa è incluso nel protocollo diagnostico nelle istituzioni cliniche in Israele?

  • Esami del sangue approfonditi (generale, biochimica, marker tumorali, ecc.): $ 770.
  • Ultrasuoni con Doppler delle navi dell'addome: $ 490.
  • Scansione TC dell'addome: $ 950.
  • Body PET (integra i risultati CT e conferma o elimina la presenza di metastasi): $ 2000.
  • Gastroscopia in anestesia con test HP: $ 1.100.

La fase iniziale dell'esame non dura più di 5 giorni. Se la presenza di un processo maligno nel pancreas è confermata, sono necessari un gastroenterologo ($ 580) e una biopsia d'organo sotto controllo ecografico ($ 3.750). Inoltre, si raccomanda l'istochimica e l'istopatologia urgenti (da $ 1000 a $ 1700), la procedura dura 72 ore.

Come viene trattato l'adenocarcinoma pancreatico in Israele?

Se il processo maligno si trova rigorosamente nell'organo interessato e, molto probabilmente, nei linfonodi di importanza regionale, l'operazione viene eseguita. Il suo volume dipende direttamente dalla posizione della neoplasia - nella testa, nel corpo o nella coda. L'intervento chirurgico stesso può essere effettuato non solo con il metodo classico, ma anche con l'aiuto del dispositivo IRE (nanoskin), che ha un effetto meno traumatico sull'area operata.

Quando il tumore si trova nella coda del pancreas, ricorrono alla pancreatotomia distale. Il prezzo dell'intervento è di $ 38.000 con l'inclusione in questo importo di 8 giorni di ricovero in ospedale del paziente.

Quando si localizza il processo maligno nella testa dell'organo, viene scelta la chirurgia Whipple. Il suo costo è di $ 46.000 con 10 giorni di degenza in ospedale.

Con la posizione della neoplasia nel corpo del pancreas, la tecnica di intervento chirurgico è determinata dal chirurgo addominale. Molto spesso, la resezione subtotale degli organi viene utilizzata con l'escissione dei tessuti interessati da un certo numero di essi. Il prezzo di tale operazione è di $ 45.000 con una degenza di 8 giorni in clinica.

Vorrei sottolineare che negli ospedali pubblici israeliani il costo dell'esame diagnostico e del trattamento potrebbe essere leggermente inferiore.

Dopo la dimissione, si consiglia a ciascun paziente di rimanere nel paese per un massimo di 14 giorni per monitorare il proprio benessere. Durante questo periodo di tempo, di norma, viene consultato un gastroenterologo-oncologo (circa $ 550) per spiegare ulteriori azioni (necessità di dieta, chemioterapia, ecc.). Se una persona vuole continuare il trattamento in Russia, gli esperti israeliani lo raccomandano ai centri medici che operano con metodi simili a Mosca e San Pietroburgo.

  • Clinica Assuta, Tel Aviv. Secondo medici stranieri, questo è il luogo ideale per un chirurgo e un paziente, poiché qui sono state create sale operative e diagnostiche ad alta tecnologia, garantendo un alto successo nel trattamento.
  • Una clinica statale, dove i prezzi sono quasi il 20-50% più bassi rispetto ad altri in Israele, il che è importante per le persone con capacità finanziarie limitate. In questo caso, la qualità delle cure per i malati di cancro non soffre..
  • Clinica "Medis Center", Tel Aviv. Ha una sua filiale a Mosca. L'ospedale ha operazioni e esami radiologici.

Considera le recensioni delle istituzioni mediche elencate.

Alla, 40 anni. “Mia madre è stata operata per adenocarcinoma pancreatico in Israele presso lo Sheba Hospital. Le impressioni della terapia sono buone: prezzi ragionevoli, alta qualità delle cure, risultati eccellenti ".

Irina, 45 anni. “Mia sorella ha avuto un adenocarcinoma pancreatico subito dopo il parto. È stata operata presso il Centro di Medis in Israele, quindi la chemioterapia è stata eseguita nella propria clinica, ma già a Mosca. Tutto andò bene. ".

Le recidive

Le cellule atipiche possono rimanere nel corpo anche dopo un intervento chirurgico radicale. Le persone che hanno subito un trattamento chirurgico di adenocarcinoma pancreatico devono essere particolarmente attenti alla comparsa di eventuali segni che indicano il ritorno della malattia.

I primi sintomi di una ricaduta del processo maligno sono il dolore nella cavità addominale, che a volte si estende alla schiena. Una persona può sviluppare ittero ostruttivo, prurito della pelle, oscuramento delle urine e alleggerimento delle feci. Gli individui hanno il diabete.

Con lo sviluppo della ricaduta dell'adenocarcinoma, il dolore aumenta e il benessere generale del paziente soffre. Si trova di fronte a perdita di peso, ipertermia, debolezza e affaticamento.

L'oncologia secondaria viene diagnosticata mediante ultrasuoni, risonanza magnetica o PET. Se viene rilevata una ricaduta della malattia, al paziente vengono nuovamente prescritti corsi di chemioterapia e radioterapia, con tumori di grandi dimensioni - chirurgia.

complicazioni

Con adenocarcinoma pancreatico, soffrono le funzioni dell'organo interessato e del corpo nel suo insieme. Prima di tutto, una persona deve affrontare anoressia e anemia grave da carenza di ferro. Questi processi sono dovuti allo sviluppo di una persistente avversione al cibo e all'incapacità di assimilarlo normalmente a causa della mancanza di enzimi necessari che si trovano nel succo pancreatico.

Quindi la malattia colpisce i tessuti dell'organo, provocando la comparsa di focolai necrotici, formazioni purulente, fistole e tasche nella cavità addominale, che prima o poi porta alla peritonite o a un processo infiammatorio diffuso nell'addome. Può anche verificarsi la formazione di trombosi mesenterica, che provoca la morte di una persona entro 24 ore. Questa complicazione non è praticamente suscettibile di misure diagnostiche e viene rilevata già durante la patologia del corpo del defunto.

Metastasi

Nell'adenocarcinoma pancreatico, le cellule atipiche si disperdono precocemente e molto intensamente. Questo processo patologico può avvenire immediatamente in tre modi, che indicheremo nella seguente tabella..

Modi di metastasiDescrizione
SANGUE TOTALELe cellule tumorali si diffondono con il sangue dopo che il tumore ha invaso la vascolarizzazione. Si insediano nei reni, nel fegato, nei polmoni, nel cervello e nel tessuto osseo, cioè focolai oncologici secondari possono formarsi in qualsiasi parte del corpo.
SISTEMA LINFATICOIl processo di metastasi prevede diverse fasi:
  • il danno ai linfonodi regionali situati vicino al pancreas è notato nelle fasi iniziali del processo oncologico;
  • la penetrazione delle cellule atipiche nei linfonodi localizzati nello stomaco e nel duodeno;
  • danno ai linfonodi situati nella parte mesenterica dell'organo;
  • diffusione di elementi cancerosi nei linfonodi dello spazio retroperitoneale nella fase terminale della malattia.
CAVITÀ ADDOMINALELe cellule atipiche entrano nella mucosa intestinale, negli organi pelvici e nella cavità addominale.

Esiste anche una definizione come la penetrazione di una neoplasia pancreatica. Significa che il tumore cresce in tessuti situati vicino all'organo interessato. Ad esempio, con un adenocarcinoma della coda della ghiandola, il processo maligno penetra nella milza e quando il tumore è localizzato nella testa dell'organo, entra nello stomaco e nei dotti biliari.

previsione

Anche se la malattia viene rilevata in tempo e il trattamento viene eseguito correttamente, è piuttosto difficile fare ipotesi sulla durata della vita di una persona. Anche con un risultato favorevole, prevedere questa situazione è deludente.

Il fatto è che il pancreas infetta il processo maligno in modo rapido e irreversibile, quindi, anche dopo la sua riuscita rimozione, i pazienti saranno costretti a prendere medicine ormonali, enzimatiche e di altro tipo volte a migliorare il loro benessere per il resto della loro vita.

Gli stessi oncologi predicono i loro pazienti solo pochi anni di vita. Secondo le statistiche, su 100 pazienti, solo 2 persone sostengono la sopravvivenza a cinque anni.

Prevenzione

La prevenzione dell'adenocarcinoma pancreatico dovrebbe mirare ad eliminare il possibile rischio di malattia. E in questo il ruolo principale è svolto da una visita tempestiva a uno specialista. Eventuali disturbi digestivi dovrebbero essere un'occasione per vedere un medico. Prestare particolare attenzione agli uomini di età superiore alla mezza età con cattive abitudini..

Se una persona soffre di diabete o pancreatite cronica, è necessario non iniziare la malattia, ricorrendo a misure terapeutiche in tempo. Le persone sane dovrebbero periodicamente sottoporsi a regolari esami medici del tratto digestivo, esclusa la presenza di pancreatite, tumori e cisti nel pancreas.

Sei interessato al trattamento moderno in Israele?

L'adenocarcinoma pancreatico è oggi uno dei tipi più comuni di tumori maligni. Le persone con un'età superiore ai quarant'anni sono le più sensibili a questa malattia, mentre i carcinomi sono due volte più comuni nei maschi che nelle femmine. Il fumo, la pancreatite cronica, il diabete, una predisposizione genetica sono fattori di rischio. Anche una razza ha un effetto sulla possibilità di una malattia. È stato dimostrato che i rappresentanti della razza Negroid sono più inclini al cancro del pancreas rispetto ad altri. I medici inesperti possono spesso assumere i sintomi di un tumore per la malattia del calcoli biliari, che può portare a conseguenze negative.

Cosa è?

L'adenocarcinoma pancreatico è un tumore maligno delle cellule epiteliali ghiandolari che rivestono il dotto pancreatico. In questo caso, il tessuto epiteliale è sostituito da fibroso.

Il pancreas è costituito da testa, corpo e coda. Il caso più comune è un tumore alla testa che impedisce il deflusso della bile dalla cistifellea. Tuttavia, le cellule tumorali si moltiplicano rapidamente, presto il tumore può catturare l'intera ghiandola e persino diffondersi agli organi vicini, dando metastasi a stomaco, milza, duodeno, cistifellea. Esternamente, l'adenocarcinoma pancreatico assomiglia a un nodo bianco morbido o denso di forma irregolare da una a una decina di centimetri, costituito da piccole cisti, strutture ghiandolari.

Cause e fattori di rischio

L'eziologia di questo tumore maligno, come qualsiasi altra, non è completamente compresa. L'unica cosa affidabile è che esiste una predisposizione al cancro genetico a causa di una mutazione o di una diminuzione del numero di cromosomi nei geni responsabili di contrastare lo sviluppo dei tumori. In poche parole, le cellule sane mutano e iniziano a moltiplicarsi attivamente. Un ruolo importante nello sviluppo di questa patologia è giocato da una predisposizione familiare alla pancreatite cronica..

I seguenti sono fattori che influenzano il rischio di sviluppare adenocarcinoma:

  1. cattive abitudini, in particolare fumare e bere alcolici;
  2. dieta squilibrata: l'uso di cibi grassi e piccanti con additivi chimici;
  3. dieta
  4. uso eccessivo di caffè;
  5. uno stile di vita sedentario e, di conseguenza, l'obesità;
  6. lavorare in industrie pericolose con prodotti chimici (benzidina, benzopirene, amianto);
  7. colecistite, colelitiasi, resezione di stomaco, cirrosi.

Sintomi

I pazienti con uno stadio iniziale di adenocarcinoma, di norma, non notano i sintomi della malattia. Pertanto, nella maggior parte dei casi, la diagnosi viene fatta dopo che il tumore inizia a metastatizzare ad altri tessuti.

La prima cosa di cui il paziente si lamenta è un forte dolore incessante nell'addome superiore, che si irradia alla schiena. Si sente soprattutto di notte.

I sintomi più specifici dipendono dalla posizione, dallo stadio di crescita della neoplasia. Nel 70% dei pazienti con cancro viene diagnosticato l'adenocarcinoma della testa del pancreas. Allo stesso tempo, il deflusso di bile dalla cistifellea è difficile. Di conseguenza, c'è ittero e spiacevole irritazione della pelle, palato molle e proteine ​​degli occhi, scolorimento delle feci.

L'adenocarcinoma duttale pancreatico si verifica quando le cellule del dotto principale della ghiandola, che producono succo ed enzimi digestivi, sono colpite. È caratterizzata da un forte dolore dovuto all'aumento della pressione nel pancreas.

Se il tumore si trova nel corpo o nella coda, la vena della milza viene bloccata, il che può portare a splenomegalia, vene varicose dell'esofago, stomaco. Le vene dilatate eccessive possono esplodere sotto pressione sanguigna, causando un'emorragia mortale interna nella ghiandola e nella cavità addominale.

Il cancro del pancreas è anche pericoloso perché può diffondersi in importanti strutture anatomiche come la vena porta, i vasi mesenterici superiori, causando sanguinamento o restringimento dell'intestino tenue superiore. Con la sconfitta delle isole di Langerhans, responsabile della produzione di ormoni vitali come insulina, glucagone, somatostatina, si sviluppa una grave malattia endocrina - diabete mellito causato dalla mancanza di ormoni.

Il dolore si verifica quando le cellule tumorali si moltiplicano sulla superficie esterna di un organo contenente plessi nervosi e le stringono. La localizzazione del dolore dipende dalla posizione della neoplasia. I sintomi comuni includono scarso appetito, perdita di peso di diversi chilogrammi in un breve periodo di tempo, eruttazione, nausea, vomito, diarrea, movimenti delle urine e dell'intestino con sangue, febbre alta. Un sintomo specifico di Courvoisier è determinato dalla palpazione nell'addome in alto a destra: lì verrà determinata una grande cistifellea piena di bile.

Diagnostica

È possibile diagnosticare l'adenocarcinoma utilizzando i seguenti metodi di ricerca popolari: ultrasuoni, tomografia computerizzata; pancreatografia; angiografia; duodenography.

Biopsia per aspirazione con ago sottile del pancreas sotto controllo ecografico.

L'esame ecografico consente di determinare le dimensioni e la posizione della formazione maligna. Questo metodo viene utilizzato per determinare la dimensione della zona di accesso durante l'intervento chirurgico. La tomografia computerizzata consente di studiare in dettaglio non solo la posizione del tumore, ma anche la sua metastasi, la struttura generale.

La diagnosi di laboratorio viene eseguita al fine di rilevare il marker tumorale del paziente nel sangue. Se i metodi di cui sopra non danno un risultato accurato, viene eseguita una biopsia sotto la supervisione di ultrasuoni o TC per studiare la citologia e l'istologia delle cellule tumorali.

A causa delle sue grandi dimensioni, una neoplasia pancreatica può spostare il duodeno e diventare visibile ai raggi X nella posizione dell'intestino. L'angiografia consente di identificare i vasi della ghiandola e la correttezza della loro posizione.

Trattamento

L'intervento chirurgico è indicato per tutti i pazienti con adenocarcinoma operabile. Questa formazione cancerosa ha una struttura specifica. Per questo motivo, non è quasi suscettibile al trattamento con farmaci. Pertanto, il modo più affidabile per eliminare l'adenocarcinoma è un'operazione chirurgica seguita da un ciclo di chemioterapia.

Circa il 15% dei pazienti è sottoposto a laparoscopia diagnostica, che consente di stabilire l'esatta posizione del tumore e delle sue metastasi che sono invisibili durante gli studi strumentali. Il compito del chirurgo è rimuovere completamente la neoplasia. Per rimuovere l'ittero, viene praticata un'apertura tra la cistifellea e l'intestino tenue per il deflusso della bile.

Nella fase più precoce e più semplice del cancro, viene eseguita la resezione pancreato-duodenale (operazione Will) - rimozione dell'area interessata della ghiandola, dotti, duodeno, stomaco distale, cistifellea e, successivamente - ripristino del percorso per il passaggio della bile, contenuto intestinale.

Tamponi di garza per dissezione della capsula pancreatica.

Con i tumori della coda o del corpo, viene eseguita la rimozione inferiore del pancreas e della milza. Prima di eseguire l'operazione, è necessario esaminare il fegato, i linfonodi vicini. Se il tumore si è diffuso oltre la ghiandola, il chirurgo, rimuovendo il pancreas, non salverà la persona, ma allevierà solo la sua sofferenza dal dolore.

La chemioterapia e la radioterapia vengono utilizzate dopo l'intervento chirurgico per prevenire le ricadute. Tuttavia, questi metodi non sono efficaci nel trattamento e aumentano solo leggermente la percentuale di sopravvivenza dopo il cancro.

Forse l'uso di droghe sintomatiche per ridurre il dolore, preparazioni di enzimi digestivi per eliminare la mancanza di enzimi del succo del pancreas.

Cancro ghiandolare, un tumore maligno dell'epitelio ghiandolare degli organi interni ed esterni.

Gli adenocarcinomi rappresentano circa il 95% di tutti i tumori maligni del pancreas. Questi tumori hanno quasi il doppio delle probabilità di manifestarsi negli uomini rispetto alle donne e 2-3 volte più spesso nei fumatori malevoli rispetto ai non fumatori.

I pazienti con pancreatite cronica hanno un alto rischio di questa malattia..

Molto spesso, questa malattia viene diagnosticata a circa 55 anni. Poco si sa sulle sue cause. Lo sviluppo del cancro del pancreas può essere associato al fumo, al diabete, all'esposizione all'amianto. Ci sono mutazioni in cui aumenta la frequenza delle neoplasie pancreatiche..

L'esame di un pancreas affetto da un tumore maligno rivela pancreatite cronica (mancanza di enzimi). Pertanto, i pazienti che sono geneticamente predisposti alla pancreatite hanno un aumentato rischio di adenocarcinoma pancreatico. Inoltre, nelle famiglie con mutazione genetica si osserva un aumento del rischio di cancro..

Sintomi di adenocarcinoma pancreatico

La prognosi è sfavorevole, poiché la malattia viene spesso diagnosticata in fasi avanzate, poiché non provoca alcun sintomo fino a quando non diventa grande.
Pertanto, quando viene fatta una diagnosi nell'80% dei casi, il tumore già metastatizza fuori dal pancreas a linfonodi vicini, al fegato o ai polmoni.

Un sintomo precoce è di solito l'ittero, causato da una ridotta pervietà del dotto biliare comune, poiché la maggior parte di questi tumori maligni si formano nella testa del pancreas. Non solo la pelle è di colore giallo, ma anche il bianco degli occhi (sclera) e altri tessuti. L'ittero è accompagnato da prurito cutaneo..

Circa il 90% delle persone si lamenta di forti dolori nell'addome superiore, che danno alla schiena e perdita di peso, nausea, vomito, costipazione. A causa del fatto che tali sintomi possono verificarsi in molte malattie, rendono difficile stabilire la diagnosi corretta. Molti pazienti lamentano un forte dolore nell'area della testa del pancreas. Provano dolore sordo, come nella gastrite o dolore nel quadrante superiore o inferiore dell'addome. Il dolore può verificarsi anche nella regione lombare..

I tumori del corpo e della coda del pancreas (la parte centrale e la parte più lontana dal duodeno) possono bloccare una vena che si estende dalla milza, il che porta ad un allargamento della milza e delle vene varicose dello stomaco e dell'esofago. Di conseguenza, con una grave espansione, possono svilupparsi la rottura delle vene e il sanguinamento grave, specialmente dalle vene dell'esofago. Se si verifica un tumore nella testa del pancreas, una persona sperimenta una forte riduzione del peso, un forte dolore addominale e la presenza di grasso nelle feci.

  • Il cancro aiuta a ridurre il funzionamento del pancreas, quindi praticamente non secerne enzimi che possono abbattere il grasso. Questo provoca grasso nelle feci. Le feci grasse hanno uno strano odore e rimangono sulla superficie dell'acqua molto più a lungo rispetto alle persone comuni. Inoltre, a causa del blocco del dotto biliare nell'intestino, le feci possono perdere il loro solito colore e diventare argillose e pallide. Allo stesso tempo, l'urina può scurirsi.
  • Il cancro può anche essere associato al diabete, poiché il pancreas smette di produrre insulina..

Diagnosi di adenocarcinoma pancreatico

La diagnosi precoce è difficile.

Pertanto, non appena si verificano sintomi fastidiosi (feci pallide, vomito, nausea, perdita di peso), si raccomanda di consultare un medico che condurrà la diagnosi. Quando si diagnostica la malattia, vengono utilizzati due tipi di esame: di laboratorio e strumentale.
Se si sospetta adenocarcinoma pancreatico, vengono solitamente utilizzati ultrasuoni (US), tomografia computerizzata (TC) e pancreatografia retrograda endoscopica (un esame radiografico che consente di valutare la struttura del dotto pancreatico)..

Lo strumento diagnostico più comune ed economico è l'ecografia. Con esso, puoi rilevare il cancro del pancreas, ma ci sono anche errori nella diagnosi, perché non tutti i tumori possono essere rilevati con un sensore ad ultrasuoni. In caso di dubbio, il medico prescrive metodi diagnostici più avanzati..

Per confermare la diagnosi, il medico preleva un campione di tessuto pancreatico per un esame microscopico. Si ottiene introducendo un ago attraverso la pelle sotto controllo
TC o ultrasuoni.

Per escludere la metastasi, il tessuto epatico gonfio viene prelevato per la biopsia..

Se il medico sospetta l'adenocarcinoma pancreatico e i risultati degli studi non lo confermano, il pancreas viene esaminato chirurgicamente
di.

I metodi di laboratorio sono anche usati per diagnosticare una malattia complessa come l'adenocarcinoma pancreatico. Alcuni indicatori nel sangue possono indicare indirettamente un danno al pancreas. Per questo, al paziente viene prescritto un esame del sangue biochimico, un'analisi dei oncomarkets (un aumento del contenuto di questa sostanza indica che esiste un tumore nel corpo).

Adenocarcinoma pancreatico

La prognosi per questa malattia è molto sfavorevole. Entro 5 anni dalla diagnosi, meno del 2% dei pazienti rimane in vita.

Con estese metastasi (diffusione ai linfonodi, polmoni, ossa, fegato, pleura o ghiandole surrenali), quando i metodi radicali di intervento chirurgico non aiutano, i medici prescrivono radiazioni e chemioterapia.

Il carcinoma del pancreas può essere trattato chirurgicamente. Nelle prime fasi dello sviluppo della malattia, i medici eseguono un'operazione complessa, durante la quale rimuovono una parte del pancreas con condotti e un duodeno, quindi ricostruiscono i passaggi biliare e intestinale utilizzando metodi ricostruttivi
i contenuti.

L'operazione viene eseguita per i pazienti in cui il tumore non si è diffuso ad altri organi. Il pancreas viene rimosso separatamente o insieme al duodeno. Anche dopo tale operazione, solo il 10% dei pazienti sopravvive per 5 anni, indipendentemente dal tipo di ulteriore trattamento..

La mancanza di enzimi digestivi del pancreas è integrata dall'assunzione di enzimi. Se il diabete si sviluppa, può essere necessaria la somministrazione di insulina..

Prognosi per adenocarcinoma pancreatico

Dopo l'intervento chirurgico, l'aspettativa di vita di una persona con carcinoma pancreatico è di 8-18 mesi. Durante il primo anno, la malattia può progredire e l'80-96 percento dei pazienti muore e solo l'1-5 percento dei pazienti ha un'aspettativa di vita di 5 anni dopo l'intervento chirurgico. Il tumore sul pancreas è resistente a queste influenze a causa delle caratteristiche strutturali e le caratteristiche dell'afflusso di sangue vengono rapidamente rimosse dal corpo.
la chemioterapia, quindi la chemioterapia spesso non produce risultati.

Prevenzione dell'adenocarcinoma pancreatico

A causa del fatto che è difficile stabilire la causa dell'adenocarcinoma pancreatico, non vi è alcuna garanzia che una persona non abbia questo cancro.

Ma per ridurre il rischio a un livello minimo, quindi se una persona fuma, dovrebbe abbandonare la dipendenza. Inoltre, è necessario sforzarsi di escludere l'effetto sul corpo di sostanze nocive, come la polvere di amianto.

Se a una persona viene diagnosticato il diabete mellito o la pancreatite cronica, è necessario un trattamento tempestivo, non è possibile iniziare la malattia. I medici consigliano alle persone sane di sottoporsi periodicamente a esami preventivi per cisti, tumori benigni o pancreatite cronica. Grazie all'implementazione di semplici raccomandazioni, una persona assicurerà il rilevamento tempestivo di un problema, se presente, e la nomina di un trattamento efficace.

Importante! Il trattamento viene effettuato solo sotto la supervisione di un medico. L'autodiagnosi e l'automedicazione sono inaccettabili!