Genotipo 2 dell'epatite C: trattamento, caratteristiche

L'HCV è molto variabile, oggi ci sono 6 genotipi del virus dell'epatite C. Nella sintesi dell'RNA, i nucleotidi virali possono creare legami in diverse sequenze. Pertanto, si forma un composto unico, che si chiama genotipo. Il genotipo 2 dell'epatite C si verifica in Russia solo in poco più dell'1% di tutti i casi di infezione.

Molto spesso, l'epatite C virale genotipo 2 è registrata in Italia e in Africa occidentale.

Per determinare il genotipo 2, viene utilizzata un'analisi chiamata genotipizzazione dell'epatite C. L'analisi consente di determinare con precisione il tipo genetico del virus. La genotipizzazione del virus dell'epatite C è attualmente uno dei metodi più accurati per diagnosticare l'HCV..

Inoltre, viene determinata la carica virale totale, che è importante per la nomina di ulteriori trattamenti competenti. Questo genotipo è considerato "morbido", è meglio curabile e la carica virale totale sul corpo è inferiore rispetto ad altri genotipi..

Tuttavia, l'epatite C del secondo genotipo del virus dell'epatite C ha una caratteristica spiacevole: è più probabile che sia presente non solo nel corpo, ma combinata con altri genotipi (forme ricombinate). In questo caso, la genotipizzazione dell'epatite C e il trattamento stesso sono più difficili e la percentuale di complicanze sarà più alta.

Prognosi genotipica dell'epatite C 2 e trattamento con farmaci tradizionali

Molti esperti aderiscono ancora ai regimi di trattamento in cui l'interferone agisce come principio attivo attivo di base..

Questo regime terapeutico per il genotipo dell'epatite C 2 è efficace solo nella metà dei casi, molto spesso si verificano recidive e il trattamento deve essere ripreso più volte. La terapia può durare 1,5-2 anni, alla fine non termina con il recupero.

Gli effetti collaterali negativi derivanti dall'uso di schemi di interferone possono essere definiti gravi. Questi includono:

  • la perdita di capelli,
  • febbre,
  • anemia,
  • disordini mentali,
  • disturbi della tiroide,
  • reazioni allergiche,
  • disturbi digestivi.

In presenza di genotipi ricombinanti, la selezione di una combinazione di farmaci diventerà più complicata e la percentuale di un risultato favorevole è ancora ridotta.

Pertanto, possiamo concludere che la prognosi della cura completa con l'uso di regimi di interferone per il trattamento dell'epatite C genotipo 2 non può essere definita confortante.

Droghe moderne

Se la genotipizzazione del virus dell'epatite C provoca genotipo 2, il trattamento con HCV deve essere iniziato il prima possibile. La terapia con sofosbuvir ha iniziato a essere praticata nel 2014, quando è apparsa in vendita sul mercato internazionale. Nel 2016, ha ricevuto la registrazione ufficiale in Russia.

Per una cura di alta qualità, rapida e garantita per l'epatite C genotipo 2, il regime combinato Sofosbuvir e Daclatasvir aiuta. Per il genotipo ricombinato - Sofosbuvir e Velpatasvir.

Le formule di dosaggio antivirale diretto hanno una serie di innegabili vantaggi nel trattamento dell'epatite C genotipo 2, questi sono:

  1. la durata della terapia è di 12 settimane;
  2. un breve elenco di effetti collaterali, la loro gravità è debole;
  3. non ci sono praticamente controindicazioni;
  4. un risultato positivo anche con precedenti tentativi falliti di curare l'interferone;
  5. comodo rilascio del modulo tablet;
  6. completa eliminazione del virus dell'epatite C..

A causa del fatto che la formula originale dei farmaci antivirali diretti prodotti negli Stati Uniti è molto costosa, è consigliabile acquistare farmaci generici. È meglio optare per le droghe indiane. In India, la composizione chimica dei medicinali è riprodotta in modo più accurato, quindi sono efficaci come quelli originali, ma è possibile acquistarli a un prezzo accessibile..

Quando si applicano regimi di trattamento per il genotipo dell'epatite C 2 basato su agenti antivirali diretti, la prognosi di una cura completa è del 98%, mentre la malattia non ritorna più.

Genotipi dell'epatite C e loro trattamento

La domanda su come differiscono i genotipi dell'epatite C è preoccupante per molte persone, sia per coloro a cui è stato diagnosticato questo, sia per i loro parenti e amici. In effetti, il problema di questa malattia epatica estremamente grave riguarda ogni anno un numero crescente di russi. Cercheremo di spiegare in dettaglio e in dettaglio quali sono i genotipi del virus di questa malattia, quali sono le loro differenze nel determinare, trattare, quali sono le caratteristiche della terapia con i farmaci disponibili.

L'epatite virale C è chiamata un killer affettuoso per un motivo. Per decenni, può essere invisibilmente presente nel corpo e una persona non ne ha idea: per il momento, non ci sono sintomi di danno al fegato. E tutto perché il virus ha un unico "dono" da mutare costantemente, rinato con nuovi parametri, che lo rende forte e aggressivo. Dopo aver appreso cos'è l'epatite C, quale genotipo è più difficile da trattare, puoi capire le prospettive future di sbarazzarsi della malattia.

Attualmente, gli scienziati identificano undici genotipi di HCV - le sue varietà genetiche. È l'originalità del genoma del virus che consente di differenziarlo in tipi e sottotipi.

L'HCV è un mix di diversi ceppi virali mutati che sono costantemente mutanti. Questa capacità conferisce al virus una speciale sopravvivenza e garantisce il passaggio della malattia in cronica.

Una vasta gamma di genotipi di HCV in tutto il mondo suggerisce che vive nel corpo umano da tempo immemorabile. Nella medicina moderna, degli 11 genotipi tali genotipi HCV si distinguono come i più comuni: 1a, 1b, 2a, 2b, 3a. Sono anche divisi in sottotipi - per un totale di 70.

Se il paziente ha anticorpi anti-HCV nel sangue, la questione di chiarire il suo genotipo diventa rilevante. Ciò consentirà di determinare con precisione quale sarà il regime terapeutico per l'epatite C 1, 2, 3 genotipi e tutti gli altri..

Per determinare il genotipo dell'HCV, è necessario eseguire una procedura di genotipizzazione, che consiste nell'applicare il metodo PCR. Questo metodo aiuta parti conservative (immutabili) del genoma a determinare con precisione il genotipo del virus. E il successo del trattamento della malattia dipende dalla velocità e dalla precisione di questa procedura.
Di solito, gli epatologi, al fine di evitare errori nel metodo PCR, prescrivono ai pazienti di farlo tre volte. Questa tattica fornisce la massima precisione nel determinare il genotipo dell'HCV..
Inoltre, i pazienti sono molto interessati alla domanda: se viene diagnosticata l'epatite C, genotipo 3, il trattamento con i generici sarà efficace? E quanto è efficace il trattamento dei rimanenti genotipi virali? Vogliamo chiarire e rassicurare immediatamente i visitatori del nostro sito: gli ultimi farmaci di generazione antivirale fanno miracoli e curano almeno il 95% dei pazienti con qualsiasi genotipo di HCV.

1 (primo) genotipo dell'epatite C:

HCV di tipo 1 è stato rilevato in due genotipi: 1a e 1b. Inoltre, il tipo più comune 1b viene rilevato nella stragrande maggioranza dei casi. Provoca spesso le conseguenze più gravi per il fegato: insufficienza e cirrosi, intossicazione di tutti gli organi e sistemi. È il virus 1b che provoca nel 90% dei casi il passaggio della malattia allo stadio cronico. Le statistiche rilevano che questo genotipo dell'HCV può spesso essere infettato attraverso il contatto sessuale. La trasmissione del virus 1b avviene anche per iniezione, durante la trasfusione di sangue, da una madre malata a un bambino alla nascita.

In tempi recenti, con il trattamento tradizionale con interferone, solo il 50% dei pazienti a cui è stato diagnosticato questo genotipo del virus ha recuperato. Ora un quadro diverso: epatite C genotipo 1 - il trattamento con farmaci generici può raggiungere almeno il 96% della cura.

Tabella dell'efficacia del trattamento per il genotipo dell'epatite C 1:

preparativiL'efficacia del trattamento del genotipo dell'epatite C 1
sofosbuvir + daclatasvir96%
sofosbuvir + ledipasvir97-98%
Sofosbuvir + Velpatasvir98%

1b, il genotipo dell'HCV - chiamato anche giapponese - si trova ovunque, viene rilevato in quasi l'80% dei pazienti. Il più delle volte si verifica nei casi in cui si è verificata una trasfusione di sangue o dei suoi componenti. L'epatite nei pazienti con questo genotipo del virus è caratterizzata dalla resistenza al trattamento con metodi tradizionali - con l'aiuto di peginterferoni e ribavirina. Inoltre, era questo genotipo che era più probabile di altri a dare ricadute della malattia dopo un trattamento prolungato e persistente. Ecco perché la domanda su come trattare l'epatite C, genotipo 1b, è ancora estremamente rilevante per centinaia di migliaia di persone..

Nel quadro delle manifestazioni cliniche 1b, il genotipo dell'HCV è molto spesso osservato segni come affaticamento cronico, sonnolenza, debolezza inspiegabile, vertigini. Questo tipo di virus contribuisce con una probabilità molto maggiore di un tumore maligno del fegato.

Sintomi caratteristici

Nonostante il fatto che i sintomi del danno epatico 1b con il genotipo HCV siano molto estesi e diversi, la malattia si sviluppa in determinate fasi.

1. Lo stadio acuto. Durante questa fase, si sviluppa un'immagine del potente effetto infettivo del virus sull'organo, la cui risposta è un processo infiammatorio acuto. Il regime di trattamento per l'epatite C 1b in questo caso dipende dal fatto che sia possibile riconoscere immediatamente il nemico in faccia. E i sintomi possono essere espressi in modo chiaro o assente: lo stadio può essere cancellato, quasi impercettibilmente, espresso solo da fenomeni asenovegetativi (affaticamento, debolezza, ecc.). Lo stadio acuto della malattia in circa un terzo dei casi termina con il recupero del paziente, nel resto va in decorso cronico. Questa fase dura circa sei mesi..

2. Lo stadio del portatore di virus. Durante questa fase, una persona non ha sintomi pronunciati della malattia, ma il virus dell'epatite viene rilevato nel corpo. Ciò significa che il trattamento del primo genotipo dell'epatite C è ritardato fino alla manifestazione di evidenti segni della malattia.

In caso di autorigenerazione, il virus può essere distrutto dalle forze immunitarie del corpo, altrimenti il ​​portatore del virus diventa una fonte di infezione. Inoltre, con i fattori che provocano l'attivazione del virus, una persona del genere può ottenere l'epatite. Questa fase dura da sei mesi a diversi anni..

3. Fase latente. Questo è lo stadio più pericoloso e insidioso della malattia, quando si sviluppa nel corpo e non dà alcun sintomo della malattia. Può durare per anni, decenni, manifestandosi in molte gravi malattie extraepatiche. È importante prestare attenzione a loro e diagnosticare l'epatite C genotipo 1: il trattamento con farmaci generici è molto efficace in qualsiasi fase della malattia.

4. La fase clinica. Questa fase è caratterizzata da danni epatici evidenti e gravi, si verifica in momenti diversi - diversi mesi o anni dopo l'infezione o il trasporto del virus.

La cura è possibile!

Nonostante tutte le gravi conseguenze per l'organismo che il virus dell'epatite C porta 1b, gli ultimi agenti antivirali danno un risultato unico nella terapia. I suoi indiscutibili vantaggi sono la durata relativamente breve del trattamento: da 3 a 6 mesi, la completa distruzione del virus in almeno il 96% dei casi, l'assenza di recidiva e gravi effetti collaterali. E non importa quanto differiscano i genotipi dell'epatite C: i farmaci di nuova generazione combattono efficacemente tutti.

Gli epatologi usano tre algoritmi per il trattamento di una malattia usando i generici:

Genotipo 1 del regime di trattamento dell'epatite C.

Gruppi di pazientiRegime di trattamentoDurata del trattamento
Genotipo 1a senza cirrosi,
precedentemente non trattato
sofosbuvir + daclatasvir12 settimane
sofosbuvir + ledipasvir12 settimane
Sofosbuvir + Velpatasvir12 settimane
Genotipo 1a con compensazione
la cirrosi precedentemente non riceveva terapia
sofosbuvir + daclatasvir12-24 settimane
sofosbuvir + ledipasvir12-24 settimane
Sofosbuvir + Velpatasvir12 settimane
Genotipo 1b senza cirrosi,
precedentemente non trattato
sofosbuvir + daclatasvir12 settimane
sofosbuvir + ledipasvir12 settimane
Sofosbuvir + Velpatasvir12 settimane
Genotipo 1b con cirrosi compensata precedentemente non trattatasofosbuvir + daclatasvir12-24 settimane
sofosbuvir + ledipasvir12-24 settimane
Sofosbuvir + Velpatasvir12 settimane

2 (secondo) genotipo dell'epatite C:

Il genotipo 2 dell'HCV, considerato la forma più lieve del virus, è caratterizzato da un decorso meno aggressivo e rapido del processo infiammatorio e da una maggiore reattività alla terapia.
Questa sottospecie di HCV non è così comune rispetto ad altri genotipi del virus ed è considerata una specie rara. È trasmesso come gli altri: attraverso il sangue, da una madre malata a un feto, sessualmente. Se viene rilevato il genotipo dell'epatite C 2, il suo trattamento con metodi tradizionali e nuovi ha molto successo.

Se vengono rilevati 2 genotipi di HCV, la possibilità del paziente di sviluppare un carcinoma epatocellulare è minima. Durante la terapia, questo particolare ceppo del virus mostra il numero massimo di completamente guarito - 100%, e il ritorno della malattia è stato osservato in 1 paziente su 100.

Tabella di efficacia del trattamento con genotipo dell'epatite C 2

preparativiL'efficacia del trattamento del genotipo dell'epatite C 2
sofosbuvir + daclatasvir96%
Sofosbuvir + Velpatasvir99-100%

Nel suo sviluppo, la malattia quando infettata da 2 HCV gentip passa attraverso due fasi:

  • latente, senza sintomi della malattia con lo sviluppo del processo patologico,
  • clinico, quando ci sono evidenti danni al fegato e altri sintomi.

Sintomi della malattia

Di norma, l'immagine quando infettata dal genotipo HCV 2 è generalmente identica alle altre varietà del virus:

  • il fegato è ingrandito,
  • nessun appetito, nausea, vomito,
  • vertigini, debolezza, affaticamento,
  • irritabilità,
  • sindrome simil-influenzale.

Anche un fegato malato si fa sentire: le mucose e la pelle diventano gialle, cambiano il colore delle feci e delle urine, ecc..

Il regime terapeutico per il genotipo dell'epatite C 2 è prescritto dal medico curante. La terapia del genotipo dell'epatite C 2 nel nostro tempo è effettuata da farmaci innovativi ad azione antivirale diretta della produzione indiana. Gli epatologi di solito usano uno dei due algoritmi di trattamento:

La seconda opzione è la più preferita, poiché, secondo le statistiche, è lui che fornisce il 100% del risultato della terapia e della cura completa dei pazienti.

Genotipo 2 del regime di trattamento dell'epatite C.

Gruppi di pazientiRegime di trattamentoDurata del trattamento
Genotipo 2 senza cirrosi,
precedentemente non trattato
sofosbuvir + daclatasvir12 settimane
Sofosbuvir + Velpatasvir12 settimane
Genotipo 2 con compensazione
la cirrosi precedentemente non riceveva terapia
sofosbuvir + daclatasvir24 settimane
Sofosbuvir + Velpatasvir12 settimane

3 (terzo) genotipo dell'epatite C:

L'HCV di tipo 3 viene rilevato nei pazienti il ​​più delle volte. Le differenze nella struttura genetica di questa modifica determinano il decorso della malattia, i sintomi e come trattare il genotipo dell'epatite C 3.

Il terzo tipo di HCV è uno dei più diffusi al mondo, compresa la Russia. Viene rilevato in circa un terzo dei casi.
Le caratteristiche di questo tipo di HCV sono tali fattori:

  • più comunemente diagnosticato in Asia,
  • più veloce di tutti gli altri genotipi del virus provoca alterazioni fibrotiche nel fegato,
  • più attivamente di altri ceppi provoca lo sviluppo di steatosi (accumulo di cellule adipose nel tessuto epatico),
  • elevata carica virale e alto rischio di oncologia,
  • l'epatite C è il terzo genotipo, il trattamento è complicato da gravi complicanze extraepatiche, ad esempio la crioglobulinemia (la formazione di immunoglobuline dannose nel corpo, che formano un precipitato con un aumento della temperatura corporea, che ha un effetto dannoso su organi e sistemi) e la vasculite (processo infiammatorio delle pareti dei vasi sanguigni).

I sintomi della malattia con HCV di tipo 3 hanno lo stesso quadro clinico dell'infezione con altri genotipi del virus:

  • dolore nell'ipocondrio e nel fegato giusti,
  • ingrossamento del fegato,
  • sintomi simili all'influenza o alla SARS,
  • sindrome astenovegetativa,
  • nausea, vomito, avversione al cibo,
  • perdita di peso, esaurimento,
  • forte dolore alle articolazioni,
  • prurito della pelle.

Tabella di efficacia del trattamento con genotipo dell'epatite C 3

preparativiL'efficacia del trattamento del genotipo dell'epatite C 3
sofosbuvir + daclatasvir96%
Sofosbuvir + Velpatasvir98%

La terapia tradizionale prevede un lungo ciclo di assunzione di peginterferone e ribavirina, quest'ultima particolarmente efficace sul 3 genotipo del virus. Nonostante ciò, il trattamento è caratterizzato da gravi reazioni avverse, quindi è difficile da tollerare da parte dei pazienti. Per ridurre questi fenomeni, sono prescritte la somministrazione concomitante di antistaminici, farmaci assorbenti, complessi vitaminici e agenti che migliorano la funzionalità epatica. Inoltre complica in modo significativo il trattamento della cirrosi, che viene spesso rilevata proprio con questo genotipo dell'HCV. Con la cirrosi epatica, l'efficacia della terapia tradizionale è ridotta del 30%.

Se viene diagnosticata l'epatite C, il genotipo 3, il trattamento con farmaci generici è altamente efficace, non ci sono reazioni avverse gravi e il corso del trattamento è relativamente breve nel tempo. Nella nostra azienda troverai prodotti certificati fabbricati in India che vengono consegnati ai nostri clienti direttamente a casa nostra. Tutti i documenti sull'origine e la qualità dei generici che forniamo su richiesta del cliente. Prezzi dei farmaci ufficialmente approvati dai produttori.

Gli epatologi usano come combinazioni più efficaci di questi farmaci di nuova generazione:

Solo il medico curante selezionerà l'algoritmo di trattamento più efficace per te..

Genotipo del regime di trattamento dell'epatite C 3

Genotipo 2 dell'epatite C: significato, diagnosi, trattamento, prognosi

Differenze 2 genotipi da altre varietà del virus

Va immediatamente notato che oggi ci sono sei varietà conosciute di questa malattia infettiva, durante le quali un microrganismo patogeno si moltiplica attivamente nelle cellule del fegato..

I medici definiscono l'epatite C (genotipo 2) un virus "risparmiante", poiché il processo infiammatorio negli epatociti sta procedendo lentamente..

Il trattamento della malattia, di regola, è favorevole.

Nonostante il fatto che le vie di trasmissione per tutti i genotipi di questa malattia del fegato siano simili tra loro, questa sottospecie di infezione ha alcune caratteristiche dello sviluppo e del decorso del corpo umano:

  1. In primo luogo, è considerato il meno comune tra gli altri tipi di virus dell'epatite..
  2. In secondo luogo, il trattamento del genotipo 2 termina con successo in 8 pazienti su 10, mentre una persona su 10 guarita ha ricadute.
  3. In terzo luogo, nel caso di questa malattia, la probabilità di sviluppare un carcinoma epatocellulare è ridotta al minimo.

È possibile ottenere il genotipo 2 del virus dell'epatite C allo stesso modo di 5 altre varianti della malattia.

Di norma, alcuni gruppi di persone sono a rischio di infezione:

  • dipendenza da droghe;
  • persone sane che visitano il dentista, stanze per manicure, appassionati di piercing, tatuaggi;
  • condurre uno stile di vita immorale e non avere un partner sessuale permanente.

Sintomi e segni

L'epatite C 2 si presenta in forma acuta e cronica. Si distinguono la fase latente (asintomatica) e quella attiva. Il flusso latente rende difficile rilevare il virus nelle prime fasi. Questo è noto per prevenire l'inizio immediato del trattamento..

Nella fase attiva della malattia compaiono

  • Debolezza muscolare,
  • Vertigini,
  • Aumento della temperatura corporea a 37,7 °,
  • Appetito alterato, che porta alla perdita di peso,
  • Dolore nella parte destra,
  • Eruzioni allergiche.

I pazienti attribuiscono tali sintomi a malattie respiratorie o avvelenamento, quindi raramente cercano l'aiuto di un medico. Le malattie causate da un malfunzionamento del sistema immunitario possono complicare il decorso dell'epatite..

I sintomi di altri genotipi possono essere trovati in materiali separati:

Sintomatologia

La forma cronica della malattia supera due fasi: latente (che scorre in segreto) e attiva. Lo stadio asintomatico è pericoloso perché non ci sono segni che sospettino lo sviluppo di una patologia pericolosa che porta alla distruzione del fegato.

Le manifestazioni che si verificano nella fase di latenza sono attribuite a stanchezza, malnutrizione. Durante questo periodo, una persona è tormentata da cattiva salute, affaticamento, letargia, una temperatura leggermente elevata, vertigini, viene messo a dormire.

I sintomi della malattia si manifestano chiaramente se si è unita a un'infezione aggravata di natura virale o batterica.

L'epatite C si attiva quando il fegato è gravemente colpito dalla cirrosi. Nei tessuti dell'organo si formano nodi deformati, privi di elasticità. Con tali lesioni, il fegato non è in grado di svolgere le sue funzioni.

Le manifestazioni chiave dell'II genotipo sono riconosciute:

  • nausea e vomito;
  • perdita di appetito;
  • dolori articolari
  • disagio e dolore nell'ipocondrio a destra;
  • condizioni febbrili;
  • fegato ingrossato;
  • giallo della pelle, delle mucose, delle proteine ​​oculari;
  • urine scure, feci chiarificate;
  • prurito della pelle.

Il paziente è indebolito, infastidito. Soffre di mal di testa. Ha le vertigini.

I sintomi extraepatici caratteristici dell'epatite C sono meno pronunciati nel secondo genotipo.

Caratteristiche della manifestazione del genotipo 2

L'epatite C del 2o sottotipo è chiamata "risparmio" a causa della lenta progressione della patologia in relazione alle cellule del fegato. I sintomi di questa sottospecie compaiono in ritardo, si presentano in una forma lieve, perché la diagnosi è difficile. Secondo le statistiche, il tipo 2 viene rilevato meno frequentemente in Russia rispetto ad altri. Una cura efficace per un'infezione appena diagnosticata raggiunge 8 casi su 10 e solo 1 su 10 trattati con un ciclo completo di terapia ha ricadute. La probabilità di sviluppare il cancro con questo genotipo del virus è minima.

La malattia si sviluppa anche, come con altre infezioni da virus dell'epatite C, nascosta o esplicita. La prima fase del periodo di incubazione è quasi invisibile per una persona infetta, pertanto il trattamento non viene avviato dai primi mesi.

La fase attiva della malattia inizia con il periodo prodromico, che si verifica con segni di infezione respiratoria acuta:

  • aumento della temperatura,
  • debolezza e vertigini,
  • sonnolenza e affaticamento.

Il periodo itterico è determinato dall'oscuramento delle urine e dal colore chiaro delle feci. Sclera e tegumento della pelle raramente diventano gialli, poiché il genotipo non causa processi distruttivi nel fegato. Solo sullo sfondo di una forte diminuzione dell'immunità e dell'attaccamento di un altro tipo di epatite C, è possibile lo sviluppo di gravi complicanze epatiche.

Il tipo genetico 2 non aumenta il rischio di progressione della malattia rispetto al primo e al terzo, il che aumenta la probabilità di steatosi e fibrosi. I pazienti hanno il doppio delle probabilità di ricevere una risposta virologica stabile con la terapia di associazione con interferone e ribavirina. Il trattamento dura solo 24 settimane e per il primo tipo il corso dura 48 settimane.

Qual è la differenza tra genotipo 2 e altri tipi di epatite

La genotipizzazione del virus è una fase importante della diagnosi, che consentirà di prevedere il decorso della malattia e la prognosi, nonché di prescrivere un trattamento. Questo termine si riferisce allo studio del siero di sangue mediante PCR, durante il quale è possibile rilevare sezioni dell'RNA del virus e determinarne il tipo. Il genotipo 2 è meno comune dei genotipi 1 e 3, ma più spesso di altre specie.

I seguenti fatti possono essere dichiarati sul 2 genotipo dell'epatite C:

  • questa è una delle forme più sicure di malattia, l'infezione cronica si verifica nel 30-50% dei pazienti, il resto guarisce con successo;
  • questa varietà è facilmente suscettibile alla terapia farmacologica;
  • con epatite con genotipo 2, raramente si sviluppano fibrosi e cirrosi epatica, come altre complicanze;
  • le ricadute si verificano in casi molto rari;
  • lo sviluppo della malattia è lento;
  • l'epatite può verificarsi in forme attive e latenti.

Il secondo genotipo si riferisce a forme sicure di epatite virale, ma il suo trattamento può anche essere lungo e difficile. La particolarità di questa varietà è che in alcuni pazienti procede in forma latente. Pertanto, il paziente cerca assistenza medica anche quando il suo fegato è significativamente influenzato dal virus. Di norma, con l'aiuto di farmaci specifici, l'infezione può essere completamente eliminata..


Il genotipo 2 dell'epatite C è onnipresente

Differenze nei sintomi del genotipo dell'epatite C 2

Questa malattia si sviluppa in due fasi principali: latente e attiva..

  • A causa del primo stadio, quando il disturbo non è assolutamente evidente per il paziente stesso, è impossibile un trattamento precoce di una forma inedita del virus.
  • All'inizio del prossimo stadio attivo dello sviluppo della malattia, compaiono segni che raramente inducono i pazienti a cercare un aiuto specializzato.

Nella maggior parte dei casi, la febbre bassa, le vertigini, la sonnolenza e la debolezza generale del corpo sono attribuite all'affaticamento o sono considerati segni di un'infezione respiratoria. Spesso culla anche la vigilanza di un paziente che non ha fretta di iniziare il trattamento..

Oltre ai sintomi generali che si manifestano con qualsiasi tipo di epatite C, il 2 genotipo del virus accompagna spesso l'artrite reumatoide, la tiroidite e altri processi patologici, la cui comparsa è causata da un indebolimento del sistema immunitario.

Terapia farmacologica

Nel trattamento dell'epatite C, incluso il genotipo 2, vengono utilizzati farmaci che includono le seguenti sostanze bioattive:

Inoltre, Sofosbuvir è un costoso farmaco di effetto diretto e non tutti i pazienti hanno l'opportunità di acquistarlo, il che complica il trattamento terapeutico.

Tuttavia, l'industria farmacologica dell'India e dell'Egitto offre sostituti efficaci (generici). Sono usati con successo per il trattamento terapeutico di persone con infezione da epatite C genotipo 2. La stragrande maggioranza dei pazienti che assumono farmaci generici guarisce.

  • Hepcinat, Hepcvir, Sofovir - droghe indiane;
  • MPI Viropack, Grateziano - controparti egiziane;
  • Hopetavir - Bangladesh generico;
  • Mayhep, SoviHep, Virso, Rezof - sostituti del bilancio che sono popolari.
  1. I medici prescrivono Sofosbuvir (o suo equivalente) insieme a Ribavirin per 3 mesi. Con la cirrosi, i farmaci richiedono fino a 5 mesi.
  2. Assegna per 3 mesi Sofosbuvir (puoi prendere un analogo) insieme a Ribavirin e Peginterferon alfa. Questa combinazione viene utilizzata per la cirrosi e la reinfezione..
  3. Sofosbuvir con Daclatasvir è prescritto per 3 mesi (è possibile l'uso di analoghi). La combinazione viene utilizzata per gravi patologie epatiche concomitanti, reinfezione.

La terapia principale è integrata con farmaci che forniscono la rigenerazione del tessuto epatico. A tal fine, accetta:

  • epatoprotettori (Essentiale, Energia, Escholo, Essliver, Karsil, Hepel, Hepatosan, Progepar);
  • multivitaminici (Supradin, Complivit, Undevit);
  • Integratori che rafforzano il sistema immunitario e ripristinano la funzionalità epatica (Ovesol, Dipana, Hepatrin);
  • antistaminici che prevengono il verificarsi di reazioni allergiche;

Se viene rilevato un aumento della carica virale in un paziente che è stato trattato, viene prescritto un ciclo aggiuntivo di interferone. I pazienti usano il farmaco fino a quando non sono completamente guariti..

  • edema polmonare;
  • disordine mentale.

Se si verificano effetti collaterali, il medico riduce al minimo il dosaggio del farmaco o ne annulla l'uso.

I pazienti il ​​cui corpo rifiuta i farmaci con interferone vengono trattati con successo senza usare farmaci di questo gruppo..

Riduce il carico sul fegato e accelera il recupero di un rifiuto completo delle bevande alcoliche. L'epatovirus di solito dura 6-12 mesi..

Genotipo 2

Ha sottotipi a, b, c. È comune in tutto il mondo, tuttavia, a differenza di altri genotipi, è molto meno comune, caratterizzato da una bassa carica virale e da un lento processo infiammatorio. Nel caso della diagnosi di genotipo 2 dell'epatite C, le complicanze sono estremamente rare e il recupero si verifica nel 90% dei casi. Questo è il motivo per cui viene spesso chiamato "risparmio".

Il trattamento viene effettuato utilizzando una combinazione di interferone e ribavirina. Inoltre, l'efficacia della terapia si osserva nel caso di utilizzo di farmaci antivirali diretti - Sofosbuvir, Daclatasvir, Ledipasvir.


Genotipo 2 - il tipo più "parsimonioso" di virus HCV

Misure terapeutiche

Il regime di trattamento per l'epatite C genotipo 2 comprende:

  • farmaci antivirali;
  • agenti immunostimolanti;
  • epatoprotettori;
  • dieta.

RNA virale che inibisce la droga

  • ribavirina;
  • SOFOSBUVIR;
  • Daclatasvir.

La terapia con tali farmaci si chiama "gold standard" per l'epatite C. Inoltre, questi farmaci aiutano ugualmente efficacemente a trattare diversi genotipi di infezione, compresa la varietà 2. La ribavirina è un farmaco antivirale in compresse. Il principio attivo nella composizione penetra nelle cellule del fegato e interagisce con il virus: blocca la sua attività, inibendo la sintesi di proteine ​​e RNA virale.

La ribavirina è specificamente progettata per trattare diversi genotipi dell'epatite C. La durata della terapia con questo farmaco è di 24 settimane. Se il corpo del paziente non è curabile, il corso può essere prolungato fino a 6 mesi. Durante il periodo di assunzione dei farmaci, si raccomanda di condurre uno studio di laboratorio su sangue, campioni di fegato alla 2a e 4a settimana di terapia, e quindi regolarmente fino alla fine del corso. Insieme all'uso dell'alfa-interferone, l'effetto della ribavirina è potenziato.

Sofosbuvir è un costoso farmaco antivirale. È indicato per l'infezione da epatite C 2. A causa dell'elevato costo, questo tipo di medicinale viene spesso sostituito con farmaci generici (analoghi di un'azione simile). Sofosbuvir è prescritto in associazione con altri farmaci antivirali. Se si è verificata un'infezione del corpo con genotipo dell'epatite 2, il trattamento con tale agente continua per 3 mesi. Daclatasvir è un altro farmaco antivirale ad azione diretta prescritto per l'epatite C..

Farmaci immunomodulanti

Gli interferoni sono usati insieme ad agenti che inibiscono l'RNA virale. Di conseguenza, la fonte della malattia è influenzata da una terapia complessa, mentre l'infezione è bloccata da tutti i lati: dall'interno (nelle cellule del fegato) - dall'azione di agenti antivirali, dall'esterno - sotto l'influenza delle funzioni protettive del corpo. Si possono usare interferoni e peginterferoni (pegilati). Questi ultimi sono di 2 tipi:

  • peginterferone alfa-2a;
  • peginterferone alfa-2b.

Tali fondi forniscono un risultato migliore, poiché rimangono nell'organismo più a lungo..

Epatoprotettori, dieta

  • limitare i grassi;
  • ridurre la quantità di sale;
  • è vietato mangiare cibi ricchi di acido ossalico, olii essenziali, purine e colesterolo;
  • più fibre vengono introdotte nella dieta, anche la pectina svolge un ruolo importante.

Si consiglia di mangiare frazionalmente - in piccole porzioni 4-6 volte al giorno

Con danni al fegato, è importante aumentare la quantità di liquido consumato. Durante il ripristino delle funzioni di questo corpo, dovresti cucinare piatti al vapore e far bollire

Non è consigliabile friggere alimenti, poiché in questo caso i grassi si trasformano in agenti cancerogeni e possono aggravare il fegato.

Metodi di trattamento

Il trattamento dell'epatite C deve essere effettuato sotto la supervisione di epatologi e medici di malattie infettive. Se la terapia viene eseguita in ospedale o in regime ambulatoriale dipende dal benessere del paziente e dalle sue condizioni generali.

I farmaci antivirali per il trattamento del virus dell'epatite C contengono i principi attivi di interferone, peginterfron, ribavirina e sofosbuvir. I produttori di droghe sono Russia, India, Cina e alcuni altri paesi. Il costo del trattamento con alcuni di essi è piuttosto elevato, quindi molti pazienti non possono usare questi farmaci.

Oltre ai farmaci antivirali, la terapia comprende l'uso di epatoprotettori, che contribuiscono alla rapida rigenerazione del tessuto epatico. Gli epatoprotettori sono divisi in gruppi:

  • I fosfolipidi,
  • Preparati con il principio attivo di origine animale, vegetale e sintetica,
  • Aminoacidi,
  • Vitamine e integratori alimentari.

Per prevenire una reazione allergica all'interferone, è necessario utilizzare antistaminici. Durante il trattamento, è necessario ridurre il carico sugli organi digestivi e sul fegato. Ciò significa che si consiglia vivamente ai pazienti di escludere l'alcool e di seguire una dieta speciale..

I moderni farmaci consentono ai pazienti con epatite C di non sentirsi condannati. Con un trattamento tempestivo adeguato, quando non è interessato più del 75% del fegato, i medici danno una prognosi favorevole. Circa l'80% dei pazienti con una risposta virologica stabile rappresenta il 100% dei casi..

I pazienti con genotipo dell'epatite 2 hanno maggiori possibilità di guarigione rispetto ai portatori di un'altra modifica. Il processo di recupero è influenzato dal sesso, dall'età, dalla malattia concomitante, dalla carica virale e dalla gravità della fibrosi, dall'assenza di dipendenza da insulina.

Epatite C, terzo genotipo

L'epatite C (HCV) è una malattia virale causata da un virus contenente RNA della famiglia Flaviviridae, del genere Hepavirus. È caratterizzato da un'elevata variabilità genotipica: la capacità di mutare. Il genotipo 3a dell'epatite C è onnipresente e verrà discusso ulteriormente.

Gli scienziati nominano i 6 principali gruppi di virus che sono divisi in sottotipi (a, b, c, d). I genotipi differiscono per prevalenza territoriale, la modalità di trasmissione più probabile, causata da complicanze e risposta al trattamento. Molte persone vogliono sapere quali sono le caratteristiche del tipo 3a, come trattare tali pazienti e quanto vivono..

Dieta

Il successo del trattamento dipende anche dalla dieta prescritta al paziente. Una persona infetta da epatite virale deve essere a dieta n. 5. Ha bisogno di:

  • risparmiando cibo - cotto a vapore, caldo, schiacciato;
  • un gran numero di verdure, frutta e bacche;
  • succhi di frutta appena spremuti, composte, bevande alla frutta, tisane, infuso di cinorrodo;
  • l'esclusione di prodotti nocivi contenenti vari additivi chimici, fast food, fritti, salati, piccanti, grassi, affumicati, alcolici.

Si consiglia ai pazienti di bilanciare l'assunzione di proteine ​​e carboidrati. Devono anche ridurre al minimo l'assunzione di grassi. L'alimentazione dietetica normalizza il funzionamento del fegato, dei dotti biliari, del tratto gastrointestinale e uniforma l'equilibrio del colesterolo.

Trattamento del genotipo 3a del virus dell'epatite C.

I moderni metodi di trattamento dell'epatite C genotipo 3a si basano sull'uso di PPD antivirale (farmaci ad azione diretta) o su un gruppo di interferone con la somministrazione simultanea di ribavirina

Tuttavia, prevedendo l'efficacia di questo regime terapeutico, il medico si concentrerà sulle caratteristiche individuali del paziente, prestando particolare attenzione a:

  • il genere del paziente: nelle donne le previsioni sono più ottimistiche;
  • età del paziente - la probabilità di un risultato positivo è inversamente proporzionale all'età del paziente, più il paziente è anziano, peggiore è la prognosi;
  • peso corporeo - i chili in più riducono la probabilità di una risposta positiva alla terapia;
  • carica virale: una bassa carica virale offre maggiori possibilità di successo del trattamento;
  • condizioni epatiche: meno danni al fegato, migliore è la risposta dell'organismo infetto alle misure terapeutiche.

Genotipizzazione dell'epatite C.

Genotipizzazione dell'epatite C - una serie di studi di laboratorio volti a determinare il tipo di HCV.

Secondo i risultati dell'analisi del genotipo, il medico:

  • Definisce il regime di trattamento, i farmaci per la terapia farmacologica e le dosi necessarie per il paziente;
  • dà una prognosi per il decorso della malattia e l'efficacia del trattamento utilizzato;
  • prevede una possibile durata della terapia.

Durante la genotipizzazione, il plasma e il siero del sangue del paziente vengono esaminati per la presenza di particelle di DNA e RNA del virus.

Le tecniche di genotipizzazione chiave includono:

  • Studio PCR che determina l'epatite immediatamente dopo l'infezione e con malattia cronica;
  • sequenziamento diretto, rivelando mutazioni nelle catene nucleotidiche e il meccanismo del loro verificarsi;
  • ibridazione inversa con sonde sulla membrana, che determina l'acido nucleico dell'agente virale nelle cellule umane anche con una piccola quantità di agente penetrato.

Descrizione dei genotipi nell'epatite C

I tipi di epatite C sono indicati in numeri arabi da 1 a 6 e il latino è usato per i loro sottotipi. Il numero massimo di varietà si osserva nel tipo 4, che si è diffuso in tutto il Nord Africa.

Considera le caratteristiche dei genotipi più comuni rappresentati dai primi tre.

Genotipo 1

L'HCV di tipo 1 contiene 3 sottotipi, di cui aeb sono più comuni in Russia. Molto spesso, l'infezione con il primo genotipo si verifica con una trasfusione di sangue in pazienti adulti. Nei bambini, si verifica solo nel 25% dei casi.

Il primo tipo di HCV è caratterizzato da:

  • possibili ricadute;
  • aumento dei rischi di sviluppare cirrosi e cancro al fegato;
  • costante stanchezza e debolezza;
  • terapia a lungo termine;
  • frequente cronicità della malattia.

Genotipo 2

Il secondo tipo di HCV, come il primo, contiene 3 sottotipi. Nonostante si verifichi in tutti i paesi del mondo, lo sviluppo dell'epatite è considerato "parsimonioso" ed è caratterizzato da:

  • una buona risposta ai farmaci antivirali che accorcia i tempi della terapia;
  • ridotto rischio di complicanze (cirrosi e oncologia);
  • lento sviluppo della malattia e basso danno alle cellule del fegato;
  • bassa frequenza di infezione (registrata in tutti i paesi del mondo, ma estremamente rara);
  • ricadute rare;
  • ridotta carica virale.

In assenza di cirrosi, l'epatite è curabile nel 97% dei pazienti e in sua presenza - nell'83%.

Genotipo 3

Il terzo genotipo contiene 2 sottotipi, di cui il primo (a) viene diagnosticato più spesso nei tossicodipendenti. È diverso:

  • danno rapido agli epatociti;
  • aumento del rischio di sviluppare epatosi grassa e cancro;
  • giovane età infetta (
  • cronizzazione rara.

Il recupero si verifica nel 61-84% dei pazienti e dipende dalla terapia scelta e dalla presenza di complicanze.

Altri genotipi

Se 4 tipi di HCV hanno il maggior numero di sottotipi, quindi 5 e 6 hanno un solo sottotipo. A causa della loro bassa prevalenza, sono capiti male e non hanno un regime di trattamento chiaro..

L'HCV di tipo 5 è osservato nell'Africa meridionale e 6 nel sud-est asiatico. Nei bambini non compaiono, poiché una causa comune di infezione da questo tipo di epatite è il rapporto non protetto.

Elenco dei farmaci

Mentre viene studiata l'infezione, i metodi terapeutici del suo trattamento cambiano. Nuovi medicinali vengono aggiunti ai medicinali usati in precedenza.

Elenco dei farmaci antivirali usati per il trattamento dell'epatite C di tipo 2:

  • Hepcinat è disponibile in aziende farmaceutiche in India. Il composto farmacologico attivo è sofosbuvir. Viene assunto in combinazione con ribavirina per 12 settimane. Con lo sviluppo della cirrosi, Hepcinat viene utilizzato insieme a daclatasvir e ribavirina. I pazienti seguono un corso di trattamento di 24 settimane. Il farmaco non è prescritto contemporaneamente a boceprevir e telaprevir.
  • Pegasis - un immunomodulatore prodotto in Svezia. Ha un effetto antivirale. Il composto bioattivo è peginterferone alfa-2a. Utilizzare lo strumento in 2 versioni: per uso indipendente e in tandem con Ribavirin. L'iniezione di PEG viene eseguita nello strato sottocutaneo. La ribavirina è assunta per via orale. La durata del trattamento combinato è di 6 mesi (la concentrazione del virus non influisce sulla durata). Ridurre la terapia a un ciclo di 4 mesi non è pratico (specialmente con valori di RNA aumentati), l'epatite inizierà a ripresentarsi.
  • Algeron è un farmaco prodotto in Russia. Le iniezioni sottocutanee vengono fatte con esso, eseguendole alternativamente: nella coscia o nell'addome inferiore. Usa 1 porzione a settimana. Il dosaggio è influenzato dal peso corporeo del paziente. La soluzione per iniezione viene somministrata seguendo le istruzioni. Se dopo 12 settimane di trattamento l'attività virale è diminuita, il farmaco continua ad essere usato per i prossimi 3 mesi.
  • MPI Viropack - una medicina prodotta in Egitto. È un analogo di Sofosbuvir. Non usano il farmaco da soli, sono inclusi in una terapia complessa. Funziona efficacemente quando combinato con ribavirina e PI alfa..
  • Daclavirocyrl 60 (Daclatasvir) è un analogo di Daclatosvir, proveniente dall'Egitto. Viene usato se il trattamento con PI-alfa non ha dato dinamiche positive. In tandem con Sofosbuvir, il farmaco sopprime con successo l'epatite 2 genotipo 2 e il paziente guarisce completamente. Con l'uso simultaneo di Asunoprivir, il 90% dei pazienti elimina l'infezione. Inoltre, è combinato con Ribavirin o Sovaldi. Viene curato per 12-24 settimane.

L'uso di droghe potenti è inaccettabile. Determina la combinazione di farmaci, solo un medico fa uno schema per la loro assunzione.

Cause di infezione

Il genotipo dell'epatite C 3a è principalmente una malattia del fegato. Distrugge le cellule del fegato abbastanza fortemente e porta a gravi complicazioni. La durata del periodo di incubazione è diversa per tutti, dipende dallo stato di immunità e dall'attività del virus. Epatite C di tipo 3, è completamente diversa 3a e 3b. Naturalmente, questi valori non significano nulla per il paziente, ma differiscono nel decorso e nei sintomi. Tuttavia, vale la pena capire quali sono le cause dell'aspetto del genotipo 3a e quali minacce alle persone infette?

Questo tipo di virus è abbastanza comune in tutto il mondo..

Le cause dell'infezione possono essere completamente diverse, le seguenti possono essere distinte da loro:

  • Possono essere infettati attraverso una trasfusione di sangue a fini terapeutici..
  • Quando si eseguono procedure con dispositivi riutilizzabili che non sono soggetti a elaborazione speciale. Ad esempio, manicure, pedicure e anche possono essere raccolti anche da un dentista.
  • Durante il tatuaggio della pelle, se i dispositivi non erano sterili.
  • Il piercing non professionale può anche portare a un'infezione da questa malattia..
  • L'uso di droghe intramuscolari, il tipo più comune di infezione.
  • è possibile essere infettati negli ospedali e durante le cure di emergenza o l'intervento chirurgico, se i dispositivi non sono sterili.
  • Il genotipo 3a può essere catturato sessualmente.

Ne vale la pena

L'epatite C è una patologia quasi asintomatica, viene rilevata quando gli organi di una persona vengono esaminati in relazione ad altre malattie. Le persone infette non si considerano interessate da un'infezione grave. In assenza di sintomi vividi, hanno una domanda logica: dovrei spendere soldi per cure costose.

L'epatite si sviluppa molto lentamente. I suoi sintomi compaiono improvvisamente, nelle fasi successive, quando la maggior parte del fegato è interessata. Con buona salute, assenza di cattive abitudini e dipendenze, un fegato danneggiato si dichiara in 20-30 anni dal momento dell'infezione..

Nei prossimi 10 anni dopo la penetrazione del virus, è probabile che le persone infette sviluppino cirrosi. Rischio particolarmente elevato di disturbo in coloro che assumono farmaci che influenzano negativamente il fegato, gli alcolisti e i tossicodipendenti.

La cirrosi è accompagnata da svenimento, perdita di sangue, idropisia (accumulo di liquido nella cavità addominale), ittero progressivo.

Altro su genotipo 2

Il virus ha diverse varietà. Si distinguono l'uno dall'altro da una combinazione della sequenza di nucleotidi che compongono l'RNA virale. Esistono 6 genotipi del virus dell'epatite. Alcuni si distinguono per un effetto negativo particolarmente forte sul corpo. Il genotipo 2 è il meno comune. Per trovare il trattamento giusto, devi capire di cosa si tratta. Il virus di questa specie si distingue per due caratteristiche:

  • assenza minima o totale di manifestazioni nella fase iniziale di sviluppo;
  • lento processo infiammatorio.

Quando un virus entra nel corpo umano, si deposita nelle cellule del fegato - epatociti. L'epatite C 2 viene trasmessa in modo simile agli altri tipi di infezione: attraverso il flusso sanguigno, quando passa attraverso il canale del parto, in utero. Nonostante la facilità del decorso della malattia, il genotipo 2 è una rara forma di epatite. Tale infezione non provoca oncologia epatica, che la distingue dalle altre varietà.

Della maggior parte dei pazienti che hanno superato il virus, solo una piccola parte è esposta al ri-sviluppo dell'infezione. La ricaduta si verifica in ogni decima persona. In caso di infezione da epatite C 2, il paziente attraversa 2 fasi della malattia: latente e attiva.

Nel primo caso, non ci sono sintomi. La fase attiva è caratterizzata dallo sviluppo di complicanze, che è causata da una terapia iniziata intempestiva. Quando si contatta un medico, una persona infetta si lamenta di sintomi generali che di solito si verificano con un raffreddore. Tuttavia, il trattamento classico non funziona, al contrario, compaiono nuovi segni e le condizioni generali del corpo peggiorano. Questo indica lo sviluppo di un'altra malattia. Durante gli studi di laboratorio in tali casi, si è riscontrato che il fegato è affetto dal genotipo 2 dell'epatite C.

La probabilità di infezione aumenta in determinate condizioni:

  • Intervento chirurgico;
  • procedure dentali;
  • trasfusione di sangue, nonché la sua purificazione mediante hardware;
  • eventi accompagnati da una violazione dell'integrità della pelle: tatuaggio, piercing, manicure;
  • tossicodipendenza, in cui i farmaci vengono somministrati per via endovenosa;
  • possono verificarsi situazioni traumatiche in cui vi è un alto rischio di danni alla pelle e possono verificarsi contatti con il corriere del virus.

Sintomatologia

  • appetito alterato sullo sfondo di nausea, vomito;
  • mal di testa e vertigini, irritabilità, indebolimento del corpo;
  • quando si sviluppa l'infiammazione, la temperatura aumenta;
  • dolore alle articolazioni;
  • dolore al fegato (ipocondrio sul lato destro);
  • se il processo infiammatorio non viene interrotto, l'organo interessato aumenta;
  • le feci diventano leggere e l'urina si scurisce;
  • segni di ittero: ingiallimento della sclera e della pelle.
  • prurito.

Segni caratteristici

Il virus dell'epatite C del secondo genotipo è terribile in quanto può svilupparsi asintomaticamente per lungo tempo

A questo proposito, è importante conoscere i sintomi di questa malattia e sottoporsi periodicamente a test clinici per determinare l'infezione.

I sintomi di questa malattia sono pronunciati durante la fase attiva, ma spesso rimangono ignorati, perché sono simili ai sintomi del raffreddore che le persone sono abituate a trattare da sole. Si osservano i seguenti sintomi:

  • mal di testa, debolezza, sonnolenza;
  • temperatura corporea 37–37,9 ° C;
  • disturbi digestivi (nausea, vomito), mancanza di appetito;
  • dolore al fegato (sul lato destro);
  • la pelle diventa gialla;
  • eruzione cutanea allergica.

Con il genotipo 2 dell'epatite C, possono verificarsi anche artriti (reumatiche) o altre anomalie nel lavoro del corpo associate a un indebolimento del sistema immunitario. Se si osservano questi sintomi, i dolori articolari si uniscono, quindi è necessario consultare un medico e assicurarsi di passare un'analisi per la presenza di un virus insidioso.

Sintomi dell'epatite C genotipo 3a

Quali sono i sintomi dell'epatite C genotipo 3a? Di norma, nonostante un lungo periodo di latenza (latente, asintomatico), una volta HCV 3a può dichiarare la sua presenza con i seguenti sintomi:

  • vertigini, mal di testa, debolezza, affaticamento;
  • Dolori articolari "vaganti";
  • diminuzione dell'appetito, perdita di peso, sintomi di intossicazione generale (nausea, vomito);
  • scolorimento di urina e feci - l'urina si scurisce, le feci diventano più chiare (acolide);
  • disagio o dolore nell'ipocondrio destro, epatomegalia (ingrossamento del fegato);
  • temperatura corporea subfebrilare (aumento della temperatura prolungato nell'intervallo 37-37,5 gradi);
  • un cambiamento nel colore della pelle (giallo, tonalità terrosa) e sclera degli occhi (ingialliscono);
  • prurito della pelle.

Come puoi vedere, molti di questi sintomi non possono essere definiti specifici, poiché possono accompagnare altre malattie. Eppure, avendo scoperto almeno alcuni fattori coincidenti, affrettati a vedere un medico e donare il sangue per l'esame.